Scarica il file GPX di questo articolo

Norvegia

Da Wikivoyage.
Norvegia
Parlamento norvegese ad Oslo
Localizzazione
Norvegia - Localizzazione
Stemma e Bandiera
Norvegia - Stemma
Norvegia - Bandiera
Capitale
Governo
Valuta
Superficie
Abitanti
Lingua
Religione
Elettricità
Prefisso
TLD
Fuso orario
Sito web

Norvegia è una nazione scandinava dell'Europa settentrionale.

Da sapere[modifica]

Norvegia è la terra dei fiordi, della pesca, della natura incontaminata, del sole di mezzanotte e dell'aurora boreale, dei ghiacciai, nonché... dello stoccafisso!

Cenni geografici[modifica]

La Norvegia si affaccia per tutta la lunghezza della costa occidentale sul Mar Glaciale Artico, sull'Oceano Atlantico e confina con la Finlandia, la Svezia e la Russia. Amministrativamente fa parte della Norvegia l'isola di Jan Mayen.

Quando andare[modifica]

D'estate le temperature diurne nelle regioni meridionali raggiungono i 25-30 °C, mentre al nord oscillano tra 10-15 °C. D'inverno nelle destinazioni sopra il circolo polare artico il sole non sale sopra l'orizzonte.

Lingue parlate[modifica]

La lingua ufficiale è il norvegese, che si divide in: bokmål (riksmål) e nynorsk (landsmål). L'inglese è molto diffuso.


Territori e mete turistiche[modifica]

Amministrativamente la Norvegia è divisa in 19 contee, chiamate fylker (fylke al singolare). All'interno delle contee vi sono 430 comuni (a cui si aggiungono Oslo e Longyearbyen) di cui 48 hanno lo status di città. Vi sono inoltre due tipi divisioni informali: 46 distretti all'interno delle contee e 5 regioni.

Mappa divisa per regioni
      Norvegia orientale — Comprende Østfold, Akershus, Oslo, Hedmark, Oppland, Buskerud, Vestfold e Telemark. La regione che include l'area metropolitana della capitale e la più densamente popolata.
      Norvegia centrale — Comprende Sør-Trøndelag e Nord-Trøndelag. Include l'antica città di Trondheim.
      Norvegia settentrionale — Comprende Finnmark, Troms e Nordland. Grandi fiordi, il sole di mezzanotte e l'antica cultura sami.
      Norvegia meridionale — Comprende Aust-Agder e Vest-agder. Caratterizzata dalla dolce linea costiera.
      Norvegia occidentale — Comprende Møre og Romsdal, Sogn og Fjordane, Hordaland e Rogaland. Include i famosi fiordi e la città di Bergen.
      Isole Svalbard — Arcipelago della Norvegia settentrionale, nel Mare di Barents. Sono isole famose per il loro clima estremo, le miniere di carbone e le installazioni aerospaziali. L'unica parte della Norvegia in cui vivono stabilmente gli orsi polari.
      Jan Mayen — Isola vulcanica dell'Oceano Artico, disabitata, parzialmente coperta dai ghiacci ma anche da muschio ed erba. Non accessibile d'inverno.


Centri urbani[modifica]

  • Oslo — La capitale racchiusa all'interno dell'omonimo fiordo, sulla costa meridionale.
  • Bergen — Seconda città del paese, Bergen è nota per il suo mercato del pesce, la funicolare Fløibanen e il quartiere Bryggen che figura nella lista UNESCO dei Patrimoni Mondiali dell'Umanità.
  • Tromsø — Situata oltre il circolo polare artico, Tromsø è nota per il Polar Zoo che vanta il primato di giardino zoologico più a nord del mondo.
  • Trondheim — Capitale del paese nel medioevo, Trondheim è oggi una grande città con un ricco programma di eventi musicali e teatrali.

Altre destinazioni[modifica]

  • Arcipelago di Vega (Vegaøyan in norvegese) — Situato appena al di sotto del Circolo Polare Artico, l'arcipelago di Vega figura anch'esso nella lista dei Patrimoni Mondiali dell'Umanità dell'UNESCO. È costituto da circa 6.500 isolotti che fanno da corona all'isola principale, Vega per l'appunto. Questa si raggiunge in traghetto da Brønnøysund, località dotata di aeroporto ove fanno scalo gli aerei della Widerøe, la compagnia di più vecchia data in Norvegia. Brønnøysund è comunque servita anche da autolinee.
  • Capo Nord (Nordkapp) — Il punto più settentrionale del continente europeo, a 71° 10' 21" nord.
  • Geirangerfjord — Fiordo secondario dello Storfjorden dagli straordinari paesaggi, Geirangerfjord figura nella lista Patrimoni Mondiali dell'Umanità dell'UNESCO.
  • Jostedals — Ghiacciaio.
  • Jotunheimen — La casa dei Giganti, (questo vuol dire Jotunheimen in norvegese) è una straordinaria chiostra alpestre che racchiude laghetti e ghiacciai, un vero paradiso per gli amanti dell'alpinismo.
  • Lillehammer — Un centro sciistico conosciuto a livello mondiale per avere ospitato le Olimpiadi Invernali del 1994.
  • Lofoten — Un altro arcipelago a latitudini estreme dove d'estate il sole non tramonta mai. Una meta perfetta per quanti praticano la pesca sportiva e d'alto mare.
  • Sognefjorden — Secondo fiordo al mondo per lunghezza dopo quello di Scoresby Sund in Groenlandia, Sognefjorden si snoda per 205 km all'interno del paese, ramificandosi lateralmente tra suggestivi paesaggi montani. Uno dei suoi rami secondari, il Nærøyfjord figura nella lista dei Patrimoni Mondiali dell'Umanità dell'UNESCO.
  • Sørlandet — Sørlandet significa Terra del Sud in norvegese. Comprende una serie di ridenti cittadine costiere poste tra Kragerø e Flekkefjord. L'idea di considerarla una regione a sé stante nacque agli inizi del XIX secolo. Oggi il mezzogiorno della Norvegia costituisce una zona di villeggiatura per gli abitanti delle grandi città.
  • Trollstigen — Una spettacolare strada di montagna che si snoda per le valli di Romsdalan e Valldal fino al fiordo di Geiranger.


Come arrivare[modifica]

Requisiti d'ingresso[modifica]

La Norvegia è un membro dell'Area Schengen.

Non ci sono controlli alle frontiere tra i paesi che hanno firmato e attuato il trattato, ossia l'Unione europea (ad eccezione della Bulgaria, Croazia, Cipro, Irlanda, Romania e Regno Unito), Islanda, Liechtenstein, Norvegia e Svizzera. Allo stesso modo, un visto concesso da un qualunque membro Schengen è valido in tutti gli altri paesi che hanno firmato e attuato il trattato. Ma attenzione: non tutti i membri dell'Unione europea hanno firmato il trattato di Schengen, e non tutti i membri di Schengen fanno parte dell'Unione europea. Questo significa che ci possono essere controlli doganali a campione, ma senza controlli di immigrazione (viaggiando all'interno di Schengen, ma non da/a un Paese extra UE) o potrebbe essere necessario passare i controlli di immigrazione, ma non quelli doganali (viaggiando all'interno dell'UE, ma non da/a un Paese extra Schengen).

Gli aeroporti in Europa sono pertanto suddivisi in aree "Schengen" e "non-Schengen", che di fatto si comportano come gli equivalenti nazionali dei voli "domestici" e "internazionali". Se si vola da fuori dell'Europa verso un paese Schengen per poi continuare verso un altro, verranno effettuati i controlli di immigrazione e doganali al primo scalo per poi continuare verso la destinazione finale senza ulteriori verifiche. Viaggiare tra un membro di Schengen e uno Stato non appartenente a Schengen darà luogo ai normali controlli di frontiera. Si noti che indipendentemente dal fatto che si viaggia all'interno dello spazio Schengen o meno, molte compagnie aeree continueranno a insistere per vedere la vostra carta d'identità o passaporto.

I cittadini dell'UE o AELS (l'"Associazione europea di libero scambio", nota in inglese come EFTA, e composta da Islanda, Liechtenstein, Norvegia e Svizzera) per l'ingresso hanno solo bisogno di una carta d'identità valida per l'espatrio o di un passaporto, entrambi ovviamente in corso di validità. In nessun caso si avrà bisogno di un visto per un soggiorno di qualsiasi durata. Gli stessi criteri si applicano anche ai cittadini stranieri. In aggiunta dovranno solo mostrare il regolare visto d'ingresso che gli ha consentito l'accesso al primo stato membro.

I cittadini non-UE/AELS in genere necessitano di un passaporto per l'ingresso in un paese Schengen e la maggior parte avrà bisogno di un visto.

Dal 2012 anche i minorenni devono essere muniti di carta d'identità per lasciare il suolo nazionale e devono essere accompagnati da almeno uno dei genitori indicati in tale documento. In assenza dei genitori il minore deve avere una "dichiarazione di accompagno" da loro firmato e convalidato dagli organi competenti, in cui si indica la persona o l'ente a cui il minore sarà affidato.

Note
(1) I cittadini di questi paesi hanno bisogno di un passaporto biometrico per godere dell'esenzione dal visto.

(2) I cittadini serbi con passaporto rilasciato dalla direzione di coordinamento serba (residenti in Kosovo con passaporto serbo) necessitano del visto.

(3) I cittadini di Taiwan hanno bisogno del loro numero identificativo da stipularsi sul passaporto di godere dell'esenzione del visto.

Solo i cittadini dei seguenti paesi non-UE/AELS non hanno bisogno di un visto per l'ingresso nell'area Schengen: Albania1, Andorra, Antigua e Barbuda, Argentina, Australia, Bahamas, Barbados, Bosnia ed Erzegovina1, Brasile, Brunei, Canada, Cile, Costa Rica, El Salvador, Guatemala, Honduras, Israele, Giappone, Repubblica di Macedonia1, Malesia, Maurizio, Messico, Moldavia1, Principato di Monaco, Montenegro1, Nuova Zelanda, Nicaragua, Panama, Paraguay, Saint Kitts e Nevis, San Marino, Serbia1, 2, Seychelles, Singapore, Corea del Sud, Taiwan3 (Cina), Stati Uniti, Uruguay, Città del Vaticano, Venezuela, inoltre le persone in possesso di passaporti del British National (Overseas), Hong Kong o Macao.

I cittadini non-UE/AELS non possono rimanere più di 90 giorni in un periodo di 180 giorni all'interno dell'area Schengen nel suo complesso e, in generale, non possono lavorare durante il loro soggiorno (anche se alcuni paesi Schengen fanno eccezione a certe nazionalità; vedi sotto). Il conteggio inizia una volta che si entra in un paese dell'Area Schengen e continua anche quando si lascia un paese Schengen per un altro.

I cittadini non UE/AELS (anche se esenti da visto, a meno degli andorrani, monegaschi o sammarinesi), devono accertarsi che il passaporto venga timbrato sia all'ingresso che all'uscita dall'area Schengen. Senza il timbro d'ingresso, si può essere trattati come coloro che hanno ecceduto la permanenza prevista dal visto quando si tenta di lasciare lo spazio Schengen; inoltre a chi è privo di un timbro di uscita, può essere negato l'ingresso la successiva volta che cerca di entrare nell'area Schengen perché potrebbe risultare che ha ecceduto il soggiorno durante la visita precedente. Se non è proprio possibile ottenere un timbro apposto sul passaporto, assicurarsi di conservare documenti quali carte di imbarco, biglietti di trasporto e ricevute ATM che possono aiutare a convincere il personale d'ispezione frontaliero della legale permanenza nell'area Schengen.

Notare che:

  • I sudditi britannici con aventi il diritto residenza nel Regno Unito e i cittadini dei Territori Britannici d'Oltremare connessi a Gibilterra, sono considerati "cittadini del Regno Unito ai fini dell'Unione europea" e quindi possono beneficiare di un accesso illimitato alla zona Schengen.
  • I sudditi britannici e i cittadini dei Territori Britannici d'Oltremare, entrambi senza diritto di residenza nel Regno Unito, necessitano del visto.

Tuttavia, tutti i cittadini dei Territori Britannici d'Oltremare ad eccezione di quelli esclusivamente collegati alle zone di sovranità di Cipro sono eleggibili per la cittadinanza britannica e, successivamente, all'accesso illimitato all'area Schengen.

In aereo[modifica]

Di seguito un elenco di aeroporti norvegesi e delle relative compagnie che nel 2009 operavano voli da/per scali italiani:

Gardermoen[modifica]

Sullo scalo di Gardermoen, 45 km a nord-est di Oslo operano le seguenti compagnie:

Sandefjord Torp[modifica]

Sandefjord Torp dista 115 km dalla capitale norvegese. Vi opera Ryanair con voli da Alghero, Bologna, Milano, Pisa, Trapani

Moss Airport, Rygge[modifica]

Dista 10 km da Rygge e 60 km da Oslo. Ryanair gestisce un volo da Bergamo-Orio al Serio

Trondheim-Værnes[modifica]

L'aeroporto è situato nella cittadina di Stjørdal a 19 km da Trondheim. È collegato alla cittadina mediante una navetta (costo corsa 100NOK, 70NOK ridotto).

In auto[modifica]

I documenti necessari sono la patente italiana, libretto di circolazione e carta verde.

Oslo dista 1990 km da Milano passando per Basilea, Francoforte, Amburgo fino al porto di Hirtshals donde salpa il traghetto della Color Line per Kristiansand. Le autostrade tedesche sono esenti da pedaggio.

In nave[modifica]

Controlla sul sito delle compagnie marittime riportate di seguito. I dati potrebbero non essere aggiornati.

Da porti danesi[modifica]

Color Line
Fjord Line
DFDS Seaways

Da porti tedeschi[modifica]

Color Line


Come spostarsi[modifica]

In treno[modifica]

Norges Statsbaner è l'ente preposto alla gestione del servizio ferroviario. Di seguito un elenco delle linee ferroviarie:

Si può acquistare uno dei pass proposti dalla Scandinavian rail se si pensa di fare un uso frequente del treno. Come tutti i pass si può rivelare insidioso e richiede un qualche calcolo per evitare di rimetterci i soldi. In alternativa si possono acquistare biglietti point to point anche on line sul sito delle ferrovie norvegesi

Un tratto panoramico famoso percorso da treni è quello detto "Flåmsbana" da Myrdal a Flåm sul fiordo omonimo http://www.flaamsbana.no.

Se avete in programma un viaggio in treno è possibile acquistare il biglietto on-line. Se si prenota in tempo è possibile della tariffa minipris che consente di risparmiare.

In autobus[modifica]

Gli autobus vanno là dove le strade ferrate non arrivano e spesso nelle loro destinazioni figurano mete turistiche come i parchi nazionali.

Le maggiori compagnie di autolinee sono Nor-way Bussekspress, Timekspressen, Fjord1 e Veolia Transport Nord che, come suggerisce il nome, opera nella Norvegia settentrionale. Le autolinee più convenienti sono però Lavprisekspressen. Il biglietto deve essere acquistato on line.

Cosa vedere[modifica]


Cosa fare[modifica]


Valuta e acquisti[modifica]

La valuta nazionale è la Corona norvegese (NOK) divisa in 100 øre. 1 € corrisponde a circa 8,6945 NOK (6 aprile 2015). Qui di seguito i link per conoscere l'attuale cambio con le principali monete mondiali:

(EN) Con Google Finance: AUD CAD CHF EUR GBP HKD JPY USD
Con Yahoo! Finance: AUD CAD CHF EUR GBP HKD JPY USD
(EN) Con XE.com: AUD CAD CHF EUR GBP HKD JPY USD
(EN) Con OANDA.com: AUD CAD CHF EUR GBP HKD JPY USD

Le banche sono generalmente aperte da lunedì a venerdì dalle 9.00 alle 15.00 (giovedì fino alle 17.00).

I negozi lavorano da lunedì a venerdì dalle 10.00 alle 17.00 (giovedì fino le 19.00) e sabato dalle 10.00 alle 15.00. I principali supermercati e centri commerciali rimangono aperti fino alle 20.00 (sabato fino alle 18.00).

In oltre 3.000 negozi è possibile fare shopping tax-free, richiedendo il rimborso dell'IVA (dal 6 al 19%) per acquisti superiori a € 40.

A tavola[modifica]

Il salmone è molto consumato in Norvegia, servito affumicato, marinato (fra cui il gravlax), cotto al vapore o grigliato. La carne più consumata è l'agnello, utilizzata anche per produrre morr, salsicce affumicate. Viene consumato fra i latticini un formaggio di capra dal spore dolce, denominato geitost.

Infrastrutture turistiche[modifica]


Eventi e feste[modifica]

Festività nazionali[modifica]

  • 1° gennaio Capodanno
  • marzo/aprile Domenica delle Palme, Giovedì Santo, Venerdì Santo, Domenica di Pasqua e Lunedì dell'Angelo
  • 1° maggio Festa dei Lavoratori
  • 17 maggio Festa Nazionale
  • maggio Pentecoste
  • 24 dicembre Vigilia di Natale
  • 25 dicembre Natale
  • 26 dicembre Santo Stefano


Sicurezza[modifica]

In caso di emergenza di possono utilizzare questi numeri:

  • 110 Vigili del fuoco
  • 112 Polizia
  • 113 Pronto soccorso
  • 120 Soccorso in mare


Situazione sanitaria[modifica]


Rispettare le usanze[modifica]

  • In Norvegia vige il divieto di fumo su tutti i mezzi di trasporto pubblico, edifici pubblici, aree comuni degli alberghi, ristoranti, bar e centri commerciali.


Come restare in contatto[modifica]

Poste[modifica]

Gli uffici postali sono generalmente aperti da lunedì a venerdì dalle 09.00 alle 16.00, e il sabato dalle 10.00 alle 13.00.

Telefonia[modifica]

Telenor, NetCom, Network Norway sono i principali operatori di telefonia mobile in Norvegia (anno 2010).

Esistono due tipi di cabine telefoniche. Quelle rosse accettano schede telefoniche, monete da 1, 5, 10 e 20 NOK, 0,50, 1 e 2 €, e alcune carte di credito; mentre quelle blu funzionano con le schede e le carte di credito.

Internet[modifica]

Si può accedere gratis alla rete dalla maggior parte delle biblioteche e anche nelle adiacenze di istituti scolastici. Moltissimi gli hot-spot, così si può mettere in valigia portatile e cellulare lasciando a casa la propria SIM onde evitare i costi aggiuntivi del roaming proposti dagli avidi operatori di "casa nostra".

Dal canto loro, i 3 operatori di telefonia mobile norvegesi menzionati dianzi propongono piani di accesso alla rete a prezzi modici così, se avete Skype o un softphone installato nel vostro netbook, potrete chiamare i fissi (non i cellulari italiani) a prezzi irrisori. Il prezzo della chiavetta per collegarsi a Internet vi stupirà tanto è basso.


Altri progetti