Scarica il file GPX di questo articolo

Da Wikivoyage.
Europa > Europa settentrionale > Norvegia

Norvegia

Indice

Jump to navigation Jump to search

Norvegia
Parlamento norvegese ad Oslo
Localizzazione
Norvegia - Localizzazione
Stemma e Bandiera
Norvegia - Stemma
Norvegia - Bandiera
Capitale
Governo
Valuta
Superficie
Abitanti
Lingua
Religione
Elettricità
Prefisso
TLD
Fuso orario
Sito web

Norvegia è una nazione scandinava dell'Europa settentrionale.

Da sapere[modifica]

Norvegia è la terra dei fiordi, della pesca, della natura incontaminata, del sole di mezzanotte e dell'aurora boreale, dei ghiacciai, nonché... dello stoccafisso!

L'impressione generale è di un paese con ampi spazi e un paesaggio insolitamente aspro. Sebbene famoso per i suoi grandi fiordi lungo l'Atlantico, l'interno ha anche grandi valli, vaste foreste e laghi simili a fiordi. La Norvegia è uno dei paesi più montuosi d'Europa. L'acqua in tutte le varietà è forse ciò per cui il paese è più caratterizzato: la costa infinita, i grandi fiordi, le innumerevoli cascate, i fiumi cristallini, i laghi incantevoli e i numerosi ghiacciai.

Sebbene i grandi spazi aperti siano l'attrazione numero uno, ci sono anche molte città interessanti e vivaci come Oslo e Bergen. Le attrazioni create dall'uomo includono il patrimonio culturale della Norvegia, nonché strutture e architetture moderne, che spesso si trovano nelle città, ma anche in termini di ingegneria impressionante in angoli remoti.

Cenni geografici[modifica]

La Norvegia (norvegese: Norge o Noreg) è il più occidentale, il più settentrionale - e sorprendentemente anche il più orientale - dei tre paesi scandinavi. Tra i paesi nordici solo la Finlandia si estende leggermente più a est. Si affaccia per tutta la lunghezza della costa occidentale sul Mar Glaciale Artico, sull'Oceano Atlantico e confina con la Finlandia, la Svezia e la Russia. Amministrativamente fa parte della Norvegia anche l'isola di Jan Mayen.

Circa 5 milioni di abitanti condividono un'area delle dimensioni della Germania e più grande della Gran Bretagna. La Norvegia è principalmente un paese molto lungo: guidare dalle città più meridionali a quelle più settentrionali equivale alla distanza da Amburgo a Malaga (e attraverso un terreno molto più accidentato). La costa è anche una delle più lunghe al mondo: se si includono isole e fiordi, ed è stata calcolata tra i 50.000 ai 100.000 km. La sola contea di Nordlandla ha una costa più lunga dell'intero Regno Unito se sono inclusi i fiordi e le isole. A causa dei fiordi che tagliano in profondità il substrato roccioso, in alcuni punti la terraferma è larga solo pochi chilometri. La costa comprende anche innumerevoli isole di tutte le dimensioni: ci sono più di 200.000 isole identificate (superata solo dalla Grecia).

Il lago Olden è un tipico fiordo e l'acqua turchese rivela che c'è un ghiacciaio nelle vicinanze.

Ci sono più di 450.000 laghi, di cui oltre 100.000 si trovano nella contea del Finnmark; anche all'interno della città di Oslo ci sono diverse centinaia di laghi. Laghi e fiumi coprono oltre il 5% del territorio. La stragrande maggioranza della terra (circa il 95%) è costituita da foreste e rocce, e quindi la Norvegia ha vaste aree completamente disabitate, molte delle quali sono state protette come parchi nazionali. Anche al di fuori dei parchi nazionali, gran parte della terra è natura incontaminata: non c'è infatti bisogno di visitare un parco nazionale per vivere la natura selvaggia e gli splendidi paesaggi. Strade e ferrovie, così come i normali traghetti, offrono un facile accesso a splendidi panorami. Ci sono poche spiagge sabbiose lungo le coste perché sono tipicamente rocciose, ripide scogliere o lastre levigate.

L'acqua, in tutte le forme, domina il paesaggio e l'economia della Norvegia.

Il punto più alto della Norvegia è Galdhøpiggen, 2.469 m nella regione di Jotunheimen che si trova a metà strada tra Oslo e Trondheim, ma lontano dalla costa. Nell'estremo nord (Finnmark), ci sono spazi aperti relativamente piatti. Molte delle cascate più alte del mondo si trovano in Norvegia, in particolare nei fiordi occidentali e nella regione montuosa. La maggior parte della Norvegia è una catena montuosa, le montagne scandinave comprendono parti della Svezia. Questa è la catena montuosa più lunga d'Europa, più lunga dei Carpazi e notevolmente più lunga delle Alpi. Sebbene ci siano montagne in tutta la Norvegia, alcune importanti aree montuose definiscono le principali regioni. La linea nord-sud delle aree montuose (in particolare Hardangervidda e Jotunheimen) sono le principali barriere e separano la Norvegia occidentale dalla Norvegia orientale. Allo stesso modo l'ampio Dovrefjell separa la Norvegia centrale (Trøndelag) dalla Norvegia orientale. La Norvegia comprende anche l'arcipelago delle Svalbard, quasi disabitato, lontano dalla terraferma, ai margini della piattaforma di ghiaccio artico.

Scogliera norvegese levigata dall'azione del mare

La lunga costa frastagliata, i fiordi, gli innumerevoli laghi, le alte cascate e i bei fiumi fanno sì che l'acqua sia l'unica cosa che più caratterizza il paese. La terraferma ha più di 2000 ghiacciai che coprono quasi l'1% della terra. Jostedalsbreen occupa circa 500 km2 ed è il più grande ghiacciaio dell'Europa continentale. Le Svalbard sono coperte per il 60% da ghiacciai e hanno il ghiacciaio più grande d'Europa, eguagliato solo dal Vatnajökull in Islanda. I ghiacciai sono più comuni a Hardanger, Sogn og Fjordane /Jotunheimen, Nordland e Lyngen.

Amministrativamente, è divisa in contee raggruppate in regioni est, sud, ovest, centro (Trøndelag) e nord. Il paesaggio può anche essere descritto da zone che attraversano queste divisioni amministrative.

Il "fjordland", la parte della Norvegia dominata dai fiordi, corre lungo tutto il paese come un'ampia cintura, larga da 20 a 200 km. Questo particolare paesaggio è tipicamente un groviglio di fiordi e penisole, valli e laghi.

La cintura insulare, fuori la terraferma è riparata da isole e scogli, questa cintura è spesso ampia e complessa, ad esempio intorno a Bergen o all'arcipelago delle Lofoten. Tali isole consentono alle navi di viaggiare in sicurezza lungo le principali parti della costa. Appena a sud di Stavanger non ci sono né fiordi né isole, lasciando le lunghe spiagge sabbiose non protette.

Le regioni montuose si trovano un po' nell'entroterra e in parte coincidenti con i fiordi sono una cintura di alta montagna che corre sostanzialmente da sud a nord attraverso l'intera penisola scandinava e separa la Norvegia orientale e quella occidentale, mentre più a nord separa la Norvegia e la Svezia. Le alte montagne variano da cime alpine selvagge e ghiacciai verso l'Atlantico a paesaggi più dolci a est. I paesaggi montani includono altipiani aridi (vidde) come Hardangervidda a sud e Finnmarksvidda modesta elevazione a nord.

Le grandi valli si trovano a est/sud delle montagne centrali e si estendono dalle pianure intorno a Oslo alle montagne centrali. Gudbrandsdal, Hallingdal, Setesdal e Valdres sono tipiche grandi valli. Nel Finnmark orientale e centrale i fiordi invece delle alte montagne si trasformano in un ampio altopiano a quota moderata.

La pianura centro-orientale è quella della Grande Oslo, entrambe le sponde dell'Oslofjord (contee di Vestfold e Østfold), e intorno ai grandi laghi Mjøsa e Tyrifjorden è anche l'area agricola più densamente popolata e più importante.

Natura[modifica]

Segnale stradale comune nelle aree della Norvegia orientale, Trøndelag e Nordland. Segna la presenza di alci.

Gli animali selvatici si vedono raramente durante una breve visita. Nelle vaste foreste ci sono diverse centinaia di migliaia di alci ed elmi norvegesi e circa 40.000 vengono cacciati ogni anno. La maggior parte degli alci europei si trova in Norvegia, Finlandia e Svezia. I visitatori possono avvistare questi grandi animali lungo le strade al tramonto e all'alba, occasionalmente passeggiano sull'autostrada causando pericolo per il traffico. Nella Norvegia occidentale c'è un numero altrettanto grande di cervi (in norvegese: hjort). Il cervo è un po' più vigile e attento dell'alce, ma in alcune zone si può vedere in gran numero pascolare i prati in primavera e in autunno. C'è un piccolo gruppo di buoi muschiati nell'altopiano del Dovre, originario della Groenlandia, ma naturalizzato in Norvegia. Questo animale non scappa quando viene disturbato, ma forma una difesa e può attaccare se avvicinato. Negli altipiani come Hardangervidda e Rondane ci sono grandi stormi di renne e piccoli gruppi di giovani maschi che vagano da soli. Le renne selvatiche sono viste solo occasionalmente dalle strade, di solito sono necessari diversi giorni di escursioni per avvistare questo animale di alta montagna. Nella Norvegia settentrionale, le renne sono semi-addomesticate e di proprietà privata; sono spesso viste lungo le strade e vicino agli insediamenti.

C'è un numero moderato di lupi eurasiatici, orsi bruni, ghiottoni e linci. Nelle foreste vicino al confine norvegese-svedese vivono da 60 a 100 lupi. La lince e il ghiottone vagano per vaste aree e possono spostarsi per decine di chilometri al giorno. Gli orsi polari non si trovano sulla terraferma, ma vagano in gran numero per le isole Svalbard. Questi predatori sono molto vigili e sono raramente osservati anche dalla gente del posto. Gli animali selvatici sono generalmente protetti e non devono essere disturbati.

La fauna più intensa si trova lungo la costa infinita della Norvegia, in particolare i diversi milioni di uccelli marini, animali marini e pesci. La focena è comune e occasionalmente può essere vista nei fiordi. Le orche assassine sono comuni e cacciano le aringhe lungo la costa norvegese, in particolare nel Nordland e Troms. In precedenza i delfini si vedevano raramente, ma dal 2000 circa visitano l'Oslofjord, la costa dell'Agder e la costa occidentale. Sei diversi tipi di foche si trovano lungo la costa, il tricheco invece solo alle Svalbard. Potrebbero esserci più di un milione di pulcinelle di mare (in norvegese: lunde) in alcune località della Norvegia occidentale e settentrionale. Le scogliere piene di uccelli dell'isola di Runde ospitano diverse centinaia di migliaia di pulcinelle di mare. Nella contea di Nordland ci sono più di mille aquile di mare (aquila dalla coda bianca), la più grande densità di questo grande uccello in Europa.

Popolazione[modifica]

La Norvegia è uno dei paesi più scarsamente popolati d'Europa. Con una popolazione di soli 5 milioni di persone e una superficie di 385.802 km2, la densità di popolazione è di soli 16 abitanti per km2. La maggior parte della popolazione sono norvegesi. Il popolo indigeno Sami abita tradizionalmente la parte settentrionale della Norvegia, che insieme a parti di Svezia, Finlandia e Russia delinea un'area conosciuta come Sapmi (o Sameland). Altre minoranze riconosciute sono il popolo Kven, gli ebrei, i finlandesi della foresta e i viaggiatori rom norvegesi. La migrazione netta in Norvegia ha raggiunto il picco di 49.000 persone nel 2012 ed è scesa a 18.000 nel 2018.

Quando andare[modifica]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi: Inverno nei paesi nordici e Guidare d'inverno.
Temperatura media annuale. Fonte: Istituto meteorologico norvegese (met.no)

A causa della corrente del golfo, il clima in Norvegia, soprattutto lungo la costa, è notevolmente più caldo di quanto ci si aspetterebbe altrimenti a una latitudine così elevata. Sebbene metà della lunghezza della Norvegia sia a nord del circolo polare artico, il clima non è artico. Le estati possono essere moderatamente calde (fino a 25–30 °C), anche nelle zone settentrionali, ma solo per periodi limitati. La durata dell'inverno e la quantità di neve varia notevolmente. Al nord c'è più neve e gli inverni sono scuri; sulla costa meridionale e occidentale gli inverni sono temperati e piovosi. Più nell'entroterra (Norvegia settentrionale e Norvegia orientale) la temperatura può facilmente scendere al di sotto dei -25 °C. All'interno del Finnmark da -25 °C a -35 °C è comune a gennaio (record minimo -50°C). Lungo la costa di Hordaland e Rogaland le temperature scendono solo occasionalmente e brevemente sotto i -5 °C. Alcune zone di montagna hanno ghiacciai e neve permanente, ma non c'è permafrost sulla terraferma.

Mentre la costa della Norvegia occidentale è tra le più piovose d'Europa, la Norvegia orientale è in gran parte all'ombra della pioggia e relativamente secca. Infatti, l'Oppland settentrionale è tra le zone più aride d'Europa (paragonabile alle zone aride di Spagna e Grecia). Anche l'interno della Norvegia settentrionale riceve pochissime precipitazioni. Longyearbyen alle Svalbard riceve meno di 200 mm di precipitazioni all'anno simili ad Almeria in Spagna.

Precipitazioni medie annuali. Fonte: Istituto meteorologico norvegese (met.no)

Le ore di luce del giorno, la temperatura e le condizioni di guida variano notevolmente durante l'anno. Le variazioni stagionali dipendono in modo cruciale dalla regione (distanza dall'oceano) e dalla latitudine e dall'altitudine. L'area con il sole di mezzanotte (a nord del circolo polare artico) ha anche l'oscurità invernale (notte polare) quando il sole non sorge affatto sopra l'orizzonte.

Temperature medie in estate e inverno
località luglio gennaio
Oslo 16,4°C -4,3°C
Lillehammer 14,7°C -9,1°C
Bergen 14,3°C 1,3°C
Trondheim 13,0°C -3,0°C
Tromso 11,8°C -4,4°C
Alta 13,4°C -8,7°C
Kautokeino 12,4°C -14,7°C

Il clima norvegese è più piacevole durante l'estate (da maggio a inizio settembre). Se vi piace la neve, andate in Norvegia da dicembre ad aprile. Lungo le coste e nella parte meridionale della Norvegia occidentale c'è poca neve o gelo e poche opportunità per sciare, anche in inverno. In montagna c'è neve fino a maggio e alcuni passi sono chiusi fino a fine maggio. Se venite all'inizio di maggio alcuni passi possono essere ancora chiusi, ma poiché la neve si sta sciogliendo molto rapidamente, avrete la possibilità di godervi molte cascate prima che scompaiano. E in questo periodo il numero di turisti è molto ridotto. La primavera in Norvegia è piuttosto intensa a causa dell'abbondanza di acqua (neve che si scioglie) in combinazione con molta luce solare e temperature in rapido aumento (tipicamente a maggio). Previsioni e statistiche complete.

Luce diurna[modifica]

Tenete presente che la luce del giorno varia notevolmente durante l'anno. A Oslo, il sole tramonta intorno alle 15:30 a dicembre. A nord del Circolo Polare Artico si può sperimentare il sole di mezzanotte e la notte polare (oscurità invernale). Tuttavia, anche alla latitudini di Oslo, le notti estive esistono solo sotto forma di un prolungato crepuscolo nei mesi di giugno e luglio, queste dolci "notti bianche" possono anche essere un'esperienza piacevole e insolita per i visitatori. La luce polare (o settentrionale) l'aurora boreale si verifica nei mesi più bui, spesso alle alte latitudini (Norvegia settentrionale) ma occasionalmente anche più a sud. Mentre l'inverno ha poca luce diurna è anche una stagione di luci: l'aurora e la luna sulla neve bianca sono un'esperienza.

Aurora boreale a Tromsø.

Kirkenes è più di 30° est rispetto a Bergen a 5° est e Oslo a circa 10° est. Ciò significa che nel Finnmark orientale il sole è più di un'ora avanti rispetto al sole di Oslo. Tutta la Norvegia utilizza l'ora dell'Europa centrale, mentre la Finlandia utilizza l'ora dell'Europa orientale e la Russia oltre il confine di Kirkenes utilizza l'ora di Mosca. Nell'angolo più orientale del Finnmark si incontrano tre fusi orari.

Notte polare (oscurità invernale) e sole di mezzanotte per città
Città Inizio oscurità Fine oscurità Sole di mezzanotte Fine sole di mezzanotte
Bodo nessuno (nessuna oscurità invernale) 4 giugno 8 luglio
Tromso 27 novembre 15 gennaio 20 maggio 22 luglio
Svolvaer 7 dicembre 5 gennaio 28 maggio 14 luglio
Alta 25 novembre 17 gennaio 19 maggio 24 luglio
Nordkapp 20 novembre 22 gennaio 14 maggio 29 luglio
Longyearbyen 26 ottobre 16 febbraio 20 aprile 22 agosto

A causa del crepuscolo molto lungo alle latitudini settentrionali, la luce del giorno è utilizzabile 1-2 ore dopo il tramonto. In estate questo significa che, ad esempio, a Trondheim le notti di mezza estate non sono affatto buie.

Sorgere e tramontare del sole per città (mezza estate e pieno inverno)
Città Sorge il 21 giugno Tramonta il 21 giugno Sorge a dicembre Tramonta a dicembre
Kristiansand 4:25 22:35 9:15 15:40
Oslo 3:55 22:45 9:20 15:10
Bergen 4:10 23:10 9:45 15:30
Trondheim 3:00 23:40 10:00 14:30
Tromso sole di mezzanotte sole di mezzanotte notte polare notte polare

Cenni storici[modifica]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi: I vichinghi e gli antichi norvegesi e Storia della Scandinavia.

I piccoli regni vichinghi della Norvegia furono unificati nell'872 d.C. da Harald Fairhair. Nel periodo successivo, i norvegesi si stabilirono in molti luoghi, come l'Islanda, le Fær Øer e parti della Scozia e dell'Irlanda, dove fondarono Dublino e Waterford. All'inizio del XIV secolo, Norvegia e Svezia furono unificate poiché anche il re norvegese fu eletto re di Svezia. Alla fine del secolo i due paesi e la Danimarca furono unificati nella cosiddetta Unione di Kalmar.

La Svezia ruppe l'unione nel 1521. La Norvegia rimase unita alla Danimarca fino alle guerre napoleoniche del 1814. Poiché la Danimarca era dalla parte dei perdenti delle guerre napoleoniche, la Norvegia fu ceduta alla Svezia, che faceva parte della coalizione vincitrice. La Norvegia ha dichiarato l'indipendenza, ma la Svezia ha invaso il paese e ha imposto un'unione personale, consentendo ancora una grande indipendenza.

Dalla metà del 1800 quasi 1 milione di norvegesi emigrò in America, circa il 30% della popolazione dell'epoca, una proporzione superata solo dall'Irlanda. In alcuni distretti della Norvegia il 40-50 % è partito per l'America. Circa 5 milioni di americani sono di origine norvegese. Alcuni emigranti sono tornati nel "vecchio paese" e hanno portato denaro, idee e tecnologia. In particolare nell'area di Farsund - Flekkefjord e nelle valli all'interno degli Stati Uniti l'influenza è notevole. I legami con gli Stati Uniti rimangono forti, culturalmente oltre che politicamente.

L'unione con la Svezia durò fino al 1905, anno che è considerato l'inizio della Norvegia moderna. La Norvegia ha poi rifiutato l'adesione all'Unione Europea. Dal 1940 al 1945, fu occupata dalle forze tedesche durante la seconda guerra mondiale. Negli anni '60, il petrolio è stato trovato nel Mare del Nord. Le trivellazioni petrolifere hanno portato prosperità, ma contrariamente a molti altri paesi esportatori di petrolio, la Norvegia investe i suoi profitti in modo molto egualitario e collettivista creando una società ricca e armoniosa che sfrutta infrastrutture eccellenti e tecnologie all'avanguardia rispettose dell'ambiente nella vita di tutti i giorni. Ripetutamente classificata come un paese con uno dei più alti standard di vita del mondo, la Norvegia ha attratto migranti da molti luoghi in tutto il mondo, che si aggiungono alla società colorita e inclusiva di oggi. Tutto questo non costa poco e i prezzi al consumo sono tra i più alti al mondo.

Lingue parlate[modifica]

Un'insegna locale in norvegese: bank = banca, kabelferge = funivia, butikk = negozio (dalla boutique francese), skule = scuola, kafe = caffé.

Non esiste un norvegese parlato standard (norsk) ma un'ampia gamma di dialetti che viene utilizzata anche nelle trasmissioni pubbliche. Le differenze tra i dialetti sono molto più che degli accenti e o lievi differenze di pronuncia. Alcuni dialetti sono quasi come lingue diverse e queste differenze hanno radici antiche di 1000 anni. Nel medioevo il norvegese (antico norvegese) era parlato in Norvegia, Islanda e parti delle isole britanniche. In Islanda il vecchio norvegese è in gran parte mantenuto mentre il norvegese è cambiato sostanzialmente, fortemente influenzato dal danese e dal basso tedesco. I visitatori stranieri possono notare la marcata differenza nella melodia: nella Norvegia occidentale il tono va dall'alto al basso, mentre nella Norvegia orientale il tono va dal basso all'acuto. A differenza della maggior parte delle lingue europee, il norvegese è una lingua con accento acuto e agli stranieri può apparire come "cantante" e la "melodia" differisce in base al dialetto.

Ci sono anche due modi standard di scrivere il norvegese, Bokmål (riksmål) e Nynorsk (landsmål). I norvegesi imparano entrambi a scuola. Bokmål è di gran lunga la forma più comune nella maggior parte del paese, sebbene Nynorsk sia prevalente nella Norvegia occidentale. Le due varietà sono molto vicine e per lo più mutuamente intelligibili con le altre due lingue scandinave, il danese e lo svedese. Il norvegese scritto è molto simile al danese, ma la pronuncia è abbastanza diversa e i parlanti potrebbero avere difficoltà a capirsi. Il norvegese parlato e lo svedese suonano più simili, ma il vocabolario differisce notevolmente. I norvegesi di solito capiscono bene lo svedese parlato e il danese scritto.

Mentre il norvegese e l'inglese hanno molto in comune (come le parole di base e di uso quotidiano e la sintassi), in norvegese le parole, i nomi in particolare, sono composti a piacimento per creare nuove parole. Nel norvegese scritto non si usa nemmeno il trattino. Questo sistema, proprio come in tedesco, può produrre nomi molto lunghi o nomi lunghi di luoghi. Nuove parole vengono create costantemente e potrebbero non essere mai incluse in un dizionario perché sono troppo locali o vengono rapidamente dismesse.

Molti dei giovani lavoratori della vendita al dettaglio e dell'ospitalità in Norvegia sono svedesi e si fanno capire in svedese con l'aggiunta di alcune parole norvegesi. Questo è simile allo Skandinavisk parlato da molti alle riunioni nordiche, poiché cercano di evitare le idiosincrasie della propria lingua e di usare parole simili in tutte le lingue.

Il sami è una lingua minoritaria che ha uno status ufficiale in alcune regioni settentrionali, completamente diversa dal norvegese. La segnaletica stradale e altre informazioni pubbliche sono fornite sia in norvegese che in Sami. I nomi dei luoghi norvegesi e sami possono differire: le mappe utilizzano in genere il nome norvegese. Il Sami è abbastanza strettamente imparentato con la lingua finlandese (non abbastanza per la comprensione, però), quindi totalmente estraneo alle lingue indoeuropee come il norvegese o l'inglese (ma ci sono parecchi prestiti linguistici).

Inglese[modifica]

Quasi tutti i norvegesi parlano inglese e non dovreste avere problemi a comunicare; Il 91% della popolazione parla inglese, con la maggior parte dei giovani che ha quasi una padronanza della lingua madre, rendendo la Norvegia uno dei paesi con maggiore conoscenza dell'inglese.

Molte persone imparano anche francese, tedesco e/o spagnolo. Come lingua germanica, il norvegese è anche imparentato con il tedesco e l'inglese. Molte parole inglesi di base sono simili al norvegese, come "brød" (pane), "dør" (porta), "hus" (casa) o "hund" (segugio). In effetti c'è un gran numero di parole originariamente norvegesi (o danesi) in inglese (poiché i vichinghi si stabilirono e governarono gran parte delle isole britanniche). Parole come "loro", "marito", "coltello", "bistecca", "cielo" e "finestra" sono di origine norvegese. Anche la sintassi norvegese e inglese è simile.

I film e i programmi televisivi stranieri sono generalmente trasmessi in lingua originale con sottotitoli. Solo i programmi per bambini sono doppiati in norvegese.

Cultura e tradizioni[modifica]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi: Musica nordica.

La Norvegia è formalmente un paese cristiano con una maggioranza luterana dominante di circa l'80%; tuttavia, molti norvegesi non vanno in chiesa.

La Norvegia è diventata piuttosto liberale nelle questioni morali e quindi più simile ai vicini meridionali come Danimarca e Paesi Bassi. L'omosessualità è accettata dalla maggior parte delle persone e nel 2008 il matrimonio tra persone dello stesso sesso ha ricevuto lo stesso status giuridico del matrimonio tradizionale. Alcune parti lungo la costa meridionale e sud-occidentale, tuttavia, sono abbastanza conservatrici, soprattutto nelle zone più rurali.

Sebbene il tasso di criminalità sia basso, ai norvegesi piace chiudere a chiave le cose: nelle città vedrete persino stendibiancheria comuni per asciugare i vestiti circondati da una recinzione a catena e un lucchetto a cui hanno accesso tutti gli inquilini aventi diritto.

Economia e politica[modifica]

La pesca e l'allevamento ittico sono settori chiave in Norvegia. Pesce alle Lofoten.

La principale fonte di reddito della Norvegia è l'industria del petrolio e del gas (principalmente nel Mare del Nord, ma lungo tutta la piattaforma continentale fino a Nordkapp), che rappresenta oltre il 20% del suo PIL. Gran parte di queste entrate petrolifere viene a sua volta investita in un fondo sovrano per mantenere l'alto tenore di vita della Norvegia una volta che il petrolio si esaurisce o il prezzo del petrolio scende. La Norvegia ha anche molte altre risorse naturali come l'energia idroelettrica, legno, pesce e minerali, alcune attività manifatturiere e un sano settore tecnologico. Il pesce, per lo più salmone allevato lungo la costa, è il secondo prodotto di esportazione più importante, dopo petrolio e gas naturale. Pesce bianco non salato ed essiccato (stoccafisso) è stata storicamente la principale esportazione.

Politicamente, è dominato da un diffuso e continuo sostegno al modello scandinavo, che significa tasse elevate e spesa pubblica elevata per sostenere scuole gratuite, assistenza sanitaria gratuita, un sistema di welfare efficiente e molti altri benefici. Il tasso di disoccupazione in Norvegia è per lo più inferiore al 4%.

I norvegesi hanno rifiutato l'adesione all'UE o ai suoi predecessori, nei referendum tenuti nel 1972 e nel 1994, entrambe le volte solo di pochi punti percentuali. La Francia ha posto il veto all'adesione della Norvegia alla Comunità Europea negli anni '50 e '60. Tuttavia, essendo uno stato membro dello Spazio economico europeo e parte dell'accordo di Schengen, la Norvegia è strettamente armonizzata con l'UE e integrata come membro a pieno titolo nella maggior parte delle questioni economiche, nonché nelle questioni doganali e dell'immigrazione. Questo è di grande importanza economica per il paese. Una delle aree in cui la Norvegia ha stretto accordi con l'UE che differiscono in modo significativo è la pesca. Poiché la questione dell'adesione all'UE è una questione scottante in tutti i campi politici, le coalizioni di solito includono una clausola "l'adesione all'UE non sarà discussa durante il corso di questo governo".

Essendo uno dei paesi più ricchi del mondo e con una valuta forte, la maggior parte dei visitatori dovrebbe aspettarsi prezzi più alti che a casa. I "vizi" come tabacco o alcol sono particolarmente costosi in gran parte a causa della tassazione. Inoltre, la Norvegia ha una struttura salariale molto compressa, il che significa che anche il lavoro tipicamente poco qualificato è relativamente ben pagato. Per lo stesso motivo, le aziende cercano di mantenere il numero di dipendenti il più basso possibile, anche per il personale di servizio poco qualificato.

Territori e mete turistiche[modifica]

Amministrativamente la Norvegia è divisa in 19 contee, chiamate fylker (fylke al singolare). All'interno delle contee vi sono 430 comuni (a cui si aggiungono Oslo e Longyearbyen) di cui 48 hanno lo status di città. Vi sono inoltre due tipi divisioni informali: 46 distretti all'interno delle contee e 5 regioni.

Mappa divisa per regioni
      Norvegia orientale — Comprende Østfold, Akershus, Oslo, Hedmark, Oppland, Buskerud, Vestfold e Telemark. La regione che include l'area metropolitana della capitale e la più densamente popolata.
      Norvegia centrale — Comprende Sør-Trøndelag e Nord-Trøndelag. Include l'antica città di Trondheim.
      Norvegia settentrionale — Comprende Finnmark, Troms e Nordland. Grandi fiordi, il sole di mezzanotte e l'antica cultura sami.
      Norvegia meridionale — Comprende Aust-Agder e Vest-agder. Caratterizzata dalla dolce linea costiera.
      Norvegia occidentale — Comprende Møre og Romsdal, Sogn og Fjordane, Hordaland e Rogaland. Include i famosi fiordi e la città di Bergen.
      Isole Svalbard — Arcipelago della Norvegia settentrionale, nel Mare di Barents. Sono isole famose per il loro clima estremo, le miniere di carbone e le installazioni aerospaziali. L'unica parte della Norvegia in cui vivono stabilmente gli orsi polari.
      Jan Mayen — Isola vulcanica dell'Oceano Artico, disabitata, parzialmente coperta dai ghiacci ma anche da muschio ed erba. Non accessibile d'inverno.


Centri urbani[modifica]

  • 59.91210.7411 Oslo — La capitale racchiusa all'interno dell'omonimo fiordo, sulla costa meridionale.
  • 60.39285.32492 BergenUNESCO Seconda città del paese, Bergen è nota per il suo mercato del pesce, la funicolare Fløibanen e il quartiere Bryggen che figura nella lista UNESCO dei Patrimoni Mondiali dell'Umanità.
  • 59.215910.94623 Fredrikstad — Città a sud di Oslo con un interessante centro storico costituito da case in legno.
  • 58.1457.9964 Kristiansand — Situata all'estremo sud del paese, Kristiansand è una città di villeggiatura nota per il suo giardino zoologico e i suoi parchi di divertimenti ma anche come centro della criminalità organizzata legata al narcotraffico.
  • 58.9665.735 Stavanger — Nota come la capitale del petrolio della Norvegia, Stavanger è stata capitale europea della cultura nel 2008.
  • 69.6518.9526 Tromsø — Situata oltre il circolo polare artico, Tromsø è nota per il Polar Zoo che vanta il primato di giardino zoologico più a nord del mondo.
  • 63.43110.3937 Trondheim — Capitale del paese nel medioevo, Trondheim è oggi una grande città con un ricco programma di eventi musicali e teatrali.

Altre destinazioni[modifica]

  • 65.66511.9041 Arcipelago di Vega (Vegaøyan) — UNESCO Situato appena al di sotto del Circolo Polare Artico, l'arcipelago di Vega figura anch'esso nella lista dei Patrimoni Mondiali dell'Umanità dell'UNESCO. È costituito da circa 6.500 isolotti che fanno da corona all'isola principale, Vega per l'appunto. Questa si raggiunge in traghetto da Brønnøysund, località dotata di aeroporto ove fanno scalo gli aerei della Widerøe, la compagnia di più vecchia data in Norvegia. Brønnøysund è comunque servita anche da autolinee.
  • 71.1725.7842 Capo Nord (Nordkapp) — Il punto più settentrionale del continente europeo, a 71° 10' 21" nord.
  • GeirangerfjordUNESCO Fiordo secondario dello Storfjorden dagli straordinari paesaggi, Geirangerfjord figura nella lista Patrimoni Mondiali dell'Umanità dell'UNESCO.
  • Jostedals — Ghiacciaio.
  • 61.5338.3453 Jotunheimen — La casa dei Giganti, (questo vuol dire Jotunheimen in norvegese) è una straordinaria chiostra alpestre che racchiude laghetti e ghiacciai, un vero paradiso per gli amanti dell'alpinismo.
  • 61.11810.4614 Lillehammer — Un centro sciistico conosciuto a livello mondiale per avere ospitato le Olimpiadi Invernali del 1994.
  • 68.18713.785 Lofoten — Un altro arcipelago a latitudini estreme dove d'estate il sole non tramonta mai. Una meta perfetta per quanti praticano la pesca sportiva e d'alto mare.
  • 61.1375.7796 SognefjordenUNESCO Secondo fiordo al mondo per lunghezza dopo quello di Scoresby Sund in Groenlandia, Sognefjorden si snoda per 205 km all'interno del paese, ramificandosi lateralmente tra suggestivi paesaggi montani. Uno dei suoi rami secondari, il Nærøyfjord figura nella lista dei Patrimoni Mondiali dell'Umanità dell'UNESCO.
  • Sørlandet — Sørlandet significa Terra del Sud in norvegese. Comprende una serie di ridenti cittadine costiere poste tra Kragerø e Flekkefjord. L'idea di considerarla una regione a sé stante nacque agli inizi del XIX secolo. Oggi il mezzogiorno della Norvegia costituisce una zona di villeggiatura per gli abitanti delle grandi città.


Come arrivare[modifica]

Requisiti d'ingresso[modifica]

La Norvegia è un membro dell'Area Schengen.

Non ci sono controlli alle frontiere tra i paesi che hanno firmato e attuato il trattato, ossia quelli dell'Unione europea (ad eccezione della Bulgaria, Croazia, Cipro, Irlanda e Romania) e poi Islanda, Liechtenstein, Norvegia e Svizzera.

Gli aeroporti in Europa sono, pertanto, suddivisi in corsie "Schengen" e "non-Schengen", che di fatto si comportano come gli equivalenti nazionali dei voli "interni" e "internazionali". Se si vola da fuori dell'Europa verso un paese Schengen per poi continuare verso un altro, verranno effettuati i controlli di immigrazione e doganali al primo scalo per poi continuare verso la destinazione finale senza ulteriori verifiche. Si noti che indipendentemente dal fatto che si viaggia all'interno dello spazio Schengen o meno, molte compagnie aeree continueranno a insistere per vedere la vostra carta d'identità o passaporto.

I cittadini dell'UE o AELS (l'"Associazione europea di libero scambio", nota in inglese come EFTA, e composta da Islanda, Liechtenstein, Norvegia e Svizzera) per l'ingresso hanno solo bisogno di una carta d'identità valida per l'espatrio o di un passaporto, entrambi ovviamente in corso di validità, in nessun caso si avrà bisogno di un visto per un soggiorno di qualsiasi durata; gli stessi criteri si applicano anche ai cittadini stranieri, in aggiunta dovranno solo mostrare il regolare visto d'ingresso che gli ha consentito l'accesso al primo stato membro.

I cittadini non-UE/AELS in genere necessitano di un passaporto per l'ingresso in un paese Schengen e la maggior parte avrà bisogno di un visto.

Dal 2012 anche i minorenni devono essere muniti di carta d'identità per lasciare il suolo nazionale e devono essere accompagnati da almeno uno dei genitori indicati in tale documento. In assenza dei genitori il minore deve avere una "dichiarazione di accompagno" da loro firmato e convalidato dagli organi competenti, in cui si indica la persona o l'ente a cui il minore sarà affidato.

Note

[1] I cittadini di questi paesi hanno bisogno di un passaporto biometrico per godere dell'esenzione dal visto.

[2] I cittadini serbi con passaporto rilasciato dalla direzione di coordinamento serba (residenti in Kosovo con passaporto serbo) necessitano del visto.

[3] I cittadini di Taiwan hanno bisogno che il loro numero identificativo sia indicato sul passaporto per poter viaggiare senza visto.

I cittadini dei seguenti Paesi non necessitano di visto per l'ingresso nello Spazio Schengen: Albania[1], Andorra, Antigua e Barbuda, Argentina, Australia, Bahamas, Barbados, Bosnia ed Erzegovina[1], Brasile, Brunei, Canada, Cile, Colombia, Costa Rica, Dominica, El Salvador, Emirati Arabi Uniti, Grenada, Guatemala, Honduras, Israele, Giappone, Macedonia del Nord[1], Malesia, Maurizio, Messico, Moldavia[1], Principato di Monaco, Montenegro[1], Nuova Zelanda, Nicaragua, Palau, Panama, Paraguay, Perù, Regno Unito, Saint Kitts e Nevis, Santa Lucia, Saint Vincent e Grenadine, Samoa, San Marino, Serbia[1], [2], Seychelles, Singapore, Corea del Sud, Stati Uniti, Taiwan[3] (Cina), Timor Est, Tonga, Trinidad e Tobago, Ucraina[1], Uruguay, Vanuatu, Città del Vaticano, Venezuela, e i cittadini Britannici d'Oltremare, Hong Kong o Macao.

  • I cittadini non-UE/AELS non possono rimanere più di 90 giorni in un periodo di 180 giorni all'interno dell'area Schengen nel suo complesso (non singoli stati) e, in generale, non possono lavorare durante il loro soggiorno (anche se alcuni paesi Schengen fanno eccezione a certe nazionalità, come la Nuova Zelanda). Il conteggio dei 90 giorni inizia una volta che si entra in un paese dell'Area Schengen e non viene azzerato anche quando si lascia un paese Schengen per un altro.
  • I cittadini non-UE/AELS (anche se esenti da visto, a meno degli andorrani, monegaschi o sammarinesi), devono accertarsi che il passaporto venga timbrato sia all'ingresso che all'uscita dall'area Schengen. Senza il timbro d'ingresso, si può essere trattati come coloro che hanno ecceduto la permanenza prevista dal visto quando si tenta di lasciare lo spazio Schengen; inoltre a chi è privo di un timbro di uscita, può essere negato l'ingresso la successiva volta che cerca di entrare nell'area Schengen perché potrebbe risultare che abbia ecceduto il soggiorno durante la visita precedente. Se non è proprio possibile ottenere un timbro apposto sul passaporto, assicurarsi di conservare documenti quali carte di imbarco, biglietti di trasporto e ricevute ATM che possono aiutare a convincere il personale d'ispezione frontaliero della legale permanenza nell'area Schengen


Siate ben consapevoli del fatto che la Norvegia non è un membro dell'Unione Europea. Ciò significa, soprattutto se si arriva in aereo, che tutte le persone che entrano nel paese, indipendentemente dal luogo di origine, possono essere soggette a controlli doganali all'ingresso. Informazioni sulle indennità e sui regolamenti duty-free sono disponibili sul sito Web della dogana norvegese. In generale, ciò significa anche che coloro che hanno una coincidenza da un volo Schengen internazionale a un volo nazionale dovranno ritirare il proprio bagaglio, passare la dogana e inviarlo al deposito bagagli anche se è stato registrato.

Sebbene le Svalbard non abbiano controlli alle frontiere, la maggior parte dei voli regolari partono dalla Norvegia, quindi i visitatori stranieri devono autorizzare il controllo dell'immigrazione norvegese.

Il controllo dell'immigrazione è svolto dalla polizia regolare. Al confine con la Russia la polizia è supportata da un battaglione dell'esercito.

In aereo[modifica]

Negli aeroporti norvegesi non viene richiesta la carta di identità all'imbarco, solamente il biglietto di imbarco.

Di seguito un elenco di aeroporti norvegesi e delle relative compagnie che operano con voli da/per scali italiani:

Gardermoen[modifica]

Sullo scalo di Gardermoen, 45 km a nord-est di Oslo operano le seguenti compagnie:

Sandefjord Torp[modifica]

Sandefjord Torp dista 115 km dalla capitale norvegese. Vi opera Ryanair con voli da Alghero, Bologna, Milano, Pisa, Trapani

Moss Airport, Rygge[modifica]

Dista 10 km da Rygge e 60 km da Oslo. Ryanair gestisce un volo da Bergamo-Orio al Serio

Trondheim-Værnes[modifica]

L'aeroporto è situato nella cittadina di Stjørdal a 19 km da Trondheim. È collegato alla cittadina mediante una navetta.

In auto[modifica]

Confine finlandese-norvegese a Enontekiö (cartello in finlandese, svedese e inglese); quando si attraversa dalla Finlandia o dalla Svezia, le formalità di frontiera sono spesso inesistenti, sebbene ci siano normative doganali che devono essere osservate. Dagli anni '50 i confini sono stati aperti senza bisogno di passaporto per i cittadini nordici.

I documenti necessari sono la patente italiana, libretto di circolazione e carta verde.

Oslo dista 1990 km da Milano passando per Basilea, Francoforte, Amburgo fino al porto di Hirtshals donde salpa il traghetto della Color Line per Kristiansand. Le autostrade tedesche sono esenti da pedaggio.

È possibile entrare su strada da Svezia, Finlandia o Russia. Il confine con la Svezia è di 1600 chilometri (uno dei più lunghi d'Europa) e il confine con la Finlandia è lungo più di 700 km. Il confine attraversa principalmente la natura selvaggia e aree disabitate o scarsamente popolate, in particolare nel nord. La strada E6 corre lungo il confine con la Finlandia per circa 200 km nel Finnmark . Ci sono circa 80 valichi di frontiera, ma molti dei valichi dalla Svezia sono strade locali non rilevanti per i viaggiatori. Ci sono un certo numero di possibili percorsi e valichi di frontiera, ma gli standard stradali variano, ci sono poche autostrade e i limiti di velocità sono bassi (generalmente 80 km/h). La maggior parte dei visitatori su strada arriverà a Østfold dove le autostrade continuano verso Oslo. C'è un unico valico di frontiera dalla Russia.

Le strade principali dalla Svezia e dalla Finlandia alla Norvegia includono:

Dalla Danimarca e dalla Germania:

  • I traghetti dalla Danimarca e da Kiel (Germania) accettano anche le auto (vedi la sezione in nave) ed è un modo per evitare lunghe tratte di trasporto.

Dalla Russia (la maggior parte delle persone ha bisogno di un visto per attraversare; questo è un valico di frontiera dell'area Schengen):

  • La rotta europea 105 (E105) entra dalla Russia al valico di frontiera di Storskog, 15 km a est di Kirkenes. Questa è l'unica traversata via terra tra la Norvegia e la Russia. Attraversamento solo su veicoli (anche in bicicletta), senza pedoni (dal 2015).
  • La Strada blu collega Petrozavodsk con Mo i Rana nel Nordland, via Jyväskylä e Vaasa in Finlandia e un traghetto di 4 ore per Umeå in Svezia. Dalla regione di San Pietroburgo potete utilizzare la A127 e il valico di frontiera di Nuijamaa/Brusnichnoye vicino a Lappeenranta e guidare lungo la strada nazionale 13 fino a Jyväskylä, per poi continuare lungo la strada blu.
  • Da San Pietroburgo e Vyborg a Oslo, usate la M10/E18 e il valico di frontiera Vaalimaa/Torfyanovka vicino a Hamina e guidate via Helsinki, Turku e Stoccolma. Questo è il percorso più diretto, con la maggior parte di esso autostrada o strade comparabili. 11 ore di traversata in traghetto per la Svezia (giorno o notte – o una crociera notturna di 16 ore da Helsinki).

In nave[modifica]

Controlla sul sito delle compagnie marittime riportate di seguito. I dati potrebbero non essere aggiornati.

Da porti danesi[modifica]

Color Line
Fjord Line
DFDS Seaways

Da porti tedeschi[modifica]

Color Line


Come spostarsi[modifica]

Sistema di trasporto nazionale (strade primarie in rosso, ferrovie in verde, aeroporti chiave indicati)

La Norvegia è un paese ampio con una geografia molto difficile, quindi spostarsi, in particolare a nord, è costoso e richiede tempo. La navigazione è in gran parte correlata alle caratteristiche del paesaggio come valli, laghi, fiordi e isole piuttosto che alle città. La Norvegia è scarsamente popolata rispetto all'Europa continentale; i visitatori non dovrebbero aspettarsi che ogni nome sulla mappa sia servito da frequenti trasporti pubblici o offra servizi commerciali come taxi, caffè e hotel: potrebbe non essere affatto una città o un insediamento. Il modo migliore per vedere la natura selvaggia e la campagna norvegese è avere accesso al proprio veicolo. In questo modo potete fermarvi dove volete, ammirare il panorama e avventurarvi su strade più piccole.

I viaggi in treno a lunga percorrenza vengono effettuati con Vy, il sistema ferroviario norvegese. Operano anche numerose compagnie di autobus a lunga percorrenza. Ogni regione della Norvegia ha la propria compagnia di trasporto pubblico locale. Per i trasporti pubblici (treni, autobus e traghetti) utilizzate il pianificatore di viaggio online Entur. L'app Vy aiuta a trovare corse in autobus, treno e taxi e a prenotare i biglietti per loro.

In aereo[modifica]

Gli aeroporti più piccoli offrono spesso approcci sbalorditivi e molti sono convenientemente situati vicino alle città (aeroporto di Ørsta/Volda).

Poiché la costa e il terreno montuoso rallentano il traffico terrestre, i voli interni sono un'opzione conveniente. La Norvegia dispone di una rete di piccoli aeroporti a pista corta progettati per piccoli aerei e traffico modesto, in particolare nella Norvegia settentrionale ma anche in alcune parti della Norvegia occidentale. Nella Norvegia settentrionale, dove le città sono poche e più lontane tra loro, questi piccoli aeroporti sono importanti alternative al trasporto su strada o in barca. Sfortunatamente, è anche in queste zone che i biglietti possono essere più costosi. Gli aerei tra i piccoli aeroporti sono piccoli e generalmente hanno diverse fermate intermedie lungo il percorso per imbarcare e sbarcare i passeggeri. L'alto reddito e i lenti collegamenti via terra si combinano per rendere alcuni voli nazionali Norwegian tra i più trafficati d'Europa.

I voli nel sud della Norvegia sono più economici che nel nord della Norvegia, e anche se quest'area ha strade e ferrovie migliori, gli aerei sono generalmente più veloci che prendere il treno o l'autobus. Tuttavia non ci sono rotte aeree tra le città entro 200 km da Oslo, poiché si utilizza il treno o l'autobus per questo tipo di viaggio.

I maggiori operatori sono SAS, Norwegian e Widerøe. Wizz Air ha sfidato gli operatori storici nel 2020 e a volte può offrire un'opzione economica.

In auto[modifica]

Una tipica strada di campagna.
Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi: Guidare in Norvegia.

La Norvegia ha la circolazione a destra, come il resto dell'Europa continentale. Le strade norvegesi hanno qualità variabile, ma tutte le strade pubbliche hanno asfalto. La maggior parte sono a due corsie indivise, c'è una rete autostradale limitata intorno a Oslo. Il limite di velocità generale è di 80 km/h e la velocità è spesso più lenta a causa delle condizioni della strada. La guida in inverno richiede un'attrezzatura speciale, l'esperienza su neve e ghiaccio è altamente raccomandata prima di un viaggio invernale. Alcuni dei panoramici passi di montagna, in particolare a Geiranger, Trollstigen e Nordkapp (Capo Nord), sono chiusi durante l'inverno.

A causa del terreno accidentato, ci sono molti tunnel. Generalmente il tunnel addebiterà un pedaggio fino a quando i suoi costi di costruzione non saranno considerati "pagati", dopodiché il tunnel sarà gratuito. A causa dell'alto reddito della Norvegia e della loro esperienza nella costruzione di tunnel, questi vengono costruiti persino dove sarebbero ritenuti troppo marginali o difficili in altri paesi.

La guida è generalmente facile poiché il traffico è calmo e la maggior parte dei conducenti è disciplinata e rispettosa della legge, sebbene l'accelerazione moderata sia comune sulle autostrade. Tuttavia, alcuni centri urbani (come Bergen e Oslo) potrebbero confondere i visitatori per la prima volta a causa delle molte strade a senso unico. Il traffico è generalmente leggero, ad eccezione dei centri urbani e di una manciata di tratti sulle strade principali (in particolare la E18 vicino a Oslo). Vicino o all'interno di Oslo, le strade E18, E6 e tangenziali possono essere congestionate durante la corsa mattutina e pomeridiana, così come durante la corsa nel fine settimana (venerdì pomeriggio) fuori Oslo. La benzina è costosa. Il cambio manuale è stato a lungo considerato uno standard in Norvegia e si trova ancora nella maggior parte delle auto private, ma (a partire dal 2020) quasi tutte le nuove auto sono elettriche/ibride o hanno il cambio automatico. Noleggiare un'auto è molto costoso.

Alcune regole:

  • I fari sono obbligatori anche durante il giorno.
  • Il fuoristrada è generalmente vietato. I veicoli a motore devono rimanere su strade pubbliche.
  • Non bere e guidare. La concentrazione di alcol nel sangue non deve superare 0,2 ‰ (o 0,02%).
  • Le regole sono rigorosamente applicate, in particolare per quanto riguarda alcol, velocità e sorpasso.

In nave[modifica]

Il traghetto Folkestad a Volda.
Percorso Hurtigruten da Bergen a Kirkenes

I traghetti per auto sono parte integrante della rete stradale nelle regioni costiere e dei fiordi. La strada in linea di principio prosegue sul traghetto in modo tale che, ad esempio, il traghetto Fodnes-Mannheller fa parte della rotta nazionale 5. I prezzi e l'orario variano in base alla lunghezza della traversata e alla quantità di traffico, chiamate il 177 per ulteriori informazioni o controllate i campeggi nelle vicinanze per informazioni e orari. I prezzi dei traghetti per le strade pubbliche sono stabiliti dal Dipartimento delle strade. Le auto piccole (a partire dal 2018) sono alte 6,0 metri, i veicoli più lunghi devono pagare un prezzo notevolmente più alto e questo spesso colpisce i camper.

I traghetti hanno spesso informazioni su altri traghetti nella regione e altri traghetti lungo la stessa strada. Sulle strade principali i traghetti sono frequenti durante il giorno, in genere ogni mezz'ora. Di solito non è necessaria la prenotazione, guidare fino al molo dei traghetti e attendere in fila fino all'attracco dei traghetti. I traghetti per auto prendono anche passeggeri a piedi. Sulle strade principali i turisti in genere non devono preoccuparsi degli orari in quanto le partenze sono frequenti. La maggior parte dei traghetti non effettuano servizio dopo la mezzanotte o effettuano corse solo ogni due ore sulle traversate principali. I norvegesi si riferiscono ai traghetti per auto come "ferje" o "ferge". Le navi che trasportano solo passeggeri a piedi sono denominate "båt" (barca). Per evitare confusione, i visitatori dovrebbero usare il termine traghetto solo per i traghetti per auto.

I tratti con molti traghetti sono desiderabili quando si va in bicicletta, poiché i traghetti sono economici per i ciclisti e offrono una pausa spesso meritata con una vista fantastica. Fatta eccezione per alcune delle traversate più brevi (10 minuti), i traghetti in genere hanno caffetterie che servono caffè, bevande fredde, panini e cibo caldo. A causa dei numerosi fiordi e isole profonde, guidare nella Norvegia occidentale e nella Norvegia settentrionale di norma (con poche eccezioni) comporta traghetti. Sebbene i traghetti per auto siano molto affidabili e operino con capacità inutilizzate, i turisti dovrebbero concedere molto tempo su tratti compresi i traghetti. I traghetti su traversate insolitamente lunghe (diverse ore) o i traghetti che attraversano tratti di mare aperti sono più frequentemente in ritardo o cancellati.

Nelle regioni con molti fiordi e isole, in particolare lungo tutta la costa da Stavanger a Tromsø, un'ampia rete di battelli per passeggeri espressi su catamarano ("hurtigbåt") fa la spola tra paesi e città e collega isole altrimenti accessibili solo con difficoltà. Non esiste una rete generale di barche che colleghi ogni villaggio lungo i fiordi e la costa, potrebbe essere necessario il trasferimento in autobus o in auto al porto più vicino. Anche queste navi non sono chiamate traghetti. Il servizio e i prezzi sono paragonabili ai treni. Controllate in anticipo se volete portare una bicicletta.

Un'opzione particolarmente apprezzata dai turisti sono i piroscafi costieri Hurtigruten che percorrono la costa da Bergen fino a Kirkenes, impiegando cinque giorni e mezzo per l'intero viaggio. Le cabine sono costose e obbligatorie per i viaggi di più giorni, ma le tariffe del ponte sono più ragionevoli e c'è anche uno sconto del 50% con Inter Rail. I prezzi sono sommati per tutti gli elementi addebitabili come persone, carica carburante (ca. 1/30 di persona), bicicletta (ca. 1/20 di persona), auto, cabina (ca. 125% di persona). Si consiglia la prenotazione per cabine e auto; sul ponte c'è solitamente spazio sufficiente per persone e biciclette.

I laghi in genere non hanno il trasporto pubblico in barca, qui ci sono tuttavia alcune importanti eccezioni. C'è un traghetto per auto che attraversa il lunghissimo lago Randsfjorden. Skibladner, un battello a vapore di 150 anni, permette ai turisti di attraversare il lago Mjøsa (a Gjøvik e Hamar) alla vecchia maniera. Alcuni altri laghi mantengono un servizio in barca per i passeggeri a piedi per visitare la città o per accedere alla natura selvaggia. Il canale Telemark, l'unico canale principale della Norvegia, porta i visitatori dalla costa e dall'entroterra lungo incantevoli laghi e imponenti chiuse attraverso il terreno accidentato. Il canale Halden è l'altro canale vero e proprio della Norvegia ed è più corto di quello del Telemark. Fatta eccezione per i due canali, i fiumi della Norvegia non sono generalmente utilizzati per il trasporto.

In treno[modifica]

Norges Statsbaner è l'ente preposto alla gestione del servizio ferroviario. Di seguito un elenco delle linee ferroviarie:

Si può acquistare uno dei pass proposti dalla Scandinavian rail se si pensa di fare un uso frequente del treno. Come tutti i pass si può rivelare insidioso e richiede un qualche calcolo per evitare di rimetterci i soldi. In alternativa si possono acquistare biglietti point to point anche on line sul sito delle ferrovie norvegesi

Un tratto panoramico famoso percorso da treni è quello detto "Flåmsbana" da Myrdal a Flåm sul fiordo omonimo http://www.flaamsbana.no.

Se avete in programma un viaggio in treno è possibile acquistare il biglietto on-line. Se si prenota in tempo è possibile della tariffa minipris che consente di risparmiare.

In autobus[modifica]

Gli autobus vanno là dove le strade ferrate non arrivano e spesso nelle loro destinazioni figurano mete turistiche come i parchi nazionali.

Le maggiori compagnie di autolinee sono Nor-way Bussekspress, Timekspressen, Fjord1 e Veolia Transport Nord che, come suggerisce il nome, opera nella Norvegia settentrionale. Le autolinee più convenienti sono però Lavprisekspressen. Il biglietto deve essere acquistato on line.

Cosa vedere[modifica]

Otta villaggio sotto l'altopiano montuoso del Gudbrandsdalen con le cime del Rondane

La Norvegia ha molte attrazioni rurali: montagne, fiordi, isole, ghiacciai, cascate, foreste e piccoli villaggi. I luoghi naturali e culturali della Norvegia spesso coincidono, come un'impressionante strada di montagna all'interno di uno splendido scenario o le antiche chiese a doghe situate nel paesaggio più sereno.

I visitatori visitano per la prima volta il paese tendono a pianificare un viaggio da una città all'altra. Sebbene la Norvegia abbia molte belle città, l'attrazione principale del paese è la terra stessa, la natura, i paesaggi, la natura selvaggia, nonché una serie di luoghi artificiali nei distretti rurali, in particolare le costruzioni stradali e i tesori culturali come le chiese a doghe. A differenza di molti altri paesi in Europa, un viaggio in Norvegia dovrebbe idealmente essere pianificato in base ai tipi di paesaggi da visitare e a una selezione di città. La Norvegia è un paese lungo con lunghe distanze e una topografia complessa e i viaggiatori non dovrebbero sottovalutare le distanze.

Attrazioni naturali[modifica]

La Norvegia ha un'abbondanza di acqua in tutte le forme: ghiacciai, neve, fiordi, fiumi, cascate e laghi. Altre attrazioni che meritano una visita sono il punto più settentrionale d'Europa a Nordkapp, le isole Lofoten, il ghiacciaio di Jostedalsbreen e le montagne Jotunheimen. Nordkapp si trova su un'isola ma è collegata su strada alla terraferma. Kinnarodden a 71° 8′ 2.04″ vicino a Mehamn è il punto più settentrionale del continente europeo (isole escluse).

Laghi[modifica]

Lago Totak nel Telemark

La Norvegia ha innumerevoli laghi e anche all'interno di Oslo ce ne sono diverse centinaia. Il lago Hornindalsvatnet vicino a Stryn e Hellesylt è il lago più profondo d'Europa a 514 metri, se il lago fosse completamente drenato i fiumi avrebbero bisogno di 20 anni per riempirlo. Hornindalsvatnet è anche insolitamente limpido in gran parte perché, a differenza di molti altri laghi, non riceve acqua di disgelo glaciale con un caratteristico colore turchese lattiginoso. Il lago Mjøsa, il più grande della Norvegia, è il secondo più profondo d'Europa. I laghi più grandi si trovano nelle pianure della Norvegia orientale. Sogn og Fjordane e Telemark hanno un gran numero di graziosi laghi simili a fiordi. Ci sono anche molti laghi intorno a Jotunheimen e altri altipiani.

Cascate[modifica]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi: Cascate della Norvegia.
Le cascate Vøringfossen

La Norvegia ha un'abbondanza di cascate, di tutte le dimensioni e forme. Ospita un numero notevole di cascate tra le più alte del mondo, in particolare nelle montagne centrali e nella Norvegia occidentale. Le cascate più alte si trovano nella parte interna della Norvegia occidentale, dove i grandi fiordi si intersecano con le montagne centrali. Sunndal, Romsdal, Geirangerfjord, Stryn, Lysefjorden (distretto di Ryfylke), Byrkjelo, l' area del Sognefjord (Flåm, Gudvangen, Lærdal, Skjolden) e Hardanger sono aree con un gran numero di cascate alte e facilmente accessibili. Le cascate più potenti sono solitamente più basse e si trovano lungo i principali fiumi nelle grandi valli, ad esempio a Gudbrandsdalen, Valdres, Troms interno o Telemark. Molte cascate sono sorprendentemente accessibili in quanto si trovano spesso vicino a strade principali o ferrovie, alcune si tuffano direttamente nei grandi fiordi vicino a traghetti e navi da crociera.

Fiordi[modifica]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi: Fiordi della Norvegia.
Il Geirangerfjord con la cascata "Sette sorelle".

I famosi fiordi della Norvegia si trovano in tutto il paese e non sono limitati a una particolare regione o luogo. Tutte le principali città si trovano sulle rive di un fiordo. Mentre i fiordi più pittoreschi sono meno popolati, la maggior parte di essi sono facilmente accessibili su strada. I fiordi aumentano la costa della Norvegia da 3000 km a 30.000 km, le isole aggiungono altri 70.000 km, creando in totale la costa più complessa del mondo. I fiordi norvegesi sono stati valutati due volte come la migliore destinazione al mondo dal National Geographic Traveller.

Dal Leikanger al più grande fiordo della Norvegia, il Sognefjorden

Ci sono oltre 1.000 fiordi distinti (denominati) in Norvegia. Il vasto Sognefjord si trova a circa 200 km dall'estremità e comprende un numero di bracci ciascuno delle dimensioni del famoso Milford Sound in Nuova Zelanda. Alcuni fiordi sono molto stretti, come il Geirangerfjord e Nærøyfjord, altri sono ampi come baie o oceani chiusi, come Boknafjord o Trondheimsfjord. Nella maggior parte della Norvegia i fiordi sono le caratteristiche paesaggistiche dominanti, i distretti tradizionali sono spesso identificati dalla vicinanza a un fiordo principale e il distretto o la regione hanno spesso lo stesso nome del fiordo dominante. Ad esempio Sogn è l'area che circonda Sognefjord. I fiordi sono spesso così profondi e/o ampi (in particolare nella Norvegia occidentale) che possono essere attraversati solo in traghetto (sono stati costruiti alcuni audaci ponti o tunnel). Oggi i fiordi rimangono ostacoli per strade e ferrovie, solo i crocieristi sperimentano il viaggio lungo questi vasti corridoi.

In gran parte della Norvegia c'è infatti pochissima terra continua, invece un ampio groviglio di isole e penisole. Queste penisole sono spesso collegate all'attuale terraferma da istmi (stretti). Tali istmi sono scorciatoie tra i fiordi e sono sempre stati importanti corridoi di trasporto. Ancora oggi strade principali attraversano spesso questi istmi. In molti casi tali istmi si trovano tra un fiordo di acqua salata e un lago di acqua dolce (in effetti un'estensione del lago), ad esempio a Nordfjordeid ("Nordfjord istmo") si trova tra il Nordfjord e il lago Hornindal.

Lago Randsfjorden
Regioni dei fiordi
  • Fiordi occidentali: i fiordi più spettacolari e famosi si trovano in gran parte nella Norvegia occidentale, approssimativamente da Stavanger a Molde. Sebbene i fiordi occidentali abbiano un aspetto leggermente diverso, sono generalmente relativamente stretti, circondati da ripide pareti rocciose, alte montagne ed estremamente profondi (in particolare la parte centrale e più interna). Queste caratteristiche tipiche dei fiordi occidentali sono più pronunciate nella parte più orientale dove i fiordi si intersecano con le montagne più alte (come lo Jotunheimen). L'acqua di fusione dei ghiacciai scorre nei grandi fiordi come il Sognefjorden. I fiordi della Norvegia occidentale (rappresentati dai fiordi di Geiranger e Nærøy) sono un sito del patrimonio mondiale dell'UNESCO
  • Nordland e Troms: queste contee ospitano anche paesaggi selvaggi con cime alpine, isole e fiordi impressionanti. Lo stretto stretto dello Skjerstadfjorden a Bodø crea la corrente di marea più forte del mondo, la Saltstraumen.
  • Norvegia centrale: i fiordi del Trøndelag, in particolare il grande Trondheimsfjord, sono meno drammatici ma dominano comunque il paesaggio. Il Trondheimsfjord va dalla grande isola di Hitra alla città interna di Steinkjer. La parte centrale di questo fiordo è come un piccolo oceano chiuso.
  • Norvegia orientale: anche i fiordi nella più ampia regione di Oslo, principalmente Oslofjord, sono fondamentali per la geografia di queste pianure e simili al Trondheimsfjord. Il Drammensfjord è un braccio importante del grande Oslofjord. Non ci sono fiordi di acqua salata nell'interno della Norvegia orientale, ma ci sono innumerevoli laghi, molti dei quali assomigliano ai fiordi occidentali e sono infatti chiamati "fiordo", ad esempio il lungo e stretto Randsfjorden è un lago.
  • La Norvegia meridionale ha alcuni fiordi sparsi, ma piccoli rispetto ai fiordi selvaggi dell'ovest e dell'ampio Trondheimsfjord.
  • I fiordi del Finnmark orientale sono molto meno marcati, ma questi fiordi lunghi e ampi dominano il paesaggio.
Laghi-fiordo

Molti laghi d'acqua dolce nell'interno sono chiamati fiordi, ad esempio Randsfjorden e Tyrifjorden, anche il lago Mjøsa è chiamato "il fiordo" dalla gente del posto. Questi laghi sono molto simili ai fiordi di acqua salata con una tipica forma allungata e anche per lo più profondi. Mjøsa, ad esempio, è profondo 450 metri in modo tale che la maggior parte del lago sia effettivamente sotto il livello del mare anche se la superficie dell'acqua è di 120 metri. Diversi laghi nella Norvegia occidentale sono in effetti estensioni del fiordo principale e alcuni si trovavano nella parte preistorica geologica del fiordo di acqua salata stesso. Ad esempio, la superficie del lago Hornindal, molto profondo, è a soli 50 m sul livello del mare ed è separata dal Nordfjord da un basso istmo. Questi laghi occidentali sono spesso così simili al fiordo che solo la mancanza di sale rivela che si tratta davvero di un lago.

Altipiani e montagne[modifica]

Alpi costiere dell'isola di Senja

La Norvegia è uno dei paesi più montuosi d'Europa, sebbene non sia alto come le Alpi dell'Europa centrale, molte aree montuose sono molto alpine nonostante un'altitudine modesta. Le montagne e gli altipiani dominano la maggior parte del territorio. Alcune delle montagne più selvagge e alpine della Norvegia si trovano su isole o lungo la costa. Le cime più selvagge si trovano in aree come Lofoten, Vesterålen, Lyngen, Jotunheimen e Sunnmøre - Romsdal.

Aurora boreale e sole di mezzanotte[modifica]

Sole di mezzanotte a Capo Nord

Se volete vedere l'aurora boreale, la CNN considera Tromsø in cima alla lista dei posti migliori per vederla. Tromsø dovrebbe essere visitata anche durante l'estate per vedere il sole di mezzanotte. Naturalmente entrambi possono essere gustati ovunque nelle parti settentrionali del paese. L'aurora boreale è più frequente all'incirca a nord del circolo polare artico (da Bodø e più a nord). Poiché il sole di mezzanotte si verifica nella stessa area, questi fenomeni non possono essere vissuti contemporaneamente. Poiché l'aurora boreale non è limitata a un luogo specifico, una notte buia e un cielo limpido sono gli unici prerequisiti. Il cielo sereno è correlato al freddo, quindi i visitatori dovrebbero essere ben vestiti, in particolare da novembre a marzo. Il sole di mezzanotte e, cosa più importante, la luce del giorno di 24 ore si verificano intorno a metà estate a nord del circolo polare artico: più a nord, più lunga è la stagione del sole di mezzanotte. In pieno inverno c'è un corrispondente periodo in cui il sole è al di sotto dell'orizzonte e non c'è luce diurna reale (la cosiddetta notte polare).

Natura selvaggia[modifica]

La Norvegia ha un'abbondanza di uccelli soprattutto lungo la costa. Alcune scogliere con milioni di uccelli nidificanti sono protette come riserve naturali. La pesca in mare è molto ricca anche se vi è un numero limitato di specie ed è dominata dal merluzzo bianco. Mammiferi marini come orche, focene e foche sono avvistati lungo la costa o nei fiordi occasionalmente o durante stagioni particolari. Ci sono grandi specie di grande selvaggina: l'alce («elg», «re della foresta»), il cervo e la renna. L'alce è spesso visto lungo le strade al tramonto e all'alba nelle regioni forestali della Norvegia orientale e del Trøndelag. Il cervo esiste in gran numero nella Norvegia occidentale e può essere visto anche nei prati lungo le strade, in particolare in primavera e in autunno. Le renne selvatiche vagano principalmente per gli altipiani e le montagne aridi (da Agder attraverso Jotunheimen e Dovre fino a Røros), e raramente si vedono. Le renne vivono in grandi branchi (a Hardangervidda circa 10.000 animali) e non dovrebbero essere disturbate. In particolare nella Norvegia settentrionale c'è un gran numero di renne domestiche.

Patrimonio culturale[modifica]

Stavkirke di Urne nel fiordo di Luster

La maggior parte delle persone non sceglie la Norvegia perché vorrebbe passeggiare in città con musei, monumenti, parchi, caffè lungo le strade o ristoranti di lusso. Ma Oslo e alcune altre città è ciò è possibile.

I siti del patrimonio mondiale dell'UNESCO del paese sono:

  • Le pitture rupestri di Alta, datate al 4200 a.C.
  • L' arcipelago di Vega
  • Chiesa in legno di Urnes a Lustre
  • La città mineraria di Røros
  • Il lungomare di Bergen, Bryggen
  • Rjukan – Sito del patrimonio industriale di Notodden
Violino Hardanger con decorazioni

Mentre il patrimonio culturale della Norvegia è più pronunciato nelle zone rurali, le città offrono anche interessanti siti culturali, vecchi o nuovi. Città come Bergen, Ålesund, Kongsberg, Røros, Trondheim e altre sono interessanti per l'architettura e la storia. Le città norvegesi offrono anche un'architettura moderna affascinante e audace, in particolare nella capitale Oslo con edifici storici come il nuovo Teatro dell'Opera e la biblioteca dell'Università, nonché il controverso skyline del centro. Ci sono solo tre cattedrali medievali norvegesi conservate: Nidaros (Trondheim) e Stavanger, la terza è la cattedrale di San Magno a Kirkwall, Isole Orcadi. La Norvegia è l'unico paese in Europa con un numero notevole di edifici in legno conservati dal Medioevo. Ci sono più di 100 case costruite in tronchi prima della peste nera, principalmente nel Telemark. Anche le 30 chiese a doghe sopravvissute sono un patrimonio culturale unico.

Il violino hardanger (hardingfele) è uno strumento caratteristico della Norvegia. Questo violino ha quattro o cinque corde simpatiche o di risonanza sotto le quattro corde standard e realizzato in legno sottile, delicato e decorato. Il suono inquietante e potente viene utilizzato per creare musica popolare tradizionale: musica da ballo e "musica d'ascolto". I più antichi violini hardanger risalgono al XVII secolo e uno del 1650 si trova al museo di Bergen. Edvard Grieg e altri compositori moderni incorporarono nella loro musica la musica popolare con violino hardanger.

Il popolo Sami mantiene la propria tradizione musicale, in particolare il joik (o yoik) una forma caratteristica di canto. I Sami usavano anche un tamburo cerimoniale. Artisti contemporanei come Mari Boine e Jan Garbarek hanno sviluppato o incorporato la musica Sami nelle proprie composizioni.

Chiese[modifica]

Intaglio ligneo elaborato da maestro locale nella chiesa di Lesja, 1750 circa.

Al di fuori delle principali città ci sono pochi o nessun edificio monumentale ad eccezione della chiesa locale. La Norvegia non aveva quasi nessuna aristocrazia che costruisse palazzi o imponenti manieri. Le aree rurali sono dominate da edifici in legno, tra cui la maggior parte delle chiese. Dal medioevo sopravvissero circa 30 chiese a doghe (da forse 1000) e circa 100 chiese in pietra. La maggior parte delle chiese costruite dopo la Riforma protestante sono chiese "lunghe" di legno di base (forma rettangolare), ma esistono anche una serie di altre forme come il caratteristico design cruciforme (a forma di croce) con una torre centrale. La rara forma a Y esiste in un piccolo numero di chiese.

La forma ottagonale è stata utilizzata per un numero maggiore di chiese e diversi simboli con questo stile in gran parte endemico possono essere viste intorno al Trøndelag, Møre og Romsdal e Nordland, nonché in altre aree. Molti interni delle chiese sono in uno sterile stile protestante, ma c'è un gran numero di chiese con interni elaborati come pareti dipinte in tole, imponenti pale d'altare intagliate in legno e disegni di pulpiti. Un gran numero di chiese sono edifici in tronchi e i tronchi sono generalmente visibili all'interno. Nelle chiese a doghe è ampiamente visibile l'elaborata costruzione.

Diverse pale d'altare medievali sono state conservate nelle chiese rurali della Norvegia, comprese le pale d'altare installate prima della Riforma. Molte di queste sono state importate da città della Germania settentrionale come Lubecca e i Paesi Bassi, mentre ad esempio nei Paesi Bassi sono perdute pale d'altare di quel periodo, molte se ne possono vedere in Norvegia. Del 1700 sono gli elaborati intagli in legno e rosemaling (una specie di pittura su tole) furono usate nelle pale d'altare e in altre decorazioni all'interno delle chiese, in particolare nelle valli interne.

Paesaggi urbani[modifica]

Oslo fu distrutta da un incendio nel 1624 e fu ricostruita solo in pietra e mattoni (a griglia), e la rapida espansione nel 1800 rende Oslo diversa dalla maggior parte delle altre città. Trondheim e Kristiansand sono state entrambe poste in un rigoroso schema a griglia "militare", mentre Bergen e molte altre città di legno più a sud sono cresciute organicamente in affascinanti labirinti. Ålesund andò a fuoco nel 1904 e fu ricostruita in una variante unica dell'art noveau (Jugendstil).

Le città distrutte durante la seconda guerra mondiale (Molde, Kristiansund, Åndalsnes, Steinkjer, Namsos, Bodø, Narvik, Hammerfest, Kirkenes) furono in gran parte ricostruite in uno stile postbellico meno affascinante, sebbene Kristiansund sia un interessante esempio di audace pianificazione urbana. Queste "città bruciate" della seconda guerra mondiale ospitano anche la prima architettura ecclesiastica non tradizionale.

Città in legno[modifica]

Chiesa in stile ottagonale tipica del Trøndelag e della zona di Møre og Romsdal

Tipico per la Norvegia è l'uso diffuso del legno come materiale da costruzione, anche nei centri delle principali città come Bergen, Stavanger e Trondheim. Un'atmosfera amichevole è creata dai numerosi edifici in legno modesti e ben conservati. Alcune città sono andate perse a causa del fuoco, ad esempio Ålesund (incendio nel 1904, ricostruito in stile Jugend locale) e Steinkjer (bombardamento della seconda guerra mondiale). Molde, Kristiansund, Bodø, Narvik e tutto il Finnmark furono distrutte durante la guerra. Levanger e Trondheim non furono danneggiate dai bombardamenti e il loro fascino in legno è in gran parte conservato. La città di legno di Røros è nella lista del patrimonio mondiale dell'UNESCO.

Un certo numero di altre città ha una notevole architettura, ad esempio Lillehammer, Skudeneshavn, Lillesand, Risør, Arendal, Tvedestrand, Kristiansand, Farsund, Flekkefjord, Lærdal, Brevik, Drøbak e il villaggio di Son. Le città di legno della costa sud/sud-ovest sono la versione norvegese di "pueblos blancos". La capitale Oslo infatti non è molto tipica in quanto il centro città è dominato da strutture in cemento e muratura sin dal XVII secolo, esistono solo piccole sacche di case di legno nelle parti centrali di Oslo. Il fuoco è una minaccia costante per queste città e i quartieri tradizionali, e ogni anno alcune parti di questo patrimonio va perso.

Cosa fare[modifica]

Simbolo delle rotte turistiche nazionali della Norvegia

Un'ottima introduzione alla Norvegia è il pacchetto di un giorno Norvegia in poche parole su un biglietto singolo da Oslo o Bergen verso la montagna, con una gita in barca attraverso i fiordi. Potete interrompere il viaggio per passeggiare o semplicemente ammirare il panorama e persino noleggiare una mountain bike. Uno dei punti salienti del pacchetto è la ferrovia di Flåm, una ferrovia di 20 km tra le più ripide al mondo. Lungo il percorso vedrete bellissime montagne, fiumi, valli, cascate e altri splendidi luoghi sulla strada per la città di Flåm.

Un interessante suggerimento è quello di percorrere il paese in auto utilizzando le rotte turistiche nazionali che consentono di visitare il paese passango presso luoghi incantevoli, con panorami mozzafiato. Uno dei percorsi è la strada 63, una spettacolare strada di montagna che si snoda per le valli di Romsdalan e Valldal fino al fiordo di Geiranger.

Escursionismo[modifica]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi: Escursioni nei paesi nordici e Destinazioni escursionistiche in Norvegia.
Escursioni nel Parco Nazionale di Jotunheimen

L'escursionismo, è un passatempo nazionale in Norvegia, dalle facili passeggiate nella foresta della città di Oslo all'alpinismo nello Jotunheimen o nelle "alpi" del Troms. Circa il 30% della Norvegia è coperto da foreste, più del 50% dell'area totale è costituita da montagne aride (poca o nessuna vegetazione), solo il 5% comprende fattorie e ogni tipo di centro abitato (case, strade, città, ecc. ). Diverse aree sono protette come parchi nazionali, ma la maggior parte del paese è ugualmente attraente e disponibile al pubblico. La stagione sciistica va generalmente da metà novembre a fine aprile, mentre la stagione delle escursioni su terreno spoglio va generalmente da metà estate a settembre. La stagione delle escursioni varia molto a seconda della regione (e di anno in anno): in alta montagna può esserci ancora neve abbondante fino a luglio, mentre nelle zone basse e lungo la costa la stagione delle escursioni inizia all'inizio della primavera. I visitatori devono essere consapevoli del fatto che il limite del bosco è molto più basso in Norvegia che nell'Europa continentale e nelle Montagne Rocciose degli Stati Uniti, condizioni di alta montagna (nessuna vegetazione, ghiacciai).

Per le escursioni in montagna è necessario un abbigliamento adeguato anche in estate. Il giusto abbigliamento del piede è l'essenziale per un'escursione di successo. Scarpe da trekking con supporto alla caviglia e suola robusta su sentieri più accidentati e nel terreno, in particolare ad alta quota (da 1000 a 1500 metri) dove i sentieri spesso attraversano ampi ghiaioni o blocchi.

In Norvegia, i viaggiatori godono del diritto di accesso, il che significa che è possibile accamparsi liberamente nella maggior parte dei luoghi per un paio di giorni, purché non ci si trovi su un terreno coltivato e si trovi ad almeno 150 metri di distanza da case e fabbricati agricoli. Non lasciate tracce e portate via i rifiuti per il riciclaggio.

Den Norske Turistforening (DNT) (The Norwegian Mountain Touring Association) gestisce molte baite di montagna con personale e self-service, segnala percorsi di montagna, offre mappe e informazioni sui percorsi, visite guidate e molti altri servizi per gli escursionisti di montagna in Norvegia.

Le aree montuose sono popolari sia tra i norvegesi che tra i turisti. I turisti possono visitare Galdhøpiggen (2469 m), la montagna più alta della Norvegia, o partecipare a un safari al bue muschiato a Dovrefjell.

Google Maps può essere utilizzato solo per la pianificazione iniziale, non per l'orientamento sul campo. Provate il sito norgeskart.no dell'agenzia di mappatura nazionale, che concorda con le loro eccellenti mappe escursionistiche stampate. Gli escursionisti nella natura selvaggia dovrebbero portare una mappa topografica dettagliata 1:50.000 (è possibile utilizzare anche 1:75.000) e una bussola. Il GPS (navigazione satellitare) è solo un'integrazione, non un sostituto, alla tradizionale navigazione cartografica e bussola.

Sciare[modifica]

Sci di fondo al passo Sognefjell, inizio luglio.

Sia lo sci di fondo che lo sci alpino sono sport popolari in inverno e le aree più grandi, come Trysil, Hafjell e Hemsedal, gareggiano bene con le Alpi a quote più basse. Il Telemark è anche una bella zona in cui sciare, ed è Il luogo di nascita dello sci di fondo. Voss, Geilo e Oppdal sono altre importanti località sciistiche. Anche all'interno di Oslo c'è una notevole stazione sciistica. Ci sono più di 200 stazioni sciistiche alpine e 500 impianti di risalita in Norvegia e innumerevoli piste da fondo preparate, alcune con illuminazione per consentire l'esercizio dopo le serate invernali.

Le stazioni di sport invernali in genere aprono all'inizio di dicembre, mentre lo sci di fondo può iniziare a novembre in alcuni altipiani. Intorno a Oslo , a poca distanza dalla metropolitana e dagli autobus urbani, c'è un grande parco ideale per lo sci di fondo, oltre alle colline per lo sci alpino. A Stryn, a Galdhøpiggen e a Folgefonna ci sono centri di sci alpino aperti solo in estate (maggio-settembre) che offrono opportunità uniche per lo sci alpino in maglietta e pantaloni corti. Lo sci di fondo è popolare a fine inverno e primavera e la stagione dura fino a fine maggio negli altipiani/montagne centrali.

Piste a Hemsedal

Dagens Næringsliv, il principale quotidiano economico, ha classificato le migliori località alpine (2013, 2016, 2018):

  1. Hemsedal - La località alpina più completa della Norvegia, può essere paragonata alle principali località in Austria e Canada.
  2. Trysil - La più grande stazione invernale della Norvegia, ideale per i bambini, ma ha anche molte piste ripide
  3. Hafjell - miglior snowpark, clima freddo stabile, olimpiadi 1994 (classificato n° 3 nel 2016)
  4. Kvitfjell - Le piste da discesa più dure della Norvegia, Olimpiadi del 1994
  5. Myrkdalen - nel distretto di Voss, nevicate abbondanti, aperto da novembre a maggio
  6. Stranda - Il miglior sci fuoripista della Norvegia, i migliori paesaggi e la natura selvaggia, forti nevicate (classificato n. 8 nel 2016)
  7. Oppdal - sci per tutti
  8. Geilo - adatto a famiglie con preferenze diverse
  9. Voss - ideale per gite di un giorno da Bergen, nonché il miglior sci in vetta
  10. Hovden - il migliore della Norvegia meridionale, a 200 km da Kristiansand (classificato n. 6 nel 2016)
  11. Røldal - nel distretto di Odda, nevicate abbondanti, secondo miglior fuoripista, aperto fino all'inizio di maggio
  12. Narvik - secondo miglior fuoripista e secondo miglior scenario, aperto fino all'inizio di maggio
Piste da fondo nella foresta di Oslo

Le migliori località di sci di fondo secondo Dagens Næringsliv (aggiornamento 2019):

  1. Hafjell/Kvitfjell a Gudbrandsdalen /Lillehammer
  2. Beitostølen a Valdres
  3. Hovden a Setesdal
  4. Geilo
  5. Hemsedal
  6. Oppdal
  7. Trysil
  8. Gausta a Rjukan
  9. Voss compreso Myrkdalen
  10. Narvik
  11. Oslo - 2600 km di percorsi (350 km con luci) all'interno della grande città

Dagens Næringsliv nel 2014 e nel 2019 ha classificato le stazioni di sport invernali con l'offerta più completa (sci alpino, sci di fondo su piste battute e "sci di vetta"):

  1. Hemsedal : tutte le opzioni in alta valle, inverno stabile (numero 1 nell'aggiornamento 2019)
  2. Beitostølen - buon posto per i bambini, eccellente per lo sci di fondo
  3. Voss incluso Myrkdalen - offre tutto, una gamma piuttosto limitata per il cross country
  4. Hovden - sci di fondo e piste alpine (non classificate nel 2014)
  5. Geilo - perfetto per lo sci di fondo e per le famiglie, opzioni fuoripista limitate
  6. Oppdal - tutte le opzioni in un'alta valle, strutture un po' datate
  7. Hafjell / Kvitfjell a Lillehammer / Gudbrandsdalen - cross country e alpine anche se limitate opzioni fuoripista, nessuna montagna
  8. Narvik - montagne selvagge direttamente sul fiordo, offerte limitate per famiglie e fondisti
  9. Stranda - ottimo fuoripista e panorama, fuoripista limitato (non classificato nel 2014)
  10. Trysil - grande varietà di pendii alpini, adatti alle famiglie, fuoripista limitato
  11. Tromsø - strutture alpine mediocri, ma superbo entroterra montuoso
  12. Sogndal : ottime possibilità di sciare in vetta, molta neve farinosa, strutture limitate
  13. Røldal - colline ripide e abbondanti nevicate, poche opzioni per principianti e famiglie

Ciclismo[modifica]

Potete noleggiare una bicicletta praticamente ovunque. Le piste ciclabili esistono solitamente vicino alle città più grandi; potete trovare alcuni tour sul sito Cicloturismo in Norvegia. Alcune strade e gallerie sono vietate ai ciclisti in quanto pericolose per la vita; leggite la sezione In bicicletta sopra. Alcune discariche cittadine potrebbero avere una sezione speciale dove potete ritirare gratuitamente le biciclette (e altre cose) scartate. I negozi di beneficenza dell'usato (FRETEX/ELEVATOR/NMS Gjenbruk) a volte vendono biciclette usate.

Nuotare[modifica]

Giornata estiva sulle svaberg, scogliere levigate tipiche della costa norvegese.

Ci sono poche spiagge sabbiose e l'acqua è per lo più fredda, sia in acqua salata che in acqua dolce. La costa dello Skagerrak, ad esempio parti dell'Oslofjord, può tuttavia diventare piacevolmente calda a fine estate. La costa è per lo più rocciosa, ma alcune aree hanno tratti di lastre di roccia levigate e leggermente arrotondate, "svaberg", che si asciugano rapidamente e si riscaldano con il tempo soleggiato ed sono un popolare ritrovo in estate. Fatta eccezione per le lunghe spiagge sabbiose a sud di Stavanger, ci sono pochi e solo brevi tratti di spiagge.

Le città della Norvegia hanno molte piscine coperte e anche alcune piscine esterne riscaldate. I visitatori delle piscine dovrebbero fare la doccia bene e completamente nudi prima di entrare in piscina. Utilizzare costumi da bagno adeguati, non è consentito nuotare in biancheria intima. I bambini piccoli possono cambiarsi e fare la doccia con i genitori. La maggior parte delle piscine coperte dispone di saune ("badstue" in norvegese).

Pesca[modifica]

La lunga costa norvegese offre ampie opportunità per la pesca. La pesca in acqua salata per consumo proprio è gratuita per tutti. Per il merluzzo e lo sgombro non esiste una taglia minima. Il merluzzo deve essere di almeno 40 cm, mentre la trota di mare deve essere di almeno 30 cm.

I fiumi sono per lo più privati ​​e il permesso per la pesca in acqua dolce (principalmente salmone e trota) deve essere ottenuto dal proprietario. I permessi sono spesso venduti nelle informazioni turistiche locali. Alcuni dei laghi più grandi hanno regole specifiche simili alla pesca in acqua salata.

La Norvegia ha alcuni dei migliori fiumi di salmone d'Europa. I pescatori inglesi gentiluomini scoprirono i fiumi della Norvegia all'inizio del 1800 e diedero inizio al primo boom turistico della Norvegia. Il salmone norvegese pesa in genere dai 3 ai 4 kg nei fiumi, ma i fiumi migliori possono essere catturati a 20 e 25 kg. Il fiume Tana nel Finnmark ha il record mondiale di salmone atlantico con 36 kg. Ci sono circa 600 fiumi notevoli con salmoni e trote in Norvegia. I fiumi settentrionali (ad esempio Alta, Tana, Lakselv, Reisa, Børselva e Målselv) e Trøndelag (Orkla, Gaula, Stjørdalselva e Namsen) sono in cima alla lista dei pescatori. Ci sono anche fiumi belli, ma più brevi, nella Norvegia occidentale, in particolare Rauma, Driva, Suldal e Lærdal.

Altre attività[modifica]

Si svolgono servizi di rafting presso:

Studiare[modifica]

Tutte le università pubbliche in Norvegia sono finanziate attraverso il denaro dei contribuenti e quindi non addebitano tasse universitarie né per i cittadini norvegesi né per gli studenti internazionali. Tuttavia, tenete a mente l'alto costo della vita quando pianificate i costi per studiare in Norvegia. Non vi verrà rilasciato un visto per studenti se non potete presentare prove di fondi per sostenere le spese di soggiorno.

Le università più importanti in Norvegia sono l'Università di Oslo e l' Università di Bergen .

I corsi universitari sono generalmente tenuti in norvegese, sebbene ci siano molti corsi post-laurea tenuti in inglese. Alcuni corsi di laurea per studenti di scambio sono tenuti anche in inglese. Molte università tengono anche corsi per stranieri che desiderano imparare il norvegese.

Lavorare[modifica]

I cittadini dei paesi appartenenti all'Unione Europea, oltre a Islanda, Liechtenstein e Svizzera, non necessitano di un permesso e sono liberi di vivere e lavorare in Norvegia per un massimo di 3 mesi (si applicano alcune restrizioni per i membri recenti dell'Unione Europea). Inoltre, i cittadini di diversi paesi non UE possono lavorare in Norvegia senza bisogno di ottenere un visto o ulteriori autorizzazioni per il periodo del soggiorno di 90 giorni senza visto.

Potete iniziare dall'ufficio locale dell'agenzia pubblica NAV, per ottenere una consulenza legale e un elenco di lavori disponibili. Forniscono anche una guida in linea: Lavoro in Norvegia. Anche se il tasso di disoccupazione in Norvegia è molto basso (3,2% [1] ), può essere difficile trovare un'occupazione a breve termine, certamente quando non si parla correntemente una lingua scandinava. Se decidete di trasferirvi dovete compilare un "Permesso di Soggiorno" della durata di 3 anni prima di dover essere rinnovato.

Valuta e acquisti[modifica]

La valuta nazionale è la Corona norvegese (NOK) a volte abbreviata kr o kr., Una corona da 1/100 è chiamata øre. 1 € corrisponde a circa 10 NOK (giu 2022). Gli euro generalmente non sono accettati nei negozi, ad eccezione di alcuni aeroporti, nei trasporti internazionali (voli, traghetti) e in un piccolo numero di attività commerciali rivolte ai turisti.

Le monete sono disponibili in 1, 5, 10 e 20 kr. Le banconote sono disponibili in 50, 100, 200, 500 e 1.000 kr. Sebbene i cartellini dei prezzi includano ancora øre, ad esempio 9,99 kr, non ci sono monete inferiori a 1 corona, quindi i prezzi sono arrotondati. A partire dal 2018, la Norvegia sta rinnovando il design delle banconote. I nuovi modelli da 100 e 200 kr sono stati lanciati a maggio 2017 e i vecchi modelli hanno cessato di avere corso legale un anno dopo. E i nuovi modelli da 50 e 500 kr sono stati lanciati nell'ottobre 2018, e sarà anche possibile utilizzare le vecchie banconote da 50 e 500 kr per un anno dopo (fino a ottobre 2019). Infine, alla fine del 2019 verranno lanciate nuove banconote da 1000 kr e le vecchie banconote saranno demonetizzate un anno dopo.

Qui di seguito i link per conoscere l'attuale cambio con le principali monete mondiali:

(EN) Con Google Finance: AUD CAD CHF EUR GBP HKD JPY USD
Con Yahoo! Finance: AUD CAD CHF EUR GBP HKD JPY USD
(EN) Con XE.com: AUD CAD CHF EUR GBP HKD JPY USD
(EN) Con OANDA.com: AUD CAD CHF EUR GBP HKD JPY USD

Banche[modifica]

Le banche sono generalmente aperte da lunedì a venerdì dalle 9.00 alle 15.00 (giovedì fino alle 17.00).

I bancomat in Norvegia si chiamano Minibank . Non ci sono problemi a localizzare un bancomat nelle aree urbane. Nei principali aeroporti e nella stazione centrale di Oslo potete prelevare euro, dollari americani, sterline britanniche, corone svedesi, danesi e norvegesi. Quasi tutti i negozi accettano le principali carte di credito come MasterCard e Visa (portate il passaporto/patente di guida, poiché quando utilizzate una carta di credito dovete identificarvi). In effetti, la Norvegia potrebbe essere il paese più incentrato sulle carte del mondo e potreste incontrare aziende in cui i contanti non sono accettati. I pagamenti con carta nei negozi ordinari vengono solitamente effettuati con le cosiddette carte di debito in cui la transazione viene completata immediatamente attraverso un sistema nazionale unificato. Piccole transazioni possono essere eseguite senza l'uso di un codice PIN. Solo una piccola percentuale degli acquisti avviene in contanti, durante l'epidemia di Covid-19 nel 2020 l'utilizzo del contante è sceso quasi a zero.

Cambio[modifica]

È possibile cambiare denaro nella maggior parte delle banche vicino agli uffici di informazioni turistiche, all'ufficio postale o prelevare denaro in valuta locale dall'ATM. In alcuni posti, tuttavia, non gestiscono contanti nelle banche, quindi l'unico modo per cambiare denaro è negli uffici postali, dove la commissione di cambio potrebbe arrivare fino a 75 kr!

Otterrete la tariffa migliore quando prelevate denaro dall'ATM o pagate con una carta di credito. Il paese si sta aggiornando a un nuovo sistema che utilizza chip per computer incorporati nella carta e un numero pin. Le carte di credito con banda magnetica sono ancora accettate su tutto il territorio nazionale; tuttavia, dovrete informare il commerciante che non avete un codice pin da comporre. A volte un sistema non consente le firme, quindi è una buona precauzione avere contanti a portata di mano per pagare se necessario.

Tuttavia, salvo casi rari, l'utilizzo della moneta contante non è necessario e in alcuni casi del tutto disincentivato. Essendo tutte le attività munite di sistemi di pagamento elettronico, compresi i bagni o i pedaggi nelle strade, si può tranquillamente viaggiare in Norvegia senza dover mai utilizzare i contanti. Pertanto si consiglia di avere sempre con sé la carta di credito.

Negozi[modifica]

I negozi lavorano da lunedì a venerdì dalle 10.00 alle 17.00 (giovedì fino le 19.00) e sabato dalle 10.00 alle 15.00. I principali supermercati e centri commerciali rimangono aperti fino alle 20.00 (sabato fino alle 18.00).

In oltre 3.000 negozi è possibile fare shopping tax-free, richiedendo il rimborso dell'IVA (dal 6 al 19%) per acquisti superiori a € 40.

I negozi di alimentari (soprattutto nelle città) hanno orari di apertura lunghi e spesso fino alle 22:00 o alle 23:00 nei giorni feriali. Vedrete spesso orari di apertura scritti come "9-21 (9-18)" sulle porte o in caratteri enormi sui muri esterni, il che significa dalle 9:00 alle 21:00 nei giorni feriali, dalle 9:00 alle 18:00 il sabato. Il mercato alimentare è dominato da una manciata di catene che coprono la maggior parte della Norvegia: Rema 1000, Kiwi, Prix e Bunnpris sono negozi a basso prezzo con una ristretta selezione di articoli; Coop e Spar hanno una selezione più ampia e una migliore qualità a un prezzo leggermente superiore; Meny, Mega e Ultra hanno meno negozi e prezzi più alti. La Norvegia ha la più alta densità di negozi di alimentari in Europa, questo è notevole nelle città in cui i negozi a prezzi moderati non sono mai lontani tra loro. Nei villaggi e nelle piccole città la maggior parte dei negozi si trova solitamente nel centro, intorno a una o due strade.

I minimarket, in particolare le grandi catene Narvesen e Mix (in tutto il paese), Deli de Luca (solo per le città più grandi) e 7-Eleven (solo per le città più grandi), sono aperti tutti i giorni dalla mattina presto fino a tarda notte, con servizio H 24 nelle città più grandi. In tutto il paese troverete distributori di benzina, Circle K , Shell, fresh/selected, YX (HydroTexaco) (di questi tempi si sta trasformando in 7-Eleven) ed Esso, On the Run. Praticamente tutte le stazioni di servizio servono fast food, soprattutto salsicce e formaggi. Anche hamburger, pizza e così via. Le stazioni di servizio hanno lunghi periodi di apertura e le stazioni più grandi nelle città e vicino agli incroci più grandi sono aperte 24 ore. Gli articoli venduti nei minimarket e nelle stazioni di servizio sono relativamente costosi.

La maggior parte delle grandi città nel corso degli anni è stata quasi esclusivamente dominata dai centri commerciali. La Norvegia ospita anche il più grande centro commerciale della Scandinavia, Sandvika Storsenter, a 15 minuti di treno da Oslo. A Oslo hai Byporten Shopping Senter, Oslo City e Gunerius situati proprio accanto alla stazione ferroviaria di Oslo S e Paléet e Arkaden Shopping a Karl Johans Gate, oltre a diversi centri commerciali e centri commerciali un po' più fuori.

Ottenere "buoni affari" e contrattare è disapprovato, e gli addetti ai servizi generalmente non sono autorizzati a darvi un prezzo migliore: solo gli articoli più grandi come le automobili sono soggetti a contrattazione. Il prezzo che vedete è il prezzo da pagare. Se avete intenzione di acquistare esentasse, è buona norma portare con voi i moduli necessari. La maggior parte dei negozi avrà questi moduli a portata di mano, ma è una buona precauzione. Inoltre, se pagate con carta di credito, potreste dover firmare la ricevuta che richiederà un documento d'identità, patente e passaporto sono entrambi OK. Ciò è dovuto alla natura rigorosa delle transazioni di denaro.

Costi[modifica]

La Norvegia è un paese costoso per i visitatori. Sebbene la corona sia diminuita rispetto alle principali valute forti dai livelli record dei primi anni 2010, ed è possibile viaggiare in Norvegia con un budget limitato, è necessario prestare attenzione. Poiché la manodopera è costosa, tutto ciò che può essere visto come un "servizio" sarà generalmente più costoso di quanto vi aspettate. Anche i costi di viaggio possono essere micidiali, perché il paese è grande e le distanze sono lunghe, quindi un abbonamento ferroviario o aereo può farvi risparmiare un sacco di soldi.

Se state un po' attenti alle tue spese, un budget giornaliero di circa 1.500 kr (€ 190) al giorno non è irrealistico. Come regola generale, vivere con meno di 500 kr/giorno sarà difficile anche se si soggiorna in ostelli e si cucina da soli, con 1000 kr/giorno che consentono uno stile di vita di fascia media più confortevole e oltre 2000 kr/giorno necessari per buoni hotel e ristoranti.

Fate attenzione quando acquistate alcol e tabacco. Sarà sicuramente più costoso di quanto vi aspettate. Una birra da 400 o 500 ml in un pub o un ristorante costerà circa 60 kr, mentre una lattina da 500 ml con il 4,7% di birra in un supermercato costa circa 25 kr. Le sigarette costano circa 100 kr per una confezione da 20, e una bottiglia da 500 ml di Coca Cola di solito costa 20 kr nei negozi. Il lato positivo: la Norvegia ha acqua del rubinetto di buona qualità. L'acquisto di acqua potabile in bottiglia non è necessario ed è estremamente costoso.

I fast food come McDonald's e Burger King sono anche più costosi che nella maggior parte dei paesi a causa del costo del lavoro. Un grande menu Big Maccosterà circa 90 kr, lo stesso vale per un menu Double Whopper Cheese. Inoltre, tenete presente che la maggior parte delle panetterie, delle catene di fast food e di altri tipi di ristoranti che offrono cibo da asporto, addebitano di più se lo mangiate al ristorante che se lo portate con voi, a causa delle differenze nell'aliquota IVA.

Potete risparmiare un po' di soldi portando provviste. Le normative alle frontiere norvegesi sono rigide: consentono un massimo di 200 sigarette o 250 grammi di tabacco, 1 litro di superalcolici e 1½ litro di vino e 2 litri di birra o 3 litri di vino e 2 litri di birra o 5 litri di birra. Come regola generale, tabacco, alcol e carne saranno relativamente costosi. Verdure, farina, articoli per bambini, forniture per auto (olio, liquido lavavetri e così via) e vestiti avranno (quasi) lo stesso prezzo dei paesi vicini, o addirittura saranno più economici.

Molti norvegesi che vivono vicino ai confini con la Svezia, la Finlandia o la Russia si dirigono in quei paesi per acquistare generi alimentari, poiché i costi sono notevolmente inferiori. Sebbene l'opzione di attraversare la Russia non sia disponibile per la maggior parte dei viaggiatori a causa degli onerosi requisiti per il visto della Russia, coloro che visitano le aree vicino ai confini svedesi o finlandesi dovrebbero considerare questa opzione prima di recarsi in altre aree, poiché non ci sono controlli alle frontiere tra Norvegia e Svezia o Finlandia. Fatta eccezione per le aree di confine vicino a Oslo, Svezia e Finlandia sono molto scarsamente popolate vicino al confine norvegese. Ci sono ancora negozi vicino al confine, che non esisterebbero senza la Norvegia.

Molte attrazioni in Norvegia sono gratuite, in particolare il paesaggio e la natura stessa. Inoltre, non dovete spendere molti soldi per l'alloggio se siete disposti a dormire in una tenda o all'aperto.

Mancia[modifica]

Tradizionalmente, la mancia non è comune, ma è stata introdotta da influenze esterne. La mancia dovrebbe essere data solo come segno di vero apprezzamento per il servizio. In alcuni locali se si paga con carta di credito viene richiesta la compilazione della cifra finale a cui può essere aggiunta la mancia.

In Norvegia, come la maggior parte dell'Europa, i camerieri non dipendono dalle mance dei clienti come negli Stati Uniti, poiché sono ben pagati. Tuttavia, lasciare la mancia non è insolito nei bar e nei ristoranti di fascia medio-alta, ma solo se ritienete di essere stati trattati bene. Nei ristoranti, anche se c'è una tassa di servizio, l'arrotondamento per eccesso è la norma e il 10% è considerato generoso. Non è normale lasciare la mancia fuori da ristoranti e bar, ma nelle situazioni in cui il cambio è comune è educato lasciare il resto (ad esempio i taxi). La mancia dei tassisti è normale se viaggiate per più di 200 kr, ma non otterrete alcuna reazione dall'autista se scegliete di non lasciare la mancia, quindi questa potrebbe essere una nuova esperienza per i turisti americani e inglesi. La mancia non è mai considerata offensiva, ma anche la mancata mancia è raramente disapprovata.

Cosa comprare[modifica]

A parte i souvenir che si trovano un po' ovunque nelle località turistiche, ciò che si può comprare in Norvegia è l'abbigliamento sportivo che si trova un po' ovunque. Se si approfitta degli sconti è possibile trovare ottimi prodotti per il trekking. Per acquisti più economici potete cercare i negozi Outlet sport.

A tavola[modifica]

Merluzzo che si asciuga al vento, uno spettacolo comune (e puzzolente) lungo la costa
Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi: cucina nordica.

La Norvegia è uno dei paesi più costosi al mondo per mangiare, soprattutto nei ristoranti, e anche per il cibo al dettaglio. Molti visitatori scelgono di portare cibo da campeggio da un altro paese.

Cucina[modifica]

Degno di un vichingo: fiskeboller (polpette di pesce) in salsa di panna con patate, carote grattugiate e una spolverata di pancetta

Mentre le abitudini alimentari norvegesi sono diventate più cosmopolite negli ultimi decenni, il cibo tradizionale norvegese "da fattoria" è ancora ampiamente consumato, composto da tutto ciò che può crescere nel clima settentrionale, essere conservato per un anno fino a quando non escono nuovi raccolti e contiene abbastanza energia per svolgere un duro lavoro. Le varianti regionali nel cibo tradizionale sono enormi e, quindi, ciò che si pensa sia "tipico tradizionale" per un norvegese potrebbe essere totalmente sconosciuto per un altro. Esempi tipici sono le variazioni di pane lievitato e non lievitato e altre forme di prodotti da forno, porridge, zuppe, usi fantasiosi di patate, carne salata e affumicata e pesce fresco, salato o affumicato. Baccalà affumicato (tørrfisk) e baccalà (klippfisk) sono elementi fondamentali delle comunità costiere a ovest e a nord e possono essere visti essiccare su graticci esterni in primavera e in estate. Il piatto nazionale norvegese è il fårikål , una casseruola stufata di carne di agnello e cavolo. Altre specialità includono lutefisk (lyefish) a base di pesce secco/salato lavorato nella liscivia e gnocchi di patate serviti con carne salata (raspeball) o mescolati con pesce (blandeball). La testa di pecora (smalahove) e le costine di montone essiccate (pinnekjøtt) sono tradizionalmente servite prima o durante il Natale nella Norvegia occidentale.

Il cibo tradizionale più raffinato è solitamente a base di selvaggina o pesce fresco. Bistecche, medaglioni e polpette di selvaggina, cervo, renna e alce sono alimenti molto apprezzati e di fama internazionale, così come le varietà di salmone fresco, affumicato e fermentato e una miriade di altri prodotti ittici. I dolci tradizionali come il lukket valnøtt (torta alla panna montata ricoperta di marzapane) sono altri contributi originali alla cucina internazionale. Il formaggio di vari tipi è comune, ma uno dei preferiti dai norvegesi è il brun geitost (formaggio di capra marrone), un formaggio dolce e delicato che ha una notevole somiglianza per colore, consistenza e gusto con il burro di arachidi liscio.

Il salmone è molto consumato in Norvegia, servito affumicato, marinato (fra cui il gravlax), cotto al vapore o grigliato. La carne più consumata è l'agnello, utilizzata anche per produrre morr, salsicce affumicate. Viene consumato fra i latticini un formaggio di capra dal sapore dolce, denominato geitost.

Oggi i norvegesi usano molte fette di pane per quasi tutti i pasti tranne la cena, mentre le ricette per i pasti caldi saranno prese da quasi ovunque nel mondo, inclusa ovviamente la cucina tradizionale, ma raramente gli esempi più estremi. Il pranzo di solito consiste in un po' di pane e spuntini invece di un piatto caldo, ma questo viene poi compensato mangiando bene all'ora di cena. La maggior parte dei norvegesi non esce a pranzo, ma consuma un pasto veloce sul posto di lavoro.

La Norvegia mantiene alti dazi all'importazione per il cibo; in particolare carne, latticini e bevande alcoliche. I norvegesi che vivono vicino alla Svezia o alla Finlandia di solito attraversano il confine per acquistare questi prodotti.

I norvegesi sono anche noti per acquistare molte pizze surgelate a prezzi modici in qualsiasi negozio di alimentari.

Posti per mangiare[modifica]

Qualcuno vuole un po’ di balena?

Sì, i norvegesi mangiano la balena (hval). Tuttavia, è molto raro che si trovi nella maggior parte dei ristoranti ordinari e probabilmente potrebbe essere eccessivamente costosa. Nei congelatori di alcuni supermercati potreste incontrare anche la carne di balena. I giovani norvegesi non sono cresciuti mangiando balene a causa della moratoria degli anni '80. Sebbene la caccia alle balene sia ricominciata all'inizio degli anni '90, la balena non è più un alimento base come lo era una volta nelle zone costiere. La Norvegia consente solo una cattura limitata della balenottera minore poiché questa specie specifica non è considerata in pericolo.

I pasti da fast food partono da 50 kr e i pasti seduti in un ristorante decente superano quasi sempre i 200 kr o più per una portata principale. Anche un panino da asporto e un caffè in una stazione di servizio possono costare fino a 70 kr. Un modo per ridurre i costi è il self-catering, poiché gli ostelli della gioventù e le pensioni hanno spesso cucine per i propri ospiti. Supermercati e negozi di alimentari non sono difficili da trovare, anche nel paese più piccolo di solito c'è più di un negozio di alimentari. Le catene più grandi sono Coop, REMA 1000, Kiwi e Joker. La colazione è spesso abbondante e a buffet, quindi è anche possibile fare colazione e saltare il pranzo. Comprate/portate un pranzo al sacco prima di andare a colazione, poiché la maggior parte degli hotel più grandi vi consentirà di riempirlo gratuitamente dalla colazione a buffet per mangiare più tardi nel corso della giornata.

Per uno spuntino veloce ed economico in stile norvegese, non cercate oltre il grill o il minimarket più vicino, che servirà una salsiccia (pølse) o un hot dog (grillpølse) in un panino per hot dog (brød) o avvolto in una patata piatta pane (lompe) per circa 20-30 kr. Tuttavia i prezzi possono salire fino a 50 kr se acquistate nei posti giusti (leggi sbagliato). Oltre a ketchup e senape, i condimenti opzionali includono cetriolo sottaceto (sylteagurk), pezzi di cipolla fritti (stekt løk) e insalata di gamberetti (rekesalat). Per ottenere il massimo dai vostri soldi, ordinate un (kebab i pita) che è carne di agnello arrostita allo spiedo e poi fritta al momento dell'ordine, servita insieme alle verdure in una pita. Questo ha un ottimo sapore, è estremamente abbondante e può essere trovato per un minimo di 40 kr nel centro di Oslo. All'esterno, dovrete restare con il vostro grillpølse.

Vegetariani[modifica]

Alcuni ristoranti di cucina norvegese hanno pasti vegetariani nel menu, ma altri prepareranno qualcosa se richiesto, con successo variabile. Alcune delle poche catene di negozi/ristoranti dove avrete sempre un'opzione vegetariana sono Peppes Pizza, Domino's, Pizzabakeren, Subway ed Esso/On the run (panini con spinaci).

Allergie e dieta[modifica]

Se avete allergie come l'intolleranza al lattosio e l'allergia al glutine, andare da Peppes Pizza, Dominos, Pizzabakeren, McDonald's, Subway e Burger King sono buoni suggerimenti. Ma se si vuole mangiare in un posto un po' più ricercato, è sempre buona norma chiedere al maître d'hôtel del ristorante. In alcuni casi, se non è nel menu, potrebbero essere comunque in grado di accontentarvi.

Poiché le normative per il cibo sono estremamente rigide in Norvegia, gli ingredienti per tutto ciò che acquistate sono sempre stampati sulle confezioni e, se lo chiedete, vi verrà sempre detto cosa è contenuto nel cibo che ordinate.

Sicurezza alimentare[modifica]

La sicurezza alimentare è molto buona in Norvegia. La salmonella è molto rara rispetto ad altri paesi e i funzionari sanitari ispezionano regolarmente i ristoranti. Anche l'acqua del rubinetto è solitamente molto buona; l'acqua Voss di Vatnestrøm nell'Aust-Agder viene effettivamente esportata all'estero, compresi gli Stati Uniti.

Bevande[modifica]

Un bicchiere di akevitt Gammel Opland

La Norvegia è spesso descritta come un paese "arido", perché l'alcol ha un prezzo elevato e un bicchiere di vino o birra in un ristorante costa almeno 60 kr. Quando in città e paesi con molti studenti come Oslo, Bergen, Trondheim e Tromsø, molto spesso potete trovare prezzi più bassi. Chiedete ai giovani per strada o al vostro alloggio suggerimenti e consigli su dove andare. La birra può essere acquistata nei supermercati, tuttavia il vino e le bevande alcoliche più forti devono essere acquistati nei negozi di liquori statali (Vinmonopolet). Il Vinmonopolet è un monopolio ma mantiene alta la qualità e un'ampia scelta di prodotti; i prodotti migliori hanno un prezzo moderato. Il prezzo dell'alcol, tuttavia, non impedisce alla gente del posto di divertirsi. Si trovano spesso a bere e portare avanti feste di strada locali e sotto i loro portici.

I prezzi elevati sono uno dei motivi per cui la tradizione di tenere vorspiel e nachspiel prima di uscire è molto popolare in Norvegia. Le parole derivano dal tedesco e possono essere tradotte in prima e dopo la festa. Se escono nel fine settimana, non è strano che i norvegesi si riuniscano a casa di un amico e non partano per la discoteca fino a dopo mezzanotte. Quindi, se avete visto la cultura norvegese del bere all'estero e siete scioccati da bar/club vuoti alle 23:00, chiama il vostro amico norvegese e chiedete dove si trova il vorspiel. (Se quella persona è uno dei tanti svedesi in Norvegia, vorspiel significherebbe preliminari.) È probabile che sia molto divertente. I club tendono a riempirsi nel periodo immediatamente dopo la mezzanotte. Tuttavia, questo è vero soprattutto nei fine settimana: durante i normali giorni feriali, troverete spesso norvegesi seduti nei bar a godersi un paio di birre o una bottiglia di vino.

Dovete avere almeno 18 anni per acquistare birra o vino e 20 anni per acquistare alcolici con una gradazione alcolica del 22% e più in Norvegia.

Acquavite

L'akevitt norvegese, un distillato di circa il 40% di alcol e si distingue dalle altre acquaviti originarie di altri paesi nordici e della Germania perché è sempre a base di patate e invecchiato in botti di sherry usate. Le ricette rimangono segrete, ma la maggior parte delle acquaviti norvegesi sono speziate con cumino e anice. Ci sono almeno 27 diverse acquaviti norvegesi, adatte a diversi tipi di cibo, nelle bevande o come avec. L'Aquavite è particolarmente apprezzata con i cibi tradizionali per Natale. I classici sono Lysholm Linie (una bella acquavite a tutto tondo da abbinare a cibi non troppo pesanti), Løiten Linie (con carne salata e affumicata), Gammel Opland (a tutto tondo, particolarmente indicata con il tradizionale lutefisk) e Simers Taffel (da abbinare alle aringhe), dovreste provare anche Gilde Non Plus Ultra (come avec) se vi piace il gusto. Le acquaviti "Linie" hanno infatti attraversato due volte l'equatore invecchiando!

È vietato bere in pubblico. Questa legge è molto severa e comprende anche il balcone se altre persone possono vedervi! Fortunatamente, la legge viene applicata molto raramente (ad esempio, i casi in cui qualcuno viene multato sul proprio balcone sono molto rari) e i norvegesi bevono nei parchi. Ci sono richieste per modificare questa legge antiquata, con un dibattito nei media: la maggior parte delle persone sembra concordare sul fatto che bere nei parchi va bene finché le persone si divertono e rimangono serene. Tuttavia, se infastidite gli altri e vi ubriacate troppo o se un poliziotto è di cattivo umore, vi potrebbe essere chiesto di buttare via l'alcol e, nel peggiore dei casi, multato. Bere apertamente per strada è probabilmente ancora considerato un po' scortese, e sarebbe più probabile attirare l'attenzione della polizia ed è sconsigliato.

Fate attenzione a urinare nelle principali città come Oslo se siete ubriachi, le multe per la minzione pubblica possono arrivare fino a 10.000 kr! Tuttavia, questo normalmente non è un problema se urinate in un posto dove nessuno vede, come un paio di metri nel bosco. Anche l'ebbrezza pubblica è qualcosa con cui dovreste stare un po' attenti, specialmente nella capitale, Oslo. Nelle città più piccole la polizia non avrà problemi a mettervi una notte nella prigione locale se pensa che stiate disturbando la pace e l'ordine.

In Norvegia, tutti gli alcolici con una percentuale in volume inferiore al 4,75% possono essere venduti nei normali negozi. Ciò significa che potete ottenere birra decente dappertutto. Il prezzo varia, ma la birra importata è solitamente costosa (tranne le birre danesi e olandesi prodotte in Norvegia su licenza come Heineken e Carlsberg). Gli orari di acquisto della birra sono molto rigidi: la vendita si ferma alle 20:00 tutti i giorni feriali e alle 18:00 tutti i giorni prima delle vacanze (domenica inclusa). Poiché i tempi di vendita sono decisi dal consiglio comunale, possono variare. Ciò significa che la birra dovrà essere pagata prima di questo momento. Se non viene pagata, la persona dietro il bancone prenderà la birra e ti dirà "Scusa amico, è troppo tardi!". La domenica non potete comprare alcolici da asporto da nessuna parte.

Per birra forte, vino e superalcolici, dovrete trovare una filiale di Vinmonopolet. Il negozio statale ha una meravigliosa scelta di bevande, ma a prezzi per lo più altissimi. La regola generale è che i vini da tavola sono più costosi che in quasi tutti gli altri paesi. Aspettatevi 80-90 kr per un vino decente ed "economico". Tuttavia, poiché la tassazione si basa sul volume di alcol per bottiglia piuttosto che sul costo all'ingrosso, spesso è possibile trovare vini più esclusivi a prezzi inferiori rispetto agli stabilimenti privati ​​di altri paesi. Vinmonpolet è aperto fino alle 17:00 dal lunedì al mercoledì, dalle 18:00 dal giovedì al venerdì e alle 15:00 il sabato.

Molti visitatori in auto (e norvegesi durante i viaggi di shopping in Svezia e Finlandia) portano alcolici in Norvegia, ma attenzione alle restrizioni all'importazione; qualsiasi cosa al di sopra della quota dà pesanti dazi.

Birre[modifica]

I marchi che più probabilmente vedrete nei pub sono le lager industriali di Ringnes, Hansa, Borg, CB, Mack, Aass e Frydenlund (accompagnate da una vasta gamma di bevande importate). Tuttavia, negli ultimi dieci anni una serie di microbirrifici e birrifici artigianali ha reso disponibile birra prodotta localmente di tutte le varietà e spesso di alta qualità. Ad esempio Nøgne Ø, Ægir, Haandbryggeriet, Kinn, 7 Fjell e molti altri. La birra di piccoli birrifici o di specialità sono disponibili anche in pub o caffè come Mikrobryggeriet (Bogstadveien Oslo), Lorry's (Parkveien, Oslo), Grünerløkka Brygghus (Oslo) o Beer Palace (Aker Brygge, Oslo), Ægir (Flåm), UNA Bryggeri og Kjøkken (Bergen), Trondhjem Mikrobryggeri (Trondheim) e Christianssand Brygghus (Kristiansand). I norvegesi sono orgogliosi dei loro birrifici locali.

Sidro[modifica]

A causa dell'abbondanza di luce in estate, ma relativamente al clima, i frutti e le bacche norvegesi hanno un sapore diverso rispetto ai paesi del sud. La Norvegia è troppo bella per l'uva, ma la coltivazione delle mele ha una lunga tradizione, in particolare a Hardanger. Altri allevamenti di mele tradizionali si trovano nell'interno del Sognefjord, Valldal, Gvarv (Telemark), Lier e Ringerike. Ci sono molti produttori di sidro nella zona, alcuni di questi sidri sono di alta qualità e si abbinano al buon vino bianco dell'Europa centrale e al miglior sidro a livello internazionale. Il sidro norvegese è tipicamente fresco, aromatico e secco. Meno comuni sono i sidri ricchi di tannini e dal sapore più amaro. Il succo di mela analcolico può anche essere indicato come sidro.

Bevande non alcoliche[modifica]

Ci sono molti produttori di bevande analcoliche locali, come succhi di frutta in tutta la Norvegia. I norvegesi bevono latte di vacca per pasti composti da pane. Il latte è disponibile in diverse varietà, ad alto o basso contenuto di grassi. I norvegesi bevono caffè in grandi quantità. Nelle città più grandi ci sono molti caffè e pasticcerie che sono anche luoghi di ritrovo.

Acqua[modifica]

L'acqua di rubinetto norvegese è generalmente di alta qualità, pulita e assolutamente potabile. L'acqua di rubinetto è principalmente acqua superficiale, solo una piccola parte è ottenuta da fonti sotterranee. Ci sono anche acqua potabile in bottiglia da acquistare, dell'acido carbonico aggiunto e/o aromi diversi. Molti norvegesi scelgono di bere acqua per i pasti e di portare acqua potabile quando fanno escursioni.

Infrastrutture turistiche[modifica]

Una singola camera d'albergo (prenotare sempre in anticipo per i giorni feriali) dovrebbe costarvi da circa 800 kr in su (le offerte speciali sono comuni, cercatele), ma potete trovare alloggi a buon mercato in capanne da campeggio (300–600 kr, spazio per interi famiglia), rifugi di montagna (150–300 kr a persona), ostelli della gioventù (150–250 kr a persona), ecc. La maggior parte di questi richiederà di prepararsi da mangiare, portate le lenzuola e lavatevi prima di partire.

Una casa di campagna norvegese in riva a un lago

Una casa di campagna, hytte, è un prezioso tesoro di famiglia. L'elevata domanda e i limiti allo sfruttamento hanno spinto i prezzi degli immobili alle stelle durante il primo decennio degli anni 2000 e pochi stranieri possono permettersi una casa in Norvegia. Poiché la valuta e i prezzi dipendono dal prezzo del petrolio, il ritorno sull'investimento è molto incerto.

Per soggiorni più lunghi (una settimana o più) prendete in considerazione l'affitto di un appartamento, una casa o una casa di alta qualità. Diverse agenzie offrono prenotazioni su case o case di proprietà di agricoltori o altri locali. Questo tipo di sistemazione è spesso più interessante di un hotel standard.

I campeggi per roulotte, camper e tende si trovano in gran numero. Molti campeggi hanno anche piccole stanze in affitto. Lo standard varia. La maggior parte dei campeggi è aperta solo durante i mesi estivi. Inoltre, nelle città sono disponibili numerosi parcheggi separati per i camper.

Gli hotel in Norvegia non sono generalmente economici, poiché la Norvegia è un paese ad alto costo, ma ci sono diverse fasce di prezzo ed è possibile ottenere camere a prezzi ragionevoli anche negli hotel più quotati a seconda del periodo dell'anno, del giorno di settimana e la città, ad esempio gli hotel a Oslo possono essere costosi nei giorni feriali ma più economici quando ci sono meno viaggi d'affari. La maggior parte degli hotel si trova in aree densamente popolate, ma quelli chiamati høyfjellshotell sono spesso lontani tra le montagne. Se avete intenzione di terminare il soggiorno in Norvegia di domenica, provate a trovare un hotel che offra il check-out posticipato.

Il campeggio selvaggio è consentito in utmark, cioè aree non sviluppate come le colline, in base al diritto di accesso (allemannsretten). Se viaggiate in auto, trovate un posto dove parcheggiare vicino al vostro campeggio designato può essere difficile.

Nelle strutture ricettive norvegesi non viene richiesto il documento di identità al check-in.

Eventi e feste[modifica]

Festività nazionali[modifica]

Il 17 maggio è il giorno della costituzione e viene celebrato con parate non militari sin dal XIX secolo. Questa è l'unica celebrazione che si tiene nelle strade di tutta la Norvegia.

Le festività principali sono Pasqua, Natale (il 24 dicembre, il 25 dicembre e il 26 dicembre sono tutti considerati giorni festivi) e la "vacanza comune" per tutto luglio. A maggio ci sono diverse festività tra cui il giorno della costituzione (17 maggio) la principale celebrazione nazionale, di per sé un'attrazione.

Molte festività norvegesi vengono celebrate il giorno prima (sabato santo, vigilia di Natale, ecc.). La vigilia di Natale ("julekveld", "julaften"), il capodanno ("nyttårsaften"), il sabato santo ("påskeaften") e il sabato prima di Pentecoste ("pinseaften") i negozi chiudono presto. Il Natale è la festa più tranquilla poiché i norvegesi tradizionalmente stanno a casa con la famiglia e la maggior parte dei servizi è chiusa da mezzogiorno al 27. I norvegesi viaggiano spesso attraverso il paese verso la loro famiglia o a "casa" per Natale. Le scuole sono chiuse dal 23 dicembre fino a gennaio e molti norvegesi sono in vacanza in questo periodo.

La Pasqua è la festa all'aria aperta anche se il Venerdì Santo e la Domenica di Pasqua sono considerati tra i giorni più santi del calendario cristiano. Molti norvegesi sono in vacanza dalla domenica delle Palme al secondo giorno di Pasqua. La Pentecoste è la terza tra le festività ma è rigorosamente osservata da pochi norvegesi. I norvegesi celebrano anche la mezza estate il giorno di San Giovanni il 24 giugno facendo un falò a tarda sera il giorno prima - "St.John's Eve" ("St.Hansaften" o "Jonsokaften"), anche se questo ha origini cattoliche. Tradizionalmente non celebrano Halloween ("Allehelgensaften"), ma dal 2010 circa alcuni hanno copiato la tradizione americana.

La festa del lavoro (1 maggio) è un giorno libero per la maggior parte delle persone e nella maggior parte delle città ci sono alcune sfilate e manifestazioni politiche. Il 17 maggio è una grande festa pubblica, praticamente l'unica in Norvegia. Le bandiere sventoleranno anche l'8 maggio (Giorno della Liberazione) e il 7 giugno (Giorno dell'Indipendenza), ma questi non sono giorni liberi e non ci sono celebrazioni pubbliche (gli eroi vengono onorati il 17 maggio). Il giorno di Capodanno è un giorno libero e le bandiere sventolano negli edifici pubblici.

Data Festività Note
1 gennaio Capodanno Festività internazionale
marzo/aprileDomenica delle Palme
marzo/aprileGiovedì SantoSkjærtorsdag
marzo/aprileVenerdì SantoLangfredag
marzo/aprileDomenica di Pasqua
marzo/aprileLunedì dell'Angeloandre påskedag
1 maggioFesta dei Lavoratori
17maggioFesta NazionaleFesta della Costituzione ("syttende mai"/"syttande mai" - "grunnlovsdag") è considerata la festa nazionale. Si tratta di una festa amichevole con al centro scolari e diplomati delle scuole superiori, e nessuna parata dell'esercito come in altri paesi. I ristoranti e i bar sono generalmente pieni. I visitatori non dovrebbero pianificare viaggi con mezzi pubblici in questa data.
maggioGiovedì dell'AscensioneKristi himmelfart
maggioPentecostepinsedag
24 dicembreVigilia di Natalejuleaften
25 dicembre Natale Festività cristiana che segna la nascita di Cristo
26 dicembreSanto Stefano


Sicurezza[modifica]

Toppa della polizia con il leone d'oro (insegne per le autorità governative)

La Norvegia ha un tasso di criminalità violenta molto basso. I reati più probabili che i turisti possono subire sono le effrazioni d'auto e il furto di biciclette. I borseggiatori tendono anche ad essere un problema crescente nelle aree urbane nella stagione estiva, ma non è ancora come nelle grandi città europee. È sempre una buona idea prendersi cura dei propri effetti personali, questo include non lasciare mai oggetti di valore in vista nell'auto e chiudere a chiave la bicicletta in modo sicuro. È generalmente illegale portare coltelli e armi da fuoco in luoghi pubblici come per strada.

Le donne single non dovrebbero avere problemi, anche se il normale buonsenso è consigliato dopo il tramonto. Durante l'estate c'è piena luce del giorno fino a tarda sera, anche nel sud della Norvegia.

La Norvegia è uno dei paesi al mondo con meno corruzione. La polizia e le altre autorità non possono essere corrotte, i viaggiatori sono caldamente sconsigliati di tentare qualsiasi forma di corruzione.

La Norvegia ha una forza di polizia unificata ("politi"). Le forze di polizia sono l'autorità governativa in aree come criminalità, sicurezza nazionale, incidenti gravi, persone scomparse, controllo del traffico, passaporti e controllo dell'immigrazione. I poliziotti di solito non portano pistole e durante un anno la polizia (l'intera forza di polizia) usa pistole solo una manciata di volte. La maggior parte delle città ha anche parcheggiatori municipali, ma gli assistenti non hanno alcuna autorità oltre a multare e rimuovere i veicoli.

La Norvegia ha molti veicoli elettrici, in particolare nelle città, nel 2019 la maggior parte delle nuove auto erano ibride o completamente elettriche. Queste auto sono molto silenziose e i pedoni dovrebbero usare gli occhi, non le orecchie, quando attraversano strade e strade.

In Norvegia la prostituzione è illegale.

Sicurezza all'aperto[modifica]

I pericoli più insoliti per i visitatori si trovano in natura. Ogni anno, in montagna o in mare, un buon numero di turisti viene ferito, persino ucciso, dopo avvertimenti inascoltati. Ad esempio, non avvicinatevi al fronte di un ghiacciaio, alle grandi onde sulla costa o a una grande cascata a meno che non sappiate cosa state facendo e non camminate sui ghiacciai senza un addestramento e un'attrezzatura adeguati.

Durante le escursioni o lo sci, preparatevi a un improvviso cambiamento del tempo, poiché questi possono verificarsi molto rapidamente in Norvegia. Portate con voi l'attrezzatura di cui potreste aver bisogno. Se non siete sicuri delle condizioni, chiedete alla gente del posto o fate una visita guidata. Per qualsiasi consiglio scritto, assicuratevi di comprendere in che modo la vostra esperienza potrebbe differire da quella prevista, e ad esempio cosa è incluso nelle durate stimate dell'escursione. Ci si aspetta che ve la caviate da soli nella natura selvaggia norvegese, quindi non troverete recinzioni o segnali di avvertimento nemmeno nei luoghi più pericolosi.

Tenete presente che le valanghe sono comuni. A meno che non sappiate esattamente cosa state facendo, rimanete su piste segnalate quando sciate. Se pensate di sapere cosa state facendo, pensateci due volte. 12 persone sono state uccise da valanghe solo nei primi tre mesi del 2011 in Norvegia. Per le misure di sicurezza, vedere di seguito.

Animali selvatici[modifica]

Attenzione: orsi polari. "Si applica a tutte le Svalbard", ma non alla terraferma.

La Norvegia ha pochi animali selvatici pericolosi. Gli incidenti automobilistici con il possente alce o il cervo più piccolo rappresentano la maggior parte dei decessi e dei feriti legati agli animali selvatici. In alcuni distretti rurali si possono vedere pecore, capre, mucche o renne camminare o dormire per strada. A differenza di altri animali selvatici, il bue muschiato nell'area di Dovrefjell non scappa necessariamente dall'uomo, ma forma un perimetro difensivo attorno al gruppo e può attaccare se avvicinato.

Norme e precauzioni specifiche si applicano alle Svalbard, dove non dovreste mai viaggiare fuori Longyearbyen senza che qualcuno nel vostro gruppo porti un'arma. Gli orsi polari alle Svalbard rappresentano una minaccia reale ed estremamente pericolosa per gli impreparati e quasi ogni anno si verificano casi di morte e/o lesioni. Ci sono più orsi polari qui che umani. Le Svalbard sono una fragile e secca tundra artica con ampie parti quasi incontaminate dagli umani. L'attuale raccomandazione è che i visitatori non locali partecipino solo all'organizzazione di tour organizzati. Infrangere la legge, disturbare la fauna selvatica o essere sconsiderati può comportare una multa e/o la cacciata dall'arcipelago. Detto questo, se venite ben preparati e con buon senso, la visita sarà una delle più memorabili che abbiate mai avuto. La natura, il paesaggio e la storia delle Svalbard sono semplicemente mozzafiato.

Come per altri animali selvatici nella Norvegia continentale, non ci sono molto più di alcuni incontri estremamente rari con l'orso bruno e il lupo nella natura selvaggia. Contrariamente alla credenza popolare all'estero, non ci sono orsi polari nella Norvegia continentale, per non parlare di orsi polari che camminano per le strade della città. L'orso bruno scandinavo è pacifico e generalmente scappa dagli umani. In ogni caso è estremamente improbabile che i turisti vedano anche solo uno scorcio di uno dei circa 50 orsi bruni rimasti in Norvegia. I lupi norvegesi non sono pericolosi per l'uomo. In generale, non c'è motivo di preoccuparsi di pericolosi incontri con le bestie feroci in Norvegia.

Il mare e la costa[modifica]

La costa esterna è insidiosa.

L'immensa costa della Norvegia è un'avventura per i visitatori, ma anche una zona pericolosa. Enormi onde che accumulano potenza attraverso il Mare del Nord e l'Atlantico si infrangono su rocce e lastre scivolose lungo la costa esterna. Ogni anno i turisti sono in grave pericolo e, occasionalmente, anche uccisi quando sfidano le grandi onde. Molti turisti lasciano anche le acque riparate e si avventurano in mare aperto su piccole imbarcazioni, ogni anno i turisti vengono soccorsi in mare, alcuni addirittura muoiono. Si noti che i giubbotti di salvataggio sono obbligatori nelle piccole imbarcazioni. I lunghi fiordi interni sono per lo più riparati dalle onde dell'oceano, ma la brezza marina può essere potente e imprevedibile nelle calde giornate estive. La topografia complessa rende il vento imprevedibile. I venti sono in media più forti e frequenti durante l'inverno, ma il mare aperto è insidioso anche in estate.

La marea varia considerevolmente tra le regioni ed è generalmente maggiore più a nord. Nell'Oslofjord e intorno a Kristiansund la differenza tra alto e basso è solo di circa 50 cm. A Bergen quasi 2 metri, Kristiansund a circa 2,5 metri, a Narvik (Nordland) e Vadsø (Est Finnmark) a circa 4 metri. La marea può aumentare durante i forti venti e la bassa pressione. La marea può creare forti correnti negli stretti stretti e nelle bocche dei fiordi (Saltstraumen a Bodø è la più potente del mondo).

Tuttavia, vari tipi di sport acquatici sono molto popolari, come la vela di vario genere, il surf, il canottaggio, la canoa, il kayak, la motonautica, lo sci nautico e così via. Se il tempo e la temperatura sono favorevoli, anche il nuoto all'aperto è popolare.

La Norvegia ha molte traversate in traghetto e altre navi devono cedere ai traghetti. Non uscite in kayak o immergertrvi vicino ai moli e alle rotte dei traghetti per auto. Anche le barche a vela e le piccole imbarcazioni devono cedere alle navi più grandi e alle navi mercantili.

Sciare in montagna[modifica]

Fare escursioni e sciare in montagna durante l'inverno richiede precauzioni. Tempeste di neve e valanghe sono pericolose, si verificano in modo schiacciante e richiedono misure di sicurezza. Pertanto la Norwegian Trekking Association ha compilato il Norwegian Mountain Code (Fjellvettreglene), regole di sicurezza che riducono notevolmente il pericolo.

Ghiacciai[modifica]

I ghiacciai sono belli e affascinanti, ma insidiosi e potenti. Notate la dimensione degli escursionisti rispetto al ghiaccio.

I ghiacciai sono uno dei luoghi più pericolosi per i visitatori. Mai sottovalutare la potenza del ghiacciaio. Osservate i segnali di pericolo. Non avvicinartevi mai alla parte anteriore del ghiacciaio. Osservate i segnali di pericolo e non oltrepassate le recinzioni. La maggior parte dei ghiacciai non ha alcun tipo di segnaletica o recinzione e i visitatori dovrebbero mantenere una distanza generosa. Un ghiacciaio non è un pezzo di ghiaccio stabile, si muove costantemente come un fiume molto lento e grossi pezzi cadono regolarmente. Ci sono innumerevoli ghiacciai in Norvegia e ghiacciai ancora più piccoli e apparentemente insignificanti sono potenti rispetto ai minuscoli umani.

Non entrate in un ghiacciaio senza un'attrezzatura adeguata e una guida locale esperta. I raggi solari vengono riflessi dalla neve bianca, quindi è necessario utilizzare la protezione solare per proteggere la pelle. Portate vestiti caldi per le escursioni sul ghiacciaio.

In strada[modifica]

Se avete intenzione di attraversare le montagne in auto (ad esempio guidando da Oslo a Bergen) nella stagione invernale, è imperativo essere preparati. Le condizioni sono dure. Tenete sempre un pieno di carburante e vestiti caldi, cibo e bevande in macchina. Assicuratevi che i pneumatici siano sufficientemente buoni e adatti alle condizioni invernali (pneumatici invernali chiodati o non chiodati, pneumatici "tutto l'anno" non sono sufficienti) e di avere le capacità sufficienti per guidare in condizioni di neve e freddo. Le strade sono spesso chiuse con breve preavviso a causa delle condizioni meteorologiche. Per consigli sulle condizioni e sulle strade chiuse, chiamate il 175 in Norvegia o controllate i bollettini stradali online (solo in norvegese) delle autorità stradali statali norvegesi. Ricordate che non tutte le zone delle strade sono coperte da telefoni cellulari.

Numeri di emergenza[modifica]

Veicolo della polizia norvegese.

In caso di emergenza si possono utilizzare questi numeri:

  • 110 Vigili del fuoco
  • 112 Polizia
  • 113 Pronto soccorso (ambulanza)
  • 120 Soccorso in mare
  • Per le non emergenze, la polizia deve essere chiamata al 02800 (solo nel paese).
  • Per il trattamento di feriti o malattie gravi (non emergenze) 116117 (solo nel paese).
  • I non udenti che utilizzano un telefono di testo possono contattare i servizi di emergenza tramite 1412.
  • Assistenza stradale. In caso di incidente stradale dovreste chiamare la polizia solo se le persone sono ferite o se l'incidente provoca un ingorgo. La polizia non interverrà se ci sono danni sui veicoli.


Situazione sanitaria[modifica]

Assistenza sanitaria europea[modifica]

Tessera sanitaria italiana (fronte)
Tessera sanitaria europea (retro)

In quanto cittadino dell'Unione europea (UE), se ti ammali inaspettatamente durante un soggiorno temporaneo di vacanza, studio o lavoro in un altro paese dell'UE, hai diritto alle stesse cure mediche disponibili in ogni paese UE. È sempre necessario portare con sé la tessera europea di assicurazione malattia (TEAM) che costituisce la prova fisica del fatto che si è assicurati in un paese dell'UE. Tuttavia se non hai la tessera con te o non sei in grado di usarla (come nei casi di assistenza privata), hai sempre diritto alle cure, ma sei obbligato a pagare subito le spese salvo poi chiedere il rimborso al tuo rientro.

I paesi in cui è prevista la copertura sanitaria sono tutti quelli aderenti all'Unione europea (Austria, Belgio, Bulgaria, Cipro, Croazia, Danimarca, Estonia, Finlandia, Francia, Germania, Grecia, Irlanda, Italia, Lettonia, Lituania, Lussemburgo, Malta, Paesi Bassi, Polonia, Portogallo, Repubblica Ceca, Romania, Slovacchia, Slovenia, Spagna, Svezia, Ungheria), quelli dello Spazio economico europeo (Islanda, Liechtenstein, e Norvegia), la Svizzera e alcuni territori d'oltremare.

Si ricorda che l'assistenza sanitaria non include eventuali operazioni di salvataggio e rimpatrio per cui sarà utile stipulare un'assicurazione di viaggio specifica e l'assistenza sanitaria presso strutture private.

  • La qualità dell'acqua in Norvegia è adeguata e per lo più buona o molto buona. A differenza dell'Europa continentale, la maggior parte dell'acqua del rubinetto in Norvegia proviene da acque superficiali come fiumi e laghi, tipicamente nelle colline sopra le città. A differenza delle acque sotterranee, le acque superficiali sono per lo più povere di calcio e raramente dure. L'acqua del rubinetto è sempre potabile (tranne su barche, treni, ecc.) e in generale non è necessario acquistare acqua in bottiglia (infatti, l'acqua in bottiglia spesso proviene dalla stessa fonte dell'acqua del rubinetto). In montagna, l'acqua di ruscelli e fiumi è generalmente potabile e spesso di alta qualità, ma è necessario un po' di buon senso per giudicare la fonte.
  • L'igiene nelle cucine pubbliche è molto buona e l'intossicazione alimentare accade raramente ai turisti.
  • In Norvegia può fare relativamente caldo in estate, ma preparatevi a portare vestiti caldi (maglione, giacca antivento/impermeabile), poiché potrebbero tornare utili. È difficile prevedere il tempo e in estate potreste subire forti cambiamenti climatici durante il soggiorno.
  • I turisti che fanno escursioni in alta montagna (sopra il bosco) dovrebbero portare abbigliamento sportivo per temperature fino allo zero (0 °C) anche in estate. Pioggia e vento forte possono verificarsi in qualsiasi momento aggiungendo un effetto rinfrescante.
  • La Norvegia ha un'alta densità di farmacie. Spray nasali e antidolorifici standard (paracetamolo, aspirina) possono essere acquistati anche nei negozi di alimentari e nelle stazioni di servizio.
  • Non sottovalutate la potenza del sole nordico! Il sole non è generalmente forte come nell'Europa meridionale, ma l'aria è spesso molto limpida e pulita e i livelli di UV possono essere piuttosto elevati nonostante il sole basso, soprattutto in alta montagna. Questo a volte si applica anche con tempo nuvoloso. I campi di neve e le superfici dell'acqua moltiplicano la radiazione. E in condizioni fresche (basse temperature o vento) non sentite che il sole brucia la pelle. Portate gli occhiali da sole quando andate in alta montagna, quando andate a sciare in primavera e quando andate al mare.

Animali e insetti[modifica]

Una zecca
  • Nella Norvegia meridionale ci sono le zecche (flått) in estate. Possono trasmettere la malattia di Lyme (borreliosi) o la TBE (encefalite da zecche) attraverso un morso. Entrambi possono essere molto seri. Le aree a rischio di TBE si trovano principalmente lungo la costa da Oslo a Trondheim. Sebbene gli incidenti siano relativamente rari e non tutte le zecche siano portatrici di malattie, è consigliabile indossare pantaloni lunghi piuttosto che pantaloncini se si prevede di camminare in aree erbose fitte o alte (l'habitat abituale delle zecche). È possibile acquistare in farmacia speciali pinzette per zecche che possono essere utilizzate per rimuovere una zecca in modo sicuro se si viene morsi. Dovreste rimuovere la zecca dalla pelle il prima possibile e preferibilmente con le pinzette per zecche per ridurre i rischi di contrarre un'infezione. Se la puntura di zecca inizia a formare anelli rossi sulla pelle circostante o se si verificano altri sintomi relativi al morso, dovreste andare da un medico il prima possibile. Poiché le zecche sono nere, si trovano più facilmente se indossete abiti luminosi. Si consiglia di ispezionare la pelle dopo una giornata fuori, in particolare sui bambini. I cani che corrono nell'erba e nei cespugli spesso attirano molte zecche.
  • C'è un solo tipo di serpente velenoso in Norvegia: la vipera europea (hoggorm), che ha un distinto motivo a zig-zag sul dorso. Il serpente non è molto comune, ma vive in tutta la Norvegia fino al circolo polare artico (ad eccezione delle montagne più alte e delle zone poco soleggiate). Sebbene il suo morso non sia quasi mai pericoloso per la vita (tranne che per i bambini piccoli e le persone allergiche), prestare attenzione in estate soprattutto quando si cammina nei boschi o nei campi aperti. La vipera può anche mordere le mani piegate per raccogliere frutti di bosco o funghi. Se venite morsi da un serpente, cercate assistenza medica. La probabilità di essere morsi è comunque molto piccola, poiché la vipera è molto timida.

Suggerimenti[modifica]

Per lesioni e malattie lievi, recarsi presso il "Legevakt" locale (pronto soccorso/medico che visita i pazienti senza appuntamento) 116 117 (solo nel paese). Nelle città si tratta in genere di un servizio municipale situato in posizione centrale, preparatevi ad aspettare diverse ore. Nei distretti rurali in genere è necessario contattare il "medico distrettuale" di turno. Per informazioni sulle tossine (da funghi, piante, medicinali o altri prodotti chimici) chiamare l'Ufficio nazionale di informazioni sulle tossine al numero +47 22 59 13 00

Rispettare le usanze[modifica]

In Norvegia vige il divieto di fumo su tutti i mezzi di trasporto pubblico, edifici pubblici, aree comuni degli alberghi, ristoranti, bar e centri commerciali.

I norvegesi sono generalmente di mentalità aperta e tolleranti e ci sono poche cose da fare e da non fare che i visitatori stranieri devono tenere a mente. Semmai, è importante tenere a mente che la Norvegia è forse il paese più egualitario del mondo. Comportarsi in un modo che suggerisca che una delle parti sia inferiore o superiore è considerato eccezionalmente scortese e l'ostentazione della ricchezza o del rango (se presente) è disapprovata. La maggior parte dei norvegesi gestirà le incomprensioni o i commenti eventualmente offensivi in ​​modo amichevole e quasi tutti risponderanno bene ai complimenti rivolti al paese in generale.

Tuttavia, molti norvegesi possono essere scambiati per essere un po' scortesi e inospitali, perché possono essere molto diretti e le chiacchiere generalmente non sono facili. Questa è solo una questione di cultura; entrare in contatto con estranei, come parlare con gli altri passeggeri sull'autobus, è raro. Questo non vale per i viaggi in treno, o fuori dalle grandi città dove si parlerà di chiacchiere sulla base della curiosità. Durante le escursioni in remote terre selvagge, è consuetudine parlare con estranei sullo stesso sentiero.

Imprecare è relativamente comune e accettato in molte parti del paese. Le parolacce appaiono regolarmente nelle trasmissioni pubbliche e non sono censurate. I visitatori stranieri possono riconoscere alcune parolacce dall'inglese o da altre lingue. Alcune cattive parole norvegesi suonano molto simili alle parole inglesi. I visitatori dovrebbero tuttavia evitare tali parole poiché esiste un'ampia varietà di parole che i locali trovano accettabili.

Saluto[modifica]

Il maestro di scacchi Magnus Carlsen saluta il suo avversario.

Il norvegese come lingua è molto semplice. L'uso un tempo comune del pronome educato è oggi estremamente raro, così come le frasi e le parole educate nelle situazioni quotidiane, quindi non offendertevi se un norvegese che parla una lingua straniera usa una lingua molto familiare. L'uso del linguaggio informale si applica anche durante gli acquisti, il check-in in hotel e simili, ma non aspettatevi chiacchiere neanche in quelle situazioni. Il norvegese non ha qualcosa che corrisponda direttamente a per favore (tedesco bitte), alcuni potrebbero dire unnskyld (mi scusi) per richiamare la vostra attenzione. D'altra parte, esprimere grazie è importante in Norvegia, questo accade in molte situazioni. Ad esempio, dopo aver servito il cibo in una casa privata, è consuetudine dire grazie per il pasto (takk for maten), nelle occasioni più formali il "grazie" è spesso accompagnato da una stretta di mano. Ad esempio, dopo aver mangiato o viaggiato insieme, alcuni norvegesi ringraziano per la buona compagnia. Molti norvegesi esprimono anche un ringraziamento per l'ultima volta che ci siamo incontrati, ad esempio pochi giorni dopo esserci incontrati a una festa.

La cultura norvegese in generale è molto informale e di solito si rivolgono solo per nome, tranne forse nelle riunioni ufficiali. Soprannomi standard come "Bob" e "Robert" sono usati raramente e non possono essere assunti. I norvegesi non si rivolgono con titoli formali come "Dott.", "Mr." o "Signora". La cultura informale non è equivalente a quella delle parti meridionali dell'Europa; presentarsi in ritardo alle riunioni è considerato scortese, così come parlare ad alta voce, essere troppo personali con gli estranei, toccare qualcuno senza una buona ragione e perdere la pazienza. Gli sfoghi in pubblico sono considerati imbarazzanti. Una stretta di mano ferma ma breve è lo stile di saluto standard; baciare o abbracciare le guance non sono tradizionalmente usati tra estranei. Gli anziani e gli infermi possono stringere la mano seduti o sdraiati, altri dovrebbero alzarsi in piedi durante i saluti. È consuetudine togliersi le scarpe quando si entra in una casa norvegese, in inverno questa è spesso una necessità, entrare nella vita di qualcuno con le scarpe addosso è considerato irrispettoso. Le condoglianze si esprimono con una salda stretta di mano, in un funerale spesso non servono parole.

La reputazione dei norvegesi di essere freddi e inospitali potrebbe essere il risultato di un codice di condotta non scritto sorprendentemente complesso con molte apparenti contraddizioni. Per esempio; mentre è molto raro entrare in contatto con estranei sui mezzi pubblici come gli autobus, è vero il contrario quando si incontrano norvegesi in attività all'aperto come l'escursionismo o lo sci: ci si aspetta di salutare un compagno escursionista o sciatore, non farlo è spesso considerato piuttosto scortese. Un altro fenomeno che spesso confonde gli stranieri è il ruolo dell'alcol nelle interazioni sociali. È meglio spiegato come il grasso che consente ai norvegesi di incontrarsi e di entrare in contatto senza troppi attriti, sempre con eccezioni. Fortunatamente, i turisti sono esentati dalla maggior parte o da tutte le norme sociali e i norvegesi in generale sono abbastanza consapevoli e divertiti delle contraddizioni nelle loro norme sociali.

In natura[modifica]

È sempre più popolare tra i visitatori costruire ometti di pietra nella natura selvaggia, lungo le spiagge rocciose e sui passi di montagna. Gli ometti di pietra sono usati per segnalare i sentieri e possono infatti essere fuorvianti per gli escursionisti. I visitatori che costruiscono tumuli spesso raccolgono pietre dai recinti di pietra; alcuni sono in realtà patrimonio culturale, altri sono in uso per le renne, le pecore o le mucche. È infatti illegale alterare la natura in questo modo, anche solo con un semplice sasso.

Argomenti sensibili[modifica]

L'attacco terroristico del 22 luglio 2011 è un trauma nazionale, superato solo dalla seconda guerra mondiale. L'evento del 2011 è una questione delicata per il pubblico e i visitatori dovrebbero affrontare l'argomento con attenzione. L'isola di Utøya non è aperta ai visitatori generici. Il luogo della bomba si trova nel mezzo di Oslo e può essere visitato da chiunque. Anche la seconda guerra mondiale (di solito chiamata "la guerra"), la religione e la razza sono questioni delicate. Mentre la Norvegia è stata principalmente una vittima della guerra e ricordata in un contesto patriottico, ci sono anche questioni complicate come la collaborazione con gli occupanti nazisti e l'Olocausto. "Razza" non è un termine accettato e l'uso del termine può essere percepito come razzista.

Patriottismo[modifica]

Parata dei bambini a Trondheim nel giorno della Costituzione

I norvegesi possono essere percepiti come un po' nazionalisti. È comune usare la bandiera nelle celebrazioni private (come anniversari e matrimoni) e molti la sventoleranno anche nei giorni festivi. La maggior parte dei norvegesi parlerà calorosamente del proprio paese, in particolare di argomenti come la natura e il successo economico del paese. Il 17 maggio, giorno della costituzione, può forse essere un po' opprimente per gli stranieri, poiché il paese è coperto di bandiere, i cittadini si vestono con i loro abiti più belli e festeggiano tutto il giorno. Il nazionalismo norvegese è tuttavia generalmente un'espressione di apprezzamento per vivere in una comunità di successo, non aggressiva in alcun modo. Il giorno della costituzione, vestitevi e provate a dire gratulerer med dagen (letteralmente "congratulazioni per la giornata") a chiunque incontri, e probabilmente otterrete lo stesso in risposta e vedrete molti sorrisi, anche se non siete affatto norvegese. I norvegesi sono orgogliosi del fatto che le parate del giorno della costituzione siano composte da scolari e famiglie invece che da truppe militari. Il 17 maggio è una celebrazione della costituzione del 1814 che stabilì la Norvegia come democrazia liberale, la costituzione è ancora in vigore, come una delle più antiche costituzioni democratiche scritte (superata da quella degli Stati Uniti). La Norvegia ha condiviso il monarca con la Svezia fino al 1905 mentre la Norvegia era governata secondo la costituzione del 1814.

La Norvegia ha un'amichevole rivalità con i suoi vicini, in particolare la Svezia, i cui abitanti sono oggetto di molte battute. I commenti sulla superiorità della Norvegia sono molto apprezzati. Nonostante la complicata storia politica, Norvegia, Svezia e Danimarca intrattengono relazioni strette e amichevoli a livello politico e personale. Le frontiere sono aperte dal 1950.

Numeri tempo e date[modifica]

"08-18" significa parcheggio dalle 8 del mattino alle 6 del pomeriggio.

Come molti paesi, i norvegesi in genere utilizzano il sistema dell'orologio di 12 ore e il sistema di 24 ore per iscritto, stampa, segni e orari. I norvegesi non usano PM/AM per indicare la mattina o il pomeriggio e potrebbero non avere familiarità con questa convenzione. In norvegese "mezzo dieci" ("halv ti") significa nove e mezza, quando si parla con una persona che non parla correntemente l'inglese è meglio non usare questo modulo per evitare malintesi. I norvegesi si riferiscono all'inizio della giornata come "mattina" ("morgen", tipicamente dalle 06:00 alle 09:00 circa), mentre le ore fino a mezzogiorno sono "prima di mezzogiorno" ("formiddag"). Negozi, banche e uffici non chiudono a pranzo.

Le date possono essere abbreviate in diversi modi, ma l'ordine è sempre GIORNO-MESE-ANNO, ad esempio 12.7.17 o 12.07.17 è sempre 12 luglio 2017 (anche 120717 e 12/7-17 sono comuni, ma considerati come forme errate). Il lunedì è considerato il primo giorno della settimana, mentre la domenica è l'ultimo. Negli orari, i giorni feriali sono quindi spesso indicati dai numeri da 1 (lunedì) a 7 (domenica). I calendari norvegesi indicheranno anche il numero della settimana da 1 a 53. Gli orari dei trasporti pubblici usano spesso abbreviazioni come "Dx67", che significa "ogni giorno tranne il sabato e la domenica".

La Norvegia utilizza solo il sistema metrico. Un miglio norvegese, 'mil', è pari a 10 km. Non c'è praticamente alcuna conoscenza delle misure imperiali o statunitensi. Pochi norvegesi saranno in grado di convertire da Celsius (Centigradi) a Fahrenheit e le previsioni meteorologiche utilizzano unità metriche.

In norvegese di solito non esiste il concetto di piano terra come nel Regno Unito (o "Erdgeschoss" in tedesco), invece il livello di ingresso di un edificio è chiamato primo piano ("første etasje" o etichettato zero, 0) come negli Stati Uniti. I livelli vengono quindi contati 1, 2, 3 ecc. Gli edifici con più livelli sotterranei possono utilizzare -1 (primo piano interrato) e -2 (piano interrato inferiore).

Come restare in contatto[modifica]

Poste[modifica]

Simbolo postale norvegese

Gli uffici postali sono generalmente aperti da lunedì a venerdì dalle 09.00 alle 16.00, e il sabato dalle 10.00 alle 13.00. Anche nei rifugi di montagna più remoti, purché siano presidiati, di solito potete inviare una cartolina. Alcuni negozi di alimentari offrono servizi postali limitati e i francobolli sono disponibili nella maggior parte delle librerie e dei chioschi. Le cassette postali sono rosse o gialle e si trovano in tutta la città. Le caselle gialle sono solo per la posta locale, se non sei sicuro usa la casella rossa. Tutte le cassette postali, gli uffici postali e i negozi di alimentari che offrono servizi postali sono contrassegnati dall'emblema del servizio postale norvegese, un corno stilizzato rosso o argento e la parola Posten.

Telefonia[modifica]

Roaming europeo

Dal 15 giugno 2017 è stato introdotto il cosiddetto "roaming europeo" che consente a tutti i possessori di SIM appartenente ad una delle nazioni europee aderenti di mantenere le stesse condizioni tariffarie del paese di provenienza.

Le telefonate, gli SMS e la navigazione Internet sono valide in tutti i paesi europei senza alcun sovrapprezzo, salvo che esso non sia stato autorizzato dalle autorità nazionali (tipicamente operatori minori) o si superi la soglia (che si innalza di anno in anno) dei GB di dati non sovrapprezzabili; per utilizzare il servizio è sufficiente attivare l'opzione roaming del proprio cellulare.

Gli Stati aderenti sono: quelli dell'Unione europea (Austria, Belgio, Bulgaria, Cipro, Croazia, Danimarca, Estonia, Finlandia, Francia, Germania, Grecia, Irlanda, Italia, Lettonia, Lituania, Lussemburgo, Malta, Paesi Bassi, Polonia, Portogallo, Repubblica Ceca, Romania, Slovacchia, Slovenia, Spagna, Svezia, Ungheria), quelli dello Spazio economico europeo (Islanda, Liechtenstein e Norvegia) e alcuni territori d'oltremare (Martinica, Gibilterra, Guadalupa, Saint Martin, Guyana Francese, La Riunione, Mayotte, Isole Canarie).

I prefissi non sono più in uso nei numeri di telefono norvegesi. I numeri di telefono sono normalmente di otto cifre, alcuni numeri speciali possono essere di tre, quattro o cinque cifre. In ogni caso dovreste sempre comporre tutte le cifre per effettuare una chiamata. Il prefisso internazionale della Norvegia è +47. Se chiamate all'estero da rete fissa, digitate 00 prima del prefisso internazionale e del numero di telefono.

Telenor, NetCom, Network Norway sono i principali operatori di telefonia mobile in Norvegia.

Esistono due tipi di cabine telefoniche. Quelle rosse accettano schede telefoniche, monete da 1, 5, 10 e 20 NOK, 0,50, 1 e 2 €, e alcune carte di credito; mentre quelle blu funzionano con le schede e le carte di credito.

La copertura dei telefoni cellulari è universale nelle aree urbane e generalmente buona anche nelle zone rurali della Norvegia, anche se a volte alcune zone rurali delle valli potrebbero essere scarsamente coperte.

Internet[modifica]

La maggior parte delle famiglie norvegesi è connessa a Internet in qualche modo (spesso a banda larga), rendendo difficile trovare cybercafé al di fuori delle grandi città, a causa della domanda relativamente bassa. Si può accedere gratis alla rete dalla maggior parte delle biblioteche e anche nelle adiacenze di istituti scolastici, ma con un numero limitato di computer e orari di apertura limitati.

Dal canto loro, i 3 operatori di telefonia mobile norvegesi menzionati dianzi propongono piani di accesso alla rete a prezzi modici così, se avete Skype o un softphone installato nel vostro netbook, potrete chiamare i fissi (non i cellulari italiani) a prezzi irrisori. Il prezzo della chiavetta per collegarsi a Internet vi stupirà per quanto è basso.

Se portate un laptop con una connessione wireless, troverete zone Internet wireless praticamente ovunque (distributori di servizio, negozi di alimentari, centri città, caffè, centri commerciali, hotel, ecc.) Preparatevi a pagare per questo servizio però. Non è raro che gli hotel dispongano di un terminale ad uso degli ospiti. Circa il 60% dei campeggi dispone di Internet Wi-Fi, ma se per voi è fondamentale, è meglio chiedere prima di pagare.

Telenor (fornitore nazionale di telecomunicazioni) vende carte SIM prepagate per 49 kr, fornendo un accesso a Internet 4G veloce con un limite di 20 kr al giorno. La velocità viene ridotta dopo 1 GB in un mese, senza possibilità di estensione, quindi non è consigliato per i viaggiatori con un utilizzo intenso. I negozi Telenor (compreso quello in aeroporto) chiedono 199 kr per questa carta SIM (e alcuni dipendenti del negozio vi avvertiranno persino di evitare per questi motivi), tuttavia potete acquistarla nei minimarket per 49 kr. L'attivazione online richiede un documento d'identità norvegese, tuttavia i negozi Telenor possono farlo immediatamente gratuitamente per gli stranieri su presentazione del passaporto.

Telia è l'altro principale fornitore in Norvegia che vende SIM prepagate ai visitatori. Offrono pacchetti iniziali per 99 kr, comprese chiamate e SMS a livello nazionale, nonché 250 MB di dati validi per 14 giorni. Ulteriori ricariche sono sotto forma di bundle combo che costano 3 GB per 249 kr, 6 GB per 329 kr, 10 GB per 399 kr, 15 GB per 449 kr e 30 GB per 529 kr con voce e testo illimitati. È anche possibile acquistare 1 GB per 99 kr, 5 GB per 199 kr e 10 GB per 299 kr senza voce o SMS. Tutti i pacchetti di ricarica sono validi per 31 giorni. Queste indennità sono valide anche in qualsiasi paese dell'UE/SEE, in Svizzera e nel Regno Unito, quindi se iniziate in Norvegia e il vostro viaggio include più paesi, può valere la pena acquistare più dati in anticipo a un costo per GB inferiore. C'è anche un componente aggiuntivo Music Freedom che consente l'utilizzo illimitato dei dati per Spotify, Apple Music,

Esistono anche altri provider che utilizzano la rete Telia o Telenor, come MyCall e Chilimobil, ma questi richiedono un processo di registrazione più complesso in quanto non dispongono di negozi propri. Invece, il negozio dove acquisti la SIM ti farà compilare un modulo di registrazione cartaceo, prendere una copia del tuo passaporto e inviare via fax la documentazione al provider, che elaborerà la tua richiesta di attivazione. Questa operazione può richiedere del tempo rispetto all'attivazione istantanea con Telenor o Telia.

Tenersi informati[modifica]

Radio[modifica]

Per gli stranieri abituati ad ascoltare la radio FM, la Norvegia sta diventando una sfida. Nel corso del 2017 la principale rete FM è stata chiusa e le stazioni radio più grandi vengono trasmesse solo via Internet, rete via cavo o DAB+ (Digital audio broadcasting). Tuttavia, la maggior parte delle auto a noleggio norvegesi ha un'autoradio DAB +. Ci sono circa 30 stazioni DAB+ nazionali, che trasmettono musica per tutti i gusti. Circa la metà sono fornite dall'emittente pubblica NRK, il resto è finanziato commercialmente. Le stazioni radio locali trasmettono ancora in FM, ma hanno una portata limitata e scompaiono rapidamente quando si guida fuori dalle aree urbane. Le trasmissioni FM e DAB + sono solo in norvegese. Le uniche eccezioni sono la stazione di notizie di NRK Alltid Nyheterche ritrasmette BBC World Service in inglese di notte, nonché alcuni programmi e servizi della radio svedese e NRK Sápmi che trasmette in Sami .

Altri progetti


Stati d'Europa
EuropeContour coloured.svg

bandiera Albania · bandiera Andorra · bandiera Armenia[1] · bandiera Austria · bandiera Azerbaigian[2] · bandiera Belgio · bandiera Bielorussia · bandiera Bosnia ed Erzegovina · bandiera Bulgaria · bandiera Cipro[1] · Blank.pngbandieraBlank.png Città del Vaticano · bandiera Croazia · bandiera Danimarca · bandiera Estonia · bandiera Finlandia · bandiera Francia · bandiera Georgia[2] · bandiera Germania · bandiera Grecia · bandiera Irlanda · bandiera Islanda · bandiera Italia · bandiera Lettonia · bandiera Liechtenstein · bandiera Lituania · bandiera Lussemburgo · bandiera Macedonia del Nord · bandiera Malta · bandiera Moldavia · bandiera Principato di Monaco · bandiera Montenegro · bandiera Norvegia · bandiera Paesi Bassi · bandiera Polonia · bandiera Portogallo · bandiera Regno Unito · bandiera Repubblica Ceca · bandiera Romania · bandiera Russia[3] · bandiera San Marino · bandiera Serbia · bandiera Slovacchia · bandiera Slovenia · bandiera Spagna · bandiera Svezia · bandiera Svizzera · bandiera Ucraina · bandiera Ungheria

Stati de facto indipendenti: bandiera Abcasia[2] · bandiera Artsakh[1] · bandiera Cipro del Nord[1] · Donetsk People's Republic flag.png Doneck · bandiera Kosovo · Nouveau drapeau Lougansk.svg Lugansk · bandiera Ossezia del Sud[2] · bandiera Transnistria

Dipendenze danesi: bandiera Fær Øer

Dipendenze britanniche: Regno UnitoRegno Unito (bandiera) Akrotiri e Dhekelia[1] · bandiera Gibilterra · bandiera Guernsey · bandiera Jersey · bandiera Isola di Man

Stati marginalmente europei: bandiera Kazakistan[3] (Atyrau, Kazakistan Occidentale) · bandiera Turchia[3] (Tracia orientale)

  1. 1,0 1,1 1,2 1,3 1,4 Stato o dipendenza fisicamente asiatico ma generalmente considerato europeo sotto il profilo antropico
  2. 2,0 2,1 2,2 2,3 Stato con territorio del tutto o in parte in Asia secondo le diverse convenzioni geografiche
  3. 3,0 3,1 3,2 Stato con la maggior parte del proprio territorio in Asia
StatoUsabile: l'articolo rispetta le caratteristiche di una bozza ma in più contiene abbastanza informazioni per dare un'idea generale sullo Stato. Offre informazioni sulla cultura e sulle principali attrazioni presenti.