Scarica il file GPX di questo articolo

Brasile

Da Wikivoyage.
America del Sud > Brasile
Brasile
Praia do Mucuripe a Fortaleza
Localizzazione
Brasile - Localizzazione
Stemma e Bandiera
Brasile - Stemma
Brasile - Bandiera
Capitale
Governo
Valuta
Superficie
Abitanti
Lingua
Religione
Elettricità
Prefisso
TLD
Fuso orario
Sito web

Brasile (in portoghese Brasil) è la più estesa nazione del continente sudamericano.

Da sapere[modifica]

Famoso per la sua tradizione calcistica e per i carnevali di Rio de Janeiro e di Salvador, il paese è caratterizzato da una grande diversità sotto ogni aspetto. Si passa dal complesso mosaico urbano di San Paolo all'intensa energia di stati come Pernambuco e Bahia, per terminare nella selvaggia foresta pluviale dell'Amazzonia o in luoghi naturali spettacolari come le imponenti cascate dell'Iguaçu al confine con l'Argentina. In Brasile c'è veramente molto da vedere!

Cenni storici[modifica]

Fino al 1500, il Brasile è stato abitato solo da popolazioni indigene, in particolare dalle etnie Tupi e Guarani. I veri insediamenti dei Portoghesi nacquero solo alla fine di quel secolo per l’estrazione del prezioso legno pau-brasil da cui deriva il nome della nazione. I secoli successivi videro un progressivo sfruttamento delle risorse naturali del territorio, in particolare oro e gomma, a cui si è affiancata un’economia basata sull'agricoltura (coltivazioni di zucchero e caffè), lo schiavismo con migliaia di africani deportati nel nuovo mondo. Nel frattempo è continuata l’opera di cristianizzazione (e sterminio) delle popolazioni indigene, mentre durante il XIX secolo c’è stata una seconda ondata di immigrazione degli europei (in particolare italiani e tedeschi) che è andata a contribuire a tutta una serie di fattori che hanno di fatto creato la complessa e variegata società brasiliana attuale.

Dopo tre secoli di dominio portoghese, il Brasile divenne indipendente il 7 settembre 1822. Il paese ha attraversato anche due decenni (1964-1988) di intervento militare nelle questioni governative per raggiungere poi un regime democratico affrontando le sfide di crescita industriale e agricola e di sviluppo nelle regioni interne. Grazie allo sfruttamento delle enormi risorse naturali e una enorme forza-lavoro il Brasile oggi è la principale potenza economica e politica del Sudamerica. Nonostante questo rimane un paese con ampie differenze sociali tra classi abbienti e sacche di estrema povertà, cosa che inevitabilmente porta ad un alto tasso di criminalità, specie nelle città più grandi.

Dopo 20 anni di democrazia il paese è cresciuto e prospera. I problemi sociali continuano, ma questo non cambia l’atteggiamento e lo stile di vita allegro dei brasiliani.

Lingue parlate[modifica]

La lingua ufficiale è il portoghese, parlato da tutta la popolazione (tranne alcune tribù indigene in aree remote e in generale i nuovi arrivati). Il portoghese-brasiliano ha alcune differenze di pronuncia rispetto alla variante parlata in Portogallo, ma la comprensione è reciproca. Tuttavia il portoghese europeo (Luso) è di più difficile comprensione per un brasiliano che non il contrario dato che molti programmi televisivi brasiliani sono trasmessi anche in Portogallo.

Fate però attenzione alle parole con significato diverso: per esempio "Rapariga" in Portogallo significa ragazza, mentre in Brasile significa prostituta.

Il linguaggio del corpo[modifica]

I brasiliani fanno abbondante uso di espressioni gestuali nel comunicarsi ed il significato di certe parole o frasi ne possono essere influenzati.

Il pugno chiuso col pollice diretto verso l'alto è universalmente usato per esprimere assenso e/o accettazione.

Il gesto tipico americano di OK ha in Brasile un significato con connotazioni erotico-sessuali aberranti per cui è consigliabile evitarlo per quanto possibile e continuare ad usare il pollice eretto.

Il movimento circolare dell'indice attorno al padiglione auricolare (da molti europei interpretato come "ti chiamano al telefono") significa "sei impazzito"!?.

Far schioccare le dita (che i francesi usano per indicare un costo eccessivo) è qui usato come espressione di "tempi lunghi, eccessivi".

Toccarsi il palmo della mano col pollice della contromano in un movimento circolare ha il significato di "sono stato derubato"e in certi casi "il prezzo è un furto".

Aprire e chiudere la mano in significato di "ciao!" in Brasile è usato per sollecitare chi osserva ad avvicinarsi.

Un gesto informale per chiamare l'attenzione di qualcuno (simile al fischio in altre culture) è un suono sibilato uguale a quello che gli italiani amano emettere per chiamare l'attenzione di belle fanciulle ("psssiu"). In questo modo in Brasile si chiamano i camerieri. Ma non esagerate per non essere tacciati di "rompiscatole". Allo stesso modo si chiamano i gatti.

Per indicare l'altezza da terra, anziché stendere la mano col palmo rivolto verso il suolo, i brasiliani usano unire le dita volgendo il palmo lateralmente.

Cultura e tradizioni[modifica]

Le dimensioni continentali del paese, la sua varietà geografica e il suo mosaico etnico implicano una diversificazione culturale notevole. Esistono differenze sostanziali da regione a regione, tali che esse potrebbero costituire nazioni separate. A tenerle unite è la lingua portoghese nella sua variante brasiliana. Parlata ovunque, la lingua portoghese costituisce un potente fattore di coesione nazionale.

La Musica è una componente essenziale dell'identità brasiliana. Ritmi come choro, samba, bossa nova e forrò sono considerati tipicamente brasiliani. La musica Caipira ha le radici nel sertanejo (l'equivalente brasiliano della musica "country"). MPB è l'acronimo che indica la musica popolare brasiliana che in realtà è formata da diversi stili. Forró, una musica allegra tipica del nord-est, è molto comune in tutto il paese. Tra i generi più urbani vanno ricordati il funk - tipico delle favelas di Rio, dall'unione di ritmi elettronici e rap - e techno-brega, molto apprezzata nel nord, in cui si uniscono il pop, la musica dance e i ritmi caraibici.

La capoeira è l'unione di arti marziali, musica, danza e gioco e venne portata in Brasile dagli schiavi africani. È caratterizzata da movimenti rapidi e acrobatici accompagnati dalla musica e si può vedere in tutte le città.

Candomble e Umbanda sono delle religioni di origine africana sopravvissute ai pregiudizi e alle persecuzioni e hanno ancora un discreto seguito nel paese. I loro luoghi di culto si chiamano terreiros e molti sono aperti ai visitatori e turisti.

Tratti indigeni si riscontrano ovunque nella cultura brasiliana, dalla cucina alla lingua. Ci sono ancora diverse tribù indigene che vivono in ogni regione del Brasile anche se ormai molte di queste soon state pesantemente influenzate dallo stile di vita occidentale, e molte delle lingue e culture locali corrono il rischio di sparire per sempre. Lo stile di vita e le espressioni artistiche della tribù dei Wajãpi, dello Stato di Amapá, sono considerati un capolavoro [1] da parte dell'UNESCO.

La televisione gioca un ruolo molto importante nella formazione dell'identità nazionale brasiliana. Circa 9 famiglie su 10 posseggono una TV che resta il mezzo principale per la diffusione di notizie e intrattenimento per i brasiliani, seguita dalla radio. Tra i programmi generalmente seguiti ci sono sport, film, notizie locali e nazionali e le telenovelas che sono esportate in numerosi paesi di tutto il mondo.

La gente[modifica]

Nel corso della sua storia il Brasile ha accolto e apprezzato diversi popoli e culture. L'assenza del puritanesimo tipico del colonialismo olandese e britannico ha fatto sì che il paese diventasse un melting pot di gruppi etnici molto diversi tra loro, mitigando i pregiudizi e i conflitti razziali (anche se ci sono stati lunghi periodi di schiavismo e il genocidio della popolazione indigena). Oggi però le popolazioni afroamericane e gli amerindi sono più coscienti dei propri diritti civili e della loro ricca tradizione culturale.

In generale, i Brasiliani sono un popolo che ama il divertimento. Mentre nella zona sud possono sembrare più freddi e tranquilli da Rio a nord la gente semplicemente ama godersi la vita, in quel modo che un po' è diventato il cliché classico quando si pensa al Brasile, tanto che qualcuno potrebbe dire che birra, calcio, samba e grigliate è tutto quello che desiderano.

In Brasile praticamente tutti sanno ballare e hanno tutti un ottimo rapporto col proprio corpo. Quando si parlano tendono a stare molto vicini ed è frequente che si tocchino le spalle o le braccia, molto simile agli italiani e molto differenti dagli americani o dai popoli del nord Europa. Non è mancanza di cortesia, è solo il costume locale.

La società brasiliana presenta molti tratti positivi come l'amicizia, l'ospitalità e l'onore e ha un'alta considerazione della famiglia e delle relazioni sociali. Questo potrebbe portare alcune persone a pensare che i brasiliani sono un popolo simpatico (in un modo molto particolare) in quanto per molti di loro la cosa più importante quando si tratta di altre persone può essere la distinzione tra le persone conosciute e sconosciute. Sono molto aperti, amichevoli e a volte generosi con persone appena incontrate o di cui conoscono solo il nome. Una volta presentati un brasiliano potrebbe trattarvi come il suo migliore amico, almeno fino a quando non gli venga data una ragione per non farlo. Questo può avere un impatto gradevole, ma significa anche che gli stranieri non sempre ricevono lo stesso trattamento speciale come gente del posto. Nonostante tutto i Brasiliani sono conosciuti per essere tra le persone più ospitali del mondo e gli stranieri in genere sono trattati con rispetto e spesso con autentica ammirazione.

Il comportamento con gli stranieri può essere soggetto anche a differenze regionali:

  • Nello Stato del Rio Grande do Sul gli argentini a volte sono visti con diffidenza, ma nel vicino Stato di Santa Catarina i turisti di lingua spagnola sono accolti con cartelli bilingui.
  • A Salvador, la città più grande del nord-est, a chiunque parli, si atteggi o sembri un turista viene fatto pagare di più in posti come ristoranti, parcheggi, eccetera.

Anche se le radici della cultura brasiliana sono europee (ben evidenziato dalle città coloniali e qualche edificio storico), negli ultimi decenni si è visto il crescere di uno stile di vita più "americano" in termini di cultura urbana, architettura, mass media, consumismo e un crescente favore nei confronti del progresso tecnologico.

I contrasti interni di questo grande paese affascinano e scioccano i turisti, così come l'indifferenza di tanti abitanti nei confronti dei problemi sociali, economici e ambientali. Di fianco a un'emergente generazione di giovani professionisti e ben educati che sono alla ricerca del benessere si accompagnano delle vaste aree in cui lo sfruttamento del lavoro minorile, analfabetismo e condizioni di vita disumane, e situazioni simili sono ben visibili anche in aree apparentemente ricche e benestanti diventate così in seguito alla crescita economica e agli investimenti stranieri.

Per quanto i brasiliani riconoscano la loro auto-sostenibilità in fatto di materie prime, agricoltura, e fonti energetiche come un beneficio enorme per il futuro, la maggior parte di loro è d'accordo sul fatto che senza grandi sforzi in materia di istruzione ci sarà difficilmente una via d'uscita dalla povertà e dal sottosviluppo.


Territori e mete turistiche[modifica]

Il Brasile è il quinto paese al mondo per estensione. Al suo interno vi si distinguono, in base a criteri di pianificazione economica, cinque grandi regioni. È da notare che queste regioni riportate di seguito non rispettano le frontiere naturali, economiche o culturali, bensì solo quelle di geografia politica degli stati interni.

Mappa divisa per regioni
      Brasile settentrionaleAcre, Amapá, Amazonas, Pará, Rondônia, Roraima, Tocantins La Região Norte corrisponde al bacino amazzonico ove domina ancora la cultura india.
      Brasile del nordestAlagoas, Bahia, Ceará, Maranhão, Paraíba, Pernambuco, Piauí, Rio Grande do Norte, Sergipe La Região Nordeste è quella dove si fa sentire la cultura negra (soprattutto a Bahia) permeata da antico folklore iberico. Il mare più bello del Brasile si trova qui e in più un clima più caldo e soleggiato. È però anche la regione più povera del paese
      Brasile centro occidentaleDistretto Federale, Goiás, Mato Grosso, Mato Grosso do Sul La Região Centro-Oeste ospita il selvaggio Pantanal, un territorio dal delicato equilibrio ecologico con una fauna molto diversificata. Qui si trova la giovane capitale Brasilia nota in tutto il mondo per la sua ardita urbanistica.
      Brasile del sudestEspírito Santo, Minas Gerais, Rio de Janeiro, San Paolo La Região Sudeste è il cuore economico industriale del paese con interessanti città coloniali.
      Brasile meridionaleRio Grande do Sul, Paraná, Santa Catarina La Região Sul è la zona più altamente sviluppata del paese, con valli e pampas dove si fa sentire la tradizione gaucha e la cultura europea come nel vicino Uruguay e in Argentina.

Centri urbani[modifica]

Il Brasile ha molte interessanti città che variano da quelle coloniale a splendidi villaggi costieri fino a grandi metropoli; quelle riportate di seguito sono solo alcune delle più importanti mete turistiche.

  • Brasilia (Brasìlia) — La capitale federale del Brasile è uno spettacolo dell'architettura moderna. Tra gli edifici degni di nota ci sono la cattedrale, il bellissimo palazzo degli archi (sede del ministero di giustizia) e altri.
  • Belèm — Principale accesso all'Amazzonia, Belèm è un porto fluviale sul Rio delle Amazzoni. Famosa per le feste religiose (Cirio de Nazare), e il mercato tradizionale ('Ver-o-Peso).
  • Florianópolis — L'unica grande città in un'isola è ricca di spiagge e lagune. È una delle città più prospere ed europee del Brasile. Bellissime le vicine Blumenau e Joinville dove ogni anno si tiene l'Oktoberfest.
  • Fortaleza — Costituisce una buona base per esplorare i centri della costa del nord est inclusa Jericoacoara.
  • Foz do Iguaçu — La quarta più grande città della regione del Paraná.
  • Olinda — Un piccolo centro ove il carnevale è festeggiato in modo tale da rivaleggiare con quello ben più noto di Rio de Janeiro.
  • Rio de Janeiro — Famosa in tutto il mondo è una bella città che da il benvenuto accoglie i suoi visitatori con la grandiosa statua del Cristo dalle caratteristiche mani spiegate sulla vetta della collina del Corcovado.
  • Salvador — Capitale del Brasile in epoca coloniale, Salvador è oggi un miscuglio di cultura europea, africana e India. Il suo carnevale, famoso in tutto il mondo, risente maggiormente degli influssi della religione africana.
  • San Paolo (São Paulo) — La più grande città del Brasile è anche la più ricca e la più cosmopolita. Questa metropoli è un crogiolo delle maggiori civiltà della terra: Da quella Italiana e tedesca a quella giapponese, dalla civiltà russa e greca a quella araba. Nell'area metropolitana di San Paolo ci sono circa 18.000.000 di abitanti.
  • São Luís — Fondata dai Francesi nel XV secolo è una bellissima città coloniale del nord est.

Altre città che attraggono numerosi viaggiatori sono:

  • Armação dos Búzios (o semplicemente Búzios) — Località di mare alla moda, con 25 spiagge. A 192 km a nord di Rio.
  • Belo Horizonte — Capitale di Minas Gerais, è un buon punto di inizio per esplorare il passato coloniale di questo Stato.
  • Curitiba — È una delle più moderne e civilizzate città del paese. Ha la migliore rete di trasporti e la miglior qualità di vita del Brasile.
  • João Pessoa — La città più orientale del Brasile, la prima a vedere il sole. Soprannominata "Jardim das Acácias" (Giardino dell'Acacia) è una città di medie dimensioni ricca di verde, dall'ottimo clima, con abitanti molto ospitali e bellissime spiagge.
  • Maceió — Una delle tante città del nordest ha bellissime spiagge dal colore blu chiaro.
  • Manaus — La capitale dello stato dell'Amazonas è molto importante per il suo porto fluviale e per la sua localizzazione al centro della foresta amazzonica. Suggestivo è l'"incontro das aguas" tra il Rio delle Amazzoni e il Rio Negro dove i due fiumi che hanno colori e ph diverso si incontrano.
  • Natal — Spiagge assolate e dune, ha la fama di essere la città più assolata del Brasile.
  • Porto Alegre — La destinazione più meridionale del sud, è una città molto prospera e simile alle città europee. Anche il clima è simile a quello europeo perché in inverno la temperatura può scendere fino a 0 gradi.
  • Recife — Una grande città nella regione di nord-est, fondata da coloni olandesi. Soprannominata l"la Venezia brasiliana", è costruita su diverse isole collegate tra loro tramite dei ponti.
  • Vitória — A metà tra Rio de Janeiro e Salvador è una città molto bella grazie alle sue splendide spiagge.

Altre destinazioni[modifica]


Come arrivare[modifica]

Requisiti d'ingresso[modifica]

Il visto consolare non è obbligatorio per i cittadini italiani. In dogana il funzionario di polizia rilascia di regola un permesso di soggiorno valido 90 giorni. In alcune circostanze il permesso di soggiorno è rilasciato in base al periodo di validità del biglietto aereo se inferiore ai 90 giorni. In ogni caso il turista non può soggiornare per un periodo di tempo superiore al consentito pena una multa diaria per i giorni di permanenza in eccesso. Nel caso s'intenda prolungare la permanenza, il permesso di soggiorno può essere rinnovato presso gli uffici della Polizia Federale presenti solamente nelle grandi città e, comunque, per un periodo di tempo totale non superiore ai 180 giorni nell'arco di 12 mesi.

Nel corso del viaggio di andata, il personale di volo vi consegnerà un questionario da compilare e conservare fino al momento del rimpatrio sul quale è indicato il periodo di permanenza concesso. Conservate con cura tale documento che vi verrà richiesto al momento del rimpatrio. Lo smarrimento o il furto deve essere denunciato pena il pagamento di una multa.

Il questionario dovrà essere consegnato ai funzionari della dogana. Leggete attentamente quanto disposto dalle leggi doganali soprattutto per quanto concerne l'esportazione di animali esotici vivi. Il solo tentativo è passibile di arresto.

In alcune regioni amazzoniche e del Pantanal matogrossense è obbligatoria la vaccinazione contro la febbre gialla.

In aereo[modifica]

La maggioranza delle compagnie che praticano voli intercontinentali fanno scalo a S.Paolo o Rio de Janeiro (alcune compagnie con destinazione Rio de Janeiro effettuano un precedente scalo a S.Paolo). Esistono voli Alitalia da Roma verso San Paolo e Rio de Janeiro, voli Tam da Milano verso San Paolo e voli Meridiana Fly - Air Italy verso Salvador da Bahia, Fortaleza e Porto Seguro. TAP (da Lisbona)) e Air Europa (da Madrid) hanno voli regolari diretti a Salvador de Bahia, Recife, Fortaleza e Porto Alegre. In periodi di alta stagione turistica sono numerosi i voli charter con destinazioni come Salvador, Recife, Fortaleza, Natal. Per muoversi all'interno del paese è consigliato l'uso dell'aereo date le grandi distanze tra le città e la miglior qualità del servizio. Le principali companie aeree brasiliane sono Tam Airlines, Gol, Avianca Brasil, Webjet e Azul. Molte città hanno più aeroporti come San Paolo (Guarulhos, Viracopos, Congonhas), Rio de Janeiro (Santos Dumont, Galeao) e Belo Horizonte (Pampulha, Confins).

In auto[modifica]

I valichi di frontiera principali sono:

In nave[modifica]

Esistono diverse compagnie di navigazione come Costa Crociere ed MSC che offrono dei viaggi verso porti come Recife, Rio de Janeiro, Santos (San Paolo) e Salvador da Bahia. I battelli sul Rio delle Amazzoni collegano il nord del Brasile al Peru, al Venezuela e alla Colombia. Il viaggio lungo il fiume però dure circa 12 giorni. Dalla Guyana francese potete attraversare il fiume Oyapoque, ci vogliono circa 15 minuti.

In treno[modifica]

Il servizio ferroviario in Brasile, dalle altre nazioni è praticamente inesistente. Ci sono però delle eccezioni, e l'unico modo (ma anche il più famoso) per entrare in Brasile in treno è il Trem da Morte o Treno della Morte, che va da Santa Cruz, in Bolivia, fino a una piccola città la confine con Corumbá nello Stato del Mato Grosso do Sul. Da lì c'è ancora una linea ferroviaria che porta a San Paolo, ma al momento è in disuso; ci sono però linee di autobus da San Paolo via la capitale dello Stato Campo Grande. Il viaggio in sé non è privo di rischi dato che sono stati segnalati diversi casi di rapine e borseggi, ma la sicurezza negli ultimi anni è stata aumentata e oggi il viaggio si può fare senza difficoltà. Passa attraverso la zona agricola boliviana dove si possono vedere delle comunità che vivono distanti dalla tecnologia, un po' come gli Amish del Nordamerica.

In autobus[modifica]

Ci sono autobus a lunga percorrenza che collegano il Brasile alle nazioni vicine. Le capitali che si possono raggiungere in autobus sono Buenos Aires, Asunción, Montevideo, Santiago del Cile e Lima. Per le prime tre ci sono diverse linee dirette, mentre per Lima le cose sono più difficili, ma cambiando autobus in una delle altre città poi si riesce ad arrivare comodamente. In genere passano per San Paolo, ma anche Pelotas è ben collegata. Tenete presente che le distanze tra San Paolo e le altre capitali sono notevoli.

L'ente nazionale dei trasporti ha un esteso elenco di tutti i collegamenti internazionali.

Come spostarsi[modifica]

In aereo[modifica]

L'intero Brasile è servito da linee aeree di ottimo livello: l'unico inconveniente di non poco conto è costituito dalle operazioni aeroportuali che, a seguito anche di un grosso incremento dei passeggeri e di sostanziali pecche strutturali, possono provocare notevoli disagi in termini di puntualità e disservizio. Nel 2007, sono stati registrati frequenti ritardi superiori alle 12 ore e addirittura la soppressione di alcuni voli. Molti voli annunciati come diretti, effettuano scali in aeroporti intermedi e a volte costringono anche a un cambio di aeromobile in centri di connessione quali S.Paolo, Rio de Janeiro, Brasilia, ecc.

In occasione dell'acquisto del biglietto aereo internazionale è possibile acquistare a prezzo ridotto il Brasil-pass che consente praticare 4 voli interni di qualsiasi durata e destinazione.

Molti voli domestici sono considerati internazionali quando hanno origine in paesi stranieri ed effettuano soste intermediarie in Brasile prima del destino finale. In tali circostanze il passeggero imbarcato in Brasile diretto alla località di destino finale del volo, sarà soggetto di nuovo al controllo passaporti e doganale. Il turista in volo sulla tratta interna non dovrà compilare nuovamente il questionario d'immigrazione, ma solamente mostrare quello già compilato all'atto del primo ingresso nel paese insieme al passaporto.

In auto[modifica]

L'atlante "Guia das Estradas" (editore Abril) che troverete in tutte le edicole e librerie è estremamente ben aggiornato ed offre informazioni dettagliate di mappe, punti turistici, ristoranti, posti di polizia, ecc. Le condizioni delle strade, in certi tratti veramente pessime, possono essere verificati sul sito http://www1.dnit.gov.br/rodovias/condicoes/index.htm sufficientemente obbiettivo e ben strutturato. Presso le stazioni aeroportuali sono presenti le più note agenzie di autonoleggio a prezzi interessanti. Conoscere il Brasile viaggiando in auto è un'eccellente opzione per piloti attenti, pazienti, prudenti e...senza fretta di arrivare. Ovunque guidiate prestate sempre la massima attenzione e soprattutto evitate categoricamente di viaggiare nelle ore che vanno dal crepuscolo all'alba. I pericoli principali sono costituiti dal manto stradale in certi tratti veramente pessimo e dagli animali che invadono la pista di transito e, non ultimo, la presenza di allagamenti in caso di pioggia.. Considerate inoltre che in certe regioni, molte strade di non secondaria importanza non sono asfaltate. Lungo le "rodovie" principali le stazioni di rifornimento sono frequenti e le meglio attrezzate offrono servizi ventiquattrore di vario tipo quali ristorante, toilette, farmacia, officina meccanica, gommista, etc.Evitate per quanto possibile di effettuare servizi di riparazione presso officine di dubbia fiducia ed in casi di forza maggiore, ad evitare spiacevoli sorprese, contrattate in anticipo il prezzo del servizio.

In nave[modifica]

In Amazzonia così come lungo la costa ad occidente di Sao Luis, la nave rappresenta spesso l'unico mezzo per spostarsi.

In treno[modifica]

Il trasporto ferroviario in treno è quasi del tutto assente, comunque esiste un sistema di trasporto ferroviario nello Stato di San Paolo (che partono dalla suggestiva Estacao da Luz) e in quello di Rio de Janeiro. Esiste anche un servizio ferroviario tra Vitoria e Belo Horizonte.

Nonostante il sistema ferroviario sia stato quasi distrutto durante il regime militare, oggi esistono ancora alcune tratte:

  • Da Curitiba a Paranaguá - Tratta panoramica di 150 km che unisce la capitale del Paraná alle città costiere di Morretes e Paranaguá, attraverso le splendide montagne della Serra do Mar coperte dalla foresta di mata atlântica. Il viaggio dura 3 ore, ci sono guide bilingui. Partenza tutte le mattine alle 08:00 e prezzi di circa R$ 40 (andata e ritorno)
  • da São João del Rei a Tiradentes - Un viaggi odi 35 minuti su un treno a vapore. Dal venerdì alla domenica parte da São João alle 10:00 e alle 15:00, e alle 13:00 e alle 17:00 da Tiradentes. Andata e ritorno costa R$ 16.
  • da Belo Horizonte a Vitória - Tutti i giorni, gestito dalla Companhia Vale do Rio Doce parte da Belo Horizonte alle 07:30 e da Vitória alle 07:00. Il viaggio dura circa 12 ore e mezza. I biglietti si comprano in stazione e un biglietto singolo di seconda classe costa circa R$ 25. Posti limitati e non si può prenotare, quindi meglio comprare in anticipo..
  • da São Luis a Carajás - interessante perché parte del tragitto è nella foresta pluviale amazzonica.

In autobus[modifica]

Gli autobus extraurbani sono convenienti, economici e costituiscono il mezzo più confortevole per spostarsi da una regione all'altra, se si è disposti a sborsare qualcosa in più del biglietto normale, utilizzando omnibus letto. La rete ferroviaria brasiliana è praticamente inesistente pertanto le stazioni di autobus nelle grandi come nelle piccole città corrispondono alle stazioni ferroviarie delle città italiane. Numerose compagnie fanno connessione tra città localizzate a distanze che superano alcune migliaia di chilometri con una velocità media di percorso che si aggira sui 60 - 70 KMH. Il biglietto può essere acquistato presso gli sportelli delle varie compagnie presenti in stazione. Il percorso servito è indicato da grandi pannelli esposti alla vista dei passeggeri direttamente sopra la biglietteria.

I servizi urbani di autobus sono anch'essi abbondantemente ramificati ma, tranne che in poche città del sud-est (S. Paolo, Rio, Curitiba, Porto Alegre), l'indicazione del tragitto è molto precaria costituendo pertanto un'opzione difficoltosa persino per un utente brasiliano.

ANTT, the national auhority for land transportation, has a search engine [3] (in Portuguese) for all available domestical bus lines.

In bicicletta[modifica]

All'interno del Brasile ci si può spostare in bicicletta facendo molta attenzione agli automobilisti imprudenti. Nelle zone rurali è molto comune spostarsi in bici, ma questo non vuol dire che i ciclisti siano rispettati da camionisti, automobilisti eccetera. È anche facile riuscire a farsi dare un passaggi oda chi ha furgoni o caricare la bici sugli autobus. Nelle grandi città l'uso della bicicletta è sconsigliato, ma a Rio ci sono piste ciclabili.

Cosa vedere[modifica]

Bellezze naturali[modifica]

  • La Foresta Amazzonica — Il Bacino amazzonico è conosciuto come il polmone della Terra, contiene infatti oltre la metà di tutto il territorio coperto da foresta pluviale del pianeta e oltre il 60% di questo territorio si trova nel Nord del Brasile, circa un miliardo di acri caratterizzati da una straordinaria biodiversità. Qui vivono 2,5 milioni di specie di insetti, oltre quarantamila specie di piante, 2200 specie di pesce e oltre 2000 specie di uccelli e mammiferi. Un quinto di tutte le specie di uccelli del mondo vive nella Foresta Amazzonica e un quinto delle specie di pesci vive nei fiumi e nei torrenti di questo territorio.
  • Foresta Atlantica (Mata Atlântica) — Una regione di foresta tropicale e subtropicale che si estende lungo la costa atlantica del Brasile dallo Stato di Rio Grande do Norte nel Nord-est fino al Rio Grande do Sul nel Sud. La Foresta Atlantica ha un'ampia varietà di vegetazione tra cui alberi caratteristici come l'araucaria a sud o le mangrovie a nord-est, decine di bromelie e orchidee e roditori come il capibara. La foresta è una riserva biologica tutelata, ospita molte specie a rischio estinzione, anche se la sua estensione è di circa il 10% rispetto all'origine in quanto è stata progressivamente abbattuta per fare posto alle coltivazioni. Le zone rimanenti sono protette da parchi federali, statali e municipali la maggior parte dei quali aperti ai visitatori.
  • Pantanal — La più grande zona umida del mondo, l'80% del suo territorio si trova nel Mato Grosso do Sul ma si estende anche nel Mato Grosso (e altre porzioni in Bolivia e Paraguay), in un'area compresa tra i 140,000 e i 195,000 km². L'80% delle pianure del Pantanal vengono sommerse durante la stagione delle piogge, e questo fornisce nutrimento a una straordinaria biodiversità in particolare per quanto riguarda le piante acquatiche e gli animali che trovano qui il proprio habitat.
  • Cascate (Cachoeiras) — In Brasile si trovano numerose e spettacolari cascate. Le Cascate dell'Iguaçu, nell'est del Paraná sono tra le più spettacolari del mondo. I 353 metri della Cachoeira da Fumaça nel Parco Nazionale di Chapada Diamantina (Bahia) è la seconda più alta del paese dopo la quasi inaccessibile Cachoeira do Araca che si trova in Amazzonia. Altre cascate famose sono quelle di Caracol, nell'omonimo parco che si trova nello Stato del Rio Grande do Sul vicino a Canela, le cascate Itaquira, di 168 metri e facilmente raggiungibili vicino Formosa, Goiás, e la gola al Parque da Cascata vicino Sete Lagoas, Minas Gerais. Oltre a quelle più famose, in Brasile raramente si è distanti da altre più piccole ma famose a livello locale, specie nelle regioni del Sud, Sud est e Centro Ovest.

Architettura[modifica]

  • Architettura coloniale - Molte città hanno testimonianze del periodo coloniale con chiese, monasteri, fortificazioni e altre strutture ancora intatte. Alcuni degli edifici meglio conservati si trovano nella vecchia città mineraria di Ouro Preto e Tiradentes, ma molte altre città come Rio de Janeiro, Petrópolis, Salvador, Paraty e Goiânia hanno luoghi da visitare.
  • Opere di Oscar Niemeyer - Niemeyer, il più famoso architetto brasiliano, è un pioniere dell'architettura moderna che esplora l'impatto estetico del cemento armato utilizzando curve per creare edifici dalla spazialità unica. È famoso per ave progettato molti degli edifici della capitale Brasilia costruita negli anni 50 del '900, ma le sue opere si trovano in tutto il paese, in particolare a Natal, João Pessoa, Belo Horizonte, Rio de Janeiro, Niterói, San Paolo, Londrina e altre città.


Cosa fare[modifica]

Sport[modifica]

Attività sportive possono essere praticate quasi ovunque. Alcuni esempi sono:

  • Calcio — Il calcio in Brasile è quasi una religione. A Rio de Janeiro si trova lo stadio Maracanã, il Mineirão è a Belo Horizonte e il Morumbi a San Paolo.
  • Pallavolo — Se il calcio è lo sport nazionale brasiliano è molto normale trovare spiagge dove giocare a pallavolo o, ovviamente, beach volley.
  • Barca a vela — Ci sono molte possibilità di fare escursioni in mare aperto grazie a società che affittano barche a vela.
  • Surf — Non mancano nemmeno le spiagge dove praticare surf.

Vita da spiaggia[modifica]

Quasi tutta la costa è caratterizzata da spiagge magnifiche e lo stile di vita da spiaggia è parte della cultura brasiliana. Lo spirito più autentico, con la sua atmosfera rilassata, si trova a Rio de Janeiro, e le celebri spiagge di Ipanema e Copacabana. Le spiagge in altre zone non saranno altrettanto famose ma non sono certo meno belle. Nel Brasile del nordest si trovano a Jericoacoara, Praia do Futuro, Boa Vista, Porto de Galinhas, e Morro de São Paulo molto frequentate dai turisti europei. I mineiros vanno a Guarapari o ballano forró nella sabbia a Itaunas, mentre i paulistas vanno a Caraguá o Ubatuba. Nel Sud, si va a Ilha do Mel o Balneário Camboriú, mentre le 42 spiagge dell'isola di Santa Catarina attirano migliaia di turisti dalla vicina Argentina. Ci soon comunque centinaia di altre spiagge da scoprire.

Valuta e acquisti[modifica]

La moneta corrente del Brasile è il Real brasiliano (BRL) (pronuncia "reaul", plurale reais). I prezzi sono scritti R$ 1,50 (unità e centesimi). Euro e dollaro sono le valute correntemente accettate da banche e "case di Cambio"; quest'ultime praticano in generale cambi più favorevoli e senza costi operazionali.Le agenzie di viaggio offrono in generale servizio di cambio valuta. Gli sportelli di cambio presenti presso gli aeroporti praticano spesso tassi inferiori a quelli di mercato.

Gli sportelli di cassa elettronica che accettano carte di credito sono presenti in tutte le agenzie del Banco do Brasil e molto diffusi presso shopping center, aeroporti, stazioni di autobus e zone turistiche. Operano in genere 24 ore su 24 ma molte agenzie, per ragioni di sicurezza, dalle 18.00 alle 6.00 del giorno successivo limitano il montante ad un massimo di 100,00 R$. Quasi tutte le carte di credito sono accettate in migliaia di esercizi commerciali anche di piccole dimensioni: le più diffuse (in ordine di accettazione) VISA, Diner, Mastercard, American Express. Gli sportelli bancari non accettano transazioni con carta di credito; l'unica modalità è attraverso cassa elettronica.

I traveler's cheque non sono di uso comune tranne che in hotel di alto livello e nelle banche che, per altro, applicano costi operazionali da strozzinaggio.

Tassi di cambio[modifica]

Sono pubblicati su tutti i quotidiani ed annunciati giornalmente dalle reti di TV. Il cambio turistico soffre in genere un deprezzamento di 10 centesimi per unità (Es.: cambio ufficiale 1 Euro = 2,60 R$, cambio turistico 1 Euro = 2,50 R$)

Se cambiate valuta nelle agenzie bancarie non scordatevi il passaporto.

Per ragioni di sicurezza è sconsigliato trasportare alti valori ed estremamente stupido mostrare denaro in pubblico.

Qui di seguito i link per conoscere l'attuale cambio con le principali monete mondiali:

(EN) Con Google Finance: AUD CAD CHF EUR GBP HKD JPY USD
Con Yahoo! Finance: AUD CAD CHF EUR GBP HKD JPY USD
(EN) Con XE.com: AUD CAD CHF EUR GBP HKD JPY USD
(EN) Con OANDA.com: AUD CAD CHF EUR GBP HKD JPY USD

Acquisti[modifica]

Farsi un guardaroba In Brasile è allettante e conveniente. I grandi centri commerciali offrono indumenti e calzature di qualità ed a prezzi interessanti. La moda del tempo libero e da spiaggia la fanno da padrone e l'offerta è vastissima. Nelle regioni del Nord Est brasiliano s'incontrano mercati di prodotti artigianali di pregiata fattura (es.: Mercado Modelo in Salvador de Bahia, Ver o peso In Belem do Parà). Acquistando nei mercati artigianali si consiglia armarsi di una buona dose di faccia tosta e mercanteggiare in stile levantino su tutti gli articoli. In generale il prezzo richiesto dall'offerente è il doppio del prezzo di mercato.

Visitando le vetrine dei negozi vedrete spesso sul cartello del prezzo un valore seguito dalla scritta x 5 o x 10, ecc., che stanno a significare forme rateali (mensili) di acquisto. In genere il pagamento "a vista" è significativamente inferiore dato che i tassi di interesse applicati negli acquisti a credito sono semplicemente scandalosi.

Articoli elettronici e fotografici non sono convenienti.

Nell'acquisto di DVD accertatevi che siano compatibili con il vostro lettore di casa. Il Brasile adotta il sistema di codifica del colore PAL M: se il DVD che acquistate è registrato unicamente con questa codifica assisterete ad immagini in bianco e nero.

A tavola[modifica]

Virado a paulista.jpg

La cucina brasiliana è tanto variegata quanto la sua geografia e la sua cultura. Sotto altri punti di vista però potrebbe sembrare grezza e i piatti che si mangiano comunemente potrebbero sembrare monotoni. Ci sono alcune specialità tipiche, ma gran parte dei piatti sono stati portati da immigrati e sono stati incrociati con pietanze tipiche della regione amazzonica.

Il piatto nazionale è la feijoada, uno stufato di fagioli e carne di maiale. Si serve con del riso a parte condito con cavolo e fette d'arancia. Di solito non viene servito nei ristoranti e quelli che ce l'hanno lo servono solo un paio di volte alla settimana (in genere mercoledì e sabato). Tipico errore da turista è quello di mangiare tanta feijoada appena arrivati: è un piatto molto pesante e bisogna prima farci l'abitudine. I brasiliani stessi la mangiano con parsimonia. Accompagnatela con la tipica caipirinha, la bevanda tipica del Brasile.

Nella zona costiera si mangia dell'ottimo pesce, specie a nord-est.

Gli spuntini brasiliani, lanches (i panini) e salgadinhos (la maggior parte del resto), includono una gran varietà di cibi. Provate la coxinha (una specie di pollo fritto), empada (un dolce piccolo da non confondere con l'empanada - empadas ed empanadas sono completamente diversi), e pastel (avanzi fritti). Un altro spuntino molto comune è il misto quente, un panino caldo e schiacciato con prosciutto e formaggio. Il Pão-de-queijo, fatto con farina di manioca e formaggio è molto comune, specie nello Stato di Minas Gerais - pão-de-queijo e una tazza di caffè è un classico brasiliano.

Cucine regionali[modifica]

  • Sud - Churrasco è il barbeque brasiliano, e si serve "Rodizio" o "espeto corrido" (a volontà). I camerieri portano la carne infilzata in grossi spiedini direttamente ai tavoli e tagliano i pezzi servendoli sul piatto. Di soito viene dato un pezzo di legno colorato di verde da un lato e di rosso dall'altro. Giratelo dal lato verde quando siete pronti per mangiare, quando siete sazi girate dal lato rosso. Le churrascarias servono anche altri piatti, non solo carne.
  • Mineiro la cucina dei minatori del Minas Gerais, a base di fagioli e carne di maiale accompagnata da verdure. I piatti da Goiás sono simili ma usano ingredienti diversi come il pequi e guariroba. la cucina del Minas Gerais non è particolarmente saporita ma ha un che di casereccio che piace.
  • La cucina di Bahia, nel nord-est, ha le radici nell'Africa occidentale. Cocco, olio di palma e pesce sono gli ingredienti principali. Attenzione: "quente" vuol dire tanto pepe, "frio" vuol dire poco o niente pepe. Se non volete provarlo allora andate sul acarajé (gamberi ripieni) e vatapá (una zuppa di fagioli).
  • Espírito Santo e Bahia hanno due versioni diverse di moqueca, un delizioso stufato di pesce a base di pomodoro preparato in una speciale pentola di terracotta.
  • la cucina Amazzonica prende gli ingredienti usati dagli indigeni, inclusi vari tipi di pesce e vegetali esotici. Ci sono poi ottimi frutti tropicali.
  • La cucina di Ceará's sulla costa è conosciuta per il pesce, in particolare i granchi. È tanto famosa che ogni weekend migliaia di persone vanno a Praia do Futuro (la spiaggia urbana più pulita del mondo, a Fortaleza) per mangiare pesce fritto e granchi.

La cucina brasiliana ha però importato anche molti piatti:

  • La Pizza è molto famosa in Brasile. A San Paolo c'è la più alta concentrazione di pizzerie per abitante del mondo. La varietà è ampia, anche 50 tipi di pizza per ogni pizzeria. La pizza brasiliana però ha più formaggio rispetto alla standard. Da notare la differenza tra la mozzarella nostrana e la "mussarela" brasiliana. Cambia il sapore, aspetto e origine (è fatta con latte di vacca e non bufala). La "mussarela" è di colore giallo e ha un sapore più forte tanto che si può comparare all'Emmenthal. In alcune pizzerie, specie a sud, sulla pizza non mettono la salsa di pomodoro. Altri piatti di origine italiana sono i macarrão (maccheroni), lasanha e altri.
  • La cucina mediorientale e Araba (in realtà libanese) si trova facilmente a San Paolo e Rio.
  • I ristoranti giapponesi di San Paolo servono tempura, sushi e sashimi, ma possono essere molto diversi dall'originale. la qualità però è buona e i prezzi vantaggiosi rispetto ai ristoranti che si trovano in giro per il mondo. Molti ristoranti giapponesi oggi offrono il rodizio. Lo stesso si può dire per i ristoranti cinesi, sempre con le dovute differenze.

Ristoranti[modifica]

Mangiare in Brasile riserva piacevoli sorprese. Il servizio al ristorante è marcato da tempi... rilassati anche se in generale di qualità discreta. Anche in città dal costo di vita alto (Rio, San Paolo, Curutiba) sarete sempre in grado di incontrare un ristorante di buona qualità spendendo circa 30 Euro bevande incluse.

Al conto finale è inglobato di rito il costo del servizio (10%)... "facoltativo".

Nella maggior parte delle città, anche le più piccole, è facile trovare ristoranti self-service con buona cucina. I ristoranti in Brasile sono sempre abbastanza puliti e in molti potrete vedere la cucina (è previsto dalla legge).

La maggior parte dei ristoranti self-service offre due soluzioni: mangiare a volontà a prezzo fisso ("Rodízio"), oppure "por kilo", cioè si pesa il piatto dopo che ci si è serviti. È molto comune all'ora di pranzo.

In centro città e in tutti gli shopping-center incontrerete ristoranti indicanti "comida a quilo" (tr.:mangiare a peso). È una versione locale del tradizionale self-service: la differenza consiste nel fatto che, dopo aver riempito il vostro piatto con tutto ciò che preferite lo appoggerete sulla bilancia e pagherete per chilo di peso senza differenziazione tra gli alimenti scelti. È un modo rapido ed economico di alimentarsi "on the road", da consigliare a tutti coloro che non hanno molta dimestichezza con la lingua portoghese.

Il "cardàpio" (tr.: menù) elenca: entradas (antipasti), petiscos (stuzzichini) e pratos (il piatto principale). Non esiste la distinzione tra primo e secondo e la scelta anche solamente di un "petisco" per accompagnare una bevuta di birra è la regola. In molti ristoranti è ancora invalsa la regola di servire il piatto principale in dosi per due persone senza che ciò sia indicato nel menù. è inutile protestare: se sfortunatamente siete soli e non riuscite a terminare il tutto, fatevi impacchettare i resti e conservateli per una merenda o donateli al primo necessitato che incontrate. Nessuno vi guarderà con sufficienza.

Bevande[modifica]

Liquori e birre[modifica]

La bevanda alcolica brasiliana più famosa è la cachaça (pron.: cashassa), un distillato della canna da zucchero famoso per mettere facilmente k.o. un incauto se pur robusto bevitore. Per gli amanti del genere è d'obbligo visitare l'Academìa da Cachaça, nelle vicinanze di Leblon a Rio de Janeiro . Esistono anche tour guidati presso distillerie artigianali a Minas Gerais, molto simili ai tour dei vigneti in Sonoma Valley o in France, con l'aggiunta della loro famosa cucina regionale. In una città vicino Fortaleza nello stato del Cearà, c'è anche un museo della cachaça (Museu da Cachaça) in cui potete trovare la storia del più bevuto e antico risultato della cachaça la Ypioca, sapere come viene prodotta e assaggiare i vari tipi e sapori insieme a del buon cibo locale e tradizionale.

Il sapore forte può essere temperato (nascosto?) in cocktails quali la famosa caipirinha, una combinazione di cachaça con zucchero di canna e succo di lime. La città storica di Paraty (litorale sud di Rio De Janeiro) pare abbia dato il nome alla bevanda: parati è un sinonimo di cachaça. Altre parole per indicarla sono: pinga, caninha, branquinha, malvada, aguardente ("acqua bollente"). Lo stesso mix utilizzando la vodka viene chiamato caipiroshka; con deel rum bianco, parliamo di caipirìssima.

Bere cachaça pura (come i Russi fanno con la vodka) è un abitudine comune nelle regioni del nord e nordest del Paese. Se amate del buon brandy o della grappa, assaggiate una cachaça invecchiata. Più scura e strutturata, tale bevanda non ha nulla da invidiare ai distillati più comunemente conosciuti.

La Birra(cerveja, pron. serveja) brasiliana ha una storia molto rispettabile grazie alla presenza di immigrati tedeschi. La birra alla spina è chiamata "chope" (pron. sciopi). In genere la birra brasiliana differisce da quella europea caratterizzandosi per un minore tasso alcolico e un gusto amarognolo meno marcato. Le più popolari marche sono "Brahma",Antartica, Skol e Schincariol. Come per la cachaça, esistono piccole distillerie artigianali che offrono un prodotto decisamente superiore: famosa la Baden Baden di Campos do Jordão (San Paolo) che merita una visita per il solo fatto di essere localizzata in una amena cittadina di montagna con tutte le caratteristiche dei villaggi alpini.

I superalcolici d'importazione sono estremamente cari mentre i prodotti locali, non sempre di adeguata qualità, sono offerti a prezzi più che convenienti. Per i bevitori accaniti il consiglio è di acquistare la propria dose presso il duty-free shop degli aeroporti. Il Brasile è uno dei pochi paesi al mondo che consente di acquistare prodotti importati all'arrivo.

La produzione vitivinicola è concentrata nella regione sud del paese (Rio Grande) favorita dalle condizioni climatiche più temperate e dalla presenza massiccia di immigrati italiani di origine veneta soprattutto nei distretti di Garibaldi, Caxis do Sul, Gramado. Recentemente sono sorte cantine anche nella valle del Rio Saõ Francisco (nordest). Vini di ottima qualità sono etichettati Miolo, Almadem, Forestier e Botticelli, venduti in una fascia di prezzo variabile tra i 5 e i 10 Euro (2007).

Sangue de Boi, Canção and Santa Felicidade in offerta a prezzi stracciati, fanno parte di quella categoria di vini da prendere in considerazione solamente per farne dono al proprio nemico personale che per loro caratteristica intrinseca sono da consumarsi nello spazio di pochi mesi pena il decadimento delle caratteristiche organolettiche.

In occasione delle festività giunine (da S. Giovanni a S. Pietro e Paolo) in molte regioni del nordest si producono liquori derivati da frutti tropicali di sapore generalmente dolce e tasso alcolico non agressivo.

Caffè e tè[modifica]

Il Brasile è un grande produttore di caffè di media qualità anche se esistono regioni dove il prodotto assume caratteristiche di grande pregio.Il Cafezinho (pr.:cafezignu) è preparato versando acqua bollente su di uno strato di caffè macinato sparpagliato sopra un filtro di carta disposto ad imbuto. Leggero e non sempre apprezzabile al palato dei turisti italiani è servito gratuitamente al termine dei pasti in ristoranti e fast-food. I buoni ristoranti sono dotati di macchine espresso ed è esattamente la parola "Expresso" che differenzia la bevanda europea dal cafezinho. Nell'estremo sud ed in alcune regioni della frontiera orientale è diffusissima l'abitudine di bere "cimarrão": un caldo miscuglio di erbe di campo tritate finemente messe in infusione in un contenitore ricavato dalla corteccia di una zucca con proprietà diuretiche e rinfrescanti ( se questo termine significa qualcosa !). Il thè comunemente conosciuto in Europa è quasi assente dalle tavole brasiliane.

Soft drink[modifica]

Se vi trovate in spiaggia sotto il solleone e desiderate una bibita "refrigerante" (pr.: refrigeranci) chiedete un'"agua de coco gelada", oltre che rinfrescante è altamente reidratante e nutritiva. I medici la ricettano comunemente nei casi di disidratazione conseguenti a disturbi intestinali. Se desiderate una Coca-Cola chiedete semplicemente una Coca: la "cola"i brasiliani la usano per incollare. Il "Guaranà " è un'altra opzione: trattasi di una bevanda gassosa prodotta da un seme della foresta amazzonica. Nelle feste paesane incontrerete bancarelle che, insieme a vari succhi prodotti da frutta tropicale, offrono la "capeta" (tr.: diavolo) è un cocktail composto da latte condensato, rum o vodka a scelta, polvere di guaranà e ghiaccio. È un "ectasis" popolare da consumarsi in dosi moderate data l'alta concentrazione in caffeina del guaranà.

Spremute di frutta[modifica]

I succhi di frutta sono estremamente popolari e ne troverete di veramente deliziosi ad ogni angolo di strada. "Açaì", "maracujà", "cajù", "manga"e "laranja"sono i più diffusi e sempre serviti freddi.Ciascuno di loro presenta caratteristiche nutrizionali diverse con in comune un alto tenore vitaminico.

Infrastrutture turistiche[modifica]

Vasta e variata è l'offerta alberghiera in tutto il Brasile con particolare enfasi nelle regioni del litorale e nelle aree delle grandi città. Nei centri abitati dell'interno ( ove per interno, "interior", s'intende tutte le aree lontane da grandi centri abitati) il livello di qualità raramente supera le "tre stelle ".

In regioni selvagge tipo il Pantanal matogrossense i viaggiatori possono trovare ospitalità in "fazendas" (aziende agrozootecniche) sul tipo dell'italico agriturismo. Numerosi e sovente di eccellente qualità sono gli "hotel-fazendas" sparsi nelle regioni agricole di tutto il paese. Il rapporto prezzo-qualità è sempre convenientissimo.

Nelle Regioni metropolitane, come Rio de Janeiro, Fortaleza, Salvador si trovano appartamenti dove oltre al fatto di poter dividere con amici o parenti lo spazio, si riducono notevolmente i costi, senza molta burocrazia da parte dei proprietari o agenti immobiliari.

Un'altra alternativa divertente è la "Boat Hotel" (Hotel-barca) che può portarvi in posti inaccessibili sulle rive dei fiumi e dei laghi per pescare o semplicemente rilassarsi e ammirare e fotografare la natura selvaggia particolarmente florida del Pantanal. Queste barche sono di solito grandi, sicure e accessoriate con aria condizionata nelle cabine (particolarmente necessaria nelle stagioni calde). Questi hotel galleggianti possono mettere a disposizione anche delle piccole barche a motore per 2 o 3 turisti che desiderino, con una esperta guida/pescatore, visitare i punti migliori del luogo.

Il Motel in Brasile sta a indicare un "sex hotel", quindi siete avvisati sulle possibili implicazioni anche se non v'è nessun stigma sociale, per sé, nel dormirvi. Notate bene come le tariffe siamo orientate per usare le camere da 4 a 6 ore (alta rotatividade) usando la massima discrezione e privacy.

La Pousada è invece un pensione (l'equivalente del francese auberge o dell'inglese boarding house o guesthouse). Comuni nelle piccole cittadine turistiche sono generalmente piuttosto confortabili (o pure decisamente terribili...). Notate come in questi alloggi non vi sarà la possibilità di usufruire dei comuni servizi da hotel. I regolamenti turistici brasiliani impongono dei minimi specifici per ogni tipo di alloggio, tuttavia la maggior parte delle pousadas offrono pasti semplici (e fatti solo con ciò che piace al proprietario) e tendono a imporre delle limitazioni come il non poter tornare tardi alla sera o il divieto di portare dentro altre persone.

Eventi e feste[modifica]

  • Carnevale — La più grande festa del mondo si tiene ogni anno e dura una settimana tra febbraio e marzo. Celebrata in molti modi, dalle maschere giganti boneco di Olinda e i trios elétricos di Salvador fino alla enorme sfilata di samba a Rio de Janeiro e San Paolo. Per un'atmosfera relativamente più tranquilla provate la festa universitaria per le strade di Ouro Preto o le feste in spiaggia di Ilha do Mel. Prenotate con largo anticipo!
  • Pride Parade — Dato il notevole livello di tolleranza il Brasile è diventato una meta del turismo gay. In Brasile si è tenuta la prima festa gay del mondo, addirittura nel 1754! Oggi le mete principali sono Rio, eletta "meta più sexy" per due volte, San Paolo, dove si tiene la più grande Pride Parade del mondo, Florianópolis, la meta più di moda, e Recife.

Festività nazionali[modifica]

Il Brasile osserva le seguenti festività:

  • Capodanno - 1 gennaio
  • Carnevale - febbraio/marzo (variabile - dal giovedì fino alle ore 12 del successivo mercoledì delle Ceneri - vedere anche febbraio)
  • Venerdì Santo - marzo/aprile (variabile) due giorni prima della domenica di Pasqua
  • Festa di Tiradentes - 21 aprile
  • Festa lavoratori - 1 maggio
  • Corpus Christi - giugno
  • Giorno dell'Indipendenza - 7 settembre
  • Patrono del Brasile - 12 ottobre
  • Ognissanti - 1 novembre
  • Festa della Repubblica - 15 novembre
  • Natale - 25 dicembre

L'orario lavorativo è in genere dalle 8 o 9 di mattina alle 18. I centri commerciali aprono di norma dalle 10 di mattina alle 22 di sera.

Opportunità di studio[modifica]

Poiché il Portoghese non è una lingua conosciuta a livello mondiale così come l'Inglese o lo Spagnolo, non è facile trovare corsi di Portoghese per stranieri in Brasile - specialmente nelle piccole o medie città. Una valida alternativa è fare amicizia con studenti di madrelingua e scambiare lezioni di lingua. I brasiliani sono in genere interessati ad apprendere lingue straniere e molto pazienti nell'insegnare il loro difficile ma assai amato idioma.

Se giungete in Brasile con qualche nozione iniziale di Portoghese, vedrete come gli abitanti vi tratteranno molto meglio e come riuscirete a cavarvela in modo più semplice. Lo Spagnolo e l'Italiano, se parlati lentamente, sono facili da comprendere, in particolar modo a San Paolo o nel sud.

Nelle scuole brasiliane è poco diffuso lo studio delle lingue straniere.

Per lavorare in Brasile è necessario conoscere la lingua portoghese brasiliana e possedere un visto di permanenza. Con il solo visto turistico nessuno vi farà lavorare poiché è proibito dalla legge.

Opportunità di lavoro[modifica]

Conseguentemente all'alta offerta di manodopera, esistono poche opportunità di lavoro, inoltre al turista è legalmente vietato esercitare qualsiasi tipo di attività remunerata. Oltretutto gli impieghi di bassa qualifica sono remunerati ad un livello molto basso: il salario minimo mensile definito annualmente per legge è pari a R$ 724,00 (241,33 Euro - dato 2012).

Sicurezza[modifica]

Sfortunatamente tutte le grandi città del Brasile soffrono di una epidemica "violenza di strada" in particolare Rio de Janeiro e San Paolo. Non lasciatevi tuttavia intimorire: adottate alcune precauzioni e godetevi la vostra vacanza come fanno milioni di altri turisti tutto l'anno. Le città assolutamente da evitare sono Recife e Fortaleza, dove prostituzione, aggressioni personali, e traffico di droga sono fatti quotidiani.

Non passeggiate di notte nelle grandi città: prendete un taxi. Per nessuna ragione entrate in una "favela" a meno che non siate accompagnati da una guida turistica riconosciuta o da un amico brasiliano di provata fiducia. Per intendersi diffidate del simpatico vicino/a di spiaggia che parla italiano e vi ha pagato da bere per tutto il pomeriggio.

Lasciate nella cassaforte dell'hotel tutte le cose di valore e, meglio ancora, non portatevele in Brasile se proprio non ne avete bisogno. Evitate trasportare grandi valori in moneta, indossare gioielli ed orologi manifestamente costosi, borsette e borse "firmate", apparecchi fotografici stile "blow up". Riponete i soldi in un luogo nascosto per aver la garanzia di poter ritornare in Hotel e tenete in tasca lo stretto necessario per le spese programmate. Per quanto possibile cercate di mimetizzarvi indossando abiti e calzando scarpe simili a quelle che incontrate addosso ai locali per evitare di richiamare l'attenzione di coloro che sono a caccia di "gringos".

Non contate denaro in pubblico e all'ora del pagamento fatelo con discrezione e rapidità. In caso di tentativo di rapina mantenete la calma, consegnate qualche soldino e non reagite bruscamente né accennate a qualchessia gesto di reazione. Quale documento di identità è sufficiente portare con sé la fotocopia del passaporto.

Situazione sanitaria[modifica]

In alcune regioni amazzoniche e del Pantanal matogrossense è obbligatoria la vaccinazione contro la febbre gialla.

Rispettare le usanze[modifica]

Attenzione al gesto "OK" fatto tendendo pollice e indice a cerchio e tutte le altre dita sollevate: è un gesto alquanto volgare.

Come restare in contatto[modifica]


Altri progetti