Scarica il file GPX di questo articolo

Isole Canarie

Da Wikivoyage.
Europa > Penisola iberica > Spagna > Isole Canarie
Isole Canarie
Costa della Valle del Golfo nell'isola El Hierro
Localizzazione
Isole Canarie - Localizzazione
Stemma e Bandiera
Isole Canarie - Stemma
Isole Canarie - Bandiera
Stato
Capoluogo
Superficie
Abitanti
Sito del turismo
Sito istituzionale

Le isole Canarie (in spagnolo Canarias) sono un arcipelago al largo delle coste atlantiche del Marocco meridionale.

Da sapere[modifica]

Le Canarie sono tutte isole di origine vulcanica, si trovano al largo della costa africana nord-occidentale e fanno geograficamente parte della Macaronesia e amministrativamente della Spagna.

Quando andare[modifica]

Ogni periodo dell'anno va bene per visitare le Canarie. Il sole splende su tutto l'arco dell'anno. Il termometro oscilla poco. Alta stagione alle Canarie coincide con l'inverno quando l'Europa è immersa nel freddo. I prezzi si impennano durante le vacanze natalizie ma anche in occasione del carnevale e delle feste pasquali e nel periodo estivo (luglio settembre). Se appartenete a quei pochi fortunati che possono programmare le vacanze in periodi di bassa stagione non esitate a farlo. Essendovi meno confusione, potrete fare a meno di prenotare la stanza, troverete servizi migliori e, ciliegina sulla torta, risparmierete parecchio sul prezzo dell'alloggio.

Cultura e tradizioni[modifica]

A Lanzarote particolarmente, ma diffusa in tutte le Canarie, è l'abitudine per gli automobilisti di fermarsi davanti alle strisce pedonali per far attraversare i pedoni.


Territori e mete turistiche[modifica]

L'arcipelago delle Canarie è formato da sette isole maggiori distinte in orientali e occidentali secondo quanto riportato di seguito:

Canarie occidentali (Provincia di Santa Cruz de Tenerife):
  • Tenerife — Maggiore isola dell'arcipelago, Tenerife si accaparra anche il maggior flusso turistico grazie alla bellezza dei suoi paesaggi e alle molte opportunità di svago. Rinomato è il carnevale che si svolge per le strade di Santa Cruz de Tenerife, il suo capoluogo. Il suo centro balneare più frequentato è Los Cristianos.
  • La Gomera — Di origine vulcanica, La Gomera è la più vicina a Tenerife. Di forma rotondeggiante, presenta un territorio molto accidentato, inciso da valli profonde e molto fertili. La sua costa è alta e rocciosa con spiagge che si raggiungono con difficoltà. Manca infatti una strada litoranea e bisogna per forza passare dall'interno. Playa Santiago è il centro dove si radunano i pochi turisti di La Gomera a caccia di tintarella ma l'isola è soprattutto un paradiso per quanti amano le escursioni a piedi. Il Parco nazionale de Garajonay si estende al centro dell'isola ed è attraversato da sentieri che si snodano tra gole provviste di lussureggiante vegetazione. Possono essere percorsi, oltre che a piedi, anche in bicicletta.
  • La Palma — A nord ovest di La Gomera, La Palma presenta una vegetazione ancora più rigogliosa grazie non solo al suolo vulcanico ma anche a precipitazioni piovose più copiose che intrattengono abbondanti sorgenti di acqua dolce. Anche La Palma è un'isola fatta di alti monti che precipitano direttamente in mare tra scoscese scogliere. Il suo capoluogo è Santa Cruz de la Palma, una cittadina di 30.000 abitanti con un piccolo ma affascinante centro storico. La sua parte sud è più arida, dominata da un paesaggio vulcanico che forma il Parco nazionale de la Caldera e da piantagioni di banana dove si aprono piccole spiagge nere come la pece. L'interno dell'isola presenta i rocciosi paesaggi della Caldera de Taburiente istituita a parco nazionale mentre il nord è ricoperto da foreste tropicali che formano la riserva di Los Tiles.
  • El Hierro — La più occidentale delle isole Canarie è una piccola isola di 270 km². Battuta da venti incessanti, El Hierro presenta paesaggi di rocce e lave vulcaniche. L'ampio golfo che si apre sul versante meridionale è detto "Mar de las Calmas" ed è rinomato per gli eccezionali fondali marini. Quanti praticano lo scuba diving soggiornano a La Restinga, piccolo centro vicino la "Punta de los Saltos", l'estremità meridionale dell'isola. Sul versante opposto si apre invece "El Golfo" a forma di mezzaluna e residuo di un antico cratere oggi sommerso. I litorali di "El Golfo" sono caratterizzati da piscine naturali di acqua salata chiuse da rocce laviche.
Map of the Canary Islands.svg
Canarie orientali (Provincia di Las Palmas):
  • Gran Canaria — A est di Tenerife, Gran Canaria è un'isola densamente popolata nonostante un territorio prevalentemente montuoso. Il suo capoluogo è Las Palmas, città di circa 500.000 abitanti con consistenti minoranze etniche, marocchini soprattutto ma anche cinesi e indiani. La sua costa è in genere alta e incisa da cale e calette che ospitano belle spiagge. I più rinomati centri balneari di Gran Canaria sono Playa del Inglés e Maspalomas, attaccati l'uno all'altro. Più a est sta Puerto de Mogán, un altro centro balneare dal carattere più esclusivo e anche più tranquillo.
  • Fuerteventura — Ad est di Gran Canaria, Fuerteventura è la più prossima alle coste africane e presenta paesaggi desertici. Il sole picchia forte e i venti soffiano spesso impetuosi, fatto apprezzato dai cultori del windsurf che si radunano ogni anno nelle spiagge di Corralejo all'estremo nord e di fronte alla piccola Isla de Lobos e all'altra di Playa de Sotavento de Jandía, dalla parte opposta, all'estremità meridionale di Fuerteventura, di fronte alle coste africane.
  • Lanzarote — Separata da Fuerteventura da un breve braccio di mare dove sta la piccola Isla de Lobos, Lanzarote presenta paesaggi cosparsi da innumerevoli coni vulcanici interrotti qua e là da oasi ricche di palme. Il suo capoluogo è Arrecife ma i turisti preferiscono la vicina Teguise dai bei fondali, perfetti per le immersioni subacque e ancor più i centri del sud, Playa Blanca, Puerto Calero e Puerto del Carmen, maggior centro balneare di Lanzarote grazie al suo lungo arenile dorato.

Un breve braccio di mare separa il nord di Lanzarote dalla Isla Graciosa, un'altra isola vulcanica dalle spiagge incontaminate e al riparo dal turismo di massa. Ancora più a nord stanno le minuscole Isla de Montaña Clara e Isla de Alegranza, entrambe disabitate e parte di un parco naturale chiuso al turismo.


Come arrivare[modifica]

In aereo[modifica]

Ciascuna delle sette isole maggiori possiede il proprio aeroporto. Tenerife ha addirittura due aeroporti, nord e sud [1]. Voli diretti da scali italiani sono effettuati dalle compagnie Ryan air (da Pisa e Orio al Serio (Bergamo)), Meridiana Fly e Neos.

Innumerevoli compagnie low cost partono da scali europei con destinazione le Canarie. Spesso però lanciano offerte valide anche per residenti in Italia. Se siete disposti al sacrificio di uno scalo intermedio pur di risparmiare, dovrete consultare un motore di ricerca idoneo. Il nostro preferito è zingarate.com ma in rete ne troverete tanti altri cloni.

I principali aeroporti dell'arcipelago delle Canarie sono:

In nave[modifica]

Se per un qualche motivo voleste tentare la traversata in mare, dovrete imbarcarvi a Cadice su uno dei traghetti della compagnia marittima Acciona Trasmediterránea. Arriverete a Tenerife dopo venti ore circa.

Come spostarsi[modifica]

In aereo[modifica]

Due linee aeree operano sulle rotte interne, Binter e CanaryFly. I prezzi sono maggiorati per i non residenti (Alle Canarie), ragione per la quale potreste prendere in considerazione gli scali intermedi della Ryan Air e delle altre compagnie menzionate dianzi.


In nave[modifica]

I collegamenti marittimi tra le isole sono assicurati da traghetti veloci e aliscafi gestiti dalle compagnie Acciona Trasmediterránea, Naviera Armas e Fred Olsen


Cosa vedere[modifica]

I Guanci hanno lasciato poche tracce della loro permanenza sull'isola. Gli scarsi reperti archeologici sono esposti nei musei. In particolare nel Museo de la Naturaleza y el Hombre di Santa Cruz di Tenerife sono esposte mummie del periodo preistorico e la cosiddetta Piedra Zanata, una pietra scolpita a forma di pesce che reca iscrizioni non decifrate ma probabilmente in alfabeto Tifinagh in uso presso alcune popolazioni berbere in epoca punica. Se mai si riuscirà a decifrarla, potrebbe essere la pietra di Rosetta dei Guanci.


Eventi e feste[modifica]

Gennaio[modifica]

  • Festival de Música de Canarias [2]

Febbraio[modifica]

  • Virgen de la Candelaria — La festa ricorre due volte l'anno, il 2 febbraio e il 15 agosto. È particolarmente sentita a Tenerife. Virgen de la Candelaria è la santa patrona delle isole Canarie.
  • Carnevale — Il più euforico è quello che si svolge a Santa Cruz de Tenerife, conosciuto oramai in tutto il mondo. Per parteciparvi occorre prenotare la stanza d'albergo con almeno tre mesi d'anticipo. Tutto sommato la stanza vi servirà a poco dato che le notti saranno comunque insonni e le trascorrerete per strada o nelle altrui alcove.

Marzo[modifica]

Settembre[modifica]

  • Fiesta de la Virgen del Pino — Si svolge a Teror, località di Gran Canaria e richiama folle di fedeli da tutta l'isola


Cosa fare[modifica]


A tavola[modifica]

Rispetto alla cucina spagnola quella delle Canarie fa più ricorso a spezie come peperoncino rosso e paprika. Mojo, ad esempio, è una salsa a base di aglio e peperoncino che accompagna diversi piatti, soprattutto di pesce.

Per quanto riguarda le carni la dieta di una volta era basata su quelle di capretto (cabrito) e coniglio che ancora viene preparato in salsa marinata (conejo en salmorejo). Naturalmente oggi sono diffusi tutti i tipi di carne.

Tra i pesci si fa molto uso di scombri (chicharros), abbondanti nelle acque dell'Atlantico.

Tra i dessert primeggia il bienmesabe (Letteralmente: "gustami per bene"), a base di miele, mandorle, uova e rum

Tra i prodotti tipici va ricordato il gofio, cereali tostati serviti a colazione insieme a fichi o altra frutta.

Bevande[modifica]

Il suolo vulcanico delle Canarie è adatto alla produzione di uve da cui si ricavano ottimi vini. Tra le marche a denominazione di origine (DO) si distingue il rosso (tinto) "Tacoronte Acentejo" prodotto a Tenerife

Infrastrutture turistiche[modifica]

Alle Canarie troverete sistemazione, oltre che in albergo, anche in appartamenti e monolocali molto diffusi e più apprezzati degli stessi alberghi. Purtroppo queste forme di alloggio sono state già prenotate dai maggiori Tour operator del mondo come gli aparthotels. Nel caso voleste soggiornare in una casa, Tenerife è forse l'isola che offre maggiori possibilità.

Potreste ripiegare su pensioni, hostales e paradores ma non ve ne sono di molti alle Canarie. Avrete ancora a disposizione campeggi e casas rurales nei luoghi fuori mano, ma se volete soggiornare in periodi di alta stagione nei centri balneari più rinomati sarete costretti a seguire la via dei più che acquistano un pacchetto comprensivo di viaggio più alloggio. Vi negherete così la possibilità di "saltare" da un'isola all'altra in piena libertà accontentandovi di brevi escursioni nei paraggi del vostro alloggio.


Tenersi informati[modifica]


Altri progetti