Scarica il file GPX di questo articolo

Malta

Da Wikivoyage.
Europa > Malta
Malta
Veduta della capitale
Localizzazione
Malta - Localizzazione
Stemma e Bandiera
Malta - Stemma
Malta - Bandiera
Capitale
Governo
Valuta
Superficie
Abitanti
Lingua
Religione
Elettricità
Prefisso
TLD
Fuso orario
Sito web

Malta è uno stato insulare dell'Europa meridionale

Da sapere[modifica]

Peter's Pool, una delle più belle spiagge di Malta

Malta è internazionalmente conosciuta come località turistica, per lo svago e soprattutto per la cultura, dato che ben 3 siti UNESCO si trovano nel paese, tra i quali i templi megalitici di Gigantia, Ħaġar Qim e Menaidra.

I Greci la chiamarono Melita nell'822 a.C. e gli arabi Malitah. Venne così chiamata dai Greci per la sua grande quantità di api, dato che mèlissa o la variante mèlitta in greco significano ape. Secondo un'altra ipotesi, la parola Malta potrebbe derivare dall'antica lingua Fenicia "malit" che letteralmente significa montagna o monte. Altri sono dell'opinione invece che venne così chiamata in onore della ninfa Melite, una delle Naiadi, figlia di Nereo e di Doride.

La maggior parte dei giovani è a Malta in college con qualche compagnia internazionale tipo EF, o STS, per "teoricamente" studiare l'inglese.

L'italiano è spesso amato o odiato, in base al genere di esperienza che hanno avuto in passato con i nostri connazionali, tuttavia per la maggior parte dei casi sarete trattati splendidamente. I maltesi assomigliano molto ai nostri meridionali, sono molto accoglienti, hanno un carattere caldo e un sorriso stupendo.

La maggior parte dei Maltesi ama il calcio e tifa per qualche squadra italiana come attestato dai numerosi fan club sparsi in tutta l'isola. Ovviamente Milan, Inter, Roma e Juventus hanno il maggior numero di adepti. Le partite del campionato italiano di serie A, trasmesse tramite satellite tengono i maltesi incollati al televisore.

Cenni geografici[modifica]

Malta è un arcipelago nel cuore del mar Mediterraneo. Solo le tre maggiori isole, ovvero l'Isola di Malta, Gozo e Comino sono abitate. Il territorio di Malta emerge dalla piattaforma continentale sottomarina sicula, facente parte della placca africana.

Nella parte occidentale e meridionale dell'isola di Malta le coste sono alte e accidentate (le scogliere di Dingli s'innalzano a più di 240 m sul livello del mare). Nella parte orientale e settentrionale la costa è accessibile: si aprono ampie spiagge sabbiose o rocciose e numerose sono le insenature, solchi vallivi simili a rías. A est le baie più ampie e profonde sono quelle di Mellieħa, Saint Paul's, Saint Julian's, Marsamxett e Grand Harbour (tra queste ultime due, separate dal promontorio di Ġebel Xiberras, sorge il porto della Valletta), a sud vi è la baia di Marsaxlokk.

Quando andare[modifica]

Per scegliere quando visitare il paese è opportuno tenere presente che il clima maltese è di tipo mediterraneo-subtropicale, con inverni molto miti e piovosi ed estati calde e secche, mitigate dalla brezza marina in prossimità della costa. A Malta è raro che si verifichino grandi oscillazioni di temperatura e la temperatura media annua è di 19 °C, tra le più alte in Europa. Tra febbraio e giugno si può trovare un ottimo connubio tra bel tempo e prezzi contenuti, tuttavia i mesi ideali sono settembre e ottobre. Tuttavia solo tra maggio e settembre le temperature sono tali da consentire il bagno in mare.

Cenni storici[modifica]

Durante il corso della storia, la posizione geografica di Malta ha dato grande importanza all'arcipelago, subendo l'avvicendarsi in sequenza di Fenici, Greci, Cartaginesi, Romani, Arabi, Normanni, Aragonesi, Cavalieri di Malta, Francesi e Inglesi.

Malta è rimasta nel Commonwealth delle nazioni anche quando è diventata indipendente dal Regno Unito il 21 settembre 1964.

Dieci anni dopo Malta è diventata una repubblica. Intorno alla metà degli anni 80, l'isola si è trasformata in punto di attracco delle navi, un centro finanziario e una rinomata località turistica.

Malta è entrata a far parte dell'unione Europea il 1º maggio 2004 e dal 1º gennaio 2008 è entrata a far parte dell'eurozona.

Lingue parlate[modifica]

Oltre alle lingue ufficiali, quasi tutti, se non proprio tutti, capiscono l'italiano sebbene non lo parlino assiduamente. In effetti il maltese ha moltissimi vocaboli derivati dai dialetti italiani, in particolare dalla lingua franca utilizzata dalle repubbliche marinare (quindi genovese e veneziano in testa).

Una tipica barca maltese detta Luzzu

Cultura e tradizioni[modifica]

La cultura di Malta rispecchia le influenze di culture differenti, tra cui l'Italia e il Regno Unito, che governò Malta fino al 1964.

Il folklore maltese, le tradizioni e le leggende sono vive negli anziani e sono attualmente studiate e categorizzate come in ogni altro paese europeo. Il għanja tal-fatt, cioè "il canto del fatto" tipico della musica Għana è un componente importante del folklore locale, tra i quali c'e Ċikku Degiorgio detto Tal Fjuri (Dei fiori) come un esponente particolare. Il cantautore Walter Micallef, col suo sestetto, è attualmente l'artista più noto per il canto in maltese.

Un'abitudine piuttosto diffusa è quella di dare dei nomi alle proprie abitazioni e di mostrarli con una placca in pietra o ceramica nella facciata della casa. Tali nomi spesso sono religiosi (come i nomi di certi santi), di persone (con buona probabilità quelli dei proprietari), di luoghi (forse quelli di origine) o altro. Facendoci caso se ne troveranno di così buffi da meritarsi una foto.

Letture suggerite[modifica]

Il poeta nazionale di Malta, Carmelo Psaila ("Dun Karm") (1871-1961), scrisse in maltese, inglese, italiano e esperanto.

Oggi la letteratura maltese è dominata da opere in maltese (Alex Vella Gera[8] e Guze' Stagno ad esempio) e alcune in inglese (Francis Ebejer ad esempio). Ci sono pochissime opere in italiano, come le poesie del Giudice J.J. Cremona e l'ebook Il Sindaco di Racalmusci, di Albert Caruana.

Territori e mete turistiche[modifica]

La Repubblica di Malta è costituita da tre isole principali:

Mappa divisa per regioni
      Isola di Malta — La più grande delle tre isole che costituiscono Malta. Ospita la capitale e cattura la stragrande maggioranza dei turisti.
      Comino — Piccola isola che infonde una reale sensazione di isolamento. È in gran parte costituita da una riserva naturale.
      Gozo — Nota per le sue sceniche colline e la sua ricca storia.


Centri urbani[modifica]

  • La Valletta — La capitale di Malta.
  • Buġibba — Sulla baia di St. Paul, Buġibba costituisce la meta ideale per gli amanti della vita notturna. La località è stata dotata di spiaggia artificiale e di un casinò.
  • Cottonera (Le 3 città) — Il nome si riferisce a Vittoriosa (Birgu), Senglea e Cospicua (Bormla), tre centri inglobati nel XVII secolo in unica cinta muraria, detta "linee difensive di Cottonera".
  • Golden bay — Ospita il sito archeologico delle terme romane e la spiaggia di Għajn Tuffieħa, ritenuta una delle più belle di Malta.
  • Marsa Scirocco (Marsaxlokk) — Villaggio di pescatori, Marsaxlokk è rinomata per i suoi ristoranti di pesce ed il mercato del pesce freschissimo la domenica mattina.
  • Medina — Antica capitale maltese nei pressi di Rabat.
  • Mellea (Mellieħa) — Adagiata su una baia all'estremo nord dell'isola di Malta, Mellieħa è nota per le sua spiaggia dove i giovani si attardano fino a notte inoltrata improvvisando dei barbecue ma anche per le sue chiese e per un santuario dedicato alla Madonna e ricavato da una grotta marina.
  • Musta (Mosta) — Al centro dell'isola di Malta, Mosta è famosa per la rotonda dedicata alla sua patrona, Santa Maria Assunta è la terza cupola più grande d'Europa.
  • Rabat (Victoria) — Capoluogo dell'isola di Gozo, Victoria è famosa per la sua cittadella costruita su un'altura che offre un panorama a 360° su Gozo.
  • San Giuliano (San Giuliano alla Valletta - St. Julian's in inglese) — Situata appena a nord di Sliema, San Ġiljan presenta un'alta concentrazione di alberghi e ristoranti soprattutto nella zona di "Paceville".
  • Sliema — Spiaggia a nord della capitale molto frequentata.

Altre destinazioni[modifica]

Qui di seguito una rassegna delle più belle spiagge di Malta:

  • Blue Lagoon — Indimenticabile laguna nell'isola di Comino.
  • Ghadira Bay — La più nota della baia di Mellieha. Facilmente raggiungibile in autobus: il 44 e 45 da La Valletta o il 48 dal capolinea Bugibba.
  • Ghajn Tuffieha e Golden Bay — Nella parte occidentale dell'isola, raggiungibile in auto tramite: la strada 47 da La Valletta o la 652 da Sliema.
  • Ghar Lapsi — Piccola e meravigliosa baia di scogli nella parte est, vicina ai meravigliosi templi di Hagar Qim e Menaidra.
  • Gnejna Bay — Spiaggia sabbiosa nella parte occidentale dell'isola nei pressi di Mgarr, raggiungibile con l'autobus 47 da La Valletta.
  • Paradise Bay — Nei pressi di Ghadira Bay nella parte settentrionale di Malta. Facilmente raggiungibile in autobus: il 45 e 145 da La Valletta o il 48 dal capolinea Bugibba.
  • Ramla Bay — Suggestiva spiaggia nell'isola di Gozo. Nelle vicinanze si può visitare la grotta di Calypso.


Come arrivare[modifica]

Requisiti d'ingresso[modifica]

Malta è un membro dell'Area Schengen.

Non ci sono controlli alle frontiere tra i paesi che hanno firmato e attuato il trattato, ossia l'Unione europea (ad eccezione della Bulgaria, Croazia, Cipro, Irlanda, Romania e Regno Unito), Islanda, Liechtenstein, Norvegia e Svizzera. Allo stesso modo, un visto concesso da un qualunque membro Schengen è valido in tutti gli altri paesi che hanno firmato e attuato il trattato. Ma attenzione: non tutti i membri dell'Unione europea hanno firmato il trattato di Schengen, e non tutti i membri di Schengen fanno parte dell'Unione europea. Questo significa che ci possono essere controlli doganali a campione, ma senza controlli di immigrazione (viaggiando all'interno di Schengen, ma non da/a un Paese extra UE) o potrebbe essere necessario passare i controlli di immigrazione, ma non quelli doganali (viaggiando all'interno dell'UE, ma non da/a un Paese extra Schengen).

Gli aeroporti in Europa sono pertanto suddivisi in aree "Schengen" e "non-Schengen", che di fatto si comportano come gli equivalenti nazionali dei voli "domestici" e "internazionali". Se si vola da fuori dell'Europa verso un paese Schengen per poi continuare verso un altro, verranno effettuati i controlli di immigrazione e doganali al primo scalo per poi continuare verso la destinazione finale senza ulteriori verifiche. Viaggiare tra un membro di Schengen e uno Stato non appartenente a Schengen darà luogo ai normali controlli di frontiera. Si noti che indipendentemente dal fatto che si viaggia all'interno dello spazio Schengen o meno, molte compagnie aeree continueranno a insistere per vedere la vostra carta d'identità o passaporto.

I cittadini dell'UE o AELS (l'"Associazione europea di libero scambio", nota in inglese come EFTA, e composta da Islanda, Liechtenstein, Norvegia e Svizzera) per l'ingresso hanno solo bisogno di una carta d'identità valida per l'espatrio o di un passaporto, entrambi ovviamente in corso di validità. In nessun caso si avrà bisogno di un visto per un soggiorno di qualsiasi durata. Gli stessi criteri si applicano anche ai cittadini stranieri. In aggiunta dovranno solo mostrare il regolare visto d'ingresso che gli ha consentito l'accesso al primo stato membro.

I cittadini non-UE/AELS in genere necessitano di un passaporto per l'ingresso in un paese Schengen e la maggior parte avrà bisogno di un visto.

Dal 2012 anche i minorenni devono essere muniti di carta d'identità per lasciare il suolo nazionale e devono essere accompagnati da almeno uno dei genitori indicati in tale documento. In assenza dei genitori il minore deve avere una "dichiarazione di accompagno" da loro firmato e convalidato dagli organi competenti, in cui si indica la persona o l'ente a cui il minore sarà affidato.

Note
(1) I cittadini di questi paesi hanno bisogno di un passaporto biometrico per godere dell'esenzione dal visto.

(2) I cittadini serbi con passaporto rilasciato dalla direzione di coordinamento serba (residenti in Kosovo con passaporto serbo) necessitano del visto.

(3) I cittadini di Taiwan hanno bisogno del loro numero identificativo da stipularsi sul passaporto di godere dell'esenzione del visto.

Solo i cittadini dei seguenti paesi non-UE/AELS non hanno bisogno di un visto per l'ingresso nell'area Schengen: Albania1, Andorra, Antigua e Barbuda, Argentina, Australia, Bahamas, Barbados, Bosnia ed Erzegovina1, Brasile, Brunei, Canada, Cile, Costa Rica, El Salvador, Guatemala, Honduras, Israele, Giappone, Repubblica di Macedonia1, Malesia, Maurizio, Messico, Moldavia1, Principato di Monaco, Montenegro1, Nuova Zelanda, Nicaragua, Panama, Paraguay, Saint Kitts e Nevis, San Marino, Serbia1, 2, Seychelles, Singapore, Corea del Sud, Taiwan3 (Cina), Stati Uniti, Uruguay, Città del Vaticano, Venezuela, inoltre le persone in possesso di passaporti del British National (Overseas), Hong Kong o Macao.

I cittadini non-UE/AELS non possono rimanere più di 90 giorni in un periodo di 180 giorni all'interno dell'area Schengen nel suo complesso e, in generale, non possono lavorare durante il loro soggiorno (anche se alcuni paesi Schengen fanno eccezione a certe nazionalità; vedi sotto). Il conteggio inizia una volta che si entra in un paese dell'Area Schengen e continua anche quando si lascia un paese Schengen per un altro.

I cittadini non UE/AELS (anche se esenti da visto, a meno degli andorrani, monegaschi o sammarinesi), devono accertarsi che il passaporto venga timbrato sia all'ingresso che all'uscita dall'area Schengen. Senza il timbro d'ingresso, si può essere trattati come coloro che hanno ecceduto la permanenza prevista dal visto quando si tenta di lasciare lo spazio Schengen; inoltre a chi è privo di un timbro di uscita, può essere negato l'ingresso la successiva volta che cerca di entrare nell'area Schengen perché potrebbe risultare che ha ecceduto il soggiorno durante la visita precedente. Se non è proprio possibile ottenere un timbro apposto sul passaporto, assicurarsi di conservare documenti quali carte di imbarco, biglietti di trasporto e ricevute ATM che possono aiutare a convincere il personale d'ispezione frontaliero della legale permanenza nell'area Schengen.

Notare che:

  • I sudditi britannici con aventi il diritto residenza nel Regno Unito e i cittadini dei Territori Britannici d'Oltremare connessi a Gibilterra, sono considerati "cittadini del Regno Unito ai fini dell'Unione europea" e quindi possono beneficiare di un accesso illimitato alla zona Schengen.
  • I sudditi britannici e i cittadini dei Territori Britannici d'Oltremare, entrambi senza diritto di residenza nel Regno Unito, necessitano del visto.

Tuttavia, tutti i cittadini dei Territori Britannici d'Oltremare ad eccezione di quelli esclusivamente collegati alle zone di sovranità di Cipro sono eleggibili per la cittadinanza britannica e, successivamente, all'accesso illimitato all'area Schengen.

Aereo della compagnia area nazionale

In aereo[modifica]

Al 2009 i voli dall'Italia erano operati dalle seguenti compagnie:

L'aeroporto internazionale di Malta (IATA: MLA) [1] (e unico aeroporto dell'arcipelago) si trova nel territorio di Luqa a soli 8 km da La Valletta.

I trasporti dall'aeroporto alle varie cittadine dell'isola, sono gestiti dagli autobus la cui sigla inizia con "X":

  • X1: destinazione Ċirkewwa (più mete intermedie)
  • X2: destinazione San Giuliano (più mete intermedie)
  • X3: destinazione Buġibba (più mete intermedie)
  • X4, X5 e X6: destinazione La Valletta (più mete intermedie)

In nave[modifica]

I collegamenti marittimi sono operati dalla compagnia italiana Grimaldi Lines e dalla compagnia maltese Virtu Ferries Limited che collega al porto di Pozzallo in Sicilia.

Come spostarsi[modifica]

In auto[modifica]

A Malta si guida a sinistra (un retaggio del Regno Unito) e in modo spericolato (dal non mettere la freccia al non dare la precedenza). Quindi fate molta attenzione e non date mai niente per scontato.

In nave[modifica]

Vi sono tantissimi battelli che vi porteranno a Comino e Gozo a un prezzo modico (10€ al 2013).

Il biglietto per il battello "Gozo Channel Line" vale sempre sia per andata che ritorno e viene acquistato direttamente dal porto di Gozo. Quindi potete fare il viaggio da Malta a Gozo senza biglietto perché chiaramente chi va a Gozo, prima o poi deve tornare indietro a Malta. Gli orari di ritorno sono rigidi, quindi bisogna fare attenzione a non perdere l’ultimo traghetto.

Tariffe Standard Notturno
Solo passeggero 4,65€ 4,05€
Passeggero + auto 15,70€ 12,80€
Passeggero + moto 8,15€ 6,95€

Note:

  • I residenti dell'Isola di Malta e di Gozo possono usufruire di tariffe ridotte.
  • Per i bambini sotto i tre anni viaggiano gratuitamente, mentre quelli dai 3 ai 12 anni pagano 1,15€.
  • Per il trasporto di biciclette si paga 1,15€
  • Sono disponibili carnet/abbonamenti per viaggiatori abituali.
  • Tariffe e condizioni aggiornate a luglio 2013.
Vecchia corriera a Malta
Attuali autobus maltesi

In autobus[modifica]

Gli autobus sono molto frequenti e costano pochissimo (con possibilità di acquistare la corsa semplice, biglietti giornalieri o settimanali) da pagare subito al conducente che rilascia lo scontrino; d'estate viaggiano con la porta aperta. La grande maggioranza parte dal Main Gate di Valletta per tutte le zone dell'isola. Vi sono anche servizi diretti e notturni.


Dal 2011 il trasporto pubblico è gestito dalla compagnia Arriva.

Il prezzo dei biglietti varia se si è residenti (mostrate la ID card maltese al conducente) o turisti.

Sebbene si possano fare i biglietti per corsa singola la differenza di costo col giornaliero è irrisoria e tenendo conto che tipicamente un turista fa viaggi di A/R, conviene sempre acquistare il giornaliero. Qui di seguito un'indicazione sulle principali tariffe attualmente in vigore.

Tariffe Residenti Non Residenti
Corsa semplice 1,30€/1,00€* 2,20€
Giornaliero 1,50€ 2,60€
Settimanale 6,50€ 12,00€
Mensile 26,00€ N/A
Note:
  • Per i bambini sotto i tre anni non è necessario acquistare un biglietto ad essi dedicato.
  • Il prezzo della corsa semplice per i residenti varia in base all'isola: 1,30€ per l'Isola di Malta e 1,00€ per Gozo.
  • La multa per chi è sprovvisto di un valido titolo di viaggio è pari a 10€.
  • I biglietti acquistati per l'Isola di Malta non sono validi a Gozo e viceversa.
  • Tariffe e condizioni aggiornate a luglio 2013.


I nuovi autobus, specialmente quelli articolati (o autosnodati) sono decisamente ingombranti rispetto a molte strade maltesi costringendo gli automobilisti a brevi sensi unici alternati e a guide particolarmente a scatti in caso di incomprensioni tra gli autisti.


In ogni caso l'autobus pubblico è il mezzo più economico per girare Malta.

Cosa vedere[modifica]

Tantissime sono le bellezze naturali, archeologiche ed artistiche dell'arcipelago maltese. Il mare è stupendo ovunque, anche se le spiagge sono rare. Da non perdere la Laguna Blu di Comino. Alla Valletta è visibile il dipinto "Decollazione di San Giovanni" del Caravaggio. Una grande quantità di antichi palazzi e chiese per lo più di pregevole valore artistico sono presenti in quasi tutte le città maltesi.

A Malta ci sono molte cattedrali belle e grandiose, all'ingresso vi forniranno qualche asciugamano per coprirvi meglio. Alle donne, da parte dei custodi più tradizionalisti, può essere fornito gentilmente un velo per coprire i capelli; cosa che prima del Concilio Vaticano II valeva regolarmente anche per i Cattolici, poi è divenuto "non più obbligatorio". Ricordatevi che, per i Maltesi, entrare in una chiesa implica lo stesso rispetto di una moschea in un paese islamico.

Finestra azzurra a Gozo prima del crollo
  • Finestra Azzurra (Azure Window) — Arco naturale sulla costa rocciosa di Dwejra Bay, famoso per la bellezza dei suoi fondali marini e dei suoi tramonti. Sfortunatamente l'8 marzo 2017 è crollato a seguito di una tempesta.
  • Templi megalitici di Malta
  • Ipogeo di Hal Saflieni
  • Hagar Qim e Tempio di Mnajdra
  • Ta' Ħaġrat
  • Tempio di Skorba
  • Ġgantija — Templi megalitici a Gozo ancora ben conservati.
  • Blue Grotto &mdash
  • Villaggio di Braccio di Ferro (o Popeye village) — Situato in una suggestiva baia dove è stato costruito il set per il film di Braccio di Ferro, è consigliabile per chi va con bambini piccoli al seguito. Dopo le riprese, il villaggio non è stato smontato, ma vive con attrazioni per bambini, giochi, ristorantini, musei dei giocattoli. Bellissima la posizione, ci si arriva facilmente anche in autobus.


Cosa fare[modifica]

Ci sono moltissime escursioni da fare, sicuramente visitare le due stupende isole, Gozo e Comino, e le loro grotte. Lo stupendo Centro storico della Valletta, una specie di museo dell'Orrore a Medina molto suggestivo il quale mostra le torture che son state fatte sull'isola.

La località per eccellenza è San Giuliano (St. Julian's) (distretto Paceville), cuore pulsante della vita maltese notturna (ma anche diurna), tutti i giovani son qui, le discoteche e i locali son quasi tutti gratuiti tranne il sabato e la domenica.

La discoteca principale è l'Axis, ma ci son anche l'Empire, il Coyote, e tante altra. Chi è abituato alle discoteche di Roma o Milano rimarrà deluso, perché quelle maltesi sono relativamente piccole, in compenso si respira un atmosfera internazionale ed è impossibile non fare nuove conoscenze.

Ecoturismo[modifica]

Per gli amanti dell'ecoturismo, Ager Foundation offre l'opportunità unica di trascorrere una giornata con quegli abitanti di Gozo che ancora si dedicano alla pesca o alla pastorizia. Sono anche organizzate visite guidate che permettono l'esplorazione dell'habitat naturale di Gozo, della sua flora e della sua fauna. La fondazione non è stata istituita a scopi di lucro.

Parchi acquatici[modifica]


Opportunità di studio[modifica]

Il sistema educativo maltese si basa sull'Ordine dei Cavalieri di San Giovanni di Malta. Tutti i Maltesi, fra scuola e TV (ricevono tutte le emittenti italiane e lasciano tutti i film in lingua originale, senza sottotitolare soltanto quelli di lingua inglese e italiana) sono perfettamente trilingui: italiano, inglese e maltese. Quest'ultima è una lingua classificata come "semitica", ma si scrive con alfabeto latino e segni diacritici. Questa lingua presenta inoltre, per qualsiasi parola, un "doppio lessico" di origine latino-sicula e di origine arabo-libica. Ad esempio, se "luna" è "qamar" alla araba ... in compenso "lunare" è "lunari" alla sicula.

La diffusione dell'inglese e la vicinanza con l'Italia, ha fatto si che siano molte le scuole pubbliche e private che organizzano vacanze-studio in convenzione con agenzie e tour operator privati e comunali, almeno per certe città. Alcuni istituti si avvalgono di personale docente maltese (gli insegnati d'inglese maltesi hanno una buona pronuncia) altri di personale docente britannico. In quanto ex Colonia Britannica (si vede ancora anche dal codice della strada), ha una lunga tradizione di insegnamento dell'inglese britannico.

Valuta e acquisti[modifica]

Paesi che hanno l'euro come moneta ufficiale:

La valuta nazionale è l'euro (€, EUR). Si tratta di uno dei 25 Paesi europei che utilizzano questa valuta comune: molti facenti parte dell'Unione Europea in particolare dell'eurozona, insieme ai 6 membri extracomunitari che però non hanno voce in capitolo negli affari della zona euro. Globalmente questi 25 Paesi hanno una popolazione di oltre 330 milioni.

Un euro è diviso in 100 centesimi. Secondo la normativa europea il simbolo € è sempre posto dopo la quantità (per esempio 15€). Tutte le banconote hanno esattamente la stessa fattura e tutte hanno corso legale in tutti i Paesi della zona euro.

  • Banconote — Tutte le banconote hanno esattamente lo stesso design.
  • Monete — Tutti i Paesi della zona euro hanno monete emesse con un disegno nazionale su un lato e un disegno comune sul lato opposto. Le monete possono essere utilizzate in qualsiasi paese dell'Area Euro, indipendentemente dal disegno usato (cioè una moneta di 1 Euro della Finlandia può essere utilizzata in Portogallo).
  • Monete commemorative da 2 euro — Queste sono disponibili in due varianti: la forma comune e il conio commemorativo. In questo caso differiscono dalle normali monete da 2 euro solo nella loro parte "nazionale" e circolano liberamente come moneta a corso legale. Ogni paese può produrne una certa quantità come parte della sua normale produzione di monete e qualche volta "a livello europeo" le monete da 2 euro sono prodotte per commemorare eventi speciali (ad esempio, l'anniversario dei trattati più importanti).
  • Altre monete commemorative — La variante molto più rara è relativa alle monete commemorative di altri importi (ad esempio 10 euro o più) che hanno i disegni del tutto particolari e spesso contengono quantità non trascurabili di oro, argento o platino. Sebbene a livello prettamente legale il loro valore sia quello nominale, il valore del materiale utilizzato è di solito molto più alto, pertanto sarà molto improbabile vederle in circolazione.

Qui di seguito i link per conoscere l'attuale cambio con le principali monete mondiali:

(EN) Con Google Finance: AUD CAD CHF GBP HKD JPY USD
Con Yahoo! Finance: AUD CAD CHF GBP HKD JPY USD
(EN) Con XE.com: AUD CAD CHF GBP HKD JPY USD
(EN) Con OANDA.com: AUD CAD CHF GBP HKD JPY USD

Prima del 1 gennaio 2008, anno di adozione dell'euro, era utilizzata la lira maltese.

Ci sono sportelli bancomat/ATM all'aeroporto e le carte di credito sono accettate pressoché ovunque.


Acquisti

Quando non è specificato che il servizio è incluso, è buona norma lasciare una mancia del 10%.

Mentre nei negozi i prezzi sono fissi, nei mercati la contrattazione è d'obbligo.

Il tipico cappello di paglia Maltese, stupendo, fashion e molto protettivo dal sole, lo troverete esposto in qualsiasi negozietto. Tessuti ricamati al mercato di Marsaxlokk o altri oggetti fatti a mano nei handcraft village (detto Ta' Qali).

Uno dei beni più consumati nelle afose giornate estive è l'acqua. Nei minimarket una bottiglia da due litri costa 0,7€ (a Gozo 0,48€) mentre nelle altre strutture può costare tranquillamente 4 volte tanto (agosto 2013); va tenuto presente che i minimarket non sono diffusi ugualmente in tutto l'arcipelago e in alcuni posto sono proprio assenti.

A tavola[modifica]

Tantissimi fast food invasi da turisti, ma vi ci son parecchi ristorantini dove si mangia benissimo e si spende poco, fatevi consigliare da un locale; ci son posti che solo loro conoscono. Ovviamente mangiano in maniera abbastanza differente da noi, per farvi un esempio a colazione mangiano salato, dovuto al fatto che Malta era un ex colonia della corona inglese. Ottimo il pesce da sottolineare il "Lampuki". Anche il coniglio (fennek) è eccellente specialmente quello al vino. Molti piatti infine si rifanno alla tradizione culinaria siciliana come la capunata. Assolutamente da non perdere sono i "pastizi" fatti di una pastella fritta ripieni di ricotta o piselli. La loro caratteristica è la altissima temperatura, quindi fate attenzione a non ustionarvi la lingua (ma più sono caldi e più sono freschi) ed il prezzo ridicolo (30 centesimi ben spesi).

Bevande[modifica]

Le bevande nazionali sono il Kinnie (bevanda analcolica che ricorda il nostrano chinotto) e la birra Cisk (una birra chiara molto leggera). Ottimi i vini occhio all'etichetta però... verificate che siano fatti a Malta (o Gozo), ma soprattutto con uve coltivate a Malta e non importate dalla Sicilia o altrove. Oltre ai vigneti importati dall'estero, ce ne sono alcuni tipici di queste terre come Gellewza e Ghirghentina.

Infrastrutture turistiche[modifica]

Vi sono, residence, hotel, e qualche ostello, vi è un ampia scelta insomma. Tantissimi affittacamere specie in estate.

Eventi e feste[modifica]

Festività nazionali[modifica]

  • Freedom Day, 31 marzo (1979);
  • Sette giugno, 7 giugno (1919);
  • Feast of Our Lady of Victories, 8 settembre (1565);
  • Giorno dell indipendenza, 21 settembre (1964);
  • Festa della Repubblica, 13 dicembre (1974).


Sicurezza[modifica]

Malta è un'isola tranquilla; fatta eccezione di Paceville, piena di turisti ubriachi (troppo spesso italiani). Come già detto in precedenza evitare di esser scortesi con i locali, o attaccar briga con qualche straniero ubriaco, di polizia c'è ne pochissima ma son molto severi, evitare il consumo di droghe, o di portare qualcosa in Italia, mentre per l'alcool specie nelle località turistiche son molto tolleranti.

In caso di emergenza si tenga presente che tramite il 112 è possibile contattare l'ambulanza, i pompieri e la polizia; sebbene quest'ultima possa essere contattata direttamente tramite il 119.

Situazione sanitaria[modifica]

Non è necessaria nessuna prevenzione particolare, in più vi sono molte farmacie, dove troverete anche lenti a contatto, burro cacao, creme ecc. Ovviamente proteggetevi con delle creme solari in particolare i primi giorni rischio insolazioni, macchie solari, e pesanti scottature; il sole brucia anche per il più scuro di noi Italiani.

I principali ospedali sono il Mater Dei (Tel. +356 2545 0000) e il Gozo General Hospital a Gozo (Tel. +356 2156 1600).

Rispettare le usanze[modifica]

Malta è un'isola fortemente Cattolica, qundi si è pregati di non commettere atti che potrebbero risultare sgradevoli per persone religiose.

Come restare in contatto[modifica]

Telefonia[modifica]

I tre operatori di telefonia mobile sono: Vodafone, Go Mobile e Melita Mobile.

Internet[modifica]

Gli internet café e le aree wi-fi sono piuttosto abbondanti e con connessioni capaci di raggiungere anche i 30 Mbit/s.


Altri progetti