Vai al contenuto

Da Wikivoyage.

Lom
Veduta di Lom
Stemma e Bandiera
Lom (Norvegia) - Stemma
Lom (Norvegia) - Stemma
Lom (Norvegia) - Bandiera
Lom (Norvegia) - Bandiera
Stato
Regione
Altitudine
Superficie
Abitanti
Nome abitanti
Fuso orario
Posizione
Mappa della Norvegia
Mappa della Norvegia
Lom
Sito istituzionale

Lom è una città dell'Oppland.

Da sapere

[modifica]

Cenni geografici

[modifica]

Lom è la "porta di accesso" ai Monti Jotunheimen e al Parco nazionale Jotunheimen. Il comune contiene le due vette più alte della Norvegia, Galdhøpiggen a 2.469 metri e Glittertind a 2.464 metri, che si trovano all'interno del parco.

Lom confina a nord-ovest con il comune di Skjåk, a nord con Lesja, a est e sud-est con Vågå , a sud con Vang, tutti nella contea di Innlandet. A sud-ovest, confina con il comune di Luster nella contea del Vestland. Il villaggio principale di Fossbergom si trova nella valle di Ottadalen ad un'altitudine di 382 metri sul livello del mare.

Quando andare

[modifica]

Il clima è molto continentale per gli standard norvegesi. La precipitazione media annuale (a Fossbergom) è di 321 millimetri e le medie mensili nelle 24 ore vanno da -10 ° C a gennaio a 14 ° C a luglio. Le estati sono spesso soleggiate con temperature diurne che variano tipicamente da 14 °C a 25 °C. Le grandi aree montuose di Lom sono molto più fredde e hanno più precipitazioni; il tempo nevoso è possibile anche in estate ad altitudini superiori a 2.000 metri. L'agricoltura utilizza da secoli l'irrigazione.

Cenni storici

[modifica]

Un'antica rotta commerciale passava da Sunnmøre attraverso Lom e Skjåk e giù per la valle di Gudbrandsdalen. Il commercio consisteva in pesce e sale diretti nell'entroterra e grano verso la costa.

La Saga di Olaf Haraldson racconta che sant'Olaf commentò mentre guardava per la prima volta Lom dall'alto in basso: "Che peccato dover devastare una valle così bella". Di fronte a una motivazione così chiara, i residenti della valle si convertirono (da allora persiste una discussione ricorrente se si rivolgesse a Lom o al vicino comune di Skjåk, all'epoca parte di Lom.) St. Olafs-stuggu, un l'edificio dove si dice che Sant'Olaf trascorse una notte nel 1021, si trova ancora qui. L'edificio fa parte del Museo distrettuale di Presthaugen.

Durante la campagna norvegese del 1940 i prigionieri di guerra tedeschi furono tenuti dall'esercito norvegese nel campo di prigionia di Lom. Lom fu bombardata due volte dalla Luftwaffe tedesca nell'aprile 1940.

Come orientarsi

[modifica]
Mappa a tutto schermo Lom (Norvegia)
Centro di Lom

Frazioni

[modifica]

61.712798.3148291 Bøverdalen — La valle di Bøverdalen va dall'altopiano di Sognefjellet al villaggio di Lom (Fossbergom). Prende il nome dal fiume principale Bøvra. La parte superiore è anche conosciuta come Breidsæterdalen. La strada 55 corre in parte lungo il ramo noto come Leirdalen, sede del fiume Leira che drena i ghiacciai nello Jotunheimen, da cui il nome "Leira", letteralmente "fiume di argilla", a causa della grande quantità di argilla che rende l'acqua grigia o turchese.

Come arrivare

[modifica]

In auto

[modifica]

La strada 55 la collega con Luster e Sogndal.

In autobus

[modifica]

Due bus al giorno partono da Luster ma solo nel periodo luglio-agosto.

Come spostarsi

[modifica]


Cosa vedere

[modifica]
Chiesa di Lom
  • 61.83988.566071 Chiesa di Lom (Lom stavkirke). Si ritiene che la chiesa di Lom, sia stata costruita nel 1158. Fu ampliata nel 1634, con l'aggiunta di due navate nel 1667. Si ritiene che la chiesa fosse originariamente circondata da un passaggio circumambulatorio, come molte altre chiese a doghe norvegesi, ma che questo passaggio sia stato rimosso quando furono aggiunte le due ali laterali. Nella chiesa sono ancora visibili alcune iscrizioni runiche. La chiesa conserva anche numerosi dipinti del XVII e XVIII secolo con motivi religiosi. Molti dei dipinti sono stati realizzati dall'artista locale Eggert Munch, un lontano parente del famoso Edvard Munch. La chiesa contiene anche numerosi esempi di intaglio del legno locale, come si vede negli elaborati cartigli d'acanto che adornano il pulpito. Le figure del drago scolpite sul tetto sono antichi simboli di protezione contro il male. È ancora in uso come chiesa locale. Lom Stave Church (Q2007206) su Wikidata
Sagasøylen
  • 61.7038348.2866082 Sagasøylen. Una scultura alta 34 m con rilievi in ​​stile eroico da "saga". La colonna descrive momenti importanti della storia norvegese. L'artista Wilhelm Rasmussen stava lavorando al monumento negli anni '20 e secondo i piani doveva essere eretta davanti al parlamento di Oslo. Rasmussen si unì al partito nazista negli anni '30 e ulteriori lavori al monumento furono interrotti. La colonna è stata completata nel 1992 ed eretta presso l'hotel Elveseter nella valle di Bøverdalen. La colonna si trova vicino alla strada ed è un punto di riferimento a Bøverdalen. The Saga Column (Q19387346) su Wikidata
  • 61.7198778.3438483 Chiesa Bøverdal. La chiesa di Bøverdalen a Galde è una bella chiesetta ottagonale vicino alla strada. Bøverdal Church (Q4935276) su Wikidata
  • 61.8473948.8044474 Chiesa Garmo. Garmo Church (Q11971581) su Wikidata


Eventi e feste

[modifica]


Cosa fare

[modifica]
  • 61.6333338.31 Galdhøpiggen (nella parte settentrionale di Jotunheimen appena a sud della strada 55). Galdhøpiggen è la vetta più alta dei paesi nordici a 2469 m sul livello del mare. Le cime vicine sono circondate da ghiacciai. Il percorso standard è un'escursione di un giorno moderato (circa 7 ore) dal rifugio Juvasshytta attraverso un ghiacciaio e deve essere fatto con una guida. Le guide iniziano all'inizio di giugno a seconda delle condizioni della neve. C'è anche una stazione sciistica estiva a Juvasshytta lodge. La strada per Juvasshytta parte dalla strada 55 nella frazione di Galde vicino alla chiesa di Bøverdalen. Il viaggio verso Juvasshytta sulla strada Galdhøpiggen offre un bel panorama. Nota: la strada di Galdhøpiggen è ripida ed è necessaria una discesa a bassa marcia per non surriscaldare le pause. Questa è la strada più alta della Norvegia e possono verificarsi nevicate anche in estate. Galdhøpiggen su Wikipedia Galdhøpiggen (Q203942) su Wikidata


Acquisti

[modifica]


Come divertirsi

[modifica]


Dove mangiare

[modifica]


Dove alloggiare

[modifica]

Prezzi medi

[modifica]
  • 61.7495318.3845571 Røisheim Hotel, Sognefjellvegen, Bøverdalen, +47 61212031. Check-out: 11:00. Røisheim è in funzione come locanda e alloggio dal 1858. Il complesso comprende 14 vecchi edifici in legno protetti dalla legge. L'hotel si trova in un punto stretto nella valle di Bøverdalen e il fiume scorre attraverso una gola sotto l'hotel.
  • 61.6728568.3702252 Juvasshytta, +47 61211550. Rifugio a poca distanza dal Galdhøpiggen.
  • 61.716678.353 Sognefjellshytta, Sognefjellsvegen 4974, Bøverdalen, +47 61212934. Sognefjellshytta è un rifugio di montagna di proprietà privata che ha iniziato a funzionare nel 1947. Ampliato più volte e alcune sezioni hanno camere d'albergo standard. Sognefjellshytta (Q2442330) su Wikidata



Sicurezza

[modifica]


Come restare in contatto

[modifica]


Nei dintorni

[modifica]


Altri progetti

CittàBozza: l'articolo rispetta il modello standard e ha almeno una sezione con informazioni utili (anche se di poche righe). Intestazione e piè pagina sono correttamente compilati.