Scarica il file GPX di questo articolo

Lettonia

Da Wikivoyage.
Europa > Stati baltici > Lettonia
Lettonia
Piazza del Municipio e "Gilda delle Teste Nere" a Riga. La statua visibile è quella di Roland nel 1404 che rappresenta la libertà e il diritto di mercato; è spesso presente nelle città della Lega Anseatica
Localizzazione
Lettonia - Localizzazione
Stemma e Bandiera
Lettonia - Stemma
Lettonia - Bandiera
Capitale
Governo
Valuta
Superficie
Abitanti
Lingua
Religione
Elettricità
Prefisso
TLD
Fuso orario
Sito web

Lettonia è un Paese degli Stati baltici che si affaccia ad ovest sul Mar Baltico e confina a nord con l'Estonia, a sud con la Lituania, a est con la Russia e a sudest con la Bielorussia.

Da sapere[modifica]

Il principale punto turistico è la capitale Riga, il cui centro storico è un patrimonio dell'umanità. Ci sono molti altri posti da vedere, sia urbani che rurali, ad esempio la città di Liepāja con la sua magnifica spiaggia e l'unico ex quartiere segreto militare di Karosta, Kuldīga con la più ampia cascata d'Europa e Cēsis con le sue rovine del castello medievale sono solo alcune delle varie attrazioni. L'incontaminata costa lettone ha una bellezza selvaggia che si estende per 500 km di lunghezza, costituiti principalmente da spiagge di morbida sabbia bianca. Le foreste coprono circa la metà del territorio della Lettonia e ospitano numerosi percorsi naturalistici e parchi naturali.

Cenni geografici[modifica]

La metà della Lettonia è coperta da foreste che sono ricchi di fauna selvatica. Ci sono anche molti piccoli laghi sparsi di origine glaciale (oltre 3.000), torbiere e zone paludose in tutto il Paese, in particolare nella regione sud-orientale della Letgallia. Si possono trovare valli scavate dai fiumi con tratte caratterizzate da scogliere di sabbia sulle loro rive. Dato che l'industria pesante è stata dismessa qualche tempo fa, i posti sono per la maggior parte ecologicamente puliti.

Il paese è bagnato dal Mar Baltico, la lunga costa (531 km) è prevalentemente sabbiosa e non possiede isole. L'elemento caratterizzante del litorale lettone è il Golfo di Riga.

La Lettonia è generalmente piatta, intervallata da colline che non superano i 300 m d'altezza. Il punto più alto è Gaiziņkalns, con un picco a 312 m s.l.m., appena ad ovest della città di Madona, nel centro della Lettonia.

Il fiume principale è la Daugava.

Quando andare[modifica]

Il periodo migliore per recarsi in Lettonia è durante l'estate, da giugno fino ai primi di settembre, in quanto durante quel periodo è caldo (circa 15/20°C) e vari cibi locali sono disponibili. Mentre l'inizio del mese di dicembre è generalmente mite, con temperature che si attestano sopra lo zero, nevicate si possono verificare durante la stagione invernale, gennaio e febbraio, e le temperature possono scendere a circa -30°C per brevi periodi di tempo. Primavera e autunno sono abbastanza miti.

Cenni storici[modifica]

La Lettonia è stato in antichità un frequentato punto di scambio. La rotta, nota dai Vichinghi ai Greci e citata in antiche cronache, si estendeva dalla Scandinavia attraverso il territorio lettone, lungo il fiume Daugava, il Rus' di Kiev e l'impero bizantino. In tutto il continente europeo medievale la costa lettone era un luogo noto per ottenere l'ambra che in molti posti era più preziosa dell'oro. L'ambra lettone era conosciuta in luoghi lontani come l'antica Grecia e l'impero romano. Nel XII secolo i commercianti tedeschi arrivarono, portando con loro i missionari che hanno tentato di convertire le tribù pagane ugrofinniche (livoni) e baltiche (lettoni) alla fede cristiana. I tedeschi nel 1201 fondarono Riga che diventò così la più grande e potente città sulla costa orientale del Mar Baltico.

Nel 1236 l'intera regione passò totalmente sotto l'autorità dei cavalieri dell'Ordine Teutonico fino al 1561, quando il regno di Polonia congiunse le province di Letgallia e Livonia a nord del fiume Daugava, mentre le province di Curlandia e Semgallia, furono unite nel Ducato di Curlandia, stato indipendente sotto la sfera d'influenza della Polonia.

La Svezia nel 1621 conquistò Riga e la provincia di Livonia, perdendole nel 1721, durante le Guerre del Nord. La Lettonia finì così nella sfera d'influenza dell'Impero russo, che la sottopose a un intenso processo di russificazione mantenendo nella capitale il tedesco come lingua ufficiale.

A partire dal 1721 la Lettonia apparteneva ai cosiddetti Governatorati baltici dell'impero russo. Nel 1795, con la terza spartizione della Polonia, la Russia di Caterina II si assicurò il controllo dell'intero territorio dell'attuale Lettonia.

Durante la Prima guerra mondiale il territorio della Lettonia, ceduto dai russi con la Pace di Brest-Litovsk, venne temporaneamente occupato dalla Germania, che costituì l'Ober Ost.

Popolazioni ed ebrei lettoni, durante le deportazioni sovietiche in Siberia, del 1941

Dopo aver ottenuto l'indipendenza il 18 novembre 1918, la Lettonia ha raggiunto notevoli risultati nello sviluppo sociale, economico, industriale e agricolo. Il 16 giugno 1940 il ministro degli Esteri sovietico Vyacheslav Molotov ha presentato al rappresentante della Lettonia a Mosca un ultimatum, accusando la Lettonia di violare un patto e cospirare contro l'Unione Sovietica. Le forze sovietiche invasero la Lettonia subito dopo e "I governi del popolo" sono stati formati per fornire un supporto legale per un completo cambio di potere, a cui seguì l'integrazione della Lettonia nell'Unione Sovietica il 5 agosto 1940. La Germania nazista occupò il Paese l'anno successivo, governando la Lettonia fino a che l'Armata rossa sovietica rioccupò il paese nel 1944. Sia la Germania nazista che l'Unione Sovietica sotto Stalin furono estremamente brutali e omicidi durante il loro governo: i nazisti e i loro collaboratori locali uccisero oltre 200.000 lettoni, tra cui 75.000 ebrei lettoni, mentre i sovietici, con i propri collaboratori locali, hanno gettato oltre 100.000 lettoni nei gulag della Siberia, da cui molti non tornarono e molte migliaia furono arrestati localmente o uccisi o torturati. Durante il periodo della cortina di ferro, quando la Lettonia era una provincia dell'Unione Sovietica, la concentrazione di industrie pesanti è stata enorme. Tutti i contatti con l'Occidente sono stati fortemente regolati durante quel periodo e chiunque venisse trovato ad avere un possibile contatto con degli stranieri poteva essere accusato di cospirare contro lo Stato. La regione baltica aveva la reputazione di avere il più alto tasso di alfabetizzazione e di essere la più urbanizzata dell'Unione Sovietica.

La Lettonia ha ripristinato la propria indipendenza il 21 agosto 1991. Tra il 1991 e il 2007 il paese ha visto una crescita economica senza precedenti. La recessione globale e la crisi finanziaria ha colpito duramente la Lettonia alla fine degli anni 2010, portando una grave contrazione economica e alti tassi di disoccupazione. L'economia del Paese è migliorata ancora una volta in anni più recenti.

A causa del passato tribale ed essendo stata contesa tra le nazioni che l'hanno occupata nel corso degli anni, esistono differenze regionali tra le aree della Lettonia che possono essere interessanti da esplorare.

Lingue parlate[modifica]

Il lettone (Latviešu valoda) è l'unica lingua ufficiale in Lettonia. Appartiene al gruppo di lingue baltiche tra le lingue indoeuropee ed è correlata alla lingua lituana, ma è abbastanza diversa per essere difficile da afferrare, anche per i madre lingua lituani.

Il lettone utilizza l'alfabeto latino con alcune varianti. Alcune parole sono prese in prestito da altre lingue e sono abbastanza facili da comprendere come ad esempio la parola restorāns che significa "ristorante"; altre invece hanno radici diverse, rendendo molto più difficile - se non impossibile - la comprensione, come ad esempio la parola veikals che significa "negozio". Il linguaggio ha regole grammaticali complesse. Piccole modifiche come l'aggiunta di un prefisso in una parola può cambiare completamente il significato della frase: per esempio la parola dzīvot significa "vivere" mentre la parola izdzīvot significa "sopravvivere".

La pronuncia della lingua lettone è generalmente facile da imparare. L'accento è quasi sempre collocato all'inizio della parola, in particolare sulla prima sillaba. Tuttavia ci sono diverse regole complicate su come devono essere pronunciate alcune vocali come e ed o nelle varie parole. Le parole possono anche avere più pronunce a seconda del contesto, come ad esempio con loks che può significare "porro" o "arco" e con zāle che può significare "sala", "erba" o (informalmente) "marijuana".

Il lettone è nativamente parlato da solo 1,5 milioni di persone in tutto il mondo, e la maggior parte di loro vive chiaramente in Lettonia, ma alcuni vivono anche in Irlanda, Regno Unito, Canada, Stati Uniti, Russia, Brasile e Australia.

Lingue straniere[modifica]

Oltre al lettone, il russo è parlato correntemente dalla maggior parte della popolazione, in quanto la Lettonia è stata parte dell'Unione Sovietica. In alcuni luoghi nel sud-est della Lettonia, come ad esempio Daugavpils, il russo può essere la lingua maggioritaria a causa della più forte influenza russa.

L'inglese ha lentamente sostituito il russo dopo l'indipendenza. È lecito ritenere che si sarà in grado di cavarsela conoscendo la sola lingua inglese, soprattutto quando si parla di giovani lettoni, in quanto le nuove generazioni hanno una migliore conoscenza della lingua inglese rispetto al russo, grazie alla globalizzazione e all'influenza dei media e delle società occidentali.


Territori e mete turistiche[modifica]

Anche se le differenze sociali e culturali tra le regioni della Lettonia non sono grandi, esistono ancora. Un esempio è il vestito tradizionale diverso da regione a regione.

Ci sono vari modi ufficiali o meno per dividere il Paese in regioni. Da un punto di vista storico e culturale (ma non amministrativo) la Lettonia è suddivisa in quattro regioni: Livonia, Curlandia, Semgallia e Letgallia. Riga, considerata parte della Livonia, è spesso scissa in una regione separata definita dai confini urbani o da quelli extraurbani che comprendono una grande area circostante.

È importante tenere a mente che la maggior parte degli autoctoni si riferisce alla città di Riga includendo anche tutta la parte periferica.

Mappa divisa per regioni
      Curlandia (Kurzeme)
      Letgallia (Latgale) — Al confine con Russia e Bielorussia, Letgallia è una regione lacustre solcata dal fiume Daugava che poco prima di gettarsi nel mar Baltico bagna la capitale Riga. La Letgallia è una delle regioni più povere d'Europa con consistenti minoranze di Russi, Bielorussi e Polacchi.
      Regione di Riga — Lungo la litoranea sulla costa orientale del golfo di Riga fino ai confini con l'Estonia i centri di maggiore interesse sono Saulkrasti e Salacgrīva.
      Livonia (Vidzeme) — È la regione che comprende i territori a est e a nordest della capitale. È una regione dai paesaggi piatti spesso ricoperti da boschi e dai litorali bassi e sabbiosi con non molte infrastrutture turistiche, La Livonia è abitata da un popolo di origine ugro-finnica affine agli Estoni.
      Semgallia (Zemgale) — Semgallia è la regione a sud di Riga, estesa sul confine con la Lituania. La sua attrazione principale è la città di Bauska, sorta intorno a un castello dell'Ordine Teutonico.

Centri urbani[modifica]

La statua di San Roland nel centro storico di Riga
  • Riga — La capitale della Lettonia e capitale europea della cultura nel 2014, con una lunga storia.
  • Daugavpils — Principale centro della Letgallia e più grande città del Paese, Daugavpils è un centro industriale con reminiscenze di epoca sovietica, situata nella zona sudorientale.
  • Jūrmala — A 20 km da Riga, Jūrmala è, grazie al suo lungo arenile, il più rinomato centro di villeggiatura del Paese.
  • Kuldīga — Un'antica città nella parte occidentale del Paese, mostra un'architettura unica e ospita la più ampia cascata fluviale d'Europa.
  • Liepāja — 110 km a sud di Ventspils, Liepāja sorge su un cordone sabbioso che separa una laguna dal mar Baltico. La sua fama di città più ventosa della Lettonia è comprovata dalla presenza di impianti per la produzione di energia eolica. Vanta un'architettura moderna e anche una lunga storia unita all'ex quartiere militare sovietico segreto di Karosta (letteralmente porta della guerra).
  • Madona — Una piccola e pittoresca cittadina nel Vidzeme orientale, situata in una zona collinare.
  • Mazsalaca — Villaggio nei cui pressi è stata trovata una necropoli risalente all'età della pietra.
  • Salacgrīva — Un piccolo porto sulla foce del fiume Salaca a 104 km da Riga e 10 dalla frontiera con l'Estonia.
  • Saulkrasti — Letteralmente "Costa del sole", un centro di villeggiatura con un festival annuale dedicato al jazz.
  • Sigulda — Grazioso villaggio, Sigulda è la base per escursioni al vicino Parco nazionale di Gauja. Situata nel centro della Lettonia con molti castelli interessanti e punti di interesse storico. Dopo Riga è la destinazione più popolare tra i turisti stranieri.
  • Ventspils — Città della Lega anseatica, sorse intorno a un castello dell'Ordine di Livonia e dalla seconda metà del XIX secolo si evolse in un importante porto mercantile. Situata nella parte nordoccidentale della Lettonia, ospita un porto privo di ghiaccio, che è il porto più trafficato nei Paesi baltici.

Altre destinazioni[modifica]


Come arrivare[modifica]

Requisiti d'ingresso[modifica]

La Lettonia è un membro dell'Area Schengen.

Non ci sono controlli alle frontiere tra i paesi che hanno firmato e attuato il trattato, ossia l'Unione europea (ad eccezione della Bulgaria, Croazia, Cipro, Irlanda, Romania e Regno Unito), Islanda, Liechtenstein, Norvegia e Svizzera. Allo stesso modo, un visto concesso da un qualunque membro Schengen è valido in tutti gli altri paesi che hanno firmato e attuato il trattato. Ma attenzione: non tutti i membri dell'Unione europea hanno firmato il trattato di Schengen, e non tutti i membri di Schengen fanno parte dell'Unione europea. Questo significa che ci possono essere controlli doganali a campione, ma senza controlli di immigrazione (viaggiando all'interno di Schengen, ma non da/a un Paese extra UE) o potrebbe essere necessario passare i controlli di immigrazione, ma non quelli doganali (viaggiando all'interno dell'UE, ma non da/a un Paese extra Schengen).

Gli aeroporti in Europa sono pertanto suddivisi in aree "Schengen" e "non-Schengen", che di fatto si comportano come gli equivalenti nazionali dei voli "domestici" e "internazionali". Se si vola da fuori dell'Europa verso un paese Schengen per poi continuare verso un altro, verranno effettuati i controlli di immigrazione e doganali al primo scalo per poi continuare verso la destinazione finale senza ulteriori verifiche. Viaggiare tra un membro di Schengen e uno Stato non appartenente a Schengen darà luogo ai normali controlli di frontiera. Si noti che indipendentemente dal fatto che si viaggia all'interno dello spazio Schengen o meno, molte compagnie aeree continueranno a insistere per vedere la vostra carta d'identità o passaporto.

I cittadini dell'UE o AELS (l'"Associazione europea di libero scambio", nota in inglese come EFTA, e composta da Islanda, Liechtenstein, Norvegia e Svizzera) per l'ingresso hanno solo bisogno di una carta d'identità valida per l'espatrio o di un passaporto, entrambi ovviamente in corso di validità. In nessun caso si avrà bisogno di un visto per un soggiorno di qualsiasi durata. Gli stessi criteri si applicano anche ai cittadini stranieri. In aggiunta dovranno solo mostrare il regolare visto d'ingresso che gli ha consentito l'accesso al primo stato membro.

I cittadini non-UE/AELS in genere necessitano di un passaporto per l'ingresso in un paese Schengen e la maggior parte avrà bisogno di un visto.

Dal 2012 anche i minorenni devono essere muniti di carta d'identità per lasciare il suolo nazionale e devono essere accompagnati da almeno uno dei genitori indicati in tale documento. In assenza dei genitori il minore deve avere una "dichiarazione di accompagno" da loro firmato e convalidato dagli organi competenti, in cui si indica la persona o l'ente a cui il minore sarà affidato.

Note
(1) I cittadini di questi paesi hanno bisogno di un passaporto biometrico per godere dell'esenzione dal visto.

(2) I cittadini serbi con passaporto rilasciato dalla direzione di coordinamento serba (residenti in Kosovo con passaporto serbo) necessitano del visto.

(3) I cittadini di Taiwan hanno bisogno del loro numero identificativo da stipularsi sul passaporto di godere dell'esenzione del visto.

Solo i cittadini dei seguenti paesi non-UE/AELS non hanno bisogno di un visto per l'ingresso nell'area Schengen: Albania1, Andorra, Antigua e Barbuda, Argentina, Australia, Bahamas, Barbados, Bosnia ed Erzegovina1, Brasile, Brunei, Canada, Cile, Costa Rica, El Salvador, Guatemala, Honduras, Israele, Giappone, Repubblica di Macedonia1, Malesia, Maurizio, Messico, Moldavia1, Principato di Monaco, Montenegro1, Nuova Zelanda, Nicaragua, Panama, Paraguay, Saint Kitts e Nevis, San Marino, Serbia1, 2, Seychelles, Singapore, Corea del Sud, Taiwan3 (Cina), Stati Uniti, Uruguay, Città del Vaticano, Venezuela, inoltre le persone in possesso di passaporti del British National (Overseas), Hong Kong o Macao.

I cittadini non-UE/AELS non possono rimanere più di 90 giorni in un periodo di 180 giorni all'interno dell'area Schengen nel suo complesso e, in generale, non possono lavorare durante il loro soggiorno (anche se alcuni paesi Schengen fanno eccezione a certe nazionalità; vedi sotto). Il conteggio inizia una volta che si entra in un paese dell'Area Schengen e continua anche quando si lascia un paese Schengen per un altro.

I cittadini non UE/AELS (anche se esenti da visto, a meno degli andorrani, monegaschi o sammarinesi), devono accertarsi che il passaporto venga timbrato sia all'ingresso che all'uscita dall'area Schengen. Senza il timbro d'ingresso, si può essere trattati come coloro che hanno ecceduto la permanenza prevista dal visto quando si tenta di lasciare lo spazio Schengen; inoltre a chi è privo di un timbro di uscita, può essere negato l'ingresso la successiva volta che cerca di entrare nell'area Schengen perché potrebbe risultare che ha ecceduto il soggiorno durante la visita precedente. Se non è proprio possibile ottenere un timbro apposto sul passaporto, assicurarsi di conservare documenti quali carte di imbarco, biglietti di trasporto e ricevute ATM che possono aiutare a convincere il personale d'ispezione frontaliero della legale permanenza nell'area Schengen.

Notare che:

  • I sudditi britannici con aventi il diritto residenza nel Regno Unito e i cittadini dei Territori Britannici d'Oltremare connessi a Gibilterra, sono considerati "cittadini del Regno Unito ai fini dell'Unione europea" e quindi possono beneficiare di un accesso illimitato alla zona Schengen.
  • I sudditi britannici e i cittadini dei Territori Britannici d'Oltremare, entrambi senza diritto di residenza nel Regno Unito, necessitano del visto.

Tuttavia, tutti i cittadini dei Territori Britannici d'Oltremare ad eccezione di quelli esclusivamente collegati alle zone di sovranità di Cipro sono eleggibili per la cittadinanza britannica e, successivamente, all'accesso illimitato all'area Schengen.

L'ambasciata italiana si trova a Riga.

In aereo[modifica]

Aeroporto internazionale di Riga

L'aeroporto internazionale di Riga (IATA: RIX) è l'unico aeroporto in Lettonia che opera voli commerciali e si trova a 10 km a sud ovest di Riga. Costituisce il principale punto di accesso al Paese. La compagnia di bandiera Air Baltic operava nel 2012 voli da Milano-Linate e Roma-Fiumicino.

Ryanair collega Riga a Bergamo.

L'autobus 22 opera su un percorso tra l'aeroporto e il centro di Riga, con biglietto acquistabile a bordo al costi di 2€. Vari altri mezzi di trasporto sono disponibili sul posto come i taxi.

In alternativa, si può volare a Kaunas in Lituania e prendere il Flybus fino a Riga.

In auto[modifica]

La strada conosciuta come Via Baltica collega Varsavia (Polonia) a Tallinn (Estonia) passando per Kaunas (Lituania) e Riga.

Patente[modifica]

Se si dispone di una patente di guida rilasciata da un altro Paese dell'Unione europea, è possibile utilizzarla in Lettonia, proprio come nel Paese di emissione. Secondo la legge, i residenti di altri Paesi devono ottenere la patente di guida lettone dopo aver vissuto 6 mesi in Lettonia, tuttavia si tratta solo di un esame teorico, che può essere sostenuto in inglese, tedesco, francese o russo.

In nave[modifica]

Il porto di Ventspils è uno dei più trafficati porti degli Stati baltici

In treno[modifica]

Le ferrovie lettoni (Latvijas Dzelzceļš) gestiscono i treni per Riga da Mosca e San Pietroburgo in Russia, con fermate a Rezekne e Jekabpils, così come i treni da e per Valga (Estonia), da dove è possibile connettersi a Tallinn. Inoltre i treni per Daugavpils e Rezekne sono disponibili da San Pietroburgo.

Se si viaggia in treno via Daugavpils sulla strada da o verso Riga potrebbe essere necessario pernottare a Daugavpils per attendere la connessione. Per questo motivo può essere preferibile prendere un autobus o un aereo quando si viaggia tra Riga e Vilnius.

In autobus[modifica]

Ci sono collegamenti internazionali verso qualsiasi luogo in Europa, tra cui frequenti per Tallinn e Tartu (Estonia), e Vilnius e Kaunas (Lituania).

I principali operatori del settore sono:


Come spostarsi[modifica]

Un Boeing 757 della airBaltic che decolla dall'aeroporto internazionale di Riga

In Lettonia la parola per strada (utilizzata anche nei nomi delle strade) è iela. Un esempio è Brīvības iela traducibile in "Via della libertà".

In aereo[modifica]

Non sono presenti voli commerciali nazionali in Lettonia.

In auto[modifica]

Le leggi locali impongono che i fari debbano essere accesi durante la guida a qualunque ora durante tutto l'anno. Pneumatici invernali o per tutte le stagioni sono obbligatori durante il periodo invernale dal 1° dicembre al 1° marzo. Molte stazioni di servizio in tutto il Paese sono self-service, quindi disponibili 24 ore su 24 per servire gasolio e benzina a 95 e 98. Le auto elettriche non sono diffuse in quanto la rete di stazioni di ricarica non è ancora sufficientemente sviluppata per consentirne un utilizzo giornaliero.

Sono presenti sia le principali aziende internazionali di autonoleggio, sia quelle più economiche. Ci sono molte agenzie a Riga, tra cui alcune al suo aeroporto. È possibile visualizzare l'elenco nel sito dell'aeroporto internazionale di Riga.

In nave[modifica]

I viaggi interni in barca tra città non sono molto popolari in tutto il Paese in generale. Per la maggior parte le gite in barca sono frequentate da turisti.

Se state andando da Riga a Jūrmala in estate, un modo molto romantico è quello di viaggiare in barche da crociera fluviale: principalmente barche a motore a due ponti capaci di ospitare circa 60/100 persone. Di solito partono dal centro di Riga al mattino con rientro nel pomeriggio. Ci sono anche crociere lungo il Canale di Riga, che passano attraverso il fiume Daugava. Non esitate a chiedere al centro informazioni turistiche per ulteriori dettagli e prezzi.

In treno[modifica]

Frequenza dei treni pendolari al 2016

La rete ferroviaria è abbastanza solida in Lettonia e collega le principali città. È auspicabile controllare gli orari prima di partire, in quanto i treni per alcune destinazioni potrebbero essere poco frequenti. I siti Treno passeggeri (Vilciens Pasažieru) o 1188 (un servizio informativo lettone) forniscono informazioni su orari e prezzi.

I treni possono essere più convenienti rispetto ad altri mezzi di trasporto e in genere non c'è il rischio che siano affollati, ad eccezione forse di qualche giorno di picco durante la stagione estiva.

Si tenga presente che a volte il nome della stazione può essere diverso dal nome del paese/città. Ad esempio, quando si viaggia in Jēkabpils, potrebbe essere necessario andare alla stazione Krustpils e quando si va a Jūrmala si potrebbe andare alla stazione di Majori (distretto nel centro di Jūrmala) o dalla stazione Kemeri (a Jūrmala ovest, per raggiungere il parco nazionale in modo più agevole).

È possibile acquistare un biglietto del treno alla stazione prima di salirci oppure è possibile acquistarlo a bordo dal personale ferroviario. Le biglietterie di alcune stazioni minori possono aprire tardi e chiudere presto o fare pause durante il giorno, in genere a causa della mancanza di passeggeri in partenza da tali stazioni in quei frangenti. L'orario dei treni sarà disponibile presso la biglietteria. I biglietti possono essere acquistati anche online, ma è ancora necessario ritirare il biglietto cartaceo alla stazione causando possibili disagi se non lo si è tenuto in conto.

Vi è una ferrovia a scartamento ridotto che opera tra le città di Gulbene e Aluksne nel nord-est della Lettonia. Lungo il percorso, ci sono vari punti turistici di interesse.

In autobus[modifica]

Ci sono diverse compagnie di autobus in Lettonia in quanto il settore è privatizzato e, a differenza dei treni, fortemente regionalizzato. I collegamenti con gli autobus si estendono in tutto il Paese e gli spostamenti sono di solito abbastanza semplici. Il modo migliore per ricevere informazioni sugli autobus in Lettonia è online dal 1188 o in una stazione di autobus locale. Gli autobus espressi collegano le principali città e con un ridotto numero di fermate lungo il percorso al fine di risparmiare tempo.

I biglietti possono essere acquistati presso le biglietterie, a bordo o on-line. L'acquisto di un biglietto può essere effettuato fino a 10 giorni prima della partenza. Le proprie valige possono essere collocate nel bagagliaio del bus, talvolta il deposito può essere obbligatorio in base alla compagnia di autobus e alla dimensione del bagaglio. Si potrebbe anche pagare un extra e ricevere un ulteriore biglietto per i bagagli, a seconda delle politiche della società.

Se avete intenzione di lasciare Riga durante il venerdì o il sabato, si potrebbe trovare gli autobus affollati in quanto viaggiare in autobus è il metodo più comune di spostarsi tra le città in molte regioni e molte mete nei dintorni di Riga durante il fine settimana. Si suggerisce di acquistare un biglietto presso la biglietteria alla stazione di partenza in anticipo per avere la precedenza rispetto a chi ha acquistato i propri biglietti tardi e su chi non li ha proprio acquistati.

Vari operatori di autobus hanno accordi per fornire accesso WiFi ai propri passeggeri. Queste reti sono di solito gratuite e forniscono una buona copertura lungo tutto il viaggio.

In bicicletta[modifica]

La bicicletta non è generalmente il mezzo più sicuro per girare il Paese, soprattutto di notte.

Si consiglia di utilizzarla al mattino presto per evitare la maggior parte del traffico. Nella fascia 17:00-20:00 ci si aspetta il picco di traffico pesante.

Non ci sono molte piste ciclabili in tutto il Paese quindi ci si può trovare in bicicletta molto spesso vicino ad altri veicoli costringendoci a stare in allerta in ogni momento. In città molti abitanti scelgono di pedalare lungo i marciapiedi per evitare il traffico. Vari marciapiedi intorno a Riga hanno una segnaletica orizzontale che divide il lato per i ciclisti da quello per i pedoni, ma questo non accade in tutte le altre città e probabilmente si incontreranno anche persone che non rispettano tali segnaletiche.

La vostra bici dovrebbe essere dotata di catarifrangenti e luci anteriori e posteriori. Si suggerisce di indossare abbigliamento riflettente di qualche tipo, soprattutto dopo il crepuscolo.

Il progetto internazionale BaltiCCycle può fornire informazioni utili.

Un'opzione interessante potrebbe essere quella di viaggiare con un tour guidato in bicicletta. Tra le aziende che offrono gite in bicicletta nella regione c'è anche UTracks.

In autostop[modifica]

L'autostop in Lettonia è in genere un buon modo per andare in giro. Si potrebbe incontrare qualche difficoltà se la vostra destinazione non si trova sulla strada per una delle maggiori città. La difficoltà principale può essere quella di spostarsi nei dintorni Riga. La quantità di traffico può rendere l'autostop ostico in quanto i locali solitamente si fermano a Riga.

Cosa vedere[modifica]

Rovine del castello Cēsis in Livonia
Tramonto sul fiume Daugava a Riga
Ponte sul Venta a Kuldīga
Rovine del castello Koknese

Quando si pensa all'Europa, la piccola nazione della Lettonia non è di solito uno dei primi Paesi che viene in mente alle persone. Essendo stata sepolta dall'opprimente peso dell'Unione Sovietica fino alla riconquista della sua indipendenza nel 1991, la Lettonia solo adesso è stata scoperta dalle folle turistiche che restano sorprese dal fascino di questo paese baltico.

La dinamica capitale della Lettonia, la storica città di Riga, è un luogo ideale per trascorrervi del tempo. Ha un bellissimo centro storico, pieno di magnifica architettura Jugendstil, tortuose strade acciottolate e molti campanili, mentre allo stesso tempo è anche una città metropolitana moderna, con una vivace vita notturna e un forte impulso economico, nella misura in cui l'aumento dei moderni edifici sta minacciando la permanenza nella lista dei patrimoni mondiali dell'UNESCO la città vecchia. L'atmosfera di Riga attrae molti viaggiatori, forse a causa dei forti contrasti tra il vecchio e il nuovo, o forse per la miscela apparentemente indolore di culture lettone e russa, in quanto quasi la metà degli abitanti della città è di origine russa. È possibile percepire lo spirito della città vagando attraverso i vari grandi parchi urbani, passeggiando per i quartieri storici e rilassandosi in uno dei caffè o terrazze all'aperto. Tra i principali luoghi degni di nota di Riga spiccano la cattedrale, la Chiesa di San Pietro e il vivace mercato centrale.

Anche se Riga è di gran lunga la principale destinazione turistica del Paese, ci sono un sacco di altri luoghi da visitare. A soli 40 km ad est dalla capitale si trova Sigulda, con diversi castelli tra cui il ben ricostruito Castello Turaida così come la profonda grotta di Gutmanis. La città si trova nella valle di Gauja, detta la "Svizzera della Lettonia" per le sue ripide scogliere e sponde. Nota per la possibilità di praticare sport invernali, fornisce una grande occasione per esplorare la splendida natura intorno alla città.

La città costiera di Liepāja è nota tra i lettoni come "la città in cui è nato il vento", a causa della costante brezza marina. Ha una bella spiaggia e un centro storico affascinante, con un colorato miscuglio di stili architettonici che vanno da case in legno e ampi parchi, all'Art Nouveau e ai palazzi in calcestruzzo di epoca sovietica. Il quartiere Karosta di Liepaja è stato costruito nel XIX secolo in qualità di base navale per lo zar Alessandro III, successivamente utilizzato dalla flotta sovietica del Baltico. I suoi splendidi panorami sul mare, l'ex prigione militare e la fortezza ben conservati la rendono un popolare sito turistico.

Cēsis è una delle città più antiche del Paese. Ha un centro affascinante con alcune strade acciottolate, edifici storici in legno e un castello con un imponente complesso.

Kuldīga vanta la più ampia cascata d'Europa chiamata Venta Rapid, facente ovviamente parte del fiume Venta. Anche se il salto è di soli due metri, la sua estensione le conferisce un bel colpo d'occhio. Vale la pena visitarla insieme al centro storico della città.

Circa 40 km a nord-est di Daugavpils, la seconda città più grande del Paese, c'è la bianca colossale Basilica dell'Assunta: la più importante chiesa cattolica in Lettonia, anche localmente nota come Basilica di Aglona, in quanto Aglona è il nome del villaggio in cui si trova.

Jelgava ha due luoghi raffinati in stile barocco, ossia i palazzi Rundāle e Jelgava.

Ci sono molti vecchi castelli interessanti ben conservati in Lettonia. L'Associazione dei castelli e palazzi lettoni (Latvijas Pilu un muižu Asociācija) ha informazioni e foto sul suo sito. Si tenga presente che a volte i castelli possono essere riservati per eventi privati.

Patrimonio culturale[modifica]

La Lettonia è piena di luoghi dove si può vedere e vivere il suo patrimonio culturale, come ad esempio la partecipazione nella produzione di alimenti tradizionali e degustazione o l'ascolto di autentiche canzoni popolari. L'associazione per il turismo rurale lettone Lauku ceļotājs, ha pubblicato una mappa del patrimonio culturale lettone ed estone con il titolo inglese di "Worth Seeing" (i.e. Da vedere) in collaborazione con l'associazione turismo rurale estone Eesti Maaturism. Questa mappa contiene informazioni utili su siti del patrimonio culturale con informazioni pratiche sulla sistemazione, con preferenza per il turismo rurale. La mappa può essere scaricata on-line o presa direttamente presso un ufficio di Lauku ceļotājs a Riga.

Cosa fare[modifica]

Parco naturale Tērvete

Sport e attività all'aria aperta[modifica]

A causa della bassa densità di popolazione, gran parte della Lettonia è coperta da foreste e zone umide. Ci sono molti parchi nazionali e riserve naturali in tutto il Paese che possono essere esplorati. Il più esteso è il Parco nazionale del Gauja con la sua fitta foresta nell'omonima valle in Livonia. Il Parco nazionale di Slītere protegge lo splendido Capo di Kolka dove il Golfo di Riga incontra il Mar Baltico.

La Lettonia è popolare per il bird watching. Ci sono molte opportunità di trekking, con vari livelli di difficoltà, a partire da brevi passeggiate nei vecchi parchi fino a viaggi con tenda e in barca di più giorni. È comune passeggiare per Sigulda e la Livonia in generale in autunno per guardare le foglie degli alberi che assumono diverse tonalità di colore, divenendo rosse e gialle.

Ci sono molte diverse opportunità per praticare sport invernali come lo snowboard, sci di fondo, sci alpino, ecc. I principali impianti sciistici sono Rāmkalni, Baiļi e Zviedru Cepure. Alcune delle piste sono aperte fino a tarda notte, ma accedervi con i mezzi di trasporto pubblico a volte può essere una sfida o talvolta addirittura impossibile.

Dopo Pasqua il clima diventa più caldo e nei fiumi comincia ad affluire più acqua dalla neve che si scioglie. Spostarsi in kayak lungo i fiumi è una delle attività preferite dai più giovani.

Attività in spiaggia[modifica]

Spiaggia del Mar Baltico a Pabaži

La Lettonia ha una delle più lunghe spiagge di sabbia in Europa. Il mare ha generalmente una pendenza molto leggera. A luglio e agosto l'acqua è abbastanza calda per fare il bagno. Una delle migliori spiagge sta nella costa a sud di Liepāja, perché si affaccia sul mare aperto e non nel golfo come a Riga, il che significa che riceve acqua più pulita, sabbia più luminosa e non è affollata grazie alla relativa distanza dalle aree più popolate. Il livello di sale nel mare è piuttosto basso, quindi non si ha alcun tipo di fastidio sulla pelle dopo una nuotata. Quando la temperatura dell'aria aumenta fino a 30 °C, la temperatura dell'acqua rimane ancora intorno ai 20 °C, rendendola piacevole e rinfrescante dopo essere stati a lungo sotto il sole.

Stazioni termali[modifica]

La Lettonia ha diverse stazioni termali o spa, che sono un ottimo modo per rilassarsi. Anche se la famosa località di villeggiatura di Jūrmala può essere a volte un po' affollata, offre alcune delle migliori opzioni, nonché una bella spiaggia.

Opportunità di lavoro[modifica]

Trovare lavoro non è complicato, soprattutto se sei un cittadino di un altro Paese dell'Unione europea, ma vale la pena tenere a mente che i salari sono molto più bassi rispetto a quelli nella maggior parte degli altri Paesi dell'unione. Gli annunci di lavoro sono spesso pubblicati nei giornali lettoni quali Diena, nelle edizioni di martedì e sabato. La maggior parte delle inserzioni sono in Lettone, con un po' anche in inglese, russo, tedesco o francese.

Per informazioni su come ottenere un permesso di soggiorno, si prega di consultare l'Ufficio di Cittadinanza e Migrazione (Pilsonības un migrācijas lietu pārvalde).

Valuta e acquisti[modifica]

Paesi che hanno l'euro come moneta ufficiale:

La valuta nazionale è l'euro (€, EUR). Si tratta di uno dei 25 Paesi europei che utilizzano questa valuta comune: molti facenti parte dell'Unione Europea in particolare dell'eurozona, insieme ai 6 membri extracomunitari che però non hanno voce in capitolo negli affari della zona euro. Globalmente questi 25 Paesi hanno una popolazione di oltre 330 milioni.

Un euro è diviso in 100 centesimi. Secondo la normativa europea il simbolo € è sempre posto dopo la quantità (per esempio 15€). Tutte le banconote hanno esattamente la stessa fattura e tutte hanno corso legale in tutti i Paesi della zona euro.

  • Banconote — Tutte le banconote hanno esattamente lo stesso design.
  • Monete — Tutti i Paesi della zona euro hanno monete emesse con un disegno nazionale su un lato e un disegno comune sul lato opposto. Le monete possono essere utilizzate in qualsiasi paese dell'Area Euro, indipendentemente dal disegno usato (cioè una moneta di 1 Euro della Finlandia può essere utilizzata in Portogallo).
  • Monete commemorative da 2 euro — Queste sono disponibili in due varianti: la forma comune e il conio commemorativo. In questo caso differiscono dalle normali monete da 2 euro solo nella loro parte "nazionale" e circolano liberamente come moneta a corso legale. Ogni paese può produrne una certa quantità come parte della sua normale produzione di monete e qualche volta "a livello europeo" le monete da 2 euro sono prodotte per commemorare eventi speciali (ad esempio, l'anniversario dei trattati più importanti).
  • Altre monete commemorative — La variante molto più rara è relativa alle monete commemorative di altri importi (ad esempio 10 euro o più) che hanno i disegni del tutto particolari e spesso contengono quantità non trascurabili di oro, argento o platino. Sebbene a livello prettamente legale il loro valore sia quello nominale, il valore del materiale utilizzato è di solito molto più alto, pertanto sarà molto improbabile vederle in circolazione.

Qui di seguito i link per conoscere l'attuale cambio con le principali monete mondiali:

(EN) Con Google Finance: AUD CAD CHF GBP HKD JPY USD
Con Yahoo! Finance: AUD CAD CHF GBP HKD JPY USD
(EN) Con XE.com: AUD CAD CHF GBP HKD JPY USD
(EN) Con OANDA.com: AUD CAD CHF GBP HKD JPY USD

Prima del 1 gennaio 2014, anno di adozione dell'euro, era utilizzato il lats lettone.

Latvijas Banka, la Banca nazionale lettone, è l'unico posto in cui è possibile ottenere le monete da due euro commemorative pagandole il valore nominale e scambiare banconote d'euro in tagli differenti, senza dover pagare una commissione. Questo può essere fatto presso le filiali di Riga e Liepāja.

I negozi esentasse mostrano il logo Tax free in modo chiaro.

I bancomat sono ampiamente disponibili in tutta la Lettonia, come nell'aeroporto internazionale di Riga e anche in molte piccole città.

Le banche accetteranno traveler's cheque con una commissione di solito uguale o superiore all'1% della somma scambiata o con l'addebito di un costo fisso pari a 10 €.

Shopping[modifica]

Esempi di ambra baltica
  • Ambra — Venduta nella maggior parte dei negozi di souvenir. Se siete fortunati, alcune volte se ne può trovare sulle rive del Mar Baltico, dopo una tempesta. Fate attenzione durante la ricerca di ambra sulle spiagge della Lettonia occidentale; il mare vicino Liepāja è inquinato con il fosforo, che ha lo stesso aspetto dell'ambra, ma può prendere fuoco dopo l'essiccazione.
  • Ceramica affumicata (nera) — Tipica della Letgallia.
  • Gioielli in argento
  • Accessori da sauna — Oli profumati, creme per massaggi a base di miele ed erbe, copricapo per sauna atti a proteggere le proteine di capelli dal calore estremo e vari altri oggetti. Pirts è il nome della sauna in stile lettone.
  • Guanti con ornamenti — Fatti a mano e rappresentativi della cultura tradizionale.
  • Prodotti di lana — Pantofole e scarpe da interni, giubbotti, giacche, cappelli, ecc.
  • Pane nero di segale (rupjmaize) — Più energetico rispetto al comune pane bianco di grano. Meglio se comprato fresco e non eccessivamente conservato per lunghi periodi di tempo.
  • Balsamo nero di Riga (Balzams Rīgas Melnais), +371 670 81 213, +371 80 009 990, fax: +371 673 15 265, @ office@lb.lv. Un liquore lettone tradizionale alle erbe realizzato con molti ingredienti naturali. La ricetta originale di Abramo Kunze, un farmacista, si dice che abbia guarito un misteriosa malattia di Caterina la Grande nel 1755.
  • Prodotti delle api — Miele di vario tipo, come ad esempio con noci, polline d'api, propoli e cera d'api, sono solo alcuni dei vari prodotti locali che possono essere acquistati.
  • Laima, +371 670 80 301, fax: +371 670 80 332, @ laima@laima.lv. Simple icon time.svg Negozi specializzati: Lun-Ven 08:00-18:00, Sab 08:00-04:00. Negozi di alimentari e supermercati: Lun-Dom fino alle 20/23. Narvesen Lun-Dom 00:00-24:00. Il più famoso produttore di dolci in Lettonia. Reperibile in quasi tutti gli alimentari e discount del Paese, ma anche negozi Laima specializzati, presenti nelle grandi città.

Mance[modifica]

La cultura delle mance in Lettonia è generalmente piuttosto osservata. Una mancia media nei ristoranti può essere considerata intorno al 10%. Assicurati di controllare la ricevuta in quanto alcuni stabilimenti possono includere automaticamente la mancia al suo interno.

A tavola[modifica]

La cucina lettone è tipica della regione del Baltico e in generale dei paesi del nord, essendo particolarmente simile a quella Finlandese (vedi cucina nordica). Il cibo è ricco di burro e grassi ma povero di spezie ad eccezione del pepe nero, aneto o civaie come i semi di cumino. Gli avvezzi alla dieta mediterranea potrebbero trovare il cibo piuttosto blando e insapore, ma chi proviene dall'Inghilterra o dagli Stati Uniti medio occidentali probabilmente non avrà alcuna difficoltà ad abituarsi alla maggior parte delle pietanze.

La cucina lettone ha origine dalla cultura contadina ed è fortemente basata su colture che crescono col clima temperato sulla costa della Lettonia. Derivati del maiale, patate, segale o grano, avena, piselli, bietole, cavoli sono gli alimenti principali. La carne, soprattutto di maiale, è presente nella maggior parte dei piatti principali. A volte anche alcuni piatti senza carne possono essere cucinati con il lardo. Anche il pesce affumicato e il pesce crudo sono abbastanza comuni, e il loro consumo è dettato dalla posizione della Lettonia sulla costa orientale del Mar Baltico. La cucina lettone offre un sacco di varietà di pane e prodotti lattiero-caseari, che sono una parte importante della cucina nazionale.

Pasti[modifica]

I lettoni d'oggi di solito fanno tre pasti al giorno. La colazione è normalmente leggera e di solito è a base di sandwich o un'omelette, con qualcosa da bere, tipicamente latte. Il pranzo viene consumato nella fascia 12:00-15:00 e tende ad essere il pasto principale della giornata; quindi può includere una varietà di alimenti, e talvolta anche zuppa come antipasto e un dessert. La cena è l'ultimo pasto della giornata, e alcuni colgono l'occasione per fare un altro grande pasto. Il consumo di piatti pronti o surgelati è ormai comune.

Tipo di posti[modifica]

È importante tenere a mente che in Lettonia l'intero concetto e il significato delle parole caffetteria (kafejnīca), mensa (ēdnīca) e ristorante (restorans) sono diversi rispetto a quelli di altri paesi. Un kafejnīca non è solo un negozio di caffè e di solito serve tutti i tipi di pasti che ci si aspetterebbe da un ristorante con la differenza che una kafejnīca è un luogo di classe inferiore, dove di solito non hanno alcun servizio al tavolo e hanno meno servizio in generale. Un ēdnīca farà riferimento ad una mensa per scuole, università, fabbriche e simili. Sono di solito molto a buon mercato, ma a volte possono avere un accesso limitato. Un restorans è generalmente considerato una struttura di alto livello, sebbene simile ad un kafejnīca, dove gli standard di servizio e di cultura per un restorans sono molto superiori. In alcuni casi la linea di confine tra una kafejnīca e un restorans può essere molto sottile.

Nei mercati all'aperto di Riga e di altre città e paesi, frutta locale, verdure e funghi possono essere acquistati. Ad esempio le fragoline di bosco e mirtilli appena raccolti dalle foreste locali, grandi fragole, mele e torte di rabarbaro. Tenete a mente che naturalmente sono principalmente disponibili durante le stagioni estive e autunnali.

Piatti di carne[modifica]

Karbonāde (schnitzel di maiale), karbonāde ar kaulu (costolette di maiale alla griglia) e cūkas stilbs (stinco di maiale) sono i preferiti in tutte le stagioni.

Contorni[modifica]

Kartupeļi (patate) sono servite con tutto e di solito sono fatte a purè, bollite, fritte o bollite e poi fritte. A volte il griķi (grano saraceno bollito) si mangia al posto delle patate, ed è molto gustoso con skābais krējums (panna acida). Anche il kāposti (cavolo), svolge un ruolo importante nella maggior parte dei pasti lettoni. A volte è servito freddo come insalata o caldo come contorno come il skābie kāposti (kraut acida). I pelēkie zirņi (piselli grigi) sono un altro contorno che vale la pena provare: grandi piselli tondi marrone-grigio sono bolliti e poi fritti con pancetta e di solito serviti con kefir o panna acida.

Prodotti lattiero-caseari[modifica]

Un assortimento di prodotti caseari lettoni

La Lettonia è molto più ricca di latticini rispetto ad altri Paesi occidentali, tra cui biezpiens (che è il quark), skābais krējums (panna acida), kefīrs e un sacco di varietà di formaggi con diversi sapori. Un formaggio simile a gouda affumicato, ma più morbido, è il più economico e probabilmente la varietà più gustosa. Ci sono varianti di sapore disponibili per l'acquisto nella maggior parte dei negozi di alimentari. Una specialità lettone è il biezpiena sieriņš che è un quark con un sapore dolce (la maggior parte dei produttori popolari di questo snack è Kārums e Baltais).

Un formaggio tradizionale lettone che è nella foto a destra, è Jāņu siers (formaggio cumino dei prati); questo è servito tradizionalmente durante la celebrazione di Jāņi o di mezza estate.

Minestre[modifica]

Le zuppe sono comunemente realizzate con verdure e brodo o latte. La frikadeļu zupa (minestra di polpette), zuppa di noodle, zirņu zupa (zuppa di ceci), biešu zupa (zuppa di barbabietole), zuppa di acetosa e zuppa di ortiche sono solitamente consumate dai lettoni. Vi è una speciale zuppa di barbabietole fredda (aukstā biešu zupa) che può essere preparata in vari modi ed è realizzata per affrontare una calda giornata estiva.

Dolci[modifica]

Il piatto più tradizionale ed esotico lettone è la maizes zupa (letteralmente "minestra di pane"), che è la zuppa dolce a base di pane di segale e frutta. Inoltre il già citato biezpiena sieriņš che è molto dolce e gustoso. Zefīrs ha un sapore dolce simile a quello dei morbidi marshmallow. Rabarberu pirāgs (torta al rabarbaro) vale davvero la pena di essere provata.

I due principali produttori di dolci locali Laima e Skrīveru Saldumi sono ben noti e offrono una varietà di dolci che va da tavolette di cioccolato di vario genere, a caramelle, marmellate, frutta nel cioccolato, biscotti e altro ancora. Sono venduti glassati o meno, in vari gusti. Un dolce di caramello chiamato gotiņa (letteralmente piccola mucca) vale la pena di essere assaggiato. Queste due aziende vendono alcuni dei loro dolci in belle e comode confezioni regalo, che possono essere acquistate come souvenir. La fabbrica di cioccolato Emihls Gustavs Chocolate a Riga è la più esclusiva e costosa. Hanno negozi nei grandi centri commerciali di Riga e fanno piccole sculture di cioccolato di forme diverse.

Pane[modifica]

Il pane nero (di segale) lettone è pesante e saporito e va bene con i sostanziosi pasti lettoni come la zuppa di piselli, patate e cotolette. Si dice che sia più sano rispetto al pane bianco. Rupjmaize è un pane scuro di segale, ed è considerato un caposaldo nazionale e dovrebbe essere assaggiato. Saldskābā maize è un pane fatto da una miscela di segale e frumento.

Pīrādziņi sono panini ripieni di pancetta e cipolla; un classico della cucina lettone. Kliņģeris è un pane dolce a forma di brezel che di solito è servito come dessert in occasioni speciali, come l'onomastico.

Piatti tradizionali[modifica]

Se volete provare alcuni piatti molto tradizionali, provate:

  • Patate bollite con quark.
  • Kissel di avena e piselli.
  • Piselli grigi con grasso di maiale salata (fatback).
  • Siļķu pudiņš (casseruola a base di aringhe e patate bollite)
  • Sklandrausis (o sklandu rausis) è il piatto tradizionale della cucina lettone, originario della Livonia. Si tratta di una torta dolce, fatta di pasta di segale, ripiena di patate e pasta di carote e condito col cumino dei prati.
  • Asins pankūkas (frittelle a base di sangue)
  • Maizes zupa (zuppa di pane dolce)
  • Zuppe fredde

Altro[modifica]

Balsamo nero di Riga, forte liquore d'erbe locali

Altri alimenti degni di nota sono:

  • Kissel (Ķīselis). Addensato, frutta in umido (solitamente ciliegia o rabarbaro). Servito per dessert.
  • Grano saraceno (Griķi). Mangiato come piatto principale.
  • Crauti (Skābēti kāposti)
  • Formaggio affumicato (Kūpināts siers). Perfetto col vino.
  • Anguilla (Zutis)
  • Cotoletta (Kotlete)
  • Salsa di finferli (Gaileņu mērce). Una salsa dai finferli commestibili in panna acida. Di solito servito con patate.
  • Aringhe con la ricotta (Siļķe ar biezpienu). Con ricotta servita a parte.

Bevande[modifica]

Beer (alus) è generalmente la bevanda alcolica preferita dalla maggior parte dei lettoni. Aldaris e Livu sono le principali grandi birrerie in Lettonia, ma esistono birrerie locali come Užavas, Bauskas e Piebalgas in tutto il Paese e non devono essere dimenticate. Sono anche da provare il localmente distillato Balsamo nero di Riga (Balzams Rīgas Melnais). Si tratta di un infuso di varie erbe, radici e spezie, che lo rende un buon rimedio per il raffreddore comune. Di per sé è abbastanza forte (45% di alcol in volume) e può essere assunto aggiungendone un po' per aromatizzare il tè, o con un paio di cucchiai per correggere il proprio caffè o anche mescolato in vari cocktail. Anche se la Lettonia è piuttosto a nord, l'uva può ancora essere coltivata con successo per fare il vino, e sebbene la produzione di vino in Lettonia avvenga generalmente in piccole quantità, esistono alcune cantine e vigneti locali.

Infrastrutture turistiche[modifica]

Anche se si potrebbe non trovare molti alberghi a 5 stelle in Lettonia, troverete comodi posti in cui stare a prezzi ragionevoli. Ci sono molti alberghi tra cui scegliere e i prezzi generalmente partono da 30 € fuori Riga e da 60 € a Riga.

Esiste anche una piccola rete di ostelli della gioventù. I posti letto nei dormitori stanno a circa 15 € mentre le camere singole e doppie a partire da 30 €.

Il campeggio nei parchi di solito non è consentito. La maggior parte del territorio rurale è privato, ma lì il campeggio è di solito tollerato. È buona norma chiedere il permesso al proprietario del terreno, in quanto può essere rifiutato il diritto di rimanere su un terreno di proprietà privata, anche se per una sola notte. Tuttavia la maggior parte delle persone è comprensiva e sarà lieti di lasciarvi campeggiare. Tenete a mente che stare molto vicino a casa di qualcuno o rimanere nello stesso posto per più di due giorni è generalmente considerata maleducazione. In generale è sempre saggio utilizzare il buon senso. Ci possono essere campeggi liberi con tanto di segnaletica, soprattutto nei parchi nazionali. Campeggi commerciali gestiti da piccole imprese stanno diventando sempre più popolari in tutta la Lettonia.

Le cosiddette pensioni o case di campagna, alcune in aziende agricole, sono un luogo ideale per alloggiare in campagna. Di solito costano molto meno rispetto ad altri hotel e sono di qualità molto migliore degli ostelli grazie al numero limitato di ospiti e al servizio personalizzato. Tali case sono di solito a gestione familiare e dispongono di tutti i comfort, con alcune di esse classificate con lo stesso criterio di stelle degli hotel. Di solito forniscono molte attività ricreative come la popolare sauna lettone (pirts) e passeggiate a cavallo. Si può chiedere ai padroni di casa quali sono le attrazioni popolari nelle vicinanze, quali luoghi vale la pena visitare e se in quel momento ci sono eventi che suggeriscono di visitare. Tenete a mente tuttavia che di solito non è semplice arrivare ed alloggiare all'impronta, quindi è suggeribile una previa pianificazione contattando direttamente la struttura in questione un giorno o almeno poco prima dell'arrivo. Questo può dipendere dal luogo specifico. Le pensioni possono generalmente essere trovate abbastanza frequentemente in campagna e sono spesso indicate negli opuscoli turistici.

L'associazione del turismo rurale lettone Lauku ceļotājs ha pubblicato cataloghi e mappe che elencano vari tipi di alloggi che presentano elementi del patrimonio culturale e parchi naturali. Le pubblicazioni possono essere scaricate on-line o in un ufficio dell'associazione a Riga.

Eventi e feste[modifica]

Festival nazionale di canto e danza lettone
Latvian Song festival 2008.jpg
Uno dei principali eventi culturali in Lettonia, che ha avuto inizio nel 1873 come festival canoro. Ora il festival coinvolge le performance da vivo di cori, gruppi di danza popolare, bande di ottoni, ecc. Concorsi, esibizioni, concerti e sfilate sono solo alcuni degli eventi culturali. Riga è piena di persone che indossano costumi tradizionali e gente allegra proveniente da tutta la Lettonia. Si svolge ogni cinque anni. L'ultimo evento ha avuto luogo 2013, per cui il prossimo si terrà nel 2018.

Festival musicali[modifica]

Festività nazionali[modifica]

Data Festività Note
1 gennaio Capodanno Festività internazionale
marzo/aprile Venerdì santo, Pasqua, lunedì dell'angelo Festività cristiana
1 maggio Festa dei lavoratori Festività internazionale
4 maggio Festa del ripristino dell'indipendenza Memoriale dell'indipendenza dopo l'occupazione sovietica (1990)
23 giugno Jāņi Festività precristiana nota anche come Festa di San Giovanni o Festa di mezza estate (dura due giorni)
18 novembre Festa della repubblica Memoriale della proclamazione di indipendenza della Lettonia (1918)
24 dicembre Vigilia di Natale Festività cristiana
25 dicembre Natale Festività cristiana che segna la nascita di Cristo
26 dicembre Santo Stefano Festività cristiana
31 dicembre Ultimo dell'anno Festività internazionale


Se il 4 maggio o il 18 novembre cade di sabato o domenica, il giorno lavorativo successivo sarà un giorno festivo.

La maggior parte della popolazione locale celebra il Capodanno con le proprie famiglie, ma sarà possibile anche vedere e partecipare ad eventi che si svolgono per le strade.

Per Pasqua (Lieldienas) sarà di solito possibile incontrare eventi nei centri urbani, come ad esempio feste pasquali tradizionali con giochi e combattimenti a base di uova.

Sicurezza[modifica]

È generalmente sicuro viaggiare da soli in tutta la Lettonia, anche se esiste una certa microcriminalità.

Se si viaggia in bicicletta bisogna stare attenti ai furti di biciclette. I ciclisti sono una piccola minoranza nel traffico lettone e le piste ciclabili sono rare. È prassi comune che le biciclette marcino sui marciapiedi nelle città più grandi.

Se viaggiate in auto cercate di non lasciare oggetti di valore in bella vista nella vostra auto. Stare sempre attenti quando si guida su strade più piccole, in particolare attraverso le foreste, dove gli animali selvatici possono spuntare all'improvviso e durante gli spostamenti notturni il rischio è maggiore. Molti autisti lettoni si credono piloti eccedendo i limiti di velocità e il traffico spesso può fluire molto più rapidamente di quanto le leggi permettano.

Se si viaggia a piedi fare attenzione quando si attraversano le strade, in quanto molti piloti lettoni sono piuttosto spericolati.

È considerato maleducato consumare bevande alcoliche in pubblico, al di fuori di bar, ristoranti, ecc. In alcuni luoghi si potrebbe addirittura essere multati. Comportamenti molesti, come ad esempio urinare in pubblico, possono essere sanzionati con una multa o una notte in prigione.

I siti web d'informazione per i turisti affermano che, in termini di sicurezza, non vi è quasi alcuna differenza tra le grandi città e le aree rurali. Anche se è vero che ovunque in Lettonia non si è mai troppo lontano da una città o paese, cercare aiuto in caso di emergenza può essere un po' più difficile in campagna per i turisti stranieri. Questo perché l'inglese è parlato soprattutto nelle città, ma al di fuori si rischia di non trovare quasi nessuno in grado di comprendervi. I giovani fanno eccezione, ma in genere sono attratti dalle aree rurali verso le città più grandi. Questo è in qualche modo bilanciato dal fatto che la gente del posto è molto cordiale e sempre pronta ad aiutare.

Quando si visitano bar e ristoranti, in particolare a Riga, controllare i prezzi prima di ordinare e dopo aver ricevuto lo scontrino per assicurarsi dell'assenza di costi aggiuntivi che vengono silenziosamente aggiunti al conto finale. Attenzione alle truffe comuni, usare il buon senso. Ci sono segnalazioni di truffatori che colpiscono con conversazioni casuali, invitando i turisti a visitare la loro "squadra del cuore" o "bar preferito", che spesso porta ad essere derubati con la polizia incapace di aiutare i turisti in queste situazioni.

Numeri di emergenza[modifica]

  • 112 — Il numero comune di emergenza, in vigore anche in altri Paesi dell'Unione europea.
  • 110 — Polizia di stato.
  • 113 — Ambulanza.


Situazione sanitaria[modifica]

È possibile rivolgersi a qualunque medico o ospedale, in qualsiasi momento durante il vostro soggiorno. A seconda delle circostanze, potrebbe essere necessario pagare una tassa per ricevere cure urgenti.

Tenete a mente che quando ci si trova in una zona remota o scarsamente abitata potrebbe essere difficile ottenere cure mediche a causa del basso numero di elicotteri di ambulanza aerea nel Paese. Portare con sé un kit di pronto soccorso è una buona idea. Gli operatori del 112 (il numero servizio di emergenza) saranno in grado di assistervi in lettone, inglese e russo e saranno in grado sia di inviarvi una squadra sia di connettervi ai servizi di emergenza più adeguati, se necessario.

I medici di solito sono in grado di parlare correntemente lettone e russo. Alcuni possono non avere buone capacità di inglese. Questo dipende in gran parte della regione e dall'età del medico.

Chi fa uso di farmaci specifici cerchi opportunamente di portarli con sè quando affronta un viaggio in Lettonia, in quanto vi sono pochi i farmaci che sono disponibili senza prescrizione medica.

Molti medici prendono commissioni sottobanco facendole passare per regali da parte dei pazienti; doni che vanno da una scatola di cioccolatini fino ai semplici contanti. Questo è di solito imputabile ai pazienti che reputano bassi i salari dei medici, sentendo il bisogno di esprimere la propria gratitudine. Anche se questo è illegale, si stima che un medico su 4 ha preso o prende tali donazioni quando visita i pazienti.

Si dovrebbe cercare immediatamente un medico se morso da un serpente, o da un animale domestico o selvatico. I serpenti in Lettonia non sono velenosi con l'eccezione del marasso. La vipera comune non è generalmente aggressiva a meno che spaventata non si senta spinta a difendersi. La tossicità del veleno è relativamente bassa, ma si dovrebbe cercare assistenza medica professionale al più presto possibile a prescindere da ciò. I morsi di animali, come cani e gatti, possono portare il rischio di rabbia e si dovrebbe cercare assistenza medica con urgenza.

Le punture di zanzara non portano alcun rischio di malattia, causando solo irritazione della pelle. Il senso comune è quello di resistere a grattarsi dove si ha prurito. Le zanzare sono in genere attive durante la stagione estiva e non sono in giro durante i freddi mesi invernali.

Le zecche esistono in Lettonia e sono più attive durante i mesi da maggio a settembre. Sono per lo più situate in zone di sottobosco e foreste, ma a volte possono anche essere trovate nei parchi cittadini. Dopo aver scoperto di essere stati morsi da una zecca si dovrebbe cercare un medico. Le zecche comportano più comunemente il rischio di encefalite da zecche (è possibile vaccinarsi prima di tale stagione) e più di rado la malattia di Lyme (da trattare tempestivamente in modo adeguato per evitare i sintomi invalidanti).

L'acqua del rubinetto è generalmente sicura da bere. Tuttavia, molti abitanti, soprattutto nelle grandi città, preferiscono o bollire l'acqua prima di berla o più semplicemente comprano acqua in bottiglia nei negozi.

Rispettare le usanze[modifica]

Facciata della chiesa dei Vecchi credenti, a Rēzekne

I lettoni sono piuttosto riservati e in generale rispettano lo spazio personale degli altri, per esempio i lettoni di solito non salutano gli sconosciuti a meno di non essere presentati da qualcuno. Si può offrire aiuto a qualcuno, come portare qualcosa di più pesante, anche se l'etica sociale non obbliga a farlo.

I lettoni non sono di solito molto accomodanti quando si tratta di relazioni e amicizie. In chat non vedrete lo scambio di molte emoji con i cuori come si farebbe in altri Paesi dell'Europa meridionale, per esempio.

Ci sono molti bidoni e contenitori per rifiuti nei marciapiedi e vicino alla maggior parte dei negozi. Buttare la sporcizia per strada non solo è considerato maleducazione, i trasgressori in alcuni casi saranno anche multati.

È considerato educato nella cultura lettone mantenere una porta aperta per qualcuno, lasciare che gli altri si siedano prima a bordo di un autobus o un treno, ecc. Questo vale in particolare per gli uomini lasciando la precedenza alle donne.

Si dovrebbe fare attenzione quando si parla con i lettoni di politica e di storia, in particolare riguardo l'Unione Sovietica (URSS). In quanto la Lettonia divenne una repubblica sovietica dopo la seconda guerra mondiale, molti lettoni, soprattutto delle generazioni più anziane, hanno opinioni forti sull'argomento. L'elogio dei regimi sovietici e russi è improbabile che venga capito o apprezzato. I lettoni più giovani possono essere più aperti al tema, ma di solito avranno la stessa opinione.

Come restare in contatto[modifica]

Poste[modifica]

Il servizio postale lettone (Latvijas Pasts) è un modo affidabile e generalmente sicuro per inviare lettere e pacchi. Hanno diversi servizi disponibili per varie situazioni, tra cui l'invio di merci in sacchi con peso fino a 30 kg.

Telefonia[modifica]

Qualsiasi telefono GSM che funziona in Europa funzionerà pure in Lettonia. Per chi ha intenzione di rimanere in Lettonia per un periodo più lungo, può essere più conveniente acquistare una SIM card locale per l'utilizzo di voce, SMS e dati. Schede SIM prepagate e ricariche possono essere acquistate in quasi tutti i distributori di benzina, edicole e supermercati. Tutti gli operatori sono generalmente uguali nella loro offerta economica e di servizi. Gli operatori più popolari sono LMT, Tele2 e Bite.

Internet[modifica]

Reti WiFi gratuite sono spesso disponibili in alberghi, bar, biblioteche, autobus interurbani e nell'aeroporto internazionale di Riga. Sentitevi sentire liberi di chiedere alla cassa o allo sportello informazioni nella maggior parte dei luoghi se c'è disponibile una rete aperta.

Tenersi informati[modifica]

I maggiori giornali della Lettonia sono "Diena", "Neatkarīgā Rīta avīze" e "Latvijas Avīze".

Altri progetti

1-4 star.svg Bozza: l'articolo rispetta il template standard e ha almeno una sezione con informazioni utili (anche se di poche righe). Intestazione e piè pagina sono correttamente compilati.