Scarica il file GPX di questo articolo

Da Wikivoyage.
Jump to navigation Jump to search

Norvegia settentrionale
Veduta della baia di Hammerfest
Localizzazione
Norvegia settentrionale - Localizzazione
Stato
Capoluogo
Superficie
Abitanti

Norvegia settentrionale (Nord-Norge) è una regione turistica norvegese.

Da sapere[modifica]

È la regione della Norvegia, la più a nord e la più grande per estensione.

Cenni geografici[modifica]

Il Nord-Norge copre quasi un terzo di tutta la Norvegia. La parte sulla costa è coperta da fiordi e isolette, mentre il confine con la Svezia da foreste, neve e montagne. Le isole principali sono Sørøya, Senja, Magerøya, Ringvassøya e Hinnøya. Importanti luoghi sono Knivskjellodden, il punto più a nord d'Europa, le Isole Lofoten e Vesterålen.

Le estati hanno la luce del giorno ininterrotta (e il sole a mezzanotte) mentre durante la stagione più buia è frequente l'esposizione dell'aurora boreale. La Norvegia settentrionale è generalmente scarsamente popolata con solo 1/10 della popolazione norvegese. L'area ha le dimensioni della Grecia o della Corea del Sud, ma con una popolazione di solo ½ milione. La strada E6, la strada principale della Norvegia, corre per 1.700 km da sud a nord attraverso la Norvegia settentrionale.

Insieme alle aree corrispondenti della Svezia settentrionale (Norrbotten), della Finlandia (Lappland) e della Russia (oblast di Murmansk), l'intera regione è anche chiamata Cap of the North. Corrisponde grosso modo all'area tradizionale del popolo Sami.

Da quando l'era glaciale terminò 12.000 anni fa, la costa è rimasta priva di ghiaccio in inverno. Il mare ha una vita ricca e la pesca fornisce cibo tutto l'anno. La pesca in combinazione con l'agricoltura su piccola scala fino a Troms è stata per secoli lo stile di vita dominante. Oggi, la Norvegia settentrionale ha buone comunicazioni e un'economia più varia che mai. La natura, tuttavia, è ancora dominante nella maggior parte delle aree al di fuori delle città, anche se potreste notare piccole fattorie lungo i fiordi e sulle pianure costiere.

Quando andare[modifica]

Le temperature estive non superano mai i 14-15 °C a luglio e nei mesi invernali possono arrivare perfino a -50 °C.

La Norvegia settentrionale comprende alcune delle zone più aride e fredde d'Europa. A causa delle temperature per lo più basse o modeste questi luoghi non si trasformano però in deserti. L'interno del Finnmark (Finnmarksvidda), le parti interne di Troms e l'area di Saltdal nel Nordland riceve solo circa 300 mm di precipitazioni all'anno rispetto, ad esempio, ad Atene (la grande città più secca d'Europa) che ottiene 400 mm e parti della Norvegia occidentale che ne ottengono 3000 mm all'anno.

Cenni storici[modifica]

Come dimostrano le caverne di Alta e Leknes, circa 12-13.000 anni fa qui si era insediata una popolazione proveniente probabilmente dalla Russia, che viveva di caccia e pesca lungo i fiordi e il fiume Tana.

Durante il medioevo furono i vichinghi a fare la storia norvegese e dopo la loro scomparsa la popolazione si dedicò per lo più alla religione. In questo periodo la Norvegia settentrionale era conosciuta come Hålogaland da Trøndelag fino a qualche parte intorno a Lofoten o Tromsø. La terra più a nord era la terra del popolo Sami, la popolazione più antica, chiamata Finnmark in Norvegia (il popolo Sami era chiamato "Finn" dagli antichi norvegesi) e la Lapponia in Svezia/Finlandia, di cui troviamo tracce dalle epoche romane. Finnmark significa la terra dei finlandesi o il confine dei finlandesi.

Pietro Querini

Nel 1432 la nave mercantile del capitano Pietro Querini fu devastata sulla costa occidentale della Francia. Querini e una manciata di suoi uomini su scialuppe di salvataggio furono trasportati dal vento e dalle correnti marine alle Lofoten. Sono sopravvissuti lì con l'aiuto della gente del posto. Successivamente è tornato a Venezia, dove ha scritto un resoconto dei suoi viaggi, incluso il modo in cui la gente del posto poteva catturare enormi quantità di merluzzo che è stato trasformato in stoccafisso. È accreditato di aver diffuso lo stoccafisso in Veneto. Querini fece un'accurata descrizione del modo di vivere in queste periferie d'Europa. Questo è uno dei pochi resoconti di testimoni oculari di estranei del Medioevo. Querini ha descritto la vita sull'isola di Røst come "la prima sfera del paradiso" per via dell'ospitalità e del modo di vivere naturale degli abitanti.

Non è chiaro quanto del nord fosse governato dai re scandinavi o se le aree più settentrionali fossero in gran parte terre senza stato. L'insediamento norvegese nel Finnmark iniziò intorno al 1300 e i villaggi costieri passarono sotto il dominio norvegese/danese. L'interno era un'area aperta senza confini fissi tra gli stati fino al 1800 circa. Le regioni più settentrionali di Norvegia, Svezia, Finlandia e Russia erano in gran parte un'area comune. Il confine con la Russia fu fissato nel 1826 e Kirkenes divenne parte della Norvegia. Kautokeino e Karasjok entrarono a far parte della Norvegia (a sua volta sotto il dominio danese a quel tempo) quando nel 1760 fu stabilito il confine con la Svezia (che comprendeva ancora la Finlandia da mezzo secolo).

Erik Valkendorf (morto nel 1522) era arcivescovo di Nidaros (Trondheim) e viceré di Norvegia. Fu la prima figura autorevole a navigare l'intera costa da Trondheim al Finnmark orientale. Era profondamente affascinato dal grande paesaggio, dalle lunghe distanze e dal modo di vivere nella natura arida. Valkendorf ha descritto le sue esperienze in una lettera a papa Leone X. Valkendorf ha descritto la natura nomade dei pescatori nell'area del Finnmark. Ha anche descritto la produzione di stoccafisso nell'aria fresca e secca e come la gente del posto potrebbe immagazzinare lo stoccafisso per molti anni.

Durante la seconda guerra mondiale, la Norvegia del Nord, occupata dai tedeschi, venne completamente distrutta e ricostruita poi durante il '900. Le popolazioni però, spaventate dalla guerra, emigrarono al sud (dove tuttora vivono i discendenti) spopolando questa regione.

Lingue parlate[modifica]

Segnale stradale direzionale a Sámi, distretto di Kautokeino.

Quasi tutta la popolazione del Nord-Norge parla il Bokmål come lingua madre, però con diversi accenti e piccoli dialetti. Vi sono inoltre forti minoranze Sami, Finlandesi e Russe che parlano tranquillamente le loro lingue conoscendo però anche il Norvegese. Le lingue finlandese, kven e sami appartengono alla famiglia linguistica uralica, completamente estranea alle lingue scandinave (norvegese moderno, danese e svedese).

Il sami settentrionale parlato nel Finnmark e Troms è la lingua sami più comune. Il lulesami è parlato principalmente lungo il fiume Lule, il sami meridionale è parlato più a sud nel Nordland e nel Trøndelag. Tra questi ci sono le aree della Pite e Lule Sami con pochi parlanti. Anche Lule Sami è parlato solo da poche migliaia di persone.

Il russo è una lingua comune a Kirkenes a causa dell'immigrazione, ma non è una lingua ufficiale.

La maggior parte dei norvegesi parla bene l'inglese. In teoria, tutti i norvegesi sono anche in grado di parlare una terza lingua, di solito tedesco o francese (ma anche spagnolo, italiano o russo), poiché l'apprendimento di una terza lingua è obbligatorio nella scuola norvegese. Tuttavia, la conoscenza della maggior parte delle persone della loro terza "lingua scolastica" è nella migliore delle ipotesi di base.

Cultura e tradizioni[modifica]

I confini non sono stati fissati nell'area aperta del nord e la definizione di "Finnmark" era molto flessibile e variabile. In una saga vichinga il Finnmark è stato descritto come "enorme" completamente circondato dall'infinito oceano a ovest e a nord, coprendo l'intera terra a nord di Trøndelag, Halsingland e Carelia (cioè la maggior parte della Norvegia settentrionale, Svezia e Finlandia, nonché la penisola russa di Kola) – questo corrisponde in gran parte a Sápmi, la zona tradizionale del popolo Sami. La lingua sami più meridionale era parlata nella regione di confine a est di Trondheim.

Territori e mete turistiche[modifica]

Mappa divisa per regioni
      Finnmark — La più grande e la più settentrionale regione continentale norvegese. Si trova interamente al di sopra del Circolo Polare Artico. Le principali attrazioni includono Capo Nord, i petroglifi in Alta, e i comuni di Sami Karasjok e Kautokeino. Non ci sono alberi sulla costa dei fiordi più settentrionali e il paesaggio è a volte lunare.
      Troms — Qui abbiamo Tromsø, l'unica vera città della Norvegia settentrionale, e anche quattro parchi nazionali ma difficilmente accessibili.
      Nordland — Le principali attrazioni qui sono Lofoten e Vesterålen, il ghiacciaio Svartisen, così come molteplici parchi nazionali lungo il confine svedese.
Norvegia settentrionale

Centri urbani[modifica]

  • 69.6496118.957011 Tromsø — Città soprannominata "la Parigi del nord" dai norvegesi.
  • 69.97666723.2958332 Altaunesco In questa città si trova un sito di arte rupestre elencato come patrimonio mondiale dell'UNESCO dal 1985.
  • 67.2826714.375133 Bodø — La città è il capolinea della rete ferroviaria in direzione nord della Norvegia, il Nordlandsbanen.
  • 70.6633623.682094 Hammerfest — Hammerfest è la città più settentrionale del mondo. Ogni giorno viene organizzata una gita in barca a Capo Nord.
  • 68.7987816.539275 Harstad Harstad su Wikipedia
  • 70.59166722.3027786 Hasvik
  • 69.7270830.045117 Kirkenes — L'ultima città prima del confine con la Russia (60 km)
  • 66.31666714.1666678 Mo i Rana Mo i Rana su Wikipedia — La città si trova ai piedi del Ranfjord, appena sotto il Circolo Polare Artico. I suoi dintorni sono costellati di grotte, di cui la Grønligrotta è senza dubbio la più conosciuta.
  • 68.4382817.427779 Narvik Narvik su Wikipedia — Situata a 220 chilometri a nord del Circolo Polare Artico, Narvik è una delle città più settentrionali del pianeta.
  • 68.23333314.56666710 Svolvær — Questa piccola città di circa 4.000 abitanti è il punto di partenza preferito dai turisti che visitano le isole settentrionali della Norvegia.
  • Vadsø

Altre destinazioni[modifica]

  • Helgeland
  • 70.983333-8.5333331 Jan Mayen
  • 68.33305614.6663892 Isole Lofoten — Arcipelago situato a nord del circolo polare artico ma con estati e inverni particolarmente miti rispetto alla latitudine. L'ambientazione delle Isole Lofoten è valsa loro l'inserimento regolare in vari elenchi delle isole più belle del mondo
  • 69.69027820.0816673 Lyngen Lyngen su Wikipedia
  • 71.172525.7844444 Capo Nord (Nordkapp) — Nordkapp è il nome del villaggio in cui si trova Capo Nord, spesso descritto come il punto più settentrionale d'Europa, sebbene questa località corrisponda in realtà a Knivskjellodden, 1,5 chilometri più a nord.
  • 69.33333317.55 Senja Senja (isola) su Wikipedia — Isola rinomata per i suoi paesaggi variegati che le sono valsi il soprannome di “una Norvegia in miniatura”.
  • 70.33333329.6333336 Parco nazionale Varangerhalvøya Parco nazionale Varangerhalvøya su Wikipedia
  • 65.63333311.97 Arcipelago di Vega Arcipelago di Vega su Wikipediaunesco Arcipelago iscritto nella Lista del Patrimonio Mondiale dell'UNESCO.
  • 68.69583315.4130568 Vesterålen — Isole a nord delle Lofoten. Sono più selvagge e più boscose


Come arrivare[modifica]

Il modo più semplice per viaggiare nella Norvegia settentrionale è l'aereo. È anche possibile guidare o viaggiare in barca. Alcune parti della Norvegia settentrionale possono essere raggiunte in treno.

In aereo[modifica]

Da Tromsø collegamenti con Londra Gatwick, Stoccolma (solo estate, lunedì e venerdì), Murmansk/Arkhangelsk in Russia e diverse città turistiche dell'Europa meridionale, sia charter che regolari.

Le seguenti città/aeroporti offrono voli diretti dalla Norvegia meridionale: Bardufoss, Bodø, Harstad, Narvik, Alta, Kirkenes, Lakselv (solo estate), Tromsø. Situati nel sud del Nordland, Brønnøysund , Sandnessjøen , Mosjøen e Mo i Rana. I voli da Oslo partono dall'Aeroporto di Oslo-Gardermoen.

In auto[modifica]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi: Guidare in Norvegia.

La E6 è la strada principale per la Norvegia settentrionale quando si guida dalle parti meridionali del paese (Oslo, Trondheim). Oslo si trova a circa 800 km dalla parte più meridionale della Norvegia. Il resto della E6 attraverso la Norvegia settentrionale è di circa 1.600 km. La distanza da Trondheim a Mo i Rana è di circa 450 km, da Narvik 920 km e da Tromsø circa 1.160 km.

Strada E10 vicino al confine con la Svezia, fine aprile.

Quando si va dalla Norvegia meridionale al Finnmark, guidare attraverso la Svezia e la Finlandia può far risparmiare tempo e chilometri. La E45 ha collegamenti attraverso la Finlandia al Finnmark occidentale, deviando da essa ad Arvidsjaur si può guidare fino a Haparanda e dalla Valtatie 4 in Finlandia verso il Finnmark orientale.

I principali collegamenti dall'estero sono la E8 (attraverso la Finlandia verso Tromsø), che si unisce alla E6 a Skibotn, la E75 (attraverso la Finlandia a Vardø), che si unisce alla E6 a Tana, e la E105 (attraverso la Russia verso Kirkenes) fino alla fine della E6.

La Norvegia ha un valico di frontiera terrestre con la Russia a 15 km da Kirkenes. Questo è un confine Schengen, quindi sono necessari passaporto e visto. Il confine con la Russia può essere attraversato solo con i veicoli, non a piedi (a partire dal 2015).

Se arrivate in inverno, tenete presente che i pneumatici invernali sono necessari e obbligatori per legge. Non provate a guidare senza, anche se non vi aspettate neve o ghiaccio. Alcune strade potrebbero essere chiuse in inverno, dopo le prime abbondanti nevicate. Vedere Guidare in Norvegia e Guidare in inverno.

In nave[modifica]

L'Hurtigruten (crociera lungo la costa) naviga lungo la costa della Norvegia, da Bergen nel sud a Kirkenes vicino al confine con la Russia. Fa scalo in 25 porti della Norvegia settentrionale e 9 della Norvegia meridionale. Ogni porto è visitato due volte al giorno, una volta con la nave in direzione sud e una volta in direzione nord.

In treno[modifica]

Treno tra Kiruna e Narvik attraverso gli altipiani vicino al confine.

I treni per la Norvegia settentrionale partono da Trondheim. Di solito ci sono due treni al giorno, uno parte la mattina e l'altro la sera tardi. Il treno si ferma a Mosjøen , Mo i Rana e Fauske (e in altri luoghi più piccoli) prima di raggiungere la sua destinazione finale, Bodø , appena sopra il circolo polare artico. Il viaggio per Bodø dura circa 9 ore e 30 minuti. I prezzi possono variare, il prezzo più basso possibile a gennaio 2008 è 199 kr (solo andata, numero limitato di posti, cercate/chiedete "minipris"). I treni sono gestiti da NSB.

Narvik fa parte della rete ferroviaria svedese con collegamenti con la Norvegia meridionale e l'Europa continentale. I treni sono gestiti da SJ e provengono da Stoccolma. La Finlandia ha uno scartamento più ampio e non è direttamente collegata alla rete svedese, quindi è necessario un trasferimento.

Non c'è ferrovia nelle due contee più settentrionali, Troms e Finnmark.

In autobus[modifica]

Dalla Norvegia meridionale

Non ci sono collegamenti in autobus tra la Norvegia settentrionale e meridionale, ad eccezione di alcune rotte locali nella zona di confine.

Dalla Svezia

Orari, 177nordland

Dalla Finlandia

Eskelisen Lapin Linjat gestisce autobus per Tromsø, Alta, Capo nord/Lakselv, Vadsø e Kirkenes da Rovaniemi/Oulu. Solo d'estate. A Utsjoki camminare oltre il confine (verso Roavvegieddi per Tana) o prendere un taxi dovrebbe essere fattibile, come a Karigasniemi – nella maggior parte degli altri posti ci sarebbe una corsa in taxi molto lunga per raggiungere le linee di autobus norvegesi.

Come spostarsi[modifica]

La Norvegia settentrionale ha meno del 10% della popolazione norvegese ma copre quasi 2000 km via terra. Il paesaggio è molto frammentato. Il trasporto marittimo o terrestre a lunga distanza richiede molto tempo, sebbene sia il più gratificante per le visite turistiche. Il trasporto aereo è solitamente il più conveniente per brevi visite agli angoli più remoti della Norvegia settentrionale.

In aereo[modifica]

Aereo Dash 8 operato da Widerøe

Le distanze sono lunghe e gli aerei sono importanti per spostarsi per distanze maggiori nella Norvegia settentrionale. I voli all'interno della Norvegia settentrionale generalmente partono da uno degli hub regionali: Bodø, Tromsø o Kirkenes. Gli aeroporti di Bardufoss e Alta prendono aerei più grandi e Alta è il più trafficato del Finnmark. Ci sono almeno una dozzina di piccoli aeroporti. La maggior parte dei voli che li servono sono operati da Widerøe e di solito sono piuttosto costosi. Gli aeroporti più piccoli hanno piste corte e sono serviti da piccoli velivoli ad elica come Dash 8.

In auto[modifica]

Spazzaneve sulla E6 con vento forte nel passo di Saltfjellet a marzo

Il viaggio con la propria auto o con un'auto a noleggio è il più pratico, poiché ci sono collegamenti stradali praticamente con ogni piccolo villaggio e gli autobus non sono frequenti fuori città. Notate che le distanze sono molto lunghe e guidare richiede tempo. Riempite anche il serbatoio in tempo. Guidare in inverno inoltre non è per principianti: c'è poca o nessuna luce diurna e il tempo è spesso rigido sulla costa e sui passi di montagna, mentre all'interno spesso fa un freddo pungente. Durante l'inverno le strade sono generalmente coperte di ghiaccio, neve o fanghiglia.

La distanza da Mo i Rana a Tromsø è di 680 km, e sono necessarie circa 10 ore più le fermate. Da Narvik ad Alta sono 510 km, impiegando circa 7 ore più le fermate. L'intera strada E6 attraverso la Norvegia settentrionale è di circa 1700 km, ovvero più di 24 ore di guida non-stop a una media di 60 km/h. La E6 ha una traversata in traghetto.

In nave[modifica]

Hurtigruten segue l'intera costa e fa scalo in tutti i porti principali, ad eccezione di Mosjøen, Mo i Rana, Narvik e Alta (che sono tutti situati nelle parti più interne dei lunghi fiordi. Sarebbe una deviazione troppo lunga). Ci sono anche navi espresse locali. Un battello espresso collega Tromsø e Harstad in meno di tre ore.

In treno[modifica]

Il treno può essere utilizzato fino a Fauske e Bodø e dalla Svezia a Narvik.

In autobus[modifica]

Senza un'auto, viaggiare in autobus di linea è più economico. Ma hanno orari scarsi. Importanti collegamenti in autobus sono i percorsi da Bodø/Fauske (fine della ferrovia) a Narvik e Harstad, da Narvik a Tromsø e Tromsø ad Alta (ci sono molti altri percorsi). Cercate su en-tur.no.

Cosa vedere[modifica]

Isola Senja nel Troms

I panorami migliori si vedono già a bassa quota, da dove si possono avere viste meravigliose su montagne, fiordi e mare. Per raggiungerli, di solito si preferisce l'escursionismo.

A Tromsø e Narvik ci sono impianti di risalita che portano facilmente in montagna.

Cosa fare[modifica]

Si possono fare una miriade di attività:

  • Vedere l'incredibile aurora boreale o il sole di mezzanotte, a seconda del periodo dell'anno
  • Osservare le balene
  • Pescare in alcune delle acque più ricche del mondo, come le Lofoten
  • Andare in slitte trainate da cani o da renne
  • Andare in motoslitta
  • Conoscere gli indigeni Sami, i loro stili di vita e la loro cultura
  • Fare alpinismo e escursioni in montagna
  • Praticare l'immersione
  • Fare canottaggio, canoa, kayak, andare in barca, praticare il rafting
  • Fare ciclismo
  • Sciare
  • Nuota in acque non ben temperate (o al chiuso)
  • Praticare il golf
  • Passeggiare per cittadine e paesini


A tavola[modifica]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi: Cucina nordica.

La cucina norvegese è nota per il cibo eclettico con una buona scorta di molti ingredienti locali.

La Norvegia settentrionale è particolarmente famosa per i frutti di mare, l'agnello, la renna e i frutti di bosco come il lampone.

Bevande[modifica]

Birra norvegese locale, acquavite e sidro. O semplicemente acqua del rubinetto pulita e fresca.


Sicurezza[modifica]

Vestitevi bene, perché questo è l'estremo nord e le temperature possono essere basse anche in estate.

Se vi avventurate all'aria aperta, sapete cosa fare! La luce limitata durante i mesi invernali rende tutte le attività all'aperto più impegnative. Il tempo può essere rigido sulla costa e molto freddo all'interno. Le lunghe distanze e la scarsa popolazione significa che bisogna essere in grado di gestirsi.

C'è poca criminalità nella regione, ma potreste finire nei guai se proprio vi sforzate.

Altri progetti

Regione nazionaleBozza: l'articolo rispetta il modello standard e ha almeno una sezione con informazioni utili (anche se di poche righe). Intestazione e piè pagina sono correttamente compilati.