Scarica il file GPX di questo articolo

Danimarca

Da Wikivoyage.
Danimarca
Rosenborg cph.jpg
Localizzazione
Danimarca - Localizzazione
Stemma e Bandiera
Danimarca - Stemma
Danimarca - Bandiera
Capitale
Governo
Valuta
Superficie
Abitanti
Lingua
Religione
Elettricità
Prefisso
TLD
Fuso orario
Sito web

Danimarca è una nazione dell'Europa settentrionale divisa tra il Mare del Nord e il Mar Baltico, che confina con la Germania. sono sotto amministrazione danese anche i territori autonomi della Groenlandia e delle Fær Øer.

Da sapere[modifica]


Territori e mete turistiche[modifica]

Mappa divisa per regioni
      Jutland — La regione della terraferma. I centri più famosi dello Jutland sono riportati di seguito:
  • Århus, seconda città del paese,
  • Aalborg,
  • Ribe che vanta il primato di città più antica di Danimarca,
  • Billund, località famosa a livello internazionale in quanto sede della LEGO, la casa produttrice dei mattoncini di plastica assemblabili e anche per il parco a tema Legoland, messo su dalla stessa azienda.
  • Vejle, nota per la chiesa di San Nicola nel cui transetto si trova una teca in vetro che custodisce il corpo mummificato della cosiddetta Donna di Haraldskær, vissuta nel 500 a. C. e ritrovata nel 1835 in una torbiera dello Jutland.
  • Skagen, situata all'estrema punta settentrionale dello Jutland, là dove si uniscono le acque del Baltico e del Mare del Nord, Skagen è molto visitata nonostante la balneazione nelle sue acque non sia consentita a causa di forti correnti marine.
      Arcipelago di Fionia (Funen o Fyn) — L'isola che accoglie Odense, patria dello H.C. Andersen.
      Selandia (Sjælland) — La maggiore delle isole danesi dove è situata Copenaghen. Altri centri famosi dell'isola sono:
  • Helsingør (Elsinore) — Famosa a livello mondiale per essere il luogo dove è ambientato l'Amleto di Shakespeare. A Helsingør si trova anche il Castello di Kronborg che figura tra i Patrimoni Mondiali dell'Umanità dell'UNESCO.
  • Roskilde, antica capitale, famosa per la sua maestosa cattedrale ma anche per un festival di musica rock che attrae migliaia di giovani da tutta Europa.
  • Hillerød — Città di 30 000 abitanti che accoglie il castello di Frederiksborg, il più spettacolare della Danimarca.
Anche se il termine è desueto, ci si può riferire a quest'isola o regione col termine di Zelanda.
      Lolland-Falster — Isole a sud di Selandia
      Bornholm — Isola vacanziera, ospita leggendarie chiese legate ai crociati e alcune eccellenti spiagge.

Centri urbani[modifica]

Altre destinazioni[modifica]

Alla Danimarca appartengono anche i seguenti territori:


Come arrivare[modifica]

Requisiti d'ingresso[modifica]

La Danimarca è un membro dell'Area Schengen.

Non ci sono controlli alle frontiere tra i paesi che hanno firmato e attuato il trattato, ossia l'Unione europea (ad eccezione della Bulgaria, Croazia, Cipro, Irlanda, Romania e Regno Unito), Islanda, Liechtenstein, Norvegia e Svizzera. Allo stesso modo, un visto concesso da un qualunque membro Schengen è valido in tutti gli altri paesi che hanno firmato e attuato il trattato. Ma attenzione: non tutti i membri dell'Unione europea hanno firmato il trattato di Schengen, e non tutti i membri di Schengen fanno parte dell'Unione europea. Questo significa che ci possono essere controlli doganali a campione, ma senza controlli di immigrazione (viaggiando all'interno di Schengen, ma non da/a un Paese extra UE) o potrebbe essere necessario passare i controlli di immigrazione, ma non quelli doganali (viaggiando all'interno dell'UE, ma non da/a un Paese extra Schengen).

Gli aeroporti in Europa sono pertanto suddivisi in aree "Schengen" e "non-Schengen", che di fatto si comportano come gli equivalenti nazionali dei voli "domestici" e "internazionali". Se si vola da fuori dell'Europa verso un paese Schengen per poi continuare verso un altro, verranno effettuati i controlli di immigrazione e doganali al primo scalo per poi continuare verso la destinazione finale senza ulteriori verifiche. Viaggiare tra un membro di Schengen e uno Stato non appartenente a Schengen darà luogo ai normali controlli di frontiera. Si noti che indipendentemente dal fatto che si viaggia all'interno dello spazio Schengen o meno, molte compagnie aeree continueranno a insistere per vedere la vostra carta d'identità o passaporto.

I cittadini dell'UE o AELS (l'"Associazione europea di libero scambio", nota in inglese come EFTA, e composta da Islanda, Liechtenstein, Norvegia e Svizzera) per l'ingresso hanno solo bisogno di una carta d'identità valida per l'espatrio o di un passaporto, entrambi ovviamente in corso di validità. In nessun caso si avrà bisogno di un visto per un soggiorno di qualsiasi durata. Gli stessi criteri si applicano anche ai cittadini stranieri. In aggiunta dovranno solo mostrare il regolare visto d'ingresso che gli ha consentito l'accesso al primo stato membro.

I cittadini non-UE/AELS in genere necessitano di un passaporto per l'ingresso in un paese Schengen e la maggior parte avrà bisogno di un visto.

Dal 2012 anche i minorenni devono essere muniti di carta d'identità per lasciare il suolo nazionale e devono essere accompagnati da almeno uno dei genitori indicati in tale documento. In assenza dei genitori il minore deve avere una "dichiarazione di accompagno" da loro firmato e convalidato dagli organi competenti, in cui si indica la persona o l'ente a cui il minore sarà affidato.

Note
(1) I cittadini di questi paesi hanno bisogno di un passaporto biometrico per godere dell'esenzione dal visto.

(2) I cittadini serbi con passaporto rilasciato dalla direzione di coordinamento serba (residenti in Kosovo con passaporto serbo) necessitano del visto.

(3) I cittadini di Taiwan hanno bisogno del loro numero identificativo da stipularsi sul passaporto di godere dell'esenzione del visto.

Solo i cittadini dei seguenti paesi non-UE/AELS non hanno bisogno di un visto per l'ingresso nell'area Schengen: Albania1, Andorra, Antigua e Barbuda, Argentina, Australia, Bahamas, Barbados, Bosnia ed Erzegovina1, Brasile, Brunei, Canada, Cile, Costa Rica, El Salvador, Guatemala, Honduras, Israele, Giappone, Repubblica di Macedonia1, Malesia, Maurizio, Messico, Moldavia1, Principato di Monaco, Montenegro1, Nuova Zelanda, Nicaragua, Panama, Paraguay, Saint Kitts e Nevis, San Marino, Serbia1, 2, Seychelles, Singapore, Corea del Sud, Taiwan3 (Cina), Stati Uniti, Uruguay, Città del Vaticano, Venezuela, inoltre le persone in possesso di passaporti del British National (Overseas), Hong Kong o Macao.

I cittadini non-UE/AELS non possono rimanere più di 90 giorni in un periodo di 180 giorni all'interno dell'area Schengen nel suo complesso e, in generale, non possono lavorare durante il loro soggiorno (anche se alcuni paesi Schengen fanno eccezione a certe nazionalità; vedi sotto). Il conteggio inizia una volta che si entra in un paese dell'Area Schengen e continua anche quando si lascia un paese Schengen per un altro.

I cittadini non UE/AELS (anche se esenti da visto, a meno degli andorrani, monegaschi o sammarinesi), devono accertarsi che il passaporto venga timbrato sia all'ingresso che all'uscita dall'area Schengen. Senza il timbro d'ingresso, si può essere trattati come coloro che hanno ecceduto la permanenza prevista dal visto quando si tenta di lasciare lo spazio Schengen; inoltre a chi è privo di un timbro di uscita, può essere negato l'ingresso la successiva volta che cerca di entrare nell'area Schengen perché potrebbe risultare che ha ecceduto il soggiorno durante la visita precedente. Se non è proprio possibile ottenere un timbro apposto sul passaporto, assicurarsi di conservare documenti quali carte di imbarco, biglietti di trasporto e ricevute ATM che possono aiutare a convincere il personale d'ispezione frontaliero della legale permanenza nell'area Schengen.

Notare che:

  • I sudditi britannici con aventi il diritto residenza nel Regno Unito e i cittadini dei Territori Britannici d'Oltremare connessi a Gibilterra, sono considerati "cittadini del Regno Unito ai fini dell'Unione europea" e quindi possono beneficiare di un accesso illimitato alla zona Schengen.
  • I sudditi britannici e i cittadini dei Territori Britannici d'Oltremare, entrambi senza diritto di residenza nel Regno Unito, necessitano del visto.

Tuttavia, tutti i cittadini dei Territori Britannici d'Oltremare ad eccezione di quelli esclusivamente collegati alle zone di sovranità di Cipro sono eleggibili per la cittadinanza britannica e, successivamente, all'accesso illimitato all'area Schengen.

In aereo[modifica]

In auto[modifica]

Per raggiungere la Danimarca bisogna attraversare la Germania fino ad Amburgo e poi proseguire in direzione nord se si è diretti nello Jutland, oppure fino a Puttgarden da dove partono i traghetti (ogni 30 minuti) per Copenaghen.


Come spostarsi[modifica]

Cartina schematica dei principali InterCity in Danimarca

In auto[modifica]

Le autostrade sono gratuite e poco trafficate. La Danimarca è una nazione piccola e le distanze tra una località e l'altra sono brevi, quindi l'auto può risultare il mezzo ideale per visitare il paese. Per guidare basta la patente italiana, le cinture di sicurezza sono obbligatorie anche sui sedili posteriori, le biciclette hanno sempre precedenza rispetto alle auto, il tasso alcolico consentito è di 0,5 e le multe in caso di trasgressione sono salate.

In nave[modifica]

Le numerose isole della Danimarca sono collegate tra di loro con frequenti traghetti.

In treno[modifica]

Le Ferrovie Danesi sono molto efficienti e collegano in tempi brevi le varie città. Il sito Journey Planner è utile per pianificare l'itinerario. Chi ha intenzione di visitare più paesi scandinavi può munirsi della Scanrail che permette l'uso illimitato della rete ferroviaria nei paesi aderenti.

In autobus[modifica]

Abildskou sono le maggiori autolinee di Danimarca.

Cosa vedere[modifica]

  • La famosa statua della Sirenetta che si trova a Copenaghen.
  • Il castello di Helsingør dov'è ambientato l'Amleto di Shakespeare.
  • Il castello di Frederiksborg nei pressi della capitale danese.


Cosa fare[modifica]


Valuta e acquisti[modifica]

La valuta nazionale è il Corona danese (DKK) divisa in 100 øre. Qui di seguito i link per conoscere l'attuale cambio con le principali monete mondiali:

(EN) Con Google Finance: AUD CAD CHF EUR GBP HKD JPY USD
Con Yahoo! Finance: AUD CAD CHF EUR GBP HKD JPY USD
(EN) Con XE.com: AUD CAD CHF EUR GBP HKD JPY USD
(EN) Con OANDA.com: AUD CAD CHF EUR GBP HKD JPY USD

La banche lavorano da lunedì a venerdì dalle 10 alle 16 (giovedì fino alle 18).

A tavola[modifica]

Lo smørrebrød è il tradizionale pranzo danese che offre pane di segale accompagnato da salumi e formaggi, verdure e pesce. Tra i piatti tipici di un tempo che si possono assaggiare ormai solo in alcuni ristoranti ci sono il kålpøse che è una salsiccia affumicata di suino, il rulleål rotolo di anguilla e la frittata di Fiona. Soprattutto la zona di Skagen è nota per il pesce accompagnato da mirtilli rossi.

Bevande[modifica]

La bevanda nazionale è la birra, capitanata dalla Carlsberg. Numerosi birrifici in tutto il paese accolgono sempre volentieri i turisti che desiderano vedere come viene prodotta la birra artigianale.

D'estate si usa bere il succo di fiori di sambuco che è molto dissetante.

Infrastrutture turistiche[modifica]

La Danimarca offre diverse possibilità di alloggio: dagli alberghi ai campeggi, dagli ostelli ai castelli, agli fagriturismo comprese le sistemazioni presso fattorie biologiche. I Danesi rispettano molto la natura e le strutture ricettive che sono attente all'ambiente portano il bollino con il fiore o la chiave verde.

Eventi e feste[modifica]


Sicurezza[modifica]


Situazione sanitaria[modifica]


Rispettare le usanze[modifica]


Come restare in contatto[modifica]


Altri progetti