Scarica il file GPX di questo articolo

Europa > Europa orientale > Bielorussia

Bielorussia

Da Wikivoyage.
Jump to navigation Jump to search

Bielorussia
Cattedrale di Santa Sofia a Polatsk in Bielorussia
Localizzazione
Bielorussia - Localizzazione
Stemma e Bandiera
Bielorussia - Stemma
Bielorussia - Bandiera
Capitale
Governo
Valuta
Superficie
Abitanti
Lingua
Religione
Prefisso
TLD
Fuso orario
Sito web

Bielorussia (in bielorusso Белару́сь) è una nazione dell'Europa orientale che confina con la Lettonia, la Lituania, la Russia, l'Ucraina e la Polonia.

Da sapere[modifica]


Territori e mete turistiche[modifica]

Mappa divisa per regioni
      Voblasc' di Brėst
      Voblasc' di Homel'
      Voblasc' di Hrodna
      Voblasc' di Minsk
      Voblasc' di Vicebsk

Centri urbani[modifica]

Altre destinazioni[modifica]


Come arrivare[modifica]

Requisiti d'ingresso[modifica]

Dal febbraio 2017 , l'ingresso nella Repubblica Bielorussa è consentito senza necessità di visto, purché si entri in territorio bielorusso dal solo Aeroporto di Minsk e si esca sempre dall'Aeroporto Internazionale di Minsk. L'ingresso senza visto è consentito per soli 5 giorni, compresi il giorno di arrivo e quello di partenza (es. Se si arriva il lunedì alle ore 9:00 si deve necessariamente ripartire il venerdì entro le ore 23:59) . Questa possibilità di ingresso senza visto riguarda i cittadini di 80 paesi (tutti i paesi dell'Unione Europea, USA, Canada e Regno Unito). Sono necessari passaporto in corso di validità, polizza assicurativa sanitaria riconosciuta nel territorio, (consigliabile stipularla all'arrivo all' aeroporto prima del controllo passaporti; costa pochi euro) e minimo 125 euro in contanti. Compilare in aereo o prima del controllo passaporti all'arrivo la carta di migrazione in doppia parte. Non è necessario registrarsi all' ufficio immigrazione in modalità Visa Free 5 giorni.

In Bielorussia è consentito solo su invito privato o partecipando a un viaggio organizzato. Il passaporto deve essere con scadenza minima di 3 mesi oltre la fine prevista del viaggio. Il visto di ingresso (rilasciato solo in casi eccezionali) può essere ottenuto presso qualsiasi rappresentanza diplomatica della Bielorussia dietro compilazione di un modulo cui saranno allegati fotografie in formato tessera, insieme alla documentazione relativa alla prenotazione alberghiera e al possesso di una polizza assicurativa medica riconosciuta dalle Autorità locali.

I gruppi turistici dovranno allegare una lettera dalla compagnia turistica che confermi l’itinerario e che includa una copia della conferma da una compagnia turistica della Bielorussia autorizzata che indichi il reference number per il visto.

I privati, invece dovranno allegare la documentazione relativa alla prenotazione alberghiera che sarà stata effettuata esclusivamente da una compagnia turistica della Bielorussia autorizzata con l'indicazione del "reference number" per il visto.

Per ottenere un visto per viaggio d’affari, occorrerà inoltre un invito ufficiale da un’organizzazione autorizzata a questo tipo di viaggi. L'invito, che di solito viene inviato a mezzo FAX dovrà indicare il nome completo, la nazionalità, il numero del Passaporto dell'invitato oltre a specificare le date di Arrivo/Partenza dalla Bielorussia, e le città che saranno visitate

Coloro che siano in possesso di un visto per un altro paese della CSI e intendano attraversare il territorio della Bielorussia per raggiungere la propria meta dovranno munirsi di un visto di transito.

Una volta in Bielorussia ogni visitatore straniero è tenuto a registrarsi presso l'OVIR (Ufficio Visti e Permessi) se la loro permanenza sia superiore alle 48 ore. Se si risiede in albergo la registrazione viene effettuata dal personale. È comunque impossibile espletare la pratica individualmente e la mediazione dell'albergo è di fatto essenziale, per cui informarsi se l'alloggio scelto espleti o meno la registrazione.

In aereo[modifica]

Le compagnie che effettuano voli dall'Italia sono:

  • Alitalia, con tre voli alla settimana (mercoledì venerdì e domenica) sulla tratta Milano-Minsk;
  • Belavia, con tre voli alla settimana nel periodo estivo (lunedì mercoledì e venerdì), mentre nei periodi di minor afflusso turistico, vengono garantiti solo due collegamenti settimanali, sulla tratta Roma-Minsk.
  • Air Baltic vola da Milano-Malpensa

L'aeroporto internazionale è a Minsk

In auto[modifica]

Guidare dall'Italia fino alla Bielorussia non è in genere consigliato per il basso livello di manutenzione delle strade e per la segnaletica stradale esclusivamente in lingua nazionale. Per i più avventurosi informiamo che alla dogana si è soggetti alla stipula della assicurazione "Bielorussia auto insurance".

Esiste solo una autostrada a pagamento, la M-1/E-30 che collega Brest con Mosca

In treno[modifica]

Due sono i valichi ferroviari principali, entrambi sulla linea di confine con la Polonia

Si può anche prendere un treno locale per attraversare la frontiera.

Orari e informazioni sono reperibili sui siti delle ferrovie tedesche (in italiano), polacche e CIS

I treni provenienti dalla Lettonia possono essere prenotati tramite i seguenti link: [1] e [2], quelli dalla Lituania qui e quelli dall'Estonia qui.

ATTENZIONE! Non ci sono treni diretti dall'Estonia, ma bisogna passare per Tallin o Valga, una città al confine tra Estonia e Lettonia. Il nome di questa stazione è Lugazi.

Orari delle ferrovie della Bielorussia: [3]

In autobus[modifica]

Da Vilnius è facilissimo raggiungere Minsk

Come spostarsi[modifica]


Cosa vedere[modifica]


Cosa fare[modifica]


Valuta e acquisti[modifica]

La valuta nazionale è il Rublo bielorusso (BYR). Circola solo in banconote. Il taglio più piccolo è 10 rubli, il più grande 100.000 rubli. Qui di seguito i link per conoscere l'attuale cambio con le principali monete mondiali:

(EN) Con Google Finance: AUD CAD CHF EUR GBP HKD JPY USD
Con Yahoo! Finance: AUD CAD CHF EUR GBP HKD JPY USD
(EN) Con XE.com: AUD CAD CHF EUR GBP HKD JPY USD
(EN) Con OANDA.com: AUD CAD CHF EUR GBP HKD JPY USD


A tavola[modifica]

Un piatto di Babka, pietanza tradizionale della Bielorussia
  • Le patate sono un prodotto di largo consumo come da noi la pasta. Sono state recensite almeno 300 varianti nella preparazione di questo umile tubero. Ai tempi del regime comunista gli abitanti della Bielorussia erano indicati nelle altre repubbliche del Soviet con il termine un po' spregiativo di "bulbashi" ovvero "I mangiatori di patate".
  • Babka - Un piatto a base di patate grattugiate con uova, aglio e prosciutto affumicato. Il tutto viene messo al forno ed è spesso guarnito con panna acida e lardo.
  • I funghi anche sono molto diffusi. Purtroppo vengono spesso fritti oltre misura. Se ne sconsiglia comunque il consumo perché l'ombra della contaminazione radioattiva conseguente al disastro di Chernobyl pesa ancora sul paese.
  • Kalduny - Sorta di ravioli riempiti nei modi più svariati. I più famosi sono i "Tyshkevich kalduny" farciti con prosciutto locale affumicato e funghi fritti.
  • Tra le carni la più diffusa è quella di maiale. Zrazy è una pietanza a base di fette infarinate di lombo di manzo con patate e funghi e guarnite con panna acida.
  • Lucioperca è un pesce d'acqua dolce che compare spesso sulle tavole della Bielorussia non avendo il paese accesso al mare. Anche questo pesciolino insipido può risultare nocivo per la contaminazione radioattiva del sistema idrografico del paese.

Bevande[modifica]

  • Kvas - Bevanda a lieve gradazione alcolica, ricavata dalla fermentazione alcolica di cereali quali segale, orzo, grano ma anche frutta e bacche. Viene spesso aromatizzata con fragola o menta


Infrastrutture turistiche[modifica]


Eventi e feste[modifica]

Festività nazionali[modifica]

  • Anno Nuovo (Novy Hod) - 1° gennaio
  • Natale ortodosso (Kalady pravasłaŭnyja) - 7 gennaio
  • Festa delle Donne (Mižnarodny žanočy dzień) - 8 marzo
  • Festa dello Statuto (Dzień Kanstytucyji) - 15 marzo. Festa istituita nel 1994
  • Giornata dell'unità dei popoli della Russia e della Bielorussia - 2 aprile
  • Festa internazionale del lavoro - 1° maggio
  • Giorno della vittoria - 9 maggio
  • Festa dell'indipendenza - 3 luglio
  • Festa della rivoluzione di ottobre - 7 novembre
  • Natale cattolico - 25 dicembre
  • Pasqua cattolica
  • Pasqua ortodossa
  • Giorno della memoria - 9 giorni dopo la pasqua ortodossa
  • Giorno della bandiera e dell'emblema nazionale - seconda domenica di maggio


Sicurezza[modifica]


Situazione sanitaria[modifica]

I livelli di radioattività sono ancora molto alti nella zona di frontiera con l'Ucraina. Nei giorni successivi al disastro di Chernobyl del 26 aprile 1986, il 60% delle radiazioni cadde sul suolo della Bielorussia. Gli effetti sono ancora drammatici e occorre prendere un minimo di precauzioni, non bere acqua del rubinetto, non mangiare funghi né pesce d'acqua dolce.

Rispettare le usanze[modifica]


Come restare in contatto[modifica]

Internet[modifica]

Le connessioni locali sono sottoposte a censura, quindi alcuni siti non sono raggiungibili.

Tenersi informati[modifica]

Il giornalismo è spesso sottoposto a censura.

Altri progetti

Stati d'Europa
EuropeContour coloured.svg

bandiera Albania · bandiera Andorra · bandiera Armenia[1] · bandiera Austria · bandiera Azerbaigian[2] · bandiera Belgio · bandiera Bielorussia · bandiera Bosnia ed Erzegovina · bandiera Bulgaria · bandiera Cipro[1] · Blank.pngbandieraBlank.png Città del Vaticano · bandiera Croazia · bandiera Danimarca · bandiera Estonia · bandiera Finlandia · bandiera Francia · bandiera Georgia[2] · bandiera Germania · bandiera Grecia · bandiera Irlanda · bandiera Islanda · bandiera Italia · bandiera Lettonia · bandiera Liechtenstein · bandiera Lituania · bandiera Lussemburgo · bandiera Macedonia del Nord · bandiera Malta · bandiera Moldavia · bandiera Principato di Monaco · bandiera Montenegro · bandiera Norvegia · bandiera Paesi Bassi · bandiera Polonia · bandiera Portogallo · bandiera Regno Unito · bandiera Repubblica Ceca · bandiera Romania · bandiera Russia[3] · bandiera San Marino · bandiera Serbia · bandiera Slovacchia · bandiera Slovenia · bandiera Spagna · bandiera Svezia · bandiera Svizzera · bandiera Ucraina · bandiera Ungheria

Stati de facto indipendenti: bandiera Abcasia[2] · bandiera Artsakh[1] · bandiera Cipro del Nord[1] · Donetsk People's Republic flag.png Doneck · bandiera Kosovo · Flag of Lugansk People's Republic.svg Lugansk · bandiera Ossezia del Sud[2] · bandiera Transnistria

Dipendenze danesi: bandiera Fær Øer

Dipendenze britanniche: bandiera Regno Unito Akrotiri e Dhekelia[1] · bandiera Gibilterra · bandiera Guernsey · bandiera Jersey · bandiera Isola di Man

Stati marginalmente europei: bandiera Kazakistan[3] (Atyrau, Kazakistan Occidentale) · bandiera Turchia[3] (Tracia orientale)

  1. 1,0 1,1 1,2 1,3 1,4 Stato o dipendenza fisicamente asiatico ma generalmente considerato europeo sotto il profilo antropico
  2. 2,0 2,1 2,2 2,3 Stato con territorio del tutto o in parte in Asia secondo le diverse convenzioni geografiche
  3. 3,0 3,1 3,2 Stato con la maggior parte del proprio territorio in Asia
1-4 star.svg Bozza: l'articolo rispetta il template standard e ha almeno una sezione con informazioni utili (anche se di poche righe). Intestazione e piè pagina sono correttamente compilati.