Scarica il file GPX di questo articolo

Europa > Benelux > Belgio

Belgio

Da Wikivoyage.
Jump to navigation Jump to search

Belgio
Castello di Anversa
Localizzazione
Belgio - Localizzazione
Stemma e Bandiera
Belgio - Stemma
Belgio - Bandiera
Capitale
Governo
Valuta
Superficie
Abitanti
Lingua
Religione
Elettricità
Prefisso
TLD
Fuso orario
Sito web

Belgio (in olandese: België, francese: Belgique, tedesco: Belgien) è una nazione dell'Europa occidentale che fa parte del Benelux. La sua capitale, Bruxelles, ospita la sede dell'Unione europea.

Il Belgio è un paese densamente popolato che cerca di bilanciare le richieste contrastanti di urbanizzazione, trasporti, industria e agricoltura commerciale e intensiva. Importa grandi quantità di materie prime ed esporta un grande volume di manufatti, principalmente verso l'UE.

Da sapere[modifica]

Cenni geografici[modifica]

Trovandosi sulla costa del Mare del Nord, i vicini limitrofi del Belgio sono la Francia a sud-ovest, il Lussemburgo a sud-est, la Germania a est e i Paesi Bassi a nord.

Il paese possiede pianure costiere pianeggianti nel nord-ovest, colline ondulate centrali, colline boscose e valli della foresta delle Ardenne nel sud-est.

Quando andare[modifica]

Clima temperato; inverni miti con estati fresche. Generalmente piuttosto piovoso, umido e nuvoloso. La temperatura media annuale del Belgio nel decennio tra il 1976 e il 2006 era di 10 ° C, una misura un po' priva di significato per i non meteorologi.

Cenni storici[modifica]

La cattedrale di Anversa

Il Belgio è l'erede di diverse ex potenze medievali e si vedono le tracce ovunque durante nel paese.

Dopo il crollo dell'impero carolingio nel IX secolo, il territorio che oggi è il Belgio, i Paesi Bassi e il Lussemburgo, faceva parte della Lotaringia, un regno effimero che presto sarebbe stato assorbito dall'impero germanico; tuttavia, il carattere speciale della "Bassa Lotaringia" è rimasto intatto nell'impero feudale: questa è l'origine dei Paesi Bassi, un termine generale che comprende l'attuale Belgio, Paesi Bassi e Lussemburgo.

I feudi largamente autonomi dei Paesi Bassi erano tra i luoghi più ricchi dell'Europa medievale e se ne vedono le tracce di questa ricchezza passata negli edifici di Bruges, Bruxelles, Anversa, Gand, Lovanio, Tournai, Mons, ecc. Queste città caddero progressivamente sotto il controllo di una famiglia potente e ambiziosa: i duchi di Borgogna. L'intero regno dei duchi si estendeva dai Paesi Bassi ai confini della Svizzera. Usando ricchezza, strategia e alleanze, i Duchi di Borgogna miravano a ricostituire la Lotaringia. La morte dell'ultimo duca, Carlo I di Borgogna, pose fine a questo sogno. Tuttavia, i tesori dei duchi di Borgogna rimangono come testimonianza delle loro regole nei musei e nei monumenti belgi.

La potente famiglia degli Asburgo poi ereditò i Paesi Bassi. La riforma è la ragione per cui Belgio e Paesi Bassi furono messi a parte: la metà settentrionale dei Paesi Bassi abbracciò il protestantesimo e si ribellò contro il dominio asburgico, mentre la metà meridionale rimase fedele sia al suo sovrano che alla fede cattolica. Queste due metà corrispondono grosso modo all'attuale Belgio e Paesi Bassi.

Il Belgio fu chiamato Paesi Bassi Austriaci, poi Paesi Bassi spagnoli, a seconda di quale ramo degli Asburgo lo governava. Il potente imperatore tedesco e re spagnolo, Carlo V, nacque nella città belga di Gand e governò da Bruxelles. Molti luoghi in Belgio portano il suo nome, tra cui la città di Charleroi e persino una marca di birra. Ogni anno, i brussellesi emulano la sua prima parata in quello che viene chiamato Ommegang.

Il Belgio fu per un breve periodo parte dell'impero napoleonico. Dopo la sconfitta di Napoleone, fu creato un grande Regno dei Paesi Bassi, comprendente l'insieme dei Paesi Bassi. Tuttavia, l'opposizione religiosa è rimasta e la spaccatura è stata aggravata dalle differenze politiche tra i liberali belgi e gli aristocratici olandesi. Il Belgio divenne indipendente dai Paesi Bassi nel 1830 dopo una breve rivoluzione e una guerra contro l'Olanda.

Fu occupato dalla Germania durante le due Guerre Mondiali e ha molte tombe di guerra vicino alle zone di battaglia, la maggior parte di esse sono intorno a Ypres. Il Belgio ha prosperato nell'ultimo mezzo secolo come stato europeo moderno e tecnologicamente avanzato e membro della NATO e dell'UE. Le tensioni tra i fiamminghi olandesi del nord e i valloni francofoni del sud hanno portato a modifiche costituzionali che garantiscono a queste regioni un riconoscimento formale e un'autonomia.

Lingue parlate[modifica]

Le tre lingue ufficiali sono approssimativamente così diffuse: Olandese (fiammingo) 60%, Francese (vallone) 39% e Tedesco 1%. Conoscere le versioni standard di ogni lingua di solito è sufficiente per capire e essere compreso. Tuttavia, tenete presente che le versioni belghe potrebbero non essere del tutto comprensibili all'inizio.

  • L'olandese fiammingo non è sempre facile da capire per gli olandesi e viceversa. I fiamminghi tendono a sembrare più formali rispetto agli olandesi e certe vocali possono essere pronunciate in modo diverso, spesso in un modo che potrebbe sembrare inglese britannico.
  • Il francese parlato in Vallonia è generalmente comprensibile al francese medio, e le giovani generazioni nelle aree urbane oggi parlano con un accento francese standard. Tuttavia, alcuni accenti "rurali" possono essere aspri per l'ascoltatore occasionale (specialmente a Charleroi e nei pressi del confine tedesco). Il francese vallone incorpora anche detti e modi di dire piuttosto arcaici e le parole anglicizzate non sono rare.
  • Il tedesco parlato in Belgio è vicino a Hochdeutsch (tedesco standard), ma non diversamente dal francese vallone incorpora detti arcaici.

L'inglese è ampiamente parlato dalle giovani generazioni nelle aree di lingua olandese e a Bruxelles. Al contrario, l'inglese non è così diffusamente parlato nelle aree di lingua francese, anche se è ancora possibile trovare degli anglofoni. Scoprirete che alcune persone anziane parlano inglese, specialmente nelle Fiandre, ma è meno probabile.

Sebbene il Belgio abbia tre lingue ufficiali, ciò non significa che tutte siano ufficiali ovunque. L'unica lingua ufficiale delle Fiandre è l'olandese; Bruxelles ha sia l'olandese che il francese come lingua ufficiale, sebbene il francese sia la lingua franca; e l'unica lingua ufficiale della Vallonia è il francese, ad eccezione dei nove comuni (tra cui la città di Eupen e i suoi dintorni) della comunità di lingua tedesca. Come regola generale, la maggior parte dei belgi di lingua olandese è in grado di parlare francese, mentre i belgi francofoni sono tipicamente monolingui e non parlano olandese.

Un numero molto esiguo di abitanti della Vallonia, in particolare le vecchie generazioni, parla ancora la lingua vallona. Questa lingua, sebbene non ufficiale, è riconosciuta dalla Comunità francese del Belgio come una "lingua regionale indigena", insieme a un certo numero di altre varietà romance (Champenois, Lorrain e Picard) e germaniche (lussemburghesi). Al rovescio della medaglia, l'italiano è piuttosto comune in Vallonia a causa dell'immigrazione. (Almeno il 10% dei valloni può risalire alle loro origini in Italia).

Grazie al suo status internazionale, Bruxelles è sede di una miriade di altre lingue; oltre alla diffusione dell'inglese, è possibile trovare persone che parlano italiano, spagnolo, portoghese, russo, arabo, ecc.

Cultura e tradizioni[modifica]

Il Belgio non è privo di divisioni: le Fiandre, la parte settentrionale del paese parla l'olandese, e la Vallonia l'area di lingua francese del sud sono spesso ai ferri corti e a volte sembra che i loro litigi divideranno il paese in due. Cova sotto un'antica divisione culturale e delle ruggini di discriminazione linguistica e culturale che oggi si evidenzia nel fatto che nell'una o nell'altra regione spesso manca la doppia lingua, oppure le persone evitano di parlare il francese pur conoscendolo, o magari non conoscono il fiammingo. Eppure, nonostante questa apparente incompatibilità, le due metà del Belgio si uniscono per formare un paese che contiene alcune delle città più belle e storiche d'Europa per qualsiasi visitatore.

I segni della dominazione spagnola sono riscontrabili nello stile di alcune chiese barocche ma soprattutto nelle Madonne, le quali sono rappresentate con vesti che richiamano lo stile iberico e sudamericano. C'è anche da aggiungere che la religione cattolica, romana e protestante è molto sentita. Le messe domenicali e le feste religiose sono molto sentite rispetto alla media dei paesi europei.

Territori e mete turistiche[modifica]

Mappa divisa per regioni
      Fiandre — La regione settentrionale "olandofona". Include città ben note come: Bruges, Ypres, Gand, Lovanio, Aalst e Anversa.
      Bruxelles — Capitale bilingue e sede dell'Unione europea.
      Vallonia — Regione francofona nel sud del paese. I centri di maggiore interesse sono Namur, il capoluogo, Tournai, Dinant, Mons. Charleroi ha minore interesse ma è dotata di aeroporto con voli anche da scali italiani effettuati da Ryanair. Al suo interno si trova anche Ardenne, una sottoregione nell'est del paese e corrispondente ai territori delle province di Namur, Liegi e Lussemburgo. Le mete più interessanti sono Bouillon, Bastogne, Han-sur-Lesse, Durbuy, Spa, Eupen con il vicino parco di Parco di Hautes Fagnes e Robertville sul lago omonimo.

Centri urbani[modifica]

  • Bruxellesunesco La capitale del Belgio e la capitale non ufficiale dell'UE. Bel centro storico e diversi musei di interesse. Una delle città più multiculturali d'Europa.
  • Anversaunesco La seconda città più grande del Belgio, con una cattedrale gigantesca, strade medievali e patrimonio artistico, e un ottimo posto per la moda.
  • Brugesunesco Una delle città più ricche d'Europa nel XIV secolo, oggi è una città turistica ma ancora molto autentica, medievale e tranquilla di notte, con piccole pensioni e aziende familiari che superano di gran lunga gli hotel delle catene famose.
  • Charleroi
  • Dinant
  • Gandunesco Una volta una delle città più grandi d'Europa, ora una miscela perfetta di Anversa e Bruges: un'accogliente città con canali, ma con una ricca storia e una vivace popolazione studentesca.
  • Liegi — Seconda più grande città della Vallonia, lungo un ampio fiume, paesaggio urbano industriale con escursioni e località nelle vicine colline, ha un carattere molto forte, indipendente e un'eccitante vita notturna.
  • Lovaniounesco Una piccola città dominata da una delle più antiche università d'Europa. Bellissimo centro storico e una vivace vita notturna.
  • Mechelen (Mellina) — unesco Una piccola città medievale con un bel quartiere storico intorno alla cattedrale.
  • Monsunesco Ha il privilegio straordinario di avere tre siti iscritti nella Lista del Patrimonio Mondiale dell'UNESCO e un evento che fa parte Lista Rappresentativa del Patrimonio Culturale Immateriale dell'Umanità.
  • Namur — Capitale della Vallonia, alla confluenza di Sambre e Meuse con la Cittadella.
  • Ostenda
  • Tournaiunesco Famosa più che altro per la sua cattedrale che è un Patrimonio Mondiale Unesco.

Altre destinazioni[modifica]

  • Ardenne — la regione più scarsamente popolata del Benelux, è una zona collinare ricoperta di foreste
  • Dinant — piccola città in una splendida cornice naturale, un luogo popolare per gli sport d'avventura come la canoa e l'arrampicata su roccia, meglio visitati in inverno
  • Grimbergen — Nota per la birra con lo stesso nome, diventata famosa in tutto il mondo, ma ancora prodotta nella sua abbazia.
  • Kraainem — un comune con una ricca storia industriale alla periferia di Bruxelles con molti monumenti storici.
  • Poperinge — distrutta durante la prima guerra mondiale, questa ex roccaforte militare è caratterizzata da memoriali e cimiteri.
  • Provincia del Brabante Fiammingo — detta anche la "Toscana del nord", è una regione verde a ovest di Bruxelles, costituita da dolci colline, prati, piccoli villaggi e castelli. La casa della birra Geuze è l'ideale per escursioni a piedi, in bicicletta e a cavallo.
  • Spa — i trattamenti con acqua calda della città termale che ha dato il nome a tutte le terme del mondo hanno attirato visitatori per secoli.
  • Tervuren — noto per la sua vicinanza alla lussureggiante foresta di Sonian, ai suoi parchi e alla residenza estiva reale.
  • Ypres


Come arrivare[modifica]

Requisiti d'ingresso[modifica]

Il Belgio è un membro dell'Area Schengen.

Non ci sono controlli alle frontiere tra i paesi che hanno firmato e attuato il trattato, ossia l'Unione europea (ad eccezione della Bulgaria, Croazia, Cipro, Irlanda, Romania e Regno Unito), Islanda, Liechtenstein, Norvegia e Svizzera. Allo stesso modo, un visto concesso da un qualunque membro Schengen è valido in tutti gli altri paesi che hanno firmato e attuato il trattato. Ma attenzione: non tutti i membri dell'Unione europea hanno firmato il trattato di Schengen, e non tutti i membri di Schengen fanno parte dell'Unione europea. Questo significa che ci possono essere controlli doganali a campione, ma senza controlli di immigrazione (viaggiando all'interno di Schengen, ma non da/a un Paese extra UE) o potrebbe essere necessario passare i controlli di immigrazione, ma non quelli doganali (viaggiando all'interno dell'UE, ma non da/a un Paese extra Schengen).

Gli aeroporti in Europa sono pertanto suddivisi in aree "Schengen" e "non-Schengen", che di fatto si comportano come gli equivalenti nazionali dei voli "domestici" e "internazionali". Se si vola da fuori dell'Europa verso un paese Schengen per poi continuare verso un altro, verranno effettuati i controlli di immigrazione e doganali al primo scalo per poi continuare verso la destinazione finale senza ulteriori verifiche. Viaggiare tra un membro di Schengen e uno Stato non appartenente a Schengen darà luogo ai normali controlli di frontiera. Si noti che indipendentemente dal fatto che si viaggia all'interno dello spazio Schengen o meno, molte compagnie aeree continueranno a insistere per vedere la vostra carta d'identità o passaporto.

I cittadini dell'UE o AELS (l'"Associazione europea di libero scambio", nota in inglese come EFTA, e composta da Islanda, Liechtenstein, Norvegia e Svizzera) per l'ingresso hanno solo bisogno di una carta d'identità valida per l'espatrio o di un passaporto, entrambi ovviamente in corso di validità. In nessun caso si avrà bisogno di un visto per un soggiorno di qualsiasi durata. Gli stessi criteri si applicano anche ai cittadini stranieri. In aggiunta dovranno solo mostrare il regolare visto d'ingresso che gli ha consentito l'accesso al primo stato membro.

I cittadini non-UE/AELS in genere necessitano di un passaporto per l'ingresso in un paese Schengen e la maggior parte avrà bisogno di un visto.

Dal 2012 anche i minorenni devono essere muniti di carta d'identità per lasciare il suolo nazionale e devono essere accompagnati da almeno uno dei genitori indicati in tale documento. In assenza dei genitori il minore deve avere una "dichiarazione di accompagno" da loro firmato e convalidato dagli organi competenti, in cui si indica la persona o l'ente a cui il minore sarà affidato.

Note
(1) I cittadini di questi paesi hanno bisogno di un passaporto biometrico per godere dell'esenzione dal visto.

(2) I cittadini serbi con passaporto rilasciato dalla direzione di coordinamento serba (residenti in Kosovo con passaporto serbo) necessitano del visto.

(3) I cittadini di Taiwan hanno bisogno del loro numero identificativo da stipularsi sul passaporto di godere dell'esenzione del visto.

Solo i cittadini dei seguenti paesi non-UE/AELS non hanno bisogno di un visto per l'ingresso nell'area Schengen: Albania1, Andorra, Antigua e Barbuda, Argentina, Australia, Bahamas, Barbados, Bosnia ed Erzegovina1, Brasile, Brunei, Canada, Cile, Costa Rica, El Salvador, Guatemala, Honduras, Israele, Giappone, Macedonia del Nord1, Malesia, Maurizio, Messico, Moldavia1, Principato di Monaco, Montenegro1, Nuova Zelanda, Nicaragua, Panama, Paraguay, Saint Kitts e Nevis, San Marino, Serbia1, 2, Seychelles, Singapore, Corea del Sud, Taiwan3 (Cina), Stati Uniti, Uruguay, Città del Vaticano, Venezuela, inoltre le persone in possesso di passaporti del British National (Overseas), Hong Kong o Macao.

I cittadini non-UE/AELS non possono rimanere più di 90 giorni in un periodo di 180 giorni all'interno dell'area Schengen nel suo complesso e, in generale, non possono lavorare durante il loro soggiorno (anche se alcuni paesi Schengen fanno eccezione a certe nazionalità; vedi sotto). Il conteggio inizia una volta che si entra in un paese dell'Area Schengen e continua anche quando si lascia un paese Schengen per un altro.

I cittadini non UE/AELS (anche se esenti da visto, a meno degli andorrani, monegaschi o sammarinesi), devono accertarsi che il passaporto venga timbrato sia all'ingresso che all'uscita dall'area Schengen. Senza il timbro d'ingresso, si può essere trattati come coloro che hanno ecceduto la permanenza prevista dal visto quando si tenta di lasciare lo spazio Schengen; inoltre a chi è privo di un timbro di uscita, può essere negato l'ingresso la successiva volta che cerca di entrare nell'area Schengen perché potrebbe risultare che ha ecceduto il soggiorno durante la visita precedente. Se non è proprio possibile ottenere un timbro apposto sul passaporto, assicurarsi di conservare documenti quali carte di imbarco, biglietti di trasporto e ricevute ATM che possono aiutare a convincere il personale d'ispezione frontaliero della legale permanenza nell'area Schengen.

Notare che:

  • I sudditi britannici con aventi il diritto residenza nel Regno Unito e i cittadini dei Territori Britannici d'Oltremare connessi a Gibilterra, sono considerati "cittadini del Regno Unito ai fini dell'Unione europea" e quindi possono beneficiare di un accesso illimitato alla zona Schengen.
  • I sudditi britannici e i cittadini dei Territori Britannici d'Oltremare, entrambi senza diritto di residenza nel Regno Unito, necessitano del visto.

Tuttavia, tutti i cittadini dei Territori Britannici d'Oltremare ad eccezione di quelli esclusivamente collegati alle zone di sovranità di Cipro sono eleggibili per la cittadinanza britannica e, successivamente, all'accesso illimitato all'area Schengen.

In aereo[modifica]

I maggiori aeroporti sono quello internazionale di Bruxelles e quello più fuori mano di Charleroi. Da questi due aeroporti è possibile raggiungere qualsiasi destinazione in Benelux e nei paesi limitrofi salendo su un treno o un autobus di autolinee private. Le indicazioni sono fornite negli articoli relativi alle località turistiche.

I voli per gli aeroporti dei paesi limitrofi potrebbero essere presi in considerazione, in particolare per l'aeroporto Schiphol di Amsterdam, che ha un collegamento ferroviario diretto con Bruxelles, facendo anche fermate ad Anversa e Mechelen. Aeroporto di Anversa-Deurne su Wikipedia Aeroporto di Anversa-Deurne (Q17480) su Wikidata

  • 4 Aeroporto di Liegi-Bierset (IATA: LGG). Si trova vicino alla città di Liegi. Un piccolo aeroporto servito solo da TUIFly, una compagnia aerea low cost. Altri collegamenti principalmente con la Spagna, a volte Grecia e Marocco. Soffre di opzioni di trasporto molto scarse per la città di Liegi. Aeroporto di Liegi-Bierset su Wikipedia Aeroporto di Liegi-Bierset (Q606067) su Wikidata

In auto[modifica]

Le principali autostrade europee come E19, E17, E40, E411 e E313 attraversano il Belgio.

In nave[modifica]

Ci sono traghetti notturni da/per Zeebrugge a Hull in Inghilterra, ma non sono economici.

In treno[modifica]

Ci sono treni diretti tra Bruxelles e:

  • Lussemburgo (treni normali ogni ora). 2 ore e 30 minuti dal Lussemburgo a Bruxelles, 3 ore dal Lussemburgo a Liegi.
  • Parigi, Colonia, Aquisgrana, Amsterdam (Thalys)
  • Lione, Bordeaux, Parigi-aeroporto CDG e molte altre città francesi (TGV Bruxelles-Francia gestito da SNCF).
  • Londra, Ebbsfleet, Ashford, Lille e Calais (Eurostar). Se state andando in un'altra città belga, il biglietto "Qualsiasi stazione del Belgio" (£ 5,50 a senso unico in 2a classe) include il trasporto locale nel biglietto Eurostar. A seconda della distanza, potrebbe essere più economico ottenere un biglietto separato. I passeggeri che viaggiano dal Regno Unito al Belgio passano attraverso controllo del passaporto/carta d'identità nel Regno Unito prima dell'imbarco, piuttosto che all'arrivo in Belgio. I passeggeri che viaggiano da Lille/Calais a Bruxelles sono all'interno dell'area Schengen.
  • Francoforte, Colonia (ICE gestito da Deutsche Bahn)
  • Zurigo, Svizzera, via Lussemburgo (treni normali, 2 al giorno)

Ci sono treni intercity orari da Bruxelles via Anversa per Rotterdam e Amsterdam nei Paesi Bassi. I servizi interurbani vanno da Bruxelles ad Amsterdam via Mechelen, Anversa, Rotterdam, L'Aja e Schiphol. L'altro collegamento diretto per Amsterdam è il costoso Thalys (prenotate con largo anticipo per avere tariffe ragionevoli). L'alternativa è prendere un treno da Bruxelles o Anversa a Roosendaal (NL), dove sono disponibili i treni intercity per Rotterdam e Amsterdam. I passeggeri che viaggiano in Belgio dai Paesi Bassi dovranno acquistare i loro biglietti presso lo sportello o il sito Web di NS Internationaal, che sono diversi da quelli che vendono i biglietti per i treni nazionali. NS Internationaal vende anche i biglietti Thalys agli stessi prezzi visti sul sito Thalys.

I treni internazionali collegano quelli nazionali alla Gare du Midi/Zuidstation di Bruxelles e, con tutti i biglietti Eurostar o ICE e alcuni biglietti Thalys, potete terminare il viaggio gratuitamente sui treni nazionali. Per tutti i treni ad alta velocità, è necessario prenotare in anticipo per tariffe economiche, sia online che tramite un'agenzia di viaggi. Non ci sono più treni notturni regolarmente programmati.

Potreste voler controllare anche i collegamenti TGV con Lille. I treni dal resto della Francia a Lille sono più frequenti e solitamente più economici. C'è un collegamento ferroviario diretto da Lille Fiandre a Gand e ad Anversa. Se il vostro TGV arriva a Lille Europe, ci vorranno 15 minuti a piedi fino alla stazione ferroviaria di Lille Flandres. Ci sono i treni nazionali belgi che terminano a Lille (stazione Lille-Fiandre).

Se la vostra destinazione in Belgio è più lontana dal confine, potete prendere il treno locale da Aquisgrana a Welkenraedt e poi cambiare con il treno InterCity che collega Eupen a Ostenda, passando per Lovanio, Bruxelles, Gand e Bruges. Il viaggio da Aquisgrana a Bruxelles dura meno di due ore.

Organizzate il vostro viaggio con l'orario della Deutsche Bahn. Ha tutte le connessioni nazionali e internazionali in tutta Europa.

Fumare non è consentito nei treni belgi.

La tariffa del treno per i passeggeri di età superiore ai 65 anni che viaggiano in Belgio è spesso limitata a € 6 ed è valida per il ritorno nello stesso giorno ma tale tariffa può richiedere il viaggio solo dopo le 09:00.

In autobus[modifica]

Potete raggiungere il Belgio da tutta Europa con gli autobus Eurolines. Gli autobus internazionali fanno scalo ad Anversa, alla stazione nord di Bruxelles, a Lovanio e a Liegi. Consultate il sito per conoscere gli itinerari e gli orari dall'Italia. Eurolines propone sconti per quanti decidano di visitare l'Europa in pullman, conveniente, come nel caso del treno, solo se si decida di farne un uso massiccio. Maggiori informazioni su questa pagina. Se decidete di fare a meno del pass, consultate il sito di Eurolines-Belgio per gli orari ma soprattutto per ulteriori e spesso fantastici sconti su mete internazionali a un tiro di schioppo e non da Bruxelles (Amsterdam, Parigi, Londra etc.)

Ci sono compagnie di autobus che servono la Bosnia, e forniscono un modo economico e pulito per raggiungere l'altro lato del continente europeo. Semi tour effettua un servizio tre volte a settimana da varie destinazioni in Bosnia ed Erzegovina in Belgio e nei Paesi Bassi, fuori stagione circa 132 € per un biglietto di andata e ritorno.

Anche Flixbus copre le destinazioni per il Belgio.

Tra il capolinea De Panne delle ferrovie belghe (e il tram costiero - Kusttram) e la città costiera francese di Dunkerque, c'è una linea di autobus gestita da DK'BUS Marine. È anche possibile prendere un autobus DK'BUS che va alla distanza più vicina possibile del confine e poi attraversarlo a piedi camminando sulla spiaggia e arrivando a una comoda stazione del tram costiero, come ad esempio Esplanade.

Potete prendere un autobus tra le stazioni ferroviarie di Eupen (Belgio) e Aquisgrana (Germania), il che è abbastanza veloce e meno costoso di fare lo stesso viaggio con un biglietto del treno internazionale.

Per un elenco degli autobus che attraversano i confini tra Belgio e Paesi Bassi, è possibile consultare l'elenco qui.

Oltre ad essere un risultato peculiare dell'antica storia europea, la città di Baarle (formalmente Baarle-Hertog in Belgio e Baarle-Nassau nei Paesi Bassi) è un possibile punto di svolta, dal momento che la principale fermata dell'autobus della città di Sint-Janstraat è gestita da entrambi i bus fiamminghi (Belga) e olandesi.

La compagnia fiamminga (belga) De Lijn gestisce un autobus che attraversa la frontiera tra Turnhout in Belgio e Tilburg nei Paesi Bassi, che sono entrambi capolinea nella rete ferroviaria del rispettivo paese.

C'è un autobus (linea 45) gestito dalla compagnia fiamminga (belga) De Lijn che va tra le stazioni ferroviarie di Genk (Belgio) e Maastricht (Paesi Bassi). C'è un altro autobus (linea 20A) in partenza da Hasselt, diretto a Maastricht. È in costruzione una connessione ferroviaria.

Carpooling[modifica]

È il modo più economico per arrivare in Belgio (€ 3/100 km) da qualsiasi parte d'Europa - se siete un po' flessibili e fortunati - potete usare taxistop. Molte corse sono offerte anche su BlablaCar.

Come spostarsi[modifica]

Essendo un paese così (300 km come massima distanza), potete arrivare ovunque in un paio d'ore. Il trasporto pubblico, quando pienamente funzionante, è veloce e confortevole e non troppo costoso. Tra le città più grandi ci sono frequenti collegamenti ferroviari, che non coprono più le distanze minori. Un sito utile è InfoTEC, che dispone di indicazioni porta a porta per l'intero paese, che copre tutte le forme di trasporto pubblico (compresi treni, autobus, metropolitana e tram).

Guardando la mappa si suggerisce Bruxelles come punto di partenza per poi passare ad Anversa, Gand, Bruges, Namur e Lovanio come gite di un giorno. Anversa è popolare tra coloro che vogliono essere in un posto cosmopolita, e coloro che amano un buon mix di provincialismo aperto e Gand è il massimo per chi guarda un buon mix tra apertura e provincialismo. Liegi è bella, ma troppo vicina alla Germania per essere adatta alla gita di un giorno. Mechelen è considerata noiosa dai turisti, ma è un ottimo posto dove stare con la stazione che ha treni ogni 30 minuti.

Per fare un giro turistico locale, specialmente nelle Fiandre, sono disponibili molte infrastrutture per il ciclismo. Le biciclette possono essere noleggiate praticamente ovunque. Nella campagna della Vallonia sono disponibili mountainbikes e il rafting è popolare con al confine con il Lussemburgo.

In auto[modifica]

Limiti di velocità in Belgio

Il Belgio ha una fitta rete di moderne autostrade senza pedaggio, ma alcune strade secondarie in Vallonia sono mal gestite. I segni sono sempre nella lingua locale, tranne che a Bruxelles, dove sono bilingui. Poiché molte città in Belgio hanno nomi piuttosto diversi in olandese e francese, ciò può causare confusione. Ad esempio, Mons in francese è Bergen in olandese; Anversa è chiamata Antwerpen in olandese e Anvers in francese; Liège in francese è Luik in olandese e Lüttich in tedesco, e così via. Questa situazione si applica alle città al di fuori del Belgio; guidando lungo un'autostrada fiamminga, che può essere segnalato per Rijsel, che è la città francese di Lille o Aken, che è la città tedesca di Aquisgrana. Le uscite sono contrassegnate con la parola Uit (fuori) nelle aree fiamminghe, Sortie nelle aree vallone e Ausfahrt in quelle di lingua tedesca.

In Belgio i segnali autostradali sono notoriamente inopportuni, soprattutto sulle strade secondarie. Non c'è uniformità nello stile e nel colore; molti sono in cattivo stato, messi in una posizione scomoda o semplicemente mancanti. Si consiglia una buona tabella di marcia (Michelin, De Rouck, Falk) o un sistema GPS. Il Belgio è uno dei pochi paesi che usa solo i numeri europei E sulle principali rotte.

Oltre alle telecamere a velocità fissa, ci sono anche telecamere a velocità media che funzionano per un numero di miglia su autostrade intorno alle principali città.

Autonoleggio[modifica]

Alcune auto a noleggio sono dotate di navigatore satellitare, ma è una buona idea richiederlo quando prenotate la vostra auto. È probabilmente il modo più affidabile per andare da A a B in Belgio. In questo modo potrete vedere alcuni dei siti del Belgio, per quanto piatto, ma l'architettura nelle città è qualcosa da ammirare. Sarete piacevolmente sorpresi di quanto siano pulite le città e i villaggi del Belgio. Passate da un pomeriggio all'altro e vedrete le persone che si prendono cura della strada di fronte alle loro case - una sensazione di comunità di villaggio reale e retrodatata.

Gli autovelox sono posizionati lungo le strade frequentemente e la guida in stato di ebbrezza di piccole quantità comporta gravi sanzioni, come 125 € di multa per 0,05% e 0,08%. Oltre la quantità di alcol minima dovrete scontare fino a 6 mesi di reclusione e la perdita della patente di guida per 5 anni.

In treno[modifica]

Per pianificare un viaggio in treno si può utilizzare il sito Belgianrail in cui verificare orati e prezzi.

Il Belgio opera una politica di prezzi bassi sui viaggi in treno. Molti gli incentivi per giovani e anziani. Non è consentito fumare all'interno delle stazioni e nemmeno sulle piattaforme. La compagnia che gestisce il servizio ferroviario è la SNCB (Société Nationale des Chemins de fer Belges)

Potete acquistare "One Country Pass" dell'InterRail valido per tutta l'area del Benelux solo se pensate di fare un uso massiccio del treno. Il Pass è proposto in tagli dai 3 agli 8 giorni. Maggiori dettagli sul sito dell'InterRail

La maggior parte del paese è ben connesso e molte rotte passano da Anversa, Namur o Bruxelles. Da qui arriverete con treni internazionali, tutti sono raggiungibili in treno dall'aeroporto di Bruxelles o in autobus dall'aeroporto di Anversa o Charleroi. I trasferimenti sono molto facili. Tutti i biglietti ICE e alcuni biglietti Thalys consentono trasferimenti gratuiti in giornata da treni nazionali verso qualsiasi altra stazione belga. Inoltre, ci sono treni Thalys da Parigi direttamente a Gand, Bruges e Ostenda senza la necessità di cambiare treno ad Anversa o Bruxelles. Da Londra (con Eurostar) dovete passare a Bruxelles per Anversa, Lovanio o Gand, ma per Bruges, potete già passare a Lille (Francia) senza dover fare la deviazione per Bruxelles.

I treni sono puntuali e per lo più moderni e confortevoli.

Le tariffe normali sui treni belgi sono economiche rispetto alla Germania o al Regno Unito, senza bisogno di una prenotazione. Le tariffe di 2a classe superano i 20 € per i viaggi domestici più lunghi e la 1a classe costa il 50% in più. I treni possono diventare molto pieni durante le ore di punta, quindi potrebbe essere necessario prenotare un posto in quel caso. È possibile acquistare online o presso le biglietterie in stazione. Se si desidera acquistare un biglietto sul treno, è necessario recarsi dal controllore e verrà addebitato un supplemento. Nella stazione ferroviaria potete pagare in contanti o con carta di credito. Non comprare un biglietto può costare fino a € 200 di multa. I biglietti di ritorno sono più economici del 50% nel fine settimana.

L'opzione più economica, se state pianificando viaggi in treno multipli è un Go Pass, che dà 10 viaggi in 2a classe (include i cambi treno se necessario) per 50€. È valido per un anno e può essere condiviso con altre persone. L'unico problema è che bisogna essere al di sotto di 26 anni, ma esiste una versione più costosa per tutti gli altri chiamata Rail Pass. Questa costa 77 € per la 2a classe o 117 € per la 1a. Quando usi questo pass assicuratevi di averlo compilato perfettamente prima di presentarlo. Il controllore del treno può essere molto infastidito quando il pass non è esattamente compilato. Tuttavia, se si rivolge al personale della stazione prima dell'imbarco, saranno lieti di aiutarvi.

Se state visitando un determinato evento o concerto, assicuratevi di controllare che il vostro viaggio non sia già incluso nel biglietto. Alcuni festival e concerti come Rock Werchter, Pukkelpop o I Love Techno includono un viaggio in treno nel biglietto del concerto. Per visitare luoghi speciali come parchi o musei, informatevi sull'opzione "B-Escursioni". In questo modo potete comprare il biglietto di ingresso e quello ferroviario direttamente alla stazione. Questo u modo per risparmiare 4-5 € di viaggio. L'ufficio informazioni indicherà sicuramente i dettagli.

Il sito Web NMBS mostra informazioni sui ritardi e un calcolatore delle tariffe. È inoltre possibile trovare una mappa delle ferrovie e stazioni belghe.

Gli orari dei treni di solito cambiano intorno al 10 dicembre. Questi cambiamenti sono solitamente limitati all'introduzione di alcune nuove stazioni e all'aggiunta di alcune linee regolari. Nessuna linea viene interrotta per molto tempo.

La rete ferroviaria nazionale gestisce anche treni locali (treni L). Recentemente, alcune grandi città hanno ottenuto treni S (treni suburbani) a Bruxelles nel 2015 e Anversa, Charleroi, Gand e Liegi nel 2018. Questi sistemi di solito sostituiscono i treni L entro 30 chilometri dalla città. Non sono ancora pubblicizzati ed è difficile trovarli in inglese, specialmente per quelli che non sono a Bruxelles. I sistemi sono principalmente costruiti per i pendolari nelle aree vicine, ma possono anche essere utilizzati per alcuni viaggi all'interno della città. Ogni linea S-train nel paese ha un numero diverso. S1 è condiviso tra Buxelles e Anversa, a causa delle brevi distanze e può essere utilizzato per viaggi più lenti (oppure gli IC possono andare più veloci tra due città allo stesso prezzo, 45 minuti con 1 ora e 20 minuti).

In autobus e tram[modifica]

Gli autobus coprono l'intero paese, insieme a tram e metropolitana nelle grandi città. La maggior parte dei percorsi percorre brevi distanze, ma è possibile raggiungere la città in autobus. Questo mezzo è molto più economico rispetto al treno. C'è anche il Kusttram, che corre lungo quasi tutto il mare fiammingo, dalla Francia ai Paesi Bassi, che vale sicuramente un viaggio in estate.

All'interno delle città, un normale biglietto per una zona, non costa più di € 2, e ci sono diverse compagnie disponibili. STIB/MIVB a Bruxelles, De Lijn nelle Fiandre e TEC in Vallonia, fuori Bruxelles non vengono accettati i biglietti dell'uno o dell'altro. I biglietti sono economici se acquistati presso i distributori automatici.

La maggior parte dei turisti non avrà bisogno delle compagnie di autobus, poiché è molto più pratico prendere i treni tra le città e andare a piedi al loro interno. Solo Bruxelles e Anversa hanno una metropolitana, ma potete fare un giro a piedi. Il centro storico di Bruxelles misura solo 300 per 400 m circa. Anversa è molto più grande, ma un giro su un pullman trainato da cavalli offre una vista migliore della metropolitana.

Cosa vedere[modifica]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi: Patrimoni mondiali dell'umanità in Belgio.
Grand place a Bruxelles

Principalmente noto per il suo ruolo chiave nell'amministrazione dell'Unione europea, la piccola nazione del Belgio potrebbe lasciare sorpresi dal suo ricco e splendido patrimonio. Vanta una serie di affascinanti città storiche ricche di architettura medievale e Art Nouveau e famose per le loro lunghe tradizioni in arte, moda e cucina raffinata. Il Belgio offre di tutto, dalle spiagge sabbiose alle colline densamente boscose e le creste delle Ardenne.

Bruxelles, la vibrante capitale del paese, è una città moderna con un carattere internazionale. Combina imponenti edifici post-moderni nel suo quartiere europeo con monumenti storici, come la Grand Place, dichiarata Patrimonio dell'Umanità, circondata da case delle corporazioni e dal municipio gotico. C'è il castello di Laken e la grande cattedrale di San Michele e Santa Gudula, dedicata ai santi patroni delle città. Il Palazzo Reale è una struttura più recente ma non meno grande. Uno dei monumenti più famosi della città è l'Atomium, una notevole struttura in acciaio e resti dell'esposizione universale del 1958. Eppure, con tutti quei magnifici panorami a portata di mano, la preferita di molti viaggiatori è una minuscola fontana di bronzo a forma di ragazzino: il curioso Manneken Pis. La provincia del Brabante vallone, a pochi chilometri a sud di Bruxelles, merita sicuramente una visita. Qui potete visitare il Leone a Waterloo o la bellissima Abbazia di Villers a Villers-la-Ville.

Chiesa di Nostra Signora a Bruges
Gand di notte

Forse la più popolare delle città belghe è Bruges. Gran parte dell'eccellente architettura è sorta durante l'età d'oro della città, all'incirca nel XIV secolo, il centro storico è un apprezzato patrimonio dell'umanità dell'UNESCO. Tra i suoi punti di riferimento più importanti vi è il campanile del XIII secolo, dove il carillon suona ancora le campane su base giornaliera. Con innumerevoli altri monumenti degni di nota Bruges è una destinazione molto popolare e diventa un po' sovraffollata durante le vacanze. E poi c'è Gand, che in passato era una delle città più ricche del nord Europa. Sebbene più grande e molto più trafficata di Bruges, la sua eccellente architettura medievale può sicuramente competere. I suoi beghinaggio, il campanile e l'ex salone del tessuto sono siti del patrimonio mondiale. O visitare Anversa, il luogo attuale del paese per essere un punto di riferimento della moda belga, dei club, delle scene d'arte e dei diamanti. Tuttavia, il centro storico senza tempo della città è sopra tutto, vantando le cattedrali più belle del paese. Altre città piacevoli con belle vedute includono Lovanio, con la più antica università cattolica ancora in uso e Liegi.

In Vallonia è da non perdere la città di Mons, che è stata la capitale culturale della Vallonia dal 2002. Nel 2015 la città ha avuto l'onore d'essere capitale culturale d'Europa. Mons è la città più grande e importante della provincia dell'Hainaut, di cui è il centro amministrativo e giudiziario. Uno dei suoi obiettivi principali, tuttavia, è stato quello di salvaguardare il suo patrimonio per condividerlo meglio con il crescente numero di turisti nella zona. Tre grandi capolavori, il Campanile, le miniere di selce neolitiche a Spiennes e il Doudou, che sono state aggiunte alla lista del patrimonio mondiale dell'UNESCO, si possono trovare all'interno ed intorno a Mons.

Per escursioni a piedi, in bicicletta e in campeggio, raggiungete le aspre colline delle Ardenne con le loro fitte foreste, le caverne e le scogliere. Vi ospitano cinghiali, cervi e linci e nascondono un numero di villaggi amichevoli, molti castelli e alcuni altri luoghi notevoli. Le imponenti grotte di Han-sur-Lesse, il castello di Bouillon e il moderno Labirinto di Barvaux sono tra le migliori scelte. La città di Namur è un'ottima base da cui partire per esplorare le Ardenne e ha anche alcune belle attrazioni. La città è splendidamente situata lungo i fiumi Meuse e Sambre e dall'antica cittadella avrete una splendida vista sulla città.

I belgi hanno portato avanti un buon numero di maestri d'arte di fama mondiale e il loro amore per le arti si riflette ancora oggi nella gamma dei musei di belle arti. Il Musées Royaux des Beaux-Arts a Bruxelles e il Koninklijk Museum voor Schone Kunsten ad Anversa sono solo alcuni esempi eccellenti. Oltre alle arti, mostrano qualsiasi cosa, dalla storia e dal folklore all'industria e alla tecnologia. Mentre alcuni dei peggiori combattimenti di entrambe le guerre mondiali si sono svolti in territorio belga, c'è anche un gran numero di monumenti e musei dedicati a quei tempi bui, attraverso umili cimiteri militari.

Cosa fare[modifica]

  • Giro in barca a Gand e Anversa, +32 475 696 880. Grandi tour in barca intorno a Gand e Anversa.
  • Giro della birra belga. Belgian Beer Tour è un tour operator specializzato in tour delle birrerie belghe. Offre un ottimo modo per gli amanti della birra di visitare le loro birrerie preferite e scoprirne di nuove. I tour coprono una vasta gamma di birre per intenditori e dilettanti.

Lavoro[modifica]

Avendo una delle più alte tassazioni sul lavoro in Europa, il Belgio sta lottando per riposizionarsi come un paese high-tech. In questa lotta, le Fiandre sono molto più avanti e molto più ricche della Vallonia, in contrasto con i decenni precedenti, dove l'industria siderurgica della Vallonia era la principale esportazione del Belgio. Le persone altamente qualificate avranno maggiori possibilità di trovare lavoro se conoscono più lingue (olandese, francese, inglese e forse tedesco) come un requisito standard. Gli uffici intermedi che offrono posti di lavoro temporanei sono fiorenti.

Il Belgio ha una delle più alte aliquote fiscali al mondo. Un datore di lavoro che paga uno stipendio di circa € 1500 al mese paga effettivamente altri € 1500 o più in tasse. Dove vanno a finire questi soldi? Va alla sicurezza sociale. Ad esempio, le persone pagano solo un piccolo supplemento per l'assistenza sanitaria. E il budget per l'educazione, l'arte e la cultura è enorme. Il budget per la difesa è comunque molto piccolo.

Sebbene il Belgio non sia il massimo per la creazione di ricchezza, è un buon posto per chi è già ricco e vuole risiedere perché vi è una bassissima imposta sulle plusvalenze (alcune forme di guadagno in conto capitale non sono tassate affatto).

Valuta e acquisti[modifica]

Paesi che hanno l'euro come moneta ufficiale:

La valuta nazionale è l'euro (€, EUR). Si tratta di uno dei 25 Paesi europei che utilizzano questa valuta comune: molti facenti parte dell'Unione Europea in particolare dell'eurozona, insieme ai 6 membri extracomunitari che però non hanno voce in capitolo negli affari della zona euro. Globalmente questi 25 Paesi hanno una popolazione di oltre 330 milioni.

Un euro è diviso in 100 centesimi. Secondo la normativa europea il simbolo € è sempre posto dopo la quantità (per esempio 15€). Tutte le banconote hanno esattamente la stessa fattura e tutte hanno corso legale in tutti i Paesi della zona euro.

  • Banconote — Tutte le banconote hanno esattamente lo stesso design.
  • Monete — Tutti i Paesi della zona euro hanno monete emesse con un disegno nazionale su un lato e un disegno comune sul lato opposto. Le monete possono essere utilizzate in qualsiasi paese dell'Area Euro, indipendentemente dal disegno usato (cioè una moneta di 1 Euro della Finlandia può essere utilizzata in Portogallo).
  • Monete commemorative da 2 euro — Queste sono disponibili in due varianti: la forma comune e il conio commemorativo. In questo caso differiscono dalle normali monete da 2 euro solo nella loro parte "nazionale" e circolano liberamente come moneta a corso legale. Ogni paese può produrne una certa quantità come parte della sua normale produzione di monete e qualche volta "a livello europeo" le monete da 2 euro sono prodotte per commemorare eventi speciali (ad esempio, l'anniversario dei trattati più importanti).
  • Altre monete commemorative — La variante molto più rara è relativa alle monete commemorative di altri importi (ad esempio 10 euro o più) che hanno i disegni del tutto particolari e spesso contengono quantità non trascurabili di oro, argento o platino. Sebbene a livello prettamente legale il loro valore sia quello nominale, il valore del materiale utilizzato è di solito molto più alto, pertanto sarà molto improbabile vederle in circolazione.

Qui di seguito i link per conoscere l'attuale cambio con le principali monete mondiali:

(EN) Con Google Finance: AUD CAD CHF GBP HKD JPY USD
Con Yahoo! Finance: AUD CAD CHF GBP HKD JPY USD
(EN) Con XE.com: AUD CAD CHF GBP HKD JPY USD
(EN) Con OANDA.com: AUD CAD CHF GBP HKD JPY USD

Mancia[modifica]

La mancia in Belgio non viene solitamente data poiché il costo del servizio è sempre incluso. Tuttavia, potete dare la mancia come segno di apprezzamento. Di solito, questo viene fatto pagando in banconote con un valore totale leggermente superiore al prezzo del pasto e dicendo al cameriere/cameriera che possono tenere il resto.

Acquisti[modifica]

  • Il Cioccolato belga ha una lunga tradizione con un processo di raffinatezza superiore riconosciuto in tutto il mondo.
  • La moda ad Anversa
  • Gioielli in una delle tante gioiellerie di Anversa
  • L'eccellente birra belga
  • I fumetti belgi e il merchandising correlato, specialmente a Bruxelles

A tavola[modifica]

Rue Des Bouchers

Ai belgi piace mangiare. Il Belgio è famoso per la sua buona cucina e le persone amano recarsi spesso nei ristoranti. La migliore descrizione per il cibo belga sarebbe "Cibo francese in quantità tedesche".

Regole generali[modifica]

  • Come in qualsiasi altra parte del mondo, evitate le trappole per turisti, dove cercano di farvi entrare nei ristoranti. Otterrete cibo medio o di cattiva qualità per prezzi medio-alti e, nei momenti di punta, cercheranno di sbarazzarsi di voi il prima possibile per fare spazio al prossimo cliente. Un buon esempio di questo è la famosa "Rue des Bouchers / Beenhouwersstraat" a Bruxelles nella foto.
  • Il Belgio è un paese che comprende cosa sia il mangiare e per questo può essere un vero paradiso gastronomico. Potete avere un pasto decente in ogni taverna, dai piccoli snack a una cena completa. Basta entrare in uno di essi.
  • Se volete mangiare davvero bene senza spendere troppi soldi, chiedete alla gente del posto o al direttore dell'hotel (cioè, supponendo che non abbia un fratello-gestore di ristorante) per avere qualche consiglio per un buon ristorante. Non è una cattiva idea trovare un ristorante o una taverna un po' fuori dalle città (se consigliato da alcuni locali) di solito non sono troppo costosi, ma offrono cibo decente o di alta qualità. E ordinare le specialità durante la stagione sarà vantaggioso sia per il portafoglio che per la qualità del cibo.
  • La qualità ha il suo prezzo: dall'introduzione dell'euro, il prezzo per mangiare fuori in Belgio è quasi raddoppiato. Alimenti costosi come l'aragosta o il rombo costano sempre un sacco di soldi in ogni ristorante. Ma potete anche trovare alcuni piatti locali e semplici, piuttosto economici e comunque molto gustosi (come salsicce, patate e spinaci). Normalmente una cena (3 piatti) sarà di circa € 30-50 a seconda delle vostre scelte di cibo e ristorante. E per un cibo economico e untuoso, basta trovare un 'frituur' locale, chiamato anche 'frietkot'. Tuttavia, quando si fa una tale scelta, potrebbe essere meglio evitare spuntini (oltre alle patatine e la ricca scelta di salse), perché sono generalmente fritti e fatti con carne di scarto di bassa qualità. NON ordinate un cheeseburger o un hamburger in un posto simile! Il cosiddetto Bicky Burger che si ottiene se lo si fa, è particolarmente noto per essere fritto e contenente una miscela di carne di cavallo, maiale e pollo.

Specialità[modifica]

Moules et frites/Mosselen met friet

Un certo numero di piatti sono considerati indistintamente specialità belghe e dovrebbero essere all'ordine del giorno di ogni visitatore.

Stoofvlees/Carbonade fiamminga

Le cozze sono una delle preferite e un contorno di Moules et frites/Mosselen met friet (cozze con patate fritte). La maniera tradizionale è quella di cucinarle in una pentola con vino bianco e/o cipolle e sedano, quindi mangiarle usando solo un guscio di cozza per raccoglierle. L'alta stagione va da settembre ad aprile e, come per tutti gli altri molluschi, non mangiate quelle chiuse. Le cozze del Belgio provengono sempre dai Paesi Bassi vicini. Le importazioni da altri paesi sono guardate dall'alto in basso.

Balletjes/Boulettes sono polpette con patatine fritte. Saranno servite con una salsa di pomodoro o con la salsa di Liegi, che si basa su uno sciroppo locale. Per questo motivo saranno spesso introdotte come Boulets Liégeois.

Frikadellen met krieken sono polpette di carne, servite con ciliegie in salsa di amarena. Questo pasto è mangiato con il pane.

Stoemp è purè di patate e carote con pancetta e salsicce. È un pasto tipico di Bruxelles.

Stoofvlees (o Carbonade fiamminga) è un tradizionale stufato di manzo e viene solitamente servito con (avete già indovinato) patatine fritte.

Witloof met kaassaus/Chicons au gratin è un gratin tradizionale di cicoria con prosciutto e salsa besciamella, solitamente servito con purè di patate o crocchette.

Konijn metpruimen: coniglio cucinato in birra e prugne secche.

Nonostante il nome, le patatine fritte (frieten in olandese, frites in francese) sono orgogliosamente dichiarate come un'invenzione belga. Che sia vero o meno, certamente le hanno perfezionate - anche se non tutti sono d'accordo con la loro scelta di mettere la maionese sul ketchup come condimento preferito (il ketchup è spesso considerato "per i bambini").

Ogni villaggio ha almeno una frituur/friterie, un negozio che vende patatine fritte da asporto economiche, con una vasta scelta di salse e carne fritta da accompagnare. La cosa tradizionale da provare è friet met stoofvlees, che ricorda la maionese.

Waffles (wafels in olandese, gaufres in francese) sono disponibili in due tipi:

  • Gaufres de Bruxelles/Brusselse wafels: una varietà leggera e ariosa.
  • una varietà più pesante con un centro appiccicoso noto come Gaufres de Liège/Luikse wafels.

Queste ultime vengono spesso consumate come snack da strada o da asporto durante lo shopping e quindi possono essere trovati negli stand per le strade delle città.

Ultimo ma non meno importante, il cioccolato belga è famoso in tutto il mondo. Cioccolatieri famosi includono Godiva, Leonida, Guylian, Galler, Marcolini e Neuhaus, ma i migliori si possono trovare in piccole boutique, troppo piccole per costruire marchi in tutto il mondo. In quasi tutti i supermercati è possibile acquistare il marchio Côte d'Or, considerato generalmente il miglior cioccolato "quotidiano" (per colazione o pausa) tra i belgi.

Cucina internazionale[modifica]

Essendo un piccolo paese nel centro dell'Europa occidentale, la cucina è influenzata non solo dai paesi circostanti, ma anche da molti altri paesi. Ciò è sottolineato anche dai molti stranieri che vengono in questo paese per guadagnarsi da vivere, ad esempio avviando un ristorante. Potete trovare tutti i tipi di ristoranti:

  • Francese/belga: un ristorante belga tradizionale serve il tipo di cibo che troverete anche nei migliori ristoranti francesi. Naturalmente ci sono delle differenze locali: sulla costa (in Francia come in Belgio) si ha una migliore possibilità di trovare del buon pesce, come cozze, rombo, sogliola o i famosi gamberetti del Mare del Nord. Nei boschi meridionali delle Ardenne è meglio scegliere il pesce locale come la trota.
  • Inglese/Irlandese: ci sono bar e pub irlandesi ovunque e il Belgio non fa eccezione, provate l'area Schuman di Bruxelles per trovare più pub irlandesi di quanti ne potete immaginare. C'è anche un pub inglese appena fuori da Place de la Monnaie, nel centro di Bruxelles.
  • Americano: ci sono McDonald's o simili nella maggior parte delle città. La varietà belga si chiama "Quick". È inoltre possibile trovare uno stand locale che serve salsicce, hot dog o hamburger. Provatelo: la carne ha lo stesso sapore, ma il pane è molto meglio. Il ketchup in questa regione è prodotto con meno zucchero (anche il marchio Heinz). Anche Pizza Hut, Domino's e Subway hanno negozi, ma non troverete Burger King. Non ci sono veri ristoranti americani, anche se c'è un bar americano sul Toison d'Or di Bruxelles che serve cibo.
  • Italiano: Circa 500.000 persone in Belgio sono italiane o hanno una cultura italiana, e i legami sono stati storicamente vicini tra il Belgio e l'Italia, quindi trovare una pizza gustosa o pasta da leccarsi i baffi non è difficile, soprattutto a Bruxelles e in Vallonia.
  • Messicano: solo nelle città e piuttosto costoso per la sola qualità media. ChiChi's (vicino a Bourse) serve cibo messicano americano, ma non sarebbe considerato buono per gli standard americani.
  • Cinese: hanno una lunga tradizione di ristoranti in Belgio. Piuttosto economici e una qualità accettabile.
  • Tedesco/austriaco: Maxburg nella zona di Schuman (accanto a Spicy Grill) fa una buona schnitzel.
  • Greco/Spagnolo: Come in tutto il mondo, belli, piuttosto economici, con una buona atmosfera e musica tipica (greco: scegliere la carne, in particolare l'agnello) (spagnolo: scegliere paella e tapas).
  • Giapponese/tailandese: di solito li trovate solo nelle città e sono piuttosto costosi, ma danno una grande qualità. I prezzi e la qualità sono entrambi soddisfacenti in un concentrato di ristoranti tailandesi vicino alla stazione di Bourse.
  • Arabo/marocchino: piuttosto economico, con una grande varietà di piatti locali, soprattutto con l'agnello; niente pesce o maiale o manzo.
  • Turco: piuttosto economico, con una grande varietà di piatti locali, soprattutto con pollo e agnello e anche piatti vegetariani, i piatti a base di pesce sono rari; niente carne di maiale o manzo.

Bevande[modifica]

Per le persone attente alle feste, il Belgio può essere fantastico. La maggior parte delle città sono vicine l'una all'altra e vi sono grandi aree urbane (Bruxelles, Anversa) o aree studentesche (Lovanio, Liegi, Gand), ecc. In questa piccola regione, troverete il maggior numero di club, caffè, ristoranti per chilometro quadrato al mondo. Un buon punto di partenza può essere un posto con una forte cultura studentesca/giovanile: Lovanio attorno alla sua grande università, Liegi nel famoso quartiere "carré", ecc. Ci si può aspettare una grande varietà di generi musicali, dal jazz alla musica elettronica migliore persino all'heavy metal. Basta chiedere in giro per i club migliori.

Acqua[modifica]

L'acqua del rubinetto è potabile ovunque in Belgio, ma la maggior parte dei ristoranti non la servono. L'acqua minerale viene in genere servita e costa circa 2 € a bottiglia. Spa è come Bru e Chaudfontaine un marchio d'acqua molto famoso.

Birra[modifica]

Negozio a Bruxelles che vende 250 tipi diversi di birra

Il Belgio è per la birra ciò che la Francia è per il vino; è la patria di una delle più grandi tradizioni del mondo. Come altri paesi europei in epoca medievale, le birre venivano prodotte in una grande varietà di modi con molti ingredienti diversi. Oltre agli ingredienti standard di acqua, orzo maltato, luppolo e lievito, sono state utilizzate anche molte erbe e spezie. Questa attività veniva spesso svolta nei monasteri, ognuno sviluppando uno stile particolare. Per qualche ragione, unicamente in Belgio, molti di questi monasteri sono sopravvissuti quasi in tempi moderni e il processo è stato consegnato ad un birrificio commerciale locale se il monastero fosse stato chiuso. Questi birrai spesso aumentano la ricetta e procedono leggermente ad ammorbidire il gusto per renderlo più commerciabile, ma la varietà sopravvive in questo modo. Queste birre si chiamano birre Abbey e ci sono centinaia e centinaia con una gamma di gusti complessi inimmaginabili fino a quando non li avete provati.

L'etichetta trappista è controllata dalla legge internazionale, simile a quella dello Champagne in Francia. Ci sono solo sei abbazie Trappiste in Belgio che producono birra qualificata per essere chiamata Trappista. Per portare l'etichetta ci sono diverse regole che devono essere rispettate durante il processo di birrificazione. La birra deve essere fermentata all'interno delle mura dell'abbazia, i monaci dell'abbazia devono essere coinvolti nel processo di produzione della birra, e il profitto dalla vendita deve essere diretto al sostegno del monastero (simile a un'organizzazione senza scopo di lucro ).

Il Belgio offre un'incredibile varietà. Le birre bianche (con la loro miscela di orzo e grano) e le birre Lambic (birre di frumento dal sapore acido con fermentazione spontanea) hanno avuto origine in Belgio. Per gli amanti della non birra, le birre lambic sono ancora interessanti da provare, poiché sono spesso prodotte in gusti fruttati e non hanno il solito sapore di birra. Diverse birre belghe prodotte in serie sono Stella Artois, Duvel, Leffe, Jupiler, Hoegaarden. I nomi dati ad alcune birre sono piuttosto fantasiosi: per es. Verboden Vrucht (Frutto proibito), Mort Subite (Sudden Death), De Kopstoot (Head Butt), Judas e Delirium Tremens.

Consigliamo caldamente anche il Kriek (birra alla ciliegia in agrodolce) e, per il periodo natalizio, Stille Nacht.

Bozze bionde semplici (4% -5,5%): Stella Artois, Jupiler, Maes, Cristal, Primus, Martens, Bavik.

Ale trappiste (5% -10%): Achel, Chimay, Orval, Rochefort, Westvleteren, Westmalle.

Geuze: Belle-Vue, il lambico Mort Subite (morte improvvisa), Lindemans a Sint-Pieters-Leeuw, Timmermans, Boon, Cantillon, 3 Fonteinen, Oud Beersel, Giradin, Hanssens, De Troch.

Birre bianche: Hoegaarden, Dentergemse, Brugse Witte.

Jenever[modifica]

La città di Hasselt è ben conosciuta in Belgio per la sua bevanda alcolica locale, chiamata jenever. È un liquore piuttosto forte, ma è disponibile in tutti i tipi di gusti oltre l'immaginazione, tra cui vaniglia, mela, cactus, kiwi, cioccolato. Hasselt si trova nell'est del Belgio e dista circa un'ora di treno da Bruxelles e 50 minuti da Anversa. I treni passano due volte all'ora da Anversa.

Pub[modifica]

Pub o caffè sono molto diffusi. Hanno tutti una grande varietà di bevande alcoliche e non alcoliche, calde e fredde. Alcuni servono cibo, altri no. Alcuni potrebbero essere specializzati in birra, vino, cocktail o qualcos'altro. Fumare nei pub è proibito dalla legge.

Infrastrutture turistiche[modifica]

Per chi cerca ospitalità può considerare il Couchsurfing per cui il Belgio ha molti membri.

Vrienden op de fiets - Se viaggiate nelle Fiandre in bicicletta o a piedi, c'è un elenco di 260 indirizzi dove potete alloggiare in case private con pernottamento e prima colazione per non più di € 18,50 a persona a notte, anche se dovete anche pagare € 9 per l'iscrizione a questo sito.

Il Belgio ha molti ottimi hotel. La capitale Bruxelles ha innumerevoli hotel per affari piuttosto costosi che si rivolgono ai burocrati dell'Unione europea, ma di solito si può ottenere una buona camera per meno di € 100, i prezzi possono aumentare se c'è un grande evento europeo in città.

Affitti di lungo periodo[modifica]

Per coloro che decidono di restare nel paese per lungo periodo è necessario sapere che l'affitto di una casa per il medio e lungo periodo comporta parecchi oneri. I contratti hanno spesso una durata minima di tre anni vincolanti, si intende che qualora l'affittante va via prima dovrà rimborsare il mancato guadagno al proprietario, salvo non subentri un nuovo affittante (e comunque vengono coperti anche i periodi morti tra un affitto e il successivo). Le abitazioni non sempre sono ammobiliate, costringendo all'acquisto della propria mobilia.

Eventi e feste[modifica]

Data Festività Note
I Love Techno A cadenza annuale, I Love Techno si svolge nei padiglioni del Flander expo a Gand. Vi prendono parte famosi dj internazionali.
febbraio Mons International Love Film Festival Festival del cinema
febbraioCarnevale di BincheTre giorni a febbraio, la città di Binche viene trasportata indietro nel XVI secolo per uno dei festival più belli dell'anno. Evidenziato da sfilate musicali e fuochi d'artificio, il culmine di questo evento è quando i Gilles appaiono sulla Grand Place e lanciano arance agli spettatori. Questa festa è stata classificata come parte del patrimonio culturale mondiale dall'UNESCO insieme al suo rinomato Gilles.
maggioZinnekeparadeLa celebrazione annuale dello spirito del Brussellesi. Il tema cambia ogni anno e coinvolge costumi e carri fatti da volontari e locali di Bruxelles.
maggioDOCVILLE - International Documentary Film FestivalFestival internazionale del film documentario all'inizio di maggio, con concorso nazionale e internazionale nella città di Lovanio. I film selezionati si concentrano sulla cinematografia.
16giugnoRitual Ducasse di MonsDoudou è il nome popolare di una settimana di giubilo collettivo che si svolge ogni anno a Mons nel weekend della Trinità. Ci sono quattro momenti chiave: La discesa del santuario, La processione, La salita della Car d'Or e La battaglia chiamata Lumeçon.
giugnoGraspop Metal MeetingFestival annuale di heavy metal che si tiene nella città di Dessel
giugnoRock WerchterFestival del rock che si svolge a Werchter
giugnoDour festivalFestival di musica alternativa a Dour
luglioOmmegangUna parata a Bruxelles che celebra l'inizio del regno di Carlo V d'Asburgo. Si svolge sullo splendido paesaggio urbano della Grand Place e coinvolge migliaia di acrobati in costume d'epoca.
seconda metàluglioGentse FeestenEnorme festa di strada lunga dieci giorni nel centro storico della città di Gand. Il più grande festival di strada in Europa, con teatro, musica di tutti i generi, feste techno, e così via
agostoPukkelpop
settembreFlowercorso LoenhoutCentro di Loenhout. Uno dei più grandi eventi floreali del Belgio. Con il titolo di Royal Corso, le loro auto e carri a tema sono completamente ricoperte di fiori
ottobreTrofeo di tennis EthiasTorneo che si svolge a Mons
ottobre24 ore pedalandoLouvain-La-Neuve si trova in Vallonia non lontano da Bruxelles, è una piccola città pedonale creata negli anni '60 per gli studenti francofoni. Ogni anno, in ottobre, organizzavano una gara ciclistica. In realtà, il corso è un pretesto per godersi l'evento ... E per bere birre.
  • 1 Tomorrowland, PRC de Schorre , Schommelei Boom. Simple icon time.svg Ven-Sab: 11:00-02:00, Dom 11:00-01:00. È organizzato dalla ID&T nel vasto parco de Schorre, vicino alla cittadina di Boom. Il festival è famoso anche per le decorazioni fantasy che caratterizzano i palchi, dai quali si stagliano fuochi d'artificio, fontane d’acqua, fumo e coriandoli. il festival offre un'ampia varietà di generi all'interno della musica elettronica da ballo (EDM).

Festività nazionali[modifica]

Data Festività Note
1 gennaio Capodanno Festività internazionale
febbraio CarnevaleDipende da città a città
marzo-aprile Pasqua e lunedì di PasquaFesta della resurrezione di Cristo
15 aprile Compleanno del re FilippoFesta unicamente militare
1 maggio Festa del lavoro
30 maggio AscensioneFesta religiosa
giugno Pentecoste e lunedì di Pentecoste
seconda domenica giugnoFesta del papà
11 luglio commemorazione della battaglia degli speroni d'oro nel 1302Festa esclusiva delle regioni fiamminghe
21 luglio festa nazionale
15 agosto Assunzione in cielo della Madonna
terza domenica settembrefesta della ValloniaSolo nelle regioni Vallone
27 settembre Commemorazione dei giorni del settembre 1830Festa dei Valloni della regione di Bruxelles
1 novembre Tutti i Santi
11 novembre Armistizio del 1918
15 novembre Festa della comunità germanofonaFesta presso le comunità germanofone
15 novembre Festa del resolo per i funzionari federali
25 dicembre Natale Festività cristiana che segna la nascita di Cristo


Sicurezza[modifica]

È bene adottare i normali comportamenti di prudenza ed aumentarli a Bruxelles, dove in passato ci sono stati attentati terroristici.

Il governo ha un atteggiamento prevalentemente liberale nei confronti di bar, club e feste. Riconoscono il principio di "vivi e lascia vivere". Finché non arrecate disturbo pubblico, vandalizzate proprietà o diventate troppo ubriachi, la polizia non interverrà; questo è anche uno dei principi della vita sociale belga, in quanto il comportamento ubriaco e disordinato è generalmente considerato offensivo. Certo, nelle comunità studentesche questo è più tollerato, ma in generale, siete più rispettati se fai festa, ma con discrezione e autocontrollo.

Ufficialmente, le droghe non sono permesse. Ma fintanto che rispettate i principi sopra menzionati, non è probabile mettersi nei guai seri. Attenzione però, che guidare sotto l'influenza di alcol e droghe non è tollerato e le leggi sul traffico sono rigorosamente applicate in questa materia, soprattutto nei fine settimana sulle strade principali, avete buone probabilità di essere fermato per un controllo sugli alcolici.

Ad eccezione di alcuni quartieri nel centro di Bruxelles e la periferia di Anversa (il porto e le banchine), il Belgio è un paese sicuro. I belgi sono un po' timidi e introversi, ma generalmente disponibili nei confronti degli estranei.

Per quelli che atterrano a Charleroi e Liegi, quelle sono le regioni che vantano i più alti tassi di criminalità nel sud del Belgio. Ma se tenete d'occhio i vostri effetti personali ed evitate di vagare da soli di notte, non accadrà nulla di veramente serio.

Musulmani e persone di origine nordafricana possono provare un lieve risentimento, un problema particolarmente acuto a Bruxelles e ad Anversa. Il burqa e il niqab sono illegali in pubblico. Le persone che si fanno riconoscere come ebrei che indossano il kippot, hanno anche avuto molestie e peggio e dovrebbero verificare le condizioni attuali per gli ebrei prima di andare.

Le leggi sulla marijuana sono piuttosto clementi, con piccole quantità punibili solo con multe. Tuttavia, potreste avere problemi a fumare erba in pubblico.

Il numero di telefono di emergenza in Belgio (incendio, polizia, paramedici) è il 112.

Situazione sanitaria[modifica]

Assistenza sanitaria europea[modifica]

Tessera sanitaria italiana (fronte)
Tessera sanitaria europea (retro)

In quanto cittadino dell'Unione europea (UE), se ti ammali inaspettatamente durante un soggiorno temporaneo di vacanza, studio o lavoro in un altro paese dell'UE, hai diritto alle stesse cure mediche disponibili in ogni paese UE. È sempre necessario portare con sé la tessera europea di assicurazione malattia (TEAM) che costituisce la prova fisica del fatto che si è assicurati in un paese dell'UE. Tuttavia se non hai la tessera con te o non sei in grado di usarla (come nei casi di assistenza privata), hai sempre diritto alle cure, ma sei obbligato a pagare subito le spese salvo poi chiedere il rimborso al tuo rientro.

I paesi in cui è prevista la copertura sanitaria sono tutti quelli aderenti all'Unione europea (Austria, Belgio, Bulgaria, Cipro, Croazia, Danimarca, Estonia, Finlandia, Francia, Germania, Grecia, Irlanda, Italia, Lettonia, Lituania, Lussemburgo, Malta, Paesi Bassi, Polonia, Portogallo, Regno Unito, Repubblica Ceca, Romania, Slovacchia, Slovenia, Spagna, Svezia, Ungheria), quelli dello Spazio economico europeo (Islanda, Liechtenstein, e Norvegia), la Svizzera e alcuni territori d'oltremare.

Si ricorda che l'assistenza sanitaria non include eventuali operazioni di salvataggio e rimpatrio per cui sarà utile stipulare un'assicurazione di viaggio specifica e l'assistenza sanitaria presso strutture private.

In inverno, come la maggior parte degli altri paesi europei, solo l'influenza causerà un notevole disagio. Non sono necessarie vaccinazioni per entrare o uscire dal paese.

Rispettare le usanze[modifica]

Dare la mancia nei bar o nei ristoranti è praticamente sconosciuto, anche nelle città più grandi. Ciò significa che siete soddisfatti del servizio fornito, ma non siete assolutamente obbligati a farlo. A seconda del totale, una mancia da € 0,50 a € 2,50 è considerata generosa.

I belgi in generale sono molto orgogliosi dei loro disegnatori di fumetti. La "scuola belga dei fumetti" è salutata come un punto di orgoglio nazionale. Ci sono dozzine di articoli bellissimi ma costosi e i belgi li adorano. Una figurina di plastica di un personaggio di fumetti o un'opera d'arte speciale di un artista di fumetti acclamato sarebbe un regalo perfetto per i tuoi amici e suoceri belgi.

Per semplicità, evitate di parlare francese nelle Fiandre o in olandese in Vallonia. Parlare la lingua "sbagliata" può essere considerato piuttosto imbarazzante e persino offensivo e se si commette questo errore, alcune persone non esiteranno a ignorarti o, nel peggiore dei casi, a dare una risposta gelida e un servizio scadente, ma più persone potrebbero ancora rispondere la lingua che avete scelto, in quanto la maggior parte delle persone fiamminghe può anche parlare francese (insegnato al liceo) e viceversa. La competenza olandese in Vallonia tende però ad essere relativamente inferiore. In tutto il paese, l'inglese è la lingua più diplomatica da usare e la maggior parte delle persone sarà in grado di rispondere in quella lingua. Ecco perché, come turista, è meglio iniziare una conversazione in inglese o la lingua "corretta", che è l'olandese nelle Fiandre e il francese in Vallonia.

La padronanza dell'inglese è buona, specialmente tra le giovani generazioni. Viene insegnato a livello nazionale nelle scuole superiori e la stragrande maggioranza della popolazione lo parla abbastanza bene.

Come in generale alla gente non piace parlare di quanto guadagnano, della politica o della religione allo stesso modo avviene per i belgi. La questione o la disputa delle Fiandre-Vallonia e l'elevato numero di voti separatisti e di estrema destra nelle Fiandre sono argomenti controversi. Ma è più un dibattito politico, piuttosto che un punto di conflitto nelle strade. Siate attenti a comprendere se la persona ne vuole parlare o meno.

Non dite ai valloni (e alla maggior parte della gente di Bruxelles) che sono francesi. La maggior parte dei valloni, nonostante parlino francese, non lo sono e non si considerano francesi. E per ragioni analoghe, non dite ai fiamminghi (e al popolo di Bruxelles) che sono olandesi. La maggior parte dei fiamminghi, pur parlando olandese (fiammingo), non sono e non si considerano olandesi. Infine, lo stesso vale per i 75.000 belgi di lingua tedesca, che hanno un forte legame storico con la vicina Germania.

Non fate ironie o critiche a proposito della monarchia, molto amata dai belgi.

Come restare in contatto[modifica]

Telefonia[modifica]

Roaming europeo
Dal 15 giugno 2017 è stato introdotto il cosiddetto "roaming europeo" che consente a tutti i possessori di SIM appartenente ad una delle nazioni europee aderenti di mantenere le stesse condizioni tariffarie del paese di provenienza.

Le telefonate e la navigazione internet sono valide in tutti i paesi europei senza alcun sovrapprezzo, salvo che esso non sia stato autorizzato dalle autorità nazionali (tipicamente operatori minori) o si superi la soglia (che si innalza di anno in anno) dei GB di dati non sovrapprezzabili. Per utilizzare il servizio è sufficiente attivare l'opzione roaming del proprio cellulare.

I Paesi aderenti sono: quelli dell'Unione europea (Austria, Belgio, Bulgaria, Cipro, Croazia, Danimarca, Estonia, Finlandia, Francia, Germania, Grecia, Irlanda, Italia, Lettonia, Lituania, Lussemburgo, Malta, Paesi Bassi, Polonia, Portogallo, Regno Unito, Repubblica Ceca, Romania, Slovacchia, Slovenia, Spagna, Svezia, Ungheria), quelli dello Spazio economico europeo (Islanda, Liechtenstein e Norvegia) e alcuni territori d'oltremare (Martinica, Gibilterra, Guadalupa, Saint Martin, Guyana Francese, Riunione, Mayotte, Isole Canarie).

Il Belgio utilizza lo standard GSM dei telefoni cellulari (bande 900 MHz e 1800 MHz) utilizzato in gran parte del mondo ad eccezione delle Americhe. Ci sono tre società principali (Proximus, Orange e Base e un gran numero di MVNO) che offrono servizi mobili. Il paese è quasi completamente coperto.

Dal mese di giugno 2017 non è più possibile acquistare SIM anonime prepagate in Belgio a seguito della nuova legislazione antiterrorismo belga e della legge marziale. L'acquisto di una carta SIM in anticipo da Mobile Vikings richiede ora la registrazione del nome e dell'indirizzo. Se rimanete per un po' di tempo, potrebbe essere consigliabile acquistare una scheda telefonica prepagata che potete utilizzare in qualsiasi telefono supporti lo standard GSM sulle bande 900/1800 MHz. Con queste schede, le chiamate in entrata e gli SMS sono generalmente gratuite. È possibile ottenere carte SIM per le tre principali società in negozi di telefonia dedicati.

Tutte le reti forniscono la copertura Internet mobile UMTS e HSDPA (3G) e stanno sviluppando una rete 4G, principalmente nelle grandi città.

Internet[modifica]

Il Belgio ha un sistema telefonico moderno con copertura telefonica nazionale e più punti di accesso a Internet in tutte le città, gratuiti nella maggior parte delle biblioteche. Anche nelle stazioni di servizio multiple, nelle stazioni ferroviarie NMBS/SNCB e nei ristoranti sulle autostrade c'è la connessione Wi-Fi disponibile.

Oggigiorno molti bar offrono la connessione Wi-Fi gratuita. Se non riuscite a trovarne uno potete sempre ricorrere a Quick, McDonalds, Lunch Garden, Carrefour Planet o Starbucks che offrono tutti la connessione Wi-Fi gratuita.

Il Belgio ha alcune delle più basse velocità di Internet nell'Europa occidentale.

Altri progetti

Stati d'Europa
EuropeContour coloured.svg

bandiera Albania · bandiera Andorra · bandiera Armenia[1] · bandiera Austria · bandiera Azerbaigian[2] · bandiera Belgio · bandiera Bielorussia · bandiera Bosnia ed Erzegovina · bandiera Bulgaria · bandiera Cipro[1] · Blank.pngbandieraBlank.png Città del Vaticano · bandiera Croazia · bandiera Danimarca · bandiera Estonia · bandiera Finlandia · bandiera Francia · bandiera Georgia[2] · bandiera Germania · bandiera Grecia · bandiera Irlanda · bandiera Islanda · bandiera Italia · bandiera Lettonia · bandiera Liechtenstein · bandiera Lituania · bandiera Lussemburgo · bandiera Macedonia del Nord · bandiera Malta · bandiera Moldavia · bandiera Principato di Monaco · bandiera Montenegro · bandiera Norvegia · bandiera Paesi Bassi · bandiera Polonia · bandiera Portogallo · bandiera Regno Unito · bandiera Repubblica Ceca · bandiera Romania · bandiera Russia[3] · bandiera San Marino · bandiera Serbia · bandiera Slovacchia · bandiera Slovenia · bandiera Spagna · bandiera Svezia · bandiera Svizzera · bandiera Ucraina · bandiera Ungheria

Stati de facto indipendenti: bandiera Abcasia[2] · bandiera Artsakh[1] · bandiera Cipro del Nord[1] · Donetsk People's Republic flag.png Doneck · bandiera Kosovo · Flag of Lugansk People's Republic.svg Lugansk · bandiera Ossezia del Sud[2] · bandiera Transnistria

Dipendenze danesi: bandiera Fær Øer

Dipendenze britanniche: bandiera Regno Unito Akrotiri e Dhekelia[1] · bandiera Gibilterra · bandiera Guernsey · bandiera Jersey · bandiera Isola di Man

Stati marginalmente europei: bandiera Kazakistan[3] (Atyrau, Kazakistan Occidentale) · bandiera Turchia[3] (Tracia orientale)

  1. 1,0 1,1 1,2 1,3 1,4 Stato o dipendenza fisicamente asiatico ma generalmente considerato europeo sotto il profilo antropico
  2. 2,0 2,1 2,2 2,3 Stato con territorio del tutto o in parte in Asia secondo le diverse convenzioni geografiche
  3. 3,0 3,1 3,2 Stato con la maggior parte del proprio territorio in Asia