Scarica il file GPX di questo articolo

Da Wikivoyage.
Jump to navigation Jump to search

San Pietroburgo
Lungomare di San Pietroburgo
Stemma e Bandiera
San Pietroburgo - Stemma
San Pietroburgo - Bandiera
Stato
Regione
Altitudine
Superficie
Abitanti
Nome abitanti
Prefisso tel
CAP
Fuso orario
Posizione
Mappa della Russia
Reddot.svg
San Pietroburgo
Sito istituzionale

San Pietroburgo (Санкт-Петербург, traslitterato: Sankt-Peterburg), è una città della Russia nordoccidentale.

Da sapere[modifica]

Conosciuta come "Capitale culturale della Russia", San Pietroburgo ha ricevuto oltre 15 milioni di turisti nel 2018. Il suo centro storico figura dal 1990 nella lista UNESCO dei patrimoni dell'umanità. La maggiore attrazione è l'Hermitage, uno dei più grandi musei d'arte del mondo ma il centro storico annovera altri musei, palazzi e monumenti celebri in tutto il mondo.

Oltre ai suoi tesori artistici, la città è celebre per i grandi scrittori russi che vi hanno vissuto.

Un altro primato di San Pietroburgo è il Lakhta Center. il grattacielo più alto d'Europa.

Nel 2018 la città ospitò i campionati della Coppa del Mondo FIFA.

San Pietroburgo è la seconda città della Russia per superficie e popolazione nonché il porto più importante del paese. Fondata dallo Zar Pietro il Grande sul delta della Neva fu capitale dell'Impero russo, fino al 1917, dopo di che fu teatro dei principali eventi della rivoluzione russa.

Cenni geografici[modifica]

La città sorge alla foce del fiume Neva, sul Mar Baltico e include nella sua ampia area urbana anche alcune isole. È situata ai confini con la Finlandia e l'Estonia.

Quando andare[modifica]

Notte bianca in piazza Vosstanija

Il miglior periodo per una visita è indubbiamente l'estate, caratterizzata dal fenomeno delle notti bianche dovuto al bagliore lasciato dal sole dopo il suo tramonto che dura tutta la notte. A giugno ha inizio il famoso festival delle notti bianche, riportato più avanti. Per tutta l'estate i pietroburghesi appaiono frenetici e anziché dormire si riversano per le strade in cerca di divertimenti. Questo è anche il periodo di alta stagione: gli alberghi, già di per sé cari, applicano tariffe ancora più alte.

Per contro d'inverno il sole fa solo capolino per poche ore, mantenendosi molto basso sull'orizzonte. La temperatura media è attestata su -9° C. ma può facilmente scendere fino a valori record di -35º C. Le nevicate sono già copiose a novembre e nei mesi successivi, suoli, fiumi e canali appaiono ghiacciati fino a strati profondi.

Cenni storici[modifica]

La storia di San Pietroburgo è strettamente legata ai fasti dei sovrani della dinastia Romanov fino all'abdicazione di Nicola II, dopodiché la città fu teatro degli eventi più importanti delle rivoluzione russa. Con l'avvento al potere di Lenin perse per sempre il suo ruolo di capitale.

Fondatore della città fu Pietro il Grande che divenne zar all'età di 10 anni. Dopo aver strappato alla Svezia i territori della Neva fortificò il fiume erigendovi una fortezza che prese il nome di Pietro e Paolo. Dopo la decisiva vittoria della Poltava riportata sugli Svedesi nel 1709, Pietro obbligò la corte a trasferirsi nella città da lui fondata che venne proclamata capitale nel 1712. Pietro il Grande morì nel 1724. Gli successe la seconda moglie Caterina I che preferì trasferirsi a Mosca dove rimase anche lo zar Pietro II. Bisognerà aspettare l'ascesa al trono di Anna (1730-1740) perché la corte ritornasse a San Pietroburgo.

Sotto il regno di Anna la città subì catastrofici incendi. Per ricostruire i quartieri danneggiati, fu nominato un comitato guidato da Burkhard Christoph von Münnich con l'incarico di elaborare un nuovo piano urbanistico.

Rastrelli fu nominato architetto principale di corte nel 1730. Le sue opere trovarono il favore non solo di Anna ma anche di Elisabetta (1741-1762). L'architetto italiano sviluppò uno stile facilmente riconoscibile, una corrente del barocco russo chiamata barocco elisabettiano dal nome della zarina Elisabetta. I suoi più importanti lavori, inclusi il Palazzo d'Inverno a San Pietroburgo e il Palazzo di Caterina a Carskoe Selo, sono celebri per la stravaganza e la ricchezza delle decorazioni. Il suo ultimo progetto fu il Convento Smolny.

Caterina II non amava l'architettura barocca e congedò il Rastrelli che riparò in Curlandia dove ottenne incarichi dalla nobiltà locale.

Tra gli architetti reclutati dal barone Johan Friedrich Reiffenstein su incarico di Caterina II, figurano due italiani, Antonio Rinaldi, un allievo del Vanvitelli e Giacomo Quarenghi.

Il primo realizzò il palazzo di Marmo ed elaborò il primo disegno della cattedrale di Sant'Isacco mentre il secondo fu il progettista del teatro dell'Ermitage, dell'Accademia delle Scienze e del Palazzo di Alessandro a Carskoe Selo.

Sotto i regni di Alessandro I (1801-1825) e di Nicola I (1825-1855), l'architetto di corte più famoso fu un altro italiano, Carlo Rossi, che introdusse uno stile neoclassicista più deciso di quello dei suoi predecessori. A lui si devono il palazzo dello Stato Maggiore, il Palazzo Michajlovskij, ora sede del Museo Russo, il Palazzo di Elagin, i Palazzi del Senato e Sinodo, il Teatro Aleksandrinskij e la sistemazione delle Piazze del Palazzo, Ostrovskij e delle Arti.

Il monumento più significativo del tempo di Alessandro III è la Chiesa del Salvatore sul Sangue Versato, eretta in memoria del padre, che cadde vittima di un attentato il 13 marzo 1881.

Sotto l'ultimo zar si affermò il liberty come stile dominante. Gli esempi più significativi sono casa Singer e gli interni del palazzo di Alessandro a Carskoe Selo.

Con la morte di Lenin nel 1924, la città venne ribattezzata Leningrad in suo onore. Il nome originale, San Pietroburgo, venne ripristinato il 6 settembre 1991 con un referendum popolare. La città dal 1914 al 1924 ebbe in realtà un altro nome, Pietrograd per patriottismo in concomitanza dello scoppio della prima guerra mondiale.

Cultura e tradizioni[modifica]

San Pietroburgo è considerata la capitale culturale della Russia, qui sono passati i più importanti scrittori e artisti del paese. Qui sono ambientate le Notti bianche, I demoni, Delitto e castigo di Dostoevskij. I racconti di San Pietroburgo di Gogol.

Come orientarsi[modifica]


Distretti[modifica]

Piter districts map (en).png
      Centro di San Pietroburgo — È la zona di maggior interesse turistico. Comprende il distretto centrale e quello dell'Ammiragliato. In quest'ultimo si trova anche l'antica reggia degli zar i cui ambienti ospitano le collezioni del museo Hermitage.
      Isola Vasil'evskij — La più grande isola del delta della Neva.
      Petrogradskij rajon — Un distretto costituito da 7 isole delle quali la maggiore è l'Isola Petrogradsky dove si trova la Fortezza di San Pietro e Paolo (Petropavlovskaja).
      Periferia settentrionale di San Pietroburgo
      Riva destra della Neva


Come arrivare[modifica]

In aereo[modifica]

  • 1 Aeroporto di Pulkovo. Lo scalo è situato nella periferia sud e dista 16 km dal centro.

Al 2021 le linee aeree con il maggior numero di voli per scali dell'Europa occidentale erano le seguenti:

Gli autobus navetta n.39 e n.39Ex collegano lo scalo con la stazione della metropolitana "Moskovskaya" sulla linea M2.
Alcuni minibus "Marshrutka" seguono il percorso delle linee degli autobus urbani utilizzando numeri corrispondenti (K-39).
Lo scalo è dotato di stazione ferroviaria "Аirport" raggiungibile a piedi da Pulkovo 2 in 15 minuti. Aeroporto di San Pietroburgo-Pulkovo su Wikipedia Aeroporto di San Pietroburgo-Pulkovo (Q690122) su Wikidata

In auto[modifica]

San Pietroburgo è collegata al resto della Russia da una serie di autostrade federali. La città è inoltre servita da una tangenziale.

In treno[modifica]

San Pietroburgo ospita cinque stazioni ferroviarie principali:

  • 2 Stazione Vitebsky (Servita dalla metropolitana di Pushkinskaya). Vitebsky railway station (Q1238406) su Wikidata
  • 3 Stazione Baltiysky, Nevsky Prospect, 85. servita anche dai collegamenti con l'aeroporto Stazione del Baltico (San Pietroburgo) su Wikipedia stazione di San Pietroburgo Baltica (Q805795) su Wikidata
  • 4 Stazione Ladozhsky. Ladozhsky railway station (Q1800041) su Wikidata
  • 5 Stazione Moskovsky. Moskovsky railway station (Q139318) su Wikidata
  • 6 Stazione di Finlandia, Piazza Lenin (servita dalla metro di Ploschad Lenina). Stazione di Finlandia su Wikipedia stazione di Finlandia (Q548259) su Wikidata

In autobus[modifica]

  • 7 Stazione degli autobus a lunga distanza (Avtovokzal). Parecchi autobus a lunga distanza, anche per destinazioni internazionali, partono dal capolinea principale dislocato nei pressi della stazione della metropolitana Obvodny Kanal. Alcuni possono effettuare ulteriori fermate aggiuntive in altre parti della città; Gli autobus rappresentano il mezzo di viaggio preferito da / per Estonia e Lettonia, ma generalmente non ha senso servirsi dell'autobus per raggiungere destinazioni nazionali.
Attraversare il confine in autobus richiede molto più tempo rispetto a quando si viaggia in treno o in aereo. Gli agenti di frontiera parlano solo russo e talvolta non sono a conoscenza dei requisiti per i visti, il che comporta ritardi notevoli.
Gli orari degli autobus nazionali possono essere consultati su AviaBus.


Come spostarsi[modifica]

Metro S. Pietroburgo

Con mezzi pubblici[modifica]

  • Metropolitana (Петербургский метрополитен). San Pietroburgo dispone di una metropolitana con cinque linee, quattro delle quali si intersecano fra loro.
  • Spb metro line1.svg — La linea più vecchia, essendo stata inaugurata nel 1955 dopo la morte di Stalin. Le stazioni della linea 1 sono sontuosemente decorate secondo i canoni dell'epoca e dello stile detto realismo socialista. Costituiscono di per sé un'attrazione turistica. Colpiscono in particolare gli enormi lampadari e colonne presenti nelle stazioni di Ploschad' Vosstaniya e Avtovo.
  • Spb metro line2.svg — È la linea, che attraversa la città da nord a sud, dalle isole oltre la Neva fin quasi all'aeroporto Pulkovo. Incrocia la linea 1 alla stazione Tekhnologichesky Institut mentre Nevsky Prospekt è la stazione di interscambio con la linea 4. Quest'ultima è la fermata ove scendono i turisti a frotte.
  • Spb metro line3.svg
  • Spb metro line4.svg
  • Spb metro line5.svg Metropolitana di San Pietroburgo su Wikipedia metropolitana di San Pietroburgo (Q250225) su Wikidata

Le marschrutkie sono dei taxi collettivi a percorso fisso e con fermata a richiesta, come dei piccoli autobus che seguono i percorsi di tram, filobus e autobus e che collegano fra di loro le varie fermate della metropolitana.


Cosa vedere[modifica]

Musei[modifica]

Il complesso dell'Hermitage visto dal fiume Neva. Il primo edificio a destra è il Palazzo d'inverno, residenza ufficiale degli zar Romanon dal 1762 al 1917. Seguono il piccolo Hermitage, il grande Hermitage e infine sull'angolo sinistro il Teatro dell'hermitage

San Pietroburgo ospita più di duecento musei, molti dei quali hanno sede in edifici storici. Il più grande e famoso è il Museo dell'Ermitage le cui collezioni occupani gli spazi dell'antica reggia degli zar e di altri edifici.

Il Museo Russo è un altro vasto e interessante museo dedicato esclusivamente alle arti russe.

Sono stati trasformati in museo gli appartamenti di alcuni famosi pietroburghesi, tra cui Alexander Pushkin, Fyodor Dostoyevsky, Nikolai Rimsky-Korsakov, Feodor Chaliapin, Alexander Blok, Vladimir Nabokov, Anna Akhmatova, Mikhail Zoshchenko, Joseph Brodsky.

Il Kunstkamera, con la sua collezione fondata nel 1714 da Pietro il Grande per raccogliere curiosità da tutto il mondo, è un altro museo importante in Russia, che si è evoluto nel Museo di Antropologia ed Etnografia che porta il nome del fondatore della città.

Il Museo Etnografico Russo, nato con collezioni asportate dal Museo Russo, è dedicato alle culture del popolo russo, dell'ex Unione Sovietica e dell'Impero degli zar.

Numerosi musei forniscono informazioni sulla storia sovietica di San Pietroburgo, tra cui il Museo del blocco, che descrive l'assedio di Leningrado e il Museo di storia politica, che illustra il sistema autoritario dell'ex URSS.

Altri musei degni di nota includono il Museo navale centrale, il Museo zoologico, il Museo centrale del suolo, il Museo ferroviario russo, il Museo Suvorov, il Museo di arte contemporanea di Erarta, il più grande museo non governativo di arte contemporanea in Russia, il Museo di storia di San Pietroburgo nella Fortezza di Pietro e Paolo e il Museo dell'artiglieria, che comprende non solo articoli di artiglieria, ma anche una vasta collezione di altre attrezzature militari, uniformi e decorazioni.

Parchi e giardini[modifica]

San Pietroburgo: veduta aerea dei giardini del Campo di Marte


Fiumi, canali e ponti[modifica]

A somiglianza di Amsterdam, anche il centro di San Pietroburgo è attraversato da numerosi canali e fiumi che si prestano a romantiche escursioni in barca. Tra questi i più importanti sono:

Ponte rosso
Ponte dei baci
  • Mojka. Un fiume che un tempo nasceva dalla zona paludosa dove oggi si trovano i Giardini del Campo di Marte. La sua canalizzazione fu iniziata nel 1711 per ordine di Pietro il Grande e nel 1736 furono costruite le prime banchine in legno. Il Mojka oggi va dal fiume Fontanka alla Bolshaya Neva. È lungo circa 5 km e la sua larghezza massima non supera i 40 m. Numerosi gli edifici neoclassici costruiti lungo le sue rive. Tra questi i più interessanti sono i palazzi Stroganov, Razumovsky e Yusupov. Lungo il suo percorso si incontra l'isola a forma triangolare di Nuova Olanda creata nel 1720, in concomitanza dell'apertura dei due canali di Kryukov e dell'Ammiragliato che connettono la Moika alla Neva. L'isola serviva da deposito di legname. Nel 1765 l'architetto Vallin de la Mothe fu incaricato di sostituire il vecchio magazzino in legno con uno nuovo in mattoni. Egli creò anche il romantico arco di accesso in mattoni rossi e ornato da 4 colonne di ordine dorico in granito. Sempre lungo il Moyka si trova la casa museo di Alexander Pushkin, il castello Mikhailovsky o Castello degli Ingegneri e il Mercato Rotondo, opera del Quarenghi completata nel 1790. Dei quindici ponti che attraversono il fiume Moyka i più importanti sono:
  • 1 Ponte Verde (Зелёный мост, Zyelyoniy Most)- del 1806-08, opera dell'architetto William Heste.
  • 2 Ponte Rosso (Krasnyi most) - del 1808-14, opera dell'architetto William Heste.
  • 3 Ponte dei baci (Поцелуев мост) - Del 1808-16, il ponte è opera dell'architetto William Heste.
  • 4 Ponte Blu (Siny most) - del 1818 e rifatto negli anni 1842-43 da George Adam.
  • 5 Ponte dell'Uficio Postale (Pochtamtsky most) - realizzato tra il 1823-24 da Wilhelm von Traitteur.
  • 6 Ponte Bolshoi Konyushennyi - del 1828, opera dell'architetto George Adam.
Veduta del fiume Moyka con il ponte della Piccola Scuderia
  • 7 Ponte della piccola Scuderia (Malo-Konyushennyi most - Realizzato tra il 1829 e il 1831 da George Adam e Wilhelm von Traitteur.
  • 8 Ponte Giallo (Pevchesky most) - del 1840, opera di George Adam. Mojka su Wikipedia Moyka (Q590269) su Wikidata
  • Canale Griboedov. Canale aperto nel 1739. Tra il 1764 e il 1790 fu dragato per renderlo più profondo e le sue rive furono rivestite in granito. Il canale unisce il fiume Moyka con il Fontanka. È lungo circa 5 km e la sua ampiezza non supera i 32 m. Un tempo noto come "Canale di Caterina la Grande" nel 1923 gli fu cambiato il nome e dedicato al commediografo e diplomatico russo Alexandr Griboyedov. Dei 21 ponti che lo attraversano vanno ricordati i seguenti:
  • 9 Ponte della Banca (Bankovsky most, Банковский мост) - con statue di grifoni alati.
  • 10 Ponte dei quattro Leoni (Львиный мост, Мост о четырех львах) - Cosiddetto per via delle statue di 4 leoni dalle cui fauci escono i cavi di sospensione. Entrambi sono opera dell'architetto Georg Von Traitteur mentre le statue dei leoni e dei grifoni alati sono opera dello scultore Pavel Sokolov (1764-1835)
Il canale Krukov
  • Fontanka (Фонтанка). È un ramo del fiume Neva che all'epoca di Caterina la Grande segnava i confini cittadini. È lungo 6,7 km e largo circa 70 m. mentre la sua profondità media è di 3,5 m. Il suo nome deriva dal fatto che è alimentato dalle fontane nei giardini del Palazzo d'Estate. Anche lungo il corso di questo fiume si affacciano numerosi magioni nobiliari tra cui i palazzi Anichov, Sheremetev, Beloselsky-Belozersky e Shuvalov. Dei numerosi ponti che lo attraversano vanno ricordati i seguenti:


Particolare del ponte Egizio sul fiume Fontanka
  • 11 Ponte Egizio - Altra opera dello scultore Pavel Sokolov
  • 12 Ponte Lomonosov - Con torrette decorative in pietra.
  • 13 Ponte Anichov - Attraversato dal Nevsky Prospekt, il ponte Anichov è adorno di quattro sculture in bronzo raffiguranti uomini che tentano di addomesticare cavalli selvaggi,copie esatte delle statue presenti a Napoli.


Eventi e feste[modifica]

  • Festival delle notti bianche. Simple icon time.svg Giugno, Luglio. Festival di carattere folcloristico, con danze popolari e gare di troika. Il fenomeno delle notti bianche è dovuto alla particolare posizione geografica della città, situata sulla linea ideale del 60° parallelo nord. In questo periodo, ovvero da fine maggio fino all'inizio di luglio, il sole scende al di sotto dell'orizzonte per non più di 9°, non facendo tuttavia mai mancare la sua luce crepuscolare. Il 21 giugno il giorno dura quasi 18 ore, dalle 4:30 alle 22:00.
Il festival inizia il 12 giugno con le "Stelle delle notti bianche" al Teatro Mariinsky e termina il 2 luglio ma alcuni spettacoli collegati al festival si svolgono prima e dopo le date ufficiali. White Nights Festival (Q3070365) su Wikidata


Cosa fare[modifica]

  • Spiagge di sabbia. Le spiagge più rinomate sono quelle situate lungo il tratto del fiume Neva che scorre sotto le mura della fortezza di San Pietro e Paolo nell'isola Vasil'evskij. D'estate sono molto affollate, essendo le più vicine al centro.


Acquisti[modifica]

Come divertirsi[modifica]

Spettacoli[modifica]

Interno del teatro Mariinsky
Teatro Mariinsky

Nessun viaggio a San Pietroburgo è completo senza aver visto un'opera o un balletto. Il Teatro Mariinskij è forse l'istituzione più conosciuta, ma non è affatto l'unico teatro cittadino. I biglietti sono venduti in tutta la città presso i chioschi e i negozi chiamati Teatralnaya Kassa, che fanno pagare una tassa nominale (di solito circa 20 RUB) per "l'assicurazione", che teoricamente è facoltativa. Anche le biglietterie dei teatri vendono direttamente i biglietti, e di solito allo stesso prezzo. A volte i blocchi di biglietti si esauriscono nei chioschi, ma i biglietti sono ancora disponibili a teatro, o viceversa, quindi vale la pena di controllare entrambi i posti se si ha a cuore un determinato spettacolo. È possibile portare bambini non molto piccoli in alcuni spettacoli ma solo se si prenota un palco privato.

La compagnia del balletto del teatro Mariinsky ha avuto star di fama mondiale come Vaslav Nijinsky, Anna Pavlova, Rudolph Nureyev, Mikhail Baryshnikov, Galina Ulanova e Natalia Makarova.

Il Conservatorio di San Pietroburgo fu la prima scuola di musica istituita in città, essendo stata fondata nel 1862 dal pianista e compositore russo Anton Rubinstein. Molti allievi dell'istituto divennero in seguito celebri compositori come Pyotr Tchaikovsky, Sergei Prokofiev, Artur Kapp, Rudolf Tobias e Dmitri Shostakovich. Il celebre compositore russo Nikolai Rimsky-Korsakov insegnò al conservatorio dal 1871 al 1905. Tra i suoi studenti c'erano Igor Stravinsky, Alexander Glazounov, Anatoly Liadov e altri. L'ex appartamento di San Pietroburgo di Rimsky-Korsakov è ora un museo dedicato al compositore.

Dmitri Shostakovich, nato e vissuto a San Pietroburgo, ha dedicato alla città la sua Settima Sinfonia, la "Sinfonia di Leningrado", scritta durante l'assedio di Leningrado.

L'Orchestra Filarmonica di Leningrado è una delle più celebri al mondo grazie all'opera di direttori come Yevgeny Mravinsky e Yuri Temirkanov.

San Pietroburgo ha dato anche il suo contributo alla diffusione nell'ex URSS di moderni generi occidentali La prima band jazz in Unione Sovietica fu istituita da Leonid Utyosov negli anni '20, con il patrocinio di Isaak Dunayevsky. Il primo jazz club dell'Unione Sovietica aprì i suoi battenti negli anni '50 del XX secolo con il nome di club Kvadrat. Nel decennio successivo si affermarono bande rock studentesche come Argonavty, Kochevniki e altri che diedero il via a una serie di concerti e festival rock non ufficiali e underground. Negli anni '70 molte bande uscirono dalla scena "underground" per fondare il Leningrad Rock Club, che fornì un palcoscenico a bande come DDT, Kino, guidate da Viktor Tsoi, Alisa, Zemlyane, Zoopark, Piknik, Secret e molte altre bande famose.

L'annuale Festival Internazionale di Musica SKIF prende il nome da lui. Nel 2004 è stato fondato il Centro Kuryokhin, dove si svolgono i festival SKIF, Electro-Mechanica ed Ethnomechanica. SKIF si concentra sulla musica pop sperimentale e sulla musica d'avanguardia, Electro-Mechanica sulla musica elettronica ed Ethnomechanica sulla world music.

Oggi San Pietroburgo vanta molti musicisti degni di nota di vari generi, dal popolare Sergei Shnurov, Tequilajazzz, Splean e Korol i Shut di Leningrado, ai veterani del rock Yuri Shevchuk, Vyacheslav Butusov e Mikhail Boyarsky. All'inizio degli anni 2000 la città ha visto un'ondata di popolarità di metalcore, rapcore ed emocore.


Dove mangiare[modifica]

Si trovano ristoranti di ogni genere. Oltre alla cucina tradizionale russa non mancano le varietà centro asiatiche come la cucina uzbeka, molto diffusa.

Prezzi modici[modifica]

  • Chainaya Lozhka (Чайная ложка), Circa 50 ristoranti in tutta la città (Prospettiva Nevsky 44 è uno dei più centrali). Ecb copyright.svg 300 RUB. Questi fast-food servono blini (crepes russe) con una varietà di ripieni; al bancone si sceglie il proprio. Hanno anche un'ampia scelta di tè. Alcuni ristoranti hanno il wifi.
  • DOGS, Nekrasova 23. Ecb copyright.svg 350 RUB. Simple icon time.svg Lun-Dom 13:00-23:00. Per gli amanti degli hot dog.
  • Kroshka Kartoshka (Крошка Картошка), Oltre 25 ristoranti in tutta la città. Ecb copyright.svg 300 RUB. Si tratta di una grande catena europea di fast food che offre patate al forno a scelta con condimento, ma anche insalate, zuppe e dessert.
  • Pirogov dvorik (Пироговый дворик o Pie Courtyard), kan. Griboyedova 22 e altri, +7 812 329-09-09. Ecb copyright.svg 5 €. Simple icon time.svg Lun-Dom 9:00-22:00. Gustose torte salate con carne, pesce, verdure o frutta e frutti di bosco. Diversi stili e dimensioni. Cucina tradizionale russa come il borscht o il roast beef. In Russia la "torta" non è fatta con la pasta, ma con una sostanza simile al pane.

Prezzi medi[modifica]

  • Kavaleria, Kavalergardskaya ul, 20, @ . Ecb copyright.svg Piatti principali 300/400 RUB. Un locale a conduzione familiare a un isolato di distanza dallo spettacolare e imperdibile monastero Smolniy e dal giardino Tavricheskiy. Birre fresche locali e straniere, ottima cucina (porzioni abbondanti), menù in inglese e personale di lingua inglese. Ottimo anche per guardare gli eventi sportivi.
  • Acquarel (Vicino il ponte Birzhevoy), +7 812 320-8600. Direttamente sull'acqua, questo ristorante offre piatti italiani accanto a un menu fusion franco-asiatico. Gente cordiale, atmosfera deliziosa e una vista meravigliosa, l'Acquarel è un'opzione meravigliosa e deliziosa per una cena o anche un ottimo posto per rilassarsi e prendere un drink sulle loro sedie a sdraio.

Prezzi elevati[modifica]

  • Austeria (Аустерия), Iohann Alley, Peter & Paul Fortress, +7 812 230-03-69. Simple icon time.svg 12:00-24:00. Questo ristorante, che offre un ambiente molto europeo con cibo per lo più russo di alta qualità, attira molti turisti in visita alla fortezza. Tuttavia, il servizio e il cibo rimangono fenomenali, non è una trappola per turisti.
  • Baku, +7 812 941-37-56. Ecb copyright.svg Da 1.300 RUB. Simple icon time.svg 12:00-2:00. Uno degli interni più impressionanti della città, modellato sui palazzi degli Shirvan Shahs (immaginate di mangiare nel Khan-Saray di Şəki). Aperto solo nel 2006, ma da allora ha ricevuto recensioni entusiastiche da tutte le parti. Un ottimo posto per provare la cucina azera.
  • Na Zdorovye! (На здоровье!), П.С. пр. Большой, 13/4 (dista 3 blocchi dalla prospettiva Bolshoy dalla stazione metro Sportivnaya). Ecb copyright.svg 900 RUB. Simple icon time.svg 12:00-23:00. Questa è la cucina più kitsch della città, ma non è una trappola per turisti. Si trova a nord dello stadio, sul lato di Petrograd, ed è frequentata per lo più solo dai russi, che vengono a godersi l'arredamento sopra le righe, e la deliziosa cucina tradizionale. A mandare il kitsch ancora più in alto ci sono le esibizioni di musica folk russo/zingaro e il canto 19:00-23:00 tutti i giorni. Venite qui per un pasto completo o per gli shot di vodka + zakuski, e passerete una notte memorabile.
  • Sunduk (Сундук), ул. Фурштатская, 42. Ecb copyright.svg 850 RUB. Simple icon time.svg Lun-Ven 10:00-24:00, Sab-Dom 11:00-24:00. Un grande, piccolo, accogliente e molto elegante ristorante russo con pareti in mattoni, con cibo eccellente e un servizio abbastanza buono. L'intrattenimento dal vivo è spesso sorprendente: immaginate di sedervi e solo allora di vedere un chitarrista jazz solista seduto a suonare della bella musica. È aperto da più di un decennio, e c'è un motivo per cui è un appuntamento fisso della scena dei ristoranti locali intorno a Furshtatskaya.


Dove alloggiare[modifica]

Prezzi modici[modifica]

  • Friends hostels, 4 posizioni: canale Griboedov, Nevsky prospect, Bankovsky pereulok e Vosstania strada, +7 812 331 77 99, @ . Ecb copyright.svg Da 400 rubli a persona. Prende il nome dal famoso show televisivo, l'ostello della catena di "Amici" è stato raccomandato dalla Lonely Planet e vanta di avere dormitori senza macchia in ottima posizione e con personale estremamente disponibile.
  • mini-hotel Krupskiy, ul. Marata, 33 (In centro), +7 812 928 08 12, @ .
  • Hotel Nevsky Express, Prospettiva Nevsky, 93, +7 812 703 38 60, fax: +7 812 703 38 61. Un hotel semplice e pulito, dotato di ottimi comfort e adatto a chiunque volesse una soluzione ragionevole in termini di rapporto qualità/prezzo e di posizione.

Prezzi medi[modifica]

  • 1 swissSTAR B&B, Fontanka 93-26, +7 911 929 2793, @ . Ecb copyright.svg 40/100€. Check-in: 14.00, check-out: 11.00. B&B svizzera con 8 camere. Attiva da più di otto anni.
  • 2 Kamerdiner Hotel, 6 Ozerny Pereulok, +7 812 273-0113, @ . Ecb copyright.svg 5.200 RUB. Check-in: 14:00, check-out: 12:00. Piccolo ed accogliente albergo in una zona tranquilla, a foglia di corsia, a pochi passi dalla stazione ferroviaria di Mosca. Sette camere macchia nella ex villa, molto cordiale e attento del personale. La prima colazione continentale, WiFi, TV satellitare, aria condizionata, 24-ore di sicurezza, supporto di visto, teatro prenotazioni, visite guidate.
  • Nevsky Grand Hotel, 10 Bolshaya Konyushennaya St (A un minuto a piedi dalla Prospettiva Nevsky, a 5 dalla metropolitana e a 10 minuti di passeggiata dal Museo Hermitage), +7 812 7033860.


Sicurezza[modifica]

Fate attenzione a persone che fanno finta di voler vendere qualcosa, si avvicinano in due proponendo in maniera insistente un prodotto, in realtà cercano solo di distrarvi in modo da rubarvi il portafoglio senza che ve ne accorgiate. Qualora dovessero avvicinarsi il consiglio è di allontanarvi o di attirare l'attenzione della polizia.

Come restare in contatto[modifica]


Nei dintorni[modifica]

Ovest[modifica]

Peterhof
  • 14 Reggia di Peterhof. Simple icon time.svg Lun-Dom 10:00-19:00. Peterhof costituisce l'escursione più richiesta da turisti di passaggio a San Pietroburgo. Il palazzo, fatto costruire da Pietro il Grande sulla riva sud del Golfo di Finlandia, è spettacolare così come i giardini intorno e si raggiunge facilmente dal centro anche in aliscafo. Reggia di Peterhof su Wikipedia Peterhof (Q1258473) su Wikidata
  • 15 Reggia di Oranienbaum. Situato poco oltre Peterhof, il palazzo di Oranienbaum è un'altra reggia spettacolare sorta tra il 1710 e il 1727 come residenza estiva del braccio destro di Pietro il Grande, principe Aleksandr Danilovič Menšikov, che commissionò i lavori agli architetti Giovanni Maria Fontana e Gottfried Schädel. Il palazzo è circondato da giardini francesi. Reggia di Oranienbaum su Wikipedia Oranienbaum (Q2315050) su Wikidata

Sud[modifica]

Carskoe Selo
  • 16 Carskoe Selo (Царское Село) (26 km dal centro). Carskoe Selo, ovvero "villaggio dello zar") è un complesso di palazzi imperiali situati nella cittadina di Puškin. Carskoe Selo su Wikipedia Carskoe Selo (Q1621200) su Wikidata
  • 17 Reggia di Pavlovsk (30 km dal centro). Situata poco più a sud di Carskoe Selo, la reggia fu commissionata nel 1780 dalla zarina Caterina II all'architetto scozzese di corte Charles Cameron e regalata al figlio Paolo I in occasione della nascita del nipote Alessandro I. Reggia di Pavlovsk su Wikipedia Reggia di Pavlovsk (Q405637) su Wikidata
  • 18 Reggia di Gatčina (70 km circa dal centro). Palazzo eretto tra il 1766 ed il 1781 da Antonio Rinaldi per il conte Grigorij Grigor'evič Orlov, il favorito di Caterina II di Russia. L'enorme palazzo fu inserito nel 1990 nella lista UNESCO dei patrimoni mondiali dell'umanità. Grandioso anche il parco intorno che si estende fino alla riva del lago Serebrjanoe. Gatčina (reggia) su Wikipedia Gatčina (Q7461) su Wikidata

Informazioni utili[modifica]


Altri progetti

  • Collabora a Wikipedia Wikipedia contiene una voce riguardante San Pietroburgo
  • Collabora a Commons Commons contiene immagini o altri file su San Pietroburgo
  • Collabora a Wikiquote Wikiquote contiene citazioni di o su San Pietroburgo
1-4 star.svg Bozza: l'articolo rispetta il modello standard e ha almeno una sezione con informazioni utili (anche se di poche righe). Intestazione e piè pagina sono correttamente compilati.