Scarica il file GPX di questo articolo

Armenia

Da Wikivoyage.
Europa > Caucaso > Armenia
Armenia
Chiesa di Sourb Nshan a Haghpat
Localizzazione
Armenia - Localizzazione
Stemma e Bandiera
Armenia - Stemma
Armenia - Bandiera
Capitale
Governo
Valuta
Superficie
Abitanti
Lingua
Religione
Elettricità
Prefisso
TLD
Fuso orario
Sito web

Armenia (Հայաստանի Հանրապետություն, Hayastani Hanrapetouṭyoun) è una nazione della Transcaucasia confinante con Georgia a nord, Azerbaigian a est, Iran a sud e Turchia ad ovest. Confina anche con la repubblica de facto del Repubblica del Nagorno Karabakh a est e l'exclave azera del Nakhchivan a sud. È quindi uno stato senza sbocco al mare.

Da sapere[modifica]

Canyon nella regione di Lori
Tempio di Garni nella regione Kotayk

Il nome originario del paese era Hayq, divenuto più tardi Hayastan, traducibile come "la terra di Haik" (stan è un tipico suffisso persiano per indicare un territorio). Secondo la leggenda, Haik era un discendente di Noè. Il termine Armenia fu coniato dai popoli confinanti a partire dal nome della più potente tribù presente nel territorio (gli armeni, appunto) e deriva da Armenak (o Aram), un discendente di Haik e un grande condottiero del popolo armeno.

Cenni geografici[modifica]

Dal punto di vista geografico l'Armenia è situata nel continente asiatico (Asia occidentale), ma spesso lo stato armeno viene compreso tra gli stati europei, in ragione di considerazioni di tipo storico-culturale.

L'Armenia è un territorio prevalentemente montuoso, senza sbocchi sul mare, ricco di vulcani spenti, risultato di un sollevamento della crosta terrestre venticinque milioni di anni fa che ha creato l'altopiano armeno e la catena del Caucaso Minore che si estende dal nord dell'Armenia verso sud-est, tra il lago Sevan e l'Azerbaigian, fino al confine con l'Iran. Il lago Sevan, ad un'altezza di circa 1900 m s.l.m. è di gran lunga il più esteso del Paese. Da questo lago nasce l'Hrazdan che attraversa la capitale Erevan al centro del Paese per sfociare nell'Aras, al confine con la Turchia, il fiume più lungo del paese (158 km in territorio armeno), che raccoglie anche le acque dell'Akhurian, il secondo fiume per lunghezza, e forma un'ampia valle pianeggiante condivisa tra Armenia, Turchia e più a valle Iran e Azerbaigian. Più a sud si trovano il fiume Vorotan, anch'esso affluente dell'Aras in territorio azero.

Il fiume Aras indica il confine con la Turchia.

Quando andare[modifica]

Il clima è di tipo continentale e dato che le catene montuose fermano le influenze del mar Mediterraneo e del Mar Nero comprende estati calde e inverni freddi; le precipitazioni variano molto da zona a zona: lungo le rive del fiume Aras si trova la zona più arida del Paese.

Lingue parlate[modifica]

Nel paese si parla la lingua armena nella variante dell'orientale, diffuso anche nella comunità armena dell'Iran. Nel paese sono diffuse diverse minoranze linguistiche e gran parte della popolazione armena parla come seconda lingua il russo.

Cultura e tradizioni[modifica]

La letteratura scritta nacque nel V secolo d.C. I padri della letteratura armena furono Mastots e Sahak il Grande. Nel Settecento si diffuse la cultura letteraria Mechitarista. I principali poeti degli ultimi secoli sono il patriota Hovannes Tumanian e gli intellettuali della diaspora Arsciak Ciobanian e Hrand Nazariantz.

Nel panorama musicale contemporaneo vanno citati il cantante André (nome d'arte di Andreï Hovnanyan), Charles Aznavour e il gruppo System of a Down, residente negli Stati Uniti d'America. I componenti sono tutti originari dell'Armenia, e discendono dai superstiti del genocidio subito dal loro popolo, di cui parlano in molte canzoni.

L'Armenia è il primo stato del mondo a introdurre lo studio e il gioco degli scacchi come disciplina scolastica obbligatoria in tutte le scuole, con l'intento di creare una società migliore, rispettare regole e sviluppare strategie.


Territori e mete turistiche[modifica]

Mappa divisa per regioni
      Armenia centrale — Il centro politico dell'Armenia, contiene molti dei musei nazionali e la sede culturale di Erevan, il centro religioso di Echmiadzin, il vulcano Aragats alto 4100 m e i monasteri di Geghard e Khor Virap. Buona parte di questa regione consiste nella piatta e arida valle dell'Ararat, e dalla bella ma poco vistata riserva di Khosrov.
      Gegharkunik — Questa provincia è centrata intorno al bel lago Sevan siatuato a 2.000 m, che è a sua volta circondato da antichi monumenti, chiese e monasteri, come anche da popolari spiagge. Degni di nota sono anche: il più grande cimitero con Khachkar (cippi funerari in pietra scolpita tipici dell'Armenia) al mondo, le spiagge nei pressi del monastero Sevanavank e gli innumerevoli ristoranti di pesce e gamberi lungo le coste. Recentemente è stato reintrodotto il windsurf come attività di svago.
      Armenia settentrionale — Confinante con la Georgia a nord, questa regione montana include numerose bellissime e isolate chiese e monasteri. Il canyon del fiume Debed ne contiene molte, e la remota e storica regione di Shamshadin consente di sbirciare una bellissima Armenia virtualmente mai visitata.
      Armenia meridionale — Una sezione d'Armenia particolarmente bella che si estende a sud fino al confine iraniano con interessanti grotte e bei monumenti cristiani sebbene remoti. Su evidenzia il monastero di Tatev, il monastero di Noravank, la grotta di Mozrov, il passo di Selim/Caravanserraglio e migliaia d'incisioni rupestri in cima al monte Ughtasar (o monte cammello per via delle sue due gobbe).
      Repubblica del Nagorno Karabakh — Una repubblica indipendente de facto ricavata dal territorio dell'Azerbaigian. La popolazione etnica armena ha strette relazioni con l'Armenia e la regione è accessibile solamente dall'Armenia stessa. A parte le verdi colline, alte montagne, sentieri calpestabili ed eccellenti monasteri, i turisti sono attratti dalle vaste rovine della città di Ağdam e dalla parzialmente ripopolata città di Shusha; entrambe danneggiate durante e dopo la guerra del Nagorno Karabakh. La sua capitale, Step'anakert che ospita 40.000 dei 140.000 residenti dell'intera regione.

Centri urbani[modifica]

Regione di Erevan[modifica]

  • Erevan (o Yerevan) — La capitale.
  • Ashtarak — Sulle rive del fiume Kasagh all'altezza delle gole, Ashtarak è una ridente cittadina con più di 20.000 abitanti sulla strada per GyumriVanadzor. Le sue attrazioni principali sono costituite da chiese in stile bizantino e da un ponte in pietra.
  • Echmiadzin (Vagharshapat) — Una ventina di km ad ovest della capitale, Echmiadzin è la sede del primate della chiesa apostolica armena. Il monumento più significativo di Echmiadzin è la sua cattedrale.
  • Garni — Una trentina di km ad est della capitale, Garni è località rinomata soprattutto per la sua antica fortezza ove si trova un tempio del I secolo d.C. realizzato sul modello del Partenone. Nei dintorni di Garni si trova l monastero di Geghard scavato nella roccia e inserito nell'anno 2000 nella lista UNESCO dei Patrimoni dell'Umanità.
  • Khor Virap — Sulla linea di confine con la Turchia. Khor Virap è un monastero rinomato per le vedute del Monte Ararat, Secondo la tradizione il monastero sorge sul luogo dove San Gregorio Illuminatore fu imprigionato per tredici anni.
  • Sardarapat — Località rinomata per un monumento eretto nel 1968 in occasione del 50° anniversario della vittoria riportata dalle truppe armene su quelle ottomane.

Ad ovest e nord di Erevan[modifica]

Mappa dell'Armenia
  • Alaverdi — Sulla ferrovia Erevan-Tiblisi, Alaverdi è un ex centro minerario dell'estrazione del rame. Oggi conta circa 17.000 abitanti.
  • Byurakan — Sulle pendici del monte Aragats, il villaggio di Byurakan è rinomato per le chiese del VII - X secolo oltre che per l'osservatorio astronomico.
  • Dilijan — Cittadina di circa 16.000 abitanti, circondata da foreste e per questo soprannominata "Piccola Svizzera".
  • Gosh — Villaggio di circa 1.000 abitanti, Gosh è rinomata per un monastero del XII secolo.
  • Gyumri — Seconda città del paese a 120 km da Erevan.
  • Haghartsin
  • Ijevan — Capoluogo della provincia di Tavush, Ijevan è un centro con più di 20.000 abitanti. Presenta possibilità di escursioni a piedi nei boschi dei dintorni.
  • Lago Sevan — Posto a un'altitudine di 1.898, il Lago Sevan costituisce oggetto di escursione per gli abitanti di Erevan in cerca di refrigerio soprattutto in estate. Le sue spiagge sono attrezzate ed è possibile praticarvi il campeggio.
  • Stepanavan — 24 km a nord di Vanadzor sta Stepanavan sulla strada da Erevan a Tiblisi. In epoca sovietica era una rinomata località di villeggiatura ma gli eventi politici seguiti alla dissoluzione dell'Unione Sovietica e un rovinoso terremoto ne compromisero lo sviluppo.
  • Talin
  • Tsaghkadzor — Rinomata stazione sciistica frequentata soprattutto da Russi.
  • Vanadzor — Città a 128 km da Erevan, con più di 100.000 abitanti, Vanadzor presenta interessanti chiese e offre possibilità di escursioni nelle valli dei fiumi Pambak e Tantsut che si restringono fino al punto di formare gole.
  • Yenokavan — Pochi km a nord di Ijevan, Yenokavan è un villaggio di circa 600 abitanti che deve la sua notorietà alle gole formate dal fiume Sarnajur e ricoperte di lussureggiante vegetazione.

A sud di Erevan[modifica]

L'itinerario riportato di seguito si svolge lungo la E117/M2

  • Areni — Villaggio tra estesi vigneti da cui si ricavano i miglior vini d'Armenia.
  • Goris — A 240 km da Erevan.
  • Jermuk — Su una diramazione della strada principale Erevan-Meghri, Jermuk è bagnata dal fiume Arpa ed era in epoca sovietica una stazione termale. Oggi non offre più questa possibilità e le sue acque minerali vengono imbottigliate.
  • Kadjaran — A 356 km da Erevan.
  • Kapan — A 317 km da Erevan.
  • Meghri — Valico di frontiera sul confine con l'Iran a 370 km da Erevan.
  • Sisian — A 217 km da Erevan.
  • Tatev
  • Yeghegnadzor — Capoluogo della provincia di Vayots Dzor a 123 km da Erevan.


Come arrivare[modifica]

Requisiti d'ingresso[modifica]

Passaporto e visto d'ingresso.

In auto[modifica]

È possibile entrare in Armenia valicando uno dei posti di frontiera riportati di seguito:

  • Sadakhlo–Bagratashen è il principale valico stradale-ferroviario sul confine con la Georgia
  • Meghri è il valico di frontiera con l'Iran. Alcune autolinee coprono il tragitto Tabriz Erevan.


Come spostarsi[modifica]

Autobus armeno

In treno[modifica]

La rete ferroviaria è limitata e obsoleta. Vi sono collegamenti tra Erevan, la capitale, e le maggiori città del paese, come Gyumri, Vanadzor e Sevan, oltre che un treno notturno per Tiblisi. Il sud e l'est del paese non sono raggiungibili in treno. Va comunque notato che i viaggi in treno hanno un costo estremamente contenuto (1000 dram per la tratta da Erevan a Gyumri, per esempio).

In autobus[modifica]

La rete degli autobus cittadini è capillare. Si ci sposta con i mashurtka, e una corsa costa 100 dram. Non ci sono cartine turistiche per segnalare gli itinerari degli autobus, e le indicazioni sono affisse (in armeno) sui finestrini del mezzo. Per fermare l'autobus bisogna avvertire il conducente dicendo "kangarum kanghnek" quando si nota il posto dove si desidera scendere. Le varie città e villaggi dell'Armenia sono raggiungibili attraverso autobus e navette, i cui prezzi sono molto contenuti. Per chi voglia recarsi in Nagonro Karbagh, è attivo un servizio di autobus che unisce Erevan a Stepanakert, capitale della Repubblica del Nagorno Karabagh. È necessario munirsi di un visto che viene rilasciato dalle autorità dell'ambasciata del Nagorno Karabagh a Erevan.

In metropolitana[modifica]

Nella capitale Erevan è presente una linea della metropolitana che collega i quartieri del nord (Komitas) al centro e alla stazione ferroviaria, che sorge nel sud. Una corsa equivale a 100 dram, con cui si acquista un gettone da inserire nei girelli. è vietato prendere foto all'interno della metropolitana.

Cosa vedere[modifica]

Dato che l'Armenia è stato il primo paese al mondo ad adottare il cristianesimo come religione di Stato nel 301 d.c, nel paese sono presenti alcune delle più antiche chiese del mondo, alcune risalenti anche al IV secolo. Tuttavia, l'Armenia offre anche altre mete (monumenti, escursioni nella natura, musei, ecc.) che non mancheranno di sorprendere il viaggiatore.

Qui di seguito sono elencati i luoghi più celebri da visitare:

Monasteri e altri luoghi di culto[modifica]

Il monte Ararat sullo sfondo del monastero armeno di Khor Virap
  • Monastero di Khor Virap (Խոր Վիրապ) — Uno dei più importanti monasteri armeni, il cui nome letteralmente significa prigione in profondità. Situato nei pressi del confine con la Turchia, il monastero offre delle bellissime vedute del Monte Ararat, simbolo del popolo Armeno, oggi in territorio turco. Il monastero sorge sul luogo dove San Gregorio Illuminatore fu imprigionato per tredici anni, dopo i quali Gregorio, battezzando il re Tridate III, fece dell'Armenia la prima nazione cristiana al mondo.
  • Monastero di Tatev
  • Monastero di Noravank— A circa venti minuti di auto da Areni.
  • Monastero di Sevanavank — Costruito nell'894, sorge su una penisola del lago Sevan, a circa un quarto d'ora di taxi dalla città di Sevan. Si tratta di uno dei luoghi più suggestivi d'Armenia. Il monastero è formato da due chiese e varie decine di khatchqar.
  • Monastero di Geghard — Poco distante da Garni, raggiungibile in taxi o a piedi. In parte costruito nella roccia, è stato inserito nel 2000 nella lista dei patrimoni UNESCO.
  • Chiesa di San Mesrop Mashtots — Chiesa che sorge nei pressi del villaggio di Ochakan, a 8 km da Ashtarak. Vi è sepolto Mashtots, l'inventore dell'alfabeto armeno.
  • Tempio di Garni—Tempio pagano del I secolo d.c.
  • Moschea Blu — Moschea costruita nel XVIII secolo durante il periodo persiano. Si trova a Erevan, ed è una delle mete più interessanti della città. La principale funzione della moschea è quella di diffondere la cultura persiana attraverso corsi di lingua, mostre e visite guidate.

Musei[modifica]

  • Museo del genocidio a Erevan
  • Matedaradan — In questo museo, unico nel suo genere, sono conservati migliaia di manoscritti originari di epoca medievale, molti dei quali messi in salvo da famiglie e monaci armeni durante le persecuzioni del 1915. I testi sono scritti in armeno, greco e persiano.
  • Casa-museo di Sergei Parajanov — Si tratta della casa dove il noto artista e regista armeno Sergei Paradjanov ha vissuto gli ultimi anni della sua vita. Vi è presente un'ampia collezione delle sue opere (collage, disegni e altro) e di fotografie che lo ritraggono in compagnia di artisti del suo tempo, tra cui Mastroianni. Possibilità di visite guidate in inglese, russo, francese, italiano.
  • Complesso multimediale "Cascade" a Erevan

Altro[modifica]

  • Zorats Karer — Antichissimo sito megalitico non lontano da Goris, nel sud. Si compone di 223 grandi rocce allineate, di cui circa 80 recano un foro all’estremita’. Un’ipotesi è che questa fosse una postazione astronomica. Si stima che il sito possa essere stato eretto 8000 anni fa.
  • Khandzoresk — Antica città troglodita. raggiungibile con un taxi da Goris. Si consiglia di farsi depositare al ponte sospeso, così da attraversarlo e godere appieno dei magnifici paesaggi.
  • Cimitero di Noraduz — Cimitero medievale composto da circa 800 khatchkar. Sorge non lontano dal lago Sevan, a pochi chilometri dalla città di Gavar.


Cosa fare[modifica]

  • Escursioni
  • Scalate su roccia
  • Windsurfing
  • Campeggio
  • Sci
  • Pellegrinaggio turistico nei vari monasteri


Valuta e acquisti[modifica]

La valuta nazionale è il Dram armeno (AMD). Qui di seguito i link per conoscere l'attuale cambio con le principali monete mondiali:

(EN) Con Google Finance: AUD CAD CHF EUR GBP HKD JPY USD
Con Yahoo! Finance: AUD CAD CHF EUR GBP HKD JPY USD
(EN) Con XE.com: AUD CAD CHF EUR GBP HKD JPY USD
(EN) Con OANDA.com: AUD CAD CHF EUR GBP HKD JPY USD


A tavola[modifica]

L'Armenia vanta una grande varietà di pietanze culinarie, spesso influenzata dalle vicine Turchia e Iran. I prodotti più utilizzati consistono in carne, patate e erbe. Fra i piatti tipici armeni è doveroso citare:

  • Dolma - Involtini di carne avvolta in foglie di cavolo o di vite. Ne esistono molte varianti.
  • Lavash - Il tradizionale pane armeno. Molto sottile, viene spesso utilizzato per preparare involtini.
  • Jingalovats - Piatto tipico del Nagorno Karabagh, consiste in una sorta di piadina arrotolata al cui interno vengono inseriti svariati tipi di erbe e legumi.
  • Shaurma
  • Lahmajun
  • Khorovats - Una sorta di spiedo che si mangia arrotolato nel lavash.

Bevande[modifica]

Oltre a una ricca tradizione culinaria, l'Armenia vanta anche una tra le più antiche tradizioni vinicole al mondo, che dà una buona qualità di vini. In effetti, la tradizione vinicola in Armenia risale a circa il 4.000 a.c, come dimostrano alcuni scavi archeologici nelle grotte vicine a Areni, nella provincia del Vayats Dzor.

I migliori vini d'Armenia provengono dai domini di:

Tra le bevande analcoliche molto diffusi sono il than, consumato anche in Iran e Turchia, e il kvas, sorta di birra a bassissima gradazione alcolica (in generale di aggira attorno al 1.5%) originaria della Russia.

Infrastrutture turistiche[modifica]

Sotto questo profilo l'Armenia è piuttosto carente; da alcuni anni, tuttavia, il paese sta investendo in questo settore al fine di attirare un maggior numero di turisti, dato il suo potenziale turistico (siti UNESCO, montagne, paesaggi suggestivi, etc).

Da segnalare il villaggio di Tsaghkadzor, dotato di moderni impianti sciistici (diverse piste sciabili e ben 5 seggiovie), ristoranti, hotel e spa; in epoca sovietica la cittadina ospitava le squadre e i gruppi di atleti sovietici che si allenavano in vista delle competizioni olimpiche invernali, mentre oggi attira turisti da tutto il mondo, principalmente dalla Russia.

Eventi e feste[modifica]

Ogni anno il Festival del Vino di Areni attira migliaia di turisti provenienti dall'Armenia e da altri paesi del mondo, soprattutto Francia, Russia e Georgia. Si tratta del più importante festival vinicolo armeno, durante il quale tutti gli ospiti degustano vari tipi dei vini armeni, si assiste alle danze popolari ed alla musica folkloristica armena. Nella chiesa di Areni i turisti potranno ascoltare canti sacri cantati dal coro. L'evento si svolge a fine settembre, ed è organizzato nel piccolo villaggio di Areni, nella provincia del Vayots Dzor, a circa tre ore di auto da Erevan.

Sicurezza[modifica]

Si consiglia di evitare le zone al confine con l'Azerbaigian per la presenza di campi minati e di cecchini.

Situazione sanitaria[modifica]

Se cenate con gli armeni, questi vi rimpinzeranno di cibo fino a scoppiare. Il cibo è generalmente sicuro, anche quello di strada nei chioschi di khorovats.

L'acqua del rubinetto è generalmente sicura, in quanto arriva direttamente dalle montagne, ma è ancor più sicuro affidarsi all'acqua in bottiglia. È possibile avere sia l'acqua minerale frizzante che quella normale di sorgente in quasi ogni angolo di strada. L'acqua è disponibile sia nelle aree rurali che nella capitale.

Fumo[modifica]

L'Armenia ha leggi restrittive contro il fumo che sono ampiamente ignorate. Il Paese ha il più alto tasso di fumatori di sigarette in Europa. La presenza di un portacenere sul tavolo, è indice che lì si può fumare.

Ristoranti e caffè per non fumatori sono disponibili e in rapido aumento.

Rispettare le usanze[modifica]

Gli armeni sono conosciuti per essere un popolo molto ospitale e attento a dare una buona immagine ai turisti e agli stranieri in generale, non è sorprendente incontrare un armeno che, nonostante non parli nemmeno una parola che non sia armeno e russo, vi inviti a casa a bere e mangiare al primo incontro; spesso uscirete da casa sua con un sacchetto riempito di frutti e legumi colti nel suo orto o in quello di un suo parente. Conoscere qualche parola in armeno sarà molto apprezzato dal vostro interlocutore e contribuirà a instaurare un buon rapporto con lui.

Nonostante l'accoglienza generalmente calorosa riservata a viaggiatori e turisti, bisogna tenere bene a mente che il popolo armeno è generalmente conservatore, soprattutto fuori dalla capitale, Erevan: le ragazze si sposano presto e la famiglia detiene un ruolo centrale nella vita di ciascun membro, così come la religione. Uomini con gli orecchini, i capelli lunghi e stili di abbigliamento alternativi vengono percepiti come "strani" e "provocatori" da una larga maggioranza degli armeni, soprattutto dai più anziani. Sono molto malviste le ragazze che fumano per strada.

Come restare in contatto[modifica]



Altri progetti

Asia
AsiaContour coloured.svg Afghanistan · Arabia Saudita · Armenia · Azerbaigian · Bahrain · Bangladesh · Bhutan · Birmania · Brunei · Cambogia · Cina · Corea del Nord · Corea del Sud · Emirati Arabi Uniti · Filippine · Georgia · Giappone · Giordania · India · Indonesia · Iran · Iraq · Israele · Kazakistan · Kirghizistan · Kuwait · Laos · Libano · Maldive · Malesia · Mongolia · Nepal · Oman · Pakistan · Qatar · Russia · Singapore · Siria · Sri Lanka · Stato di Palestina · Tagikistan · Taiwan · Thailandia · Timor Est · Turchia · Turkmenistan · Uzbekistan · Vietnam · Yemen