Scarica il file GPX di questo articolo

Asia > Medio Oriente > Emirati Arabi Uniti

Emirati Arabi Uniti

Da Wikivoyage.
Jump to navigation Jump to search

Emirati Arabi Uniti
Emirati Arabi Uniti
Localizzazione
Emirati Arabi Uniti - Localizzazione
Stemma e Bandiera
Emirati Arabi Uniti - Stemma
Emirati Arabi Uniti - Bandiera
Capitale
Governo
Valuta
Superficie
Abitanti
Lingua
Religione
Elettricità
Prefisso
TLD
Fuso orario

Emirati Arabi Uniti sono uno stato del Medio Oriente che si affaccia sul Golfo Persico e sul Golfo di Oman e confina l'Oman, l'Arabia Saudita e il Qatar.

Da sapere[modifica]

Gli Emirati Arabi Uniti (EAU) sono un paese moderno e dinamico. È un paese avanzato e pulito e una destinazione turistica famosa in Medio Oriente e nel mondo. Per i turisti, gli Emirati Arabi Uniti offrono un ambiente estremamente familiare. I centri commerciali sono straordinariamente moderni, riempiti praticamente di qualsiasi prodotto disponibile nel mondo, e i grattacieli sono meravigliosi e decorano la terra che sovrasta le acque del Golfo. Il lato meno noto degli Emirati Arabi Uniti comprende magnifiche dune del deserto e stupendi wadi e montagne negli emirati nord-orientali al confine con l'Oman.

Cenni geografici[modifica]

Il paese è principalmente deserto, tuttavia si possono trovare anche altri terreni. In più emirati, in particolare Ras Al Khaimah, montagne e wadi possono essere visti ovunque. Il diverso paesaggio conferisce agli emirati settentrionali le loro caratteristiche distinte. Dighe d'acqua e fauna selvatica locale possono essere vissute in tutto il paese. Diverse mangrovie sono presenti anche lungo la costa, in particolare ad Abu Dhabi e Umm al Quwain, dove è possibile andare in kayak. Nelle principali città, vi dimenticherete d'essere nel deserto poiché sono decorate con vegetazione, parchi e ampi campi in erba.

Quando andare[modifica]

Il paese è straordinariamente secco, con solo pochi giorni di pioggia all'anno. Il clima da fine ottobre a metà marzo è abbastanza piacevole, con temperature che vanno dalle massime intorno ai 27 °C alle minime intorno ai 15 °C. Gli inverni possono diventare un po' freddi dove potreste aver bisogno di una giacca o un maglione ma niente di fastidiosamente freddo. È quasi sempre soleggiato. La pioggia può cadere tra novembre e febbraio e può causare pericoli stradali. In estate, le temperature salgono e l'umidità è quasi insopportabile. La temperatura media di luglio varia da 34,8 °C a 37,2 °C. Le temperature possono superare i 45 °C e in casi estremi anche 50 °C. La temperatura più alta registrata è di 51,8 °C ed è stata rilevata nel 2017. Quasi ovunque negli Emirati Arabi Uniti, la temperatura è controllata e climatizzata attraverso la National Central Cooling Company degli Emirati Arabi Uniti chiamata Tabreed.

Il periodo migliore per una visita va da ottobre inoltrato a metà marzo.

Cenni storici[modifica]

Il padre fondatore degli Emirati Arabi Uniti, lo sceicco Zayed, qui indossa un kandora (grigio; chiamato anche thob al di fuori degli Emirati Arabi Uniti), il bisht (bianco), il ghutra (copricapo) e con in mano un falco sacro, l'animale nazionale degli Emirati Arabi Uniti.

L'arrivo di inviati dal profeta islamico Muhammad nel 630 ha preannunciato la conversione della regione all'Islam. Dopo Maometto, una delle maggiori battaglie combattute fu a Dibba e portò alla sconfitta dei non musulmani e al trionfo dell'Islam nella penisola arabica.

Storicamente la regione raccoglie delle città portuali sulla costa e oasi nel deserto, gli Emirati sono un insieme di sette affiliazioni tribali governate da sceicchi che si unirono per formare uno stato federale. Gli sceicchi dei diversi emirati decisero di formare un'unione e riunirono le loro fonti per contrastare l'altro espansionismo tribale che era dominante in Arabia allora e intorno alla regione circostante, in particolare quello saudita e dell'Oman. Gli sceicchi dei 7 emirati accettarono di diventare un protettorato britannico nel 1820, e furono conosciuti come Stati Truciali. Gli Emirati Arabi Uniti hanno dichiarato l'indipendenza dal Regno Unito il 2 dicembre 1971, quando gli sceicchi di Abu Dhabi e Dubai si sono incontrati e lo sceicco Zayed di Abu Dhabi ha proposto di formare un'unione con lo sceicco Rashid di Dubai. Sharjah, Ajman, Umm al Quwain e Fujairah accettarono tutti l'invito e si unirono. Ras Al Khaimah accettò di unirsi un paio di mesi dopo il 10 febbraio 1972. Lo sceicco Zayed fu visto come la forza trainante nella creazione degli Emirati Arabi Uniti e gli fu attribuita la formazione dello stato come padre fondatore. Lo sceicco Zayed e il resto degli sceicchi degli emirati sono tutti indicati come padri fondatori degli Emirati Arabi Uniti.

Lingue parlate[modifica]

La lingua ufficiale è l'arabo, sebbene la maggior parte della popolazione sia espatriata e non la parli. Espatriati dall'Iran, dall'India, dalle Filippine e dai paesi occidentali, molti dei quali non parlano arabo, superano gli arabi in numero, in particolare ad Abu Dhabi, Dubai e Sharja. L'inglese è la lingua franca e la grande maggioranza degli emiratini la parla. Tutto il traffico, i negozi e le indicazioni sono scritte sia in arabo che in inglese. Parlare in inglese con chiunque negli Emirati dovrebbe andare bene e non dovrete imparare l'arabo per spostarvi. Detto questo, se potete imparare a parlare un po' di arabo, sicuramente impressionerà la gente del posto.

Poiché l'arabo è la lingua ufficiale, i documenti del governo possono essere scritti solo in arabo, sebbene le traduzioni o le versioni inglesi siano comuni. L'unico luogo in cui l'arabo viene usato quasi esclusivamente è all'interno degli edifici e delle sedi delle forze armate degli Emirati Arabi Uniti.

Essendo la popolazione molto diversificata, esistono molte lingue e comunità. Le lingue ampiamente parlate negli Emirati Arabi Uniti comprendono l'hindi e l'urdu, malayalam/tamil, il farsi (persiano) e tagalog (filippino). La maggior parte delle persone con istruzione secondaria possiede almeno una conoscenza di base dell'inglese, anche se non è raro incontrare persone il cui inglese è limitato. Essendo un luogo importante per arabi, mediorientali e asiatici che non parlano la lingua inglese come lingua madre, ci si aspetta che il loro inglese sia di livello principiante o intermedio. Come paese a maggioranza musulmana, aspettatevi d'essere salutati con la frase araba "la Pace sia con te" (Al Salam Alaikom) - anche se non siete un musulmano. La risposta corretta sarebbe "la Pace sia anche su di te" (Wa Alaikom Al Salam).

Cultura e tradizioni[modifica]

Gli Emirati Arabi Uniti sono un paese arabo con una popolazione a maggioranza musulmana e la popolazione nativa tende ad aderire ai loro valori tradizionali. Gli uomini indossano abiti bianchi chiamati Kandora, mentre le donne indossano abiti neri chiamati Abaya. Questo abbigliamento culturale opzionale ma visivamente accattivante conferisce alla popolazione la propria identità araba specifica. A causa della grande quantità di immigrati, la maggior parte degli emiratini aderisce ai loro abiti tradizionali, al loro stile di vita e ai loro valori e principi morali temendo la perdita dell'identità nazionale. Tuttavia, rispetto ai paesi circostanti, la popolazione è estremamente aperta e amichevole verso gli stranieri. Non è raro vedere donne occidentali in gonne corte camminare accanto a donne degli Emirati che indossano l’Abaya. L’hijab o qualsiasi altra forma di copertura femminile non è obbligata (tranne se si entra in una moschea) purché l'abbigliamento sia modesto e non troppo succinto. La maggior parte dell'attuale generazione è cresciuta in un ambiente esposto a molti gruppi di persone, principalmente occidentali, che sono emigrati negli Emirati Arabi Uniti per aiutare a sviluppare il paese. Rispetto ai loro antenati che erano beduini e pescatori, la maggior parte degli attuali emiratini ha una mentalità molto aperta, ben educata ed estremamente amichevole.

Un emitato molta gente

Dopo essere arrivati negli Emirati Arabi Uniti, potreste pensare che non sia un paese arabo, ma in India o nelle Filippine. Dubai, sin dalla fondazione dell'industria petrolifera, ha attratto migliaia di migranti in cerca di lavoro da tutto il mondo, in particolare dal Pakistan, dall'India, dal Bangladesh e dalle Filippine. Oggi, indiani e filippini hanno lasciato la loro impronta nell'emirato: ristoranti indiani e panifici pakistani sono ovunque, mentre i supermercati filippini stanno crescendo. Gli europei (principalmente britannici e francesi) e gli srilankesi formano le comunità più grandi. I migranti cinesi e indonesiani stanno aumentando.

La popolazione è incredibilmente varia. Solo il 20% è costituito da nativi degli Emirati; il resto proviene dal subcontinente indiano: India, Pakistan, Bangladesh o Sri Lanka (50%); altre parti dell'Asia, in particolare le Filippine e la Malesia; e paesi occidentali (Europa, Australia, Nord America, 5-6%), il resto da ogni altra parte. In un dato giorno a Dubai o Sharja, ad esempio, potete vedere persone di ogni continente e di ogni classe sociale. Con questa diversità, uno dei pochi fattori unificanti è la lingua, e di conseguenza quasi tutti parlano una versione dell'inglese. A causa della sua sostanziale ricchezza e del suo elevato PIL, gli Emirati Arabi Uniti offrono ai suoi cittadini uno degli stati assistenziali più completi al mondo, nonostante non riscuotano alcuna imposta sul reddito.

Gli Emirati Arabi Uniti sono una federazione di sette emirati, ognuno dei quali è una monarchia assoluta guidata dal proprio sceicco. Ogni emirato conserva una notevole autonomia, ognuno con le proprie leggi. Lo sceicco di ogni emirato è venerato dalla popolazione nativa ed è considerato il capo e visionario dell'emirato. Lo sceicco di ogni emirato è la forza trainante secondo l'attributo più noto del suo emirato. Ad esempio, Dubai è progressiva ed è diventata più cosmopolita e una delle principali destinazioni turistiche a seguito della visione dello sceicco di Dubai come centro turistico. Lo sceicco dominante di Sharja è più conservatore e un grande sostenitore dell'educazione, nonché della letteratura e dell'architettura araba, quindi Sharja ospita diverse università, ha molti edifici architettonici Abbasidi e Ommayyadi e l'alcol non viene servito in nessuna parte della città. Abu Dhabi è la capitale degli Emirati e ha il Palazzo Presidenziale (chiamato Qasr al Watan), tutte le principali istituzioni nazionali del paese e tutte le ambasciate straniere. Abu Dhabi ospita anche numerosi monumenti, musei e un'atmosfera più politica. In teoria, il Presidente e il Primo Ministro sono eletti dal Consiglio Supremo Federale, che è composto dagli sceicchi di ciascuno dei sette emirati. In pratica, lo sceicco di Abu Dhabi è sempre eletto Presidente mentre lo sceicco di Dubai è sempre eletto Primo Ministro, bilanciando la condivisione del potere tra gli emirati nella federazione.

Territori e mete turistiche[modifica]

I sette emirati che compongono la federazione sono elencati di seguito:

Mappa divisa per regioni
      Emirato di Abu Dhabi — Comprende le città di Abu Dhabi, capitale della federazione, e quella di al-'Ayn (Letteralmente: "La primavera" in arabo) situata sulla linea di confine con l'Oman.
      Emirato di Dubai — Comprende le città di Dubai e Hatta. La maggiore destinazione turistica del Paese.
      Emirato di Sharja — Comprende le città di Sharja, Dibba, Kalba e Khor Fakkan.
      Emirato di Ajman — Comprende la città di Ajman.
      Emirato di Umm al-Qaywayn — Comprende la città di Umm al-Qaywayn.
      Emirato di Ras al-Khaima — Comprende la città di Ras al-Khaima.
      Emirato di Fujaira — Comprende la città di Fujaira.

Centri urbani[modifica]

Skyline di Dubai. Sullo sfondo si vede l'edificio più alto del mondo, il Burj Khalifa.

Gli Emirati Arabi Uniti hanno città, paesi e villaggi sparsi in tutto il territorio nazionale. Le sette capitali dei sette emirati costituiscono le principali città di ciascun emirato.

  • Abu Dhabi (أبو ظبي) — La capitale del Paese, piena di importanti musei e monumenti.
  • Ajman (عجمان) — Il più piccolo emirato è una delle destinazioni più tranquille con un'atmosfera rilassata.
  • Dubai (دبي) — La capitale finanziaria, il centro economico e la più grande città degli Emirati Arabi Uniti.
  • Fujairah (الفجيرة) — Famosa destinazione turistica e di soggiorno sul golfo dell'Oman. Soprannominata "La sposa della costa orientale".
  • Ras Al Khaimah (راس الخيمة) — Un centro d'avventura del Medio Oriente, con la montagna più alta degli Emirati Arabi Uniti e molte attività da brivido.
  • Sharja (الشارقة) — Il centro culturale della nazione famoso per la sua architettura araba e islamica.
  • Umm Al Quwain (أم القيوين) — Una città peninsulare che si estende nel golfo con diverse località balneari.

Altre destinazioni[modifica]

  • 1 Al Ain (العين) — Un tempo piccola oasi e ora importante città vicino al confine con l'Oman di Buraimi. Al Ain comprende un triangolo a metà strada tra le città di Abu Dhabi e Dubai.
  • 2 Hatta (حتا) — Un tempo villaggio di montagna, ma ora un'importante destinazione di avventura per il kayak e le escursioni.
  • 3 Khor Fakkan (خورفكان) — Una città situata su una pittoresca baia con più torri di avvistamento storiche e un tradizionale mercato del venerdì.
  • 4 Liwa Oasis (واحة ليوا) — Una mezzaluna di fattorie attorno a un'oasi ai margini del Quarto vuoto. Fornisce un facile accesso al Quarto vuoto e famoso per le avventure fuoristrada attraverso le dune di sabbia.
  • 5 Ruwais (الرويس) — Una città industriale ed energetica situata nella regione occidentale nell'emirato di Abu Dhabi.


Come arrivare[modifica]

Requisiti d'ingresso[modifica]

Avvertimento di viaggio Restrizioni sui visti: A causa del boicottaggio di Israele da parte della Lega araba, l'ingresso viene rifiutato ai cittadini israeliani e a tutti coloro che hanno nel passaporto un visto per Israele.
Politiche dei visti

Passaporto con validità residua di almeno 6 mesi più visto d'ingresso che viene rilasciato in aeroporto. Il visto consente un soggiorno di 30 giorni, scaduti i quali, se ne dovrà richiedere l'estensione (massimo 30 giorni) presso il locale ufficio d'immigrazione. Ultimamente la compagnia aerea Etihad richiede un biglietto di andata e ritorno a chi si voglia recare con visto turistico negli Emirati Arabi (controllano se sul passaporto sia o meno apposto il visto di residenza). Qualora una persona volesse estendere il soggiorno oltre i 30 gg di validità del primo ingresso senza chiedere estensioni, potrebbe semplicemente uscire dal Paese via terra, entrare in Oman e tornare indietro. Se si optasse per questa soluzione bisognerebbe tenere conto dei costi abbastanza alti (100/200 euro) per ottenere l'assicurazione tramite l'agenzia di noleggio. In alternativa è possibile traversare a piedi il confine nei pressi di Jebel Hafeet, parcheggiando l'automobile subito prima del posto di frontiera. La traversata a piedi è altamente sconsigliata in estate causa il forte caldo e la distanza (circa 1 km di terra di nessuno); non è da escludere che si possa ottenere un passaggio da qualcuno che varca il confine in macchina.

Ogni adulto non musulmano può portare quattro prodotti alcolici, ad es. quattro bottiglie di vino o quattro bottiglie di distillati o quattro casse di birra (indipendentemente dalla gradazione alcolica). Gli Emirati Arabi Uniti adottano una regolamentazione rigorosa sui medicinali, con molti farmaci comuni, in particolare qualsiasi cosa contenga di codeina, diazepam (Valium) o destrometorfano (Robitussin) essi sono vietati a meno che non si disponga di una prescrizione medica autenticata. Gli Emirati Arabi Uniti, in particolare Dubai, sono utilizzati dai trafficanti di droga come corridoio per la spedizione di droghe da est a ovest e quindi le leggi in materia di possesso o uso di droghe sono rigorose. I visitatori che infrangono le regole, anche inavvertitamente, vengono espulsi o incarcerati. Il portale online del governo degli Emirati Arabi Uniti contiene istruzioni, consigli e un elenco di sostanze vietate. Sono anche vietati certi farmaci usati e tollerati nei paesi vicini. Anche l'uso di khat/qat (una pianta fiorita che contiene un alcaloide chiamato catinone) che è popolare in altri paesi vicini (in particolare nello Yemen) è altamente illegale. Anche i prodotti correlati alla cannabis e al CBD sono considerati illegali.

In aereo[modifica]

Anche la città di Sharja ha un suo aeroporto internazionale ove opera la compagnia low cost Air Arabia, con destinazioni per lo più in India

In auto[modifica]

Vi è un accesso stradale agli Emirati Arabi Uniti dall'Arabia Saudita a sud e dall'Oman a est.

In nave[modifica]

C'è un servizio di traghetti bisettimanale da Bandar Abbas in Iran al porto di Sharja da parte della compagnia di navigazione iraniana Valfajre-8. È un traghetto notturno che impiega 10-12 ore, con partenza la prima sera della domenica e del giovedì. I prezzi partono da 160 dirham per la classe economica.

Oltre ai servizi regolari, esiste una vasta rete di rotte commerciali tradizionali di daw che trasporta merci in tutto il Golfo e persino in India. Potrebbe essere possibile acquistare il passaggio su una di queste imbarcazioni. A seconda del daw in cui finite, possono passare da tutte le città costiere degli Emirati Arabi Uniti, tra cui Dubai e Abu Dhabi.

In autobus[modifica]

C'è un bus che collega Mascate a Dubai in circa 5 ore e mezza.

Come spostarsi[modifica]

Le distanze negli Emirati Arabi Uniti sono relativamente brevi e le strade sono tutte illuminate. Gli Emirati Arabi Uniti non sono un buon luogo dove camminare principalmente a causa del caldo, del sole forte e delle attrazioni relativamente distanti. Il trasporto si sta espandendo sempre di più con una ferrovia in costruzione che collegherà tutti gli emirati, nonché una massiccia rete di trasporto pubblico che può trasportare facilmente in qualsiasi luogo negli Emirati Arabi Uniti.

In auto[modifica]

Una tempesta di sabbia negli Emirati Arabi Uniti. Queste tempeste sono generalmente rare ma a volte possono verificarsi.

Gli Emirati Arabi Uniti hanno una moderna infrastruttura stradale con traffico sul lato destro. Noleggiare un'auto o guidare richiede una patente di guida internazionale, che è semplicemente una traduzione della patente standard e può essere acquistata presso un'associazione automobilistica locale. Se siete residenti, dovrete ottenere una patente di guida locale poiché non è possibile utilizzare una patente di guida internazionale come residente. Se avete una patente di guida di un altro paese, potreste essere in grado di cambiarla con una patente di guida degli Emirati. Questo è un processo semplice e può essere eseguito in 20 minuti, ma solo se si proviene da un elenco specifico di paesi. Se provenite da un paese che non è presente, dovete frequentare 40 lezioni in una scuola guida locale e superare un esame di licenza piuttosto difficile. Ma questa regola sta cambiando, e lo scambio di licenze potrebbe presto applicarsi a tutte le nazionalità.

I noleggi auto sono leggermente più economici rispetto al Nord America. C'è una tariffa fissa al giorno in base alle dimensioni dell'auto. La benzina è, per gli standard internazionali, poco costosa circa 2,2 AED/litro (feb 2020). Il sistema stradale si basa su standard europei, con molte rotonde e traffico altamente canalizzato. I segni sono tutti bilingui (arabo e inglese) e sono facilmente comprensibili e, nella maggior parte dei casi, chiari e coerenti. I limiti di velocità sono tutti documentati in numeri arabi occidentali. Le stazioni di servizio sono disponibili in tutte le autostrade e nelle città. I caricatori Tesla sono inoltre disponibili e aumentano di numero.

Le strade e le altre strutture pubbliche sono moderne anche se, a volte, estremamente affollate. C'è un'enorme quantità di traffico tra Sharja e Dubai nelle ore di punta.

Tutte le autostrade negli Emirati Arabi Uniti sono in ottime condizioni e vi sono installati dei lampioni. Tutti gli emirati sono collegati attraverso autostrade con più stazioni di servizio, cibo, fermate di sosta e polizia autostradale. L'autostrada più lunga collega la città di Abu Dhabi con la città di Ras Al Khaimah. L'autostrada si estende da Abu Dhabi per collegarsi a Ruwais e quindi al confine con l'Arabia Saudita.

Più sistemi di caselli a pedaggio elettronici sono utilizzati nelle strade di Abu Dhabi e Dubai. Un pedaggio di AED 4 viene addebitato per attraversare il casello di Salik a Dubai. Per questo è necessario un tag Salik prepagato. Per accedere all'isola di Abu Dhabi nella capitale è necessario anche un sistema di caselli che addebita AED 4 nelle ore di punta e AED 2 nelle ore altre ore. Il pedaggio verrà accreditato all’agenzia di noleggio che poi calcolerà la differenza nonché l’eventuale presenza di infrazioni.

Regole stradali[modifica]

Un segnale di avvertimento per attraversamenti di cammelli.

Il sorpasso viene eseguito da sinistra. Se state guidando lentamente sulla corsia più a sinistra, aspettatevi di essere "lampeggiato" dalla luce proveniente da un'auto in arrivo più veloce dietro di voi. In questo caso è una cortesia spostarsi dalla corsia di sinistra e consentire all'auto di sorpassare. Se non cambiate corsia mentre la persona sta lampeggiando questo è considerato offensivo. Non utilizzare la corsia più a sinistra se si guida lentamente. La maggior parte delle strade ha una solida linea gialla ai margini della strada che può agire da sola come un'intera corsia. Il margine della linea gialla è riservato solo ai veicoli di emergenza e non può essere utilizzato per uso civile in nessun momento tranne un'emergenza. Se si verifica un incidente o un guasto alla macchina, è possibile parcheggiare sul lato della strada e attraversare il margine giallo. L'uso del margine giallo delle strade è illegale (sia per le auto che per le motociclette) e vi farà pagare una multa. Non fate alcun gesto offensivo mentre guidate. L'uso di un gesto offensivo come il dito medio è proibito dalla legge e considerato una forma di violenza verbale e potreste trovarvi in custodia di polizia o in tribunale. Le strade negli Emirati Arabi Uniti sono altamente monitorate.

La terza più alta causa di morte negli Emirati Arabi Uniti è causata da incidenti stradali (la prima è la malattia cardiovascolare e la seconda è il cancro). Le persone negli Emirati Arabi Uniti guidano in modo estremamente rapido e alcune sono completamente spericolate. Di conseguenza, la maggior parte delle strade aderisce alle rigide leggi sui limiti di velocità. Il limite di velocità ha un margine di circa 20 km/h (tranne che ad Abu Dhabi, se si supera il limite di velocità prescritto si prende una multa, quindi non c’è un margine di tolleranza). La maggior parte delle strade sono monitorate attraverso sistemi radar remoti che vi rilevano senza dovervi fermare. Non aspettatevi che un agente di polizia vi fermi. Riceverete una multa tramite un messaggio nel telefono (se il telefono è collegato all'auto in fase di registrazione) e vi verrà richiesto di pagare tutte le multe prima di lasciare il paese. I droni monitorano anche le autostrade e le strade nelle aree rurali, quindi i camionisti dovrebbero stare attenti. I droni di solito fotografano i camionisti che non mantengono la loro corsia o guidano più veloce rispetto alla velocità consentita.

I limiti di velocità in autostrada variano tra governatorati, ad esempio viaggiando da Dubai dove il limite è di 120 km/h quando si entra nel governatorato di Abu Dhabi il limite sale a 140 km/h.

Safari nei deserti[modifica]

Gruppo di fuoristrada in un safari intorno al deserto di Dubai.

I safari nel deserto e tra le dune sono buone attrazioni di tutti gli emirati, ma bisogna fare molta attenzione nella scelta di un veicolo noleggiato perché dovrebbe essere a trazione integrale. Anche i safari nel deserto sono generalmente organizzati da agenti di viaggio e possono essere un buon affare. Non tentate di entrare nel deserto con una macchina o da soli. Come regola generale, più di due auto a quattro ruote motrici dovrebbero andare insieme nel deserto in modo che se una di esse si blocca, l'altra può estrarla. La guida nel deserto è un'abilità difficile da imparare.

Le quattro ruote motrici come la Toyota Land Cruiser o la Nissan Patrol e i camion come il Ford Raptor sono popolari negli Emirati a causa del terreno naturale del deserto e del fuoristrada necessario in alcune aree. La maggior parte delle auto sono colorate di nero sia per la privacy che per impedire ai raggi di sole caldo di entrare nell'auto, fornendo quindi una temperatura più fresca nell'auto. Mentre guidate nel deserto, assicuratevi di prestare attenzione a tutti i cammelli che potrebbero attraversare le strade.

In treno[modifica]

Esiste un vasto sistema di metropolitana a Dubai che collega varie parti della città, nonché una monorotaia a Palm Jumeriah e un tram nell'area di Dubai Marina. Tutti i trasporti pubblici in tutte le città degli Emirati Arabi Uniti sono collegati da taxi, autobus, metro, monorotaia o tram.

È in fase di sviluppo un sistema hyperloop con futuri impianti per collegare tutte le città all'interno degli Emirati Arabi Uniti. L'hyperloop, una volta in funzione, dovrebbe ridurre il tempo di viaggio tra Abu Dhabi e Dubai a 6-10 minuti invece di un'ora e 45 minuti di auto.

In autobus[modifica]

Il trasporto pubblico all'interno delle città è ampiamente disponibile e avanzato, con stazioni degli autobus ad Abu Dhabi, Dubai e Sharja che offrono fermate con aria condizionata all'ombra per proteggere le persone dal sole e dal caldo in estate. Gli autobus interurbani sono numerosi anche con autobus che portano fino a Mascate in Oman. I servizi di autobus interurbani sono veloci, confortevoli e ragionevolmente frequenti.

In taxi[modifica]

In tutte le città degli Emirati Arabi Uniti, i taxi sono ampiamente disponibili e relativamente convenienti. Anche negli Emirati Arabi Uniti le app di condivisione locale come Uber e Careem sono comuni, tuttavia i prezzi sono relativamente gli stessi rispetto ai taxi per non creare prezzi di concorrenza disparati.

Cosa vedere[modifica]

Qasr al Sarab nell'oasi di Liwa.
Jebel Jais a Ras Al Khaimah

Ci sono molte cose da vedere negli Emirati Arabi Uniti, sia per quanto riguarda il meraviglioso paesaggio naturale della Terra, sia per le migliori attrazioni costruite dall'uomo. Dalla torre più grande del mondo a Dubai al deserto di sabbia contiguo più grande del mondo nell'Oasi di Liwa (che era il set cinematografico del pianeta Jakku in Star Wars: Il risveglio della Forza). La maggior parte degli Emirati Arabi Uniti si trova sulla costa del Golfo Persico, ad eccezione di Fujairah, che si trova sul Golfo di Oman, offrendo entrambe le esperienze di splendide spiagge in entrambe le acque del Golfo. Il lato occidentale del paesaggio degli Emirati Arabi Uniti è un terreno sabbioso, con il deserto del quartiere vuoto che forma il lato meridionale degli Emirati Arabi Uniti e che contiene alcune delle più grandi dune di sabbia del mondo. Le dune di sabbia dorata formano uno spettacolo meraviglioso e offrono grandi e avventurosi safari nel deserto. Il terreno sul lato nord-est è montuoso e offre attività di arrampicata in montagna a Ras Al Khaimah.

Gli Emirati Arabi Uniti erano inizialmente una raccolta di piccoli villaggi di pescatori con la cultura dell'Arabia Orientale che è cresciuta significativamente dopo l'unificazione dei sette emirati. Quindi, nella capitale di ogni emirato troverete un vecchio quartiere con vecchi edifici costituiti per lo più da mulini a vento e forti militari che erano comuni nella regione, e grattacieli di vetro più progressivi che indicano l'avanzata degli emirati. I siti archeologici del periodo Umm Al Nar sono sparsi, con variazioni culturali trovate nei monti Hajar negli emirati nord-orientali. Nella parte occidentale degli Emirati Arabi Uniti, le oasi sono comuni nella stragrande maggioranza del paesaggio desertico in quanto hanno formato i maggiori centri abitati in queste aree come la città di Al Ain (un tempo solo un'oasi, ora un'intera città) e l'Oasi di Liwa. Anche se la vita all'aperto negli Emirati Arabi Uniti può sembrare noiosa e poco interessante per il viaggiatore esperto, in realtà ci sono destinazioni naturali sorprendenti: la difficoltà sta nel sapere dove trovarli! Ci sono cascate incontaminate, scogliere fiancheggiate da fossili e persino laghi d'acqua dolce.

Oltre alla bellezza naturale del deserto arabo e delle regioni montuose dei monti Hajar che possono sembrare pericolosi a causa del ruvido ambiente circostante, gli Emirati Arabi Uniti offrono ai turisti un'esperienza completamente nuova in termini di vita confortevole con grattacieli e skyline alti e centri commerciali enormi e parchi a tema o intere stazioni sciistiche al coperto nel mezzo del deserto!

Lo skyline di Dubai

Abu Dhabi, la capitale, è circondata da isole naturali con mangrovie verdi che circondano la città. L'acqua che circonda Abu Dhabi è di colore blu chiaro ed è considerata una delle più grandi barriere coralline dell'intera regione del Golfo Persico. A Dubai e Ras Al Khaimah, ci sono isole artificiali che si estendono dal deserto al mare come Palm Jumeriah e Murjan Island, permettendo alle persone di vivere in prossimità del mare e del paesaggio verde mentre sono circondate da un deserto aspro a Dubai e aspre montagne a Ras Al Khaimah, a sud di queste due città.

Burj Khalifa è il più grande grattacielo del mondo dal 2009 che si eleva per 828 metri e si trova a Dubai. È il punto di riferimento più facile da vedere una volta atterrati e un importante sito di attrazione turistica. Potete vedere il vasto deserto fuori Dubai e la lucentezza e gli edifici progressisti che formano la città dall'alto, e persino gli aerei!

La Grande moschea Sheikh Zayed è una delle moschee più belle al mondo. L'architettura e i disegni sono una meraviglia e attirano migliaia di turisti verso questo magnifico sito religioso. La moschea è aperta ai non musulmani e consente alle persone di ogni fede di visitare ed esplorare la struttura.

A sud, i monti Hajar si distinguono facilmente per il paesaggio aspro che spunta improvvisamente dal deserto. Jebel Hafeet ad Al Ain è un picco accessibile che è considerato il profilo dei monti Hajar. Il ruvido paesaggio montuoso costituisce un'importante opportunità per l'escursionismo, il trekking e il birdwatching, mentre la vasta quantità di pittoreschi wadi nella zona è divertente da esplorare. Offre un paesaggio diverso rispetto al solo deserto che si trova principalmente ad Abu Dhabi e Dubai.

Interni del Louvre di Abu Dhabi

Dai musei islamici di Sharja ai musei internazionali e globali di Abu Dhabi, gli Emirati Arabi Uniti offrono ai viaggiatori una grande quantità di musei che scavano nel passato storico dell'area e mostrano i manufatti degli imperi che circondano la regione. I musei più famosi sono il museo del Louvre ad Abu Dhabi, il museo delle arti di Sharja e il museo della civiltà islamica della Sharja. Ovviamente, ogni emirato ha il suo museo nazionale che mette in mostra la storia originale degli emirati e mostra oggetti iconici dell'Arabia orientale come daw, khanjar e altri aspetti della vita precedente come l'abbigliamento e la vocazione.

Jebel significa montagna in arabo. Jebel Jais si trova a Ras Al Khaimah ed è la vetta montuosa più accessibile degli Emirati Arabi Uniti ed è un ottimo sito per il campeggio in inverno. Analogamente ai monti Hajar, Jebel hafeet è il luogo ideale per escursioni, trekking e arrampicate in montagna.

La Moschea Al Bidyah è la più antica moschea degli Emirati Arabi Uniti e si trova a Fujairah. La moschea e i suoi dintorni sono un importante sito archeologico. Questa è una grande attrazione per gli appassionati di storia e archeologia. Sebbene la moschea sia molto semplice e di dimensioni modeste, in questa zona si trovano molti scavi di ceramiche e manufatti metallici.

Cosa fare[modifica]

Uno dei principali obiettivi della vita turistica (oltre allo shopping) è la spiaggia. Le acque degli Emirati Arabi Uniti, anche se decisamente meno limpide negli ultimi anni a causa delle pesanti costruzioni costiere, sono ancora, notevolmente calde, pulite e belle. Ci sono lunghi tratti di spiagge di sabbia bianca, che vanno da completamente non sviluppate a molto turistiche (anche in città come Dubai). Lo snorkeling e le immersioni possono essere magnifici, specialmente lungo la costa orientale (Oceano Indiano). Vaste aree di deserto si estendono a sud delle principali aree urbane, offrendo panorami spettacolari e corse terrificanti in safari veloci. Le montagne sono ripide falesie rocciose e una visita ad esse (ad esempio, la città di Hatta) è ben ricompensata da viste meravigliose. Le donne che indossano costumi da bagno attireranno l'attenzione indesiderata sulle spiagge pubbliche; si consiglia di pagare per un pass d'ingresso di un giorno in una spiaggia privata di un hotel.

Sci, bob e altri sport invernali sono praticabili in apposite piste all'interno del "Mall of the Emirates", un enorme centro commerciale di Dubai. La stazione sciistica aprì i battenti nel novembre 2005. La realizzazione del progetto, ideato da Majid Al Futtaim, un grosso imprenditore locale, è costata qualcosa come 250 milioni di dollari. All'interno è presente anche una scuola di sci per neofiti. Al centro sono in voga anche varie formule di soggiorno tra cui le classiche "settimane bianche".

Ci sono anche molte meraviglie artificiali da godere. Il Ferrari World di Abu Dhabi è il più grande parco tematico al coperto al mondo e, come suggerisce il nome, è incentrato sull'esperienza del mondo Ferrari e include le montagne russe più veloci del mondo, accelerando da 0 a 240 km/h in 4 secondi, accanto al circuito di Yas Marina, che ospita il Gran Premio di Formula 1 di Abu Dhabi. Il circuito di Yas Marina è ampiamente noto come il circuito tecnologicamente più avanzato del pianeta e, insieme alla Formula 1, ospita varie serie di corse nazionali e internazionali, tra cui le serie GP2 e GP3 e V8 Supercar. Il Burj Khalifa di Dubai è l'edificio più alto del mondo e i visitatori possono visitarlo fino a una stazione di osservazione situata vicino alla cima dell'edificio per godere di una vista mozzafiato sulla città e oltre. Wild Wadi e Aquaventure sono due parchi acquatici di livello mondiale che soddisfano tutta la famiglia. Si può visitare anche il Dubai Mall, uno dei più grandi centri commerciali del mondo, e anche la posizione della più grande fontana danzante del mondo, con più spettacoli che iniziano dopo il tramonto e uno dei più grandi acquari al mondo al coperto, l'Acquario di Dubai.

Ski Dubai nel Dubai Emirates Mall è la terza pista da sci al coperto più grande del mondo, misura 400 metri utilizza 6000 tonnellate di neve. Ski Dubai resort è la prima pista da sci al coperto degli Emirati Arabi Uniti ad essere aperta, e ne sono previste altre. Tutte le attrezzature, tranne guanti e cappello, sono forniti: sci/snowboard, tute da neve, scarponi e calze sono inclusi nel prezzo (le calze sono usa e getta). Il negozio di sci adiacente vende attrezzatura, guanti inclusi. Anche una pista da sci a Ra's al Khaymah è in lavorazione.

I viaggi "safari nel deserto" possono essere un'esperienza divertente per i turisti. Possono essere prenotati in anticipo, ma spesso possono essere prenotati fino al giorno prima, e la maggior parte degli addetti alla reception dell'hotel può organizzare il tutto. I viaggi iniziano normalmente nel tardo pomeriggio e terminano a tarda sera. Sarete presi in hotel e guidati nel deserto in un veicolo 4x4. La maggior parte dei pacchetti include una corsa al cuore sulle dune, un breve giro in cammello, un buffet arabo e una danzatrice del ventre. Un'altra opzione sarebbe quella di noleggiare/acquistare un 4x4 e unirsi ai molti club 4x4 in crescita negli Emirati Arabi Uniti: ad4x4, uaeoffroareds, emarat4x4, ecc. Offrono un'esperienza di apprendimento gratuita per tutti i nuovi arrivati con in programma viaggi settimanali per soddisfare tutti i livelli di abilità di guida. Alcuni di loro hanno oltre 2.000 membri di molte nazionalità.

Opportunità di studio[modifica]

University City, Sharja

Per il Times Higher Education (THE) e le classifiche QS World University nel 2019, le università con il punteggio più alto negli Emirati Arabi Uniti sono:

  1. Università di Khalifa
  2. Università degli Emirati Arabi Uniti
  3. Università americana a Sharjah
  4. American University in Dubai
  5. Università di Sharjah
  6. Università di Abu Dhabi
  7. Università di Zayed
  8. Università di Ajman

Gli Emirati Arabi Uniti hanno università sponsorizzate dal governo che sono limitate solo ai suoi cittadini o agli stranieri che ottengono risultati elevati. Le quattro università sponsorizzate dal governo locale sono la Khalifa University, l'Università degli Emirati Arabi Uniti ad Al Ain, la Higher College of Technology con vari campus negli Emirati Arabi Uniti e la Zayed University con campus a Dubai e Abu Dhabi.

Oltre alle università locali, gli Emirati Arabi Uniti ospitano anche filiali di diverse famose università americane ed europee. Queste sono concentrate principalmente nelle città di Dubai e Abu Dhabi. Esempi di università globali con campus negli Emirati Arabi Uniti includono la New York University Abu Dhabi, la Parigi-Sorbona Abu Dhabi, la London Business School, il Royal College of Surgeons in Irlanda e l'Università di Exeter.

Opportunità di lavoro[modifica]

Avrete bisogno di un visto di lavoro per poter lavorare negli Emirati Arabi Uniti e riceverne uno richiede una società o uno sponsor locale per fare domanda per il vostro conto. Sono inoltre disponibili programmi di visto di 10, 5 e 6 mesi per investitori, imprenditori e studenti. Il portale online ufficiale del governo ha tutti i dettagli per richiedere visti o visti a lungo termine.

A investitori qualificati, imprenditori, talenti professionali, ricercatori in vari campi della scienza e della conoscenza e studenti viene offerto uno schema di residenza permanente chiamato Gold card.

Ottenere la cittadinanza degli Emirati Arabi Uniti è possibile solo per le donne straniere che sono sposate con uomini degli Emirati (ma non per gli uomini stranieri sposati con donne degli Emirati), ma è quasi impossibile per gli altri stranieri. Una donna straniera deve essere sposata per 7 anni con almeno un figlio o 10 anni senza figli per avere diritto alla cittadinanza. La cittadinanza può anche essere concessa da un decreto del presidente se una persona ha realizzato risultati straordinari per il paese.

Valuta e acquisti[modifica]

La valuta degli Emirati Arabi Uniti è il dirham ("AED" - sigla locale "Dhs"), agganciato al dollaro e suddiviso in cento fils. Circola in banconote di 5, 10, 20, 50, 100, 200, 500 e 1,000 dirhams. Le monete sono in pezzi da 1 dirham e 25, 50 fils. Molto rari in circolazione i pezzi più piccoli da 5 e 10 fils.

Qui di seguito i link per conoscere l'attuale cambio con le principali monete mondiali:

(EN) Con Google Finance: AUD CAD CHF EUR GBP HKD JPY USD
Con Yahoo! Finance: AUD CAD CHF EUR GBP HKD JPY USD
(EN) Con XE.com: AUD CAD CHF EUR GBP HKD JPY USD
(EN) Con OANDA.com: AUD CAD CHF EUR GBP HKD JPY USD

I travellers cheques possono essere cambiati facilmente e le carte di credito sono accettate ovunque. Le macchine ATM sono diffuse capillarmente e accettano tutti i circuiti internazionali.

Se pagate con una carta di credito estera, la maggior parte dei commercianti tenterà di applicare una conversione di valuta dinamica, addebitando una percentuale superiore del costo della conversione dell'emittente. Il terminale della carta di credito offrirà la scelta se accettare o meno la conversione. Il commerciante non ti chiederà ciò e sceglierà di accettare la conversione. Se prestate attenzione, potete intervenire e chiedere la risposta "No". Se chiedete in anticipo, alcuni commercianti non avranno idea di cosa intendete, ma molti lo faranno.

I supermercati offrono un vasto assortimento di prodotti dall'Europa e dagli Stati Uniti, a seconda del negozio, insieme a articoli locali e regionali. Le principali catene internazionali come Ikea, Carrefour e Géant sono presenti e le catene di fast-food come McDonald's e KFC operano ampiamente. D'altro canto, ci sono ancora alcuni suq tradizionali pieni di prodotti provenienti da tutto il mondo e negozi di tappeti. Questi possono essere difficili da trovare per il viaggiatore medio, poiché i centri commerciali tendono a guadagnare una straordinaria quantità di attenzione. I suq sono di solito presenti nei vecchi quartieri storici delle città, che di solito sono le aree più affollate e anche quelle più interessanti dal punto di vista culturale.

Le materie prime di base sono meno costose rispetto alla maggior parte dei paesi occidentali, anche se ciò sta cambiando rapidamente (Dubai è salita in classifica per essere la 25esima città più costosa in cui vivere; Abu Dhabi è molto vicina).

A tavola[modifica]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi: Tematica:Cucina del Medioriente.

La cucina tradizionale degli Emirati Arabi Uniti è la cucina degli Emirati e dell'Arabia orientale, tuttavia il paese offre anche una cucina globale. Le oltre 165 nazionalità residenti negli Emirati hanno reso il paese una destinazione che offre e si rivolge a tutte le cucine o cibo religioso conforme a tutti.

A Dubai è possibile soddisfare qualsiasi capriccio culinario passi in mente, un po' meno ad Abu Dhabi. È anche più facile sbattere il naso in ristoranti salatissimi mentre quelli più abbordabili richiedono una qualche ricerca. In genere i ristoranti meno costosi sono quelli specializzati in cucina araba, naturalmente molto speziata. I cibi più popolari sono lo shawarma (Kebab) e hummus accompagnati dal khubz, pane sottile senza lievito.

Cucina araba orientale[modifica]

Il Lugaimat

La cucina araba orientale costituisce il principale cibo tradizionale negli Emirati Arabi Uniti. La cucina degli Emirati viene campionata e ampiamente commercializzata come cibo tradizionale dello stato. Tuttavia, la cucina tradizionale è in qualche modo difficile da trovare a causa della presenza minoritaria degli Emiratini nel proprio paese. Il ristorante Al Fanar è famoso e un comune ristorante in stile Emiratino che è stato istituito per offrire cibo e atmosfera per gli stranieri che desiderano sperimentare il cibo tradizionale del paese. Il cibo degli Emirati è comunemente composto di piatti di riso profumato conditi con agnello, carne di cammello, pollo o pesce che è stato arrostito lentamente in una fossa. Se avete amici degli Emirati, il fatto d'essere invitati a casa loro sarebbe generalmente la migliore possibilità di assaggiare la cucina locale. Il caffè arabo con latte di cammello e datteri costituiscono l'alimento base su cui gli Emiratini hanno vissuto per generazioni. Il latte di cammello è ampiamente disponibile nei supermercati ed è uno spettacolo comune da vedere in un negozio di alimentari. Ci sono anche sapori di cioccolato, vaniglia e latte di cammello alla fragola. Si trovano comunemente frappè al latte di cammello o al gusto di dattero. Disponibile anche cioccolato al latte di cammello. Gli Emirati Arabi Uniti hanno creato aziende che usano il latte di cammello e la carne di cammello come principale alternativa alla normale carne di pollo, agnello e mucca che sono comunemente disponibili in tutto il mondo. Un altro famoso dessert degli Emirati è Luguaimat (chiamato Luqaimat in arabo standard). Il dessert è ampiamente disponibile e offerto in quasi tutti i raduni ed è venduto anche in molti ristoranti e punti vendita. Il Ramadan è un ottimo momento per essere invitati a casa e provare molti dei loro cibi tradizionali.

Cucina globale[modifica]

Una fantastica grigliata di cucina araba. In senso orario dall'alto: agnello kofta, pollo shish taouk, manzo shish kebab, pilaf (riso arabo), verdure.

Abu Dhabi e Dubai e, in misura minore, Sharja, Ajman, Umm Al Quwain, Ras Al Khaimah e Fujairah offrono tutti una vasta gamma di cibi delle principali cucine del mondo. Secondo gli standard occidentali, i ristoranti sono abbastanza abbordabili, sebbene sia facile trovare anche cibi estremamente costosi. La maggior parte dei ristoranti di fascia alta si trovano negli hotel. Anche la cucina del sud est asiatico come i ristoranti indiani e pakistani sono ampiamente disponibili e si possono trovare in ogni angolo. Sono inoltre disponibili cucina araba libanese, siriana e giordana. La cucina persiana è orgogliosamente commercializzata in tutto il paese a causa della vicinanza dell'Iran. I ristoranti persiani presentano con orgoglio l'atmosfera persiana; sia lo stile persiano islamico, quello dell'Impero persiano, sia l'atmosfera iraniana dell'Iran con immagini dello Shah e la bandiera iraniana che adorna il ristorante a seconda della fedeltà del proprietario iraniano. L'Iranian Club a Dubai si rivolge con orgoglio agli iraniani ed è finanziato dal governo iraniano ed è gestito dalla comunità iraniana a Dubai. Se avete un amico iraniano è un'ottima occasione per essere invitati a provare la cucina persiana. Poiché gli Emirati Arabi Uniti sono la sede delle principali comunità mediorientali, del sud-est asiatico e occidentali, si può dire che esiste quasi ogni cucina in tutto il paese. I ristoranti sudafricani, nigeriani ed etiopi sono pochi ma sono ancora presenti. Anche i ristoranti cinesi stanno aumentando di numero a causa della crescente comunità cinese nel paese. C'è anche un famoso ristorante nordcoreano a Dubai. Tutti i tipi di cucina africana, cinese, giapponese, coreana, europea e americana sono tutti ampiamente disponibili. Trovare una catena di ristoranti preferita non dovrebbe essere un problema. Ci sono anche molte catene locali e start-up aziendali che offrono diversi tipi di cibo che potreste non aver sperimentato. Il maiale è anche disponibile e viene venduto nei supermercati, anche se in una posizione specificatamente contrassegnata "Per i non musulmani".

Ristoranti[modifica]

Ai turisti di Dubai viene presentato il cibo degli Emirati e viene loro insegnata l'etichetta alimentare.

Le famose catene di ristoranti hanno stabilito delle filiali nel paese. I ristoranti degli chef più famosi del mondo come Gordon Ramsey, Gary Rhodes, Guy Fieri, Nobuyuki Matsuhisa e Salt Bae gestiscono ristoranti nel paese. In effetti, alcuni degli chef di fama mondiale, come Salt Bae, il cui ristorante principale e base operativa sono a Dubai come il ristorante Nusr-Et di Salt Bae nel Four Season Hotel di Jumeriah (visitato da Lionel Messi e Cristiano Ronaldo, tra gli altri). Altre catene alimentari internazionali come la Cheesecake Factory, Texas Fried Chicken, Red Lobster, PF Chang's, Chili's e molte altre ancora operano in tutto il paese. Anche il fast food è comune, con molte catene come McDonald's, KFC, Burger King, Popeye's, Hardee's e Wendy's si trovano quasi ovunque. La principale catena di gelati è Baskin Robbins, ma sono disponibili altri marchi di gelati come Cold Stone Creamery, Marbles Lab, Moishi e Amorino. Anche le filiali locali di gelato e altri dessert sono comuni. Anche i ristoranti pakistani e indiani sono molto comuni. Il cibo dell'Asia meridionale negli Emirati Arabi Uniti è più autentico del cibo trovato in Europa o altrove a causa della vicinanza dell'India e del Pakistan agli Emirati. Indiani, pakistani, malayali, malabaris e srilankesi si trovano ovunque e formano la maggioranza della popolazione degli Emirati. Gli Emirati Arabi Uniti sono una destinazione preferita per i keraliti al di fuori del Kerala e in tutti gli Emirati si trovano veri e propri ristoranti asiatici orientali.

Dieta religiosa[modifica]

Tutto il cibo negli Emirati Arabi Uniti è halal. Anche il cibo kosher è sempre più disponibile. Sono anche disponibili aziende e ristoranti come Kosher Arabia ed Eli's Kosher Kitchen, che è supervisionato dal rabbino capo degli Emirati Arabi Uniti Yehuda Sarna. I ristoranti vegetariani sono anche ampiamente disponibili a causa della maggiore presenza di indù nel paese. Trovare la vostra cucina locale o preferita o religiosamente conforme non dovrebbe essere un problema.

Bevande[modifica]

Bar della hall Fast Track presso il Radisson Blu Hotel nella capitale Abu Dhabi.

L'alcol è ampiamente disponibile in molti ristoranti e bar in tutti gli emirati ad eccezione di Sharja. Esiste un obbligo legale ma ampiamente trascurato di disporre di una licenza per acquistare alcolici nei negozi di liquori (ma ce ne sono pochi). La licenza per l'alcol è la prova che il venditore è un non musulmano. Un passaporto non sarà sufficiente. Tuttavia, è possibile acquistare alcolici in franchigia all'aeroporto da portare negli Emirati Arabi Uniti. Nell'emirato di Sharja l'alcol è completamente vietato. È richiesta una licenza per l'alcool negli Emirati di Dubai, Abu Dhabi e Ajman; i restanti emirati di Ras Al Khaimah, Fujairah e Umm al Quwain non richiedono alcun tipo di licenza. Il requisito è talvolta trascurato in alcuni negozi.

A Dubai è consentito consumare bevande alcoliche negli alberghi e nei locali pubblici mentre ad Abu Dhabi vige una qualche restrizione ma in genere si chiude un occhio con i turisti occidentali. A Sharja invece le regole sono ferree e non si chiude nessun occhio. Nel mese di Ramadan è fatto divieto assoluto di bere e mangiare (anche fumare) in luoghi pubblici con pene severe. Di notte le cose cambiano e si può consumare anche alcool ma solo a Dubai ed Abu Dhabi. Da notare che durante il Ramadan è proibito suonar musica nei locali notturni. Le norme valgono anche in occasione di altre feste religiose che ricorrono nel calendario musulmano.

Bere e mettersi poi al volante è una pessima idea perché in caso di incidente si sarà sottoposti al test e se verrà rivelata una sola goccia di alcol nel sangue si finirà dritti in guardina con a carico le imputazioni della responsabilità civile e penale dell'incidente.

Infrastrutture turistiche[modifica]

Interni del Burj al Arab

Molti degli alberghi del paese sono eccezionali e naturalmente super salati. Alcuni alberghi sono classificati come "7 stelle", una categoria che trova riscontro solo in Italia a Milano e Venezia. Tra gli alberghi di lusso spicca il "Burj al-Arab" (La torre degli Arabi) di Dubai, un grattacielo di 321 m. a forma di vela la cui realizzazione fu affidata al gruppo britannico di consulenza ingegneristica Atkins. È considerato l'albergo più caro del mondo e solo per visitarlo bisogna sborsare 75 $.

Le tariffe degli hotel non sono economiche: mancano le camere disponibili, specialmente a Dubai e Abu Dhabi, che spesso mantengono gli hotel al di sopra del 90%. Numerosi nuovi hotel dovrebbero essere aperti nei prossimi cinque o dieci anni, ma poiché il turismo è in aumento, è improbabile che i prezzi scendano. Anche tutte le aree turistiche tendono ad essere piuttosto costose. Gli affitti a Dubai stanno iniziando a competere con città come Parigi o Londra, e altri prezzi tendono a seguire. Alcuni posti hanno alloggi condivisi disponibili e sono abbastanza ragionevoli.

La vita notturna è evidente nelle principali città come Dubai. Rispetto ad alcuni paesi dove si chiude dopo le 17:00 o le 19:00, la vita notturna degli Emirati Arabi Uniti continua in tutto il territorio (tranne forse in piccoli villaggi o città). Lampioni, edifici e luci in tutto il paese continuano a illuminare la notte. La maggior parte dei ristoranti, negozi al dettaglio, centri commerciali e servizi continuano a funzionare fino alle 22:00 circa durante i giorni feriali e talvolta alle 12:00 durante i fine settimana.

Le infrastrutture negli Emirati Arabi Uniti sono moderne e ben sviluppate. La maggior parte degli edifici sono nuovi di zecca. I segnali stradali possono essere trovati ovunque e sono bilingue arabe e inglesi. Le palme da dattero sono l'albero simbolico del paese e si possono vedere in quasi tutte le strade. Il paese è abbastanza nuovo, quindi molte cose cambiano rapidamente e nuovi edifici spuntano dal nulla.

Eventi e feste[modifica]

Essendo un paese musulmano il week end negli Emirati comprende i giorni di venerdì e sabato mentre la domenica è giorno feriale; per molti, giovedì può essere una mezza giornata (anche se il più delle volte si lavora tutto il giorno del sabato). In quasi tutte le città, le attività commerciali vengono sospese il venerdì mattina, ma dopo la preghiera di mezzogiorno nelle moschee la maggior parte delle attività commerciali aprono e le serate del venerdì possono essere affollate.

La principale eccezione agli orari abituali avviene durante il mese di digiuno del Ramadan, quando il ritmo della vita cambia drasticamente. I ristoranti (fuori dagli hotel turistici) rimangono chiusi durante le ore diurne e la maggior parte degli uffici e dei negozi aprono la mattina dalle 8:00 alle 14:00 circa, di solito chiudono nel pomeriggio. Dopo il tramonto, le persone si riuniscono per rompere il digiuno con un pasto noto come iftar, spesso tenuto in tende all'aperto (non insolitamente climatizzate), che tradizionalmente inizia con datteri e una bevanda dolce. Alcuni uffici riaprono dopo le 20:00 circa e rimangono aperti anche dopo mezzanotte, poiché molte persone restano alzate fino a tardi. Poco prima dell'alba, viene consumato un pasto chiamato sohoor, quindi il ciclo si ripete nuovamente.

Festività nazionali[modifica]

Data Festività Note
1 gennaio Capodanno Festività internazionale
30 novembreGiorno della commemorazione Commemora la data del primo soldato emiratino caduto
2 dicembreGiorno della nazione La data di nascita degli Emirati Arabi Uniti
1 muharram Ras as-Sana Festività musulmana che segna l'inizio del nuovo anno islamico
12 rabi' al-awwal Mawlid Festività musulmana che segna la nascita del profeta Maometto
1 shawwal Id al-fitr Festività musulmana che segna la fine del Ramadan
10 dhul-hijja Id Al Adha Festività musulmana del sacrificio o del montone detta anche Tabaski o Id El Kabir (grande festa)


Sicurezza[modifica]

La polizia di Dubai utilizza una flotta di supercar. Le pattuglie di polizia si trovano in zone turistiche e consentono ai turisti di fare foto con gli ufficiali.

Gli Emirati Arabi Uniti sono eccezionalmente sicuri. Il paese è considerato uno dei luoghi più sicuri in cui vivere. Abu Dhabi è classificata come la città più sicura al mondo nel 2019, mentre Dubai è stata classificata come la sesta città più sicura al mondo. I visitatori dovrebbero essere meno preoccupati per i crimini, rispetto alle dure forze dell'ordine.

L'omosessualità è un crimine che può comportare la pena di morte (sebbene non sia mai stata applicata nella storia del paese), quindi i turisti gay e lesbiche dovrebbero essere discreti. Lae manifestazioni pubbliche d'affetto di persone dello stesso sesso è illegale e punibile con la multa o la prigione. Anche il sesso al di fuori del matrimonio è illegale ma non viene applicato a meno che non comporti una gravidanza. Il sesso pubblico, la nudità e qualsiasi forma di attività sessuale condotta in pubblico è illegale. Si consiglia cautela.

La legge dà facoltà agli ufficiali doganali di controllare il tasso alcolico nel sangue in persone sospette di etilismo o di versare in stato di ebbrezza. Nel caso in cui il test risultasse positivo si finirà direttamente in cella per cui è raccomandato non prendere sbornie prima di partire. Ad una turista inglese che alla dogana aveva candidamente dichiarato di aver bevuto un calice di vino offerto dalla compagina aerea, la turista è stata sottoposta al controllo del sangue e finita in carcere con la figlia.
Oltre a testare il sangue, probabilmente controlleranno gli effetti personali. Le persone sono state incarcerate per possesso per aver trovato microscopici granelli di droga con apparecchiature altamente sensibili.

Ci sono un paio di cose che dovreste conoscere riguardo alle leggi sulla droga negli Emirati Arabi Uniti. Alcuni antidolorifici comuni nei paesi occidentali sono considerati narcotici illegali negli Emirati Arabi Uniti come la codeina. Non portare nessun farmaco che lo contenga a meno che non abbiate una copia della prescrizione medica o potreste incappare in problemi se non nella detenzione. Al contrario, gli antibiotici sono disponibili gratuitamente al banco nelle farmacie. Se ricevete una prescrizione per farmaci controllati negli Emirati Arabi Uniti, come alcuni antidolorifici e antidepressivi, assicuratevi di conservare la copia della prescrizione medica.

Secondo le leggi sulla criminalità informatica se una persona fa dichiarazioni diffamatorie su qualcuno negli Emirati Arabi Uniti sui social media, anche se dopo un certo numero di anni si può essere incarcerati o multati.

Un altro motivo di preoccupazione è l'elevato tasso di incidenti automobilistici: oltre alla dovuta attenzione durante la guida di un veicolo, anche attraversare la strada a piedi può essere abbastanza pericoloso.

Situazione sanitaria[modifica]

L'assistenza medica generale a Dubai, Abu Dhabi e Sharja è abbastanza buona, con cliniche per cure generali e specialistiche ampiamente disponibili, tra cui alcune che sono aperte 24 ore. Gli ospedali nei principali centri sono ben attrezzati per far fronte a qualsiasi emergenza medica. Esiste un sistema di ambulanze in tutti i principali centri abitati; tuttavia, la copertura può essere irregolare nelle aree più remote. Le ambulanze sono progettate per il trasporto piuttosto che fornire assistenza come primo soccorso, quindi non aspettatevi cure in loco di altissimo livello.

È preferibile sottoscrivere una polizza da viaggio che assicuri il rimborso delle spese eventualmente sostenute nel malaugurato caso di degenza in un ospedale del posto.

La malaria è stata completamente debellata.

Il principale ospedale governativo di Abu Dhabi è abbastanza buono; così come la Sheikh Khalifa Medical City, ora gestita dalla Cleveland Clinic. A Dubai, gli ospedali governativi sono l'ospedale Rashid, che ha un nuovo Trauma Centre e Dubai Hospital che sono molto buoni. Welcare Hospital International Modern Hospital American Hospital Zulekha Hospital NMC Hospital e Belhoul Hospital nel settore privato hanno tutti una buona reputazione. A Sharja, l'ospedale kuwaitiano (del governo) accetta espatriati. Gli ospedali privati di Sharja sono l'ospedale Zahra, l'ospedale Zulekha e l'ospedale privato centrale. I prezzi, compresa l'assistenza sanitaria, sono generalmente più economici a Sharja e sebbene tutti gli ospedali soddisfino gli standard del Ministero della Salute, l'ospedale privato centrale e gli ospedali Zulekha sono considerati più convenienti. Al Ain è servita da moderni ospedali e centri di cura: il Tawam Hospital, ora gestito da John Hopkins, e ospita la Facoltà di Medicina e Scienze della Salute degli Emirati Arabi Uniti; Al Ain Hospital (chiamato anche Al Jimi Hospital essendo nel distretto di Al Jimi), ora gestito dalla Vienna Medical University; e l'Ospedale Oasis privato, precedentemente noto come Kennedy Hospital, che fu fondato e gestito da missionari cristiani e che fu il primo ospedale della città.

L'acqua è sicura da bere, anche se la maggior parte delle persone preferisce l'acqua in bottiglia per il suo gusto. Il cibo è pulito e nella maggior parte dei ristoranti è servito secondo gli standard occidentali, in particolare nelle zone turistiche; tuttavia, l'igiene può essere un problema in alcune strutture esterne, in particolare le bancarelle lungo la strada. Detto questo, può accadere un'intossicazione alimentare, quindi usate il buon senso!

Il caldo in estate può raggiungere i 50 °C, quindi evitate l'attività all'aperto durante le ore principali del giorno e fate attenzione ai segni del colpo di calore. Assicuratevi di bere molta acqua poiché la disidratazione si verifica facilmente con tale calore. Se viaggiate fuori strada (la maggior parte del paese è deserto), assicuratevi di trasportare acqua sufficiente per consentirvi di camminare sulla strada se i veicoli si impantanano.

Sebbene gli Emirati Arabi Uniti siano un po' più accomodanti per i viaggiatori con disabilità rispetto ad altri paesi del Medio Oriente, è comunque un paese difficile per chi è sulla sedia a rotelle. I cordoli sono alti e ci sono poche rampe o altre sistemazioni. Ciò include una mancanza quasi completa di bagni per disabili.

Rispettare le usanze[modifica]

Ramadan
Il Ramadan è il nono e più sacro mese del calendario islamico e dura 29-30 giorni. I musulmani digiunano ogni giorno lungo la sua durata e la maggior parte dei ristoranti resterà chiusa fino al crepuscolo. Niente (compresa l'acqua e sigarette) dovrebbe passare attraverso le labbra dall'alba al tramonto. Gli stranieri, i viaggiatori, ed altri sono esenti da questo, ma dovrebbero comunque astenersi dal mangiare o bere in pubblico in quanto questo è considerato molto maleducato. Le ore di lavoro diminuiscono anche nel mondo aziendale. Le date esatte del Ramadan dipendono da osservazioni astronomiche locali e possono variare da Paese a Paese. Il Ramadan si conclude con la festa di Eid al-Fitr, che può durare diversi giorni, di solito tre nella maggior parte dei Paesi.
  • 24 aprile – 23 maggio 2020 (1441 AH)
  • 13 aprile – 12 maggio 2021 (1442 AH)
  • 2 aprile – 1 maggio 2022 (1443 AH)
  • 23 marzo – 20 aprile 2023 (1444 AH)
  • 11 marzo – 9 aprile 2024 (1445 AH)

Se avete in programma di viaggiare in Emirati Arabi Uniti durante il Ramadan, prendere in considerazione la lettura dell'articolo Viaggiare durante il Ramadan.

Uomini degli Emirati che indossano abiti tradizionali e si esibiscono in una danza delle armi chiamata Razfah.

Gli emiratini sono persone orgogliose ma accoglienti e, quando non sono in auto, sono generalmente estremamente civili e amichevoli. Come la maggior parte dei popoli del mondo, accolgono i visitatori che sono disposti a mostrare un certo rispetto e possono essere estremamente generosi. (Alcuni espatriati e visitatori non capiscono che mostrare un certo abbigliamento poco consono può essere abbastanza offensivo per alcune persone, anche se nulla viene detto.) La loro cultura è unica e può essere altamente conservatrice, ma nel complesso sono abbastanza in sintonia con i modi, i costumi e le maniere del mondo.

Gli uomini locali di solito indossano un Kandoura, una lunga veste (tipicamente bianca) e un ghutra, un copricapo a quadretti rossi o bianco. Le donne locali indossano un abito nero simile ad un abito (abaya) e una sciarpa nera (shayla).

Gli Emirati Arabi Uniti sono più conservatori della maggior parte delle società occidentali, sebbene non tanto quanto alcuni i vicini. I viaggiatori devono essere consapevoli e rispettare gli aspetti più tradizionali in quanto vi sono dei comportamenti tipici dell'Occidente (ad esempio, fare "gesti maleducati e offensivi") che comporteranno l'arresto. D'altra parte, i viaggiatori occidentali troveranno la maggior parte del paese abbastanza confortevole.

Sebbene le donne non siano legalmente obbligate a indossare l'hijab, le mode discinte come canottiere e pantaloncini sono scoraggiate. Hijab e abiti modesti sono necessari per visitare moschee o siti religiosi. Alcune moschee come la moschea Sheikh Zayed di Abu Dhabi offrono abbigliamento modesto per i turisti che visitano il sito. Gonne corte e pantaloncini sono accettabili, anche se potresti incorrere in problemi. Tuttavia, ci sono alcune zone turistiche o dominate dagli espatriati in cui è possibile vedere anche abiti "provocatori", anche se non necessariamente rispettati. Bikini e altri tipi di costumi da bagno possono essere indossati solo in questi luoghi. Questi includono molte aree dell'Emirato di Dubai e, ad esempio, le stazioni balneari di Ajman o Fujairah. La nudità pubblica è severamente vietata ed è considerata un crimine. Sharja è il più conservatore degli Emirati con leggi sulla decenza pubblica (cioè, vietando vestiti eccessivi o alcuni tipi di abbigliamento da spiaggia), ma pochi di essi vengono applicati (anche se dipende). Un'idea ancora migliore sarebbe quella di non farsi vedere per niente su una spiaggia pubblica e servirsi solo di quella prospiciente un albergo della costa.

Gli Emirati non sono tolleranti con i gay e l'attività omosessuale consensuale è potenzialmente soggetta alla pena di morte (sebbene non sia mai stata eseguita nella storia del Paese). Tuttavia, la discrezione è la chiave. Esibizioni pubbliche d'affetto sono considerate scortesi o maleducate dalla popolazione. D'altra parte, non è raro che gli uomini o le donne mostrino affetto fisico ma non tra uomini e donne; gli uomini si baciano spesso l'un l'altro come saluto e le donne si salutano con un bacio sulla guancia e possono tenersi per mano o unire le braccia.

Comportamenti durante i pasti[modifica]

Un Majlis degli Emirati. Uno maestoso può essere molto più grande a seconda dell'evento o di chi è invitato.

In pubblico, è necessario rispettare l'etichetta generale globale e prevalentemente occidentale. Se siete invitati a casa di un emiratino per mangiare, dipende da quanto sia tradizionale la famiglia. Potrebbe essere chiesto di sedervi per terra, mangiare con le mani o condividere lo stesso piatto con tutti. Non è raro che gli emiratini presentino una porzione in un unico grande piatto, e tutti si siedono attorno e mangiano con le mani. La cosa fondamentale da ricordare quando lo fate è usare solo la mano destra, poiché la mano sinistra è tradizionalmente riservata alla gestione di cose sporche. Essere invitati a spezzare il pane o condividere un piatto è considerato un grande segno di rispetto e affetto. I giovani emiratini sono tuttavia molto comprensivi se scegliete di avere il vostro piatto o mangiare con le posate, e alcuni non aderiscono nemmeno alle modalità tradizionali come mangiare per terra. Un'etichetta più moderna è quella di sedersi a terra con tutti coloro che hanno il proprio piatto, cucchiaio, forchetta e coltello o chiedendo educatamente a qualcuno accanto di passarvi il cibo lontano. Non alzatevi e non tentate di spostarvi nel luogo in cui viene inserito un determinato tipo di cibo.

Se siete invitati a un Majlis (un raduno tradizionale e comunemente di soli uomini o sole donne), vi verrà presentato con datteri e caffè arabo (chiamato Gahwa). Il Majlis è una grande stanza o una tenda con posti dove sedersi dove le persone parlano e conversano. Una persona ruoterà attorno ai maljlis e offrirà datteri, dessert o caffè arabo. Se mangiate datteri, ricordate di prenderle in numeri dispari (1 o 3, ecc.). Prendere i datteri in numeri pari non è un problema, ma è preferibile prenderli in numeri dispari per aderire alla cultura araba. Se vi viene presentato il caffè arabo, la persona che ruota per versare il caffè continuerà a versarvi il caffè fino a quando non agitate la tazza. Questo indica che non volete più caffè e lui vi prenderà la tazza. In un'ambientazione tradizionale, se state entrando in una Majlis vi verrà richiesto di spostarvi sulla sedia più vicina alla vostra destra e stringere la mano alla persona all'inizio fino a quando non stringete la mano a tutti. Se siete seduti su una sedia e qualcuno viene a salutarvi, vi verrà richiesto di alzarvi e stringere la mano a prima di sedervi. Se c'è uno sceicco nel Majlis, è consuetudine salutarlo prima di tornare indietro e stringere la mano a tutti gli altri. Uomini arabi della stessa tribù eseguono un bacio sul naso (chiamato anche bacio eschimese). Può anche essere eseguito da amici intimi. In una Majlis non tradizionale, non è consuetudine fare nulla del genere e semplicemente entrare e scherzare con i vostri amici va benissimo.

Se vi viene presentato del cibo in una casa emiratina, è consuetudine mangiare. È considerato irrispettoso se non mangiate nulla. Se siete pieni, mangiate piccole quantità è meglio che rifiutare del tutto il cibo. Vi verrà presentato un sacco di cibo per pranzo o cena, poiché gli emiratini considerano la generosità una virtù e mancherete di rispetto se non mangiate o toccate il cibo che vi presentano.

Come restare in contatto[modifica]

Poste[modifica]

Un francobollo postale di Abu Dhabi del 1967.

Gli Emirati Arabi Uniti hanno un sistema postale abbastanza efficiente gestito dal Gruppo Emirates Post. Ci sono dozzine di uffici postali sparsi nelle principali città. Costa 4,50 dirham a tariffe standard per inviare una lettera del peso di 29-30 gr (1 oz) a livello locale e tra gli emirati all'interno del paese; 5 dirham verso i vicini stati del Golfo (Arabia Saudita, Kuwait, Oman, Bahrein); 9 dirham attraverso il golfo verso l'Iran; e da 11 a 13 dirham nella maggior parte degli altri paesi. L'invio a zone di conflitto nelle vicinanze (Iraq, Siria, Yemen) può essere inviato solo con la tariffa premium a partire da 165 dirham. L'invio di pacchi può essere costoso, contando per chilogrammo e per distanza. Un elenco completo delle tariffe e delle filiali è disponibile sul sito Web del gruppo Emirates Post.

Tutta la posta inviata all'interno e verso il paese viene inviata solo alle caselle postali senza CAP o codici postali. Pertanto, l'indirizzo deve essere formulato come segue:

Nome del ricevente
Nome della società o dell'organizzazione, se pertinente
Casella postale xxxx
NOME DELL'EMIRATO
PAESE IN CASO DI SPEDIZIONE PER L'ESTERNO

Ad esempio:

John Doe
Raffles World Academy
Casella postale 122900
DUBAI
EMIRATI ARABI UNITI

Se si invia tramite corriere privato (DHL, FedEx, UPS, ecc.) A un indirizzo fisico assicurarsi di confermare l'indirizzo di consegna con il destinatario e fornire il numero di telefono del destinatario sul pacco in modo che l'autista della consegna possa chiamare per chiarire la posizione, se necessario come gli indirizzi fisici sono vaghi e incoerenti. Ad esempio:

John Doe
Raffles World Academy
Al Marcup Street, Umm Suqeim 3
Jumera 3
DUBAI
EMIRATI ARABI UNITI

Molti espatriati che lavorano negli Emirati Arabi Uniti in genere utilizzano la casella postale del loro datore di lavoro per ricevere la posta personale. Tuttavia, non esiste un concetto di "privacy" e la posta può essere aperta dal datore di lavoro, soprattutto dopo che il dipendente ha lasciato l'azienda. Pertanto, si raccomanda a chiunque rimanga a lungo termine di stabilire il proprio indirizzo postale piuttosto che ricevere posta personale tramite il proprio datore di lavoro.

Telefonia[modifica]

Prefissi telefonici

Il prefisso internazionale del paese è +971 in riferimento al suo anno di indipendenza (1971)

  • 01 - è stato progettato per essere utilizzato dalla capitale pianificata "Al Karama", ma non è mai stato utilizzato.
  • 02 - Prefisso di Abu Dhabi
  • 03 - Prefisso di Al Ain
  • 04 - Prefisso di Dubai
  • 06 - Prefissi di Sharja, Ajman, Um Al Quwain
  • 07 - Prefisso di Ras Al Khaimah
  • 09 - Prefisso di Fujairah

Chiamando a livello internazionale, 971 + (il secondo numero del prefisso) seguito dal numero si chiama un telefono fisso specifico in quella zona.

Il prefisso del paese è 971. La rete di telefonia mobile utilizza la tecnologia GSM (come in Europa e in Africa) e l'utilizzo è molto diffuso. Il formato per la composizione è: +971 - # - ### ####, dove il primo "#" indica il prefisso. I prefissi chiave includono Dubai (4), Sharjah (6) e Abu Dhabi (2). Le chiamate ai telefoni cellulari utilizzano i prefissi dell'operatore: (50/56/58) per Etisalat e (55) per Du. Come altri paesi, quando si compone un numero locale, "00" viene utilizzato per accedere a un numero internazionale (e seguito dal prefisso internazionale) e "0" per accedere a un numero nazionale (seguito dal prefisso).

A partire da luglio 2019, le carte SIM prepagate gratuite - caricate con un tempo di conversazione di tre minuti, cinque SMS e 20MB di dati mobili - vengono consegnate ai turisti al loro arrivo in uno dei punti di ingresso degli Emirati Arabi Uniti secondo l'Autorità federale per l'identità e la cittadinanza (ICA) come iniziativa per accogliere i nuovi turisti.

Internet[modifica]

Gli internet café sono abbastanza comuni nelle città più grandi e la censura del web è a volte presente, ma raramente invadente. Tutti i siti Web nel dominio israeliano .il sono bloccati. Non si sa molto su come aggirare questo blocco per le persone che hanno bisogno di visitare i siti Web israeliani. I servizi di messaggistica istantanea e voice-over-IP come Skype a volte funzionano. L'operatore di telecomunicazioni di proprietà del governo blocca l'accesso a questi servizi a vari livelli. Il blocco non interrompe sempre le chiamate e può variare a seconda della rete utilizzata. Sembra anche essere in grado di bloccare le chiamate Skypeout mentre consente le chiamate Skype-Skype. Anche se i servizi non sono bloccati, la velocità di connessione può essere un problema. Molte persone usano un servizio VPN per aggirare le restrizioni locali di Internet.

Etisalat e Du forniscono entrambi connessioni Internet USB.

Altri progetti

Stati d'Asia
AsiaContour coloured.svg

bandiera Afghanistan · bandiera Arabia Saudita · bandiera Bahrain · bandiera Bangladesh · bandiera Bhutan · bandiera Birmania · bandiera Brunei · bandiera Cambogia · bandiera Cina · bandiera Corea del Nord · bandiera Corea del Sud · bandiera Emirati Arabi Uniti · bandiera Filippine · bandiera Giappone · bandiera Giordania · bandiera India · bandiera Indonesia · bandiera Iran · bandiera Iraq · bandiera Israele · bandiera Kirghizistan · bandiera Kuwait · bandiera Laos · bandiera Libano · bandiera Maldive · bandiera Malesia · bandiera Mongolia · Blank.pngbandieraBlank.png Nepal · bandiera Oman · bandiera Pakistan · bandiera Qatar · bandiera Singapore · bandiera Siria · bandiera Sri Lanka · bandiera Tagikistan · bandiera Thailandia · bandiera Timor Est · bandiera Turkmenistan · bandiera Uzbekistan · bandiera Vietnam · bandiera Yemen

Stati con riconoscimento limitato: bandiera Stato di Palestina · bandiera Taiwan

Stati solo fisicamente asiatici[1]: bandiera Armenia · bandiera Azerbaigian[2] · bandiera Cipro · bandiera Georgia[2] · bandiera Kazakistan · bandiera Russia · bandiera Turchia

Stati de facto indipendenti: bandiera Abcasia[2] · bandiera Artsakh · bandiera Cipro del Nord · bandiera Ossezia del Sud[2]

Dipendenze australiane: bandiera Isole Cocos e Keeling · bandiera Isola di Natale

Dipendenze britanniche: Regno UnitoRegno Unito (bandiera) Akrotiri e Dhekelia[3] · Flag of the British Indian Ocean Territory.svg Territorio britannico dell'Oceano Indiano

Stati parzialmente asiatici: bandiera Egitto (Sinai) · bandiera Grecia (Isole dell'Egeo settentrionale, Dodecaneso) · bandiera Russia (Russia asiatica) · bandiera Turchia (Turchia asiatica)

  1. Stati generalmente considerati europei sotto il profilo antropico
  2. 2,0 2,1 2,2 2,3 Stato considerato fisicamente interamente asiatico solo da alcune convenzioni geografiche
  3. Stato o dipendenza fisicamente asiatico ma generalmente considerato europeo sotto il profilo antropico