Scarica il file GPX di questo articolo

Guadalupa

Da Wikivoyage.
Guadalupa
Spiaggia di Basse-Terre
Localizzazione
Guadalupa - Localizzazione
Stemma e Bandiera
Guadalupa - Stemma
Guadalupa - Bandiera
Capitale
Governo
Valuta
Superficie
Abitanti
Lingua
Religione
Elettricità
Fuso orario
Sito web

Guadalupa è un dipartimento francese d'oltremare nei Caraibi, composto dall'omonima isola e altre minori.

Da sapere[modifica]

Guadalupa è situata tra Dominica a sud e Antigua a nord.

È costituita da due isole separate da uno stretto canale marino contornato da paludi e boschi di mangrovie, la "Rivière Salée".

La parte occidentale, nota come Basse-Terre è in gran parte occupata da un vulcano di 1467 m, "Grande Soufrière", i cui pendii sono coperti da una rigogliosa foresta pluviale.

La parte ad est della "Rivière Salée" è detta Grande-Terre. È una zona pianeggiante, con meno vegetazione per la minor frequenza di precipitazioni piovose e per il terreno dalla struttura carsica. Nonostante ciò i paesaggi di Grande-Terre sono ugualmente interessanti; i suoi litorali ospitano candidi arenili mentre quelli della controparte occidentale sono caratterizzati da spiagge dorate o nere.

Intorno Guadalupa stanno isole minori riportate di seguito:

  • Les Saintes — Gruppo di isolotti di cui soltanto due sono abitati
  • Marie-Galante — Altra isola a sud di Guadalupa dalla caratteristica forma rotondeggiante.
  • La Désirade — L'isola ad est di Guadalupa, a forma di galeone rovesciato che conta 1600 abitanti.

Quando andare[modifica]

L'alta stagione va da novembre a marzo, ma il tempo è buono fino ai primi di giugno, poi c'è il rischio di piogge forti o addirittura uragani. Le spiagge esposte agli alisei che spirano tutto l'anno da est sono ideali per gli appassionati di windsurf e kytesurf, meno per chi cerchi acqua cristallina e mare calmo. Le piogge notturne sono frequenti tutto l'anno più che in altre zone dei caraibi a causa dell'altitudine del vulcano Soufriére che intercetta le nuvole.

Cenni storici[modifica]

Cristoforo Colombo avvistò l'isola nel 1493 e la battezzò così in onore della Vergine di Guadalupe. I Caribi che vi erano stanziati la chiamavano Karukera che significa "Isola dalle belle acque".

Gli Spagnoli non si stabilirono mai nell'isola e furono i Francesi a iniziarne la colonizzazione nel 1625. Gli Inglesi occuparono l'isola per quattro anni dopo di che la restituirono ai loro rivali in forza del trattato di Parigi del 1763. La rivoluzione francese ebbe un riflesso a Guadalupa e molti dei latifondisti furono ghigliottinati durante il regno di terrore instaurato da Victor Hugues. La schiavitù fu abolita ma reintrodotta nel 1802.

Gli schiavi furono emancipati definitivamente nel 1848, dopo di che l'economia isolana fondata sulle piantagioni della canna da zucchero decadde per mancanza di manodopera. Tuttora Guadalupa ha un aspetto più dimesso rispetto a Martinica, l'altro possedimento francese nei Caraibi.

Lingue parlate[modifica]

Oltre al francese, lingua ufficiale, si parla il "patois", un dialetto creolo-francese.

Cultura e tradizioni[modifica]

Pur essendo una regione della Francia le tradizioni più radicate sono quelle africane. Il sincretismo religioso, già evidente tutto l'anno, si manifesta in maniera molto più spiccata nei riti della Pentecoste.


Territori e mete turistiche[modifica]

Centri urbani[modifica]

Basse-Terre

  • Basse-Terre — Sulla costa sud-occidental, è al capitale amministrativa Guadeloupe. Costituisce la base per escursioni ai vulcani "La Soufrière" e "La Citerne" nonché agli idilliaci laghetti e alle molte cascate dei dintorni. Da visitare il forte Delgrès e il mercato.
  • Capesterre-Belle-Eau — Un borgo agricolo di 20,000 abitanti sulla costa sud-orientale di Basse-Terre. Come indica il nome vi abbondano i ruscelli ma i suoi litorali sono spesso spazzati dai venti alisei.
  • Deshaies — Piccola città di pescatori nell'angolo nord-occidentale di Basseterre, dove si trovano alcuni ristoranti affacciati sul mare. Contornato da un litorale roccioso su cui si aprono piccole cale. Nei dintorni ci sono le migliori spiagge, tra cui Grande Anse, Anses Tillet e Anse de la Perle.
  • Pointe-Noire — Anticamente era la città del legno. Nelle vicinanze si può visitare il museo del Legno, della Vaniglia, del Cacao. La Plage de Ferry' e di Petite Anse.
  • Trois RivièresGrande Anse bellissima spiaggia di sabbia nera, con alte onde. Dal porto si può prendere la barca pere l'isola di Les Saintes.

Grande-Terre

  • Gosier — Un sobborgo di Pointe-à-Pitre oltre il quale stanno le spiagge più frequentate di Guadalupa.
  • Le Moule — Un villaggio sulla costa orientale battuta da venti impetuosi e per questo apprezzata dai surfisti, ma soltanto da loro.
  • Pointe-à-Pitre — Adagiata su una profonda baia della costa meridionale di Grande-Terre, Pointe-à-Pitre è il centro maggiore, molto vicino all'aeroporto internazionale di Le Raizet.
  • Saint-François — Il centro abitato più orientale, oltre questo ci sono una trentina di chilometri di spiagge da surfisti, tranne qualche stupenda baietta riparata dagli alisei (come Anse Tarare) dove si può trovare qualche nudista.

Altre destinazioni[modifica]

Basse-Terre, l'isola occidentale, è più famosa per lo spettacolare entroterra vulcanico che per il mare, ma ci sono molte spiagge che meritano una sosta nella zona nord-ovest tutte caratterizzate dalla foce di piccoli fiumi che dalla montagna si sono aperti la strada fino al mare. Più a sud le spiagge sono nere e non invogliano molto, ma a Malendure c'è la zona d'interesse naturalistico della "Réserve Cousteau", un parco marino che comprende l'isolotto "Ilet Pigeon".

A Grande-Terre le spiagge sono tutte libere, le più note di Guadalupa si trovano nel tratto di litorale meridionale tra Gosier e Saint François, immediatamente ad est di Pointe-à-Pitre. Con molta probabilità verrete catapultati da queste parti se appartenete a quella categoria di persone che hanno l'abitudine di sottoscrivere pacchetti di viaggio proposti dai Tour Operator nostrani. Molti gli alberghi, ma alcuni tratti di litorale sono completamente deserti.

Basse-Terre

  • Anse de la Perle — Spiaggia fronteggiata dall'isolotto di Kahouanee e racchiusa tra due promontori verdeggianti ha sabbia rosata.
  • Grande Anse — Spiaggia più grande e bella, come "Anse de la Perle" è ombreggiata da alte palme.
  • Parco nazionale di Guadalupa
  • Petit Anse — Spiaggia lunga non più di 100 metri merita una lunga sosta sia per i bagni che per lo snorkeling, molto bella.
  • Plage de Ferry — Spiaggia in una piccola baia simile a "Anse de la Perle" e "Grande Anse". Vi si può fare un po' di snorkeling.

Grande-Terre

  • Anse Accul (anche Anse Caravelle) — Spiaggia molto bella che vanta un Club Med.
  • Anse Tabarin — Spiaggia piccola, ma attrezzata e riparata; ospita una piscina galleggiante.
  • Anse de Ste-Anne — Spiaggia del paesino omonimo, curata ed attrezzata.
  • Anse de de Bois Jolan — Spiaggia selvaggia.
  • Anse à Jacques — Una delle calette di Petit-Havre, spiaggia da cartolina con un bel palmeto.
  • Bas du Fort — Spiaggetta di sabbia dorata e rocce, con molti alberghi e ville private.
  • Dampierre e Anse Vinaigrie — Entrambe le spiagge molto poco frequentate, seppur riparate e sabbiose diventano pietrose appena si entra in acqua.
  • Datcha — Situata di fronte l'isolotto di Gosier, Datcha è la spiaggia comunale il che significa che è molto frequentata soprattutto nei fine-settimana.
  • Grand Baie — Spiaggia senza sabbia priva di infrastrutture turistiche, spesso deserta, dall'aspetto paludoso.
  • Petit-Havre — Un susseguirsi di baiette sabbiose amate dai locali.
  • Plage de Raisins Clairs — Spiaggia attrezzata, ampia e bella poco prima del paese di Saint François.
  • Pointe de la Verdure — Concentra la maggior parte degli alberghi e ospita il casinò di Guadalupa. Alcune piccole baie sono state riparate da promontori artificiali che creano begli angoli tropicali come di fronte all'hotel Creole Beach.
  • Saint–Félix (anche Anse du Mont) — Un lungo arenile dotato di ombra naturale. È la spiaggia preferita dalle famiglie.
  • Salines — Spiaggia ventosa e selvaggia è frequentata da surfisti.
  • Îlet Gosier — L'isolotto di Gosier è disabitato e si raggiunge con barchette di pescatori o con un servizio di piccoli traghetti in dieci minuti. Belle spiagge tranquille (verso ovest) e scogliere battute, c'è un bar ristorante.

Grande-Terre meridionale

  • Anse Tarare — Riparatissima ed ombreggiata spiaggetta molto bella nota soprattutto ai nudisti, ma facilmente raggiungibile da Pointe des Chateaux.
  • Anse du Souffleur — Sul lato occidentale di Grande Terre, poco prima del paese di Port-Louis e della impraticabile laguna di mangrovie (Grand Cul-de-sac marin) si trova questa bella spiaggia, grande ombreggiata e riparata. Frequentata dai locali permette anche l'unico snorkeling interessante dell'isola di Grand Terre; nella zona più a nord si trova uno dei più caratteristici cimiteri caraibici.
  • Lagon de la Porte d’Enfer — Quasi all'estremo nord dell'isola, 5 km prima dello spettacolare belvedere di Pointe de la Grande Vigie, si trova un vero e proprio fiordo profondo circa mezzo chilometro, che nel punto più interno ha una spiaggetta e verso il mare aperto è un intrico di scogli battuti dal mare. L’acqua è inizialmente calmissima, poi mentre ci si avvicina al mare aperto le correnti si fanno pericolose. La zona è completamente isolata, ben organizzata per i pic-nic, ma volendo c’è anche un piccolo bar-ristorante fornito di energia elettrica da un generatore a gasolio.
  • Pointe des Chateaux — Spettacolare estremità oriente, una penisola rocciosa dove il mare si infrange su alte scogliere coralline, microscopici isolotti e tratti di sabbia praticamente impraticabili.


Come arrivare[modifica]

Requisiti d'ingresso[modifica]

Passaporto o carta d'identità valida per l'espatrio, visto per i cittadini dell'Unione Europea solo per permanenza superiore a 3 mesi.

In aereo[modifica]

Non esistono voli diretti dall'Italia. Frequenti, invece, i voli da aeroporti francesi che atterrano all'aeroporto internazionale di Pointe-à-Pitre-Le Raizet (uno degli aeroporti più trafficati della Francia, il settimo nel 2007). Per maggiori informazioni consultare il sito Guadeloupe Airport website


Come spostarsi[modifica]

In auto[modifica]

Soprattutto a Basse Terre, dove il carattere montuoso dell'isola rende difficile raggiungere le spiagge.

Cosa vedere[modifica]


Cosa fare[modifica]


Valuta e acquisti[modifica]

La valuta nazionale è il Euro (EUR). Qui di seguito i link per conoscere l'attuale cambio con le principali monete mondiali:

(EN) Con Google Finance: AUD CAD CHF GBP HKD JPY USD
Con Yahoo! Finance: AUD CAD CHF GBP HKD JPY USD
(EN) Con XE.com: AUD CAD CHF GBP HKD JPY USD
(EN) Con OANDA.com: AUD CAD CHF GBP HKD JPY USD


A tavola[modifica]

Bevande[modifica]

Il 'ti punch è quasi un rito: rum bianco, lime e zucchero di canna.

Infrastrutture turistiche[modifica]


Eventi e feste[modifica]


Sicurezza[modifica]


Situazione sanitaria[modifica]


Rispettare le usanze[modifica]


Come restare in contatto[modifica]


Altri progetti