Scarica il file GPX di questo articolo

Ucraina

Da Wikivoyage.


Ucraina
Ucraina
Localizzazione
Ucraina - Localizzazione
Stemma e Bandiera
Ucraina - Stemma
Ucraina - Bandiera
Capitale
Governo
Valuta
Superficie
Abitanti
Lingua
Religione
Elettricità
Prefisso
TLD
Fuso orario
Avviso di viaggio! ATTENZIONE: A seguito della proclamazione d'indipendenza della Crimea dall'Ucraina e al referendum con i quali i cittadini hanno scelto a larga maggioranza di annettersi alla Federazione russa, la Farnesina ([1]) sconsiglia i viaggi nella regione. Inoltre dopo l'abbattimento di un aereo della Malasyan airlines nell'est del paese le zone di guerra e le tensioni sono aumentate, a tal proposito evitare viaggi di piacere nel paese 17/07/2014

Ucraina è uno stato dell'Europa orientale che si affaccia sul Mar Nero e Mare d'Azov e confina con la Moldavia, la Romania, l'Ungheria, la Slovacchia, la Polonia, la Bielorussia e la Russia.

Da sapere[modifica]

Cenni geografici[modifica]

Il paesaggio ucraino consiste prevalentemente di fertili pianure o steppe attraversate da diversi fiumi, tra cui il Dnepr, il Donec, il Nistro e il Bug meridionale che vanno a gettarsi nel Mar Nero e nel più piccolo Mar d'Azov. Nella parte sudoccidentale il Delta del Danubio costituisce il confine con la Romania. Le poche catene montuose presenti sono le propaggini dei Carpazi, ad ovest, la cui cima più alta è il Hoverla (Goverla) con 2 061 m e le montagne della penisola di Crimea.

Quando andare[modifica]

In Ucraina il clima è di tipo temperato continentale nell'interno e mediterraneo nella costa meridionale della Crimea: lungo il Mar Nero l'inverno è relativamente mite mentre nelle zone interne le temperature di gennaio sono molto più basse, con punte al di sotto dei −20 °C. Le precipitazioni annuali variano notevolmente da zona a zona: mentre in Ucraina occidentale cadono 1.200 mm di pioggia l'anno, in Crimea questo valore si riduce ad appena 400 mm. La temperatura media di gennaio a Kiev è di −6 °C.

Lingue parlate[modifica]

Il Russo, che era di fatto la lingua ufficiale dell'Unione Sovietica è largamente diffuso, specialmente nell'Ucraina orientale e meridionale. Secondo il censimento del 2001, due terzi della popolazione ha dichiarato come madrelingua l'ucraino mentre il restante terzo ha dichiarato il russo.

L'ucraino si parla soprattutto nella parte centrale e occidentale del paese dove è la lingua predominante nelle città, come a Leopoli. Nell'Ucraina centrale le due lingue sono egualmente parlate, ma il russo è più frequente a Kiev, mentre l'ucraino prevale nelle comunità rurali. Nel sud e nell'est il russo è più diffuso nelle città, mentre nelle aree rurali si parla il Suržik.

Letture suggerite[modifica]

  • Giuseppe D'Amato, Ukrajina in Il Diario del Cambiamento Urss 1990 - Russia 1993, Greco&Greco, Milano, 1998. pp. 130–136; L'inferno ucraino nel febbraio 1993 in Il Diario del Cambiamento, pp. 235–259. ISBN 88-7980-187-2.
  • Giuseppe D'Amato, Ucraina: il Paese dalle due anime in L'EuroSogno e i nuovi Muri ad Est, Greco&Greco, Milano, 2008, pp. 77–160. ISBN 978-88-7980-456-1.
  • Almerico Di Meglio, L'Ucraina: culla della cultura slava orientale in Viaggio tra le rovine dell'ex impero sovietico. ottobre -dicembre 1991, edizioni Athena, Napoli, 2002, pp. 169–196. ISBN 88-87665-16-8.
  • Giulia Giacchetti Boiko e Giulio Vignoli, L'olocausto sconosciuto. Lo sterminio degli italiani di Crimea, Settimo Sigillo, Roma, 2008 (storia della minoranza italiana di Crimea).


Territori e mete turistiche[modifica]

Mappa divisa per regioni
      Ucraina centrale — Solcata dal fiume Dnepr, la regione centrale accoglie Kiev, capitale del paese. 100 km a nord di Kiev e a 16 km dalla frontiera con la Bielorussia, sta Černobyl', segnata dalla disastrosa esplosione del reattore nucleare del 26 aprile 1986. Pripjat, la città più vicina alla stazione nucleare, fu evacuata ed oggi è una città fantasma con casermoni sovietici abbandonati. Fatto alquanto singolare, la città fantasma di Pripjat' è divenuta una meta turistica, visitata da un crescente numero di turisti nonostante le restrizioni rappresentate dai permessi speciali e dai severi controlli per accedervi e uscirne. Escursioni di un giorno sono organizzate da agenzie di Kiev.
      Ucraina occidentale — Comprende le città di Leopoli e Uzhhorod.
      Ucraina orientale — Fortemente industrializzata, la regione orientale accoglie i grandi centri di Dnipropetrovs'k, Zaporižžja e Donec'k. Mariupol è il porto di Donec'k sul mare di Azov e centro della produzione di acciaio.
      Ucraina meridionaleOdessa, porto sul Mar Nero con una scenografica scalinata che fece da sfondo alle scene del celebre film "La corazzata Potëmkin" del regista Sergej M. Ejzenštejn (1898 – 1948).

Centri urbani[modifica]

  • Kiev (Kyiv) — La bellissima capitale ucraina immersa tra le colline e pregna della rinomata architettura barocca e ortodossa.
  • Charkiv (Kharkiv) — La seconda città dell'Ucraina per popolazione e capoluogo dell'oblast' omonima.
  • Cherson — Città dell'Ucraina meridionale, porto sul fiume Dnepr e capoluogo dell'omonima Oblast'.
  • Dnipropetrovs'k (in russo Dnipropetrovsk) — La terza città più popolosa dell'Ucraina, capoluogo dell'oblast' omonima e importante porto fluviale del paese.
  • Donec'k (Donetsk) — Città dell'Ucraina orientale sul fiume Kalmius.
  • Kaniv — Città dell'Ucraina centrale sita lungo le rive del fiume Dnepr nell'oblast' di Čerkasy.
  • Leopoli (L'viv) — Città dell'Ucraina occidentale, capoluogo dell'oblast' omonimo e uno dei maggiori centri culturali del paese. Situata a 70 km dalla frontiera con la Polonia. Il suo centro storico appare nella lista UNESCO dei Patrimoni Mondiali dell'Umanità.
  • Luc'k — Città dell'Ucraina occidentale e capoluogo dell'Oblast' di Volinia.
  • Luhans'k (ex Vorošilovgrad) — Città dell'Ucraina orientale capoluogo dell'oblast' omonimo.
  • Mykolaïv — Capoluogo e centro maggiore dell'Oblast' omonimo.
  • Odessa — Città dell'Ucraina meridionale sul mar Nero e capoluogo dell'oblast' omonima.
  • Očakiv — Città dell'Oblast' di Mykolaïv nell'Ucraina meridionale.
  • Poltava — Città dell'Ucraina centrale situata sulla riva destra del fiume Vorskla e capoluogo amministrativo dell'oblast' omonimo.
  • Sebastopoli (Sevastopol) — La città più popolosa della Crimea il cui nome è legato allo storico assedio del 1848, a cui parteciparono anche truppe del regno di Sardegna per volontà dell'allora 1° ministro Camillo Benso di Cavour.
  • Ternopil' — Città dell'Ucraina occidentale, capoluogo dell'oblast' omonima.
  • Vinnycja — Città situata sulle rive del fiume Buh Meridionale nell'Ucraina centrale.
  • Černihiv — Capoluogo dell'oblast' omonimo.
  • Černivci — Città dell'oblast' omonima nella Bucovina del Nord.

Altre destinazioni[modifica]

  • Carpazi — Catena montuosa dell'Europa orientale.
  • Ivano-Frankivs'k (Івано-Франківськ) — È un centro storico situato nella parte Ucraina occidentale e capoluogo dell'oblast' omonimo.
  • Jalta (Yalta) — Centro balneare nella penisola di Crimea che accolse la storica conferenza del febbraio 1945 in cui i tre grandi Roosvelt, Churchill e Stalin si accordarono sul futuro assetto del mondo in vista della conclusione della II guerra mondiale.
  • Sinferopoli — Capitale della Repubblica autonoma di Crimea e situata sulla riva del fiume Salhir.
  • Sumy — Città situata nella parte settentrionale dell'Ucraina centrale sulle rive del fiume Psel e capoluogo dell'oblast' omonimo.
  • Uman — Città dell'Ucraina centrale nota per il famoso parco di Sofiïvka.
  • Užhorod — Centro principale e capitale storica della Rutenia carpatica nell'Ucraina occidentale; oggi capoluogo dell'Oblast' di Transcarpazia. Si trova all'estremità occidentale del paese, là dove si incontrano i confini di Ungheria e Slovacchia.
  • Černobyl' — Città nella parte settentrionale dell'Ucraina centrale situata circa 100 km a nord di Kiev passata alla storia per il terribile disastro nucleare del 1986.


Come arrivare[modifica]

Requisiti d'ingresso[modifica]

Il visto d'ingresso per motivi turistici non è più richiesto a quei cittadini dell'Unione europea che intendano soggiornare in Ucraina per un periodo inferiore ai 90 giorni. Il visto rimane in vigore per viaggi d'affari o di studio anche se di durata inferiore ai 3 mesi. La procedura per il suo ottenimento dura circa 10 giorni. L'ambasciata ucraina in Italia mantiene un sito con informazioni al riguardo.

Al momento dell'ingresso verrà richiesto di compilare un formulario in duplice copia di cui una è destinata all'ufficio immigrazione e l'altra rimarrà al visitatore per tutta la durata del soggiorno. Dovrà essere riconsegnata al momento della partenza e si raccomanda di non perderla.

In aereo[modifica]

Aereo UR-VVB della compagnia Aerosvit

L'aereo costituisce il mezzo più economico per raggiungere l'Ucraina. Le compagnie aeree che gestiscono voli da aeroporti italiani sono:


Dnipropetrovs'k, Donec'k, Charkiv sono altre città ucraine con aeroporti serviti da voli internazionali ma, a differenza di Kiev, Odessa, Leopoli è ancora difficile trovarvi un biglietto a buon mercato.

In auto[modifica]

Przemyśl è il nome del varco stradale sui confini con la Polonia. È situato sulla strada europea E40 da Calais, (Francia) a Ridder (Kazakistan). Si tratta di un posto da incubo, estremamente affollato e con lunghe code di camion da ambo i lati. Molti riferiscono di aver atteso 5-6 ore prima di aver potuto varcare i confini. Gli ufficiali di frontiera sono famosi per i loro modi sgarbati. Fate attenzione ed informatevi bene su ciò che potete esportare dall'Ucraina perché i controlli all'uscita sono molto severi e pignoli. Vengono utilizzati anche cani antidroga.

In nave[modifica]

È possibile raggiungere Odessa in traghetto da Istanbul e da Varna. Al 2008, il servizio era operato dalla compagnia UKR ferry. Informazioni su eventuali altri traghetti sul sito ferrylines.com

In treno[modifica]

È possibile entrare in Ucraina in treno [2]. Alla frontiera si cambia treno perché i binari ucraini sono a scartamento diverso. L'operazione fa perdere tempo. Per questo motivo alcuni consigliano di acquistare un biglietto ferroviario appena varcata la frontiera con l'Ucraina. Per gli spostamenti all'interno del paese il treno risulta più economico dell'aereo soprattutto sulle lunghe distanze. Per ragioni di sicurezza evitare di comprare biglietti di classe inferiore (Terza classe) anche se sono offerti ad un prezzo allettante.

In autobus[modifica]

Da Leopoli e Ivano-Frankivs'k, partono gli autobus internazionali diretti in Ucraina. Il biglietto ha prezzi irrisori.

Come spostarsi[modifica]

In autobus[modifica]

Avtolux e Gunsel sono le principali compagnie di autobus extraurbani. Sherif Tour è molto più piccola e serve solo destinazioni da/per Donec'k. Un vantaggio è costituito dal fatto che una stazione di autobus extraurbani (avtovokzal in ucraino) si trova all'aeroporto internazionale di Kiev, così, se la propria destinazione non è la capitale ucraina, si può direttamente salire su un autobus, appena scesi dall'aereo, senza passare per Kiev. Gli autobus extraurbani costituiscono un mezzo popolare di spostamento. Sono tutto sommato confortevoli. A bordo sono servite bevande calde o fredde, esiste uno schermo che mostra video o programmi televisivi per rompere la monotonia del viaggio. Ogni 3-4 ore si effettua una fermata presso un posto di ristoro che permette ai passeggeri di sgranchire un po' le gambe. La compagnia Avtolux possiede autobus "VIP" in servizio quotidiano sulla tratta Kiev-Odessa che percorrono in quattro ore circa. Effettuano meno fermate degli autobus normali e hanno sedili in pelle dalla foggia più confortevole.

I mini-bus ("marshrutki") hanno acquistato popolarità come mezzo di spostamento da una città all'altra ma se si ha un bagaglio voluminoso non si sarà accettati a bordo. Il biglietto si richiede all'autista ma alcune compagnie esigono che sia acquistato in anticipo. Nei week end, quando tornano a casa gli studenti fuori sede, è difficile trovarvi posto

Cosa vedere[modifica]


Cosa fare[modifica]


Valuta e acquisti[modifica]

La valuta nazionale è la Grivnia ucraina, hryvnja in ucraino]], (UHA), è suddivisa in 100 kopechi. Qui di seguito i link per conoscere l'attuale cambio con le principali monete mondiali:

(EN) Con Google Finance: AUD CAD CHF EUR GBP HKD JPY USD
Con Yahoo! Finance: AUD CAD CHF EUR GBP HKD JPY USD
(EN) Con XE.com: AUD CAD CHF EUR GBP HKD JPY USD
(EN) Con OANDA.com: AUD CAD CHF EUR GBP HKD JPY USD

Piccoli pagamenti possono benissimo essere effettuati in Euro, molto ben accetto tra i locali per quanto ciò sia considerato illegale. Il cambio effettuato nelle banche è in genere favorevole con qualche eccezione per Kiev. Da tener presente che è proibita l'importazione di grosse somme in valuta locale. Questa dovrà essere cambiata sul posto.

Chi è appassionato di prodotti artistici e artigianali locali sappia che non c'è migliore indirizzo in Ucraina della "Andriivsky Uzviz", la strada della capitale che risale il quartiere soprannominato "Monmartre di Kiev". Bisogna però tener presente che la legge vieta l'esportazione di oggetti di un certo valore storico o artistico come medaglie, monete antiche, dipinti o icone. I controlli alla dogana sono minuziosi e chi viene trovato in possesso di uno di questi oggetti rischia il carcere.

A tavola[modifica]

Minestra di borshch dal caratteristico colore rosso intenso

Carne, più che altro di maiale, patate, verdure, funghi, frutta, soprattutto di bosco, costituiscono gli ingredienti principali della cucina ucraina che ricorre spesso ai ripieni, al lardo (salo) e alla panna acida (smetana).

Tra le minestre un posto speciale ha la zuppa di barbabietole e pomodori detta borshch (борщ), dal caratteristico colore rosso intenso e guarnita con panna acida.

Solyanka è un'altra minestra dall'aspetto molto denso e con un sapore altrettanto acido. Gli ingredienti principali sono i cetriolini in salamoia, l'aneto, la carne (manzo, salsiccia di maiale o anche pollo), a volte sostituita dal pesce (salmone, storione o mazzancolle). Viene servita guarnita con smetana (panna acida) o succo di limone se è a base di pesce. Compare spesso nel menù dei ristoranti.

Olivye è il nome locale del celebre piatto a noi noto come insalata russa.

Tra le portate principali vanno ricordate:

  • Shashlyk — Termine ucraino per lo shish kebab. Si tratta di carne allo spiedo messa a marinare la notte precedente in vin secco misto ad aceto con l'aggiunta di erbe aromatiche e spezie. Viene quindi infilzata nello spiedo e preparata all'aperto su una pila di carbone vegetale. Compare raramente nel menù dei ristoranti cittadini ma è molto diffusa in campagna. Fuori città, anziché cercare le insegne dei ristoranti, per altro piuttosto rare, basta seguire le colonne di fumo che si innalzano nel cielo e lasciarsi guidare dal caratteristico odore della carne allo spiedo per trovare uno di questi "ristoranti" campagnoli senza alcuna pretesa ma ancora molto genuini.
  • Pyrohy — Sorta di ravioli fritti o al forno.
  • Varenyky — Altri ravioli ma preparati in casseruola e con un ripieno di patate, cavoli e formaggio guarniti dall'immancabile smetana.
  • Holubtsi — Involtini in foglie di cavolo ripieni di carne tritata e riso.
  • Syrnyky — Formaggio fritto guarnito di uva passa.
  • Mlyntsi — Crêpe al ripieno di formaggio contadino e carne.
  • Gusarska pechenja — Carne di manzo o vitella arrosto saltata in una casseruola con burro e farina e innaffiata con vodka.
  • Kovbasa — Salsicce casarecce di spalla di maiale e manzo.
  • Deruny — Torte salate con ripieno di patate e formaggio guarnite di panna acida (smetana)

Tra i dolci compare il "Syrniki" una specie di bombolone fritto con crema ricavata dal latte di caglio e guarnito con panna acida, miele o marmellata. "Pampushky" è un altro bombolone ripieno di marmellata di prugne o albicocche. Per prepararlo occorre fare un impasto di burro, latte, farina, zucchero, vaniglia e uova sbattute messo a lievitare prima di essere fritto.

Bevande[modifica]

La bevanda tradizionale ucraina è l'horilka, ovvero la vodka speziata, molto più forte di quella russa. Naturalmente esistono tutti gli altri tipi di vodka che compaiono in Russia. Attenzione perché sul mercato interno circolano vari tipi di vodka finta preparata non con gli ingredienti tradizionali bensì con metile e altri componenti chimici che possono risultare assai nocivi se non letali.

Il vino è anche molto diffuso e ne esistono diverse varietà, provenienti per lo più dalla Crimea. Tra i vini bianchi va ricordato l'Aligoté il cui colore varia dal giallo paglierino al dorato intenso e il Traminer. Tra i rossi il Cabernet Sauvignon e il Merlot. Diffusi anche i vari tipi di Pinot. I vini d'importazione sono molto cari.

La birra prodotta sul posto è considerata di buona qualità. Nei locali è più facile trovare birra alla spina che birra imbottigliata o in lattina per quanto sugli scaffali dei supermercati hanno cominciato a far capolino molte birre estere a prezzi quadrupli di quelle locali. Le migliori case produttrici di birra ucraina sono "Lvivske", "Obolon" e "PPB" (Persha Privatna Brovarnia).

Tra le bevande leggere bisognerebbe provare il "Kvas", un distillato a bassa gradazione alcolica ricavato dalla segale o dal frumento. Il kvas è usato soprattutto d'estate come bevanda rinfrescante. Prima era fatto esclusivamente in casa ma oggi si trova anche sugli scaffali dei supermercati.

Infrastrutture turistiche[modifica]


Eventi e feste[modifica]

Festività nazionali[modifica]

  • Capodanno (Novyi Ric) - 1° gennaio;
  • Natale ortodosso (Risdvo Hrystove) - 7 gennaio;
  • Festa delle Donne (Mizhnarodnyi Zhinochyi Den') - 8 marzo;
  • Festa dello Statuto (Den' Konstytutsiyi) - 28 giugno. Festa istituita nel 1996


Sicurezza[modifica]

  • Bande di skinheads particolarmente aggressivi sono sempre in agguato a Kiev ma soprattutto di sera sia nelle zone dei parchi sia in pieno centro nonché nei sotterranei delle stazioni metro.
  • I furti negli appartamenti affittati agli stranieri sono molto frequenti soprattutto nelle stazioni balneari della Crimea
  • I turisti sono le prede più ambite dei ladruncoli di strada, spesso organizzati in bande.
  • I ladri sono molto attivi anche sui treni e non hanno remore ad entrare negli scompartimenti delle cuccette alla ricerca di portafogli e altri oggetti.
  • Ricorrere alla propria carta di credito e non ai contanti per effettuare pagamenti vari può rivelarsi un'idea infelice.
  • La prostituzione può essere un'esca e dissimulare lo scopo di rapina.
  • La legge prevede l'imprigionamento dai 2 ai 10 anni per lo spaccio di sostanze stupefacenti o il semplice uso personale di droga.
  • L'Ucraina detiene il primato dei furti di automobili.


Situazione sanitaria[modifica]

L'Ucraina è colpita dall'AIDS. L'epidemia non appare più limitata ai gruppi a rischio e il contagio si è esteso ormai al resto della popolazione.

La tubercolosi è riapparsa in Ucraina e ha già mietuto vittime nell'ordine di parecchie decine di migliaia.

Casi di morbillo sono stati segnalati a Kiev

Non bere mai acqua di rubinetto perché vi sono presenti parassiti come il vibrione del colera. Nel caso non si trovi acqua imbottigliata si dovrà farla bollire prima di berla.

Rispettare le usanze[modifica]


Come restare in contatto[modifica]


Altri progetti