Scarica il file GPX di questo articolo

Svizzera

Da Wikivoyage.
Europa > Europa centrale > Svizzera
Svizzera
Panorama dal Monte Titlis in Svizzera
Localizzazione
Svizzera - Localizzazione
Stemma e Bandiera
Svizzera - Stemma
Svizzera - Bandiera
Capitale
Governo
Valuta
Superficie
Abitanti
Lingua
Religione
Elettricità
Prefisso
TLD
Fuso orario
Sito web

La Svizzera (in francese Suisse e in tedesco Schweiz) è uno stato dell'Europa centrale che confina con la Francia, la Germania, l'Austria, il Liechtenstein e l'Italia.

Da sapere[modifica]

Cenni storici[modifica]

La Svizzera è stata una Confederazione solo fino al 1848. Da quell'anno, pur mantenendo il nome di Confederazione, si è trasformata in una repubblica federale.

Lingue parlate[modifica]

Le lingue nazionali sono quattro: tedesco, francese, italiano e romancio. Le prime tre sono anche lingue ufficiali, il romancio lo è solo nelle relazioni con i Grigionesi.

Ripartizione delle lingue ufficiali in Svizzera (2000)

Gli svizzeri germanofoni comunicano tra di loro usando il più delle volte un gruppo di dialetti classificabili come alto alemanni (Hoch- und Höchstalemannische Dialekte), spesso riuniti sotto la denominazione comune di svizzero tedesco (in tedesco: Schwitzerdütsch). Sono parlati nella parte centrale, settentrionale e centro-orientale della Svizzera e differiscono sensibilmente dal tedesco standard, pertanto se avete studiato il tedesco a scuola o in uno dei corsi ufficiali, non spaventatevi se capirete poco o nulla.

Il francese è parlato in Romandia, nella parte occidentale dello Stato.

L'italiano è parlato al sud, nel Canton Ticino e nel Grigioni italiano, fino al Passo del San Bernardino.

Il romancio è parlato, in diverse varianti, nel Canton Grigioni; molti i documenti (fra cui le banconote) in cui è possibile trovarlo.

Questa suddivisione linguistica non implica, al contrario di quanti molti potrebbero pensare, una ghettizzazione dei parlanti svizzeri all'interno dei loro cantoni; tutti gli svizzeri parlano almeno due lingue, non di rado tutte e tre le principali e naturalmente una buona parte della popolazione sa ben comunicare in Inglese. Naturalmente queste considerazioni sono valide in un contesto relegato a tutte le città principali dello Stato (Berna, Ginevra, Basilea, San Gallo, Zurigo, ecc.) dove tuttavia risiede oltre i 2/3 della popolazione svizzera.


Territori e mete turistiche[modifica]

Amministrativamente la Svizzera è divisa in 26 cantoni. Qui di seguito una ripartizione del territorio svizzero nelle seguenti regioni geografiche.

Mappa divisa per regioni
      Lago Lemano — Estesa sulle sponde settentrionali del Lac Léman, dal Giura alle Alpi. Comprende le città di Losanna, Ginevra, Vevey, Montreux, Morges e Nyon.
      Massiccio del Giura e Friburgo — Camminate e laghi. Comprende Soletta (Solothurn in tedesco) una città barocca.
      Basso bernese — Cuore delle tradizioni bernesi.
      Oberland bernese — Le maestose Alpi bernesi. Lungo la fascia meridionale dell'alto bernese si trova l'Oberland bernese, il territorio alpino del Canton Berna comprendente rinomate località turistiche quali Interlaken, Gstaad, Wengen, Mürren e Grindelwald.
      Svizzera centrale — Culla della confederazione svizzera. Sulle rive del Lago dei Quattro Cantoni stanno Lucerna, Weggis, Vitznau e Brunnen. Nel territorio del Canton Uri stanno Altdorf, legata alla leggenda di Guglielmo Tell è Andermatt, importante stazione sciistica.
      Basilea e Argovia — Sede dell'industria farmaceutica svizzera e punto di partenza verso la Germania e Francia.
      Regione di Zurigo — La più grande città del paese, una regione altamente turistica.
      Svizzera nordorientale — Tra le Alpi e il lago di Costanza e casa di molti scenici caseifici. Comprende i cantoni di San Gallo, Sciaffusa, Turgovia, Glarona e Appenzello (esterno e interno).
      Canton Vallese — I più alti picchi europei e i più grandi ghiacciai. Oltre il capoluogo Sion vanno menzionate le stazioni sciistiche di Verbier, Crans-Montana e Zermatt, alle falde del Monte cervino (Matterhorn).
      Cantone dei Grigioni — Ufficialmente trilingue, la regione è molto montagnosa, poco popolata e sede di molte città turistiche e include l'antica e minoritaria lingua e cultura romancia. Il capoluogo è Coira (Chur) ma le maggiori mete turistiche sono Davos, Arosa e Klosters. Nell'Engadina stanno Sankt Moritz, Pontresina e Silvaplana
      Canton Ticino — Regione svizzera di cultura e lingua italiane, che include famosi laghi alpini. Bellinzona è il capoluogo del cantone che comprende anche le città di Lugano e Locarno. Altra meta del turismo internazionale è Ascona, sulle rive del Lago Maggiore. Un cenno merita anche il villaggio di Morcote sul lago di Lugano.
Cartina fisica della Svizzera

Altre destinazioni[modifica]

  • Alpi svizzere
  • Altipiano svizzero — compreso tra le Alpi svizzere e il massiccio del Giura, tra il lago di Ginevra e quello di Costanza. I confini con la regione alpina non sono ben delineati e generalmente si fanno rientrare nella regione dell'altipiano i territori nelle prealpi.
  • Canton Berna


Come arrivare[modifica]

Requisiti d'ingresso[modifica]

La Svizzera è un membro dell'Area Schengen.

Non ci sono controlli alle frontiere tra i paesi che hanno firmato e attuato il trattato, ossia l'Unione europea (ad eccezione della Bulgaria, Croazia, Cipro, Irlanda, Romania e Regno Unito), Islanda, Liechtenstein, Norvegia e Svizzera. Allo stesso modo, un visto concesso da un qualunque membro Schengen è valido in tutti gli altri paesi che hanno firmato e attuato il trattato. Ma attenzione: non tutti i membri dell'Unione europea hanno firmato il trattato di Schengen, e non tutti i membri di Schengen fanno parte dell'Unione europea. Questo significa che ci possono essere controlli doganali a campione, ma senza controlli di immigrazione (viaggiando all'interno di Schengen, ma non da/a un Paese extra UE) o potrebbe essere necessario passare i controlli di immigrazione, ma non quelli doganali (viaggiando all'interno dell'UE, ma non da/a un Paese extra Schengen).

Gli aeroporti in Europa sono pertanto suddivisi in aree "Schengen" e "non-Schengen", che di fatto si comportano come gli equivalenti nazionali dei voli "domestici" e "internazionali". Se si vola da fuori dell'Europa verso un paese Schengen per poi continuare verso un altro, verranno effettuati i controlli di immigrazione e doganali al primo scalo per poi continuare verso la destinazione finale senza ulteriori verifiche. Viaggiare tra un membro di Schengen e uno Stato non appartenente a Schengen darà luogo ai normali controlli di frontiera. Si noti che indipendentemente dal fatto che si viaggia all'interno dello spazio Schengen o meno, molte compagnie aeree continueranno a insistere per vedere la vostra carta d'identità o passaporto.

I cittadini dell'UE o AELS (l'"Associazione europea di libero scambio", nota in inglese come EFTA, e composta da Islanda, Liechtenstein, Norvegia e Svizzera) per l'ingresso hanno solo bisogno di una carta d'identità valida per l'espatrio o di un passaporto, entrambi ovviamente in corso di validità. In nessun caso si avrà bisogno di un visto per un soggiorno di qualsiasi durata. Gli stessi criteri si applicano anche ai cittadini stranieri. In aggiunta dovranno solo mostrare il regolare visto d'ingresso che gli ha consentito l'accesso al primo stato membro.

I cittadini non-UE/AELS in genere necessitano di un passaporto per l'ingresso in un paese Schengen e la maggior parte avrà bisogno di un visto.

Dal 2012 anche i minorenni devono essere muniti di carta d'identità per lasciare il suolo nazionale e devono essere accompagnati da almeno uno dei genitori indicati in tale documento. In assenza dei genitori il minore deve avere una "dichiarazione di accompagno" da loro firmato e convalidato dagli organi competenti, in cui si indica la persona o l'ente a cui il minore sarà affidato.

Note
(1) I cittadini di questi paesi hanno bisogno di un passaporto biometrico per godere dell'esenzione dal visto.

(2) I cittadini serbi con passaporto rilasciato dalla direzione di coordinamento serba (residenti in Kosovo con passaporto serbo) necessitano del visto.

(3) I cittadini di Taiwan hanno bisogno del loro numero identificativo da stipularsi sul passaporto di godere dell'esenzione del visto.

Solo i cittadini dei seguenti paesi non-UE/AELS non hanno bisogno di un visto per l'ingresso nell'area Schengen: Albania1, Andorra, Antigua e Barbuda, Argentina, Australia, Bahamas, Barbados, Bosnia ed Erzegovina1, Brasile, Brunei, Canada, Cile, Costa Rica, El Salvador, Guatemala, Honduras, Israele, Giappone, Repubblica di Macedonia1, Malesia, Maurizio, Messico, Moldavia1, Principato di Monaco, Montenegro1, Nuova Zelanda, Nicaragua, Panama, Paraguay, Saint Kitts e Nevis, San Marino, Serbia1, 2, Seychelles, Singapore, Corea del Sud, Taiwan3 (Cina), Stati Uniti, Uruguay, Città del Vaticano, Venezuela, inoltre le persone in possesso di passaporti del British National (Overseas), Hong Kong o Macao.

I cittadini non-UE/AELS non possono rimanere più di 90 giorni in un periodo di 180 giorni all'interno dell'area Schengen nel suo complesso e, in generale, non possono lavorare durante il loro soggiorno (anche se alcuni paesi Schengen fanno eccezione a certe nazionalità; vedi sotto). Il conteggio inizia una volta che si entra in un paese dell'Area Schengen e continua anche quando si lascia un paese Schengen per un altro.

I cittadini non UE/AELS (anche se esenti da visto, a meno degli andorrani, monegaschi o sammarinesi), devono accertarsi che il passaporto venga timbrato sia all'ingresso che all'uscita dall'area Schengen. Senza il timbro d'ingresso, si può essere trattati come coloro che hanno ecceduto la permanenza prevista dal visto quando si tenta di lasciare lo spazio Schengen; inoltre a chi è privo di un timbro di uscita, può essere negato l'ingresso la successiva volta che cerca di entrare nell'area Schengen perché potrebbe risultare che ha ecceduto il soggiorno durante la visita precedente. Se non è proprio possibile ottenere un timbro apposto sul passaporto, assicurarsi di conservare documenti quali carte di imbarco, biglietti di trasporto e ricevute ATM che possono aiutare a convincere il personale d'ispezione frontaliero della legale permanenza nell'area Schengen.

Notare che:

  • I sudditi britannici con aventi il diritto residenza nel Regno Unito e i cittadini dei Territori Britannici d'Oltremare connessi a Gibilterra, sono considerati "cittadini del Regno Unito ai fini dell'Unione europea" e quindi possono beneficiare di un accesso illimitato alla zona Schengen.
  • I sudditi britannici e i cittadini dei Territori Britannici d'Oltremare, entrambi senza diritto di residenza nel Regno Unito, necessitano del visto.

Tuttavia, tutti i cittadini dei Territori Britannici d'Oltremare ad eccezione di quelli esclusivamente collegati alle zone di sovranità di Cipro sono eleggibili per la cittadinanza britannica e, successivamente, all'accesso illimitato all'area Schengen.

L'ambasciata italiana si trova a Berna.


In treno[modifica]

Maggiori informazioni su sito di Trenitalia

In autobus[modifica]

Marino Bus è tra le autolinee che al 2010 offrivano collegamenti in pullman da varie città italiane

Come spostarsi[modifica]

In auto[modifica]

Per usufruire delle autostrade ricordatevi di acquistare il bollino che è obbligatorio (costo Fr. 40.- circa 33 EUR), altrimenti rischiate di pagare multe salate (Fr. 140.- più il costo della vignetta) in ogni caso se entrate da una dogana posta su un autostrada le guardie di confine svizzere vi inviteranno a sostare per poter appunto acquistare la vignetta autostradale, che va applicata sulla parte interna del vetro del proprio parabrezza (istruzioni sul retro della vignetta). Per lo stesso motivo tenete sempre le cinture di sicurezza allacciate e rispettate i limiti di velocità.

Non è infatti previsto alcun pedaggio sulle autostrade svizzere (quindi si procede senza alcuna fermata o rallentamenti) eccezion fatta per i tunnel del Gran S. Bernardo. Al posto del pedaggio i cittadini svizzeri pagano una tassa annuale (vignetta autostradale 40 CHF). Molte auto a noleggio hanno già il bollino esposto sul parabrezza. Nel caso non lo fosse dovrete acquistarlo in dogana o in uno degli uffici postali svizzeri (molto raro che le auto a noleggio non abbiano già la vignetta).

I radar fissi sono presenti in tutto il territorio, sia sulle autostrade che sulle strade normali. Le forme dei radar variano moltissimo, dunque non fatevi tradire dall'occhio (certi sono a forma di cestino o container). In particolar modo nella Svizzera romanda e tedesca, i radar (autovelox) sono molto diffusi (perfino nelle gallerie), in particolare modo nelle zone con i lavori in corso. La tolleranza è minima se non assente del tutto.

I limiti sono i seguenti:

  • Autostrada: 120 km/h su tratti normali, 100 km/h nelle gallerie, 80 km/h nei tratti con lavori in corso;
  • Strade normali: 50 km/h in città, 60 km/h nelle semi-periferie con poche abitazioni, 80 km/h nei tratti extra-urbani.

A differenza di molti stati europei è rigorosamente vietato detenere qualsiasi dispositivo (navigatori compresi) che segnala l'ubicazione dei radar fissi e mobili nonché segnalare in qualsiasi modo la presenza delle pattuglie di polizia.

In caso di presenza di pattuglie di polizia soprattutto all'uscita dell'autostrada è obbligatorio fermarsi e procedere unicamente dopo il benestare degli agenti!

È inoltre obbligatorio tenere accesi i fari anabbaglianti o le luci di posizione del proprio veicolo anche di giorno (nuova legge 2014)


In treno[modifica]

Le Ferrovie Federali Svizzere sono il principale ente di gestione della rete ferroviaria. Sul loro sito sono spesso lanciate offerte su singole tratte a prezzi stracciati.

Se, invece, pensate di fare un uso molto intenso del treno potreste essere tentati di acquistare uno dei vari pass offerti a quanti non risiedano in Svizzera. Essi sono descritti sul sito www.swisstravelsystem.ch con l'indicazione di dove acquistarli. Di seguito ne sono elencati alcuni:

  • Swiss Pass — Acquistabile anche online, il Swiss Pass da diritto a un numero illimitato di corse su tutta la rete dello Swiss Travel System per una durata a scelta di 4, 8, 15 o 22 giorni successivi oppure di un mese intero. Sono compresi anche i mezzi pubblici di 41 città e uno sconto del 50% sulla maggior parte delle ferrovie di montagna e delle funivie, nonché l’ingresso gratuito in circa 400 musei e riduzioni presso altri partner.
  • Swiss Flexi Pass - Simile al precedente ma con un numero di giorni più limitato (da 3 a 6) in cui poter viaggiare.

Dal canto suo Inter rail propone anche per la Svizzera "One Country Pass" a partire da tagli da 3 fino a 8 giorni da consumarsi nell'arco di un mese, titolo di trasporto che viene tuttavia riconosciuto solo da una minima parte delle ferrovie private.

Eurailpass è per quanti non abbiano residenza in uno dei paesi membri dell'Unione Europea.

Le comunità tariffali locali, diffuse su una parte considerevole del territorio della Confederazione, permettono in genere l'acquisto di carte giornaliere integrate (il prezzo delle quali spesso corrisponde a quello di un biglietto di andata e ritorno) per trasporti pubblici di una determinata zona. Esse sono:

Comunità tariffali svizzere

Per soggiorni di una certa lunghezza con uso frequente dei trasporti pubblici, può essere conveniente l'acquisto di un abbonamento metà-prezzo il quale, come dice il nome, permette di acquistare i titoli di trasporto a mezza tariffa.

In autobus[modifica]

Autopostale

Nel servizio di trasporto pubblico là dove non arriva il treno si ricorre a mezzi di trasporto su gomma locali. Spesso è AutoPostale, la principale compagnia di autobus in Svizzera, dal caratteristico colore giallo a portare passeggeri nelle regioni rurali e in più anche i sacchi di posta agli uffici postali nelle alte valli. Mentre nelle zone urbanizzate sono società di trasporto cittadine, o imprese private o semi-private con concessioni di linea cantonale. AutoPostale Svizzera, che è di proprietà della Posta Svizzera (SwissPost PTT), e quindi indirettamente di proprietà del governo federale, offre titoli di trasporto regionali utili per quei cantoni ove le strade ferrate sono carenti.

Cosa vedere[modifica]

  • Le Cascate del Reno presso Sciaffusa
  • Il treno a cremagliera del Lauternbrunnen vicino Interlaken
  • Lucerna e il lago dei Quattro Cantoni
  • Neuchatel
  • Castello di Chillon vicino Montreux
  • Ginevra e il lago Lemano


Cosa fare[modifica]


Valuta e acquisti[modifica]

La valuta nazionale è il Franco svizzero (CHF). Qui di seguito i link per conoscere l'attuale cambio con le principali monete mondiali:

(EN) Con Google Finance: AUD CAD EUR GBP HKD JPY USD
Con Yahoo! Finance: AUD CAD EUR GBP HKD JPY USD
(EN) Con XE.com: AUD CAD EUR GBP HKD JPY USD
(EN) Con OANDA.com: AUD CAD EUR GBP HKD JPY USD

Nonostante sia buona norma dotarsi della valuta locale in viaggio, gli Euro vengono accettati nella quasi totalità degli esercizi commerciali; il cambio praticato potrà differire dal cambio corrente e l'esercente sovente restituisce il resto in franchi svizzeri.

L'IVA applicata agli acquisti è dell'8% o del 2.4% nelle categorie speciali quali generi alimentari. Notare che il prezzo esposto in alcuni bar / pasticcerie comprende l'IVA del 2.4%; se il bene viene consumato e servito sul posto viene applicata l'IVA dell'8% in quanto ricade nei servizi di ristorazione, di conseguenza il prezzo esposto con quello richiesto potrebbe non coincidere!

Monete e banconote[modifica]

Il franco si divide in centesimi; sono presenti in circolazione monete da centesimi 5, 10, 20, 1/2 franco, 1 franco, 2 franchi e 5 franchi; banconote in circolazione da franchi 10, 20, 50, 100, 200, 1'000. Presso i valichi doganali di Stati appartenenti all'Unione Europea è necessario dichiarare monete o strumenti finanziari superiori ai 10.000 EUR.

Carte di credito[modifica]

Accettate tutte le maggiori carte di credito con preferenza Visa e Mastercard. Notare che le carte di credito elettroniche (VisaElectron) potrebbero non essere accettate ovunque.

A tavola[modifica]

La cucina in Svizzera dipende molto dal Cantone o dalla regione linguistica in cui vi trovate. Nel Canton Ticino, regione italofona, troverete ristoranti che propongono prevalentemente cucina italiana, pizza, ecc. È comunque possibile trovare qualche tipico grotto fuori dalle città, in cui degustare del buon vino (Merlot ticinese) e affettati locali. Tra le specialità della Svizzera germanofona ci sono bratwurst e rösti. Nella parte francofona, invece, particolarmente rinomata è la raclette (formaggio fuso in appositi fornelli o camini, accompagnato da patate e stuzzichini vari) e la fondue di formaggio, degustabile con pane o con patate. Ha inoltre ampia diffusione la fondue chinoise (fettine di carne da bollire in brodo, accompagnata da salsine, riso e patate).


Infrastrutture turistiche[modifica]

Se volete affittare una casa o un appartamento in Svizzera a scopo vacanze, l'agenzia di riferimento è Interhome

La Svizzera offre buone sistemazioni per tutte le tasche. Gli alloggi si possono prenotare presso gli uffici turistici locali che di solito si trovano nelle vicinanze delle stazioni.

Per i soggiorni di gruppo in Svizzera è disponibile il servizio centrale CONTACT groups.ch, che offre hotel e case vacanze adatte per gruppi. Il servizio di contatto con le strutture è gratuito e non vincolante. Sul portale groups.ch è possibile selezionare oltre 650 strutture in base ai propri criteri ed effettuare il contatto diretto mediante una richiesta unica. I calendari delle disponibilità sono pubblicati online e costantemente aggiornati

Eventi e feste[modifica]

Festività nazionali[modifica]

  • Capodanno;
  • Carnevale (una settimana di ferie scolastiche a cavallo);
  • San Giuseppe (19 marzo) nei cantoni a maggioranza cattolica;
  • Pasqua (ferie scolastiche a cavallo);
  • Corpus domini;
  • 1° agosto - Festa nazionale;
  • 15 agosto - Ferragosto solo nei cantoni a maggioranza cattolica;
  • 8 dicembre - Immacolata concezione;
  • 25 dicembre - Natale - Ferie scolastiche.


Sicurezza[modifica]

Numeri Phone font awesome.svg di emergenza
  • Pompieri: 118
  • Servizio medico d'urgenza: 144
  • Gendarmeria (Pol. Cantonale): 112
  • Soccorso stradale (TCS): 140

Il tasso di criminalità in Svizzera è basso. Nelle città, vi è comunque un lieve aumento del rischio di diventare vittime di borseggiatori o più spesso ruba biciclette. Statisticamente è Losanna con 218 delitti per 1.000 abitanti, a essere la città più pericolosa in Svizzera [1](DE) . Ogni situazione di pericolo va segnalata tempestivamente alla Polizia Cantonale (telefono 117 e numero unico 112).

USDOT highway sign bicycle symbol - black.svg Nelle città le biciclette non dovrebbero essere mai lasciate completamente fuori vista, se non munite di una buona serratura.

Credit card font awesome.svg In molti negozi svizzeri e usuale stampare l'intero numero della vostra carta di credito sulla ricevuta, aumentando così la possibilità di furto di identità. Fatte quindi attenzione quando fatte le spese pagando con una carta di credito in Svizzera. Pertanto, i visitatori che utilizzano le carte di credito devono esaminare attentamente le informazioni stampate su tutte le ricevute prima di eliminarle anche perché queste spesso sono la garanzia per la merce acquistata.

Sinnbild Wanderer bgw.svg Nelle zone di montagna, assicurarsi di informarsi sulle condizioni meteorologiche presso il numero telefonico Phone font awesome.svg162 o un ufficio informazioni turistiche o stazione ferroviaria locale, prima di partire al mattino. Dovrebbero essere ben informati sulle condizioni meteorologiche avverse e su possibili aree valanga e aree pericolose strettamente locali come gole e altre.

Frontiera[modifica]

Cosa si deve dichiarare alla Dogana Svizzera? Per informazione su cosa dichiarare e sui quantitativi e tipo di merci esenti o no da sdoganamento si prega di consultare il sito ezv.admin.ch.

Zollkontrolle.jpg A seguito dell'apertura delle frontiere con lo Spazio Economico Europeo nel 2005 con la conseguente rimozione di molti controlli di frontiera, vi possono essere controlli da parte di doganieri svizzeri anche nelle fasce di confine. Anche per via del grande aumento di importazioni non dichiarate da parte di cittadini svizzeri di merci e viveri comprati a prezzo più modesto nell'Unione Europea. Nel Febbraio 2014, popolazione svizzera votò approvando con il 50,3% dei voti favorevoli la proposta dell'UDC di reintrodurre dei limiti alla libera circolazione dei lavoratori dell'Unione Europea in Svizzera.

Identitätskontrolle.jpg Capita che vi sono più controlli verso persone di carnagione scura dell'Africa, Medio Oriente o dell'Europa orientale, per trovare possibili immigranti illegali, e di trattarli di conseguenza. Se avete una carnagione scura o siete stati a lungo al sole in vacanza e avete perso o vi è stato rubato la vostra carta di Identità valida per l'espatrio o il Passaporto, questo potrebbe essere un problema considerevole, se si viaggia da soli, perché prassi anche a volte praticata dalla polizia svizzera.

Situazione sanitaria[modifica]

Il livello del servizio sanitario svizzero è ottimo ma molto costoso. Prima di partire munirsi della tessera sanitaria TEAM.

Rispettare le usanze[modifica]


Come restare in contatto[modifica]

Poste[modifica]

Fra le associazioni che si occupano del servizio postale c'è La Posta Svizzera.

Telefonia[modifica]

Telefono
  • Informazioni nazionali: 1811
  • Informazioni internazionali: 1818
  • Avarie telefoniche: Gnome-call-start.svg 0800 800 800
  • Per chiamate auto-selezionate dall'estero verso la Svizzera comporre il prefisso nazionale 00 41 + il numero dell'abbonato senza lo zero iniziale.
  • Per chiamate auto-selezionate dalla Svizzera verso l'Italia comporre il prefisso nazionale 00 39 + il prefisso locale + il numero dell'abbonato.

La rete di telefonia mobile è molto sviluppata anche nelle località di montagna; è buono anche il servizio di traffico dati tramite terminale mobile UMTS: verificate col vostro operatore termini e tariffe applicate.

I principali operatori di telefonia mobile sono Swisscom (che garantisce la copertura più capillare), Sunrise e Salt.

Internet[modifica]

Disponibile nei maggiori alberghi e nelle maggiori località il servizio WiFi pubblico.


Altri progetti

1-4 star.svg Bozza: l'articolo rispetta il template standard e ha almeno una sezione con informazioni utili (anche se di poche righe). Intestazione e piè pagina sono correttamente compilati.