Scarica il file GPX di questo articolo

Colonia (Germania)

Da Wikivoyage.
Colonia
Köln
Panorama di Colonia dal campanile della cattedrale
Stemma e Bandiera
Colonia (Germania) - Stemma
Colonia (Germania) - Bandiera
Stato
Stato federato
Regione
Altitudine
Superficie
Abitanti
Prefisso tel
CAP
Fuso orario
Posizione
Mappa della Germania
Colonia (Germania)
Colonia
Sito del turismo
Sito istituzionale


Colonia è una città della Germania nello stato federato della Renania Settentrionale-Vestfalia.

Da sapere[modifica]

Colonia, con il suo milione di abitanti, è la quarta città della Germania e si trova nella regione Renania Settentrionale-Vestfalia (Nordrhein-Westfalen, spesso abbreviata come NRW). Oltre ad essere una delle più importanti destinazioni turistiche tedesche, è un importante centro fieristico e commerciale, è sede di numerose industrie e compagnie di livello nazionale e internazionale e ospita svariati eventi culturali. È inoltre considerata una delle città più tolleranti della Germania. Uno dei soprannomi di Colonia è Schmelztiegel cioè 'crogiolo' a indicare l'alta percentuale di immigrati, razze e religioni diverse che qui convivono. Questa molteplicità di aspetti fa sì che nella città confluiscano e si fondano varie tipologie di visitatori. Il culmine dell'affluenza di visitatori si ha nei giorni del celebre carnevale.

Al di là del carnevale, Colonia è una città di per se dai tratti molto allegri e vivaci. Forte elemento identitario è la sua lingua, il dialetto Kolsch, un po' buffo agli orecchi degli altri tedeschi ma guai a sminuirlo in presenza di un abitante della città. Per le strade, o stampati su magliette ed insegne, potrete ascoltare alcuni detti locali che vi riveleranno ancora una volta il carattere immancabilmente ottimista della città: Et kütt wie et kütt (Vada come deve andare), läve un läve losse (Vivi e lascia vivere). Kolsch, inoltre è anche il nome della famosa birra qui prodotta, vera specialità del posto. Fino al 1830 c'erano a Colonia più di 360 birrifici artigiali. Oggi in città ci sono ancora 24 aziende locali che producono la birra Kolsch, in perenne competizione a Düsseldorf, capitale della Renania Settentrionale-Vestfalia anche se più piccola come estensione e famosa per i suoi liquori e la sua Altbier. Per darvi un'idea della competizione, vi basterà sapere che l'Altbier di Dusseldorf è qui tassativamente vietata e nessun bar o pub la vende.

La città può vantare più di 2000 anni di Storia, gareggiando con poche altre per il primato di città più antica della Germania. Rispetto ad altre città tedesche, la quantità di testimonianze del passato, dalle fondamenta degli edifici romani alle chiese romaniche e gotiche, dalle antiche abitazioni medioevali alle più audaci architetture moderne, è notevolmente maggiore. Benché sottoposta a sistematiche operazioni di bombardamento aereo durante l'ultima guerra, la città ha saputo rivalutare il suo passato e offre al turista numerosissimi punti di interesse.

Cenni geografici[modifica]

Colonia si trova a sud-ovest dello stato federato della Renania Settentrionale-Vestfalia, sulle rive del fiume Reno. Non bisogna mai dimenticare il valore che questo fiume ha per i tedeschi, tanto che lo chiamano "Padre Reno" e a lui sono dedicati moltissimi inni antichi dello stato tedesco nelle diverse forme giuridiche nel corso della storia. La presenza del re, da sempre confine naturale della Germania, simbolo identitario tedesco e principale via di comunicazione prima dell'avvento dei nuovi sistemi di trasporto è stata centrale nella storia, nella crescita della città, tanto che a contendersi il titolo di capitale della Renania sono sempre state le due città rivali di Colonia e Düsseldorf ed entrambe hanno sempre vantato la loro posizione sulle sponde del Reno e cercato di controllare i commerci fluviali su di esso. Sicuramente il Reno, assieme al duomo sono i principali punti di riferimento per il turista che non conosce bene la città. Se allarghiamo lo sguardo alla regione in cui Colonia si trova, vediamo che occupa un posto di tutto rispetto nella regione - ricchissima - della Ruhr, regione altamente urbanizzata e industrializzata e centro focale di ogni accordo e trattativa finanche a quelle che hanno portato alla fondazione dell'Unione europea.

Quando andare[modifica]

Colonia ospita più di 70 fiere internazionali all'anno, alle quali affluiscono decine di migliaia di visitatori dalla Germania e dall'estero; nelle date in cui si svolgono queste manifestazioni i prezzi degli alloggi possono anche triplicare, pertanto è utile consultare il calendario fieristico (sito in lingua italiana) per evitare le date di maggior affluenza. Detto questo, il periodo migliore, è sicuramente febbraio e il motivo è presto spiegato; Colonia e la sua eterna rivale Düsseldorf ospitano in date variabili di anno in anno il celebre Carnevale, un evento raro in Germania e pressocché limitato a questa regione. Per maggiori informazioni leggi più avanti la sezione Eventi.

Cenni storici[modifica]

Dopo i barbari germani, arrivarono i nostri connazionali romani che la chiamarono inizialmente Oppidum Ubiorum, al momento della fondazione, nel 19 a.C. anticipando Treviri di 3 anni. Nel 50 d.C. la città era cresciuta notevolmente grazie ai commerci sul grande fiume Reno e il villaggio (oppidum) si vide riconoscere il titolo di città a cui seguì il nuovo nome: Colonia Claudia Ara Aggripinensium (nei manoscritti CCAA), chiamata dal popolo più semplicemente Colonia Agrippina. Questo nome è rimasto immutato fino ai nostri giorni e insieme con lui la sua fama di antichissima e fiorente città, la più antica ed estesa a nord delle Alpi durante l'età dell'impero romano. Nel III secolo dopo Cristo Colonia raggiunse il suo apice di splendore: 40.000 uomini, tra romani e indigeni vivevano qui in armonia. L'antica città romana si sviluppava sulla riva sinistra del fiume Reno, che scorre in direzione nord. È appunto su questa sponda che si trova la vecchia città (Altstadt) con i suoi monumenti, il celebre duomo e i musei da visitare. Sulla riva destra si è sviluppata invece la cittadina di Deutz, oggi inglobata nella municipalità di Colonia.

Cologne Panorama Frankenwerft day.jpg

Anche durante il Medioevo Colonia fu per estensione e popolazione, il più grande centro a Nord dell'Italia. I traffici commerciali e il fatto che la città battesse moneta propria rese Colonia una delle più importanti città d'Europa nel Medioevo. Era una vera e propria metropoli con artisti, artigiani, commercianti e una propria diocesi ecclesiastica e a Colonia risiedeva uno dei principali vescovi d'Europa, il che la rese anche meta di importanti flussi di pellegrinaggi. Tra il XII e il XV secolo il suo splendore non conosceva rivali e nel 1388, fu qui fondata una delle prime università, dopo i primi esperimenti italiani del secolo precedente. Così facendo Colonia divenne anche una sede ambita per tutti i giovani aristocratici che volevano completare il loro percorso di istruzione superiore in una grande città universitaria europea. Il flusso dei pellegrini aumentò fino a 500.000 visitatori l'anno quando furono traslate qui le reliquie dei 3 Re Magi, il che diede l'avvio alla costruzione dell'immenso duomo che oggi si staglia imponente e funge a pieno diritto da simbolo della città. La costruzione di questa meraviglia dell'architettura richiese 672 anni. Con i suoi quasi 50.000 abitanti, Colonia mantenne il suo primato di grande metropoli europea anche durante il Sacro Romano Impero... ma non è il caso di svelarvi tutta questa affascinante storia che potrete rivivere visitando il museo cittadino nel Distretto di Innenstadt

Come orientarsi[modifica]

Mappa dei principali distretti

L'area metropolitana di Colonia si divide amministrativamente in 9 circoscrizioni maggiori (Stadtbezirke) che a loro volta si dividono in un totale di 86 quartieri. Ci sono poi delle divisioni tradizionale che in Kölsch, il dialetto di Colonia, vengono chiamati Veedeln. Per questo motivo, se qualche passante vi indicherà il Martinviertel, sappiate che corrisponde alla zona più interessante della città, e cioè alla parte compresa tra il quartiere Altstadt-Nord e il quartiere Innenstadt, ovvero la parte più antica e pittoresca della città. Punti di riferimento meno istituzionali, per un visitatore, sono sicuramente il Duomo e la vicinissima stazione centrale dei treni e degli autobus e il grande fiume Reno che divide in due la città e consente di organizzare facilmente una visita della città.

Quartieri[modifica]

I quartieri ufficiali, tuttavia, sono i seguenti:

  • Innenstadt (Stadtbezirk 1), il cuore di Colonia escludendo le periferie che a sua volta si divide in
    • Altstadt Nord (letteralmente Città Vecchia Nord)
    • Altstadt Süd (letteralmente Città Vecchia Sud)
    • Neustadt Nord (letteralmente Città Nuova Nord)
    • Neustadt Süd(letteralmente Città Nuova Sud)
    • Deutz
  • Rodenkirchen (Stadtbezirk 2)
  • Lindenthal (Stadtbezirk 3)
  • Ehrenfeld (Stadtbezirk 4)
  • Nippes (Stadtbezirk 5)
  • Chorweiler (Stadtbezirk 6)
  • Porz (Stadtbezirk 7)
  • Kalk (Stadtbezirk 8)
  • Mülheim (Stadtbezirk 9)

Se però avete pochi giorni a disposizione, vi conviene visitare solo l'Innenstadt, ovvero la Colonia vera e propria con le sue divisioni in città Nuova e Città Vecchia. Si tratta della riva sinistra del Reno, che molti abitanti chiamano la riva giusta a dispetto di Deutz, il quartiere a destra che ospita solo il parco del Reno e il Kolner Messe (il centro fieristico) come principali attrazioni e che fu costruito solo a fine XIX secolo. Una serie di strade chiamate Ring circondano ad anello la città vecchia e seguono l'andamento delle vecchie mura, di cui restano visibili solo pochi resti. Ben conservate sono invece molte delle antiche porte della città.

La città vecchia (Altstadt) è delimitata a nord dalla stazione ferroviaria centrale. A pochi passi dalla stazione si erge il magnifico duomo, la maggiore attrazione turistica cittadina. Musei principali e altri monumenti sono tutti situati nell'Altstadt che in gran parte costituisce un'isola pedonale.

Le due guglie della cattedrale, oltre a costituire il tratto distintivo dello skyline della città, sono visibili praticamente da ogni punto del centro cittadino e facilitano l'orientamento del visitatore.

Come arrivare[modifica]

In aereo[modifica]

L'aeroporto è l'unico tra quelli tedeschi ad offrire collegamento gratis alla rete tramite wi-fi, dietro una semplice procedura di registrazione. Così, se avete tempo a disposizione, potrete avvertire tramite Skype o un servizio VOIP amici e parenti che siete arrivati.

L'aeroporto è dotato di stazione ferroviaria al suo interno ove fermano anche i treni ad alta velocità in servizio sul tratto Colonia-Francoforte sul Meno.

Esiste anche un servizio d'autobus (linea 161) che fermano ai due terminal e fanno capolinea dopo circa 5 km alla stazione metro di Porz Markt, sulla linea 7. Se la vostra destinazione è il centro dovrete cambiare per un treno della linea 9 (rossa) alla stazione di Deutzer Freiheit.

In auto[modifica]

Avviso di viaggio! ATTENZIONE: A Colonia vigono speciali leggi per la protezione dell'ambiente e la riduzione dello smog. Tutti i veicoli, anche stranieri, non conformi alle nuove direttive sull'emissione di gas saranno multati (circa 80 €) e sequestrati dalla polizia stradale. Qui trovate la mappa delle zone in cui vige il divieto.

Le autostrade A1/E31, A4/E40 e A3/E35 formano un anello intorno alla città di Colonia e permettono di entrarvi da qualunque punto voi arriviate. Altre importanti collegamenti stradali sono la A57 proveniente da nord e la A59, rispettivamente sulla riva sinistra e destra del Reno. Da sud invece arriva qui la A555 proveniente da Bonn.

I raccordi autostradali (Venloer Straße, Bonner Straße, Neusser Straße, Luxemburger Straße, Aachener Straße) sono le principali arterie cittadine. Per quanto comode e ampie, evitate di percorrerle nelle ore di punta perché possono essere parecchio trafficate.

In tutta la città, poi, ci sono parcheggi custoditi anche se i prezzi sono tutt'altro che bassi. Soluzioni più economiche si trovano nel quartiere fieristico di Colonia-Deutz o nei pressi dell'università. Lo svantaggio di questi ultimi, invece, sta nella difficoltà di trovare un posto libero. Vi consigliamo fortemente di visitare Colonia senza auto dato che la rete di trasporti cittadini è davvero fitta e potrà condurvi dovunque voi vogliate.

Su Luxemburger Strasse e su Aachener Strasse si trova anche un parcheggio d'interscambio con possibilità di lasciare l'auto in un'area custodita e prendere un mezzo pubblico per la città. Qui partono tutti gli autobus della compagnia KVB.

In nave[modifica]

L'approdo delle minicrociere e navi-passeggeri sul Reno è proprio accanto ad una delle entrate nella Innenstadt. Utilizzando questo mezzo potrete godervi tutto il corso del Reno (pagando un biglietto intero) oppure scegliere un itinerario ridotto, ad esempio Bonn-Colonia.

Vicino al duomo e al parco del Reno si può salire su un minitraghetto che collega le due rive del Reno. A nord di Colonia, inoltre, nel quartiere di Merkenich, ci sono altre agenzie di trasporto fluviale per persone e automobili. I traghetti partono ogni giorno da Langel fino a Leverkusen-Hitdorf.

In treno[modifica]

Stazione centrale di Colonia

La 2 stazione centrale. è uno dei nodi ferroviari principali di tutta la Germania occidentale e offre i suoi servizi a 280.000 visitatori al giorno. Si trova al centro del Distretto di Innenstadt, proprio accanto al duomo, su Fußgängereinkaufszone Hohe Straße, non lontano dal Museo romano-germanico.

Un'altra importante stazione ferroviaria con treni ICE ad alta velocità è quella del quartiere fieristico, la 3 stazione di Colonia Messe/Deutz. fornita anche di linee della metropolitana. Praticamente tutte le linee della metro collegano questa stazione a quella centrale.

Sette linee di treni veloci trasportano passeggeri dalla stazione centrale verso l'aeroporto internazionale e viceversa. I treni regionali sono tantissimi, tra i più comodi e frequenti ci sono quelli delle linee: Köln-Ehrenfeld, Köln-West, Köln-Porz, Köln-Mülheim. Altre stazioni minori sono collegate a Colonia dalle linee della S-Bahn.

Verso Amburgo e Osnabrück viaggia anche l'espresso economico Hamburg-Köln-Express.

Sul piano regionale, i principali collegamenti senza soste intermedie sono dati dai treni che effettuano le tratte: Aquisgrana, Mönchengladbach, Düsseldorf, Duisburg, Wuppertal, Hagen, Dortmund, Münster, Bonn, Coblenza, Magonza e Treviri.

Come avrete avuto modo di capire, Colonia è un centro straordinariamente ben collegato alle altre maggiori città della Germania e arrivare qui è facilissimo, ovunque vi troviate. Se siete all'estero, ad esempio, arrivano a Colonia i treni internazionali provenienti da Amsterdam (3/4 ore), Parigi (3 ore) e Bruxelles in meno di 2 ore, oltre a Zurigo in appena 6 ore, poco se si considera che questo treno attraversa praticamente tutta la Germania. Francoforte sul Meno, inoltre, dista solo poco più di 1 ora di treno.

La linea tranviaria all'interno di Colonia non è, al momento, ancora completa (2013) perciò ad esempio la vicina Bonn non è ancora collegata anche se prendendo un pulmann o un treno verso le vicine fermate di Bergisch Gladbach, Siegburg, Düren, Neuss o Düsseldorf la si potrà raggiungere agevolmente. Questo tipo di collegamenti sono effettuati in media in 20 minuti.

In autobus[modifica]

Il percorso dell'Eifelwasserleitung

Colonia dispone di una stazione internazionale degli autobus, sita accanto alla stazione centrale dei treni, su Breslauer Platz.

In bici[modifica]

  • Rhein-Radweg: si tratta di un grande itinerario ciclistico che attraversa la Svizzera, la Francia e la Germania e nei pressi di Colonia passa per entrambe le sponde del Reno. È la principale attrazione per gli amanti del cicloturismo in Germania.
  • BahnRadWeg – itinerario ciclistico, lungo circa 92 km, che conduce a Colonia partendo da Aquisgrana. Prestate attenzione al fatto che questo antico itinerario non prevede strade asfaltate ma solo attraversamento di campagne e strade poco battute. Vi servirà una buona conoscenza del tedesco nel caso avesse bisogno di qualcosa, in quanto molte zone dell'itinerario sono lontane dai centri turistici.

A piedi[modifica]

Come già accennato nella sezione sui cenni storici, Colonia è stata per secoli punto di incontro di diversi flussi di pellegrini. Anche se oggi questa attività è passata di 'moda', sono ancora in tanti coloro che si godono i bellissimi itinerari e paesaggi della Renania viaggiando a piedi. Di seguito indichiamo un paio di itinerari ufficiali:

  • Römerkanal-Wanderweg, Questo percorso segue l'Eiferwasserleitung, ovvero l'antico acquedotto romano che inizia a Nettersheim e termina proprio a Colonia.
  • Jakobsweg Metz-Köln Quest'alto itinerario, invece, segue l'antico tragitto dei pellegrini sulla via di San Giacomo di Compostela e partendo da Metz passa per Colonia, Treviri attraverso i meravigliosi paesaggi dell'altopiano Eifel.


Come spostarsi[modifica]

Con mezzi pubblici[modifica]

Tipico treno di Colonia

Colonia è dotata di una rete di treni e tram che si estende ai centri vicini ed è in parte sotterranea. La metrotranvia di Colonia, nota come Stadtbahn, è composta di 11 linee e 222 stazioni ed è gestita dall'azienda KVB

Le linee 16 e 18 fanno capolinea in due punti centrali della città di Bonn

Le più importanti stazioni sono quela centrale, capolinea di tutti i mezzi, su Breslauer Platz e quella di Rudolfplatz. Quasi tutti i mezzi viaggiano ogni dieci minuti dalle 05.00 alle 20.00 e ogni mezz'ora minuti quelli notturni. Il fine settimana e i festivi l'intervallo tra le varie corse è di circa 30 minuti.

A causa dell'intenso traffico nel centro cittadino, si potranno verificare ingorghi e la velocità dei mezzi è piuttosto ridotta. Una buona soluzione è l'utilizzo della metropolitana sotterranea. Tra un paio d'anni tutte le zone di Colonia saranno raggiungibili con la Metro. Le difficoltà nel completamento della metro sono dovute all'enorme quantità di testimonianze ed edifici romani sepolti sotto l'odierna Colonia, per cui ogni lavoro di scavo delle linee è preceduto da indagini archeologiche e messa in salvo dei reperti. Nonostante ciò, molti hanno aspramente criticato il progetto della metro per il rischio di danneggiare o addirittura distruggere molte testimonianze dell'antica città romana.

N.B: Sarebbe meglio non utilizzare la metropolitana linea 1 quando gioca l' FC Colonia, la locale squadra di calcio, in quanto i mezzi sono incredibilmente affollati dai tifosi, creando problemi di sicurezza.

Percorso Lunghezza Velocità media
1 Weiden West – Junkersdorf – Müngersdorf – Aachener Str./Gürtel – Rudolfplatz – Neumarkt − Bf Deutz – Kalk – Höhenberg – Merheim – Brück − Refrath – Bensberg 26.5 km 28.9 km/h
3 Mengenich – Bocklemünd – Bickendorf – Bf Ehrenfeld – Bf West – Friesenplatz – Neumarkt – Bf Deutz – Buchforst – Buchheim – Holweide – Dellbrück – Thielenbruch 21.5 km 26.3 km/h
4 Bocklemünd – Bickendorf – Bf Ehrenfeld – Bf West – Friesenplatz – Neumarkt – Bf Deutz – Mülheim Wiener Platz – Höhenhaus – Dünnwald – Schlebusch 21.7 km 28.3 km/h
5 Sparkasse Am Butzweilerhof – Neuehrenfeld – Bf West – Friesenplatz – Dom/Hbf – Rathaus – Heumarkt 12.3 km 23.6 km/h
7 Frechen – Marsdorf – Lindenthal – Aachener Str./Gürtel – Rudolfplatz – Neumarkt – Deutz – Poll – Westhoven – Ensen – Porz – Zündorf 25.8 km 22.4 km/h
9 Sülz – Universität – Bf Süd – Neumarkt – Bf Deutz – Kalk – Vingst – Ostheim – Königsforst 16.0 km 25.9 km/h
12 Merkenich – Niehl – Weidenpesch – Nippes – Ebertplatz – Friesenplatz − Rudolfplatz – Barbarossaplatz – Zollstock 17.0 km 22.7 km/h
13 Sülzgürtel – Lindenthal – Aachener Str./Gürtel – Bf Ehrenfeld − Neuehrenfeld – Bilderstöckchen – Nippes – Amsterdamer Str./Gürtel – Mülheim Wiener Platz – Bf Mülheim – Buchheim – Holweide 16.2 km 29.5 km/h
15 Chorweiler – Heimersdorf – Longerich – Weidenpesch - Nippes – Ebertplatz – Friesenplatz – Rudolfplatz – Barbarossaplatz – Chlodwigplatz – Ubierring 15.2 km 24.0 km/h
16 Niehl Sebastianstr. – Amsterdamer Str./Gürtel – Ebertplatz – Dom/Hbf – Neumarkt – Barbarossaplatz – Chlodwigplatz – Ubierring – Bayenthal – Rodenkirchen – Sürth – Godorf – Wesseling – Hersel – Bonn Hbf – Bonn-Bad Godesberg 45.6 km 33.4 km/h
18 Thielenbruch – Dellbrück – Holweide – Buchheim – Bf Mülheim – Mülheim Wiener Platz – Zoo/Flora – Ebertplatz – Dom/Hbf – Neumarkt – Barbarossaplatz – Sülzgürtel – Klettenberg – Hürth – Brühl – Bornheim – Alfter – Bonn Hbf 48.4 km 33.4 km/h


Le linee dei Bus completano la già ampia rete di trasporti ferro-tranviari. Viaggiano sia nel centro cittadino che nella periferia e verso le cittadine vicine. Alcune linee di bus seguono in superficie lo stesso tragitto delle linee metro sotterranee. L'intervallo tra due viaggi dello stesso autobus è di circa 20 minuti.

Alcuni autobus interregionali collegano Colonia con Solingen (linea 250), con Remscheid e Wermelskirchen (linea 260), con Odenthal e Bergisch Gladbach (linea 434), con Hürth (linea 260) e con Bonn (SB 60 partendo dall'aeroporto internazionale di Colonia/Bonn).

Biglietti dei mezzi pubblici[modifica]

Biglietteria automatica

Più che rivolgersi a sportelli e biglietterie nelle stazione, in molti punti di Colonia e del circondario noterete queste macchine automatiche (figura a destra). Sono programmate in più lingue e permettono di acquistare biglietti validi in tutta la regione di Colonia. Per il pagamento sono accettate solo le monete e banconote di piccolo taglio. È anche possibile utilizzare una carta di credito internazionale per il pagamento (Visa, Maestro, Mastercard ecc...).

Una volta acquistato il biglietto è obbligatorio obliterarlo se non volete pagare fino a 100 € di multa. Le obliteratrici sono presenti su tutti i mezzi pubblici, solitamente accanto all'entrata o sui binari. Alcuni biglietti per viaggi singoli vengono emessi già obliterati. Dal sito del KVB, si possono acquistare biglietti online. Riceverete in tal modo un codice sul vostro cellulare che dovrete mostrare al controllore in metro o all'autista sui bus.

Prezzi dei biglietti[modifica]

Per un qualsiasi viaggio a bordo dei mezzi pubblici nel centro di Colonia è necessario un biglietto per la zona 1b.

  • Viaggio singolo (Einzelfahrschein): 2,80 €, Bambini: 1,60 €
  • Biglietto 24h (Tagesticket): 8,10 €
  • Biglietto settimanale (Wochenticket): 23,30 €

Sono possibili anche altre opzioni, per esigenze diverse:

  • Biglietto 24h per gruppi di 5 persone (Tagesticket 5 Personen): 12,10 € Questo biglietto vale dalle 09.00 alle 03.00 del giorno dopo.

Il fine settimana, le ferrovie tedesche e i trasporti regionali, hanno sempre offerte molto convenienti. Per le offerte interregionali guardate sul sito delle Ferrovie tedesche disponibile anche in italiano. Per i trasporti interni a Colonia invece esiste un biglietto speciale:

  • Biglietto a tariffa ridotta (Kurzstreckentarif): 1,90 €, permette di viaggiare in qualsiasi direzione ma solo per un tragitto non superiore alle 4 fermate, esclusa la fermata di partenza.

Infine, per viaggi all'esterno di Colonia, ma sempre nella regione della Renania, consultate il sito o gli sportelli dell'Agenzia trasporti Rhein-Sieg o recatevi presso gli uffici turistici per speciali itinerari nei pressi di Colonia, pensate apposta per i turisti in cerca di attrattive.

Espresso della Cioccolata e dello Zoo[modifica]

Dal Duomo, accanto alle mura cittadine partono ogno 30 minuti 2 trenini turistici per il Museo della Cioccolata Lindt e lo Zoo. Il biglietto singolo costa 3,50 € e il biglietto di andata e ritorno costa 6 €, con riduzioni per bambini del 50%.

In bici[modifica]

La bicicletta è il mezzo più usato dagli abitanti di Colonia. Su tutte le strade principali o trafficate troverete una pista ciclabile separata dalla carreggiata anche se a volte abbastanza stretta rispetto agli standard tedeschi. La bici è di gran lunga preferibile se volete visitare la riva del reno con i suoi bei palazzi e parchi. Qui, infatti, è difficile e lento arrivarci con i bus.

Se volete portare la vostra bici con voi in metro o sui bus, è possibile ma previo pagamento di un supplemento sul biglietto. Evitate però di farlo durante le ore più trafficate perché potreste non trovare posto per la vostra bici sui mezzi.

Colonia vanta una fittissima rete di Bike sharing, grazie alla quale potrete affittare una bici ovunque anche da altri privati cittadini ad un ottimo prezzo oppure potete rivolgervi al noleggio ufficiale delle Bici nei pressi del sottopassaggio vicino al Duomo. Qui, però, dovrete lasciare un documento e una cauzione variabile per la bici che prendete in prestito oltre ad una tariffa oraria. Normalmente i prezzi si aggirano intorno ai 15€ al giorno nel caso di affitto presso privati. Il servizio è attivo principalmente nei mesi primaverili ed estivi.

Car sharing[modifica]

Una delle auto adibite a Car sharing a Colonia

A Colonia è presente un buon numero di centri per il noleggio di automobili che si basano sul principio del Car sharing. Il che significa che non si tratta delle solite agenzie di noleggio automobili ma di qualcosa di radicalmente diverso. Si cerca un auto attraverso servizi come Cambio o Flinkster e la si ritira in uno dei tanti punti sparsi in città, dove dovrà poi essere riportata.

Esempio di Rufsäulen, colonnina per chiamare un taxi

Troverete molte delle auto con il marchio DriveNow o Car2Go sul fianco parcheggiate sulle strade di Colonia e potrete spontaneamente noleggiarle. La differenza con le varianti più vecchie del car sharing sta nel fatto che non dovrete lasciarle dove l'avete trovata ma dove volete. Un dispositivo satellitare segnalerà a tutti gli altri membri dell'iniziativa, tramite una app, dove si trova la macchina. Se ad esempio andate in giro di notte o al cinema, trovate un'auto con la scritta DriveNow parcheggiata nei pressi e volete utilizzare una di queste macchine per tornare in dieci minuti a casa invece di prendere un mezzo pubblico, sarete liberissimi di farlo, pagando una tariffa di circa 3-4 € (ogni quarto d'ora). Per una persona sola può essere un prezzo abbastanza alto rispetto ai biglietti dei mezzi pubblici ma se siete almeno in due ne vale la pena. Se poi progettate di rimanere in Germania più tempo l'abbonamento costa 29 € una tantum con accesso illimitato alle automobili. A vostro carico sarà solo il carburante e nulla più.

In taxi[modifica]

Colonia, come ogni grande città, dispone di una fitta rete di agenzie di taxi. Sopratutto nel centro non faticherete a trovarne uno disponibile. La principale compagnia di Taxi a Colonia è:

  • Taxi Ruf, Esistono diversi parcheggi per taxi, qui troverete una lista.. Ecb copyright.svg 3,5 € (fisso) + 1,80 € al km. In moltissimi punti della città troverete delle colonnine, grazie alle quali potrete chiamare il vostro taxi senza dover giungere al più vicino parcheggio dedicato.


Cosa vedere[modifica]

Architettura religiosa[modifica]

Interno del duomo
Colonia - Duomo
  • 1 Kölner Dom (Duomo di Colonia), Domkloster 4. in stile gotico il duomo raggiunge i 157 m di altezza e conserva le reliquie dei Re Magi. Le reliquie vennero spostate qui da Milano nel 1164 per volontà di Federico Barbarossa, e fu proprio lui a decidere di erigere una chiesa sul modello di quelle che erano sorte in varie città della Francia. La chiesa sorse su un sito già occupato da un tempio romano e i lavori di costruzione si protrassero per ben 632 anni, dalla posa della prima pietra (1248) all'inaugurazione ufficiale (15 ottobre 1880). La cassa dei Re Magi (Dreikönigenschrein) è custodita al fondo del coro, rivestita da una lamina di argento dorato decorata da gemme e smalti. Chi se la sente può salire a piedi in cima ad una delle due torri da dove si apre una bella vista sulla città e sul Reno. Durante la salita si ha la possibilità di vedere le antiche campane: la Petersglocke, fusa nel 1923, pesa 24 tonnellate. Dal 1996 il Duomo di Colonia figura nella lista dei Patrimoni Mondiali dell'Umanità. In Distretto di Innenstadt troverete più informazioni sul Duomo e sulle attrazioni vicine.
  • Camera del Tesoro del Duomo (Domschatzkammer), Domkloster 4 (accanto al Duomo), +49 0221 17 94 05 30, @ info@domfuehrungen-koeln.de. Ecb copyright.svg Biglietto singolo: 5 €, bambini e studenti: 2,5€, biglietto famiglia: 10 €. Simple icon time.svg Lun-Dom 10:00-18:00. Nella storica cantina a volte del Duomo, costruita nel XIII secolo, sono conservate reliquie e oggetti preziosi di inestimabile valore. Qui si trovano anche arredi liturgici e stemmi dei vescovi di Colonia risalenti anche al IV secolo. In una sezione separata sono visibili alcune meravigliose sculture e ornamenti delle tombe appartenenti ai Franchi. Il giovedì e su appuntamento è possibile effettuare visite guidate in diverse lingue.
Chiesa di S. Martino
Vista della chiesa di S. Andrea
Sant'Ursula
Sant'Ursula - Vista dal lato occidentale

All'interno delle antiche mura cittadine medievali ci sono ancora oggi 12 enormi chiese romaniche. Sono la testimonianza di quanto Colonia fosse ricca e importante per il cristianesimo europeo dei primi secoli. Negli altri quartieri di Colonia, fuori dal centro antico, ci sono altre 13 chiese più piccole come ad esempio la vecchia chiesa di S. Heribert sulla riva del Reno, la chiesa vecchia di S. Stefano a Lindenthal e la chiesa di S. Materno a Rodenkirchen. Le chiese più importanti, però, sono quella di S. Martino, quella di S. Gereone, quella di S. Pantaleone e quella di S. Maria in Campidoglio, che troverete meglio descritte nell'articolo sul Distretto di Innenstadt.

  • 2 Basilika St. Andreas (Basilica di San'Andrea), Komödienstraße 6-8, +49 221 160 660, @ sankt-andreas@dominikaner.de. Simple icon time.svg Chiostro: Lun-Ven: 8-12 Chiesa: Lun-Ven: 07:30-18. La chiesa domenicana di Sant'Andrea, domina il centro di Colonia, oscurata solo dal maestoso Duomo. Spicca tra le altre 12 chiese romaniche per il suo stile architettonico, riconducibile al tardoromanico renano con elementi gotici, risultato dei diversi rimaneggiamenti che la basilica ha subito. Oltre le reliquie del Santo Apostolo di cui porta il nome, la basilica ospita nella sua cripta anche la tomba di Alberto Magno, grande vescovo e guida spirituale del XIII secolo, che operò qui a Colonia. Tra gli altri meriti, questa chiesa, è sede dell'ordine equestre di Gerusalemme.
  • 3 St. Ursula (Chiesa di Santa Orsula), Ursulaplatz 30, @ st.ursula‎@‎netcologne.de. Iniziata nel XV secolo e terminata solo nel XVII, la chiesa di Santa Orsula è un altro incantevole esempio di architettura religiosa tedesca. L'edificio si erge su un'area in cui - secondo la leggenda - furono sepolte le 11.000 vergini tra cui Orsula martirizzate per la propria fede. Nella "Camera d'oro" o "Camera dei tesori" sono conservati un numero impressionante di reliquie provenienti dagli scavi del cimitero sottostante, tra cui, le reliquie di Orsola.


Le numerose chiese romaniche di Colonia non sono solo bellissimi esempi di architettura religiosa nordica ma sono anche lo scenario di un importante evento musicale: l'Estate Romanica (Romanischer Sommer). Si tratta di un'alternativa ad altri importanti eventi musicali quali la Migrazione musicale o la Lunga notte del Romanico. Al costo di 15€ potrete avere accesso a 4-5 giorni di eventi musicali. Per maggiori informazioni visitate il sito dell'Estate Romanica.

Architettura civile[modifica]

Torre del palazzo comunale
Il loggiato d'ingresso al palazzo comunale
Il Gürzenich, la sala eventi
  • 4 Antico municipio (Altes Rathaus). Tipico palazzo in stile rinascimentale, il municipio costruito nel 1569-1573 è oggi anche chiamato die Laube, vale a dire 'il portico'. È ancora visibile la sala dell' Ansa (in riferimento alla lega anseatica), costruita nel 1330 prima ancora del resto dell'edificio. La sala dell'Ansa termina in una bellissima torre tardo-gotica costruita nel 1407 e il giardino dei Leoni (Löwenhof) costruito nel XVI secolo. Durante la seconda guerra mondiale il palazzo fu gravemente danneggiato e oggi il restauro mostra una particolare commistione di antico e moderno.
  • 5 Scavi romani (Pretorium), Heumarkt 64-66, +49 0221 22 13 34 22, @ CCAA@stadt-koeln.de. Ecb copyright.svg 3,50 € oppure 10 € (Scavi + Museo germanico-romano). Gratis per i bambini nel loro del giorno compleanno!. Simple icon time.svg Mar - Dom 10:00-17:00. Ritrovati sotto un palazzo spagnolo crollato a causa dei bombardamenti della II guerra mondiale, gli scavi romani mostrano quella che nel I e fino al IV sec. erano gli edifici del Pretorium romano. Oggi il palazzo spagnolo è stato ricostruito ma gli scavi sono comunque visibili passando per le cantine del palazzo. Non lontano da qui passava anche l'acquedotto d'epoca romana.
Palazzo Overstolzenhaus
EL-DE Haus
  • 6 Gürzenich, Martinstraße 29-37. La sala degli eventi e delle danze fu costruita qui, accanto al Heumarkt dagli stessi cittadini di Colonia nel 1441-1447. Nel Medioevio sin incontravano qui l'imperatore e i locali politici. L'edificio è stato utilizzato fino al XIX sec prevalentemente come mercato. Nel 1952-1955 è stata ricostruita la Sala eventi interna e da allora ospita concerti, eventi teatrali, balli e ovviamente - trattandosi di Colonia - l'organizzazione del Carnevale. Le vicine rovine della chiesa di S. Albano è oggi un monumento ai caduti delle due guerre mondiali e qui si erge una scultura raffigurante due genitori disperati, opera di Käthe Kollwitz. La chiesa che qui sorgeva non è stata mai ricostruita dopo la seconda guerra mondiale anche se i resti sono stati messi in sicurezza e sono visitabili.
  • 7 Palazzo degli Overstolzen (Overstolzenhaus), Rheingasse 8. Ecb copyright.svg entrata gratuita. Si tratta di una casa patrizia. L'attuale aspetto risale ai secoli XIII-XIV ed è stato costruito come abitazione privata della famiglia Overstolzen, una delle più importanti famiglie aristocratiche di Colonia. Ciò che caratterizza questo edificio è la sua monumentale facciata e il frontone a forma di scala. All'interno si può riconoscere uno stile gotico arricchito con preziosi affreschi. Il palazzo è stato per decenni sede della Borsa finanziaria di Colonia mentre oggi è utilizzato dalla facoltà di Belle Arti dell'Università di Colonia.
  • 8 EL-DE-Haus, Appellhofplatz 23-25. NS-Dokumentationszentrum (Das Haus, das früher als Zentrale der Kölner Gestapo gedient hat, bietet im Rahmen der ausführlichen Ausstellung Medienstationen, Info-Tafeln und Ausstellungsstücke. Im Keller befindet sich das ehemalige Gestapogefängnis, komplett mit den verzweifelten Inschriften der Gefangenen .Es Gedenkstätte), Appellhofplatz 23–25, Tel.: 0221-2212-6332


Veedel (Quartieri)[modifica]

Il vero abitante di Colonia (il Kölner, come si dice in tedesco) non abita in uno degli 86 quartieri ufficiali ma organizza la propria vita in relazione ai Veedel, i quartieri tradizionali di Colonia, che non hanno nulla a che vedere con le divisioni amministrative. Quello che sui documenti ufficiali è, ad esempio, la Città vecchia Nord (Altstadt-Nord), per un Kölner è l'insieme di Martinsviertel, Friesenviertel, Eigelstein e Kunibertsviertel.

Brueckenmaennchen.jpg

Per gli abitanti, ma anche per i turisti, il Martinsviertel è il 'quartiere' che comprende la Basilica di S. Martino, l'Heumarkt e la città vecchia. Fuori dall'anello stradale che separa il cuore di Colonia si trovano i quartieri di Neustadt (Sud e Nord) mentre sul Lato sbagliato del Reno (in Kolsch definito: Schäl Sick) si trova il quartiere di Deutz. L'espressione 'lato sbagliato' del Reno, a indicare la parte sinistra del fiume, è nella regione estremamente radicata e utilizzata e oltre a sentirla nelle indicazioni stradali che un abitante potrebbe darvi, ne troverete traccia anche nell'arte; Vicino al ponte degli Hohenzollern, ad esempio, troverete questa statua (vedi a destra) raffigurante un bambino che mostra il sedere al lato sinistro del fiume, appunto il Lato sbagliato.

Martinsviertel (Città vecchia)[modifica]

Il quartiere bagnato dal Reno intorno alla basilica di S. Martino è stato, fino al X secolo, un'isola. Successivamente si è riempito di terra un ramo morto del fiume e si sono costruiti sopra l'attuale Vecchio Mercato, il Nuovo Mercato e tutti i collegamenti oggi visibili con la parte più antica della città.

Fino agli anni 20 del XX secolo, questo distretto era soggetto a un massiccio fenomeno di impoverimento. Il piano urbanistico e le scarse condizioni igieniche delle piccole e antiche case hanno accelerato questo peggioramento. Durante il governo cittadino del futuro Cancelliere Konrad Adenauer furono, perciò, messi a punto una serie di piani di risanamento che furono, però, attuati solo con l'avvento del Nazionalsocialismo a partire dal 1936. Grazie alle opere di bonifica e restauro dei vecchi edifici e al massiccio impulso edilizio di quel periodo il quartiere antico fu ricostruito e divenne un esempio perfetto di edilizia moderna tesa a mantenere lo stile e i tratti antichi del quartiere. L'Altstadt, quindi, è oggi un esempio di quell'idealistico e nazionalistico ritorno al glorioso Medioevo tedesco, caro all'ideologia nazista.

Tuttavia, molti edifici appena ristrutturati furono rasi al suolo dai bombardamenti della seconda guerra mondiale, per poi essere nuovamente ricostruiti per la terza volta nel dopoguerra. L'aspetto attuale tenta di ricordare tanto l'aspetto medievale della città quanto di mostrare le opere compiute durante il Nazionalsocialismo.

Di giorno il Martinsviertel è sempre abbastanza caotico a causa dell'abbondante presenza di turisti, visitatori e lavoratori che circolano tra le bellissime case colorate con le acute facciate e gli alti tetti. Se avete studiato tedesco prima di arrivare in Germania, questo non aiuterà molto in quanto il Martinsviertel è la roccaforte del Kölsch, il tipico dialetto renano. Alcuni sostengono che il quartiere non sia poi davvero un quartiere quanto un'attrattiva turistica, ma quando i turisti vanno via in tarda serata, allora gli abitanti tornano tranquilli e possono uscire tra di loro a bere, passeggiare, chiacchierare in pieno stile Echte Fründe ston zesamme, espressione dialettale che significa come ottimi amici che stanno insieme.

Friesenviertel[modifica]

La torre di Eigelstein

A ovest del municipio e del Gürzenich troverete la via dello shopping, sempre affollata, in un'area della città che chiamano "Friesenviertel". Qui oltre alcuni centri commerciali potrete passare ore intere nel visitare i tantissimi negozietti di Colonia, pieni zeppi di capi di abbigliamento, souvenir e naturalmente... acqua di colonia.

Eigelstein[modifica]

Eigelstein, il secondo quartiere antico, si articola attorno all'antica via romana Herrstraße che portava a Xanten, l'antico villaggio costruito da una legione romana, oggi è famoso per il suo grandioso duomo gotico. Trovandosi sulle mura cittadina, presso il quartiere di Eigelstein fu costruita, nel medioevo, un'alta fortificazione a difesa della città. Oggi tale "Torre di Eigelstein" rimane ancora quasi intatta e al suo interno ha sede una famosa birreria, il Kölsche Boor, che ha di recente festeggiato i suoi 250 anni. Nella zona sono presenti anche molti bar, pub e ristoranti.

Severinsviertel[modifica]

Questo quartiere che delimita l'odierno quartiere di Südstast è caratterizzato dalla presenza di un'altra fortificazione, la Severinstorburg che si erge in Clodwigplatz. Il nome dell'antico rione, e quindi della sua torre, si deve al santo vescovo Severino. In dialetto Kölsch il quartiere si chiama Vringsveedel. Anche se ci troviamo già fuori delle mura cittadine, questo tranquillo quartiere con la sua piazza principale, Clodwigplatz è ancora oggi un luogo molto amato per gli abitanti del posto. Qui si può abitare, lavorare o semplicemente stare insieme in tutta tranquillità. Severinstraße, la via principale, è abbastanza insolita per una città tedesca: il traffico qui segue il modello danese, mancando una vera divisione tra marciapiede e manto stradale. Auto e pedoni possono viaggiare a una velocità massima di 20 km/h. A Nord di Severinstraße si trova un imponente palazzo; si tratta dei resti dell'antico Archivio Storico della città di Colonia.

Rheinauhafen[modifica]

Kranhäuser sul Lungoreno

Tutto ciò che c'è d'interessante nel "Quartiere nuovo" si trova vicino quello che una volta era il porto commerciale di Colonia (appunto Rheinauhafen), a Sud del centro cittadino. Qui si trovano il Museo della cioccolata e il Museo dello Sport e delle Olimpiadi. Interessanti sono le famose Kranhaus (case a forma di grù) sul lungoreno, viale questo, che è stato completamente restrutturato fino al ponte di Eisenbahn. Difronte al museo della cioccolata si trova un vecchio mulino per la produzione di senape, spezia amatissima dai tedeschi e immancabile in ogni piatto a base di würstel. Al Senfmuseum (Museo della senape) si entra pagando un biglietto di 3€ che vi darà diritto ad un'esauriente guida sulla produzione, commercio e consumo della senape.

Bayenturm
  • 9 Bayenturm (FrauenMediaTurm), Harry-Blum Platz, +49 2219 318 810, @ info@frauenmediaturm.de. Simple icon time.svg Lun-Ven 10-17. Non lontano dai musei sopracitati si erge la Bayenturm o Torre dei Bayen, una torre difensiva medievale qui eretta nel XIII secolo. Un tempo faceva parte della cinta muraria lunga 8 km che circondava Colonia. La sua altezza si aggira sui 35 metri mentre raggiunge per spessore i 2,5 metri. Oggi è sede della FrauenMediaTurm, una fondazione no-profit che raccoglie la più ampia documentazione esistente sulla condizione della donna nei paesi germanofoni. La loro biblioteca è liberamente visitabile.

L'anello e Grüngürtel[modifica]

I tracciati di via Theodor-Heuss e Ubierring formano un semi-anello stradale su cui si trovavano ben 12 porte d'ingresso alla città che segnavano i confini dell'antica Colonia. A partire dal 1881 molte di queste sono state abbattute per creare ampi spazi sul modello delle grandi città dell'epoca: Parigi e Vienna. Negli ultimi decenni si è sviluppato in maniera particolare il settore occidentale dell'anello, presso il quale sono sorti moltissimi negozi, abitazioni e locali. Tra Hohenzollernring e Habsburgerring si trova Rudolfplatz sede dell'antica rocca di Hahnentorburg.

Belgisches Viertel[modifica]

Immediatamente a ovest del Hohenzollernring e fino all'interno di Grüngürtel si estende il quartiere antico dei Belgi (in tedesco Belgisches Viertel), oggi praticamente solo abitativo ma interessante da visitare, anche di sfuggita, per le sue facciate art nouveau, magari fermandovi solo per una birra in una delle molte birrerie (Kneipe) della zona.

Klettenberg[modifica]

In questo quartiere spicca un gruppo di case a quattro piani costruite nel 1904. Quello che possiamo vedere oggi, in realtà, è il nuovo Klettenberg, completamente ricostruito dopo la seconda guerra mondiale. Molti edifici conservano o imitano lo stile Bauhaus e sono state inglobate qui quando il quartiere si è espanso qualche decennio fa. La necessità di ampliare questo quartiere si originò dal fatto che molti dei funzionari pubblici che arrivavano a Colonia per lavoro non trovavano più appartamenti disponibili nel sovraffollato centro di Colonia. Si decise, allora, di costruire qui nuove e accoglienti dimore per i funzionari della Germania Ovest. Ad essi fu promesso che la lontananza dal centro sarebbe stata colmata con la costruzione di efficienti vie di comunicazione. Nacque così - oltre che buona parte del nuovo quartiere - anche una delle prime linee di tram, la linea 18 della U-Bahn, ancora attiva oggi. Quasi tutte le strade della zona scorrono parallele, tranne una; si tratta di Siebengebirgsallee che circumnaviga Klettenberg in omaggio alla Broadway di New York. Qui si trova anche l'unico fiumicello naturale della zona, il Duffesbach che - ovviamente - sfocia nel "Vater Rhein" (padre Reno).

Al centro di Klettenberg si trova oggi il panificio Merscher, famoso per il suo pane speziato. La vecchia locanda Petersberger Hof viene oggi visitata quasi esclusivamente da turisti in quanto - per via della sua veneranda età - è inserita anno dopo anno nelle manifestazioni storiche che accompagnano il carnevale di Colonia.

Serve solo mezz'ora per visitare attentamente questo quartiere ma non dimenticate il Beethovenpark, un parco voluto da Konrad Adenauer. A Nord si trova Sülz, un quartiere ricco di negozi.

Sülz[modifica]

Il quartiere di Sülz è famoso per essere la meta ambita dalle giovani famiglie. Il motivo? Abitazioni economiche, vicinanza all'Università e posizione tranquilla anche se abbastanza ricca di negozi e attività giovanili.

Deutz[modifica]

Vista di Colonia da Deutz

La riva destra del Reno ospita il quartiere di Deutz con il suo castello romano, il "Castello Divitia". Come già detto in precedenza, gli abitanti di Colonia chiamano questa parte della città "la parte sbagliata". Qui si concentrano le attività commerciali e industriali, oltre che la famosissima Kölner Messe, la fiera di Colonia, un grande complesso di edifici che ogni anno ospitano centinaia di fiere creando un flusso di milioni di persone.

  • 10 KölnTriangle (Triangolo di Colonia) (Fermata dei mezzi pubblici: Köln-Messe/Deutz), +49 2234 9921-555, @ info@kulturinfo-rheinland.de. Ecb copyright.svg 3€, ridotto per gruppi superiori a 5 persone: 2,5€. Simple icon time.svg 1 ottobre - 30 aprile: Lun-Ven 12:00-18:00. 1 maggio - 30 settembre: Lun-Ven 11:00-22:00 (chiusa in presenza di pioggia o intemperie). Si tratta di una piattaforma panoramica della LVR che offre una vista spettacolare sull'intera città. Qui potete arrivarci anche a piedi, attraversando il ponte sul Reno in direzione della Fiera di Colonia; ci vogliono all'incirca 10 minuti dalla stazione centrale. Una volta arrivati alla piattaforma, un ascensore vi porterà fino all'ultimo piano e - dopo una rampa di scale sarete in cima. Godetevi il panorama!


Le mura cittadine[modifica]

Dal 50 al 70 d.C. furono erette intorno alla città circa 4km di mura, alte tra i 7 e gli 8 metri e puntellati di 22 torri e 9 rocche. Nel medioevo il numero di torri era arrivato a 52 e le rocche a 12. Formavano un anello intorno alla città che la rendeva incredibilmente sicura contro gli attacchi di possibili invasori. Di tutto ciò oggi ci rimane poco se non alcune di queste torri e poche delle fortezze d'allora. Delle 12 originarie rocche sono rimaste visibili:

Hahnentorburg
  • 11 Eigelsteintorburg im Norden. ,
  • 12 Römerturm (Torre romana), Zeughausstrasse angolo St-Apern-Strasse.
  • 13 Hahnentorburg am Rudolfplatz im Westen.
  • Stadtmauer am Sachsenring.
  • 14 Ulrepforte am Sachsenring.
  • 15 Severinstorburg. e la
  • Bayenturm (già citata in precedenza come sede della FrauenMediaTurm)

Musei[modifica]

Museo Romano-Germanico
  • 16 Römisch-Germanisches Museum (Museo Romano-germanico), Roncalliplatz 4 (chiuso il lunedì), +49 221 2212 44 38, @ roemisch-germanisches-museum@stadt-koeln.de. Ecb copyright.svg 9€, ridotto 5€. Simple icon time.svg dal martedì alla domenica dalle 10:00 alle 17:00; il primo giovedì del mese aperto fino alle 22. Museo archeologico interamente dedicato alla storia di Colonia e al suo essere a cavallo tra il mondo romano e quello più strettamente germanico. Tra i reperti di maggior interesse è giusto segnalare un mosaico del 220 d.C., rappresentante le scene mitiche riguardanti Dioniso, che consigliamo di vedere di sera, quando l'illuminazione artificiale ridona al mosaico tutto il suo splendore.
Museo del cioccolato
Museo cittadino di Colonia
  • 17 Schokoladenmuseum (Museo del cioccolato), Am Schokoladenmuseum 1a, Rheinauhafen (Fermata metro più vicina: Heumarkt), +49 221 931 888 0, @ service@schokoladenmuseum.de. Ecb copyright.svg 9€, ridotto 6,50€ o 25€ biglietto famiglia. Simple icon time.svg Orario: mar-sab: 09-18. sab-dom: 11-19 chiuso. Il museo presenta tutta la storia e il processo di lavorazione del cioccolata a partire dalla semina della pianta del cacao fino alla barretta di cioccolata pronta per essere gustata. Al termine della visita troverete un piccolo negozio in cui potrete acquistare la deliziosa cioccolata tedesca.
  • 18 Deutsches Sport & Olympia Museum (Museo dello Sport), Im Zollhafen 1 (Fermata metro più vicina: Heumarkt, vicino al museo della cioccolata), +49 221 336 090, @ info@sportmuseum.de. Ecb copyright.svg 6€, ridotto:3€. Simple icon time.svg Mar-Ven: 10-18, Sab-Dom: 11-19. ​
  • 19 Kölnisches Stadtmuseum (Museo cittadino di Colonia), Zeughausstraße 1 (Stazione metro di 'Appellhofplatz Breite St'), +49 221 25789, @ ksm@museenkoeln.de. Ecb copyright.svg 5€, ridotto: 3€. Simple icon time.svg Mar: 10-12, Mer-Dom: 10-17. Il museo cittadino, più d'ogni altro in città, cerca di dare un'idea della storia, degli usi, della cultura della città di Colonia. Diviso in più parti il museo vi introdurrà nelle caratteristiche tipiche della città come il Carnevale, la tradizione teatrale e la produzione della birra kölsch.

La zona archeologica di Colonia e l'importante museo ebraico si trovano nei pressi della piazza del municipio. Il visitatore che vi si recherà, potrà vedere con i propri occhi gli edifici le testimonianze di quasi 2000 anni di storia, lì dove essi sorgevano originariamente. Tra questi, di particolar valore, sono i resti dell'antica abitazione del funzionario romano, incaricato di amministrare Colonia e i resti dell'antico quartiere ebraico.

Museo Ludwig
  • 20 Museum Ludwig (Museo Ludwig), Hein­rich-Böll-Platz, +49 221 221 26165, @ in­fo@­mu­se­um-lud­wig.de. Ecb copyright.svg € 11.00; ridotti € 7.50. Simple icon time.svg aperto dal martedì alla domenica 10:00-18:00; il primo giovedì del mese aperto fino alle 22. Su iniziativa della coppia di mercanti d'arte Peter e Irene Ludwig, che operavano a New York negli anni sessanta come galleristi, nel 1976 nacque questo museo che, in ottomila metri quadrati di esposizione dedicati all'arte moderna, raccoglie opere di Roy Lichtenstein, Andy Warhol, George Segal e altri esponenti della pop-art. Con 180 tele e 730 opere grafiche, ospita la terza collezione al mondo, in ordine di importanza, dedicata a Pablo Picasso. Attraverso varie donazioni nel corso degli anni, il museo si è arricchito anche di opere di pittori espressionisti e di artisti dell'avanguardia russa. Oltre alla collezione permanente, il museo organizza mostre temporanee, conferenze, dibattiti, incontri. In un modernissimo edificio privo di barriere architettoniche, oltre al museo si trova un ristorante/cafeteria aperto fino alle 23 che ospita eventi e musica dal vivo.
Museo Wallraff Richartz
  • 21 Wallraf-Richartz Museum (Museo Wallraf-Richartz), Obenmarspforten D (Fermate metro/bus Rathaus o Heumarkt), +49 221 221 211 19, @ info@wallraf.museum. Ecb copyright.svg 8€, ridotto: 4,5€. Simple icon time.svg Mar-Dom: 10-18 Gio: 10-21. Il museo si propone l'ambizioso obiettivo di raccogliere ed esporre testimonianze dell'arte europea dal medioevo fino al XIX secolo.
Museum für Angewandte Kunst Köln - Minoritenkirche.jpg
  • 22 Museum für Angewandte Kunst (MAKK) (Museo d'arte applicata), An der Rechtschule 1 (a pochi minuti a piedi dalla stazione centrale), +49 221 221 238 60, @ makk@stadt-koeln.de. Ecb copyright.svg 6€, ridotto 3,5€. Esistono anche biglietti per comitive da 8 a 12€.. Simple icon time.svg Mar-Dom 11-17. Il MAAK è un vero tesoro per chi ama le raccolte di mobili, oggetti d'arredamento interno, gioielli, ceramiche, tessili e abiti di moda oltre a sculture e dipinti, quasi tutti databili al XX secolo. Il MAAK di Colonia è famoso per essere uno dei musei più importanti di questo tipo in Europa. Particolarmente preziosa è la collezione esposta nella sezione Design.
Museo diocesano Kolumba
  • 23 Kolumba (Museo arcidiocesano di Colonia), Kolumbastraße 4 (Vicino il teatro dell'Opera), +49 221 933193 0, @ mail@kolumba.de. Ecb copyright.svg 5€; è anche possibile acquistare una tessera annuale a 20€; studenti e portatori idi handicap possono ricevere uno sconto.. Simple icon time.svg Ogni giorno: 10-17. Questo interessante museo ospitante collezioni di vario genere (dalla pittura all'architettura), è direttamente collegato alla Diocesi di Colonia che ha qui cercato di raccogliere e rendere fruibile ai visitatori le testimonianze, in possesso della Chiesa, di quasi 2000 anni di storia.
Museo del profumo
  • 24 Duftmuseum im Farina-Haus (Museo del profumo presso casa Farina), Obenmarspforten 21 (fermata bus Rathaus, a due passi dall'antico municipio), +49 221-399 89 94, @ museum@farina-haus.de. Simple icon time.svg Lun-Sab: 10-19. Chi non ha mai neanche sentito parlare dell'Acqua di Colonia? Se siete interessati alla storia e alla produzione di questo rinomato profumo, questo è il posto giusto dove andare. Il museo Farina, inoltre, non solo ospita una mostra interessante sulla Kölnischer Wasser ma è anche il principale archivio di riferimento per chi volesse informarsi davvero a fondo su questo prodotto tipico di Colonia.
  • 25 Museum für Ostasiatische Kunst (Museo d'arte orientale), Universitätsstraße 100, +49 221-221-28608, @ mok@museenkoeln.de. Ecb copyright.svg 6€, ridotto 3,50€ (9€ e 5€ durante eventi particolari). Simple icon time.svg Mar-Dom: 11-17, Primo giovedì del mese: 11-22. Il MOK è una delle maggiori esposizioni d'arte cinese, giapponese e coreana dell'intera regione.
Santa Cecilia - esterno del coro
  • 26 Rautenstrauch-Joest Museum (Museo Rautenstrauch), Cäcilienstr. 29-33, +49 221 221 313 56, @ rjm@stadt-koeln.de. Ecb copyright.svg 7€, ridotto 4,50€ (8€ e 6€ durante eventi o mostre speciali). Simple icon time.svg Mar-Dom 10-18, Gio: 10-20, il primo giovedì del mese è aperto fino alle 22. Lo scopo di questo museo è di raccogliere e far conoscere ai visitatori quanto più possibile sull'arte, la vita e la cultura delle popolazioni al di fuori dell'europa. Una particolare attenzione è rivolta alle testimonianze provenienti dal Sud-est asiatico.
Museo Käthe Kollwitz
La chiesa romanica di S. Cecilia sede del museo
  • 28 Museo Schnütgen (Schnüttgenmuseum), Cäcilienstraße 29, +49 221 221 22 310, @ museum.schnuetgen@stadt-koeln.de. Ecb copyright.svg 6€, ridotto 3,50€. Simple icon time.svg Mar-Dom: 10-18, Gio: 10-20. Il museo è ospitato all'interno dell'antica chiesa di S. Cecilia. All'interno troverete moltissime opere d'arte religiosa e non di inestimabile valore.
Odysseum di Colonia
  • 29 Odysseum Köln (Museo Odysseum di Colonia), Corintostraße 1 (Bus 150 fino a Kalk Corintostraße), +49 221 690 68 111, @ info@odysseum.de. Ecb copyright.svg 16: €, ridotto: 12 €, prezzo famiglia: 44 €,. Simple icon time.svg Lun-Ven: 09-18; Sab-Dom: 09-20. Viaggiate con bambini o siete stanchi di visitare solo musei in senso tradizionale o vi sentite bambini dentro? Bene, Colonia ha qualcosa anche per voi:la sede tedesca del museo internazionale Odysseum. Malgrado i prezzi un po' alti per un museo tedesco, è un vero gioiello nel panorama dei musei interattivi. Qui potrete toccare con mano o vivere in prima persona molte delle storie che avete letto nei libri o studiato. La sezione più visitata è quella dedicata a Harry Potter; in compagnia del maghetto potrete conoscere il fantastico mondo di Hogwarts. Se siete piccoli scienziati qui potrete sperimentare anche gli effetti della leggi della natura, come le leggi che governano la combustione o visitare il "Luft Schloss" (Castello d'aria).


Eventi e feste[modifica]

Costume carnevalesco a Colonia
Carro allegorico a Colonia durante la sfilata del Rosenmontag
Sfilata in costume
Funerale di Hoppeditz nella vicina Düsseldorf
  • Cologne Jazz Night. Simple icon time.svg A dicembre.
  • Carnevale (Kölner Karneval). Simple icon time.svg Febbraio-Marzo. Se pensate alle Germania come ad un luogo in cui vige l'eterna serietà, visitando Colonia o la vicina città di Düsseldorf in Febbraio, dovrete richiedervi. Qui sembra di essere per un attimo fuori dal mondo tedesco, siamo lontani dalla tradizionale Bierfest di Monaco di Baviera o dal sobrio "Carnevale delle Culture" di Amburgo. Qui vi sembrerà di essere per un attimo piombati a Venezia, Viareggio o una qualsiasi delle capitali italiane del carnevale.

La storia di questa feste ha radice molto antiche e si perde nella leggenda. È noto che i Kölner abbiano iniziato a festeggiarlo in gran stile a partire dal 1601 e dal XIX secolo sono nate le prime associazioni cittadine con l'esplicito scopo di organizzare la settimana del Carnevale. Come in Italia non c'è una data precisa per il suo inizio, dipendendo questa dalla data di Pasqua. Per il prossimo 2016 ad esempio, i festeggiamenti si apriranno al tradizionale grido carnevalesco di Kölle Alaaf! il 4 Febbraio per finire il 10 dello stesso mese. Ogni anno, però, le sfilate e gli eventi che accompagnano il carnevale sono sempre gli stessi, sempre divertentissimi, sempre vivaci, sempre accompagnati da litri e litri di buona birra Kölsch! Vi basti sapere che esiste un proverbio tedesco per questi giorni: "wo früher meine leber war ist heute eine minibar", che può essere così tradotto: "Dove prima c'era il mio fegato, c'è oggi un mini-bar".

Luci di Colonia

Il primo giorno è detto "Altweiberfastnacht" o carnevale delle zitelle e prevede sfilate femminili aperte a signore d'ogni età (non scandalizzatevi nel vedere signorine sull'ottantina che ballano e sfilano per strada nei più colorati e diversificati costumi). A parte sfilare, le zitelle di Colonia si aggirano temibili per la città munite di forbici e tagliano le cravatte degli uomini che incontrano (turista avvisato....!) per poi arrivare al municipio dove "costringono" il sindaco a dimettersi e occupano per un giorno l'edificio del municipio. Particolarmente importante è il lunedì, qui chiamato "Rosenmontag" (in italiano "Lunedì delle Rose"), giorno in cui ha luogo la stupenda sfilata con circa 70 carri (nel 2013). Tutto procede inondando di allegria la città fino al mercoledì delle ceneri, quando dopo il rito del funerale di Hoppeditz (personaggio fittizio rappresentante il Carnevale) tutto torna alla normalità.... o quasi.

  • Luci di Colonia (Kölner Lichter). Ogni anno in estate, a Colonia e precisamente sulle rive del Reno ha luogo un'evento musicale e pirotecnico assai rinomato in Germania. Da non perdere se siete qui in questo periodo dell'anno. I prossimi appuntamenti sono 15 luglio 2015, 16 luglio 2016 e 08 luglio 2017


Cosa fare[modifica]

Teatri e sale concerto[modifica]

Il teatro principale di Colonia, il "Große Schauspielhaus" è in restaura dal 2012 e tuttora non completate. Tuttavia, l'amministrazione di Colonia ha messo a disposizione due sale della vecchia fabbrica di Carlswerk (nel Distretto di Mülheim) come sede temporanea per gli spettacoli. Se invece ci spostiamo dal pubblico al privato, avrete solo l'imbarazzo della scelta, dal momento che Colonia possiede più di 30 teatri privati, quasi tutti facenti capo al "Theater-Szen Köln" un'associazione che riunisce le varie compagnie teatrali della città. Un esempio - molto carino - di questo tipo di teatri minori è il 1 Kleinkunstbühne Senftöpfchen-Theater (fermate metro Hauptbahnhof o Neugasse), +49 221-258 10 58. Ecb copyright.svg I prezzi variano a seconda dell'opera messa in scena. Simple icon time.svg ogni giorno 16-20. Un teatro storico di Colonia, esistente sin dal XIX secolo e specializzato in opere comiche e cabaret.
Se poi volete andare sul classico, Colonia ha anche una propria Filarmonica:

  • 2 Kölner Philarmonie (Filarmonica di Colonia), Bischofsgartenstraße 1 (a due passi dalla stazione centrale), +49 221 280 280, @ feedback@koelnmusik.de. Ecb copyright.svg prezzi variabili, sconti per studenti, possessori di Köln-Pass e portatori di handicap. La filarmonica di Colonia si è meritata nell'ultimo secolo un posto di tutto rispetto nel panorama musicale europeo. La sua sede centrale, vicino alla stazione centrale è un prestigioso centro di incontri e concerti con una capacità di oltre 2000 posti a sedere.
Duomo di Colonia e a destra il Musical Dom in blu

Non dimenticate, inoltre, che anche il lussuoso Gürzenich, citato in precedenza, è sede occasionale di concerti e spettacoli.

Musical del duomo[modifica]

Il Musical Dome era originariamente una struttura temporanea, eretta sulle sponde del Reno e difronte alla stazione centrale, per ospitare alcuni eventi musicali. A partire dal 2015 si è deciso di far diventare la struttura permanente e utilizzarla come sede sostitutiva del Teatro d'Opera di Colonia, in attesa che siano completati i restauri. Il suo tetto in poliestere blu crea un effetto particolare di sera, quando si accende l'illuminazione del lungo Reno.

Parchi e giardini[modifica]

Il Rheinpark (Parco del Reno)[modifica]

Il parco del Reno in autunno
Vista del parco dalla funivia
Sculture nel Rheinpark

Il Parco per eccellenza a Colonia è sicuramente il Rheinpark, o "Parco del Reno" che si trova sulla sponda destra del fiume e partendo dal centro arriva fino al quartiere fieristico di Köln-Messe. Il parco è anche "visitabile" dall'alto per mezzo di una comoda funivia turistica. E non una qualsiasi funivia ma la più antica di Germania, dal momento che fu completata tra gli anni '40 e '50 e oggi accompagna i turisti collegando lo Zoo al Parco del Reno. Se invece preferite restare con i piedi per terra, potrete utilizzare un piccolo trenino che passa per il parco. Sia che lo guardiate dall'alto, o dal basso, questo parco offre incredibili possibilità di relax: potrete anche percorrerlo in bicicletta o passeggiare o fermarvi sull'erba per un pisolino nelle giornate calde e nel frattempo sarete circondati dalla ricca flora e fauna del parco. Se queste ultime vi interessano particolarmente non mancate di visitarlo in Aprile, quando tutti gli alberi e le piante del parco fioriscono inondando letteralmente la città di un fresco profumo. Percorrendo il parco fino al quartiere di Deutz si incontra un pezzo di parco (tra il ponte di ferro e il ponte di Deutz) famoso per i suoi scavi archeologici che negli ultimi anni hanno portato alla luce le rovine sommerse di un antico castello romano. Riassumendo, le possibilità che avrete di poter visitare il parco sono le seguenti:

Trenino turistico
Parco in fiore ad aprile
  • 3 A piedi o in bici, +49 221 8111980 (amministrazione del parco). Ecb copyright.svg gratis. Sicuramente il metodo migliore, visto che vi consentira di non perdervi nulla dei colori e profumi di questo enorme parco pubblico. Se siete in compagnia di bambini, inoltre, il parco offre svariate aree giochi e molti chioschetti per bevande e snack. Ci sono anche percorsi fissi per le passeggiate come il grande Rheinboulevard ma nulla vi viete di godervi il parco in piena libertà scegliendo da soli quale viale imboccare.
  • Trenino turistico (Parkeisenbahn). Ecb copyright.svg 2,50€. Il piccolo trenino, non percorre l'intera area del parco ma può essere un'attrattiva carina per i più piccoli.
  • Funivia (Rheinseilbahn). Ecb copyright.svg 4,5€ (solo andata), 6€ (andata e ritorno), 2,50€ (bambini). Simple icon time.svg da Marzo a Novembre 10-17:45. Come già detto, è la più antica della Germania. Il suo scopo è quello di collegare il giardino zoologico e l'annesso giardino botanico con il Parco vero e proprio oltrepassando il Reno dall'altro, senza dover raggiungere il più vicino ponte.

Sul corso del Reno[modifica]

Tanzbrunnen

Sulla riva sinistra del fiume, inoltre, è presente il Rheingarten o "Giardino del Reno", così chiamato perché più piccolo del precedente. I viali di questo giardino sono un luogo amato dagli abitanti per le loro passeggiate pomeridiane o per chi ha voglia di fare un po' di jogging. Se capitate qui d'estate, è molto probabile che ci siano eventi in corso nel parco. Di solito sono quasi tutti ospitati nel Tanzbrunnen:

  • 4 Tanzbrunnen, Rheinparkweg 1, +49 221 821 31 83, @ t.stolpe@koelnkongress.de. Il Tanzbrunnen non è altro che un tendono - simile a quelli da circo - ma molto più stabile e curato, messo a disposizione dalla città di Colonia per gli eventi estivi nel parco. Consultando il calendario disponibile sul sito troverete maggiori info su concerti, cabaret o altri eventi qui ospitati.

Giardini botanici[modifica]

Giardino botanico di Colonia
Uno degli edifici nel Flora
  • 5 Giardino botanico (Botanischer Garten Köln), +49 221 8213183 (Fermata dei mezzi: Zoo/Flora), @ botanischer-garten@netcologne.de. Ecb copyright.svg gratis. Simple icon time.svg Ottobre-Marzo: 10-16, Aprile-Settembre:10-18. Questo monumentale Giardino botanico, chiamato anche semplicemente "Flora" in tedesco, raccoglie decine di migliaia di piante diverse. Dal 2014 è stata anche restaurata ed aperta il magnifico edificio storico del giardino con la sua enorme cupola, ora visitabile. Ad aprile ha luogo la tradizionale esposizione delle Camelie e il parco assume i colori più vivaci dell'anno.
Forstbotanischer Garten
Vista del Grüngürtel

Se il Flora è sicuramente il must tra i parchi di Colonia, ciò non significa che sia l'unico; Un altro meraviglioso esempio, di dimensioni ridotte, è il 6 Forstbotanischer Garten (fermata del bus 131: Konrad-Adenauer Straße), +49 221 354325, @ forstbotanischer-garten@netcologne.de. Ecb copyright.svg gratis (non sono permessi animali all'interno del parco). Simple icon time.svg Nov-Feb: 09-16, Marzo e Sett-Ott: 09-18, Apr-Ago: 09-20. Il giardino nacque quasi per caso negli anni '60, quando i proprietari decisero di piantere su un terreno coltivato alcune piante e alberi provenienti da ogni parte del mondo. Il punto di forza di questo giardino è quello di offrire al visitatore piante per ogni stagione. Quindi, sia ci andiate in inverno, sia che ci andiate in estate, il Fortstbotanischer Garten avrà almeno una pianta in fiore per voi.
Per gli amanti della natura selvaggia, Colonia, ha riservato qualcosa: tra l'autostrada A4 e Miltärringstraße ma anche tutt'intorno a Colonia si trovano pezzi di bosco lasciati pressoché non curati che costituiscono il Grüngürtel. di forma quasi circolare con alcuni rifugi e strutture al suo interno. È il posto ideale per chi ama fare jogging nei boschi.,

Zoo[modifica]

Casa degli antilopi
Vista panoramica dello zoo
  • 7 Kölner Zoo (Zoo di Colonia), Riehler Straße 173 (Linia 18, fermata: Zoo Flora), +49 221 567 99 100, @ INFO@KOELNERZOO.DE. Ecb copyright.svg 17,50 € (biglietto giornaliero). Il giardino zoologico di Colonia è il terzo - per antichità - in Germania ed è stato premiato nel 2004 come zoo più bello della Germania. Con i suoi 20 ettari di estensione racchiude innumerevoli specie animali tra cui specie rarissime di uccelli tropicali, un parco dedicato agli elefanti e un ippodromo per antilopi, coccodrilli e ippopotami. D'estate si organizzano anche visite notturne.


Acquisti[modifica]

Volendo dare qualche informazione generale su negozi e possibilità di fare acquisti a Colonia, bisognerà dire che l'orario normale di apertura e chiusura dei supermercati e dei medio-grandi negozi va dalle 08:00 alle 22:00 e in alcuni casi anche fino alla mezzanotte. Una particolarità di questa città è la presenza in numero massiccio di chioschetti sparsi la città. Qui potrete trovare bevande fresche o calde, oggetti di prima necessità e alcuni articoli per l'igiene personale. Questi chioschi sono tutti aperti almeno fino alle 20 e vi basterà girare un qualsiasi angolo del centro per trovarne uno.

Detto questo, la via principale per lo shopping è sicuramente la Schildergasse, completamente pedonalizzata, che si diparte da Neumarkt in direzione est verso la riva del Reno. Lungo questa strada si trova la maggior parte dei negozi di abbigliamento, calzature, articoli sportivi e gioiellerie. Altre strade ricche di negozi e boutiques sono la Hohe Straße e la Ehrenstraße.

Due sono i grandi magazzini dove, oltre che fare shopping, si può anche mangiare andando all'ultimo piano e godendosi il panorama con le inconfondibili due guglie del duomo:

  • 1 Galeria Kaufhof, Hohe Straße 41-53. Simple icon time.svg 09:30-20:00 dal lunedì al giovedì; 09:30-21:00 il venerdì; 09:00-20:00 il sabato.
  • 2 Karstadt, Breite Straße 103-135. Simple icon time.svg 10:00-20:00 dal lunedì al sabato.

Altri due magazzini da visitare per la varietà delle proposte e anche per l'interessante architettura degli edifici sono:

  • 3 Peek & Cloppenburg, Schildergasse 65-67. Simple icon time.svg 10:00-20:00 dal lunedì al sabato; il venerdì 10:00-21:00. Spettacolare struttura in cristallo ricurvo per questo grande magazzino affacciato direttamente sulla Schildergasse, che propone solo abbigliamento, dalle grandi firme alle etichette più popolari, dagli abiti formali al casual.
  • 4 Globetrotter, Richmodstraße 10. Simple icon time.svg 10:00-20:00 dal lunedì al giovedì; 10:00-21:00 il venerdì e il sabato. Grande magazzino completamente dedicato all'abbigliamento sportivo e alle attrezzature per ogni sport. Settemila metri quadrati con addirittura una grande vasca nel seminterrato, nella quale vengono esposte piccole imbarcazioni o vengono eseguite dimostrazioni di attrezzatura subacquea.

Il souvenir più diffuso tra i visitatori di Colonia consiste senza ombra di dubbio in un flacone della celebre acqua di Colonia, il profumo disponibile in diverse varianti; si va da quelle prodotte con l'antica tecnica alle varianti nuove sia per uomo che per donna. Passeggiando per Schildergasse troverete moltissimi negozi in cui è possibile acquistare la famosa acqua, uno dei quali è la famosa catena di profumerie:

Mercatini di Natale[modifica]

Mercatino di Natale del duomo 2011

In nessuna città della Germania può mancare, nel periodo natalizio, la tipica tradizione dei mercatini all'aperto. A Colonia se ne organizzano diversi, in diversi punti della città:


Come divertirsi[modifica]

Locali notturni[modifica]

Alten Wartesaal

Colonia è una delle città tedesche, più vivaci, più attive e più frequentate da giovani e meno giovani. Moltissimi abitanti delle città vicine (anche grandi) si recano a Colonia per passare la sera o per festeggiare qualche evento.

In città non c'è tipo di bar, pub o locale che non si possa trovare e anche i locali gay friendly sono molto numerosi. Sarebbe impossibile elencarli tutti anche se una lista cercheremo di darla negli articoli dei singoli distretti. Sicuramente, però, vale il consiglio di preferire il centro città alle periferia, sia perché c'è una più ampia scelta di locali e la gente è abituata alla presenza in massa dei turisti e sia perché le zone di periferia, di solito frequentate dai soli tedeschi, possono essere più pericolose nelle vicinanze di locali in cui si beve e potreste avere più difficoltà nel farvi capire in quanto non tutti i locali periferici sono attrezzati con personale che parli inglese o all'accoglienza dei turisti. Inoltre, se fate tardi, dal centro è più facile trovare un taxi o un bus notturno che vi riporti in hotel.

Dove mangiare[modifica]

Incisione antica nella quale un'anziana signora prepara i Waffel

Questa sezione vuole dare solo qualche indicazione di carattere generale sui luoghi in cui è possibile fermarsi per un pranzo o un semplice spuntino e su cosa c'è di tipico a Colonia. Liste più complete le troverete negli articoli dei singoli distretti.

Generalmente quando si chiede consiglio ad un kölner su dove andare a mangiare, questi vi manderà nel centro città. In effetti, non è un cattivo suggerimento; i vantaggi del quartiere Altstadt ovvero del centro città sono presto detti: divieto di transito per auto, il che significa che potrete passeggiare tranquilli cercando il posto che fa per voi o sgranchirvi le gambe dopo una lunga cena in tutta sicurezza. E poi il vantaggio principale: qui sembrano non esistere altri edifici che negozi, bar, tavole calde, gelaterie e ristoranti e a voi rimarrà solo il dilemma della scelta. Quasi tutti i locali hanno anche un menù internazionale ma se siete curiosi di sapere cosa mangia un vero kölner quando va a casa della nonna, non vi mancherà certo l'occasione di assaggiare alcune specialità renane. Anche se - bisogna ammetterlo - nessun abitante del posto verrà mai nel centro per pranzare o cenare a causa dei prezzi un tantino alti e preferirà scegliere il proprio ristorante di fiducia nel suo quartiere o in città vicine. Nella Altstadt sarete quasi esclusivamente in compagnia di altri turisti. Se volete allontanarvi dal centro vero e proprio non avrete problemi nel trovare un posto in cui fermarvi: l'intero Innstadt (comprendente l'Altstadt e alcuni distretti centrali) pullula di ristoranti, Biergarten e bracerie.

Piatti tipici[modifica]

Una variante della birra Kölsch
Himmel un Ääd con Flönz
Eisbein di maiale

La prima specialità che un visitatore assaggia, anche perché non c'è bisogno di sedersi a tavola per farlo, è la Kölsch. Si tratta di una birra che da secoli è l'emblema di Colonia, nonché prodotto simbolo della gastronomia locale e immancabile condimento di ogni sagra e manifestazione - carnevale compreso. A Colonia, l'abbiamo già detto in precedenza - è presente un museo dedicato alla sua produzione. Per quanto riguarda i piatti tipici, vi troviamo:

  • Himmel un Ääd - "Cielo e inferno" (nel dialetto di Colonia). Altri non è che un ottimo Wurstel tedesco con contorno di mele e patate.
  • Halve Hahn - Spesse fette di formaggio Gouda su di un pane tipico del posto condito con cipolla e senape o spesso anche con mostarda.
  • Kölscher Kaviar: Blutwurst, nella sua variante detta Flönz, servito con cipolle.
  • Rievkooche - specialità di patate tipica della sola Renania
  • Hämchen met suure Kappes - Eisbein, ovvero stinco di maiale con osso, accompagnato da una salsa agrodolce.
  • Ädäppelszupp - Zuppa di patate
  • Soorbrode - Sauerbraten del Reno in salsa di uva passa, gnocchi di patate e mele.

Prezzi medi[modifica]

Prezzi elevati[modifica]

  • 2 Moissonier, Krefelder Str.25. Ecb copyright.svg menù da 78€. Piccolo ristorante di lusso con circa 50 posti a sedere. Prenotazione consigliata.
  • 3 Himmel un Äd, Kaygasse 2, +49 221 200 817 1. Ecb copyright.svg menù dai 20 ai 75€. Simple icon time.svg Mar-Sab 18.30-22.00. Cucina tipicamente tedesca di alta qualità.
  • 4 La Poêle d’Or, Komödienstr. 50, +49 221 139 867 77. Ecb copyright.svg da 30 a 95€. Simple icon time.svg Mar-Sab 12-14 e 18.30-22. Come è intuibile già dal nome, il ristorante è specializzato nella cucina francese d'alta classe.
  • 5 Taku, Trankgasse 1-5, +49 221 2703910. Ecb copyright.svg da 35€ a 75€ per i menù. Simple icon time.svg Mar-Sab: 12-14 e 18-22. Ristorante specializzato in cucina asiatica di ottima qualità.
  • 6 Alfredo, Tunisstraße 5, +49 221 257 7380. Ecb copyright.svg 48 € fino a 74 €. Simple icon time.svg Lun-Ven 12.00 - 15.00 e 18.00 - 23.00. Ristorante italiano con annessa una vinoteca gestita dagli stessi proprietari.
  • 7 La Société, Kyffhäuserstraße 53, +49 221 232464. Ecb copyright.svg 60 € fino a 80 €. Simple icon time.svg 18.30 - 23.00. Ristorante specializzato in cucina francese.

Per gli amanti dell'ottima cucina, disposti anche a fare un po' di strada, c'è fuori città (sulla linea 1 del bus in direzione Schloss Bensberg) un ristorante, il 11 Vendôme, Kadettenstrasse (fuori Colonia, nella cittadina di Bensberg), +49 2204 420, @ info@schlossbensberg.com. Come garanzia di qualità basta dire che lo chef di questo ristorante, Joachim Wissler, è stato più volte premiato "Cuoco dei cuochi" e rientra nella cerchia dei 10 migliori cuochi tedeschi secondo le più prestigiose riviste di cucina. La location, inoltre, è da favola, dato che il ristorante si trova all'interno del castello.

Dove alloggiare[modifica]

Questa sezione vuole dare solo qualche indicazione di carattere generale sui luoghi in cui è possibile pernottare. Liste più complete le troverete negli articoli dei singoli distretti.

Prezzi modici[modifica]


Sicurezza[modifica]

Colonia è una città abbastanza sicura, dato l'ingente numero di forze di polizia impegnate a vigilarla e rientra pienamente negli standard tedeschi. Ultimamente però, a Colonia e in molte città del nord della Germania, sono scoppiati disordini per via di manifestazioni neonaziste o anti-islamiche capeggiate da gruppi estremisti quali PEGIDA o KOGIDAA (filiale di Colonia del movimento anti-islamico PEGIDA). Queste manifestazioni, ufficialmente pacifiche, sfociano quasi sempre in disordini e scontri con la polizia. Vi consigliamo, pertanto, lì dove doveste vedere raduni o gruppi di questo tipo di allontanarvi il più presto possibile e di recarvi in zone sorvegliate dalle forze dell'ordine.

A parte questa situazione - si spera - temporanea, Colonia non è immune dal rischio di ogni grande città e cioè dalla presenza di scippatori e ladruncoli camuffati tra la gente nelle vie più affollate. Fate attenzione a riporre i vostri oggetti di valore in luoghi o tasche sicure.

Come restare in contatto[modifica]

Poste[modifica]

Piccoli e grandi uffici delle Poste tedesche (DP o Deutsche Post) si trovano in buon numero sparsi per Colonia. Vi segnaliamo i principali nel centro di Colonia:

  • 4 Deutsche Post in Köln Altstadt-Nord (vicino al duomo). Simple icon time.svg 08-22 (Dom: 08-20).
  • 5 Internet Callshop Kiosk, Bechergasse 5. Simple icon time.svg 10:00-00:00.
  • 6 Presse & Buch, Hauptbahnhof Trankgasse 11, +49 221 160 720, @ info@lesen-mit-ludwig.de. Simple icon time.svg 06.00 - 23.45.

Telefonia[modifica]

Se decidete di rimanere a Colonia un tempo ragionevolmente lungo, vi consigliamo di acquistare una scheda sim tedesca. Ad un costo abbastanza basso riceverete ogni sorta di promozione e state pur sicuri che non avrete problemi di campo, neanche nel più profondo tunnel della metro.

Internet[modifica]

A meno che non decidiate di pranzare o dormire in edifici tipici tedeschi risalenti al '700 o '800, quasi ogni locale, bar, albergo o ristorante dispone del Wi fi. In più gran parte di Colonia è coperta da una rete libera Wi fi i cui access point sono consultabili sul sito del Comune di Colonia.

  • 7 Giga-Center Köln, Hohenzollernring 7-11, +49 221 65 02 64 44. Ecb copyright.svg 0,5-1 €/h. Simple icon time.svg aperto sempre, giorno e notte. È un enorme centro pubblico con circa 130 computer e connessione ad alta velocità utilizzabili da chiunque.

Tenersi informati[modifica]

Radio[modifica]

  • la stazione radio WDR2 (frequenze 100,4 o 98,6) è la radio ufficiale della Renania con sede a Colonia. Trasmette 24h al giorno informazioni sul traffico, sui principali eventi e fatti di cronaca riguardanti la città. La WDR ha anche un canale televisivo regionale dedicato a Colonia.
  • Esiste anche una radio privata, la Radio Köln che aggiorna sullo stato del traffico e qualsiasi notizia riguardi la città.


Nei dintorni[modifica]

Città vicine[modifica]

Königsallee a Düsseldorf
  • Bonn — la capitale della Germania ovest, si trova a pochissimi chilometri da Colonia e, seppure più piccola vi riserverà molte sorprese.
  • Brühl — piccola cittadina ad un paio di fermate di treno da Colonia, è famosa per il suo immenso e magnifico castello di Augustusburg, opera di artisti italiani del Rinascimento.
  • Düsseldorf — capoluogo amministrativo della Renania Settentrionale-Vestfalia, si è sempre contesa il titolo di città più importante della regione con Colonia. La città è piena di attrazioni, eventi e piccole e grandi sorprese per il turista. Qui si trova la casa di Heine, il grande autore tedesco dell'Ottocento ma la città ha qualcosa in serbo per tutti i tipi di visitatori.
  • Aquisgrana — o Aachen come la chiamano in Germania, Aix-la Chapelle in francese, città dalla storia millenaria è un piccolo gioiello tedesco al confine sia con il Belgio che con i Paesi Bassi.
  • Wuppertal — la città nata dalla fusione di Elberfeld e Barmen, è famosa per il suo istituto omonimo, dedito alla ricerca sulle energie rinnovabili e per la Wuppertaler Schwebebahn ovvero la ferrovia su monorotaia sospesa.

Escursioni naturalistiche[modifica]

Scoglio di Loreley nel Mittelrheintal

Se poi dopo la grande metropoli, avete voglia di un po' di verde e tranquillità, non faticherete a trovarlo nei dintorni di Colonia. In particolare vi segnaliamo:

  • Mittelrheintal — la porzione più romantica del Reno, fonte di innumerevoli leggende, interamente immersa nella natura delle valli e colline tedesche ed efficientemente organizzata per il turismo internazionale.
  • Eifel — la storica regione a cavallo tra Renania-Palatinato e Renania Settentrionale-Vestfalia, è suddivisa in tante piccole sottoaree ed è famosa per i suoi parchi naturali e la sua natura.
  • Siebengebirge — letteralmente I sette monti, è una celebre area turistica-balneare non lontana da Bonn, ottima per chi volesse passare un po' di tempo immerso nel verde e contemporaneamente trovarsi a due passi dalla vivace e popolata Bonn.

Itinerari[modifica]

Villa Römer a Leverkusen

Ognuna e tutte le città precedentemente citate possono costituire un'idea di itinerario in questa che è sicuramente tra le più affascinanti zone della Germania. Tutto dipenderà da voi e da quale mezzo vorrete usare per spostarvi. Se preferite non utilizzare treni o autobus e siete fan del turismo in bicicletta, Colonia ha pensato anche voi e negli uffici turistici troverete mappe e brochure di itinerari fissi nella regione. Alcuni sono disponibili anche online sul sito della città di Colonia.


Se quindi avete optato per la bicicletta, non perdetevi le seguenti località:

  • Bonn — qualcosa l'abbiamo già detta a proposito di questa città e altro troverete nell'articolo a lei dedicato. Qui basterà aggiungere che Bonn e Colonia sono separati solo da un piccolo ma pittoresco pezzo di campagna, l'ideale per chi viaggia in bici.
  • Leverkusen — piccola città sulle sponde del basso Reno. Vi stupirà per i tesori che nasconde tra ville, musei e paesaggi tipici tedeschi.
  • Dormagen — piccolo borgo, comprende anche Zons, l'antica città medievale del XI secolo, ora inglobata nel suo territorio. La città in sé non ha molto da offrire ma se la inserirete tra le vostre tappe in bici, Dormagen potrà essere parte di una piacevole sosta.

Informazioni utili[modifica]

Colonia è una metropoli e come tale ha centinaia di luoghi interessanti da scoprire e qui si possono fare moltissime esperienze. Tenete sempre presente che quasi tutto quello che potete vedere a Colonia, potrete farlo, con qualche limitazione anche gratuitamente. Un piccolo consiglio a tal proposito: potreste decidere di pagare 20 € una guida turistica completa del duomo nella vostra lingua... ma se invece vi avventurerete di persona all'interno di questa magnifica cattedrale scoprirete che ci sono brochure e pannelli illustrativi quasi dappertutto. Con un po' di conoscenza dell'inglese avrete così risparmiato 20 € ottenendo gli stessi risultati. Se poi vi interessa una guida sull'intera città, invece di rivolgervi agli organizzatissimi e costosi uffici turistici in città, potrete scaricare da questo sito una guida in tedesco o inglese al costo molto minore di 5 €. La guida è abbastanza completa e redatta da gente esperta del posto.

Consolati[modifica]

Collegamenti esterni[modifica]

  • portale del progetto NetCologne - Il portale mira a fornire su un unico sito internet tutte le informazioni su attività, negozi, locali, alberghi ed eventi a Colonia e si adatta bene sia per i suoi abitanti che per un viaggiatore che voglia informazioni dettagliate su tutto ciò che la città offre.
  • KölnWiki - Portale wiki dedicato a Colonia
  • Webcams pubbliche su Colonia


Altri progetti

3-4 star.svg Guida: l'articolo rispetta le caratteristiche di un articolo usabile ma in più contiene molte informazioni e consente senza problemi una visita alla città. L'articolo contiene un adeguato numero di immagini, un discreto numero di listing. Non sono presenti errori di stile.