Scarica il file GPX di questo articolo

Da Wikivoyage.
Jump to navigation Jump to search

Pescara
In senso orario dall'alto: Gran Sasso e Ponte del Mare dalla Marina di Pescara, Chiesa del Sacro Cuore, Aurum, Palazzo di Città, Palazzo Imperato e Fontana la Nave
Stemma
Pescara - Stemma
Appellativi
Stato
Regione
Territorio
Altitudine
Superficie
Abitanti
Nome abitanti
Prefisso tel
CAP
Fuso orario
Patrono
Posizione
Mappa dell'Italia
Reddot.svg
Pescara
Sito del turismo
Sito istituzionale

Pescara (Pëscàrë in abruzzese) è una città dell'Abruzzo.

Da sapere[modifica]

È la città più popolosa della regione e insieme a Chieti è sede dell'Università degli Studi "Gabriele d'Annunzio", di cui ospita quattro facoltà; ha inoltre un importante porto turistico, il porto di Pescara che riveste un ruolo importante nel mar Adriatico, soprattutto per i collegamenti con la Croazia e l'Aeroporto Internazionale d'Abruzzo, il più grande e importante della regione.

Cenni geografici[modifica]

Pescara è situata sulla costa adriatica e si sviluppa intorno alla foce dell'Aterno-Pescara.

La costa è bassa e sabbiosa: la spiaggia si estende senza soluzione di continuità a nord e a sud del fiume. Il tessuto urbano si sviluppa su un'area pianeggiante a forma di T, che occupa la valle intorno al fiume e la zona litoranea; a nord ovest e a sud ovest la città si estende anche sulle colline circostanti.

Quando andare[modifica]

Ha un clima mediterraneo, con estati calde, ma spesso molto umide per via dei regimi di brezza da nordest. Questo particolare fenomeno impedisce alle temperature di superare la soglia dei 35 °C, ma in compenso ne aumenta fortemente la sensazione di calore per il considerevole aumento dell'umidità. Non sono rari gli inverni con temperature giornaliere che sfiorano o superano i 20 °C. Le precipitazioni non sono elevate e concentrate soprattutto nel tardo autunno. Convenzionalmente la stagione balneare si apre ad inizio Maggio, per concludersi a Settembre inoltrato.

Cenni storici[modifica]

La città ha una storia talmente antica che le sue origini sono quasi totalmente sconosciute; probabilmente i primi insediamenti avvennero presso il Colle del Telegrafo dove di recente sono stati portati alla luce dei reperti risalenti anche a 6000 anni fa. Pescara veniva indicata anche con il nome di Ostia Aterni, cioè la foce dell'Aterno, e costituiva il porto commerciale del popolo italico dei Vestini. Dopo la conquista romana ebbe un certo sviluppo, che però si arresterà bruscamente con le invasioni barbariche.

Intorno all'anno 1000, Aternum cambiò il suo nome e divenne Piscaria con riferimento, sembra, alla pescosità della zona, mentre il fiume che la bagnava venne ribattezzato Piscarius. Sede di una possente fortezza del Regno di Napoli dal 1500 fino al 1800, ha conosciuto un forte sviluppo urbano in seguito all'unità d'Italia, diventando un noto centro turistico e balneare.

Come orientarsi[modifica]

Pescara è situata sulla costa adriatica e si sviluppa intorno alla foce dell'omonimo fiume occupandone tutta la parte terminale della sua vallata. Il tessuto urbano si sviluppa su un'area pianeggiante a forma di T, che occupa la valle intorno al fiume e la zona del litorale; a nord ovest ed a sud ovest la città si estende anche sulle colline circostanti che non superano l'altezza di 150 m dal livello del mare. La città, nata dall'unione di due comuni, presenta due centri: il centro storico della vecchia fortezza, sulla sponda meridionale del fiume, è il vecchio borgo di Pescara Portanuova, oggi "zona di movida", con una forte presenza di locali, ristoranti ed attività di intrattenimento; mentre il nuovo centro cittadino, che un tempo era il comune di Castellammare Adriatico, sorge sulla sponda settentrionale, ed oltre alle piazze centrali della città ospita la maggior parte delle vie dello shopping nell'esteso quadrilatero pedonale.


Come arrivare[modifica]

In aereo[modifica]

L'aeroporto internazionale d'Abruzzo Pasquale Liberi (IATA: PSR) serve un traffico di oltre 500.000 passeggeri all'anno attraverso collegamenti nazionali con Milano-Bergamo, Milano-Linate, Cagliari, Brescia (postale) e Torino, collegamenti europei con Londra-Stansted, Parigi-Beauvais, Lourdes, Bruxelles-Charleroi, Francoforte-Hahn, Weeze, Mostar, Bucarest, Barcellona-Girona, Oslo-Torp e Tirana.

  • 42.43722214.1872221 Aeroporto internazionale d'Abruzzo di Pescara (IATA: PSR) (Pescara). L'aeroporto dista 3 km dal centro di Pescara ed è collegato ad essa con l'autobus n. 38 della GTM che parte ogni 15 minuti circa, mentre la compagnia Arpa gestisce i collegamenti autobus con Roma e Napoli. Aeroporto di Pescara su Wikipedia aeroporto di Pescara (Q1432361) su Wikidata

In auto[modifica]

Le tratte autostradali di Pescara

Pescara è collegata alla rete autostradale (la A25 Pescara-Roma e la A14 adriatica) tramite un sistema di superstrade lungo circa 30 km.

Pescara è attraversata da due corridoi pan-europei:

Un'altra arteria fondamentale è la SS 5 Tiburtina Valeria, che collega Pescara con Roma.


In treno[modifica]

La stazione di Pescara Centrale

Pescara è di transito per la ferrovia adriatica Bologna - Lecce e di testa per la linea transappenninica Roma - Pescara, che sarà oggetto di lavori di miglioramento.

Le stazioni di Pescara sono:

  • Pescara Centrale (la stazione principale)
  • Pescara Porta Nuova
  • Pescara San Marco
  • Pescara Tribunale

In autobus[modifica]

  • Italian traffic sign - fermata autobus.svg Linee di pullman gestite da ARPA - Autolinee regionali Pubbliche Abruzzesi [1]


Come spostarsi[modifica]

Con mezzi pubblici[modifica]

Vi sono una linea suburbana per Penne e collegamenti con alcuni comuni che fanno parte dell'area suburbana di Chieti e Pescara, precisamente Montesilvano, Cappelle sul Tavo, Città Sant'Angelo e Spoltore in provincia di Pescara, Francavilla al Mare e San Giovanni Teatino in provincia di Chieti.


Cosa vedere[modifica]

La Cattedrale di San Cetteo
La chiesa del Sacro Cuore
Parrocchia della Madonna del Fuoco
Chiesa di San Silvestro

Chiese[modifica]

  • Cattedrale di San Cetteo. Costruita tra il 1933 ed il 1938 sui resti dell'antica chiesa di Santa Gerusalemme, ivi situata in epoca Romanica (come mostrato dai resti di fronte alla chiesa). La chiesta ospita la tomba della madre del poeta, Luisa D'Annunzio, ed ivi è possibile ammirar un dipinto del Guercino, il San Francesco, donato dallo stesso d'Annunzio.
  • Chiesa del Sacro Cuore. In pieno centro cittadino, è stata realizzata sul finire dell'Ottocento in Stile Neogotico.
  • Basilica della Madonna dei sette dolori. Iniziata nel Seicento in stile barocco e in seguito inglobata nel Settecento dall'attuale, in stile neoclassico. Nei pressi della basilica si trovano due fontane di cui una risalente con certezza al millesettecento e presumibilmente anche l'altra, nonché il convento, iniziato nell'Ottocento.
  • Madonna Del Fuoco. All'interno del santuario ottocentesco, situato nel quartiere Villa del Fuoco, si può ammirare una statua della Madonna con in braccio Gesù Bambino, risalente al XVII secolo. Accanto alla chiesa antica, nel Novecento ne è stata costruita una nuova.
  • Chiesa di San Silvestro. Situata nel quartiere di San Silvestro, la Chiesa principale, all'origine intitolata ai santi San Giovanni Battista e San Silvestro Papa, era il nucleo centrale della vecchia Villa Feudale. La Parrocchia fu creata intorno al 1500 (la chiesa nasce sulle fondamenta di un monastero di religiose del XVI secolo). All'interno della chiesa è possibile ammirare un altare maggiore con un affresco, risalente al XVII secolo.

Monumenti[modifica]

  • Nave di Cascella. Il principale monumento della città. Fu costruito nel 1986, in marmo travertino. La scultura rappresenta una barca a remi e rievoca la vocazione alla pesca della città e i prigionieri del Bagno borbonico sfruttati come rematori sulle navi fino al 1859.
  • Chiesa di Santa Gerusalemme (Resti archeologici) (area antistante la cattedrale di San Cetteo). Nell'area antistante la cattedrale di San Cetteo, nel 1992, sono stati riportati alla luce i resti dell'antica chiesa di Santa Gerusalemme: è possibile ammirare le due colonne polilobate in laterizio, relative ad un edificio a pianta centrale. Probabilmente, si trattava di un antico tempio sito nei pressi del tratto urbano della via Claudia-Valeria (l'attuale via dei Bastioni). Nelle fasi medievali, di XII-XIII sec., la struttura architettonica era circondata da sei colonne e l'impianto circolare potrebbe aver tratto ispirazione dal modello dell'Anastasis di Gerusalemme, da cui il nome. Come testimoniano le fonti documentarie, la chiesa sopravviveva ancora nel XIV secolo, mentre il centro urbano di Aterno era in rovina.

Arte urbana[modifica]

Veduta dell'installazione Il giardino incantato (2018)
Veduta della piazza con la Torre dei Venti (2018)
  • 42.45130414.21991 Il giardino incantato. Nei pressi della zona universitaria, è possibile fruire della installazione monumentale denominata Il giardino incantato, realizzato da Franco Summa, nel 2018. L'artista ha promosso l’intervento di valorizzazione dello spazio antistante l’edificio di pregio, progettato da Mario Botta, lavorando sugli aspetti materiali e simbolici dell'opera che combina le dimensioni pittorica, scultorea ed architettonica e sfrutta la valenza di una cromia accesa. Il colore restituisce, infatti, un senso gioioso ed ironico ai sedici elementi verticali, policromi, distribuiti simmetricamente e alti sei metri, che ricordano degli alberi. Di qui, la denominazione Il giardino incantato, perché in grado di trasfigurare la realtà, quando lo si attraversa, abbandonandosi alla percezione sensoriale ed emotiva. È una piazza-giardino tutta da vivere, nella dimensione sociale e sensoriale.
  • 42.46286314.2248082 La torre dei venti, Piazza Caduti del Mare. Nel cuore di Borgomarino Sud, a due passi dal Ponte del Mare, in Piazza Caduti del Mare, sorge la Torre dei Venti, pensata da Franco Summa, nel 2018, come un elemento monumentale, con dischi rossi che roteano per la spinta dell'energia eolica. Fortemente voluta dagli abitanti del quartiere, la struttura rappresenta un omaggio alla navigazione: sul basamento, sono appunto incisi i 32 nomi dei venti e indicati i punti cardinali per l'orientamento. Arricchiscono il complesso, panchine circolari e fioriere (dalla vegetazione sempre viva), dipinte con i dodici colori fondamentali (giallo, giallo arancio, arancio, rosso arancio, rosso, rosso viola, viola, viola blu, blu, blu verde, verde, e verde giallastro). La piazza è contornata, sui quattro lati, da tappeti erbosi calpestabili. Tra gli elementi d'arredo urbano, spicca una panchina rossa, a forma di quadrifoglio, che funge quasi da salottino, particolarmente indicato per l'incontro e il dialogo.

Musei[modifica]

  • Museo casa natale Gabriele D'Annunzio. È la casa natale del poeta, un edificio settecentesco, proprietà della famiglia D'Annunzio a partire dall'Ottocento, che fu dichiarato monumento nazionale nel 1927. Il museo, allestito al primo piano della casa, è composto da nove sale e conserva arredi, mobili d'epoca e oggetti dello scrittore e della sua famiglia.
  • Museo Villa Urania. Aloggiato in una villa in stile Liberty risalente alla fine dell'Ottocento, vi si possono ammirare numerose maioliche di Castelli realizzate dal Cinquecento al Settecento. Oggi la mostra permanente è formata da circa 140 pezzi originali.
  • Museo delle Genti d'Abruzzo. Il museo è ospitato nei locali rimasti della fortezza cinquesecentesca, unita ai Bagni Borbonici nel Settecento, e al tempo del Regno delle Due Sicilie, usato nel seminterrato come "bagno penale" per detenuti politici e patrioti abruzzesi. Oggi è custode di reperti e testimonianze della vita abruzzese, dalla Preistoria alla Rivoluzione Industriale.
  • Museo d'arte moderna "Vittoria Colonna". Si tratta di un museo d'arte moderna alloggiato nel palazzo progettato dall'architetto Eugenio Montuori. È ricco di opere d'arte moderna ed è spesso sede di mostre temporanee.
  • Museo Civico "Basilio Cascella". Oggi ha sede nell'antico laboratorio della famiglia Cascella, poi trasformato in museo e raccoglie la maggioranza delle opere della famiglia.


Eventi e feste[modifica]

  • Pescara Jazz (Festival del Jazz). Manifestazione musicale che ha luogo ogni anno durante il periodo estivo. Il primo festival estivo italiano dedicato al jazz nato nel 1969.
  • Premio Internazionale Ennio Flaiano. Manifestazione cinematografica divisa in quattro sezioni (cinema, teatro, letteratura e televisione) che ha luogo ogni anno durante il periodo estivo.
  • Sant'Andrea apostolo. Ogni anno, la marineria pescarese festeggia il proprio santo protettore. La tradizione della Festa di Sant'Andrea risale al 1867[92], da sempre commemorata nella zona del borgo marino vicino al porto, per devozione dei pescatori. Da quello stesso anno ed in tutti gli anni seguenti, la marineria ha celebrato il santo con una processione, che ha la caratteristica di svolgersi in mare.
  • Regata dei Gonfaloni. Una gara tra imbarcazioni lunghe 8 metri e con 10 vogatori che si sfidano lungo il fiume Aterno-Pescara.
  • FLA (Festival di libri e altrecose). Il Festival di libri e altrecose (FLA, già Festival delle letterature dell'Adriatico) è una manifestazione culturale istituita nel 2002 a Pescara, con l'intento di promuovere l'interesse per la lettura e la scrittura in tutte le loro forme. Il festival si svolge annualmente nel mese di novembre e vede la partecipazione di autori e critici letterari i quali sono protagonisti di letture, dibattiti e presentazioni di nuove opere. Festival di libri e altrecose su Wikipedia Festival di libri e altrecose (Q73434015) su Wikidata


Cosa fare[modifica]


Acquisti[modifica]

Il centro di Pescara ospita numerosi esercizi commerciali in cui fare acquisti per tutte le tasche e per tutti i gusti, spaziando dalle più note catene internazionali alle botteghe di eccellenze agroalimentari locali. In particolare nelle vie di corso Umberto I, via Firenze, via Nicola Fabrzi e vie limitrofe, quasi tutte pedonalizzate. Gli unici due centri commerciali cittadini si trovano uno nei dintorni della stazione ferroviaria di Portanuova, e l'altro ai margini settentrionali della città, fra piazza Duca degli Abruzzi e Montesilvano.

Come divertirsi[modifica]

Molto frequentata la vita notturna cittadina, che si riversa in tre zone "di movida" costellate di locali, bar e ristoranti: la tradizionale passeggiata della riviera, il centro storico di Pescara Vecchia e da qualche anno anche la zona intorno al mercato coperto di piazza Muzii.

Dove mangiare[modifica]

Prezzi medi[modifica]


Dove alloggiare[modifica]

Prezzi medi[modifica]

Prezzi elevati[modifica]


Sicurezza[modifica]

  • 42.47524314.1998352 Farmacia Bovio, viale Bovio 161, +39 085 35280.
  • 42.45693714.2241993 Farmacia dello Stadio, via Benedetto Croce 201, +39 085 67333.
  • 42.47062714.1941064 Farmacia Di Giamberardino, via Del Santuario 77, +39 0854153388.
  • 42.45444314.2401745 Farmacia Alleva, piazzale Laudi 2, +39 085 64871.
  • 42.48324314.1956446 Farmacia Greco, via Cavour 51/53, +39 085 4711690.
  • 42.46696214.1873257 Farmacia Martella, via San Donato 35, +39 085 54655.
  • 42.48518914.1876578 Farmacia Perbellini, via Nazionale Adriatica Nord 157, +39 085 4712637.
  • 42.45888714.2135119 Farmacia Perbellini, via Gabriele D'Annunzio 88, +39 085 690296.
  • 42.46030814.21178710 Farmacia Signorini, piazza Garibaldi 24, +39 085 690829.
  • 42.47085514.20540911 Farmacia Simoncelli, corso Vittorio Emanuele 314, +39 085 4211448.


Come restare in contatto[modifica]

Poste[modifica]

  • Poste italiane (Pescara Centro), Corso Vittorio Emanuele II n. 106, +39 085 4216439.
  • 42.4607914.21274812 Poste italiane (Pescara 1), via Attilio Monti 1, +39 085 4548235.
  • 42.47218314.21117113 Poste italiane (Pescara 2), Via Carducci 86, +39 085 4280241.
  • 42.45350214.23673814 Poste italiane (Pescara 3), viale Luisa D'Annunzio 12, +39 085 60645.
  • 42.46730814.20155915 Poste italiane (Pescara 5), via Passolanciano 70, +39 085 4280138.
  • 42.4606414.2258816 Poste italiane (Pescara 8), via Francesco Verrotti 30, +39 085 4500032.
  • 42.47355414.20445517 Poste italiane (Pescara 9), viale Edmondo De Amicis 19, +39 085 4413249.
  • 42.44627414.21728618 Poste italiane (Pescara 10), via Tirino 170, +39 085 51060.


Tenersi informati[modifica]

Le principali radio presenti sono:Radio California, Radio Ketchup, Radio C1, Radio Parsifal, Radio Sole, Radio Città, Radio Delta 1 (sede locale), Radio International, Studio5 e Studio5 Caribe.

I principali quotidiani locali sono: Il Centro e Abruzzo Oggi.


Nei dintorni[modifica]

  • Chieti — L'antica Teate, capoluogo dei Marrucini, si trova all'interno non molto lontano dal mare. È città di servizi, commerci, terziario e di cultura.
  • Ortona — Su un promontorio della costa si stende l'abitato monumentale antico; sul litorale si sviluppano le attivita pescherecce e balneari. È città legata ad importanti vicende della seconda guerra mondiale.
  • Lanciano — Città di antica tradizione, fu capoluogo dei Frentani e poi municipio romano. Ha un nucleo antico di grande interesse, che si anima in occasione delle numerose rievocazioni storiche; famosi sono la Settimana medievale con il ‘’Mastrogiurato’’ e le rappresentazioni sacre della Settimana Santa. È meta di pellegrinaggi a seguito del suo miracolo eucaristico.
  • Teramo — Antica città con un importante centro storico, vanta una splendida Cattedrale che entra nel novero delle migliori espressioni dell'architettura religiosa abruzzese.
  • Atri — Città fra le più antiche della regione, conserva un patrimonio artistico di prim'ordine, la cui eccellenza (fra le tante) è sicuramente ravvisabile nella stupenda Cattedrale, insigne fra le pur ragguardevoli chiese d'Abruzzo.


Altri progetti

1-4 star.svg Bozza: l'articolo rispetta il modello standard e ha almeno una sezione con informazioni utili (anche se di poche righe). Intestazione e piè pagina sono correttamente compilati.