Scarica il file GPX di questo articolo

Anversa

Da Wikivoyage.
Anversa
Antwerpen • Anvers
Panorma di Anversa con la sua cattedrale e il fiume Schelda
Stemma e Bandiera
Anversa - Stemma
Anversa - Bandiera
Stato
Regione
Abitanti
Posizione
Mappa del Belgio
Anversa
Anversa
Sito istituzionale

Anversa è una città del Belgio.

Da sapere[modifica]

Quando andare[modifica]

Il nemico di chi visita Anversa è la pioggia per cui si dovrà mettere in valigia un ombrello e un capo impermeabile. Le precipitazioni sono consistenti nel periodo novembre-marzo ma fanno frequente capolino anche durante la bella stagione. A parte questo inconveniente Anversa è visitabile tutto l'anno anche se maggio-settembre è il periodo consigliato dai più. Gli inverni sono, tutto sommato, miti con una temperatura media di un paio di gradi sopra lo zero. Il dì è corto ma questo può essere un vantaggio per i nottambuli, considerando la vivace vita notturna della città.


Come orientarsi[modifica]

Il centro di Anversa imperniato sulla piazza Grote Markt si estende sulla riva destra (orientale) del fiume Schelda. La stazione centrale è situata a circa 1 km e 1/2 ad est del centro. Il viale Keyser (De Keyserlei) e il suo prolungamento de Meir sono due famose arterie che fungono da collegamento tra la stazione e il centro storico. La prima è aperta al traffico veicolare mentre la seconda costituisce un'isola pedonale. Naturalmente non c'è bisogno di percorrerle a piedi in quanto una linea sotterranea della premetro segue il tracciato di entrambe.

Il famoso "Diamond quarter" con le sue gioiellerie, tutte gestite da seguaci dell'ebraismo ortodosso e ultraconservatore, noti come Haredim, è incentrato intorno la Hoveniersstraat, poco più sud della stazione centrale. Il quartiere è divenuto oggetto di curiosità turistica per via dell'abbigliamento particolare adottato dagli Haredim: abiti rigorosamente scuri, cos' come il cappello a larghe tese, e barbe fluenti.

Altri quartieri[modifica]

  • Zuid (Le Midi in francese) - Zuid significa meridione in olandese e difatti il nome sta ad indicare il quartiere a sud del centro. È una zona che fu costruita dal 1874 in poi in applicazione di un piano urbanistico che comportò la demolizione di una vecchia fortezza, lo Zuidkasteel. Essa accolse molti magazzini portuali e subì pesanti bombardamenti nel corso della II guerra mondiale. Il periodo postbellico implico la demolizione di molti edifici semidistrutti dalle bombe e della fine '800 si sono salvati alcuni esempi di Art Nouveau dei quali il più noto è la casa del popolo (Volkshuis) sulla Volkstraat, un edificio che oggi è adibito a scuola. A Zuid è dislocato anche il Museo Reale delle belle Arti (Koninklijk Museum voor Schone Kunsten van Antwerpen), quello di Arte Moderna (Museum van Hedendaagse Kunst) e quello della fotografia (Fotomuseum). Un'alta concentrazione di gallerie d'arte, ristoranti e pub contribuisce ad accrescere l'interesse turistico di Zuid.
  • Zurenborg - Situata a sud-est del precedente, Zurenborg è una zona a carattere residenziale ma è notevole per i numerosi esempi di case Art Nouveau e in altri stili d'avanguardia e non che primeggiavano al tempo della Belle époque.
  • Schipperskwartier, ovvero il quartiere dei Marinai, è situato a nord del centro e del quartiere universitario. Come lascia presagire il nome, è una zona malfamata per quanto sia stata ampiamente rivalutata nel corso dei primi decenni del XXI secolo. La prostituzione, prima diffusa in tutto il quartiere e controllata, dalla caduta del muro di Berlino, da mafie albanesi, georgiane e russe, è oggi limitata a tre strade. Come nella non lontana Amsterdam, le prostitute si esibiscono in vetrina per attirare i passanti.
  • Eilandje, ovvero l'isola, il quartiere portuale fiorente nel XV secolo ma in seguito negletto per lungo tempo, è oggi una zona alla moda con un paio di interessanti musei, alberghi e locali di ogni genere.
  • Linkeroever è il quartiere sulla sponda sinistra dov'è situato il campeggio. È facilmente raggiungibile tramite un sottopassaggio pedonale sotto la Schelda.


Come arrivare[modifica]

In aereo[modifica]

Anversa ha un piccolo aeroporto internazionale, il Deurne ove opera la compagnia VLM Airlines con voli da e per Francoforte, Londra e Manchester.

Con tutta probabilità quanti programmano di raggiungere Anversa dall'Italia si serviranno di un volo della Ryanair. Gli aerei di entrambe le compagnie fanno scalo all'aeroporto di Charleroi un po' fuori mano. Un bus navetta fa la spola tra l'aeroporto di Charleroi e la vicina stazione ferroviaria donde partono i treni per Anversa. In genere la prima corsa è alle 04:33 e l'ultima alle 22:40. Per informazioni più dettagliate si può consultare il sito della SNCB che fornisce in formato PDF gli orari dei treni in base alla fascia oraria selezionata. Da tener presente che l'autobus navetta tra l'aeroporto e la stazione ferroviaria ha una frequenza di mezz'ora.

In treno[modifica]

La stazione principale di Anversa è la Centraal Station, poco più a est del centro. A questa si aggiunge la Berchem Station circa 2 km a sudest. Per gli orari consulta il sito della SNCB

In autobus[modifica]

La stazione delle autolinee extraurbane è in Franklin Rooseveltplaats. Da qui partono anche gli autobus della Eurolines con una svariata gamma di destinazioni nazionali e internazionali. Bruxelles si raggiunge in poco più di un'ora, Amsterdam in cinque ore e Francoforte in sei ore e mezza circa.

Come spostarsi[modifica]


Cosa vedere[modifica]

Case sulla piazza del mercato (Grote Markt)
  • Grote Markt. Similmente a Bruxelles, il cuore del centro storico di Anversa è costituito da questa piazza di forma triangolare ove si affacciano, oltre al palazzo del municipio, anche le sedi delle varie gilde, corporazioni medievali di arti e mestieri. Non così vasta come la sua omonima a Bruxelles, il Grote Markt di Anversa ha comunque il suo fascino: al centro si erge la fontana Brabo completata nel 1887 in forme neo barocche dall'architetto Jef Lambeaux. La statua che sormonta la fontana rappresenta Silvius Brabo, un leggendario personaggio la cui figura è correlata alle origini della città. Secondo la leggenda, infatti Silvius Brabo era un legionario romano che uccise l'altrettanto mitico gigante Druon Antigon che sedeva sulle rive del fiume Schelda esigendo un pedaggio dai barcaioli che transitavano sotto il suo naso. Il gigante tagliava la mano a quanti rifiutavano di pagare il balzello. La leggenda ha un qualche fondamento storico. Scavi archeologici nei pressi del castello di Steen hanno infatti riportato alla luce tracce di un insediamento gallo-romano. Molti degli edifici che si affacciano sulla piazza andarono distrutti durante l'incendio del 1576. Furono ricostruiti nel corso del XIX secolo. La casa al numero civico 7 è considerata la più bella. Si riconosce facilmente dalla statua che ne adorna la facciata raffigurante San Giorgio nell'atto di uccidere il drago.
Palazzo comunale su Grote Markt
  • 1 Municipio di Anversa (Stadhuis van Antwerpen - Hôtel de ville d'Anvers), Grote Markt. Completato nel 1564, il palazzo del municipio ha una facciata in stile rinascimentale adorna di statue simboleggianti la giustizia e la prudenza. Lo stemma al centro è quello di Filippo II di Spagna sormontato dalla nicchia con la statua della Madonna che sostituì una statua di Silvius Brabo al tempo della Controriforma. Gli interni furono restaurati in gran parte nel XIX secolo e sono arredati in maniera sontuosa.
Groenplaats fotografata dall'alto della cattedrale di Notre Dame
  • Groenplaats. Groenplaats, il cui nome significa Piazza Verde è situata a breve distanza da quella principale. È dominata dall'imponente facciata della cattedrale di Notre Dame e reca al centro una statua di Rubens risalente al 1843.Sul suo lato settentrionale sono allineati ristoranti e bar con tavoli all'aperto bel tempo permettendo. Il lato destro della piazza è dominato dal Boerentoren, un grattacielo descritto di seguito
  • 2 Boerentoren. Boerentoren (Torre degli agricoltori) è un grattacielo di circa 97 metri completato nel 1932 secondo i dettami dell'Art Deco. Il progetto reca la firma dell'architetto Jan Van Hoenacker. È conosciuto anche come KBC Tower, dalle iniziali dell'istituto bancario che vi ha sede, la Kredietbank. Alcuni affermano che sia stato il primo grattacielo ad essere stato costruito su suolo europeo ma altri lo contestano.
Trittico di Rubens raffigurante la crocifissione all'interno della cattedrale di Anversa
Cattedrale
  • 3 Cattedrale di Nostra Signora (Cathédrale Notre-Dame d'Anvers - Onze-Lieve-Vrouwekathedraal), Handschoenmarkt. Considerata un capolavoro dell'arte gotica, la cattedrale di Notre Dame vanta anche il primato della più grande chiesa del Belgio. Ha anche una notevole altezza raggiungendo i 123 m. La sua costruzione, iniziata nel 1352, fu completata nel 1520. Appena 13 anni dopo la sua consacrazione fu devastata da un incendio e quindi saccheggiata dagli iconoclasti protestanti di Calvino durante il periodo delle guerre di religione. Nel 1794 fu di nuovo saccheggiata dalle truppe rivoluzionarie francesi. Al suo interno la cattedrale ospita capolavori di Rubens. Il trittico "Cristo in croce" fu realizzato nel 1610 mentre l'altro della Deposizione dalla Croce fu completato 4 anni più tardi. Notevoli le misure di quest'ultima opera: 4,21 m x 3,11 per il pannello centrale, 4,21 m x 1,53 m per quelli laterali.


Interni della Chiesa di San Carlo Borromeo
Facciata della Chiesa di San Carlo Borromeo
  • 4 Chiesa di San Carlo Borromeo (Sint-Carolus Borromeuskerk), Hendrik Conscienceplein. Completata nel 1621, in piena controriforma fu la chiesa dei Gesuiti fino allo scioglimento dell'ordine nel 1773. Sei anni più tardi fu di nuovo aperta al pubblico con il nome attuale. Rubens curò i particolari della facciata, dell’altare maggiore,del soffitto in stucco .


Interni della Chiesa di San Paolo
Facciata della Chiesa di San Paolo


Museo Reale delle Belle Arti
Museo Plantin-Moretus
  • 6 Museo Reale delle Belle Arti (Koninklijk Museum voor Schone Kunsten Antwerpen), Lange Kievitstraat 111-113 (bus 100), +32 3 224 9550. Il più interessante dei musei di Anversa ha sede in un palazzo neo classico ed è noto per la collezione di capolavori firmati da Peter Paul Rubens (1577-1640). Le pareti del salone d'ingresso sono affrescate dallo stesso. Al pianterreno sono esposte tele di Ensor, Magritte, Permeke e Delvaux mentre al piano superiore ammirerete opere di artisti fiamminghi della scuola di Brueghel come di Jan van Eyck, Rogier van der Weyden, Dieric Bouts e Hans Memling, oltre a opere di Rembrandt e di Frans Hals.
  • 7 Museo Plantin-Moretus, Vrijdagmarkt 22-23, +32 3 221 1450. Il museo è dedicato alla storia della stampa e trae il nome da due famosi stampatori del XVI secolo, Christoffel Plantijn e Jan Moretus. È stato il primo museo ad essere inserito nell'elenco dei Patrimoni mondiali dell'umanità dell'UNESCO. Le collezioni comprendono diversi macchinari impiegati in tipografia, tra cui due delle più antiche presse del mondo. Molto ammirata la sala della biblioteca rivestita in legno.
Museo Scheepvaart
Museo Vleeshuis
  • 8 Het Steen, Steenplein 1. Het Steen, letteralmente "la Pietra", è una fortezza medievale sulla sponda del fiume Schelda, costruita per difendere la città dalle incursioni dei Vichinghi. Deve il suo nome all'imperatore Carlo V che intorno al 1520 ne ordinò la ricostruzione. Il suo nome completo era "'s Heeren Steen" (La pietra del Signore). In seguito la fortezza fu usata come prigione. Dal 1890 ospitò le collezioni archeologiche e dal 1952 al 2011 il museo marittimo. La fortezza è ancora aperta al pubblico e ospita eventi annuali e manifestazioni culturali sotto l'egida della "Antwerp Komitee Semini in Ere" (AKSIE). Sul ponte levatoio che conduce all'ingresso noterete la statua del gigante Lange Wapper, un personaggio mitologico del medioevo che terrorizzava gli abitanti di Anversa. Noterete ancora sull'architrave dell'ingresso un bassorilievo di Semini, una divinità scandinava della fertilità raffigurata sotto forma di fallo.
  • 9 Mercato delle carni (Vleeshuis), Vleeshouwersstraat 38, +32 3 292 6100. Simple icon time.svg Gio - dom: 10:00 - 17:00. Chiuso lun., mar. e mer.. L'antico Mercato delle Carni, o in neerlandese Vleeshuis è una delle storiche e caratteristiche costruzioni della città fiamminga di Anversa, in Belgio. Oggi sede del Museo di Archeologia e Arti applicate.
  • 10 Museo Mayer van den Bergh, Lange Gasthuisstraat 19, +32 3 338 8188. Simple icon time.svg Mart - dom: 10:00 - 17:00. Chiuso il lun.. La collezione ivi contenuta è appartenuta al collezionista d'arte Fritz Mayer van den Bergh. I più importanti lavori custoditi dal museo riguardano l'arte gotica e rinascimentale olandese e belga, tra cui spiccano opere di Pieter Bruegel il Vecchio.
  • 11 Museo della casa delle orfanelle (Maagdenhuismuseum), Lange Gasthuisstraat 33, +32 3 338 2620. Le Maagdenhuis, traducibile in italiano come la casa delle Vergini, era un orfanotrofio di Anversa fondato nel 1552. Nel 1925 fu trasformato in museo. Oltre a conservare i suggestivi arredi dell'epoca, il museo ospita quadri di pittori famosi come Pieter Paul Ruben, Jacob Jordaens, Antoon van Dyck, Pieter Aertsen, Maarten de Vos, Maarten Pepijn e Otto Van Veen.
  • 12 Museo d'arte contemporanea di Anversa (Museum van Hedendaagse Kunst Antwerpen), Leuvenstraat 32. Ricavato da un silo del grano del 1926, ospita collezioni di artisti contemporanei belgi, una sala cinematografica e una biblioteca.
  • 13 FotoMuseum, Waalsekaai 47.
Museo della Moda
Scultura nel parco Middelheim
  • 14 Museo della Moda (ModeMuseum Provincie Antwerpen), Nationalestraat 28, +32 3 470 2770. Inaugurato nel 2002, il museo accoglie abiti creati da stilisti belgi
  • 15 Museo della scultura all'aperto di Middelheim (Openluchtmuseum voor Beeldhouwkunst Middelheim). Museo inaugurato nel 1951 che raccoglie un gran numero di opere di scultori europei del XIX e XX secolo. Il museo è allestito nel parco di una residenza estiva appartenuta a ricchi mercanti di Anversa. Nel 1910 gli eredi dell'ultimo proprietario vendettero la proprietà al comune di Anversa che provvide a sistemarlo a parco pubblico. Il museo fu inaugurato nell'autunno del 1951. Gli artisti italiani rappresentati sono (Tra parentesi le loro opere): Pietro Cascella (Nascita del 1973), Pietro Consagra (Conversazione pomeridiana del 1958), Luciano Fabro (Bagnanti del 1994), Pericle Fazzini (Sibilla del 1947), Emilio Greco (Lottatore del 1947), Giacomo Manzù (Pas de danse del 1950 e il Cardinale del 1952), Marino Marini (Juditta del 1945 e Miracolo del 1951), Arturo Martini (La Lupa del 1931 e Chiaro di luna del 1932), Marcello Mascherini (San Francesco del 1957), Arnaldo Pomodoro (Scatola I del 1964), Medardo Rosso (Ragazzo ebreo del 1892), Alberto Viani (Torso muliebre del 1954).
Veduta dall'interno del Museum aan de Stroom
Cortile interno della casa Rockox
  • 16 Museo sul fiume (Museum aan de Stroom), Hanzestedenplaats 1. Vasto museo incentrato sulla città di Anversa esaminata nelle sue varie sfaccettature e non soltanto da un punto di vista storico.
Casa museo di Rubens
  • 17 Casa Rockox (Rockoxhuis - La Maison Rockox), Keizerstraat 10-12, +32 3 201 9250. Una magione degli inizi del XVII secolo trasformata in museo nel 1977. Deve il nome al suo proprietario Nicolaas Rockox (1560 - 1640), collezionista e mecenate degli artisti che rivestì anche la carica di sindaco (burgemeester) di Anversa. Arredi, ceramiche, sculture e quadri dei maggiori artisti olandesi compresi dipinti di Jan Brueghel il vecchio e Pieter Brueghel il giovane. Interessante anche il piccolo cortile, una testimonianza dei giardini olandesi che adornavano le case patrizie del XVII secolo. In particolare il cortile di casa Rockox fu curato dal botanico Nicolas Claude Fabri de Peiresc (1580-1637) che ordinò alberi e piante da Aix-en-Provence, come testimoniano documenti perfettamente conservati sulla spedizione.
Chiesa di San Iacopo
  • 18 Rubenshuis (Casa museo di Rubens), Wapper 9-11. Peter Paul Rubens (1577-1640) acquisì una notevole fortuna grazie al suo innato talento per le arti pittoriche, il che gli permise una vita agiata come testimonia questa casa che egli acquistò nel 1610 all'età di 33 anni e ove trascorse il resto della sua vita fino al 1640, anno della sua morte. L'edificio fu comprato nel 1937 dal comune di Anversa che provvide a restaurarlo. La sala da pranzo è adorna di un ritratto del pittore, altri sono sparsi negli altri locali. Il giardino che circonda la casa merita uno sguardo.
  • 19 Chiesa di San Giacomo (St Jacobskerk), Lange Nieuwstraat 73-75. Eretta sul luogo ove si radunavano i pellegrini di Anversa diretti a Santiago de Compostela. Nel 1491 fu iniziata la costruzione di una grande chiesa volta a sostituire una preesistente cappella di modesta fattura. I lavori si conclusero nel 1656. Il ritardo fu dovuto alle dispute religiose tra riformisti e controriformisti che comportarono la distruzione delle decorazioni e degli arredi sacri. Sul finire del XVIII secolo il tempio fu delapidato dalle armate rivoluzionarie francesi. Al suo interno è situata la cappella funebre di Peter Paul Rubens del 1640 e di altri cittadini illustri di Anversa. Si ammirano anche l'altare maggiore, il coro marmoreo e l'organo a canne del 1727 con il meccanismo originario ancora funzionante.


Eventi e feste[modifica]


Cosa fare[modifica]


Acquisti[modifica]


Come divertirsi[modifica]

Palazzo dello Sport
Lotto Arena

Spettacoli[modifica]

  • 1 Palazzo dello Sport (Sportpaleis), Schijnpoortweg 119 (Stazione premetro più vicina: Sport.), +32 3 400 4040. Oltre a gare sportive, il palasport funge da immensa sala dei concerti con una capacità di 23.000 posti.
  • 2 Lotto Arena, Schijnpoortweg 119 (Stazione premetro più vicina: Sport.). Situata accanto al palazzo dello sport e, come quello, serve da sala di concerti ove si esibiscono famosi cantanti iinternazionali.
  • 3 Kinepolis, Groenendaallaan 394, +32 3 544 3600. La più grande multisala cinematografica di Anversa, con una capacità complessiva di 8.000 posti.

Locali notturni[modifica]

  • 4 Cafe D’Anvers, Verversrui 15, +32 3 226 3870. Famoso locale notturno inaugurato nel 1989 e ricavato da una chiesa sconsacrata nel distretto a luci rosse di Anversa. Nel 2011 il locale appariva al 38° posto nella classifica "Top 100 Clubs in the World" curata da DJ Magazine.
  • 5 Publik, Lange Brilstraat 12, +32 496 25 4800. Disco Club nel quartiere universitario.
  • 6 Ikon, stratburgdok Noordkaai 3, +32 3 295 5465. Disco Club molto di moda nella zona del porto.
  • 7 Petrol, D'Herbouvillekaai 25, +32 3 226 49 63. Disco Club.
  • 8 Club Vaag, Rijnkaai 4, +32 473 58 1273. Night Club. Atmosfera dark/underground.
  • 9 Ampere, Simonsstraat 21, +32 3 232 09 23. Night Club. Ottima acustica, ottime selezioni musicali.Il biglietto d'ingresso è alto rispetto alla media e non comprende le consumazioni.


Dove mangiare[modifica]


Dove alloggiare[modifica]

Prezzi modici[modifica]

L'albergo Leonardo in primo piano e sullo sfondo il Park Inn by Radisson
  • 1 Hotel Postiljon, Blauwmoezelstraat 6 (In pieno centro, davanti la cattedrale.), +32 3 231 7575. Albergo a una stella in posizione invidiabile sul fianco della cattedrale. Colazione e wi-fi inclusi nel prezzo. Unico neo la mancanza di ascensore.
  • 2 Hotel Antwerp Billard Palace, Koningin Astridplein 40, +32 3 233 4455. Ben situato nella zona della stazione, questo albergo ha qualche inconveniente per quanto riguarda stanze e pulizia. Non a caso gli è stata assegnata ufficialmente una sola stellaa. Probabilmente troverete qualcosa di meglio per lo stesso prezzo o addirittura inferiore.
  • 3 Hotel Granducale, Sint-Vincentiusstraat 3, +32 3 239 3724. Albergo a due stelle.
  • 4 Ibis budget Antwerpen Centraal Station (ex Etap Hotel), Lange Kievitstraat 145 (Sul retro della stazione centrale.), +32 3 202 5020. Albergo a tre stelle nella zona della stazione. Parecchie stanze sono anguste ma impeccabili dal punto di vista della pulizia.
  • 5 Ibis budget Antwerpen Port, Luithagen-Haven 6, +32 3 544 9781. Situato nella zona del porto, a circa 7 km dal centro, è un albergo adatto a chi viaggia in auto. Il parcheggio è gratuito così come il wi fi.
  • 6 Hotel Industrie, Emiel Banningstraat 52, +32 3 238 6600. Piccolo ma rinomato albergo a due stelle situato nel quartiere Zuid e quindi ben collegato con il centro storico. Stanze un po' antiquate e bagni un po' stretti ma niente da eccepire per il resto.
  • 7 Hotel Le Sud, Plaatsnijdersstraat 3, +32 3 238 2418. Altro albergo nel quartiere Zuid, situato sul retro del museo della Belle Arti.
  • 8 Hotel Rubenshof, Amerikalei 115, 2000 Antwerpen (Trams n. 12 o 24), +32 3 237 07 89. Ecb copyright.svg A partire da €52 per la doppia con bagno in comune. Stanze ricavate da una vecchia casa in stile Liberty, rumorose naturalmente perché sul viale di circonvallazione del centro.
  • 9 Hotel Eden Antwerp, Lange Herentalsestraat 27, +32 3 206 96 90. Albergo a 3 stelle ma senza pretese nel bel mezzo del Diamond Quarter.
  • 10 Hotel Scheldezicht, Sint Jansvliet 10-12 (Stazione premetro più vicina: Groenplaats), +32 3 231 6602. Albergo a 2 stelle in un vecchio stabile del centro.
  • 11 Tulip Inn Antwerpen, Potvlietlaan 2, +32 3 236 4355. Albergo a 3 stelle vicino lo svincolo Borgerhout sull'anello autostradale di Anversa. Adatto ad automobilisti
Altre tipologie di alloggio
  • 12 Antwerp Central Hostel "Pulcinella", Bogaardeplein 1, +32 3 234 0314. Recente acquisizione nel centro di Anversa della associazione fiamminga Alberghi della Gioventù (Vlaamse JeugdHerbergen o VJH), membro della Hostelling International. Per pernottare al Pulcinella è richiesta la tessera associativa. Se non l'avete pagherete di più ammesso che troviate posti liberi.
  • 13 Boomerang Hostel Antwerp City, Lange Leemstraat 95, +32 3 238 4782. Ostello privato. Non dispone di camere private ma solo di camerate con 10/12 letti.
  • 14 Camping Vogelzang (Camperplaats Vogelzang), Vogelzanglaan 7-9, +32 495 22 9058.
  • 15 The Blue House, Lamorinièrestraat 89, +32 486 93 1087, @ mia@atthebluehouse.com. Ecb copyright.svg Colazione inclusa nel prezzo.. B&B nel quartiere ebraico.
  • 16 The Swan B&B, Huikstraat 25. Ecb copyright.svg From €65. B&B situato tra la chiesa di San Paolo e il distretto a luci rosse di Anversa. Richiesto un soggiorno minimo di due notti.

Prezzi medi[modifica]

  • 17 Hotel Antigone, Jordaenskaai 12, +32 3 231 6677. Albergo a 3 stelle sulla strada del centro che costeggia il fiume.
  • 18 Astoria Hotel, Korte Herentalsestraat 5, +32 3 227 3130. Moderno albergo a 3 stelle nella zona del parco civico.
  • 19 Antwerp City Hotel, Appelmansstraat 31, +32 3 203 5400. Albergo a 3 stelle nel "Diamond District".
  • 20 Antwerp Harbour Hotel - Internationaal Zeemanshuis, Noorderlaan 100 (vicino la stazione ferroviaria Antwerpen-Luchtbal), +32 3 227 5433. Moderno albergo a 3 stelle nel distretto portuale di Luchtbal a nord del centro
  • 21 Abondance Logies, Cogels-Osylei 3, +32 468 15 2477. Piccolo albergo nel quartiere Zurenborg, ricavato da una fantasiosa casa in stile liberty recentemente restaurata.
  • 22 Arass Hotel, Plantin en Moretuslei 111, +32 3 206 7100. Suites e appartamenti con cucina nel quartiere di Zurenborg. Tre stelle.
  • 23 Hotel Banks, Steenhouwersvest 55, +32 3 232 4002. Albergo a quattro stelle in posizione centrale.
  • 24 Century Hotel, Pelikaanstraat 20, +32 3 232 5870. Lussuoso albergo a 3 stelle nei pressi della stazione.
  • 25 City Inn Luxe Hotel (ex Apart Hotel Moretus), Kalverveld 8, +32 3 217 4040. Grande e moderno albergo a 3 stelle in corrispondenza dello svincolo Borgerhout sull'anello autostradale di Anversa. Stanze e appartamenti, alcuni con cucina. Adatto a quanti viaggiano in auto.
  • 26 Colombus Hotel, Frankrijklei 4, +32 3 233 0390. Albergo a 3 stelle in un vecchio stabile Art Nouveau. Rumoroso perché posto proprio sul viale di circonvallazione del centro e dunque non adatto a timpani delicati.
  • 27 Elzenveld Hotel & Seminarie, Lange Gasthuisstraat 45, +32 3 202 7711.  Albergo a tre stelle ricavato da un monastero del XV secolo.
  • 28 Eco Hotel Diamond Antwerp, Belgiëlei 36, +32 3 283 0799. Nel Diamons Quarter. Leggete le recensioni prima di effettuare una prenotazione.
Unità di Catene alberghiere

Prezzi elevati[modifica]


Sicurezza[modifica]


Come restare in contatto[modifica]


Nei dintorni[modifica]


Altri progetti

1-4 star.svg Bozza: l'articolo rispetta il template standard contiene informazioni utili a un turista e dà un'informazione sommaria sulla meta turistica. Intestazione e piè pagina sono correttamente compilati.