Scarica il file GPX di questo articolo

Europa > Benelux > Belgio > Fiandre > Provincia delle Fiandre Orientali > Gand

Gand

Da Wikivoyage.
Jump to navigation Jump to search

Gand
(NL) Gent, (FR) Gand
Gand di notte
Stemma e Bandiera
Gand - Stemma
Gand - Bandiera
Stato
Territorio
Superficie
Abitanti
Prefisso tel
CAP
Fuso orario
Posizione
Mappa del Belgio
Gand
Gand
Sito del turismo
Sito istituzionale

Gand è una città delle Fiandre in Belgio.

Da sapere[modifica]

Gand, le cui dimensioni e posizione permettono di godere un interessante mix tra una certa apertura cosmopolita e la tranquilla atmosfera di un centro di provincia, è stata per lungo tempo capitale delle Fiandre rivaleggiando con Bruges. Gand è vivace, molti giovani la scelgono per venire ad abitare invece di stare in campagna o per evitare il caos di città più grandi come Bruxelles e Anversa.

Il mistero dei giudici giusti

Gand fu profondamente scioccata nel 1934 quando 2 pannelli di Jan e Hubert van Eyck, della famosa Adorazione dell'agnello mistico, furono rubati dalla cattedrale di San Bavone, un evento noto come "il furto sfrontato" in quanto come furto religioso era considerato inaudito. Il colpevole aveva chiesto un riscatto dalla diocesi di Gand, e ha restituito uno dei pannelli per sostenere la richiesta. La diocesi si rifiutò di pagare, ma a questo punto il furto si era divenuto talmente famoso da rendere impossibile una vendita o un'asta dell'altro pannello, chiamato "Dei giudici giusti". Fu avviata un'operazione di ricerca che si estendeva ben oltre i confini del Belgio, ma senza risultato. Gli unici indizi furono forniti da Arsène Goedertier, che aveva confessato sul suo letto di morte che solo lui sapeva dove era stato conservato il pannello mancante e che "nessuno può recuperarlo senza attirare l'attenzione del pubblico". Gli investigatori hanno trovato lettere alla diocesi nel suo ufficio, collegandolo al crimine, ma è morto prima che potesse rivelare la posizione del pannello. La confessione ha scatenato una caccia al tesoro che continua fino ad oggi, in quanto il pannello rimane mancante. Numerosi investigatori professionisti e dilettanti si sono cimentati, e periodicamente esce una teoria abbastanza credibile da giustificare nuovi scavi. Chiese e cappelle ad Anversa, Tervuren e in molti altri luoghi sono stati perquisiti e anche i muri sono stati spezzati nella speranza di recuperare il pannello perduto, ma tutti gli sforzi non hanno avuto successo. Ci sono anche voci secondo cui le SS hanno riesumato il corpo di Arsène dalla sua tomba durante la seconda guerra mondiale nella speranza di trovare altri indizi. Alcuni pensano che il pannello sia andato perduto nel tempo, ma molti altri credono fermamente che esista ancora, e potrebbe benissimo essere nascosto a Gand.

Gand è una città ricca di storia. Nel Medioevo era una delle città più ricche e potenti d'Europa ed era considerata la seconda città più grande a nord delle Alpi dopo Parigi. L'impatto di questo ricco passato è ben visibile nell'imponente architettura delle chiese e delle case dei ricchi mercanti. L'intero centro della città ha un aspetto e un atmosfera che ricordano molto bene la vivacità di una città-stato tardo medievale. L'amministrazione cittadina ha liberato il centro dal traffico delle macchine rendendolo così accogliente e aperto, cosa che impressiona anche gli abitanti.

Gand è anche un centro universitario con più di 60.000 studenti. Per questo ci sono tantissimi giovani. Ma a differenza di Leuven, altro centro universitario delle Fiandre, non ci sono solo giovani ma un mix di stranieri e artisti che si sono trasferiti qui oltre naturalmente ai nativi di Gand. In questo senso, e a differenza di centri di provincia o grandi città, la gente qui è di mentalità aperta e tollerante, cosa che si riflette in tutti gli aspetti della vita. Per molti Gand è diventata la casa e sono molto orgogliosi di vivere in questa città.

Quando andare[modifica]

Gand ha un clima oceanico, influenzato dalla vicinanza del Mare del Nord, che agisce come un regolatore termico ed evita temperature eccessive. Gli inverni sono freschi, non freddi, e le estati sono generalmente miti.

Le precipitazioni sono relativamente basse quantitativamente (circa 820 mm all'anno) ma regolari, spesso trasportate dai flussi dell'ovest: si osservano quindi circa 200 giorni di precipitazione all'anno. Tuttavia, contrariamente alla credenza popolare, non piove tutto il tempo: come a Londra o Dublino, spesso vi sono brevi rovesci, seguiti da schiarite. È quindi sempre prudente avere un ombrello a portata di mano ... Statisticamente, i mesi più secchi sono febbraio, luglio e agosto, mentre i mesi più piovosi sono gennaio, marzo e maggio.

In alcuni anni, tuttavia, l'estate può essere relativamente soleggiata e a volte calda, quando le masse d'aria continentali provenienti dall'est sostituiscono quelle dell'oceano. La durata media del sole, 1500 ore all'anno, è leggermente inferiore a quella registrata a Parigi, Londra o Amsterdam (circa 1600 ore all'anno).

Cenni storici[modifica]

Ex capitale della contea delle Fiandre, si estende fino alla confluenza del Lys e della Scelda, occupando una posizione di rilievo nel cuore della grande pianura fiamminga. Con 249.000 abitanti nel 2014, è il secondo comune più popolato del Belgio. La "Grande Gand" conta 455.000 abitanti, diventando così la quarta città più grande del paese (dietro Bruxelles, Anversa e Liegi).

Come orientarsi[modifica]

Panorama del centro


Come arrivare[modifica]

In aereo[modifica]

  • 1 Aeroporto internazionale di Bruxelles (IATA: BRU). La maggior parte dei visitatori atterra all'Aeroporto Nazionale di Bruxelles (Brussel-Nationaal luchthaven), chiamato con il suo antico nome "Zaventem". Primo aeroporto in Belgio, è collegato a molte città del mondo ed è dotato di una stazione della metropolitana da cui partono treni regolari per Gand. Aeroporto di Bruxelles-National su Wikipedia aeroporto di Bruxelles-National (Q28934) su Wikidata
  • 2 Aeroporto di Lilla Lesquin (IATA:LIL). Aeroporto di Lilla Lesquin su Wikipedia Aeroporto di Lille Lesquin (Q1431888) su Wikidata
  • 3 Aeroporto di Charleroi-Bruxelles Sud (IATA:CRL). Gli aerei di alcune compagnie aeree a basso costo come Ryanair atterrano a Charleroi (aeroporto Charleroi-Bruxelles-Sud), che è diventato il secondo aeroporto internazionale nella capitale. Da lì, vi sono degli autobus tra l'aeroporto e la stazione di Charleroi, da dove è possibile prendere un treno per Gand per cui ci vuole poco più di un'ora e mezza. Aeroporto di Charleroi-Bruxelles Sud su Wikipedia Aeroporto di Charleroi-Bruxelles Sud (Q1431012) su Wikidata

In auto[modifica]

Arrivare a Gand in macchina è facile seguendo le autostrade. La E40 e la E17 passano per Gand. Bruxelles e Anversa sono a 40 minuti, Bruges a 30 minuti. Nelle ore di punta è facile che i tempi si allunghino.

In treno[modifica]

Stazione di Gent-Sint-Pieters
Gand-Dampoort

Gand è a circa mezz'ora di viaggio da Bruxelles e sulla tratta che da Bruxelles va a Bruges. Se avete in mente di visitare sia Bruxelles che Bruges allora fermatevi anche a Gand. Ci sono treni diretti che collegano anche l'aeroporto di Bruxelles, Anversa, Lille e altre destinazioni. C'è un Thalys al giorno per Bruxelles/Parigi e Ostenda.

Durante l'ora di punta del mattino e della sera i treni possono essere molto affollati e trovare posto a sedere può essere difficile. Stessa situazione durante i weekend estivi col bel tempo per i treni diretti verso la costa.

I treni più veloci in Belgio sono indicati con “IC” nei pannelli elettronici, seguiti dai treni “IR”, mentre i treni “L” sono più lenti e fanno molte fermate intermedie. Questo è molto importante per chi viaggia tra Gand e Bruges dato che il treno per “Brugge“ è un “L” mentre allo stesso orario c'è un treno più veloce che parte da Gand e diretto a “Brugge-Oostende”.

Se venite da Bruges, Bruxelles o Anversa nel weekend il biglietto di ritorno costa meno (tariffa speciale: weekendreturn).

Ci sono due stazioni ferroviarie:

  • 4 Stazione di Gent-Sint-Pieters, Koningin Maria Hendrikaplein 1 (Per andare in centro prendere il tram 1 fino a 1 Korenmarkt il viaggio dura circa 10 minuti), +32 2 528 28 28. Simple icon time.svg Lun-Ven: 5:45-22:00, Sab-Dom: 6:00-22:00. La stazione ferroviaria Gent-Sint-Pieters, monumento storico tutelato, fu costruita in occasione dell'Esposizione Universale del 1913. Dispone di una grande sala per viaggiatori, dodici banchine, un ristorante, un punto di informazione digitale, distributori automatici di biglietti e vari servizi.
È servita da tutti i treni che passano per Gand. La stazione è affollatissima nel tardo pomeriggio di venerdì durante il periodo dei corsi universitari. Tenetelo in mente se dovete fare il biglietto o raggiungere i binari. Stazione di Gent-Sint-Pieters su Wikipedia stazione di Gent-Sint-Pieters (Q800814) su Wikidata
  • 5 Stazione Gand-Dampoort, Oktrooiplein 10 (A 15 minuti dal centro), +32 2 528 28 28. Simple icon time.svg Lun-Ven: 5:45-22:00, Sab-Dom: 6:00-22:00. È solo una per linea da/per Anversa Gent-Dampoort railway station (Q3096519) su Wikidata

In autobus[modifica]

  • 6 Terminal bus. Gand è servita da diverse compagnie di autobus internazionali. Eurolines offre collegamenti regolari da Lille, Parigi o Perpignan (circa 1 ora da Lille, 3 ore e mezza da Parigi e 14 ore da Perpignan) ma anche Amsterdam, Colonia e Londra.
Flixbus offre anche partenze da Lille, Parigi, Berlino o Amsterdam.
La compagnia di trasporto pubblico De Lijn offre collegamenti diretti per Bruges (linea 58) e per Zelzate (linea 55S) al confine con i Paesi Bassi. Ci vogliono circa 2 h 10 autobus tra Bruges e Gand che è molto più sconveniente rispetto al treno che impiega venti minuti per percorrere la stessa distanza, e 1 h 15 per collegare Zelzate Ghent com Snelbus ("bus veloce") che è l'unica linea diretta.

Megabus fa servizi da/per Londra, Bruxelles, Amsterdam, Aberdeen, Bristol, Birmingham, Colonia, Edimburgo, Glasgow, Leeds e Rotterdam. La fermata degli autobus Megabus per Gand è al Campanile Hotel Gent ad Akkerhage, che è nella parte sud della città. Le linee di autobus locali 65 e 67 fermano nelle vicinanze.

Come spostarsi[modifica]

Mappa dei tram di Gand
Un tram di Gand

Con mezzi pubblici[modifica]

Il sistema di trasporti pubblici a Gand è eccellente e di solito in orario. Il tram è il mezzo più veloce e comodo per spostarsi, specie dalla stazione dei treni al centro storico.

Se alla fermata del bus/tram c'è una biglietteria automatica dovrete acquistare qui il biglietto perché l'autista a bordo non ve lo farà. Potete anche acquistare i biglietti via SMS se avete un telefono belga: le istruzioni si trovano ad ogni fermata. La compagnia di trasporti è De Lijn.

Al chiosco Lijnwinkel (vicino alla stazione di Sint-Pieters) potete trovare mappe gratuite della città e dei dintorni con tutte le linee di autobus e tram.

Esistono diversi tipi di biglietti più o meno adattati a seconda della durata del soggiorno e della frequenza di utilizzo del trasporto pubblico. (I prezzi sono aggiornati al 1 ° gennaio 2016 e sono soggetti a modifiche):

  • Un biglietto singolo (biljet enkele rit) costa € 3 se comprato a bordo del bus/tram o se comprato alle biglietterie automatiche vicino alle fermate. Questi biglietti sono validi per un'ora su tutti gli autobus e tram.
  • Il biglietto SMS (SMS ticket), moderno e pratico, è molto più economico (1,8 € + 0,15 € del costo della comunicazione) rispetto a un biglietto di sola andata e consente esattamente la stessa cosa! Per ottenerlo, chiamate al 4884 sul tuo cellulare e inviate "DL".
  • Un biglietto giornaliero (Dagpas), che costa € 5 (€ 7 se acquistato a bordo del tram o dell'autobus), consente viaggi illimitati per un giorno. Attenzione, un giorno non significa 24 ore: non è più possibile utilizzare il biglietto dopo le 4 del mattino, anche se lo avete acquistato a mezzogiorno!
  • Il biglietto di tre giorni (Driedagenpas), che costa € 10 (€ 12) e il biglietto di cinque giorni (Vijfdagenpas), che costa € 15 (€ 18), opera secondo lo stesso principio.
  • Il Citycard Gent, appositamente progettato per i turisti, combina l'accesso ad alcuni musei e attrazioni di Gand e l'accesso illimitato alla rete di trasporti De Lijn durante il periodo di validità. Il suo costo è di 30 € per 48 ore o 35 € per 72 ore.
  • Se pensate di fermarvi più a lungo potete acquistare un pass a € 14.00: è valido per 10 viaggi all'interno della città e si può usare anche in altre città fiamminghe come Anversa o Bruges.

Se doveste rimanere più a lungo, per ragioni di studio ad esempio, ci sono abbonamenti adatti. Il Buzzy Pass, che costa 25 € / mese, consente ai 12-24enni di viaggiare senza limiti sulla rete. L'OmniPass (38 € / mese) è per chi ha oltre 25 anni e Omnipass 65+ (50 € / anno) è stato progettato per soddisfare le esigenze di coloro che hanno più di 65 anni.

C’è anche un minibus elettrico che percorre gratuitamente le strade del centro.

In bicicletta[modifica]

Biciclette a Gand

Come ad Amsterdam e più ampiamente nei vicini Paesi Bassi, la Municipalità di Gand ha una politica proattiva in questo settore. L'introduzione di un "piano ciclistico" nel 1993 e la creazione di numerose piste ciclabili e collegamenti dolci - quasi 400 km nel 2016 in totale - sia nel centro della città che in periferia, hanno aumentato significativamente il numero di viaggi in bicicletta (il 22% dei viaggi giornalieri nel 2015).

La bicicletta pertanto è ottima per girare per Gand. Tenete però presente che molte strade sono acciottolate il che può rendere il viaggio accidentato. Fate anche attenzione ai binari del tram. Nonostante questo vedrete molti abitanti utilizzare la bicicletta per spostarsi. In giro ci sono diverse rastrelliere dove poter lasciare la propria (chiudetela col lucchetto). Molte strade a senso unico sono a doppio senso per le biciclette.

Diverse compagnie offrono l'affitto di biciclette a fronte del pagamento di un deposito:

  • Max Mobiel, Voskenslaan 27 (Vicino Gent-Sint-Pieters), +32 9 242 80 40, @ . Simple icon time.svg Il punto bici nel centro della città è aperto Lun-Ven: 8:00-18:00. Quello della stazione di Sint-Pieters è aperta Lun-Ven: 7:00-19:00, Sab 10:00-18:00, e quello della stazione di Dampoort dal Lun-Ven: 7:00-19:00. La compagnia ha tre negozi nel centro della città (sotto la sala municipale, vicino al campanile) e nelle stazioni di Sint-Pieters e Dampoort.
  • 7 Biker, Steendam 16 (Vicino Gent-Sint-Pieters), +3292242903. Simple icon time.svg Mar-Sab: 9:00-12:00 e 13:30-18:00. Una società privata specializzata nel noleggio di biciclette.

A piedi[modifica]

Il centro di Gand è abbastanza piccolo e si può girare a piedi. Tuttavia, la stazione principale (Gent Sint-Pieters) non è in centro ma a circa mezzora a piedi. Il modo migliore per arrivare in centro dalla stazione è con il tram che vi arriva in 10/15 minuti.

Cosa vedere[modifica]

Beffroi
  • 1 Beffroi (Torre campanaria, Belfort Gent e Sala delle stoffe), Emile Braunplein (Tram: 1 o 4 verso Sint-Baafsplein), +32 09 233-39-54. Ecb copyright.svg Prezzo intero € 8, tariffa di gruppo e oltre 65 anno € 6, meno di 26 anni € 2,7. Gratuito sotto i 19 anni e detentore della "CityCard Gent".. Simple icon time.svg Lun-Dom 10:00-18:00. unesco È una delle "Tre Torri" del centro storico, assieme al campanile della Cattedrale di San Bavone e quello della Chiesa di San Nicola. La sua erezione iniziò nel XIII secolo e continuò nel secolo successivo, sui progetti degli architetti Jan van Haelst e Philippe van Beergin. Il lavoro progredì rapidamente ma fu fermato nel 1338. Il lavoro riprese solo dal 1851, quando il tetto in legno venne sostituito da una guglia in ghisa neogotica, modernizzata nel 1913 sotto la supervisione dell'architetto Valentin Vaerewijck. Simbolo del potere comunale della città nel Medioevo, divenne torre di avvistamento. Il campanile contiene un carillon di 45 campane, che suona musica tradizionale. Ai piedi del campanile vi è una sala dei tessuti che risale al XV secolo. Come indica il nome, venne utilizzata dai maestri dell'industria tessile, molto influenti a quel tempo. Ora ospita un ristorante. Il campanile è classificato patrimonio mondiale dell'umanità dall'Unesco sotto i "belfries del Belgio e della Francia".
Prendete l'ascensore per salire fino a 66 metri e ammirate il panorama della città. Beffroi di Gand su Wikipedia belfort di Gand (Q815443) su Wikidata
Cattedrale di San Bavone
Lo spettacolare pulpito barocco
  • attrazione principale 2 Sint-Baafskathedraal (Cattedrale di San Bavone), Sint-Baafsplein (Tram: 1 o 4 fino a Sint-Baafsplein), +32 09 269-20-45. Ecb copyright.svg Cattedrale: gratis; Cappella dell'Agnello Mistico e cripta: 4€ adulti, 1,50€ bambini 6-12, gratis sotto i 6 anni. Simple icon time.svg Cattedrale: apr-ott: Lun-Sab 8:30-18:00, Dom 13:00-18:00; nov-mar: Lun-Sab 8:30-17:00, Dom 13:00-17:00. Cappella dell'Agnello Mistico e cripta: apr-ott: Lun-Sab 9:30-17:00, Dom 13:00-17:00; nov-mar: Lun-Sab 10:30-16:00, Dom 13:00-16:00. Una grande nave in pietra ancorata nel cuore del centro storico, la cattedrale di San Bavone sorge sul sito di un'antica cappella risalente al X secolo sotto la protezione di San Giovanni Battista. L'attuale edificio del Gotico brabantino fu costruito nel XIII secolo, con il sostegno finanziario delle varie corporazioni mercantili della città. Il sito si è sviluppato nel corso di diversi secoli: nella chiesa venne battezzato nel 1500 Carlo V, nel 1536 venne elevata al grado di collegiata, poi cattedrale nel 1559. La costruzione del campanile iniziò nel 1462 e proseguì fino al 1569. Esso fu incoronato con una monumentale guglia di pietra, che fu distrutta da un incendio nel 1628. L'interno della cattedrale è sede di molti tesori: vetrate, spettacolari una pala d'altare settecentesca con marmo e legno dorato e sedia di predica rococò in quercia e marmo. Un capolavoro di fama mondiale, il trittico dell' Polittico dell'Agnello Mistico è stato dipinto da Jan e Hubert van Eyck del 1432. La cattedrale ospita anche dipinti di De Crayer, Frans Pourbus, Rubens con il San Bavone che risale al 1623... La cripta della cattedrale, in stile romanico, è l'unica traccia della chiesa primitiva. Cattedrale di San Bavone (Gand) su Wikipedia cattedrale di San Bavone (Q938154) su Wikidata
Chiesa di San Nicola
L'interno
  • 3 Chiesa di San Nicola (Sint-Niklaaskerk), Korenmarkt (entrata su Cataloniestraat) (Tram: 1 o 4 fino a Korenmarkt), +32 09 225-37-00. Ecb copyright.svg gratis. Simple icon time.svg Lun 14:30-17:00; Mar-Dom 10:00-17:00. Costruita in pietra blu di Tournai del XIII secolo, questo vasto edificio gotico con mix di elementi romanici e architettura fiamminga nel Medioevo era la chiesa delle corporazioni della città, molte delle quali avevano le loro cappelle. Sostituendo una vecchia chiesa romanica, che, vittima di due incendi nel 1120 e nel 1176, si rivelò insufficiente ai bisogni di una città in pieno sviluppo, venne parzialmente completata nel 1250. Tuttavia, i problemi strutturali apparirono dal XIV secolo, per cui si cercò di rimediare costruendo delle torrette angolari. La chiesa soffrì i focolai iconoclastici durante le guerre di religione e subì ulteriori saccheggi durante la rivoluzione francese, durante la quale servì da scuderia. Venne per questo quasi completamente rovinata, la maggior parte delle aperture furono anche chiuse per impedirne il collasso. Ancora una volta gravemente danneggiata durante le due guerre mondiali, il comune ha iniziato il suo restauro negli anni '60, che è continuato per quasi cinquanta anni, fino al 2010. Dopo anni di chiusura al pubblico, è ora nuovamente aperta.
L'interno, ampio e luminoso, conserva un bellissimo baldacchino e grandi organi provenienti dalle officine di Aristide Cavaillé-Coll. Il suo caratteristico campanile, che fungeva da torre di avvistamento prima della costruzione del campanile, è uno degli elementi della famosa prospettiva delle "Tre Torri". Chiesa di San Nicola (Gand) su Wikipedia chiesa di San Nicola (Q1841314) su Wikidata
Castello dei conti di Fiandra
Una delle sale del castello
  • 4 Castello dei conti di Fiandra (Het Gravensteen), Sint-Veerleplein (Tram: 1 o 4 fino a Sint-Veerleplein), +32 09 225-93-06. Ecb copyright.svg 10€ adulti (guida inclusa), 7,5€ sconto (gruppi di min. 15 p, +55 anni, 19-26 anni), meno di 26 anni 6€, gratis sotto 19 anni, accompagnatori disabili. Guida 3 €. Simple icon time.svg Apr-Set Lun-Dom 9:00-18:00; Ott-Mar Lun-Dom 9:00-17:00. Chiuso 1 gennaio, 24-25, 31 dicembre. Situato su un sito strategico un po' a margine del porto antico di Gand, il Castello dei Conti ha conservato il suo aspetto medievale con il suo torrione fortificato e con le mura tozze, le torri di guardia e i merli. Se una prima fortezza fu costruita sul sito dal IX secolo dal conte Baldovino I "Braccio di ferro" per proteggere le incursioni vichinghe, l'attuale castello deve la sua esistenza a Filippo d'Alsazia conte delle Fiandre, dopo essere tornato dalle Crociate nel 1180 grazie alle immagini di castelli crociati simili in Terrasanta. Fu residenza e sede del potere dei Conti di Fiandra fino al XIV secolo, quando fu sostituito dalla Prinsenhof, divenne anche la sede del Tribunale distrettuale del Consiglio fiammingo. Un tempo trascurato, venne acquistato dal comune nel XIX secolo, che si impegnò a ripristinarlo e lo salvò da una rovina certa. Oggi è aperto ai visitatori e offre una migliore comprensione dell'architettura militare medievale. Il suo carcere ospita un'esposizione di strumenti di tortura, che testimoniano i metodi di interrogatorio dei secoli passati. Dalla cima della passerella o piattaforma del dungeon, si vede il panorama del centro città e le rive del Lys. Castello dei conti di Fiandra su Wikipedia castello dei conti di Fiandra (Q1543972) su Wikidata
Chiesa di San Michele
  • 5 Chiesa di San Michele (Sint-Michielskerk), Sint-Michielsplein. Ecb copyright.svg gratis. Costruita sulle rive del Lys, questa vasta chiesa di stile tardo gotico succede a una prima cappella la cui esistenza è attestata dal XII secolo. L'attuale edificio fu costruito a partire dal 1440, ma la mancanza di risorse fece estendere il lavoro per decenni. L'opera principale fu completata nel 1528 e la costruzione del campanile è ben avviata quando iniziò un periodo di disordini religiosi tra cattolici e protestanti. La chiesa subì le sue ripercussioni e fu parzialmente demolita nel 1579. Il suo restauro fu effettuato gradualmente per condurre all'edificio che conosciamo oggi nel corso del XVII secolo. L'aspetto massiccio della chiesa è in gran parte dovuto alla torre la cui parte bassa più sproporzionata può essere spiegata con il progetto iniziale dei suoi creatori che aspiravano a farlo divenire l'edificio più alto di Gand. Una volta completato questo campanile avrebbe supportato una freccia di oltre 130 metri, costruita sul modello di quella della cattedrale di Anversa, ma questo ambizioso progetto si scontrò con i vincoli finanziari. L'interno della chiesa è sorprendente per la sua grazia e le sue eleganti volte in stile gotico brabantino. Conserva interni barocchi e neogotici, oltre a numerosi dipinti di Antoine van Dyck, Carel van Mander, Otto van Veen e Jan Boeckhorst. Chiesa di San Michele (Gand) su Wikipedia chiesa di San Michele (Q1317676) su Wikidata
Castello di Gerardo il Diavolo
  • 6 Castello di Gerardo il Diavolo (Geeraard de Duivelsteen), Geeraard de Duivelstraat. Simple icon time.svg L'edificio non è tuttavia aperto alle visite. Posto sulle rive dello Schelda, non lontano dalla Cattedrale di San Bavone, questo edificio fortificato, severo ed elegante, è costruito a partire dal 1245 per il cavaliere Gerard di Gand, soprannominato "Il diavolo" a causa del colore scuro della sua pelle. A sua volta fortezza, monastero, manicomio, prigione, casa di correzione e caserma dei pompieri, ora ospita gli archivi della città. L'interno conserva diverse sale di ricevimento illuminate da grandi archi gotici e una delle più grandi cripte di Gand, coperta da volte in pietra blu di Tournai. Castello di Gerardo il Diavolo su Wikipedia castello di Gerardo il Diavolo (Q2321035) su Wikidata
Mercato del venerdì
  • 7 Mercato del venerdì (Vrijdagmarkt) (Sint-Jacobs). Una piazza emblematica nel centro della città di Gand, il mercato del venerdì è stato il sito di tutte le fiere dal Medioevo. Le corporazioni si incontravano per condurre i loro affari o per parlare di politica. Il centro di questa vasta spianata di quasi un ettaro accoglie una statua di Jacques van Artevelde che arringa la gente opera dello scultore Peter Vite e inaugurata nel 1863. Si commemora il famoso tribuno di Gand, capitano generale del Comune durante la guerra dei cent'anni, un amico e alleato del re inglese Edoardo III, che è stato assassinato durante una rivolta nel 1345. La piazza è circondata da case i cui frontoni a dente di sega sono caratteristici dell'architettura tradizionale fiamminga. Tra i punti di riferimento iconico che vi confinano, la sede della torretta ('t Toreken) o casa data conciatori del 1483. La torretta un tempo ospitava la campana 'Maria' che risuonava in occasione dell'apertura dei mercati. Inoltre c'è la casa del popolo dell'ex Partito dei Lavoratori del Belgio, chiamato semplicemente "Nostra casa" (Ons Huis) e la casa della mutualità socialista (Bond Moyson) risalgono alla fine del XIX secolo . Vrijdagmarkt (Q2762897) su Wikidata
Chiesa di San Giacomo
  • 8 Chiesa di San Giacomo (Sint-Jacobskerk), Bij Sint-Jacobs (Sint-Jacobs). Ecb copyright.svg gratis. Simple icon time.svg Mer-Dom 14:00-18:00. A poca distanza dal mercato del venerdì, la chiesa sebbene considerevolmente rinnovata nel corso dei secoli, è una delle più antiche di Gand. Costruita sui resti di una prima cappella nel primo quarto del XII secolo, fu nel Medioevo la chiesa della potente corporazione dei barcaioli. Le due torri quadrate che incorniciano la facciata sono tipiche dello stile romanico, e hanno caratteristiche che ricordano l'architettura normanna, come la torre centrale ottagonale e la cupola all'incrocio del transetto. La chiesa subì un'importante espansione durante il XIII e il XIV secolo, quando la città visse la sua età dell'oro. Le cappelle laterali vennero aggiunte alla navata e il coro rialzato. Fu vittima della furia iconoclasta durante le guerre di religione, ebbe poi una facciata barocca nel XVII secolo, successivamente sostituita dall'attuale facciata in stile neo-romanico, nel corso di una campagna di restauro nel XIX secolo. Il piazzale è sede di un mercatino delle pulci ogni venerdì, sabato e domenica mattina. Sint-Jacobskerk (Q1998993) su Wikidata
Chiesa di Sant'Anna
  • 9 Chiesa di Sant'Anna (Sint-Annakerk), Saint-Annaplein (Gent-Zuid). Ecb copyright.svg gratis. Costruita in una zona tranquilla fiancheggiata da canali, la chiesa di Sant'Anna, ingiustamente sconosciuta, si erge orgogliosamente nel paesaggio urbano del sud della città. Progettata dagli architetti Lodewijk Roelandt e Jacques van Hoecke, questo vasto edificio costruito nel 1853 combina stili neo-romanici e neo-gotici. La sua facciata riccamente decorata ospita un grande rosone di ispirazione radiosa, ed è sormontata da un campanile quadrato sorprendentemente massiccio, le cui piccole dimensioni sono spiegate da un terreno instabile e dalla necessità di non sovraccaricare le fondamenta. L'interno è sorprendentemente grande e riccamente decorato. La navata unica, molto grande, è decorata con affreschi di ispirazione bizantina nei toni ocra e oro. A lungo rimasta chiusa a causa di un restauro, è di nuovo aperta alla visita. Sint-Annakerk (Q3584914) su Wikidata
Abbazia di San Pietro
  • 10 Abbazia di San Pietro (Sint-Pietersabdij), Sint-Pietersplein (Gent-Zuid). Simple icon time.svg Mar-Dom 10:00-18:00. Fondata nel VII secolo da un amico intimo di St. Amand, l'Abbazia di San Pietro era uno dei più potenti monasteri della città, con l'abbazia di San Bavone (il suo grande rivale), con possedimenti nelle Fiandre, nell'Hainaut e persino in Inghilterra. Presa e saccheggiata dai calvinisti nel 1566, che distrussero la chiesa e gran parte degli edifici del convento, venne completamente ricostruita sotto l'impulso dell'arciduca Alberto d'Austria, governatore dei Paesi Bassi spagnoli, a partire dal 1580. Vetta dell'arte barocca fiamminga, la chiesa abbaziale fu costruita tra il 1629 e il 1799. Ispirata alla chiesa di Sant'Ignazio a Roma, è dominata da una cupola monumentale e da un campanile a bulbo. Saint Peter's Abbey (Q1170767) su Wikidata
Stadshal
  • 11 Stadshal (Municipio), Botermarkt 1. C'è una facciata gotica che si affaccia sulla strada Hoogpoort e una facciata rinascimentale che si affaccia sulla strada Botermarkt. (Botermarkt significa letteralmente mercato del burro.) All'interno, ci sono diversi stili. stadshal (Q4359785) su Wikidata
  • 12 Vooruit. Grazie alla sua tradizione socialista, Gand ha diversi edifici che testimoniano la potenza del movimento social-democratico. La cooperativa 'Vooruit' (Progresso) gestiva negozi, panifici, un quotidiano, un cinema e un centro culturale per il movimento dei lavoratori. Alcuni edifici sono splendidi esempi dell'architettura a cavallo tra XIX e XX secolo, art nouveau e art déco. I maggiori esempi sono a Vrijdagsmarkt (sede di 'Ons Huis' - Casa Nostra - ancora utilizzato oggi dal sindacato) e il Kunstencentrum Vooruit in Sint-Pietersnieuwstraat, centro culturale del movimento lavoratori e oggi centro artistico e sala concerti. Vooruit (Q907677) su Wikidata
Groot Vleeshuis
  • 13 Groot Vleeshuis (Mercato coperto), Groentenmarkt 7. Guardate i prosciutti appesi alle travi del tetto costruite senza l'uso di chiodi. Groot Vleeshuis (Q2596186) su Wikidata
Campo Santo
  • 14 Campo Santo, Verkortingstraat, +32 9 210 10 10. Simple icon time.svg 7:00—20:00. Questo monumentale cimitero si trova su una piccola collina nel sobborgo di Sint-Amandsberg. Molti famosi e importanti belgi che vivevano a Gand sono sepolti qui. Campo Santo (Gand) su Wikipedia Campo Santo (Q5395397) su Wikidata
I graffiti della Werregarenstraat
  • 15 Graffiti alley (Strada dei graffiti), Werregarenstraat (tra Hoogpoort e Onderstraat). Dove i graffiti degli artisti locali sono autorizzati. Anche se altri graffiti in giro per la città e sugli edifici sono di migliore qualità e valore artistico qui l’intera strada ne è ricoperta.
  • 16 Rabot (Antica porta), Opgeëistenlaan 1. Porta del XV secolo sul canale verso la città. Il canale collegava la città al mare del nord, ma ora si ferma a questo cancello che è incorniciato da blocchi abitativi degli anni '60.

Graslei e Korenlei[modifica]

Graslei e Korenlei
Altra angolazione
  • attrazione principale 17 Graslei e Korenlei (Riva delle Erbe e Riva del Grano). Una delle principali attrazioni turistiche della città, questa banchina è famosa per le sue vecchie case in pietra o steen, che appartenevano ai mercanti più ricchi. Allineando le loro facciate tipicamente fiamminghe e delicatamente intagliate, sono un'importante testimonianza dell'architettura medievale di Gand. Con i suoi numerosi ristoranti e taverne ne fanno un luogo molto frequentato dai giovani locali, e al primo raggio di sole, le sue terrazze sono sempre molto piene. Graslei e Korenlei su Wikipedia Graslei e Korenlei (Q2088410) su Wikidata

Lungo il Graslei, che si trova sul lato orientale troviamo:

  • De Verberrende Steen (Casa bruciata) (situata all'angolo con Hooiaard). Risale al XIV secolo. Questa Sten, "Casa di pietra" venne rinnovata nel 1725, senza tuttavia alterarne il cuore dell'edificio.
  • De Beerie, al n° 5. Sede di un deposito privato del grano, presenta una facciata barocca del 1726 che nasconde un edificio ben più antico, risalente al Medioevo.
  • Den Witten Leeuw (Il Leone Bianco), al n° 6. Viene menzionata la prima volta nel 1349 col nome di t Middelhuus, venne rialzata nel 1786 quando venne cambiata la facciata e tolto il frontone. Janssens la restaurò nel 1913, tentando, in assenza di fonti autentiche, di riportala alle forme avute nel XVII secolo.
het Maagdeken
  • het Maagdeken, al n° 7. Presenta l'aspetto datole dal restauro del 1913, non avendo nessun documento iconografico che attesti il suo aspetto anteriore, porta a pensare di esser stata creata dall'immaginazione di Janssens.
Den Inghel
  • Den Inghel (L'Angelo), al n° 8. È una copia realizzata nel 1912 da Janssens, della facciata del Gildehuis der metselaars, "Gilda dei Muratori", situata in Cataloniëstraat, alla quale vennero incorporati elementi del gotico brabantino. La base dell'edificio è comunque una costruzione autentica medievale dove il seminterrato ha conservato la muratura originale. Fu la sede della Corporazione dei Birrai dalla metà del XV secolo alla metà del XVI.
  • Eerste Korenmetershuis (Prima Casa dei Misuratori di Grano), al n° 9. Venne edificata tra il 1439 e il 1520 nel tipico stile fiammingo, fu la prima sede della Corporazione dei Misuratori del Grano, incaricata appunto di misurare il grano scaricato in città, riempiendo fino al bordo delle vasche in bronzo calibrate, e di fissare la quantità di grano che poteva essere commercializzata sul mercato di Gand. Venne restaurata da Janssens nel 1913 che provvide alla ricostruzione del frontone abbattuto alla fine del XVIII secolo.
Korenstapelhuis o Spijker
Tolhuisje
  • Korenstapelhuis o Spijker (La Casa della Tappa del Grano o Granaio), al n° 10. È uno degli edifici più importanti del Graslei. Venne eretta in calcare di Tournai in stile romanico tra la fine del XII e l'inizio del XIII secolo. Rappresenta uno dei più antichi esempi di frontone a gradoni dei Paesi Bassi, tipici dell'architettura fiamminga. Era utilizzata come granaio atto allo stoccaggio della riscossione della gabella, o Tappa, dai mercanti che scaricavano sul Graslei. Venne menzionata per la prima volta nel 1323 in occasione di un rinnovo e ampliamento. Presenta una severa facciata a bifore chiuse all'epoca da una sorta di persiane lignee atte alla ventilazione. Rimase in funzione fino al 1734, quando venne abolito il dazio sul grano. Devastato l'interno da un incendio nel 1896, venne restaurata nel 1902.
  • Tolhuisje (Casa del Ricevitore della Tappa), al n° 11. Era uno dei luoghi più frequentati del porto. Venne eretta nel 1682 probabilmente per rimpiazzare un edificio più antico in legno. Era l'ufficio dei riscossori municipali della gabella. Venne restaurata fedelmente nel 1912 dall'architetto J. De Waele.
Tweede Korenmetershuis
Gildehuis der Vrije Schippers
  • Tweede Korenmetershuis (Seconda Casa dei Misuratori di Grano), al n°12. Venne acquistata dalla corporazione nel 1540 per traslocarvi dall'altro edificio al n° 9. In origine presentava una facciata in legno, sostituita dalla Corporazione nel 1698 con l'attuale in laterizi e pietre. Presenta un alto frontone a gradoni ancora di forme gotiche arricchito con elementi barocchi. Venne anch'essa fedelmente restaurata all'inizio del XX secolo.
  • Gildehuis der Vrije Schippers (Casa della Gilda dei Franchi Battellieri), al n° 14. Questo edificio venne acquistato nel 1530 dalla Corporazione. L'anno seguente, nel 1531, venne rifatta la facciata, sostituendo l'originaria in legno con una più fastosa nuova fronte che rappresenterà un capolavoro di decorazione gotico-rinascimentale. Il pannello sopra la porta d'ingresso è ornata dal rilievo rappresentante un battello. Fra le finestre del secondo e terzo piano, sono gli stemmi di Carlo V, delle Fiandre, di Gand, e dei tre territori sui quali si estenda il dominio dell'imperatore: Borgogna, Sacro Romano Impero e Castiglia e León.
  • Oude Postkantoor (l'Antico Ufficio Postale). Vi prospetta la facciata posteriore delle Poste, grandioso edificio costruito tra il 1898 e il 1909 in stile neogotico con la facciata principale che dà sul Korenmarkt, ove sorge anche la Chiesa di San Nicola.
Gildenhuis der Onvrije Schippers
Il Ponte e la Chiesa di San Michele

Lungo il Korenlei che si trova sul lato occidentale:

  • Sint-Michielsbrug (Ponte di San Michele). Collega le due rive della Leie e apre la prospettiva di questo tratto del fiume. Deve il nome all'adiacente Chiesa di San Michele, tardo-gotica, e da questo ponte si gode una straordinaria vista sulle due prospettive dei Graslei e Korenlei e inoltre sulla famosa Limburg-Straat, la via centrale di Gand dove si affacciano tutti i maggiori monumenti cittadini.
  • Gildenhuis der Onvrije Schippers (Gilda dei Battellieri non Franchi), al n° 7. Con facciata a alto frontone a campana rococò del 1740.

Beghinaggi di Gand[modifica]

  • 18 Vecchio Beghinaggio di Gand (Oud begijnhof), Begijnhofdries (Sint-Elizabethplein). unesco Il vecchio beghinaggio è, come suggerisce il nome, il più antico dei tre beghinaggi di Gand. Conosciuto come il Beghinaggio di Santa Elisabetta, fu fondato nel XIII secolo da Giovanna di Costantinopoli e, sebbene fu in parte distrutto durante le guerre di religione, fu ricostruito nel XVII secolo. Una vera oasi di calma e di verde nel cuore del centro città, ruota attorno a una piazza alberata, piccole case di mattoni rossi, a volte coronate da frontoni a gradoni, e una chiesa la cui facciata in mattoni è rivestita. Le torrette a bulbo stupiscono per la sobrietà e contrastano con un interno barocco riccamente decorato.
Piccolo beghinaggio
Grande beghinaggio
  • 19 Piccolo beghinaggio (Klein begijnhof), Lange Violettestraat (Gent-Zuid). unesco Il piccolo beghinaggio fu fondato nel XIII secolo da Giovanna di Costantinopoli per ospitare una congregazione di beghine, un movimento religioso in pieno sviluppo all'epoca nei Paesi Bassi. Devastato da bande iconoclastiche nel XVI secolo, è alleviato dalle sue rovine nel secolo successivo. Il suo aspetto attuale, con le sue case di mattoni accuratamente mantenute e quasi fuori dal tempo, risale al XVII e XVIII secolo. Nel centro di un piccolo parco, la chiesa di Notre-Dame, con le sue grandi dimensioni, è caratteristica dell'arte barocca, con la sua facciata di pilastri sormontata da un frontone curvilineo, completato nel 1720. Il piccolo beghinaggio, come il vecchio beghinaggio, sono elencati come Patrimonio dell'Umanità dall'Unesco sotto i "Béguinages fiamminghi".
  • 20 Grande beghinaggio (Groot begijnhof), Engelbert van Arenbergstraat (Sint-Amandsberg). unesco Il più recente dei tre beghinaggi di Gand fu completato solo nel 1874. Costruito su un sito di sette ettari messo a disposizione delle suore dal Duca di Arenberg, conserva una serie di case in mattoni con eleganti neo-arcate gotiche, così come una chiesa dello stesso stile, progettata dall'architetto Jean-Baptiste Bethune.

Musei[modifica]

STAM
  • 21 STAM. Museo della città di Gand: racconta la storia della città e si trova all'interno dell'Abbazia di Bijloke del XIV secolo. Nel refettorio ci sono affreschi del periodo pre-Eyckiano. STAM illustra la storia di Gand con più di 300 oggetti e applicazioni multimediali interattive. Le mostre temporanee si concentrano su vari aspetti della città. I visitatori possono costruire Gand con i mattoncini LEGO. Ghent City Museum (Q980285) su Wikidata
  • 22 Museo del Design di Gend, Jan Breydelstraat 5, +32 9 267 99 99, @ . Simple icon time.svg Lun, Mar, Gio, Ven: 9:30-17:30. Sab, Dom e festivi: 10:00-18:00. L'unico museo del design in Belgio. Possiede una vasta collezione di oggetti belgi, supportati da pezzi internazionali. La collezione spazia dall'epoca dello stile liberty di Henry van de Velde al design d'avanguardia di oggi. Design Museum Gent (Q1809071) su Wikidata
  • 23 Museo Dr Guislain, Jozef Guislainstraat 43, +32 9 216 35 95. Museo psichiatrico. È stato fondato nel 1986 e le sue mostre affrontano la storia della psichiatria in una collezione permanente attraverso una serie di mostre tematiche che cambiano ogni sei mesi. Queste mostre sottolineano un aspetto della storia della salute mentale attraverso l'arte, la storia e la scienza. Il museo cerca di educare il pubblico e correggere gli equivoci e i pregiudizi associati al trattamento della malattia mentale. Esso attira circa 65.000 visitatori ogni anno. Il museo è completamente accessibile agli utenti su sedia a rotelle e tutti i testi sono in olandese, francese e inglese. Museum Dr. Guislain (Q2934898) su Wikidata
  • 24 Huis van Alijn (Museo etnologico), Kraanlei 65, +32 9 235 38 00, @ . Ecb copyright.svg € 6 per gli adulti, € 2 per le persone dai 19 ai 26 anni. Simple icon time.svg Mar-Sab: 11:00-17:30. Dom: 10:00-17:30. La Casa di Alijn mostra manufatti culturali del passato fiammingo. Il visitatore ottiene maggiori informazioni sull'eredità fiamminga guardando vecchi album di fotografie, gioielli, vecchi giocattoli e così via. Questi oggetti rivelano lo spirito dei tempi così come modi e costumi e ci ricordano i giorni passati. Huis van Alijn (Q2358158) su Wikidata
  • 25 Museo dell'industria del lavoro e del tessile (Museum over industrie, arbeid en textiel, o MIAT), Minnemeers 9, +329 269 42 00. Ecb copyright.svg € 6 per gli adulti, € 2 per le persone dai 19 ai 25. Simple icon time.svg Mar-Dom 10:00-18:00. Questo museo, ospitato in un ex edificio industriale, dà vita al patrimonio industriale attraverso mostre, workshop e cinema la domenica. anni. Museum of Industry (Q2245203) su Wikidata
  • 26 Museo della morfologia. Museum Morfologie (Q26257430) su Wikidata
  • 27 Museo di belle arti (Museum voor Schone Kunsten o MSK). Museo di belle arti (Gand) su Wikipedia Museo di belle arti di Gand (Q2365880) su Wikidata
  • 28 SMAK (Stedelijk Museum voor Actuele Kunst). Museo di arte contemporanea. SMAK su Wikipedia SMAK (Q1540707) su Wikidata


Eventi e feste[modifica]


Cosa fare[modifica]

Un bel modo per visitare la città è quello di fare delle crociere in barca lungo i canali.

  • Rederij Dewaele Canal Cruise, Graslei o Korenlei, +32 09 223-88-53. Ecb copyright.svg 5€ adulti; 4.50€ anziani, studenti e sotto i 26 anni; 2.50€ bambini dai 3 ai 12; gratis bambini di età inferiore ai 3 anni. Simple icon time.svg Aprile-Ottobre, Lun-Dom 10:00-18:00, Novembre-Marzo Sab-Dom 11:00-16:00. Il tour dura circa 40 minuti ma ce ne sono di più lunghi.
  • Jan Plezier Boottochten, Snepkaai o Ketelvest, +32 0475 696 880. Ecb copyright.svg barca frittella: 11,5€ adulti; 9,50€ dai 6 ai 12 anni; gratis bambini sotto 6 anni.


Acquisti[modifica]

  • Vrijdagmarkt (Mercato del venerdì). Il mercato del venerdì è un appuntamento che risale al XIII secolo. Mercati lungo le strade al venerdì (7:30-13:00) e sabato (11:00-18:00), e anche la domenica (7:00-13:00).


Come divertirsi[modifica]

Locali notturni[modifica]

Per i pub autentici andate a St. Veerleplein (la piazza di fronte al Castello), i pub davanti alla chiesa di Sint Jacob (nei weekend), o la zona studentesca attorno a Blandijnberg (Mount Blandin), vicino alla facoltà di Arte e Filosofia riconoscibile per la torre di 64 metri art deco della biblioteca.

Centro: Castello-Korenmarkt-Graslei[modifica]

  • Waterhuis aan de bierkant (The Waterhouse on the beerside), Groentenmarkt 9 (Vicino al castello), +32 9 225 06 80, @ . 400 tipi di birre , ma è un po' turistico.
  • 't Dreupelkot, Groentenmarkt 12 (Vicino al castello), +32 9 224 21 20, @ . Ecb copyright.svg Circa 2€ per un genever. 200 tipi di genever (liquore tipico fatto col ginepro) belga, alcuni dei quali fatti in casa. Provate quello al pepe se avete coraggio.
  • Hot Club de Gand, Schuddevisstraatje - Groentenmarkt 15b. Non è un club ma un piccolo pub cui si accede attraverso uno stretto vicolo. Famoso per i concerti jazz e le jam session. Gli stessi proprietari hanno il Hot Cub Reserva, Jan Breydelstraat 32, che a breve distanza ha anche cucina e musica dal vivo.
  • Het Velootje (The Little Bike), Kalversteeg 2 (Tra il Castello e Vrijdagmarkt). Ecb copyright.svg Tutto sui 4,5€. Considerato una trappola da turisti, ma vale la pena visitarlo. Decorato da una collezione di 200 vecchie biciclette.
  • Damberd (Korenmarkt). Jazz pub.

Sint-Jacobs e Vrijdagmarkt (Vlasmarkt-Beestenmarkt)[modifica]

  • Charlatan, Vlasmarkt 6. Club famoso con concerti dal vivo.
  • Jos, Vlasmarkt 7.
  • Bar des Amis, Vlasmarkt 5.
  • de Dulle Griet, Vrijdagmarkt 50. Tipico bar fiammingo con 250 tipi di bevande (soprattutto birre belghe).
  • Kinky Star, Vlasmarkt 9. Locale alternativo con musica dal vivo.
  • 't begin van 't einde, Vlasmarkt 14. Locale alternativo con musica dal vivo.
  • Video, Oude Beestenmarkt 7. Locale alternativo con musica dal vivo.

Zona studentesca[modifica]

  • Backdoor, Sint-Amandsstraat 26. In stile britannico con centinaia di birre e whisky serviti con sottofondo di Oasis, The Doors, The Libertines e altri.
  • Overpoortstraat. Strada che ha 34 pub e bar dove durante la settimana (in particolare mercoledì e giovedì sera) gli studenti fanno festa. Alcuni dei posti più famosi sono il Decadance [1] (house, techno, drum&bass), Boom Boom (rock'n roll), Den Drummer [2] (rock and metal), Twieoo [3], Cuba Libre(conosciuto anche come Puta Libre) [4] (commerciale, R&B,...), The Frontline dove fanno concerti metal, punk e hardcore.
  • 't Krawietelke, Graaf Arnulfstraat 1. Vasta scelta di birre, cocktail e liquori. Musicalmente inclini all' alternative rock. Ci sono anche vari giochi da tavolo e freccette. Anche se nella zna studentesca, questo locale è più simile a quelli di Vlasmart e Sint-Jacobs rispetto a quelli di Overpoortstraat. Concerti live il lunedì.
  • Porter House, Stalhof 1 (Vicino Overpoortstraat). Pub ufficiale degli studenti Erasmus di tutta Europa.
  • Plan b, Verlorenkost 17, +32 0498 10 66 03. Tipico e carino, nel centro città. Bella vista sul fiume.
  • Bloomingdale's, Ter Platen (Vicino al cinema Kinepolis). Trendy cocktailbar.

Altri posti[modifica]

Volete provare qualcosa lontano dai soliti giri turistici?

  • Het Gouden Hoofd, Slachthuisstraat 96. Se vi trovate affamti/assetati nella zona chiamata "De Visserij" provate questo posto. Si trova in un vecchio macello, ottimi piatti e la birra locale Gulden Draak alla spina. Sempre nella stessa zona De Visserij c'è anche il De Kleine Kunst e Fabula Rasa lungo il canale a Ferdinand Lousbergkaai. In questa zona mangiare e bere non costano tanto.
  • El Negocito, Brabantdam 121. Ecb copyright.svg Prezzi sotto la media. Forse avete sentito parlare del "distretto a luci rosse" di Gand conosciuto anche come "Het Glazen Straatje" (la strada di vetro). Appena oltre si trova questo bar cileno. Ogni settimana concerti degli artisti dell'etichetta associata. Provate le specialità importate come il Pisco Sour o Malta Con Huevo (birra e uovo).
  • Hotsy Totsy, Hoogstraat 1. Ecb copyright.svg Prezzi nella media e qualcosa di più. Jazz club vivace. Un'alternativa ai posti più conosciuti.
  • Old Fashioned, Hoogpoort 19. L'unico "Cocktail & Absinthbar" che vale il nome. Il tutto in un bello stile Art-Nouveau.
  • De Spinnekop, Einde were 44. Ecb copyright.svg Birra La Chouffe alla spina per €2, piatti al massimo a €12 con alternative per vegetariani e senza glutine. Simple icon time.svg Dom-Gio di sera. Se lo trovate da soli dovete essere davvero persi. Il nome della strada significa “fine del mondo”, ed è quello che sembra. È uno dei vecchi segreti di Gand. Molto probabile ascoltare Bob Dylan o Tom Waits.


Dove mangiare[modifica]

Cuberdon (naso di Gand), venditore ambulante

A Gand si trova un'eccellente e poco costosa versione della cucina fiamminga, secondo i locali è una delle migliori perché unisce la delicatezza della cucina francese con la corposità del nord Europa. Provate le cozze (moules), le costine o stoverij (cotte per tre ore nella birra scura e con aggiunta di una salsa) e le immancabili patatine.

Altro piatto tipico è il Gentse waterzooi (letteralmente "acqua bollita di Gand"), che in origine era il cibo dei poveri: uno stufato di pesce (rombo, di solito) e verdure. Oggi spesso si trova fatto con il pollo.

I ristoranti a Korenmarkt e Vrijdagmarkt hanno prezzi ragionevoli; i menu e il "menu del giorno" alla Brasserie Borluut è un affare e include il Gentse waterzooi. I ristoranti di livello superiore si trovano nel quartiere del XIV secolo chiamato Patershol, vicino al Castello. Nella zona vicino a Sleepstraat c'è una numerosa comunità turca dove si trovano diversi ristoranti.

Prezzi modici[modifica]

  • Soup'r, Sint-Niklaasstraat 9 (vicino San Nicola). Ecb copyright.svg 5/10€. Ottimo per mangiare qualcosa veloce durante il giorno. Zuppe e panini freschi.
  • De Papegaai, Annonciadenstraat 17. Ecb copyright.svg 4/7€. Uno dei posti migliori in città per mangiare uno snack per qualità, prezzi, porzioni, posizione, possibilità di menu vegetariano e tanti posti a sedere.
  • 1 Alice magasin (Pasticceria), St, Sint-Michielsstraat 3 (vicino San Michele), +32 499 66 88 62. Simple icon time.svg Mar-Sab 8:30-18:30, Dom 8:30-14:30.
  • 2 Agrea, Sint-Baafsplein 44, +32 9 233 85 00. Simple icon time.svg Mar-Dom 9:00-18:00. Un bar sulla piazza con una sala interna e un cortile.

Prezzi medi[modifica]

  • Café des arts, Schouwburgstraat 12 (vicino Kouter). Ecb copyright.svg 20/30€. Ottima brasserie, cucina franco-belga. Ogni due settimane propongono diverse novità scritte sulla lavagna. Prenotazione consigliata.
  • t'Oud klooster, Zwarte zusterstraat 5 (vicino Veldstraat). Ecb copyright.svg 20/30€. Autentica cucina belga. Menu piccolo ma molto buono. Specialità del momento scritte su lavagna. D'estate si può mangiare fuori. Prenotazione consigliata perché è piccolo.
  • Mosquito coast, Hoogpoort 28 (vicino Groentemarkt). Ecb copyright.svg 20/30€. Ristorante esotico con specialità. Prenotazione altamente consigliata.
  • 3 Cafè the Theathe, Schouwburgstraat 5/7 (Accanto al teatro), +32 9 265 05 50. Simple icon time.svg Lun-Dom 00:00-24:00. Ristorante e caffetteria. L’ambiente è molto raffinato per quanto il caffè venga preparato con una semplice macchina elettrica e non da bar. Il bagno è di un gusto esotico e con una bella live soft.


Dove alloggiare[modifica]

Canali di Gand

Prezzi modici[modifica]

Prezzi medi[modifica]

  • Autour des Tours, Limburgstraat 26 (Vicino al centro storico che si raggiunge a piedi), +32 48877 7836. L'edificio risale al XIX secolo.
  • Ecohostel Andromeda, Bargiekaai 35 (Su una barca a 10 minuti a piedi dal centro), +32 48667 8033. Ecb copyright.svg Letti a partire da 22€. Ambiente creativo, moderno e spazioso, internet e colazione.

Prezzi elevati[modifica]

  • Hotel Trianon I, St-Denijslaan 203 (Vicino alla stazione di St. Pieter), +32 9 220-4840, fax: +32 9 220-4950. Ecb copyright.svg Da 62€/notte; colazione 5€. Tutte le stanze hanno il bagno, quelle categoria lusso hanno anche la Jacuzzi.
  • Best Western, Cour Saint-Georges, Botermarkt 2 (In centro, vicino alle torri), +32 9 224-2424, fax: +32 9 224-2640. Ecb copyright.svg 125/200€ per una stanza. L'hotel più vecchio d'Europa, dal 1228.
  • NH Gent Belfort, Hoogpoort 63 (In centro storico, a pochi passi dalle principali attrazioni), +32 9 2333331. Ecb copyright.svg Da 109€.


Sicurezza[modifica]


Come restare in contatto[modifica]

Telefonia[modifica]

Anche Gand è ampiamente supportata dalle reti mobili, tutti i principali operatori hanno reti ad alta velocità, il roaming dati è disponibile.

Internet[modifica]

Negli ultimi anni, il numero di Internet Cafè è cresciuto molto rapidamente; è sempre molto facile trovarne uno a pochi passi. Il prezzo corrente va da € 1,50-3 all'ora. C'è anche la connessione wifi gratuita sul Graslei vicino al centro. A volte una grande varietà di reti wifi sono disponibili negli hotel, bar e snack bar.

Tenersi informati[modifica]

  • 8 Ufficio del turismo, Sint-Veerleplein 5 (Di fronte al castello dei Conti), +32 9 266 56 60, @ . Simple icon time.svg In bassa stagione, aperto Lun-Dom 9:30-16:30 in alta stagione, Lun-Dom 9:30-18:30. Oltre alla possibilità di prendere mappe gratuite della città sono messi a disposizione dei computer e una scrivania in cui si può utilizzare il sito web della città per ottenere tutte le informazioni.


Nei dintorni[modifica]

  • World War I Flanders Field American Cemetery and Memorial — Cimitero e Memoriale dei caduti americani durante la Prima Guerra Mondiale. A 48 km da Gand, a Waregem, lungo l'autostrada E-17. Aperto tutti i giorni tranne 25 dicembr e 1 gennaio dalle 9 alle 17. Qui si trovano i resti di 368 morti durante la guerra per liberare il Belgio. Nella cappella si trovano i nomi di 93 Americani i cui resti non sono mai stati trovati o identificati. Ingresso gratuito.
  • Bruges — La Venezia del nord, a 25 minuti di treno da Gand.
  • Courtrai (Kortrijk) — A 25 minuti di treno da Gand, storica e bellissima città delle Fiandre Occidentali.
  • Bruxelles — Capitale del Belgio, a 35 minuti di viaggio in treno.
  • Ostenda — La città più grande sulla costa belga, a 40 minuti di treno da Gand.
  • Liegi — La città più importante della Vallonia. Un'ora e mezza di treno da Gand.



Altri progetti

3-4 star.svg Guida: l'articolo rispetta le caratteristiche di un articolo usabile ma in più contiene molte informazioni e consente senza problemi una visita alla città. L'articolo contiene un adeguato numero di immagini, un discreto numero di listing. Non sono presenti errori di stile.