Scarica il file GPX di questo articolo

Da Wikivoyage.
Jump to navigation Jump to search

Gambia
Gambia
Localizzazione
Gambia - Localizzazione
Stemma e Bandiera
Gambia - Stemma
Gambia - Bandiera
Capitale
Governo
Valuta
Superficie
Abitanti
Lingua
Religione
Elettricità
Prefisso
TLD
Fuso orario
Sito web

Gambia è un piccolo stato dell'Africa occidentale quasi completamente circondato dal Senegal ad eccezione del punto in cui il fiume Gambia sfocia nell'oceano Atlantico. Oltre alle spiagge e alla fauna selvatica, il Gambia è noto per la città di Jufureh, resa famosa dal romanzo Radici di Alex Haley.

Da sapere[modifica]

Per un viaggiatore interessato all'Africa il Gambia è un'ottima destinazione, nonostante la sua piccola grandezza possiede un eccellente litorale, una fitta foresta nell'entroterra, un fiume (l'omonimo fiume Gambia) circondato nelle sue sponde da mercati e pescatori, e città tradizionali con diversi edifici in stile coloniale. Il Gambia è il paese più piccolo del continente africano ed è diviso in due dall'omonimo fiume. I suoi attuali confini sono stati definiti nel 1889, dopo un accordo tra il Regno Unito e Francia.

Cenni geografici[modifica]

Di forma stretta ed allungata, il Gambia ricalca il corso del fiume omonimo che nasce nel massiccio del Fouta-Djallon (Guinea). Il territorio è essenzialmente costituito dalla pianura alluvionale del fiume Gambia fiancheggiato da alcune basse colline - il punto più alto è a soli 53 m sul livello del mare ed è largo meno di 50 km nel suo punto più largo.

Quando andare[modifica]

Il Gambia è caratterizzato dal clima subtropicale con due stagioni: la stagione fresca e secca da novembre a giugno, e la stagione delle piogge calda e piovosa da luglio ad ottobre.

La siccità è un problema serio, in quanto le precipitazioni sono diminuite del 30% negli ultimi 30 anni.

Cenni storici[modifica]

Storicamente, culturalmente e linguisticamente legato al Senegal, il Gambia fu diviso dal suo vicino nel XVIII secolo dalle potenze europee. La maggior parte della regione fu conquistata dalla Francia, ma uno stretto pezzo di terra intorno al fiume Gambia fu ceduto alla Regno Unito. È proprio questa piccola area che divenne il Gambia. Il Gambia affonda le sue radici storico/economiche sul commercio degli schiavi con gli stati europei.

Il Gambia ottenne l'indipendenza dal Regno Unito il 18 febbraio 1965. Una costituzione fu scritta il 24 aprile 1970, prima di essere sospesa nel luglio 1994 e successivamente riscritta e approvata con referendum nazionale l'8 agosto 1996. Fu ristabilita nel gennaio 1997.

Il Gambia formò una federazione di breve durata della Senegambia con il Senegal tra il 1982 e il 1989. Nel 1991 le due nazioni firmarono un trattato di amicizia e cooperazione. Un colpo di stato militare nel 1994 rovesciò il presidente e vietò l'attività politica, ma una nuova costituzione del 1996 e le elezioni presidenziali, seguite da votazioni parlamentari nel 1997, completarono un ritorno nominale al dominio civile. Le elezioni sono continuate da allora, ma con l'intimidazione del governo e la detenzione dei leader dell'opposizione, non sono completamente democratiche.

Dopo aver governato con un pugno di ferro per oltre 20 anni, durante i quali ha ritirato il Gambia da organizzazioni internazionali come il Commonwealth e la Corte internazionale di giustizia (CIG), Yahya Jammeh alla fine ha perso le elezioni a favore di Adama Barrow nel 2016. Sebbene Jammeh inizialmente abbia rifiutato la sconfitta, Barrow fuggì in Senegal e Jammeh alla fine fu costretto a dimettersi e andare in esilio sotto la minaccia dell'intervento militare dei vicini del Gambia. Da quando è salito al potere, Barrow ha tentato di riparare ad alcuni degli eccessi di Jammeh, con il Gambia che da allora si è unito nuovamente al CIG e al Commonwealth.

Lingue parlate[modifica]

Le lingue parlate oltre all'inglese sono: Mandingo (o Mandinka), Wolof, Fula e altre lingue indigene.

Cultura e tradizioni[modifica]

Una varietà di etnie vive in Gambia, ognuna preservando la propria lingua e tradizioni. L'etnia Mandinka è la più grande, seguita da Fula, Wolof, Jola, Serahule, Serers e Bianunkas. Il popolo Krio, localmente noto come Aku, costituisce una delle più piccole minoranze etniche in Gambia. Sono discendenti del popolo creolo della Sierra Leone e sono stati tradizionalmente concentrati nella capitale.


Territori e mete turistiche[modifica]

Il Gambia è ripartito in 5 divisioni e in un distretto città (la capitale, Banjul), a loro volta formati da 37 distretti.

Mappa divisa per regioni
      Gambia occidentale — La costa atlantica le aree vicine alla foce del fiume.
      Gambia orientale — L'entroterra meno popolato e visitato solo dai più avventurosi.

Centri urbani[modifica]

Panorama di Banjul
Spiaggia gambiana

Altre destinazioni[modifica]

Ingresso alla riserva naturale di Abuko
  • Bijilo Forest Park — Un parco con uccelli e scimmie vicino Kololi. Visitabile al costo di 20 GMD.
  • Foresta culturale Makasutu — Un grande progetto di eco-turismo nei pressi di spiagge popolari a Serekunda (a nord di Brikama) da cui partire per safari giornalieri e gite in barca. Una riserva di 1.000 ettari di mangrovie, palmeti e savane con babbuini, scimmie, uccelli e lucertole. A circa 45 minuti da Banjul, raggiungibile con un taxi al costo di 1.300 GMD per una corsa A/R inclusa l'attesa dell'autista.
  • Isola James (Isola Kunta Kinteh)
  • Parco nazionale del fiume Gambia — Bellissimo parco nazionale vicino Janjanbureh. Il campo è costoso, ma ne vale la pena. Organizzano gite in barca per vedere scimpanzé, babbuini, scimmie, coccodrilli, ecc.
  • Riserva Bao Bolong Wetland — Un'area mista tra fitta foresta e acquitrini, degna di nota per i suoi uccelli migratori ma anche habitat di dugonghi, lontre, antilopi, e ippopotami.
  • Riserva naturale Abuko — Piccola riserva vicino le spiagge con sentieri ombreggiati per approcciare scimmie, antilopi, camaleonti e coccodrilli. Il parco è situato fuori dal villaggio di Lamin, nel distretto nord di Kombo, a 25 km da Banjul. Con 105 ettari è una delle aree protette più piccole (se non la più piccola) in Africa, ma offre ancora una buona introduzione alla fauna selvatica del Gambia. Ad esempio ci sono scimmie, coccodrilli e circa 300 specie di uccelli. Visitabile Lun-Dom 8:00-18:30 al costo di 35 GMD.


Come arrivare[modifica]

Mappa che mostra i requisiti per il visto in Gambia
Una spiaggia in Gambia

Il Gambia sta diventando una destinazione turistica popolare per gli europei del nord. Oggigiorno, molti operatori low-cost e vacanzieri offrono tariffe aeree e alloggi a prezzi ragionevoli, se lo si desidera.

Requisiti d'ingresso[modifica]

Passaporto, visto e vaccinazione per la febbre gialla per i viaggiatori in transito da aree infette. Il VISA si richiede presso il consolato di Milano, il costo è di 26 euro, tempo di ottenimento 10 giorni circa, portare il passaporto valido 6 mesi, 2 fototessere e il modulo compilato.

I turisti provenienti da ECOWAS, Paesi del Commonwealth e altri Paesi non elencati di seguito, oppure i turisti di tutte le nazioni che arrivano in Gambia su un volo charter possono entrare senza visto per un massimo di 90 giorni. I cittadini ECOWAS possono anche entrare con passaporto o carta d'identità biometrica.

I cittadini di Armenia, Austria, Azerbaigian, Bielorussia, Bosnia ed Erzegovina, Egitto, Estonia, Francia, Georgia, Kazakistan, Kirghizistan, Lettonia, Lituania, Moldavia, Portogallo, Repubblica Ceca, Romania, Russia, Slovacchia, Slovenia, Spagna, Stati Uniti d'America, Svizzera, Tagikistan, Turchia, Turkmenistan, Ucraina e Uzbekistan hanno bisogno di un visto per entrare a meno che non viaggino come turisti su un volo charter.

I cittadini di Argentina, Brasile, Cile, Cina, Colombia, Costa Rica, El Salvador, Giappone, Guatemala, Honduras, Hong Kong, India, Kenya, Macao, Messico, Myanmar, Mongolia, Namibia, Nicaragua, Panama, Paraguay, Perù, Thailandia, Tunisia, Uganda, Uruguay, Vietnam e Zimbabwe possono entrare nel Gambia senza visto per un massimo di 90 giorni, a condizione che ottengano un'autorizzazione all'ingresso dall'immigrazione del Gambia prima del viaggio, a meno che non viaggino come turisti su un volo charter.

I cittadini di Afghanistan, Algeria, Angola, Arabia Saudita, Bahamas, Bahrein, Burundi, Camerun, Ciad, Comore, Corea del Sud, Eritrea, Etiopia, Filippine, Haiti, Gabon, Giamaica, Gibuti, Giordania, Guinea Equatoriale, Indonesia, Iran, Iraq, Israele, Kuwait, Libano, Libia, Madagascar, Mauritius, Mozambico, Oman, Pakistan, Palestina, Qatar, Repubblica Centrafricana, Repubblica del Congo, Repubblica Democratica del Congo, Repubblica Dominicana, Ruanda, Seychelles, Siria, Somalia, Sri Lanka, Sudafrica, Sudan, Sudan del Sud, Timor Est e Yemen richiedono un visto e/o un'autorizzazione di ingresso dall'immigrazione del Gambia prima del viaggio.

I visti possono essere ottenuti presso l'Alta Commissione gambiana a Dakar, in Senegal. I visti per ingresso singolo costano 100 USD, 35.000 XOF (circa 69 USD, quindi un affare migliore!) e i visti per ingressi multipli per un periodo di tre mesi costano 30.000 XOF.

Un visto d'ingresso singolo potrebbe sicuramente essere ottenuto anche alla frontiera per 15.000 XOF, anche se l'ambasciata a Dakar sostiene il contrario, poiché cercano di farsi pagare più soldi.

Un elenco di Paesi i cui cittadini possono entrare senza visto è disponibile sul sito web dell'ente del turismo gambiano.

In aereo[modifica]

Scimmie nel Bijilo Forest Park

Banjul (IATA: BJL) ha l'unico aeroporto internazionale in Gambia. Vueling, una compagnia aerea a basso costo, opera voli regolari da/per Barcellona (Spagna) con continui voli di collegamento verso molte città in Europa. Royal Air Maroc vola da Casablanca, Bruxelles Airlines da Bruxelles, Arik Air da Accra e Lagos, Turkish Airlines da Istanbul e Senegal Airlines da Dakar. Durante la stagione turistica (da ottobre ad aprile), ci sono voli di linea regolari diretti da città come Londra, Birmingham, Manchester, Amsterdam, Francoforte sul Meno e Bruxelles. Gli operatori charter includono First Choice Airways, Transavia e Arkefly.

In auto[modifica]

Sept-places o bush-taxi vanno da Dakar a Banjul e da Banjul a Ziguinchor.

È possibile utilizzare la propria auto privata per guidare dal Senegal al Gambia attraverso la città di confine di Amdalai (o Amdallai), appena a nord di Barra. Il valico di frontiera è piuttosto semplice. Si avrà bisogno del proprio libretto di circolazione (V5C). La strada che si avvicina al confine con il Senegal è terribile ed è più facile da guidare vicino alla strada invece che su di essa. Controllare prima di mettersi in viaggio se è consentito portare un veicolo con guida a destra, poiché ci sono rapporti contrastanti su questa possibilità (anche se è stato fatto).

In nave[modifica]

È possibile noleggiare privatamente piccoli pescherecci da Dakar e dalle aree limitrofe; anche se questo può essere piuttosto costoso e lento se non si è abili nella contrattazione.

In treno[modifica]

La rete ferroviaria è inesistente.

In autobus[modifica]

Ci sono autobus GPTC diretti che vanno da Barra (un tratta in traghetto la separa da Banjul) a Dakar, ma questi non sono raccomandati in quanto più lenti dei bush-taxi.

Come spostarsi[modifica]

In auto[modifica]

Si consiglia un fuoristrada se si prevede di noleggiare un'auto, poiché le strade sono spesso in cattive condizioni e solo una minoranza di esse è asfaltata.

In autostop[modifica]

Mai usare il classico pollice in quanto in Gambia è un gesto osceno, invece salutare l'autista se si vuole che un'auto si fermi. Come ovunque, l'autostop è un'attitudine piuttosto rischiosa, quindi fare attenzione in quali macchine si entra e non fare mai l'autostop di notte. Inoltre, gli automobilisti del Gambia si aspettano che si paghi per la corsa, quindi tenere pronto un po' di denaro.

In nave[modifica]

Il fiume Gambia è navigabile lungo l'intera lunghezza del Paese.

In taxi[modifica]

Divieto di circolazione dei taxi gialli

Esistono due tipi di taxi: quelli verdi (mezzi turistici) e quelli gialli (mezzi normali). I taxi verdi sono costosi e il prezzo è fisso indipendentemente dal numero di passeggeri. Sebbene non vi sia alcun sistema di controllo dei veicoli in Gambia, questi taxi devono avere alcuni accessori di base come cinture di sicurezza e luci di segnalazione funzionanti. I taxi gialli sono molto più economici e il prezzo dipende dal numero di persone al suo interno. Sono utilizzati principalmente dalla gente del posto e in molte zone turistiche è vietato trasportare turisti. Spesso vale la pena camminare un po' per prendere un taxi giallo.

In bicicletta[modifica]

Si può noleggiare una bicicletta praticamente da chiunque ne possieda una a una tariffa negoziabile. Pedalare sulle strade principali può essere rischioso, poiché la sicurezza degli automobilisti non è affidabile, alcune strade non sono ben tenute, la sabbia e le scoscese corsie laterali possono essere pericolose, inoltre i pedoni possono camminare o virare sulla strada senza preavviso. Nelle zone ad alto traffico, i taxi e i furgoni spesso tagliano la strada ai ciclisti per raccogliere i potenziali passeggeri e il clacson può essere usato eccessivamente per avvertire di un rasente e imminente sorpasso.

Con tour guidati[modifica]

Ci sono molte compagnie che offrono visite guidate in Gambia.

Ci sono anche guide turistiche ufficiali che organizzeranno il trasporto e ti guideranno. Offrono un buon servizio e si viaggerà in un piccolo gruppo (di solito da 1 a 6 persone). Attenzione che ci sono false guide ufficiali, quindi incontrarle sempre nei loro uffici, nei dintorni di località turistiche.

Cosa vedere[modifica]

Da non perdere i Patrimoni mondiali dell'umanità in Gambia.

1 Sanyang Beach è una delle spiagge più belle del Gambia. I trasporti pubblici partono regolarmente da Serekunda e Brikama. Taxi privati possono essere noleggiati per escursioni giornaliere.

Cosa fare[modifica]

Kachikally sacred crocodile pool
  • Stagno dei coccodrilli sacri di Kachikally (Kachikally sacred crocodile pool) (Bakau), +220 7782479, @ . Ecb copyright.svg 50 GMD. Possibilità di toccare/accarezzare i coccodrilli del Nilo dell'Africa occidentale.
  • Avventure in 4x4 — Tour molto popolari che visitano scuole, case di campagna e distillerie.
  • Tour "Radici" sull'isola di Kunta Kinteh — Ci si può andare in crociera fino al centro dell'ampio fiume Gambia, verso l'ex stazione commerciale francese di Albreda e il villaggio di Jufureh. Le viste sulla riva del fiume sono distanti. Visita il set di Radici, una vecchia stazione di commercio di schiavi. I turisti sono sopraffatti dalla gente del posto che appare solo quando arriva la barca e scompare quando la barca riparte. La gente del posto è insistente nel chiedere soldi e spingere oggetti artigianali sotto il naso dei turisti. I locali insistono per essere pagati per apparire nelle foto. In alternativa si può andare in auto, ad esempio con le guide turistiche ufficiali sulle piccole strade della riva nord e salpa su una piroga di Jufureh.


Valuta e acquisti[modifica]

WAMZ - Mappa paesi aderenti
ECOWAS - Mappa paesi aderenti

La valuta nazionale è il Dalasi (GMD), indicata dal simbolo "D". Il dalasi è diviso in 100 butut. Le banconote sono disponibili in tagli di 5, 10, 25, 50 e 100 GMD e si potrebbe trovare in circolazione monete da 0.25, 0.50 e 1 GMD. Gli Euro non sono accettati e non è facile cambiarli. Si consiglia di entrare in paese con i dollari o franchi CFA. Nemmeno le carte di credito vengono generalmente accettate e solo pochi esercizi accettano i travellers cheques. Se hai una carta di credito Visa che non usa il PIN, l'unica banca che può essere d'aiuto è la GT Bank a Banjul (la più grande del Paese), che richiede solo la carta, il passaporto e la propria firma. Tuttavia le carte dei circuiti MasterCard e Visa possono essere utilizzate in qualsiasi ATM della GT Bank o EcoBank per prelevare contanti.

La Zona Monetaria dell'Africa Occidentale (West African Monetary Zone - WAMZ), alla quale appartengono i seguenti stati: Gambia, Ghana, Guinea, Liberia, Nigeria, Sierra Leone, aderisce alla Comunità economica degli Stati dell'Africa occidentale (Economic Community of West African States - ECOWAS / Communauté Économique des États de l'Afrique de l'Ouest - CEDEAO). Il WAMZ ha intenzione di introdurre entro il 2020 una moneta unica chiamata Eco.

Banconota da 25D e monete da da 0.05, 0.10, 0.25, 0.50 e 1 GMD

Qui di seguito i link per conoscere l'attuale cambio con le principali monete mondiali:

(EN) Con Google Finance: AUD CAD CHF EUR GBP HKD JPY USD
Con Yahoo! Finance: AUD CAD CHF EUR GBP HKD JPY USD
(EN) Con XE.com: AUD CAD CHF EUR GBP HKD JPY USD
(EN) Con OANDA.com: AUD CAD CHF EUR GBP HKD JPY USD

Souvenir[modifica]

  • Kora è il principale strumento musicale della tribù Mandinga e potrebbe essere considerato lo strumento nazionale della Gambia. È a 21 corde e costruito da una grande zucca tagliata a metà e coperto con pelle di mucca per creare una cassa acustica. Sembra un incrocio tra arpa e chitarra di flamenco. I kora reali possono essere molto costosi ma sono disponibili anche piccole versioni di souvenir.
  • Abiti su misura possono essere acquistati a prezzi convenienti.
  • Sculture in legno
  • Maschere di legno
  • Tamburi africani
  • Runner e tovagliette tessuti a mano
  • Tessuto batik e tie-dye

Mercati[modifica]

Negozio di artigianato tipico
  • Brikama Market. Grande mercato con alcuni negozi interessanti, tra cui alcuni dedicati al batik.
  • Brikama Craft Market (A circa 10 km a nord di Brikama). 20/30 piccoli negozi con principalmente sculture in legno. Migliore selezione rispetto ai negozi simili nelle attrazioni turistiche e negli hotel.
  • Gena Bes Batiks, Salung St, 16 (A Bakau tra il vecchio cinema Kachikally e il laghetto di coccodrilli), +220 449 5614. Ecb copyright.svg Da 1.000 GMD. Graziosi batik.

Altro[modifica]

  • Sigarette — Le sigarette possono essere acquistate molto a buon mercato a circa 2,80 € per confezioni da 200, da tutti i principali supermercati o nelle aree turistiche.


A tavola[modifica]

Patti tipici del Paese sono: domoda detto anche mafe, benachin o Riso jollof, plasa, una zuppa di verdura, e niambo niebe.

Julbrew
  • Riso Benachin o Jollof — un tradizionale piatto di riso dell'Africa occidentale con cipolle, spezie, pomodori o concentrato di pomodoro mescolato con carne, pesce o verdure.
  • Pollo Yassa — Pollo bollito con cipolla, pepe nero e lime o limone.
  • Domoda — Spezzatino di carne con salsa di riso e burro di arachidi.
  • Arachidi — Ve ne sono di vari tipi e sono il raccolto principale del Gambia.
  • Cibo internazionale — Non lasciarsi scoraggiare da ciò che si potrebbe sentire sulla cucina gambiana, tutto può venire con riso, ma la cucina è internazionale e il pesce è eccezionale. Ma se si sta cercando qualcosa a cui il proprio stomaco è abituato, allora c'è una pletora di ristoranti internazionali tra cui scegliere dove si può avere un curry cinese o indiano, il buon vecchio fish & chips o noodles giapponesi, e ci sono anche ristoranti thailandesi, libanesi, tedeschi, olandesi e messicani ma anche ristoranti britannici dove è possibile fare una colazione inglese completa.

Bevande[modifica]

Frutti del baobab
  • Birra — Vale la pena provare la birra nazionale Julbrew, prodotta da Banjul Breweries, che si realizza anche bevande analcoliche. La Julbrew è una birra chiara, venduta principalmente in bottiglia, ma è possibile averla alla spina che è molto meno gassata rispetto a quella imbottigliata.
  • Vino di palma — Succo di palma che viene raccolto e fermentato. È usato come un tipo di vino dalla gente del posto e si potrebbe avere la possibilità di provarlo se si vai a fare un tour nella Gambia rurale.
  • Succo di baobab
  • Distillati — Si può avere la maggior parte dei famosi distillati e liquori nelle aree turistiche lungo la fascia costiera. La maggior parte dei distillati sono ancora molto più economici rispetto a Grecia o Turchia.
  • Liquori — Whisky, rum, gin, vodka e brandy sono facilmente reperibili come il Curaçao e il Tia Maria.


Infrastrutture turistiche[modifica]

Ci sono molti resort di lusso a 4 e 5 stelle lungo la costa atlantica. Sul territorio ci sono campi ecologici e lodge che offrono alloggi di base di solito in ambiente naturale.

Eventi e feste[modifica]

Festività nazionali[modifica]

Data Festività Note
1 gennaio Capodanno Festività internazionale
18 febbraio Festa dell'indipendenza Indipendenza dal Regno Unito (1965)
marzo/aprile Venerdi santo, Pasqua Festività cristiana
1 maggio Festa dei lavoratori Festività internazionale
25 maggio Festa dell'Africa Memoriale della fondazione dell'Organizzazione per l'Unità Africana (1963)
maggio/giugno Ascensione, lunedì di pentecoste Festività cristiana
22 luglio Festa della rivoluzione Memoriale del golpe che portò al potere Yahya Jammeh (1994)
15 agosto Assunzione Festività cristiana
25 dicembre Natale Festività cristiana che segna la nascita di Cristo
1 muharram Tamharrat Festività osservata dalle sole banche in concomitanza con il nuovo anno islamico
10 muharram Ashura Festività musulmana in memoria del martirio di Husayn
12 rabi' al-awwal Mawlid Festività musulmana che segna la nascita del profeta Maometto
ramadan Laylat al-Qadr Festività musulmana che segna la rivelazione dei primi versi del Corano. Celebrata nelle ultime 5 notti
1 shawwal Id al-fitr Festività musulmana che segna la fine del Ramadan
10 dhul-hijja Id Al Adha Festività musulmana del sacrificio o del montone detta anche Tabaski o Id El Kabir (grande festa)


Essendo una nazione con una forte presenza musulmana, oltre a quelle cristiane, vengono festeggiate anche le ricorrenze dell'islam.

Il 25 maggio è considerata una doppia festa perché coincide col compleanno di Yahya Jammeh.

La festa musulmana di Eid che viene celebrata praticamente da tutti i gambiani ed è un evento di 2-3 giorni durante il quale vengono macellati fino a 250.000 animali per fornire cibo per la festa. È anche un momento in cui i gambiani, in particolare le donne, indossano le loro vesti più raffinate e acquistano nuovi abiti fino a 3.000 GMD (dalasi gambesi).

Sicurezza[modifica]

I bumsters

Molti giovani disoccupati del Gambia hanno scoperto che avvicinare e talvolta infastidire i turisti può essere gratificante come un vero lavoro. Non è un caso se esiste un nome per queste persone: bumster. Prepararsi a domande personali, storie singhiozzanti, "favori" non richiesti e amicizia autoproclamata, tutto allo scopo di entrare nelle proprie grazie e aprire il proprio portafoglio. Coloro che non desiderano tali attenzioni devono devono usare una combinazione di declinazione educata, arguzia e, se necessario, fermo rifiuto, se vogliono essere lasciati in pace.

Ci sono una serie di truffe comunemente usate in Gambia. Si può essere fermati per strada da qualcuno che dice di averci visto nel nostro hotel dove lavora e potremmo essere invitati ad andare in un altro hotel, dove occasionalmente hanno luogo dei tentativi di furto. Inoltre, poiché le persone sono costantemente alla ricerca di modi per sostenersi, se offrono assistenza o indicazioni, potrebbero aspettarsi un compenso prima di lasciarci.

Purtroppo, molti militari del Gambia hanno una visione negativa degli inglesi (talvolta dei bianchi in generale) e possono essere estremamente razzisti. Aspettatelo soprattutto ai valichi di frontiera, poiché quasi sempre vi verrà chiesto di pagare per il timbro sul passaporto e di ricevere per giunta alcuni insulti rivolti non solo al proprio Paese, ma anche a voi stessi qualora vi rifiutaste di pagare. Al solito, non pagare mai tangenti per evitare di peggiorare il problema, non solo ai futuri turisti ma anche ai locali che stanno già lottando per combattere la dilagante corruzione. Assolutamente non menzionare il fatto di chiamare un'ambasciata in quanto ciò li farà solo infuriare, dando vita a un'altra serie di abusi, poiché nella realtà la propria ambasciata non ha alcun controllo su di loro. Se si è stretto amicizia con un gambiano, questo potrebbe essere in grado di fornire aiuto, ma poiché il Gambia è visto come uno dei Paesi più repressivi in Africa, potrebbe essere a rischio di punizione, quindi non bisogna infastidirsi se all'atto pratico non farà niente.

Esistono anche truffe in cui la marijuana viene offerta ai turisti o sono invitati a fumarla in una casa, col risultato di trovare la polizia in attesa di una bustarella pesante. Un semplice "Mi dispiace, sono di fretta" potrebbe bastare per respingerli. Ma non dire loro perché sei si è di fretta e non dire nient'altro dato che questo potrebbe portare a una conversazione e questo potrebbe portare a attenzioni indesiderate e forse a una truffa. Ricorda anche che alcuni Bumsters non sono disoccupati o giovani e non ci si deve mai far incantare dalle loro storie strappalacrime. Qualora si desse a una persona dei soldi per simpatia o semplicemente per sbarazzarsene, questa persona sarà sicuramente indotta a chiederne altri in un secondo momento, se la si dovesse incontrare di nuovo. Alcuni raccomandano una risposta secca e severa a tali richieste. Tenere presente che si potrebbe rivedere questa persona e potrebbe davvero essere utile se si è nel traffico o se si ha genericamente bisogno di informazioni. Molte persone nelle aree turistiche sono semplicemente "facilitatori amichevoli" che possono sperare in uno scambio di favori, ma sono innocui. Essere troppo guardinghi potrebbe negarvi l'offerta di unirsi a una famiglia locale per un pasto tradizionale o di incontrare personalmente uno degli artigiani che vendono i prodotti locali.

Il Gambia è un'ottima destinazione per le vacanze, ma è bene tenere sempre la guardia alta.

Quando si nuota, tenere presente che le correnti nelle acque dell'Atlantico possono essere forti. Cercare sempre le bandiere sulle spiagge turistiche che indicano il livello di pericolo su una scala rosso - giallo - verde.

Fare attenzione alle proprie opinioni politiche, poiché tali opinioni critiche contro il governo sono considerate un crimine.

Gli omosessuali attivi potrebbero essere in estremo pericolo in Gambia, soggetti a possibili arresti o addirittura uccisioni.

Situazione sanitaria[modifica]

Tutto il sistema sanitario è in via di sviluppo.

La vaccinazione contro la febbre gialla è fortemente raccomandata. Si consiglia la vaccinazione contro la meningite. È altresì necessaria la profilassi antimalarica . La maggior parte dei casi di malaria in Gambia è contratta tra giugno e dicembre. Meflochina, doxiciclina e malarone sono le medicine da usare in Gambia e nella maggior parte dell'Africa sub-sahariana, a causa della crescente resistenza alla clorochina. Si consiglia anche la vaccinazione contro l'epatite A e B.

È buona norma portare repellenti per insetti, creme solari e altri articoli per la salute dal proprio Paese poiché questi possono essere difficili da trovare in alcune aree.

I residenti dicono che l'acqua del rubinetto è potabile, ma per i viaggiatori è consigliata l'acqua in bottiglia o bollita, perché ci si potrebbe ammalare a causa dei diversi minerali e microbi presenti nell'acqua.

Rispettare le usanze[modifica]

Ramadan

Il Ramadan è il nono e più sacro mese del calendario islamico e dura 29-30 giorni. I musulmani digiunano ogni giorno lungo la sua durata e la maggior parte dei ristoranti resterà chiusa fino al crepuscolo. Niente (compresa l'acqua e sigarette) dovrebbe passare attraverso le labbra dall'alba al tramonto. Gli stranieri, i viaggiatori, ed altri sono esenti da questo, ma dovrebbero comunque astenersi dal mangiare o bere in pubblico in quanto questo è considerato molto maleducato. Le ore di lavoro diminuiscono anche nel mondo aziendale. Le date esatte del Ramadan dipendono da osservazioni astronomiche locali e possono variare da Paese a Paese. Il Ramadan si conclude con la festa di Eid al-Fitr, che può durare diversi giorni, di solito tre nella maggior parte dei Paesi.

  • 24 aprile – 23 maggio 2020 (1441 AH)
  • 13 aprile – 12 maggio 2021 (1442 AH)
  • 2 aprile – 1 maggio 2022 (1443 AH)
  • 23 marzo – 20 aprile 2023 (1444 AH)
  • 11 marzo – 9 aprile 2024 (1445 AH)

Se avete in programma di viaggiare in Gambia durante il Ramadan, prendere in considerazione la lettura dell'articolo Viaggiare durante il Ramadan.

L'omosessualità è considerata reato ed è punita con la morte.

Chiedere sempre prima di scattare una foto a chiunque. Alcuni gambiani hanno certe convinzioni su come farsi fotografare, in particolare da uno sconosciuto.

Batik al mercato di Brikama


Come restare in contatto[modifica]

Telefonia[modifica]

Le cabine telefoniche si trovano nei principali centri e sulla costa è possibile trovare anche degli internet-cafè.



Altri progetti

Stati d'Africa

bandiera Algeria · bandiera Angola · bandiera Benin · bandiera Botswana · bandiera Burkina Faso · bandiera Burundi · bandiera Camerun · bandiera Capo Verde · bandiera Ciad · bandiera Comore · bandiera Costa d'Avorio · bandiera Egitto · bandiera Eritrea · bandiera Swaziland · bandiera Etiopia · bandiera Gabon · bandiera Gambia · bandiera Ghana · bandiera Gibuti · bandiera Guinea · bandiera Guinea-Bissau · bandiera Guinea Equatoriale · bandiera Kenya · bandiera Lesotho · bandiera Liberia · bandiera Libia · bandiera Madagascar · bandiera Malawi · bandiera Mali · bandiera Marocco · bandiera Mauritania · bandiera Mauritius · bandiera Mozambico · bandiera Namibia · bandiera Niger · bandiera Nigeria · bandiera Repubblica Centrafricana · bandiera Repubblica del Congo · bandiera Repubblica Democratica del Congo · bandiera Ruanda · bandiera São Tomé e Príncipe · bandiera Senegal · bandiera Seychelles · bandiera Sierra Leone · bandiera Somalia · bandiera Sudafrica · bandiera Sudan · bandiera Sudan del Sud · bandiera Tanzania · bandiera Togo · bandiera Tunisia · bandiera Uganda · bandiera Zambia · bandiera Zimbabwe

Stati de facto indipendenti: bandiera Somaliland

Territori con status indefinito: bandiera Sahara Occidentale

Dipendenze francesi: FranciaFrancia (bandiera) Mayotte · FranciaFrancia (bandiera) Riunione · FranciaFrancia (bandiera) Isole Sparse dell'oceano Indiano

Dipendenze britanniche: Saint HelenaSaint Helena (bandiera) Sant'Elena, Ascensione e Tristan da Cunha

Territori africani italiani: ItaliaItalia (bandiera) Lampedusa · ITAITA (bandiera) Lampione

Territori africani portoghesi: Flag of Madeira.svg Madera (PortogalloPortogallo (bandiera) Isole Selvagge)

Territori africani spagnoli: Flag Ceuta.svg Ceuta · Flag of the Canary Islands.svg Isole Canarie · Flag of Melilla.svg Melilla · SpagnaSpagna (bandiera) Plazas de soberanía (Chafarinas · Peñón de Alhucemas · Peñón de Vélez de la Gomera · Perejil)

Territori africani yemeniti: YemenYemen (bandiera) Socotra