Scarica il file GPX di questo articolo

Gabon

Da Wikivoyage.
Gabon
Foresta pluviale del Gabon
Localizzazione
Gabon - Localizzazione
Stemma e Bandiera
Gabon - Stemma
Gabon - Bandiera
Capitale
Governo
Valuta
Superficie
Abitanti
Lingua
Religione
Elettricità
Prefisso
TLD
Fuso orario
Sito web

Il Gabon è una nazione dell'Africa occidentale che si affaccia ad ovest sull'oceano Atlantico e confina a nord con la Guinea Equatoriale e il Camerun ad est con la Repubblica del Congo.

Da sapere[modifica]

Cenni geografici[modifica]

Il Gabon è attraversato dall'equatore. Il 15% del territorio è area protetta in cui sorgono 13 parchi nazionali e 9 riserve. La foresta equatoriale ricopre l'85% della superficie del Gabon. La savana erbosa si trova lungo la costa e a sud-est della regione di Franceville.

A est e verso nord, si ergono progressivamente dagli altopiani da dove nascono molti fiumi che hanno inciso profondamente questi altopiani dando origine a scoscese è ripide valli. Il punto più alto di questo rilievo e di tutto il Gabon è il monte Iboundji (1575 m).

Quando andare[modifica]

Le due stagioni secche vanno da maggio a settembre e da dicembre a gennaio, mentre le due stagioni piovose vanno da settembre a dicembre e da febbraio a maggio. Le temperature medie oscillano tra i 22° e 32 °C.

Cenni storici[modifica]

Il nome Gabon deriva dalla parola portoghese gabao (un cappotto con il manicotto ed il cappuccio) perché era ciò che i commercianti portoghesi arrivati nel XV secolo vedevano nella sagoma dell'estuario del fiume Komo.

Ha ottenuto l'indipendenza dalla Francia il 17 agosto 1960.

Lingue parlate[modifica]

Oltre al francese che è la lingua ufficiale, sono parlate anche le lingue Bantu. La lingua più diffusa è quella dei Fang parlata da oltre il 30% della popolazione.

Letture suggerite[modifica]


Territori e mete turistiche[modifica]

Il Gabon è suddiviso in 9 province, a loro volta suddivise in un totale di 37 dipartimenti.

Mappa divisa per regioni
      Litorale del Gabon — Comprende Libreville, Gamba, Parco nazionale Loango, Kango, Mayumba, Tchibanga. Piatte pianure fluviali e lagune con dense foreste pluviali sulla costa atlantica, oltre alla capitale e la maggioranza della popolazione.
      Altopiani centrali del Gabon — Le montagne Cristal e il massiccio Chaillou con enormi tratti di altopiani ricoperti da foreste pluviali.
      Giungla dell'entroterra del Gabon — La regione orientale per lo più confinante con la Repubblica del Congo. Comprende Franceville e foreste pluviali.
Cascate nel Parco nazionale Ivindo

Centri urbani[modifica]

Altre destinazioni[modifica]

I 13 parchi nazionali del Gabon sono:


Come arrivare[modifica]

Requisiti d'ingresso[modifica]

Passaporto, visto e vaccinazione per la febbre gialla. Il VISA va preso presso l'ambasciata del Gabon a Roma, il costo è di 50 euro (dati al 2013), occorre portare il certificato di vaccinazione contro la febbre gialla, il volo A/R, 2 fototessere, la prenotazione alberghiera, tempo di rilascio 5 giorni. L'ambasciata italiana si trova a Libreville.


Come spostarsi[modifica]

In auto[modifica]

Spostamenti in auto non presentano problemi nelle città, non c'è molto traffico e circa il 60% delle strade urbane è asfaltato.

In taxi[modifica]

Evitare l’uso di taxi la sera tardi e di notte, soprattutto se da soli.

In autobus[modifica]

Gli autobus sono frequentemente usati dai locali, ma non sono particolarmente affollati.

Cosa vedere[modifica]


Cosa fare[modifica]


Valuta e acquisti[modifica]

CEMAC - Mappa paesi aderenti
Franco CFA - Mappa paesi aderenti
La valuta nazionale è il Franco CFA (XAF). L'Euro è al quanto facile da cambiare con tassi di cambio favorevoli, mentre le carte di credito sono accettate solo dai principali alberghi e agenzie di viaggio. Questa stessa moneta è usata da tutti gli stati appartenenti all'Comunità Economica e Monetaria dell'Africa Centrale (Communauté Économique et Monétaire de l'Afrique Centrale - CEMAC).
Alla Comunità Economica e Monetaria dell'Africa Centrale appartengono i seguenti stati: Camerun, Repubblica Centrafricana, Repubblica del Congo, Guinea Equatoriale, Gabon e Ciad.
Sebbene il Franco CFA centraficano (XAF) e il Franco CFA Africa occidentale (XOF) hanno sempre avuto lo stesso valore monetario rispetto alle altre valute, sono in linea di principio due valute separate perché in qualunque momento le autorità monetarie competenti potrebbero variarne il tasso di cambio. Pertanto queste valute sono "teoricamente" accettate solo nelle nazioni in cui circolano ufficialmente.
All'Unione Economica e Monetaria Ovest-Africana (Union économique et monétaire ouest-africaine - UEMOA), appartengono i seguenti stati: Benin, Burkina Faso, Costa d'Avorio, Guinea-Bissau, Mali, Niger, Senegal e Togo
UEMOA - Mappa paesi aderenti
Moneta da 1 Franco CFA

Qui di seguito i link per conoscere l'attuale cambio con le principali monete mondiali:

(EN) Con Google Finance: AUD CAD CHF EUR GBP HKD JPY USD
Con Yahoo! Finance: AUD CAD CHF EUR GBP HKD JPY USD
(EN) Con XE.com: AUD CAD CHF EUR GBP HKD JPY USD
(EN) Con OANDA.com: AUD CAD CHF EUR GBP HKD JPY USD


A tavola[modifica]


Infrastrutture turistiche[modifica]


Eventi e feste[modifica]

Maschera Gabonese

Festività nazionali[modifica]

Data Festività Note
1 gennaio Capodanno Festività internazionale
marzo/aprile Pasqua, Lunedì dell'Angelo Festività cristiana
17 aprile Festa della donna Festività internazionale
1 maggio Festa dei lavoratori Festività internazionale
maggio/giugno Ascensione, lunedì di pentecoste Festività cristiana
15 agosto Assunzione Festività cristiana
16 agosto Festa dell'indipendenza Indipendenza dalla Francia (1960). I festeggiamenti durano due giorni.
1 novembre Ognissanti Festività cristiana
25 dicembre Natale Festività cristiana che segna la nascita di Cristo
1 muharram Ras as-Sana Festività musulmana che segna l'inizio del nuovo anno islamico
12 rabi' al-awwal Mawlid Festività musulmana che segna la nascita del profeta Maometto
1 shawwal Id al-fitr Festività musulmana che segna la fine del Ramadan
10 dhul-hijja Id Al Adha Festività musulmana del sacrificio o del montone detta anche Tabaski o Id El Kabir (grande festa)


Sicurezza[modifica]

Lo stato è uno dei più sicuri in Africa, la microcriminalità non è diffusa, l'unico avvertimento è che è sconsigliato recarsi nella boscaglia e nella foresta equatoriale, da visitare solo se accompagnati da guide locali a causa della diffusa presenza di rettili ed elefanti e della facilità di perdita dell’orientamento.

Situazione sanitaria[modifica]

Le strutture sanitarie di tutto lo stato sono inadeguate e la reperibilità dei farmaci è scarsa.

Consigliate la profilassi antimalarica e le vaccinazioni contro meningite, tifo e epatite A e B.

Rispettare le usanze[modifica]


Come restare in contatto[modifica]


Altri progetti