Scarica il file GPX di questo articolo

Somaliland

Da Wikivoyage.
Africa > Africa orientale > Somaliland
  • Scellino del Somaliland
Somaliland
Spiaggia vicino all'hotel Man-Soor Berbera con nomadi che conducono una mandria di cammelli
Localizzazione
Somaliland - Localizzazione
Stemma e Bandiera
Somaliland - Stemma
Somaliland - Bandiera
Capitale
Governo
Valuta
Superficie
Abitanti
Lingua
Religione
Prefisso
TLD
Fuso orario

Somaliland è uno stato dell'Africa orientale (non riconosciuto dalla comunità internazionale) che si affaccia sul golfo di Aden e che confina con il Gibuti a ovest, con l'Etiopia a sud e con la Somalia ad est.

Da sapere[modifica]

Il Somaliland occupa l'intera area di quella che fino al 1960 era la Somalia Britannica. È composto da quelle che oggi sono riconosciute come le province settentrionali della Somalia.

Cenni storici[modifica]

Nel 1884 l'impero britannico fondò la Somalia Britannica su quel territorio oggi noto come Somaliland. Il 26 giugno 1960 ha ottenuto l'indipendenza dal Regno Unito e pochi giorni dopo si è unita all'ex Somalia Italiana per formare la Repubblica di Somalia. Il 1991 quest'unione mal riuscita è sfociata in una feroce guerra civile che ha portato il Somaliland a dichiarare la propria indipendenza non ancora ufficialmente riconosciuta.


Territori e mete turistiche[modifica]

Mappa divisa per regioni
      Adal
      Sanag
      Sol
      Tug Dair
      Nordovest (Somalia) (Woqooyi Galbeed)

Centri urbani[modifica]

  • Hargheisa (o Hargeisa) — La capitale e forse la città più sicura del paese. Città cosmopolita e con grande storia e cultura.
  • Berbera — Il maggior porto e centro economico della Somaliland.
  • Borama — Sede dell'Università Amoud situata al confine con l'Etiopia. La prima istituzione post bellica culturale stabilita in Somalia.
  • Burao — La seconda città più grande del paese.
  • Las Anod — Capitale amministrativa dello stato regionale Sool nel sud-est del Somaliland.
  • Zeila — Città storica vicino a Gibuti e alla bellissima costa di Zeila.

Altre destinazioni[modifica]

  • Laas Gaal (o Laas Geel) — Grotta con arte rupestre, che si stima essere risalente a 11.000 anni fa, a 50 km da Hargheisa.
  • Sheekh (o Sheikh o Shih) — Una piccola città con un'antica necropoli Ferdosa sulla strada per Burao.
  • Zeila — Antica città portuale vicino al confine col Gibuti con resti XII/XVI secolo.


Come arrivare[modifica]


Come spostarsi[modifica]


Cosa vedere[modifica]

La capitale Hargheisa, ha un museo provinciale. C'è anche un serraglio che include leoni, leopardi, antilopi, uccelli e rettili. Al di fuori di Hargheisa, c'è il Gaal Lasa, un complesso di grotte e rifugi scavati nella roccia che contengono alcuni delle prime arti rupestri note in Somalia e nell'intero continente africano, che risalgono al 9000 a.C.

Cosa fare[modifica]


Valuta e acquisti[modifica]

La valuta nazionale è il Scellino del Somaliland (SQS). Non essendo riconosciuta dalla comunità internazionale, non esiste un tasso di cambio ufficiale. A titolo meramente indicativo si tenga presente che a dicembre del 2008 1 USD veniva cambiato con 7.500 Scellini del Somaliland.

A tavola[modifica]

Per la prima colazione, i somali mangiano una sorta di pane chiamato laxoox con cereali o porridge di miglio o farina di mais. Inoltre mangiano riso o pasta con sugo di carne o per il pranzo. La pasta è diventata molto popolare sotto il dominio italiano. Le banane sono comuni nel sud della regione. Una zuppa tradizionale chiamata maraq (anche parte della cucina dello Yemen) è a base di verdure, carne e fagioli e di solito mangia con focaccia o pane pita. I fagioli, le polpette di avena o di mais e l'insalata solitamente si mangiano per dessert. Somali occasionalmente mangiano lo xalwo, una sorta di gelatina dolce a base di acqua, zucchero e miele, anche se a volte sono aggiunti arachidi. Nella cultura somala, è considerato educato per gli ospiti di lasciare un po 'di cibo nel loro piatto dopo aver terminato un pasto che gli è stato fornito. Ciò dimostra che gli ospiti hanno avuto cibo a sufficienza e che quindi sono trattati bene.

Bevande[modifica]

Molti somali adorano il tè speziato. Il latte è altrettanto comune nelle aree rurali del Somaliland. L'alcol è proibito e non lo si troverà servito pubblicamente in alcun posto del paese.

Infrastrutture turistiche[modifica]


Eventi e feste[modifica]

Festività nazionali[modifica]

Data Festività Note
1 maggio Festa dei lavoratori Festività internazionale
18 maggio Festa della sovranità del Somaliland Memoriale della dichiarazione di indipendenza dalla Somalia (1991). È celebrato per due giorni.
26 giugno Festa dell'indipendenza Indipendenza dal Regno Unito (1960)
1 muharram Ras as-Sana Festività musulmana che segna l'inizio del nuovo anno islamico
12 rabi' al-awwal Mawlid Festività musulmana che segna la nascita del profeta Maometto
27 Rajab Isra' e Mi'raj Festività musulmana che segna l'ascensione di Maometto
1 shawwal Id al-fitr Festività musulmana che segna la fine del Ramadan. È celebrato per due giorni.
10 dhul-hijja Id Al Adha Festività musulmana del sacrificio o del montone detta anche Tabaski o Id El Kabir (grande festa). È celebrato per due giorni.


Sicurezza[modifica]


Situazione sanitaria[modifica]


Rispettare le usanze[modifica]

Molte norme sociali provengono dalla religione islamica. Per esempio, gli uomini stringono le mani solo con gli uomini, e le donne stringono le mani solo con le donne. Molte donne somale indossano la hijab quando sono in pubblico. In più, i somali si astengono dal mangiare il maiale, dallo scommettere e dal bere alcol, e ricevere o pagare ogni forma di interesse. I musulmani generalmente si riuniscono il venerdì pomeriggio per un sermone o in gruppo di preghiera.

Come restare in contatto[modifica]


Altri progetti