Scarica il file GPX di questo articolo

Africa > Africa occidentale > Senegal

Senegal

Da Wikivoyage.
Jump to navigation Jump to search

Senegal
Porta millenario a Dakar
Localizzazione
Senegal - Localizzazione
Stemma e Bandiera
Senegal - Stemma
Senegal - Bandiera
Capitale
Governo
Valuta
Superficie
Abitanti
Lingua
Religione
Elettricità
Prefisso
TLD
Fuso orario
Sito web

Senegal è uno stato dell'Africa occidentale che si affaccia ad ovest sull'oceano Atlantico e confina con la Mauritania a nord, il Mali a est, la Guinea e la Guinea-Bissau sud, infine confina col Gambia il quale è del tutto racchiuso dal Senegal.

Da sapere[modifica]

Lo stato è una ottima destinazione per visitare il continente, infatti il Senegal possiede una regione desertica a nord e la savana tropicale nel centro e nel sud, possiede anche una capitale, Dakar, molto moderna, ma ovviamente ci sono anche città più pittoresche e tradizionali sia sulla costa che nell'entroterra, infine possiede un magnifico litorale. L'albero nazionale del Senegal è il gigantesco baobab, diffuso non solo a sud ma anche nelle savane intorno a Thiès e del Sine Saloum e nella stessa zona di Capo Verde.

Cenni geografici[modifica]

Il territorio è quasi completamente pianeggiante, ad esclusione dei rilievi montuosi di origine vulcanica che formano le isole di Capo Verde. I fiumi più importanti sono il Senegal, che segna il confine settentrionale, il Gambia e il Casamance; tutti gli altri corsi d'acqua hanno carattere torrentizio. A nord le coste sono basse e a sud sono costellate di lagune.

Nel Nord prevalgono le aree desertiche e le steppe proprie del sahel, mentre più a sud si estende la savana; nella sezione meridionale invece compare la foresta tropicale sempreverde. Si hanno cioè nel territorio tutti gli ambienti vegetali che nell'Africa settentrionale segnano il trapasso dal deserto alla foresta.

Cenni storici[modifica]

Tracce di attività neolitica sono presenti su quasi tutto il suo territorio, ci sono molti ritrovamenti che lo dimostrano.

Nel VII secolo comparvero i primi regni; essi legati all'Impero del Ghana. Nel XI° secolo si inizio a diffondere quella che oggi è la religione dominante del paese: l'islam.

I portoghesi nel 1500 furono i primi ad insediarsi nel paese, mentre i francesi nel 1659 fondarono prima capitale del Senegal: la città di Saint-Louis. Successivamente diventò una colonia francese per poi ottenere l'indipendenza dalla Francia il 4 aprile 1960 che diventò effettiva nel 20 giugno dello stesso anno.

Lingue parlate[modifica]

Oltre alla lingua nazionale sono diffuse anche le seguenti lingue: wolof, pular, serer, diola, soninké e malinké (o maninka). Oltre a queste lingue sono presenti diversi dialetti.


Territori e mete turistiche[modifica]

Il Senegal è composto, sul piano amministrativo, da 12 regioni che prendono nome dai rispettivi capoluoghi, che figurano inoltre tra le maggiori città dello stato: Dakar, Diourbel, Fatick, Kaolack, Kolda, Louga, Matam, Saint Louis, Tambacounda, Thiès, Ziguinchor.

Mappa divisa per regioni
      Capo Verde-Thiès — Comprende Dakar, Thiès, Mboro, Popenguine, Joal-Fadiouth. È la penisola di Capo Verde (Presqu'île du Cap-Vert) — La regione ove è situata la capitale e l'Isola di Gorée, centro della tratta degli schiavi per ben 3 secoli. Gorée è stata inserita nella lista dei Patrimoni Mondiali dell'Umanità dell'UNESCO. La Penisola di Capo Verde termina nella Punta Almadies che segna l'estremo limite occidentale del continente africano.
      Senegal centrale — Comprende Kaolack, Diourbel, Fatick. Estesa a sud di Dakar fino alla punta Sangomar, la Petite Côte è disseminata di villaggi di pescatori. Saly Portudal è il centro balneare più famoso.
      Senegal settentrionale — Comprende Saint-Louis, Matam, Louga. Esteso dalla capitale fino ai confine con la Mauritania, il litorale nord comprende la città di Saint-Louis, sulle rive del fiume Senegal e figurante anch'essa nella lista dei patrimoni dell'UNESCO.
      Casamance — Comprende Ziguinchor, Kolda. La zona intorno al fiume omonimo tra Gambia e Guinea-Bissau. Sull'estuario del fiume sta l'isola di Karabane, un posto paradisiaco con una lussureggiante vegetazione e un clima piacevole. Si raggiunge in piroga dopo che il servizio di traghetti da Dakar è stato interrotto in seguito al naufragio della motonave Joola in cui perirono 1680 persone (anno 2002).
      Regione Tambacounda — Comprende Tambacounda, Kedougou. La maggiore attrazione del Senegal orientale è il Parco nazionale Niokolo-Koba ai confini con la Guinea-Bissau.

Centri urbani[modifica]

Megaliti

Altre destinazioni[modifica]

  • Carabane — Isola del Senegal.
  • Gorée — Isola del Senegal detta "Maison des Esclaves", la casa degli schiavi dalla quale sono transitati milioni di africani strappati alla loro terra d'origine per essere portati, fatti schiavi, nelle Americhe.
  • Lago Retba — Un lago rosa situato vicino a Dakar assolutamente da non perdere, possiede anche un alto contenuto di sale che permette alle persone di galleggiare.
  • Parco nazionale del Delta del Saloum
  • Parco nazionale di Niokolo-Koba — Il parco, inserito nella lista dei Patrimoni Mondiali dell'Umanità dell'UNESCO, accoglie una fauna variegata: vi sono stati censite 80 specie di mammiferi. Bufali e ippopotami sono gli esemplari più numerosi.
  • Santuario nazionale degli uccelli di Djoudj


Come arrivare[modifica]

Requisiti d'ingresso[modifica]

Dal 1° luglio 2013 per entrare in Senegal è richiesto il VISA da ottenere presso l'ambasciata di Roma o i consolati di Milano e Firenze, tuttavia prima di presentarsi per la rilevazione dei dati biometrici con 2 fototessere è necessario un pre-visto da prendere on-line sul sito www.snedai.sn e pagare 50 euro con carta di credito; successivamente i tempi di ottenimento sono di 2 giorni. La vaccinazione contro la febbre gialla viene richiesta solo in caso di provenienza da altri paesi africani.

Con decorrenza 1° maggio 2015 per i cittadini della comunità europea non è più richiesto il visto di ingresso per soggiorni fino a 90 giorni, sia per affari che per turismo.


Come spostarsi[modifica]


Cosa vedere[modifica]

  • Îles des Madeleines — Disabitate, le isole stanno al largo del litorale di Dakar. A Sarpan, la maggiore del gruppo, sono stati portati alla luce insediamenti dell'età della pietra. Le isole che accolgono numerose specie di uccelli costituiscono un parco protetto iscritto anch'esso nella lista dei patrimoni dell'UNESCO
  • Lago Retba — Un lago rosa situato vicino a Dakar assolutamente da non perdere, possiede anche un alto contenuto di sale che permette alle persone di galleggiare.


Cosa fare[modifica]


Valuta e acquisti[modifica]

UEMOA - Mappa paesi aderenti
Franco CFA - Mappa paesi aderenti
La valuta nazionale è il Franco CFA (XOF). Questa stessa moneta è usata da tutti gli stati appartenenti all'Unione Economica e Monetaria Ovest-Africana (Union économique et monétaire ouest-africaine - UEMOA).
L'Unione Economica e Monetaria Ovest-Africana, alla quale appartengono i seguenti stati: Benin, Burkina Faso, Costa d'Avorio, Guinea-Bissau, Mali, Niger, Senegal e Togo, aderisce alla Comunità economica degli Stati dell'Africa occidentale (Economic Community of West African States - ECOWAS / Communauté Économique des États de l'Afrique de l'Ouest - CEDEAO).
Sebbene il Franco CFA centrafricano (XAF) e il Franco CFA Africa occidentale (XOF) hanno sempre avuto lo stesso valore monetario rispetto alle altre valute, sono in linea di principio due valute separate perché in qualunque momento le autorità monetarie competenti potrebbero variarne il tasso di cambio. Pertanto queste valute sono "teoricamente" accettate solo nelle nazioni in cui circolano ufficialmente.
Alla Comunità Economica e Monetaria dell'Africa Centrale (Communauté Économique et Monétaire de l'Afrique Centrale - CEMAC) appartengono i seguenti stati: Camerun, Repubblica Centrafricana, Repubblica del Congo, Guinea Equatoriale, Gabon e Ciad.
ECOWAS - Mappa paesi aderenti
Moneta da 1 Franco CFA

Qui di seguito i link per conoscere l'attuale cambio con le principali monete mondiali:

(EN) Con Google Finance: AUD CAD CHF EUR GBP HKD JPY USD
Con Yahoo! Finance: AUD CAD CHF EUR GBP HKD JPY USD
(EN) Con XE.com: AUD CAD CHF EUR GBP HKD JPY USD
(EN) Con OANDA.com: AUD CAD CHF EUR GBP HKD JPY USD


A tavola[modifica]


Infrastrutture turistiche[modifica]


Eventi e feste[modifica]

Festività nazionali[modifica]

Moschea di Touba
Data Festività Note
1 gennaio Capodanno Festività internazionale
marzo/aprile Pasqua, Lunedì dell'Angelo Festività cristiana
4 aprile Festa dell'indipendenza Indipendenza dalla Francia (1960)
1 maggio Festa dei lavoratori Festività internazionale
maggio/giugno Ascensione, lunedì di pentecoste Festività cristiana
15 agosto Assunzione Festività cristiana
1 novembre Ognissanti Festività cristiana
25 dicembre Natale Festività cristiana che segna la nascita di Cristo
26 dicembre Santo Stefano Festività cristiana
1 muharram Ras as-Sana Festività musulmana che segna l'inizio del nuovo anno islamico
10 muharram Ashura Festività musulmana in memoria del martirio di Husayn
18 safar Grande magal Festività muridista in memoria dello sceicco Amadou Bamba (1927). Imponente pellegrinaggio alla moschea di Touba. Dura due giorni.
12 rabi' al-awwal Mawlid Festività musulmana che segna la nascita del profeta Maometto
1 shawwal Id al-fitr Festività musulmana che segna la fine del Ramadan
10 dhul-hijja Id Al Adha Festività musulmana del sacrificio o del montone detta anche Tabaski o Id El Kabir (grande festa)


Sicurezza[modifica]

La microcriminalità può considerarsi un problema quasi ovunque, ed a tal proposito si consiglia di evitare di esibire oggetti di valore e di portare con sé solo piccole somme di denaro..

Situazione sanitaria[modifica]

Le strutture sanitarie private di Dakar sono molto buone. Le vaccinazioni consigliate sono contro meningite, tifo e epatite A e B; infine è consigliata la profilassi antimalarica. Inoltre c'è il rischio di contraffazione dei medicinali.

Rispettare le usanze[modifica]

Ramadan
Il Ramadan è il nono e più sacro mese del calendario islamico e dura 29-30 giorni. I musulmani digiunano ogni giorno lungo la sua durata e la maggior parte dei ristoranti resterà chiusa fino al crepuscolo. Niente (compresa l'acqua e sigarette) dovrebbe passare attraverso le labbra dall'alba al tramonto. Gli stranieri, i viaggiatori, ed altri sono esenti da questo, ma dovrebbero comunque astenersi dal mangiare o bere in pubblico in quanto questo è considerato molto maleducato. Le ore di lavoro diminuiscono anche nel mondo aziendale. Le date esatte del Ramadan dipendono da osservazioni astronomiche locali e possono variare da Paese a Paese. Il Ramadan si conclude con la festa di Eid al-Fitr, che può durare diversi giorni, di solito tre nella maggior parte dei Paesi.
  • 6 maggio – 3 giugno 2019 (1440 AH)
  • 24 aprile – 23 maggio 2020 (1441 AH)
  • 13 aprile – 12 maggio 2021 (1442 AH)
  • 2 aprile – 1 maggio 2022 (1443 AH)
  • 23 marzo – 20 aprile 2023 (1444 AH)

Se avete in programma di viaggiare in Senegal durante il Ramadan, prendere in considerazione la lettura dell'articolo Viaggiare durante il Ramadan.


Come restare in contatto[modifica]


Altri progetti