Scarica il file GPX di questo articolo
Africa > Africa meridionale > Mozambico

Mozambico

Da Wikivoyage.
Jump to navigation Jump to search
Mozambico
Coconut beach (4871585185).jpg
Localizzazione
Mozambico - Localizzazione
Stemma e Bandiera
Mozambico - Stemma
Mozambico - Bandiera
Capitale
Governo
Valuta
Superficie
Abitanti
Lingua
Religione
Elettricità
Prefisso
TLD
Fuso orario

Mozambico è uno stato dell'Africa meridionale che si affaccia sull'oceano Indiano ed è confinante a nord con la Tanzania, il Malawi, lo Zambia, ad ovest lo Zimbabwe e lo Swaziland e a sud col Sudafrica.

Da sapere[modifica]

Lo stato possiede una vasta savana, una fitta foresta a ovest, diversi arcipelaghi meravigliosi e selvaggi con spiagge meravigliose. La capitale, Maputo, è un'incantevole città con edifici moderni vivaci mercati e uno splendido litorale oltre che bellissimi esempi di architettura coloniale. Il resto del paese difetta di città altrettanto moderne ed è costituito da città più tradizionali oltre che tipici villaggi africani.

Dai 2,436 metri del Monte Binga ai magnifici litorali sull'oceano e sull'omonimo canale, il Mozambico è una terra dai paesaggi molto vari.

Il paese offre anche un notevole patrimonio architetturale risalente al periodo coloniale. Interessanti anche per potenziali turistici gli aspetti folcloristici riscontrabili nel ricco artigianato, nella musica e nella tradizione culinaria.

Cenni geografici[modifica]

Il Paese è diviso in due macro aree morfologicamente distinte: a Nord la regione degli altopiani, alti in media 600 m, tagliati longitudinalmente dalla Rift Valley; qui vi si trovano anche massicci isolati, come il Monte Namuli (2 419 m). La parte centrale e meridionale del paese è in maggioranza pianeggiante e solcata da numerosi fiumi, tra cui lo Zambesi. La costa è in gran parte costituita da pianure alluvionali, che in alcuni punti volgono a palude procedendo verso l'interno.

Nella parte settentrionale del paese, al confine con il Malawi, si trova il lago Niassa che confluisce nel fiume Shire, un affluente dello Zambesi. I fiumi del Mozambico hanno un andamento da occidente, dove si trovano gli altopiani, ad oriente, verso l'oceano Indiano ed il canale di Mozambico. Il più lungo è lo Zambesi che scorre al centro del paese, il Limpopo, non distante dal confine con il Sudafrica, il Rovuma che invece corre lungo il confine con la Tanzania e il Save.

Quando andare[modifica]

Per scegliere quando visitare il paese è opportuno tenere presente che il clima del Mozambico è di tipo tropicale. Le maggiori temperature si hanno in gennaio, quando la media registrata va dai 27 °C della costa ai 21 °C delle zone interne più alte. La stagione che registra le minori precipitazioni va da aprile ad ottobre.

Cenni storici[modifica]

I primi abitanti del Mozambico furono probabilmente i San (boscimani), soppiantati fra il I e il IV secolo da popolazioni bantu provenienti da nord. Gli Arabi fondarono sulle coste e sulle isole del Mozambico diversi sultanati, convertendo gran parte della popolazione locale all'Islam.

I portoghesi giunsero sulle coste del Mozambico alla fine del XV secolo, e nel secolo successivo costruirono numerosi insediamenti come basi di scalo e rifornimento per le navi sulla rotta delle Indie Orientali.

Sfruttando un periodo di difficoltà del Portogallo il 25 giugno 1975 il Mozambico si autoproclamò indipendente.

Tra il 1981 e il 1994 il paese è stato messo a dura prova da una guerra civile che ha causato oltre un milione di vittime (in prevalenza civili). Nel 1994, con le prime elezioni democratiche dopo la guerra civile e con l'ingresso nel Commonwealth, milioni di profughi iniziarono a rientrare nel paese.

Lingue parlate[modifica]

Oltre alla lingua ufficiale sono molto diffuse anche lingue bantu e lo swahili.

Cultura e tradizioni[modifica]

Le tradizioni presentano una base tipicamente bantu, fusasi nel corso dei secoli con i costumi portoghesi.

Letture suggerite[modifica]

  • Mia Couto — Uno degli scrittori più importanti del paese, conosciuto anche al di fuori dei confini nazionali. Nato da una famiglia portoghese, grazie alla sua produzione letteraria ha saputo ben rappresentare il riscatto della sua terra permettendo ai lettori di conoscere numerosi aspetti del Mozambico.
  • Paulina Chiziane — è la prima donna mozambicana ad aver pubblicato un libro come autrice nel 1990.


Territori e mete turistiche[modifica]

Il Mozambico è suddiviso amministrativamente in 11 province (provincias), a loro volta suddivise in 128 distretti.

Mappa divisa per regioni
      Mozambico settentrionale — Comprende le province di Cabo Delgado, Nampula e Niassa.
      Mozambico centrale — Comprende le province di Manica, Sofala, Tete e Zambézia.
      Mozambico meridionale — Comprende le province di Gaza, Inhambane e Maputo e il parco nazionale marino di Bazaruto.
Imbarcazione tradizionale nell'Isola di Mozambico

Centri urbani[modifica]

  • Maputo — La capitale e la città più popolosa del paese che si trova nell'estremo sud del Mozambico.
  • Beira — Una movimentata città portuale sul canale del Mozambico e capoluogo della provincia di Sofala.
  • Inhambane — Una gradevole città storica situata in una baia.
  • Nampula — Città industriale del nord e capoluogo della provincia di Nampula. Importante nodo ferroviario per l'interno del paese.
  • Pemba — Città settentrionale, meta vacanziera locale il cui parziale isolamento taglia fuori molti dei visitatori occidentali.
  • Quelimane — Capoluogo della provincia della Zambézia, importante porto sull'estuario del fiume Bom Sinais è servita anche da un aeroporto. Nel 1498 vi sbarcò Vasco da Gama e nei secoli XVIII e XIX fu un notevole mercato degli schiavi.
  • Vilanculos (Vilankulo) — Molto frequentata durante le feste. È il punto d'accesso per l'Arcipelago Bazaruto.
  • Xai-Xai — Città nel sud nota soprattutto per le sue meravigliose spiagge.

Altre destinazioni[modifica]

  • Arcipelago Bazaruto — L'arcipelago Bazaruto è una destinazione perfetta per immersioni nel parco marino circostante; il più grande in Africa.
  • Isola di Mozambico — Un patrimonio dell'UNESCO e la vecchia capitale durante la dominazione portoghese.
  • Isole Quirimbas — Città settentrionale raggiungibile da Pemba, una destinazione per vacanze panoramiche e appartate rispetto alle mete più battute dai turisti.
  • Parco nazionale Gorongosa
  • Ponta d'Ouro — Ottimo punto per le immersioni, più facilmente accessibile dal Sudafrica che da Maputo.
  • Tofo Beach — Il paradiso per chi viaggia con lo zaino in spalla; si trova sulla costa ad est di Inhambane, perfetto per immersioni.


Come arrivare[modifica]

Requisiti d'ingresso[modifica]

Passaporto e visto: il VISA va richiesto presso l'ambasciata del Mozambico a Roma, occorre portare la prenotazione alberghiera, il biglietto A/R, 2 fototessere e 45 euro di diritti consolari (dati 6/2013), i tempi di ottenimeto sono di una settimana circa. La vaccinazione per la febbre gialla è richiesta per i viaggiatori in transito da altri paesi africani. All'ingresso nel Paese è frequente che le autorità doganali perquisiscano i bagagli in vostra presenza. Per il Mozambico esistono dei limiti per l'importazione di contanti (non possono superare i 5.000 USD), profumi (non più di 500 ml), sigarette (non più di 20 pacchetti) e piante (non sono permesse). L'ambasciata italiana si trova a Maputo.

In aereo[modifica]

L'unico volo di linea dall'Europa è quello operato da Tap Portugal che parte da Lisbona. L'aeroporto di Johannesburg, distante 507 km, presenta maggiori opzioni. Non sono pochi quei turisti che, una volta sbarcati all'aeroporto internazionale OR Tambo di Johannesburg, scelgono di raggiungere Maputo e le spiagge del Mozambico meridionale via terra in pullman o anche con auto a noleggio.


Come spostarsi[modifica]

In auto[modifica]

Il Mozambico dispone di una rete stradale di circa 65 000 km ma di queste strade meno del 10% sono asfaltate.

In treno[modifica]

Il Mozambico dispone di una rete ferroviaria di circa 3 000 km di. Queste lines si sviluppano attraverso 5 principali direttrici, dall'interno verso i porti sull'oceano, che non sono tra di loro comunicanti.


Cosa vedere[modifica]

Interessanti località del sud del paese sono Xai-xai, Inahambane, Vilankulo e Beira. La Linhas Aéreas de Moçambique o LAM, compagnia aerea nazionale, vola bene ma a prezzi alti. Da Beira si può facilmente andare in Zimbabwe via terra ma per raggiungere il nord del paese il mezzo più semplice è l'aereo.


Cosa fare[modifica]


Valuta e acquisti[modifica]

La valuta nazionale è il Metical mozambicano (MZN). Qui di seguito i link per conoscere l'attuale cambio con le principali monete mondiali:

(EN) Con Google Finance: AUD CAD CHF EUR GBP HKD JPY USD
Con Yahoo! Finance: AUD CAD CHF EUR GBP HKD JPY USD
(EN) Con XE.com: AUD CAD CHF EUR GBP HKD JPY USD
(EN) Con OANDA.com: AUD CAD CHF EUR GBP HKD JPY USD


A tavola[modifica]

Bevande[modifica]

Le birre del Mozambico sono le seguenti: 2M, Barons, Impala, Laurentina Clara, Laurentina Premium, Laurentina Preta, Manica e Raiz; tutte distribuite dalla SAB Miller. Si possono trovare anche birre di altri stati africani come la Castle e la Windhoek.

Infrastrutture turistiche[modifica]


Eventi e feste[modifica]

Festività nazionali[modifica]

Data Festività Note
1 gennaio Capodanno Festività internazionale.
3 febbraio Festa degli eroi Memoriale della morte di Eduardo Mondlane considerato il padre del Mozambico indipendente (1969)
7 aprile Festa delle donne Memoriale della morte di Josina Machel considerata la maggiore eroina nazionale (1971)
1 maggio Festa dei lavoratori Festività internazionale
25 giugno Festa dell'indipendenza Indipendenza dal Portogallo (1975)
7 settembre Festa della vittoria Memoriale della firma dell'accordo di Lusaka con i portoghesi per la cessazione delle ostilità e la garanzia di indipendenza (1974)
25 settembre Festa delle forze armate (o della rivoluzione) Memoriale della fondazione del fronte per la liberazione del Mozambico (FRELIMO) (1964)
4 ottobre Festa della pace e della riconciliazione Memoriale della firma dell'accordo di pace che ha messo fine alla guerra civile (1992)
25 dicembre Natale Festività cristiana che segna la nascita di Cristo. Ufficialmente è noto come Festa della famiglia.



Ogni città ha una propria festa patronale. Quella di Maputo cade il 10 novembre.

Quando le feste degli eroi, delle donne e quelle patronali cadono di domenica, la festa è estesa al lunedì successivo.

Sicurezza[modifica]

Il Mozambico non è un paese pericoloso, però bisogna cercare di evitare le periferie delle principali città di Maputo, Beira e Chimoio in orario serale.

Situazione sanitaria[modifica]

Le strutture sanitarie sono di buon livello solo nella capitale. Le malattie più presenti sono malaria e AIDS. Le vaccinazioni consigliate sono contro il tifo e l’epatite A/B.

Rispettare le usanze[modifica]


Come restare in contatto[modifica]


Altri progetti