Scarica il file GPX di questo articolo

Da Wikivoyage.
Asia > Sud-est asiatico > Filippine

Filippine

Indice

Jump to navigation Jump to search

Filippine
El Nido, Palawan
Localizzazione
Filippine - Localizzazione
Stemma e Bandiera
Filippine - Stemma
Filippine - Bandiera
Capitale
Governo
Valuta
Superficie
Abitanti
Lingua
Religione
Elettricità
Prefisso
TLD
Fuso orario
Sito web

Filippine (Pilipinas, ufficialmente Repubblica delle Filippine o Republika ng Pilipinas) è uno Stato insulare del Sud-est asiatico situato nell'oceano Pacifico a sud di Taiwan, a est del Vietnam, a nordest dell'isola del Borneo e a nord di altre isole dell'Indonesia.

Da sapere[modifica]

L'arcipelago delle Filippine è composto da oltre 7.000 isole ed è il secondo arcipelago più grande, dopo la vicina Indonesia. Luzon e Mindanao sono rispettivamente la 16° e la 19° isola più grande al mondo. Le isole sono per lo più di origine vulcanica, ricoperte da foresta pluviale tropicale e terreno fertile, ma gran parte della foresta pluviale è stata abbattuta. Il terreno varia considerevolmente, ma molte delle coste hanno diverse baie e promontori e molte delle isole più grandi hanno interni montuosi. Le coste hanno anche molte barriere coralline.

Il nome Filippine deriva dal nome di re Filippo II di Spagna. Durante le sue spedizioni nelle Filippine, l'esploratore spagnolo Ruy López de Villalobos le chiamò, riferendosi inizialmente alle sole isole di Leyte e Samar, Las islas filipinas (Isole filippine) in onore del Principe delle Asturie.

Il Paese ha una delle coste più lunghe del mondo con molte belle spiagge ed eccellenti punti di immersioni. C'è una grande diversità culturale dovuta alle numerose isole, alle numerose ondate di immigrazione e a un misto di influenze straniere: il Paese ha commerciato con le nazioni vicine per almeno mille anni ed è stata una colonia spagnola dalla fine del 1500 al 1898, poi americana fino al 1946. Ci vorranno decenni per visitare e sperimentare tutto.

Molti locali parlano bene l'inglese e la maggior parte degli altri lo conoscono almeno un po'. Il cibo e l'alloggio sono economici, molte destinazioni hanno infrastrutture eccellenti e le persone sono allegre e amichevoli; forse il modo più semplice per riconoscere un filippino all'estero è vedere chi ha il sorriso più ampio.

Le Filippine stanno registrando un numero di visitatori in lenta crescita, tuttavia, continuano a rimanere indietro rispetto ai vicini, avendo ricevuto solo 8 milioni di visitatori nel 2018, solo un quinto di quelli della Thailandia, nonostante una popolazione più grande del 40%. Gli occidentali costituiscono una minoranza di visitatori; la maggior parte dei turisti proviene da Cina, Corea del Sud e Giappone. La difficile situazione del turismo deriva principalmente da insurrezioni e criminalità, ma la maggior parte del Paese rimane al sicuro usando solo un po' di buon senso.

Il clima è tropicale, con umidità costantemente elevata e temperature elevate e stabili, quindi prepararsi a cambiarsi spesso sotto il caldo soffocante. Le zone montuose sono l'eccezione alla norma, piuttosto temperate con temperature leggermente fresche durante la stagione fresca e secca da novembre a marzo. Il gelo si forma sulle aree montuose durante i mesi freddi, ma non nevica, poiché le temperature non scendono mai sotto lo zero e le cime non superano i 4.000 m.

Il Paese ha problemi come criminalità, corruzione, povertà e conflitti interni. È in corso un conflitto tra il governo filippino ei separatisti islamici a Mindanao e con i ribelli comunisti (New People's Army) altrove. Si sono verificate ricadute di ostilità nelle grandi città. La burocrazia, la corruzione e l'eccessivo clientelismo associati alla burocrazia filippina sono stati ridotti, ma alcuni locali continuano a diffidare del governo. I crimini e le droghe illegali sono all'ordine del giorno, ma è più probabile averci a che fare se ci si avventura in aree difficili. Le nazioni occidentali hanno scoraggiato i viaggi nel Paese a causa di problemi di sicurezza.

Nonostante le prime impressioni sulle Filippine siano quelle di un Stato relativamente sviluppato economicamente, rimane un Paese in via di sviluppo alle prese con la disuguaglianza di reddito e la povertà. La maggior parte dei filippini lotta per vivere con un minimo di ₱ 400–600 al giorno, che si tratti di un contadino o di un venditore o di un fast food. I sosyal (socialite) e i nuovi ricchi, d'altra parte, saranno visti girare nelle loro auto di lusso, possedere ville sorvegliate e mandare i loro figli a prestigiose scuole private. Alcune persone senza lavoro ricorrono al racket o al crimine per guadagnarsi da vivere. Manila, soffre dei suoi famigerati ingorghi e le baraccopoli possono essere trovate in molti luoghi, a volte in netto contrasto con i grattacieli nei suoi quartieri degli affari come Makati. La centralizzazione economica e politica, spesso chiamata dai critici "Manila imperiale", rimane la causa della difficile situazione economica in molte province e delle crescenti richieste di autodeterminazione regionale. Come nel resto del sud-est asiatico, anche le Filippine sono colpite da uno sviluppo incontrollato che causa l'espansione urbana incontrollata, la mancanza di strutture accessibili ai pedoni e alle sedie a rotelle in molte località e i rifiuti non raccolti.

Cenni geografici[modifica]

La maggioranza delle isole sono montagnose, di origine vulcanica e ricoperte da una densa foresta tropicale. La montagna più alta è il Monte Apo, con un'altitudine di 2.954 metri e che si trova sulla grande isola di Mindanao. La Fossa delle Filippine è invece il punto più profondo all'interno dei confini nazionali ed è la terza fossa oceanica più profonda del mondo. Il Rio Grande de Cagayan è il fiume più lungo, 505 km, e si trova nel nord dell'isola di Luzón. La Baia di Manila, dove si trova la città di Manila, è collegata alla Laguna de Bay, il più grande lago nelle Filippine, dal Rio Pasig. Situate nella periferia occidentale della cintura di fuoco, le Filippine subiscono una attività sismica e vulcanica frequente e diversi sono i vulcani attivi, tra cui il Mayon, il Pinatubo e il Taal. L'eruzione del Pinatubo nel 1991 produsse l'eruzione terrestre più importante del XX secolo.

Quando andare[modifica]

Il clima è tropicale caldo e umido e le temperature medie variano da 25° C a 32° C (min a gennaio 21 °C e max ad agosto 34 °C) e l'umidità è in media di circa il 77%. Le Filippine sono spesso descritte come aventi solo due stagioni, ma nella parte settentrionale del Paese ce ne sono in realtà tre:

  • La stagione secca va generalmente da novembre a maggio, e in alcune parti del Paese, soprattutto a circa 12° a nord dell'equatore, può essere suddivisa in un periodo fresco e uno caldo:
  • La stagione fresca e secca (Tag-lamig) va da novembre a febbraio, con metà gennaio e fine febbraio i periodi più freschi. Le temperature sono più fresche in montagna, ma anche le zone di pianura possono sperimentare temperature inferiori a 20° C quando il monsone di nord-est (amihan) dalla Siberia è al suo massimo, è bene portare un maglione o una giacca leggera, soprattutto quando si è fuori a piedi di notte. Questa stagione è il periodo migliore per visitare le città, ma voli, viaggi in barca e in traghetto, autobus e alloggi tendono ad essere costosi e difficili da trovare, soprattutto nel periodo di Natale e Capodanno.
  • La stagione calda e secca (Tag-init o Tag-Araw) l'estate che va da marzo a maggio, rappresenta i mesi più caldi. Il paese diventa afoso, con temperature che salgono fino a 40° C con picchi non rari a 50/60° C, specialmente nelle località interne di Luzon come Cabanatuan e Tuguegarao. Le temperature sono perfette per la spiaggia, ma non buone per visitare le città. I prezzi di voli, traghetti, autobus o alloggi salgono alle stelle durante questa stagione, soprattutto durante la Settimana Santa, e la prenotazione è difficile a causa dell'elevata domanda.
  • La stagione delle piogge (Tag-ulan) inizia a giugno o luglio e si estende fino a ottobre con possibili forti tifoni. Questo anche quando soffia il monsone di sud-ovest (habagat), che porta la pioggia che caratterizza questa stagione.

Luoghi a circa 12 gradi a nord dell'equatore hanno generalmente un clima più tropicale, essendo veramente secco e umido, con nessun mese con una temperatura minima che scende al di sotto di 20° C. La stagione secca va generalmente da novembre a maggio; stagione delle piogge da giugno a ottobre. Ci sono alcune possibili eccezioni, soprattutto nelle parti orientali più piovose del Paese (ad esempio le isole Bicol, Samar e Leyte), dove le stagioni sono invertite: da ottobre ad aprile sono le più piovose e fresche, con da maggio a settembre le più secche.

Le località esposte direttamente all'Oceano Pacifico hanno precipitazioni frequenti durante tutto l'anno. Ciò include la città di Pagsanjan a sud-est di Manila (anche se le famose cascate intorno vi bagneranno a prescindere). Baguio, definita la capitale estiva delle Filippine, tende ad essere più fresca perché si trova in regioni montuose con temperature notturne inferiori a 20 °C. Durante l'estate, il Paese vive siccità, a volte con condizioni estreme, da marzo a maggio circa.

Il tempo nelle Filippine è variabile e, come ovunque ai tropici, può essere soleggiato, piovoso o fresco in pochi minuti. In montagna o a Luzon, il mercurio può scendere improvvisamente sotto i 20 gradi durante i mesi freddi, e nelle Cordigliere (compreso Baguio) può gelare (ma non nevica). Quando piove a dirotto o soffia il fresco amihan c'è un alto rischio di contrarre l'influenza. Preparare un impermeabile, un ombrello o una giacca leggera a seconda della stagione!

Cenni storici[modifica]

La prima grande ondata di coloni nel Pacifico ha attraversato mari poco profondi e ponti di terra dall'Asia continentale a partire dal 70.000 a.C. circa, e il sito più antico finora trovato nelle Filippine è Tabon Man a Palawan, circa 45.000 a.C. Questi erano melanesiani , antenati di alcuni filippini, della maggior parte dei papuani e di tutti gli aborigeni australiani. I discendenti diretti di queste persone, i Negritos o Aetas, possono ancora essere trovati in Negros Oriental, nel nord di Luzon e in altre aree. Oggi vivono principalmente in montagna, essendo stati scacciati dalle prime zone costiere da immigrati successivi.

Dopo alcune migliaia di anni a.C., furono seguiti da coloni austronesiani che percorsero la stessa rotta ma questa volta via mare nelle loro impressionanti barche balangay. Da questa parola deriva il nome dell'istituzione politica filippina, il barangay. Il gruppo etnolinguistico austronesiano comprende malesi, indonesiani e polinesiani, ed è diffuso fino alle Hawaii, all'Isola di Pasqua, alla Nuova Zelanda e al Madagascar. Le sue origini sono oggetto di controversia accademica. Una teoria ampiamente diffusa li vede provenienti da Taiwan e viaggiare a sud nelle Filippine. Altre teorie collocano le loro origini nella Cina meridionale, nel sud-est asiatico continentale o nella cultura Liangzhu della Cina continentale .

La grande maggioranza dei filippini oggi è di origine austronesiana e i linguisti classificano tutte le lingue filippine come membri della famiglia austronesiana. Tuttavia, essendo stata una nazione commerciale per migliaia di anni, una colonia per diverse centinaia e una destinazione per turisti e pensionati per decenni, il Paese comprende discendenti di molti altri gruppi etnici. Il gruppo minoritario più numeroso è costituito dai cinesi, principalmente di lingua hokkien, le cui origini familiari sono nella provincia del Fujian. Le Filippine hanno molte religioni, la maggior parte introdotte da vari commercianti o invasori; i più importanti sono il cristianesimo cattolico e l'islam sunnita.

Sotto il dominio spagnolo[modifica]

Croce di Magellano a Cebu
Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi: Spedizione di Ferdinando Magellano.

L'arrivo di Ferdinando Magellano segnò l'inizio di un'era di influenza e successivamente di dominio spagnolo. Quando l'esploratore Ferdinando Magellano mise piede sull'isola di Homonhon nel 1521, fu il primo europeo a raggiungere l'arcipelago. Al suo equipaggio è stato offerto un banchetto dagli accoglienti isolani adornati da elaborati tatuaggi. Magellano era portoghese, ma fu una spedizione spagnola che condusse alle isole. Lapu-Lapu, un capo nativo dell'isola di Mactan, combatté una battaglia con Magellano; gli indigeni vinsero e Magellano fu ucciso.

Nel 1565 arrivò una spedizione guidata da Miguel López de Legazpi per rivendicare il Paese come colonia spagnola. La colonia prese il nome dal principe ereditario Filippo II di Spagna e la maggior parte dei nativi si convertì al cattolicesimo. Alcuni musulmani del sud e varie tribù di montagna animistiche, tuttavia, resistettero alla conquista spagnola e alla conversione cattolica.

Nel periodo del dominio spagnolo i galeoni portarono grandi quantità di argento da Acapulco a Manila, e questo ebbe un grande effetto sul commercio in gran parte dell'Asia, facendo emergere la città come il centro economico dell'impero di Spagna nel continente asiatico. I galeoni di Manila entrarono in contatto con il Messico e il resto delle Americhe. Maya e Aztechi si stabilirono nelle Filippine e introdussero le loro culture che furono abbracciate dai filippini. Le Filippine furono fortemente influenzate dal Messico e dalla Spagna e l'arcipelago divenne "ispanizzato". Filippini e altri asiatici usarono i galeoni di Manila per migrare in Occidente.

La più lunga rivolta contro la colonizzazione spagnola fu guidata da Francisco Dagohoy a Bohol e durò 85 anni coprendo il periodo dal 1744 al 1829. Ci furono molte altre rivolte; vedi Rivoluzione filippina per uno e Mindanao per la resistenza dei musulmani nel sud. Durante il dominio spagnolo, anche potenze europee come olandesi, portoghesi e inglesi tentarono di colonizzare il Paese; ma senza successo.

Le Filippine rimasero una colonia spagnola per oltre 300 anni fino al 1899, quando furono cedute dalla Spagna agli Stati Uniti d'America in seguito alla guerra ispano-americana.

Occupazione americana e giapponese[modifica]

I filippini dichiararono l'indipendenza nel 1898 e resistettero all'occupazione americana per sette lunghi e brutali anni fino a quando la resa non completò l'occupazione delle Filippine.

La guerra è stata piuttosto controversa negli Stati Uniti d'America e scrittori famosi hanno pesato su entrambe le parti. Rudyard Kipling, un inglese nato in India e molto favorevole all'Impero, ha esortato l'America a "il fardello dell'uomo bianco" mentre Mark Twain ha scritto "gli Stati Uniti hanno pagato alla povera vecchia decrepita Spagna $ 20.000.000 per le Filippine. Era solo un caso di questo Paese che si fa strada nella buona società... come un'ereditiera americana che compra un duca o un conte. Suona bene, ma questo è tutto".

La presenza americana rimase fino alla seconda guerra mondiale, quando il Giappone invase le Filippine. Il famoso generale americano in ritirata Douglas McArthur promise "Tornerò", e lo fece più tardi durante la guerra. C'è un monumento sull'isola di Leyte dove sbarcò e varie altre rovine o monumenti in tempo di guerra in tutto il Paese. Coron è famosa per le immersioni sui relitti perché la Marina degli Stati Uniti vi affondò un certo numero di navi giapponesi nel 1944.

Il 4 luglio 1946 le Filippine ottennero l'indipendenza dagli Stati Uniti, diventando il primo Paese asiatico a ottenere l'indipendenza da una potenza coloniale. Gli Stati Uniti hanno continuato a mantenere una presenza militare significativa fino all'inizio degli anni '90, in particolare nella base navale di Subic a Zambales e nella base aerea di Clark ad Angeles. Entrambi furono molto importanti durante la guerra del Vietnam.

Post-indipendenza[modifica]

Dopo l'indipendenza, il Paese ha avuto una esperienza spesso tumultuosa con la democrazia, che è servita a definire le caratteristiche della Repubblica Constitucional.

Fino agli anni '60, le Filippine erano ampiamente considerate il secondo Paese più sviluppato dell'Asia dopo il Giappone. Diversi decenni di malgoverno da parte del dittatore corrotto Ferdinand Marcos hanno poi fatto precipitare il Paese in un profondo debito. La povertà si è diffusa e le infrastrutture per lo sviluppo sono state gravemente carenti. Nel 1986, la rivolta del People Power rovesciò il governo Marcos durante la cosiddetta Rivoluzione EDSA. Fu sostituito da Corazon Aquino, vedova del leader dell'opposizione assassinato, Benigno "Ninoy" Aquino, Jr.

Alla fine del XX secolo, la corruzione era uno dei principali problemi del Paese. Il Paese ha sofferto leggermente nella crisi finanziaria asiatica del 1997; ciò portò a una seconda rivolta dell'EDSA che rovesciò il presidente Joseph Estrada; al suo posto è subentrata la vicepresidente Gloria Macapagal-Arroyo (figlia di uno degli ex presidenti). Dopo la scadenza del suo mandato nel 2010, Benigno Aquino III (soprannominato "Noynoy" e "Pnoy"), figlio di Corazon e Benigno Aquino, Jr., fu eletto presidente.

A metà del 2016 è stato eletto un nuovo presidente, Rodrigo Duterte. Era stato sindaco di Davao e si è guadagnato il soprannome di "il punitore" ripulendo la guerra tra bande che affliggeva quella città negli anni '90. I critici affermano che lo ha fatto in gran parte incoraggiando la polizia e i vigilantes a giustiziare i membri della banda senza processo. Nella campagna presidenziale, ha promesso di ripulire la corruzione e il traffico di droga (soprattutto shabu, il termine locale per la metanfetamina cristallina, che è un problema serio nel Paese) e i critici ora lo accusano di usare tattiche simili a livello nazionale. Fonti dei media occidentali stimano il bilancio delle vittime di circa 1.000 al mese da quando è diventato presidente, anche se i numeri non sono né precisi né indiscussi. Il 30 settembre 2016, Duterte ha dichiarato che vorrebbe emulare l'Olocausto di Hitler sterminando 3 milioni di tossicodipendenti e spacciatori nel Paese, quindi è lecito ritenere che le uccisioni continueranno finché sarà in carica. Nonostante molte condanne da parte dell'Occidente, Duterte rimane popolare tra i filippini, molti dei quali sono stanchi di avere a che fare quotidianamente con spacciatori di droga e alti tassi di criminalità violenta, e apprezzano gli sforzi di Duterte per affrontare questi problemi.

Le cose stanno lentamente migliorando sul fronte economico, ma le Filippine sono ancora in gran parte un Paese povero. Secondo l'Autorità statistica delle Filippine, nel 2018 il 16,6% dei filippini aveva un reddito non sufficiente per soddisfare i propri bisogni alimentari e non alimentari di base. Ciò significherebbe un reddito mensile inferiore a ₱ 10.727 per una famiglia di cinque persone. Il 5,2% dei filippini aveva un reddito non sufficiente per soddisfare propri i bisogni alimentari di base, ad esempio un reddito mensile per una famiglia di cinque persone inferiore a ₱7.528 . Questi tassi sono migliorati rispettivamente dal 23,3% e dal 9,1% dal 2015.

La crescita nelle Filippine è lenta. Una delle maggiori esportazioni è la manodopera: circa il 10% dei filippini vive all'estero, sia come immigrati che come lavoratori a contratto, e le rimesse di queste persone rappresentano oltre il 10% del PIL della nazione.

Lingue parlate[modifica]

"Inglese filippino"

L'inglese nelle Filippine è in gran parte basato sull'inglese americano, ma ci sono alcuni termini ed espressioni peculiari del dialetto locale dell'inglese, inclusi molti prestiti o traduzioni di parole nelle lingue filippine e alcune coniazioni, sensi e gergo locali. Alcune parole "inglese filippino" che potresti incontrare sono:

  • Jeepney - un tipo di trasporto unico nelle Filippine e molto comune
  • Tricycle - trasporto locale a tre ruote
  • Adidas (non in maiuscolo) - zampe di gallina, simili al piatto cinese ma un po' diverse. Prende il nome dal marchio di scarpe per la sua associazione con i piedi.
  • Apir - (da up here) battere il cinque
  • Brownout - un blackout o un'interruzione di corrente
  • Comfort room (spesso abbreviata con CR) - toilet/bagno/water (WC)
  • Commute - per prendere i mezzi pubblici o viaggiare senza auto
  • Course - nell'istruzione superiore, può riferirsi a singole materie (utilizzate principalmente da docenti, accademici o funzionari scolastici) o un intero corso di laurea (utilizzato principalmente da studenti o estranei)
  • Entertain - per occuparsi di qualcun altro, in particolare per le transazioni
  • Hand-carry - bagaglio a mano
  • High-blood - si arrabbia facilmente o irascibile
  • Load - saldo residuo o crediti prepagati su un telefono cellulare; ricaricare significa ricaricare o ricaricare il saldo corrente
  • Napkin - tamponi; assorbenti femminili
  • Nosebleed – (aggettivo) incapace di capire o comprendere l'inglese a causa di forti accenti stranieri
  • Ped xing (su segnaletica autostradale) - attraversamento pedonale
  • Ref - abbreviazione di frigorifero; frigorifero si riferisce alla parte congelatore
  • Rotunda - rotonda, rotatoria o incrocio circolare. Preso in prestito dallo spagnolo attraverso le lingue filippine
  • Slang - qualsiasi forte accento inglese straniero. Spesso usato su stranieri o filippini cresciuti nei paesi occidentali
  • Slippers – infradito
  • Tissue - di solito si riferisce alla carta igienica o ai tovaglioli
  • Unli - forma abbreviata per "illimitato"; molte voci di menu includono "unli-riso"

Le parole inglesi sono state prese in prestito nelle lingue filippine e possono essere scritte in modo più fonetico. Gli esempi includono traysikel (triciclo) e pulis (polizia); entrambi sono pronunciati in modo molto simile alle parole inglesi (sebbene la prima sia più comunemente scritta nella sua ortografia originale).

Le date sono pronunciate in modo diverso nell'inglese filippino, con il numero del giorno pronunciato utilizzando il numero cardinale, quindi ad esempio il 12 giugno (Giorno dell'indipendenza nelle Filippine) si pronuncia "June twelve". Anche "June (the) twelfth" è inteso, ma è spesso visto come una lettura formale, elegante o straniera.

Le Filippine hanno due lingue ufficiali: inglese e filippino . Entrambi sono usati nell'istruzione e la maggior parte dei filippini ne parla almeno in parte, sebbene la competenza in entrambi vari ampiamente.

Il filippino, la lingua nazionale, è una versione standardizzata del tagalog, la lingua parlata intorno alla Regione Capitale Nazionale e in gran parte del sud e del centro di Luzon. Ci sono anche dialetti parlati nelle province meridionali del tagalog, il principale è il dialetto Batangas con l'accattivante esclamazione ala eh e il suo vocabolario che continua a usare parole considerate obsolete nella maggior parte dei dialetti tagalog. Sebbene la maggior parte dei filippini parli tagalog per la comunicazione interetnica, può essere visto come un simbolo incendiario dell '"imperialismo" tagalog; alcuni abitanti di Visayas si risentono ancora per l'elevazione del tagalog come lingua nazionale filippina.

Le Filippine hanno oltre 100 lingue native, sparse nelle regioni e nelle isole del Paese, sebbene solo poche regioni e province abbiano formalmente designato una di esse come ufficiale o co-ufficiale (e.g. l'Ilocano è ufficiale nella Provincia di La Union). A volte sono erroneamente indicati come "dialetti" del tagalog/filippino, e alcuni altri (e.g. Karay-a a Panay) sono talvolta trattati come dialetti di un'altra lingua madre con più parlanti. Alcune delle altre principali lingue indigene delle Filippine oltre al tagalog sono:

  • Le lingue visayane (Cebuano, Hiligaynon, Waray e altre) sono parlate nei Visayas e nella maggior parte di Mindanao:
  • Il Pangasinan è la lingua principale e predominante dell'intera Provincia di Pangasinan e della Provincia di Tarlac settentrionale, nella parte settentrionale della regione geografica delle pianure centrali di Luzon, la maggior parte delle quali appartiene al gruppo etnico pangasinan.
  • L'Ilocano (chiamato anche Iloco) è la lingua più parlata nel nord di Luzon, compresa la regione di Ilocos, la Regione Amministrativa Cordillera e la Valle di Cagayan.
  • Le lingue Bikol (o Bicolano) sono parlate nella regione di Bicol all'estremità sud-orientale di Luzon e sono note per le variazioni selvagge tra i dialetti; città e paesi vicini possono anche avere vocabolari reciprocamente incomprensibili.
  • Kapampangan, che è più strettamente imparentato con le lingue indigene della Provincia di Zambales che con il tagalog, è parlato principalmente nelle province di Pampanga e del Tarlac meridionale. Kapampangan suona come un dialetto tagalog, ma ha un vocabolario, un'ortografia e una grammatica che lo rendono una lingua distinta dal tagalog.
  • Chavacano, un creolo con base in spagnolo che mescola elementi di lingue spagnole e austronesiane, è parlato nella città di Zamboanga, nella Provincia di Basilan (inclusa la città di Isabela) e in parti della costa della Provincia di Cavite. Sebbene la maggior parte del suo vocabolario provenga dallo spagnolo, i due non sono mutuamente intelligibili.

Con l'eccezione del chavacano, la maggior parte delle lingue delle Filippine fa parte delle lingue austronesiane e sono imparentate con il malese, l'indonesiano e la maggior parte delle lingue delle isole del Pacifico nella maggior parte dei casi, e un parlante di ognuna di esse può riconoscere gli affini. Molti sono fortemente influenzati da lingue straniere come lo spagnolo e l'inglese; la maggior parte ha prestiti da quelli, in particolare lo spagnolo. I nomi dei luoghi possono seguire le convenzioni ortografiche spagnole (ad es. Tanjay, che si pronuncia tan-high), e molti sono scritti usando l'alfabeto latino.

L'inglese è una lingua ufficiale delle Filippine ed è una materia obbligatoria in tutte le scuole. La maggior parte dei filippini di tutte le età parla inglese a vari livelli di fluidità e alcuni filippini considerano l'inglese come prima lingua. Si può girare soli col solo inglese nella maggior parte delle grandi città e aree turistiche, ma avere una conoscenza di base del tagalog o di una lingua regionale è utile una volta che ci si dirige nelle province, poiché lì la conoscenza dell'inglese è limitata. Non esiste un unico accento dell'inglese nelle Filippine, ma ci sono accenti caratteristici influenzati dalla lingua madre di chi parla, come lo scambio di e con i e o con u da parlanti di lingue visayane quando si parla in inglese. Gli accenti forti associati agli stranieri o ai filippini espatriati sono spesso percepiti come "gergo" o eleganti dalla gente del posto. Inoltre, i filippini più ricchi sono generalmente scoraggiati dal parlare inglese a quelli meno ricchi (un'eccezione è quando si recano in parti delle Visayas dove l'inglese è solitamente preferito al filippino con sede in tagalog).

Il cambio di codice tra l'inglese o qualsiasi lingua filippina è comune, risultando in mix come Taglish (tagalog e inglese) e Bislish (Bisaya/Cebuano e inglese). Mischiare le lingue all'interno di una conversazione o anche di una frase è comune, sebbene sia sconsigliato dagli insegnanti di lingue formali. Di seguito è riportato un esempio di cambio di codice:

Inglese: How are you? I'm ok.
Tagalog: Kumusta ka na? Mabuti naman ako
Taglish: How are you na? Ok naman ako.

Lo spagnolo non è più ampiamente parlato, sebbene molte parole spagnole sopravvivano nelle lingue locali e ci sono ancora fino a 400.000 persone che parlano spagnolo con vari gradi di fluidità.

Altri gruppi etnici hanno introdotto nuove lingue nel Paese, in particolare nelle aree più urbanizzate come Manila. Il cinese etnico ha portato con sé dialetti regionali come l'hokkien, il cantonese e il mandarino; c'è anche una varietà locale di hokkien chiamata "Lan-nang" che è influenzata dalle lingue filippine e il mandarino viene insegnato anche come elettivo nelle scuole. Il coreano e il giapponese si possono incontrare in alcune parti delle grandi città.

La lingua dei segni filippina (FSL) è la lingua dei segni ufficiale. È mutuamente intelligibile con la lingua dei segni americana ma non con la lingua dei segni britannica, l'Auslan o altre lingue dei segni.

Molti filippini parlano più lingue.

I film e i programmi televisivi stranieri (compresi quelli in lingua inglese) trasmessi nei canali TV in chiaro che trasmettono nelle lingue locali sono generalmente doppiati in tagalog ("Tagalized"), con i sottotitoli forniti per tutti i dialoghi non doppiati. I serial e i film stranieri proiettati esclusivamente su canali pay-TV vengono trasmessi nella loro lingua originale a meno che il canale non sia specificamente progettato per spettacoli doppiati. I film proiettati nei cinema vengono proiettati con l'audio originale e solo i dialoghi non in inglese o in tagalog sono sottotitolati in inglese. Tuttavia, i film tagalog più recenti vengono forniti con i sottotitoli in inglese, poiché alcuni vengono distribuiti a livello internazionale.

Cultura e tradizioni[modifica]

MassKara Festival a Bacolod

Le Filippine hanno una cultura diversificata che unisce Oriente e Occidente. Qui si trova una miscela unica di costumi locali, tradizioni cinesi, religiosità ispanica, maschilismo e romanticismo, ideali occidentali e cultura popolare. Non esiste un'unica cultura filippina di per sé, ma esistono oltre cento culture etniche e regionali. Prepararsi a violenti cambiamenti nella cultura locale mentre si passata da un'altra regione, isola o provincia, all'altra.

I tratti filippini sono una confluenza di molte culture. I filippini sono famosi per il bayanihan o spirito di parentela e cameratismo preso dai loro antenati austronesiani. Osservano legami familiari molto stretti. Il cattolicesimo romano deriva dagli spagnoli che erano responsabili della diffusione della fede cristiana in tutto l'arcipelago. Gli spagnoli introdussero il cristianesimo e riuscirono a convertire la stragrande maggioranza dei filippini; almeno l'80% è cattolico oggi. Le Filippine sono uno degli unici due paesi in Asia con una maggioranza di popolazione cattolica romana (l'altro è Timor Est).

L'espressione genuina e pura dell'ospitalità è una caratteristica intrinseca dei filippini, specialmente quelli che risiedono in campagna che possono sembrare molto timidi all'inizio, ma hanno uno spirito generoso, come si vede nei loro sorrisi. L'ospitalità, una caratteristica mostrata da ogni filippino e rende queste persone leggendarie nel sud-est asiatico. Gli ospiti saranno spesso trattati come dei re nelle famiglie filippine. Ciò è più evidente durante le feste, quando anche gli estranei virtuali sono accolti e autorizzati a partecipare alla festa che la maggior parte, se non tutte, le famiglie organizzano per l'occasione. A volte, questa ospitalità viene presa per difetto. Alcune famiglie spendono tutti i loro risparmi per le offerte della festa e talvolta si indebitano anche solo per avere del cibo sontuoso sulla loro tavola. Trascorrono l'anno successivo a pagare questi debiti e a prepararsi per la prossima festa. Ad ogni modo, raramente si potrà trovare persone così ospitali che amano la compagnia dei loro visitatori. Forse a causa del loro lungo assoggettamento alla Spagna, i filippini sono emotivi e appassionati della vita in un modo che sembra più latino che asiatico.

Può sembrare strano per i turisti notare il fascino latino nella cultura filippina. La cultura filippina tradizionale rispetto al resto dell'Asia è piuttosto ispanica e occidentalizzata in superficie. Tuttavia, i filippini sono essenzialmente austronesiani e molti atteggiamenti e modi di pensare indigeni e preispanici sono ancora evidenti sotto un'apparenza apparentemente occidentalizzata.

I filippini guidano il gruppo di asiatici esperti di inglese oggi e l'inglese è considerato la seconda lingua della maggioranza e la lingua madre di pochi. L'occupazione americana contribuito all'insegnamento della lingua inglese al popolo filippino. Poco meno di mezzo milione di persone parlano ancora spagnolo, mentre oltre un milione è esperto nel creolo spagnolo Chavacano.

Popolo[modifica]

Parco della Luneta

La popolazione delle Filippine ha superato i 100 milioni di persone nel 2015, rendendo il Paese il secondo più grande del sud-est asiatico, dopo l'Indonesia, e l'ottavo in Asia, davanti al Giappone. La popolazione è concentrata in regioni come Regione Capitale Nazionale, Luzon Centrale, Calabarzon e la Provincia di Cebu. La maggior parte della popolazione risiede lungo le coste e le zone montuose sono più scarsamente abitate.

I filippini sono un popolo multiculturale proveniente da oltre 175 gruppi etnici e tribù, per lo più definiti dalla lingua, e sono per lo più di origine austronesiana. In termini di religione, i filippini sono a maggioranza cristiani, con significative minoranze musulmane e animistiche. Il commercio, la colonizzazione e la globalizzazione hanno portato anche popolazioni immigrate che arricchiscono il mosaico culturale ed etnico filippino; infatti c'è un numero significativo di filippini con miscele cinesi, arabe, ispaniche, europee e americane.

I più grandi gruppi etnici delle Filippine sono i tagalog (24,4%), i visayani (11,4%), i cebuanos (9,9%), gli ilocanos (8,8%), gli hiligaynon o ilonggos (8,4%), i bicolano (6,8% ) e il Waray (4%). Il restante 26,3% della popolazione va ai gruppi etnici musulmani filippini (Moro), Kapampangan, Pangasinenses, Ibanag, Ivatan e altri cento gruppi etnici, oltre a popolazioni indigene e immigrati. Popoli indigeni come gli Igorot della Regione Amministrativa Cordillera di Luzon, i Mangyan di Mindoro, i Lumad di Mindanao, e le varie tribù Negrito (Aeta/Ati/Ita) sparse per l'arcipelago compongono circa il 3% della popolazione.

Gli immigrati costituiscono circa l'1-2% della popolazione filippina, con il più grande dei cinesi filippini (~ 2 milioni). La maggior parte degli immigrati cinesi nelle Filippine proviene dal Fujian, sebbene ci siano stati migranti cinesi nell'era precoloniale e coloniale. Pur rimanendo un'etnia distinta, la maggior parte dei cinesi filippini si è assimilata alla cultura filippina tradizionale, si è sposata con i filippini e ha guidato aziende commerciali di successo. Altre importanti popolazioni di immigrati sono americani, indiani, arabi, giapponesi, britannici, coreani, indonesiani e spagnoli.

Politica[modifica]

Il governo delle Filippine è in gran parte basato sul sistema politico degli [[Stati Uniti] d'America]]. Il presidente delle Filippine è eletto direttamente dal popolo e agisce sia come capo di stato che come capo del governo. Il Presidente è eletto ogni sei anni e può durare un solo mandato.

Il sistema politico segue un sistema multipartitico. L'arena politica nazionale è dominata da nove partiti politici, con il partito federalista di centrosinistra PDP-Laban (Partido Demokratiko Pilipino - Lakas ng Bayan), il Partito liberale neoliberista e l'Alleanza nazionalista unita (UNA) di centro destra che dominano dal 2016. Ci sono anche partiti minori al Congresso e partiti regionali di minore importanza nelle province. La maggior parte delle posizioni nel governo locale sono anche dominate dai principali partiti.

La legislatura è un congresso bicamerale, che consiste in una camera bassa nota come Kapulungan ng mga Kinatawan (Camera dei rappresentanti) e una camera alta nota come Senado (Senato). Entrambe le Camere sono elette direttamente dal popolo. Il paese è diviso in collegi elettorali per l'elezione della camera bassa, mentre la camera alta è eletta dal paese nel suo insieme sulla base della rappresentanza proporzionale.

La politica è dominata da famiglie grandi e potenti, in cui le posizioni vengono trasferite da un membro all'altro della famiglia, ma la situazione è cambiata lentamente dalle elezioni del 2019. La corruzione rimane dilagante, soprattutto attraverso il sistema padrino, che è un "segreto di Pulcinella" nell'arena politica filippina, e che prevede un vasto mecenatismo e nepotismo. Tuttavia, ci sono stati sforzi per sradicare questo sistema per rendere la politica basata sul merito. Le manifestazioni politiche sono diffuse, come nella maggior parte delle democrazie, e anche la violenza politica è motivo di preoccupazione, soprattutto durante i periodi elettorali in cui le famiglie rivali si scontrano, a volte fino al punto di uccidersi a vicenda.

Religione[modifica]

Cattedrale di Vigan
Chiesa Paoay Church nella Provincia di Ilocos Norte

Gli spagnoli hanno reso il cattolicesimo quasi onnipresente, la Chiesa è ancora molto influente e le Filippine sono state per secoli il più grande Paese prevalentemente cristiano e cattolico dell'Asia. Tuttavia, da secoli c'è stata anche una consistente popolazione musulmana, i missionari protestanti sono stati attivi e diverse denominazioni protestanti o altre denominazioni non cattoliche sono ora ben stabilite nel paese e ci sono anche alcuni seguaci di altre religioni asiatiche.

Le Filippine non sono solo il più grande Paese cristiano dell'Asia, ma anche la terza nazione cattolica romana più grande del mondo. La fede cattolica romana rimane la più grande eredità di trecento anni di dominio coloniale spagnolo. Il cattolicesimo è ancora preso abbastanza sul serio nelle Filippine. Le messe attirano folle, dalle più grandi cattedrali della metropoli alle più piccole cappelle parrocchiali della campagna. Durante la Settimana Santa, la maggior parte delle stazioni televisive chiudono o operano solo con orari limitati e quelle che offrono programmi religiosi trasmettono.

La Chiesa cattolica esercita anche una certa influenza anche su affari non religiosi come gli affari di Stato. I costumi tuttavia stanno cambiando lentamente; I filippini stanno ora accettando quelle che in precedenza erano questioni tabù per quanto riguarda la dottrina cattolica romana, come il controllo delle nascite artificiale, il sesso prematrimoniale e lo scioglimento dei voti matrimoniali.

La più grande minoranza religiosa sono i filippini musulmani (Moros) che vivono principalmente a Mindanao ma sempre più spesso anche in città come Manila, Baguio o Cebu nel nord e nel centro del Paese. Il Bangsamoro (ex Regione Autonoma nel Mindanao Musulmano o BARMM) concede un parziale autogoverno ad alcuni di loro e costoro rappresentano circa il 5% della popolazione. L'Islam è la più antica religione organizzata continuamente praticata nelle Filippine, con le prime conversioni effettuate nel XII secolo. L'Islam divenne una forza così importante che Manila al momento dell'arrivo degli spagnoli nel XVI secolo era una città musulmana. Molti aspetti di questo passato islamico sono visti in alcuni tratti culturali che molti filippini cristiani tradizionali esibiscono ancora (come l'etichetta alimentare e igienica) e si sono aggiunti al crogiolo della cultura filippina. Gli attacchi terroristici e gli scontri violenti tra l'esercito filippino e le organizzazioni militanti islamiche frammentate come Abu Sayyaf e il Fronte di liberazione islamico Moro hanno teso le relazioni tra i filippini musulmani e non musulmani nelle zone rurali meridionali del Paese. Tuttavia, i filippini musulmani sono molto più liberali nelle loro interpretazioni dell'Islam e, come i musulmani dell'Indonesia, sono generalmente più rilassati riguardo a questioni come la segregazione di genere o l'hijab (velo) rispetto ai musulmani al di fuori del sud-est asiatico. Alcuni musulmani filippini o residenti all'estero erano o sono stati convertiti, in particolare quelli che trovavano l'Islam attraente o il cristianesimo sgradevole e insufficiente, o addirittura perdevano la fede nelle dottrine cristiane. Al contrario, meno filippini cristiani o cittadini stranieri, in particolare di origine filippina, sono convertiti dall'Islam o da altri non cristiani.

Filippini indiani, filippini cinesi e filippini giapponesi, che rappresentano collettivamente il 3% della popolazione, sono per lo più indù, sikh, buddisti, shintoisti e taoisti. Queste popolazioni sono state nel Paese per secoli prima del dominio spagnolo e molti aspetti della fede e della cultura buddista e indù permeano anche la cultura tradizionale dei filippini cristiani o musulmani.

Come per molte cose nelle Filippine, la religione non è così chiara e definita come suggeriscono le statistiche ufficiali, e anche molti cristiani e musulmani praticano e credono negli aspetti spirituali indigeni (come onorare le divinità naturali e il culto degli antenati, così come l'esistenza di magia e guaritori) che in alcuni casi possono contraddire le regole ortodosse delle loro religioni.

Fumo[modifica]

Il fumo è un passatempo filippino comune ed è spesso associato a chiacchiere e bevute. Circa il 25% dei filippini fuma.

Le sigarette (sigarilyo, o colloquialmente, yosi) nelle Filippine sono economiche. Ad esempio, un pacchetto di Marlboro costa circa ₱ 80 in un supermercato, ₱ 100 in un bar o un minimarket all'inizio del 2018. I marchi locali sono più economici (spesso ₱ 50/60) e sono disponibili anche sigari. Tuttavia, tasse più elevate sulle sigarette e altri prodotti del tabacco li stanno gradualmente rendendo più costosi. Molti negozi di sari-sari vendono anche sigarette singole, di solito per ₱4.

Vietato fumare?

È comune che i filippini fumino mentre camminano e che gruppi di persone stiano in piedi in un angolo e fumino, ma ci sono severi divieti di fumo, con vari gradi di applicazione. È vietato fumare nei luoghi pubblici al chiuso, nei trasporti pubblici, nei ristoranti, nelle stazioni di servizio e persino nei bar, ad eccezione delle aree fumatori. Fumare in luoghi dove è vietato fumare o in un'area non fumatori può comportare una multa fino a ₱ 5.000, ma questo è applicato in modo piuttosto lassista.

L'età per fumare e svapare è 18 anni. I minimarket e i negozi di sigarette elettroniche richiedono ai clienti di fornire un documento d'identità con foto, ma i negozi di sari-sari di solito consentono a bambini e giovani di acquistare sigarette. In alcuni luoghi, come nella Regione Capitale Nazionale, le autorità possono vietare a un negozio di vendere sigarette a causa della vicinanza a una zona vietata ai fumatori, e tali negozi hanno poster incollati sulla vetrina, che di solito dicono Ang tindahang ito at bawal magtinda ng sigarilyo (" In questo negozio è vietato vendere sigarette.").

Le strade sono comunemente disseminate di mozziconi di sigaretta. Molti bidoni della spazzatura non hanno posacenere o similari, quindi si potrebbe essere tentati di gettarli sul marciapiede, in strada o sull'erba, che potrebbe rappresentare un pericolo di incendio. Trovare un bidone della spazzatura adibito ai mozziconi di sigaretta o portare un posacenere portatile quando si fuma all'aperto.

Il divieto di fumo è imposto a diverse città e comuni, come a Davao, dove è completamente vietato. Tuttavia, l'applicazione dei divieti di fumo varia. A maggio 2017 è entrato in vigore un divieto di fumo a livello nazionale, limitando ulteriormente i luoghi in cui le persone possono fumare. Anche il fumo sui marciapiedi è vietato e le aree fumatori designate devono essere chiuse e ventilate. Nonostante il nuovo regolamento, le aree fumatori all'aperto e il fumo sui marciapiedi sono ancora prevalenti.

A novembre 2019 è entrato in vigore un divieto di svapo a livello nazionale; i divieti di fumo possono essere estesi anche allo svapo.

Letture suggerite[modifica]

La letteratura filippina è un mix di saghe indiane, racconti popolari e tracce dell'influenza occidentale. I libri classici sono scritti in spagnolo oltre che in tagalog, ma fino ad oggi la maggior parte della letteratura filippina è scritta in inglese. Le Filippine, quindi, sono un paese multiculturale con le sue radici che si estendono dall'Asia all'Europa e alle Americhe.

Storici e documentari[modifica]

  • Red Revolution di Gregg R. Jones (ISBN 0813306442) - Documentario sul movimento di guerriglia; New People's Army (NPA), nelle Filippine.
  • In Our Image: America's Empire in the Philippines di Stanley Karnow (ISBN 0345328167) - Condivide la storia della colonizzazione europea e americana nell'arcipelago e del ripristino della democrazia dopo il rovesciamento di Marcos.

Letteratura[modifica]

  • Noli Me Tangere di José Rizal
  • El Filibusterismo di José Rizal
  • Dekada '70 di Lualhati Bautista (ISBN 9711790238) - La storia di una famiglia filippina della classe media che ha lottato per combattere con altri filippini durante la legge marziale al tempo di Marcos.
  • The Day the Dancers Came di Bienvenido Santos
  • Amazing Archipelago di John-Eric Taburada


Territori e mete turistiche[modifica]

Mappa divisa per regioni
      Luzon — È il gruppo di isole più settentrionali e una regione amministrativa centrata sull'isola più grande e popolosa nelle Filippine. Situata nella regione settentrionale dell'arcipelago, è il centro del economico-politico nonché storico e sede della capitale, Manila, e di Quezon City, la sua città più popolosa. Comprende Regione Capitale Nazionale, Bicol, Regione Amministrativa Cordillera, Ilocos, Valle di Cagayan, Luzon Centrale, "Calabarzon" (Cavite, Laguna, Batangas, Rizal e QueZON), e le isole periferiche/provincie arcipelagiche di Isole Batan e "Mimaropa" (Mindoro, Marinduque, Romblon e Palawan).
      Visayas — Il gruppo di isole centrali, cuore del paese in termini di antichità, natura, biodiversità e le migliori spiagge di tutte le Filippine. È composta da molte isole con i propri gruppi etnici e lingue, strettamente imparentati con altri gruppi e lingue filippine. Comprende Visayas Occidentale, Visayas Centrale, Visayas Orientale.
      Mindanao — È la seconda isola più grande delle Filippine e comprende il gruppo di isole più meridionali, che mostrano le ricche culture indigene delle Filippine. Questa zona ha la maggiore comunità musulmana del Paese, alcuni di loro sono piuttosto radicali e gran parte dell'area è considerata non sicura per i viaggi. Comprende Penisola di Zamboanga, Mindanao Settentrionale, Davao, Soccsksargen (South Cotabato, Cotabato, Sultan Kudarat, Sarangani e General Santos), Caraga, Bangsamoro.
      Provincia di Palawan — Situata ad ovest delle altre isole filippine, estendendosi in basso verso il Borneo. Essendo la provincia più estesa è anche la meno densamente popolata rispetto al resto del Paese, con alcuni bei siti per le immersioni. Il suo capoluogo è la città di Puerto Princesa. Comprende l'isola di Palawan, le isole Calamian e le Isole Cuyo.

Centri urbani[modifica]

  • 14.5833331211 Manila — La capitale del Paese è una delle città più grandi del mondo e un luogo di enormi contrasti, da edifici ultramoderni e quartieri ricchi a bassifondi afflitti da spazzatura e criminalità. Il suo inquinamento, gli ingorghi e la scarsità di siti storici possono scoraggiare i visitatori. Le persone sorridenti, stoiche e piene di risorse e l'incredibile varietà di cultura e intrattenimento sono la sua grazia salvifica.
  • 14.5833331212 Bacolod — Conosciuta come la "Città dei sorrisi" a causa del Festival MassKara (Máscara in spagnolo) che si tiene ogni anno il 19 ottobre, è una delle porte dell'isola di Negros e la casa del famoso pollo Bacolod Inasal.
  • 16.415167120.5955943 Baguio Baguio su Wikipedia — Capitale estiva di Luzon per il clima fresco, vanta parchi ben curati e aree panoramiche, ed è la patria degli "Igorot", i popoli indigeni delle Cordigliere.
  • 8.483333124.654 Cagayan de Oro Cagayan de Oro su Wikipedia — Conosciuta come la "Città dell'amicizia d'oro", è famosa per il rafting ed è la porta di accesso al Mindanao Settentrionale.
  • 10.293123.9025 Cebu Cebu su Wikipedia — La "città regina del sud" è stata la prima base spagnola nelle Filippine ed è un importante centro per il commercio, l'industria, la cultura e il turismo. L'area metropolitana di Cebu è la seconda area urbana più grande del Paese, dopo quella di Manila.
  • 7.066667125.66 Davao Davao su Wikipedia — La città più grande del mondo in termini di superficie, è nota per il suo frutto durian e per essere la patria del Monte Apo, la montagna più alta delle Filippine.
  • 9.65123.857 Tagbilaran Tagbilaran su Wikipedia — Noto come il sito del Sandugo (patto di sangue) tra il conquistador spagnolo Miguel López de Legazpi e Rajah Sikatuna che rappresenta il popolo di Bohol.
  • 17.57472120.386948 Vigan Vigan (Filippine) su Wikipedia — La capitale di Ilocos Sur e uno dei Patrimoni mondiali dell'umanità nelle Filippine. Il suo centro città è il miglior esempio di architettura coloniale spagnola nelle Filippine con strade acciottolate ben conservate.
  • 6.904167122.0761119 Zamboanga Zamboanga su Wikipedia — Conosciuta come "La Ciudad Latina de Asia" (città latina dell'Asia), è il crogiolo tra la cultura cristiana e quella musulmana delle Filippine, che vanta antiche moschee, grandi chiese e storiche strutture coloniali.

Il livello amministrativo più basso nel sistema filippino è il barangay, un distretto rurale o un quartiere urbano. Ognuno ha un "capitano del barangay" e molti hanno un consiglio e/o la propria polizia chiamata tanod. Quasi tutti hanno una sala barangay, spesso con altre strutture come una clinica sanitaria o un centro ricreativo nello stesso edificio o nelle vicinanze. Molti hanno campi da basket.

Gli indirizzi o le indicazioni nelle Filippine di solito includono il nome del barangay. Assicurarsi di saperlo se si dovrà dare indicazioni precise a un tassista o un tassista.

Gli uffici dei barangay rilasciano una serie di permessi. I filippini hanno bisogno di un "modulo di autorizzazione del barangay" per la maggior parte delle domande di lavoro. Durante la pandemia di COVID, tutti hanno avuto bisogno di un pass di quarantena per alcuni viaggi e così via. I barangay gestisce anche programmi come vaccini antinfluenzali gratuiti per gli anziani (inclusi gli stranieri), sebbene i vaccini COVID siano più spesso organizzati dai governi cittadini o regionali.

Chiunque prenda una residenza a lungo termine nelle Filippine farebbe bene a visitare almeno il loro ufficio del barangay e presentarsi in modo da essere riconosciuto quando avrà bisogno di un permesso, un vaccino antinfluenzale o altro.

La parola barangay potrebbe derivare da balangay - il tipo di barca su cui arrivarono i coloni austronesiani - o dallo spagnolo barrio, che ha sostituito come termine ufficiale negli anni '70. Ora è la parola standard nell'inglese filippino, in tagalog e in molte altre lingue del Paese.

Altre destinazioni[modifica]

Lago Taal con il Monte Taal
  • 16.911944121.0613891 Banaue Banaue (Ifugao) su Wikipedia — Località famosa per gli antichi terrazzamenti realizzati a mano sulle pendici dei monti per la coltivazione del riso e inseriti nella lista UNESCO dei patrimoni mondiali dell'umanità per l'alto valore paesaggistico e naturalistico.
  • Batangas — Città e porto rinomato per la bellezza dei fondali marini che attraggono turisti con l'hobby dello snorkeling e delle immersioni subacquee.
  • 11.975121.92252 Boracay Isola di Boracay su Wikipedia — Isoletta di 10 km di lunghezza, divenuta il più rinomato centro balneare delle Filippine grazie ai suoi bianchi arenili.
  • 12.908333123.5980563 Donsol Donsol su Wikipedia — Il miglior posto dove avvistare lo squalo balena
  • 11.195556119.40754 El Nido El Nido su Wikipedia — Ha dozzine di isole calcaree che formano una topografia carsica straordinariamente bella e permeata da baie e lagune cristalline, ancora relativamente incontaminate dal turismo di massa.
  • 11.333333124.1166675 Malapascua Malapascua su Wikipedia — Situata all'estrema punta settentrionale di Cebu nel gruppo centrale delle Vizayas, Malapasqua è un'isola di dimensioni ridotte (2.5 x 1 km), divenuta famosa per i coralli che allignano sul fondo marino e che formano veri e propri giardini sommersi come quello che circonda la vicina isoletta di Gato. Malapascua è rinomata anche per i centri di scuba diving ben attrezzati e per l'avvistamento degli squali alopias, ritenuti generalmente non pericolosi.
  • 13.256667123.6856 Monte Mayon Monte Mayon su Wikipedia — Un vulcano attivo che secondo la letteratura turistica locale ha il cono di stratovulcano più perfetto del mondo.
  • 14.01120.99757 Monte Taal Monte Taal su Wikipedia — Un vulcano attivo con un lago nella sua caldera, situato in un altro lago che è la caldera di un vulcano dormiente più grande. È abbastanza panoramico e abbastanza vicino a Manila da essere una popolare escursione da fine settimana.
  • 13.5120.9541678 Puerto Galera Puerto Galera su Wikipedia — Una destinazione per le immersioni e anche una meta preferita dai filippini durante la Settimana Santa per via delle sue coste di sabbia bianca e della sua incredibile flora.


Come arrivare[modifica]

Essendo una nazione prevalentemente insulare separata da migliaia di chilometri di mare, le Filippine sono per lo più raggiungibili solo in aereo (anche dal sud-est asiatico) e sebbene siano disponibili anche viaggi via mare, sono da limitati a inesistenti (e pericolosi) e i porti possono avere strutture limitate per l'immigrazione e l'elaborazione doganale.

Mentre la burocrazia filippina non è da nessuna parte così ingombrante e corrotta dalla fine dell'era Marcos, il problema è che la maggior parte dei visitatori può viaggiare senza visto o ottenere un visto all'arrivo nella maggior parte dei porti di ingresso. Le dogane sono allentate, ma ora il Paese sta applicando rigorosamente le restrizioni sull'introduzione di piante, animali e cibo e gli ovvi divieti di contrabbando.

Requisiti d'ingresso[modifica]

Mappa che mostra i requisiti per il visto delle Filippine, con i Paesi in giallo, blu e arancione che non lo necessitano

Visti[modifica]

Tipologie di visto

Non-immigrante

  • 9A: Visto di soggiorno temporaneo (per turismo, affari o assistenza medica). Valido per 30 giorni.
  • 9D: Visto per affari esteri.
  • 9F: Visto per studenti.
  • 9G: Visto di lavoro (insieme al permesso di lavoro per stranieri rilasciato dal Dipartimento del lavoro e dell'occupazione)
  • TRV: Visto di soggiorno temporaneo
  • SEVUA: Visto all'arrivo. Valido 59 giorni.

Immigrante

  • 13: Visto di immigrazione contingentato.
  • 13A: Visto per coniuge (per coniugi stranieri e figli non sposati di cittadini filippini)
  • PRV: Visto di residenza permanente

Speciale

  • SVEG: Visto per investitori.
  • Visto per pensionati stranieri

I cittadini della maggior parte dei Paesi, compresi tutti i paesi dell'ASEAN, possono entrare nelle Filippine senza visto per un massimo di 30 giorni o ottenere un visto all'arrivo per un massimo di 59 giorni, a condizione che abbiano un biglietto di andata e ritorno o di proseguimento e passaporti validi per un periodo di almeno 6 mesi oltre il periodo di soggiorno. Le eccezioni a questa regola sono elencate di seguito:

  • I cittadini di Brasile e Israele possono entrare nelle Filippine senza visto per un massimo di 59 giorni.
  • I cittadini di Hong Kong e Macao, compresi i residenti permanenti di Macao in possesso di passaporto portoghese, possono entrare nelle Filippine senza visto per un massimo di 14 giorni.
  • I cittadini della Repubblica popolare cinese che viaggiano come turisti e in possesso di un visto valido rilasciato da Australia, Canada, Giappone, Stati Uniti d'America o uno stato dell'area Schengen possono entrare nelle Filippine senza visto per un massimo di 7 giorni.
  • I cittadini di Taiwan in possesso di passaporti con numero di identificazione nazionale o certificato di residenza possono richiedere il visto elettronico.
  • I cittadini dell'India in possesso di un visto turistico, d'affari o di residenza valido rilasciato da Australia, Canada, Giappone, Singapore, Regno Unito, Stati Uniti o uno stato dell'area Schengen possono entrare nelle Filippine senza visto per un massimo di 14 giorni.

I cittadini di tutti gli altri Paesi non elencati sopra devono richiedere un visto presso una missione diplomatica filippina prima della partenza.

L'ambasciata italiana si trova a Manila.

I visti per visitatori temporanei (9A) validi per 30 giorni sono facili da ottenere per la maggior parte dei viaggiatori. Se si intende rimanere oltre i 30 giorni, puoi richiedere un'estensione del visto al Bureau of Immigration (BI) che ha uffici nella maggior parte delle città principali e negli aeroporti di Manila e Cebu. Le proroghe sono concesse fino a un massimo di sei mesi per volta. Si può continuare a ottenere estensioni del visto fino a un soggiorno di 3 anni, dopodiché i cittadini stranieri che desiderano rimanere più a lungo devono uscire dalle Filippine e poi tornare per ricominciare l'iter.

La prima estensione del visto ottenuta nelle Filippine presso un ufficio BoI va da 30 giorni a 59 giorni e costa ₱3.130. Il costo di un'estensione del visto di 29 giorni all'aeroporto di Cebu è di 3.000 ₱. Potresti anche ottenere un visto turistico di 59 giorni da qualsiasi ambasciata filippina in tutto il mondo per 30/40 USD, ma si deve andare all'ambasciata due volte poiché il visto impiega 2/3 giorni lavorativi per ottenerlo.

Se si soggiorna oltre il tempo accordato dal visto, è necessario pagare alla partenza una multa di ₱ 1.000 per ogni mese eccedente il soggiorno più una tassa amministrativa di ₱ 2.020.

Le compagnie aeree potrebbero rifiutarsi di effettuare il check-in se si ha un biglietto di sola andata per le Filippine a causa dei requisiti di immigrazione. Cebu Pacific Air richiederà una copia stampata di una "ricevuta dell'itinerario" al momento del check-in. Gli amanti del rischio possono provare a fare il check-in anticipato senza avere un biglietto di ritorno ma con abbastanza tempo per acquistarlo presso un Internet cafè o una biglietteria in aeroporto qualora la compagnia aerea si rifiutasse di concludere il check-in.

Chi intende rimanere oltre i 3 anni con un visto per visitatori temporanei, valuti la possibilità di richiedere un visto di soggiorno temporaneo (TRV), un visto di soggiorno permanente (PRV) o un visto di immigrazione contingentata (13). Questo è possibile se si è sposati con un cittadino filippino e/o se il proprio Paese d'origine ha un accordo di reciprocità dell'immigrazione (se non ci fosse, va richiesto un TRV).

Registrazione degli stranieri e il programma Balikbayan[modifica]

Se intendi rimanere nelle Filippine oltre i 59 giorni con qualcosa di diverso da un visto all'arrivo o un visto di soggiorno temporaneo esteso, devi registrarti per una carta Alien Certificate of Registration (ACR), che costa 50 USD con una tassa di elaborazione aggiuntiva di ₱ 1.000. È necessario fornire fotocopie del passaporto e dei visti rilasciati, una foto 2x2 e la relativa documentazione. La carta è obbligatoria (come supplemento) se si richiede un visto straniero per affari, studenti, lavoro o immigrazione e deve essere rinnovata ogni anno. Chi ha danneggiato o perso la propria carta, o modificato informazioni personali o inserito dati personali errati, dovrà pagare 20 USD per una sostituzione, con una commissione di elaborazione di ₱ 500 (₱ 1.000in caso di sostituzione di una carta smarrita).

Inoltre, soggiornando in qualsiasi residenza privata (inclusi appartamenti o unità condominiali), si dovrà registrare la propria dimora nel barangay di residenza ottenendo un certificato di residenza Barangay entro 24 ore dal proprio arrivo, ma questo non è richiesto per viaggiatori a breve termine.

Nell'ambito del "Programma Balikbayan", gli ex cittadini filippini che sono stati naturalizzati in un Paese straniero possono entrare nelle Filippine senza visto per un massimo di un anno. Gli idonei, dovranno dimostrare la propria precedente cittadinanza filippina presentando un vecchio passaporto filippino, certificato di nascita o documenti di naturalizzazione straniera. Tuttavia, si potrebbe non dover presentare questi documenti all'ufficiale dell'immigrazione, poiché di solito è sufficiente parlare una lingua filippina, apparire filippino e/o mostrare il passaporto straniero in cui è indicata la nascita nelle Filippine. Se il proprio status di Balikbayan è concesso, l'ufficiale dell'immigrazione annoterà il proprio passaporto per un soggiorno di un anno. Anche coniuge e figli possono avvalersi del privilegio di Balikbayan, purché entrino e lascino le Filippine tutti insieme.

Arrivo e dogana[modifica]

Le Filippine rilevano le impronte digitali e fotografano i visitatori all'arrivo e alla partenza come parte del processo di immigrazione. Queste impronte digitali possono farsi strada nei database delle autorità di altri Paesi. Sono esentati i minori di 18 anni.

Va compilata una carta di arrivo al porto di ingresso e presentata all'ufficio immigrazione, dove si fornirà il motivo del viaggio e i dettagli di contatto (indirizzo di casa/hotel, numeri di telefono, e-mail). In caso di arrivo in aereo, la scheda di arrivo si trova nello stesso foglio del modulo di dichiarazione doganale.

Alla partenza è necessario compilare anche una scheda di partenza, che è sostanzialmente la stessa della scheda di arrivo, ma è un piccolo foglio di carta quadrato che omette il modulo di dichiarazione doganale e la sezione informazioni di contatto.

Le dogane sono per lo più allentate con le restrizioni generali sugli articoli duty-free: si può portare fino a 1 litro di alcol, quantità ragionevoli di profumo e 200 sigarette (spesso una stecca di 10 confezioni contenenti 20 sigarette cadauna) o 50 sigari o 100 g di tabacco.

È possibile importare o esportare ₱ 10.000 o qualsiasi valuta estera equivalente a 10.000 USD senza restrizioni, ma qualsiasi cosa in eccesso deve essere dichiarata alla dogana e autorizzata dal Bangko Sentral ng Pilipinas (BSP). Anche gli assegni superiori a tali importi sono coperti dalle stesse regole.

Le Filippine ora applicano rigide restrizioni all'introduzione di prodotti animali e vegetali (in particolare frutta, verdura, carne e pesce non trasformati) e devi dichiararli sia ai funzionari del Bureau of Customs (BOC) che del Department of Agriculture (DA) , o saranno confiscati. Gli alimenti trasformati o confezionati sono generalmente esentati. Se porti animali domestici, questi devono essere sverminati e vaccinati contro la rabbia e anche dichiarati alla dogana. Tutti i prodotti di specie in via di estinzione vengono confiscati.

È necessario dichiarare anche eventuali CD, DVD e dispositivi elettronici (compresi i telefoni cellulari) nel bagaglio registrato; gli oggetti nel bagaglio a mano sono controllati raramente, ma possono essere soggetti a un'ispezione casuale. È vietato importare materiale pornografico, droghe pericolose, merci piratate o contraffatte e prodotti chimici pericolosi. Chi intende portare armi da fuoco per determinati scopi, come il tiro ricreativo, dovrà passare attraverso diverse scartoffie per ottenere un permesso di trasporto e per altri permessi aggiuntivi.

Droghe illegali: i visitatori e i passeggeri in transito devono aspettarsi pesanti multe per il trasporto di piccole quantità di droga e accessori, o da 20 a 40 anni di carcere e l'espulsione per importi maggiori.

Per una guida completa su cosa portare e non con sé nel proprio bagaglio, consultare la sezione Importazioni regolamentate/limitate e vietate sul sito web del Bureau of Customs.

I doganieri filippini sono abbastanza noti per la corruzione, ma la situazione sta lentamente cambiando; i viaggiatori non possono farla franca senza dichiarare articoli soggetti a restrizioni o contrabbando sul bagaglio registrato, con ispezioni utilizzando scanner a raggi X e controlli casuali utilizzando cani K-9. Se colti in flagrante, aspettarsi multe e probabilmente una pena detentiva, espulsione e/o essere inseriti nella lista nera dall'immigrazione).

In aereo[modifica]

Philippine Airlines, la prima (e ora la sua più antica) compagnia aerea commerciale dell'Asia
Cosa pagare quando si lasciano le Filippine?

Se si lascia il paese dagli aeroporti di Clark, Iloilo, Davao e Kalibo, bisogna pagare una tassa detta "addebito servizio passeggeri", più nota come terminal fee. La tassa è riscossa in peso filippini all'aeroporto. Un talloncino apposto sulla carta d'imbarco comprova il pagamento. All'aeroporto di Manila il prezzo del biglietto è comprensivo dell'importo della tassa.

Inoltre coloro che sono rimasti nelle Filippine per un lasso di tempo superiore a un anno sono tenuti al pagamento di una travel tax, ammontante a ₱2.700 se si viaggia in prima classe e ₱1.620 se si viaggia in quella economica o business. L'importo è riscosso al banco, prima del check-in se il biglietto è stato acquistato all'estero delle Filippine. Nel caso invece il biglietto di ritorno sia stato acquistato nelle Filippine, molto probabilmente l'importo è gia incluso nel prezzo del biglietto. Chiedete comunque prima di pagare. Sono esenti dal pagamento persone di nazionalità filippina che studiano o lavorano all'estero, L'importo della tassa è ridotto per minori di anni 12 e giornalisti.

Sebbene le Filippine siano un arcipelago, la maggior parte dei visitatori arriva in aereo. Chi vive in una zona con una grande popolazione filippina, può controllare le agenzie di viaggio che si rivolgono direttamente ai filippini d'oltremare che spesso hanno tariffe più vantaggiose di quelle generalmente pubblicizzate.

La compagnia di bandiera Philippine Airlines e le compagnie low cost Cebu Pacific e AirAsia sono le principali compagnie aeree del Paese; tutte offrono voli nazionali e internazionali. Molte altre compagnie aeree operano voli internazionali per le Filippine e ci sono diversi vettori nazionali più piccoli, inclusi alcuni che utilizzano idrovolanti o elicotteri per raggiungere destinazioni senza aeroporto.

Per chi ha intenzione di viaggiare tra le varie isole, potrebbe essere meglio ottenere un biglietto open jaw; questo può far risparmiare molto tempo quando gli itinerari in loco non sono ad anello. La maggior parte delle combinazioni di biglietti open-jaw volano a Manila e fuori Cebu o viceversa. Potrebbe anche essere possibile ottenere un biglietto con scalo; ad esempio Singapore Airlines effettua voli Singapore-Davao-Cebu e varrebbe la pena chiedere se si può avere qualche giorno a Davao senza cambiare la tariffa.

La maggior parte dei visitatori che entrano nelle Filippine arriveranno attraverso l'Aeroporto Internazionale di Manila-Ninoy Aquino (NAIA) (IATA: MNL) nella Regione Capitale Nazionale. Viaggiare attraverso l'aeroporto di Manila significava lunghi ritardi, trasferimenti difficili tra i terminal e funzionari talvolta corrotti. È notevolmente migliorato, ma alcuni visitatori scelgono ancora di evitare di volare attraverso Manila. Ci sono due alternative principali:

Manila, Cebu, Davao e Clark sono i principali hub del paese per i voli nazionali. Puoi arrivare in uno qualsiasi di questi aeroporti e aspettarti di raggiungere più o meno qualsiasi parte del Paese in modo ragionevole.

Anche altri aeroporti del Paese hanno voli internazionali.

A partire dalla metà del 2019, molte altre città hanno nuovi aeroporti in programma o in costruzione, quindi è probabile che l'elenco si allunghi negli anni '20.

In nave[modifica]

  • Aleson Shipping Lines ha un traghetto per Zamboanga da Sandakan, Malesia. L'orario di partenza da Zamboanga è ogni lunedì e giovedì a mezzogiorno. Classe economica ₱ 2.700 a tratta. Cabina ₱ 3.100 a tratta.

Questo percorso può essere pericoloso; vedere gli avvisi alle isole Sulu e alla penisola di Zamboanga.

C'è anche un servizio di traghetti RORO per General Santos da Bitung in Indonesia.


Come spostarsi[modifica]

La vasta natura arcipelagica del Paese rende i viaggi in aereo e in barca molto importanti per la maggior parte dei visitatori, in particolare tra le principali città. Il Paese è piuttosto grande, soprattutto se si considerano anche le aree marine, inoltre a causa della sua morfologia e della distribuzione urbana, le distanze apparentemente brevi, specialmente sulla terraferma, potrebbero richiedere tempi di spostamento maggiori di quanto ci si potrebbe aspettare.

Emulare i filippini e fare il "pendolare" o prendere i mezzi pubblici il più possibile. Detto questo, viaggiare in auto o in moto è ancora un modo interessante per scoprire le Filippine, per trovare luoghi fuori dai sentieri battuti a patto di avere il coraggio di affrontare la situazione piuttosto scioccante sulle strade filippine.

Come orientarsi

Gli indirizzi filippini seguono il sistema occidentale, ma spesso hanno molte più informazioni e generalmente vengono fornite indicazioni o dettagli sui punti di riferimento (e.g. di fronte al liceo, vicino alla chiesa, stazione di polizia o sala di Barangay). I nomi delle strade esistono, ma diventano meno comuni man mano che ci si addentra in campagna e spesso vengono incluse le strade che si intersecano (e.g. Rizal Avenue angolo Mabini Street). Gli indirizzi rurali possono avere solo il nome barangay e il modo per trovarli sarà fornito tra parentesi. La maggior parte degli indirizzi dovrebbe avere il barangay (la più piccola unità di governo locale nelle Filippine) elencato, ma in alcune grandi città come Manila viene invece fornito il nome del distretto e il nome barangay non viene utilizzato quando è solo un numero, lettera o una combinazione alfanumerica (normale in alcuni centri cittadini, spesso chiamati poblacion e alcune grandi città come Pasay e Caloocan). Le suddivisioni, che possono essere un quartiere con nome all'interno di un barangay urbano o una gated community, possono invece avere case numerate in base all'isolato e al numero di lotto.

Parte di quasi tutti gli indirizzi filippini è il barangay (abbreviato in Brgy.), l'unità amministrativa più bassa del governo. Alcuni barangay sono divisi in sitio o purok, o comunità più piccole (sotto-villaggi) o frazioni, specialmente nelle aree rurali dove gli insediamenti sono sparsi in comunità lontane. Nelle aree urbane, la maggior parte dei barangay non ha più sitio/purok ma suddivisioni o comunità residenziali contigue. I barangay urbani svolgono il ruolo che i quartieri o i distretti avrebbero in un altro paese e tendono ad avere una piccola superficie ma una grande popolazione. I barangay rurali sono più o meno come comuni o contee altrove e spesso coprono una vasta area.

Se si prende un taxi, jeepney o triciclo, chiedere indicazioni in anticipo. I filippini chiederanno ad altri locali, autisti, proprietari di negozi o poliziotti il punto di riferimento o le caratteristiche dell'edificio più vicino; fare altrettanto aiuterà a muoversi meglio.

  • Le sale di Barangay possono avere mappe dettagliate di un'area, che dovrebbero indicare le strade o le strade principali e i principali punti di riferimento. Oltre alla polizia locale, puoi anche chiedere ai barangay tanod (osservatori del villaggio) di stanza negli avamposti lungo la strada, ma le loro indicazioni possono essere vaghe o inutili e potrebbero avere una conoscenza dell'inglese limitata a seconda della zona.
  • Google Maps funziona bene nelle grandi città e persino nelle aree rurali e fornisce informazioni dettagliate sulla navigazione e sul traffico, ma la copertura è disordinata a seconda del luogo (con molti luoghi che terminano in punti strani a causa dell'errata interpretazione degli indirizzi del sistema) e i barangay sono spesso non sono mostrati negli indirizzi. Gli orari di autobus, treni e traghetti possono essere trovati anche su Maps, ma gli orari di autobus o traghetti sono poco affidabili e le indicazioni di transito sono utili solo per pianificare il percorso.

In aereo[modifica]

Ritardi dei voli

I ritardi dei voli possono verificarsi a causa di problemi tecnici nei principali aeroporti delle Filippine. Se il maltempo o lo smog si accumulano durante il giorno, si accumula anche l'arretrato dei voli e ciò può causare un ritardo di 2-3 ore nel proprio volo nazionale.

Se si ha un volo con biglietto separato per un volo in coincidenza, o si prevede di partire il giorno successivo, si potrebbe prendere in considerazione la possibilità di volare col primo aereo, in modo da avere tutto il tempo per rilassarsi, transitare o effettuare la prenotazione dell'hotel per la notte.

Poiché le Filippine sono un arcipelago, il modo più semplice per spostarsi tra le isole è l'aereo. Philippine Airlines (e il suo vettore regionale, PAL Express), Cebu Pacific (e il suo vettore regionale, Cebgo) e Philippines AirAsia gestiscono importanti tratte nazionali, collegando molte grandi città. Ci sono anche diversi vettori più piccoli che servono destinazioni turistiche (come Amanpulo nella Provincia di Palawan), così come destinazioni più remote. Mentre la maggior parte delle città è servita da aerei a reazione, alcune destinazioni sono servite da aerei a elica.

Le reti di rotte della maggior parte delle compagnie aeree locali sono fortemente concentrate intorno a Manila, Cebu e Clark: volare tra i punti nazionali di solito comporta il transito in una di quelle città, sebbene i voli diretti tra le altre grandi città vengono lentamente introdotti. Raggiungere la Provincia di Sulu e la Provincia di Tawi-Tawi in aereo è un caso particolare: i viaggiatori devono volare attraverso Zamboanga.

La maggior parte dei voli nazionali nelle Filippine sono operati da vettori low cost e di conseguenza sono esclusivamente economici: PAL è l'unica compagnia aerea ad offrire la business class sui voli nazionali. Ciò non significa, tuttavia, che le tariffe siano convenienti: le vendite di posti nazionali sono una caratteristica comune durante tutto l'anno e tutte le principali compagnie aeree offrono regolarmente tariffe promozionali sui loro siti web. Tuttavia, le tariffe aumentano in modo significativo durante i principali periodi di alta stagione (in particolare durante il Natale, la Settimana Santa e Undas) e nei luoghi serviti da una sola compagnia aerea (come la Provincia di Camiguin o la Provincia di Marinduque), le tariffe aumentano anche durante le principali feste provinciali o cittadine. I voli sono spesso pieni durante l'alta stagione di viaggio, quindi è consigliabile prenotare con largo anticipo. Le compagnie aeree locali effettuano regolarmente "vendite di posti", pubblicizzando tariffe economiche per i voli verso destinazioni nazionali. Tuttavia, alcuni biglietti prenotati durante la vendita di un posto possono essere utilizzati solo in date ben successive alla durata della vendita (a volte fino a un anno dopo la vendita) e le tariffe pubblicizzate di solito escludono le tasse governative e i supplementi carburante.

I passeggeri in partenza con voli nazionali dall'aeroporto di Clark devono pagare una tassa di ₱ 150 prima di entrare nell'area pre-partenza; tutti gli altri aeroporti delle Filippine (compreso NAIA) hanno questa tassa inclusa nel biglietto.

La sicurezza è rigida negli aeroporti filippini, quindi concedersi tempo a sufficienza per i checkpoint a terra. I veicoli vengono controllati dalla sicurezza prima di entrare in aeroporto, i bagagli vengono controllati all'ingresso del terminal ei passeggeri passano attraverso un metal detector. Le aree di transito a terra negli aeroporti filippini sono generalmente vietate ai non passeggeri.

In auto[modifica]

Le strade nelle Filippine variano notevolmente in termini di qualità, dalle superstrade asfaltate a più corsie di Luzon alle strette strade sterrate di remote aree montuose, il che può complicare il viaggio in auto. La maggior parte delle principali autostrade ha da due a quattro corsie e normalmente sono pavimentate con asfalto o cemento, sebbene le strade con più di quattro corsie, spesso divise, siano comuni vicino alle principali città. La disposizione delle strade nella maggior parte delle città e dei paesi non è mai cambiata dall'era coloniale spagnola e le strade sono spesso strette, con molti angoli ciechi. Gli atlanti stradali e le mappe sono disponibili nelle librerie di tutto il Paese e sono molto utili quando si guida, soprattutto quando si guida da soli.

Le patenti di guida straniere sono legalmente valide nelle Filippine fino a 90 giorni dopo l'arrivo, dopodiché è richiesta una patente di guida filippina. Potrebbe anche essere una buona idea portare con sé il passaporto che dimostri che il proprio ultimo ingresso nelle Filippine risale a meno di 91 giorni fa.

Il traffico veicolare nelle Filippine si sposta sulla destra e la stragrande maggioranza dei segnali stradali è in inglese, con i restanti in filippino. I segnali stradali sono un mix di standard americani ed europei. La segnaletica orizzontale è solitamente bianca, la stessa della maggior parte dell'Europa, fatta eccezione per le linee di divieto di passaggio, che usano il giallo, come nella maggior parte delle Americhe. Sebbene la maggior parte delle autostrade principali abbia una buona segnaletica orizzontale e verticale, generalmente è meno comune nei centri urbani e nelle strade secondarie, tanto più nelle strade rurali nelle regioni più povere.

In nave[modifica]

Regione Capitale Nazionale[modifica]

Muoversi a Manila con il Pasig Ferry Service di Pasig, i vaporetti sono disponibili nelle stazioni intorno allo storico fiume Pasig. Le tariffe variano da 25, 35 e 45₱. Per studenti e giovani le tariffe sono ₱20 indipendentemente dalla distanza.

Viaggiare tra le isole[modifica]

Dopo gli autobus e gli aerei, le navi sono il mezzo di viaggio più economico del paese.

I viaggi in traghetto per altre isole possono richiedere più di 24 ore, a seconda della distanza. L'unica linea di traghetti a livello nazionale è 2Go Travel. Da Cebu ci sono compagnie di traghetti più piccole: Trans Asia Shipping Lines, Cokaliong shipping Lines, Lite Ferries e Oceanjet.

Gli orari possono essere trovati sui siti web delle compagnie di navigazione o sui giornali con sezioni per annunci di traghetti. A volte i traghetti possono subire ritardi perché tutto il carico e i passeggeri non sono ancora imbarcati o a causa delle condizioni climatiche.

In treno[modifica]

La Philippine National Railways (PNR), la compagnia ferroviaria di proprietà del governo, gestisce i treni all'interno di Luzon. La rete ferroviaria risale al 1890 e al 1900, ma è caduta in rovina e abbandono dagli anni '80 e solo negli anni 2010 il governo si è impegnato a riabilitare, ricostruire ed espandere il sistema con assistenza finanziaria e tecnica da Giappone e Cina.

Luzon ha una linea ferroviaria interurbana che collega Manila e la città di Legazpi nella regione di Bicol, ma i servizi notturni come Bicol Express e Mayon Limited sono sospesi dal 2015 e solo i servizi pendolari e regionali verso Regione Capitale Nazionale, Provincia di Laguna e Bicol sono operativi come del 2019.

I treni a lunga percorrenza PNR sono disponibili in quattro classi: cuccette (solo in Bicol Express), deluxe/executive (solo nella Mayon Limited completamente climatizzata), climatizzate (con sedili reclinabili girevoli) e ordinarie (coppie di sedili da 3 posti messi di fronte, solo in Mayon Ordinario). I treni pendolari e regionali sono disponibili in un'unica classe, climatizzati o ordinari, dispongono di sedili e posti in piedi e la prima carrozza riservata a donne, anziani e persone con disabilità.

In autobus[modifica]

Autobus provinciali presso la stazione degli autobus di Dau, nella Provincia di Pampanga

Gli autobus sono un modo economico ed efficiente di viaggiare nelle Filippine via terra e servono gran parte del Paese.

Gli autobus provinciali sono ampiamente disponibili e includono servizi pendolari verso una città più piccola o cittadina a oltre 50 km da una grande città, servizi che si fermano praticamente in ogni barangay e piccola città lungo il percorso e servizi interurbani a lunga distanza (che possono comportare una tratta in traghetto, inclusa o meno nel prezzo del biglietto). Gli autobus provenienti da snodi urbani come Manila, Cebu o Davao tendono ad essere migliori, con aria condizionata, sedili rigidi e partenze frequenti.

Non ci sono compagnie di autobus che coprono l'intero Paese, ma ci sono oltre un centinaio di compagnie di autobus che gestiscono servizi provinciali di varie dimensioni. Le più grandi compagnie di autobus sono Victory Liner, Five Star (una consociata di Victory Liner), Philtranco e Yanson Group, che hanno una copertura di gran parte del paese, gestiscono più filiali o marchi e hanno un buon servizio clienti e record di sicurezza.

Gli autobus provinciali sono disponibili in cinque classi: Ordinario, Climatizzato, Deluxe (executive), Super Deluxe e Lusso. Gli autobus di lusso, con ampi sedili reclinabili (o addirittura letti), servizi igienici e schermi per l'intrattenimento personale, sono consigliati per i viaggi a lunga distanza tra le grandi città e i prezzi dei biglietti sono generalmente alla pari con le compagnie aeree. Gli autobus ordinari sono generalmente sconsigliati ai viaggiatori stranieri; non sono climatizzati, più affollati e meno sicuri, e devi fare i conti con comportamenti fastidiosi come le persone che sputano dalle finestre aperte.

Gli autobus urbani sono rari e solo Manila, Cebu e Davao hanno sistemi di autobus urbani. Sono appaltati a compagnie di autobus private gestite da un'agenzia di transito, ma seguono una tariffa stabilita dal governo nazionale. Gli autobus sono il più delle volte gli stessi che percorri sulle strade provinciali, ma gli autobus a pianale ribassato vengono lentamente introdotti. Manila e Cebu hanno anche autobus per l'aeroporto e autobus espressi di lusso (con il marchio Point-to-Point o P2P, che serve anche le città di provincia).

La maggior parte degli autobus avrà un conducente, che assiste i passeggeri oltre a raccogliere le tariffe e perforare i biglietti. Sono utili, ma sono meno abituati agli stranieri rispetto al personale delle compagnie aeree.

I biglietti possono essere acquistati all'interno dell'autobus tramite il controllore, al terminal, oppure online (tramite il sito aziendale o un portale di prenotazione), ma sono utilizzabili per un solo viaggio.

I viaggi in autobus nelle Filippine possono durare più di due ore e comporteranno una sosta in un ristorante lungo la strada o in un'area di servizio, solitamente collegata o in collaborazione con la compagnia di autobus. I servizi igienici sono sempre più presenti sugli autobus utilizzati sulle rotte a lungo raggio, ma gli autobus più vecchi potrebbero non averne uno.

Puoi portare a bordo bagagli che pesano fino a 10 kg e qualsiasi cosa più pesante di quella va nel vano di carico. Gli animali domestici possono essere trasportati a bordo in gabbie approvate, ma questo dipende dalle regole aziendali. Le politiche su cibo e bevande variano, ma sono generalmente consentite sui servizi provinciali purché non siano disordinati. È vietato fumare a bordo e al terminal o alla fermata.

Le città e i paesi di solito hanno una o più stazioni centrali degli autobus, sia di proprietà del governo che di società. Le grandi stazioni degli autobus possono funzionare come un aeroporto: è necessario acquistare in anticipo i biglietti e superare un controllo di sicurezza all'ingresso dell'area partenze, e salire sull'autobus attraverso un cancello esposto sui pannelli informativi. Le piccole stazioni degli autobus possono essere poco più di un pezzo di cemento o terra con servizi di base.

Gli stranieri si vedono meno spesso sugli autobus, quindi aspettati l'esposizione a comportamenti stridenti comuni come sputi e conversazioni ad alto volume e altri fastidi come l'audio ad alto volume e le persone che trasportano tutti i loro bagagli pesanti a bordo. Detto questo, una corsa in autobus offre l'opportunità di interagire con la gente del posto e sperimentare la cultura filippina.

In moto[modifica]

Motocicli fermi al semaforo

Motociclette e scooter (chiamati genericamente moto in inglese filippino) sono estremamente diffusi nel Paese, principalmente marchi giapponesi più alcuni marchi filippini come Rusi. La maggior parte sono nella gamma 125‑200 cc. Sono disponibili per il noleggio (~300 ₱/giorno) in molte città e aree turistiche ed è comune che i visitatori di lungo termine ne comprino uno.

La guida in moto qui non è per i deboli di cuore e i motociclisti rimangono uccisi abbastanza spesso, principalmente a causa di abitudini di guida pericolose come la guida in stato di ebbrezza o il sorpasso illegale. Per approfondire, si veda l'articolo Guidare nelle Filippine.

Esiste una legge nazionale che richiede l'obbligo di indossare il casco, ma non è applicata in modo coerente in tutte le regioni.

Mototaxi[modifica]

I mototaxi (habal-habal) sono disponibili, ma rimangono illegali e non regolamentati a partire dal 2020. In alcuni luoghi, come Samal, sono l'unica opzione di trasporto, anche se quasi tutti saranno privi di licenza. Non ci sono tassametri; si deve negoziare un prezzo e alcuni conducenti potrebbero provare a sovraccaricare i turisti o potrebbero ritenere di aver diritto a qualcosa in più perché si vuol essere l'unico passeggero quando potrebbero trasportare due o anche tre filippini alla volta. Potendo scegliere, un triciclo o un jeepney di solito saranno più sicuri e più comodi.

Nelle grandi città è possibile chiamare un habal-habal tramite app come Angkas e GrabBike. I servizi in app hanno autisti qualificati e formati, identificabili attraverso una divisa con il nome dell'azienda.

In taxi[modifica]

Tariffe dei taxi

La maggior parte dei tassisti oggigiorno addebita alle persone tariffe non basate sui tassametri, soprattutto nelle ore di punta. Se si incontra uno di questi dire di "no" e dire che i conducenti non hanno il diritto di chiedere una tariffa doppia e non basata sui tassametri, questo è di solito riscontrato dai turisti e dai filippini della classe media d'élite. In tal caso, scendere dal taxi, minacciare l'autista di chiamere l'hotline della polizia; Philippine National Police (PNP) +63 2 722-0650 inizia a comporre il numero del tuo cellulare per fargli credere che stai chiamando la polizia o chiama la hotline Metro Manila Development Authority (MMDA); 136 se si è a Manila, si può anche inviare un messaggio alla polizia al 2920 e il proprio messaggio deve essere il seguente; PNP(spazio)(messaggio), per i propri reclami. Alcuni taxi hanno tassametri che emettono scontrini; chiedere una ricevuta se ne hanno una.

I taxi sono generalmente disponibili all'interno delle principali città, ma di solito non vengono utilizzati per viaggiare attraverso le varie province e regioni.

Quando si chiama un taxi nelle città, assicurarsi che il tassametro sia acceso e pagare la tariffa in base al tassametro. Una mancia di 10 PHP è accettabile. Inoltre, assicurarsi di avere monete e banconote di piccolo taglio, poiché i conducenti spesso affermano di non avere spiccioli nel tentativo di ottenere una mancia più grande, e nei periodi mattutini, molti conducenti accettano solo monete come pagamento (attenzione all'onnipresente targhetta o adesivo Barya lang po sa umaga)! Inoltre, non sorprendersi se i conducenti vogliono bypassare il tassametro nelle ore di punta. La maggior parte dei taxi ha una tariffa di riduzione di ₱ 40 con ogni 300 metri costa ₱ 3,50 mentre i taxi gialli sono più costosi con una tariffa di riduzione di ₱ 70 con ogni 300 metri costano ₱ 4 (aprile 2011).

Si può prenotare un taxi utilizzando app mobili abilitate col GPS come "Grab Taxi" e "Easy Taxi" con un piccolo supplemento. È meglio che chiamare un taxi perché si può vedere il numero di taxi disponibili e la loro posizione tramite GPS. Una volta confermata la prenotazione del taxi, sul proprio dispositivo mobile appariranno nome, foto, numero di targa e numero di telefono e si potrà comunicare con il proprio autista per fargli sapere esattamente dove ci si trova. Questo è disponibile nella Regione Capitale Nazionale e Cebu.

In van[modifica]

UV Express, o Utility Van Express (precedentemente ma ancora comunemente chiamato "FX", dal loro uso del veicolo multiuso Toyota Tamaraw FX), è un servizio navetta per furgoni, solitamente gestito da furgoni Toyota o Nissan bianchi con un insegna recante tratta e operatore. Sono comunemente usati nei percorsi brevi nelle province e sono più veloci dell'autobus o del jeepney poiché viaggiano senza sosta, ma i veicoli sono spesso pieni, il soffitto è basso per gli stranieri alti, c'è poco spazio per i bagagli ingombranti e le tariffe sono più costose del normale autobus (ma meno del jeepney).

UV Express ha percorsi fissi come autobus o jeepney, ma come servizi non-stop possono far salire i passeggeri solo ai terminal delle rotte. La tariffa è fissa, pari a ₱ 2 per chilometro moltiplicato per la lunghezza dell'intero percorso, e viene riscossa dal conducente che occupa il sedile del passeggero anteriore o da un esattore della tariffa al capolinea. I capolinea UV si trovano solitamente in una stazione degli autobus o in un centro commerciale, ma ci sono anche stazioni dedicate, che possono servire una o più rotte UV. Le partenze sono irregolari e i furgoni partono solo quando sono pieni.

Non chiamare mai un van o chiedere all'autista di essere lasciato alla destinazione prevista come un jeepney. I van che consentono di salire o scendere al di fuori dei capolinea sono veicoli senza licenza senza insegna recante tratta e azienda (e targa per veicoli privati); tendono ad essere sovraccarichi e non sicuri, le tariffe sono più alte e il viaggio richiede più tempo.

In alcune aree turistiche sono disponibili anche van-navetta con licenza e accreditate dal governo che vengono prenotate tramite telefonicamente e forniscono un servizio porta a porta al proprio hotel dall'aeroporto (e viceversa). Sono più lenti di un taxi poiché si fermano negli hotel lungo la strada, ma spesso sono più economici.

Si può anche noleggiare un furgone se si viaggia con un gruppo di 10-18 persone; le tariffe di noleggio di solito partono da ₱ 1000 al giorno (costo condiviso dal gruppo) e i pasti al ristorante e i soggiorni in hotel, resort o pensione su richiesta sono generalmente inclusi. Gli elenchi sono spesso difficili da trovare e generalmente è un servizio rivolto ai filippini.

In jeepney[modifica]

Il "re delle strade filippine"

I Jeepney sono comuni in tutto il Paese e sono di gran lunga il modo più conveniente per spostarsi nelle principali aree urbane. I segnali stradali che si riferiscono a loro di solito li chiamano "PUJ", Jeep di pubblica utilità.

I Jeepney sono spesso piuttosto affollati e generalmente non molto comodi (soprattutto per chi è alto), di solito c'è poco spazio all'interno per i bagagli (anche se la maggior parte ha un portapacchi), potrebbero esserci dei borseggiatori e si potrebbe riscontrare comportamenti fastidiosi come conducenti che fumano o passeggeri impegnati in conversazioni ad alta voce, tuttavia ogni visitatore dovrebbe provarli almeno una volta poiché fanno sicuramente parte di una "esperienza filippina". Per un viaggiatore con budget limitato, saranno probabilmente una delle opzioni di trasporto più utilizzate.

Nelle città i jeepney generalmente viaggiano su percorsi fissi, hanno tariffe fisse a seconda della distanza (spesso circa ₱ 9 per un massimo di 4 km e ulteriori ₱ 2,25 per km; nel 2019) e si fermeranno facengoli un gesto. Solitamente sono presenti cartelli a lato del veicolo che indicano il percorso. All'interno di Manila e di altre grandi città, si troverà più jeepney per ogni tratta, quindi raramente si dovrà aspettare a lungo per prenderne uno.

Nelle province, i jeepney collegano anche paesi e città. Per questi viaggi più lunghi ci sono spesso sconti per anziani o studenti, anche se di solito non per viaggi all'interno di una città. Per un viaggio di pochi chilometri da una città a un sobborgo o di poche decine di chilometri da una città vicina, i jeepney sono spesso il modo migliore per spostarsi. Per i viaggi più lunghi, invece, gli autobus sono più comodi.

I jeepney originali erano fatti con jeep lasciate dagli americani dopo la seconda guerra mondiale. I filippini hanno allungato la scocca e aggiunto panchine lungo i lati per far sedere più persone. Oggi la maggior parte dei nuovi jeepney si basa su veicoli usati importati, ma molti di quelli più vecchi sono ancora in funzione. I Jeepney in genere hanno posti a sedere per circa 20 persone, ma spesso ne trasportano 30 o più con persone nel corridoio o sulle pedane. Alcuni passeggeri possono sedersi davanti con l'autista; questi sono i posti migliori.

Alcuni jeepney hanno un conducente per ritirare i soldi del biglietto, ma su altri si paga l'autista. È abbastanza comune che le persone sedute in fondo invitino altri passeggeri a passare i loro soldi all'autista; questo è più facile se si ha il cambio esatto. È anche comune che i passeggeri colpiscano le parti metalliche del tetto con delle monete quando vogliono scendere e questo tintinnio arriva fino al conducente.

Fare attenzione ai jeepney colorum che non hanno un percorso segnalato. È meglio evitarli, ma in alcuni luoghi sono comuni e potrebbero essere gli unici disponibili. Vedere la sezione sicurezza. Anche sui jeepney legittimi possono esserci problemi con i conducenti che "interrompono il viaggio" illegalmente, ovvero quando si paga l'intera tariffa per la destinazione prevista e si sarà costretti a scendere a metà strada o da qualche parte vicino alla propria destinazione senza ottenere un rimborso a causa di un ingorgo, un blocco stradale o la mancanza di passeggeri in attesa.

In alcune zone ci sono veicoli molto simili a un jeepney, ma costruiti su un telaio più piccolo in modo da poter trasportare solo una dozzina di passeggeri. La gente del posto di solito chiamerà questi mezzi col nome di multicab.

I jeepney "moderni", gestiti da società o cooperative invece che da individui come con i veicoli "tradizionali", stanno lentamente entrando in vigore, specialmente intorno a Manila. Sebbene siano tecnicamente jeepney, i veicoli possono assomigliare più a un minibus, con una porta d'ingresso sul lato destro. Le tariffe sono leggermente care (a partire da ₱11 per i primi 4 km, aumentando di ₱1,40-1,70), ma è possibile pagare con smart card (es. Beep) anziché in contanti, e i mezzi sono più comodi.

In tricycle[modifica]

Traysikel

I traysikel (parola filippina, pronunciata molto simile a quella inglese tricycle) sono tricicli, motociclette e sidecar; le moto sono tipicamente macchine giapponesi nella gamma 125-200 cc. Il design sembra variare da regione a regione, ma all'interno di una determinata città la maggior parte dei traysikel sarà dello stesso tipo. In alcuni posti i sidecar possono ospitare quattro persone, in altri solo due. In molte aree, pedicab si riferisce a un veicolo a pedali, una bicicletta e un sidecar o un risciò da bicicletta con due posti sul retro e il ciclista che pedala davanti. In altre aree, il pedicab viene utilizzato anche per i sidecar motorizzati.

In alcune delle città più piccole, questi sono i principali mezzi di trasporto all'interno della città e i jeepney vengono utilizzati solo per i viaggi tra le città. In alcune zone i tricicli vengono utilizzati anche per spostamenti fuori città fino a circa 25 km.

Questi mezzi potrebbero non piacere alla maggior parte degli stranieri, poiché sono angusti e non isolati né al rumore né alle intemperie. Nella maggior parte dei posti sono veicoli condivisi; aspettarsi di viaggiare insieme ad altre persone percorrendo all'incirca la stessa strada e di fare strani deviazioni in quanto l'autista devia per lasciare un passeggero a destinazione.

La maggior parte delle tariffe in qualsiasi città sono ₱ 10-80, in base della distanza. La maggior parte delle tariffe sono per persona, ma alcune sono per triciclo. In alcuni luoghi la tariffa è regolamentata dalla legge. A volte ci sono tariffe fisse. Nelle zone più rurali, le tariffe sono diverse. Per le corse più lunghe, si dovrà contrattare sulla tariffa e alcuni conducenti cercheranno di sovraccaricare gli stranieri.

In generale, la maggior parte dei viaggi sono ragionevolmente sicuri, piacevoli e abbastanza economici per gli standard esteri, ma possono esserci problemi. Alcuni conducenti possono fumare durante la guida (nonostante i divieti di fumo sui veicoli di pubblica utilità, compresi i tricicli) o applicare un sovrapprezzo, e alcuni guidano in modo piuttosto avventuroso, violando spesso le regole del traffico, come sorpassi illegali o ignorando i divieti sui tricicli (principalmente su autostrade molto trafficate). Alcune motociclette sono piuttosto rumorose, emettono fumo o hanno fari o fanali posteriori inadeguati.

Di solito c'è un portapacchi sul retro. Se lo si usa, è bene assicurarsi che l'autista leghi le proprie cose; altrimenti potrebbero essere rubate o volare via quando ci si imbatte in un dosso. I bagagli grandi o di valore devono viaggiare nell'area passeggeri; sui tricicli con sidecar a quattro posti il sedile anteriore può essere ribaltato per fare spazio. Di solito si dovrai pagare un extra per questo, il che è giusto poiché il bagaglio impedisce all'autista di prendere più passeggeri.

Si possono trovare tricicli che assomigliano a risciò o tuk-tuk in alcune zone, specialmente a Mindanao (e.g. le motorelas di Cagayan de Oro); hanno passeggeri seduti dietro l'autista invece che in un sidecar separato. Gli autorisciò Bajaj – alcuni alimentati a gas naturale compresso – possono essere avvistati anche in alcune zone; il rovescio della medaglia è che possono trasportare solo da 3 a 4 passeggeri (non c'è posto extra per bambini piccoli o un altro passeggero), ma il vantaggio è che hanno uno spazio per la testa più alto, meno rumore del motore e sedili più comodi. I traysikel elettrici possono essere trovati in alcune zone, come a Manila.

Cosa vedere[modifica]

Le Filippine possono dare l'esperienza dell'isola tropicale da sogno. Le sue bellissime spiagge sabbiose, il clima caldo, le chiese secolari, le magnifiche catene montuose, le fitte foreste pluviali, la ricca cultura e le persone sorridenti sono alcune delle attrazioni che si può vedere e vivere in questo arcipelago composto da oltre 7.000 isole. Si può sperimentare la cultura ricca e unica del Paese in diversi modi, ad esempio visitando le antiche chiese spagnole, partecipando a fiestas (feste) colorate e gustando una cucina esotica e gustosa. Ma forse il modo migliore per vivere la cultura filippina è cavalcare un jeepney.

Attrazioni storiche e culturali[modifica]

Gli spagnoli iniziarono a colonizzare le Filippine negli anni '60 del Cinquecento e le tennero fino a quando gli americani non presero il potere nel 1898. Quasi tutte le città del Paese hanno alcuni bei vecchi edifici di quel periodo e almeno una chiesa cattolica. Alcuni hanno molto di più, interi quartieri pieni di vecchi edifici compresi i resti delle fortificazioni spagnole:

  • Manila è la capitale delle Filippine; fu fondato durante l'era coloniale spagnola. Nonostante sia una città con moderni grattacieli, Manila conserva ancora il suo ricco patrimonio storico e culturale. Le sue antiche chiese, strutture coloniali, edifici neoclassici e monumenti storici conferiscono a questa città il suo fascino unico.
  • Intramuros (in spagnolo "dentro le mura") è il quartiere più antico e il nucleo storico di Manila. Intramuros ospita le strutture più belle e antiche di Manila come la Cattedrale di Manila e il Forte Santiago. Nonostante sia stata gravemente danneggiata durante la seconda guerra mondiale, Intramuros ha ancora il suo carattere coloniale spagnolo.
  • Cebu è stato il primo insediamento spagnolo nelle Filippine ed è stata la capitale per alcuni anni. Il suo distretto di Colon ospita alcuni dei luoghi storici e del patrimonio più importanti del Paese, tra cui il Forte San Pedro e la Basilica di Santo Niño. Il Festival Sinulog della città attira migliaia di turisti e pellegrini; è una delle feste più popolari del Paese.
  • Baguio si trova a un'altitudine considerevole ed è stata utilizzata come capitale estiva per sfuggire al caldo di Manila.

Diverse città hanno collezioni particolarmente belle di edifici storici, comprese molte case del patrimonio costruite per importanti spagnoli o per ricche famiglie filippine. Molte di queste sono ancora abitazioni private e non tutte sono aperte al pubblico, ma alcune sono diventate musei e altre consentono visite guidate.

La storica città di Vigan

Poiché il Paese è stato una colonia spagnola per 300 anni, le chiese barocche si trovano facilmente nelle Filippine. Queste chiese assomiglieranno quasi a quelle che potresti vedere in Spagna e altrove in Europa. Alcuni dei più iconici del Paese sono:

Queste chiese sono state designate come patrimonio mondiale dell'UNESCO con il titolo collettivo di Chiese barocche delle Filippine.

Spiagge e isole[modifica]

Spiagge e diving sono tra le attrazioni turistiche più conosciute del paese; con 7.107 isole c'è sicuramente abbastanza scelta. Molte spiagge hanno sabbia bianca brillante, ma si trovano anche sabbia beige, grigia, nera o addirittura rosa. La maggior parte delle immersioni avviene intorno alle barriere coralline; molte sono raggiungibili semplicemente camminando in acqua o con una gita di un giorno in barca da uno dei resort. Alcuni come Coron presentano immersioni sui relitti e alcuni come il Parco naturale delle barriere coralline di Tubbataha prevedono viaggi più lunghi su barche a bordo.

L'Isola di Boracay è la località balneare più famosa del Paese, è stata classificata come una delle migliori isole del mondo da diverse riviste e attrae migliaia di viaggiatori internazionali e locali ogni anno. Ha spiagge di sabbia bianca finissima e acque azzurre, ed è un'area altamente sviluppata che offre una vasta gamma di attività tra cui immersioni subacquee, snorkeling, windsurf, kitesurf, cliff diving e parasailing. Dopo tutte queste attività, puoi concederti un massaggio rilassante direttamente sulla spiaggia di sabbia bianca o in una delle terme.

Se si vuole evitare le spiagge affollate, andare nella Provincia di Palawan. Le spiagge della provincia sono meno sviluppate, poco affollate e ben conservate. La città costiera di El Nido è una delle migliori destinazioni che Palawan e le Filippine possono offrire. Le sue spiagge incontaminate, le acque cristalline, le ripide scogliere calcaree, gli splendidi isolotti e i punti di immersione possono competere con i migliori al mondo.

L'isola di Coron vanta centinaia di formazioni calcaree sormontate da fitte foreste pluviali. È anche famoso per le sue spiagge squisite e per i relitti della seconda guerra mondiale. Noleggiare un kayak per pagaiare intorno alle isole per vedere il bellissimo e ben conservato paesaggio marino di Coron.

Oltre a Palawan, si può anche provare la Provincia di Bohol, una provincia insulare che ospita anche maestose spiagge sabbiose. Una delle principali destinazioni balneari di Bohol è l' isola di Panglao, che è stata promossa come destinazione alternativa a Boracay. L'isola offre un'ampia selezione di resort di lusso e convenienti.

L'isola di Mactan a Cebu; Isola di Santa Cruz a Zamboanga; Pagudpud a Ilocos; Laiya Beach nella Provincia di Batangas e White Island nell'Isola di Camiguin sono altre famose destinazioni balneari nelle Filippine che vale davvero la pena visitare.

Paesaggi[modifica]

Stanchi delle spiagge? Le Filippine offrono altri paesaggi mozzafiato; oltre alle bellissime spiagge, ci sono catene montuose, fitte giungle, maestose terrazze di riso, laghi panoramici, pittoresche cascate e grotte nascoste.

Terrazze di riso della regione della Cordillera

Se pensiamo alle Filippine, le solite cose che ci vengono in mente sono solo un gruppo di isole con calde giornate di sole. La Regione Amministrativa Cordillera non è la solita destinazione filippina che vediamo su cartoline e riviste di viaggio. Se si visita questa regione montuosa, si prenda giacche e maglioni piuttosto che semplici t-shirt, perché questa regione si trova nei freschi altopiani della parte settentrionale del Paese. Le terrazze di riso sono una delle attrazioni turistiche più visitate della regione, qui si trovano le famose terrazze di riso di Banaue patrimonio UNESCO dal 1995 e le terrazze di riso delle Cordigliere filippine. Queste terrazze di riso furono costruite quasi 2.000 anni fa dagli antichi filippini e conservano ancora la loro bellezza. Nelle vicinanze si trova la città di Sagada nella Provincia di Mountain. Nota per le sue bare sospese e le grotte calcaree, questa città è una destinazione ideale per i viaggiatori con zaino in spalla.

Come nella vicina Indonesia, le isole filippine sono state create principalmente dall'azione vulcanica e le attrazioni turistiche del paese includono diversi vulcani. Tutte le isole maggiori hanno alcune zone montuose adatte agli escursionisti, anche se ci sono poche salite abbastanza impegnative da affascinare gli alpinisti seri.

  • 6.9875125.2708331 Monte Apo Monte Apo su Wikipedia Questo stratovulcano dormiente, vicino a Davao a Mindanao, è la montagna più alta delle Filippine a 2.954 metri ed è una popolare destinazione di arrampicata. È anche una delle aree più bio-diversificate; ospita oltre 272 specie di uccelli, 111 delle quali endemiche della zona. La montagna ha anche quattro laghi principali, questi laghi sono famosi campeggi di alpinisti e una sosta verso la vetta.
  • 15.13120.352 Pinatubo Pinatubo su Wikipedia Uno stratovulcano vicino a Bacolor nella Provincia di Pampanga che ha avuto un'eruzione VEI-6 nel 1991, la seconda più grande della Terra nel 20° secolo. Oggi è una delle principali destinazioni di arrampicata del Paese grazie ai suoi canyon, al terreno 4x4 e al suo pittoresco lago caldera.
  • 13.256667123.6853 Monte Mayon Monte Mayon su Wikipedia Spesso descritto come il cono vulcanico più perfetto del mondo, Mayon, nella Provincia di Albay ha avuto un'eruzione fatale nel 1993.
  • 14.01120.99754 Monte Taal Monte Taal su Wikipedia Questo è un complesso sistema vulcanico descritto come un "lago in un vulcano in un lago" e uno dei paesaggi più pittoreschi delle Filippine. Spesso si raggiunge attraverso la vicina città di Tagaytay nella Provincia di Batangas, dove vengono offerti pacchetti turistici al vulcano. È il secondo vulcano più attivo delle Filippine, con una storia di eruzioni distruttive e uno dei "Vulcani del decennio". Un'eruzione all'inizio del 2020 ha costretto l'evacuazione di diverse città.

Tutti questi tranne il Monte Apo sono vulcani attivi e possono essere estremamente pericolosi; si veda Vulcani#Sicurezza per consigli pertinenti.

Dirigersi verso l'isola di Bohol per vedere le famose Chocolate Hills, e no, non sono fatte di cioccolato, sono cupole calcaree ricoperte di erba che diventano marroni durante la stagione secca, da cui il loro nome. Ci sono più di 1.268 colline sparse nella zona. Le Chocolate Hills sono uno dei luoghi turistici più iconici e popolari del Paese. Un'altra destinazione popolare a Bohol è il Philippine Tarsier Sanctuary a Corella, è un santuario forestale di 7,4 ettari dove oltre 100 tarsidi vagano liberamente, qui si può avere la possibilità di avvicinarsi al tarsio delle Filippine, uno dei primati più piccoli nel mondo.

Altri notevoli paesaggi sono il Parco nazionale del fiume sotterraneo di Puerto Princesa sull'isola di Palawan e il villaggio di palafitte di Mindanao.


Cosa fare[modifica]

Imbarcazione a vela a Boracay
Rafting nel fiume Cagayan de Oro
Monti Baguio
  • Sport aerei - Un festival annuale in mongolfiera si tiene a gennaio e febbraio a Clark, Angeles nella Provincia di Pampanga. Vengono mosse in mostra mongolfiere, paracadutismo e altre attività.
  • Il basket è lo sport più popolare nelle Filippine, da non perdere i tornei di basket PBA e UAAP. Un'esperienza più filippina è guardare uno qualsiasi dei giochi di paliga tenuti nei barangay durante i mesi caldi, se si riesce a sopportare il caldo. Anche lo streetball è molto popolare anche tra i filippini.
  • Bentosa e Hilot sono metodi alternativi di guarigione filippini, Bentosa è un metodo in cui una tazza copre una candela da tè, poi si spegne e drena tutto il dolore su una certa parte del corpo, Hilot è solo il modo filippino di massaggiare.
  • Navigazione a bordo - Le onde e i venti lavorano insieme rendendo il Paese un paradiso per i marinai a bordo. L'Isola di Boracay, Baia di Subic e Anilao a Batangas sono le destinazioni principali.
  • Casinò: la Regione Capitale Nazionale ha una vasta collezione di casinò e destinazioni di intrattenimento. Esplorare il Resorts World Manila, il primo casinò-resort di lusso integrato del Paese, e il Solaire Resorts and Casino di recente apertura. La Entertainment City ospiterà quattro casinò-resort integrati.
  • Speleologia - L'arcipelago ha alcuni sistemi di grotte unici. Sagada a Luzon e Mabinay a Negros sono destinazioni popolari per la speleologia.
  • Feste - Ogni comune, paese, città e provincia ha una propria festa, religiosa o in onore della città o per un motivo storico.
  • Golf - Quasi ogni provincia ha un campo da golf.
  • Turismo medico - La maggior parte dei turisti medici proviene dall'America del Nord e dall'Europa poiché l'assistenza sanitaria qui costa fino all'80% in meno rispetto all'estero. La maggior parte degli ospedali consigliati per il turismo medico si trovano a Regione Capitale Nazionale. La medicina alternativa è anche popolare con le terme, la guarigione per fede e altre terapie marginali diffuse in tutto l'arcipelago.
  • Parchi nazionali - I parchi nazionali sono circa 60/70, includono montagne e barriere coralline.
  • Mountain bike - L'arcipelago ha decine di montagne ed è l'ideale per gli appassionati di mountain bike. Le destinazioni includono Baguio, Davao, Iloilo, Banaue, Monte Apo e Guimaras.
  • Arrampicata su roccia - Isola di Apo, Atimonan, El Nido, Putting Bato, Wawa Gorge hanno i migliori siti dell'arcipelago per l'arrampicata su roccia.
  • Il kayak di mare - Le isole Caramoan a Camarines Sur, Palawan, Isola di Samar e Siargao sono popolari.
  • Le terme si trovano vicino a spiagge, capitali finanziarie, ecc.
  • Trekking - Le catene montuose e le vette offrono un clima fresco per il trekking e potrebbe darti una vista della bellissima flora e fauna esotica del paese. Il Monte Kanla-on e il Monte Pulag sono ottimi punti di trekking.
  • Visita iglesia - Chiese cattoliche, luoghi santi, santuari e basiliche che visitano la Chiesa. Molto indicato a chi è religioso, o se si ama l'arte e l'architettura. Le chiese sono il modo migliore per definire cosa sia l'architettura filippina.
  • Rafting sulle rapide - C'è un buon rafting sulle rapide a Mindanao, sia nel nord intorno a Cagayan de Oro che nel sud vicino a Davao.

Immersioni[modifica]

Pesce pagliaccio a Moalboal Reef, provincia di Cebu

Le immersioni subacquee sono spettacolari nelle Filippine. Sebbene ci siano molti bei siti di immersione, inclusi alcuni in quasi tutte le regioni del Paese, due si distinguono come tra i migliori al mondo:

Il Parco naturale delle barriere coralline di Tubbataha è un parco nazionale incluso tra i Patrimoni mondiali dell'umanità nelle Filippine. È una vasta area di barriera corallina, per lo più acque poco profonde con alcuni piccoli isolotti e una gamma sensazionale di vita marina. È generalmente raggiunto con imbarcazioni che operano da Puerto Princesa nella Provincia di Palawan.

Coron ha eccellenti punti immersioni per esplorazioni di relitti perché la Marina degli Stati Uniti d'America ha affondato una decina di navi giapponesi in acque poco profonde nel 1944.

Opportunità di studio[modifica]

Si deve richiedere un visto per studenti (9F) se si studia in un college o università nelle Filippine e coloro che studiano in una scuola elementare, secondaria, tecnica/professionale o speciale registrata per consentire l'iscrizione all'estero devono richiedere un permesso per studenti (insieme ad altri documenti richiesti se di età inferiore ai 18 anni o richiesti dall'ente).

Istruzione terziaria[modifica]

L'istruzione è presa sul serio nelle Filippine e lo studio è un buon modo per vivere la vita nel Paese. Molti stranieri come europei, cinesi, americani e coreani vanno all'università nelle Filippine, anche perché rispetto ad altri Paesi le università qui sono più economiche. Il sistema è simile al sistema americano. Le istituzioni più prestigiose includono University of the Philippines (UP), De La Salle University (DLSU), Ateneo de Manila University, Far Eastern University (FEU) and Adamson University.

Imparare l'inglese[modifica]

Le Filippine sono uno dei più grandi centri per l'apprendimento dell'ESL (English as a Second Language ossia l'inglese come seconda lingua) in Asia. I trasporti dai Paesi asiatici, il costo della vita e le tasse scolastiche sono tutti molto inferiori rispetto ai principali paesi anglofoni e il clima è piacevole.

Ci sono molti centri di apprendimento dell'inglese in tutto il paese; molti sono alla Regione Capitale Nazionale (soprattutto a Taguig), Bacolod e Cebu, ma ce ne sono alcuni in tutte le principali città e in alcune delle aree turistiche. Ci sono alcuni lavori per insegnanti stranieri in questi luoghi, anche se usano principalmente insegnanti filippini e generalmente non offrono stipendi elevati agli stranieri.

Altro[modifica]

  • Immersioni subacquee: C'è una grande varietà di siti di immersione e molti hanno scuole di immersione accreditate PADI dove si può ottenere le proprie certificazioni. È probabile che i costi (sia delle lezioni che dell'attrezzatura) siano più economici che in Thailandia e Malesia.
  • Arti marziali: Eskrima o Kali è un'arte marziale filippina che enfatizza l'uso di spade e bastoni; è stata mostrata in film come Equilibrium. Ci sono molti centri di formazione intorno alla Regione Capitale Nazionale e alcuni quasi ovunque nel Paese. Vengono insegnate anche molte altre arti marziali, ma in qualsiasi città tranne che in una grande città ne saranno disponibili solo una o due.
  • Filippino/tagalog o lingue regionali: sono disponibili opportunità limitate per studiare seriamente il filippino o una lingua regionale, poiché la maggior parte dei filippini può facilmente leggere, parlare e capire l'inglese (e i lavori disponibili per gli stranieri non richiedono competenze linguistiche filippine), ma si può facilmente scegliere di imparare qualsiasi lingua locale attraverso lezioni con gente del posto, libri e risorse online. Il filippino è una materia obbligatoria nel sistema educativo filippino, quindi si può fare un'immersione totale mentre si studia nel Paese.


Opportunità di lavoro[modifica]

Secondo la legge filippina, qualsiasi straniero che lavora deve avere un permesso di lavoro straniero rilasciato dal Dipartimento del lavoro. Le pratiche burocratiche sono generalmente gestite dal potenziale datore di lavoro e il dipendente ritira il visto pertinente presso un'ambasciata o un consolato filippino. Non è consentito lavorare senza un permesso e ciò significa che non si avrebbe alcuna protezione ai sensi delle leggi sul lavoro. Inoltre, i visti vengono controllati all'uscita dalle Filippine. Coloro che hanno soggiornato oltre il termine senza permesso sono soggetti a multe e, in alcuni casi, anche al carcere.

È possibile per gli stranieri guadagnare denaro occasionale durante il soggiorno nelle Filippine, specialmente a Manila e in altre città più grandi delle province. Questi possono includere l'insegnamento temporaneo in scuole, college e altre istituzioni e il lavoro in bar e club. Il lavoro temporaneo può anche essere disponibile come extra sul set di un film o di una serie televisiva. La conoscenza dell'inglese è molto importante nei lavori mentre non è necessaria la conoscenza del filippino o del tagalog. Le Filippine hanno superato l'India nel settore dei call center e molte aziende internazionali assumono lavoratori che parlano inglese.

La maggior parte degli stabilimenti paga mensilmente, ma i lavori informali pagano in modo variabile in contanti o settimanalmente.

Valuta e acquisti[modifica]

La valuta nazionale è il Peso filippino (PHP o piso in filippino) ed è l'unica valuta utilizzata per la maggior parte delle transazioni. Di solito è indicato dal simbolo "" (o P, senza il doppio tratto). Un peso è suddiviso in 100 centavos (o sentimo), indicati con il simbolo ¢ (o c).

Moneta da ₱5 del 2018
  • Monete: 1¢, 5¢, 10¢, 25¢, ₱1, ₱5, ₱10 e ₱20. Ci sono due serie di monete in circolazione: la serie "New Generation" del 2018 e la vecchia serie "New Design" del 1995. Le monete del 2018 sono tutte in acciaio nichelato; non ci sono monete da 10 ¢ e le monete da ₱ 20 sono state introdotte alla fine del 2019. Le monete del 1995 sono di vari materiali e colori.
  • Banconote: ₱20 (arancione), ₱50 (rosso), ₱100 (blu violaceo), ₱200 (verde), ₱500 (giallo) e ₱1000 (azzurro). Le versioni precedenti di ogni disegno di legge sono state demonetizzate nel 2016. Le vecchie banconote hanno colori simili alle loro nuove controparti, hanno le stesse persone nella parte anteriore (ad eccezione della banconota da ₱ 500 che presenta anche l'ex presidente Aquino) ma sul retro, piuttosto che siti storici, le banconote più recenti presentano meraviglie naturali filippine e specie uniche nel Paese.

Dollari USA ed euro possono essere accettati in alcune circostanze, ma è ben non farci affidamento.

I viaggiatori di solito vedono le banconote da ₱20 e ₱50 e le monete da ₱1, ₱5 e ₱10 come le più utili per gli acquisti comuni. I centavos sono quasi inutili: minimarket, supermercati e conducenti di autobus sono i pochi a distribuirle come spiccioli, ma di solito vengono buttate via. Tenere sempre delle monete in tasca durante le ore mattutine; jeepney, taxi, conducenti di tricicli e alcuni mercanti seguono la regola del barya lang [po] sa umaga, insistendo sul fatto che hanno bisogno di monete da restituire come resto nel corso della giornata. Attenzione alle contraffazioni: le banconote da ₱ 100 e oltre sono obiettivi comuni per i falsari, ma si presentano anche falsi ₱ 20 e ₱ 50, soprattutto nei piccoli negozi.

Le Filippine sono fondamentalmente una società basata sui contanti; va bene portare mazzette di banconote da ₱ 1000 per acquisti medio-grandi, anche se è anche rischioso. Alcune macchine come i distributori automatici a gettoni o le lavanderie a gettoni accettano solo monete da ₱ 5 mentre i computer pisonet accettano ₱ 1, ma molti non sono ancora stati adattati per accettare monete dal 2018. Le macchine che vendono bevande generalmente accettano banconote fino a ₱ 50 di valore.

Cambio valuta[modifica]

I cambiavalute sono comuni nei centri commerciali e nelle aree turistiche, ma meno altrove. Una regola pratica è che più valuta desideri cambiare, più favorevoli possono essere le tariffe. Le banche sono ampiamente disponibili per il cambio valuta, ma di solito impongono un importo minimo (di solito circa 100 dollari USA), generalmente hanno tassi peggiori rispetto ai cambiavalute e di solito sono aperte solo dalle 9:00 alle 15:00 (a volte 16:30) nei giorni feriali. Tuttavia, offrono aria condizionata durante una lunga attesa. La Bank of the Philippine Islands (BPI) e il Banco de Oro (BDO) hanno orari di apertura più lunghi (a volte fino alle 19:00) in alcune località.

Mai cambiare denaro nelle bancarelle lungo le strade poiché alcuni di loro potrebbero scambiare i vostri soldi con denaro contraffatto. Contattare la Bangko Sentral ng Pilipinas (Banca Centrale delle Filippine o BSP) se si sospetta che il denaro ricevuto sia contraffatto. I cambiavalute esistono nei grandi magazzini, nei supermercati e negli hotel, ma le tariffe sono altamente sfavorevoli per i clienti e alcuni cambieranno solo in pesos.

Qui di seguito i link per conoscere l'attuale cambio con le principali monete mondiali:

(EN) Con Google Finance: AUD CAD CHF EUR GBP HKD JPY USD
Con Yahoo! Finance: AUD CAD CHF EUR GBP HKD JPY USD
(EN) Con XE.com: AUD CAD CHF EUR GBP HKD JPY USD
(EN) Con OANDA.com: AUD CAD CHF EUR GBP HKD JPY USD

Banche[modifica]

Avere un conto bancario filippino è utile per i viaggiatori a lungo termine o per i residenti permanenti, ma non per un normale turista o viaggiatore d'affari. Le banche internazionali come Citibank o HSBC hanno solo poche filiali nelle grandi città e l'apertura di un nuovo conto richiede un enorme deposito. Le maggiori banche locali, come PNB, BDO, BPI o Metrobank, sono migliori. Gli stranieri devono avere un passaporto valido, un certificato di registrazione per stranieri e la prova di un indirizzo filippino, il più delle volte il certificato di residenza che hai ricevuto dal barangay. La maggior parte del personale bancario parla bene l'inglese e puoi anche richiedere un conto in dollari USA presso una delle principali banche locali.

La maggior parte dei 20.000 bancomat sono collegati alla rete locale di bancomat BancNet. La maggior parte delle banche avrà almeno un bancomat nei locali della banca e ci sono molti bancomat fuori sede nei centri commerciali e in altri edifici commerciali, principalmente nelle città. Nelle aree rurali, spesso gli unici bancomat disponibili provengono dalla Land Bank of the Philippines o dalla Philippine National Bank (PNB).

Le reti internazionali come Plus e Cirrus sono accessibili con molti sportelli automatici, con Cirrus che è più predominante, sebbene molti sportelli automatici supportino entrambi. Alcune banche supportano anche altre carte, tra cui American Express, Diners Club, JCB e China UnionPay. I prelievi sono spesso limitati a ₱ 10.000 a seconda della banca. La maggior parte delle banche locali addebita una tariffa di utilizzo di ₱ 250 per l'utilizzo di carte estere. I migliori sportelli automatici da cui prelevare denaro si trovano in una delle filiali HSBC (otto nella Regione Capitale Nazionale e una a Cebu e Davao), dove si può prelevare ₱ 40.000 per transazione senza costi di utilizzo.

I titolari di carte di credito possono utilizzare le carte Visa, MasterCard, American Express, UnionPay, Diners Club e JCB, soprattutto nelle città e nelle aree turistiche, ma i commercianti di solito richiedono un importo minimo di acquisto prima di iniziare ad accettare le carte di credito. I commercianti più piccoli di solito accettano solo contanti. Le carte di credito non sono generalmente accettate per le transazioni relative al governo e nelle aree rurali l'accettazione delle carte di credito può variare da limitata a praticamente inesistente.

Prestare molta attenzione quando si utilizzano gli sportelli automatici, anche quando si utilizzano quelli nei locali della banca. Sebbene la frode con carta di credito è rara nelle Filippine, la manomissione degli sportelli bancomat avviene regolarmente. Segni evidenti che un bancomat è stato manomesso includono tastiere installate in modo approssimativo, slot per schede più grandi del solito e cavi o funzioni che sembrano fuori posto.

Pagamenti mobili[modifica]

I pagamenti mobili stanno lentamente diventando disponibili nei negozi e nei ristoranti delle grandi città e delle principali destinazioni turistiche. Due popolari servizi di pagamento mobile basati su codice QR sono PayMaya e GCash, che sono legati alle società Smart e Globe Telecom. PayMaya, che viene fornito con una carta EMV MasterCard, può permettere di pagare i pedaggi sulle superstrade gestite da Metro Pacific (e persino essere l'unico modo per pagare in un mercato pubblico a Valenzuela), mentre GCash è generalmente utile per il trasferimento di fondi mobili, ma entrambi sono utili a tale scopo. Sarà sufficiente solo un numero di cellulare filippino e dell'app specifica, ma lo si dovrà ricaricare presso un minimarket, un banco dei pegni o un centro di pagamento delle bollette. Per la maggior parte, sono più utili per i visitatori a lungo termine che per la maggior parte dei viaggiatori.

I pagamenti mobili basati su NFC come Apple Pay e Android Pay non sono generalmente accettati. Alcuni negozi e ristoranti che vedono molti clienti della Cina continentale accettano anche WeChat Pay e Alipay.

Mance[modifica]

La mancia non è richiesta nelle Filippine, tranne quando il cliente vuole mostrare apprezzamento per i servizi resi. Tuttavia, la mancia sta diventando sempre più comune soprattutto nei luoghi orientati ai servizi (spa, salone). In alcuni ristoranti e hotel, il "servizio" (8/12%) è incluso nel conto al momento dell'emissione; quindi, un cliente ha la possibilità di dare una mancia aggiuntiva o meno. Nei taxi, è comune aggiungere ₱20-50 in aggiunta alla tariffa.

Costi[modifica]

Viaggiare nelle Filippine è economico (uno dei posti meno costosi da visitare in Asia e nel mondo). Ad esempio, un soggiorno in una pensione, una locanda turistica o un lodge può costare fino a ₱ 300 a notte per una stanza dei ventilatori o ₱ 500 a notte per una camera climatizzata. Un volo per Cebu da Manila e viceversa costa solo ₱ 999 , mentre uno da Manila a Davao può costare solo ₱ 1.595. Il trasporto può costare fino a ₱10 per i primi 4 km in jeepney. Anche le tariffe degli autobus provinciali sono convenienti, anche per un autobus di lusso.

L'utilizzo di Internet in un internet cafè varia da ₱ 1 ogni 5 minuti (12 ₱/ora) su un pisonet a 20 ₱/ora negli stabilimenti più grandi, a seconda della posizione dell'Internet cafè. Una lattina di Coca-Cola costa solo ₱ 20 mentre una copia dell'International Herald Tribune costa ₱ 70 e The Economist solo ₱ 160. Nella maggior parte dei ristoranti, l'IVA del 12% è solitamente inclusa nel prezzo unitario, ma il costo del servizio è spesso escluso e calcolato separatamente (sebbene il ristorante possa scegliere di rinunciare al costo del servizio se offre solo il servizio da asporto).

Shopping[modifica]

Cos'è un pasalubong?

Un pasalubong è una tradizione praticata dai filippini da molto tempo. È qualcosa che porti ai tuoi amici e familiari come souvenir, ricordo o regalo da un luogo che hai visitato. Un Pasalubong è composto da cibo (di solito prelibatezze e dolci), magliette, souvenir come portachiavi, borse, ecc.

Vivere nelle Filippine è economico e anche fare shopping nel paese è economico rispetto ad altre parti del sud-est asiatico.

Il Paese ha molti centri commerciali, dai grandi ai piccoli e dal moderno al tradizionale; il consumismo fa parte della cultura filippina. I quattro maggiori operatori di centri commerciali del paese sono SM, Robinson's, CityMall e Ayala con sedi in tutto l'arcipelago. La maggior parte dei centri commerciali è aperta dalle 10:00 alle 21:00; aprono già alle 8:00 e chiudono fino alle 23:00 durante la stagione dello shopping natalizio (da metà settembre all'inizio di gennaio). Molti chiudono ogni Natale, Capodanno e Venerdì Santo, con poche eccezioni. A causa del rischio terrorismo, la sicurezza nei centri commerciali è stretta, con linee per la perquisizione delle borse e metal detector.

Nei principali centri commerciali, grandi magazzini, supermercati e negozi di marca, il prezzo di etichetta normalmente include l'IVA ed eventuali tasse di vendita applicabili. Nei bazar e nei tiangges (mercati), i prezzi possono essere segnati, ma spesso si può contrattare per un prezzo migliore. Questo è soprattutto vero per i vestiti acquistandone due o più.

Supermercati e minimarket[modifica]

I supermercati nelle Filippine sono dominati da quattro grandi catene, generalmente di proprietà di società filippino-cinesi:

  • SM Savemore e Walter Mart.
  • Oro puro & S&R & Lawson.
  • Robinsons & Rustans & Shopwise & Wellcome.
  • Gaisano & Metro. Ora ci sono diverse società separate con "Gaisano" nel nome, gestite da diversi discendenti del fondatore dell'azienda originaria.
Un tipico negozio sari-sari

Si possono trovare anche catene regionali e supermercati mom-and-pop, che possono avere prezzi inferiori rispetto alle quattro grandi catene, soprattutto nelle aree meno sviluppate delle città o nelle campagne; vedere le pagine specifiche della regione o della città per i dettagli.

Catene di minimarket, spesso legate a un importante rivenditore, sono comuni nelle aree urbane. In genere hanno un'ampia varietà di prodotti, di solito un sottoinsieme di prodotti venduti in un negozio di alimentari e fast food, e servizi come le ricariche per il cellulare, il trasferimento di denaro, il servizio di corriere e il pagamento delle bollette. Per lo più operano 24 ore su 24; le poche eccezioni sono i negozi all'interno dei centri commerciali.

I tradizionali negozi sari-sari (piccoli negozi all'angolo) sono comuni, soprattutto nelle zone rurali e nei barangay. Si tratta per lo più di negozi a conduzione familiare che di solito si trovano lungo una strada e vendono articoli che possono essere acquistati nei negozi di alimentari o nei negozi di merchandising generale. I negozi sari-sari forniscono anche ricariche per cellulare oltre alla vendita di prodotti.

A tavola[modifica]

Cucina filippina

Stile e cibo utilizzato hanno subito diverse variazioni nel corso del tempo, passando dalle origini austronesiane ad un misto di ricette malesi, spagnole, cinesi ed americane, così come l'influenza asiatica e latino americana e il loro adattamento agli ingredienti indigeni ed al gusto della gente locale.

I piatti variano dalle ricette più semplici, come pesce fritto salato abbinato a riso, a quelle più elaborate come la paella e il bollito misto portoghese. La cucina filippina comprende uno svariato numero di pietanze e tra i piatti popolari ci sono: lechón (maiale arrosto intero), longaniza (salsiccia filippina), tapa (carne curata), adobo (pollo o maiale brasato in aglio, cipolla e salsa di soia oppure cotto sino a seccatura), kaldereta (carne in salsa di pomodoro), mechado (manzo lardellato in salsa di soia o di pomodoro), puchero (manzo in ketchup di banane o salsa di pomodoro), afritada (pollo e/o maiale cotto in salsa di pomodoro con verdura), kare-kare (coda di bue e verdure cucinati in salsa di arachidi), pinakbet (kabocha, melanzane, fagioli, okra, stufato di pomodori conditi con pasta di gamberetti), crispy pata (stinco di maiale fritto), hamonado (maiale addolcito in salsa d'ananas), sinigang (carne o pesce in brodo aspro), pancit (noodles), lumpia (involtino primavera) e nata de coco (dolce a base di gel di cocco).

La cucina è incentrata intorno alla combinazione di dolce (tamis), aspro (asim), e salato (alat), sebbene a Bicol, nelle Cordilleras e tra i filippini di religione musulmana è annoverato anche il piccante (anghang). La contrapposizione è una caratteristica della cucina filippina che normalmente si abbina a qualcosa di dolce con qualcosa di salato, e si traduce in combinazioni sorprendentemente piacevoli. I piatti che rappresentano questa espressione sono ad esempio: il champorado (un porridge dolce di riso al cacao), abbinato il tuyo (pesce salato e seccato al sole); il dinuguan (uno stufato di sangue di maiale e interiora), abbinato al puto (dolci di riso al vapore); i frutti acerbi come i manghi verdi (che sono solo leggermente dolci ma molto acidi), vengono mangiati intinti nel sale o nel bagoong; l'uso del formaggio (che è salato-dolce) in dolcetti (come bibingka e puto).

Cucinare e mangiare nelle Filippine è sempre stato una questione informale e comunitaria incentrata sulla cucina di famiglia. I filippini tradizionalmente mangiano tre pasti principali al giorno: agahan o almusal (colazione), tanghalían (pranzo) e hapunan (cena) più uno spuntino pomeridiano chiamato meriénda (chiamato anche minandál o minindál). La cena, pur essendo il pasto principale, è più piccola di altri paesi. Di solito, la colazione o il pranzo sono il pasto più grande.

Sarà difficile trovare un centro commerciale senza le catene di fast food americane , che hanno i loro menu adattati ai gusti locali, ma anche catene nazionali come Jollibee (hamburger), Greenwich (pizza) e Mang Inasal (barbecue di pollo) attirano le papille gustative filippine e sono competitivi. Chi vuole un fast food ancora più economico, deve andare nei chioschi di hamburger lungo la strada o nei numerosi chioschi o bancarelle di cibo nei centri commerciali e nei terminal dei trasporti pubblici.

Isaw (intestino di pollo) e kwek-kwek (uovo d'anatra bollito fritto e pastellato nella farina), cibi di strada popolari per molti filippini

Il cibo di strada filippino è uno dei migliori, tuttavia potrebbe non essere pulito come quello che trovi a Singapore. I venditori di cibo di strada sono stati criticati a causa delle loro pratiche non igieniche e delle opzioni malsane, ma anche elogiati per la convenienza e il gusto. Il cibo di strada venduto nei centri commerciali, sebbene spesso visto come uno spettacolo per attirare palati raffinati, è molto più sicuro e migliore.

I frutti tropicali abbondano nelle Filippine. La maggior parte dei prodotti della campagna arriva nelle aree metropolitane e può essere facilmente acquistata nei supermercati.

I pasti sono sostanzialmente simili a quelli del mondo di lingua spagnola a causa della storia del Paese. Il pranzo è il pasto più importante, consumato tra le 11:00 e le 15:00, ed è comune fare uno spuntino a metà mattina o pomeridiano (merienda).

Alcuni filippini usano rigorosamente la regola del cucchiaio da portata, credendo che offrire utensili o cibo che è entrato in contatto con la saliva di qualcuno sia maleducato, disgustoso e farà rovinare rapidamente il cibo. Cantare o litigare mentre si mangia è considerato scortese, poiché credono che il cibo sia grazia; il cibo non verrà da te se continui a mancargli di rispetto. I filippini di solito recitano una preghiera prima di servire il cibo, inoltre aspettano che colui che ospita i commensali li inviti a iniziare a mangiare. Inoltre, è scortese rifiutare il cibo offerto dal padrone di casa o lasciare il tavolo da pranzo mentre qualcuno sta ancora mangiando.

Vegetariani e vegani troveranno difficile trovare un piatto filippino che sia completamente vegetariano poiché la maggior parte dei filippini aggiunge carne in ogni singolo piatto che mangia. Si può trovare alcuni ristoranti vegetariani nelle Filippine, per lo più nelle capitali commerciali, finanziarie e di provincia, e la maggior parte di loro usa il tofu invece della carne. Quasi tutte le città hanno grandi mercati con una raffinata selezione di frutta e verdura, per lo più a buoni prezzi.

I musulmani troveranno difficile trovare cibo halal al di fuori delle aree prevalentemente musulmane delle Filippine. Gli indù troveranno ristoranti indiani che servono alcune opzioni vegetariane nella maggior parte delle città più grandi. Anche gli ebrei troveranno difficile trovare pasti kosher. Tuttavia i rabbini nelle Filippine suggeriscono alcuni negozi che vendono cibo kosher.

La consapevolezza delle allergie alimentari o della celiachia è limitata all'inesistente.

Bevande[modifica]

A causa del clima tropicale delle Filippine, le bevande fredde sono popolari. Gli stand che vendono bevande fresche e frullati sono comuni soprattutto nei centri commerciali.

I filippini (tranne i musulmani osservanti) amano bere (e ubriacarsi). I filippini consumano raramente alcolici da soli. Normalmente avrebbero quello che viene chiamato pulutan o bar chow accanto alle loro bevande, che è come l'equivalente delle tapas. La birra è forse la forma più comune di alcol consumata nei bar.

L'alcol è a buon mercato nelle Filippine, alcuni dei più economici di tutta l'Asia. In un supermercato le eccellenti birre locali sono di circa ₱ 35 e bottiglie da 750 ml (26 imp fl oz; 25 US fl oz) di rum locale tollerabile o brandy partono da ₱ 100 . In molti bar la birra costa circa 60 ₱ e le bevande miste 90-150 ₱ .

Infrastrutture turistiche[modifica]

Le opzioni di alloggio vanno da hotel/resort di lusso a cinque stelle a locande per viaggiatori con zaino e sacco a pelo, ma fuori dai sentieri battuti, le opzioni sono scarse. Le tariffe partono da ₱ 200 o superiori a seconda della località, della stagione e della domanda. Le grandi città come Manila o Cebu hanno una fascia di prezzo più alta, così come le principali destinazioni turistiche.

Gli alloggi in famiglia (o "case di passaggio") o i bed and breakfast sono comuni nelle province, soprattutto nelle località turistiche che non dispongono di molte strutture ricettive commerciali. Molte sono solo case di base che forniscono meri pasti, ma alcune potrebbero avere una piscina.

I motel (o "alberghi a breve termine") sono un'altra opzione economica, ma hanno la reputazione di essere rifugi per il sesso illecito. Tendono ad essere sparsi nei quartieri a luci rosse, ma molti sono raggruppati lungo le principali autostrade. Le tariffe sono orarie rispetto a quelle giornaliere e generalmente costa ₱600-1000 per pernottamenti (almeno da 6 a 10 ore) o ₱200-400 per soggiorni brevi (da 2 a 5 ore).

Gli hotel e i resort sono generalmente per i viaggiatori di fascia alta, sebbene le tariffe, anche per le strutture a quattro stelle, non siano molto elevate rispetto ad altre destinazioni internazionali. I condotel sono unità condominiali arredate affittate per soggiorni a lungo o breve termine, mentre gli apartelles sono allestiti per soggiorni sia a breve che a lungo termine. Le pensioni, le locande turistiche e gli alloggi sono generalmente più semplici ed economici a partire da ₱ 200 a notte.

I posti più economici spesso hanno solo ventilatori invece dell'aria condizionata e nessun bagno o doccia privati. Anche nel caso di doccia privata, potrebbe non esserci l'acqua calda, ma questo non è un grosso problema in un Paese caldo. Le vasche da bagno sono rare in qualsiasi alloggio e la doccia spesso non è separata dalla toilette tranne che negli hotel di fascia alta.

Ci sono ostelli per backpacker in tutte le Filippine con dormitori a partire da ₱ 200.

Servizi igienici e bagni[modifica]

In genere nelle Filippine si trovano water occidentali (i.e. con seggetta), ma potrebbero non avere un'unità di risciacquo, specialmente in campagna. Per "tirare" lo sciacquone, lavarsi i glutei o le parti intime, o pulire il pavimento, si potrebbe dover fare affidamento su un secchio d'acqua e un mestolo (tabo).

La pulizia dei servizi igienici (comfort rooms, o semplicemente CR) varia in base al luogo, ma come regola generale, quelli nei centri commerciali e negli hotel di lusso sono i migliori, mentre quelli in campagna tendono ad essere terribili. I servizi igienici nei ristoranti fast-food come Jollibee, McDonald's e KFC (o qualsiasi delle principali catene di ristoranti o caffè locali) e i terminal dei trasporti pubblici potrebbero non essere così puliti a seconda della posizione. Gli autobus a lunga percorrenza dovrebbero avere una toilette a bordo, ma può essere difficile stare in piedi quando il veicolo è in movimento, e gli autobus di fabbricazione cinese potrebbero avere turche invece dei water occidentali a cui sono abituati i filippini.

Potrebbe essere disponibile carta igienica (o semplicemente fazzoletti di carta), ma di solito si gettano in un bidone della spazzatura accanto al water anziché dentro, poiché la carta igienica può intasare piccoli tubi di scarico comuni nella maggior parte delle case filippine. Tuttavia, potrebbero non essere forniti nei bagni pubblici, quindi è necessario acquistare i pacchetti da distributori automatici a gettoni, minimarket o farmacie.

Alcune famiglie possono fornire le pantofole per il bagno. I bagni nelle case filippine sono spesso angusti e umidi e la doccia di solito non è separata dalla toilette.

Eventi e feste[modifica]

Natale: il modo filippino
Una lanterna di Natale

La maggior parte dei filippini è devotamente cattolica; Il Natale si festeggia da settembre fino all'Epifania. Festeggiare la Nochebuena con una famiglia filippina. Ai filippini non dispiace che gli estranei mangino con loro nella propria tavola da pranzo poiché questo è consuetudine durante le feste. Prova l'hamon (prosciutto di Natale) e il queso de bola (formaggio Edam). Il canto è ampiamente praticato da molti giovani nelle Filippine; apprezzeranno offerte di almeno ₱5-10. I cattolici o i praticanti non dovrebbero perdersi la Misa de Gallo e i nove giorni di Simbang Gabi (Messa notturna). Questa tradizione è stata tramandata dagli spagnoli; le messe si tengono solitamente o a mezzanotte o prima dell'alba. Dopo queste messe, i filippini mangiano kakanin (dolci di riso) e bibingka ( frittelle di riso ), venduti fuori dalle chiese, e bevono tsokolate (cioccolata calda) o mangiano champorado (porridge di riso con cioccolata calda). I parol (lanterne della Stella di Betlemme) vengono appesi davanti a case, esercizi commerciali e strade. Un festival delle lanterne giganti si tiene a San Fernando nella Provincia di Pampanga. I presepi (chiamati belen), sono esposti nei municipi e/o negli esercizi commerciali. Questa è un'esperienza da non perdere se si viaggia nelle Filippine.

Le Filippine sono un paese multiculturale con festività cristiane, musulmane e buddiste oltre alle festività secolari. L'anno è accolto dal Capodanno il 1° gennaio. Essere un paese prevalentemente cattolico significa osservare le tradizionali festività cattoliche del Giovedì Santo (Huwebes Santo), del Venerdì Santo (Biyernes Santo o Mahal na Araw) e della Domenica di Pasqua (Araw ng Pagkabuhay) durante la Settimana Santa (Semana Santa). Durante il Giorno del Valore (Araw ng Kagitingan), i Boy Scout rievocano la Marcia della morte di Bataan ogni 2 anni in onore di questo giorno, noto anche come Bataan Day; marciano fino a 102 km e la Marcia della morte di Bataan faceva parte della battaglia di Bataan, a sua volta parte della battaglia delle Filippine. Le persone che hanno partecipato a questa marcia sono state catturate, torturate e uccise. La festa di Ognissanti (Undas) è il 1 novembre e la Commemorazione dei defunti il 2 novembre. In riconoscimento della comunità musulmana filippina, la festa islamica di Eid-Al-Fitr (Hari Raya Puasa) che si tiene dopo il santo mese di digiuno del Ramadan, è anche festa nazionale. Questo giorno cambia di anno in anno, poiché segue il calendario lunare islamico. Capodanno cinese è celebrato anche dalla comunità cinese ma le date variano in base al calendario lunare cinese. Le festività secolari includono la Festa del lavoro (1 maggio) e il Giorno dell'Indipendenza (12 giugno). L'ultimo lunedì di agosto viene dichiarato il Giorno degli eroi nazionali. Alcune festività commemorano anche eroi nazionali come Jose Rizal (31 dicembre) e Andres Bonifacio (30 novembre) e Ninoy Aquino (21 agosto). Il Natale viene ovviamente celebrato il 25 dicembre.

Le principali festività sono la Settimana Santa (Semana Santa, o pausa pasquale), il periodo di tre giorni che include il giorno di Ognissanti (Undas, anche un periodo di vacanza semestrale per la maggior parte delle scuole) e la coppia Natale e Capodanno. Durante questi periodi, il paese si prende una settimana di riposo consentendo alla gente del posto di tornare a casa in provincia. Sono i tempi in cui la Regione Capitale Nazionale e le altre metropoli non hanno ingorghi, sebbene la congestione si sposta nelle province, con non rari ingorghi che si estendono per chilometri nelle superstrade e trovare voli, autobus o barche è quasi impossibile. Tuttavia, la Settimana Santa e il periodo natalizio sono anche l'alta stagione per andare in spiaggia e le città degli altipiani come Baguio e Tagaytay attirano il maggior numero di visitatori durante quei periodi.

Qui di seguito una carrellata dei principali festival locali che si svolgono nell'arco dell'anno:

Festività nazionali[modifica]

Data Festività Note
1 gennaio Capodanno (Bagong Taon) Festività internazionale. È celebrato per due giorni.
gennaio/febbraio Capodanno cinese (Bagong Taon ng mga Tsino) Festività internazionale, principalmente asiatica.
25 febbraio Rivoluzione EDSA o del Rosario (Anibersaryo ng Rebolusyon sa EDSA) Memoriale della rivoluzione che portò alla caduta del regime militare del presidente Ferdinand Marcos (1986)
marzo/aprile Giovedì santo (Huwebes Santo), Venerdì santo (Biyernes Santo, Mahal na Araw), Sabato santo (Sabado de Gloria), Pasqua (Araw ng Pagkabuhay), lunedì dell'angelo Festività cristiana
9 aprile Giorno del valore (Araw ng Kagitingan) Memoriale della caduta di Bataan contro le truppe giapponesi durante la seconda guerra mondiale (1942)
1 maggio Festa dei lavoratori (Araw ng mga Manggagawa o Mayo Uno) Festività internazionale
12 giugno Festa dell'indipendenza (Araw ng Kalayaan) Indipendenza dalla Spagna (1898). È celebrata per due giorni.
21 agosto Giornata di Ninoy Aquino (Araw ng Kabayanihan ni Ninoy Aquino) Memoriale dell'assassinio del senatore Benigno "Ninoy" Aquino Jr. (1983)
ultimo lunedì agosto Giornata degli eroi nazionali (Araw ng mga Bayani) Memoriale dell'l'inizio della rivoluzione filippina contro l'impero spagnolo (1896)
1 novembre Ognissanti (Undas, Todos los Santos, Araw ng mga Patay) Festività cristiana
2 novembre Giorno dei morti (Araw ng mga Kaluluwa) Festività cristiana
30 novembre Giornata di Bonifacio (Araw ng Kapanganakan ni Andrés Bonifacio) Memoriale della nascita dell'eroe Andrés Bonifacio (1863)
8 dicembre Immacolata Concezione Festività cristiana che celebra il concepimento di Maria.
24 dicembre Vigilia di Natale (Bisperas ng Pasko) Festività cristiana festeggiata col pasto della Nochebuena
25 dicembre Natale (Pasko) Festività cristiana che segna la nascita di Cristo
30 dicembre Giornata di Rizal (Paggunita sa Kamatayan ni Dr. Jose Rizal) Memoriale dell'esecuzione di Jose Rizal (1896)
31 dicembre Ultimo dell'anno (Bisperas ng Bagong Taon ) Festività che segna la chiusura dell'anno solare.
1 shawwal Id al-fitr (Hari Raya Puasa) Festività musulmana che segna la fine del Ramadan. È celebrato per due giorni.
10 dhul-hijja Id Al Adha Festività musulmana del sacrificio o del montone detta anche Tabaski o Id El Kabir (grande festa).


Sicurezza[modifica]

Prima di intraprendere un viaggio consultare il sito Viaggiare sicuri della Farnesina per le indicazioni aggiornate sulla sicurezza del Paese.

Avviso di viaggio! ATTENZIONE: Viaggiare nel Mindanao sudoccidentale (compreso l'arcipelago di Sulu, Bangsamoro, Soccsksargen e la Penisola di Zamboanga) non è sicuro a causa delle minacce terroristiche.
Avvisi turistici governativi
(Ultimo aggiornamento: settembre 2021)
Il sistema penale filippino

Il sistema legale tende ad essere lento e le condizioni carcerarie sono precarie e pericolose. Una persona falsamente accusata potrebbe trascorrere molto tempo in carcere prima di essere assolta. La cauzione viene spesso negata, soprattutto agli stranieri. Agli stranieri vengono talvolta inflitte pene più brevi di quelle previste. Per reati minori, gli stranieri spesso scontano solo poche settimane prima di essere espulsi. Per reati gravi, invece, un cittadino straniero sarà condannato a una lunga pena detentiva, seguita dall'espulsione.

Passando da anni di dittatura, abbandono e stagnazione economica verso la democrazia e lo sviluppo, le Filippine soffrono di criminalità, corruzione e insurrezioni. Mentre i governi stranieri e i media esagerano le minacce, il Paese è, nel complesso, pacifico ad eccezione di alcune regioni che stanno vivendo insurrezioni di basso livello. I livelli di criminalità nelle principali città sono relativamente paragonabili a quelli delle città americane.

Il Paese è tra quelli che hanno il maggior numero di morti per disastri naturali noti all'umanità: terremoti, cicloni tropicali (tifoni), inondazioni e malattie tropicali.

Le Filippine hanno un reddito piuttosto basso: i lavori non qualificati generalmente pagano dai 100 ai 200 dollari al mese e anche molti buoni lavori sono sotto i 500 dollari. Più o meno tutti i viaggiatori saranno percepiti come ricchi secondo gli standard locali. Questo rende dei bersagli privilegiati per ladri, truffatori, prostitute e funzionari corrotti. Non peggiorare le cose mostrando un Rolex, un iPhone e una Nikon o tirando fuori una pila di banconote da ₱ 1.000 quando si paga il conto del ristorante.

Forze dell'ordine[modifica]

Polizia[modifica]

Sequestro di ostaggi

Ci sono stati casi in cui i turisti sono stati presi di mira e presi in ostaggio da gruppi di ribelli o ex agenti di polizia, con l'incidente più famigerato della crisi degli ostaggi a Manila del 2010, in cui un gruppo di turisti di Hong Kong è stato preso in ostaggio su un autobus e il fallito salvataggio della polizia ha provocato la morte di 8 ostaggi. Bisogna essere sempre attenti a ciò che ci circonda e non avventurarsi da soli dopo il tramonto.

Auto della polizia a Manila

La polizia nazionale filippina (PNP) è responsabile delle forze dell'ordine per il Paese e i suoi agenti sono facilmente identificabili attraverso le loro uniformi blu scuro. Alcuni ufficiali indosseranno una camicia con colletto azzurro (con insegne PNP sul petto) o una maglietta (con PULIS stampato dietro); questo include quelli di stanza in località turistiche e piccoli distretti comunitari di polizia (PCP). Il braccio delle forze dell'ordine del PNP, l'Highway Patrol Group (HPG), che pattuglia le autostrade nazionali e i checkpoint rurali, indossa la stessa uniforme della maggior parte della polizia, ma potrebbe indossare un giubbotto catarifrangente. I veicoli della polizia sono generalmente bianchi, con molte variazioni in base alla divisione locale, ma la maggior parte dovrebbe avere la parola PULIS o PULISYA nella parte anteriore e una targa bianca con testo rosso.

Tutti gli agenti di polizia hanno autorità a livello nazionale. Molti parlano inglese, ma questo dipende da dove ti trovi. Molti sono facilmente avvicinabili, ma alcuni non sono ben pagati e quindi corrotti.

Polizia stradale[modifica]

Agente di polizia stradale a San Fernando, nella Provincia di Pampanga

Oltre all'HPG PNP, molte città e comuni hanno le proprie forze di polizia stradale che applicano il codice della strada a livello locale. La polizia stradale è generalmente chiamata forze dell'ordine o assistenti stradali. Le uniformi variano in base al comune, ma molti indossano berretto e pantaloni con strisce riflettenti e alcuni indossano un giubbotto per maggiore visibilità. Molte forze di polizia stradale locali hanno una cattiva reputazione per corruzione e scarsa formazione.

Mentre le sue città costituenti hanno la propria polizia stradale, la Regione Capitale Nazionale ha un'autorità di polizia stradale a livello regionale, la Metropolitan Manila Development Authority (MMDA), che ha poliziotti che pattugliano le principali arterie stradali. Gli agenti dell'MMDA indossano un'uniforme blu brillante e sono per lo più cortesi e addestrati. La maggior parte ora svolge ruoli nel controllo del traffico agli incroci principali e ai colli di bottiglia del traffico e solo pochi infliggono multe per violazioni del codice stradale. Inoltre, applicano anche le ordinanze regionali contro il fumo, gli sputi, l'urinare in pubblico, l'abbandono di rifiuti e l'attraversamento stradale irregolare.

Barangay tanod[modifica]

Oltre alla polizia, i barangay hanno anche i tanod, o osservatori del villaggio, che sono responsabili della polizia di quartiere. La maggior parte di loro è disarmata, ma alcuni sono armati di un bolo, una specie di machete. Non esiste un'uniforme standard, ma molti indossano una maglietta con un gilet, di solito uno con il nome barangay, sopra di esso. I tanod, in particolare quelli negli avamposti lungo le strade, saranno lieti di fornire indicazioni in caso di smarrimento.

Sicurezza privata[modifica]

Una tipica guardia di sicurezza privata, che assiste un veicolo che lascia un parcheggio

Le guardie di sicurezza private sono comuni nella maggior parte degli stabilimenti, in particolare centri commerciali, banche, terminal dei trasporti e uffici governativi, e saranno per lo più vestite con una camicia bianca o blu navy e pantaloni neri e potrebbero anche essere armate con fucili. Le guardie femminili possono avere la stessa uniforme dei maschi, ma alcune indosseranno una gonna a tubino nera e una calzamaglia. Alcune guardie potrebbero avere un berretto nero con distintivo. La maggior parte di loro sono amichevoli e alla mano, ma alcuni sono poco addestrati, aggressivi e corrotti.

Crimine[modifica]

La criminalità, insieme all'impunità e alla corruzione all'interno delle forze di polizia, è aumentata dal ritorno alla democrazia e, sebbene il tasso sia relativamente alto per gli standard occidentali, si verifica principalmente all'interno di aree affollate o accidentate delle grandi città. I più comuni sono il borseggio, lo scippo e le rapine a mano armata; ostentare banconote di alto taglio, borse firmate o gadget personali espone a tali rischi. Attenzione alla truffa budol-budol, dove le vittime vengono ipnotizzate per seguire le richieste dei ladri; è comune intorno a Manila, ma gli stranieri sono raramente presi di mira. Essere coinvolti in un crimine potrebbe introdurre nel lento sistema giudiziario filippino.

Il furto con scasso sulle auto parcheggiate (il basag-kotse modus operandi) è comune, anche nei parcheggi custoditi, quindi non lasciare nulla di valore all'interno dell'auto, soprattutto sul cruscotto.

Il furto di distrazione è raro, ma accadono; tali casi spesso comportano la caduta di una moneta (la truffa laglag-barya) o l'attaccare intenzionalmente un pezzo di gomma da masticare usata al sedile di un autobus. Nei ristoranti, una truffa comune riguarda il versare addosso delle bevande.

Lo scippo di borse da parte dei motociclisti, in particolare quelli che guidano in tandem, è comune. A volte, tireranno la borsa insieme alla persona per alcuni metri. Fare attenzione quando si porta borse costose, poiché potrebbero attirare l'attenzione degli scippatori. Evitare di indossare gioielli, in particolare orecchini o anelli, quando si va in aree affollate.

Evita di entrare in risse o scontri con la gente del posto. I filippini sono generalmente più piccoli degli occidentali, ma essere in inferiorità numerica rispetto a un gruppo di tre o addirittura a una folla è un vero problema. La polizia, nonostante sia in grado di comunicare in inglese in generale, non interverrà per conto di uno straniero in un alterco con la gente del posto. Litigare con la gente del posto è una causa comune per l'espulsione degli stranieri dalle Filippine. Evitare anche di alzare la voce; alcuni semplici argomenti si sono conclusi con l'omicidio per aver fatto perdere la faccia alla persona e diventare violenta. I locali ubriachi possono diventare violenti, e le risse da bar non sono rare, specialmente con gli asiatici orientali. I filippini sono generalmente persone amanti della pace; mostrando hiya (salvare la faccia, letteralmente "vergogna") e risolvere la questione diplomaticamente è meglio che mettersi nei guai.

I sindacati della criminalità organizzata filippina non sono quasi mai una minaccia per il viaggiatore ordinario e si concentrano principalmente su droga, traffico di esseri umani e uccisioni su commissione. Entrando in un quartiere fatiscente di una grande città, si potrebbe essere aggrediti da teppisti in attacchi di kursonada non provocati , ma questo è generalmente improbabile a meno che non si sembri un filippino.

Viaggiare su strada[modifica]

Ingorgo a Manila

Ogni anno nelle Filippine muoiono oltre 11.000 persone a causa di incidenti stradali e molti incidenti coinvolgono motocicli e tricicli, soprattutto sulle autostrade rurali. Guida spericolata, scarsa manutenzione delle strade, controllo del traffico negligente, uso limitato di telecamere del traffico e pistole radar, un mix di veicoli nuovi di zecca e fatiscenti per le strade, burocrazia e corruzione nel processo di licenza e registrazione e mancanza di educazione dei conducenti, tutto contribuisce al pericoloso ambiente di guida. Attraversare la strada è rischioso poiché gli attraversamenti pedonali sono raramente seguiti. Guidare di notte è più pericoloso in quanto mancano insegne, segnaletica, delineatori o luci e alcuni conducenti non abbassano i fari. Mentre il governo ha tentato di migliorare la situazione, i maniaci della velocità (kaskasero) e i conducenti spericolati rimangono comuni. Guidare è un'esperienza pericolosa per gli stranieri, ma molti si spostano senza incidenti. Noleggiare un'auto con conducente è consigliato ma non necessario.

La sicurezza sugli autobus provinciali potrebbe non essere all'altezza degli standard internazionali. Cercare di viaggiare con compagnie di autobus rispettabili ed evitare gli autobus ordinari ove possibile. Gli autobus ordinari non sono solo affollati e scomodi; il veicolo potrebbe essere fatiscente e quindi non sicuro per il viaggio.

Fare attenzione ai jeepney, ai furgoni, ai taxi e ai tricicli senza licenza (colorum). I veicoli con licenza hanno targhe gialle e nere, informazioni standard sull'operatore e segnaletica stradale/area di servizio; i veicoli colorum hanno targhe di veicoli privati (testo nero o verde su sfondo bianco o testo verde su sfondo blu cielo) e nessun contrassegno aggiuntivo. Sono considerati colorum anche i veicoli legittimi che circolano al di fuori del percorso segnato o dell'area di servizio senza un permesso speciale . Evita di guidarne uno a meno che non sia l'unico mezzo di trasporto disponibile, poiché tendono a essere sovraccarichi, i conducenti potrebbero addebitare tariffe più elevate e i passeggeri non sono assicurati se vengono coinvolti in un incidente.

Corruzione[modifica]

La corruzione è un problema serio nel Paese e la cultura kotong ("tangente"), aiutata anche dai magri salari dei funzionari, dalla burocrazia diffusa e dal clientelismo, è prevalente all'interno della polizia e della burocrazia filippina. La situazione non è così grave come negli anni '80 e '90, ma alcune forme di corruzione continuano a persistere.

Fai attenzione alle truffe sull'immigrazione all'Aeroporto Internazionale di Manila-Ninoy Aquino. I funzionari dell'immigrazione potrebbero accogliere i viaggiatori con un "Buon Natale", già ad agosto, e poi chiedere dei "regali" o una mancia. Più grave è la truffa dell'ordine di sospensione della partenza: un funzionario dell'immigrazione corrotto dirà che non si può lasciare il Paese perché è stato emesso un ordine di sospensione della partenza (ingiunzione di viaggio penale) e inserito in una lista nera di immigrazione per un crimine chiaramente non commesso, e la sicurezza dell'aeroporto verrà quindi a trattenere nel proprio ufficio finché non si giunge al momento della corruzione. Questo accade raramente agli stranieri, ma potrebbe accadere con i filippini di ritorno. Chiarire che una parte del proprio nome (soprattutto il secondo nome) non corrisponde a quello nella lista nera può aiutare a evitare questa truffa.

Anche se non così male come prima, le forze dell'ordine filippine sono famigerate per la corruzione da strada. È noto che gli agenti di polizia o la polizia stradale estorcono tangenti. Le multe per infrazioni minori sono molto facili da aggirare, che vanno da ₱ 300-500, ma i poliziotti potrebbero anche chiedere somme esorbitanti o minacciare di andare alla loro stazione e parlare con il loro superiore. La polizia potrebbe anche chiedere una tangente prima di presentare una denuncia formale, ma questo non è più comune. Le telecamere da indossare e le più diffuse telecamere di videosorveglianza stanno frenando la corruzione da strada e, grazie alla prevalenza di smartphone e social media, si può fare una registrazione, così da avere una qualsiasi prova contro di loro. Se il veicolo su cui si sta viaggiando viene fermato, è responsabilità del conducente gestire la situazione ed è meglio per non essere coinvolti.

Anche la burocrazia filippina è afflitta dalla corruzione. Agire in modo educato, chiedere una ricevuta e sorridere eviterà problemi. Prendere in considerazione la possibilità di chiamare il numero verde per i reclami del servizio civile 8888 o di scrivere una lettera di reclamo educata se si incontra problemi con la burocrazia.

Portare sempre con sé il passaporto o una fotocopia della pagina di identificazione e del visto poiché i controlli casuali da parte della polizia o dell'immigrazione non sono rari.

Accattonaggio[modifica]

Elemosinare denaro (e dare denaro ai mendicanti) è illegale sin dall'era di Marcos, ma si potrebbe incontrare molti mendicanti in quasi tutte le città medio-grandi delle Filippine. I mendicanti vanno dai bambini di strada, ai senzatetto e alle persone che portano buste per l'elemosina su autobus e jeepney.

Anche le donne ei bambini nomadi Bajau (o Badjao, conosciuti come gli "zingari del mare") mendicano nelle città portuali, ma possono essere trovati più nell'entroterra. In alcune regioni, "Badjao" è diventato sinonimo di mendicanti.

Viaggiatrici donne[modifica]

Sebbene le donne siano rispettate nella cultura filippina, i crimini contro le donne rimangono prevalenti. Gli atteggiamenti nei confronti delle donne rimangono conservatori e molti uomini filippini mostrano apertamente il machismo. Mentre le donne straniere sono raramente oggetto di stupro, ci sono possibilità che una donna venga palpata da estranei, molestata da passanti maschi e derubata quando viaggia da sola in taxi.

Sebbene indossare pantaloncini corti, minigonne e altri abiti rivelatori vada bene nella maggior parte del Paese (tranne nelle regioni a maggioranza musulmana), questo abbigliamento rende un bersaglio di crimini opportunistici e alcuni luoghi hanno vietato l'uso di qualsiasi abbigliamento immodesto per combattere stupri e molestie in strada. Una buona regola pratica è osservare le donne filippine; in alcune zone mostreranno molta pelle, ma in altre saranno coperte. Le donne straniere non devono andare tanto lontano in nessuna delle due direzioni in analogia alle ragazze locali, bensì dovrebbero assimilare il proprio outfit al loro.

Omosessualità[modifica]

Nonostante i costumi conservatori prevalenti, le Filippine sono molto tolleranti nei confronti degli omosessuali ed è la nazione più tollerante LGBT dell'Asia orientale. Alcune città, comuni e province hanno approvato ordinanze a protezione delle persone omosessuali, ma alcuni luoghi, come la città a maggioranza musulmana di Marawi, hanno ordinanze che puniscono l'omosessualità. Le persone LGBT non avranno problemi nel Paese, ma non dovrebbero essere troppo indiscrete: una coppia che si bacia in pubblico può ricevere sguardi o persino parolacce. I contadini, i moros (musulmani filippini) e gli anziani sono più conservatori, condanneranno le pratiche LGBT. La violenza contro gay e lesbiche è rara.

Sesso e prostituzione[modifica]

Molte filippine cercano avidamente uomini benestanti, sia filippini che stranieri, come fidanzati o mariti. Gli uomini stranieri sono quasi tutti ricchi per gli standard locali e di solito avranno molte più richieste di quante ne avrebbero a casa.

La prostituzione è illegale nelle Filippine, ma è un'attività fiorente. Il Paese ha diverse centinaia di migliaia di prostitute. Non tutte sono professioniste; una donna con un tipico lavoro sottopagato può all'incirca raddoppiare il suo reddito dormendo con uno o due ragazzi a settimana, e alcune lo fanno nella maggior parte dei fine settimana.

Ci sono periodiche repressioni sulla prostituzione e le pene sono dure per coloro che vengono arrestati: multe ingenti, forse prigione e probabile espulsione con divieto di ritorno nel Paese. I poliziotti corrotti possono prendere di mira gli stranieri al fine di estorcere ingenti tangenti, e le prostitute sono note per incastrare i propri clienti per tali schemi o per truffarli in altri modi. Inoltre, come ovunque, le malattie sessualmente trasmissibili sono un grande rischio.

La forma più comune di istituzione della prostituzione è solitamente chiamata girlie bar o bikini bar nelle Filippine, ma luoghi simili in Thailandia sono chiamati go-go bar e alcuni viaggiatori usano questo termine qui. È anche abbastanza comune visitare questi club solo per godersi lo spettacolo, molte ballerine poco vestite che fanno a gara per catturare l'attenzione dei clienti.

L'applicazione delle leggi contro gli abusi sessuali sui bambini, compresa la pornografia infantile, e contro la tratta di esseri umani è più vigorosa dell'applicazione delle leggi sulla prostituzione e le sanzioni sono più severe. Per le persone arrestate per queste accuse raramente viene concessa la cauzione, ed è quasi certo che verrà negata agli stranieri, quindi anche chi a fine processo batte l'accusa trascorrerà solitamente dei mesi in prigione. Come in ogni prigione, i molestatori di bambini possono aspettarsi di avere problemi da altri detenuti e poco aiuto da parte delle guardie.

L'età del consenso è di 12 anni a partire dal 2019. Chiunque venga sorpreso con una persona più giovane di quella (non necessariamente facendo sesso, solo beccato con loro in un luogo appartato) sarà accusato di stupro e dovrebbe aspettarsi una dura pena detentiva, seguita dall'espulsione. Anche fare sesso con qualcuno che ha meno di 18 anni e con 10 anni in meno è illegale e può portare al carcere e all'espulsione. Ci sono anche molte altre leggi che rendono la situazione piuttosto complessa; per un visitatore straniero la cosa più sicura è stare lontano da chiunque abbia meno di 18 anni.

Oltre alla legge filippina, c'è un altro rischio legale piuttosto serio. La maggior parte dei Paesi occidentali ha leggi che vietano il sesso su minori anche al di fuori del proprio Paese; un molestatore di bambini potrebbe essere perseguito a casa per azioni nelle Filippine. In questi casi, si applicano le regole del Paese di accusa; per esempio, un turista sotto i 23 anni che fa sesso con un tredicenne potrebbe essere legale secondo la legge filippina, ma è estremamente improbabile che un tribunale a casa lo consideri accettabile.

Fare attenzione quando si interagisce con i bambini filippini, soprattutto se si vuole fotografarli o coccolarli. Alcuni filippini presumeranno che li si sta predisponendo alla mercanteggio e la tratta di bambini è un problema serio nel Paese.

Per la tratta di esseri umani, le pene vanno fino all'ergastolo.

Droghe[modifica]

Le Filippine hanno una reputazione negativa per le droghe illegali; la sua posizione lungo le principali rotte del traffico di droga tra l'Asia e le Americhe, insieme a sanzioni meno dure, ha reso il paese una base per il trasbordo di droga da parte dei cosche criminali internazionali.

Le droghe più utilizzate nel paese sono la metanfetamina di cristallo (shabu) e la marijuana (damo o tsongki nello slang locale), e nelle grandi città sono comuni gli spacciatori che le vendono. Tuttavia, sono illegali e le sanzioni sono molto dure. I reati di droga e le operazioni sotto copertura sono comuni e si potrebbe finire con una lunga pena detentiva, seguita dall'espulsione. Il possesso di accessori inerenti al mondo della droga, come tubi di vetro o d'acciaio ("pippotti") usati per somministrare lo shabu, potrebbe farvi arrestare. Raramente viene concessa la cauzione per reati di droga, quasi mai per traffico o possesso di shabu, quindi è probabile che anche le persone che alla fine battono l'accusa trascorrano mesi in prigione. Inoltre, da quando Duterte è diventato presidente della polizia, i vigilanti hanno iniziato a sparare a presunti spacciatori di shabu senza processo.

La metanfetamina (shabu) è un potente stimolante e una sostanza notevolmente sgradevole, da evitare per molte ragioni. Un sovradosaggio uccide all'istante e l'eccessiva stimolazione tende a danneggiare il corpo, in particolare il cuore, quindi l'uso prolungato può uccidere anche senza sovradosaggio. Come si dice, "La velocità uccide"! Inoltre questa roba crea dipendenza e cambia la personalità dei consumatori pesanti, dando loro una spiccata tendenza alla paranoia e all'aggressività.

Le droghe da festa di alto valore come l'ecstasy (MDMA) e le droghe griffate come "fly high" sono comuni nelle scene della vita notturna di grandi città come Manila e Cebu. I rave party sono anche punti caldi per le droghe da festa e le bevande addizionate. La polizia tratta questi farmaci con durezza e il loro utilizzo può essere fatale.

Catastrofi naturali[modifica]

La posizione di questo Stato nel Pacifico nei pressi della Cintura di fuoco e il suo clima tropicale, ne fanno un luogo soggetto a terremoti e tifoni. Le Filippine hanno molti decessi legati a calamità naturali, seconde al mondo dopo la Cina. I rischi includono oltre ai precedenti, piogge monsoniche, inondazioni ed eruzioni vulcaniche.

Piogge monsoniche e inondazioni[modifica]

Le forti piogge, causate da temporali locali, tifoni o venti monsonici, fanno parte del clima filippino. Le città densamente popolate non sono al sicuro dagli effetti delle piogge e dei forti venti. In alcune aree soggette a inondazioni, i governi locali hanno installato sistemi di rilevamento delle inondazioni per aiutare nell'evacuazione delle aree in caso si manifestino. In qualsiasi area, le migliori fonti di informazione sono i media locali, le amministrazioni cittadine o provinciali e i residenti locali.

Il monsone di sud-ovest (habagat) tra la fine di maggio e l'inizio di ottobre causa la maggior parte delle piogge abbondanti e a volte le inondazioni sono comuni, specialmente quando un tifone lo rafforza. Anche il monsone di nord-est (amihan) da gennaio a marzo può portare forti piogge. Molti veicoli possono rimanere bloccati dalle inondazioni aggravate dall'alta marea e dal drenaggio intasato.

Anche durante il monsone di sud-ovest, il sole può ancora brillare per la maggior parte del tempo, ma potrebbe essere saggio portare un ombrello, specialmente quando si vedono formarsi dei cumulonembi. Considera gli articoli a doppio scopo; un cappello o un ombrello possono proteggere tanto dal sole tropicale quanto dalla pioggia.

Tifoni[modifica]

Distruzione a Tacloban dopo il tifone Haiyan nel novembre 2013

I tifoni sono abbastanza comuni, di solito arrivano al largo del Pacifico, attraversano parti del Paese, quindi si dirigono verso l'Asia continentale. Forti piogge e forti venti, che di solito si verificano insieme, possono causare gravi danni e anche effetti secondari, come mareggiate sulla costa o smottamenti in montagna, che possono essere gravi. I tifoni in genere coprono una vasta area, interessando intere isole o vaste regioni.

Un tifone ha due nomi nelle Filippine, uno assegnato da un'agenzia internazionale di osservazione meteorologica e un altro dalla Philippine Atmospheric, Geophysical, and Astronomical Services Administration (PAGASA). Ad esempio, nel 2013, il tifone con i venti più forti mai registrati all'approdo e la tempesta tropicale più distruttiva della storia recente, è approdato a Samar e ha devastato diverse altre aree; era conosciuto come "Tifone Haiyan" a livello internazionale e "Tifone Yolanda" nelle Filippine.

I tifoni sono una minaccia a terra, ma ci sono anche rischi in mare, dove possono capovolgere una nave. Navi e traghetti non possono navigare una volta che il segnale di avviso di tifone n. 2 è stato alzato. Quando è previsto un tifone, peccare per eccesso di cautela e annullare il viaggio.

Spesso i voli vengono cancellati anche a causa dei forti venti causati dai tifoni. Si potrebbe voler programmare voli in coincidenza a pochi giorni di distanza in modo che se il primo volo venisse cancellato si può prenderne uno successivo e continuare per non prendere la coincidenza.

Tornado[modifica]

Anche le Filippine hanno tornado (ipo-ipo o buhawi), sebbene non siano così frequenti e distruttivi come negli Stati Uniti d'America. Un tornado può formarsi senza preavviso, specialmente da un semplice temporale. Alcuni sono trombe d'acqua, formate in mare. La maggior parte delle case e degli edifici nelle Filippine sono in cemento, quindi i danni gravi si limitano a tetti staccati, finestre rotte e piccoli detriti. Le strutture improvvisate sono le più soggette a danni, proprio come sono molto suscettibili ai tifoni.

Terremoti e tsunami[modifica]

Le Filippine si trovano in un'area geologicamente instabile tra la placca eurasiatica continentale e la placca marina filippina in subduzione e fa parte dell'anello di fuoco del Pacifico. C'è un'alta probabilità che qualsiasi parte delle Filippine venga colpita da terremoti.

I terremoti (lindol) sono frequenti, ma la maggior parte sono deboli e raramente percettibili, e alcuni possono anche innescare tsunami (spiegati più avanti). L'ultimo grande terremoto è avvenuto nell'ottobre 2013, quando un terremoto di magnitudo 7,2 ha colpito l'isola di Bohol, distruggendo case, facendo cadere chiese secolari, uccidendo oltre 200 persone e danneggiando anche alcune strutture nella vicina provincia di Cebu. Molti edifici e strutture non sono progettati secondo gli standard o adattati per resistere a forti scosse e la costruzione improvvisata o scadente rimane un problema.

I terremoti possono verificarsi ovunque nelle Filippine, ma l'area a più alto rischio è Regione Capitale Nazionale e Luzon meridionale, dove è presente il Sistema di faglie della Valle Marikina. La Faglia della Valle Ovest può spostarsi in qualsiasi momento e causare un terremoto di magnitudo 7,2 (chiamato "Big One") che può causare circa 100.000 morti e feriti. Nelle aree circostanti la faglia vengono eseguite esercitazioni di routine per il terremoto per garantire che le persone in quelle aree siano preparate in caso di catastrofe.

Gli tsunami rappresentano un grave rischio nelle zone costiere. Sebbene sia raro, prepararsi a evacuare le aree costiere qualora uno tsunami stia per colpire. La maggior parte delle aree costiere sono aree soggette a tsunami, in particolare quelle che si trovano vicino a trincee sottomarine che possono innescarlo.

Vulcani[modifica]

Eruzione del Monte Mayon nel 2009

I vulcani possono essere un pericolo nelle Filippine, a causa della loro posizione nell'Anello di Fuoco, e la maggior parte delle aree è soggetta a eruzioni vulcaniche. Ci sono 50 vulcani nelle Filippine e la metà di questi sono classificati come attivi. L'ultima eruzione di alto profilo è stata il Monte Pinatubo nel 1991. Ha vomitato cenere e lahar che ha colpito milioni di persone nelle province circostanti e ha causato un calo globale della temperatura. Il Monte Mayon, nella Provincia di Albay, noto per il suo cono perfetto, è uno dei numerosi vulcani attivi che rappresentano un pericolo con le sue frequenti eruzioni. Anche il Monte Taal a Batangas, il vulcano più piccolo del mondo, è pericoloso quando si vedono segni di un'imminente eruzione sul lago della caldera.

I vulcani più attivi sono anche destinazioni turistiche e le regole di sicurezza dei vulcani si applicano durante le escursioni o le scalate. Quando vengono attivati gli avvisi sui vulcani, prestare molta attenzione a eventuali chiusure programmate dei sentieri e non tentare mai di entrare nelle zone di esclusione designate.

Conflitto civile[modifica]

Le Filippine hanno lottato con gruppi ribelli come i separatisti islamici a Mindanao e i comunisti, sotto il New People's Army (NPA), nel corso della sua storia.

Si consiglia, ai viaggiatori diretti verso la parte sud occidentale di Mindanao (Penisola di Zamboanga, Bangsamoro e Isole Sulu incluse), di prestare particolare attenzione se non di evitare i viaggi non necessari poiché è in corso un conflitto tra delle milizie islamiche e il governo filippino; questa regione è considerata la parte più pericolosa del Paese poiché gli attentati sono all'ordine del giorno. Sebbene la situazione sia in qualche modo migliorata dall'assedio di Marawi e dai plebisciti del 2019, attentati e rapimenti hanno continuato a verificarsi sporadicamente nel 2020.

Il resto di Mindanao rimane al sicuro, ma alcuni paesi hanno ancora avvisi che scoraggiano i viaggi nel resto della regione a causa di crimini violenti e terrorismo e l'assicurazione di viaggio o l'assistenza consolare potrebbero essere limitate per chi viaggi proprio lì. La regione scarsamente popolata di Caraga (che ha l'isola di Siargao) è molto più sicura del resto del Mindanao continentale, ma la giungla ospita anche ribelli comunisti ed è anche una delle regioni più povere del Paese.

Altrove nel paese, i ribelli comunisti, sotto l'NPA sono un problema nell'entroterra. Hanno istituito posti di blocco illegali lungo le strade rurali ed estorcono denaro agli automobilisti di passaggio, ma non disturbano i viaggiatori ordinari e prendono di mira principalmente autobus e camion merci. Ci sono sedicenti comunisti che tuttavia appoggiano l'NPA o hanno rinunciato alla violenza e quindi sostengono solo pacificamente.

Terrorismo[modifica]

Gli atti terroristici contro destinazioni turistiche sono rari, ma in passato ci sono stati diversi attacchi di alto profilo, di solito attentati, come gli attentati del Rizal Day del 2000, l'attentato del SuperFerry del 2004, gli attentati di San Valentino del 2005 e le bombe al mercato notturno di Davao del 2016. Da allora, non ci sono stati grandi attacchi bomba, ad eccezione di sporadici incidenti all'interno di Mindanao. Sebbene la sicurezza sia stata sempre più invasiva alla luce di questi incidenti, con procedure in stile aeroporto quando si entra nei centri commerciali, nei terminal dei trasporti pubblici e simili, non c'è bisogno di essere paranoici.

Le battute sulle bombe sono considerate un atto criminale secondo la legge filippina, punibile con 6 mesi di carcere.

Disordini politici e proteste[modifica]

Una manifestazione a Mendiola St, Manila

Dimostrazioni e proteste sono comuni e spesso diventano violente. La maggior parte dei raduni si svolgono a Manila, in particolare Mendiola St vicino a Malacañang e Roxas Blvd vicino all'ambasciata degli Stati Uniti d'America. Evitare di entrare in un luogo in cui si tiene una protesta. Inoltre, agli stranieri è vietato partecipare alle manifestazioni, fatto punibile con la reclusione e l'espulsione.

Scioperi occasionali dei trasporti, che di solito coinvolgono conducenti di jeepney, possono interrompere gli affari a livello regionale o addirittura nazionale. Nelle città, prepararsi a camminare, prendere un taxi o un triciclo o fare il carpooling per raggiungere la propria destinazione. Gli autobus sono meno colpiti dagli scioperi, ma saranno in quantità limitata poiché assorbono tutti i passeggeri colpiti dagli scioperi.

I periodi elettorali possono essere violenti, soprattutto nelle province meno visitate. Ci saranno molti posti di blocco lungo le autostrade e il consumo di alcol è generalmente vietato durante il giorno delle elezioni.

Armi da fuoco[modifica]

In quanto eredità coloniale americana, le Filippine hanno una forte cultura delle armi e le leggi più permissive sulla proprietà delle armi in Asia, ma ciò non significa che si può portare qualsiasi arma liberamente nel Paese per qualsiasi scopo. Le Filippine hanno leggi severe sulle armi, per cui si deve ottenere una licenza per possederne una e il processo prevede controlli sui precedenti, come la storia criminale e la capacità mentale. Un porto d'armi è richiesto anche quando si porta una pistola. Tutte le armi da fuoco devono essere dichiarate alla dogana all'ingresso e all'uscita.

Elettricità[modifica]

La maggior parte delle prese a muro sono multi-standard, accettando sia spine americane (tipo A/B) che europee (tipo C), ma non tutte le prese forniscono una messa a terra e gli edifici più vecchi possono avere solo prese di tipo A/B. Gli adattatori sono disponibili nei minimarket e nei negozi di ferramenta.

L'elettricità nelle Filippine è fornita a 230 V a 60 Hz, ma alcuni edifici più vecchi potrebbero avere un'alimentazione a 110 V (ad esempio quelli nel centro di Baguio). Per i dispositivi progettati per i voltaggi 100/127 V, come asciugacapelli o rasoi elettrici, controllare attentamente per non distruggerlo in una presa a muro filippina (a meno che non sia cablata a 110 V, se ce n'è una, dovrebbe essere chiaramente contrassegnata).

L'alimentazione è disponibile 24 ore al giorno nella maggior parte del Paese, ma i blackout (o localmente chiamati "brownout") possono verificarsi inaspettatamente a causa di condizioni meteorologiche o arresti/riparazioni improvvise di centrali elettriche. Mindanao, che faceva affidamento principalmente sull'energia idroelettrica, non subisce più blackout rotanti ("cali di tensione rotanti") durante la stagione secca, ma il sabotaggio delle linee elettriche nelle parti più selvagge della regione può ancora causarne uno in qualsiasi momento. La disponibilità di energia per tutto il giorno nelle isole off-grid (e.g. Provincia di Palawan) dipende da dove viene fornita l'energia. Se si alloggia in un hotel, cercare i cartelli "No brownout" o chiedere alla reception se hanno un generatore.

Situazione sanitaria[modifica]

Cibo e bevande[modifica]

Il cibo di strada è ampiamente disponibile, anche se si dovrebbe stare attenti a ciò che si mangia

Bere la sempre disponibile acqua in bottiglia. Anche il succo di Buko (acqua di cocco) è sicuro se non hanno aggiunto ghiaccio locale. Fare attenzione ai venditori di succo di buko poiché alcuni lo creano con l'acqua del rubinetto mescolata con lo zucchero. Comprare e mangiare frutta che non è già stata tagliata. Il cibo cucinato da una carinderia (mensa all'aperto) va bene se c'è un fuoco sotto le pentole e il cibo è stato mantenuto caldo.

Se si deve bere l'acqua del rubinetto (di solito è servita/contenuta in un sacchetto di plastica da piccolo a medio), l'acqua a Manila, Cebu e in altre grandi città è generalmente accettabile, ma si consiglia di far bollire l'acqua del rubinetto per almeno 5 minuti solo per sicurezza. Altrove bere acqua in bottiglia. C'è sempre il rischio di contrarre l'amebiasi quando si beve l'acqua del rubinetto in campagna. Inoltre, questo vale per il ghiaccio che di solito viene messo nelle bevande, poiché quelli venduti per strada vengono spesso tagliati da un blocco e trasportati in condizioni discutibili.

È meglio acquistare l'acqua in bottiglia nei negozi e nei ristoranti protetti. Le bottiglie d'acqua vendute dai venditori lungo la strada e sugli autobus sono molto probabilmente bottiglie usate riempite con acqua del rubinetto, sigillate e poi raffreddate.

Il cibo di strada non è così sicuro da consumare nelle Filippine e gli standard igienici sono scarsamente applicati. È meglio mangiare cibo di strada, come il pampalamig, venduto nei punti ristoro nei centri commerciali, dove gli standard igienici sono applicati meglio.

Malattie[modifica]

Vento mortale?

Non tutti i filippini, specialmente quelli delle campagne, hanno accettato la teoria dei germi della malattia; alcune persone spiegheranno invece la trasmissione di malattie simil-influenzali mediante l'esposizione agli agenti atmosferici. Alcuni abitanti della campagna spiegano che i decessi causati dall'influenza o da malattie simil-influenzali vengono dall'essere inzuppati dalla pioggia durante la stagione delle piogge o dall'esposizione alla gelida brezza durante la stagione fredda. Le misure preventive includono la chiusura completa delle finestre quando si dorme nelle case rurali o si fa un viaggio notturno in un normale autobus. Le cure più comuni sono strofinare il mentolo o altri oli vegetali, l'hilot (massaggio terapeutico) o le scoregge.

Nelle regioni di lingua tagalog, lunod può riferirsi a una malattia popolare, simile all'angin duduk indonesiano e al "ventilatore della morte" coreano. È causato dall'aria fresca di un ventilatore elettrico o di un condizionatore d'aria che soffia sulla schiena mentre si è seduti. Il lunod può essere impedito non accendendo alcuna ventola elettrica (o semplicemente abbassando la velocità della ventola al minimo), impostando la temperatura del condizionatore d'aria in modo che sia più calda della temperatura ambiente, o quando ci si trova in un autobus con aria condizionata, chiudendo le prese d'aria del condizionatore d'aria leggermente o completamente.

Il CDC statunitense informa che il rischio di malaria esiste solo nelle aree non urbane al di sotto dei 600 metri delle isole di Luzon, Mindanao, Mindoro e Palawan. Visayas è esente dalla malaria. La clorochina non è più un rimedio raccomandato per la malaria in nessuna parte delle Filippine a causa dei ceppi resistenti a questo farmaco. In generale la malaria non è comune nelle Filippine rispetto all'Africa e al resto del sud-est asiatico e circa la metà dei casi annuali si verifica in un paio di località isolate.

La febbre dengue è comune nelle Filippine e i casi aumentano ogni anno, quindi è consigliabile applicare repellenti per zanzare e indossare abiti a maniche lunghe quando possibile. L'unico vaccino disponibile, Dengvaxia, è stato bandito a causa di presunti rischi per i bambini, ma è stato reso nuovamente disponibile nel 2019 per quelli già esposti alla malattia.

Il morbillo era raro fino a quando non si è verificato un grave focolaio all'inizio del 2019. Si consiglia di vaccinarsi contro il morbillo.

La rabbia è comune anche tra gli animali di strada nelle Filippine, quindi è bene vaccinarsi contro la rabbia qualora non lo si fosse già fatto, e chi viaggia con bambini, è opportuno vaccinarli il prima possibile poiché sono ad alto rischio di contrarre la rabbia perché tendono a giocare di più con gli animali. Gli animali domestici devono essere vaccinati contro la rabbia prima di essere introdotti nel Paese.

L'epatite A, B e C è endemica e comune nel Paese. Esistono vaccini per l'epatite A e B, consigliati a tutti i viaggiatori; non esiste ancora un vaccino contro C. Evitare il contatto con sangue e fluidi corporei di altre persone; condividere aghi o anche articoli per la cura personale come rasoi o spazzolini da denti facilita la trasmissione sia dell'epatite B che C. L'epatite A può essere trasmessa attraverso il cibo di strada contaminato.

L'encefalite giapponese è comune e si raccomanda la vaccinazione. Evita di nuotare in zone di acqua dolce dove si corre rischi elevati di contrarre la schistosomiasi (a meno che non siano clorurate). La leptospirosi è spesso contratta da attività acquatiche ricreative, come il kayak, in acque contaminate.

La tubercolosi è molto comune nelle campagne, quindi cercare di evitare le persone che tossiscono o sembrano deboli e fare attenzione a non rimanere troppo a lungo nei villaggi che potrebbero essere ricchi di persone contagiose.

L'influenza e febbre nelle Filippine si diffondono nelle stagioni umide e fresche. Ci sono state sporadiche epidemie di influenza aviaria e influenza suina, ma il pollo o il maiale cotti dovrebbero essere generalmente sicuri da mangiare. Indossare una mascherina chirurgica in pubblico sta diventando normale nelle Filippine anche prima della pandemia di COVID-19, non solo per prevenire il contagio ma per proteggersi dall'inquinamento atmosferico nelle strade.

Portare con sé farmaci antidiarroici, poiché le condizioni igieniche presentano un alto rischio di diarrea dei viaggiatori. Gatorade o altre bevande sportive potrebbero alleviare la perdita di liquidi. Se non si è sicuri, bere acqua in bottiglia e lavarsi sempre le mani.

Sanità[modifica]

La qualità dell'assistenza sanitaria nelle Filippine varia notevolmente. Mentre nelle grandi città sono certamente disponibili ospedali e cliniche moderne con medici ben formati, la qualità dell'assistenza sanitaria spesso lascia molto a desiderare nelle città più piccole e nelle aree rurali. Sebbene i cittadini filippini siano coperti da un regime di assicurazione sanitaria universale finanziato dal governo, questo regime non è disponibile per gli stranieri e gli ospedali spesso richiedono il pagamento anticipato prima di iniziare il trattamento. La stragrande maggioranza dei medici e infermieri filippini è in grado di parlare inglese, molti dei quali hanno ricevuto la loro formazione negli Stati Uniti d'America, quindi la comunicazione generalmente non è un problema per gli stranieri anglofoni.

Gli ospedali pubblici nelle principali città sono generalmente di uno standard decente, anche se potrebbero non essere così comodi come quelli a cui sono abituati gli espatriati occidentali a casa. Gli ospedali privati, d'altra parte, forniscono eccellenti standard di cura, anche se si pagherà un prezzo elevato per i loro servizi. Tuttavia, hanno ancora un prezzo ragionevole per gli standard occidentali, quindi la maggior parte degli espatriati opta per l'assistenza sanitaria privata quando possibile.

Malattie sessualmente trasmissibili[modifica]

Le Filippine hanno uno dei tassi di HIV in più rapida crescita al mondo. Sebbene la prevalenza nazionale dell'HIV rimanga dello 0,1%, c'è stato un aumento del 174% dell'incidenza dell'HIV tra il 2010 e il 2017.

Altre malattie sessualmente trasmissibili sono più comuni dell'HIV. Ci sono cliniche di igiene sociale (cliniche STD) nella maggior parte degli uffici sanitari municipali nelle Filippine.

Rispettare le usanze[modifica]

Nomi filippini e forme di rispetto

I nomi filippini sono gli stessi dell'Occidente, ma ci sono idiosincrasie:

  • I cognomi di alcuni filippini sono indigeni ma scritti alla maniera spagnola. Tuttavia, la maggioranza ha cognomi spagnoli imposti loro durante la colonizzazione spagnola. Per i filippino-cinesi, mantengono i loro cognomi cinesi.
  • I secondi nomi hanno una definizione diversa nelle Filippine, i quali si riferiscono piuttosto al cognome della madre, riprendendo dall'usanza spagnola di avere due cognomi. Questo può confondere quando si compilano i moduli, ma può essere facilmente risolto inserendo il secondo nome nel campo del nome (i "secondi nomi" occidentali sono trattati almeno come parte del nome dalla burocrazia filippina) o lasciandolo fuori completamente.
  • I soprannomi sono molto variabili e i filippini possono avere più di un soprannome che cambia a seconda del contesto sociale. Più comunemente, assumono la forma di forme di animali domestici, iniziali o semplicemente pure descrizioni distintive della persona in questione. Vale la pena chiedere alla persona quale soprannome preferisce in un determinato contesto.

Anche i filippini musulmani seguono lo stesso sistema di denominazione della maggior parte dei filippini, sebbene molti abbiano i loro nomi che seguano i nomi arabi, nome proprio-nome del padre. I cinesi filippini hanno adattato lo schema nome-secondo nome-cognome e molti nati dopo gli anni '70 non portano nomi cinesi; quelli che lo fanno lo faranno registrare come secondo nome e scritto dopo il cognome come nel formato di denominazione orientale.

Ci sono molte formalità su come rivolgersi alle persone per nome. Le persone anziane che non si conoscono bene vengono chiamate educatamente Tito/Tita (per persone più grandi) o Ate/Kuya (per persone della stessa età o di rango) più il loro nome o soprannome. Si potrebbe essere chiamati Ginoo (signore), Ginang (signora) o Binibini (signorina) nelle situazioni più formali, sebbene i loro equivalenti inglesi siano usati più frequentemente. L'uso di occupazioni come titoli formali (e.g. architetto, ingegnere, professore, dottore, avvocato) è comune, cosa che sarebbe altrimenti insolita per la maggior parte degli altri anglofoni. Tuttavia, "professore" e "dottore" sono più comuni nell'uso all'estero. Rivolgersi alle persone per nome o soprannome solo se la conoscenza reciproca è buona o se si è più anziani o in una posizione di rango superiore, anche se hanno un genitore non asiatico e in particolare da un Paese in cui l'uso del nome è solitamente la norma. Tuttavia, alcuni filippini, in particolare quelli nati all'estero e cresciuti lì o nati all'estero e cresciuti ovunque nelle Filippine, e sono figli di un genitore non asiatico o occidentale, potrebbero preferire essere chiamati per nome o soprannome, alla stregua di come accade nei Paesi occidentali.

Ultimo ma non meno importante, conoscere il proprio "tu". La maggior parte delle lingue filippine distingue tra un tu informale e uno formale, quindi usare la forma sbagliata in una situazione inappropriata, ad esempio usare ikaw/ka per rivolgersi a un anziano, è scortese. Inoltre, non dimenticare la particella onorifica po quando si parla in tagalog, sebbene anche altre lingue filippine possano avere i loro equivalenti.

I filippini sono ospitali ed educati, ma le norme culturali differiscono drasticamente da gran parte dell'Occidente. Gran parte dell'etichetta filippina prende in prestito dalla cultura dell'Asia orientale e ispanica.

  • I filippini danno molto valore a hiya ("vergogna"), un concetto legato al salvare la faccia. A meno che non si sia in una posizione di autorità, sottolineare gli errori è generalmente imbarazzante a meno che non sia fatto in privato. Le controversie sono spesso risolte di comune accordo tra le due parti.
  • Il ritmo della vita nelle Filippine è molto vicino a quello dell'Europa meridionale e i filippini hanno un atteggiamento rilassato nei confronti della puntualità come gli ispanici. Avvicinarsi al "tempo filippino" con pazienza; anche essere "elegantemente in ritardo" non è raro e i trasporti pubblici di solito non rispettano gli orari. Ciò non si applica alle riunioni di lavoro o formali.
  • Allo spazio personale nelle Filippine non è prestata molta attenzione. Autobus, jeepney e treni diventano affollati, quindi spingere e premere senza dire scusa è un atteggiamento comune.
  • Alcune parole inglesi relative alla razza o all'etnia che sembreranno razziste a casa potrebbero avere poca o nessuna connotazione negativa tra i filippini. "Negro/a" è ancora comunemente usato per i neri (e non ha connotazioni razziste), mentre le persone di razza mista sono ancora chiamate "mezzosangue" ("half-breed" in inglese). Termini simili nelle lingue filippine possono suonare affettuosi a seconda del contesto. I bianchi sono chiamati puti, ma alcuni potrebbero persino chiamarli "americani", "amerikano/a" o "kano/a" indipendentemente dalla nazionalità.
  • Secondo un sondaggio, le Filippine sono la nazione asiatica più tollerante verso la comunità LGBT e i filippini sono noti per essere ospitali nei confronti dei gay. I viaggiatori LGBT sono al sicuro nel Paese, ma non dovrebbero essere troppo indiscreti: una coppia che mostra affetto in pubblico può scuotere la gente del posto, attirando principalmente parolacce. I casi di violenza omofobica o di aggressioni ai gay sono rari, ma accadono, specialmente nelle famiglie conservatrici.
  • Le manifestazioni pubbliche di affetto sono fortemente disapprovate dalla maggior parte dei filippini. Pomiciare è generalmente visto come un comportamento scandaloso, e se si viene denunciati alla polizia e scoperti, si potrebbe rischiare 6 mesi o un anno di carcere, più multe (e peggio, l'espulsione). Insomma, non offendere la sensibilità filippina baciandosi e abbracciandosi in pubblico. Tenersi per mano, invece, è accettabile; molte coppie filippine lo fanno in pubblico.
  • Onorare gli anziani è importante nella cultura filippina. Gli anziani hanno la priorità nei posti a sedere È educato aiutare una persona anziana ad attraversare la strada.
  • Con la possibile eccezione dei moros, la maggior parte dei filippini mostra una forte cultura della cortesia maschile nei confronti delle donne e del maschilismo, un'influenza della cultura ispanica. È considerato educato per gli uomini rinunciare a un posto quando si trovano sui mezzi pubblici. Gli spettacoli più o meno espliciti di predominio maschile nelle famiglie, sebbene diventino meno comuni, possono essere piuttosto stridenti. È scortese usare un linguaggio forte o parlare ad alta voce con le donne.
  • La discriminazione di classe è comune nella cultura filippina. Gli stranieri o i filippini di ritorno dall'estero sono spesso percepiti come ricchi. Vantarsi della propria ricchezza o dei propri risultati di solito non è apprezzato.
  • In certi momenti, l'inno nazionale viene riprodotto su sistemi di annunci pubblici in luoghi pubblici come centri commerciali e cinema (prima dell'inizio di qualsiasi film, come alcuni paesi asiatici, ovvero India e Thailandia, ma non nei cinema occidentali dove la pratica è rara o arcaica), e tutti sono tenuti ad alzarsi e mettere la mano destra sul petto sinistro, eccetto i Testimoni di Geova, i cui insegnamenti religiosi non consentono il saluto davanti alle bandiere nazionali, e chi è su sedia a rotelle. Si dovrebbe fare lo stesso se si possiede la cittadinanza filippina, per non essere arrestati e multati. Se si è un Testimone di Geova o un cittadino straniero, stare sull'attenti con rispetto. Anche se su una sedia a rotelle, mostrare rispetto a prescindere. L'ignoranza delle leggi locali non è una scusa accettabile.

Indumenti[modifica]

I filippini sono più modesti degli stranieri e l'importanza personale influenza il modo in cui si verrà trattati dalle persone intorno. Le donne filippine sono generalmente più modeste, anche se ciò dipende da dove ci si trova.

Bisogna togliersi le scarpe quando si entra nelle case, anche se agli stranieri potrebbe essere concessa più libertà. si può continuare a indossare i calzini, ma questo è sconsigliabile nel clima afoso delle Filippine. La famiglia può anche fornire pantofole da usare mentre si è all'interno della casa o in bagno.

Si consiglia un abbigliamento modesto soprattutto al di fuori delle zone turistiche e alcuni luoghi potrebbero avere leggi locali che scoraggiano un abbigliamento più vistoso. Fatta eccezione per le chiese, i siti religiosi, gli uffici governativi e altri luoghi con codici di abbigliamento scritti, l'abbigliamento casual occidentale va bene ovunque nel Paese. Per le donne vanno bene pantaloncini corti e minigonne, ma è più rispettoso indossare gonne, pantaloni o pantaloncini che coprano almeno il ginocchio. Le magliette senza maniche (sando) o le t-shirt senza maniche (tipo maglie da basket) vanno bene ovunque, ma non in chiesa o in ufficio. I top scollati sono rari e daranno nell'occhio.

Nelle province a maggioranza musulmana del Paese, si consiglia un abbigliamento più modesto. Si consiglia agli uomini di indossare pantaloni e magliette a maniche lunghe. Le donne musulmane filippine di solito indossano l'hijab, ma questo non è richiesto per le visitatrici, a meno che non siano state convertite all'Islam, in particolare le donne straniere che lo abbiano già indossato volontariamente.

Abbigliamento da lavoro: per gli uomini, una camicia o un abito con colletto a maniche lunghe è lo standard, anche se le cravatte sono spesso omesse, il bottone del colletto di solito non è chiuso ed è anche possibile indossare invece una camicia con colletto a maniche corte basata sul Barong Tagalog. Le donne generalmente indossano abiti da ufficio occidentali.

L'abbigliamento da spiaggia nelle Filippine è conservatore. Costumi da bagno per uomini sono la norma, ma i bikini sono rari tra le filippine. Nuotare con il top è comune, generalmente per evitare scottature, ma questo potrebbe non essere consentito in alcune piscine a seconda delle regole vigenti.

Essere in topless o seminudi in pubblico è illegale e spesso associato a teppisti di strada. Anche la nudità completa è disapprovata e illegale in generale, a meno che si non sia in una spiaggia remota. L'allattamento al seno in pubblico è legale, ma non comune tra i filippini.

Mangiare e bere[modifica]

Molti filippini apprezzano andare a mangiare fuori come parte dell'aver riguardo degli ospiti e della creazione di relazioni. Fatta eccezione per i luoghi formali, molti filippini non si preoccupano delle conversazioni rumorose al tavolo da pranzo. I ristoranti sono per lo più luoghi allegri e le conversazioni ad alto volume sono frequenti, specialmente quando mangiano famiglie numerose o gruppi.

Evitare di usare la mano sinistra quando si mangia con le mani. La mano sinistra è tradizionalmente riservata alle attività poco igieniche, ma il tabù è praticamente inesistente al di fuori del cibo nella maggior parte delle Filippine; tuttavia, si applica a tutto ciò che riguarda i musulmani, quindi fare attenzione se ci si dirige nell'entroterra nelle parti a maggioranza musulmana di Mindanao o si mangia nei ristoranti islamici filippini in qualsiasi parte del Paese.

I filippini più giovani possono scegliere di dividere il conto (KKB, acronimo tagalog di kanya-kanyang bayad), ma offrire è il modo tradizionale filippino. Ci si aspetta generalmente che le persone di posizione o status superiore offrano a quelle inferiori: dall'anziano al più giovane, dal superiore al subordinato, dal ricco al povero, da chi ospita a chi viene ospitato e dall'insegnante allo studente.

I filippini, forse con l'eccezione dei musulmani, amano bere e ubriacarsi, specialmente con birra e vino locali. Bere molto alcol non è necessariamente un male, ma l'eccessiva ubriachezza è stigmatizzata come una debolezza dell'anima.

Religione[modifica]

Le Filippine sono ufficialmente laiche, ma la religione gioca un ruolo importante nella cultura filippina. La libertà di religione è sancita dalla costituzione, ma la blasfemia, l'ingerenza nell'attività religiosa e i commenti critici su una certa religione rimangono un atto criminale, punibile con 12 anni di carcere.

Gli agnostici o gli atei sono una piccola minoranza in questo Paese, essendo circa lo 0,02% nel censimento del 2015. Dire di non credere in un Dio o mettere in dubbio la sua esistenza sarà felicemente ignorato dai filippini, con tentativi di proselitismo. Tuttavia, il proselitismo è respinto come condotta antisociale in molte aree, in particolare nella regione prevalentemente musulmana di Bangsamoro. Opporsi alla religione a causa del suo conservatorismo, potresti anche essere motivo di derisione o oggetto di domande, e le femministe che si oppongono al patriarcato religioso che ostacola l'agenda progressista o femminile, potrebbero essere facilmente ignorate o addirittura essere in disaccordo con le femministe filippine che potrebbero considerare la religione compatibile con il femminismo.

I filippini prendono sul serio molte superstizioni e tabù associati, specialmente per quanto riguarda gli spiriti, la fortuna e le creature mitologiche; molti filippini, anche quelli non di origine cinese, osservano anche tabù culturali cinesi, come la paura del numero 4. Alcune superstizioni specifiche della cultura filippina sono:

  • Mangiare pollo a Capodanno - Un tabù che affonda le sue radici nella Cina. È considerato di cattivo auspicio mangiare pollo a Capodanno, sia quello gregoriano che quello cinese.
  • Alberi infestati: molte persone credono che i grandi alberi, come i banyans (balete) siano abitati da kapre (giganti fumatori di sigaro) e si può essere perseguitati se ci si avvicina a loro senza chiedere prima il loro permesso.
  • Nuno (goblin): è educato dire tabi po nuno quando si passa vicino a luoghi in cui vive un nuno; non farlo può causare manifestazioni improvvise di malattie inspiegabili.
  • Usog: Un saluto da uno sconosciuto può portare convulsioni e febbre inspiegabili, soprattutto a un bambino; la maledizione viene scongiurata strofinando la saliva sull'addome del bambino.
  • Abiti da sposa: un tabù del cinese hokkien, è di cattivo auspicio per la sposa indossare l'abito da sposa il giorno prima del matrimonio, che potrebbe addirittura portare alla cancellazione del lieto evento.

Etica animale e ambiente[modifica]

Le Filippine hanno un fiorente mercato nero che vende specie in via di estinzione come animali domestici o souvenir di lusso, e ci sono frequenti incursioni nei negozi che vendono questi "prodotti". Evitare di acquistare animali domestici rari, pelle, piume, creature marine essiccate come stelle marine, pellicce e altri prodotti probabilmente provenienti da bracconieri illegali. La dogana prende sul serio le leggi sulle specie in via di estinzione e potrebbero essere confiscate in aeroporto.

È meglio evitare la carne di cane, in particolare l'asusena (un neologismo che deriva da aso in tagalog e azucena in spagnolo) per molti motivi. Si può trovare carne di cane nei ristoranti della Provincia di Benguet come cibo tradizionale del popolo Igorot, ma da evitarlo altrove. I cani macellati possono essere portatori del virus mortale della rabbia e possono essere una brutta esperienza qualora si venisse ricoverati in ospedale.

È anche saggio evitare le teche con animali, come i serpenti, anche negli zoo. Un bagarino vi si avvicinerà, per farvi mettere in posa per una foto con l'animale, e farvi pagare una cifra esorbitante. È molto probabile che l'animale utilizzato sia drogato e trattato crudelmente.

Questioni sensibili[modifica]

I filippini sono generalmente aperti a parlare di politica e sono più che felici di parlare dei problemi del Paese con un sorriso, ma ci sono diversi argomenti che gli stranieri devono affrontare con attenzione.

  • I filippini sono divisi sulla loro valutazione storica di Ferdinand Marcos. Mentre la maggior parte delle persone che sono diventate maggiorenni dopo la "Rivoluzione del Rosario" hanno criticato l'era di Marcos come una dittatura, con censura diffusa, repressione politica e corruzione, alcuni filippini più anziani hanno sostenuto il regime di Marcos, che considerano un momento in cui il Paese era prospero e stabile e i prezzi della maggior parte dei beni erano più bassi. Non dare mai per scontato che i filippini abbiano la stessa opinione su Marcos. Anche storici conservatori o liberali hanno mostrato opinioni rispettivamente favorevoli o opposte di Marcos.
  • Evita di parlare della Guerra alla droga di Rodrigo Duterte, poiché molti filippini nutrono forti sentimenti, soprattutto sulle opinioni straniere, in particolare sulle presunte uccisioni extragiudiziali perpetrate dalla polizia e sull'incarcerazione di figure dell'opposizione come Leila de Lima. L'amministrazione Duterte gode del forte sostegno dei filippini; dire che Duterte è un uomo forte dal pugno di ferro semplifica eccessivamente le cose. C'è stata un'indagine internazionale sulla guerra alla droga, che le famiglie delle vittime hanno accolto apertamente.
  • Anche la disputa territoriale delle Isole Spratly è una questione delicata tra i filippini. È opportuno riferirsi al Mar Cinese Meridionale come "Mar delle Filippine occidentali" mentre si è nelle Filippine. Le relazioni con la Cina sono una questione delicata e il sentimento anti-cinese è in aumento, anche prima della pandemia di COVID-19. Detto ciò, questo risentimento generalmente non colpisce i filippini cinesi.
  • Non confrontare le regioni o le province in relazione a Manila e non dare per scontato che i filippini si comportino come i Manileños. La Regione Capitale Nazionale contiene solo il 12% della popolazione filippina, la cultura e la lingua differiscono drasticamente in base alla regione e alla provincia e alcune persone vedono i confronti come se fossero economicamente, culturalmente e politicamente subordinati alla "Manila imperiale". Il tagalog come lingua nazionale filippina è una questione delicata nelle Visayas, in particolare a Cebu; il risentimento residuo per la sua promozione a lingua nazionale persiste e parlare in tagalog può offendere la gente del posto. I filippini musulmani (moros) si considerano un'identità nazionale separata.

Shock culturale[modifica]

Come i cinesi, anche i filippini si lamentano quando gli stranieri che visitano le Filippine per la prima volta sottolineano molte delle stranezze del comportamento filippino che considerano scortese o disgustoso. Ciò fa si che a loro volta gli stranieri risultino piuttosto scortesi. Ciò deriva dallo shock culturale, ossia quando gli stranieri notano che i costumi e i comportamenti filippini sono estremamente diversi dai loro e lo trovano stridente, ma lo stesso vale anche per i filippini. I filippini sono amichevoli, ma non necessariamente educati.

Non fumare per favore
  • I filippini ignorano o disobbediscono alle regole con cui non sono d'accordo, comprese le leggi. Il loro fare da gnorri li porta ad un guida aggressiva, al fumo frequente e all'attraversamento pedonale sregolato.
  • Anche i filippini sputano molto, soprattutto per strada, ed è comune sputare rumorosamente nei bagni pubblici. Si ritiene tradizionalmente che ingerire catarro sia malsano. Mentre i governi locali si stanno sforzando di ridurre questa abitudine per frenare la diffusione delle malattie, persiste ancora in una certa misura nella maggior parte dei luoghi.
  • Va bene grattarsi il naso o usare stuzzicadenti al tavolo da pranzo. Ai filippini non piace che il muco secco penda dal naso o che piccole particelle di cibo intrappolate tra i denti appaiano sui loro sorrisi.
  • Si potrebbe notare al primo arrivo che molti posti nelle Filippine siano rumorosi, con conversazioni ad alto volume, clacson, costante lavori stradali, megafoni e altoparlanti onnipresenti, dalle chiese e vetrine ai centri commerciali. In alcune regioni, parlare ad alta voce con un tono che può essere scambiato per rabbia è normale. Le orecchie dei filippini si sono per lo più adattate al rumore, quindi è consigliabile portare auricolari o tappi per le orecchie durante i viaggi.
  • C'è una certa tolleranza verso le reazioni violente (localmente definite amok), anche quando sfociano in inclinazioni omicide pagdidilim ng paningin. Alcuni credono che l'amok sia un modo per gli uomini per non perdere la faccia (hiya), specialmente quando si perde una rissa da ubriachi.
  • Il concetto di fare la coda in fila (pila) introdotto dai giapponesi non è pienamente rispettato nelle Filippine. A volte, ci vuole coraggio per essere assertivi e farsi strada attraverso le linee, come quando si prende il trasporto pubblico. Tuttavia, è stato contestato, anche nelle zone rurali.
  • I filippini, specialmente coloro che parlano inglese, sono curiosi quando vedono gli stranieri in giro. Questo si manifesta quando uno si avvicina per praticare il proprio inglese, fare domande sul proprio Paese di origine e persino chiedere di farsi una foto. Questo è comune nelle campagne, ma non nelle grandi città o nei centri turistici, dove le persone sono oramai abituate a vedere gli stranieri più frequentemente.


Come restare in contatto[modifica]

Poste[modifica]

Per inviare oggetti tramite posta, bisogna recarsi in un ufficio postale e presentare i propri articoli a un cassiere poiché non ci sono scatole postali. Controllare il sito web della Philippine Postal Corporation's (PHLPOST) per trovare gli uffici postali che servono la propria zona. In alternativa, si potrebbe chiedere al personale del proprio hotel di inviare i propri messaggi insieme ai loro e, in alcune province, certe cartolerie offrono anche la vendita di francobolli e la ricezione di posta.

Oltre al servizio postale filippino, sono disponibili anche i servizi di corriere FedEx, UPS e DHL. Sono disponibili anche corrieri locali come LBC e Aboitiz. La posta dall'estero spesso va persa, quindi non inviare nulla di valore.

Telefonia[modifica]

  • Hotline di emergenza nazionale (ex 117), 911. Tramite messaggio vocale o di testo. Queste chiamate vengono automaticamente instradate al centro di chiamata di emergenza più vicino.
  • Centro d'azione della guardia costiera filippina, +63 2 527-3880.
  • Controllo nazionale antiveleni, +63 2 524-1078.
  • Hotline turistica, +63 2 524-1728, +63 2 524-1660.
  • Directory Assistance, 187, 114. A pagamento.
  • Hotline per i reclami del servizio civile, 8888.

Il prefisso di composizione internazionale per effettuare una chiamata dall'estero dalle Filippine è 00.

I numeri di telefono nelle Filippine hanno il formato +63 35 539-0605. La successiva, due o tre cifre sono il prefisso e le restanti 7 cifre sono la parte "locale" del numero che può essere chiamato dall'interno di quell'area senza comporre il prefisso. È necessario comporre "0" davanti al prefisso dall'esterno di tale prefisso quando si è ancora all'interno delle Filippine.

La maggior parte dei numeri verdi non può essere chiamata dall'esterno delle Filippine, ma può essere composta utilizzando il formato 1800-1855-0165 nazionale.

Il modo più economico per chiamare da e verso le Filippine è utilizzare la telefonia Internet (VoIP). Ci sono diversi provider VoIP con licenza nelle Filippine. Uno dei più apprezzati è Vodini Telecom.

Cellulari[modifica]

I numeri di cellulare nelle Filippine devono sempre essere composti con tutte le 11 cifre (incluso uno "0" che precede "8nn" o "9nn" nelle Filippine), indipendentemente da dove vengono chiamati. Possono anche essere chiamati all'interno o all'esterno delle Filippine utilizzando il formato internazionale elencato nei nostri articoli sulle Filippine.

Ci sono due grandi aziende che gestiscono reti GSM 900/1800: Globe e Smart. Il fornitore del proprio cellulare nazionale potrebbe avere accordi con uno di questi fornitori locali, quindi controllare con loro prima di partire. Il roaming può essere piuttosto costoso, ma le schede SIM prepagate di queste reti sono facili da acquistare e costano solo ₱ 30 e offrono un'alternativa più economica. Se il proprio dispositivo è bloccato col proprio fornitore di servizi domestici, i negozi di riparazione cellulari nei centri commerciali possono sbloccarli per ₱ 300 a ₱ 2000. È possibile acquistare un kit prepagato completo con telefono e SIM a partire da ₱500. Questi telefoni sono generalmente bloccati su un provider di rete locale e lo si dovrebbe sbloccare prima di partire per usarlo altrove.

I telefoni cellulari GSM sono ampiamente utilizzati in tutto il Paese. La tecnologia 3G è disponibile tramite Globe e Smart, ma spesso non ha una buona copertura soprattutto al di fuori delle aree urbane. Il costo normale di una chiamata internazionale a lunga distanza verso gli Stati Uniti d'America, l'Europa o altri Paesi principali è di 0,40 USD al minuto. Le chiamate locali vanno da ₱ 6,50 al minuto per le chiamate prepagate; non ti verranno addebitate le chiamate in arrivo. I messaggi di testo in genere costano solo ₱1. Gli SMS internazionali costano ₱15-25. I piani per chiamate e SMS illimitati offerti dalle reti sono, ma di solito sono limitati a quelli concessi alle parti all'interno della stessa rete.

Ricaricare le SIM prepagate è un gioco da ragazzi. Le stazioni di ricarica elettronica (E-Load) sono ovunque, dai piccoli negozi all'angolo ai grandi centri commerciali. È possibile acquistare carte prepagate disponibili nei tagli da ₱100, ₱300 e ₱500.

I telefoni a pagamento sono molto difficili da trovare. Le schede telefoniche sono solitamente vendute da negozi che vendono carichi e carte prepagate per cellulari. Le schede telefoniche di una società non possono essere utilizzate con i telefoni gestiti da scheda dell'altra società.

Internet[modifica]

L'accesso a Internet a velocità di banda larga è abbondante nei centri commerciali cittadini, ma tanto meno fuori dalle città, tuttavia sta crescendo a un ritmo elevato. I prezzi di Internet dipendono principalmente da dove si accede e dal mezzo utilizzato (es. Wi-Fi o linea fissa). I servizi Internet offerti da hotel e centri commerciali sono costosi e possono arrivare fino a ₱ 200 l'ora, ma i caffè di quartiere possono costare fino a ₱ 10 l'ora. È probabile che i servizi Wi-Fi pubblici nelle Filippine forniti da Airborneaccess.net e WiZ costino ₱ 100 per un massimo di un'ora. Una catena di internet cafè nei centri commerciali SM chiamata "Netopia" ha una connessione Internet fissa per circa ₱ 20 l'ora. Starbucks, Seattle's Best Coffee e i centri commerciali di solito offrono il servizio Wi-Fi e alcuni sono gratuiti. La catena di centri commerciali SM e Ayala offre anche la connessione Wi-Fi gratuita in qualsiasi punto del centro commerciale. In diverse aree pubbliche di proprietà del governo, come i parchi, è stata implementata la connessione Wi-Fi gratuita, ma la potenza del segnale è altalenante.

Un modem mobile a banda larga con servizio Globe, Smart o Sun parte da ₱995. I segnali a banda larga mobile variano a seconda dell'infrastruttura disponibile. Smart ha la rete più grande del Paese, seguita da Globe e poi da Sun. Occorrono fino a 24 ore prima che Internet sia disponibile su una nuova scheda SIM. La banda larga mobile è disponibile nelle varianti postpagate e prepagate. Modem e abbonamenti sono disponibili nelle città più grandi. Il servizio può costare fino a ₱ 20 l'ora. Il servizio è generalmente più lento la sera.

I criminali informatici possono sfruttare le reti Wi-Fi pubbliche per rubare informazioni private. Evitare di utilizzare il Wi-Fi per effettuare transazioni online, in particolare transazioni bancarie. Se è inevitabile, ricordarsi di disconnettersi dalla rete Wi-Fi pubblica dopo l'utilizzo, in modo che i criminali informatici abbiano difficoltà a rintracciarvi. È anche consigliabile l'utilizzo di una VPN.

Gli Internet cafè (kompyuteran, i.e. negozi di computer in inglese-filippino) non sono più solo luoghi per l'accesso a Internet. La maggior parte dei nuovi Internet café sono piccoli pisonet a gettoni , comuni negli ambienti residenziali, ma esistono ancora quelli più grandi come le catene Netopia e Mineski Infinity, che si rivolgono ai giocatori online. Costa ₱ 1 ogni 5 minuti su un "pisonet" e 20 ₱/ora e oltre su quelli più grandi. Molti offrono anche servizi di stampa e fotocopie a un piccolo costo (di solito ₱5).

Tenersi informati[modifica]

I giornali in inglese sono disponibili in tutte le Filippine e ci sono anche alcune opzioni in lingua giapponese e cinese. Daily Tribune, Malaya, Manila Standard, Manila Bulletin, Business World, Philippine Star, Philippine Daily Inquirer e Visayan Daily Star sono alcuni dei giornali in lingua inglese, per lo più nel formato classico dei giornali e non in quello delle riviste.

I giornali scandalistici sono per lo più in lingua locale, di solito tagalog/filippino (ma potrebbe essere un'altra lingua locale nei tabloid regionali), ma alcuni sono pubblicati in inglese, come People's Journal e People's Journal Tonight (quest'ultimo, tuttavia, ha alcune notizie scritto in tagalog).

Alcuni ristoranti offrono giornali per la lettura gratuita, ma solo all'interno dei loro locali. I giornali sono per lo più venduti da venditori ambulanti, ma nei centri commerciali sono venduti in edicola. Nei mercati pubblici, i giornali sono generalmente venduti nei negozi di merchandising generale insieme a generi alimentari comuni.

Televisione e video[modifica]

La televisione e il video nelle Filippine utilizzano NTSC (lo standard americano). Il passaggio alla trasmissione digitale introdurrà lo standard ISDB giapponese entro il 2023. I DVD con codifica regionale sono della regione 3 (Asia sudorientale), sebbene praticamente tutti i film filippini siano privi di regione. I DVD venduti possono essere trovati nei principali centri commerciali, ma i DVD contraffatti senza codice regionale rimangono comuni, specialmente nei tiangge (bazar), e dovrebbero essere evitati.

Le stazioni televisive di solito trasmettono nelle lingue locali e generalmente trasmettono un notiziario ogni prima sera. A partire dal 2020, solo GMA e TV5 sono le due principali stazioni TV locali in chiaro, dopo che ABS-CBN è stata chiusa dopo una controversia sulla licenza (sebbene abbiano spostato la maggior parte dei loro programmi su un altro canale nell'ottobre 2020) . Ci sono anche molti canali in chiaro in lingua inglese, come CNN Filippine, ETC e Net 25. I canali TV orientati alle notizie includono GMA News TV, Aksyon TV e CNN Filippine, ma solo la CNN ha un notiziario in inglese; il resto trasmesso in tagalog o nelle lingue regionali. I canali TV 24 ore su 24 sono rari; la maggior parte si disconnette ogni mezzanotte fino alle 6 del mattino e durante la Settimana Santa, i canali TV locali hanno una programmazione molto diversa, di solito trasmettono repliche di telenovelase la messa in onda di funzioni religiose dal vivo, come le "sette ultime parole" (siete palabras) durante il Venerdì Santo.

Altri progetti


Stati d'Asia
AsiaContour coloured.svg

bandiera Afghanistan · bandiera Arabia Saudita · bandiera Bahrain · bandiera Bangladesh · bandiera Bhutan · bandiera Birmania · bandiera Brunei · bandiera Cambogia · bandiera Cina · bandiera Corea del Nord · bandiera Corea del Sud · bandiera Emirati Arabi Uniti · bandiera Filippine · bandiera Giappone · bandiera Giordania · bandiera India · bandiera Indonesia · bandiera Iran · bandiera Iraq · bandiera Israele · bandiera Kirghizistan · bandiera Kuwait · bandiera Laos · bandiera Libano · bandiera Maldive · bandiera Malesia · bandiera Mongolia · Blank.pngbandieraBlank.png Nepal · bandiera Oman · bandiera Pakistan · bandiera Qatar · bandiera Singapore · bandiera Siria · bandiera Sri Lanka · bandiera Tagikistan · bandiera Thailandia · bandiera Timor Est · bandiera Turkmenistan · bandiera Uzbekistan · bandiera Vietnam · bandiera Yemen

Stati con riconoscimento limitato: bandiera Stato di Palestina · bandiera Taiwan

Stati solo fisicamente asiatici[1]: bandiera Armenia · bandiera Azerbaigian[2] · bandiera Cipro · bandiera Georgia[2] · bandiera Kazakistan · bandiera Russia · bandiera Turchia

Stati de facto indipendenti: bandiera Abcasia[2] · bandiera Artsakh · bandiera Cipro del Nord · bandiera Ossezia del Sud[2]

Dipendenze australiane: bandiera Isole Cocos e Keeling · bandiera Isola di Natale

Dipendenze britanniche: Regno UnitoRegno Unito (bandiera) Akrotiri e Dhekelia[3] · Flag of the Commissioner of the British Indian Ocean Territory.svg Territorio britannico dell'Oceano Indiano

Stati parzialmente asiatici: bandiera Egitto (Sinai) · bandiera Grecia (Isole dell'Egeo settentrionale, Dodecaneso) · bandiera Russia (Russia asiatica) · bandiera Turchia (Turchia asiatica)

  1. Stati generalmente considerati europei sotto il profilo antropico
  2. 2,0 2,1 2,2 2,3 Stato considerato fisicamente interamente asiatico solo da alcune convenzioni geografiche
  3. Stato o dipendenza fisicamente asiatico ma generalmente considerato europeo sotto il profilo antropico
StatoBozza: l'articolo rispetta il modello standard e ha almeno una sezione con informazioni utili (anche se di poche righe). Intestazione e piè pagina sono correttamente compilati.