Vai al contenuto

Scarica il file GPX di questo articolo
Da Wikivoyage.

Avviso di viaggio! ATTENZIONE: Nessuno dovrebbe visitare un Paese in questa categoria senza considerare seriamente i rischi e come mitigarli. Visitare un'area di questa categoria dovrebbe essere evitato a tutti i costi e, se proprio devi, riconsiderare il tuo piano.
Provincia di Zabul, Afghanistan

Le zone di guerra o le ex zone di guerra, spesso chiamate ambienti ostili, sono decisamente pericolose. È molto insolito che persone diverse dai professionisti inviati per una missione specifica, o persone del luogo che non possono o non vogliono andarsene, vagano per le zone di guerra.

Alcune persone devono recarsi in queste aree come parte del loro lavoro; questi includono soldati, giornalisti, diplomatici, militari o appaltatori della sicurezza e spesso persone impiegate da vari governi, agenzie internazionali e ONG per fornire sollievo da alcune delle devastazioni della guerra, per affrontare i problemi dei rifugiati o per ricostruire a seguito della guerra. Di solito, quelle persone avranno ricevuto una formazione speciale e l'organizzazione fornirà un ampio supporto: quasi sempre un team di sicurezza professionale ed edifici fortemente protetti, spesso veicoli blindati e/o guardie armate per qualsiasi viaggio richiesto. Possono anche essere in parte protetti dall'immunità diplomatica, dalle credenziali stampa o da qualche simbolo come la Croce Rossa o gli elmetti blu delle forze di pace delle Nazioni Unite.

Entrare in un'area del genere per turismo è una pessima idea poiché potreste non avere la formazione e sicuramente non avrete le protezioni dei professionisti. Anche un turista senza intenzioni ostili può provocare accese reazioni; tra le altre cose, potreste essere presi per una spia. I turisti possono essere un bersaglio di ostilità tanto quanto qualsiasi forza militare. In effetti, i turisti sono un bersaglio morbido, molto più facile da attaccare rispetto ai professionisti. Alcuni potrebbero essere presi di mira in modo specifico a causa del loro paese di origine, per la religione o il gruppo etnico.

In alcune aree, come l'Afghanistan e le Filippine meridionali, i turisti sono i primi bersagli dei rapimenti. Molti governi nazionali hanno una politica di non pagare riscatti per i cittadini rapiti. Anche se il vostro governo, il datore di lavoro o la vostra famiglia sono disposti a pagare un riscatto, alcuni dei rapitori preferirebbero avere un video della decapitazione che aiuti a pubblicizzare la loro causa piuttosto che ottenere dei soldi.

Le missioni diplomatiche spesso non sono in grado di fornire assistenza ai propri cittadini che viaggiano in zone di guerra. Se il vostro paese ha forze militari nell'area o sta supportando una parte nel conflitto, è molto improbabile che quei gruppi pensino che la loro missione includa la protezione dei turisti, ma è quasi certo che l'altra parte vi consideri ostile.

Avvisi di sicurezza

[modifica]

In generale, i governi nazionali sconsigliano vivamente di visitare le zone di guerra per qualsiasi motivo e inviano diplomatici e altri rappresentanti ufficiali in queste aree solo quando sono accompagnati da squadre di sicurezza o si trovano in un'area ben protetta. Altre organizzazioni forniscono anche informazioni sulla sicurezza a gruppi come organizzazioni non governative e gruppi di aiuto umanitario che lavorano nelle zone di guerra.

Fonti di informazioni e consigli di viaggio includono:

Wikipedia ha anche un elenco di , anche se non dovrebbe essere considerato del tutto aggiornato o accurato.

Corsi

[modifica]

Chiunque pianifichi una visita in un paese che potrebbe essere considerato una zona di guerra dovrebbe ottenere una formazione professionale. Tali corsi stanno diventando sempre più facili da trovare. Una ricerca su Internet per "Corso sull'ambiente ostile" probabilmente fornirà l'indirizzo di un'azienda locale. Un corso tratterà normalmente tutte le questioni discusse qui in modo molto più dettagliato, di solito con esperienza pratica. Possono essere anche molto divertenti. Un corso sarà normalmente di 2-5 giorni e comporterà giochi di ruolo, primo soccorso e talvolta addestramento alle armi. La maggior parte del personale delle ONG, giornalisti, diplomatici ecc. avrà seguito questi corsi.

  • Pilgrims Group offre formazione nel Regno Unito.
  • Athena Security & Intelligence Consultants (ASIC) offre formazione sia nel Regno Unito che a livello globale. Sono esperti nell'erogazione di corsi di formazione sulla prevenzione dei rapimenti e sulla sopravvivenza degli ostaggi, oltre a offrire una varietà di altre specializzazioni di formazione.
  • OnPoint Tactical situato negli Stati Uniti. Sopravvivenza, evasione, resistenza, addestramento di fuga per civili e militari.
  • War Zone Tours conduce regolarmente corsi di formazione sull'ambiente ostile/anti-rapimento per i viaggiatori che visitano le regioni ad alto rischio del mondo.
  • L'ONU ha corsi obbligatori per tutto il personale che invia in tali aree.

Pubblicazioni

[modifica]

I libri e le riviste che trattano della sopravvivenza nella natura selvaggia sono comuni, ma le pubblicazioni che trattano le zone di guerra sono poche.

  • The World's Most Dangerous Places di Robert Young Pelton è un libro di oltre mille pagine che fornisce consigli, contatti e informazioni paese per paese. Il suo sito web dispone di un forum, Black Flag Cafe, per aggiornamenti e contatti.
  • C'è anche la serie TV della BBC Holidays in the Danger Zone.

Mine e ordigni inesplosi

[modifica]
Segnale di pericolo per presenza mine, Cambogia

La maggior parte dei luoghi che hanno visto conflitti armati possono essere colpiti da mine o ordigni inesplosi (UXO).

In alcuni casi, gli ordigni inesplosi possono rimanere pericolosi per decenni dopo la fine del conflitto: ad esempio, la Cina ha avuto alcuni decessi nel XIX secolo a causa delle munizioni rimaste dalla seconda guerra mondiale e le bombe dello stesso conflitto sono ancora scoperte (e pericolose) in sia in Germania che nel Regno Unito. In effetti, i dispositivi più vecchi a volte sono più pericolosi di quelli nuovi perché gli esplosivi - o il grilletto - si rompono nel tempo.

Ci sono ancora luoghi off-limits a causa delle mine in molte parti del mondo, comprese alcune dove il conflitto si è concluso decenni fa. Dopo alcuni anni le aree densamente popolate o fortemente visitate saranno state generalmente ripulite, ma i luoghi fuori mano potrebbero essere ancora pericolosi.

Campo minato in cima a una collina a Bamiyan, Afghanistan. Fate caso alle rocce dipinte di rosso e bianco

Le mine si dividono in due categorie: antiuomo e anticarro.

  • Il tipo più comune di mine antiuomo; viene scavato nel terreno e attivato quando qualcuno lo calpesta. Un altro tipo è fissato ad un albero o ad un muro ed è dotato di un filo di scatto; questi hanno maggiori probabilità di eliminare più persone. Se si attiva una mina antiuomo, esplode immediatamente; non ci sono clic o altri avvisi come quelli che vedete nei film. Queste mine non sono generalmente progettate per uccidere; mutilare un combattente nemico è più efficace dell'uccidere poiché sono necessarie risorse per evacuare e curare i feriti.
  • Le mine anticarro normalmente non si attivano se ne calpestate una; sono progettate per essere attivate ​​da un veicolo. Sono considerevolmente più potenti delle mine antiuomo, in grado di fermare un carro armato o distruggere completamente un camion. Spesso ci sono anche misure antiuomo, per rendere più difficile lo sminamento.

Sebbene le trappole esplosive possano non coinvolgere gli esplosivi, data la loro finalità e segretezza, possono anche essere considerate come un altro tipo di mine.

Il miglior consiglio per evitare uno qualsiasi di questi dispositivi è di rimanere ben chiari. A volte ci sono segnali di avvertimento della loro presenza. Questo può essere sottile come un campo incontaminato nel mezzo di un'area fortemente coltivata o una casa abbandonata in un quartiere trafficato. Potrebbero essere presenti casse da imballaggio per mine o munizioni, dove sono state scartate. Un percorso conveniente potrebbe essere in disuso. Laddove sono state trovate mine/UXO, l'area interessata potrebbe essere contrassegnata. La vernice rossa sulle rocce è un segno sicuro. Pezzi di stoffa o lattine appesi a una staccionata sono un altro. Sono anche possibili bovini morti o crateri. La migliore fonte di consiglio può provenire dalla popolazione locale e dalle organizzazioni di aiuto umanitario come l'Alto commissariato delle Nazioni Unite per i rifugiati o il gruppo delle Nazioni Unite incaricato nell'area.

Anche se i campi minati sono contrassegnati, col tempo la pioggia e i fiumi possono spostare i dispositivi in ​​altre aree. Ciò è stato un problema nei Balcani, dove sono comuni i morti e i feriti causati dalle mine sulle rive del fiume.

Un campo minato segnato nelle Isole Falkland, da allora sgomberato. I campi minati in molte zone di conflitto attuali o precedenti non sono contrassegnati.

Quando vi trovate in ​​un'area nota o sospettata di essere minata, rimanete su strade asfaltate quando possibile. Se non è possibile, seguite le tracce delle auto o i sentieri ben battuti. Se, nonostante i vostri migliori sforzi, vi trovate in ​​una zona minata, FERMATI. Rimani dove sei e chiedi aiuto a qualcuno che sa cosa sta facendo. Se ciò non è possibile, tornate sui vostri passi esatti per tornare al sicuro (questo è molto pericoloso). Se avete una canna lunga, potreste essere in grado di controllare la presenza di mine e fuggire dall'area. Inserite l'asta nel terreno con un angolo molto basso. Le mine normalmente non si attivano quando vengono colpite lateralmente. Dovete controllare un'area grande quanto il vostro piede. Continuate a farlo per ogni passaggio. Potrebbero volerci ore, persino giorni per uscire dall'area pericolosa, ma dovreste rimanere vivi. È una cattiva idea usare penne o altri oggetti corti per fare ciò; ricordate che le mine sono progettate per infliggere lesioni alle parti del corpo vicine a loro!

L'UN Mine Action Service (UNMAS) pubblica un'app, disponibile gratuitamente su Google Play. È rivolta principalmente agli operatori umanitari, ma contiene diversi suggerimenti utili sulla sicurezza contro le mine/UXO e un utente può persino richiedere un certificato di consapevolezza ERW/IED se supera i test in-app.

Trappola esplosiva del periodo della guerra del Vietnam nel tunnel di Cu Chi

Sia l'UNMAS che gruppi come HALO Trust e Mag International a volte reclutano volontari o personale retribuito per aiutare a eliminare le mine antiuomo in varie regioni. In genere tale lavoro non inizia fino a che non siano cessate le sparatorie e i bombardamenti, ma non è privo di rischi.

C'è una campagna internazionale per vietare le mine antiuomo e la Convenzione di Ottawa del 1999 che vieta le mine antiuomo e ha ora oltre 150 nazioni firmatarie. Tuttavia tale convenzione non copre le mine anticarro e alcune delle nazioni più importanti, tra cui USA, Russia e Cina, non l'hanno firmata. Né la Corea del Nord né la Corea del Sud hanno firmato; entrambi considerano le mine essenziali per la difesa contro l'altro e l'area lungo il loro confine ha un gran numero di mine sia antiuomo che anticarro.

La maggior parte delle mine contiene metalli e sono quindi relativamente facili da rilevare; quelle che non lo fanno sono bandite da un altro trattato, a causa del rischio a lungo termine che rappresentano perché è praticamente impossibile assicurarsi che un ex campo minato sia stato completamente ripulito. Anche in questo caso, tuttavia, non tutte le nazioni hanno firmato e non tutte le mine schierate sono conformi a tale standard.

Assicurazioni

[modifica]

L'assicurazione di viaggio generalmente non copre i viaggi in zone di guerra. Le persone che si recano in zone di guerra come parte del loro lavoro sono generalmente coperte da un'assicurazione speciale con premi molto elevati, il cui costo è solitamente a carico del datore di lavoro.

Blocchi stradali e checkpoint

[modifica]
Marines americani a un posto di blocco in Afghanistan

I blocchi stradali o i posti di blocco sono comuni, non solo nelle zone di guerra. Di solito saranno nascosti dietro un angolo della strada (soprattutto se non sono ufficiali). I blocchi stradali a volte sono un'opportunità per le persone che li gestiscono per estorcere denaro o oggetti ai passanti. Ci sono alcuni consigli utili per affrontare i blocchi stradali. Per prima cosa, tenete sempre le mani in vista. In questo modo, nessuno penserà che potreste avere un'arma pronta. Muoversi lentamente e con disinvoltura ed evitare movimenti improvvisi per non turbare un individuo nervoso e armato. Siate felice di vedere le persone che vi hanno fermato, anche se provate disprezzo per loro. Siate educati. State calmi. Un individuo agitato e in preda al panico è più motivo di sospetto di uno accomodante. Cercate di rimanere nel veicolo. Se questo non è possibile, cercate di stare insieme, soprattutto se voi o altri nel vostro gruppo siete donne. Tenere tutte le porte chiuse e, se possibile, le finestre chiuse. Tenete nascoste le telecamere. Imparate almeno la lingua locale di base in modo da poter avere almeno un'idea di ciò che viene detto o chiesto.

Non fotografate posti di blocco, personale o strutture militari. Inoltre, non fotografate aree sensibili come ponti, strutture di comunicazione e aeroporti. In caso di dubbio, chiedete il permesso in anticipo. In molte nazioni è un reato fotografare questi luoghi anche in tempo di pace: i militari potrebbero sospettare che stiate raccogliendo informazioni per le forze ostili da utilizzare in un attacco.

Rapimenti

[modifica]

Esistono tecniche che possono ridurre il rischio di rapimento. Forse la cosa più importante è evitare le aree a rischio e avere guardie del corpo professionali o una squadra di sicurezza. Se dovesse accadere il peggio e doveste essere catturati, ci sono cose che potete e dovreste fare per massimizzare le possibilità di un rimpatrio sicuro e per ridurre al minimo i danni inutili che accadono a voi o ad altri prigionieri. È disponibile una formazione specialistica in materia di rapimenti e sopravvivenza degli ostaggi, che dovrebbe essere ricercata da coloro che intendono operare in aree ad alto rischio, o anche dal personale il cui profilo individuale o aziendale li rende maggiormente a rischio di rapimento.

In ogni rapimento, i rapitori hanno il minimo controllo fin dall'inizio. Col passare del tempo, il loro controllo sulla situazione aumenta e la possibilità per la vittima di agire si riduce. Molti tentativi di rapimento vengono sventati perché la vittima designata reagisce al tentativo in un modo che i rapitori non si aspettavano. Se si guida un veicolo, in retromarcia lontano dal pericolo o cambiare direzione può essere d'aiuto. Sono disponibili corsi specialistici per autisti.

Si noti che molti governi hanno una politica che vieta di pagare riscatti ai rapitori. Tuttavia, cercano di liberare i cittadini presi in ostaggio collaborando con il governo del paese in cui sono detenuti e fornendo sostegno consolare alla famiglia e ai datori di lavoro degli ostaggi. A causa dei grandi pericoli, le agenzie governative intraprendono incursioni che tentano di liberare gli ostaggi come ultima risorsa e di solito solo in circostanze molto specifiche; queste operazioni spesso portano all'uccisione o al ferimento degli ostaggi. Come esempio del sostegno che i governi forniscono alle vittime del rapimento, si veda il consiglio pubblicato dal governo australiano qui.

Assicuratevi che qualcuno al di fuori del paese conosca la vostra agenda in ogni momento e abbia orari di check-in programmati regolarmente in modo che in caso di smarrimento possa essere attivato un allarme poco dopo.

Alcuni viaggiatori portano un passaporto mimetico, che è un passaporto falso "rilasciato" da un paese inesistente. I passaporti mimetici vengono utilizzati per respingere terroristi e rapitori, che potrebbero cercare di individuare una persona da una nazione specifica. I passaporti mimetici non possono essere utilizzati per affari ufficiali, perché chiunque può acquistare questi passaporti con una verifica dell'identità minima.

Sparatorie

[modifica]

Se non avete dimestichezza con le armi da fuoco e ciò che possono fare, allenatevi prima di entrare in un ambiente ostile. Come civile disarmato, la soluzione migliore è evitare le aree di conflitto attive. Ricordate il fatto fondamentale che qualsiasi arma è un'arma progettata per uccidere.

Oltre agli scenari di combattimento, i colpi possono anche essere sparati come un modo per esprimere festeggiamenti o altre emozioni da parte della gente del posto, una pratica comune nelle aree di conflitto come il Medio Oriente e i Balcani. I proiettili vaganti uccidono e la migliore opzione è cercare una copertura stabile, poiché l'energia cinetica dei proiettili vaganti può penetrare in coperture deboli come i tetti di tegole.

A differenza degli effetti sonori di film e TV, i suoni delle armi nella vita reale variano. Pistole e pistole silenziate possono avere un rumore come di palloncini esplosi, mentre il rumore di fucili è più simile al comune "bang".

Se vi sparano, muovetevi velocemente. Se potete, spostatevi oltre la linea di tiro e non allontanatevi direttamente dal tiro e cercate riparo. Se fate parte di un gruppo, disperdetevi in direzioni diverse. Ciò potrebbe confondere la persona armata per un tempo abbastanza lungo affinché possiate trovare una copertura. Se possibile, prestate attenzione alla direzione da cui provengono e verso cui vanno i colpi in modo da sapere dove cercare riparo in sicurezza. Ricordatevi di respirare e cercare di mantenere la calma.

Soprattutto quando site sotto il tiro del fuoco come civili disarmati, ricordate una delle leggi di Murphy: tutto ciò che fai può farti uccidere, incluso il non fare nulla.

Il blocco motore può essere una buona copertura, a condizione che il nemico abbia solo armi leggere.

Non mettetevi al riparo dietro i veicoli. I proiettili di pistola passano facilmente attraverso entrambe le portiere di un'auto; i proiettili di fucile possono attraversare un veicolo nel senso della lunghezza; granate, mortai e proiettili di cannone possono distruggere del tutto la maggior parte dei veicoli. I veicoli fermi o rotti sono "magneti per i proiettili" che attirano il fuoco. La migliore protezione fornita da un'auto o un camion è la sua capacità di allontanarsi ad alta velocità. Se siete costretti a ripararvi dietro un veicolo o all'interno di uno di essi, mettete il ​​blocco motore tra voi e il tiratore: raramente viene penetrato dal fuoco delle armi leggere. Anche quando il veicolo è a prova di proiettile, il parabrezza antiproiettile potrebbe essere penetrato se due o più proiettili colpiscono lo stesso punto.

Muri, alberi e strutture forniscono occultamento ma non una copertura. Il proiettile da 7,62 mm utilizzato dall'AK-47, un comune fucile d'assalto nelle zone di guerra, può passare attraverso un blocco di cemento. Il colpo di pistola da 9 mm meno potente può passare attraverso una dozzina di strati di cartongesso. I proiettili da 12,7 e 14,7 mm utilizzati dalle mitragliatrici pesanti e dai cecchini anti-materiale possono penetrare quasi tutto, compresi tutti i tipi di giubbotti antiproiettile, caschi e portiere delle auto.

Una regola pratica è la "regola dei tre secondi" che afferma che se dovete spostarvi in un altro luogo di copertura, non dovrebbe avvenire per più di tre secondi di scatto. Una buona frase da ricordare (se possibile) è: 'Sono sveglio, mi ha visto, sono giù.' Fondamentalmente, siete fuori copertura e vi muovete (velocemente), presumete che il tiratore vi abbia visto e stia prendendo la mira, quindi siete di nuovo dietro un'adeguata copertura difensiva prima che possa sparare. Il detto "Tre su una partita è sfortuna" ha avuto origine durante la prima guerra mondiale da questo tipo di pensiero.

Notate, tuttavia, che l'applicazione di questa regola in alcune situazioni vi farà quasi sicuramente uccidere. Se il nemico sa dove siete e sta aspettando che vi muovete, o se sta solo coprendo un'area particolare ed è pronto a sparare a chiunque appaia, allora può sparare con precisione in meno di un secondo. Inoltre, se ha un'arma automatica (come fanno la maggior parte dei militari o dei guerriglieri), non ha bisogno di prendere tempo per mirare; può semplicemente sparare proiettili nella vostra direzione generale e sperare che uno di loro colpisca.

Se voi o qualcun altro è stato colpito, invece di eliminare il proiettile, la priorità principale è fermare l'emorragia il prima possibile, proteggendo le vie aeree della vittima. Deve essere eseguito un rapido bendaggio e fissazione della ferita prima dell'invio in ospedale, per prevenire ulteriori emorragie e lesioni accidentali dovute a frattura ossea.

Attacchi aerei

[modifica]
Un drone militare statunitense che viene spesso utilizzato negli attacchi aerei

Nelle zone di guerra, non è raro che i belligeranti che ottengono la superiorità aerea conducano attacchi aerei contro obiettivi nemici.

  • I droni militari sono caratterizzati dal forte ronzio che producono, equivalente a quello di un'ape o di un tosaerba, mentre gli altri aerei hanno un rumore diverso. Potreste anche vedere l'aereo che vola in alto.
  • Non sdraiatevi ed evitate di lasciar cadere qualcosa su una strada (sembrerà che stiate posando un ordigno esplosivo improvvisato);
  • Non correte;
  • Non puntate lo sguardo verso l'aereo;

Queste azioni possono comportare il rischio che l'aereo apra il fuoco. Fate finta di non vedere l'aereo.

  • State lontano da chiunque sospetti sarà preso di mira, siano essi combattenti talebani in Afghanistan o miliziani sciiti in Iraq, per cui rischiate di essere catturati nel raggio di esplosione delle armi dell'aereo.
  • Se la vostra destinazione mantiene ancora alcune capacità di governo o di protezione civile, le sirene dei raid aerei possono essere utilizzate per avvertire di imminenti attacchi aerei. In tali situazioni:
    • Mettetevi al riparo in un rifugio.
    • Se non c'è un riparo nelle vicinanze, dirigitevi verso un edificio e posizionatevi il ​​più lontano possibile dalle finestre o da altri oggetti fragili nelle vicinanze.
    • Se nessun edificio è vicino, sdraiatevi sulla pancia e mettete le mani sulla testa.

Con l'ampia disponibilità di droni per il mercato di massa e stampanti 3D, delle forze irregolari come terroristi o ribelli hanno iniziato a produrre i propri droni negli anni 2010 e 2020. Mentre alcuni di essi vengono utilizzati solo per la ricognizione, ci sono anche quelli armati di esplosivi o missili aria-superficie che sfruttano l'armatura solitamente più debole sul lato superiore dei veicoli militari.

Esplosioni

[modifica]

Le possibilità di essere coinvolti in un'esplosione dipenderanno dalla vostra posizione. Evitate luoghi ad alto rischio, come ristoranti o bar frequentati da persone che potrebbero essere obiettivi, è un'opzione preventiva.

Se c'è una certa distanza tra voi e il luogo dell'esplosione, vedrete l'esplosione prima che l'onda d'urto e il suono dell'esplosione arrivino nella vostra posizione. Sfruttate bene il tempo per chinarvi e coprirvi immediatamente.

Durante un'esplosione:

  • Se siete in un edificio:
    • Mettetevi al riparo sotto un tavolo o una scrivania robusti. Chiudete gli occhi, coprite le orecchie e aprite la bocca per ridurre al minimo le lesioni da esplosione.
    • Dopo l'esplosione, andate via velocemente, osservando i pavimenti e le scale chiaramente indeboliti. Rimanete bassi se c'è fumo.
    • Verificate la presenza di incendi e altri pericoli.
    • Se siete intrappolati tra i detriti, usate una torcia, un fischietto o toccate i tubi per segnalare la vostra posizione ai soccorritori. Fate riferimento anche ai suggerimenti sulla sicurezza in caso di terremoto.
    • Gridate solo come ultima risorsa per evitare di inalare polvere pericolosa.
  • Una volta fuori, non sostate davanti a finestre, porte a vetri o altre aree potenzialmente pericolose.
  • Coprite naso e bocca con tutto ciò che avete a portata di mano.
  • Uscite il più rapidamente possibile, poiché una tattica comune è quella di innescare un'esplosione seguita da un'altra per catturare folle e soccorritori.

Difesa CBRN

[modifica]

Sebbene i belligeranti tendano ad essere cauti quando usano armi chimiche , biologiche, radiologiche o nucleari, sono ancora armi potenti che possono essere usate in guerra. La guerra civile in Siria, ad esempio, ha avuto molteplici casi in cui sono state usate armi chimiche sulla popolazione civile.

Armi nucleari

[modifica]

Non c'è difesa contro un'arma nucleare se vi trovate nel raggio dell'esplosione. Ciò può essere solo di poche centinaia di metri per una "bomba nucleare tattica" come potrebbe essere sparata da un pezzo di artiglieria, a dozzine di km per una grande bomba fatta esplodere come raffica d'aria per diffondere più ampiamente gli effetti. Anche l'intenso calore radiante, i raggi gamma o i neutroni di alcune bombe possono uccidere.

Se siete più lontani, la principale preoccupazione è la ricaduta radioattiva.

Ricadute nucleari

[modifica]

Tutte le armi nucleari producono ricadute - polvere radioattiva che viene sollevata nell'aria e cade su un'ampia area - e le "bombe sporche" sono specificamente progettate per massimizzare le ricadute; per esempio una bomba all'idrogeno può essere avvolta con uno strato di U238 per dare più ricadute. È anche possibile costruire un dispositivo che utilizzi esplosivi convenzionali per diffondere materiale radioattivo; questo può interessare alcuni attori perché ha bisogno di meno tecnologia e risorse, ma l'effetto non è né così grave né così diffuso come le ricadute di una bomba nucleare.

Il modo migliore per affrontare le ricadute è lasciare qualsiasi area in cui è probabile, ovvero ovunque sottovento rispetto a un'esplosione nucleare.

Se ciò non è possibile, andate in un rifugio antiatomico se potete. In caso contrario, le seguenti misure aiuteranno:

  • Coprire naso e bocca con un panno per ridurre il rischio di respirare polvere radioattiva o fumo.
  • Non toccare oggetti o frammenti sparsi dall'esplosione.
  • Entrare rapidamente in un edificio in cui le pareti e le finestre siano intatte per proteggervi dalle radiazioni.
  • Chiudete tutte le finestre e le porte esterne. Spegnete i ventilatori e gli impianti di riscaldamento e condizionamento che immettono aria dall'esterno.
    • Se le pareti e le finestre dell'edificio sono rotte, recatevi in una stanza interna e non andartevene. Se l'edificio è stato gravemente danneggiato, recatevi rapidamente in un altro edificio in cui le pareti e le finestre non siano rotte.
  • Una volta dentro, toglietevi lo strato esterno dei vestiti e sigillatelo in un sacchetto di plastica, se disponibile. In caso contrario, utilizzate tutto ciò che può contenere gli indumenti e può essere chiuso e rimosso. Rimuovere gli indumenti esterni può eliminare la maggior parte della polvere radioattiva.
  • Mettete il ​​sacchetto di plastica dove gli altri non lo toccheranno. Se possibile, isolare il sacchetto di plastica con oggetti ingombranti.
  • Fare la doccia o lavare con acqua e sapone per rimuovere la polvere residua.
  • Se possibile, sintonizzatevi sulla radio locale o sui notiziari per ulteriori istruzioni. Dovreste anche prepararvi per l'evacuazione dalla regione colpita.

Armi chimiche e biologiche

[modifica]

Sebbene alcune armi chimiche abbiano odori distinti (come un odore di candeggina particolarmente forte per il cloro), alcune (inclusi Sarin e VX) possono essere inodori e incolori. Mantenete la consapevolezza della situazione e, se trovate qualcosa che non va nei vostri sensi o nell'ambiente circostante, fidatevi del vostro istinto.

In un attacco con armi chimiche/biologiche:

  • Evitate qualsiasi pennacchio o nuvola di vapore evidente.
  • Se l'arma chimica/biologica viene rilasciata all'interno (come nel caso dell'attacco alla metropolitana di Tokyo col Sarin nel 1995), abbandonate il sito il prima possibile ed evacuate in luoghi più alti o sopravvento.
  • Evacuate dal sito e in un edificio intatto per ripararvi.
  • Bloccate le porte, chiudete le finestre, le prese d'aria e altre aperture.
  • Spegnete i ventilatori, l'aria condizionata e i sistemi di riscaldamento ad aria forzata.
  • Entrate in una stanza con il minor numero di finestre possibile.
  • Sigillate tutte le finestre, le porte e le prese d'aria con teli di plastica e nastro adesivo.
  • Improvvisate con ciò che è a portata di mano per sigillare gli spazi vuoti per creare una barriera da qualsiasi contaminazione.
  • Togliete gli indumenti esterni e metterli in un sacchetto di plastica sigillato.
  • Fate la doccia o lavate con acqua e sapone. Sciacquate gli occhi con acqua se sono irritati.
  • Indossate abiti puliti.
  • Se possibile, consultate un medico anche se non si sviluppano sintomi.
  • Guardate la TV, ascoltate la radio o controllate Internet se disponibile. Dovreste anche prepararvi per l'evacuazione dalla regione colpita.

Equipaggiamento

[modifica]

Quando trasportate l'attrezzatura necessaria per il tour nelle zone di guerra, dovreste rispettare tutte le normative doganali e di importazione/esportazione: mentre la destinazione può essere illegale, il luogo di partenza di solito non lo è. Ad esempio, ci sono stati casi in cui corrispondenti di guerra sono stati arrestati dalla dogana per traffico di armi dopo aver portato con sé DPI come giubbotti antiproiettile ed elmetti senza procedure adeguate.

Giubbotto antiproiettile

[modifica]
Un appaltatore militare privato in Iraq

Un giubbotto antiproiettile potrebbe salvarvi la vita in alcune circostanze, ma ci sono dei problemi. Nessun giubbotto può proteggere le parti del corpo che non copre e non tutti i giubbotti antiproiettile fermeranno un coltello; se i coltelli sono una minaccia, allora dovete sceglierne uno che lo farà o usare due giubbotti. Inoltre, un giubbotto non può ridurre l'energia di un proiettile, ma solo diffonderla su più parti del corpo. È probabile che essere colpiti sembri come essere preso a calci da un cavallo; un enorme livido e forse qualche costola rotta è sicuramente molto meglio che farsi trafiggere il cuore, ma comunque non va assolutamente bene.

I giubbotti ragionevolmente leggeri e comodi fermeranno quasi tutti i proiettili di pistola e le schegge, ma niente di più pesante. In particolare, i giubbotti con il livello comune di classificazione IIIa non fermeranno i colpi dei fucili d'assalto. Esiste un'armatura abbastanza forte da fermare la maggior parte dei proiettili dei fucili, ma è pesante, ingombrante, scomoda e vistosa. Il tessuto da solo non può fornire quel livello di protezione; sono necessarie anche piastre in acciaio o ceramica. Più recentemente è stata inventata un'armatura composita in grado di fermare i colpi di 50 BMG (o equivalente anti-materiale), ma il trauma sarà comunque letale. L'elevata energia di quel particolare calibro è distribuita su tutto il busto, ma l'energia cinetica è ancora abbastanza potente da schiacciare la cassa toracica e gli organi interni come purè di patate.

Fornitori come Miguel Caballero, Wonder Hoodie, Bulletproof Zone, Bullet Blocker e Thyk Skynn offrono vestiti che sembrano abbastanza normali, anche eleganti, ma in realtà sono resistenti ai proiettili. Questa potrebbe essere una buona opzione perché è meno appariscente e più facile da indossare tutto il tempo. Sono inoltre disponibili zaini antiproiettile, valigette, custodie per portatili e borse a tracolla; anche questi sono poco appariscenti e possono gestire colpi più pesanti dell'abbigliamento poiché è relativamente facile includere piastre corazzate nel loro design. Sia i capi che le borse sono costose – vanno da poche centinaia a ben più di mille dollari a capo – ma se la vostra vita è a rischio e potete ottenere i fondi, ovviamente ne vale la pena. Se un datore di lavoro vuole mandarvi in una zona di guerra, ditegli che dovrebbe pagare per ciò.

Un paio di stivali con suole in acciaio, come quelli usati dai lavoratori edili, possono ridurre in qualche modo i danni se si calpesta una mina ma non si avvicinano nemmeno a fornire una protezione completa. Tuttavia, proteggeranno da vetri rotti, detriti a spigoli vivi e alcuni tipi di trappole esplosive.

Armi

[modifica]

In alcune zone, alcuni viaggiatori vanno armati; ad esempio, agli appaltatori civili in Iraq viene talvolta consigliato di portare armi. Tuttavia, per la maggior parte dei viaggiatori, portare un'arma aumenterà i rischi anziché ridurli.

Per prima cosa, se non siete ben addestrati nel suo utilizzo, qualsiasi arma è pericolosa. Inoltre, anche se siete un esperto, potrebbe essere inutile se siete in inferiorità numerica o senza armi. Contro diversi ragazzi con AK47, ad esempio, prendere una pistola è un suicidio e anche indossarne una probabilmente aumenta le possibilità di essere colpiti.

Forse la cosa più importante, se portate un'arma, è che non siate un civile. Sarete visti come una spia o un soldato e trattati come tale dai gruppi armati. La Convenzione di Ginevra sul trattamento dei prigionieri di guerra si applica solo alle persone che indossano un'uniforme o almeno indossano un indicatore visibile a distanza - come una fascia da braccio o un cappello distintivo - quindi chiunque si arma in una zona di guerra indossando abiti civili corre un grosso rischio.

Viaggiare con guardie armate è generalmente un'alternativa migliore che armarsi.

Primo soccorso

[modifica]

Un corso di primo soccorso esula dallo scopo di questo articolo.

Ricordate, se avete bisogno di usare il primo soccorso il primo passo è mantenere la calma e poi mettersi in salvo e quindi applicare il primo soccorso.

Il primo soccorso di base, come quello che viene insegnato dalla Croce Rossa locale negli Stati Uniti o in Canada, mostrerà come trattare lesioni lievi. Questi e corsi simili sono spesso economici o gratuiti.

I corsi in ambiente ostile, come medico da combattimento o "medicina difensiva" si concentrano sul controllo di emorragie, shock, gestione delle vie aeree e cura dei traumi. Di solito includono l'addestramento all'uso di lacci emostatici, bende ad H, vie aeree nasali e agenti emostatici.

LMS Defense e GOR Group forniscono addestramento medico da combattimento negli Stati Uniti.

Vedi anche

[modifica]
  • Viaggi d'affari; i visitatori in genere non vengono per piacere
  • Corruzione e concussione; la degenerazione della governance locale è un catalizzatore di corruzione
  • Crimine; il crollo dell'istituto giuridico e la scarsità di risorse potrebbero motivare il crimine
  • Destinazioni quasi impossibili; in una certa misura simili alle zone di guerra
  • Salute; la distruzione delle infrastrutture sanitarie può rendere le malattie curabili mortali: l'epidemia di colera in corso in Yemen ne è un ottimo esempio

Altri progetti

TematicaUsabile: l'articolo rispetta le caratteristiche di una bozza ma la maggior parte delle sezioni ha contenuti. Nel complesso ha almeno una buona panoramica dell'argomento.