Scarica il file GPX di questo articolo

Europa > Europa orientale > Ucraina > Ucraina centrale > Kiev

Kiev

Da Wikivoyage.
Jump to navigation Jump to search

Kiev
Київ
Veduta della centrala piazza Indipendenza con al centro la colonna commemorativa del decimo anniversario della proclamazione d'indipendenza
Stemma e Bandiera
Kiev - Stemma
Kiev - Bandiera
Stato
Regione
Altitudine
Superficie
Abitanti
Prefisso tel
CAP
Fuso orario
Patrono
Posizione
Mappa dell'Ucraina
Kiev
Kiev
Sito del turismo
Sito istituzionale

Kiev, (Київ / Kyïv), è la capitale dell'Ucraina.

Da sapere[modifica]

Cenni geografici[modifica]

Kiev si trova nella pianura percorsa dal fiume Dnieper che nel tratto che attraversa la città forma numerose isole e isolotti. Il fiume è già navigabile all'altezza di Kiev.

Quando andare[modifica]

Kiev è visitabile tutto l'anno, tenendo presente che nei mesi invernali (Dicembre, gennaio, febbraio) il termometro è normalmente attestato tra i -1.1° e -4.6°. Il manto nevoso si forma a metà novembre per sciogliersi alla fine di marzo. La minima assoluta registrata è stata di -32.2° e fu rilevata nel febbraio del 1929. In estate le temperature oscillano in genere tra i 13.8° e i 24.8°. La temperatura più alta è stata registrata il 31 luglio del lontano 1939, quando il termometro toccò i 39.4 °C

Come orientarsi[modifica]

Il fiume Dnieper divide la città in due parti ineguali. Il nucleo storico si trova sulla riva destra mentre la riva sinistra è occupata da quartieri a carattere residenziale, nessuno dei quali è sorto prima del XX secolo.

  • Piazza Indipendenza (Maidan Nezalezhnosti / Майдан Незалежності) — È la piazza centrale di Kiev. In genere gli abitanti si riferiscono ad essa semplicemente come Maidan, (la piazza e basta). Una prima sistemazione della piazza risale al 1830 quando vi furono innalzate delle fortificazioni in pietra. Prima di quella data il posto era disabitato ed era noto come "palude della capra" (Kozyne Boloto). Nel 1850 cominciarono ad apparire i primi edifici in pietra. Nel 1876 vi fu costruito il palazzo del parlamento (Duma) e nel 1894 vi fece capolinea il primo tram. Subì gravi danni durante la II guerra mondiale quando l'Armata Rossa, costretta a ritirarsi più ad Oriente sotto l'incalzare delle truppe tedesche, preferì minare tutti gli edifici cittadini lasciando dietro di sé una terra bruciata.
La piazza fu ricostruita nel dopoguerra e vi furono innalzati edifici tipici dell'architettura stalinista. Tra questi l'ufficio centrale delle Poste e la "Casa dei Sindacati", affiancata da un'altissima torre dell'orologio. Negli anni 1976-1977, la piazza fu nuovamente risistemata in concomitanza dei lavori della metropolitana. Al suo centro fu posto un massiccio monumento che inneggiava alla rivoluzione di ottobre e il nome stesso della piazza fu dedicato a quell'evento. Dopo la dichiarazione d'indipendenza dell'Ucraina del 1991 la piazza convertì il nome in quello attuale e vi fu innalzato un monumento ai tre mitici fondatori di Kiev e un altro all'arcangelo Michele, protettore della città. Veniva eretta anche una statua a Berehynia, una divinità slava da identificarsi con la Madre terra. Furono anche eseguiti interventi urbanistici tesi a limitare o impedire le proteste politiche che d'abitudine avevano luogo in questa piazza. Ciò nonostante alla fine del 2004 vi ebbe luogo una massiccia manifestazione popolare, passata poi agli annali come "Rivoluzione Arancione" in cui si chiedeva un secondo ricorso alle urne essendovi il sospetto che il primo fosse stato inficiato da brogli. Lo scrutinio fu poi vinto da Viktor Yushchenko.
  • Via Khreschatyk (Khreshchatyk / Хрещатик) — È la più nota e la più frequentata delle strade centrali di Kiev. Anch'essa come la Piazza Maydan che attraversa, cominciò a svilupparsi dal 1830 in poi e dal 1894 era attraversata da una linea di tram che restò in funzione fino al 1934, anno in cui si preferì sostituire i tram con i filobus.
Andata completamente distrutta durante il II conflitto mondiale, fu ricostruita negli anni del dopoguerra secondo i canoni del Realismo Socialista in auge al tempo di Stalin. In occasione dei fine settimana e delle feste pubbliche, via Khreschatyk si trasforma in un'isola pedonale. Nella bella stagione vi hanno luogo concerti e altre manifestazioni all'aperto. È anche la strada delle parate ufficiali che si tengono in occasione di particolari ricorrenze festive, come il giorno dell'Indipendenza dell'Ucraina, celebrato il 24 agosto.
Dopo aver attraversato la "Maidan", la via Khreschatyk confluisce nella "Piazza Europea", (Європейська Площа, "Yevropeys’ka Ploscha" in Ucraino) dove si affacciano alcuni dei più importanti edifici cittadini, come la Casa Ucraina (Ukrayinskyi Dim), ovvero la Sala dei Congressi, ricavata da quello che in epoca sovietica era noto come museo Lenin e la Filarmonica di Kiev, ospitata in un edificio di epoca zarista.
  • Piazza Poshtova (Poshtova Ploscha / Поштова площа) — Ancora più a nord, sulle rive del Dniepr e a fianco del porto fluviale, si incontra questa piazza, una delle più antiche di Kiev. Il nome significa piazza del postale e le fu dato nel 1846. Nel 1970 in occasione dei lavori della metro fu completamente risistemata e dei suoi vecchi edifici si salvò solo la stazione del postale che oggi ospita una piccola galleria d'arte. Da Poshtova Ploscha muove la funicolare in direzione della soprastante piazza Mykhailivska.
  • Piazza Kontraktova (Kontraktova ploscha / Контрактова площа) — È poco distante dalla precedente. Il nome significa "Piazza delle Contrattazioni" ed è al centro dello storico quartiere di Podil. La piazza deve il suo nome alla costruzione nel XVIII secolo di un centro permanente per la contrattazione delle merci. Oggi costituisce un'area di svago e durante la bella stagione vi si tengono concerti all'aperto. Durante i fine settimana la via Petro Sahaidachnyi che confluisce nella piazza, viene trasformata in un'isola pedonale.
  • Discesa di (sant) Andrea (Andriyivskyy Uzviz / Андріївський узвіз) — È una delle vie più amate dai turisti in visita nella capitale ucraina. La strada di inerpica sull'omonima collina in posizione panoramica sul quartiere di Podil. La collina Andriyivskyy è detta la "Montmartre di Kiev". Tra le sue molte attrazioni la chiesa di Sant'Andrea del XVIII secolo e la casa ove visse lo scrittore Mikhail Bulgakov, oggi trasformata in museo.

Quartieri[modifica]

Distretti di Kiev

Amministrativamente Kiev è divisa in dieci distretti (raions) che prendono il nome dai quartieri più antichi che inglobano. Tre di questi distretti sono situati sulla riva sinistra (orientale) del fiume. Quelli più interessanti stanno tutti sulla riva opposta. Sono descritti brevemente di seguito:

  • Distretto Pecherskyi (Печерський район) — È il distretto sulle colline prospicienti la riva destra (occidentale) del fiume Dniepr. Trae il suo nome dal "Grande Monastero delle Grotte", un complesso monastico che è il simbolo della città di Kiev, inserito nella lista UNESCO dei patrimoni mondiali dell'Umanità.
Pechersk significa appunto "grotta", "caverna". Del distretto fa parte il quartiere di Lypky che è da considerarsi il cuore politico dell'Ucraina. Vi sono dislocati, infatti, il Palazzo del Parlamento, il palazzo Mariyinsky, residenza ufficiale del presidente dell'Ucraina, la sede del consiglio dei Ministri e quella della Corte Suprema d'Ucraina, massimo organo giurisdizionale del paese. Lypky è un quartiere interessante anche dal punto di vista dell'architettura. Molti dei suoi edifici risalgono ad epoca sovietica e seguono rigorosamente lo stile del Realismo Socialista. Essi furono realizzati per poter accogliere i quadri dirigenziali di allora e oggi fanno parte di un quartiere elitario.
  • Distretto Shevchenkivskyi (Шевченківський район) —
  • Distretto Podilskyi (Подільський район) — Prende il nome dal quartiere di Podil (Поділ) che costituì il centro cittadino dopo la distruzione di Kiev da parte dei Mongoli.



Come arrivare[modifica]

In aereo[modifica]

Kiev dispone dei due aeroporti riportati di seguito:

Terminal "F" dell'aeroporto Boryspil
  • 1 Aeroporto internazionale Boryspil (Міжнародний аеропорт "Бориспіль" IATA: KBP) (36 km a sud est del centro), +380 44 281 7154, +380 44 281 7356. Il maggior numero di voli è operato dalla compagnia aerea di bandiera, Ukraine International Airlines. I voli più frequenti sono da/per le maggiori città europee (tra cuiMilano–Malpensa e Roma–Fiumicino) e degli stati del Golfo più voli da New York, Toronto, Pechino e altri stagionali per località del Mar Mediterraneo e del Mar Rosso. La compagnia gestisce anche voli domestici per Odessa, Chernivitsi, Dnipro, Kherson, Ivano-Frankivsk, Leopoli e Zaporizhzhia.
Le linee aeree a bossa costo SkyUp hanno inaugurato nel 2019 voli da/per Napoli e altri due, solo stagionali da/per Catania e Rimini.
Poiché il traffico aereo è molto ridotto al giorno d'oggi tutti i voli utilizzano il moderno terminal D con il gate D1-D16 riservato ai voli internazionali e il D17-D22 a quelli domestici. Il Terminal "F" è stato riaperto nel 2018 in via sperimentale. L'area è coperta da Wi-Fi gratuito (nome della rete: Borispil WI-FI). Il duty-free shop vende la vodka locale al prezzo di 5 € al litro. Le sim card mobili possono essere acquistate nella sala arrivi a terra. Gli sportelli e le macchine ATM presenti al terminal D applicano commissioni meno elevate di quelli appena fuori della sala arrivi. Esistono differenze notevoli, il meglio che potete spuntare è una commissione del 7%.
Per quanto riguarda i trasporti potete scegliere tra i seguenti mezzi:
  • In autobus: Sky Bus effettua corse 24 ore su 24 dall'aeroporto alla stazione ferroviaria centrale di Kiev e viceversa. La frequenza è 20-30 minuti e il tragitto dura circa un'ora. Il prezzo del biglietto varia di poco se acquistato online o pagato in contanti al conducente. Gli autobus fanno capolinea a via Georgiy Kirpy, sul lato sud della stazione ferroviaria: utilizzate il cavalcavia della stazione per raggiungere la stazione metro Vokzalna per raggiungere a piedi il centro. Questi autobus effettuano fermate intermedie alla stazione metro Kharkivska (linea verde) nella parte orientale della città, utile per quanti siano diretti non in centro ma in uno dei quartieri orientali.
  • In treno: Kyiv Boryspil Express è un servizio inaugurato nel novembre 2018: collega lo scalo con la stazione di Kiev. La frequenza è di 30 minuti che sale a 60 minuti nelle ore non di punta. Il tempo di percorrenza è di circa 40 minuti. Il biglietto costa 80 грн.
  • In taxi: Per i taxi, il prezzo minimo per il centro città è di circa 320 Grivnia (maggio 2017) se si prenota in anticipo. In alternativa, Uber offre il servizio a prezzi ancora inferiori per le prenotazioni last minute (circa 350 Grivnia nel febbraio 2019). A partire dal marzo 2018, la compagnia di taxi cui è permesso entrare in aeroporto applica una tariffa fissa di 160 Grivnia per i primi 10 km e 11 Grivnia per ogni chilometro successivo. Le commissioni per le corse notturne sono di 160 Grivnia per i primi 4 km. Nonostante queste tariffe fissei è ancora possibile pattuire la corsa con il conducente. Aeroporto di Kiev-Boryspil' su Wikipedia Aeroporto di Kiev-Boryspil' (Q477677) su Wikidata
Aeroporto Zhulyany
Anche Alitalia opera un volo da Roma-Fiumicino.
Per quanto riguarda i mezzi di trasporto potete sceglierie fra autobus, treni e naturalmente taxi tra cui Über:
Alla stazione Volynsky ("Київ - Волинський"), distante circa 500 m., fermano treni suburbani che passano per la stazione centrale. La frequenza di questi treni detti Elektrichka è di circa 15 minuti. Sono in funzione dalle 06:00 alle 20:30. Ogni tanto treni IC si fermano alla stazione Volynsky.
Lo scalo è servito da diversi autobus: quelli della linea 9 fanno capolinea alla stazione centrale, quelli della linea 78 alla stazione metro Vasylkivska sulla linea 2 e i filobus della linea 22 alla stazione metro Dorohozhychi sulla linea 3. Aeroporto di Kiev-Žuljany su Wikipedia Aeroporto di Kiev-Žuljany (Q939543) su Wikidata

In nave[modifica]

Veduta del porto fluviale
  • 3 Porto fluviale. Il porto fluviale di Kiev non è più adibito al traffico passeggeri ma solo mercantile. Sono però disponibili imbarcazioni di privati che propongono mini crociere sul fiume Dnepr. Porto fluviale di Kiev su Wikipedia porto fluviale di Kiev (Q2657970) su Wikidata

In treno[modifica]

La stazione centrale dei treni vista dall'alto
  • 4 Stazione centrale di Kiev (Kyiv Pasazhyrskyi, Київ-Пасажирський), Piazza Vokzalnaya, 1, +380 44 239 8951, +380 44 503 6050. Tutti i treni arrivano qui. La stazione è ampia, con un cavalcavia sopra i binari tra gli edifici del terminal nord e sud ciascuno con le proprie biglietterie e altre facilitazioni. Il terminal nord costituisce l'ingresso principale che da sulla piazza Vokzalnaya dove stanno la stazione metro "Vokzalna" (linea 1), la stazione di treni suburbani "Pivnichna" e il capolinea gli autobus. All'ingresso del lato sud fermano invece gli autobus provenienti dai due aeroporti di Kiev. Stazione di Kiev su Wikipedia stazione di Kiev (Q2105249) su Wikidata

In autobus[modifica]

Stazione centrale degli autobus extraurbani
Le autolinee Euroclub-bus operano su tratte internazionali (Brema, Colonia, Francoforte, Rostock e Vienna) mentre le autolinee Gunsel e Autolux operano su tratte domestiche. Gli orari sono consultabili su questo sito Kiev Central Bus Station (Q3211410) su Wikidata

Questa non è l'unica stazione di autobus interurbani. Ne esistono diverse altre riportate di seguito:

  • 6 Autostazione di Kiev (Автостанция "Киев"), Piazza Vokzalna (Vicino la stazione centrale dei treni).
  • 7 Autostazione di Polissia (Автостанция №2 "Полесье"), Piazza Shevchenko Tarasa, (пл. Шевченка,) 2 (Scendere alla stazione metro di Kontraktova e prendere un tram), +380 44 430-3554. For northern indicazioni.
  • 8 Autostazione di Yuzhnaia (o Pivdennya) (Автостанция №3 "Южная", Автостанція "Південна"), Prosp. Akademika Hlukova, (пр-т академика Глушкова,) 3 (Stazione metro 'Ipodrom'.), +380 44 257-4004. Da/per Vinnytsa e altri centri a sud di Kiev.
  • 9 Stazione di Darnytsia (Автостанция №4 "Дарница"), Prosp. Haharina, (пр-т Гагарина,) 1 (Stazione metro 'Chernihivska'), +380 44 559-4618.
  • 10 Stazione di Dachna (Автостанция "Дачна"), Prosp. Pobedy (пр-т Победы,) 142 (A 700 m dalla stazione metro 'Zhytomyrska'), +380 44 424-1503. Western indicazioni.
  • 11 Stazione di Podyl (Автостанция №6 "Поділ"), Vul. Nizhny Val, (ул. Нижний Вал,) 15-а (A 500 m dalla stazione metro 'Kontraktova'), +380 44 417-3215.
  • 12 Autostazione di Vydubychi (Автостанция "Выдубичи" №7), Naberezhno-Pecherskaya, 10 (Stazione metro 'Vydubychy'), +380 44 524-2182. Per Kaniv and Cherkassy. (Q16694433) su Wikidata


Come spostarsi[modifica]

Cartina schematica della metro

Con mezzi pubblici[modifica]

  • Metropolitana di Kiev. La metropolitana è sicuramente il mezzo di trasporto pubblico consigliato, prezzi in pieno stile sovietico: 2 grivnie per una corsa (qualsiasi destinazione), stazioni sicure vista la vigilanza della polizia. Le 50 stazioni - quasi sempre decorate con marmi e busti - garantiscono una piena copertura di tutte le zone.
I treni lasciano a desiderare, carrozze più che datate. Nelle ore di punta l'afflusso è talmente alto che sono presenti degli operatori con pettorina arancione (pusher) che praticamente spingono dentro le persone. Metropolitana di Kiev su Wikipedia metropolitana di Kiev (Q215871) su Wikidata
  • Kyivpastrans. È l'azienda municipale preposta alla gestione di linee di tram, autobus e filobus. L'azienda gestisce anche la funicolare di Kiev ma non la metro.
Gli autobus sono presenti in tutte le zone e come ogni mezzo pubblico a prezzi più che modici, la qualità dei mezzi è scadente, la maggior parte sarebbero da rottamare. Per chi volesse nonostante tutto utilizzarli deve sapere che alle fermate si rispettano le code e l'ordine di precedenza va rigorosamente rispettato. Kyivpastrans (Q12110155) su Wikidata

Ci si può servire anche di pulmini (marshrutka) gestiti da privati.

  • 13 Funiculare (Фунікулер), Vul. Sahaidachnoho Petra, 3 (Stazione metro "Poshtova"), +380 44 425-1252, +380 44 254-6590. Ecb copyright.svg 3 грн. Simple icon time.svg Estate: 06:00-23:00, inverno: 07:00-22:00. Una volta arrivati in cima si gode di un ampio panorama sulla città e sul fiume. Il biglietto (un gettone) si acquista al chiosco a fianco all'ingresso. Prestate attenzione perché a volte qualche addetto cerca di fare il furbo e una volta intascato il danaro tende a non dare il gettone simulando sorrisetti innocenti o aprendo una conversazione in ucraino. Funicolare di Kiev su Wikipedia Funicolare di Kiev (Q1575425) su Wikidata

In taxi[modifica]

Il servizio Über è presente in città ed indubbiamente offre le migliori garanzie per una corsa in taxi. Accetta carte internazionali di credito ma anche pagamenti in contanti. È necessario però registrarsi o scaricare l'applicazione dai vari store.

I taxi privati si trovano ovunque e a tutte le ore, non esiste una tariffa fissa né tassametri, la procedura di viaggio consiste nel chiamare un taxi, comunicare l'indirizzo e contrattare (difficilmente scendono sotto le 40 grivnie). Esistono delle cooperative di taxi più convenienti che possono essere contattate telefonicamente (non tutti parlano inglese). Lo stile di guida non è per i deboli di cuore.

In auto[modifica]

A volte può capitare che non ci siano taxi o mezzi pubblici, mettendosi sul ciglio della strada e alzando la mano qualche cittadino di fermerà sicuramente, poi ci si comporta come se fossero tassisti.

Cosa vedere[modifica]

Distretto Pecherskyi[modifica]

Monastero delle grotte
Chiesa del refettorio
  • 1 Monastero delle grotte (Pechersk Lavra / Печерська лавра), Lavrska, 9 (Scendere alla stazione metro "Arsenal'na". Se non volete camminare, una volta usciti dalla stazione potete prendere un filobus e scendere dopo due fermate), +38 44 280-3071. Simple icon time.svg Inverno 09:00-18.00, estate 08:00-19:00. Secondo tradizione il complesso monastico fu fondato da un monaco greco di nome Antonio e proveniente dal monastero "Esfygmenos" del Monte Athos. Il monaco scelse di risiedere in una grotta del monte Berestov che si interpone tra la città e il fiume Dnieper e presto si formò attorno a lui un nutrito gruppo di discepoli. Il principe Iziaslav I fece dono alla comunità di monaci detti Antoniti dal suo fondatore, i terreni sulla collina. Grazie a questa come ad altre donazioni poté essere fondato il primo nucleo del monastero. Nel corso dei secoli il complesso monastico si arricchì di ulteriori costruzioni. Oggi si ammira soprattutto la Torre campanaria del Grande Monastero, uno dei simboli di Kiev. Il complesso è stato inserito nella lista UNESCO dei Patrimoni Mondiali dell'Umanità Monastero delle Grotte di Kiev su Wikipedia Monastero delle grotte di Kiev (Q242711) su Wikidata
  • 2 Torre campanaria della grande Lavra (in ucraino: Велика Лаврська дзвіниця, Velika Lavrs'ka dzvinycja, in russo: Большая Лаврская колокольня, Bol'šaja Lavrskaja kolokol'nja), Vul. Larska, (вул. Лаврська,) 15. Torre campanaria del Lavra su Wikipedia Torre campanaria del Lavra (Q897712) su Wikidata
  • 3 Chiesa del Refettorio (Ucraino: Трапезна Палата, Trapezna Palata; Russo: Трапезная церковь, Trapeznaya tserkov’), Lavrs'ka ( Ivana Mazepy ), 21 build. 7. Chiesa del refettorio su Wikipedia chiesa del refettorio (Q2263392) su Wikidata
  • 4 Museo dei tesori storici dell'Ucraina (Музей історичних коштовностей України), Lavrska, 21. Muzeĭ istorychnykh koshtovnosteĭ Ukraïny (Q3400166) su Wikidata
  • 5 Museo della storia del libro stampato (Музей книги та друкарства України), Lavrska 21,. (Q2093830) su Wikidata
  • 6 Museo dell'arte folclorica ucraina (Музей народного декоративного мистецтва), Lavrska 21, +380 44 280-1343. Simple icon time.svg W-M 10:00-18:00.. Museum of Ukrainian folk art (Q1139126) su Wikidata
  • 7 Museo delle arti teatrali e cinematografiche (Музей театрального, музичного та кіно-мистецтва України), Lavrska str., 21, +380 44 280-1622.


Palazzo Mariinskij
  • 8 Palazzo Mariinskij (Маріїнський Палац) (Stazione metro Arsenalna). Palazzo in stile barocco completato nel 1744 per la zarina Elisabetta di Russia su progetto dell'architetto italiano Bartolomeo Rastrelli. Attualmente è la sede di rappresentanza del Presidente dell'Ucraina. Palazzo Mariinskij (Kiev) su Wikipedia Palazzo Mariinskij (Q732489) su Wikidata
Casa delle Chimere
Porta Aurea
  • 9 Casa delle Chimere (Budynok z khymeramy), Via Bankova n° 10 (Nel distretto di Pechersk, non distante dalla residenza del Presidente della Repubblica). Un palazzo "Art Nouveau", costruito agli inizi del XIX secolo dall'architetto Vladislav Gorodetsky, soprannominato il Gaudì di Kiev. L'edificio è ornato con scene di caccia e animali fantasiosi. Gorodetsky aveva infatti il pallino della caccia. I lavori di restauro presero avvio agli inizi del 2000, dopo di che la Casa delle Chimere venne adibita a ricevimenti ufficiali della presidenza della Repubblica. Ai lavori di restauro aveva partecipato lo scultore italiano Emilio Sala Casa delle Chimere su Wikipedia casa delle Chimere (Q1440653) su Wikidata
  • 10 Porta Aurea (Золоті ворота, Zoloti Vorota) (Stazione metro "Zoloti Vorota"). Una ricostruzione del 1982 della famosa Porta d'Oro di Kiev, tema del X brano della suite per pianoforte "Quadri di un'esposizione" del compositore Modest Petrovič Musorgskij. Porta d'Oro (Kiev) su Wikipedia Porta d'Oro (Kiev) (Q1427503) su Wikidata
  • 11 Cattedrale di Santa Sofia. Cattedrale di Santa Sofia (Kiev) su Wikipedia cattedrale di Santa Sofia (Q830054) su Wikidata
  • 12 Torre della TV (Televiziyna vezha / Телевізійна вежа), Vul. Dorozhytska, (вул. Дорогожицька,) 10 (Stazione metro "Dorogozhichi"). Kiev TV Tower (Q1369185) su Wikidata


Eventi e feste[modifica]


Cosa fare[modifica]


Acquisti[modifica]

Centri commerciali[modifica]

  • 1 Samson (Торговий центр Самсон), Konstantinovskaya, 2A (Stazione metro: Kontraktova), +380 44 4619711. Un centro commerciale a due piani nel vecchio quartiere di Podol. Al suo interno stanno diversi negozi di abbigliamento, profumerie e gioiellerie. Tra i marchi internazionali figura DIM, Atlantic e quello ucraino di abbigliamento femminile ucraino Krisstel. Il centro accoglie anche diversi ristoranti tra cui il fast food della catena ucraina "Home cooking" (Домашня кухня).
  • 2 Globus (Підземний Торговий центр "Глобус"), Nezalezhnosti maidan, 4 (Metro: Maidan Nezalezhnosti), +380 44 2349492. Un centro commerciale nel sottosuolo con una dozzina di bar, ristoranti e fast food e il supermercato Billa. Sono presenti anche bancomat che accettano carte di circuiti internazionale.
  • 3 Kvadrat (Торговий центр "Квадрат на Хрещатику"), Kreshchatik str., 32 (Metro: Kreshchatik), +380 44 2000457, +380 44 2349492.


Come divertirsi[modifica]


Dove mangiare[modifica]

Prezzi modici[modifica]

  • 1 Celentano (Челентано), Velyka Vasylkivska, 23A (Stazione metro "Tolstoho"), +380 44 2356687. Fast food frequentato da giovanissimi con pizze di tipo italiano, insalate. Appartiene a una catena con punti di ristoro sparsi in città.
  • 2 Domashnia kukhnia (Домашня кухня, home kitchen), Konstantinovskaya str., 2A (metro:Kontraktova, 1min by walk), +380 44 4676048, +380 44 4676049. Simple icon time.svg Lun-Dom 09:00-22:00. Una catena di ristorazione con buffet e piatti tipici nazionali.
  • 3 Korchma Budmo (Корчма Будьмо), Mikhailivska (вул. Михайлiвська) 22a (5 minuti a piedi dalla stazione metro Maidan), +380 44 279-61-93. Simple icon time.svg Lun-Dom 09:00-23:00. Fast food con piatti tipici loocali. Accetta la maggior parte delle carte di credito.
  • 4 Mister Snack (Mістер Cнек), Lva Tolstogo, 18 (10 minuti a piedi dalla stazione metro Vokzalna), +380 44 2343040. Fast food che offre sandwich insalate e hamburger
  • 5 Potato House (Картопляна Хата), Nyzhnii Val, 37/20 (Stazione metro "Kontraktova"), +380 44 4254092. Fast food di cucina messicana.
  • 6 Potato House (Картопляна Хата), Bahhovutivska, 17/21 (Stazione metro "Lukyanivska").


Dove alloggiare[modifica]

I prezzi degli alberghi a Kiev sono, senza eccezioni, salati anche in quelli di categoria inferiore

Prezzi modici[modifica]

Prezzi medi[modifica]


Sicurezza[modifica]


Come restare in contatto[modifica]


Nei dintorni[modifica]

La centrale di Cernobyl incapsulata nei "sarcofagi" di cemento


Altri progetti

1-4 star.svg Bozza: l'articolo rispetta il template standard contiene informazioni utili a un turista e dà un'informazione sommaria sulla meta turistica. Intestazione e piè pagina sono correttamente compilati.