Scarica il file GPX di questo articolo
Europa > Europa centrale > Svizzera > Canton Ticino

Canton Ticino

Da Wikivoyage.
Jump to navigation Jump to search
Canton Ticino
Rifugio nel canton Ticino
Localizzazione
Canton Ticino - Localizzazione
Stemma e Bandiera
Canton Ticino - Stemma
Canton Ticino - Bandiera
Stato
Capoluogo
Superficie
Abitanti
Sito del turismo
Sito istituzionale

Canton Ticino o Repubblica e Cantone Ticino (in tedesco Republik und Kanton Tessin, in francese République et Canton du Tessin, in romancio Republica e Chantun dal Tessin) è una repubblica democratica di cultura e lingua italiane. Come Cantone è membro della Confederazione svizzera con sua sovranità limitata soltanto dalla Costituzione federale.

Da sapere[modifica]

Cenni geografici[modifica]

Alpi occidentali - sezione 10

Il territorio pur facendo parte meridionale della Svizzera, appartiene alla regione geografica italiana, essendo separato dal resto della Svizzera dalla catena alpina delle Alpi Lepontine; in particolare dal massiccio del San Gottardo. A nord confina, con il massiccio del San Gottardo, con il Canton Uri (UR), a est con il Canton Grigioni (GR), a ovest con il Canton Vallese (VS) attraverso il passo della Novena, con il Piemonte (VB) e la Lombardia (VA), a sud con la Lombardia (CO).

Una divisione geografica in due del territorio è data dal Monte Ceneri, un piccolo passo che taglia in due il cantone. La fisionomia geografica del soppraceneri è di prevalenza alpina, ove dominano montagne e valli, mentre nel Sottoceneri, che sembra penetrare, come un cono, nella pianura lombarda, è di prevalenza prealpina.

Ticino - cartina dei rilievi

Ci sono alcune zone di pianura, come il Piano di Magadino nel Sopraceneri e il Mendrisiotto nel Sottoceneri, e due laghi principali: il Verbano, o Lago Maggiore, situato nel Sopraceneri, e il Ceresio, o Lago di Lugano, nel Sottoceneri.

Molte valli del territorio sono ampiamente sfruttate turisticamente per la bellezza della natura e la facilità di accesso (possibilità di gite, presenza di numerosi impianti di risalita e sport invernali); i fondovalle sono spesso ampi e luminosi, in quanto molte valli sono aperte verso sud.

Quando andare[modifica]

Il clima del Cantone Ticino è simile a quello lombardo e piemontese. L'inverno è relativamente poco rigido in pianura (da anni ormai le nevicate si fanno rare); primavera e autunno sono miti, e l'estate è relativamente calda e afosa, con temperature che ultimamente toccano i 35°, soprattutto in giugno e luglio.

Nel Sopraceneri a causa della massiccia presenza montagnosa, e della prevalenza di valli, il clima è leggermente più fresco; al sud, nel Sottoceneri, si registra qualche grado in più, dovuto anche al maggior inquinamento dell'aria.

Particolare il clima nelle isole di Brissago, situate nella parte svizzera del Lago Maggiore; grazie alla presenza dell'acqua, in esse prevale un clima temperato caldo, quasi tropicale, per cui su esse è stato creato un parco botanico con specie vegetali tropicali ed equatoriali che sopravvivono anche all'inverno.

Lingue parlate[modifica]

Dialetti insubri

La lingua ufficiale del Canton Ticino è l'italiano, con alcune varianti (alcuni esempi: a scuola sul libretto - la pagella - si prendono le note - i voti - ; il telefono cellulare è chiamato Natel, dal nome della prima linea telefonica senza fili della Telecom Svizzera).

Nei paesi e nelle valli si parlano numerosi dialetti, alcuni anche molto stretti, e da molti anni radio e televisione veicolano un dialetto unificato, di facile comprensione, attraverso commedie e cabaret dialettali. A Bosco Gurin, comune in cima alla val Rovana, una valle laterale della Valle Maggia, i residenti parlano ancora la lingua Walser, il Gurijnartitsch.

Essendo il Ticino un cantone a vocazione turistica, il tedesco (soprattutto ad Ascona) è molto diffuso. Gli studenti a scuola imparano il francese, il tedesco e l'inglese.


Territori e mete turistiche[modifica]

Centri urbani[modifica]


Come arrivare[modifica]

In aereo[modifica]

A Lugano esiste un aeroporto con collegamenti verso alcune città elvetiche ed europee. In estate vi sono collegamenti settimanali anche verso alcune note località turistiche mediterranee.

In alternativa si può raggiungere il Ticino dagli aeroporti di Zurigo e Milano Malpensa (collegati ad esso tramite ferrovia).

In auto[modifica]

  • Da sud
    • autostrada Milano-Laghi per Como successivamente dal valico di Brogeda si entra in territorio Elvetico.
    • autostrada Milano-Laghi fino a Varese e poi ingresso attraverso il valico del Gaggiolo.
    • autostrada Milano-Laghi fino a Lomazzo o Fino e poi ingresso attraverso il valico di Bizzarrone.
  • Da nord
    • autostrada A2 che passa per il tunnel del San Gottardo, molto congestionato in estate.
    • La via alternativa passa per il tunnel del San Bernardino Canton Grigioni (autostrada A13).
  • Da ovest: via la strada delle Centovalli o seguendo la litorale del Lago Maggiore, attraverso ii valici di Brissago (Locarnese) e Lavena-Ponte Tresa (Luganese).
  • Da est: l'unica via di accesso è la strada Regina che collega il canton Ticino alla regione Lariana (Menaggio).

In treno[modifica]

  • Il Canton Ticino è raggiungibile attraverso la linea del San Gottardo che collega il nord e il sud dell'Europa. Da Zurigo il viaggio dura circa 1 ora e 40 minuti (per Bellinzona) passando per il tunnel di base del San Gottardo.

Da sud sono disponibili diversi collegamenti giornalieri EuroCity (da Milano Centrale, Monza e Como S.Giovanni) e alcune linee suburbane più capillari (TiLo).

  • Unica alternativa è la linea ferroviaria Centovallina che collega il Ticino all'asse ferroviario del Sempione.


Come spostarsi[modifica]

In auto[modifica]

L'autostrada A2 percorre il cantone da nord (tunnel autostradale del San Gottardo) a sud (fino al confine con l'Italia, passando per i maggiori centri urbani.

Una superstrada collega il locarnese a Bellinzona, passando per il piano di Magadino.

Una rete di strade cantonali garantisce l'accesso a tutti i villaggi e a tutte le valli.

In treno[modifica]

Vi sono diverse linee suburbane (TiLo) che collegano i villaggi in modo comodo e veloce.

Per spostarsi più rapidamente tra Bellinzona e Lugano, è possibile usare i treni a lunga percorrenza (InterCity ed EuroCity), i quali si fermano solamente nelle due città sopracitate.

In autobus[modifica]

Per spostarsi all'interno degli agglomerati, delle città o per raggiungere le valli si possono usare gli autobus.

Le maggiori città hanno una rete di bus propria (Lugano, Bellinzona, Locarno e Mendrisio) che serve il loro agglomerato.

Prestare attenzione agli orari; nelle valli più remote la frequenza delle corse è molto bassa.

Cosa vedere[modifica]


Eventi e feste[modifica]

  • Falò. Simple icon time.svg 1 agosto. Festeggiamenti nei principali comuni e sui monti (i caratteristici falò)
  • Festival internazionale del Film di Locarno. Simple icon time.svg Prima metà di agosto. Si tratta di uno dei 5 più importanti festival cinematografici del mondo. Caratteristica principale è la proiezione serale dei film sul maxischermo di Piazza Grande (quasi 400 m² di schermo), e il concorso con l'assegnazione del Pardo d'Oro. A fianco numerose manifestazioni collaterali, come per esempio l'animazione nella Rotonda di Piazza Castello.
  • Estival Jazz. Simple icon time.svg Prima settimana di luglio. Famosa rassegna musicale si svolge annualmente a Mendrisio e Lugano.


Cosa fare[modifica]


A tavola[modifica]

Ci sono numerose specialità di salumeria (come per esempio le luganighe bollite, tipiche con il risotto a carnevale, la luganighetta alla griglia); la polenta (sia gialla sia bigia) cotta sul fuoco, con formaggio, latte o carne (spezzatino, coniglio, umido ecc.); il capretto al forno, soprattutto a Pasqua; nei grotti si trova ancora del buon pesce in carpione; in autunno la selvaggina, soprattutto il salmì e la sella di capriolo.

Tra i dolci, si segnala il panettone (tradizione condivisa con Milano), gli amaretti (ottimi quelli al kirsch) e alcune specialità regionali, soprattutto di biscotteria.

Una lista del patrimonio culinario ticinese lo trovate su www.kulinarischeserbe.ch.

Locarnese

Nel Locarnese, regione a vocazione turistica, si trovano numerosi ristoranti e grotti di indubbio interesse. Il consiglio è quello di evitare quelli più spiccatamente turistici per lasciarsi sedurre dalle proposte, magari su una carta più piccola, ma certamente affascinanti. Tutti i ristoranti soono stati provati di recente (max 1 anno).

Ecco solo alcuni indirizzi che possono risultare interessanti:

  • A Locarno la Locanda Locarnese o il Bistrot Latino, entrambi situati in città vecchia, che propongono una carta sempre varia e di stagione (prezzi medio alti); per chi ama invece qualcosa di diverso c'è per esempio il ristorante Balena, un battello ormeggiato al porto.
  • In Valle Maggia e Centovalli ci sono numerosi grotti e ristoranti con proposte allettanti e ancora saldamente ancorati alla cucina ticinese. Eccone alcuni: a Ponte Brolla il ristorante Centovalli: propone solo ravioli oppure risotto al gorgonzola e funghi porcini, e filetti e entrecote alla griglia (ma il risotto vale, vale); ad Avegno il grotto Mai Morire, con griglia e piatti ticinesi (da segnalare le costine a volontà).
Bellinzonese
  • A Monte Carasso il ristorante Romitaggio: porzioni abbondanti, cucina ottima, curata, e in particolare il pesce, la loro specialità.
  • A Bellinzona il ristorante Malakov, un posto un po' particolare (piccolo, prenotate altrimenti non c'è posto) tenuto da calabresi; si mangia dell'ottima pasta, anche in numerose piccole porzioni.
  • Ad Airolo, ai piedi del San Gottardo, vale la pena di cenare una sera, magari non d'estate, al Caseificio del Gottardo, che propone in particolare degli ottimi affettati e le specialità di formaggio, come fondue e raclette.
  • In valle Morobbia, a Scarpapé, l'omonimo grotto-ristorante propone una carta semplice (affettati, polenta, brasati, coniglio e qualche carne alla griglia) con una vista spettacolare del Piano di Magadino e del Lago Maggiore; indicato per le famiglie, per la presenza di un bel prato con parco giochi.
Malcantone
  • Albergo Della Posta a Novaggio dove potrete gustare i Cordon Bleau più grandi del Cantone
  • Grotto Lema a Novaggio, offre serate a tema (marmotta, polenta e usei, .. ) e specialità ticinesi; semplice ma molto famigliare

Bevande[modifica]

Tipico del Ticino è il ratafià , liquore alle noci, che pare sia stato creato dai frati del convento del Bigorio, e che offrivano ai viandanti e soprattutto a coloro che si riunivano lì per prendere decisioni importanti: alla fine dell'incontro, per festeggiare il patto, si brindava con questo liquore, che suggellava il patto raggiunto (rata fiat).

Molto diffusa è anche la grappa, in particolare quella di uva americana.

Ha compiuto 100 anni il Merlot, vino che negli ultimi decenni ha raggiunto dei livelli di vinificazione e di qualità che non hanno nulla da invidiare con altri vini internazionali. Numerosi sono i produttori, che propongono rosso, riserva e barrique, e anche alcuni bianchi di merlot.

Una specialità analcolica è la gazzosa (o gassosa), bevanda dolce, disponibile in diversi gusti (limone, mandarino, lampone,...).

Sicurezza[modifica]


Altri progetti