Scarica il file GPX di questo articolo
Europa > Europa centrale > Svizzera > Svizzera occidentale > Ginevra

Ginevra

Da Wikivoyage.
Jump to navigation Jump to search
Ginevra
Genève • Genf • Geneva
Ginevra vista dall'alto della sua cattedrale
Stemma e Bandiera
Ginevra - Stemma
Ginevra - Bandiera
Stato
Regione
Altitudine
Superficie
Abitanti
Prefisso tel
CAP
Posizione
Mappa della Svizzera
Ginevra
Ginevra
Sito del turismo
Sito istituzionale

Ginevra (francese: Genève, tedesco: Genf) è una città della Svizzera occidentale.

Da sapere[modifica]

Maggiore città francofona della Svizzera e 2a per popolazione su scala nazionale, Ginevra è anche un'importante piazza finanziaria e un centro della diplomazia internazionale, essendo la sede del Comitato internazionale della Croce Rossa e di alcune istituzioni delle Nazioni Unite. Sebbene la sede dell'ONU si sia trasferita dopo la fine del II conflitto mondiale a New York, l'organizzazione conserva ancora una grande presenza al Palais des Nations di Ginevra.

Parecchi visitatori concordano nel trovare Ginevra una città decisamente noiosa. I suoi abitanti hanno modi formali e anche un tantino altezzosi, simili a quelli dei Francesi ma senza l'eccessiva ironia o sarcasmo di quet'ultimi nei confronti del proprio interlocutore che non ne condivide le origini. Questa impressione tuttavia risulta molto attenuata per coloro che hanno la fortuna di parlare un francese disinvolto e osservano modi corretti, non improntati alla familiarità.

Gli immigrati, giunti per lo più da paesi del sud Europa per spartirsi le briciole di questa città così ricca, rappresentavano alla fine del 2015 il 48,7 % della popolazione totale. I figli e i nipoti degli immigrati diedero vita fin dal 1990 a vari locali underground e centri di cultura alternativa che sembrarono sconfessare la fama di città compassata e spocchiosa che Ginevra si è conquistata a livello internazionale. Il fiorire di questi locali non è piaciuto alle autorità amministrative che hanno provveduto, a partire dal 2005, a chiuderne parecchi sotto pretesti vari.

La città di Ginevra conta solo 200.000 abitanti ma 915.000 persone vivono nella sua regione metropolitana.

Come orientarsi[modifica]

Il fiume Rodano e il lago Lemano dividono Ginevra in due parti unite fra loro da vari ponti dei quali i più noti sono i "Ponts de l'Ile" che attraversano l'isola di Rousseau.

Sulla riva sinistra o meridionale sta la città vecchia divisa in una parte alta e una bassa. La Grand' Rue è quella strada ove si affacciano gli edifici più antichi. Al n° 40 si trova la casa natale di Jean-Jacques Rousseau.

La riva destra o settentrionale accoglie la stazione ferroviaria e Les Pâquis, quartiere esteso sul lungolago che porta il nome del presidente degli Stati Uniti Wilson (Quai Wilson)

Quartieri[modifica]

Riva meridionale (sinistra)
  • Eaux-Vives — Il quartiere più turistico di Ginevra, separato dalla città vecchia dai giardini inglesi. Sul lungolago detto Quai Gustave Ador, si radunano i turisti per ammirare da vicino il getto d'acqua.
  • Cologny — Esteso ad est di Eaux-Vives, Cologny è un comune indipendente ma di fatto un sobborgo residenziale di Ginevra a carattere altolocato. È il comune più ricco del cantone.
Riva settentrionale (destra)
  • Pregny-Chambésy



Come arrivare[modifica]

L'aeroporto visto dal'alto

In aereo[modifica]

I collegamenti sono assicurati sia da autobus che da treni. Il prezzo è lo stesso per cui conviene prendere il treno se si scende alla stazione centrale.
Gli autobus numero 5 e 10 partono ogni 15 minuti tra le 06:00 e le 23:00. Entrambi fermano alla stazione centrale ma seguono percorsi diversi. L'autobus 5 passa vicino all'edificio delle Nazioni Unite in rue de Lausanne. Entrambi gli autobus proseguono poi verso la zona sud della città.
I biglietti sia del treno che degli autobus si acquistano alle emettitrici collocate presso la fermata dell'autobus o all'interno della stazione ferroviaria.
Un biglietto di trasporto gratuito può essere ottenuto da una macchina della Geneva Transport (TPG) collocata nell'area ritiro bagagli. Il biglietto è valido per 80 minuti sia per Ginevra che per i sobborghi e permette di utilizzare qualiasi mezzo (treno, autobus e barche gialle). Aeroporto di Ginevra-Cointrin su Wikipedia "Aeroporto Internazionale di Ginevra" su Wikidata

In treno[modifica]

Stazione di Ginevra Cornavin
  • 2 Stazione di Ginevra Cornavin (Gare de Genève-Cornavin (ZHT)). Esiste un collegamento diretto tra Milano e Ginevra, tramite la ferrovia e il traforo del Sempione effettuato da convogli Trenitalia e Ferrovie federali svizzere quattro volte al giorno. Una volta al giorno questo servizio EuroCity (EC) collega direttamente Ginevra a Venezia via Milano.
I treni diretti da/per Neuchâtel, Biel / Bienne, Lucerna, Winterthur, San Gallo partono ogni ora, quelli per Berna e Zurigo ogni mezz'ora.
C'è un servizio ad alta velocità da Ginevra a Parigi (570 km) con un tempo di percorrenza di tre ore e frequenza sette volte al giorno, oltre a collegamenti altrettanto veloci per Lione (2 ore), Avignone (3 ore), Marsiglia (3,5 ore). Stazione di Ginevra Cornavin su Wikipedia "stazione di Ginevra Cornavin" su Wikidata


Come spostarsi[modifica]

Con mezzi pubblici[modifica]

Rete tramvia
Rete dei filobus
  • Transports Publics Genevois. L'azienda gestisce 4 tranvie (linee 12, 14, 15,18), 6 filovie (linee 2, 3, 6, 7, 10, 19) e 50 autolinee diurne; il servizio notturno, invece, è costituito da 12 linee
I visitatori che soggiornano in un albergo, in un ostello o in un campeggio di Ginevra, hanno diritto all'uso gratuito dei mezzi pubblici. In genere è il receptionist che consegna la carta Unireso (l'associazione cantonale dei trasporti pubblici) al cliente dopo aver sbrigato le formalità di check-in. La carta è valida per tutta la durata del soggiorno fino a un massimo di 15 giorni. Transports Publics Genevois su Wikipedia "Transports Publics Genevois" su Wikidata


Cosa vedere[modifica]

Ginevra - Jet d’Eau
  • 1 Jet d’Eau. Jet d'eau su Wikipedia "Jet d'eau" su Wikidata
  • 2 Palais des Nations, Avenue de la Paix 14 (Bus No 8, fermata Appia), +41 22-917 48 96, @ visit-gva@unog.ch. Costruito per ospitare la Società delle Nazioni, il palazzo merita una visita per ammirare la magnifica Sala delle Assemblee, oltre alla vasta collezione di arte pubblica, alla biblioteca e ai giardini paesaggistici. Solo visite guidate. "Palazzo delle Nazioni" su Wikidata
  • 3 Monumento Brunswick, Quai du Mont-Blanc. Monumento a Carlo II di Brunswick su Wikipedia "Monumento a Carlo II di Brunswick" su Wikidata

Architetture religiose[modifica]

Musei e gallerie[modifica]

  • 5 Musée Ariana, Avenue de la Paix 10, +41 22 418 54 50. Simple icon time.svg Mar-Dom 10:00–18:00. "Musée Ariana" su Wikidata
  • 6 Musée d'Art moderne et contemporain, Rue des Vieux Grenadiers 10, +41 22 320 61 22. Simple icon time.svg Mar-Dom 12:00–18:00. MAMCO su Wikipedia "MAMCO / Museo di arte moderna e contemporanea" su Wikidata
  • 7 Musée d'art et d'histoire de Genève, Rue Charles-Galland 2, +41 22 418 26 00. Simple icon time.svg Mar-Dom 11:00–18:00. Musée d'art et d'histoire di Ginevra su Wikipedia "Musée d'art et d'histoire di Ginevra" su Wikidata
  • 8 Musée international de la Croix-Rouge et du Croissant-Rouge, Avenue de la Paix 17, +41 22 748 95 11. Simple icon time.svg Mar-Dom 10:00–18:00. "International Red Cross and Red Crescent Museum" su Wikidata
  • 9 Musée Patek Philippe, rue des Vieux-Grenadiers 7, +41 22 707 30 10. Simple icon time.svg Mar-Sab 14:00–18:00. "" su Wikidata
  • 10 Maison Tavel, rue du Puits-Saint-Pierre 6, +41 22 418 37 00. Simple icon time.svg Mar-Dom 11:00–18:00. Allestito in una casa nobiliare il museo si ripropone di illustrare con le sue collezioni la storia della città dal XIV al XIX secolo e la vita quotidiana dell'epoca. Casa Tavel su Wikipedia "Casa Tavel" su Wikidata
  • 11 Quartier des Bains, Rue de Bains. Associazione di gallerie d'arte e istituzioni culturali delle quali fa parte il museo d'arte contemporanea (MAMCO). La presentazione di nuovi artisti avviene il 3° giovedì dei mesi di marzo, maggio e settembre. I vernissages vanno sotto il nome di Nuits des Bains. L'associazione, pubblicizzata a suon di fanfare da giornali e riviste di tutto il mondo, è a fine di lucro e le porte sono aperte solo a potenziali acquirenti. È comunque possibile visitare il centro, oltre che in occasione delle Nuits des Bains, anche in forma privata inviando la propria richiesta all'indirizzo email specificato nel sito.


Eventi e feste[modifica]


Cosa fare[modifica]


Acquisti[modifica]


Come divertirsi[modifica]


Dove mangiare[modifica]


Dove alloggiare[modifica]

Prezzi modici[modifica]

  • 1 Cité Universitaire, Avenue de Miremont 46 (Capolinea autobus n°3), +41 22 839 22 22. Leggermente fuori mano (10 minuti dal centro in autobus) ma in un bel posto, la città universitaria offre varie tipologie di alloggio (stanze singole/doppie e monolocali con cucinotto) a studenti di passaggio ed in via eccezionale ad altre tipologie di viaggiatori. Non potete prenotare ma solo recarvi sul posto o telefonare il giorno stesso del vostro arrivo al numero riportato. Vale la pena tentare perché l'offerta è accattivante considerando il rapporto qualità/prezzo. Comunque è raro che siano a corto di stanze nel periodo estivo. La reception è aperta e risponde alle chiamate negli orari indicati sul sito. La città universitaria dispone di varie strutture e servizi al suo interno (ristorante, lavanderia automatica, ecc.)
  • 2 Home Saint Pierre, Cour de Saint-Pierre 4, +41 22 310 37 07. Ostello riservato a giovani donne che frequentano corsi universitari. Dispone comunque di due camerate per giovani di passaggio, una con 6 posti letto per ragazzi e un'altra con 10 posti letto per ragazze. Ha il privilegio di trovarsi in pieno centro e di disporre di una terrazza panoramica.
  • 3 Hotel Central, Rue de la Rôtisserie 2, +41 22 818 81 00. Se volete alloggiare in pieno centro spendendo il meno possibile, questo semplice 2 stelle potrebbe fare al caso vostro. Fate comunque attenzione ai prezzi riportati sui vari siti di prenotazione alberghiera che si riferiscono alle camere di tipologia più economica, forse troppo spartane per i gusti dei più; in pratica letti a castello anche a 3 piani collocati in spazi angusti e senza bagno privato.
Vi conviene visitare il sito dell'albergo ove tipologie di camere e prezzi relativi sono specificati in modo chiaro facendovi perdere il meno tempo posibile. La prima colazione viene servita in stanza, la connessione a internet tramite wi fi è gratuita e superveloce. Un difetto grave per chi ha il sonno leggero, è l'insonorizzazione degli ambienti che lascia alquanto a desiderare.

Prezzi elevati[modifica]

Hôtel Beau-Rivage
  • 4 Beau Rivage, 13 Quai du Mont-Blanc, +41 22 716 66 66, fax: +41 22 716 60 60. Albergo a cinque stelle con interni lussuosi in stile Belle Époque e servizio impeccabile. Ottimi ristoranti e scelta di vini d'annata. L'albergo è famoso perché nel settembre del 1898 vi soggiornò l'imperatrice Elisabetta d'Austria, uccisa a pugnalate dall'italiano Luigi Luccheni poco dopo essere uscita dall'albergo diretta al vicino molo di Mont Blanc. "Beau-Rivage Geneva" su Wikidata
  • 5 Les Armures, 1 Rue du Puits St-Pierre (vicino alla Cattedrale di St Pierre), +41 22 310 91 72, fax: +41 22 310 98 46. Ricavato da un palazzo del XVII secolo nella città vecchia, l'albergo Les Armures presenta camere arredate in moderno stile scandinavo.
Hôtel President Wilson
  • 6 Hotel President Wilson, 47 Quai Wilson (1 km a nord del ponte du Mont-Blanc), +41 22 906 66 66, fax: +41 22 906 66 67. Hotel a cinque stelle con camere lussuose e vista sul lago. Popolare tra i funzionari delle Nazioni Unite e ricche famiglie arabe, grazie anche al suo ristorante di cucina libanese, il migliore di Ginevra nel suo genere.
Metropole Geneva
  • 7 Hotel Metropole Geneva, 34 Quai Général Guisan, +41 22 318 33 50, fax: +41 22 318 33 00. Ecb copyright.svg From Fr. 430. Albergo a cinque stelle affacciato sul Jardin Anglais e con vista sul lago e sul jet d'eau.
  • 8 Le Richemond, Jardin Brunswick, +41 22 715 70 00. Famoso per "The Royal Armleder Suite" una delle più lussuose suites al mondo.
  • 9 Four Seasons Hotel Des Bergues, Quai des Bergues 33 (Vicino al ponte du Mont-Blanc), +41 22 908 70 00, fax: +41 22 908 70 90. Ecb copyright.svg From Fr. 500. Il più antico degli alberghi di lusso di Ginevra. Il Four Seasons ha una splendida posizione centrale sulla riva destra. Un favorito della nobiltà europea.
  • 10 Grand Hotel Kempinski, 19, Quai du Mont-Blanc, +41 22 908 9081. Moderno, lussuoso, albergo a 5 stelle che vanta una clientela business. Dispone di un mini centro commerciale, un centro benessere e sale conferenze.


Sicurezza[modifica]

Credere che Ginevra sia un posto supersicuro, è un'idea erronea dalla quale bisogna riscattarsi in fretta. Gli scippi, dei quali la stampa locale si fa regolarmente portavoce, sono all'ordine del giorno, soprattutto nel quartiere Les Pâquis, la zona della stazione centrale ma anche dei grandi alberghi. Altro pericolo è rappresentato dalle aggressioni perpetrate da ubriachi ai danni di passanti di notte, dopo la chiusura dei locali.

La polizia e le autorità non stanno a guardare. Sono state installate in gran numero telecamere ad alta definizione nei quartieri caldi sorvegliate 20 ore su 24 da addetti della polizia. In assenza di denunce i filmati sono eliminati dopo una settimana.

Come restare in contatto[modifica]


Nei dintorni[modifica]


Altri progetti

1-4 star.svg Bozza: l'articolo rispetta il template standard contiene informazioni utili a un turista e dà un'informazione sommaria sulla meta turistica. Intestazione e piè pagina sono correttamente compilati.