Scarica il file GPX di questo articolo
Europa > Europa settentrionale > Danimarca > Selandia (isola) > Copenaghen

Copenaghen

Da Wikivoyage.
Jump to navigation Jump to search
Copenaghen
København
Copenhagen - Porto Nuovo (Nyhaven)
Stemma
Copenaghen - Stemma
Stato
Altitudine
Superficie
Abitanti
Prefisso tel
CAP
Fuso orario
Posizione
Mappa della Danimarca
Copenaghen
Copenaghen
Sito del turismo
Sito istituzionale

Copenhagen è la capitale della Danimarca.

Da sapere[modifica]

Copenhagen è una cornucopia. Offre tutto ciò che si desidera, al pari di città del calibro di Parigi e Londra ma in un'area molto più ristretta e tra atmosfere molto più rilassate. La capitale danese è una delle città più vivibili al mondo.

I suoi abitanti hanno un carattere cordiale e tollerante nei confronti di chi è diverso ma si aspettano dalla controparte ugual rispetto nei loro confronti.

Copenhagen si estende su parte delle isole di Zealand (Sjælland o Selandia) e Amager. Un grande ponte valica lo stretto di Øresund che separa il Mar Baltico dal Mare del Nord facilitando le connessioni con l'antistante città svedese di Malmö.


Come orientarsi[modifica]

Distretti di Copenhagen
      Indre By — è il nome con cui si designa il centro di Copenhagen. Un tempo era cinto da mura e fossati. Le mura su cui si aprivano 7 porte furono smantellate intorno al 1870. Al loro posto fu creato un sistema di aree verdi e alcuni bastioni isolati sono ancora visibili nel giardino botanico e nei parchi che fungono da linea di demarcazione al distretto centrale.
      Christianshavn — Il distretto di Christianshavn è situato su un'isola artificiale separato dal centro dal canale omonimo. L'area ha un aspetto romantico simile al centro di Amsterdam con canali ove sono ormeggiate imbarcazioni di ogni genere (lo yachting è stato definito un'ossessione nazionale). Parecchi edifici moderni sono sorti nell'angolo sud di Christianshavn. Il suo quartiere più famoso è Christiania [1], abitato da una comunità hippie che ha elaborato uno statuto proprio dopo aver occupato nel 1971 edifici abbandonati un tempo adibiti a caserme.
      Vesterbro — Vesterbro fu oggetto alla fine del XX secolo di un massiccio intervento di recupero urbanistico. In data anteriore era una zona di case di tolleranza e il posto dove procurarsi droghe leggere e in parte conserva ancora oggi i vecchi connotati. Il quartiere si estende a ovest della stazione principale ed è separato da Indre By dalle linee ferroviarie.
      Frederiksberg — Un'area abitata dalle classi abbienti con alcune attrazioni di primo piano come il giardino zoologico di Copenaghen e il palazzo omonimo, residenza estiva dei reali di Danimarca fino al 1863.
      Nørrebro — Fino al 1852, Nørrebro era una zona di campagna che si apriva oltre la porta del nord (Nørreport), abbattuta nel 1857. Dopo quella data la zona fu pervasa da una febbre edilizia soprattutto per l'esigenza di assicurare un tetto a migliaia di persone affluite a Copenhagen con la speranza di trovare lavoro nelle fabbriche che spuntavano come funghi. Nørrebro è oggi un quartiere multietnico con parecchi locali notturni di moda e ristoranti allineati sulla Nørrebrogade, la sua strada principale.
      Østerbro — Quartiere benestante immediatamente a nord-est del centro dove è situato il porto. È famoso perché vi si trova la statua della sirenetta, simbolo di Copenaghen.
      Amager — Nella zona di Kastrup è situato l'aeroporto internazionale che naturalmente vanta molti alberghi ma anche questa non è che una zona residenziale "povera" o, quanto meno, esclusa dallo stile di vita che contraddistingue gli abitanti del centro e dei facoltosi sobborghi settentrionali. Stesso discorso per il vicino sobborgo di Dragør che si distingue soltanto un po' per le sue vecchie case.
      Sobborghi settentrionali di Copenaghen — Sono sobborghi esclusivi, abitati dall'alta borghesia, soprattutto nelle zone prospicienti il mare e nell'immediato retroterra costellato di laghetti inframezzati da boschi, mentre quelli più all'interno sono abitati da esponenti della piccola borghesia e costituiscono classici quartieri dormitorio senza molte possibilità di divertimento e dopo le ore 20:00 appaiono deserti. Alcune di queste aree interne sono abitate da immigrati in percentuali del 65% ed oltre. Molti degli alberghi economici proposti da siti on line di prenotazione alberghiera si trovano in queste zone tutt'altro che entusiasmanti.
      Vestegnen — Sono i sobborghi occidentali di Copenhagen. Comprendono parecchi quartieri operai di Copenhagen e in genere della classe proletaria oltre che da immigranti vari di prima e seconda generazione.


Come arrivare[modifica]

In aereo[modifica]

Il corridoio che unisce i due terminal dell'aeroporto di Kastrup
  • 1 Aeroporto di Kastrup (CPH). È situato nell'omonimo sobborgo nell'isola di Amager. È dotato di 3 terminal due per i voli internazionali e uno per i voli domestici. Tra le compagnie che operano voli dall'Italia
Numerose altre compagnie includono Copenhagen nelle loro rotte. Tra queste:
Un servizio ferroviario collega in 15 minuti l'aeroporto con la stazione di Hovedbanegården nel centro città. Copenhagen è collegata con l'aeroporto anche dalla metropolitana. Aeroporto di Copenaghen su Wikipedia "aeroporto di Copenaghen" su Wikidata

In treno[modifica]

  • 3 Stazione di Copenaghen Centrale (Københavns Hovedbanegård). Stazione di Copenaghen Centrale su Wikipedia "Stazione Centrale di Copenaghen" su Wikidata

In autobus[modifica]

Il viaggio in treno è stato privilegiato dalle autorità danesi. Ne consegue che la città difetta di una stazione centrale di autolinee e alcuni autobus sono costretti a far capolinea sul fianco della stazione centrale ma non tutti.

Sul tratto Copenhagen Malmö operano le seguenti compagnie di autolinee:


Come spostarsi[modifica]

Le due linee della metro di Copenhaen

Con mezzi pubblici[modifica]

Copenhagen ha una rete di autobus, di treni sotterranei (metro) [2] e di treni pendolari detti S-tog [3]. A questi sono da aggiungersi alcuni treni regionali per l'aeroporto e per le città di Helsingør (Elsinore) e Malmö, quest'ultima in Svezia. Il principale nodo dei treni pendolari o suburbani è la stazione centrale (København H). La rete comprende gruppi di 7 linee, ciascuno dei quali è individuato da una lettera dell'alfabeto. La maggior parte degli S-tog inizia le sue corse alle 5 del mattino per terminarle all'una di notte. La frequenza è di 10 minuti durante il giorno e di 20 nelle ore serali con qualche eccezione.

La rete metropolitana è composta di due sole linee che hanno un percorso comune in corrispondenza del centro per poi divedersi in due rami all'altezza della stazione di Amager.

  • La Linea 1 (M1) di colore verde va da Vanløse a Vestamager. Le stazioni intermedie sono: Flintholm - Lindevang - Fasanvej - Frederiksberg - Forum - Nørreport - Kongens Nytorv - Christianshavn - Islands Brygge - DR Byen - Sundby - Bella Center - Ørestad
  • La Linea 2 (M2) di colore giallo va da Vanløse a Lufthavnen/Aeroporto (2007) e conta 21 stazioni

Costi La città è stata divisa in zone che determinano il costo del biglietto. Questo permette di usare più mezzi entro determinati limiti di tempo (massimo due ore). Oltre il biglietto comune esistono vari tipi di abbonamento e di carte scontate ("klippekort") ma in genere il loro costo è così alto da aver portato ad una diminuzione progressiva e costante del numero dei passeggeri sull'intera rete.

Ai visitatori stranieri viene offerta la Copenhagen Card che da diritto a usare i mezzi di trasporto pubblici e di accedere liberamente ad una 60 di musei oltre a sconti vari su ristoranti dai prezzi particolarmente esosi. Esiste in tagli da 24 ore (per 29 €) e 72 ore (per 58 €).

Con tour guidati[modifica]

DFDS Canal Tour
  • Copenhagen City Sightseeing. Propone giri turistici della città a bordo di autobus a due piani e anche escursioni nei dintorni compreso il castello di Amleto per chi ha fretta
  • DFDS Canal Tours. Minicrociere per i canali di Copenhagen a bordo di waterbus.

Per gli sportivi sempre attivi esistono dei tour guidati mentre si fa jogging la mattina.

In bicicletta[modifica]

Bici per le strade cittadine

Copenhagen è la città delle biciclette e in sella è sicuramente il modo migliore per visitare la città. Passeggiando per una qualsiasi strada infatti si potranno facilmente incontrare più bici che auto o pedoni. Piste ciclabili costeggiano tutte le strade. Infatti, migliaia di Danesi ogni giorno e sotto ogni condizione meteorologica scelgono la bicicletta come primo mezzo di trasporto. La bicicletta come simbolo di uno stile di vita sano e il rispetto dell'ambiente che caratterizzano il "paese più felice al mondo".

L'alternativa a questa carta così salata è la bicicletta che può essere ottenuta anche gratis lasciando un deposito di 20 corone (2,68 €) in cambio del quale si ottiene un gettone che servirà a farsi restituire il denaro al momento di consegnarla. Nel caso le bici di questo programma non fossero disponibili, se ne potrà noleggiare una per un giorno intero al prezzo di 50 Corone (poco meno di 7 €). A Copenhagen esiste un gran numero di piste ciclabili, limitate però alle sola zona del centro e al periodo aprile-settembre. La città di Copenhagen ha ricevuto un premio internazionale per aver promosso l'utilizzo di questo mezzo di locomozione per nulla inquinante. Quasi il 40% della popolazione usa la bicicletta per i propri spostamenti quotidiani.

Qualora non trovaste la bicicletta gratuitamente tramite il sito sopra indicato è possibile noleggiarla in appositi negozi, tra cui:

  • Rentyourbikehere.dk, +45 33936200, @ info@rentyourbikehere.dk.
  • Donkey Republic Bike Rental. Donkey Republic è una giovane start-up danese. Le sue centinaia di biciclette arancioni possono essere trovate parcheggiate lungo tutta Copenhagen. Le bici possono essere affittate e sbloccate scaricando l'applicazione per smartphone "Donkey Republic". Grazie al lucchetto bluetooth infatti non c'è bisogno di scambi di chiave o di rispettare gli orari di un classico negozio di biciclette. 24h al giorno, 7 giorni su 7, le bici di Donkey Republic possono essere prenotate e affittate con il solo uso del telefonino. Anche senza una connessione internet.


Cosa vedere[modifica]

Indre By[modifica]

Iniziamo il nostro giro dei monumenti di Copenaghen dalla parte più settentrionale di Indre By dove sta la statua della sirenetta dirigendoci progressivamente verso sud fino al parco Tivoli.

Zona di Kastellet e parco Churchill[modifica]

Frederiksstaden e adiacenze[modifica]

  • Aleksander Nevskij Kirke, Bredgade 53.
  • Giardino dei Re (Kongens Have).
  • Teatro Reale di Danimarca.
  • Università di Copenhagen.


Galleria d'arte nazionale
Collezione Hirschsprungske
  • Statens Museum for Kunst (Galleria d'arte nazionale), Sølvgade 48-50. Il museo ospita opere d'arte collezionate dal monarca danese Federico IV (1671 – 1730). Molte le opere di artisti italiani. Tra queste le più ammirate sono un dipinto di Andrea Mantegna figurante Cristo sorretto da due angeli, un ritratto virile eseguito da Tiziano e l'altro del cardinale Lorenzo Cybo che porta la firma del Parmigianino (1524 circa). Nella sezione dedicata alle avanguardie del '900 e all'arte moderna in genere sono esposte opere di Picasso, Braque, Leger, Matisse e Modigliani.
  • Den Hirschsprungske Samling (Collezione Hirschsprungske), Stockholmsgade 20.


Orto botanico
Castello di Rosenborg


Tycho Brahe Planetarium


Christianshavn[modifica]

Chiesa di Nostro Signore, il Salvatore a Christianshavn
Opera dell'architetto Henning Larsens Tegnestue
Canale a Christianshavn di mattina
  • Vor Frelserskirke. Chiesa del Nostro Redentore consacrata nel 1696 dopo 14 di lavori, in stile barocco olandese. La fatica di salire i 400 scalini del campanile (inaugurato nel 1752) viene appagata con una stupenda vista sulla città.
  • Christians Kirke, Strandgade 1.
  • Dansk Arkitektur Center (A 400 m dalla stazione metro di Christianshavn).
  • Orlogsmuseet (Museo della reale marina di Danimarca), Overgaden Oven Vandet 58.
  • Lille Mølle, Christianshavns Voldgade 54, +45 33 47 38 38.


Eventi e feste[modifica]


Cosa fare[modifica]


Acquisti[modifica]

Le zone più note per lo shopping sono le vie pedonali Strøget e Købmagergade, i quartieri Nørrebro, Vesterbro e Østerbro.

Come divertirsi[modifica]

Ci sono tre aree principali dedicate ai divertimenti.

  • Il centro
  • Norrebro
  • Scala Complex (di fronte il Tivoli)

Per tenersi informati prendere "Copenhagen this week" distribuito gratis ai punti di informazioni turistiche.

Spettacoli[modifica]

Copenhagen: Teatro dell'Opera
Pantomimeteateret
  • 1 Operaen (Teatro dell'Opera), Ekvipagemestervej 10, 1438 Copenhagen K., +45 35 20 30 40. Teatro dell'Opera di Copenaghen su Wikipedia "Copenaghen Opera House" su Wikidata
  • 2 Det Kongelige Teater (Teatro Reale di Danimarca), Kongens Nytorv. Il miglior indirizzo per gli amanti del balletto. Royal Danish Theatre su Wikipedia "Royal Danish Theatre" su Wikidata
  • 3 Forum Copenhagen, Julius Thomsens Plads 2, 1925 Frederiksberg C (stazione metro più vicina Forum), +45 32 47 20 00. Forum Copenhagen è un enorme edificio con sala di 10.000 posti ove spesso si esibiscono star internazionali della musica pop e rock, In passato ha accolto concerti dei Depeche Mode, Guns N' Roses, Metallica etc. Per il 3 novembre 2012 è attesa Jennifer Lopez. "Forum Copenhagen" su Wikidata
  • 4 Pantomimeteateret, Giardini di Tivoli. Celeberrimo teatro dei giardini di Tivoli ove quotidianamente vengono messe in scena rappresentazioni classiche della commedia dell'arte. "Pantomimeteatret" su Wikidata
  • 5 Parken (stadio del calcio), Per Henrik Lings Allé 2 (Stazione di Østerport nel quartiere di Østerbro). Parken è lo stadio della squadra nazionale di calcio della Danimarca Ospita spesso concerti di tutto rilievo. Elton John, Madonna, Britney Spears e il dj Tiesto si sono esibiti al Parken. Andate sul sito per verificare se concerti che vi interessano rientrano nelle date del vostro soggiorno nella capitale danese. Parken Stadium su Wikipedia "Parken Stadium" su Wikidata
  • 6 Koncerthuset, Emil Holms Kanal 20. Edificio a forma di cubo dal colore blu sede della radio statale danese. Al suo interno stanno 4 sale dall'acustica perfetta ove si svolgono concerti di musica sinfonica ma anche jazz, rock e pop. "Copenhagen Concert Hall" su Wikidata


Locali notturni[modifica]

  • 7 Culture Box, Kronprinsessegade 54 (parco Rosenborg), +45 33 32 50 50. Discoteca con Musica elettronica, house e hip hop tra pareti dipinte di nero. Abbigliamento casual. Presente anche su Facebook.
  • 8 Vega, Enghavevej 40, +45 33 25 70 11. Rinomato locale articolato su più piani ciascuno con il proprio programma. La discoteca è animata da ottimi dj mentre lo store Vega ha musica dal vivo.
  • 9 la Fontaine, Kompagnistræde 11, +45 33 11 60 98. Altro rinomato locale di musica jazz, il primo ad aprire i battenti nella capitale danese. Musica dal vivo nei soli week end.
  • 10 Jazzhus Montmartre, Store Regnegade 19A, +45 31 72 34 94. Musica dal vivo con servizio ristorante.
  • 11 Mojo Blues Bar, Løngangstræde 21, +45 33 11 64 53. Rinomato locale con le pareti tappezzate di fotografie in bianco e nero dei più famosi rappresentanti del genere blues. Ogni sera musica dal vivo (pagina su Facebook).
  • 12 Pumpehuset, Studiestræde 52, +45 33 93 19 60. Locale ove si esibiscono dal vivo rinomate bande danesi.
  • 13 Huset KBH, Rådhusstræde 13, +45 21 51 21 51. Locale poliedrico che ogni sera ospita un evento diverso, musica dal vivo, rappresentazioni teatrali e proiezione di film.
  • 14 Loppen, Sydområdet 4B (Christianshavn), +45 32 57 84 22. Locale alternativo situato nello stato libero di Christiana. Sul suo palco si avvicendano bande di musica rock e anche latinoamericana. Molto frequentato nei week end e più che vivace.

Locali gay[modifica]

Copenhagen Pride 2008

Il gay pride (Copenhagen Pride) si svolge ogni anno ad agosto (in genere dal 14 al 19) ed è una buona occasione per una visita. Consultate il sito per conoscerne il programma http://copenhagenpride.dk/

Altro evento di un certo rilievo è "MIX Copenhagen" che ricorre ad ottobre. Si tratta di una rassegna di film a tematiche gay (sito ufficiale)

Di seguito una selezione dei locali più rinomati della capitale danese:

  • 15 Vela club, Viktoriagade 2-4 (Bus 2A, 5A, 151). Locale per lesbiche.
  • 16 Centralhjørnet, Kattesundet 18, +45 33 11 85 49. Simple icon time.svg Lun-Dom 12:00-02:00. Il primo dei bar gay di Copenhagen ad aprire i battenti. Fu inaugurato infatti nel lontanissimo 1930 e da allora è rimasto sempre sulla cresta dell'onda.
  • 17 Scandinavian Leather Men - SLM Copenhagen (Fetish club), Lavendelstræde 17 (vicino Piazza del Municipio), +45 33 32 06 01. Per accedervi è necessaria la tessera associativa (mensile) e un tipo di abbigliamento particolare che varia in base alle serate, per cui controllate il sito prima di andarci, altrimenti rischiate di essere respinti alla porta. Party hanno luogo nei giorni di fine settimana
  • 18 Oscar, Rådhuspladsen 77 (Vicino la piazza del municipio e SLM Copenhagen), +45 33 12 09 99. Bar Cafe.
  • 19 Amigo, Studiestræde 31 A. La più grande sauna gay di Copenhagen
  • 20 Cosy Bar, Studiestræde 24, +45 33 12 74 27.
  • 21 Jailhouse CPH Restaurant, Café & Bar, Studiestræde, 12, +45 33 15 22 55.
  • 22 Masken Bar, Studiestræde, 33, +45 33 91 09 37.
  • 23 Monastic Club, Hauser Pl. 32, +45 40509107. Nuovo centro di intrattenimento LGBT aperto nel 2017 in un antico monastero. Ha due dancefloors, un bears bar, un cocktail lounge e un altro riservato alle sole donne.


Dove mangiare[modifica]

Prezzi modici[modifica]

Ristorante Ida Davidsen
  • 1 Ida Davidsen, Store Kongensgade 70 (Kongens Nytorv), +45 33 91 36 55. Simple icon time.svg Lun-Ven solo per il pranzo di mezzogiorno. Chiuso Sab-Dom e festivi. Molto rinomato tra i turisti, Ida Davidsen è il posto giusto dove gustare i famosi smørrebrød (sandwich danesi con una sola fetta di pane). Vengono preparati in 178 tipi diversi.


Prezzi elevati[modifica]

  • 2 Era Ora, Overgaden Neden Vandet 33B (Metro: Christianshavn). Era ed è l'unico dei molti ristoranti italiani di Copenhagen che compare nella guida Michelin (1 stella allo chef Fabio Donadoni).
  • 3 Noma, Strandgade 93, +45 3296 3297. Simple icon time.svg Mar-Sab 12:00-16.00 e 19:00-00:30. Se volete provare l'esperienza unica di una cena scandinava in uno dei migliori ristoranti al mondo, dovrete prenotare non giorni, ma mesi di anticipo. Il ristorante ha ricevuto vari premi internazionali ma solo due stelle dalla guida Michelin.


Dove alloggiare[modifica]

Gli alberghi a Copenhagen sono notoriamente salati per cui potrebbe essere conveniente rivolgersi a un servizio di prenotazione alberghiera on line o a siti web di rinomate agenzie di viaggio internazionali che propongono pacchetti volo + albergo. Bisogna comunque fare attenzione perché gli alberghi più economici proposti nei pacchetti sono dislocati nella zona dell'aeroporto o in quartieri periferici che non hanno nulla di turistico.

Prezzi modici[modifica]

  • 1 Charlottenlund Fort Campsite, +45 44 22 00 65. Aperto da marzo a ottobre il camping è situato sulla spiaggia omonima a 6 km dal centro.
  • Danhostel. A Copenhagen esistono 4 ostelli della Danhostel che è membro della Hostelling International. Occorre la tessera per soggiornarvi. Tra questi il migliore è il Copenhagen City prenotabile on line.
  • 2 Hotel Windsor, Frederiksborggade 30, 1360 Kodaň, Danimarca, +45 33 11 08 30. Fino a qualche anno fa l'hotel Windsor si definiva albergo gay. Oggi è tra i più economici.
  • Hotel Bethel, Nyhavn 22, +45 33 13 03 70, @ info@hotel-bethel.dk. Ecb copyright.svg Da 645 Kr.
  • Cabb Inn, Mitchellsgade 14, +45 33 46 16 16. Catena alberghiera che dispone di 4 alberghi nella capitale danese.
  • 3 City Hotel Nebo, Istedgade 6, +45 332 11217, +45 332 11217. Ecb copyright.svg Singola di classe economica: 420 DKK (56 €); doppia di classe standard: 850 DKK (114 €); stanze familiari (fino a 5 persone): 1100 DKK (147 €). Compresi nel prezzo la colazione e l'accesso a iInternet. Un albergo a due stelle gestito da una congregazione caritatevole.
  • Hotel Jorgensen, Romersgade 11. Ecb copyright.svg Posto letto: 20 € a notte; singola: 80€; doppia: 97 €. Nel prezzo è inclusa la prima colazione. Ostello con stanze private e camerate comuni.
  • Bed & Breakfast Companys, Meinungsgade 28.

Prezzi medi[modifica]

Prezzi elevati[modifica]


Sicurezza[modifica]


Come restare in contatto[modifica]

Internet[modifica]

Le librerie offrono un accesso libero a internet di un'ora. Un economico internet cafè (meno di 20 DKK - 2,65 € ca per ora) si trova nella stazione centrale di Copenhagen. Anche molti bar, benzinai e McDonald's offrono una connessione internet, anche se un po' più costosa.

Sul sito hotspot.pocketfreak.dk è disponibile una lista completa delle reti wifi libere.

L'ufficio turistico si trova vicino alla stazione centrale (2 min a piedi). Lo staff è veramente cordiale e parla molte lingue. Presso l'ufficio turistico sono disponibili computer per i turisti. Per i viaggiatori con un budget ridotto è consigliabile consultare il sito Copenhagen on Low Budget Guide, disponibile gratuitamente presso l'ufficio turistico.


Nei dintorni[modifica]

Il porto di Kyrbakens nell'isola di Ven.
Ingresso del parco divertimenti Legoland.
  • Arken — Museo d'Arte Moderna a Ishøj, a 20 km da Copenaghen.
  • Experimentarium — A Hellerup. Science centre, dove scoprire la scienza giocando.
  • Legoland — Parco divertimenti del famoso mattoncino Lego, a Billund.
  • 4 Malmö — Un ponte aperto al traffico ferroviario e automobilistico collega la capitale danese alla città svedese di Malmö.
  • 5 Roskilde (30 km ad ovest di Copenaghen) — Città che fu capitale del regno di Danimarca dal X al XV secolo. Vanta una cattedrale gotica dove sono sepolti i reali di Danimarca e un museo delle navi vichinghe. Nel mese di luglio vi si svolge un annuale festival di musica pop/rock cui assistono 100.000 persone. Si raggiunge in meno di mezz'ora in treno o in autobus.
  • 6 Ven — Isolotto nell'Øresund appartenente alla Svezia. Ha la particolarità di presentare coste scoscese paragonate alle scogliere di Dover anche se presentano un colore tendente al giallo paglia. Si raggiunge da Copenaghen con traghetti operanti nel solo periodo estivo. Ven è famosa per il suo clima mite che permette la coltivazione della vite. Essendo completamente piatta e di piccole dimensioni (7.5 km²) si presta ad essere girata in bici. È un'isola ampiamente deforestata per far posto a coltivazioni di frumento ma presente una fauna variegata composta soprattutto da uccelli migratori e no.


Altri progetti

2-4 star.svg Usabile: l'articolo rispetta le caratteristiche di una bozza ma in più contiene abbastanza informazioni per consentire una breve visita alla città. Utilizza correttamente i listing (la giusta tipologia nelle giuste sezioni).