Scarica il file GPX di questo articolo

Seul

Da Wikivoyage.
Seul
서울특별시 - Seoul Teukbyeolsi
Municipio di Seul
Stemma e Bandiera
Seul - Stemma
Seul - Bandiera
Stato
Superficie
Abitanti
Nome abitanti
Prefisso tel
Fuso orario
Posizione
Mappa della Corea del Sud
Seul
Seul
Sito del turismo
Sito istituzionale

Seul (서울, Seoul) è la capitale della Corea del Sud.

Da sapere[modifica]

Cenni geografici[modifica]

L'intera area della città speciale di Seul conta circa 13 milioni d'abitanti, mentre l'area urbana (cioè la vera città) ne conta 9,7.

Quando andare[modifica]

 Clima gen feb mar apr mag giu lug ago set ott nov dic
 
Massime (°C) 1.5 4.7 10.4 17.8 23.0 27.1 28.6 29.6 25.8 19.8 11.6 4.3
Minime (°C) -5.9 -3.4 1.6 7.8 13.2 18.2 21.9 22.4 17.2 10.3 3.2 -3.2
Precipitazioni (mm) 20.8 25.0 47.2 64.5 105.9 133.2 394.7 364.2 169.3 51.8 52.5 21.5

Seul ha un clima freddo e secco d'inverno e caldo e umido d'estate. Da dicembre a maggio le precipitazioni tendono ad essere scarse. Da novembre a marzo le temperature sono relativamente basse fino ad arrivare anche a -10 °C. L'eliofania è più alta in primavera e in autunno. I giorni di precipitazione sono 16 a luglio, invece sono 6 nel mese di febbraio.

Cenni storici[modifica]

La storia di Seul può essere tracciata a partire dal 18 a.C. In quell'anno, il nuovo regno di Paekje fondò la sua capitale Wiryeseong nell'area dell'odierna Seul. Rimangono alcune tracce delle mura di questo periodo, come il "Pungnap Toseong", un muro subito fuori dalla città. Durante il periodo in cui i Tre Regni lottavano per l'egemonia sulla Corea, il controllo dell'area di Seul fu preso a turno dal regno che sottometteva gli altri. Dopo il periodo Paekje, la città passò nelle mani del regno di Koguryŏ nel Quinto secolo, per poi passare al Regno di Silla nel Sesto. Si riteneva che solo il regno che avesse avuto il controllo della valle del fiume Han avrebbe potuto controllare l'intera penisola, dacché era il nodo centrale delle comunicazioni. È per questa ragione che il capostipite della dinastia Goryeo, nell'XI secolo, costruì qui un palazzo, teso a diventare sede dei governanti della “Capitale meridionale” del regno. Agli inizi della dinastia Joseon, la capitale fu trasferita a Seul (conosciuta anche come Hanyang e poi come Hanseong), e vi rimase fino alla caduta della dinastia nel 1910. Originariamente, la città era interamente circondata da massicce mura in pietra a pianta circolare alte 6 metri, che proteggevano i cittadini dagli animali selvatici, come le tigri, dai predoni e dagli eserciti nemici. La città crebbe all'interno delle mura, che sono oggi solo parzialmente visibili sulle alture a nord del centro storico, mentre le porte sono tuttora in buono stato di conservazione, le più famose sono la Sungnyemun (conosciuta anche come Namdaemun) e la Honginjimun (chiamata comunemente Dongdaemun). Durante la dinastia Joseon, le porte venivano aperte e chiuse ogni giorno al suono di grandi campane. Durante la guerra di Corea, Seul passò più volte dal controllo delle forze nordcoreane filocinesi a quello delle truppe sudcoreane filoamericane. Al termine del conflitto Seul risultò pesantemente danneggiata. Una stima dei danni bellici registra la distruzione di almeno 191.000 palazzi, 55.000 case, e 1.000 industrie. In quel periodo, nell'area metropolitana di Seul confluirono 2,5 milioni di rifugiati. Dopo la guerra, Seul guidò lo sforzo per la ricostruzione e la modernizzazione del paese, di cui è tornata ad essere il principale centro economico e politico.

Come orientarsi[modifica]

Quartieri[modifica]

Amministrativamente, Seul è divisa in 25 distretti (구 gu). I distretti sono poi ulteriormente suddivisi in 522 sotto-distretti (동 dong). Il fiume Han divide la città in due: Gangbuk (강북) a nord, la metà più storica, e Gangnam (강남), la metà meridionale, più ricca e più moderna. Seul, a causa delle sue dimensioni, non possiede un vero e proprio e centro, la città è quasi un insieme di città, ognuna colle proprie zone specifiche. I distretti principali sono Jongno e Jung a nord, e Gangnam a sud. Pei viaggiatori con più tempo a disposizione, ci sono molti altri distretti minori da esplorare, come l'isola di Yoido sul fiume Han e i quartieri universitari di Hongdae e di Sincheon. Pel turista tipico, la città è divisa nelle seguenti aree.

Come arrivare[modifica]

In aereo[modifica]

La maggior parte dei visitatori arrivano all'Aeroporto Internazionale di Incheon (IATA: ICN), situato sull'isola di Yeongjong nella vicina città di Incheon. Il collegamento ferroviario dell' A'REX collega l'aeroporto alla stazione di Seul (per ulteriori collegamenti coi servizi ad alta velocità KTX) e l'aeroporto di Gimpo (prevalentemente voli intranazionali), che operano dalle 05:20 fino a mezzanotte. Esistono due versioni: i servizi espressi verso la città (ogni mezz'ora) di 43 minuti che costano 8.000 ₩ (con Wi-Fi disponibile a bordo); e i servizi pendolari (ogni 6 minuti) di 53 minuti che costano 3.700 ₩. Se invece s'hanno molti bagagli o si ci sta dirigendo verso i quartieri più meridionali di Seul, gli autobus per l'aeroporto rimangono la migliore soluzione. Un taxi diretto a Seul costa circa 50.000 ₩.

Il più vicino, ma più vecchio aeroporto di Gimpo (김포 국제 공항, GMP) è facilmente raggiungibile sul collegamento dell'A'REX dalla stazione di Seul, dall'aeroporto di Incheon, o dalle linee metropolitane 5 e 9. Tutte le linee intersecano la linea 2 che attraversa buona parte di Seul. Sulla linea 9 corrono tre treni espressi all'ora. I viaggiatori che entrano a Seul dovrebbero prima di tutto avere indicazioni dettagliate sulla loro destinazione e consultare la mappa della metropolitana prima di decidere quale linea e percorso prendere. Tutte e tre le linee di costano 1.000-2.100 ₩ (a seconda della distanza), mentre un taxi perl centro di Seul costerà intorno a 30.000 ₩.

In auto[modifica]

Non importa da dove s'inizia il viaggio, ci sono superstrade (Gosok Doro) e autostrade nazionali (Guk Do) che conducono a Seul; la più importante è la Gyeongbu, che collega Seul con Pusan. Per evitare l'ingorgo quotidiano sull'autostrada Gyeongbu vicino a Seul, prendere le autostrade Jungbu, Seohaean o Yongin-Seul.

In treno[modifica]

Seul è il capolinea più settentrionale della linea ad alta velocità KTX. Ci sono tre stazioni della KTX entro i limiti della città:

  • la stazione di Seul (서울역) pei treni da Pusan, Ulsan, Gyeongju, Daegu, Daejeon Cheonan e Suwon. Accessibile tramite le linee della metropolitana 1 e 4.
  • la stazione di Yongsan (용산역), per i treni da Mokpo, Gwangju, Daejeon e Cheonan. Anche questa accessibile dalle linea 1 e 4 (stazione di Sinyongsan).
  • Il KTX e attivo dalle destinazioni del sud.

In autobus[modifica]

La città ha cinque grandi stazioni di bus interurbani.

  • Stazione di Honam, (linee metropolitane 3, 7 o 9, stazione terminale). In questa stazione arrivano gli autobus dalle province del Jeolla Meridionale e dal Jeolla Settentrionale.
  • Stazione di Dong Seul, (동서울 버스 터미널), Gangbyeon STN (linea 2). Gli autobus a punti est di Seoul (Gangwon e una parte del Nord Chungcheong).
  • Stazione di Gangnam, (서울 고속 버스 터미널), (linee metropolitane 3, 7, 9, stazione terminale). Conosciuta anche come Stazione di Gyeongbu-Yeongdong, è una delle più grandi stazioni della Corea del Sud e serve praticamente l'intero paese, ma soprattutto corse provenienti da est (incl. Busan, Daegu, Daejeon). Le linee da Jeolla, tuttavia, usano la vicina stazione di Honam. Per la maggior parte non c'è bisogno di acquistare un biglietto in anticipo tranne durante i giorni festivi. C'è anche una biglietteria "Biglietti pegli stranieri", dove l'operatore parla inglese. La tariffa per un viaggio Seoul-Pusan è di circa 20.000 ₩. La stazione è dotata d'un bar e d'un piccolo ristorante. I viaggi possono durare per più di 2 ore. Solitamente l'autobus sosta brevemente presso un'area apposita. La maggior parte dei bus sono comodi ed estremamente sicuri.
  • Stazione di Nambu, (linea 3). Serve corse provenienti da sud-ovest di Seoul (quindi dal sud del Gyeonggi, Chungcheong Meridionale e dal nord del Jeolla Meridionale).

Stazione di Sinchon, Sinchon STN (Linea Gyeongeui). Serve gl'autobus provenienti dall'isola di Ganghwa.

Come spostarsi[modifica]

Con mezzi pubblici[modifica]

Seul possiede un'estesa rete metropolitana. Spesso, è possibile visitare le principali attrazioni turistiche in metro. Le linee sono numerate ed hanno colori diversi. Le informazione alle fermate sono scritte in coreano e in inglese. Per facilitare l'orientamento, le fermate sono scritte con 3 cifre: la prima cifra indica il numero di linea ed i successivi indicano il numero della fermata. Per esempio, la fermata 201 corrisponderà alla linea 2, fermata 1. Questa numerazione non suole apparire negl'apparati sotterranei, ma nei binari, ed è particolarmente utile per assicurarsi che si vada nella direzione corretta. Ad ogni binario ci sono dei cartelli che indicano la fermata (col suo numero corrispondente), le fermate anteriori e posteriori, e una freccia ch'indica la direzione corretta. Le tariffe dipendono dalla distanza percorsa, 900 ₩ sono la tariffa minima.

Se si vuole soggiornare per diversi giorni, un'opzione raccomandabile è quella d'acquistare una scheda chiamata T-Money. Sono delle schede colle dimensioni d'una carta di credito. Costano 2500 ₩. Le schede T-Money si ricaricano con un saldo iniziale al momento dell'acquisto. È anche possibile ricaricarle ad una finestra o con una macchina automatica. Una volta acquistata e col saldo iniziale, si mostra la scheda al sensore all'entrata del mezzo (automaticamente la macchina detrae 900 ₩ e mostra il saldo restante.

Le schede T-Money hanno diversi vantaggi:

  • non è necessario acquistare un biglietto per ogni viaggio;
  • se si supera 'l numero di stazioni che permette di viaggiare col costo minimo del biglietto (900 ₩), all'uscita si detrae automaticamente (sempre che ci sia 'l saldo), evitando di dover pagare la differenza in contanti;
  • comparato ai prezzi regolari, il prezzo del viaggio è più economico quando s'impiega la scheda T-Money.

Tuttavia la scheda (che costa 2500 ₩) non può essere rimborsata.

In taxi[modifica]

Esistono principalmente due tipi di tassì:

  • i tassì regolari sogliono essere di colore argentato. Sono relativamente economici, sebbene possa essere molto difficile trovane liberi;
  • i mobeon taxi, di colore nero, più cari.

In auto[modifica]

Viaggiare in auto è non poco difficoltoso, a causa del notevole traffico e della difficoltà d'orientamento nella città; infatti la maggior parte delle strade sono prive d'indicazioni stradali e solo le vie principali ne sono dotate.

Cosa vedere[modifica]


Eventi e feste[modifica]


Cosa fare[modifica]


Acquisti[modifica]


Come divertirsi[modifica]


Dove mangiare[modifica]


Dove alloggiare[modifica]


Sicurezza[modifica]


Come restare in contatto[modifica]


Nei dintorni[modifica]


Altri progetti

1-4 star.svg Bozza: l'articolo rispetta il template standard contiene informazioni utili a un turista e dà un'informazione sommaria sulla meta turistica. Intestazione e piè pagina sono correttamente compilati.