Scarica il file GPX di questo articolo

Hawaii

Da Wikivoyage.
Hawaii
Hanauma-Bay, Oahu
Localizzazione
Hawaii - Localizzazione
Stemma e Bandiera
Hawaii - Stemma
Hawaii - Bandiera
Stato
Capoluogo
Superficie
Abitanti
Sito del turismo
Sito istituzionale

Hawaii è uno Stato federato degli Stati Uniti d'America formato da un arcipelago situato nell'oceano Pacifico.

Da sapere[modifica]

Kalakana Ave a Waikiki

Hawaii è un arcipelago di circa novanta isole vulcaniche locate in un punto caldo della superficie terrestre. Delle otto isole maggiori, sei sono aperte al turismo.

Quando andare[modifica]

Nelle isole Hawaii esistono due periodi di alta stagione, il primo decorre da dicembre a febbraio e il secondo da metà giugno a fine agosto. In questi periodi i prezzi dei servizi turistici sono alle stelle.

Dal punto di vista climatico Il primo periodo di alta stagione (dicembre-febbraio) è il peggiore per una visita alle Hawaii. Sono infatti i mesi più piovosi dell'anno e anche quelli in cui le acque dell'Oceano sono più agitate. Evidentemente l'impennata dei prezzi è indipendente dalle condizioni climatiche ed è legata al fatto che i più, approfittando delle vacanze natalizie, ne approfittano per fare una puntatina alle Hawaii.

La bassa stagione va da aprile a metà giugno e da settembre a metà dicembre. Questi sono mesi ottimi e di fatto chi può permetterselo ci va proprio in questi lassi di tempo avendo cura di fuggire prima dell'arrivo delle masse. È anche fortunato perché può approfittare delle offerte promozionali che vengono pubblicizzate a suon di fanfara dalle agenzie turistiche in Canada e negli Stati Uniti. Anche a noi Italiani conviene accodarsi.

Per quanto riguarda il fattore meteorologico il termometro si mantiene su valori abbastanza costanti salendo di qualche grado solo a luglio-agosto e le piogge anche durante la stagione umida non sono poi tanto preoccupanti almeno sui versanti meridionali di alcune isole.

Lingue parlate[modifica]

Inglese americano. Hawaiano.


Molto stranamente l'Hawaiano si legge come l'Italiano, quindi "Hawai'i" non si pronuncia "Hauài" come fanno gli americani, ma "Havài-ì", con l'acca che si deve sentire. L'apostrofo tra le lettere si chiama 'Okina ed è pronunciata quasi come una pausa con un colpo di glottide... è più facile a farlo dopo averlo sentito!

  • Aloha: (alò-ha) normale saluto di arrivo e commiato (come il nostro ciao), amore, affetto.
  • Aloha 'oe: saluto di commiato.
  • Aloha nui loa: molto amore, saluto importante.
  • Mahalo: (mahàlo) grazie.
  • Mahalo nui loa: molte grazie (grazie mille)
  • ‘A‘ole pilikia: nessun problema, usato al posto del nostro "prego" dopo il grazie.
  • Ala: strada, sentiero, via.
  • Ali'i: capo, persona importante.
  • E komo mai: benvenuti, accomodatevi.
  • Haole: straniero, turista.
  • Heiau: antico tempio, luogo di culto locale.
  • Lanai: (lanài) portico, balcone.
  • Lei: la classica ghirlanda di fiori da mettere al collo.
  • Lū‘au: (luàu) sarebbero le foglie di Taro (pianta locale che produce tuberi), ma è comunemente usato per indicare la classica festa hawaiana.
  • Moana: oceano.
  • 'Ohana: famiglia.
  • 'Okole: (slang) culo.
  • Pūpū: (pùpu) stuzzichino servito con aperitivo.
  • Wikiwiki: presto.

Una lista più completa può essere trovata di parole/frasi comuni può essere trovata su sito hawaiian-words.


E ora divertitevi a pronunciare: Humuhumunukunukuapua'a. È il pesce simbolo dello Stato delle Hawaii, una sorta di pesce pappagallo.


Territori e mete turistiche[modifica]

Mappa divisa per regioni
      Isola di Hawaii (Hawai‘i) — Soprannominata (in inglese) "The Big Island", è la maggiore dell'arcipelago.
      Oahu (O'ahu) — Soprannominata "The Gathering Place", Oahu è la più popolata del gruppo e anche quella con maggiori infrastrutture turistiche. Honolulu si estende sul suo versante meridionale. Quattro su cinque degli Hawaiani risiedono a Oahu. Waikiki Beach è il suo centro balneare più famoso che tutti hanno sentito nominare. D'inverno sulla sua costa settentrionale s'infrangono puntualmente onde gigantesche (Banzai Pipeline).
      Maui — Seconda per estensione, Maui è dominata dalla mole di un vulcano alto 3,055 m (Parco nazionale Haleakala). I suoi centri balneari più famosi sono allineati sul versante occidentale. Una strada panoramica a serpentina tra le più belle al mondo li collega al piccolo villaggio di Hana nel settore orientale dell'isola.
      Kauai (Kaua'i) — La "Garden Isle", l'isola Giardino nasconde alcune meraviglie naturali come il fiume Wailua River, il canyon Waimea e il litorale Na Pali. Il monte Waialeale riceve precipitazioni abbondanti come nessun altro posto al mondo.
      Molokai (Molokaʻi) — Soprannominata "The Friendly Isle", Molokai è l'isola meno turistica dell'arcipelago. Sulla sua costa settentrionale si protende la penisola di Kalaupapa, un tempo lebbrosario fondato da Father Damien.
      Lanai (Lānaʻi) — Di tutto l'arcipelago Lanai è l'isola più esclusiva vantando un gran numero di alberghi di lusso.
      Niihau (Niʻihau) — Un'isola privata aperta solo a un limitato numero di turisti.
      Kahoolawe (Kahoʻolawe) — Un tempo accoglieva una base della marina militare USA, oggi è disabitata. Tentativi di ripopolarla sono andati a vuoto in passato ma non per questo si sono fermati.

Centri urbani[modifica]

Arizona Memorial a Pearl Harbour
Kings Village, Waikiki

Altre destinazioni[modifica]


Come arrivare[modifica]

In aereo[modifica]

Per quanti volessero raggiungere le Hawaii ricorrendo ai voli di linea e facendo a meno dei servigi dei Tour Operator devono tener presente che:

La maggior parte dei voli di linea dal continente nordamericano atterra all'aeroporto di Honolulu, sull'isola di Oahu. Un numero inferiore di voli nonstop fa scalo agli altri aeroporti internazionali di Kahului (Maui), Kona (Isola di Hawaii), Lihue, (Kauai). Il nome di questi aeroporti secondari deve essere tenuto bene a mente in quanto Honolulu e la sua famosa spiaggia (Waikiki) possono risultare per alcuni una meta non entusiasmante a causa della elevata "turisticità", e quindi anche in grado di deluderne le aspettative (sono località estremamente affollate).

Naturalmente il grosso dei voli senza scalo parte dalle città nordamericane, Los Angeles (5 ore), San Francisco ma anche Seattle e Vancouver. A Vancouver arrivano dall'Italia gli aerei della Air Transat e ne partono quelli della low cost WestJet per le Hawaii. Generalmente il volo dall'Italia fa una prima tappa verso uno dei maggiori aeroporti da cui partono i voli per gli USA (Londra, Francoforte, Parigi, Madrid), per poi dirigersi verso le città sopracitate. La durata del viaggio è cica di 25-30 ore (scali compresi), e si sconsiglia vivamente di superare i due scali: viaggio tipico: Torino (TRN)- Amsterdam (AMS)- Los Angeles (LAX) - Kahului (Maui-OGG). Spezzare il viaggio può risultare non vantaggioso dal punto di vista economico ma non è sempre detto, fermarsi qualche giorno a Los Angeles o San Francisco potrebbe essere divertente. Confrontate i prezzi dei voli di linea con quelli di Last minute o expedia e tirate le somme da soli.

Chi, per motivi propri volesse abbinare la visita alle Hawaii a un viaggio in Australia deve tener presente un nome, "Jetstar". Questa low cost ha infatti inaugurato un volo Sydney-Honolulu a prezzi convenienti.

Dall'Italia gli "esperti" del turismo consigliano generalmente di ricorrere ai servigi della American Airlines o alcuni siti di prenotazione on line che promettono di portare a destinazione con uno o più scali intermedi e dunque con il minor strapazzo possibile. Questa soluzione può non essere conveniente dal punto di vista dei costi. A volte American Airlines e concorrenti fanno pagare un prezzo salato per queste comodità.

Di seguito è riportato un elenco di linee aeree che operavano all'aeroporto di Honolulu nel giugno 2009.

  • Da altri paesi
Da Oceania-Australia
Da Asia-Estremo Oriente


Come spostarsi[modifica]

Visitare più isole durante un viaggio alle Hawaii è vivamente consigliato, in quanto ciascuna ha un "carattere" particolare.

In aereo[modifica]

Le principali Linee Aeree sono:


Hawaiian Airlines: grande compagnia aerea locale che effettua anche voli da e per il continente USA. Alla data attuale (2012) però utilizza grossi aeroplani per i voli interisland, e quindi pratica prezzi un po' alti. Inoltre il sito NON accetta carte di credito europee, e non è quindi possibile prenotare in anticipo il volo dall'Italia.

GO! Airlines: piccola compagnia aerea locale.

Mokulele Airlines: piccola compagnia aerea locale collegata alla precedente. Utilizzano piccoli aerei da dodici posti (Cessna Grand Caravan), quindi è bene prenotare per tempo in quanto i posti disponibili vengono presto esauriti. È possibile prenotare anche dall'Italia direttamente dal sito, con pagamento tramite Carta di Credito. ATTENZIONE: praticano una rigida politica sul peso e numero dei bagagli, applicando sovrattasse sul sovrappeso...arrivando anche a pesare i passeggeri! Sono comunque molto seri e gentili, vivamente consigliati.

Pacific Wings: altra piccola compagnia locale, che però stranamente non effettua scali a Kaua'i. È disponibile anche per voli charter se avete soldi in abbondanza.

I voli fanno generalmente scalo a Honolulu (HNL), e dal 2012 l'aeroporto di Maui (OGG) è diventato il secondo aeroporto Internazionale delle Hawaii, con possibilità di scalo tecnico anche sugli interisland. È consigliabile quindi, in fase di ricerca, preferire un volo diretto, per evitare di sprecare ore di preziosa vacanza in attesa all'aeroporto.

In nave[modifica]

Qualche tempo fa erano in funzione dei traghetti che collegavano le varie isole, ma a causa degli alti costi e della lentezza (le Isole sono più lontane tra loro di quanto sembra...), sono caduti in disuso. Esiste un collegamento da Maui a Moloka'i e Lanai www.molokaiferry.com, ma è principalmente una crociera per turisti, i locali non lo usano. Quindi gli spostamenti tra le isole (hopping) vengono effettuati mediante aeroplani.


Cosa vedere[modifica]

  • Parco nazionale dei Vulcani
  • Waimea Canyon a Kauai


Cosa fare[modifica]


A tavola[modifica]


Sicurezza[modifica]


Altri progetti