Scarica il file GPX di questo articolo

Via della seta

Da Wikivoyage.
Tematiche turistiche > Itinerari > Via della seta
La Via della Seta da Xi'an a Damasco (in giallo)

La Via della seta non è una sola strada, ma una rete di antiche rotte commerciali in tutta l'Asia, che collega la Cina con l'Europa.

Nel 2014 l'UNESCO l'ha inserita nel Patrimonio Mondiale dell'Umanità.

Storia[modifica]

Il percorso, che si sviluppava per circa 8.000 km, era costituito da itinerari terrestri, marittimi e fluviali lungo i quali nell'antichità si erano snodati i commerci tra l'impero cinese e quello romano. Le vie carovaniere attraversavano l'Asia centrale e il Medio Oriente, collegando Xi'an, in Cina, all'Asia Minore e al Mediterraneo attraverso il Medio Oriente e il Vicino Oriente. Le diramazioni si estendevano poi a est alla Corea e al Giappone e, a Sud, all'India.

I percorsi[modifica]

Caravanserraglio

La via della seta terrestre si divideva in due fasci di strade, uno settentrionale e uno meridionale.

Rami settentrionali[modifica]

Partendo da Xi'an, salivano in direzione nord ovest attraversando l'attuale provincia cinese del Gansu (in parte anche navigando sul fiume Giallo) fino a Dunhuang, importantissimo centro buddista con le celebri grotte di Mogao. Lì si divideva in tre rami. Uno aggirava il deserto Taklamakan a sud (ai piedi del Tibet). Il secondo invece lo aggirava a nord (ai piedi dei TianShan, ovvero "monti celesti"). Questi due rami si riunivano a Kashgar. Il terzo ramo, invece, raggiunta Turpan attraversava i TianShan in direzione di Alma Ata (odierno Kazakistan). Tutti questi percorsi si riunivano poi nell'antica Sogdiana e da lì proseguivano attraverso quelli che oggi sono Uzbekistan, Afghanistan, Turkmenistan e Iran fino a Baghdad e poi (in buona parte sfruttando l'Eufrate) fino al Mediterraneo.

Rami meridionali[modifica]

I percorsi meridionali o vie del Karakorum sono essenzialmente un grande percorso che in Cina scende a sud attraverso il Karakorum (lungo il tracciato seguito ancora oggi dalla moderna strada del Karakorum che collega Pakistan e Cina), per attraversare il Sichuan e raggiungere il Pakistan fino all'oceano Indiano. Da molti porti di queste coste essa proseguiva poi per l'Occidente (mar Rosso attraverso Aden e golfo Persico attraverso lo stretto di Hormuz), innestandosi a un certo punto persino su quello che fu l'itinerario marittimo di Nearco, ammiraglio di Alessandro Magno, nel viaggio di ritorno dalle terre dell'Indo. Se non risalivano il golfo Persico, le merci attraversavano infine la Persia su varie direttrici raggiungendo comunque Baghdad e così via.

Dormire[modifica]

Carovana sulla Via della Seta (1380)

Le locande tradizionali della regione sono chiamate caravanserraglio. Sono costruiti intorno ad un cortile e avevano stalle per cavalli e cammelli. La maggior parte di essi si trovava nelle città, ma se ne trovavano alcuni anche in zone rurali, alcuni sono stati fortificati contro i saccheggiatori locali.

Esistono ancora alcuni caravanserragli; coloro che viaggiano sulla strada dovrebbero fermarsi almeno una volta.


Altri progetti

1-4 star.svg Bozza: l'articolo rispetta il template standard e ha almeno una sezione con informazioni utili (anche se di poche righe). Intestazione e piè pagina sono correttamente compilati.