Scarica il file GPX di questo articolo

Almaty

Da Wikivoyage.
Almaty
Алматы
Il centro di Almaty
Stemma e Bandiera
Almaty - Stemma
Almaty - Bandiera
Stato
Altitudine
Abitanti
Posizione
Mappa del Kazakistan
Almaty
Almaty
Sito istituzionale

Almaty è l'ex capitale del Kazakistan.

Da sapere[modifica]

Cenni geografici[modifica]

Almaty è situata tra le alte vette dei Monti Alatau a sud e una zona collinare a nord che digrada verso piane steppose estese fino al lago Balkash che segna il confine con la provincia di Karagandy. La regione a nord della città è conosciuta come Zhetysu (Semiryechye in russo), letteralmente i "sette fiumi" indicando gli immissari del lago Balkash che hanno le loro sorgenti nei Monti Alatau.

Quando andare[modifica]

Almaty ripresa dalla collina di Kok Tobe nell'ora del crepuscolo

Almaty ha un clima continentale ma meno estremo di quello che conosce la steppa estesa poco più a nord, come dimostrano i numerosi frutteti sui fianchi delle sue colline. Il nome Almaty significa proprio "Città dei frutteti". Il clima secco rende sopportabili anche le temperature di fine luglio che frequentemente raggiungono e oltrepassano i 40°. In certi giorni di luglio-agosto, però, il termometro può schizzare ancora più in alto.

Cenni storici[modifica]

Le origini della città sono piuttosto recenti e risalgono alla costruzione della fortezza di Verniy nel 1854. Il forte fu eretto dai Russi e ben presto intorno ad esso si raggrupparono le prime case di coloni giunti da ogni parte dell'impero zarista. Nel 1887 il centro fu devastato da un sisma. La ricostruzione successiva seguì un piano urbanistico ordinato. Ai primi decenni del XX secolo risalgono alcuni monumenti come la cattedrale ortodossa dell'Ascensione. Le truppe sovietiche fecero il loro ingresso a Verniy nel marzo del 1918. Tre anni dopo il nome fu mutato in quello di Alma-Ata e nel 1929 assurse al rango di capitale della Repubblica Socialista Sovietica del Kazakistan in sostituzione dell'Oblys di Qyzylorda. La città conobbe uno straordinario sviluppo dopo il 1930, anno in cui fu raggiunta da una diramazione della ferrovia Transiberiana. Negli anni della II guerra mondiale vi si trasferirono molte industrie e istituzioni scientifiche da Mosca e altre città della Russia europea che erano sotto l'incubo di una probabile occupazione tedesca. Nel 1993, anno della proclamazione d'indipendenza del Kazakistan, la città assunse il nome attuale. La successiva decisione del governo di trasferirsi ad Astana, nel bel mezzo delle steppe, non frenò lo sviluppo di Almaty che tuttora rimane il maggior centro finanziario e culturale del paese.

Come orientarsi[modifica]

Il centro di Almaty ha un impianto a scacchiera con strade che si intersecano ad angolo retto. A nord si trovano la stazione ferroviaria di Almaty-2, il capolinea delle autolinee regionali di "Sayakhat" e la moschea centrale. La zona a sud della stazione ferroviaria è stata trasformata in isola pedonale e vi si trovano i magazzini "Zangar Tsum" e l'albergo Zhetysu. Ad est di questa zona sta il famoso Kok bazar, il parco Panfilov e le terme Arasan.

Nel settore di sud-est del centro troviamo la piazza dell'Indipendenza con l'ex palazzo presidenziale e a fianco il museo centrale di stato. Anche la stazione della teleferica che sale sulla collina di Kok Tobe si trova in questo settore del centro. Dal lato opposto (sud-ovest) si trova l'albergo di lusso Regency Hyatt, il Museo Statale Kasteev di Belle Arti e il Palazzo delle Cerimonie Nuziali.

Tra le arterie che hanno un andamento nord-sud le maggiori sono Fumanov e Dostyk (ex viale Lenin) che ha inizio dal Parco di Panflov, dove si trova la cattedrale ortodossa dell'Ascensione e il Museo degli Strumenti Musicali.

Tra le arterie che hanno un andamento est-ovest una delle più note è il viale Gogol che delimita il Parco Centrale e quello di Panflov. Altre arterie parallele sono "Tole Bi" che attraversa la centrale piazza Astana e, più a sud il viale Abay che ha inizio dalla stazione della teleferica.

Prendendo la teleferica che conduce sulla collina di Kok Tobe si avrà un panorama a 360° sulla città sottostante.

Come arrivare[modifica]

In aereo[modifica]

L'aeroporto internazionale di Almaty

L'aeroporto di Almaty è 18 km a nordest del centro. I collegamenti sono assicurati da "marshrutka", minibus che operano su percorsi fissi con capolinea in diversi punti del centro. Se si ha un bagaglio voluminoso non sarà possibile salire a bordo dei marshrutka più piccoli.

In treno[modifica]

Almaty possiede due stazioni ferroviarie:

  • Alla stazione di Almaty-2, nel settore nord del centro fanno capolinea treni per località del Kazakistan.
  • Alla stazione di Almaty-1, più lontana dal centro (8 km) fanno capolinea i treni internazionali provenienti da Ürümqi (Cina) e da altre repubbliche dell'Asia centrale. Non è però una regola fissa.

In autobus[modifica]

Almaty - Sayran: L'affollato capolinea degli autobus extraurbani provenienti dai più lontani centri del paese e dell'Ex Unione Sovietica
  • Sayran - Alla stazione di Sayran, 5 km dal centro, fanno capolinea la maggior parte degli autobus extraurbani compresi quelli internazionali da/per Ürümqi (Cina) e Biškek (Kirghizistan).
  • Sayakhat - La stazione di autolinee extraurbane a fianco di quella ferroviaria di Almaty-2 e quindi più vicina al centro. Serve solo località in ambito regionale o a breve distanza da Almaty.


Come spostarsi[modifica]

Con mezzi pubblici[modifica]

Almaty ha la metropolitana di recente apertura (una linea, altre due, ad ottobre 2013, sono in costruzione) e i mezzi pubblici comprendono autobus, filobus e marshrutka (minibus a gestione privata). Tutti i mezzi di trasporto sono sempre affollati fino all'inverosimile.

In taxi[modifica]

I Taxi possono essere regolari o meno. In ambo i casi bisogna sempre pattuire il prezzo della corsa in anticipo. Per fermarne uno basta mettersi sul ciglio dello strada e agitare la mano. Prima di salire a bordo bisogna enunciare la propria destinazione ad alta voce in quanto il conducente si riserva il diritto di accettare o meno passeggeri a seconda della sua convenienza. L'inglese è poco conosciuto ed è meglio munirsi di un foglietto che rechi scritta la propria meta. Ricordarsi di riportare sul foglio anche il nome della strada che incrocia quella principale. Difficilmente vi capiterà di imbattervi in un autista che parla inglese e basta una pronuncia sbagliata o un accento fuori posto perché l'altro non capisca e riparta a razzo.

I marshrutki coprono gli stessi percorsi degli autobus pubblici ma, come avviene per i taxi, possono essere fermati in un qualsiasi punto lungo il loro tragitto con un semplice cenno della mano. Se sono pieni, però, non si fermeranno.


Cosa vedere[modifica]

La torre della tv sulla collina di Kok Tope
Altin Adam

Secondo molti l'attrazione principale di Almaty sta nell'aspetto cosmopolita delle sue strade frequentate da genti di diverse culture e tradizioni, ciascuna con il proprio modo di vestire e i propri stili di vita.

  • Moschea Centrale (Vicino la stazione d'autobus di Sayakhat). Caratterizzata da una cupola blu, è una costruzione di grande respiro completata nel 1999. I non musulmani possono visitarla ma non nei giorni e nelle ore di preghiera
  • Torre della tv (Sulla collina di Kok Tobe). Raggiungibile con la funivia che sta nei pressi dell'Albergo Kazakhstan. Il panorama è eccezionale soprattutto al tramonto. La torre fu costruita tra il 1975 e il 1983 dagli architetti sovietici Terziev, Savchenko, Akimov e Ostroumov. Alta 371.5 metri, è una sfida ai frequenti terremoti che devastano la regione di Almaty. Le tecniche antisismiche con cui è stata costruita le permettono di resistere a terremoti di 10° della scala Richter. Possiede due piattaforme panoramiche, poste l'una a 146 m. e l'altra a 252 m d'altezza. L'accesso è garantito da veloci ascensori. Non è però aperta al pubblico. La collina di Kok Tobe è un'area ricreazionale con parchi di divertimenti e ristoranti
Almaty - Cattedrale ortodossa dell'Ascensione nel parco Panfilov
  • Parco Panfilov. Un'area ricreativa del centro, molto frequentata anche nei giorni feriali. Porta il nome di Ivan Vasilyevich Panfilov, il generale che nel novembre 1941 sbaragliò una divisione di carri armati tedeschi a Volokolamsk, centro alle porte di Mosca. Egli perse la vita durante l'attacco
  • Cattedrale ortodossa dell'Ascensione (All'interno del parco Panfilov). Nota anche come cattedrale Zenkov, fu eretta nel 1907 e fu uno dei pochi monumenti di epoca zarista a sopravvivere al disastroso terremoto del 1911, grazie all'elasticità della sua struttura, realizzata completamente in legno.
Coppie in posa per la tradizionale foto vicino la fontana dello zodiaco. I personaggi mascherati da orsi aggiungono un tono scherzoso alla cerimonia nuziale
  • Museo degli strumenti musicali (All'interno del Parco Panfilov). Le collezioni si propongono di illustrare la storia musicale del Kazakistan. Un gruppo si esibisce in brevi concerti per la gioia dei visitatori.
  • Museo Centrale della Repubblica del Kazakistan (Sul fianco est dell'ex palazzo presidenziale). Simple icon time.svg Dalle ore 10:00 alle 15:00, esclusi i martedì. Comprende collezioni di manufatti artistici a cominciare da epoche preistoriche. Alcune collezioni sono state trasferite ad Astana. Rimane comunque il pezzo più interessante, la replica del cosiddetto "Altin Adam" (l'uomo d'oro), costume di un guerriero scitio del IV secolo a.C. ricoperto interamente da ornamenti in oro così come i suoi gambali e l'altissimo copricapo. Fu rinvenuto in una tomba vicino ad Issik.
  • Parco Centrale (ex parco Gorky) (All'inizio di Via Gogol dal lato est del centro). Molto curato e molto frequentato comprende alberi secolari. Al suo interno si trova il giardino zoologico e un parco acquatico. D'estate vi hanno luogo spettacoli culturali all'aperto
  • Museo statale Kasteev di Belle Arti (Nel settore occidentale del centro, vicino il grande albergo Regency Hyatt). Inaugurato nel 1976, prende il nome da Abylkhan Kasteev, un prominente artista kazako della prima metà del XX secolo. Le collezioni comprendono dipinti di artisti russi del XIX secolo e di altri artisti minori dell'Europa occidentale. Una sezione del museo è dedicata alle arti minori. Vi si ammirano lavori in oreficeria più tappeti e tessuti elaborati al telaio che un tempo costituivano l'arredo della yurta.
  • Palazzo delle cerimonie nuziali, Viale Abay (Nel settore occidentale del centro). Un palzzo a forma di yurta dove nei week end si sposano le coppie sia musulmane che cristiane. Una singola cerimonia dura appena un quarto d'ora.


Eventi e feste[modifica]


Cosa fare[modifica]

  • Terme di Arasan, Ayteke Bi (Sul fianco occidentale del Parco Panfilov). Ecb copyright.svg 480 tenge per una seduta di due ore. Simple icon time.svg Aperte dalle 8 del mattino fino alle 8 di sera. Il luogo dove gli abitanti di Almaty si concedono una pausa rilassante di un paio d'ore per sfuggire alla convulsa vita del centro cittadino. Costituiscono un'attrazione turistica ove avere un assaggio delle abitudini locali. Le terme comprendono una sauna finlandese, una russa più umida e bagni turchi. Al centro delle terme sta una vasta sala con una piscina rotonda di acqua gelata sormontata da cupola.
  • Teatro dell'Opera Abay, Kabanbay Batir n° 110 (A sud della piazza Astana di fronte l'albergo Almaty). Vi hanno luogo soprattutto spettacoli di danza classica
  • Ippodromo (3 km più a nord della stazione ferroviaria di Almaty 2). Il posto giusto dove vedere spettacoli equestri in cui i Kazaki eccellono conformemente alle loro origini nomadi


Acquisti[modifica]

Venditore di gabbie di uccelli in un mercato di Almaty

Tra i mercati di sapore orientale che costituiscono attrazioni turistiche in sé sono:

  • Zelyonniy Bazaar (Kok Bazar). Simple icon time.svg Chiuso i lunedì. Una visita a Kok Bazar è un dovere altrimenti non si può affermare di essere stati ad Almaty. All'ingresso principale stanno i coloratissimi negozi di frutta e verdura. Interessanti anche gli avventori, soprattutto le donne nei loro abiti variopinti
  • Barakholka. Simple icon time.svg Chiuso i lunedì. Un vasto e affollato mercato alla periferia della città, suddiviso in settori merceologici. La maggior parte delle merci è costituita da tessuti "Made in China" ma anche qui è interessante lo spettacolo della folla.

Via Gogol è la strada con negozi che espongono le migliori firme internazionali. Dei molti centri commerciali in stile occidentale ricordiamo:

  • City Centre, Via Tole-Bi angolo via Baizakov.
  • ZANGAR TSUM, Abilai Khan angolo con via Zhibek Zholy (Nell'isola pedonale). Centro commerciale. A pian terreno è il mercato alimentare, al primo piano i negozi di souvenir


Come divertirsi[modifica]


Dove mangiare[modifica]


Dove alloggiare[modifica]

Prezzi modici[modifica]

Alcune agenzie turistiche possono aiutarvi a trovare appartamenti turistici ceduti in locazione anche per una sola notte.

Gli alberghi più economici si trovano nei dintorni della stazione ferroviaria Almaty-2 o in quella poco distante degli autobus regionali

Prezzi medi[modifica]

Prezzi elevati[modifica]


Sicurezza[modifica]


Come restare in contatto[modifica]


Nei dintorni[modifica]

Il centro di sport invernali di Shymbulak
Il Grande Lago di Almaty è, nonostante il nome, un tipico laghetto alpino che si prosciuga nel mese di agosto
La vetta del Monte Talgar (4,979 m. s.l.m.)
  • Medeu - 15 km a sud di Almaty. Famoso per lo stadio del ghiaccio ove in epoca sovietica si addestravano i campioni di pattinaggio. La località è a 1660 m d'altitudine. Vicino lo stadio è la diga omonima, costruita nel 1960 per proteggere la città da colate di detriti trasportate dai torrenti in piena.
  • Shymbulak 25 km da Almaty e 10 km da Medeu - Un centro di Sport invernali nell'alta valle di Medeu a 2,200 m. s.l.m. La stagione invernale va da metà novembre a fine aprile. A Shymbulac si svolgeranno i campionati asiatici di sci previsti per il 2011.
  • Grande lago di Almaty (Bolshoi Almatinskiy Ozero in russo) - Un laghetto in una chiostra alpestre. È situato a un'altitudine di 2,500 m. nella valle omonima. Ad agosto può risultare asciutto. Dalle rive del lago si diparte un sentiero che raggiunge l'osservatorio astronomico sulla cima di un monte a quota 3,700. Esistono possibilità di alloggio in zona ma si può anche campeggiare se si è equipaggiati a sufficienza per affrontare le forti escursioni diurne.
  • Parco nazionale di Ili-Alatau - Istituito nel 1991, si estende sui monti Tien Shan, a sud della città e lungo i confini con il Kirghizistan.
  • Alma Arasan - Una stazione termale a 1,800 m. s.l.m. Le terme, frequentate in epoca sovietica, sono oggi in disuso. La località si raggiunge da Almaty anche in autobus e, volendo, si può pernottare nell'albergo adiacente alle terme per un prezzo modesto. La struttura è infatti a gestione statale. L'escursione più facile è alla valle di Prohodnaya. Altre, molto più lunghe, richiedono una certa preparazione. Da Prohodnaya si percorrono sentieri che conducono al lago di Issyk Kul in Kirghizistan, a 30 km di distanza. L'escursione si compie in due o tre giorni ma, visto che si oltrepassa un confine internazionale privo di posti di controllo, occorre appoggiarsi a un'agenzia di Almaty per superare i cavilli burocratici.
  • Talgar 25 km da Almaty - La vetta più alta della catena montuosa detta "Zailiisky Alatau"

Itinerari[modifica]


Altri progetti

1-4 star.svg Bozza: l'articolo rispetta il template standard contiene informazioni utili a un turista e dà un'informazione sommaria sulla meta turistica. Intestazione e piè pagina sono correttamente compilati.