Scarica il file GPX di questo articolo

Bukhara

Da Wikivoyage.
Bukhara
Buxoro
Panorama del centro
Stato
Regione
Altitudine
Superficie
Abitanti
Prefisso tel
CAP
Fuso orario
Posizione
Mappa dell'Uzbekistan
Bukhara
Bukhara
Sito istituzionale

Bukhara (anche Bokhara, Bukhoro o Buxoro) è una città storica dell'Uzbekistan nonché capoluogo della provincia omonima.

Da sapere[modifica]

Possiede ricche testimonianze del suo passato e nel 1993 il suo centro storico è stato dichiarato dall'UNESCO, Patrimonio Mondiale dell'Umanità.

Cenni geografici[modifica]

Bukhara è situata al centro di un'oasi attraversata dal canale Shakhrud, a 225 km ad ovest di Samarcanda. È capoluogo della provincia omonima.

Quando andare[modifica]

Gli inverni sono molto rigidi e il termometro scende spesso sotto lo 0. Le estati sono invece estremamente calde. Il miglior periodo per una visita è tra marzo-aprile o settembre-ottobre.

Cenni storici[modifica]

Bukhara fu presumibilmente fondata intorno al I secolo d.C. diventando presto un prospero centro sulla Via della seta. Nel 709 d.C. fu occupata dagli Arabi. Tra il X e XI secolo fu la capitale dello stato dei Samanidi, una dinastia di persiani islamizzati vassalli dell'impero degli Abassidi.

Nel 1220 fu presa da Genghis Khan e nel 1370 da Tamerlano che la promosse a capitale dei suoi possedimenti. Nel XVI secolo divenne la sede di una dinastia uzbecha gli Shaybanidi. Sotto il loro governo la città acquisì grande importanza e divenne la capitale del Khanato omonimo che si ingrandì territorialmente a spese dei vicini. Nel XIX secolo il khanato entrò nell'orbita d'influenza della Russia zarista. Nel 1920 i Sovietici detronizzarono l'ultimo emiro e il khanato fu assorbito dalla Repubblica socialista dell'Uzbekistan.

La scoperta di giacimenti di gas naturale intorno al 1950 contribuì grandemente allo sviluppo economico della città.

Come orientarsi[modifica]

Panorama della città

Il centro della città è la piazza del Lyabi Hauz e gli edifici tutt'intorno. Da questa zona si dipartono i riferimenti dei quartieri e dei monumenti. Verso ovest si giunge in direzione dell complesso Kalyan e dell'Ark. Proseguendo si giunge fino al parco Samanide che è il punto di interesse più lontano dal centro.

A sud del Lyabi Hauz si trova il quartiere ebraico di cui resta solo la sinagoga. Mentre a sud-est si sviluppa una zona moderna con lo stadio e nuovi quartieri.

Come arrivare[modifica]

In aereo[modifica]

  • 1 Aeroporto internazionale di Bukhara (BHK) (Buxoro xalqaro aeroporti). Bukhara è dotata di un aeroporto internazionale con voli da/per Tashkent operati dalla compagnia di bandiera, la Uzbekistan Airways. Voli internazionali da/per Mosca sono effettuati dalle linee aeree UTair. Q978200 su Wikidata

In auto[modifica]

Un'ottima alternativa ai mezzi pubblici è l'affitto di un taxi collettivo verso Samarcanda o Urgench (5 ore e mezza) e Khiva (6 ore).

In treno[modifica]

  • 2 Stazione di Bukhara (La stazione si trova ad alcuni chilometri dalla città precisamente a Kogon). È la stazione da cui arrivano e partono i treni veloci Afrosiab da e per Samarcanda/Tashkent nonché gli altri treni.

Bukhara rappresenta la stazione di coda dei treni veloci Afrosiab che partono da Tashkent e collegano comodamente la località. Tuttavia è sempre necessario prenotare con un certo anticipo i biglietti perché, specie nei fine settimana, i treni sono molto affollati. L'alternativa in termini economici ma con un allungamento dei tempi di percorrenza sono i vecchi treni Sharq.

Per spostarsi verso Urgench è necessario passare da Navoi in quanto Bukhara è una stazione terminale, con tempi di collegamento non troppo convenienti.

In città, oltre alla biglietteria della stazione sono presenti due biglietterie:

  • 3 Biglietteria treni (Temir yo'l kassalari). spesso molto affollata
  • 4 Biglietteria treni. ufficio all'interno di un edificio

In autobus[modifica]

Esiste un servizio autobus che collega la città con le altre vicine, ma per quanto il servizio sia economico i tempi risultano essere eccessivi.

Come spostarsi[modifica]

Le dimensioni del centro storico consentono agevolmente di visitarla a piedi senza troppi problemi.

Esiste anche la possibilità di noleggiare le biciclette la cui mancanza di pendenze consente di girare senza problemi.

Con mezzi pubblici[modifica]

La città è munita di un servizio urbano di bus, il cui utilizzo è perlopiu circoscrivibile agli spostamenti verso la stazione e l'aeroporto.

Gli autobus della linea 268 provenienti dalla stazione ferroviaria vi lasceranno sulla piazza Eski Shahar. Da questo capolinea, imboccata dal lato opposto, la via pedonale Bahovaddin Naqshband Ko'chasi vi ritroverete in pochi minuti sullo stagno Lyabi Hauz, considerato il centro città. Monumenti, alberghi, B&B sono tutti situati lungo questa via pedonale o nei vicoli adiacenti.

In taxi[modifica]

Vi sono diversi punti in cui è possibile prendere dei taxi. In ognuno di essi è possibile trovare dei taxi collettivi per Urgengh/Khiva o Samarcanda

  • 5 Punto taxi ("Lyabi Hauz").
  • 6 Punto taxi (Toqi Telpak Furushon).


Cosa vedere[modifica]

Char Minar
  • 1 Char Minar (Chor minor). Scuola coranica costruita nel 1807 con i fondi del mercante turcomanno, Khalif Khoudoïd. Il nome significa in farsi i 4 minareti. Oggi ospita un negozio di souvenir. Char Minar su Wikipedia Q4517198 su Wikidata
  • 2 Madrasa Abdoullaziz Khan. Madrasa Abdoullaziz Khan su Wikipedia Q4287926 su Wikidata
  • 3 Madrasa Ulugh Beg. Madrasa Ulugh Beg (Bukhara) su Wikipedia Q10988029 su Wikidata
  • 4 Moschea Bolo Hauz. Moschea Bolo Hauz su Wikipedia Q4090820 su Wikidata
  • 5 Complesso Khoja Gaukushan. Complesso Khoja Gaukushan su Wikipedia Q28920322 su Wikidata
  • 6 Moschea Khoja Kalon.
  • 7 Madrasa Gaukushan.
  • 8 Madrasa Kosh. Complesso di due madrase. Madrasa Kosh su Wikipedia Q4236917 su Wikidata
  • 9 madrasa Abdullah khan.
  • 10 Madrasa Modari-khan.
  • 11 Chor-Bakr. Complesso memoriale a 5 km da Bukhara. Chor-Bakr su Wikipedia Q1649236 su Wikidata

Po-i-Kalyan[modifica]

Minareto Kalon

Complesso religioso il cui riferimento è il minareto Kalyan, infatti la parola Po-i-Kalyan significa "Ai piedi della Grande".

  • 12 Minareto Kalyan. Minareto Kalyan su Wikipedia Q4294007 su Wikidata
  • 13 Madrasa Amir Olimkhon.
  • 14 Moschea Kalyan. Moschea Kalyan su Wikipedia Q4292343 su Wikidata
  • 15 Madrasa Mir-i Arab. Madrasa Mir-i Arab su Wikipedia Q4287951 su Wikidata

Lyab-i Hauz[modifica]

Piazza o complesso il cui centro di riferimento è il laghetto.

  • 16 Lyab-i Hauz. Lyab-i Hauz su Wikipedia Q4272468 su Wikidata
  • 17 Madrasa di Nadir Khan Devanbegi (Nodir Devonbegi madrasasi). Adibita dapprima a caravanserraglio, la scuola coranica di Nadir Khan Devanbegi divenne in seguito il luogo di riunione dei mistici sufi. Madrasa di Nadir Divanbegi su Wikipedia Q4287957 su Wikidata
  • 18 Madrasa Kukeldash. Madrasa Kukeldash (Bukhara) su Wikipedia Q4287943 su Wikidata
  • 19 Khanqa di Nadir Divanbegi. Khanqa di Nadir Divanbegi su Wikipedia Q4495380 su Wikidata

Parco Samanide[modifica]

Mausoleo di Ismā‘īl Sam‘ān
  • 20 Parco Samanide (Nei pressi del bazar, a pochi chilometri dal centro). Parco comprendente alcuni monumenti architettonici come il Mausoleo samanide, un laghetto e un parco giochi per bambini.
  • 21 Memoriale Imom Al Bukhari (All'interno del parco del Mausoleo Samanide di fronte al Mausoleo Chashma Ayub). Moderna costruzione piuttosto discutibile esteticamente.
  • 22 Mausoleo di Ismā‘īl Sam‘ān (Ismoil Somoniy maqbarasi). Dedicato al fondatore della dinastia dei Samanidi, vassallo dei Tahiridi. Il mausoleo fu costruito con mattoni in terracotta. Mausoleo di Ismail Samani su Wikipedia Q1268850 su Wikidata
  • 23 Mausoleo Chashma Ayub (All'interno del parco del Mausoleo Samanide). Particolare mausoleo costruito sopra ad una fonte. Mausoleo Chashma Ayub su Wikipedia Q4273796 su Wikidata
  • 24 Antiche mura di Bukhara. Tratto delle mura della città ancora visibili seppur parecchio deteriorate dal tempo.

Monumenti minori[modifica]

La città è piena di edifici storici di valore architettonico nonché testimonianza del passato. Tuttavia essi risultano abbandonati e spesso posti in zone della città raggiungibili solo tramite una ricerca su mappa.

  • 25 Madrasa Abdurakhmoni Alam. Madrasa trasformata in ristorante.
  • 26 Moschea Magok-i-Kurpa. Moschea abbandonata. Q13668328 su Wikidata
  • 27 Madrasa Rashid. Madrasa abbandonata.
Interno della sinagoga di Bukhara
  • 28 Madrasa Mullo Tursunjon. Madrasa abbandonata.
  • 29 madrasa Rahmonqul. Madrasa abbandonata.
  • 30 Moschea Hoja Zayniddin. Moschea in uso.
  • 31 Sinagoga di Bukhara. Sinagoga degli ebrei di Bukhara attiva a tutt'oggi.
  • 32 madrasa Goziyon. Madrasa abbandonata.
  • 33 Mausoleo Turki Jandi.

Musei[modifica]

La moschea Magok-i-Attari

Bukhara offre una serie di musei da visitare.

  • 34 Moschea Maghoki-Attar (Magʻoki attori masjidi). Ecb copyright.svg 2300 som. Simple icon time.svg 09-17. Una delle moschee più antiche dell'Asia centrale eretta su un preesistente tempio zoroastriano, risparmiata assieme all'alto minareto Kalon dalla furia distruttrice di Genghis Khan. Oggi è stata trasformata nel museo del tappeto. Di grande pregio i decori con motivo hazarbaf dell'ingresso laterale. Moschea Maghoki-Attar su Wikipedia Q4274143 su Wikidata
Ingresso dell'Ark
  • 35 La cittadella (Ark). Abitata fin dal IV secolo a. C. la cittadella di Bukhara subì nel 1920 uno spaventoso incendio che ridusse in cenere i suoi edifici in legno. La ricostruzione avvenne sulla base di documenti d'archivio. Colpisce il monumentale ingresso alla cittadella, una porta fiancheggiata da due alti torri. A fianco si trova un padiglione del XVII secolo adibito a sala di concerti. Degno di nota è il palazzo dell'Emiro con la sala del trono e le sale dell'udienza. La cittadella è anche sede di diversi musei:
Scodellone del X-XI secolo esposto al Museo archeologico dell'Ark
  • Museo etnografico. Con gli oggetti dell'ultimo emiro di Bukhara Said Alimkhan, abiti, tappeti, porcellane e libri.
  • Gabinetto numismatico. Monete prima del 1920 o ritrovate nel territorio di Bukhara. Sono presenti anche monete greco-battriane.
  • Museo archeologico. Oggetti di epoca preistorica e medievale.
  • Museo delle arti decorative. Oggetti, mobili e gioielleria del XIX e XX secolo ma anche singoli oggetti di altre epoche.
  • Museo delle belle arti. Dipinti prima del 1932 di pittori russi in Asia centrale.
  • Collezione di libri. Libri antichi del XVIII - XIX secolo, persiani e arabi.
  • Museo di storia naturale. Mostra diverse specie di animali impagliati e pannelli con spiegazioni sulla geologia dell'Uzbekistan.
  • Museo militare dell'Uzbekistan. Con divise, foto e cimeli militari dell'Uzbekistan. Ark di Bukhara su Wikipedia Q4069358 su Wikidata
Una delle sale del Palazzo estivo degli emiri
  • 36 Palazzo estivo degli ultimi Emiri della città (Sitоrаi Mоhi Хоssа Saroyi) (A 6 km dal centro di Bukhara. Raggiungibile in taxi). Ecb copyright.svg 12.000 som. Simple icon time.svg 09:00-19:00. Era la sede estiva degli emiri di Bukhara oggi ospita anche il Museo delle arti decorative e applicate di Bukhara. L'edificio è un bel l'esempio di stile esotico, con preziosi decori islamici. Molto interessante la sala principale. Il palazzo è diviso in padiglioni. Nel giardino alberato vivono indisturbati dei pavoni che esprimono l'eleganza dell'antica corte. Palazzo d'estate di Bukhara su Wikipedia Q4421152 su Wikidata


Eventi e feste[modifica]


Cosa fare[modifica]

In città è abbastanza in uso la bicicletta come mezzo di trasporto a causa dello scarso flusso veicolare delle vie del centro. Un modo per girare la città potrebbe essere quello di affittare una bici presso uno dei negozi al Lyabi Hauz.

Acquisti[modifica]

Nel passato Bukhara è stata a lungo famosa come centro di produzione e commercio di splendidi tappeti. Oggi la tessitura di tappeti secondo lo stile proprio di Bukhara è appannaggio esclusivo di tribù di Turcomanni ma Indiani e Pakistani sono diventati molto abili nel copiarne i disegni e il tipo di trama, riproducendoli su più vasta scala. L'artigianato locale comprende oggetti lavorati in legno, miniature, vestiti e stoffe, souvenir e cimeli sovietici. Come in ogni bazar è normale contrattare il prezzo.

I principali punti di riferimento della città sono i tre bazar storici e altri adibiti alla vendita di cibo e articoli vari.

Bazar[modifica]

  • 1 Bazar Markaziy (Accanto al parco Samanide).

Bazar storici[modifica]

I bazar storici hanno perso la configurazione originaria riguardo a ciò che vendono, diventando tutti un po' uguali. Sono i luoghi ideali per i turisti alla ricerca di artigianato locale.

  • 2 Bazar coperto (Toqi Telpak Furushon). Antico bazar dei cappellai. Accanto è presente un parcheggio per taxi.
  • 3 Bazar coperto (Toqi Sarrafon). Antico bazar dei cambiavalute.
  • 4 Bazar coperto (Toqi Zargaron). Antico bazar dei gioiellieri.

Altri prodotti[modifica]

  • 5 Farmacia. Farmacia il cui proprietario effettua anche cambio valuta (in nero)
  • 6 Market (Gastronom). Simple icon time.svg Lun-Dom 08:00-24:00. Piccolo market in stile sovietico.


Come divertirsi[modifica]

Spettacoli[modifica]

Presso la madrasa Devanbegi si organizzano spesso degli spettacoli musicali o di danza tradizionale a pagamento per i turisti.

Dove mangiare[modifica]

Prezzi modici[modifica]

  • 1 Bar gelateria. Gelateria e bar al bordo del Lyabi Hauz. Gelato senza pretese.

Prezzi medi[modifica]

  • 2 Chinar, Mekhtar Anbar St. Ristorante con cucina uzbeka dotato di un bel terrazzo. Il servizio purtroppo è molto lento anche con poche persone ma la qualità del cibo buona.
  • 3 Lyabi Hauz. Ristorante abbastanza elegante, posto accanto allo stagno del Lyabi Hauz. Cucina uzbeka.


Dove alloggiare[modifica]

In centro, proprio intorno al complesso Lyabi Hauze, c'è una vasta scelta di B&B che costituiscono la sistemazione ideale per viaggiatori indipendenti. I prezzi sono più che abbordabili anche se variano da esercizio a esercizio. Chiedete sempre di visionare la stanza prima di pagare. Parecchi di questi B&B sono stati ricavati da antiche case dotate quasi sempre di cortile interno e possono offrire, più di alberghi stereotipati, un soggiorno indimenticabile per coloro che sono attenti ad atmosfere del passato. La colazione, quasi sempre inclusa nel prezzo, è non solo abbondante ma di qualità. In genere comprende pane formaggio, yogurt frutta e tè a volontà.

Prezzi modici[modifica]

  • 1 Madina & Ilyos B&B, Mekhtar Ambar Ko'chasi 18, +998 65 224 6162. Ecb copyright.svg US $10 colazione inclusa.
  • 2 Hotel Grand Nodirbek, 10 Sarafon Street, +998 65 224 3446. Ecb copyright.svg US $20-30 colazione inclusa. In stile tradizionale uzbeko, l'albergo Grand Nodirbek è raccolto intorno un piacevolissimo cortile interno decorato in legno. Dispone di servizio ristorante. Le stanze hanno un grande bagno privato e sono climatizzate.
  • 3 Hotel New Moon, Eshoni pir Ko'chasi, 8, +998 652 244 442, fax: +998 652 242 034, @ info@hotel-newmoon.com. Ecb copyright.svg US $20-30 Colazione inclusa.

Prezzi medi[modifica]

  • 4 Amelia Boutique Hotel, 1 Bozor Hodja (Vicino il capolinea degli autobus della linea 268), +998 65 224 1263, +998 65 224 2631. Ecb copyright.svg singola US $35, doppia US $60. Albergo ricavato dalla magione di un mercante ebreo del XIX secolo. Tutte le stanze sono climatizzate, equipaggiate con tv satellitare, frigorifero, asciugacapelli.Accesso gratuito alla rete tramite wi-fi.
  • 5 Hotel Malika, 25 Shaumyana, +998 65 2246256, @ info@malika-bukhara.com. Ecb copyright.svg singola a partire da US $35, doppia da US $65 Colazione inclusa. Stanze climatizzate dotate di tv satellitare.
  • 6 Hotel Amulet, Bahovaddin Naqshband Ko'chasi 74 (Lyabi Khauz), +998 65 224 5342, +998 65 724 028, fax: +998 65 224 1728, @ amulet-hotel@bk.ru. Ecb copyright.svg $40-$60. Ricavato da una scuola coranica del XIX secolo costruita con le sovvenzioni di Said Kamol, un ricco mercante del tempo. Tutte le stanze dispongono di bagno privato con doccia e sono climatizzate.
  • 7 Hotel Zargaron Plaza, Bahovaddin Naqshband Ko'chasi 256 (A 2 km dal centro), +998 65 2230352. Albergo a 4 stelle inaugurato nel 2009, con 40 stanze, ristorante, bar e piscina.
  • 8 Hotel Zargaron, Chakikat 8, +998 65 224 5821. Albergo a tre stelle in centro. Conta in tutto 18 stanze con aria condizionata. Dispone di un bar sul terrazzo con belle viste sul minareto Kalyan. L'accesso alla rete tramite wi-fi è un extra.
  • 9 Hotel Mekhtar Ambar, Bahovaddin Naqshband Ko'chasi 91 (Sul viale principale ma in direzione opposta al centro.), +998 65 2244168, @ mekhtarambar@inbox.ru. Albergo ricavato da una medressa del XIX secolo. Dispone in tutto di 10 stanze arredate secondo lo stile tradizionale uzbeko.
  • 10 Rustam-Zuxro B&B, Bahovaddin Naqshband Ko'chasi 116 (Sul viale principale ma in direzione opposta alon the main street, around 100 m. from Lyabi-Hauz), +998 65 224 30 80. Ecb copyright.svg Posti letto a partire da US$15, stanze da US$45. B&B con un cortile interno dove si può parcheggiare la bici e/o motorini. La maggior parte delle stanze ha l'aria condizionata. La colazione è abbondante e l wi-fi è gratis. Personale più che cordiale e provvede alla registrazione dei propri ospiti all'ufficio di polizia.
  • 11 Mosque Baland Hotel, Machiti Baland 18. Ecb copyright.svg $30. Grazioso albergo a conduzione familiare con un piacevole cortile. wi-fi incluso nel prezzo.
  • Asia Bukhara Hotel, Mekhtar Ambar, +998 65 224 64 31.
  • Mubinjon's B&B, +998 65 224 20 05.
  • 12 Hotel Khurjin, Poyi Ostona Street 4 (A pochi passi del Lyabi Hauz), +998937040848. Ecb copyright.svg 30$. Check-in: 12:00, check-out: 12:00-13:00. Hotel all'interno di un'antica madrasa. Valutato tra i migliori su Booking e molto vicino al centro.


Sicurezza[modifica]

In alcune strade secondarie relative agli antichi quartieri è possibile l'assenza di illuminazione pubblica per cui si fa affidamento solo all'illuminazione privata degli androni. Per quanto ci si possa trovare al buio l'unico pericolo potrebbe essere costituito da un'auto di passaggio.

  • 7 OVIR (Office for Visas and Registration), Murtazaev 10/3, +998 65 2238868. Ufficio registrazioni e visti


Come restare in contatto[modifica]


Nei dintorni[modifica]

Da Bukhara è possibile visitare Samarcanda, facilmente raggiungibile oppure proseguire verso Occidente in direzione di Urgench per visitare Khiva e i vicini castelli.

  • Museo Avicenna (Nel villaggio di Afsona), +998653545207. Museo dedicato al grande pensatore e scienziato.
  • 37 Caravanserraglio Rabati Malik (Lungo la strada M37 che collega Bukhara con Navoi.). Antico caravanserraglio nei pressi di Navoi. Per la sua importanza storica è stato proposto per l'inserimento tra i Patrimoni mondiali dell'umanità in Uzbekistan. Q4386673 su Wikidata


Altri progetti

2-4 star.svg Usabile: l'articolo rispetta le caratteristiche di una bozza ma in più contiene abbastanza informazioni per consentire una breve visita alla città. Utilizza correttamente i listing (la giusta tipologia nelle giuste sezioni).