Scarica il file GPX di questo articolo

America del Nord > Caraibi > Turks e Caicos

Turks e Caicos

Da Wikivoyage.
Jump to navigation Jump to search

Turks e Caicos
Una vista della spiaggia sud-occidentale a Grand Turk.
Localizzazione
Turks e Caicos - Localizzazione
Stemma e Bandiera
Turks e Caicos - Stemma
Turks e Caicos - Bandiera
Capitale
Governo
Valuta
Superficie
Abitanti
Lingua
Religione
Elettricità
Prefisso
TLD
Fuso orario
Sito web

Turks e Caicos è un arcipelago corallino nei Caraibi.

Da sapere[modifica sorgente]

Turks e Caicos è una dipendenza d'oltremare del Regno Unito e il suo arcipelago è formato da 30 isole; in particolare, dalle isole Turk (Grand Turk e Salt Cay) e dalle isole Caicos (arcipelago comprendente ventotto tra isole e atolli).

Quando andare[modifica sorgente]

Il clima è prevalentemente secco e dolce, con giorni assolati e sere piacevolmente fresche. La temperatura varia dai 19 °C ai 35 °C.

Cenni storici[modifica sorgente]

Scoperte intorno al 1512, le isole Turks furono occupate nella seconda metà del XVII secolo da coloni provenienti dalle Bermude. Alla fine del secolo successivo vennero rivendicate dalla Giamaica e, malgrado l'opposizione degli abitanti, le furono annesse nel 1804. Il diritto di avere un'amministrazione indipendente fu loro riconosciuto solo dopo anni di lotte. Le Caicos, già occupate ed in seguito abbandonate da alcuni americani fedeli al Regno Unito, furono unite alle Turks nel 1848.

Le isole erano sotto la giurisdizione della Giamaica fino al 1962, quando assunsero lo status di colonia della corona. Nel 1982 divenne un territorio d'oltremare. Il 30 agosto 1975 (festa nazionale) le isole si dotarono di una costituzione. Sospesa nel 1986, fu riveduta e ristabilita il 5 marzo di due anni dopo.


Territori e mete turistiche[modifica sorgente]

Mappa di Turks e Caicos

Le principali isole dell'arcipelago sono:

Centri urbani[modifica sorgente]


Come arrivare[modifica sorgente]

In aereo[modifica sorgente]

Le isole sono collegate con Londra (British Airways), con gran parte delle città americane e con il Canada.

Lla Air Turks and Caicos effettua anche voli per Haiti, Bahamas, Repubblica Dominicana e Giamaica.

In nave[modifica sorgente]

Sono presenti anche due porti: Grand Turk e Providenciales.

Come spostarsi[modifica sorgente]

In aereo[modifica sorgente]

Sono attivi 8 aeroporti. Due dei quali (i più piccoli) hanno piste d'atterraggio non asfaltate.

I collegamenti aerei interni sono assicurati dalla Air Turks and Caicos.

In auto[modifica sorgente]

Il sistema viario si snoda per 121 km di cui solo 24 km asfaltati.

In treno[modifica sorgente]

Le isole non hanno alcun significativo sistema ferroviario.


Cosa vedere[modifica sorgente]


Cosa fare[modifica sorgente]


Valuta e acquisti[modifica sorgente]

La valuta nazionale è il Dollaro statunitense (USD). Qui di seguito i link per conoscere l'attuale cambio con le principali monete mondiali:

(EN) Con Google Finance: AUD CAD CHF EUR GBP HKD JPY
Con Yahoo! Finance: AUD CAD CHF EUR GBP HKD JPY
(EN) Con XE.com: AUD CAD CHF EUR GBP HKD JPY
(EN) Con OANDA.com: AUD CAD CHF EUR GBP HKD JPY

Turks e Caicos è un grande esportatore di aragoste e conchiglie. Mentre le prime possono essere mangiate nel posto, le seconde possono essere degli ottimi souvenir.

A tavola[modifica sorgente]

La cucina è quella creola, che nasce da secoli di incontro della cucina indiana, spagnola e inglese, con piatti che sono soprattutto a base del fresco pesce delle acque che circondano l'isola, cotto arrosto e consumato con fagioli o riso. Ottimi anche i frutti di mare e i crostacei, così come la frutta da cui si ottengono succhi eccellenti.

Bevande[modifica sorgente]

Tra le bevande si consumano prevalentemente la birra e il rum.

Infrastrutture turistiche[modifica sorgente]


Eventi e feste[modifica sorgente]


Sicurezza[modifica sorgente]


Situazione sanitaria[modifica sorgente]


Rispettare le usanze[modifica sorgente]


Come restare in contatto[modifica sorgente]

Internet[modifica sorgente]

Il territorio ha due internet provider.

Tenersi informati[modifica sorgente]

Sull'isola sono attive 2 stazioni radio AM e 7 FM. È attivo un solo canale televisivo (WIV TV), ma è possibile ricevere trasmissioni via cavo dalle Bahamas.

Altri progetti

Stati d'America del Nord

bandiera Antigua e Barbuda · bandiera Bahamas · bandiera Barbados · bandiera Belize · bandiera Canada · bandiera Costa Rica · bandiera Cuba · bandiera Dominica · bandiera El Salvador · bandiera Giamaica · bandiera Grenada · bandiera Guatemala · bandiera Haiti · bandiera Honduras · bandiera Messico · bandiera Nicaragua · bandiera Panama[1] · bandiera Repubblica Dominicana · bandiera Saint Kitts e Nevis · bandiera Saint Lucia · bandiera Saint Vincent e Grenadine · bandiera Stati Uniti d'America · bandiera Trinidad e Tobago[2]

Dipendenze danesi: bandiera Groenlandia

Dipendenze francesi: Flag of France.svg Clipperton · bandiera Guadalupa · bandiera Martinica · Flag of Saint Barthelemy (local).svg Saint-Barthélemy · Flag of Saint-Martin (fictional).svg Saint-Martin · bandiera Saint-Pierre e Miquelon

Dipendenze olandesi: bandiera Aruba[2] · bandiera Curaçao[2] · bandiera Sint Maarten · bandiera Isole BES (Bonaire[2], Sint Eustatius, Saba)

Dipendenze britanniche: bandiera Anguilla · bandiera Bermuda · bandiera Isole Cayman · bandiera Isole Vergini britanniche · bandiera Montserrat · bandiera Turks e Caicos

Dipendenze statunitensi: bandiera Porto Rico · bandiera Isole Vergini americane · USAUSA (bandiera) Navassa

Stati marginalmente centro-nordamericani: bandiera Venezuela (Aves · Arcipelago di San Andrés, Providencia e Santa Catalina)

  1. Stato con parte del proprio territorio in America del Sud
  2. 2,0 2,1 2,2 2,3 Stato o dipendenza fisicamente sudamericano ma generalmente considerato centro-nordamericano sotto il profilo antropico
1-4 star.svg Bozza: l'articolo rispetta il template standard e ha almeno una sezione con informazioni utili (anche se di poche righe). Intestazione e piè pagina sono correttamente compilati.