Scarica il file GPX di questo articolo

Da Wikivoyage.
Jump to navigation Jump to search

Aruba
Albergo Riu Palace Antillas
Localizzazione
Aruba - Localizzazione
Stemma e Bandiera
Aruba - Stemma
Aruba - Bandiera
Capitale
Governo
Valuta
Superficie
Abitanti
Lingua
Religione
Elettricità
Prefisso
TLD
Fuso orario
Sito web

Aruba è un'isola dei Caraibi al largo delle coste del Venezuela.

Da sapere[modifica]

Aruba ha ricevuto 1.082.000 turisti nel 2018. Di questi la maggior parte (73,3%) proveniva dal Nord America mentre gli europei assommavano al 15,2%.

Aruba dispone di molti alberghi di lusso e di categoria superiore, concentrati principalmente lungo le spiagge del breve litorale occidentale. A Palm Beach si trovano gli hotel di lusso rivolti ai turisti americani. La Eagle Beach, situata tra Palm Beach e Oranjestad, è contornata da alberghi meno imponenti e meno cari.

Anche la capitale Oranjestad fonda la sua economia sul turismo, in particolare sul settore crocieristico. Nel 2018 hanno attraccato nel porto di Oranjestad 334 navi da crociera e 815.161 crocieristi sono scesi a terra per visitare l'isola. Secondo una ricerca, la stagione crocieristica 2017/2018 ha contribuito con 102,8 milioni di dollari all'economia isolana.

Cenni geografici[modifica]

Paesaggio di Aruba con la collina Hooiberg sullo sfondo

Aruba è la più occidentale del sottogruppo insulare delle Antille olandesi detto ABC (Aruba, Bonaire, Curaçao).

Avendo una superficie di nemmeno 190 km², Aruba risulta più piccola dell'isola d'Elba (223 km²).

Aruba è situata nel Mar dei Caraibi, 29 km a nord delle coste venezuelane e 68 km a nord-ovest di Curaçao. Le coste occidentali e meridionali sono rinomate per le spiagge di sabbia fine bianca e per le acque cristalline, mentre la costa settentrionale è rocciosa e presenta minuscole insenature dette bocas in papiamento. Le onde si abbattono fragorose sulla costa settentrionale e il mare ha un colore blu intenso.

Nei fondali marini allignano diverse barriere coralline che fanno di Aruba una destinazione ideale per appassionati di immersioni subacquee che possono contare anche su tutta una serie di relitti di navi che giacciono sul fondo marino a corta distanza dalla costa.

I paesaggi sono aridi e rocciosi. La quantità media delle precipitazioni è di 470 mm, leggermente inferiore alla media dei Paesi Bassi ma a causa della forte evaporazione in questo clima caldo caratterizzato da acquazzoni forti ma brevi, l'umidità si disperde subito e non viene trattenuta dal suolo.

Dividivi

La vegetazione è costituita da piante grasse, cactus e aloe. Gli alberi watapana, chiamati anche divi-divi, sono caratteristici dell'isola: hanno il fusto curvato sempre in direzione sud-est, a causa dei venti alisei che soffiano sull'isola.

Fofoti di Eagle Beach

L'albero Fofoti (Conocarpus erectus) è un arbusto dal tronco contorto che cresce obliquamente proteso verso il mare; viene spesso confuso con il dividivi. Un Fofoti molto famoso sorge su Eagle Beach e viene spesso fotografato.

La parte occidentale dell'isola è relativamente piatta mentre quella orientale, occupata in gran parte dal Parco Nazionale di Arikok, presenta un aspetto più ondulato.

L'Hooiberg è una collina di 165 metri posta nel bel mezzo di Aruba. È una collina a forma di cono con in cima diverse torri di trasmissione e, oltre ad essere facilmente riconoscibile, è visibile da qualsiasi punto dell'isola, anche il più estremo. La collina più alta di Aruba è però la Jamanota di 188 metri.

Quando andare[modifica]

La temperatura media giornaliera durante tutto l'anno è di 28 °C, con un clima secco, e brevi acquazzoni soprattutto tra novembre e dicembre. L'isola non è toccata da uragani. Per programmare un viaggio ad Aruba qualsiasi periodo va bene. I mesi da gennaio a marzo sono quelli più frequentati, quindi se preferite un po' di relax è meglio andare da aprile a settembre, mentre gli amanti del windsurf troveranno a dicembre il maggior numero di giorni ventosi.

Cenni storici[modifica]

Aruba fu dapprima abitata dagli indiani Caquetios (tribù degli Arawak) che lasciarono come loro traccia i disegni murali nelle grotte calcaree di Fontein.

Intorno al 1499 vi sbarcarono i primi esploratori spagnoli (Alonso de Ojeda) che le dettero il nome Aruba e che sfruttarono gli abitanti dell'isola nelle miniere di rame a Santo Domingo. Nel 1636, al culmine del conflitto tra Spagna e Olanda, gli Olandesi presero il controllo dell'isola, con in seguito una breve conquista dal 1805 al 1816 da parte degli inglesi. Negli anni '20 due raffinerie (ora non più attive) cominciarono a produrre petrolio, il che portò il tenore di vita di Aruba ad alti livelli.

Fino al 1986 Aruba fece parte delle Antille Olandesi e ora è un membro autonomo dei Paesi Bassi, ciò significa che la politica estera e la difesa dell'intero regno vengono gestite dai Paesi Bassi, mentre la politica interna è completamente gestita da Aruba.

Lingue parlate[modifica]

La lingua ufficiale è l'olandese, ma la maggior parte degli abitanti parla anche lo spagnolo, il papiamento, l'inglese e alcuni pure il francese e il tedesco. Il papiamento è la lingua nativa, mentre a scuola le lezioni si tengono in olandese, in quarta elementare iniziano a studiare l'inglese, in quinta lo spagnolo e alle superiori viene insegnato anche il francese come lingua facoltativa.


Territori e mete turistiche[modifica]

Centri urbani[modifica]

  • 12.518611-70.0358331 Oranjestad Oranjestad su Wikipedia — La pittoresca e ventilata capitale di Aruba abbonda di negozi, boutique e duty-free shop ad uso dei numerosi crocieristi che vi sbarcano. Grazie all'alta concentrazione di alberghi, le tre spiagge immediatamente a nord del centro (Palm beach, Eagle Beach, Malmok) si accaparrano la quasi totalità dei villeggianti di stanza ad Aruba.
  • 12.48202-69.991562 Barcadera — Un porto completato nel 2015 per alleggerire Oranjestad dal traffico di navi cargo.
  • 12.447222-69.9333333 Savaneta — Situata una decina di km a sud del capoluogo, Savaneta è un vecchio villaggio che funse da capoluogo di Aruba al tempo del dominio spagnolo. Le sue spiagge vedono pochi turisti, il che potrebbe fare piacere a qualcuno soprattutto se appassionato di snorkeling da praticare sulla spiaggetta di Mängel Halto. Commander Bay è oggi occupata dalle caserme della marina reale olandese.
  • 12.433333-69.9166674 San Nicolaas — Secondo centro isolano, San Nicolaas è un porto industriale con imponenti impianti di raffinazione di petrolio le cui ciminiere espandono nei cieli grossi pennacchi di fumo nero. Sicuramente San Nicolaas non è una località turistica eccezion fatta per un paio di musei e qualche spiaggia dei dintorni come Baby Beach e Boca Grandi, quest'ultima frequentata esclusivamente da surfisti.
  • 12.50025-69.966595 Santa Cruz — Nel centro dell'isola.
  • 12.566667-70.0333336 Noord — Nell'entroterra.

Altre destinazioni[modifica]

  • 12.54024-70.063421 Manchebo Beach — Ampia distesa di sabbia lunga 3km, Manchebo occupa la punta sud-occidentale dell'isola ed è fiancheggiata da complessi alberghieri di piccole dimensioni che le conferiscono una sensazione di tranquillità.
  • 12.5492-70.05792 Eagle Beach — A 9km da Oranjestad Eagle Beach è un arenile sul quale si affacciano alberghi non vistosi come quelli di Palm Beach. Eagle Beach è infatti conosciuta anche come "Low Rise Beach" per il fatto che i suoi edifici sono bassi (massimo tre piani).
  • 12.566667-70.0333333 Palm Beach — La spiaggia più famosa di Aruba è un bianco arenile lungo 3 km e contornato da palme, mastodontici e lussuosi alberghi e grandi centri commerciali che le hanno valso il nome di "High Rise Beach" per distinguerla da Eagle Beach. Le acque particolarmente calme fanno di Palm Beach la spiaggia prediletta di bagnanti oziosi e amanti della vita mondana. Dopo il tramonto, l'area a ridosso della spiaggia, prende vita grazie ai molti club notturni e casinò. A Palm Beach stanno anche due dei più grandi centri commerciali di Aruba, nati per soddisfare le esigenze dei patiti dello shopping. Al loro interno sono presenti anche cinema, spettacoli con fontane d'acqua, bowling e strutture termali.
  • 12.597172-70.0498164 Malmok Beach — Adatta per gli appassionati di snorkeling, in quanto su un banco corallino poggia il relitto di una nave cargo tedesca fatta affondare dal suo stesso equipaggio affinché non cadesse nelle mani delle autorità olandesi che ne avevano ordinato il sequestro preventivo il 12 aprile 1940, circa un mese prima dell'invasione tedesca dei Paesi Bassi.
  • 12.611596-70.0542125 Arashi Beach — La spiaggia più settentrionale del litorale occidentale è anch'essa di sabbia bianca ed è dominata dal faro California del 1916 e alto 30 metri. Il Faro prende il nome dalla nave a vapore naufragata ad Arashi nel settembre 1896.
Preferita dalle famiglie, Arashi è una spiaggia attrezzata, dotata di ampio parcheggio ma è priva di alberghi. Ombrelloni e sdraio a noleggio si esauriscono in fretta per cui bisogna venirci la mattina presto.
  • 12.4988-69.926546 Parco Nazionale di Arikok — Un parco dai paesaggi aridi le cui uniche forme di vegetazione sono costituite da piante di cactus e aloe oltre agli immancabili alberi divi-divi. La grotta Fontaine presenta pitture rupestri attribuite agli indigeni Caquetíos, risalenti all'XI secolo d.C.
  • 12.524549-69.9285287 Piscina Naturale di Conchi — Situata sulla costa occidentale, all'interno del parco di Arikok, la piscina naturale di Conchi è protetta dalle onde fragorose del mar dei Caraibi da una serie di scogliere. Le onde sono così alte che riescono a penetrate in parte nella piscina trasportando anche pesci e c'è chi afferma di avervi visto piccoli squali. In passato Conchi veniva utilizzata per tenervi in cattività le tartarughe marine. Vi si accede tramite un tratto di strada sterrata.


Come arrivare[modifica]

Requisiti d'ingresso[modifica]

Passaporto, biglietto di andata e ritorno, visto non necessario per i cittadini italiani per soggiorni inferiori a 180 giorni.

In aereo[modifica]

Aeroporto Regina Beatrice di Aruba
  • 12.501389-70.0152781 Aeroporto Internazionale Regina Beatrice (IATA: AUA) (Aruba). È l'aeroporto principale dell'isola. Qui atterrano anche voli dall'Europa principalmente provenienti da Amsterdam (KML e TUI);
    In ogni caso, la maggior parte dei collegamenti avviene con l'America del Nord, con vari voli provenienti da:
    • Boston, fino a 8 collegamenti a settimana;
    • Atlanta, fino a 6 collegamenti settimanali;
    • Miami, 10 collegamenti a settimana;
    • New York-JFK, una dozzina di voli a settimana;
    • Newark, fino a 5 voli a settimana;
    • Charlotte;
    In aggiunta, anche dall'America del Sud sono disponibili collegamenti, più frequenti in alta stagione;
    Aeroporto Internazionale Regina Beatrice su Wikipedia Aeroporto Internazionale Regina Beatrice (Q1139661) su Wikidata

L'aeroporto è collegato con le principali destinazioni con autobus pubblici della Arubus o con il servizio taxi che per raggiungere i diversi alberghi costa dai 10 ai 30 USD ($). Al terminal degli arrivi sono situate anche 21 agenzie di autonoleggio.


In nave[modifica]

Non esistono collegamenti marittimi di linea con l'isola di Aruba, che però è una meta toccata da numerose crociere Aruba Cruise Tourism.


Come spostarsi[modifica]

In auto[modifica]

Per esplorare l'isola si consiglia di noleggiare un'auto, una jeep, uno scooter o una Harley-Davidson.

In autobus[modifica]

Gli autobus di linea collegano Oranjestad con San Nicolas. I taxi si trovano negli aeroporti, nei luoghi turistici e presso i principali alberghi.

Cosa vedere[modifica]

Statua di Jan Hendrik Albert "Henny" Eman a Oranjestad
  • Parco di Arikok l'area protetta che occupa il 18% del territorio dell'isola. Nel parco si trovano il Monte Jamanota (quasi 200 m) da dove si può ammirare il panorama di tutta l'isola, la Grotta Fontein con le incisioni rupestri del popolo Arawak, il tunnel dell'amore, la grotta di Guadirikiri, resti della miniera d'oro di Miralamr e le piantagioni nella Valle di Prins.
  • Butterfly Farm l'allevamento di farfalle si trova a Palm Beach ed è aperto tutti i giorni dalle 9.00 alle 16.30.
  • Museo archeologico nel Forte Zoutman a Oranjestad espone la storia del popolo arawak.
  • Museo di Aruba a Oranjestad racconta la storia dell'isola nell'epoca precoloniale e coloniale
  • Museo della numismatica a Oranjestad vanta una collezione di monete provenienti da centinaia di paesi
  • Rococo Plaza museo delle antichità a Tanki Leendert
  • Aruba Aloe Balm Museum a Pitastraat/Hato illustra la storia di oltre 160 anni dell'uso dell'aloe sull'isola di Aruba
  • Cappella di Alto Vista questa pittoresca costruzione fu la prima chiesa cattolica dell'isola, edificata nel 1750 e ricostruita nel 1953.
  • Faro California dove poter ammirare spettacolari tramonti.
  • Lourdes Grotto chiesa cattolica nella roccia, chiamata così in onore del Lourdes in Francia. Ogni anno l'11 febbraio si ha la processione da San Nicolas verso la Vergine Nera della grotta.
  • Allevamento di struzzi a Paradera
  • Dune di sabbia nella parte nordoccidentale dell'isola.
  • Hooiberg e Casibari particolari formazioni vulcaniche visibili da tutta l'isola
  • Boca Ketu le piscine naturali


Cosa fare[modifica]

Ponte naturale che purtroppo è stato distrutto dalla corrosione
  • Sport — L'offerta delle attività acquatiche è molto vasta. Sull'isola si possono praticare vela, parasailing (paracadute trainato da un'imbarcazione), immersioni, crociere giornaliere per lo snorkeling, windsurf, kitesurf e pesca in alto mare.
Uno sport molto popolare tra gli abitanti è il bowling, mentre nella parte nordoccidentale dell'isola si trova il campo da golf Tierra del Sol con 18 buche, nel versante opposto invece il campo di Aruba Golf Club con 9 buche e l'Adventure Golf è uno dei più grandi campi da minigolf al mondo circondato da cascate. Sull'isola sono presenti anche alcuni centri di equitazione.
  • Gite — Per chi non volesse visitare l'isola in bicicletta, può noleggiare uno scooter o una Harley Davison, oppure partecipare a uno dei tour dell'isola organizzati in a cavallo o in quad, con la jeep o l'autobus.
Da non perdere invece sono le gite sott'acqua che vengono effettuate con imbarcazioni con il fondo di vetro o con il sottomarino, oppure il sea trek cioè gita guidata, con in testa un apposito elmetto per le immersioni che permette di avere il viso completamente asciutto. I principali organizzatori di queste particolari attività sono Atlantis Adventures, Aruba Adventures e De Palm Tour.
  • Casinò — Sull'isola ci sono diversi casino, alcuni sono aperti 24 su 24 e nei casinò più grandi vengono organizzati interi spettacoli in stile americano. L'accesso ai casinò è vietato ai minori di 18 anni.


Valuta e acquisti[modifica]

La valuta nazionale è il Fiorino arubano (AWG), diviso in 100 centesimi. La particolarità è lo "yotin", la moneta quadrata da cinquanta centesimi. Qui di seguito i link per conoscere l'attuale cambio con le principali monete mondiali:

(EN) Con Google Finance: AUD CAD CHF EUR GBP HKD JPY USD
Con Yahoo! Finance: AUD CAD CHF EUR GBP HKD JPY USD
(EN) Con XE.com: AUD CAD CHF EUR GBP HKD JPY USD
(EN) Con OANDA.com: AUD CAD CHF EUR GBP HKD JPY USD

La valuta estera più accettata è il dollaro americano. Le principali carte di credito vengono generalmente accettate in tutti gli alberghi ed esercizi turistici.


Quasi tutti i negozi e le boutique si trovano a Oranjestad, ma anche negli alberghi è possibile trovare dei negozi interessanti. Uno dei prodotti tipici di Aruba sono i prodotti per la pelle a base di aloe (di cui l'isola abbonda). La maggior parte dei negozi lavora da lunedì a sabato dalle 9.00 alle 18.00. Alcuni negozi sono aperti anche di domenica o nei giorni di festa quando attraccano al porto le navi da crociera in visita sull'isola.

A tavola[modifica]

Nei ristoranti non è d'obbligo lasciare la mancia, poiché al conto viene aggiunto il 10-15% per il servizio.

Bevande[modifica]

L'acqua del rubinetto è potabile su tutta l'isola. Le bevande caratteristiche di Aruba sono il Coecoei liquore locale, il Balashi Cocktail, la Balashi Beer, il Rum Palmera e il Sea Grape Wine.

Infrastrutture turistiche[modifica]

I resort e hotel di lusso sono situati nella Palm Beach mentre quelli più moderati nella Eagle Beach, inoltre è possibile affittare anche appartamenti, proprietà private e ville con spiaggia privata. L'isola non è nota per essere una meta economica, tuttavia i lussuosi resort sono meno cari quando si prenota la vacanza tramite tour operator.

Eagle Beach[modifica]

Palm Beach[modifica]


Eventi e feste[modifica]

  • Bonbini Festival ogni martedì dalle 18.30 alle 20.30 a Fort Zoutman. Bonbini in papiamento significa benvenuti e infatti in questo evento si può conoscere meglio l'arte, l'artigianato, la cucina, la musica e le danze locali.
  • Carnevale vede partecipare l'intera isola in festose parate con musica allegra, costumi sgargianti e carri allegorici. L'ultima domenica di carnevale ha luogo a Oranjestad la Grand Parade, mentre il rogo di Re Momo conclude i festeggiamenti il martedì grasso.
  • Aruba Internetional Half Marathon la mezza-maratona internazionale di 21 km, nel mese di marzo.
  • Aruba Hi-winds gara internazionale di windsurf a giugno/luglio.
  • Sint Nicolaas corrisponde al nostro San Nicolò/Babbo Natale, ed è un'usanza olandese che si festeggia il 5 dicembre. A Oranjestad il Sin Nicolaas, accompagnato dall'elfo Peter Nero, distribuisce i doni ai bambini.


Sicurezza[modifica]


Situazione sanitaria[modifica]

Tutti gli alberghi possono richiedere l'assistenza medica 24 ore su 24. L'ospedale si trova a pochi minuti dalla zona turistica.

Rispettare le usanze[modifica]


Come restare in contatto[modifica]

Internet[modifica]

Molti alberghi offrono ai propri clienti una connessione gratuita o a prezzi economici. Nelle varie località ci sono diversi internet point dove il costo del servizio è di circa 5 USD all'ora. Sempre più sono disponibili anche collegamenti wi-fi.


Altri progetti


Stati dell'America del Nord

bandiera Antigua e Barbuda · bandiera Bahamas · bandiera Barbados · bandiera Belize · bandiera Canada · bandiera Costa Rica · bandiera Cuba · bandiera Dominica · bandiera El Salvador · bandiera Giamaica · bandiera Grenada · bandiera Guatemala · bandiera Haiti · bandiera Honduras · bandiera Messico · bandiera Nicaragua · bandiera Panama[1] · bandiera Repubblica Dominicana · bandiera Saint Kitts e Nevis · bandiera Saint Lucia · bandiera Saint Vincent e Grenadine · bandiera Stati Uniti d'America · bandiera Trinidad e Tobago[2]

Dipendenze danesi: bandiera Groenlandia

Dipendenze francesi: Flag of France.svg Clipperton · bandiera Guadalupa · bandiera Martinica · Flag of Saint Barthélemy (local).svg Saint-Barthélemy · Flag of Saint-Martin (fictional).svg Saint-Martin · bandiera Saint-Pierre e Miquelon

Dipendenze olandesi: bandiera Aruba[2] · bandiera Curaçao[2] · bandiera Sint Maarten · bandiera Isole BES (Bonaire[2], Sint Eustatius, Saba)

Dipendenze britanniche: bandiera Anguilla · bandiera Bermuda · bandiera Isole Cayman · bandiera Isole Vergini britanniche · bandiera Montserrat · bandiera Turks e Caicos

Dipendenze statunitensi: bandiera Porto Rico · bandiera Isole Vergini americane · USAUSA (bandiera) Navassa

Stati marginalmente centro-nordamericani: bandiera Venezuela (Aves · Arcipelago di San Andrés, Providencia e Santa Catalina)

  1. Stato con parte del proprio territorio in America del Sud
  2. 2,0 2,1 2,2 2,3 Stato o dipendenza fisicamente sudamericano ma generalmente considerato centro-nordamericano sotto il profilo antropico
StatoBozza: l'articolo rispetta il modello standard e ha almeno una sezione con informazioni utili (anche se di poche righe). Intestazione e piè pagina sono correttamente compilati.