Scarica il file GPX di questo articolo

Caraibi

Da Wikivoyage.
Caraibi
Tramonto ai Caraibi
Localizzazione
Caraibi - Localizzazione
Superficie
Abitanti

Caraibi o isole delle Indie occidentali sono una regione delle Americhe costituita da stati e territori insulari.

Da sapere[modifica]

Prima di essere scoperte dagli europei, le isole caraibiche erano abitate dagli Arawak.

Successivamente furono colonizzate da Spagnoli, Olandesi, Francesi e Britannici. Quelle più fuorimano divennero covi di bucanieri che si dedicavano all'arrembaggio dei galeoni spagnoli che salpavano dal porto di Colón (Panama) con i loro carichi d'oro e argento estratti nelle colonie del Sud America (Perù e Bolivia) e destinati alla madrepatria.

I monti più alti si trovano nella Repubblica Dominicana (due superano i tremila: 3.175 m e 3.039 m), Haiti (2.715 m), Cuba (2.375 m) e Giamaica (2.341 m), mentre la cima più alta delle Piccole Antille è di 1.900 m sull'isola Dominica.

Quando andare[modifica]

L'uragano Isaac che ha colpito i Caraibi il 28 agosto 2012

Il miglior periodo per una visita ai Caraibi si pone tra metà dicembre e fine marzo, quando le piogge si diradano fino a scomparire del tutto. L'alta stagione coincide con questo periodo.

Nonostante le piogge, il mese di agosto è un altro periodo di alta stagione, determinato dall'affluenza di turisti (americani soprattutto) che possono disporre di ferie solo in quel periodo. Le piogge comunque non durano tutto il giorno e lasciano spazio ad ampie schiarite.

Ferragosto è comunque il termine ultimo per visitare i Caraibi, scaduto il quale bisogna levar le tende il più in fretta possibile. In autunno, infatti, il rischio di incappare in uragani devastanti si fa reale ma le isole al largo delle coste venezuelane ne sono in genere risparmiate. Il National Hurricane Center emette avvisi e previsioni per tutte le nazioni della regione.

Un altro fattore di cui dovrete tener conto è il vento.

I venti alisei soffiano impetuosi dall'Atlantico penetrando in profondità in tutto il Mar dei Caraibi e raggiungendo anche le isole vicino alle coste continentali. I venti creano un moto ondoso considerevole che rende difficile la balneazione su quel versante delle isole che guarda verso l'Oceano.

In relazione al fenomeno in quasi ogni isola dei Caraibi si distingue una costa sottovento da una sopravento dalle quale è meglio stare alla larga a meno che non si abbia l'hobby del surf. Del resto il versante sopravento presenta rari insediamenti umani.

Lingue parlate[modifica]

Le lingue più diffuse nei Caraibi sono spagnolo, inglese, francese e olandese anche se esse hanno dato vita a varie forme di idiomi locali noti come lingue creole. Così il papiamento, parlato a Curaçao, Bonaire e Aruba, è una lingua creola derivata dall'olandese. L'haitiano anche è una lingua creola ma impiantata sul francese.

Il creolo delle Antille presenta affinità con l'haitiano. Deriva dal francese ma anche dal "patoi" parlato in Normandia e Bretagna, le due regioni della Francia donde provennero i primi coloni. È diffuso a Dominica, Grenada, Guadalupa, Martinica, Saint-Barthélemy, Santa Lucia, Saint Vincent, Trinidad e Tobago. Anche chi ha una buona conoscenza del francese stenterà di primo acchito a comprendere il Creolo delle Antille e trascorrerà un certo tempo prima che l'orecchio si abitui alle sue peculiarità.

Cultura e tradizioni[modifica]

Musica e danza sono elementi dominanti nella cultura popolare dei Caraibi. Esse risentono dei ritmi importati dagli schiavi africani costretti al lavoro forzato nelle piantagioni.

Apprendimento dei primi passi di salsa in una scuola di ballo di Camaguey, Cuba
  • Merengue — Nella Repubblica Dominicana e a Porto Rico
  • Cumbia — In Colombia e Venezuela
  • Calypso e Soca — Originario di Trinidad e Tobago, il Calypso acquisì fama mondiale grazie alla canzone Banana Boat Song interpretata da Harry Belafonte, utilizzata nella colonna sonora del film "BeetleJuice" di Tim Burton
  • Bachata — Originario della Repubblica Dominicana è divenuto noto ai più grazie al gruppo musicale degli Aventura
  • Reggae e Dancehall — In Giamaica
  • Reggaetón — Il trend musicale del 21° secolo, un mix di Dancehall-Reggae e Hip Hop, nato tra Porto Rico e Panama
  • Rumba — A Cuba il termine rumba indica la musica portata dagli schiavi africani
  • Beguine — Ballo di coppia simile alla Rumba ma più lento. Originario delle Antille Francesi, il ballo fu in voga negli anni a cavallo della II guerra mondiale dopo di che cadde in oblio.
  • Goombay — Una forma musicale delle Bahama che si avvale dell'uso di tamburi. Blake Alphonso Higgs fu il suo maggior rappresentante e sono rimaste memorabili le sue esibizioni all'aeroporto internazionale di Nassau. Il Goombay è presente, con qualche variante, anche alle Bermuda


Stati[modifica]

Nazione Capitale Lingua Ufficiale Valuta
bandiera Anguilla (Flag of the United Kingdom.svg) The Valley Inglese (XCD) Dollaro dei Caraibi Orientali
bandiera Antigua e Barbuda Saint John's Inglese (XCD) Dollaro dei Caraibi Orientali
bandiera Antille Olandesi (Flag of the Netherlands.svg) Willemstad Olandese (ANG) Fiorino delle Antille Olandesi
bandiera Aruba (Flag of the Netherlands.svg) Oranjestad Olandese, Papiamento (AWG) Fiorino arubano
bandiera Bahamas Nassau Inglese (BSD) Dollaro bahamense
bandiera Barbados Bridgetown Inglese, Bajan, Hindi (BBD) Dollaro di Barbados
bandiera Bermuda (Flag of the United Kingdom.svg) Hamilton Inglese (BMD) Dollaro della Bermuda
Flag of Bonaire.svg Bonaire (Flag of the Netherlands.svg) Kralendijk Olandese, Papiamento (USD) Dollaro statunitense
bandiera Cuba L'Avana Spagnolo (CUP/CUC) Peso cubano/Peso cubano convertibile
bandiera Curaçao (Flag of the Netherlands.svg) Willemstad Olandese, Papiamento (ANG) Fiorino delle Antille olandesi
bandiera Dominica Roseau Inglese (XCD) Dollaro dei Caraibi Orientali
bandiera Giamaica Kingston Inglese (JMD) Dollaro giamaicano
bandiera Grenada St. George's Inglese (XCD) Dollaro dei Caraibi Orientali
bandiera Guadalupa (Flag of France.svg) Basse-Terre Francese (EUR) Euro
bandiera Haiti Port-au-Prince Francese, Creolo haitiano (HTG) Gourde haitiano
bandiera Honduras Tegucigalpa Spagnolo (HNL) Lempira honduregna
bandiera Isole Cayman (Flag of the United Kingdom.svg) George Town Inglese (KYD) Dollaro delle Cayman
bandiera Isole Vergini americane (Flag of the United States (Pantone).svg) Charlotte Amalie Inglese (USD) Dollaro statunitense
bandiera Isole Vergini britanniche (Flag of the United Kingdom.svg) Road Town Inglese (USD) Dollaro statunitense
bandiera Martinica (Flag of France.svg) Fort-de-France Francese (EUR) Euro
Flag of Montserrat.svg Montserrat (Flag of the United Kingdom.svg) Brades Inglese (XCD) Dollaro dei Caraibi Orientali
bandiera Porto Rico (Flag of the United States (Pantone).svg) San Juan Inglese (USD) Dollaro statunitense
bandiera Repubblica Dominicana Santo Domingo Spagnolo (DOP) Peso dominicano
Flag of Saba.svg Saba (Flag of the Netherlands.svg) The Bottom Olandese (USD) Dollaro statunitense
bandiera Saint-Barthélemy (Flag of France.svg) Gustavia Francese (EUR) Euro
bandiera Saint Kitts e Nevis Basseterre Inglese (XCD) Dollaro dei Caraibi Orientali
bandiera Saint-Martin (Flag of France.svg) Marigot Francese (EUR) Euro
bandiera Saint-Pierre e Miquelon (Flag of France.svg) Saint-Pierre Francese (EUR) Euro
bandiera Saint Vincent e Grenadine Kingstown Inglese (XCD) Dollaro dei Caraibi Orientali
bandiera Santa Lucia Castries Inglese (XCD) Dollaro dei Caraibi Orientali
Flag of Sint Eustatius.svg Sint Eustatius (Flag of the Netherlands.svg) Oranjestad Olandese (USD) Dollaro statunitense
bandiera Sint Maarten (Flag of the Netherlands.svg) Philipsburg Olandese, Inglese (ANG) Fiorino delle Antille olandesi
bandiera Trinidad e Tobago Port of Spain Spagnolo (TTD) Dollaro di Trinidad e Tobago
bandiera Turks e Caicos (Flag of the United Kingdom.svg) Cockburn Town Inglese (USD) Dollaro statunitense


Territori e mete turistiche[modifica]

Mappa divisa per regioni

Le isole dei Caraibi descrivono una sorta di semiellisse che va dalle coste dello Yucatan a quelle del Venezuela.

I gruppi più consistenti sono quelli delle Grandi e Piccole Antille, quest'ultime suddivise in isole sopravento settentrionali e meridionali. A queste è da aggiungere l'altrettanto nutrito gruppo delle isole sottovento disposte lungo tutto l'arco della costa del Venezuela.

Antille è un termine di origine incerta che secondo la teoria più accreditata proverrebbe dalla parola spagnola "Antillia" che prima della scoperta del Nuovo Mondo stava a designare un'isola leggendaria posta ad ovest della penisola iberica, in correlazione con la mitica Atlantide preconizzata da Platone. Il termine deriverebbe dalle contrazione delle parole "Ante Islas", le isole di fronte.

Le Antille sono quasi tutte di origine vulcanica, ora brulle, ora ammantate da lussureggiante vegetazione. Solo alcune delle isole più piccole sono di origine corallina.

Grandi Antille[modifica]

Antille Maggiori, Greater Antilles, Antillas Mayores
  • Cuba — Maggiore isola dei Caraibi, Cuba è anche una delle più visitate.
Cartina che evidenzia il gruppo delle Grandi Antille
  • Hispaniola — A oriente di Cuba, l'isola di Hispaniola è divisa tra Repubblica Dominicana ad est e Haiti ad ovest. Mentre la prima è la maggiore destinazione turistica di tutti i Caraibi, la seconda è il fanalino di coda per carenza di garanzie riguardo l'incolumità dei visitatori.
  • Giamaica — Poco visitata dagli Italiani, timorosi, probabilmente, dei rischi connessi al fattore sicurezza personale, Giamaica accoglie comunque un rilevante flusso di turisti provenienti dal Nord-America e dal Regno Unito, il che le permette di figurare al 3° posto nella classifica dei luoghi più visitati dei Caraibi.
  • Porto Rico — Come Giamaica anche Porto Rico presenta problemi di sicurezza personale, più evidenti nella capitale San Juan. Porto Rico è la più orientale delle Grandi Antille ed è circondata da isole minori quali Vieques e Culebra, classiche mete fuori dal sentiero battuto ma rinomate per la bellezza delle loro spiagge che fino a un recente passato costituivano luoghi di esercitazione dei marines come attestato dalle miriadi di proiettili che ancora si rinvengono nella sabbia e da qualche carcassa arrugginita di carro armato.


Piccole Antille[modifica]

Antille Minori, Lesser Antilles (en), Petites Antilles (fr) Antillas Menores (es)

Isole Vergini — Divise in americane e britanniche, le Vergini sono un gruppetto di isole immediatamente ad est di Vieques e Culebra, le due dipendenze di Porto Rico. Sono isole molto care, frequentate dagli yacht privati che salpano dai porti della Florida. Ad essere precisi il gruppo non rientra nel novero delle Piccole Antille.

Antille Olandesi — Ai Paesi Bassi appartengono le isole di Saba, Sint Eustatius e Sint Maarten. più Bonaire e Curaçao, Queste ultime due sono situate da tutt'altra parte, al largo delle coste venezuelane.

Anguilla — Piatta e allungata, Anguilla è un paio di miglia nautiche a nord di Sint Maarten. Dai paesaggi piuttosto aridi, Anguilla è comunque famosa per i suoi bianchi arenili nonché per l'indole tranquilla dei suoi abitanti. Nonostante l'aria provinciale e l'aspetto spesso dimesso delle sue infrastrutture turistiche, le spese di soggiorno, vitto compreso, sono considerevoli. L'isolotto Sombrero, una dipendenza di Anguilla, segna il punto più a settentrione delle Piccole Antille, escludendo il gruppo delle Vergini.

Cartina delle Isole caraibiche che mette in evidenza i gruppi delle Piccole Antille, divise in settentrionali e meridionali (isole sopravento) e di quelle al largo della costa venezuelana (isole sottovento)

Saint Kitts e Nevis — Una coppia di isole vulcaniche che formano uno stato indipendente compreso tra Antigua ad est e St. Eustatius a nord ovest.

Antigua e Barbuda — Ad est di Nevis, Antigua è un'affermata meta del turismo internazionale.

Montserrat — Isola che nel 1995 fu devastata dall'eruzione del vulcano Soufriere, tuttora in attività.

Antille francesi — Alla Francia appartengono le isole di Martinica e Guadalupa formanti ciascuna un dipartimento d'oltremare. Tra le dipendenze di Guadalupa spicca Saint-Barthélemy (Saint-Barthélemy), una piccola isola caratterizzata da un turismo esclusivo di matrice soprattutto statunitense. L'altrettanto esclusiva isoletta di Saint Martin è invece amministrata in comune con i Paesi Bassi (Sint Maarten).

Dominica — Situata tra Guadalupa a nord e Martinica a sud, Dominica è un'isola vulcanica che ancora oggi rimane fuori dalle rotte battute dal turismo internazionale per quanto l'ampliamento del porto di Roseau abbia permesso l'attracco delle enormi navi da crociera che salpano dal porto di Miami. Prima della realizzazione del porto, i passeggeri, per poter sbarcare a terra, venivano trasbordati su lance.

Saint Lucia — Grazie ai suoi paesaggi lussureggianti, di un verde smeraldo, Saint Lucia figura tra le più interessanti destinazioni dei Caraibi

Barbados — La più orientale di tutte le isole del Mar dei Caraibi forma uno stato i cui cittadini godono di un reddito elevato, il che si traduce per gli aspiranti turisti in una buona qualità di servizi e prezzi concorrenziali degli alloggi rispetto al resto dei Caraibi.

Saint Vincent e GrenadineSaint Vincent, l'isola maggiore, è una classica meta fuori del battuto. Vi sono state girate le scene del film "Pirati dei Caraibi" del 2003. Le Grenadines sono isole di dimensioni molto più ridotte che formano una lunga scia protesa verso sud in direzione di Grenada. Alcune sono gestite da compagnie private e sono molto care. Attraggono comunque più turisti che non Saint Vincent.

Grenada — L'isola delle spezie vanta una cinquantina di spiagge per lo più di sabbia bianca ma la più bella in assoluto che da sola giustifica un viaggio, è quella di Grand Anse, estesa per 3 km sul litorale sud occidentale, a breve distanza dalla capitale. Sua dipendenza è Carriacou, geograficamente parte delle Grenadines.


Trinidad e Tobago — Impropriamente inscritte nel novero delle Piccole Antille, Trinidad e Tobago formano uno stato indipendente a breve distanza dalle coste venezuelane. Tobago presenta maggior flusso turistico che non Trinidad, l'isola maggiore ove è situata la capitale Port of Spain, rinomata per le parate di carnevale.

Altre isole Caraibiche[modifica]

  • Aruba — Parte delle Antille olandesi fino al 1983, Aruba gode oggi di maggior autonomia rispetto alle vicine Curaçao e Bonaire. Come quelle è caratterizzata da un clima piuttosto secco che si riflette nell'aridità dei paesaggi ma è comunque rinomata per la bellezza dei fondali marini.
  • Isole Cayman — Situate a sud di Cuba, le isole Cayman sono note per essere un paradiso fiscale ma offrono grandi opportunità a chi pratica l'immersione subacquea. Tuttavia il soggiorno in una delle isole Cayman non è alla portata di tutte le tasche.
Mappa dei Caraibi
  • Bahamas e Turks e Caicos sono normalmente considerate isole caraibiche sebbene non siano bagnate dal Mar dei Caraibi e giacciano interamente nell'Oceano Atlantico. I due arcipelaghi sono infatti situati a nord delle Grandi Antille (Cuba, Hispaniola) e ad est della Florida.
  • Bermuda, invece, non può rientrare in alcun modo nel novero delle isole caraibiche. Situata a nord delle Bahama e al largo delle coste della Carolina del Nord, Bermuda gode di un clima alquanto diverso e al contrario dei Caraibi si visita di preferenza d'estate o anche in primavera inoltrata, le uniche stagioni durante le quali siano possibili i bagni di mare.

Il Mar dei Caraibi bagna anche gli stati della terraferma tra Messico e Venezuela. Dunque meritano il titolo di Caraibiche anche le seguenti isole e arcipelaghi:

Altre suddivisioni[modifica]

  • Isole Sopravento (Leeward Islands in inglese, Îles du Vent in francese) sono le piccole Antille più esposte ai venti alisei che soffiano dall'Oceano Atlantico.
  • Isole Sottovento (Windward Islands in inglese, Îles Sous-le-Vent in francese) sono invece le isole che coronano le coste del Venezuela, meno esposte al rischio di uragani.

Centri urbani[modifica]

Di seguito sono riportati i maggiori centri urbani dei Caraibi:

  • L'Avana — La capitale di Cuba è la maggiore città dei Caraibi e anche una delle più interessanti.
  • Santo Domingo — La capitale della Repubblica Dominicana fu la prima città realizzata dai coloni europei sul suolo delle Americhe. Come L'Avana conserva un nucleo storico che figura nella lista dei Patrimoni Mondiali dell'Umanità dell'UNESCO.
  • San Juan — Capitale di Porto Rico, San Juan si appresta a superare il primato di L'Avana, quale maggior centro dei Caraibi. Conserva anch'essa un nucleo storico di epoca coloniale. Per il resto è una città moderna di stampo nord-americano.
  • Kingston — Quarta città dei Caraibi per numero di abitanti, la capitale della Giamaica è priva di interesse turistico e ha fama di pericolosità.
  • Nassau (Bahama) —
  • Port of Spain (Trinidad e Tobago) — Città moderna, Port of Spain è priva d'interesse e richiama folle di turisti solo in occasione del suo carnevale, come già accennato in precedenza.

Le altre capitali dei Caraibi non superano le dimensioni di una città di provincia e spesso non sono che dei semplici villaggi ma una menzione merita Fort-de-France, il capoluogo della Martinica con le sue arie tipiche di città della riviera francese.


Come arrivare[modifica]

In aereo[modifica]

Aereo in fase di atterraggio all'aeroporto Princess Juliana sull'isola di Saint Martin

Di seguito informazioni a carattere parziale sulle maggiori linee aeree che operano voli da città europee ad aeroporti dei Caraibi ad uso di quei viaggiatori che volessero rivolgersi direttamente alle compagnie aeree benché sia raccomandata la consultazione di un motore di ricerca appropriato.

Altre informazioni più dettagliate sui voli di linea sono reperibili negli articoli riguardanti stati e territori dei Caraibi.

Air France, Corsairfly, Air Caraïbes effettuano regolari voli di linea da città della Francia alle Antille Francesi (Guadalupa, Martinica, Saint Martin).

KLM e Martinair provvedono regolari collegamenti tra l'aeroporto di Schipol (Amsterdam) e le Antille Olandesi, oltre che Aruba.

Virgin Atlantic Airways vola dall'aeroporto londinese di Gatwick alla volta di Antigua, Barbados, Grenada, L'Avana, Kingston, Montego Bay, Santa Lucia, San Juan (solo voli stagionali) e Tobago in diretta concorrenza con British Airways che su per giù serve le stesse destinazioni (Antigua, Barbados, Grenada, Kingston, Montego Bay, Port of Spain, Punta Cana, St Kitts, Santa Lucia, Tobago).

Sempre dall'aeroporto londinese di Gatwich partono gli aerei della Thomas Cook, della Thomson Airways e della Monarch Airlines. Si tratta per lo più di voli charter stagionali diretti per il momento (anno 2010) a Barbados, Montego Bay, Puerto Plata, Punta Cana, Varadero, Holguín, Cayo Coco.

In nave[modifica]

Da Miami partono per i Caraibi numerose navi da crociera. Molte agenzie di Miami offrono prezzi incredibilmente bassi in periodi fuori stagione soprattutto ma anche in alta stagione.

Come spostarsi[modifica]

Un mini moke a noleggio sulla spiaggia di Speightstown, alle Barbados

Tra i rari traghetti dei Caraibi va fatto cenno all' Express-des-iles che collega Martinica a Guadalupa effettuando scalo intermedio a Roseau, la piccola capitale di Dominica.

Da Saint Martin salpano traghetti, aliscafi alla volta di Saba, Saint-Barthélemy e Anguilla

Cosa vedere[modifica]

Le maggiori testimonianze del periodo coloniale sono rintracciabili nelle città di L'Avana, Trinidad e Santo Domingo. I centri storici delle tre città figurano nella lista patrimoni dell'UNESCO

Cosa fare[modifica]

Carnevale a Trinidad
Sfilata al carnevale di Antigua


A tavola[modifica]


Infrastrutture turistiche[modifica]

Le spese di soggiorno in una delle isole del Mar dei Caraibi sono in genere considerevoli ad eccezione di Cuba, Repubblica Dominicana e di quelle isole poste sotto amministrazione venezuelana.

Sicurezza[modifica]

Cuba, Repubblica Dominicana, Anguilla, Saint Martin e Saint-Barthélemy non presentano rilevanti rischi per quanto riguarda la sicurezza personale. Altrove nei Caraibi bisogna essere sempre guardinghi e con gli occhi ben aperti.

È noto che le isole dei Caraibi sono usate dai contrabbandieri che si incaricano di trasportare la droga prodotta in Colombia e altri paesi andini in Florida. I narcotrafficanti si disinteressano dei turisti ma sono allettati dalle piccole imbarcazioni e aerei da diporto per cui bisogna fare attenzione nell'uso di questi mezzi nei cieli e nei mari dei Caraibi.

Vedi anche[modifica]

Vedi anche: America Centrale, America del Nord, America del Sud, Nazioni dalla A alla Z

Altri progetti