Scarica il file GPX di questo articolo

Budapest

Da Wikivoyage.
Budapest
Panorama di Budapest col parlamento sullo sfondo
Stemma e Bandiera
Budapest - Stemma
Budapest - Bandiera
Appellativi
Stato
Regione
Altitudine
Superficie
Abitanti
Prefisso tel
CAP
Fuso orario
Posizione
Mappa dell'Ungheria
Budapest
Budapest
Sito del turismo
Sito istituzionale

Budapest è la capitale dell'Ungheria.

Da sapere[modifica]

Bastione dei Pescatori
Sinagoga di Budapest

È la maggiore città ungherese per numero di abitanti nonché centro primario del paese per la vita politica, economica, industriale e culturale. Budapest non è la sola capitale bagnata dalle acque del Danubio, infatti anche Vienna e Belgrado si trovano sul corso del medesimo fiume.

Budapest è tra le città europee più vivibili e, grazie al suo ambiente scenico e al suo stile architettonico, è chiamata "la Parigi dell'Est".

Budapest offre ai circa 2,7 milioni di turisti che ogni anno la visitano due città distinte: Buda sulla sponda occidentale del Danubio e Pest su quella orientale, caratterizzate da atmosfere differenti influenzate dall'architettura viennese e parigina. Gli ungheresi sono orgogliosi di quello che la loro splendida capitale può offrire e del contributo che ha dato e continua a dare alla cultura europea, specialmente nel campo musicale e scientifico.

Benché Buda sia stata la capitale dell'Ungheria, o dei territori occupati di Osman, per la maggior parte del millennio, è diventata una grande città cosmopolita nell'ultima parte del XIX secolo durante lo sviluppo industriale dello stato.

Quando andare[modifica]

Budapest vanta un clima continentale. I mesi più caldi sono luglio e agosto con temperature medie di 28-30°. I mesi più freddi sono dicembre e gennaio.

L'inverno (da novembre ai primi di marzo) può essere molto freddo e con una scarsa quantità di luce solare. Tra metà dicembre e metà febbraio le temperature notturne possono scendere fino a -15 °C (con una temperatura media di -2 °C), quindi possono anche verificarsi delle nevicate.

I mesi primaverili (marzo e aprile) presentano condizioni variabili, con un rapido aumento della temperatura media. Le condizioni meteorologiche di questo periodo sono in genere gradevoli durante il giorno e fresche di notte.

La lunga estate di Budapest - da maggio a metà settembre - è calda o molto calda. Acquazzoni improvvisi sono frequenti a maggio e settembre.

L'autunno (metà settembre - ottobre) è forse il periodo migliore per visitare la città: le precipitazioni sono rare, le giornate sono per lo più soleggiate e le temperature moderate. A fine ottobre le temperature diventano bruscamente più fredde.

Ovviamente queste sono le condizioni meteorologiche classiche, ma talvolta le temperature possono essere più miti o più rigide.

Cenni storici[modifica]

Il primo insediamento sul territorio di Budapest fu a opera dei Celti (e precisamente della tribù degli Eravisci) intorno al I secolo a.C. In seguito venne occupata dai Romani che vi fondarono la città famosa come Aquincum, vi edificarono strade, anfiteatri e terme, alcune delle quali ancora in funzione. Con la caduta dell'Impero Romano, Aquincum divenne capitale della provincia della Pannonia, svolgendo un ruolo chiave nella difesa dei confini naturali del Danubio, contesi con le altre popolazioni locali. Nonostante il ritirarsi delle legioni romane, l'insediamento divenne sempre più importante e attivo; si costruì il ponte per collegare le due sponde del Danubio e la città divenne simbolo dell'etnia magiara (ungherese) di cui Stefano I d'Ungheria fu il primo re che qui venne incoronato nel 1000 d.C. Il fiorente regno inaugurato da Stefano ebbe vita breve e nel XIII secolo cadde sotto l'assedio delle ultime orde di mongoli che avevano già assoggettato la Russia. La battaglia di Mohi segnò la fine di questo primo regno ungherese. Pest venne distrutta dagli invasori mongoli nel 1241, mentre Buda nello stesso periodo (1247) diventò la capitale dell'Ungheria.

Nel XVI secolo l'Ungheria venne invasa dai Turchi, e questo alla lunga portò in rovina la città di Pest, che poté tornare al suo vecchio splendore e superarlo solo nel XVIII secolo. Il Settecento, infatti, segna una nuova svolta nella storia della città e questa volta tutta a suo favore. Si costruiscono mercati, laboratori artigianali e università e si risveglia il sentimento nazionalistico ungherese.

In questi anni la città vede una grande espansione che porterà all'avvicinamento dei confini di Buda e Pest, ormai già destinate ad unirsi in una sola città: Budapest. L'unificazione delle città di Buda e Pest avvenne nel 1873, in seguito della nascita dell'Impero austro-ungarico Durante la prima guerra mondiale Budapest mantenne un comportamento ambiguo, mai completamente schierato per una sola parte. Alla fine della guerra e precisamente nel 1919 si assiste a coraggiosi tentativi della popolazione locale di instaurare un regime comunista, soprattutto nell'esperienza del governo temporaneo di Bela Kun. Ma anche questa fase era destinata ad avere vita breve e venne sostituita dal governo di Miklós Horthy che portò l'Ungheria ad allearsi con la Germania durante la seconda guerra mondiale. Circa un terzo degli abitanti di origine ebraica di Budapest persero la vita nell'Olocausto. Nonostante l'enorme massacro, Budapest è ancor oggi la città europea con la maggior percentuale di popolazione ebraica. Nel 1944 l'Ungheria volle porre fine all'alleanza con la Germania e chiese il sostegno sovietico. La conseguenza fu un'ulteriore battaglia nella quale persero la vita 400.000 civili e che portò all'instaurazione di un governo filosovietico. Nel 1989 cadde il regime comunista e Budapest riallacciò i suoi tradizionali legami economici e culturali con l'Europa occidentale, iniziando tutta una fase di ricostruzione e revisione dei trattati internazionali in quel complesso contesto che portò, in Germania, alla caduta del muro di Berlino.

Come orientarsi[modifica]

Orientarsi non è un gran problema a Budapest. Il fiume Danubio divide la città in due aree: Buda e Pest. Eccezion fatta per il centro, la struttura della città è abbastanza logica. I punti di riferimento come il Castello Reale e il castello Cittadella possono aiutare a orientarsi. Oltre al Danubio, il miglior punto di riferimento per orientarsi sono i ponti che attraversano il fiume. Da nord a sud:

  • 1 Ponte Megyeri (Megyeri híd) (Al confine settentrionale della città). Un ponte strallato (sospeso). Costruito nel 2008, fa parte dell'autostrada M0.
  • 2 Ponte Árpád (Árpád híd). Un moderno ponte che collega all'isola Margaret. È il più lungo ponte di Budapest (973 m).
  • 3 Ponte Margaret (Margit híd). Facilmente identificabile grazie alla sua forma distinguibile: a metà della sua lunghezza fa una curva di circa 35 m. I tram 4 e 6 attraversano il Danubio qui.
  • 4 Ponte delle Catene (Széchenyi lánchíd). Completato nel 1849, è il più vecchio e anche il più bello e fotografato ponte di Budapest. Illuminato di notte.
  • 5 Ponte Elisabeth (Erzsébet híd). Completato nel 1903, la sua struttura originaria fu distrutta durante la seconda guerra mondiale e sostituita con una moderna struttura. Il ponte fu riaperto nel 1964.
  • 6 Szabadság híd. Elegante e complesso, aperto nel 1896; collega Gellért fürdő a Buda con Nagy Vásárcsarnok a Pest. Ristrutturato recentemente.
  • 7 Ponte Petőfi (Petőfi híd). Per molto tempo il ponte più meridionale, collega la strada Nagykörút di Pest con Buda.
  • 8 Ponte Rákóczi (Rákóczi híd). Il secondo ponte più recente di Budapest, con moderne architetture e uno spettacolare sistema di illuminazione con specchi che riflettono la luce verso l'alto. Costruito molto vicino al ponte della ferrovia, prima del 2011 era chiamato Lágymányosi híd.

Quartieri[modifica]

Sebbene la città sia divisa in 23 distretti contrassegnati da cifre romane, si è soliti considerarla come l'unione delle due vecchie città di Buda e di Pest, divise dal Danubio:

  1. Buda — La zona collinare sulla riva occidentale del Danubio (distretti I, II, III, XI, XII, XXII)
  2. Pest — La zona pianeggiante che si estende sulla riva orientale (distretti IV-X, XIII-XXI, XXIII)
Budapest
Distretto Nome
I Várkerület
II Rózsadomb
III Óbuda-Békásmegyer
IV Újpest
V Belváros-Lipótváros
VI Terézváros
VII Erzsébetváros
VIII Józsefváros
IX Ferencváros
X Kőbánya
XI Újbuda
XII Hegyvidék
XIII (senza nome ufficiale)
XIV Zugló
XV Rákospalota-Újpest
XVI (senza nome ufficiale)
XVII Rákosmente
XVIII Pestszentlőrinc-Pestszentimre
XIX Kispest
XX Pesterzsébet
XXI Csepel
XXII Budafok-Tétény
XXIII Soroksár

In questo articolo vengono messi in evidenza per fini turistici i seguenti principali distretti:

Mappa divisa per regioni
      Óbuda (Vecchia Buda) — Rappresenta il distretto III, situato nel nord di Budapest. Era la terza città più piccola prima dell'unificazione. Un luogo ideale per gli sport acquatici, archeologia e speleologia.
      Bel-Buda (Centro città di Buda) — Questo è il distretto I ed è la parte più antica della città, che contiene il Castello e alcune delle attrazioni più famose di Budapest come il Bastione dei Pescatori, il labirinto e la chiesa di Mattia. Comprende anche il Distretto del Castello di Buda.
      Hegyvidék (L'area collinare) — La parte più verde di Budapest composta dai distretti II e XII. Vi è possibile effettuare molte escursioni, trekking e giri in mountain bike.
      Újbuda e Tétény (Nuova Buda) — Composta dai distretti XI e XXII, è famosa per le sue cantine per l'invecchiamento dei vini.
      Pest — L'area pianeggiante ad est dal Danubio, tradizionalmente associata ad un'atmosfera più pulsante della città. È composta dai distretti IV-X, XIII-XXI e XXIII (il distretto V, Belváros, è trattato separatamente).
      Belváros (Centro Città di Pest) — Questo è il nome con cui è noto il distretto V. Il clou di questa zona è rappresentato dal parlamento, la Basilica di Santo Stefano (István) e la promenade (corso) con una bellissima vista sul Danubio e sulla collina del castello.
Insegna stradale

Ovviamente ogni quartiere possiede una propria atmosfera influenzata sia dalla cultura e gli atteggiamenti degli abitanti sia dalla storia locale. Le aree vicine e dentro a Nagykörút (Great Boulevard, servite dai tram 4 e 6) sono considerate centrali anche se alcune di esse non sono in perfette condizioni e frequentate da molti turisti. A Pest, Kiskörút (Piccolo Boulevard) è generalmente considerato limite dell'area centrale più frequentata dai turisti.

Informalmente i quartieri sono conosciuti con i propri nomi storici e spesso le persone che vivono nella città li chiamano così. Questi nomi sono spesso collegati ai membri della casata degli Asburgo o, in aree di periferia, ai nomi dei paesi inglobati nella città.

Quartieri degni di nota sono: Belváros (Centro città di Pest), Lipótváros (letteralmente: Città di Leopoldo) che insieme formano il V distretto, cuore di Pest con molte delle maggiori attrazioni turistiche, molte splendide piazze e bar. Tra queste rientrano anche il parlamento, alcuni ministeri e la banca centrale. Lipótváros è inoltre il maggiore centro politico-industriale dello stato. Il nome Leopoldo si riferisce all'imperatore Leopoldo I d'Asburgo la cui incoronazione a Re d'Ungheria nel 1790 diede il nome a questo quartiere.

Újlipótváros (letteralmente: Nuova città di Leopoldo) occupa la parte più interna parte del distretto 13, poco oltre il Grande viale alberato settentrionale di Lipótváros (Great Boulevard north of Leopold Town) con lo stupendo Ponte Margaret a uno dei suoi angoli. Il quartiere è considerato una delle più belle aree residenziali della città, con un'atmosfera rilassante e invitante e con una gran numero di ristoranti, bar e piccoli negozi. Nel quartiere si trova anche il Vígszínház (Teatro di commedie) e alcuni cinema alternativi. Nel quartiere vive tradizionalmente una popolazione di origine ebraica: le attività di persone come Raoul Wallenberg, Giorgio Perlasca, e Carl Lutz erano collegate con questa città.

Terézváros (letteralmente: città di Teresa): questo quartiere si trova tra i distretti V, VI e XIII e contiene la stazione ferroviaria occidentale (Nyugati pu.). Il quartiere viene così chiamato dalla visita dell'imperatrice Maria Teresa d'Austria nel 1777.

Erzsébetváros (letteralmente: città di Elisabetta) nel distretto numero otto, contiene la sinagoga di via Dohány. Il quartiere venne diviso da Terézváros dopo la visita alla città della principessa Sissi (Elisabetta di Baviera) nel 1882.

Come arrivare[modifica]

In aereo[modifica]

Budapest dispone di un proprio aeroporto:

Terminal[modifica]

L'aeroporto ha due terminal, 2A e 2B, nati dalla suddivisione del terminal 2 (aperto nel 1985) e situati a poca distanza l'uno dall'altro (il numero 2 dei loro nomi è dovuto al fatto che fino al 2012 era operativo anche un terminal 1, ora dismesso); il primo (gate 20-30) serve le destinazioni dell'Area Schengen, l'altro (gates 11-19) tutte le altre destinazioni.

Negozi duty free sono gestiti da Travel Value; le autorità degli aeroporti tedeschi potrebbero non permettere l'ingresso in Germania di prodotti acquistati presso il Duty Free. Nel Terminal 2, Hugo Boss e Swarowski sono gli unici negozi monomarca. Il negozio di alcolici, sigarette e dolci ha un'ampia gamma di vini locali provenienti principalmente dal Gundel; è possibile, inoltre, trovare Caffè Ritazza nel Terminal 2A, sia nell'area prima dei controlli di sicurezza che nell'area d'imbarco. Nell'area di pre-imbarco del terminal 2B è possibile trovare mezza dozzina di bar.

Voli[modifica]

La compagnia low cost ungherese Wizz Air opera voli tra Budapest e più di venti città europee. American Airlines opera voli diretti tra Budapest e New York City. L'aeroporto londinese di Heathrow è collegato da molti voli dell'American Airlines e della British Airways, mentre compagnie low cost volano agli aeroporti di Londra Luton, Gatwick e Stansted.

Al 2012 le seguenti compagnie operavano da/per l'aeroporto di Budapest:

Al 2014 i voli da scali italiani erano effettuati dalle seguenti compagnie:

Collegamenti con l'aeroporto[modifica]

  • Trasporti pubblici.

Le linee ferroviarie e della metro BKV m 3 jms.svg non sono ovviamente afflitte dal traffico intenso della città, ma non sono collegate direttamente con l'aeroporto: bisogna cambiare sulla linea di bus 200E o prendere un taxi.

I trasporti pubblici costano meno di HUF 1.000 a tratta, talvolta dipende da dove si comprano i biglietti e da che uso se ne fa. Qual è l'opzione migliore? dipende da dove bisogna andare a Budapest: se vicino alla stazione di Budapest-Nyugati o vicino a una fermata della linea della Metropolitana M3.

  • Treno + Bus (Tempo di percorrenza minimo: 35 minuti per Budapest-Nyugati, dipende dalle coincidenze)
Non c'è nessuna stazione che possieda un collegamento diretto con il terminal 2. I treni vanno da una stazione di Budapest-Nyugati alla stazione del terminal 1, 'Ferihegy' e viceversa. Il viaggio in treno dura circa 22 minuti. Questi sono treni che provengono da fuori da Budapest e arrivano circa 5 o 6 volte all'ora, ma a intervalli irregolari.
Biglietti ferroviari dedicati possono essere comprati presso le biglietterie o le casse automatiche vicino alle biglietterie nel sottopassaggio pedonale di Nyugati - premere il pulsante 'Ferihegy'; normalmente la macchina dà il resto. Alla stazione di Ferihegy c'è una moderna cassa automatica sulla piattaforma per Budapest. Un biglietto singolo a prezzo pieno costa HUF 365, ma le travelcards del tpl sono comunque valide; queste possono essere acquistate alle edicole dell'aeroporto. Se sali su un treno senza biglietto, dovrai pagare una multa di circa 2.500 HUF, quindi è meglio cercare di comprare il biglietto prima di salire a bordo.
Attenzione: sulla piattaforma dei treni in partenza ci sono degli Intercity diretti a Budapest-Keleti. Non prendere questi treni per andare a Budapest poiché per arrivare alla stazione di Budapest-Nyugati questi treni fanno un lungo giro - circa 5 ore e 45 minuti per un prezzo di 6.600 HUF.
I trasporti pubblici tra la stazione di Ferihegy e i Terminals 2A/2B sono gestiti dalla compagnia dei bus 200E e passano ogni 8-15 minuti con un viaggio della durata di circa 10 minuti. La fermata dei bus all'aeroporto è situata subito dopo la stazione ferroviaria, ma è necessari passare su un ponte pedonale con ascensori non sempre funzionanti. (Col bus, questa fermata è chiamata "Ferihegy vasútállomás" - cioè stazione ferroviaria - nel caso tu voglia scendere qui). I biglietti sono disponibili in aeroporto per HUF 350 presso le edicole, o posso essere comprati dall'autista a un prezzo di HUF450.
In alternativa è possibile prenotare un taxi via telefono per poi aspettarlo alla stazione dei bus, nel caso si viaggi di notte o si voglia raggiungere l'aeroporto più velocemente.
Dalla stazione di Ferihegy partono anche treni per numerose altre città: treni a lunga percorrenza provenienti dalla stazione di Budapest-Nyugati e diretti a Szeged, Kecskemét, Debrecen, Miskolc ... fermano qui.
  • Metro + Bus (Tempo minimo: 45 minuti per la stazione di Deák Ferenc tér, dipende dalle coincidenze)
La linea di bus locali 200E percorre il tragitto tra i Terminals 2A/2B e la stazione della M3, 'Kőbánya-Kispest', un piccolo hub per il trasporto locale. Il tragitto in bus dura circa 25 minuti. Il biglietto costa 350 HUF, e il tragitto in metropolitana richiede un altro biglietto di 350 HUF. La metropolitana parte da Kőbánya-Kispest e passa per il centro di Budapest (stazione di Deák Ferenc tér). Il viaggio dura 17-20 minuti.

È possibile comprare un biglietto cumulativo (átszállójegy) per HUF 530 che unisce i biglietti della metro e del bus, ma per ragioni ignote questi biglietti non sono in vendita alle casse automatiche. Sono invece acquistabili al banco BKK dell'aeroporto. (Se stai lasciando Budapest in aereo per poi tornarci considera di comprare un biglietto cumulativo in centro anche per il viaggio di ritorno.)

  • Servizio Minibus se si viaggia da soli da considerare è l'opzione dell'Airport Minibus service, un taxi-condiviso usato da persone che vanno nella stessa direzione (HUF 3,200 per persona o HUF 5,500 per un biglietto andata e ritorno). Mettiti in coda all'aeroporto e sarai sul taxi in circa 15 minuti. Per il viaggio di ritorno chiama il call centre +36 1 296-8555 almeno 24 ore prima della partenza.
  • Taxi. L'unica compagnia di taxi dall'aeroporto è Főtaxi. Pur dipendendo dalla destinazione, un tragitto per Budapest costerà tra HUF 3.900 e 6.500 (3.900 solo in zone vicine, nella zona degli hotel si arriva di solito a HUF 5.800 o €21 o più). Mettiti in coda al desk della compagnia per ricevere un preventivo e paga solo una volta raggiunta la destinazione. Questo sistema è stato studiato per evitare aumenti ingiustificati del prezzo.

ATTENZIONE: a meno che non si abbia prenotato un taxi da una differente compagnia, non accettare di salire su nessun altro taxi (abusivo). Prenotare un taxi potrebbe avere il vantaggio di avere prezzi migliori di quelli della Fötaxi.

In nave[modifica]

A Budapest fanno tappa le principali crociere che collegano Vienna con il Mar Nero e gli aliscafi di linea che da aprile a novembre la collegano in 6 ore con Vienna.

In treno[modifica]

Treni collegano Budapest con quasi tutti gli stati dell'Europa centrale e orientale. Tutti i treni passano per la stazione di Budapest Keleti, tranne dove diversamente indicato.

  • Berlino: 11¾h, due diretti eurocity al giorno, uno dei quali con un cambio a Břeclav e un treno notturno Metropol.
  • Monaco di Baviera: 7½h, 4 Railjet al giorno e un treno notturno Wiener Walzer. Questi treni si fermano anche a Salisburgo e Linz.

Biglietti dalla Germania sono molto meno costosi se comprati online, al meno 3 giorni in anticipo.

  • Vienna: 3h, ogni due ore, partenza dalla stazione di Wien-Meidling. Per i biglietti da Vienna e dalle altre città austriache ricorda che prima prenoterai, più i biglietti saranno economici. Un biglietto di sola andata da Vienna parte da €19.
  • Zurigo: 11h, due collegamenti diretti: uno di giorno e uno di notte. Un biglietto di sola andata parte da €39.
  • Praga: 7h, tre eurocity diretti, due dei quali con un cambio a Břeclav e un treno notturno Metropol. I biglietti online sono molto più convenienti di quelli normali (i prezzi partono da €19), ma è bene acquistarli almeno tre giorni prima della data di partenza. Se i biglietti elettronici sono esauriti o si deve acquistare un biglietto subito prima della partenza, è meglio comprare un biglietto nazionale per Praga-Kúty Gr. (punto di confine tra Repubblica Ceca e Slovacchia) e biglietti internazionali per Kúty Gr.-Štúrovo e Štúrovo-Budapest. Questa combinazione costa circa il 65% in meno del biglietto diretto. Per i due treni internazionali è possibile avere uno sconto RailPlus e biglietti andata e ritorno scontati.
  • Bratislava: 2¾h, sei treni eurocity al giorno. Grazia a un accordo bilaterale tra le ferrovie della Slovacchia e Ungheria ci sono biglietti a prezzi ridotti per molte città slovacche in vendita alle biglietterie.
  • Varsavia: 10½, 4 treni al giorno, uno diretto durante la notte con sedili, cuccette e vagoni letto (11½h) e 3 EuroCity durante il giorno con un cambio a Břeclav o a Ostrava Svinov (10-11½h). Sono disponibili pochi biglietti scontati SparDay e SparNight, in vendita alle stazioni polacche da 29€ per posti a sedere e da 39€ in cuccette.
  • Bucarest: 16h, due treni notturni Dacia e Ister e un collegamento giornaliero con cambio a Timișoara. Per i treni Ister puoi comprare un biglietto scontato Fortuna da €29 per posti a sedere o €39 per le cuccette, ma dovrai farlo almeno 7 giorni in anticipo. Non può essere prenotato online. I biglietti normali costano circa €50 solo andata, €77 a/r (uno sconto RailPlus è possibile) e le cuccette costano 15 € (più il prezzo del biglietto).
  • Venezia: 16h, collegamento attraverso Vienna. Il Venezia-Vienna Express Euronight parte alle 20:57 e arriva a Vienna alle 08:10. Il primo railjet parte alle 09.48, dando la possibilità di bere un caffè Viennese, da provare un Einspänner.
  • Lubiana: 10h, un collegamento diurno Lisinski/Agram passante per Zagabria. Partenza da Lubiana alle 06:35 e arrivo alla stazione Déli alle 16:29. C'è un treno anche da Maribor che parte alle 12:05 e che impiega 6 h per Budapest-Déli. Maribor è raggiungibile da Lubiana con i treni premium ICS, che partono da Lubiana alle 08:05 e arrivano a Maribor alle 09:53. Biglietti scontati Budapest-Special costano €39 solo andata e €49 a/r.
  • Zagabria: 6-7h, 3 treni al giorno. il treno Maestral arriva a 16:45 termina la propria corsa alla stazione di Déli. biglietti di sola andata partono da €29.

C'è un treno notturno stagionale da Spalato che parte ogni mercoledì e sabato dall'11 giugno al 27 agosto.

  • Belgrado: 8h, due treni Avala e Ivo Andric al giorno e uno notturno Beograd. Questi sono spesso in ritardo. C'è un'offerta speciale Budapest Special/Beograd Special, €15 sola andata o €26 a/r. Questi biglietti sono venduti solo alle stazioni di Budapest e Belgrado (o a Novi Sad). La prenotazione di cuccette costa €16,40. Nota: i treni notturni arrivano a Budapest molto presto, alle 5, e il passaggio della frontiera è alle 2 circa.

Il treno Avala ha vagoni letto stagionali da Podgorica e Antivari che partono tutti i lunedì, giovedì e domenica dal 19 giugno al 19 settembre.

  • Sarajevo: L'intercity è attualmente (2014) sospeso, è necessario cambiare a Belgrado.
  • Sofia: 18¼h, Balkan Express con un vagone letto via Belgrado. Il biglietto diretto è costoso, la soluzione migliore è acquistare un biglietto Sofia-Belgrado e successivamente uno Belgrado-Budapest alla stazione di Belgrado.
  • Kiev e Mosca: 25h/39h, treno veloce Tisza, un tipico treno a lunga percorrenza russo che viaggia per due notti. I biglietti internazionali sono molto più costosi di quelli nazionali in Russia e Ucraina. Per risparmiare è consigliabile prendere da Kiev un treno per Chop (partenza alle 18:52 o 20:06 - arrivo alle 10:04 o 10:52) vicino al confine tre Ucraina e Ungheria. A Chop comprare un biglietto per un treno locale per Záhony (HU) e a Záhony comprare un biglietto per un intercity per Budapest (arrivo alle 18:37). Si avranno più di 3 ore a Chop e 1 ora a Záhony per comprare i biglietti e ci sono treni successivi da Záhony per Budapest. Il viaggio complessivo è anche più corto di quello diretto e il prezzo è meno della metà. Fare attenzione ai fusi orari: L'Ucraina adotta un fuso orario UTC+2, mentre l'Ungheria UTC+1.

Stazioni[modifica]

Stazione di Keleti costruita negli anni 80 del XIX secolo
  • 11 Western Railway Station (Nyugati pályaudvar), Nyugati tér (BKV m 3 jms.svg: Nyugati tér). Treni nazionali per Debrecen, Nyíregyháza e Szeged.
  • 12 Eastern Railway Station (Keleti pályaudvar), Baross tér (BKV m 2 jms.svg: Keleti pályaudvar). treni internazionali, treni nazionali per Miskolc, Eger, Győr e Szombathely
  • 13 Southern Railway Station (Déli pályaudvar), Alkotás utca, Krisztina körút corner (BKV m 2 jms.svg: Déli pályaudvar). Treni per Slovenia, Croazia, Bosnia e Erzegovina, il Lago Balaton e il sud-ovest dell'Ungheria.
  • 14 Budapest Kelenföld Railway Station (Budapest Kelenföld), Etele Tér (BKV m 4 jms.svg: Kelenföldi Pályaudvar, una stazione degli autobus vicina è Etele tér). i treni da Vienna e il Lago Balaton fermano qui.
  • 15 Kőbánya-Kispest station (Kőbánya-Kispest állomás), Sibrik Miklós út (BKV m 3 jms.svg: 'Kőbánya-Kispest' station, also a bus hub is here). Treni da Romania, Ucraina e Ungheria orientale fermano qui. Ottimo punto di partenza per l'aeroporto Ferihegy.

In autobus[modifica]

Da diverse città italiane partono pullman della Eurolines diretti a Budapest. Népliget è la stazione delle linee internazionali ed è collegata al centro città tramite l'omonima fermata della metropolitana (linea blu, o M3, a 6 fermate da Deák).

La Volán Association è la compagnia nazionale che gestisce le linee di autobus ungheresi. Per arrivare a Budapest da un'altra città ungherese, i bus sono spesso la migliore opzione.

Le linee internazionali sono gestite da Eurolines +36 1 318-2122. La maggior parte delle linee sono servite due o tre volte a settimana; collegamenti da/per Austria e Slovacchia sono garantiti giornalmente. Orangeways +36 30 830-9696 offre biglietti economici da/per Austria, Repubblica Ceca, Croazia, Germania, Paesi Bassi, Polonia, Romania Slovacchia e Slovenia.

Eurobusways offre trasferimenti porta a porta da qualsiasi posto nell'Europa centrale e Europa orientale.

Stazioni degli autobus[modifica]

Le stazioni degli autobus a lunga percorrenza di Budapest sono situate fuori dal centro storico, ma sono ben servite dai trasporti pubblici. Le principali stazioni sono:

  • 16 Népliget Bus station (Népliget autóbuszállomás), Üllői út 131 (BKV m 3 jms.svg: Népliget station), +36 1 219-8086, +36 1 382-0888, @ info@volanbusz.hu. Simple icon time.svg Travel Centre lun-ven 08:00-18:00, sab-dom 08:00-16:00; Sala d'attesa: tutti i giorni 04:30-23:00; Bagni pubblici (disabili): tutti i giorni 04:30-22:45, ATM (prelievo bancomat) e telefono: tutti i giorni 04:30-23:00; Deposito bagagli: tutti i giorni 06:00-21:00; Snack bar e cambio valuta: tutti i giorni dalle 6:00 alle 20:00; Edicola lun-ven 06:00-20:00, Sab-dom 06:00-16:00. Autobus dall'estero e dalla maggior parte dell'Ungheria occidentale arrivano e partono da qui. È una stazione moderna con servizi affidabili. Gli orangeways buses partono dal lato opposto
  • 17 Stadion Bus Station (Stadion autóbuszállomás, formerly known as Népstadion autóbuszállomás), Hungária krt. 48-52. (BKV m 2 jms.svg: 'Stadionok' station), +36 1 251-0125. Simple icon time.svg Informazioni 05:30-21:00; ufficio per ritirare biglietti nazionali prenotati office lun-ven 06:00-18:00, sab, dom 06:00-16:00; Biglietteria lun-Sab 06:00-18:00 dom 06:00-16:00. Questa è la principale stazione per le destinazioni dell'Ungheria orientale. È una stazione moderna, ma talvolta sporca. È costruita sottoterra.
  • 18 Árpád Bridge Bus Station (Árpád híd autóbuszállomás), Árboc u. 1-3. (BKV m 3 jms.svg: 'Árpád híd' station), +36 1 329-1450. Simple icon time.svg Tutti i giorni 06:00-18:00. Questa è una piccola stazione per le destinazioni nel nord del paese e per il traffico suburbano. tra le destinazioni le più importanti sono: Szentendre, Esztergom e Visegrád.
  • 19 Etele tér Bus Station (Etele téri autóbuszállomás), Somogyi utca 35 (BKV m 4 jms.svg: Kelenföldi Pályaudvar station), +36 1 382-0888. Simple icon time.svg Biglietteria: lun-ven 06:00-21:00, sab-dom 06.00-16.00. Nuova stazione costruita a fianco della stazione ferroviaria di Kelenföld, al capolinea della metropolitana 4. Utile per raggiungere Statue Park e le altre destinazioni del centro della città. Le principali destinazioni sono Biatorbágy, Érd, Százhalombatta e l'area suburbana.


Come spostarsi[modifica]

La maggior parte dei monumenti e dei luoghi d'interesse turistico di Budapest sono facilmente raggiungibili a piedi e in centro ci sono numerose zone pedonali che stanno aumentando di anno in anno. Gli autisti tendono a rispettare queste zone e a dare precedenza ai pedoni sugli attraversamenti pedonali anche senza semaforo. A causa della mancanza di piste ciclabili i ciclisti devono fare lo slalom tra i pedoni. Poiché la pavimentazione delle strade del centro è spesso ciottolata è consigliabile non indossare scarpe con i tacchi.

Con mezzi pubblici[modifica]

Avviso di viaggio! ATTENZIONE: A metà del 2008 è stato inserito un nuovo sistema di numerazione dei bus e dei tram, diffidate dei consigli in merito di guide stampate prima del 2008 poiché potrebbero essere sbagliati e farvi perdere.

Molte strade, piazze e parchi sono stati rinominati nel 2011. Ciò ha causato la rinominazione anche di molte fermate del TPL. Se siete insicuri chiedete aiuto a qualcuno. Da controllare sono anche le frequenza dei bus/tram: orari sono disponibili presso ogni fermata.
Dopo che la linea della metropolitana 4 è stata aperta nel Marzo del 2014, parte delle linee degli autobus e tram sono state modificate per agevolare l'uso della metropolitana. Per informazioni consultare il sito dei trasporti di Budapest (BKK) (in inglese o ungherese).

A Budapest ci sono molti punti di interesse vicini tra loro, ma Budapest è una grande città, quindi ameno che non si guidi una macchina o si usi una bicicletta, si dovrà inevitabilmente usare il trasporto pubblico locale. La metropolitana serve gran parte della città e tutto il sistema di trasporti è facile da usare. Purtroppo però gli orari non sono sempre rispettati, i veicoli non sono sempre pulitissimi e i prezzi dei biglietti stanno aumentando.

Cittadini dell'Unione Europea, degli stati membri dell'EEA (European Economic Area) o della Svizzera con più di 65 anni possono viaggiare gratuitamente. Un documento di identità è sufficiente per provare l'età. Per conoscere i prezzi aggiornati visitare il sito della BKK

I mezzi pubblici viaggiano di solito dall 5 alle 23.30, salvo durante la vigilia di Natale quando il trasporto diurno si ferma alle 16. Esiste tuttavia un ben sviluppato servizio di autobus notturno.

Linee particolarmente utili per chi visita la città sono:

  • battelli D11, D12 e D13 di giorno, tariffe speciali nel weekend

Mappe del trasporto pubblico locale sono presenti nelle fermate di tram, metropolitana e in molti sottopassaggi.

Biglietti e abbonamenti[modifica]

Per coloro che hanno in programma di usare molto i trasporti pubblici (e molti turisti lo fanno), abbonamenti giornalieri o settimanali sono molto meno costosi di biglietti singoli.

Al 2016 i biglietti più usati erano:

Biglietto valido per una tratta
M2: Stazione Keleti
  • Biglietto singolo (vonaljegy): valido per una tratta all'interno della città, 1 cambio consentito solo in metropolitana). HUF350. HUF450 se comprato dall'autista - opzione possibile solo in alcune linee.
  • Biglietto con cambi (átszállójegy): valido per una tratta all'interno della città, 1 cambio consentito HUF530.
  • Blocchetto da 10 biglietti singoli: HUF3,000
  • 'Abbonamento giornaliero (napijegy): valido 24 ore dopo l'acquisto. HUF1.650.
  • Abbonamento per 3 giorni (háromnapos turistajegy): valido 72 ore dopo l'acquisto HUF4.150.
  • Abbonamento settimanale : Valido 7 giorni dalla data di acquisto. HUF4.950.
  • Abbonamento per 2 settimane (kétheti Budapest-bérlet): Valido 14 giorni dalla data di acquisto - necessaria una foto formato passaporti. Valido sui treni MÁV e sui bus Volán suburbani . HUF7.000.
  • Abbonamento mensile (havi Budapest-bérlet): Valido 30 o 31 giorni dalla data di acquisto - necessaria una foto formato passaporti. Valido sui treni MÁV e sui bus Volán suburbani. HUF9.500.
  • Abbonamento mensile per studenti : Valido 30 o 31 giorni dalla data di acquisto solo con una carta dello studente Ungherese: non è accettata la carta io studio.

La Budapest Card offre uso gratuito dei trasporti pubblici, ingresso gratuito ai musei e sconti nei ristoranti, negozi e bagni termali. Il costo della card valida 48 ore è di 21 €, mentre per 72 ore è di 26 €. La card ha validità per un adulto e un bambino sotto i 14 anni da lui accompagnato.

Metropolitana[modifica]

Mappa della metropolitana e dei treni suburbani di Budapest

Il sistema di metropolitane di Budapest è un modo molto comodo per visitare la città, è collegato con la ferrovia, con le stazioni degli autobus, con hotel, musei e monumenti. Il sistema è composto da 4 linee: le linee BKV m 1 jms.svgBKV m 2 jms.svgBKV m 3 jms.svg si incrociano alla stazione di Deák tér (piazza Deák nel centro di Pest), le linee BKV m 2 jms.svg e BKV m 4 jms.svg a Keleti Pályaudvar e BKV m 3 jms.svg e BKV m 4 jms.svg a Kálvin tér. Le linee non hanno biforcazioni e terminano quasi sempre al capolinea.

Prima di scendere dalle scale mobili convalidare il proprio biglietto: è qui che spesso i controllori verificano la validità dei biglietti.

  • BKV m 1 jms.svg Metro 1 (linea gialla) collega Mexikói út (un punto nevralgico per i trasporti della città nella parte nordorientale di Budapest) con Vörösmarty tér (nel centro di Pest), passando per Hősök tere. Fu costruita per commemorare il millesimo anno dalla nascita dell'Ungheria. È stata la prima metropolitana costruita nell'Europa continentale e seconda al mondo solo a quella di Londra.
  • BKV m 2 jms.svg Metro 2 (linea rossa) collega Déli pályaudvar (Southern Railway Station, nel centro di Buda) con Örs vezér tere (principale hub del TPL della parte orientale di Pest) passando per Széll Kálmán tér (già Moszkva tér, principale hub del TPL di Buda), Kossuth tér (nei pressi del parlamento a Pest) e Keleti Pályaudvar (Stazione ferroviaria di Keleti a Pest). Anche se la costruzione iniziò negli anni 50 del 1900, la line fu aperta solo tra il 1970 e il 1972. Dopo essere stata completamente ricostruita nel 2004, le stazioni sembrano nuove di zecca e i treni di produzione sovietica sono stati sostituiti da altri più moderni.
  • BKV m 3 jms.svg Metro 3 (linea blu) va da Újpest-Központ (area residenziale della periferia settentrionale di Pest) a Kőbánya-Kispest (centro importante nel centro di Pest, capolinea del bus 200 per l'aeroporto), passando per Nyugati Pályaudvar (Western Railway Station) e molte stazioni nel centro di Pest. Fu aperta tra il 1976 e 1990.
  • BKV m 4 jms.svg Metro 4 (linea verde) collega Kelenföldi Pályaudvar (Stazione ferroviaria di Kelenföldi) con Keleti Pályaudvar (Eastern Railway Station). Altre stazioni sono Újbuda-Központ, Szent Gellért Tér e Fővám Tér (piazza Fővám, vicino al Vásárcsarnok). La linea è stata costruita tra il 2006 e il 2014.

Tram[modifica]

Nel 2006 il tram più lungo al mondo inizia il suo servizio sulle linee 4 e 6

Le 25 linee di tram di Budapest sono un modo facile per girare la città. Sono più lenti, ma molto più scenici della metropolitana e utili nelle zone sprovviste di metropolitana. Fare attenzione con le porte: aprono da lati differenti a seconda della fermata.

Linee particolarmente utili per i turisti sono:

  • Tram 4 e 6 entrambi percorrono il Nagykörút, (Grand Boulevard) consentendo l'accesso a 4 stazioni della metropolitana. Le linee attraversano il Danubio sul ponte Margaret (Margit híd) dal quale offrono una splendida vista. Anche se tecnicamente sono due linee distinte, le linee 4 e 6 si differenziano per le sole ultime due fermate che di solito i turisti non usano. Servizio ogni 3 minuto nelle ore di punta.
  • le tre linee che seguono il corso del Danubio (19 / 41 a Buda e 2 a Pest) sono considerate parte della città. Entrambe offrono un ottimo panorama.

Autobus[modifica]

Autobus urbano blu a Pest

Budapest ha una densa rete di bus, che è anche interconnessa con il sistema di tram e metro. Il sistema di numerazione è facile da comprendere: i numeri sotto il 199 indicano linee di bus regolari, le linee con una E aggiunta indicano un bus express che non si ferma a tutte le fermate, le linee con una A aggiunta indicano che il percorso è più corto di quello normale, i numeri sopra il 900 indicano il servizio notturno. (I numeri tra 300 e 899 indicano le linee del trasporto suburbano gestite dalla compagnia Volán, i biglietti BKK e la maggior parte degli abbonamenti non sono validi su di essi.)

Linee particolarmente utili per i turisti sono:

  • Bus 7, 7A, 7E e 107E collegano la stazione ferroviaria di Keleti con il centro della città e molti luoghi d'interesse a Buda e Pest
  • Bus 16, 16A e 116 per il castello di Buda.
  • Bus 105 collega Hősök terecon Andrássy avenue e Deák tere/Erzsébet tere passando per il ponte delle Catene (Széchenyi lánchíd) e per la stazione di Déli (Déli pályaudvar).
  • Bus 200E per l'aeroporto.

Servizio notturno[modifica]

Budapest è dotata di 35 linee di autobus e 6 di tram che effettuano un servizio notturno. I numeri sono a tre cifre e iniziano con il numero 9. I bus passano ogni 15-60 minuti dalle 23:00 alle 4.00. Il principale punto di scambio del servizio notturno è Széll Kálmán tér (già Moszkva tér) a Buda e Astoria a Pest. i biglietti normali sono validi.

Le principali linee notturne sono:

  • Tram 6 – segue il percorso del tram diurno. Frequenza: 10-15 min.
  • Bus 907 e 973 – Sostituisco il bus 7
  • Bus 979 – Sostituisce la M1
  • Bus 956 – Percorre gran parte del percorso della M2
  • Bus 914, 914A, 950 e 950A – Sostituiscono la M3

Mappe e orari sono disponibili sulla home page della BKK. Aggiornamenti sul traffico in tempo reale sono disponibili su BKK Info. Sono disponibili alcune app per Android/IOS con gli orari, cercare "bkk". BpMenetrend è uno di questi: Android, iOS.

La maggior parte dei bus notturni aprono solo la porta frontale.

In taxi[modifica]

I taxi si distinguono dall'insegna e dalla targa gialla (se non ce l'hanno significa che lavorano illegalmente) e costano di meno quando si prenotano per telefono. Tutti i taxi sono muniti di tassametro che emette anche le ricevute. I prezzi sono visibili sul cruscotto e sulla portiera destra posteriore. A Budapest si usa lasciare al tassista una mancia pari circa al 10% dell'importo.


Cosa vedere[modifica]

Buda[modifica]

Castello di Buda
  • Castello di Buda. Il castello di Buda è da secoli uno dei luoghi strategici e culturali più importanti di Budapest. Le diverse ricostruzioni ed ampliamenti, effettuati nel corso dei secoli, rendono il castello un mix di diversi stili architettonici che conferiscono all'intero quartiere un fascino straordinario.

La collocazione del castello fu decisa intorno al XIII secolo a seguito di un terribile attacco Mongolo che spinse la popolazione a cercare un posto per difendersi. Il Palazzo reale è uno dei simboli del paese, oltre che Patrimonio Mondiale, e dalla sua costruzione è stato per 700 anni la residenza dei sovrani ungheresi nonché teatro di battaglie e guerre. Il castello si staglia in tutta la sua bellezza sulla riva del fiume Danubio, la sua costruzione risale al 1241, dopo l'invasione mongola, sulle colline di Buda che venne designata come capitale d’Ungheria. Da allora il castello è stato migliorato ed ampliato in diverse occasioni, soprattutto dopo i vari danneggiamenti dovuti alle diverse guerre e battaglie d’indipendenza. Inizialmente il palazzo era in stile gotico e venne costruito ed ampliato nel corso di 300 anni ma venne completamente distrutto durante l'assedio turco e la riconquista di Buda (1686). Solamente nel 1715 venne iniziata la costruzione di un nuovo palazzo in stile barocco di dimensioni ridotte. Un notevole ampliamento venne effettuato nel 1749-1790, ma nel corso degli anni subì spesso ulteriori piccole trasformazioni. Il 3 marzo 1800, nella sala delle cerimonie, Joseph Haydn diresse personalmente “La Creazione”. Il palazzo reale subì gravi danni durante la seconda guerra mondiale in cui venne parzialmente distrutto e completamente bruciato al suo interno. Durante i lavori di ricostruzione vennero alla luce numerosi particolari del palazzo medioevale originale. Oggi ospita il Museo storico di Budapest, la Galleria Nazionale, il Museo di arte contemporanea e la Biblioteca nazionale Széchenyi. Inoltre il palazzo ospita anche il teatro da camera del Teatro Nazionale: il Teatro della Fortezza. A settembre vi si tiene il Festival Internazionale del vino e dello spumante, uno degli eventi enologici più importanti. Nelle vicinanze del Palazzo si trova il Palazzo Sándor che, restaurato meravigliosamente, è la residenza del Presidente della Repubblica. Un posto famoso per gli studenti è la statua del Generale Ussaro András Hadik. Questa statua è stata realizzata da György Vastagh Jr. e rappresenta il generale dietro un cavallo mentre ne stringe i testicoli. Gli studenti di Budapest hanno l'abitudine di lucidare i testicoli del cavallo il giorno stesso di esami difficili in quanto si dice che porti fortuna.

Matthias Church, Budapest.JPG
  • Chiesa di Mattia, Szentháromság tér. È la chiesa cattolica più bella e famosa di Budapest. Fu costruita da re Béla IV nel XIII secolo. Consacrata e dedicata all'Assunta, era nota come Chiesa della Madonna. La chiesa a tre navate venne battezzata con nome tedesco in quanto fungeva da parrocchia per la grande e potente comunità tedesca. Tanta era l'influenza di tale comunità che la Chiesa di Mattia divenne nota come "Cappella Reale". Alla fine del XIV secolo la chiesa subì una ristrutturazione in stile gotico. Venne ricostruita intorno al 1470 per volontà di Mattia Corvino che fece effettuare anche un ampliamento. Sulla facciata della torre è collocato lo stemma reale, che, di fatto, ha dato il nome alla chiesa. Durante in dominio turco questa chiesa, come molte altre, divenne una moschea con il nome di Moschea Eszki, "moschea vecchia". Dopo la riconquista di Buda e la ritirata dei turchi, la chiesa passò in mano ai Gesuiti, i quali fecero dei restauri in stile barocco e nel 1773 divenne chiesa parrocchiale. In questa chiesa il giorno 8 giugno 1867 venne ufficializzato il "Compromesso" che sanciva la nascita dell'Impero Austro-Ungarico. Nella seconda metà del XIX secolo venne restaurata e in parte ricostruita in stile neogotico. Distrutta nuovamente durante la seconda guerra mondiale, la Chiesa di Mattia venne ricostruita definitivamente negli anni '60. La Chiesa di Mattia è stata teatro dell'incoronazione di alcuni dei re ungheresi e custodisce la tomba del re Béla III e della moglie, Anna di Antiochia. Gli affreshi e le vetrate sono opere di Károly Lotz, Mihály Zichy, Bertalan Székely. La torre è alta 80 metri e all'interno di questa chiesa si possono ammirare la collezione di arte religiosa, la storia della Sacra Corona ungherese ed i capolavori di oreficeria.


Gellért-hegy[modifica]

Cittadella
statua della Libertà
  • Citadella.
  • Szent Gellért-sziklatemplom (Chiesa troglodita di San Gerardo).
  • Szabadság-szobor (Statua della Libertà). Opera dello scultore Zsigmond Kisfaludy Stróbl in memoria alla liberazione del paese, eretta nel 1947 e alta 14 m. Ai piedi della statua due figure simboleggiano il progresso e la lotta.
Ingresso alla chiesa di San Gerardo


Pest[modifica]

West facade of Saint Stephen's Basilica, 2006 Budapest, - Basilica2.jpg
  • Basilica di Santo Stefano, Szent István tér. la più grande chiesa della città la cui cupola si vede da tutta la città. Deve il suo nome al fondatore dello Stato di Ungheria, re Santo Stefano che nell'anno 1000 unificò per la prima volta lo stato. La costruzione di questa chiesa è iniziata nel 1851, seguendo i progetti di Józef Hild, e si è protratta, a causa del crollo della cupola, fino al 1905, anno in cui è stata consacrata. È una chiesa in stile classicheggiante con la pianta a croce greca. La cupola offre ai suoi visitatori un panorama mozzafiato della città a 360° da circa 65 metri di altezza. La basilica conserva la reliquia più importante per gli ungheresi: il "Santo Destro", ovvero il braccio mummificato del primo re ungherese, Santo Stefano, patrono della chiesa. Custodisce anche altre eccezionali opere d'arte tra cui le statue di Alajos Stróbl, il quadro di Gyula Benczúr: "Santo Stefano offre il paese in protezione della Vergine Maria", ma anche altre opere di autori famosi come József Dankó, Bertalan Székely e Károly Lotz.


Palazzo del Parlamento
  • Palazzo del Parlamento.


Museo etnografico


Sinagoga di Via Dohàny
  • Sinagoga in Via Dohàny. Budapest ha sempre vantato una numerosa comunità ebraica, ancora oggi sono attive 22 sinagoghe. La parte centrale del settimo distretto della città è nota come il Ghetto Ebraico di Budapest e proprio nel cuore di quest'area è ancora attiva la più grande sinagoga d'Europa. Questa sinagoga è uno dei monumenti più imponenti di tutta Budapest, è in stile bizantino-moresco e la sua costruzione è stata terminata nel 1859. La chiesa venne costruita al posto della casa di nascita di Theodor Herzl, fondatore del movimento politico del sionismo. Nel giardino della Sinagoga, proprio sopra una ex fossa comune, c’è un monumento che ricorda gli ebrei uccisi dai nazisti nel 1944-45: "L'albero della vita" dello scultore Imre Varga. Questa scultura rappresenta un albero di salice sulle cui foglie di metallo sono stati incisi i nomi dei martiri. La sinagoga è anche sede del Museo Ebraico che offre una notevole collezione ebraica che spazia dall'epoca romana fino al XX secolo.


Museo ungherese delle arti applicate
  • Magyar Iparművészeti Múzeum (Museo ungherese delle arti applicate), H-1091 Budapest, Üllői út 33-37 (stazione Corvin negyed sulla linea M3).


Museo Nazionale Ungherese


Museo delle Scienze Naturali


.

Budapest Palace of Arts entrance.jpg


Knorr-villa (majd Hopp-villa) (12547. számú műemlék).jpg
  • Hopp Ferenc Kelet-Ázsiai Művészeti Múzeum (Museo delle Arti dell'Asia Orientale Hopp Ferenc), Andrássy út 103 (non distante dalla Piazza degli Eroi.). fondato dal collezionista Hopp Ferenc che visse nel XIX secolo e decise di esporre la propria collezione di oggetti provenienti soprattutto dal Giappone e dalla Cina


Casa del Terrore
  • Terror Háza Múzeum (Museo Casa del terrore), Andrássy út 60. mostra degli orrori del regime dei crocefrecciati e dei comunisti


Piazzale degli Eroi con il Monumento del Millenario, il museo di belle arti e la galleria d'Arte
Monumento del Millenario
  • Millenniumi emlékmű (Monumento del Millenario), Hősök tere. Hősök tere, o piazza degli Eroi, è la piazza cove è ubicato il Monumento del Millennio, sulla cui cima si erge l'arcangelo Gabriele.


Museo di Belle Arti


Galleria d'arte
  • Műcsarnok (Galleria d'arte) (Di fronte il museo delle Belle Arti).


III circoscrizione[modifica]

  • Museo e Scavi di Aquincum, Szentendrei út 139. Uno dei maggiori parchi archeologici dell'Ungheria. Tra le rovine romane è possibile vedere un quarto della città di Aquincum


Altre attrazioni[modifica]

  • Museo Storico di Budapest, Szent György tér 2, +36 1 4878800. Ecb copyright.svg Intero: 1100 fiorini, sotto 26 e sopra 62 anni: 550 fiorini.. Simple icon time.svg Mer-Lun 10:00-16:00; da marzo a metà settembre Lun-Dom 10:00-18:00. Illustra la storia della città.
  • Museo Vasarely, Szentlélek tér 6. Espone opere del fondatore della op-art, l'artista ungherese Győző Vásárhelyi conosciuto con il nome di Victor Vasarely.
  • Museo della Storia della Guerra, Tóth Árpád sétány 40. Collezione di armi, uniformi, bandiere e altro dal Medio Evo al '900.
  • Galleria Nazionale Ungherese, Szent György tér 2. Esposizione di 100.000 oggetti d'arte dalla fondazione dell'Ungheria fino ad oggi.
  • Parco di Memento, Balatoni út. 40 statue dell'epoca comunista.
  • Castello Nagytétény, Kastélypark utca 9-11. In stile barocco. All'interno è possibile visitare l'arredamento delle sale del castello.
  • Museo Ebraico, Dohány utca 2. Ricco di oggetti della religione ebrea, presso la Sinagoga.
  • Palazzo Reale. Simbolo del paese, ospita la Galleria Nazionale Ungherese e il Museo della Storia di Budapest.
  • Bastione dei Pescatori, Piazza Szentháromság. Edificio puramente decorativo costruito sul luogo dove si trovava il mercato del pesce (da cui deriva il nome).
  • Statua di San Gerardo, Gellérthegy. Sull'omonima collina.
  • I ragazzi di Via Pál, Práter utca 15. Statue di bronzo che raffigurano una scena del famoso romanzo ungherese.

I ponti di Budapest[modifica]

Budapest è nota come “perla del Danubio” e proprio questo fiume vi scorre per più di 20 km. Il primo ponte che collegava le due rive venne costruito in epoca romana ad Aquincum, un ponte in pietra che consentiva di raggiungere la fortificazione sull'altra sponda del fiume. Dopo questa prima opera di ingegneria in realtà i budapestini si affidarono, fino alla costruzione del ponte delle Catene nel 1849, a chiatte, ponti galleggianti o barche di traghettatori e d’inverno allo stesso fiume ghiacciato. Attualmente Buda e Pest sono collegate da ben 8 ponti di cui uno per il traffico ferroviario.

Ponte Margherita
  • Ponte Árpád. La sua costruzione risale al 1950 e successive modifiche ed ampliamenti sono stati apportati negli anni ’80. Il ponte è lungo circa 2km e si trova a nord dell'isola Margherita.
Ponte delle Catene
  • Margit híd (Ponte Margherita). Il ponte venne progettato dall'architetto Ernest Gouin, la sua costruzione iniziò nel 1872 e terminò nel 1876. Questo ponte collega l'isola Margherita sia a Buda che a Pest. Nel 1945 il ponte venne minato dai tedeschi ed esplose causando 600 morti. Venne ricostruito nel dopoguerra e le sirene che adornano i piloni sono state create dal francese Thabart. Nel 1956 venne attraversato dal corteo studentesco che, dirigendosi verso il parlamento, protestava contro l'invasione sovietica.
  • Széchenyi Lánchíd (Ponte delle Catene). Venne costruito grazie all'iniziativa del Conte István Széchenyi. La sua costruzione iniziò nel 1839 e proseguì fino al 1849. I progetti del ponte si devono all'inglese William Tierney Clark, mentre la costruzione venne affidata al “quasi omonimo” Adam Clark. Il ponte è caratterizzato da una struttura massiccia, posa su due grandi pilastri di 50 metri ed è lungo 375 metri, inoltre è ornato da statue di leoni ad opera dello scultore János Marschalkó. Il primo carro che attraversò il ponte, mentre ancora era in fase di costruzione, fu durante la lotta d’indipendenza e portava la corona ungherese di Buda. Il ponte, infatti, rischiò di non essere portato a compimento dato che le truppe austriache cercarono di farlo saltare in aria, ciò non avvenne grazie all'intervento di Adam Clark che inondò le camere-catene che erano state riempite di esplosivo. Venne distrutto durante la seconda guerra mondiale ma fu subito ricostruito e inaugurato nuovamente nel 1949, 100 anni dopo la prima inaugurazione.

Il ponte collega la Piazza Roosvelt (Roosvelt Tér) di Pest con la piazza Clark (Clark Ádám Tér) a Buda, dove termina nel tunnel, lungo 350 metri, che passa sotto la collina della Fortezza (Várhegy).

Ponte Elisabetta
Ponte Petõfi
  • Erzsébet híd (Ponte Elisabetta). Costruito tra 1897 e 1903 in stile liberty, il ponte era lungo 290 metri. Venne intitolato alla principessa e regina Elisabetta, meglio nota come Sissi, assassinata nel 1898. Inaugurato nel 1903 è stato il ponte ad una sola arcata più grande d’Europa. Venne distrutto durante la seconda guerra mondiale dai tedeschi, come tutti i ponti di Budapest. Fu ricostruito e allungo fino a raggiungere i 380 metri a metà degli anni Sessanta. E’ l'unico ponte di Budapest che non venne ricostruito nella sua forma originale di cui conserva il nome e due piloni. L'attuale ponte bianco progettato da Pál Sávoly venne inaugurato e aperto al traffico nel 1964.
  • Petõfi híd (Ponte Petõfi). Costruito negli anni Trenta, non ebbe vita lunga in quanto venne distrutto nella seconda guerra mondiale. Venne ricostruito nel 1952. E’ lungo 514 metri e sbocca, a Pest, sul Grande Corso (Nagykörút) come proseguimento della circonvallazione, lungo 4 km.
Ponte Rákóczi (ex Ponte Lágymányosi)
Ponte delle Libertà
  • Szabadság híd (Ponte delle Libertà). Venne eretto in occasione delle celebrazioni del millennio ungherese, tra il 1896 e il 1896, su progetto di János Feketeházy e Aurel Czekelius, ma definito nelle soluzioni architettoniche dal professore del Politecnico Virgil Nagy. Venne inaugurato nel 1896, in occasione del Millennio dell'Ungheria (896-1896), dal re-imperatore Franz Joseph, da cui prese il nome. In quest’occasione Franz Joseph piantò l'ultimo chiodo d’argento sul ponte dalla parte di Pest. E’ considerato uno dei ponti più belli del mondo, in stile Art nouveau ha un’elegante struttura in ferro. In cima alle guglie delle quattro torri sono state scolpiti dei turul, il mitico uccello simile all'aquila che avrebbe indicato ad Árpád la strada dei Carpazi, nell'atto di liberarsi. Al centro della balaustra che sovrasta l'arco è stato effigiato lo stemma reale ungherese con la santa corona. Distrutto dai tedeschi durante la seconda guerra mondiale, venne ricostruito e rinominato Ponte della Libertà.
  • Ponte Rákóczi (Rákóczi híd o Lágymányosi híd). È uno dei ponti più recenti della città un tempo noto come ponte Lágymányosi. È stato costruito nel 1992-1995 per alleggerire il traffico sul ponte Petõfi e per collegare i nuovi quartieri della città.


Eventi e feste[modifica]

Marzo
  • Festival della Primavera. Un grande varietà di eventi culturali legati alla musica classica e alle arti visuali.
  • Festival Primaverile del Vino.
Maggio
Giugno
Luglio
Agosto
  • Sziget Festival. Ecb copyright.svg I biglietti sono acquistabili qui. Simple icon time.svg seconda settimana di agosto. Festival musicale che si tiene sulla Óbudai-sziget ("isola della vecchia Buda"), nel mezzo del Danubio. Il festival è uno dei festival che conta più presenze in assoluto al mondo, grazie anche alla sua durata che a differenza di un normale festival è di una settimana, la seconda di agosto. Sziget Festival conta più di 60 stages e ospita non solo musica dal vivo ma anche DJ sets, teatro, proiezioni video-cinematografiche, danza, esibizioni circensi e di artisti di strada e manifestazioni sportive. È un evento unico nel suo genere, multimediale, aperto ad ogni espressione artistica e musicale, punto d’incontro di culture e tendenze disparate, tra pop, rock, metal, hip hop, blues, reggae, afro, world music, folk, elettronica, jazz, classica ed ogni altra sperimentazione sonora.
  • 20 F1 Gran Premio d'Ungheria (Magyar Nagydíj), circuito dell'Hungaroring. Simple icon time.svg luglio-agosto. A 20 km da Budapest, è una gara automobilistica che si disputa ogni anno dal 1936. La pista è molto simile a quella del Principato di Monaco, ciò vuol dire che è molto difficile sorpassare, per questo è importante una buona qualifica e una buona strategia di gara.
  • Festival Ebreo d'Estate. Simple icon time.svg Agosto-settembre.
  • Festa nazionale. Simple icon time.svg 20 agosto. Spettacolo di fuochi d'artificio e musica sul Danubio. Visibile sia dalle sponde sia da Gellert.
Settembre
  • Festival Internazionale del Vino, Terrazze del castello di Buda. Simple icon time.svg A settembre, nel 2014 dal 10 al 14 settembre.
  • Festival del Barocco. Ecb copyright.svg HUF 2.200 se prenotati online prima dell'1 agosto qui, HUF 2.900 se comprati a momento. Simple icon time.svg A settembre-ottobre. Festival in cui è possibile degustare vini provenienti da tutto il mondo
Ottobre


Cosa fare[modifica]

Pattinaggio sul ghiaccio al Városliget
"Casa degli Elefanti", Budapest Zoo
  • Forse un'ovvietà, ma sicuramente da fare è munirsi di una mappa della città e gironzolare per il centro, entrare in bar e ristoranti (meglio se non attaccati alle attrazioni principali) dove gustare pietanze tipiche, curiosare tra i banchi del mercato e godersi la vista dai ponti sul Danubio di sera.
  • Hungaria Koncert, +36 1 317-1377, @ hunkonc@ticket.info.hu. Simple icon time.svg Tutti i giorni alle 14, 19 e 20. Crociere sul Danubio con pranzo o cena. La crociera dura 90 minuti e sulla barca è presente un buffet caldo dove servirsi. Durante la crociera è possibile vedere il palazzo del parlamento, il Castello Reale e molte altre attrazioni della città.
  • Girare in bici per la città (noleggiabili a circa 1800 fiorini ungheresi per mezza giornata). Szentendre è a due ore di bici dalla città e il percorso per raggiungerla costeggia il Danubio. Sono disponibili anche tour guidati in bici organizzate da molte organizzazioni come Buda Bike (garage sotterraneo di fronte alla Basilica di S. Stefano) che noleggia anche bici. Mappa delle piste ciclabili.
  • Passeggiare nel parco della città (Városliget) con i propri figli girando intorno al laghetto e dando da mangiare a cigni e anatre. Anche Széchenyi Spa, subito dopo il lago a destra, è un luogo dove i bambini si possono divertire.
  • In inverno non si può non provare l'esperienza di pattinare sul lago del parco Városliget tra gli alberi coperti di neve [1].
  • Andare al Budapest Zoo - uno dei più vecchi zoo al mondo - che ospita più di 800 animali.
  • Perdersi nel Labirinto della collina di Buda, accessibile da due punti, le gallerie sono state create da una sorgente d'acqua e vennero usate durante la seconda guerra mondiale come rifugio antiaerop. [2]

Terme[modifica]

Bagni Széchenyi
Bagni Széchenyi
Bagni Gellért
Veduta aerea dei bagni Széchenyi

A Budapest il culto dei bagni termali si diffuse soprattutto tra il XVI e il XVII secolo, anche se i resti dei bagni romani testimoniano la loro presenza già nel II secolo d.C. Oggi è possibile usare ancora 4 bagni termali costruiti nell'era turca: Rác, Rudas, Császár e Király. Numerosi sono i bagni termali moderni.

Bagni, Piscine e Saune[modifica]

Józsefváros (Budapest VIII)[modifica]

  • 1 Magnum, sauna GBT, Csepreghy utca 2, Józsefváros (Fermata Corvin negyed: metropolitana linea M3, e tram linee № 4, 6), +36 30 8446864, @ mszauna@hotmail.com. Ecb copyright.svg 1500,- HUF/persone dai 18 ai 24 anni, 2000,- HUF/persone dai 25 ai 29 anni, 3900,- HUF/persona oltre i 30 anni. Simple icon time.svg Lun-Gio 13:00-24:00, Ven 13:00-05:00, Sab 13:00-24:00, Dom 00:00-24:00.

Zugló (Budapest XIV)[modifica]

  • 2 Széchenyi, terme e bagni (Széchenyi, Gyógyfürdő és Uszoda), Állatkerti körút 9-11, Zugló (Fermata Széchenyi fürdő: filobus linea № 72, e metropolitana linea M1), +36 1 3633210, fax: +36 1 3633323, @ szechenyi@spabudapest.hu. Ecb copyright.svg 4900,- HUF/persona con solo armadio, e 5600,- HUF/persona per cabina privata. La Budapest Card vi garantisce il 10% di sconto.. Simple icon time.svg Lun-Dom 06:00-22:00.


Acquisti[modifica]

La valuta ufficiale è il fiorino (HUF).

I soldi si possono cambiare nei numerosi sportelli autorizzati ed è vivamente sconsigliato di cambiarli illegalmente per strada, anche perché si corre il rischio di ricevere banconote false. I tassi di cambio più favorevoli si trovano nei pressi della stazione e nel centro. Le banche lavorano da lunedì a giovedì dalle 08.00 alle 15.00 e venerdì dalle 08.00 alle 13.00.

La maggior parte dei negozi di abbigliamento è aperta da lunedì a venerdì dalle 10.00 alle 18.00 e sabato fino alle 13.00, mentre i negozi di alimentari aprono alle 07.00. Di domenica lavorano solo i maggiori centri commerciali.

Come divertirsi[modifica]

Spettacoli[modifica]

Spettacoli circensi sono organizzati presso il:

Per gli appassionati dell'opera e della musica classica Budapest possiede una stupenda Opera House.

Locali notturni[modifica]

Caffè storici[modifica]

Gerbeaudinnen.JPG
Voeresmartyter-gerbeaud-budapest.jpg
  • Café Gerbeaud, Vörösmarty tér.
  • Szimpla Kert (Szimpla), Budapest, Kazinczy utca 14, 1075 Ungheria, +36 20 261 8669. Simple icon time.svg 12:00-4:00. Storico pub in rovine, tipicamente budapestino, frequentato da locali e turisti. Locale su due piani con bar e narghile' all'interno


Dove mangiare[modifica]

Prezzi medi[modifica]

  • Fatal, Vaci utca 67, +361-2662607, +361-2662608. Simple icon time.svg dalle 12 alle 24. Un ristorante molto noto tra gli studenti Ungheresi, offre piatti tipici apprezzati sia per la qualità, sia per le porzioni estremamente abbondanti. Si consiglia di ordinare una sola portata per volta.


Dove alloggiare[modifica]

  • Gozsdu Court Budapest K, Király utca 13 1075 Ungheria. Appartementi in affitto per brevi e lunghi periodi

Prezzi modici[modifica]


Sicurezza[modifica]

Numeri utili[modifica]

  • 112 Numero unico per le emergenze
  • 104 Ambulanza
  • 107 Polizia
  • 105 Vigili del Fuoco

Criminalità[modifica]

Budapest è potenzialmente una delle città della sua dimensione più sicure al mondo. Non ci sono baraccoppoli e quartieri da evitare, in particolar modo nelle zone più frequentate dai turisti e in quelle vicino ad esse. Come ogni turista, è bene prendere delle semplici e normali precauzioni: non mostrare in giro il proprio denaro e non indossare gioielli preziosi. Gli ungheresi sono solitamente molto cordiali con i turisti, razzismo e xenofobia nei confronti di turisti sono pressoché assenti.

Come in molte altre città il furto di portafogli è il crimine più diffuso nei confronti dei turisti. Il numero di questi scippi è basso se paragonato a quelli delle città dell'Europa occidentale e degli USA, e molto probabilmente non si avranno problemi se si seguono selle semplici regole.Le principali di queste sono di non tenere uno zaino sulla propria schiena in luoghi affollati o sui mezzi pubblici e tenere il portafogli sempre nelle tasche anteriori dei pantaloni e mai sul retro.

Gli agenti della polizia ungherese parlano quasi sempre un livello base d'inglese. I turisti non hanno nessuna ragione di essere intimoriti da loro, a meno che non si abbia infranto la legge!

Durante i periodo con più turisti i poliziotti pattugliano le maggiori aree turistiche accompagnati da studenti in grado di parlare una o più lingue straniere che assisteranno gli agenti in caso di problemi o lamentele. La polizia ha inoltre aperto un ufficio aperto 24 ore su 24 7 giorni su 7 nel centro di Budapest (Via Sütő, distretto V) dove è possibile sporgere denunce o chiedere chiarimenti sia in inglese che in tedesco.

Di notte[modifica]

Ponte delle catene e collina del castello di notte

Non ci sono particolari motivazioni per cui bisogna essere preoccupati di attraversare Budapest di notte. In pratica l'intera città, incluse le aree turistiche, è sicura anche prima dell'alba. La maggior parte dei locali, però, evita di passare da solo nel distretti 8 e 9 a Pest durante la notte poiché questi sono poco illuminati anche se non particolarmente pericolosi. Le aree nel distretto 8 tra Népszinház utca e József körút possono essere un po' rischiose, anche se le strade sono monitorate con telecamere dalla polizia. Se non si hanno particolari motivazioni, è meglio evitare di camminare di notte a Lujza, Dankó, Magdolna e nelle aree circostanti: l'aerea, tra l'altro, non è molto attrattiva. Anche Népszinház utca non è un bel posto di notte, ma non particolarmente rischioso.

Anche se non particolarmente rischiose, è meglio evitare le periferie se non si sa bene dove bisogna andare. Da evitare sono anche i senzatetto che chiedono elemosina o che cercano di vendere qualcosa specialmente nei sottopassaggi. Prendere la metropolitana a Nyugati tér non è rischioso poiché c'è sempre molta gente sia di giorno sia di notte, ma è sempre meglio non mostrarsi persi.

Meravigliosi durante il giorno, i grandi parchi pubblici come Városliget sono luoghi da evitare di notte. Non fare una passeggiata salutare in Népliget dopo il tramonto.

I mezzi del trasporto pubblico possono essere molto affollati durante le sere di venerdì e sabato e spesso molte delle persone che li affollano hanno bevuto qualche drink di troppo. Nelle notti di venerdì, sabato e domenica è meglio mantenere un profilo basso e evitare di usare i trasporti pubblici.

Trappole per turisti[modifica]

Come in molte altre città del mondo, le frodi più comuni per i turisti inesperti riguardano taxi abusivi e i ristoranti.

Nel passato i taxi dell'aeroporto erano un vero e proprio incubo per i turisti. Adesso la situazione è migliore: Főtaxi - l'unica compagnia di taxi autorizzata dall'aeroporto - è descritta come una compagnia affidabile e fedele ai prezzi pubblicizzati, per maggiori dettagli guardare la sezione Collegamenti con l'aerporto. Főtaxi ha uno stand di fuori dal terminal.

Alternative a Főtaxi includono chiamare un'altra compagnia di taxi (risparmiando 5-10€), o usare il servizio di Airport Minibus. Quest'ultima opzione offre prezzi ragionevoli e un modo affidabile e efficiente per raggiungere l'aeroporto.

Sfortunatamente la situazione attorno alle stazioni ferroviarie e dei bus non è ancora regolarizzata. La peggiore è probabilmente Keleti Pályaudvar: non affidarsi mai agli autisti che cercano di catturare clienti fuori dall'uscita della stazione, ma richiedere un taxi col telefono (alcune macchine mostrano il numero della propria compagnia). Se questo non è possibile salire solo su taxi con un logo delle maggiori compagnie, con la scritta taxi sul tetto e la targa con la licenza. Come regola generale, verifica che ci sia un tassametro o concorda il prezzo prima di salire. Molti sono stati i casi in cui ignari turisti hanno dovuto sborsare prezzi esorbitanti per brevi tragitti. Un'altra truffa può riguardare il resto: controllare che sia in fiorini ungheresi. Infine alcuni tassisti fanno un percorso più lungo del dovuto per far salire il prezzo, ma se avete un prezzo concordato non avete nulla da temere: il tragitto sarà il più breve possibile.

Simili truffe si riscontrano anche in alcuni ristoranti e bar: quasi tutti nelle vicinanze di Váci utca nel cuore turistico della città. In Ungheria è obbligatorio mettere un menu fuori dall'ingresso, se questo non viene fatto è meglio cambiare ristorante. Una buona strategia può essere mangiare e bere dove vanno i locali.

Non accettare nessun regalo per strada, anche se la persona sembra molto cordiale.

Cambio valuta

Come in altri luoghi, anche ristoranti e bar accettano gli euro, ma è meglio pagare in fiorino poiché il cambio sarà sicuramente sfavorevole. È meglio non cambiare i propri soldi in stazione o in aeroporto. Il modo più conveniente per cambiare soldi è prelevare agli ATM con bancomat o carte di credito dei maggiori circuiti internazionali.

Come restare in contatto[modifica]

Poste[modifica]

Gli uffici postali sono generalmente aperti da lunedì a venerdì dalle 8.00 alle 18.00 e sabato dalle 8.00 alle 12.00, tranne l'ufficio principale in Teréz krt. 51 che lavora da lunedì a sabato dalle 7.00 alle 21.00 e di domenica dalle 8.00 alle 20.00.

Internet[modifica]

Budapest dispone di molte reti wifi gratuite sparse per la città: in bar, alberghi, ristoranti, negozi e perfino in alcuni parchi e strade del centro. In tutto il VII distretto (Erzsébetváros) è disponibile una rete wifi gratuita installata dal governo.

Ci sono inoltre molti internet cafe. La tariffa media è di 200 HUF per ora

Nei dintorni[modifica]

Informazioni utili[modifica]

Uffici turistici[modifica]

  • 21 Tourism Office of Budapest, 1115 Budapest, Bartók Béla út 105-113 (BKV m 4 jms.svg: 'Móricz Zsigmond körtér' poi Tram 19, 49 per 'Karolina út'), +36 1 438-8080. Qui è possibile trovare molti depliant gratuiti come mappe di Budapest, una mappa dell'Ungheria con gli ostelli della gioventù e altri depliant sul nord dell'Ungheria (disponibili in molte lingue).
  • 22 Tourinform Call Center, Sütő utca 2 (Deák Ferenc tér) (BKV m 1 jms.svgBKV m 2 jms.svgBKV m 3 jms.svg: Deák Ferenc tér), +36 1 438-8080, +36 800 36 000 000, @ info@hungarytourism.hu. Simple icon time.svg lun-ver 08:00-20:00. In quest'ufficio è possibile richiedere informazioni sulla città o sugli alloggia e comprare souvenir e cartoline.
  • 23 Tourist Information Centre, Buda Castle (Szentháromság tér), I distretto, Tárnok u. 15 (Da BKV m 1 jms.svgBKV m 2 jms.svgBKV m 3 jms.svg: Deák Ferenc tér o BKV m 2 jms.svg: Szél Kálmán tér take Bus 16 per Dísz tér). Simple icon time.svg Tutti i giorni: 09:00-18:00. In questo ufficio si possono trovare molti depliant gratuiti, mappe e elenchi di riviste e guide con degli itinerari nella città. È possibile inoltre prenotare biglietti per show, concerti e monumenti.
  • 24 Tourist Information Centre – City Park, XIV. distretti, Olof Palme sétány 5 (Ice Rink - BKV m 1 jms.svg: 'Hősők tere'). Simple icon time.svg M-Th 10:00–18:00, Fr-Sa 10:00–20:00 (09:00–18:00/20:00spring and summer time). L'ufficio è in un stupendo edificio, un'attrazione turistica. Dalle finestre dell'edificio si può godere di una splendida vista. In estate si può vedere un laghetto con piccole imbarcazioni, d'inverno il lago ghiaccia ed è usato per pattinare sul ghiaccio. In questo ufficio è possibile prenotare show, concerti e biglietti per monumenti e ottenere informazioni sulla città.

Ambasciate[modifica]

Per una lista completa dei Consolati Onorari in Ungheria vedere il sito dei servizi consolari.


Altri progetti

2-4 star.svg Usabile: l'articolo rispetta le caratteristiche di una bozza ma in più contiene abbastanza informazioni per consentire una breve visita alla città. Utilizza correttamente i listing (la giusta tipologia nelle giuste sezioni).