Scarica il file GPX di questo articolo

Miskolc

Da Wikivoyage.
Miskolc
veduta aerea del centro con la piazza degli Eroi e la chiesa dei Minoriti
Stemma
Miskolc - Stemma
Stato
Regione
Altitudine
Superficie
Abitanti
Prefisso tel
CAP
Fuso orario
Posizione
Mappa dell'Ungheria
Miskolc
Miskolc
Sito del turismo
Sito istituzionale

Miskolc è una città del nord dell'Ungheria.

Da sapere[modifica]

Maggiore città dell'Ungheria settentrionale, Miskolc era un importante centro dell'industria pesante sin dai tempi del dominio degli Asburgo. Molti dei suoi impianti furono chiusi subito dopo la caduta del regime comunista con effetti drammatici sull'economia locale quali l'aumento vertiginoso della disoccupazione e la diminuzione della popolazione. All'anno 2.000 risalgono i primi segnali di ripresa grazie allo stanziamento in città di multinazionali europee.

Miskolc è oggi una città turistica. Il suo centro storico ha minor interesse della vicina Eger ma in compenso vanta attrazioni di primaria importanza nei suoi immediati dintorni come il parco termale di Tapolca che offre l'esperienza unica di bagnarsi in una piscina naturale all'interno di una grotta. Molto vicino è anche il grazioso villaggio di Lillafüred e il suo famoso Hotel Palace degli anni '30 del XX secolo, immerso in una verde vallata dei monti Bukk.

Miskolc è anche un nodo dei trasporti ferroviari e stradali e di conseguenza permette un maggior numero di escursioni nell'Ungheria settentrionale che non Eger.

Miskolc è rinomata anche per la sua università con una trentina di facoltà, dall'ingegneria industriale e meccanica a quella di Belle Arti. Ne frequentano i corsi circa 15.000 studenti.

Quando andare[modifica]

Miskolc è una meta valida tutto l'anno sebbene i mesi invernali e in particolare gennaio, possono presentare temperature che di notte scendono fino a una ventina di gradi sotto lo zero. Mediamente Miskolc riceve circa 120 centimetri di neve all'anno e frequentemente la neve si trasforma in strati ghiacciati. Le estati sono fresche e tendenzialmente umide con temperature che si aggirano sui 30 gradi e più.

Come orientarsi[modifica]

La piazza degli Eroi (Hősök tere) è il fulcro del centro (belváros). Vi si affaccia la chiesa dei Minoriti affiancata dall'ex monastero dell'ordine e dal bel palazzetto del ginnasio "Földes Ferenc".

A sud di piazza degli Eroi scorre la via Széchenyi István, la principale arteria cittadina che attraversa tutto il centro nel senso della latitudine. Costituisce un'isola pedonale ma i tram hanno diritto a passarvi insieme a veicoli privati per il solo carico/scarico delle merci. Tra i notevoli edifici che la delimitano da segnalare "casa Zborovszky", un bel palazzetto a un piano al n. 18, attualmente sede dell'ufficio turistico.

Lungo il tracciato della Széchenyi István si apre la piazza Elisabetta (Erzsébet tér) di forma allungata. La piazza fu sistemata dopo l'alluvione del 1878. Tra i palazzi in stile eclettico che la circondano spicca l'edificio detto "terme di Elisabetta" non più in funzione. Al n 2 sta l'ex farmacia "il cervo d'oro" (Arany Szarvas).

Un paio di isolati ad est della piazza degli Eroi sta la piazza del Grano (Búza tér) con la stazione degli autobus extraurbani, il grande mercato coperto (13.000 m²), completamente rinnovato nel 2008 e la chiesa greca di rito cattolico, insignita del titolo di cattedrale nel 2011.

Quartieri[modifica]

Oltre al centro (belváros) descritto precedentemente, Miskolc vanta ancora un paio di quartieri con interesse turistico:

  • Tapolca — Il sobborgo a 4,8 km a sud del centro dove si trova l'ingresso al complesso dei bagni termali, la maggiore attrazione turistica di Miskolc. Presenta un'alta concentrazione di alberghi di diversa categoria.
  • Diósgyőr — Sobborgo ex industriale, a circa 6 km ad est del centro, Diósgyőr è famosa per l'omonimo castello e anche perché da qui parte il trenino a cremagliera che si inoltra nelle verdi valli dei monti Bukk toccando la località turistica di Lillafüred.


Come arrivare[modifica]

In aereo[modifica]

Miskolc non ha un aeroporto; i più vicini scali internazionali sono a Budapest, Debrecen e Košice (Slovacchia).

In auto[modifica]

Miskolc è collegata a Budapest dall'autostrada M3 e dalla sua diramazione che ha recentemente raggiunto la città. Anche l'autostrada per Debrecen è stata completata.

In treno[modifica]

Stazione di Tiszai
Treno forestale di Lillafüred
  • 1 Stazione ferroviaria di Tiszai (Tiszai pályaudvar), Kandó Kálmán tér 1-3, +36 40 494949. Simple icon time.svg Lun-Dom 03:00-23: 00. La maggiore delle due stazioni ferroviarie di Miskolc. Vi effettuano fermata diversi intercity e i treni internazionali da Budapest a Košice. Gli orari sono consultabili sul sito delle ferrovie ungheresi. La stazione è dotata di emittitrici biglietti, ATM e deposito bagagli.
  • 2 Capolinea del treno forestale di Lillafüred (Lillafüredi Állami Erdei Vasút), Dorottya u. 1 (Dal centro prendere un tram della linea 1 e scendere alla fermata LÀEV). Il trenino a cremagliera che si snoda per le valli e i boschi dei monti Bukk è molto usato dai turisti di passaggio anche dai più frettolosi. Il treno tocca in successione il villaggio di Lillafüred, il lago Hámori con le omonime cascate e varie grotte carsiche prima di far capolinea in località Garadna.

In autobus[modifica]

  • 3 Stazione degli autobus extraurbani (Borsod Volán Autóbusz-állomás Miskolc), Búza tér, +36 46 340 288. Simple icon time.svg Lun-Ven 05:30-18:00 Sab 5:30-13:00. Serve da capolinea per le autolinee Volán.


Come spostarsi[modifica]

Con mezzi pubblici[modifica]

I trasporti pubblici sono gestiti dall'azienda municipale MVK Rt. Oltre a linee d'autobus, esistono due linee tramviarie che fanno capolinea alla stazione di Tiszai. La linea n. 1 conduce al castello di Diosgyor. I biglietti si acquistano in corrispondenza dei capolinea o alle rivendite di giornali. Si possono acquistare anche a bordo richiedendoli all'autista ma ad un prezzo maggiorato. Il biglietto valido 24 ore (napijegy) costa HUF 1600 ed è valido per tutti i mezzi di trasporto ma non per il tratto extraurbano della linea 7 che fa capolinea al villaggio di Felsőzsolca. Lo stesso vale per gli altri tagli di biglietti (di 3 giorni o settimanale). I possessori del Miskolc pass viaggiano gratis.

Cosa vedere[modifica]

Architetture civili[modifica]

Il castello di Diósgyőr visto dall'alto
  • 1 Castello di Diósgyőr, Vár u. 24 (Tram numero 1 o autobus numero 1 e scendere alla fermata "Diósgyőr VK". Sulla strada Nagy Lajos Király c'è un parcheggio a pagamento per auto e autobus. Quello di via Tapolcarét è gratuito anche per autobus turistici), +36 46 533 35. Ecb copyright.svg Senza visite guidate: adulto con 2 bambini o giovani tra i 18 e i 26 anni: 750 HUF, studenti, anziani: 600 HUF. Ingresso mgratuito per i bambini sotto i 6 anni, le persone oltre i 70 anni e i possessori del passo Miskolc. Simple icon time.svg Apr-ott Lun-Dom 9:00-18:00 Nov-mar Lun-Dom 9:00-17:00. Chiuso il 24, il 26, 31 dicembre e il 1 gennaio. castello medievale parzialmente restaurato, circondato dai moderni caseggiati. Nel 2014, alcune parti del castello furono ricostruite e altre rinnovate. Gli interni sono arredati con mobili in stile medievale non originali. La sala dei cavalieri è una delle più grandi sale in Europa all'interno di castelli medievali. È di 380 metri quadrati e presenta un soffitto a volte sorretto da colonne. Molto ammirata è anche la cappella del castello con abside ottagonale. Le torri laterali risalgono al XIX secolo. Q647886 su Wikidata

Architetture religiose[modifica]

Chiesa dei Minoriti
  • 2 Chiesa dei Minoriti (Minorita templom), Hősök tere 5a, +36 46 505 636, +36 46 508 048. Chiesa cattolica dell'ordine mendicante dei frati minori conventuali. Risale al 1736 e fu ricostruita dopo l'incendi del 1843 nel rispetto dell'originale progetto barocco. Q1177521 su Wikidata
  • 3 Chiesa evangelica del centro (Belvárosi evangélikus templom), Hunyadi utca 8, +36 46 505 726. Chiesa del 1797 in stile tardo barocco. Fu ricostruita dopo che fu colpita da un fulmine nel 1817. All'interno si ammira l'organo del 1845 e il dipinto dell'altare maggiore, opera del 1897 raffigurante Gesù nel giardino del Getsèmani. Q792575 su Wikidata
  • 4 Chiesa greco-ortodossa (Szentháromság Görögkeleti Ortodox Templom). Innalzata tra il 1785 e il 1806, la chiesa vanta al suo interno un'iconostasi tra le più grandi d'Europa. è alta 16 m. ed è decorata con 88 dipinti raffiguranti episodi della vita di Gesù Q1296948 su Wikidata


Eventi e feste[modifica]


Cosa fare[modifica]

L'ingresso alla grotta nel complesso termale di Miskolc-Tapolca
  • 1 Bagni termali della grotta (Barlangfürdő), Pazár István sétány 1 (Autobus n 2 e 20 dal centro), +36 46 560 030. Ecb copyright.svg Biglietto giornaliero: 3600 HUF. Studenti, anziani: 2700 HUF. Ingresso gratis per i bambini sotto i 4 anni, per le persone con più di 70 anni e per i possessori del Miskolc Pass. Simple icon time.svg Lun-Dom 09:00-20:00. Bagni termali all'interno di una grotta naturale. La temperatura dell'acqua è di 20-36 gradi. Altri bagni sono possibili nelle piscine coperte e scoperte del vasto complesso che circonda la grotta. All'interno del parco termale c'è anche un laghetto artificiale che può essere percorso con imbarcazioni a noleggio. Il complesso dispone anche di saune finlandesi, bagni turchi e solarium.


Acquisti[modifica]

¢entro commerciale Szinvapark
  • 1 Centro commerciale Szinvapark (Szinvapark Bevásárlóközpont), Bajcsy-Zs, 2-4. Consiste di due distinti edifici sulle rive del fiume Szinva collegate da un ponte in vetro. Al suo interno stanno circa 70 negozi tra cui uno di elettronica Media Markt. Sono presenti anche un supermercato Interspar, un'agenzia della banca Raiffeisen, diversi ATM, bar, ristoranti e una sala bowling.


Come divertirsi[modifica]


Dove mangiare[modifica]

Prezzi modici[modifica]


Dove alloggiare[modifica]


Sicurezza[modifica]


Come restare in contatto[modifica]


Nei dintorni[modifica]

Palazzo L’Huillier–Coburgo ad Edelény
  • 4 Edelény (25 km a nord di Miskolc, mezz'ora in treno) — Cittadina ove si trova il palazzo L’Huillier–Coburgo, uno dei più interessanti esempi di architettura del primo barocco in Ungheria. Fu costruito tra il 1716 e il 1730 da Jean-Francois L'Huillier, originario della Francia. Il successivo proprietario del palazzo fu il principe Ferdinando di Sassonia-Coburgo e Gotha, luogotenente generale dell'esercito austro-ungarico. Il palazzo non fu utilizzato dal nuovo proprietario e iniziò a decadere. Gravi danni subì nel 1945, quando vi si stanziò un comando militare sovietico che fece un uso improprio del palazzo. Ad esempio, una stanza decorata con notevoli affreschi fu usata come pollaio. Restauri su larga scala furono avviati nel 2001 su iniziativa della sovrintendenza nazionale ai monumenti storici dell'Ungheria. Info su orari e visite sul sito ufficiale del palazzo.
  • 5 Lillafüred (15 km ad ovest da Miscolk, raggiungibile oltre che con gli autobus della VOLÁN, anche con un trenino a cremagliera) — Rinomata località turistica sui monti Bukk famosa per il suo Hotel Palace ralizzato nel 1930 secondo lo stile dei castelli rinascimentali ungheresi e per i giardini pensili tra i torrenti Szinva e Garadna.


Informazioni utili[modifica]

Tourinform Miskolc
  • 6 Ufficio turistico (Tourinform Miskolc), Via (utca) Széchenyi 16, +36 46 350 425, @ miskolc@tourinform.hu. Simple icon time.svg Lun-Ven: 08:30-17:00 Sab: 09:00-14:00. Il personale parla inglese, tedesco, russo, slovacco e vi fornirà tutte le informazioni possibili riguardo a trasporti, escursioni, bagni termali ed eventi in corso, oltre a trovarvi un alloggio se non avete prenotato. Presso l'ufficio turistico è anche possibile acquistare la carta turistica Miskolc Pass in diversi formati.


Altri progetti

1-4 star.svg Bozza: l'articolo rispetta il template standard contiene informazioni utili a un turista e dà un'informazione sommaria sulla meta turistica. Intestazione e piè pagina sono correttamente compilati.