Scarica il file GPX di questo articolo

Da Wikivoyage.
Jump to navigation Jump to search

Bratislava
Panorama di Bratislava con il castello
Stemma e Bandiera
Bratislava - Stemma
Bratislava - Bandiera
Stato
Regione
Altitudine
Superficie
Abitanti
Nome abitanti
Prefisso tel
CAP
Fuso orario
Posizione
Mappa della Slovacchia
Bratislava
Bratislava
Sito del turismo
Sito istituzionale

Bratislava (in italiano storico Presburgo, in ungherese Pozsony, in tedesco Pressburg o Preßburg e fino al 1919 la città era chiamata Prešporok in slovacco) è la capitale e la più grande città della Slovacchia.

Da sapere[modifica]

Un tempo residenza dei re di Ungheria, Bratislava è oggi la capitale della Slovacchia e maggiore centro amministrativo, economico e culturale del paese. Possiede un piccolo ma piacevole centro storico con molte chiese e palazzi degni di nota. Alto sulla cima di una collina si staglia un possente castello assurto a simbolo della città.

Grazie al suo aeroporto dove è presente Ryanair con voli anche da scali italiani, Bratislava è facilmente raggiungibile e per molti viaggiatori costituisce il trampolino di lancio per la vicina Vienna.

Cenni geografici[modifica]

Bratislava è situata a breve distanza dalla linea di confine con Austria e Ungheria. Vienna dista appena una sessantina di km.

La città ha una superficie totale di 367,58 chilometri quadrati e si estende su ambo le rive del Danubio. Qualche km più ad ovest del centro, in corrispondenza delle rovine del castello di Devín, il Danubio riceve le acque del fiume Morava.

La estreme propaggini della catena montuosa dei Piccoli Carpazi (Malé Karpaty) si trovano nella periferia a nord del centro. Il punto più basso della città è di 126 m. slm mentre il punto più alto è costituito dalla vetta "Devínska Kobyla" di 514 m.


Cenni storici[modifica]

Rovine dell'accampamento romano di Gerulata

Gerulata era un forte romano ausiliario che faceva parte della catena di postazioni militari presenti lungo il limes danubiano nel settore pannonico. Si trova nei pressi della cittadina di Rusovce, a pochi chilometri ad ovest di Bratislava.

Gli slavi arrivarono nell'area ove oggi sorge Bratislava tra il V e il VI secolo d. C. e nel 623 stabilirono la loro prima entità statale conosciuta, il regno di Samo che durò fino al 658. Dall'VIII secolo fino al 907 la fortezza di Presburgo e il castello Dowina (Devín) costituivano difese importanti del Principato di Nitra contro gli Avari.

Dell'864 è il primo riferimento scritto al Castello di Devín (Dowina). Nel X secolo la regione era parte dell'Ungheria.

Il regno di Ungheria subì una pesante sconfitta ad opera degli ottomani nella battaglia di Mohács del 1526. I turchi ottomani assediarono la città ma non la conquistarono. La città fu designata come capitale dell'Ungheria nel 1536 e divenne parte dell'Impero degli Asburgo d'Austria. Bratislava fu la residenza del re e dell'arcivescovo (1543). Tra il 1536 e il 1830, 11 re e 8 regine furono incoronati nella cattedrale di San Martino. La prima incoronazione fu quella del re Massimiliano d'Asburgo, l'ultima quella di Ferdinando V.

Il XVII secolo fu caratterizzato da rivolte anti-asburgiche, da guerre contro i turchi, da inondazioni, da epidemie di peste e da altri disastri.

Bratislava ritrovò la sua prosperità nel secolo successivo: sotto il regno di Maria Teresa divenne la maggiore città del regno d'Ungheria. La popolazione triplicò e furono innalzati palazzi, chiese e monasteri.

Bratislava cominciò a perdere d'importanza sotto il regno di Giuseppe II, quando gran parte della nobiltà e della burocrazia ungherese si trasferì a Buda.Poco prima era iniziata la circolazione dei primi quotidiani stampati in ungherese e slovacco: il Magyar hírmondó del 1780 e il Presspurske Nowiny del 1783.

Il 26 dicembre del 1805 fu firmata nella sala degli specchi del palazzo primaziale la pace tra Austria e Francia. Nel 1809, le truppe napoleoniche distrussero il castello di Devín.

La rivoluzione industriale giunse nella prima metà del XIX secolo e nel 1840 fu realizzata la prima ferrovia con carrozze trainate da cavalli tra Presburgo e Svätý Jur. Una nuova strada ferrata per Vienna che utilizzava locomotive a vapore fu aperta nel 1848 e un'altra per Pest nel 1850. Il primo ponte sul Danubio, lo Starý most (vecchio ponte) fu inaugurato nel 1891.

Il 28 ottobre 1918 la città fu incorporata nel nuovo stato della Cecoslovacchia nonostante l'opposizione degli abitanti di lingua tedesca e ungherese che tentarono di impedire l'annessione dichiarandola città libera. L'esercito cecoslovacco intervenne il 1° gennaio 1919 aprendo il fuoco sui manifestanti disarmati. Il 27 marzo 1919, il nome Bratislava fu ufficialmente adottato in sostituzione del precedente toponimo slovacco Prešporok. Molti ungheresi e tedeschi furono espulsi o se ne andarono volontariamente e furono sostituiti con famiglie di lingua ceca e slovacca. Nel censimento del 1930, le comunità ungherese e tedesca che costituivano la maggioranza anteguerra apparivano diminuite del 15,8%.

Il 10 aprile 1938, la Germania nazista si annesse la vicina Austria grazie a un plebiscito e qualche mese più tardi occupò anche i due distretti di Bratislava Petržalka e Devín. La Cecoslovacchia cessò di esistere nel marzo del 1939, quando Hitler occupò il resto della Boemia, mentre la Slovacchia proclamò sotto pressione tedesca la propria indipendenza ma si trattava di uno stato fantoccio. Nel 1941-1942 e 1944-1945, il nuovo governo slovacco cooperò per espellere la maggior parte dei circa 15.000 ebrei di Bratislava, nonostante il capo del governo fosse il sacerdote cattolico Jozef Tiso. Gli ebrei furono trasferiti nei campi di concentramento dove la maggior parte fu uccisa o morì prima della fine della guerra.


Come orientarsi[modifica]

I 5 distretti di Bratislava

La città vecchia si articola intorno alle tre piazze riportate di seguito:

  • 1 Hlavné námestie. è la piazza principale (Il suo nome significa proprio questo). Essa è adorna della fontana di Roland ed è dominata dal vecchio palazzo comunale. Hlavné námestie (Q949192) su Wikidata
  • 2 Hviezdoslavovo námestie (Piazza Hviezdoslav). è un'altra piazza importante di Bratislava dislocata tra la precedente e il lungofiume a sud. Sulla piazza dalla forma oblunga si affaccia il teatro nazionale slovacco mentre nei paraggi stanno l'hotel Radisson Blu Carlton, l'ambasciata USA e quella tedesca. La piazza è dedicata a un poeta slovacco vissuto a cavallo tra l'800 e il '900, Pavol Országh Hviezdoslav Piazza Hviezdoslav su Wikipedia piazza Hviezdoslav (Q1639599) su Wikidata
  • 3 Piazza della Libertà (Námestie Slobody). è situata 2 km a nord della piazza principale. Piazza della Libertà è dominata dall'edificio delle poste eretto al tempo del regime comunista. Vi si affaccia anche il palazzo che fu residenza estiva degli arcivescovi circondato da un giardino all'inglese e oggi sede del governo della Slovacchia (chiuso al pubblico). Prima di arrivare in piazza della Libertà (dal centro) si incontra il palazzo Grassalkovich, sede del presidente della repubblica slovacca ed anche questo chiuso al pubblico. Námestie Slobody (Q1139905) su Wikidata

Distretti e quartieri[modifica]

Bratislava è divisa in cinque distretti numerati con lettere romane e ciascuno comprendente più quartieri come da elenco seguente:

  • Bratislava I — Il distretto è costituito nella sua totalità dalla città vecchia (Staré Mesto), la zona più ambita da visitatori stranieri. La città vecchia si estende sulla riva nord (o sinistra) del Danubio, limitata ad ovest dalla collina del castello. Le sue dimensioni sono ridotte e le sue strade e piazze sono state trasformate in isole pedonali, così tutte le sue attrazioni sono a portata "di piede".
  • Bratislava II — È il distretto ad est della città vecchia, esteso lungo l'autostrada D1 che attraversa tutto il paese, da Bratislava a Michalovce, il valico di frontiera con l'Ucraina. È composto da tre quartieri:
Ružinov è il quartiere dove è situato l'aeroporto internazionale. È caratterizzato da alti condomini e da complessi industriali come le raffinerie di petrolio Slovnaft ma anche da aree di ricreazione estiva come il laghetto 1 Zlaté Piesky (Sabbie d'Oro).
Altri quartieri del distretto Bratislava II sono Podunajské Biskupice il più esteso della città con i suoi 40 km2 di superficie e Vrakuňa bagnata dal fiume Piccolo Danubio (Malý Dunaj).
  • Bratislava III — La città nuova (Nové Mesto) si estende a nord del centro storico e racchiude la zona degli stadi, oltre alla collina e al quartiere di Koliba, piacevolmente immerso nel verde e dove sono dislocati il "Best Western West Hotel" e la torre della televisione (Televízna veža na Kamzíku), che con i suoi 200 m. si staglia sulle colline dei Piccoli Carpazi, ai margini del parco forestale di Bratislava (Bratislavský lesný park), un'area di svago raggiungibile anche con autobus urbani (linea 43).
Altri quartieri di Bratislava III sono:
  • Rača, un'area dai paesaggi ancora rurali dove prevale la viticoltura
  • Vajnory, il più lontano dal centro e con l'aspetto ancora del villaggio.
  • Bratislava V — Comprende i quartieri della riva meridionale del Danubio: Petržalka è famosa per i suoi immensi condomini dormitorio realizzati in epoca comunista con l'impiego di pannelli prefabbricati. Vi è situata la stazione ferroviaria omonima. Čunovo è il quartiere dove è situato il museo Danubiana. Al contrario di Petržalka, Čunovo è un'area ancora rurale e molto apprezzata per la possibilità di praticare il canottaggio. Altri quartieri della riva sud sono Jarovce e Rusovce.


Piazze di Bratislava[modifica]

Come arrivare[modifica]

In aereo[modifica]

L'area del check-in all'aeroporto di Bratislava
BTS-terminal
L'aeroporto ha un solo terminal sia per gli arrivi che per le partenze e comprende 29 banchi check-in situati al piano terra. Conta 13 varchi, 8 dei quali riservati ai passeggeri dell'area Schengen.
Gli autobus della linea 61 ( 61N di notte) collegano l'aeroporto con la stazione centrale (Hlavnà stanica) senza passare per il centro storico per cui dovrete cambiare con un tram alle fermate Račianske Mýto o Trnavské Mýto. Se non siete pratici proseguite fino al capolinea della stazione centrale dove potrete prendere il tram 1 per il centro o il 7 per la periferia.
A bordo degli autobus non si vendono biglietti, quindi bisogna procurarseli in anticipo. Si possono utilizzare le macchine automatiche (ce n'è una all'esterno dell'area partenze), ma queste accettano solo monete, non banconote. Si possono acquistare i biglietti negli uffici turistici e di cambio nell'area arrivi, ma queste agenzie hanno orari limitati. Attenzione: i negozi dell'aeroporto non sono molto propensi a scambiare eventuali banconote. Aeroporto di Bratislava-M.R. Štefánik su Wikipedia Aeroporto Milan Rastislav Štefánik (Q828379) su Wikidata

I prezzi delle corse in taxi sono esposti su pannelli informativi di fronte il terminal degli arrivi. Guardateli bene. Due sono le compagnie autorizzate:

Non molto lontano si trova anche l'Aeroporto Internazionale di Vienna con collegamenti anche con altre città italiane. La distanza tra i due aeroporti è inferiore ai 50 km e i collegamenti diretti tra l'aeroporto viennese e quello di Bratislava sono assicurati da un paio di autolinee, l'austriaca Postbus e Slovak lines (più di venti corse al giorno in ciascuna direzione). Esso è situato a circa 40 km da Bratislava, presso la città di Schwechat in Austria. L'aeroporto è la sede della compagnia di bandiera Austrian e della low cost Fly Niki. Ecco un piccolo sommario delle opzioni di viaggio per Bratislava:

  • Blaguss. Ecb copyright.svg 6/11€ andata e ritorno. 10 autobus al giorno.
  • Postbus/Slovak lines. Ecb copyright.svg 7,70€ - 14,40€ andata e ritorno. Partenze bus ogni ora circa.
  • Treno. Purtroppo i treni da Vienna a Bratislava non si fermano all'aeroporto di Vienna. È possibile prendere il treno (S7 o RSB7) dall'aeroporto di Vienna e Wolfsthal, ai confini austriaci (45 minuti, il biglietto più economico è il 3 VOR-Zone per 5,40€) e cambiare sull'autobus regionale di Bratislava numero 901 che conduce al centro della città (1,50€, 0,75€ per gli under 26) in appena 15 minuti. Ma attenzione: le partenze e gli arrivi degli autobus non sono sincronizzati su quelli dei treni, quindi si corre il rischio di aspettare un paio d'ore in un piccolo villaggio a 5 km dal confine.

In auto[modifica]

Bratislava si trova al confine tra due Paesi ed ha un sistema viario relativamente valido. Si accede alla città tramite autostrade provenienti dalla Slovacchia del nord e da Polonia, Repubblica Ceca, Ungheria e Austria. Di conseguenza, si può attraversare la città senza dover mai abbandonare l'autostrada. Come per Paesi come Austria e Repubblica Ceca, è necessario avere un adesivo sul parabrezza per utilizzare le autostrade. Questi adesivi possono essere acquistati ad ogni stazione di servizio; si raccomanda di acquistarne uno al primo distributore dopo il confine.

Dopo essere entrati in città, un sistema informatizzato di parcheggi conduce l'autista al primo posto disponibile. Nel centro cittadino si possono utilizzare i garage sotterranei a pagamento oppure comprare una tessera di parcheggio dagli addetti in divisa gialla e provare a cercare un posto libero lungo le strade. Si raccomanda la prima soluzione durante i weekend, dato che trovare un parcheggio libero nelle vie può rivelarsi un vero atto snervante. Se si trova un posto lungo le strade, ed è un giorno feriale tra le 8 e le 16, può essere necessaria una tessera di parcheggio. Serve solo nel centro cittadino, altrimenti il parcheggio lungo le strade è libero. Le tessere costano €0,70 e sono valide per 60 minuti.

Può essere una buona idea quella di lasciare l'auto al parcheggio Aupark, che è anche utilizzato come sistema "Park and Walk" per i turisti (attenzione, la parte coperta del parcheggio, così come alcune parti scoperte, è chiusa dalle 23 alle 6, il resto del parcheggio è aperto 24 ore al giorno, tutti i giorni). Si può lasciare l'auto qui ed attraversare a piedi il parcheggio, attraversando il Danubio fino al centro cittadino (in circa 10 minuti), oppure prendere l'autobus. Non è consigliabile lasciare l'auto in strade residenziali periferiche, in quanto la targa straniera potrebbe attirare qualche malintenzionato.

Noleggiare un'auto può essere una buona opzione, in particolar modo se si intende visitare luoghi nei dintorni di Bratislva. Tutte le principali agenzie di noleggio hanno uno sportello all'aeroporto, ma molte ne hanno uno anche nel centro cittadino.

In nave[modifica]

Linee navali turistiche operano regolarmente sul Danubio da primavera ad autunno con un servizio di aliscafi su rotte da Vienna e Budapest. La banchina dell'approdo è ad est del Ponte Nuovo (fermata tram "Nám. Ľ. Štúra"). Si possono trovare orari ed informazioni sul sito lod.sk.

Da giugno 2006 è possibile arrivare a Vienna utilizzando aliscafi veloci della Twin City Line, anche se i prezzi sono maggiori rispetto alle altre forme di trasporto. Un biglietto di sola andata da Vienna a Bratislava costa circa €25-30 (mentre un treno costa meno di €15, andata e ritorno). Gli aliscafi raggiungono velocità di oltre 60 km/h ed il viaggio da una capitale all'altra varia da 1h e 15min. a 1h e 30min. Ci si imbrca al molo Schwedenplatz di Vienna o al Novy Most di Bratislava.

In treno[modifica]

Stazione Centrale
Bratislava-Petržalka
  • 5 Stazione di Bratislava Centrale (Bratislava hlavná stanica). Il modo più semplice di raggiungere Bratislava in treno è da Vienna centrale (stazione Sudbahnhof o meno frequentemente Westbahnhof). I treni partono da Vienna ogni mezz'ora circa. Ci vogliono circa 50 minuti dalla stazione di Vienna a Bratislava-Petrzalka, situata nella zona residenziale a sud della città, e circa 70 minuti per la stazione centrale. Un biglietto giornaliero di andata e ritorno acquistato a Vienna costa 14€ per un adulto e 7€ per un bambino, e consente di utilizzare anche tutti i trasporti pubblici di Bratislava (febbraio 2010).
Ci sono anche molti collegamenti ferroviari con la Repubblica Ceca (per esempio Praga) ed alcuni con Polonia, Ungheria ed anche Ucraina e Russia, che generalmente hanno il capolinea a Hlavnà stanica (la stazione principale). Molte linee di autobus e di tram iniziano da qui. Per arrivare alla città vecchia, si può prendere un autobus o un tram (il numero 13 è attualmente la migliore soluzione), o semplicemente camminare per circa 10 minuti. Stazione di Bratislava Centrale su Wikipedia stazione di Bratislava Centrale (Q899662) su Wikidata
  • 6 Stazione Petrzalka. Situata sulla riva sud del Danubio a circa 4 km dal centro, non è in una posizione particolarmente favorevole per spostarsi in città, ma generalmente è meglio e più veloce scendere a questa stazione ed utilizzare i trasporti pubblici per arrivare in città. Vi fanno capolinea i treni provenienti dalla stazione Sudbahnhof di Vienna e il tragitto dura circa 50 minuti. Prendere l'autobus 80 in direzione Kollàrovo nàmestie dall'esterno della stazione. Si può anche utilizzare il sottopassaggio dalla sala principale della stazione e prendere un autobus qualsiasi che partono dal lato opposto della strada quando si esce. Scendere dall'autobus alla prima fermata dopo aver attraversato il fiume per avere un accesso ottimale alla parte storica della città, o alla seconda fermata per iniziare il vostro itinerario dal Palazzo Presidenziale. Gli autobus 91 e 191 terminano proprio sotto il ponte Novy most e direttamente nel centro cittadino, sotto al Castello di Bratislava e la Cattedrale di San Martino. Bratislava-Petržalka railway station (Q800563) su Wikidata

Ci sono anche altre stazioni a Bratislava ma è raro che i viaggiatori internazionali debbano scendere lì.

Attenzione: il prezzo del biglietto del treno acquistato in Austria (OOB) è decisamente superiore al costo dello stesso biglietto in Slovacchia (ZSSK), a causa dei sussidi del governo slovacco.

In autobus[modifica]

Stazione degli autobus extraurbani Bottova
  • 7 Stazione degli autobus extraurbani Bottova (Autobusová stanica Bottova), Mlynské nivy. È la principale stazione delle autolinee extraurbane. Si trova sulla via omonima all'incrocio con la via Karadzicova, appena ad est del vecchio centro. Vi fa capolinea l'"Express Bratislava" delle Slovak lines proveniente da Vienna e gli autobus di Eurolines (circa 13 ore da Bologna). Ci si può spostare da/verso la stazione ferroviaria principale (Hlavnà stanica), utilizzando il filobus 210. Se ci si sposta da/verso il centro cittadino, si può prendere il filobus 205 o 202 (il capolinea è dietro al negozio Tesco in Kamenné namestie) o il 50, scendendo/salendo a Safàrikovo namestie (vicino agli argini del fiume Danubio).
La stazione è dotata di deposito bagagli dove lasciare i vostri oggetti per circa €1 al giorno per oggetto. C'è anche un forno, un bar, un giornalaio ed alcuni negozi al piano superiore. (Q42419871) su Wikidata

Alcune linee di autobus collegano Bratislava con tutta la Slovacchia, numerose città ceche ed altre destinazioni europee, comprese Londra, Parigi e Budapest (quest'ultima con corse giornaliere). Il collegamento internazionale più frequente è però senza dubbio quello per Vienna Sudtirolerplatz, presso Sudbahnhof via Aeroporto di Vienna: Blaguss vende biglietti, tramite autista, al prezzo di €6, con fermate nel centro di Bratislava (presso il ponte Novy Most) e all'aeroporto di Bratislava. Slovak Lines ha linee che si fermano, tra l'altro, alla stazione dei bus e all'aeroporto di Bratislava, al costo di €7,70 ed i biglietti possono essere acquistati dall'autista oppure online. Un viaggio da/verso Vienna dura circa 1 ora e mezzo.


Come spostarsi[modifica]

Tram a Bratislava
Mercedes-Benz in servizio a Bratislava
Rete dei tram

In generale, Bratislava è una città in cui è comodo spostarsi a piedi. Il centro è molto piccolo e lo si può tranquillamente attraversare a piedi in qualche minuto. Esso è un'area pedonale, ma attenzione ai ciclisti e ad alcune auto che tendono a guidare piuttosto rapidamente tra la gente ed i caffè all'aperto. È una buona idea per un viaggio giornaliero da Vienna. È possibile girare l'intera città in un paio d'ore.

Con mezzi pubblici[modifica]

I trasporti pubblici sono costituiti da autobus, filobus e tram. I biglietti si acquistano nelle edicole o nei distributori automatici. La multa per chi viene pizzicato con titolo di viaggio non idoneo ammontava al 2012 a 50€, e i controlli sono frequenti.

Se si desidera spostarsi al di fuori del centro, si consiglia di utilizzare i tram o i trolleybus, se si vuole spostarsi velocemente da un posto all'altro. Bratislava ha un sistema di trasporti pubblici piuttosto efficiente, anche se molte vetture sono abbastanza vecchie. Gli autobus tendono ad essere i mezzi di trasporto più lento. Le fermate non devono essere prenotate, a meno che non sia specificamente richiesto; le fermate a richiesta sono etichettate "zastàvka na znamenie" alla fermata dell'autobus e sul display elettronico nella maggior parte di autobus e tram. Le porte dell'autobus vengono aperte dall'autista; quelle di tram e trolleybus vengono di solito aperte dai passeggeri, tramite un pulsante verde o giallo nelle loro prossimità.

Un biglietto di corsa singola costa €0,70 (aprile 2017). È valido per 15 minuti e bisogna acquistarne un altro ogni volta che si cambia autobus. C'è anche un biglietto combinato per € 0,90, valido per 60 minuti nei giorni feriali e 90 durante i weekend e le festività, che può essere usato per un numero illimitato di viaggi nel periodo di tempo previsto. Se ci si ferma per una vacanza, è consigliabile acquistare un mini abbonamento valido per 1, 2, 3 o 7 giorni al prezzo di €4,50, € 8,50, € 10 e €15 rispettivamente.

È necessaria la convalida del biglietto tramite le macchinette poste vicino ad ogni porta, appena si sale sulla vettura.

Gli autisti di autobus e tram a Bratislava non vendono biglietti, quindi bisogna munirsene prima di entrare in vettura. Ci sono macchinette automatiche in molte fermate. Non si possono utilizzare banconote o carte di credito, il che può essere un problema quando si intende comprare un mini abbonamento. Se si è acquistato un biglietto di andata e ritorno da Vienna, esso vale anche come pass per tutti i mezzi pubblici e non serve la convalida.

Oltre alle macchinette automatica, i biglietti vengono venduti anche in molte edicole e nelle stazioni ferroviarie nelle postazioni di acquisto di biglietti (biglietteria 16 nella stazione ferroviaria principale). Si possono anche comprare i biglietti in ogni ufficio di informazioni turistiche . Si può richiedere la Bratislava City Card , che combina un biglietto da 1 a 3 giorni con vari sconti ed è disponibile agli uffici turistici.

Ci sono 3 principali nodi di trasporto in prossimità del centro cittadino, dove si può prendere l'autobus o il tram verso qualsiasi altro punto della città:

  • Hodzovo nàmestie (Palazzo Presidenziale) per i collegamenti di autobus per le parti nord-est ed est
  • Postovà (nell'area pedonale presso Hodzovo nàmestie) per i tram
  • Novy Most (vicino alla Cattedrale di S.Martino e alle rive del Danubio) per tram ed autobus diretti a ovest e per i collegamenti di autobus per Petrzalka

Le principali linee di autobus, tram e trolley operano dalle 4:30 alle 23:30. Se si desidera viaggiare in autobus di notte, recarsi alla principale stazione ferroviaria, che è il punto di scambio principale delle linee notturne, o utilizzare le fermate presso il Palazzo Presidenziale (Hodzovo nàmestie). Tutte le linee notturne hanno tempi di partenza comuni dalla principale stazione ferroviaria alle 23:30 e poi ogni 60 minuti per ogni linea e direzione periferica fino alle 3:30. Alcune linee hanno una corsa extra verso la periferia a mezzanotte. Il biglietto notturno costa €1,40. Ricordate che di notte ogni fermata deve essere prenotata. Inoltre i mezzi di trasporto durante venerdì e sabato notte sono particolarmente affollati a causa dei giovani che tornano a casa dalle discoteche e dai club.

Si possono ottenere tutte le principali informazioni riguardo ai trasporti pubblici a Bratislava, compresi orari, mappe ed un pianificatore online di viaggio su imhd.sk . Anche se questo non è il sito della compagnia, contiene sempre informazioni ufficiali e dati aggiornati.

Se necessario, si può anche camminare verso la Stazione Petrzalka dalla città (circa 25 minuti). Le direzioni sono chiaramente indicate ora, ma ricordate che Petrzalka è un enorme agglomerato di cemento dell'Europa Centrale. Dirigersi verso il ponte presso la torre a forma di UFO (Novy most). Una vola raggiunto, si noterà un marciapiede lungo un suo lato, per i pedoni. Una volta raggiunta l'altra riva del Danubio, seguire la parte destra della carreggiata con una pavimentazione rossa. Questa conduce direttamente alla stazione. Altrimenti, si può attraversare il grande parco di Bratislava chiamato Sad Janka Kràla e visitare il centro commerciale Aupark al suo interno. Una volta usciti dall'altro lato dell'Aupark, girare a destra e seguire la strada per arrivare a quella lastricata di rosso menzionata in precedenza. Il tragitto è sicuro durante il giorno, potrebbe essere pericoloso di notte per chi appare un tipico turista occidentale.


Cosa vedere[modifica]

Città vecchia[modifica]

Palazzo arcivescovile
  • 1 Palazzo arcivescovile (Primaciálny palác), Primaciálne námestie 3, 81101 Staré Mesto, Slovacchia (A pochi passi dal vecchio municipio), +421 2 593 563 94. Simple icon time.svg Mar-Dom 10:00-17:00. Palazzo neoclassico costruito tra il 1778 e il 1781 su commissione dell'arcivescovo József Batthyány e su progetto dell'architetto Melchior Hefele.
Il palazzo è famoso negli annali della storia per il trattato di pace stipulato tra l'imperatore Francesco I d'Austria e Napoleone Bonaparte il 26 dicembre 1805. Il trattato, passato alla storia come "pace di Presburgo" ebbe luogo nella sala degli specchi del palazzo. Vi si ammirano gli arazzi scoperti per caso nel 1903 e raffiguranti il tragico mito di Ero e Leandro. :Attualmente si svolgono nel palazzo le riunioni del consiglio comunale di Bratislava. Palazzo Primaziale su Wikipedia Palazzo Primaziale (Q938516) su Wikidata
Antico palazzo comunale
  • 2 Antico palazzo municipale (Stará radnica), Radničná 1 (Di fianco al Palazzo del Primate, in piazza Primaciàlne 3). Ecb copyright.svg Prezzi scontati per studenti, senior, bambini di età compresa tra i 6 e i 14 anni, famiglie (2 genitori e un bambino) e gruppi di almeno 10 persone. Ingresso gratis per detentori della City Card. Simple icon time.svg Mar-Ven 10:00–17:00, Sab-Dom 11–18:00. L'antico palazzo comunale è un insieme di edifici del XIV secolo: la casa di Jacobus è l'edificio principale accanto alla torre. Si chiama così dal nome del sindaco del XIV secolo che la commissionò. Seguono la casa di Pawer, la casa di Unger e il palazzo Apponyi, commissionato dal conte Juraj Apponyi, un nobile ungherese e consigliere del re.
La torre, originariamente in stile gotico fu eretta alla fine del 13 ° secolo. Nel medioevo le torri di pietra erano parte integrante delle case patrizie al fine di garantire sicurezza in caso di guerra e avevano anche funzione di avvistamento di eventuali incendi. Sebbene non sia possibile specificare la data esatta della sua costruzione, i dettagli delle finestre gotiche suggeriscono che la torre fu innalzata intorno all'anno 1370. Il piano terra della torre era un metro più in basso del livello stradale odierno. La torre fu rinforzata e modificata più volte nei secoli successivi; Aveva un orologio meccanico con una grande sfera che raffigurava le fasi lunari e al piano superiore c'era il vano che accoglieva le campane, anche queste andate perdute.
Nei secoli successivi il complesso subì molte trasformazioni e restauri, vale a dire una ricostruzione in stile rinascimentale nel 1599 in seguito a danni da terremoto e un restauro barocco dopo l'incendio del XVIII secolo. Nel 1912 fu aggiunta un'ala in stile eclettico (neorinascimentale e neogotico) .
Dal 1868 l'antico palazzo municipale accoglie le collezioni del museo civico (Múzeum mesta Bratislavy, abbr. MMB), il più antico di Bratislava.
È possibile salire in cima alla torre dell'orologio per ammirare dall'alto il panorama della città vecchia. Old Town Hall (Q439356) su Wikidata
Palazzo Mirbach
Chiesa francescana
  • 3 Palazzo Mirbach (Mirbachov palác), Františkánske námestie 416/11, +421 2 5465 5454. Simple icon time.svg Mar-Dom 11:00–18:00. Realizzato tra il 1768 e il 1770 in stile rococo, il palazzo fu commissionato da un fabbricante di birra dell'epoca, tale Michal Spech ma porta il nome dell'ultimo proprietario, il conte Emil Mirbach, ucciso nel 1945 durante l'occupazione di Bratislava da parte dell'armata rossa.
Restaurato nel 1975, il palazzo ospita le collezioni di pittura e scultura della pinacoteca civica e il gabinetto delle stampe. Mirbach Palace (Q752582) su Wikidata
  • 4 Chiesa francescana (Františkánsky kostol), Františkánske námestie 10. È il più antico edificio religioso del centro storico di Bratislava. La chiesa fu consacrata nell'anno 1297 alla presenza del re Andrea III d'Ungheria. In passato, l'edificio serviva per le più assemblee di cittadini o nobili ungheresi. Rovinata più volte da terremoti e incendi, fu restaurata nel periodo barocco. Nel 1526 vi fu incoronato re d'Ungheria, Ferdinando I, imperatore del Sacro Romano Impero.
Vi è annesso un monastero e due cappelle. Quella dedicata a San Giovanni Evangelista risale al periodo gotico e accoglie le tombe della famiglia Jakub, un notabile di Presburgo la cui casa è oggi inglobata nell'antico palazzo comunale. Franciscan Church (Q1450292) su Wikidata
Porta di San Michele
  • 5 Porta di San Michele (Michalská brána), Via Michalská 22, +421 2 544 330 44. Simple icon time.svg Lun-Ven 10:00-17:00, Sab-Dom 11:00-18:00. L'unica delle quattro porte d'ingresso alla città medievale munite di torri che si è conservata. Era la più piccola delle quattro ed era utilizzata principalmente da pescatori che venivano in città per vendere il loro pescato dal Danubio.
Innalzata intorno all'anno 1300, la porta deve le sue attuali forme barocche a una ricostruzione del 1758; in quell'occasione fu posta sulla sua cima la statua di San Michele e il drago.
La torre ospita un distaccamento del museo civico con collezioni di armi antiche.
Si può salire in cima per ammirare il panorama della città vecchia. Porta di San Michele (Bratislava) su Wikipedia Porta di San Michele (Bratislava) (Q1717975) su Wikidata
Chiesa blu
  • 6 Chiesa di Santa Elisabetta (Kostol svatej Alzbety), Bezručova 2. Chiamata in gergo la Chiesa Blu (Modry kostolìk), è un piccolo ma bellissimo tempio Jugendstil terminato nel 1913 su progetto dell'architetto ungherese Ödön Lechner, assolutamente da vedere per l'originalità delle decorazioni nelle tonalità del blu che si richiamano all'arte romanica e bizantina.
La chiesa è dedicata a Elisabetta d'Ungheria, figlia di Andrea II il Gerosolimitano, cresciuta nel castello di Bratislava.
All'esterno è presente un campanile cilindrico alto circa 36 metri, sormontato da una cupola.
All'interno è da notare la pala dell'altare maggiore con episodi della vita di Sant'Elisabetta. Chiesa Blu su Wikipedia chiesa Blu (Q579043) su Wikidata
  • 7 Chiesa di Santa Clara (Kostol sv. Klàry), Via Klariskà. Una chiesa gotica, parte di un monastero delle clarisse cui era annesso un ospedale.
Le monache clarisse giunsero a Presburgo nel 1297. Nel 1782 il loro ordine fu dissolto per decreto dell'imperatore Giuseppe II e la chiesa divenne la sede di un'accademia. Il complesso fu chiuso nel 1913 in seguito al crollo del campanile che non resse il peso di una nuova cupola progettata in sostituzione di quella originaria.
Oggi il complesso viene utilizzato per concerti e mostre temporanee promosse dalla galleria comunale. Clarissine Church (Q1744456) su Wikidata
  • 8 Fontana di Orlando (Rolandova fontàna). Costruita dal tagliapietre Andreas Luttringer e commissionata dal Re ungherese Massimiliano nel 1527, fu la prima fontana di Bratislava. Roland Fountain (Q4178866) su Wikidata
  • 9 Accademia Istropolitana, Ventúrska 3. È a prima università di scienze umanistiche del Regno in Ungheria. L'Università fu fondata nel 1465 dal re Mattia Corvino e vi tennero cattedra insegnanti famosi quali Johannes Muller detto Regiomontanus (1436-1476) che sosteneva la teoria eliocentrica come più tardi Galileo.
L'università smise di essere attiva dopo la morte del re Mattia Corvino nel 1490 e l'edificio fu donato a un convento.
Oggi l'edificio è sede dell'Accademia delle arti dello spettacolo. Università Istropolitana su Wikipedia Università Istropolitana (Q481659) su Wikidata


Museo della cultura ebraica
Museo degli orologi
  • 10 Museo degli orologi, Via Židovská 6378/1. Simple icon time.svg Orario giorni feriali: 10 – 17. Sab e dom 11-18. Chiuso i lun. Allestito nella casa del buon pastore, un palazzetto in stile rococo che fu residenza di un ricco mercante dell'epoca. Vi sono esposti orologi realizzati tra il XVII e il XIX secoli. Al piano terra del museo c'è un bar. Casa del Buon Pastore su Wikipedia Casa del Buon Pastore (Q1589718) su Wikidata
Palazzo estivo dell'arcivescovo
Palazzo Grassalkovich
  • 12 Palazzo Grassalkovich (Grasalkovičov palác), Hodžovo námestie. Completato nel 1760 per conto di un nobile ungherese, il conte Antal Grassalkovich, è un palazzo estivo in Rococò/tardo Barocco con un giardino francese, usato come sede di rappresentanza della presidenza slovacca. È infatti anche detto Prezidentsky palàc (Palazzo presidenziale).
Solo i giardini che lo circondano sono aperti al pubblico. In un'area del giardino si trova una fila di alberi piantati da personaggi famosi quali l'ex re di Spagna). Juan Carlos I
Il Palazzo è sorvegliato da un drappello d'onore della Guardia Nazionale Slovacca. Palazzo Grassalkovich su Wikipedia palazzo Grasalkovič (Q568640) su Wikidata
  • 13 Palazzo arcivescovile d'estate (Letný arcibiskupský palác), Námestie slobody. Simple icon time.svg Chiuso al pubblico. Il palazzo fu costruito dall'arcivescovo Forgách nel 1614 sul sito di una vigna. A metà del XVII secolo sul retro del palazzo fu sistemato un giardino botanico di forme geometriche, pieno di piante esotiche, statue e fontane. Negli anni 1761-65, il palazzo fu ricostruito in stile barocco e il giardino risistemato secondo i canoni francesi del tempo in francese. Oggi il palazzo è sede del Primo Ministro. Palazzo arcivescovile d'estate su Wikipedia Palazzo arcivescovile d'estate (Q921212) su Wikidata


Zona sud della città vecchia (Piazza Hviezdoslav e lungofiume)[modifica]

Galleria Nazionale Slovacca
Palazzo Pálffy
  • 15 Palazzo Pálffy (Pálffyho palác) (nei pressi di Hviezdoslavovo námestie). Palazzo della 2^ metà dell'800 che oggi ospita parte delle collezioni della pinacoteca comunale (Galéria mesta Bratislava) Pálffy Palace (Q873832) su Wikidata
  • 16 Galleria Nazionale Slovacca (Slovenská národná galéria), Rázusovo nábr. 199/2, 81102 Bratislava (Sul lungofiume), +421 2 5443 4119. Le collezioni sono ospitate nel palazzo Esterházy realizzato nel 1870 in stile neo rinascimentale e in un edificio a fianco di epoca comunista. Vi sono esposte opere di artisti slovacchi. Oltre a mostre permanenti di opere di arte medievale slovacche ed europee, la galleria ospita spesso mostre temporanee. Galleria nazionale slovacca su Wikipedia Galleria nazionale slovacca (Q1744024) su Wikidata

La Galleria della Città di Bratislava è una scelta altrettanto buona per vedere esempi di belle arti storiche, pitture e sculture accompagnate da mostre temporanee.

Cattedrale di San Martino
Museo nazionale
  • 17 Museo nazionale slovacco (Slovenské národné múzeum), Vajanskeho nabrezie 2 (sulla riva meridionale del Danubio). Museo nazionale slovacco su Wikipedia Museo nazionale slovacco (Q1093925) su Wikidata
  • 18 Cattedrale di San Martino (Katedrála svätého Martina), Rudnayovo námestie 1. Ecb copyright.svg 2€ (novembre 2009). Simple icon time.svg Lun-Ven 9:00-11:30 e 13:00-17:00. Eretto nel XV secolo in stile gotico, il Duomo di San Martino o (Dòm svätého Martina), è la più grande ed una delle più vecchie chiese di Bratislava, situata al di sotto del Castello. La cattedrale gotica, in precedenza la Chiesa delle incoronazioni di svariati Re ungheresi, fu costruita a partire dal 1204, riconsacrata nel 1445, e ristrutturata nel 1861-80. Sulla torre troneggia una copia della corona del re ungherese S. Stefano. La corona pesa 300 Kg e ricorda le 19 incoronazioni celebrate nel Duomo tra il 1563 e il 1830. Nel 1835 Ludwig van Beethoven diresse la prima della Missa sollemnis op. 123. Cattedrale di San Martino (Bratislava) su Wikipedia duomo di San Martino (Q239560) su Wikidata
Ponte Nuovo
  • 19 Ponte nuovo (Novy most). Ecb copyright.svg L'entrata costa €6,50, o è gratis se si mangia al ristorante. Simple icon time.svg Punto panoramico Lun-Dom 10:00-23:00. Conosciuto anche come ponte SNP (Most Slovenského národného povstania), ossia "Ponte dell'Insurrezione nazionale slovacca", è il più famoso dei ponti di Bratislava grazie alla sua struttura ardita e asimmetrica. È infatti un ponte ad unica campata e costituito da un unico pilone sorregge il tutto.
Il pilastro portante non si trova al centro della struttura ma sorge sulla sponda destra del Danubio e, per poter sorreggere il peso di tutta la campata, è inclinato rispetto alla verticale in modo da poter assecondare il compito dei tiranti.
In cima alla torre portante c'è una terrazza panoramica con bellissime viste sulla città vecchia e sul quartiere di Petrzalka, sulla riva opposta. Sempre in cima al pilastro cè un famoso ristorante chiamato UFO.
Il Ponte SNP fu realizzato tra il 1967 ed il 1972. Ha una lunghezza totale di 430,8 metri, una larghezza di 21 metri ed un peso intorno 7537 tonnellate. Presenta due piani di scorrimento: uno superiore, riservato ai veicoli, e un altro inferiore, costituito da due carreggiate di 2,50 metri larghezza circa, una per ogni lato del ponte, riservato al traffico di pedoni e biciclette. Nový Most su Wikipedia Nový Most (Q837291) su Wikidata


Collina del castello[modifica]

Pálffy Palace
Ingresso al Castello di Bratislava
  • 20 Castello di Bratislava (Bratislavský hrad), Vajanského nábrežie 2, +421 2 204 83 110, +421 2 905 993 301. Simple icon time.svg Orario invernale (1° nov-31 mar). Mar-Dom 09:00-17:00. Orario estivo (1 apr-31 ott). Mar-Dom10:00-18:00. Costruito su una roccaforte di epoca celtica occupata in seguito dai Romani e Slavi, il castello di Bratislava si erge sulla collina ad ovest del centro in posizione dominante sul corso del Danubio. Esso fu residenza dei re d'Ungheria al tempo dell'occupazione ottomana. Andò totalmente distrutto nel 1811 a causa di un incendio causato dall'inaccortezza delle truppe napoleoniche che l'occupavano. I lavori di restauro furono avviati nel 1950 e si conclusero 18 anni più tardi. Oggi il castello ospita le collezioni del museo della storia slovacca, un distaccamento del museo nazionale.
Tra gli oggetti esposti al museo della storia, i più interessanti sono i lavori di maestri orafi che formano le collezioni del cosiddetto tesoro. Castello di Bratislava su Wikipedia castello di Bratislava (Q593311) su Wikidata
  • 21 Museo archeologico (Archeologické múzeum SNM), Via Zizkova 16 (Fermata Nový most (Most SNP), tram no. 4, 6 e proseguire a piedi sul lungofiume), +421 2 20491273, +421 2 20491277, +421 2 20491212, @ . Simple icon time.svg Mar-Dom 10:00-17:00. Il museo costituisce un distaccamento del museo nazionale ed è allestito in una casa rinascimentale sul lungofiume, sotto la collina del castello.
Le collezioni sono modeste e gli oggetti esposti sono il risultato di scavi in diverse zone del paese.
Nel 1944 il museo fu centrato in pieno da bombe aeree e circa un terzo delle collezioni andò distrutta.

Quartieri periferici[modifica]

Torre della televisione
Danubiana
Slavin
  • 22 Torre della TV Kamzík. Torre di trasmissioni radiotelevisive alta 196 metri nella zona di Koliba. Si erge sulla collina di Kamzík, parte dei Piccoli Carpazi, a un'altitudine di 437 m. Tutt'intorno si estende il parco forestale di Bratislava.
La torre fu innalzata nel 1975 su progetto degli architetti Stanislav Májek, Jakub Tomašák, Juraj Kozák, Milan Jurica e Ján Privitzer.
La torre dispone di piattaforma panoramica; in condizioni di buona visibilità la vista si spinge fino ai territori d'Austria e d'Ungheria.
Il ristorante VEŽA chiuse i battenti nel maggio 2010 per mancanza di clientela. Gli chef e il personale del ristorante sono stati assunti dal ristorante dell'albergo Best Western a circa 100 m lungo la strada di accesso alla torre.
Nel 2011 è stato inaugurato un nuovo ristorante con interni rinnovati chiamato Altitude. Il ristorante serve piatti di cucina mediterranea ma dispone anche di un servizio bar per gustare caffè e altre bevande.
Al piano inferiore, su una piattaforma rotante, sta la Brasseria, un altro ristorante con viste panoramiche a 360 gradi. Kamzík TV Tower (Q1407277) su Wikidata
  • 23 Danubiana (18 km a sud del centro). Simple icon time.svg Mar-Dom 10:00-18:00. Museo di arte moderna inaugurato nel 2000 su iniziativa di Gerard Meulensteen, collezionista olandese di Eindhoven e Vincent Polakovič, gallerista slovacco.
Nel parco delle sculture sono state collocate opere di artisti slovacchi.
Data la sua posizione sul Danubio, il museo può costituire il pretesto per una breve gita fuori porta. È dotato di un bar sofisticato, l'Art Cafe con tavoli all'aperto e arredi stilizzati che portano la firma di due noti rappresentanti del design danese, Arne Jacobsen e Charles and Ray Eames.
Dalla terrazza del museo si gode un panorama unico su Bratislava, sui Piccoli Carpazi e sul maestoso Danubio, soprattutto al tramonto. Danubiana, Meulensteen Art Museum (Q1165115) su Wikidata
  • 24 Slavìn. Sulla cima della collina dietro al Castello, a dominare sull'intera città, è questo un monumento in memoria dei caduti sovietici nella battaglia di liberazione di Bratislava durante la seconda guerra mondiale. È il punto più alto della città, e quindi il punto migliore per il panorama. Slavìn è in realtà un cimitero, ed è quindi piuttosto tranquillo anche se suggestivo. Durante le notti calde è un posto molto romantico, che consente di sedersi all'ombra del monumento ad osservare il traffico sottostante. Slavín su Wikipedia Slavín (Q1553111) su Wikidata
  • 25 Gerulata, Gerulatska ul. Questo è un antico accampamento romano, con in mostra svariati reperti archeologici. Se siete appassionati di storia romana, potete anche considerare una visita al vicino Carnuntum, dotato di un grande sito archeologico e situato a pochi minuti di auto da Bratislava. Gerulata su Wikipedia Gerulata (Q1309632) su Wikidata


Altri musei[modifica]

Per gli amanti dei musei, Bratislava è la città giusta, con grandi e piccoli musei in giro per la città (ecco una lista). Quelli raccomandati sono:

Eventi e feste[modifica]

Ogni anno nel weekend intorno al 24 Aprile, Bratislava celebra un festival intitolato "Bratislava per tutti", con la possibilità per locali e turisti di visitare la maggior parte delle attrazioni della città gratis o con un biglietto scontato, compresi molti musei e gallerie. In maggio, i musei e le gallerie della città mantengono le loro porte aperte ai turisti fino a tarda notte, una manifestazione chiamata "Notte dei Musei e delle Gallerie".

  • Bratislava Jazz Days. Simple icon time.svg Dal 21 al 23 ottobre.


Cosa fare[modifica]

Man at work

Fate una passeggiata per il centro cittadino. Bratislava ha uno dei più piccoli centri storici, ma il fascino è più concentrato. Le strade sono state completamente restaurate negli ultimi dieci anni, riportandovi vitalità. Da allora una moltitudine di bar, caffè e ristoranti di ogni tipo hanno aperto, insieme a qualche negozio di souvenir e di abbigliamento alla moda. Durante le giornate calde quasi ogni bar ha una parte con tavolini all'esterno, pieni di vita e che conferiscono alla città il suo unico sapore.

Per quanto riguarda la cultura, il Castello di Bratislava è in generale una visita obbligata, ma è chiuso per restauri fino al 2011 e anche se il panorama dai bastioni è bello, si può visitare il memorial Slavin per avere una vista assolutamente spettacolare sulla città. È un punto calmo e romantico, ma attenzione, può esserci molto vento in cima. Così come il Castello, il Museo della Città situato nel Vecchio Municipio è chiuso per restauri fino al 2010. Questo impedisce ai visitatori di accedere alle ripide scalinate della torre dell'orologio o di vedere le storiche segrete della città, una mostra un po' attempata ma ancora impressionante nel 2008.

In estate, è possibile anche visitare lo Zoo di Bratislava, che offre una interessante passeggiata tra i recinti degli animali, comprese le tigri bianche. Le attrezzature dello zoo vengono a poco a poco aggiornate per attirare più turisti, mentre è una destinazione tipica per famiglie nel weekend. Si può anche andare al Giardino Botanico dell'Università Comenius (Botanickà 3, autobus 1, 4, 5, 9 o 12 e fermata Botanickà zàhrada) per una tranquilla e pacifica passeggiata in un'area verde.

Per un tranquillo pomeriggio nel parco, andate a Sad Janka Kràl'a (sulla riva destra del Danubio e di fianco al centro commerciale Aupark), uno dei più antichi parchi dell'Europa centrale, rilassatevi su una delle rive del fiume o andate a Horsky Park (Parco della Foresta) a nord del memorial Slavin per una passeggiata su sentieri nella foresta. Ci sono un piccolo bar ed un pub qui, quest'ultimo frequentato in maggior parte da studenti provenienti dal vicino campus. Per un'esperienza più vivace, prendere l'autobus 203/213 per Koliba e andare a piedi a Kamzik (circa 30 minuti in salita sulla collina) o provare le nuove attrezzature di Partizànska lùka e Snezienka, entrambi dotati di ampie postazioni per pic-nic e grigliate. L'area è lunga diversi chilometri e vi si accede a piedi dal capolinea dell'autobus 212 (Vojenska nemocnica) o tramite l'autobus per Patronka e utilizzando il numero 43 che fa su e giù per la collina ogni 15-30 minuti (a seconda del periodo del giorno, dell'anno e del tempo). Solo le vetture autorizzate possono entrare nell'area, ma c'è un parcheggio all'entrata, vicino alla fermata dell'autobus. I prati di Snezienka e la cima della collina Kamzik sono collegati con una seggiovia, funzionante da giovedì a domenica e durante le vacanze, ed il prezzo di un biglietto è di circa €3 (gennaio 2009).

In dicembre, non può mancare una fermata tra le fragranze dei Mercatini di Natale di fronte al Vecchio Municipio. Il mercato (in confronto a quello di Vienna e di Praga) è più piccolo, ma ha un'atmosfera molto più amichevole, quasi familiare, e sembra molto più tradizionale e meno commercializzato di altri nell'area. Gli abitanti di Bratislava adorano incontrarsi qui per un drink ed un boccone; si consiglia il "varene vino" (vino caldo).

Acquisti[modifica]

Polus City Center
Aupark
Galleria Eurovea
Interno della galleria Eurovea
  • 1 Aupark (distretto di Petržalka). Un centro commerciale aperto il 15 novembre 2001. Con una superficie totale di 44.000 m² era, al tempo della sua inaugurazione, il più grande centro commerciale della Slovacchia. È stato rinnovato due volte, nel 2007 e nel 2011,
Aupark si trova vicino al ponte nuovo, accanto al parco pubblico Sad Janka Kráľa, precedentemente noto anche come Aupark, Aupark (Q3489901) su Wikidata
  • 2 Polus City Center (Nové Mesto fermata tram omonima sulle linee 1, 4, 10). Centro commerciale inaugurato nell'anno 2000 con 140 negozi, un ipermercato, diversi ristoranti e sale cinematografiche. Il centro fa parte di un complesso di grattacieli adibiti ad uffici, "Millennium Tower I" (80 m) e "Millennium Tower II" (100 m). Una 3^ torre è in fase di progettazione (anno 2012). VIVO! Bratislava (Q2589923) su Wikidata
  • 3 Avion Shopping Park, Ivanská cesta 16, +421 905 812 513. Centro commerciale vicino all'IKEA e all'aeroporto. Al 2020 era il più grande centro commerciale della Slovacchia per superficie. Avion Shopping Park (Q12762787) su Wikidata
  • 4 Shopping Palace (navetta gratuita da Novy Most o tram linea 4 o ancora autobus 53, 56 e 65). Centro commerciale aperto nel novembre 2004 nell'area del lago Zlaté piesky (Sabbie d'Oro) molto frequentata d'estate.
Il centro ha una superficie complessiva di 76.000 metri quadrati di cui ben 57.000 sono occupati dall'ipermercato Tesco. (Q939085) su Wikidata
  • 5 Galleria Eurovea. Eurovea è un tempio dello shopping più moderno del precedente, molto più vasto e anche più attraente. È situato sul lungofiume, appena ad est del centro storico tra il ponte vecchio (Stary most) e quello di Apollo. Eurovea su Wikipedia Eurovea (Q2756445) su Wikidata
  • 6 Centrál. Ospitato in un edificio multifunzionale costruito tra il 2009 e il 2012 su progetto dell'architetto Ivan Kubík. È un palazzo di 20 piani e oltre al centro commerciale ospita al suo interno un albergo, una piscina e vari uffici.
Il centro commerciale si compone di circa 150 negozi per lo più di abbigliamento e eletronica. Dispone di parcheggi sotterranei su tre livelli di cui due sono riservati ai clienti del centro

All'ultimo piano si trovano bar, ristoranti e fast food, oltre a un terrazza coperta con giardino e panchine. (Q13402611) su Wikidata

Come divertirsi[modifica]

Spettacoli[modifica]

Teatro Nazionale Slovacco
Sala dei concerti "Reduta"
  • 1 Teatro Nazionale Slovacco (Slovenské národné divadlo). Teatro Nazionale Slovacco su Wikipedia Teatro Nazionale Slovacco (Q281805) su Wikidata
  • Orchestra Filarmonica Slovacca. Bratislava è la sede della famosa Orchestra Filarmonica Slovacca quindi se vi piace la musica classica, potreste andare ad un concerto nell'edifico storico Reduta. Per altre attività culturali, il Teatro Nazionale Slovacco offre un'ampia selezione di balletti, opera e spettacoli teatrali. Anche se molte attività sono state spostate nel distretto in costruzione sulle rive del fiume, alcune performance si tengono ancora nello storico edificio teatrale, con un feeling unico ma anche con un prezzo superiore. L'edificio del vecchio teatro si trova proprio nel centro cittadino, in Hviezdoslavovo namestie. Il nuovo teatro è accessibile con l'autobus 88 dalla stazione dei bus in Mlynske nivy (scendere a Landererova) o con l'autobus 50, 70 e 78 (la fermata è Wustenrot). Nessuna di queste fermate è direttamente al teatro, quindi bisogna aggiungere 5-10 minuti a piedi dalla fermata al teatro. Non si può mancare il palazzo, dato che è tipicamente comunista con inserti di marmo bianco. L'entrata è di fronte al Danubio, quindi bisogna fare il giro dell'edificio per accedervi. Orchestra Filarmonica Slovacca su Wikipedia Orchestra Filarmonica Slovacca (Q1516510) su Wikidata

Locali notturni[modifica]

  • Circus Barok. Disco club con servizio ristorante in un battello ormeggiato sulla banchina del Danubio, vicino al Ponte Nuovo.
  • Elam, Stare Grunty 53, +421 2 654 26 304. Club riservato a studenti universitari. Potrebbero richiedervi la tessera all'ingresso.
  • Sub (SubClub), NÁBREŽIE ARM. GEN. L. SVOBODU (Sotto il castello a pochi metri dal centro storico). Ricavato da un rifugio antiaereo alle falde della collina del castello, il club sub è un punto di riferimento della cultura underground. Vi si esibiscono spesso bande musicali del genere più diverso, dal reggae alla electronic music.
  • Rondel. Per gli amanti di musica più alternativa.
  • Apollon Gay Club, Panenska 18, +421 915 480 031.


Dove mangiare[modifica]

Assaggiare i Bryndzové halusky (piccoli ravioli con formaggio di pecora), una forte zuppa d'aglio e vino bianco slovacco (a causa del suo clima fresco, i rossi slovacchi non possono competere con gli altri vini europei). Schnitzel, goulash ed altri cibi tipici dell'Europa centrale. Le verdure fresche sono molto comuni, a causa dell'abbondanza di terre fertili.

Prezzi modici[modifica]

  • 1 Divný Janko Reštaurácia, Jozefská 2991/2, +421 2 442 515 58. Simple icon time.svg Lun-Gio 11:00-23:00, Ven-Sab 11:00-00:00, Dom 11:00-23:00. Locale simpatico con arredi retrò ma personale poco cordiale. I prezzi sono sicuramente invitanti e sono disponibili nel menù sia piatti tipici slovacchi che piatti internazionali.
  • 2 Govinda, Obchodná 518/30, +421 2 5296 2366, +421 911 947 108 (cell.). Simple icon time.svg Lun-Ven 10:30-16:00. Il ristorante degli Arancioni (Hare Krishna), molto apprezzato dai vegani e super economico.
  • 3 KGB, Obchodná 530/52, +421 2 527 312 79. Simple icon time.svg Lun-Mer 11:00-00:00, Gio 11:00-01:00, Ven 11:00-02:00, Sab 16:00-02:00. Birre di buona qualità ed economiche.

Prezzi medi[modifica]

  • 6 Mille Baci, Námestie SNP č.1, +421 917 138 767, @ . Ecb copyright.svg pasto per due 20/30€. La cucina offre sapori prelibati che appartengono alla tradizione veneta.
  • 7 Meštiansky pivovar, Drevená 575/8 (Fermata Poštová-Martinus delle linee tram 1 e 9), +421 944 512 265 (cell.). Simple icon time.svg Lun-Gio 11:00-00:00, Ven 11:00-01:00, Sab 11:00-00:00, Dom 11:00-22:00. Birra e burger.

Prezzi elevati[modifica]


Dove alloggiare[modifica]

I prezzi in genere non includono le tasse cittadine. Gli studenti fino ai 26 anni e giovani fino a 18 non pagano tasse.

Prezzi modici[modifica]

Il centro storico dispone di un pugno di ostelli che dovranno essere prenotati in anticipo. Molti stanno a Nové Mesto e parecchi altri nel quartiere-dormitorio di Petržalka. Questi ultimi non dovrebbero essere presi in considerazione non solo per l'aspetto deprimente della zona ma anche perché sarete lontani dalla movida e dovrete ricorrere ai mezzi pubblici.

Prezzi medi[modifica]

Hotel Ibis

Prezzi elevati[modifica]

Hotel Albrecht
Hotel Devin


Sicurezza[modifica]


Come restare in contatto[modifica]


Nei dintorni[modifica]

Castello di Devin
Castello di Cerveny Kamen
Esibizione in costume al castello di Cerveny Kamen
Villaggio di Modra
  • 26 Rovine del Castello di Devin. — Distrutto da Napoleone Bonaparte nel 1809, le rovine del castello di Devin sorvegliano la confluenza dei fiumi Danubio e Morava. Castello di Devín su Wikipedia castello di Devín (Q830976) su Wikidata
  • 9 Modra — A 30 km da Bratislava, Modra è un villaggio rinomato per la produzione di vini e per le fabbriche artigianali di brocche in ceramica
  • 27 Castello di Cerveny Kamen (Castello della Pietra Rossa). — Il castello è a 35 km da Bratislava, sul versante sud-orientale dei Piccoli Carpazi poco oltre Modra, vicino al villaggio di Častá. Si tratta di un castello difensivo del XIII secolo acquisito dalla famiglia Pálffy nel 1588 che provvide a restaurarlo adattandolo a propria residenza. Dopo la seconda guerra mondiale il sontuoso maniero fu espropriato ed oggi è un museo aperto al pubblico ove d'estate vengono date rappresentazioni in costume per la gioia dei visitatori. Il castello è una dipendenza del Museo Nazionale Slovacco (SNM). Castello di Červený Kameň su Wikipedia castello di Červený Kameň (Q1014752) su Wikidata


Itinerari[modifica]

Castello di Orava
  • Giro della Slovacchia — Se siete atterrati all'aeroporto di Bratislava con l'intenzione di fare un giretto della Slovacchia, potrebbe tornarvi utile consultare questo itinerario che elenca le località di maggiore interesse turistico del paese. Naturalmente a compierlo per intero un mese non è sufficiente ma potrete selezionare le località del vostro interesse. La Slovacchia è un paese che accontenta un po' tutti nonostante non abbia sbocco al mare. Chi ama l'arte troverà interessante visitare fiabeschi castelli e città storiche figuranti nella lista UNESCO dei Patrimoni Mondiali dell'Umanità. Chi predilige invece le attività all'aria aperta potrà fermarsi in uno dei villaggi posti all'interno o in prossimità dei numerosi parchi naturali del paese. Ancora la Slovacchia vanta un paio di centri di sport invernali e un più nutrito numero di stazioni termali.


Altri progetti

  • Collabora a Wikipedia Wikipedia contiene una voce riguardante Bratislava
  • Collabora a Commons Commons contiene immagini o altri file su Bratislava
2-4 star.svg Usabile: l'articolo rispetta le caratteristiche di una bozza ma in più contiene abbastanza informazioni per consentire una breve visita alla città. Utilizza correttamente i listing (la giusta tipologia nelle giuste sezioni).