Scarica il file GPX di questo articolo
Europa > Europa centrale > Germania > Germania orientale > Berlino

Berlino

Da Wikivoyage.
Jump to navigation Jump to search
Berlino
Berlin
Brandenburger Tor Nachts.JPG
Stemma e Bandiera
Berlino - Stemma
Berlino - Bandiera
Stato
Altitudine
Superficie
Abitanti
Prefisso tel
CAP
Fuso orario
Posizione
Mappa della Germania
Berlino
Berlino
Sito del turismo
Sito istituzionale

Berlino è la capitale della Germania e si trova nella Germania orientale.

Da sapere[modifica]

Berlino ha un atmosfera più rilassata rispetto ad altre città tedesche e comunque non improntata a modi "rigidi" (per la mentalità italiana, beninteso) di concepire la vita quotidiana. L'euforia e la voglia di vivere che seguì all'abbattimento del muro dopo decenni di guerra fredda non si sono ancora estinte. A distanza di anni, ormai, da quell'evento, lo slancio perdura e Berlino rimane una delle mete più ambite di giovani a caccia di socializzazione e divertimento. Soprattutto gli amanti della musica techno troveranno Berlino una meta ideale, sebbene l'evento Love Parade probabilmente non si svolgerà più dopo gli incidenti del 2010.

A favorire il turismo giovanile concorre anche il fatto che Berlino non è affatto cara per quanto riguarda le spese di alloggio e la città rigurgita di buoni ostelli dai prezzi irrisori.

Berlino comunque si adatta anche ad altre categorie di viaggiatori, ad esempio le famiglie: i suoi straordinari musei possono stimolare la curiosità dei loro pargoli e accelerarne le capacità intellettive.

Quando andare[modifica]

In genere Berlino fa il pieno di turisti fra giugno e settembre, periodo di alta stagione con prezzi maggiorati del 30% per quanto riguarda gli alloggi. Gli albergatori praticano prezzi più alti anche in concomitanza delle feste natalizie e degli eventi di maggior richiamo riportati più avanti. Durante il periodo pre-natalizio sino al 27-28 dicembre la città pullula di mercatini caratteristici. Il più grande si trova a ridosso dell'isola dei Musei e l'entrata è a pagamento per pochi euro a persona.

Per quanto riguarda il clima, quello di Berlino è definito come continentale a carattere umido. La media delle temperature invernali è attestata sui 4 -1 °C, quella dei mesi estivi sui 22–25 °C., fatto che spiega l'assenza di aria condizionata in molti alberghi di fascia medio-alta. Tenete comunque presente che il clima è mutevole come ovunque nel mondo e se programmate di visitare la città d'inverno potreste incappare in temperature eccezionalmente rigide. Emblematico, in questo senso, fu l'inverno del 2010 con il termometro rimasto costantemente sotto lo 0 per tutta la stagione e con picchi di -21° nel mese di gennaio.


Come orientarsi[modifica]

Come Parigi, Berlino è una città dai viali molto ampi sui quali si affacciano caseggiati per lo più di 4-7 piani che formano grandi e articolati cortili interni. Anche i marciapiedi sono talmente larghi da poterne ricavare piste ciclabili senza apportare disagio alcuno ai pedoni.

Se non volete finire investiti da una bici, imitate i Berlinesi che hanno cura di percorrere il lato interno del marciapiede e mai quello sul bordo della strada.

I numeri civici compaiono solo sugli androni degli stabili. Molto di rado sugli esercizi commerciali.

Un punto di riferimento può essere costituito dalla torre della televisione che spunta ovunque nel centro e anche a notevoli distanze da questo.

L'unico inconveniente per chi visita Berlino per la prima volta sta nell'orientarsi all'interno delle stazioni d'interscambio dei trasporti pubblici. Esse sono infatti a più livelli e spesso ospitano centri commerciali. Trovare la linea giusta della metro o la piattaforma giusta del treno suburbano può rivelarsi un'impresa ardua per i pivellini. La segnalazione all'interno delle stazioni è tuttavia ottima per cui basterà non distrarsi e seguire attentamente le indicazioni.

Se siete proprio a digiuno della città dovrete conoscere almeno per le linee metro principali ambo i capolinea altrimenti rischiate di andare nella direzione opposta. In questo senso vi aiuta la cartina distribuita alle stazioni che ogni turista ignaro della città reca sempre con sé. Ne troverete una versione on line all'indirizzo http://www.bvg.de/index.php/de/binaries/asset/download/20909/file/1-1

Una volta guadagnata l'uscita giusta, dovrete raggiungere il vostro punto d'interesse. Se avete un cellulare dotato di ricevitore GPS non esitate ad usarlo come fanno i Berlinesi quando devono attraversare un quartiere che non conoscono. In alternativa potrete collegarvi al sito http://mobil.bvg.de dell'azienda dei trasporti che presenta una cartina (statica) della città molto ben fatta. In ambo i casi non perderete tempo prezioso.

Distretti[modifica]

Berlino è suddivisa in distretti amministrativi (Bezirke) numerati dall'1 al 12:

I 12 distretti di Berlino

      1. Mitte — Il primo distretto comprende, oltre al centro vero e proprio, il quartiere diplomatico di Tiergarten e quelli popolari di Moabit (dove è situata la stazione centrale), Wedding e Gesundbrunnen. Interessante è anche Hansaviertel, un piccolo quartiere sorto nel dopoguerra sulle rovine di palazzi ottocenteschi distrutti da ripetuti bombardamenti. Il progetto per la sua ricostruzione fu realizzato da un team di architetti famosi come Alvar Aalto, Egon Eiermann, Walter Gropius, Oscar Niemeyer.
      2. Friedrichshain-KreuzbergFriedrichshain è il quartiere che borda il centro da est. Andato completamente distrutto durante la II guerra mondiale fu ricostruito con imponenti palazzi secondo lo stile socialista dei tempi di Stalin. Appena a sud del centro, Kreuzberg è un quartiere di immigrati, turchi per lo più ma anche di artisti che cercano una scappatoia alle rigide norme della società borghese. Sin dagli anni 70 del XX secolo Kreuzberg fu centro della cultura alternativa di Berlino Ovest. La sua strada più nota è la Friedrichstraße divisa in due dal muro ai tempi della guerra fredda. Nel muro si apriva un celebre varco, il Checkpoint Charlie, riservato a diplomatici e militari delle forze alleate di stanza a Berlino.
      3. Pankow — I quartieri turisticamente più interessanti del 3° distretto sono Pankow propriamente detto e Prenzlauer Berg che limita il centro dal suo lato est.
      4. Charlottenburg-Wilmersdorf — Al tempo della guerra fredda Charlottenburg era considerato il centro di Berlino ovest. Punto focale del distretto situato immediatamente ad ovest di Tiergarten è Breitscheidplatz, la piazza dominata dalla Chiesa commemorativa dell'Imperatore Guglielmo (Gedächtniskirche), distrutta durante i bombardamenti della II guerra mondiale e volutamente lasciata allo stato di rudere. Negli immediati paraggi sta il giardino zoologico. Dalla Breitscheidplatz hanno inizio due famosi viali di Berlino: Kurfürstendamm e Tauentzienstraße, noti entrambi per i negozi di lusso che vi si affacciano. Altro punto d'interesse è la Luisenplatz, all'ingresso di Scloss Charlottenburg, un maniero barocco che funse da residenza estiva per i reali di Prussia. Charlottenburg ha notevole interesse turistico grazie anche ai suoi numerosi alberghi e pensioni. Nella zona sud del distretto sono situati gli spazi della fiera di Berlino e, poco discosta, la principale stazione degli autobus extraurbani. Wilmersdorf è un quartiere benestante, sede dell'Università delle Belle Arti e di famosi teatri.
      5. Spandau — Il quinto distretto occupa l'estrema periferia ovest di Berlino. È una zona costituita da ampi spazi verdi. Dopo la II guerra mondiale fu zona di occupazione sovietica. Spandau è nota per l'omonima prigione ove furono detenuti sette esponenti nazisti condannati a morte alla conclusione del processo di Norimberga. La prigione non esiste più essendo stata demolita da un pezzo. Rimane invece in piedi la cittadella di Spandau, l'unica sopravvissuta delle numerose fortezze di Berlino.
      6. Steglitz-Zehlendorf — A sud di Charlottenburg-Wilmersdorf, la zona di Dahlem è rilevante per un complesso di musei tra i quali spicca il museo di etnologia, il maggiore del mondo per pezzi esposti. Steglitz, invece, è il quartiere di Berlino più interessante per gli amanti dello shopping. Wannsee è il quartiere sull'omonimo lago.
      7. Tempelhof-SchönebergTempelhof è famosa per il suo aeroporto, il primo della Germania ad essere inaugurato per i voli regolari della Lufthansa. Shöneberg è un quartiere altolocato, rinomato per gli acquisti. Motzstrasse, sempre a Schöneberg, costituisce la principale area gay di Berlino.
      8. Neukölln — Un distretto costituito da quartieri abitati da immigrati con ancora qualche problema sociale e crimini collegati allo spaccio di droga. La sua piazza principale, ma non per questo più attraente, è Hermannstrasse, nodo di trasporti dove si affacciano i grandi magazzini Karstadt. Neukölln è comunque un quartiere piacevole e sempre più rivalutato anche per via delle sue vecchie case "Jugendstil", miracolosamente scampate ai bombardamenti dell'ultima guerra.
      9. Treptow-KöpenickKöpenick, situato su un'isola del fiume Sprea, tra laghi grandi e piccoli ha un'aria idilliaca.
      10. Marzahn-Hellersdorf
      11. Lichtenberg — Vi è situato lo "Stasimuseum", con collezioni che documentano le attività di spionaggio della Stasi, i servizi segreti della defunta Repubblica Democratica Tedesca
      12. Reinickendorf — Immersa nel verde, la zona di Reinickendorf racchiude il più vasto dei laghi cittadini, il Tegel e l'omonimo aeroporto. Il suo interesse turistico è tuttavia limitato.


Come arrivare[modifica]

In aereo[modifica]

Aeroporto di Tegel
Aeroporto di Schönefeld

Berlino ha due aeroporti descritti di seguito:

  • 1 Tegel (TXL). lo scalo con maggior traffico passeggeri. È situato nel settore nord-ovest della città. Il collegamento con il centro è assicurato da linee di autobus che fanno capolinea alla stazione ferroviaria principale (linea Jet Express Bus TXL) e a quella del Giardino zoologico a Charlottenburg (Linee 109 e X9).
Di seguito un elenco delle compagnie aeree che al 2009 effettuavano voli da città italiane.
Vi operano Ryanair con un solo volo da Bergamo-Orio al Serio ed EasyJet con più opzioni (da Cagliari, Milano-Malpensa, Napoli, Olbia, Pisa, Roma-Fiumicino, Venezia-Marco Polo).
Vicino l'aeroporto è la stazione dei treni suburbani (S-Bahn) raggiungibile anche a piedi tramite un lungo passaggio coperto che vedrete uscendo dall'aeroporto sulla vostra sinistra: da li il centro della città di Berlino è raggiungibile in circa quaranta minuti. Altrimenti potrete ricorrere a uno dei tanti autobus che fanno la spola con Rudow, capolinea della linea metro U7. Gli autobus più veloci sono quelli della linea X7 che non effettuano fermate intermedie. Aeroporto di Berlino-Schönefeld su Wikipedia "aeroporto di Berlino-Schönefeld" su Wikidata


In treno[modifica]

Ingresso orientale della stazione di Berlino centrale
  • 3 Stazione di Berlino centrale (Berlin Hauptbahnhof). la principale stazione ferroviaria di Berlino. È una stazione mastodontica e spettacolare, inaugurata il 26 maggio 2006. Non esistono collegamenti ferroviari diretti con città italiane (2011) e dovrete cambiare a Monaco dove fanno capolinea treni internazionali da Roma/Firenze/Bologna, Verona e Venezia. Maggiori informazioni sul sito [trenitalia.com].
È possibile raggiungere Berlino via Berna anche partendo da Milano, ma il percorso è più lungo: il viaggio dura circa 12 ore. Si parte da Milano al mattino, si cambia a Berna in piena mattinata ed in serata si raggiunge Berlino. Bisogna però prenotare per tempo su internet sul sito delle ferrovie tedeschee il biglietto viene spedito a casa per posta entro 5 giorni dall'acquisto. Se si è fortunati si possono spendere circa 100 euro per la sola andata (Milano-Berna-Berlino). Stazione di Berlino Centrale su Wikipedia "stazione di Berlino Centrale" su Wikidata

In autobus[modifica]

  • 4 Stazione centrale degli autobus extraurbani (Zentraler Omnibusbahnhof Berlin - ZOB Berlin). Il principale capolinea degli autobus extraurbani è situato nel quartiere di Charlottenburg vicino la stazione metro (U-Bahn) di Kaiserdamm e quella ferroviaria (S-Bahn) di Messe Nord/ICC. I pullman dell'Eurolines provenienti da città italiane fermano invece al capolinea di Schoenefeld. "ZOB Berlin" su Wikidata


Come spostarsi[modifica]

Con mezzi pubblici[modifica]

I trasporti pubblici sono costituiti da 10 linee di metropolitana (U-Bahn Berlin), da 22 linee tranviarie e da una estesa rete di treni suburbani e linee di autobus gestite dall'azienda BVG.

Grosso modo la metro è in funzione dalle 4 del mattino fino a 40 minuti dopo la mezzanotte nei giorni feriali mentre nei week end le corse sono prolungate fino alla 2 di notte e alcune linee sono in funzione addirittura 24 ore di seguito. In ogni caso. autobus notturni che riportano il numero della linea metro preceduto dalla lettera N sostituiscono i treni durante le loro eventuali interruzioni. La rete dei trasporti urbani è dunque estremamente efficiente e anche molto capillare.

Si può affermare con certezza che tutti i punti di principale interesse sono a breve distanza da stazioni o da fermate di autobus e tram e raggiungibili facilmente a piedi. È anche grazie a questo mirabile sistema di trasporti pubblici che i Berlinesi appaiono rilassati e senza stress potendo permettersi anche il lusso di vivere intensamente ogni attimo della propria vita. A conclusione del proprio lavoro conservano ancora le energie per godersi pienamente la notte.

Per quanto riguarda i biglietti ne troverete di tipologie più svariate ma forse quelli più interessanti sono i biglietti validi 24 ore o gli abbonamenti settimanali e mensili. Berlino è suddivisa in due zone A e B più C. Tutti i luoghi d'interesse si trovano nella prima zona (A e B) ma i due aeroporti di Berlino ne rimangono al di fuori.

Se siete interessati alla visita dei musei potete usufruire della City Tour Card offerta in diversi tagli (48, 72 ore o 5 giorni) e valida per l'intera zona urbana (A B) o, con un piccolo sovrapprezzo, anche per gli immediati dintorni (zona C). Chi desidera può acquistare la "Berlin welcome card" che comprende la libera circolazione sui mezzi pubblici: metropolitane, bus e treni locali, (zone A,B,C) e Potsdam; trasporti pubblici da e per gli aeroporti; sconto sull'entrata o quota di partecipazione per diversi eventi culturali e teatri di Berlino e Potsdam; sconto in ristoranti e negozi. Ogni card adulti include tre ragazzi fino a 14 anni. Tariffe ad oggi (ottobre 2013): 2 giorni (48 ore) 19€; 3 giorni (72 ore) 25€, 5 giorni (120 ore), 32€. La Berlin Welcome Card-Isola dei musei include oltre ai suddetti servizi della Berlin card welcome per 3 giorni il libero ingresso nei musei dell'isola dei musei: 3 giorni (72 ore) 36€. Praticamente con 11€ in più rispetto alla normale Berlin welcome card, oltre a viaggiare si possono vedere i suddetti musei per tre giorni.

L'ingresso nelle stazioni della metropolitana non prevede il superamento di tornelli (come avviene ad esempio a Madrid), ma ciò non significa che i controlli siano assenti: il biglietto acquistato va obliterato utilizzando gli apparecchi gialli che si trovano sulla piattaforma. I controllori non sono muniti di divisa o documenti di riconoscimento visibili; quando sono presenti sul treno, si identificano solo dopo che le porte del vagone si sono chiuse, e non esiteranno a multarvi se sarete sprovvisti di biglietto regolarmente obliterato.

La multa per chi viene pizzicato sprovvisto di titolo di viaggio idoneo ammonta a 60.- EUR (nel 2016).

Gli autobus della linea 142 fanno la spola tra la stazione centrale (Hauptbahnhof - Lehrter Bahnhof) e quella orientale (Ostbahnhof).

Con tour guidati[modifica]

Molte compagnie di pullman turistici hanno il loro capolinea sulla Kurfürstendamm, all'altezza dell'omonima stazione metro. Tra queste citiamo la BEX Sightseeing con un'ampia scelta di tour.

Se invece vi piacciono le passeggiate potete rivolgervi alla "Berlin Walks" ma dovrete essere in grado comprendere l'inglese. Giri della città e dei suoi dintorni in lingua italiana sono proposti dalla Insider Tour.

Fra le svariate forme di trasporto presenti in città vi sono anche i servizi di autonoleggio con conducente. Questi ultimi sono particolarmente indicati per coloro che desiderano il massimo comfort e la la più totale riservatezza per i loro city tours e transfers. Tra le aziende che offrono questa tipologia di servi citiamo myDriver.


Durante la bella stagione avrete anche la possibilità di mini crociere sul corso dello Sprea e dei suoi affluenti nonché sulla rete di canali che collegano i fiumi ai numerosi laghi cittadini. La compagnia con la flotta più consistente è la Stern-und Kreisschif-fahrt. Alcune imbarcazioni salpano dal molo vicino Berliner Dom.

In bicicletta[modifica]

I Berlinesi sono patiti della bicicletta. La usano a tutte le età, di giorno come di notte e anche quando il termometro segna -20 °C. Potete portarla con voi in metro o in treno dietro pagamento di un piccolo sovrapprezzo. Le agenzie di noleggio le troverete nelle vicinanze della Torre della televisione. È possibile noleggiare una bicicletta con 10€, anche in moltissimi alberghi. per l'intera giornata, dietro cauzione di 50€, per visitare la città che è vastissima e policentrica; l'unico inconveniente è dato dalla rigidità del clima nei mesi invernali.

Cosa vedere[modifica]

Centro[modifica]

La città è attraversata dal fiume Spree al centro del quale si trova l'isola Sprea. Al centro dell'isola si trova la Schloßplatz con il Duomo di Berlino e il Palazzo del Consiglio, adiacenti sono i giardini Lustgarten che fino al 1950, anno di demolizione del Castello di Berlino, costituivano il cortile del castello stesso. A sud dei giardini si trova Fischerinsel, antico quartiere abitato da pescatori completamente distrutto dai bombardamenti della Seconda Guerra Mondiale e ricostruito in stile contemporaneo con alti e moderni grattacieli. A nord invece si estende l'Isola dei Musei, chiamata così perché ospita moltissimi musei,tra cui il famosissimo Perganonmuseum. Di fronte all'isola, sulla riva occidentale del fiume,si trovano la vivace zona di Nikolaiviertel, formata da eleganti palazzine medioevali e con al centro la Chiesa di San Nicola e il Rotes Rathaus, il municipio cittadino. Sulla riva orientale si trovano il Viale Unter den Linden, via principale della città, i resti del Muro di Berlino, la Porta di Brandeburgo, la Cattedrale di Sant'Edvige, la Colonna della Libertà, il Memoriale alle Guerre di Liberazione ,il Judisches Museum, dedicato alla storia degli ebrei, il Palazzo del Parlamento, il Tiergarten, il più grande parco pubblico cittadino, la Gendarmenmarkt, piazza del mercato sulla quale si affacciano eleganti edifici neoclassici, la Alexanderplatz con la Torre della Televisione e l'orologio universale e la Potsdamerplatz con il Sony Center e la Panoramapunkt, torre alta 100 metri. Alcune zone leggermente periferiche ma ugualmente interessanti sono i castelli di Charlottenburg e Zitadelle-Spandau.


Eventi e feste[modifica]


Cosa fare[modifica]

Berlino vanta parecchi stabilimenti termali (stadtbad) dove potrete rilassarvi con una nuotata o tra i vapori del bagno turco. Ne citiamo un paio:

  • Stadtbad Charlottenburg, Krumme Straße 10, Charlottenburg (U7 Richard-Wagner Platz).
  • Stadtbad Neukölln, Ganghoferstraße 3, Neukölln (U7 Rathaus Neukölln). Questi bagni termali non citati dalle guide turistiche godono degli apprezzamenti di chi li ha visitati.

Itinerari[modifica]

Sono tante le proposte di itinerari (tour) offerte. Eccone alcune dal profilo non di massa.

  • Culture Labs (Berlin-Gay tours), @ strapani@culturelabs.de. Proposte di itinerari insoliti ben curati, anche su temi quali la vita omosessuale odierna e storica nella capitale. Alto livello didattico unito a elementi come svago e piacere culturale.


Acquisti[modifica]

Tra i grandi magazzini citiamo Karstadt dislocati in corrispondenza delle stazioni metro, come quello a Hermannplatz.

Se siete interessati ad acquistare abbigliamento di marca a prezzi ribassati al di fuori del tempo dei saldi, vi conviene fare una scappitina al centro commerciale "Designer Outlets Berlin" fuori città a Alter Spandauer Weg 7A a Wusterhausen, OT Elstal, che incorpora negozi di più di cento marche, come l'Adidas outlet, Boss, etc. Al venerdì e al sabato viene offerto un servizio autobus navetta per dieci euro (andata e ritorno) dal Kudamm al centro città ovest.

Per gli interessati a generi di elettronica i nomi da tenere a mente sono le catene Saturn e Media-Markt, presenti sia a est, a Mitte, sullAlexanderplatz, come pure a ovest, a Charlottenburg e nel Wedding sulla Pankstraße. Particolarmente allettanti i prezzi degli smartphones ma anche di semplici cellulari corredati di SIM prepagata pronti per l'uso se vi siete scordati il telefonino a casa o non volete dare i soldi al vostro gestore in Italia (telefonino e sim li pagherete meno di 10 euro).

Se invece vi piacciono i mercati di frutta e verdura dal sapore orientale non c'è niente di meglio di una scappatina a ovest a Neukölln al Maybachufer, la via che costeggia il canale, che separa Kreuzberg da Neukölln, e sul quale lato sud di Neukölln sta il pittoresco mercato turco (stazione metro più vicina: Schönleinstraße‎ sulla linea U8).


Come divertirsi[modifica]

La guida di riferimento nel settore dell'intrattenimento è Ex Berliner. Esce a cadenza mensile in lingua inglese ed è reperibile nelle rivendite di giornali.

Berlino è considerata la capitale gay d'Europa. Schöneberg è stata a lungo considerata il quartiere gay della città. Troverete molti bar e ristoranti gestiti da gay sulla Nollendorfplatz e la Mozarstrasse. Con il passare degli anni, però, Schöneberg è rimasta sostanzialmente la stessa, mentre altri quartieri che facevano parte di Berlino Est hanno accolto sempre piu numerosi locali per gay da quando è stato abbattuto il muro che divideva in due la città. Dopo la riunificazione Kreuzberg si è affermata come il quartiere della cultura gay alternativa ma Neukölln tende sempre piu' a soppiantarla. Nel 2013, uno dei club gay più longevi di Berlino, lo SchwuZ, si è trasferito da Kreuzberg a Neukölln, segnando un ulteriore spostamento verso sud est della scena gay di Berlino. La città cambia e mentre Nollendorfplatz non cesserà' di attrarre turisti gay che visitano Berlino per la prima volta, la scelta si fa sempre piu' ampia. Berlino ha molto da offrire a turisti gay, qualunque siano le loro preferenze. Può però risultare difficoltoso trovare il locale adatto ai propri gusti. Le guide gay abbondano in rete ma sono schematiche e non danno molto rilievo ai parties cosi una parte della vita gay è tenuta nascosta forse anche per motivi di sicurezza ma se si usano precauzioni elementari non c'è proprio nulla da temere. Quelli che sono ben addentro alla vita gay sanno di potersi muovere senza problemi nei club di Kreuzberg e Neukölln. Mentre Schöneberg è sostanzialmente un ghetto per gay, Kreuzberg e Neukölln accolgono locali aperti a tutti secondo la mentalita tedesca improntanta alla promiscuita sessuale piu spinta e non è raro vedere tra i clienti donne etero in vena di stranezze. L'aspetto piÙ interessante per i gay sono i parties. Uno dei parties piu' attesi è lo SNAX che si tiene al famoso club Barghain che apre le sue porte ai gay solo a pasqua e a novembre. Ce ne sono molti altri a frequenza mensile e bimestrale, regolari o occasionali. Ad esempio il Gegen Love un queer party a frequenza bimestrale che si tiene ogni primo venerdì del mese al Kit Kat Club, il piu'famoso sex club di Berlino. Madonnamania anche è molto atteso e si tiene quattro volte l'anno allo SchwuZ, il primo club gay alternativo di Berlino Ovest.

Dove mangiare[modifica]

Il cibo di strada tipico, a Berlino, è sicuramente il curry-wurst e il döner-kebap che si possono acquistare praticamente ovunque. Ambedue ideazioni culinarie inventate a Berlino.

Prezzi elevati[modifica]

Secondo il giudizio della guida Michelin pubblicata nel 2012 il miglior ristorante di Berlino è Tim Raue. Il locale ha tolto lo scettro al Fischers Fritz, all'interno dell'hotel Regent. Hanno guadagnato le stelline della blasonata guida altri due ristoranti: Lorenz Adlon all'interno dell'omonimo albergo e il Reinstoff restaurant dove lo chef Daniel Achilles propina agli avventori piatti sperimentali basati sulle sue apprezzate capacità inventive.

Dove dormire[modifica]

Dove scegliersi l'alloggio non ha molta importanza in quanto Berlino ha un efficiente sistema di trasporti. Se siete interessati ai monumenti allora dovrete selezionare un albergo in centro o a Tiergarten. Se siete di giovane età potreste avere interesse alla vita notturna. In questo caso i quartieri più adatti sono Kreuzberg, Friedrichshain, Prenzlauer Berg. Se invece vi ritenete una persona elegante e vi piace lo shopping dovreste scegliervi l'alloggio nel quartiere di Charlottenburg o in quello di Schöneberg.

Prezzi modici[modifica]

A differenza delle altre capitali europee Berlino è una città non cara in campo alberghiero. Non manca di ostelli e pensioncine. Anche gli alberghi di categoria media hanno prezzi inferiori a quelli di altre capitali europee.

Ostelli[modifica]

A&O Hotels and Hostels in Köpenicker Straße
  • A&O Hotels and Hostels (U8 Heinrich-Heine Straße). Tutti cercheranno di spedirvi in una struttura di "A&O Hotels and Hostels", dalle compagnie aeree low cost agli impiegati dell' ufficio turistico. Si tratta di una catena di alberghi presente in varie città della Germania oltre che a Vienna e a Praga. A Berlino la catena è presente con varie unità. Accenniamo solo a quella nei pressi della stazione centrale (Hauptbahnhof), considerata la migliore e all'altra in Köpenicker Straße 127-129 nella zona sud-est del centro. Quest'ultima viene qualcosa in meno trovandosi a una certa distanza dalla stazione metro di Heine Heinrich strasse e anche per il fatto che la Köpenicker strasse non è una strada suggestiva ma un po' tetra. In ambo le strutture troverete sistemazioni in camerate o in camere singole e doppie con bagno privato o in comune. Per le altre strutture consultate il sito. Tenete presente che il prezzo della colazione è a parte e per qualsiasi extra pagherete prezzi maggiorati. Il check out è stabilito per le 10 del mattino e se tarderete pagherete una penale di 5 euro. Se non vi da fastidio il chiasso dei ragazzini che si dilettano al karaoke a tarda ora, A&O Hotels and Hostels fa al caso vostro.
  • Meininger hostels. Meininger è un'altra catena di ostelli presente in tutta la Germania. A Berlino ve ne sono 5. Per filosofia la Meininger hostels è agli antipodi della A&O Hotels and Hostels. I giovani che vi vanno sono meno maleducati e il personale è più curato nei modi. I prezzi sono leggermenti più alti. Vi consigliamo l'ostello in Oranienburger Straße 67/68 non a caso pieno di Italiani che se ne intendono di Berlino.
  • Hostel Spandau, Wasserstraße 4 e 8, Spandau, +49 30 54813021, fax: +49 30 35393213, @ hello@hostel-spandau-in.berlin. Ecb copyright.svg 15€+. Check-in: 14:00, check-out: 11:00.

Sistemazione in stanze[modifica]

Il miglior modo per trovare sistemazione in stanze private sta nel rivolgersi ad agenzie. Tra queste le più rinomate sono:

Sistemazione in appartamento[modifica]

Se non volete pagare le commissioni d'agenzia dovrete cercare tra i piccoli annunci, mettendovi d'accordo direttamente con i privati. L'edizione del sabato di Berliner Zeitung è una buona fonte.

Uno dei siti piò visitati da quanti cercano appartamento a Berlino è www.immobilienscout24.de, con una ridda di annunci inseriti per lo più da agenti immobiliari. A dire il vero il sito è per chi cerca di trasferirsi definitivamente a Berlino ma ha anche una sezione specifica con appartamenti offerti a breve termine.

Se cercate appartamenti più propriamente turistici per un soggiorno di qualche settimana potete rivolgervi ad agenzie menzionate da guide blasonate come Erste Mitwohnzentrale, HomeCompany, Wohn-Agentur freiraum - . Wienerstr. 14, D-10999, Tel.: +49 30 6182008 Fax: +49-30-6182006


Sicurezza[modifica]


Come restare in contatto[modifica]


Nei dintorni[modifica]


Altri progetti

2-4 star.svg Usabile: l'articolo rispetta le caratteristiche di una bozza ma in più contiene abbastanza informazioni per consentire una breve visita alla città. Utilizza correttamente i listing (la giusta tipologia nelle giuste sezioni).