Scarica il file GPX di questo articolo

Trentino-Alto Adige

Da Wikivoyage.
Europa > Italia > Italia nordorientale > Trentino-Alto Adige
Trentino-Alto Adige
Trentino-Alto Adige
Localizzazione
Trentino-Alto Adige - Localizzazione
Stemma e Bandiera
Trentino-Alto Adige - Stemma
Trentino-Alto Adige - Bandiera
Stato
Capoluogo
Superficie
Abitanti
Sito istituzionale

Trentino-Alto Adige (in tedesco Trentino-Südtirol) è una regione a statuto autonomo dell'Italia nordorientale.

Da sapere[modifica]

La regione si estende su una superficie di 13.607 km² e confina con la Lombardia, il Veneto, la Svizzera e l'Austria. È composta dalla provincia di Trento e da quella di Bolzano. La Vetta d'Italia è il punto più settentrionale dello stato italiano.

Oltre all'italiano, nella zona altoatesina la maggioranza della popolazione parla il tedesco, mentre in Val Gardena, Val Badia e Val di Fassa si parla anche il ladino.


Territori e mete turistiche[modifica]

Il Trentino-Alto Adige è composto da due territori diversi dal punto di vista storico-culturale, la Provincia autonoma di Trento e la Provincia autonoma di Bolzano/Bozen. La prima si identifica con il Trentino, la seconda con L'Alto Adige/Sud Tirol.

Mappa divisa per regioni
      Trentino — È l'area meridionale della Regione; confina con la Lombardia ad ovest e a sud, con il Veneto ad est e a sud. Si estende dalla punta settentrionale del Lago di Garda al confine settentrionale con l'Alto Adige. Il Trentino è di lingua italiana, con una piccola minoranza tedesca e ladina, e fa capo a Trento. Sue città principali, dopo il capoluogo Trento, sono Rovereto, Pergine Valsugana, Arco, Riva del Garda, Mori.
      Alto Adige — È l'area settentrionale della Regione; confina a sud con il Trentino, ad ovest con la Lombardia, la Svizzera e l'Austria che la contorna anche a settentrione, ad est con il Veneto. Sue città principali sono, con il capoluogo Bolzano, Merano, Bressanone, Laives e Brunico.

Centri urbani[modifica]

Città del Trentino[modifica]

  • Trento — Capoluogo della regione, il suo simbolo è il Castello del Buonconsiglio, il più vasto e rilevante complesso monumentale del Trentino-Alto Adige. Ha ospitato, dal secolo XIII fino a tutto il XVIII, i principi vescovi di Trento.
  • Andalo — A partire dalla metà del XX secolo ha conosciuto un notevole sviluppo turistico, diventando in breve un luogo di villeggiatura di primaria importanza. Gli impianti di risalita della Paganella e le numerose strutture ricettive ne fanno una delle località trentine più frequentate durante la stagione invernale.
  • Arco — Fra i monti ed il Lago di Garda, conserva il Castello, i palazzi e le ville di cui la dotarono gli Asburgo, che ne fecero luogo di soggiorno climatico, di svago e di cura.
  • Madonna di Campiglio — Una delle più famose località di villeggiatura estiva e di sport invernali di tutto l'arco alpino, rinomata già in epoca asburgica, quando poteva vantare la frequentazione della famiglia imperiale austriaca.
  • Riva del Garda — Elegante centro all'estremità nord del lago di Garda, mantiene l'atmosfera di luogo di villeggiatura della nobiltà austro-ungarica dell'Ottocento
  • Rovereto — Seconda città trentina, è famosa per la sua Campana dei caduti
  • San Martino di Castrozza — Centro turistico dell'alta valle del Primiero dominato dal celebre gruppo dolomitico delle Pale di San Martino.

Città termali[modifica]

  • Arco — Luogo di cura e soggiorno climatico già in epoca asburgica.
  • Caderzone Terme — Di recente costituzione, le sue Terme costituiscono un ulteriore richiamo per la già turisticamente nota Val Rendena.
  • Comano Terme — Località del comune di Lomaso, nelle Valli Giudicarie, è in un restringimento della valle del Sarca.
  • Garniga Terme — L’elemento fondamentale delle cure termali a Garniga è costituito dalle erbe raccolte di primo mattino nei prati delle Viote sul Monte Bondone, con cui vengono praticati i bagni d’erba (fitobalneoterapia).
  • Levico Terme — Stazione termale fra le più frequentate, è anche noto centro di villeggiatura apprezzato per il suo lago.
  • Peio — Stazione termale fra le più frequentate, è anche noto centro di villeggiatura apprezzato per il suo lago.
  • Pozza di Fassa — Alle cure termali affianca una ben sviluppata organizzazione turistica come centro di villeggiatura estiva
  • Rabbi — Più della metà del territorio del comune di Rabbi è compreso nel Parco nazionale dello Stelvio, ciò che ne fa una località di grande interesse naturalistico.
  • Roncegno — Coniuga cure termali e soggiorno climatico in un ambiente naturale rilassante.
  • Vetriolo Terme — Il più alto centro termale d'Europa si affianca agli stabilimenti del capoluogo comunale Levico Terme

Città dell'Alto Adige[modifica]

Ultimo (Villnoss) in Val di Funes
  • Bolzano (Bozen) — Principale città dell'Alto Adige ne è il capoluogo amministrativo ed economico. Il suo centro storico fonde mirabilmente i caratteri architettonici ed urbanistici nordici con quelli italiani mostrandosi con un tono di signorile eleganza.
  • Bressanone (Brixen) — Città con un importante centro storico racchiuso da mura e porte. La Cattedrale, il suo chiostro con preziosi affreschi, il Palazzo vescovile danno un'elegante impronta alla città vecchia, con caratteristici piccoli borghi che si contrappongono a slarghi urbanistici di ampio respiro.
  • Brunico (Bruneck) — Centro principale della Val Pusteria, conserva due castelli oltre a quartieri storici di buon interesse. È città di turismo alla convergenza delle vallate tributarie della Val Pusteria, tutte caratterizzate da un ambiente di particolare bellezza.
  • Corvara in Badia (Corvara) — Località sciistica ideale per i giovani.
  • Merano (Meran) — Importante centro alla confluenza di Val Venosta, Val Passiria, Val d'Adige e Val d'Ultimo, la città fu fino al Quattrocento il capoluogo del Tirolo, quando la capitale fu trasferita a Innsbruck. Mantiene tuttora forti legami con il mondo germanico e vanta un bel centro storico. Stazione termale di antica tradizione.
  • Ortisei (St. Ulrich) — È il centro abitato principale e più densamente popolato della Val Gardena. L'economia locale si basa soprattutto sul turismo invernale ed estivo. Molto noto è l'artigianato delle sculture di legno, che vanta un'antica tradizione.
  • San Candido (Innichen) — Comune mercato dal 1303, San Candido è oggi una rinomata località turistica invernale ed estiva delle Dolomiti, incluso nel parco naturale Tre Cime.
  • Vipiteno (Sterzing) — È uno dei Borghi più belli d'Italia. Il suo nucleo storico è rimasto quasi intatto nella sua conformazione del XII secolo. Solo della cinta muraria rimangono pochi tratti. Caratteristiche sono le case dotate dei particolari bovindi o Erker, balconi aggettanti coperti e chiusi.

Altre destinazioni[modifica]


Come arrivare[modifica]

In aereo[modifica]

L'unico aeroporto della regione è quello di Bolzano dove atterrano voli provenienti da Milano e Roma.

In auto[modifica]

Autostrada A22 del Brennero.

In treno[modifica]


Come spostarsi[modifica]


Cosa vedere[modifica]


Cosa fare[modifica]


Eventi e feste[modifica]

Eventi Trentini[modifica]

  • Itinerari Folk Festival di musica acustica, etnica e contemporanea, da metà maggio a metà agosto a Trento in genere presso il Centro S. Chiara (vedi pagina di Trento)
  • I Suoni delle Dolomiti Festival di musica in quota, da fine giugno a fine agosto in varie località alpine trentine

Eventi Altoatesini[modifica]


A tavola[modifica]

A Trento[modifica]

  • Tortello di patate (Val di Non)
  • Mortandela (Val di Non, da non confondere con la Mortadella)
  • Lucanica
  • Strudel
  • Canederli (Knödel)
  • Stromboi (Strauben)
  • Patate rostide
  • Orzetto
  • Polenta di Storo
  • Tonco del pontesel
  • Smacafam
  • Bro'brusà
  • Mosa

A Bolzano[modifica]

  • Knödel (Canederli)
  • Strauben (Stromboi)
  • Kaminwurst
  • Kaiserschmarren
  • Speck
  • Schüttelbrot (pane di segale croccante)
  • Vorschlag - Segalini
  • Zelten
  • Wurstel Meraner
  • Strudel

Bevande[modifica]

A Trento[modifica]

  • vino rosso Teroldego
  • vino Pinot Nero
  • vino Merlot
  • vino bianco Nosiola
  • vino Santo (passito - Valle dei Laghi)
  • Grappa (di alta qualità quella della Valle dei Laghi)
  • Parampampoli (liquore al caffè - Valsugana)

A Bolzano[modifica]

  • vino Gewurztraminer (specialità di Traminer - Termeno, da cui il nome)
  • vino Lagrein

Prodotti[modifica]

  • Olio d'oliva del Garda
  • Mele della Val di Non

Sicurezza[modifica]

Il rischio valanghe è alto, in particolar modo durante la primavera, meglio frequentare solo percorsi che si conoscono o farsi accompagnare da esperti. Nei boschi si rischia di incontrare cinghiali, orsi o altri animali selvatici che possono diventare aggressivi se si sentono minacciati dalla vostra presenza. La criminalità invece è minima (se non nulla) anche nelle città maggiori.

Itinerari[modifica]

  • Passi dolomitici — L'itinerario percorre i passi più scenografici delle Dolomiti, dove la roccia e la natura sono protagoniste.
  • Castelli dell'Alto Adige — Un percorso alla scoperta dei manieri altoatesini che, nati per fini militari, divennero poi in gran parte raffinate dimore signorili, centri di cultura, esempi di pregevole architettura, testimonianza della grandezza delle famiglie che li fecero edificare.
  • Strada del vino dell'Alto Adige emdash; L'itinerario tocca 15 comuni altoatesini (molti dei quali hanno aggiunto al proprio nome ufficiale la specificazione ….sulla Strada del Vino) ed interessa un'area dell'Oltradige-Bassa Atesina intensamente coltivata a vite e ricca di produzione vinicola fra le più importanti della penisola.

Altri progetti

1-4 star.svg Bozza: l'articolo rispetta il template standard e presenta informazioni utili a un turista. Intestazione e piè pagina sono correttamente compilati.