Scarica il file GPX di questo articolo

Calabria

Da Wikivoyage.
Calabria
Castello Aragonese di Reggio Calabria.JPG
Localizzazione
Calabria - Localizzazione
Stemma e Bandiera
Calabria - Stemma
Calabria - Bandiera
Stato
Capoluogo
Superficie
Abitanti
Sito del turismo
Sito istituzionale

La Calabria è una regione italiana.

Da sapere[modifica]

Cenni geografici[modifica]

La Calabria è una regione dell'Italia Meridionale con capoluogo Catanzaro. Confina a nord con la Basilicata e a sud-ovest un braccio di mare la separa dalla Sicilia ed è bagnata a est dal mar Ionio e ad ovest dal mar Tirreno.

Reggio Calabria
Cascata del Marmarico


Territori e mete turistiche[modifica]

Aspromonte

Centri urbani[modifica]


Come arrivare[modifica]

Visuale panoramica dell'aeroporto di Lamezia Terme

In aereo[modifica]

  • Aeroporto di Lamezia Terme [1] — Voli da altre località italiane sono operati da Ryanair, EasyJet, Alitalia, Air One.
  • Aeroporto di Reggio Calabria — Vi operano le compagnie Alitalia (Milano-Linate, Roma-Fiumicino, Torino, Venezia) Blu-express (Milano-Linate, Roma-Fiumicino), Volotea (Genova, Venezia).
  • Aeroporto di Crotone — Terzo aeroporto regionale per importanza, principalmente a servizio della provincia di Crotone.

Vi operano le compagnie Meridiana fly, Small Planet Airlines e Volotea.

  • Aeroporto di Catania Fontanarossa

10 km da Catania su A19,voli nazionali, internazionali e hub low cost e voli charter

In auto[modifica]

L'Autostrada A3 Salerno-Reggio Calabria, è l'arteria stradale principale della regione, naturale prolungamento dell'Autostrada del Sole, collega la Calabria con il resto d'Italia.

Per l'accesso al litorale tirrenico settentrionale e come itinerario alternativo all'A3 verso la Calabria meridionale esiste la strada statale SS18 "Tirrena Inferiore", che può essere abbinata all'A3 mediante la strada del fondovalle del Noce.

In nave[modifica]

Il porto di Reggio Calabria è collegato a Messina da frequenti traghetti e aliscafi. È collegato anche con Taormina, isole Eolie e Malta.

Catanzaro, Palmi, Tropea e Cirò Marina dispongono di porti turistici.

In treno[modifica]

Non sono presenti in Calabria linee ferroviarie ad alta velocità. Il versante tirrenico è percorso dalla linea a doppio binario che congiunge Napoli (e oltre) con la Sicilia. Sono disponibili alcuni Intercity e qualche treno veloce (Frecciabianca / Frecciargento). Indicativamente, un Frecciabianca impiega circa 4 ore da Napoli a Reggio Calabria, con diverse fermate lungo la costa tirrenica; un Intercity circa 5 ore. Le coincidenze per Cosenza e Catanzaro sono abbastanza comode.

Le altre linee ferroviarie della Calabria sono più lente e non prevedono treni veloci tipo "frecce". Sulla ferrovia ionica esiste un solo Intercity giornaliero, che impiega circa 7 ore da Taranto a Reggio Calabria.


Come spostarsi[modifica]

Trenino storico della Sila

In auto[modifica]

Alcune strade di interesse panoramico sono:

  • Strada della Piccola Sila (SS 109) — Va da Lamezia Terme sul versante tirrenico a Cutro su quello jonico.
  • Silana Crotonese (SS 107) — Collega Crotone a Paola, passando per Cosenza
  • Tirrena Inferiore (SS 18) — Tocca i principali centri turistici della costa tirrenica.

Strade e autostrade[modifica]

  • SS 106 Jonica, collega Reggio con Taranto;
  • SS 110 di Monte Cucco e Monte Pecoraro, che attraversando alcuni comuni delle serre calabresi collega la costa jonica a quella tirrenica da Monasterace a Pizzo dove si innesta sulla SS 18;
  • SS 182 delle Serre Calabre, che collega la costa tirrenica a quella jonica da Vibo Marina passando per Vibo Valentia e termina a Soverato, dove si innesta sulla SS 106 (Strada statale 106 Jonica);
  • SS 280 dei Due Mari, che innesta la SS 18 da Lamezia Terme per Catanzaro;
  • SS 283 delle Terme Luigiane, che da Guardia Piemontese a Spezzano Albanese connette il tirreno cosentino allo ionio cosentino
  • SS 682 Jonio-Tirreno (Gioiosa-Rosarno), che innesta l'autostrada A3 da Rosarno per Marina di Gioiosa Ionica collegando il tirreno reggino allo ionio reggino.


In treno[modifica]

Le Ferrovie della Calabria gestiscono alcune tratte. La più interessante dal punto di vista turistico sono la "Cosenza-Camigliatello-San Giovanni in Fiore" che si snoda sull'altopiano della Sila e la "Cosenza-Catanzaro Lido".


Cosa vedere[modifica]

Arte[modifica]

  • 1 Museo Nazionale di Reggio Calabria (Museo dei Bronzi Riace), Via de Nava 26 - Reggio Calabria. Il museo nazionale della Magna Grecia. Ospita reperti unici e le famose due statue dei Bronzi di Riace, tra le più belle statue dell'epoca per pregio di fattura e stato di conservazione.
  • 2 Villa di Casignana (Villa romana di Casignana). Si tratta di una villa romana datata III / IV secolo d.C, uno dei siti più straordinari dell'Italia del sud per stato pregio e stato di conservazione. I mosaici dell'area termale e quelli della vera e propria villa sono tra i più estesi del mondo.

Arte greca antica — L'arte greca antica trova la sua massima espressione nei famosissimi Bronzi di Riace custoditi nel museo archeologico di Reggio Calabria.

La civiltà della Magna Grecia è attestata dai siti archeologici di Sibari, Capo Colonna (Crotone) con le rovine di un tempio dedicato ad Hera. Caulonia nel suggestivo tratto costiero di Punta Stilo sul mar Ionio, i resti dell'antica Terina in Lamezia Terme.

Arte bizantinaRossano fu il più importante centro della Calabria al tempo del dominio bizantino. Vi sitrovano la chiesa della Panagia (Madonna) del X secolo e la Cattedrale di Maria Santissima Achiropita al cui interno è custodita un'immagine taumaturgica (acheiropita significa "non fatto da mano umana). Altri esempi di arte bizantina sono a Stilo (abbazia di San Giovanni Theristis e la piccola Cattolica), a Bivongi e a Pazzano ove si trova la chiesa del San Salvatore, ancora più antica della Cattolica di Stilo. Una menzione ancora merita il piccolo battistero di Santa Severina, di forma circolare e con affreschi risalenti al X-XII secolo.

Arte del periodo normanno e svevo — San Marco Argentano, sui monti della Sila fu il centro ove si installò Roberto il Guiscardo. Rimangono le rovine del castello e la cosiddetta Torre Normanna. Mileto fu capitale della contea di Ruggero I d'Altavilla.ma oggi conserva scarse tracce dell'epoca. La Cattedrale di S. Maria Assunta di Gerace, di impianto romanico, è ritenuta una delle più importanti costruzioni normanne della Calabria. Numerose le abbazie fondate da ordini religiosi invitati dal conte Ruggero per soppiantare, di concerto con il papa, il rito ortodosso orientale. Tra queste l'abbazia Florense di San Giovanni in Fiore risalente alla fine del XII secolo è fra i più grandi edifici religiosi della Calabria, la Certosa di Serra San Bruno, andata completamente distrutta nel terremoto del 1783 e rifatta nell'800. Dei castelli normanni quello più ben conservato è a Saracena. Il castello di Nicotera fu completamente rifatto nel XVIII secolo e trasformato in residenza estiva dei conti Ruffo.

Arte del periodo angioino e aragonese — Il duomo di Cosenza, per quanto ristrutturato nel periodo barocco conserva ancora al suo interno l'impianto gotico. La chiesa di Santa Maria della Consolazione ad Altomonte è l'esempio migliore di architettura gotica del periodo angioino. Il castello di Rocca Imperiale fu ampliato nel 1487 da Alfonso d'Aragona. Il castello di Corigliano fu la residenza dal conte Roberto Sanseverino.l

Manierismo e barocco — Castello della Valle a Fiumefreddo Bruzio di gusto tardorinascimentale fu eretto nel 1536. Coevo è il Castello di Carlo V a Crotone, una delle più possenti fortezze militari d'Italia. La chiesa di San Domenico a Taverna conserva opere di Mattia Preti, tra i più grandi pittori della Calabria

Arte del '900 — L'esempio principale di Art Nouveau su suolo di Calabria è la facciata del duomo di Reggio Calabria, ricostruito dopo il rovinoso terremoto del 1908.

Chiese e Monumenti[modifica]


Eventi e feste[modifica]

(di rilevanza nazionale o internazionale)


Cosa fare[modifica]


A tavola[modifica]

U'Morzeddhu nella pitta
Zippuli appena pronte

La 'nduja è un salume tipico della Calabria dal gusto particolarmente piccante. Veniva originariamente prodotta nella zona di Spilinga, località in provincia di Vibo Valentia, ma imitazioni del prodotto, anche di qualità paragonabile, sono ormai prodotte o comunque reperibili in tutta la regione, a tal punto da fare della 'nduja un alimento tipicamente associato a tutta la Calabria. Viene preparata con le parti grasse del maiale, aggiungendo peperoncino piccante calabrese e insaccata nel budello cieco, per poi essere affumicata. L'originale prevede il 50% di maiale ed il 50% di peperoncino. Si consuma spalmandola su fette di pane abbrustolito,utilizzata come soffritto per la base di sughi di pomodoro, per guarnire la pizza o su fettine di formaggi semi-stagionati.

La Soppressata: è un insaccato che può fregiarsi del riconoscimento di presidio a Denominazione di origine protetta. Si ottiene con carne bianca di maiale tagliata a pezzettoni a cui si unisce pepe nero (a grani) e sale e un tocco di peperoncino.

Bottiglietta di Brasilena da 18cl

'U Morzeddhu è un piatto tipico catanzarese a base di carne di vitello. Per molto tempo, tra il 1800 fino al 1970 circa, il morzello era lo spuntino di manovali e operai.Tale pietanza è considerata un vero e proprio simbolo della città di Catanzaro.

La Zippula è un tipico prodotto casereccio della Provincia di Reggio Calabria che si prepara nel periodo di Natale anche se non manca nelle numerose sagre estive di paese. Da non confondere con il dolce Zeppola. Può essere preparato con o senza acciughe dissalate all'interno.

La Cuzzupa è un dolce tipico pasquale calabrese, prodotto nella provincia di Reggio Calabria, nella parte meridionale della provincia di Catanzaro e nella provincia di Crotone. Questo dolce pasquale è di origine orientale e simboleggia la fine del digiuno di quaresima, l'uovo è il simbolo della resurrezione del signore.

La Pitta 'nchiusa è dolce tipico di alcune zone del Crotonese, del Catanzarese e del Cosentino (in particolare San Giovanni in Fiore). Formata da una base di pasta sfoglia che racchiude diverse roselline della stessa pasta, ripiene di frutta secca e miele, inzuppate nel vino cotto. Nelle pasticcerie, soprattutto delle zone al di fuori di quelle tipiche di produzione, per chiederla usate il nome suddetto o quello di Pitta 'mpigliata. Il semplice nome Pitta indica invece un particolare tipo di pane.

Bevande[modifica]

La Brasilena: bevanda analcolica frizzante di tipo soft drink a base di caffè. Il latte di mandorle è bevanda rinfrescante diffusa in Calabria come in altre regioni meridionali.

Sicurezza[modifica]

La Calabria è una regione con un alto tasso di criminalità, meglio fare attenzione soprattutto nelle città di medio grandi dimensioni (Reggio Calabria, Catanzaro, Lamezia Terme, Cosenza, ecc.).

È consigliato non mostrare grandi somme di denaro e prestare attenzione a oggetti personali.

Meglio non aggirarsi mai da soli, specialmente per una ragazza, in zone isolate.

Altri progetti