Scarica il file GPX di questo articolo
Europa > Italia > Italia meridionale > Calabria > Palmi

Palmi

Da Wikivoyage.
Jump to navigation Jump to search
Palmi
Monte Sant'Elia01.jpg
Stato
Regione
Altitudine
Superficie
Abitanti
Nome abitanti
Prefisso tel
CAP
Fuso orario
Patrono
Posizione
Mappa dell'Italia
Palmi
Palmi
Sito istituzionale

Palmi è una città della Calabria in provincia di Reggio.

Da sapere[modifica]

Con le vicine spiagge della Marina di Palmi e del Lido di Palmi, la città è un'importante stazione balneare anche grazie al suo paesaggio, che ha portato scrittori e poeti a definirla la Terrazza sullo Stretto. In funzione di ciò, gran parte del territorio comunale (tra cui tutta l'area costiera ed il Monte Sant'Elia), sono vincolati in quanto «la zona predetta ha notevole interesse pubblico perché, per le sue incantevoli e varie vedute, per l'incomparabile bellezza panoramica incorniciata dal verde degli ulivi e per i suggestivi tratti di scogliere degradanti sul mare, costituisce un quadro naturale di particolare bellezza». Oltre ad essere il principale polo amministrativo, direzionale e scolastico del versante tirrenico della provincia, Palmi è anche un centro agricolo e commerciale nonché sede degli uffici di curia della Diocesi di Oppido Mamertina-Palmi. Da secoli la città è anche uno dei centri culturali della Calabria nel campo letterario, musicale, storico e archeologico. Ha dato i natali, tra l'altro, al compositore Francesco Cilea ed al letterato Leonida Repaci ed ospita il complesso museale della "Casa della Cultura" ed il "Parco Archeologico dei Tauriani", sulle rovine dell'antica città bruzia di Taureanum.

Cenni geografici[modifica]

Baia della Tonnara di Palmi con, sullo sfondo, il pianoro di Palmi ed il monte Sant'Elia

Palmi, che si affaccia sul Mar Tirreno, è situata a ridosso delle pendici del Monte Sant'Elia, su di un terrazzamento che sovrasta un tratto di Costa Viola.

Gran parte del territorio comunale è formato da una serie di terrazzamenti collinari che degradano rapidamente sul mare tramite un sistema di falesie, piccole spiagge e scogliere. Su di un terrazzamento a quota 224 metri s.l.m. vi è il centro storico con la casa comunale mentre, in un altro terrazzamento posto più a nord ed avente altezza di circa 100 metri s.l.m., è ubicata la frazione di Taureana. La restante parte della superficie comunale è costituita, a sud, dal Monte Sant'Elia (579 metri s.l.m.) e, a nord-ovest, da un territorio pianeggiante su cui sorgono i quartieri balneari costituenti il Lido di Palmi.

Il corso d'acqua principale è il fiume Petrace che segna il confine nord-est del territorio comunale, dalla località Pontevecchio fino alla sua foce sul Mar Tirreno.

La punta più ad oves è denominata Capo Barbi mentre, lungo le spiagge, sorgono alcune scogli e cioè: lo scoglio Trachini, Pietra Galera, lo scoglio dell'Isola e gli scogli Agliastro. Tra questi ultimi vi è il celebre Scoglio dell'Ulivo.

Il mare, a poca distanza dalla linea di costa, raggiunge elevate profondità. Per questo motivo l'acqua assume un colore blu cupo che il sole, al tramonto (tra maggio e settembre), colora con riflessi viola. Da questo effetto deriva il nome di Costa Viola.

Quando andare[modifica]

Essendo il clima mite tutto l'anno, la città si può visitare in qualunque periodo. Città di mare, Palmi è bella da visitare da primavera a autunno. Nel periodo di luglio e agosto sono numerose le festività cittadine ricche di tradizioni e folclore.

Cenni storici[modifica]

Palmi nacque probabilmente nel 951 quando la parte degli abitanti di Tauriana dedita ai traffici ed alle arti marinaresche prescelse a dimora la parte alta della costiera, tra il monte Aulinas ed il fiume Metaurus, a seguito della distruzione della loro città. Il piccolo centro fu colpito nel corso dei secoli dai pirati saraceni fin quando, nel 1549, dopo l'ultima devastazione il feudatario duca Carlo Spinelli decise di fortificarla. In quel secolo la città crebbe d'importanza attirando tutti i traffici marittimi delle coste meridionali della Calabria. Indipendente da Seminara nel 1632, nel XVII secolo la città si sviluppò urbanisticamente ed economicamente grazie all'attività commerciale tramite una "fiera" voluta dal feudatario Andrea Concublet. Nel XVIII secolo Palmi attraversò uno dei periodi più floridi della sua storia, fino al 1783, quando fu colpita da un terremoto che provocò 1.400 morti. La città fu posta a capoluogo di distretto nel 1806. Nel 1860 avvenne lo sbarco di Giuseppe Garibaldi e della sua spedizione dei mille alla Marina di Palmi, e l'evento fece mettere in fuga il numeroso presidio borbonico presente in città. Con l'Unità d'Italia, il distretto fu abrogato e la città fu posta a capo del Circondario di Palmi. Nel 1894 la città fu epicentro di un terremoto ma, malgrado la potenza delle scosse e le grandi rovine che produsse, il numero dei morti fu solamente di 8 ciò fu dovuto ad una circostanza definita miracolosa che coincise con la storia del miracolo della Madonna del Carmine di Palmi. Nel 1908 Palmi fu quasi totalmente distrutta dal violento terremoto del 28 dicembre, che provocò nella sola città calabrese circa 600 morti. La ricostruzione, che interessò tutta la prima metà del XX secolo, rese gradevole l'aspetto della città, con l'uniformità delle volumetrie, con il gusto neoclassico dei nuovi edifici e con la realizzazione di monumenti ed opere d'arte. Il secondo dopoguerra vide lo sviluppo cittadino nel settore del terziario, ponendo Palmi come principale polo amministrativo, direzionale e scolastico del versante tirrenico della provincia grazie all'istituzione di scuole di secondo grado, strutture di forze armate, strutture sanitarie e giudiziarie, nonché sedi di altri enti pubblici e privati.

Come orientarsi[modifica]

Quartieri[modifica]

La città di Palmi è essenzialmente composta da tre principali centri abitati. Il centro di Palmi, Taureana ed il Lido di Palmi.

Il centro di Palmi, posto su di un terrazzamento alle pendici del monte Sant'Elia, è quello più a sud dei tre. È il centro principale del comune dal punto di vista direzionale, dei servizi, storico, paesaggistico e di eventi. È raggiungibile dall'omonimo svincolo autostradale della A3 Salerno-Reggio Calabria, che è collocato nella periferia nord del centro cittadino.

Taureana di Palmi, posta anch'essa su di un terrazzamento più a nord del centro storico, è il principale centro del comune dal punto di vista dell'interesse archeologico. È raggiungibile anch'essa dallo svincolo autostradale di Palmi della A3 Salerno-Reggio Calabria, seguendo le indicazione per "Taureana".

Il Lido di Palmi, composto dai quartieri Tonnara, Pietrenere e Scinà, è la zona marittima della città. Posto nella pianura a nord del territorio comunale, il Lido di Palmi è raggiungibile da Taureana seguendo le indicazioni per "Tonnara di Palmi". È il principale centro da un punto di vista del turismo e del divertimento.

Come arrivare[modifica]

In aereo[modifica]

In treno[modifica]

In autobus[modifica]

In auto[modifica]

  • Autostrada A3: svincolo di Palmi;
  • Autostrada A3: svincolo di Bagnara Calabra-Monte Sant'Elia;

In nave[modifica]

La città è raggiungibile tramite il Porto di Taureana di Palmi, scalo turistico, situato in località Lido di Palmi.

Come spostarsi[modifica]

Con mezzi pubblici[modifica]

La Piana Palmi Multiservizi S.p.A. è l'azienda di trasporto pubblico comunale, con sede lungo la Strada Statale 18, al Km 485 a Palmi. Per Informazioni: ppmspa@ppmspa.it, Telefono: +39 0966.22668, Fax: +39 0966.261158. L'azienda effettua le seguenti linee urbane:

  • Palmi centro linea AA;
  • Palmi centro linea AB;
  • Palmi centro linea AC;
  • Palmi centro - Taureana di Palmi - Lido di Palmi;
  • Palmi centro - Monte Sant'Elia;
  • Palmi centro - Pontevecchio;
  • Palmi centro - Stazione FS;

Inoltre anche le Ferrovie della Calabria s.r.l. e la Lirosi Autoservizi effettuano linee urbane a Palmi, che collegano il centro storico con la periferia ed il Lido di Palmi.

Cosa vedere[modifica]

Chiese[modifica]

  • 1 Concattedrale di San Nicola (Duomo di Palmi), Piazza Duomo, +39 0966 2674106. Sorge di fronte al Palazzo comunale ed a fianco degli uffici vescovili della diocesi di Oppido Mamertina-Palmi. Al suo interno è custodita la venerata reliquia del Sacro Capello oltre ad un'icona del XVIII secolo della Madonna della Lettera.
  • 2 Santuario del Carmine, Piazza Carmine, +39 0966 879241. L'edificio risulta tra i beni vincolati della Regione Calabria tramite Decreto Ministeriale 363 del 12 novembre 2009. La chiesa conserva al suo interno la miracolosa statua settecentesca di Maria Santissima del Carmelo e pregevoli dipinti ed affreschi.
  • 3 Chiesa del Crocifisso, Piazzetta dell'Annunziata, +39 0966 46809. In passato il luogo di culto era conosciuto anche come chiesa dell'Annunziata o chiesa dei Monaci. L'edificio è vincolato quale «bene di interesse storico artistico» dal Decreto Ministeriale n. 1012 del 30 novembre 2011 del Ministero dei Beni Culturali. Al suo interno custodisce un pregevole Crocifisso ligneo del XVII secolo, opera di fra Umile da Petralia.
  • 4 Chiesa del Soccorso, Piazzetta del Soccorso, +39 0966 46809. È ubicata nel centro storico cittadino, a poca distanza dal corso Giuseppe Garibaldi e dalla Villa comunale. Al suo interno custodisce la venerata statua lignea settecentesca della Madonna del Soccorso.
  • 5 Chiesa dell'Immacolata e San Rocco, Piazza San Rocco, +39 0966 2674106. La chiesa attuale fu realizzata nel 1951. Al suo interno, custodisce le venerate effigi dell'Immacolata (del 1925) e di San Rocco (del XVII secolo).
  • 6 Chiesa del Rosario (Chiesa di San Francesco), Via Galluppi, +39 0966 24094. Sorge all'incrocio tra la via del Concordato e la via Galluppi, nella parte alta del centro cittadino. All'interno della chiesa è collocata la venerata statua di Sant'Antonio da Padova.

Palazzi[modifica]

Palazzo San Nicola

Teatri[modifica]

  • Palmi Anfiteatro

Archeologia[modifica]

Anfiteatro romano di Taureana
  • 8 Parco archeologico dei Tauriani, via del Vescovado snc. Ecb copyright.svg gratuito. Simple icon time.svg Dom e festivi 10.00-13.00 e 14.30-tramonto (dal 1/10 al 31/3); Sab 14.30-tramonto e Dom e festivi 10.00-13.00 e 14.30-tramonto (dal 1/4 al 30/6); Tutti i gg 10.00-tramonto (dal 1/7 al 30/9). All'interno del parco, oltre ad una Torre Saracena del 1565, sono evidenziabili i resti della città brettia di Tauriana, consistenti in: un teatro avente all'epoca una capacità di 3.000 spettatori, una strada romana che conduceva alla via Popilia, un santuario romano, una "Casa del mosaico" (I secolo a.C.), un quartiere abitativo nel quale è possibile leggere la sovrapposizione delle strutture romane su quelle brettie ed un villaggio protostorico con capanne risalenti all'Età del Bronzo (4.000 anni fa).
  • 9 Torre delle Pietre Nere, Contrada San Fantino.
  • Grotta della Pietrosa (o di Trachina);
  • Grotte di Macello-Pignarelle.
  • 10 Arco del Rilievo, Strada Statale 18 Tirrena Inferiore.

Aree Naturali[modifica]

  • 11 Villa comunale "Giuseppe Mazzini", Via Roma. La villa è un parco pubblico che rientra nell'elenco dei Monumenti nazionali. Dalla sua balconata sono ammirabili il mar Tirreno, lo stretto di Messina, le isole Eolie, Bagnara Calabra e Scilla, nonché il sottostante rione Cittadella e le località Palmara e Motta. La villa è dotata di molti alberi di alto fusto, palme, aiuole e vialetti in sampietrini, panchine, giochi per bambini, un bar-ristorante ed una fontana. Le opere d'arte collocate all'interno del parco sono dei busti in marmo di personaggi locali e nazionali del passato, come il busto di Nicola Antonio Manfroce musicista scolpito da Vincenzo Jerace. Villa comunale Giuseppe Mazzini su Wikipedia "Villa comunale Giuseppe Mazzini" su Wikidata
  • 12 Scoglio dell'Ulivo (Scogli Agliastro), Lungomare Costa Viola. È uno scoglio-isoletta che sorge a pochi metri dalla costa, ma non è legato ad essa, alla cui sommità è nata e cresciuta una pianta di olivo, da cui ne deriva appunto il nome. Il simbolo della città ed il più riprodotto in foto e cartoline. Scoglio dell'Ulivo su Wikipedia "Scoglio dell'Ulivo" su Wikidata
  • 13 Belvedere Managò, Monte Sant'Elia.
  • 14 Spiaggia della Marinella, Via Marinella. La Marina di Palmi (comunemente chiamata Marinella), è una borgo marinaro formato poche case e da una piccola spiaggia antistante una baia racchiusa tra alti speroni di roccia. La bellezza della baia ha contribuito, nel 2014, all'assegnazione da parte di Legambiente di 3 vele blu al comune di Palmi, ponendo la città al terzo posto in tutta la Calabria. Marina di Palmi su Wikipedia "Marina di Palmi" su Wikidata
  • 15 Grotta delle Sirene.

Monumenti e fontane[modifica]

Torre Saracena
  • 16 Monumenti ai Caduti di Palmi, Piazza Municipio. Il monumento fu realizzato da Michele Guerrisi, in ricordo delle vittime cittadine causate dalla prima guerra mondiale. La scultura è costituita da una base in blocchi di granito sui quali sorgono due gruppi di figure in bronzo. Al centro del monumento vi sono due colonne di marmo bianco ed alla base sono incisi i nomi dei 203 cittadini caduti nell'evento bellico. Palazzo San Nicola#Monumento_ai_Caduti su Wikipedia
  • 17 Fontana della Palma, Piazza Giovanni Amendola. Fu realizzata in stile barocco, del tipo berniniano moderno, dall'architetto Jommi e dallo scultore Giuseppe Sutera. Nel 1977 venne emesso un francobollo, che riproduceva l'opera, all'interno della serie "Fontane d'Italia". Fontana della Palma su Wikipedia "Fontana della Palma" su Wikidata
  • 18 Fonte di San Rocco, Piazza San Rocco. La fontana venne realizzata nel 2010, dall'artista Maurizio Carnevali, e riproduce una scultura bronzea di San Rocco adagiato, con il cagnolino, nell'atto di abbeverarsi. La scultura è posizionata sopra una base di granito.
  • 19 Mausoleo di Francesco Cilea, Piazza Pentimalli. Il mausoleo (1962), fu realizzato da Michele Guerrisi e dall'architetto Nino Bagalà per ospitare la salma dell'artista. è costituito da una parete in muratura sulla quale sono disposti dei bassorilievi con raffigurazioni di scene del mito di Orfeo ed Euridice, il tutto attorno ad una scultura bronzea che rappresenta la musa Erato. Il mausoleo contiene una cripta decorata da mosaici contenente le spoglie dei coniugi Cilea. Mausoleo di Francesco Cilea su Wikipedia "Mausoleo di Francesco Cilea" su Wikidata
  • 20 Monumento a San Francesco d'Assisi, Belvedere Gi.Sa.. La scultura bronzea (1987) fu realizzata dall'artista Susan Loeb Luppino, per conto della Sovraintendenza per i beni storici. La statua, posizionata su di una base in pietra e marmo con intorno una fontana ed un piccolo giardino, rappresenta il santo con le braccia aperte in segno di protezione verso la città.
  • 21 Obelisco della Madonna del Carmine, Piazza del Carmine. Il monumento, inaugurato nel 1983, è formato da un'alta stele di granito sulla cui cima vi è collocata una statua in bronzo della Madonna del Carmine.
  • 22 Monumento delle Tre Croci, Belvedere Managò. Il complesso monumentale è composto da un monumento a Domenico Antonio Cardone, una grande croce di ferro (illuminata di notte e visibile da tutta la piana) ed appunto il monumento delle tre croci (XX secolo). Il monumento rappresenta tre croci bianche, con quella centrale più grande, a ricordo del monte calvario dove Gesù venne crocifisso.
  • 23 Croce dei morti, Contrada Acqualive. L'opera è un'edicola dedicata alla Madonna del Carmine, avente principalmente una valenza storica commemorativa di uno scontro del XVI secolo tra i locali ed i corsari saraceni.
  • 24 Fontana dei Canali, Piazza Lo Sardo. L'opera è la più antica fontana cittadina e serviva a convogliare le acque provenienti dal monte Sant'Elia. Il monumento è stato ristrutturato nel 2011 con l'inserimento di immagini bronzee raffiguranti scene cittadine e contadine dei secoli passati, ad opera degli artisti Fabio Belloni, Carnevali e Achille Cofano.
  • 25 Colonna Romana, Piazza Matteotti.
  • 26 Fontana Muta, Piazza Carmine Fiorino. L'opera, del XX secolo, risulta composta da un muro di sostegno nel quale, centralmente, è collocata una fontana mentre, ai due lati di quest'ultima, partono due scalinate per accedere al soprastante rione Pille.
  • 27 Stele della Madonna con Bambino, Piazzale Rosa dei Venti.
  • 28 Monumento al lavoro, Piazza Municipio. Il monumento è un'opera realizzata dallo scultore Carnevali e rappresenta una pianta di palma con il fusto in marmo scolpito e la corona di rami in acciaio. La base in marmo raffigura scene di lavoro e della famiglia. Palazzo San Nicola#Monumento_al_Lavoro su Wikipedia

Musei[modifica]

  • 29 Casa della Cultura, via Felice Battaglia, 1, +39 0966 262249, fax: +39 0966 411080, @ casacultura@libero.it. Ecb copyright.svg gratuito. Simple icon time.svg Lun-Ven 8.00-13.00, Gio 15.00-18.30. All'interno della Casa della Cultura vi sono le seguenti strutture:
  • 30 Pinacoteca "Leonida ed Albertina Repaci". La pinacoteca ospita di opere di maestri della pittura quali Édouard Manet, Tintoretto, Amedeo Modigliani, Giorgio De Chirico, Renato Guttuso etc., donate dallo scrittore Leonida Repaci e dalla moglie Albertina alla città. La collezione è una delle più importanti pinacoteche d'arte moderna e contemporanea dell'Italia Meridionale.
  • 31 Biblioteca comunale "Domenico Topa". La biblioteca dispone di oltre 120.000 volumi ed è specializzata in storia e letteratura della Calabria, con particolare riferimento al XVI secolo, XVII secolo e XVIII secolo.
  • 32 Museo Etnografico "Raffaele Corso". Il museo raccoglie oggetti della quotidianità, della fede e del folclore popolare calabrese e, nel suo genere, è il più importante del sud Italia.
  • 33 Antiquarium "Nicola De Rosa". Contenente materiali provenienti dall'antica Tauriana ed oggetti ritrovati sui fondali del mare lungo la Costa Viola, tra i quali capitelli, urne, ancore, monete, statuette in marmo, anfore ed un busto dell'imperatore Adriano. Casa della cultura#Antiquarium_Nicola_De_Rosa su Wikipedia
  • 34 Museo musicale "Francesco Cilea e Nicola Antonio Manfroce". Il museo raccoglie, tra gli altri, numerosi documenti dei due compositori (spartiti, manoscritti, schizzi e bozzetti), cimeli di Vincenzo Bellini, ritratti di Gioachino Rossini e Wolfgang Amadeus Mozart, fotografie con dediche di Giacomo Puccini e Arturo Toscanini.
  • 35 Gipsoteca "Michele Guerrisi". Raccoglie i calchi in gesso delle opere dello scultore e diversi acquerelli dello stesso, offerti dalla moglie. Inoltre nella gipsoteca si possono osservare sculture di Francesco Jerace e Alessandro Monteleone.

Eventi e feste[modifica]

Eventi religiosi[modifica]

La processione di San Rocco
La Varia di Palmi del 2008

Nel centro storico di Palmi sono svolte le seguenti festività cattoliche:

  • 1 Festa del Santissimo Crocifisso, Rione Cittadella. Simple icon time.svg 3 maggio.
  • 2 Festa di Sant'Antonio da Padova, Rione Ajossa. Simple icon time.svg 13 giugno.
  • 3 Festa di Maria Santissima del Carmelo. Simple icon time.svg 16 luglio e 16 novembre.
  • 4 Festa di Maria Santissima del Soccorso. Simple icon time.svg Prima domenica di agosto.
  • 5 Festa di San Rocco (con "corteo degli Spinati"). Simple icon time.svg 12 agosto - 16 agosto.
  • 6 Varia di Palmi (Festa di Maria Santissima della Lettera). Simple icon time.svg Ultima domenica di agosto.
  • 7 Festa di Maria Santissima Immacolata. Simple icon time.svg 8 dicembre.

Nelle frazioni sono celebrate invece le seguenti festività cattoliche:

  • 8 Festa di Sant'Elia, Monte Sant'Elia. Simple icon time.svg Penultima domenica di luglio.
  • 9 Festa di Maria Santissima dell'Alto Mare, Taureana. Simple icon time.svg Ultima domenica di luglio.
  • 10 Festa di San Fantino, Taureana. Simple icon time.svg 24 luglio.
  • 11 Festa di Maria Santissima Assunta, Pietrenere. Simple icon time.svg 17 agosto.
  • 12 Festa di Maria Santissima della Montagna, Monte Sant'Elia. Simple icon time.svg Prima domenica di settembre.

Altri eventi[modifica]

Di seguito viene riportato l'elenco di altre manifestazione o eventi, regolarmente svolti a Palmi:

  • Premio Letterario Internazionale Città di Palmi;
  • Sfilata dei Giganti, in concomitanza con le festività cattoliche suddette;
  • Concorso Musicale Nazionale Francesco Cilea;
  • Ottava di Carnevale, la domenica seguente il Mercoledì delle Ceneri;
  • Fiera di San Rocco, nei giorni della festa di San Rocco;
  • Magna Grecia Teatro Festival.

Cosa fare[modifica]


Acquisti[modifica]

  • 1 Standa Affiliato Domenico Ortuso & C. Sas (Ortuso), Via Bruno Buozzi, 218, +39 0966 46353.


Come divertirsi[modifica]


Dove mangiare[modifica]

Prezzi modici[modifica]

  • 1 Gelateria Cremeria K2, Piazza Martiri D'Ungheria, +39 339 7728577.
  • 2 Il Merendone, Via Rocco Pugliese, 14, +39 338 9963231.
  • 3 Pizzeria del Corso, Corso Garibaldi, 70, +39 380 1324634.

Prezzi medi[modifica]


Dove alloggiare[modifica]

Prezzi medi[modifica]


Sicurezza[modifica]


Come restare in contatto[modifica]

Poste[modifica]

  • 13 Ufficio Postale di Palmi 1, Via Cesare Battisti, 1, +39 0966 419949.
  • 14 Ufficio Postale di Palmi 2, Via Bruno Buozzi, 227, +39 0966 25117.
  • 15 Ufficio Postale di Taureana, Via Taureana, 1 (Frazione Taureana), +39 0966 479360.

Telefonia[modifica]

Ottimali le coperture 2G e 3G degli operatori di telefonia mobile; Vodafone ha attivato anche la copertura 4G.



Nei dintorni[modifica]


Altri progetti

2-4 star.svg Usabile: l'articolo rispetta le caratteristiche di una bozza ma in più contiene abbastanza informazioni per consentire una breve visita alla città. Utilizza correttamente i listing (la giusta tipologia nelle giuste sezioni).