Scarica il file GPX di questo articolo

Europa > Italia > Italia nordorientale > Emilia-Romagna > Emilia > Pianura padana emiliana

Pianura padana emiliana

Da Wikivoyage.
Jump to navigation Jump to search
Pianura padana emiliana
Provincia di Piacenza
Stato
Regione
Capoluogo

Pianura padana emiliana è una regione dell'Italia.

Da sapere[modifica]

Cenni geografici[modifica]

Questa vasta zona pianeggiante e assai fertile è compresa fra l'Oltrepò Pavese ad occidente, l'appennino a sud e la Romagna e il litorale adriatico ad est; il confine settentrionale è segnato dalla bassa pianura a ridosso del Po e. nella zona quasi centrale, dall'Oltrepò mantovano.

Terremoto del 2012[modifica]

Nel gennaio 2012 e poi nel maggio 2012 forti scosse di terremoto hanno colpito una vasta area della Regione, danneggiando seriamente numerosi centri della pianura padana emiliana fra l'autostrada del Sole e il corso del Po, nelle aree di Modena soprattutto e delle confinanti zone ferraresi e reggiane, interessando anche l'Oltrepò mantovano appartenente alla Lombardia ma orograficamente parte dell'Emilia. Il sisma, che è costato anche numerose vittime, ha colpito i centri storici di numerose città causando la perdita di antichi monumenti e lesionandone numerosi altri. I centri della pianura Modenese più colpiti sono stati Finale Emilia, Novi di Modena, San Felice sul Panaro, Medolla, Cavezzo, Mirandola, Concordia sulla Secchia, San Possidonio, Carpi, San Prospero.

Nel Ferrarese i danni maggiori si sono registrati a Bondeno, Cento, Vigarano Mainarda, Poggio Renatico. Molti anche i centri con gravi crolli nell'Oltrepò mantovano.

Territori e mete turistiche[modifica]

Mappa divisa per regioni
      Piacentino — Tidone, Trebbia, Nure, Arda, Ongina sono i fiumi e i torrenti che, dopo aver percosrso le valli appenniniche, attraversano e rendono ubertosa la pianura padana emiliana che fa riferimento alla città di Piacenza. Zona di agricoltura fra la campagna rivierasca del Po e l'Appennino, ha sviluppato anche una buona attività industriale. Fiorenzuola d'Arda è centro di commerci e nodo di traffico sulla via Emilia. Castell'Arquato è un importante centro medievale con bei monumenti, Vigoleno è un fascinoso borgo medievale fortificato, mentre Grazzano Visconti è una moderna ricostruzione-imitazione di un castello e di un borgo del medesimo periodo. Nei pressi di Alseno, poco discosta dalla via Emilia, l'Abbazia di Chiaravalle della Colomba accoglie il turista con la sua bella architettura e i suoi silenti chiostri che in primavera si stagliano isolati nel verde squillante della campagna.
      ParmenseParma e Fidenza sono le due città più importanti del territorio parmigiano che si sviluppa fra via Emilia e Appennino. Oltre che centri più popolosi, sono anche città trainanti per l'economia agricola ma anche industriale, soprattutto nell'area di cintura attorno a Parma. Grandi numeri raggiunge il turismo curativo a Salsomaggiore Terme; di buon livello il numero di presenze nelle Terme di Monticelli nel territorio di Montechiarugolo che vanta un imponente castello di pianura.
      Reggiano — Il centro maggiore, Reggio nell'Emilia, lega il suo nome al parmigiano-reggiano. Verso la Bassa Correggio e Novellara furono Principati; sulla strada dei monti la matildica Quattro Castella conserva uno solo dei manieri che le danno il nome, mentre Scandiano ha salvato la sua Rocca dei Boiardo.
      Modenese — Terra ducale, ha nella città di Modena il suo centro principale. Terra di antica tradizione agricola, ha sviluppato una solida attività industriale: famosissimo Maranello con le auto Ferrari e Maserati; a Carpi e nel carpigiano l'industria di confezioni - camiceria e maglieria -; a Sassuolo l'industria della ceramica - piastrelle da rivestimento e da pavimenti-.
      BologneseBologna, capoluogo di tutta la Regione Emilia-Romagna, città monumentale famosa per lo sviluppo dei suoi portici, per le sue torri, per l'Università, per San Petronio, per la gastronomia, domina per importanza sociale e turistica. Nel suo hinterland si svolge turismo archeologico a Marzabotto, dove esistono gli scavi di una antica città etrusca, ma anche turismo della memoria, per commemorare la ben nota vicenda dello sterminio di 1830 civili perpetrato durante l'ultima guerra mondiale, ai quali è riservato un Ossario patriottico. La pianura bolognese offre anche un turismo curativo alle fonti termali di Castel San Pietro Terme.
      Ferrarese — Nella più piatta pianura padana emiliana gli unici rilievi che interrompono il filo del basso orizzonte sono le arginature dei fiumi, del Po e del Reno e dei numerosi canali che tengono a bada le acque di questa terra convogliandole nelle Valli di Comacchio, un tempo immensa zona paludosa. Bondeno, Copparo, Portomaggiore sono i centri più importanti dopo Ferrara che con le sue ricchezze monumentali di Capitale estense costituisce il maggior polo turistico.

Centri urbani[modifica]

  • Bologna — Bologna la Dotta, perché sede della più antica e per molto tempo più prestigiosa Università d'Europa; ma anche Bologna la grassa, perché la fame non è buona alleata dello studio. Ecco che allora la rinomanza della sua mortadella e dei suoi tortellini va di pari passo con le sue tradizioni culturali, la bellezza dei suoi portici e delle sue vie monumentali, di San Petronio e della Madonna di San Luca che dall'alto di una collina domina e veglia sulla città.
  • Carpi — La città moderna è un importante centro industriale nel settore della maglieria, oltre che piazza commerciale. La città antica fu capitale dei Pio, nobile famiglia che dal Trecento ai primi decenni del Cinquecento ne fecero il proprio Stato, lasciandoci la bellezza del suo impianto urbanistico con la grande piazza dominata dal castello, una delle più scenografiche piazze non solo dell'Emilia ma di tutta l'Italia settentrionale.
  • Ferrara — La città e gli Estensi sono un binomio inscindibile. La casa d'Este ebbe Ferrara dai primi del Duecento fino alla fine del Cinquecento, quando ritornò nei possedimenti papali. Tale e tanta fu l'impronta datale dagli Este, che del pur lungo periodo papale non si fa menzione, se non per indicarlo come periodo del suo declino. Qualche industria e molta produzione agricola sono le fonti della sua economia; buona è anche l'attività turistica in questa città d'arte che sconta un po' la sua posizione periferica.
  • Fidenza — Seconda città del parmense per popolazione e per importanza economica, che le proviene soprattutto dalle attività agricole, commerciali e industriali, l'antico Borgo San Donnino lega la sua fama soprattutto alla sua cattedrale romanica che è uno degli edifici sacri più belli ed artisticamente importanti della regione.
  • Modena — Fu capitale del Ducato quando gli Este vi si trasferirono dopo aver perso Ferrara. Importante nodo stradale e ferroviario, è città di industria fra i fiumi Secchia e Panaro. Il suo Duomo è una magnifica opera d'arte romanica citata in tutti i manuali di storia dell'arte. Della sua ricca gastronomia è conosciuto a livello nazionale il famoso zampone di Modena.
  • Parma — La città del prosciutto crudo e della violetta di Parma, di Maria Luigia e di Verdi, del parmigiano reggiano e dell'Università, del bellissimo Duomo romanico e del Correggio, dei Farnese e del Parmigianino, dei Borbone e della Certosa di Parma di stendhaliana memoria: sono tante le eccellenze e le bellezze, il fascino e i miti di questa città che vive ancora come se fosse sempre una Capitale.
  • Sassuolo — Ha avuto un vertiginoso sviluppo moderno legato al fiorire dell'industria della ceramica - piastrelle da pavimenti e da rivestimenti. Del suo passato conserva un imponente Palazzo Ducale o Palazzo Estense, ora sede dell'Accademia militare di Modena, con sale riccamente affrescate.


Come arrivare[modifica]

In auto[modifica]

La pianura padana emiliana è collegata tramite:


Come spostarsi[modifica]


Cosa vedere[modifica]

Numerosi e importanti monumenti si trovano nella pianura padana emiliana, che riguardano diversi periodi della storia dell'arte. Fra i più importanti sono da ricordare:

Epoca preromana[modifica]

  • Scavi di Marzabotto (a Marzabotto). resti di un'antica città etrusca, forse Misa.

Arte romanica[modifica]

  • Cattedrale di Modena (a Modena).
  • Cattedrale di Parma (a Parma).
  • Cattedrale di Fidenza (a Fidenza).

Arte gotica[modifica]

  • Chiesa di S. Francesco (a Bologna).
  • Chiesa di San Petronio (a Bologna).
  • Cattedrale di Ferrara (a Ferrara).

Arte del Rinascimento[modifica]

  • Palazzo dei Diamanti (a Ferrara).
  • Palazzo Schifanoia (a Ferrara).
  • Palazzo di Lodovico il Moro (a Ferrara).

Altri monumenti[modifica]

  • 1 Palazzo Ducale di Sassuolo, Piazzale della Rosa, 41049 Sassuolo Modena (In auto Uscita autostradale: Modena Nord - A1, tangenziale, seguendo le indicazioni per Sassuolo. In treno Da Modena: dalla Stazione Centrale FFSS. Da Reggio nell'Emilia: dalla Stazione Centrale FFSS. Info: FER, tel. 800 915 030 In pullman I collegamenti sono assicurati da mezzi pubblici con più corse giornaliere. Info: ATCM Modena, tel. 840 000 216; ACT Reggio nell'Emilia, tel. 0522 442200), +39 0536 184 4853. Ecb copyright.svg Intero: Euro 4,00 Ridotto: Euro 2,00 Biglietto cumulativo con Galleria Estense: Euro 6,00 Riduzione e gratuità come previsto dalle norme per i musei statali. La "delizia" estense di Sassuolo, residenza estiva dei duchi ferraresi.
  • Castelli di pianura. del Parmense, del Reggiano, del Modenese, del Bolognese.


Cosa fare[modifica]


A tavola[modifica]


Sicurezza[modifica]


1-4 star.svg Bozza: l'articolo rispetta il template standard e presenta informazioni utili a un turista. Intestazione e piè pagina sono correttamente compilati.