Scarica il file GPX di questo articolo

Europa > Italia > Italia nordorientale > Emilia-Romagna > Emilia > Pianura padana emiliana > Reggiano

Reggiano

Da Wikivoyage.
Jump to navigation Jump to search
Reggiano
Il Crostolo
Localizzazione
Reggiano - Localizzazione
Stato
Regione
Capoluogo
Sito istituzionale

Reggiano è una regione dell'Italia.

Da sapere[modifica]

Cenni geografici[modifica]

Fra i suoi appennini e il Guastallese con l'Oltrepò mantovano lungo il Po, la pianura padana reggiana si stende fra Parmense e Modenese attorno al capoluogo Reggio, con la via Emilia come spina dorsale.

Cenni storici[modifica]

Dopo la conquista romana il territorio fu centuriato e colonizzato. Caduto l'Impero romano, fu centro dei vasti possedimenti della contessa Matilde di Canossa, la cui figura fu dominante nelle vicende politiche italiane durante la lotta fra l'Impero ed il Papato. Domina da Reggio all'epoca dei Comuni, la zona vide anche l'affermarsi di piccole Signorie autonome nella bassa verso il Po: Correggio, Guastalla, Gualtieri, Novellara, Reggiolo, Rolo. Entrato nel Ducato di Modena, ne seguì le sorti fino all'annessione al nuovo stato italiano, del quale Reggio fu fervente sostenitore; la città vanta la nascita del Tricolore.

Territori e mete turistiche[modifica]

Centri urbani[modifica]

  • Reggio nell'Emilia — I viali di circonvallazione ricalcano il tracciato delle mura duecentesche, poi abbattute. Il suo centro storico medievale riporta alla città che fu dei Canossa, e divenne poi Comune. Ha scontato una certa sudditanza prima a Ferrara e poi a Modena, nel cui Ducato ebbe vita prospera e tranquilla, ma mai di primo piano.
  • Correggio — Antonio Allegri fu un grande pittore fra Quattrocento e Cinquecento, ma se non lo si chiama il Correggio, forse pochi lo conoscono; anche la famiglia che ne ebbe la Signoria prese il nome dalla città, e si chiamò Da Correggio. Questa famiglia darà la sua impronta all'impianto urbanistico della città, con palazzi disposti lungo vie sinuose, e porticati secondo la consolidata consuetudine padana.
  • Montecchio Emilia — Centro fortificato sull'Enza, fu conteso da Parma e Reggio, dagli Este e dai Gonzaga, dagli Sforza e dai francesi. Del suo passato di formidabile piazzaforte di confine resta il maestoso castello.
  • Novellara — Fu a lungo capitale di uno stato indipendente, dal 1335 al 1728, e ne furono signori i Gonzaga di un ramo collaterale. Il suo aspetto è un esempio di impianto urbanistico armonioso, di carattere prevalentemente rinascimentale.
  • Reggiolo — Fu avamposto fortificato del Comune di Reggio.
  • Scandiano — Gli Este lo diedero in feudo a Matteo Maria Boiardo, loro poeta di Corte, che scrisse l'Orlando Furioso; di Scandiano parla anche l'Ariosto. Ai nostri giorni è conosciuto per la sua produzione del vino Bianco di Scandiano.


Come arrivare[modifica]


Come spostarsi[modifica]


Cosa vedere[modifica]

Torre del castello a Montecchio Emilia
Duomo di Reggio nell'Emilia
  • 1 Santuario della Madonna della Ghiara (a Reggio nell'Emilia). Dei primi Seicento, ha affreschi di scuola bolognese. La facciata presenta trifore che ne movimentano l'insieme, oltre a tre portali.
  • 2 Duomo (a Reggio nell'Emilia). Il nucleo antico è romanico; risale al Nono secolo e fu rifatto nel secolo XIII. La facciata romanica nella parte inferiore fu rivestita di marmo a metà Cinquecento. Nell'interno conserva opere di Spani e Sogari (monumenti sepolcrali), del Guercino e un bassorilievo antelamico.
  • 3 Rocca (a Montecchio Emilia). Un documento di Matilde di Canossa del 1114 fa menzione del castello di Montecchio, che in seguito fu possesso dei parmigiani, poi degli Este, dei Da Correggio, dei Torelli, dei Visconti, infine degli Este in maniera definitiva. Nel corso della sua storia fu abbattuto e ricostruito. Fu sempre baluardo contrapposto al dirimpettaio castello di Montechiarugolo dei Torelli, in territorio parmense. È situato sul margine del centro storico; ha pianta irregolare, dovuta agli interventi che si sono succeduti nei secoli. La parte più antica, quella di epoca matildica, è quella dell'orologio
  • 4 Rocca (a Novellara). I Gonzaga la iniziarono alla fine del Trecento, e la portarono a compimento nei secoli XV-XVI. Ospita una piccola pinacoteca di opere di scuola emiliana, ed è inoltre sede del Municipio e del Museo Gonzaga.
  • Rocca (a Reggiolo). Venne eretta nel XIII secolo, e nel XIV venne ulteriormente fortificata. Ha quattro torri angolari unite al mastio e merlate. Il suo interno ospita uffici.
  • 5 Rocca (a Scandiano). I Boiardo nel XV secolo trasformarono in residenza signorile una Rocca del 1262; fu poi dei Thiene.; ora è dell'Accademia militare di Modena. Nella Galleria Estense di Modena si conservano gli affreschi di Niccolò dell'Abate che sono stati staccati.
  • 6 Palazzo dei Principi (a Correggio). È costruzione cinquecentesca. Ha un cortile porticato e portale scolpito. Ora è sede della biblioteca comunale e del Museo Civico, che conserva arazzi di scuola fiamminga seicentesca e una Testa di Cristo del Mantegna

Itinerari[modifica]

  • Nelle terre di Matilde — L'itinerario percorre gran parte del territorio che fu, a cavallo del XII secolo, governato e vissuto dalla grancontessa Matilde di Canossa.


Cosa fare[modifica]


A tavola[modifica]


Sicurezza[modifica]


Altri progetti

1-4 star.svg Bozza: l'articolo rispetta il template standard e presenta informazioni utili a un turista. Intestazione e piè pagina sono correttamente compilati.