Scarica il file GPX di questo articolo

Da Wikivoyage.
Jump to navigation Jump to search

Peloponneso
Koroni.jpg
Localizzazione
Peloponneso - Localizzazione
Stato
Superficie
Abitanti

Peloponneso è una regione geografica della Grecia.

Da sapere[modifica]

Come il resto della Grecia, il Peloponneso è meta di un turismo balneare che si dirige di preferenza ai centri situati sulla costa meridionale dell'Argolide, favoriti da facili e rapidi collegamenti con il Pireo e le vicine isole di Idra, Spetses e Poros.

Anche i centri sulle coste della Messenia attraggono flussi consistenti mentre l'aspra e remota penisola di Maina è meta di un turismo più di nicchia.

L'altro magnete del Peloponneso è rappresentato dai suoi molti siti archeologici, alcuni dei quali di fama mondiale, come quelli di Epidauro, Micene e Olimpia.

L'entroterra del Peloponneso è in gran parte identificato con la regione dell'Arcadia che vanta molti e graziosi paesini appollaiati a nido d'aquila su alti monti ma la regione è sorvolata da turisti di passaggio.

Cenni geografici[modifica]

Il Peloponneso è una penisola, collegata alla terraferma dall'istmo di Corinto, dove nel 1893 fu realizzato il canale omonimo. A Nord di Patrasso, un altro ponte, completato nel 2004, unisce il Peloponneso alla Etolia-Acarnania. Nonostante il taglio dell'istmo il Peloponneso è di rado classificato come un'isola.

Le coste del Peloponneso sono fortemente articolate e in genere alte e rocciose tranne quelle sul versante dello Ionio dove prevale un litorale basso e sabbioso.

Il Peloponneso meridionale è articolato in tre penisole, Capo Malea a est, il Mani al centro e la penisola di Messenia a ovest, tra il golfo omonimo e il Mar Ionio.

A nord est si incontra la penisola dell'Argolide, separata dall'Attica dal golfo Argosaronico.

Lunghi tratti di costa sono contornati da isole più o meno grandi. Sul versante dello Ionio troviamo Cefalonia e Zante, mentre sul versante meridionale si incontrano Cerigo, considerata parte delle Isole Ionie ma solo per motivi storici ed Elafonisso, distaccatasi dalla terraferma in seguito al terribile terremoto del 365 d.C.

Appena al largo della costa dell'Argolide stanno alcune delle Isole Saroniche (Spetses, Idra, Poros, ecc).

L'entroterra del Peloponneso è eminentemente montuoso. La vetta più alta è costituita dal Taigeto (2.407 m s.l.m.) che insieme al Parnon (1.935 metri) ad Est, delimita la valle del fiume Eurota dove è situata Sparta.

Altri monti sono Cyllene a nord-est (2.376 m), Aroania a nord (2.355 m.), Erymanthos (2.224 m) e Panachaikon a nord-ovest, il Mainalon al centro (1.981 m.)

Il fiume più lungo è l'Alfeo (110 km) che nasce dal Taigeto e bagna Olimpia.

Il Peneo (Πηνειός, 70 km) ha le sue sorgenti sul monte Erymanthus, vicino al villaggio Kryovrysi e il suo basso corso forma il confine tra l'Elide e l'Acaia.

Quando andare[modifica]

D'estate i venti meltemi sferzano le località della costa orientale.

Monemvasia è il centro più esposto essendo situato su un promontorio nel bel mezzo del mare.


Territori e mete turistiche[modifica]

      Acaia — La regione intorno Patrasso, secondo porto di Grecia e principale punto di accesso al Peloponneso grazie ai traghetti che fanno di continuo la spola con i porti italiani dell'Adriatico.
      Arcadia — Regione dell'interno con capoluogo Tripoli.
      Argolide (Αργολίδα) — Regione eminentemente turistica, l'Argolide vanta siti archeologici tra i quali primeggiano quello di Micene ed Epidauro e centri balneari quali Portoheli e Akti Hydra (Porto Hydra).
      Corinzia (Κορινθία) — La regione di Corinto le cui rovine si stagliano a corta distanza dal moderno capoluogo.
      Elide — La regione dove si trovano le rovine dell'antica Olimpia.
      Laconia (Λακωνία) — Regione di Sparta, la Laconia offre ai suoi visitatori le suggestive rovine della città bizantina di Mistra e sul litorale la fortezza medievale di Monemvassia.
      Messinia (Μεσσηνία) — Con capoluogo Calamata.

Centri urbani[modifica]

  • 1 Argo — Tipico centro di provincia, Argo è una delle città più antiche di Grecia che condusse lunghe battaglie contro la vicina Sparta ma fu definitivamente sconfitta agli inizi del V secolo a. C.
  • 2 Calamata — Moderno capoluogo della Messenia e seconda città del Peloponneso, Kalamata è internazionalmente nota per la produzione di olive. Grazie al suo aeroporto internazionale costituisce il principale accesso ai centri del Peloponneso meridionale e della penisola di Manaia.
  • 3 Corinto — Situata sull'istmo e il canale omonimo, Corinto fu rifondata nel 1858 nei pressi dell'antica Corinto le cui rovine costituiscono il motivo principale di una visita.
  • 4 Monemvasia — Fortezza medievale bizantina, detta la Gibilterra d'Oriente.
  • 5 Nauplia — Odierno capoluogo dell'Argolide, Nauplia è un apprezzato centro turistico grazie alla sua incantevole posizione su di un promontorio e soprattutto grazie alle sue architetture veneziane.
Nauplia fu capitale della Prima Repubblica dal 1829 e successivamente capitale del regno di Grecia fino al 1834.
  • 6 Navarino (Πύλος, Pylos) — Distesa su una baia protetta dall'isola di Sfacteria, Navarrino è una cittadina storica, famosa per la battaglia navale del 20 ottobre 1827, in cui le forze coalizzate di Francia, Russia e Regno Unito distrussero la flotta ottomana, obbligando il sultano a riconoscere l'indipendenza della Grecia con il trattato di Adrianopoli del 1829.
  • 7 Nemea — Famosa oggigiorno per la produzione di vini, Nemea ha un piccolo ma interessante parco archeologico ove spiccano le rovine del tempio di Zeus e dello stadio dove ogni due anni si celebravano come ad Olimpia giochi panelladici.
  • 8 Patrasso — Maggior porto della Grecia sul mar Ionio e con frequenti collegamenti marittimi con i porti italiani dell'Adriatico, Patrasso è un importante nodo di trasporti e per la maggior parte dei turisti costituisce una città di passaggio.
  • 9 Sparta — "Rifondata" nel 1832 per volontà del primo re di Grecia, Ottone I, l'odierna Sparta è una cittadina di provincia con non molte vestigia del suo lungo passato ma a 5km di distanza si trovano le rovine della città bizantina di Mistra che dal 1989 figurano nella lista UNESCO dei Patrimoni Mondiali dell'Umanità.

Altre destinazioni[modifica]

Siti archeologici

  • 1 Antica Messene — Rovine dell'antica città stato i cui abitanti fondarono Messina in Sicilia. Il sito archeologico è situato vicino l'odierno villaggio di Mavromati.
  • 2 Epidauro — Famosa in tutto il mondo per il suo teatro dove d'estate vengono date rappresentazioni di opere classiche, Epidauro è un sito archeologico entrato a far parte nel 1988 della lista UNESCO dei Patrimoni Mondiali dell'Umanità.
  • 3 Micene — Importante sito Unesco, con la sua cittadella fortificata e le tombe monumentali micenee.
  • 4 Mistra — Situata alle falde del monte Taigeto, a circa 7 km da Sparta, Mistra è il sito archeologico dell'antica capitale del Despotato di Morea, uno degli ultimi baluardi della resistenza bizantina a cadere nelle mani dei turchi ottomani.
  • 5 Olimpia — Sito archeologico famoso per essere la sede dei Giochi olimpici oggi protetto dall'Unesco.
  • 6 Palazzo di Nestore

Porti turistici

  • 7 Akti Hydra (Porto Hydra) — Più che un centro balneare è un complesso di alberghi di categoria superiore o di lusso, sorti intorno a una marina frequentata da yacht privati di varia nazionalità. Per chi non ha un portafoglio gonfio c'è l'opzione di Thermisia, un borgo rurale situato 1 km ad Est e con spiagge poco frequentate in direzione di Ermioni.

Centri balneari

  • 8 Ermioni — Un centro disteso su un lungo promontorio che separa una piccola laguna dal mare aperto e con una serie di alberghi di dimensioni medio grandi concentrati in località Petrothalassa.
  • 9 Portocheli — Centro balneare dell'Argolide frequentato da Vip alcuni dei quali come l'ex re Costantino di Grecia vi vivono tutto l'anno.

Spiagge

  • 10 Voidokilia — La striscia di sabbia che la separa dal mare aperto accoglie la spiaggia di Voidokilias, ritenuta una delle più belle del Peloponneso.


Come arrivare[modifica]

In aereo[modifica]

Al 2020 erano presenti nella regione due aeroporti internazionali:

Al 2020 i voli (tutti stagionali) da città italiane erano operati dalle seguenti compagnie:
  • 2 Aeroporto di Patrasso (Araxos) (Situato a circa 40 chilometri a sud di Patrasso). Lo scalo è servito da molti voli charter e stagionali da varie città europee ma non c'è nessun volo da città italiane. aeroporto di Araxos (Q996497) su Wikidata

L'aeroporto di Atene con molte più opzioni ha un collegamento ferroviario diretto con la città di Corinto.

In auto[modifica]

Dalla Grecia centrale si può giungere nel Peloponneso attraversando il 3 Ponte Rion Antirion. Ecb copyright.svg 13,80 € per le automobili (aprile 2018). Questo imponente ponte, che prende il nome da Karilaos Tricupis, uno statista che per primo propose di costruirlo, è il ponte sospeso più lungo del mondo a più tiri. Attraversa lo stretto di Corinto vicino Patrasso, collegando la città di Rion sul lato del Peloponneso con la città di Antirion sulla terraferma. Ponte Rion Antirion su Wikipedia ponte Rion Antirion (Q48353) su Wikidata

In nave[modifica]

Al porto di Patrasso attraccano diverse navi traghetto provenienti da porti italiani dell'Adriatico.

Superfast Ferries provvede al collegamento con Bari e Ancona.

Come spostarsi[modifica]


Cosa vedere[modifica]

Itinerari[modifica]

La piramide di Hellenikon

L'Argolide è famosa tra gli studiosi per il fatto di avere due piramidi di incerta datazione, ma che attestano l'interessante presenza di strutture diverse dal consueto. Entrambe possono essere visitate in poco tempo:

  • 4 Piramide di Hellenikon (A poca distanza dal paesino di Hellenikon a sud-ovest di Argo). Questa piramide mostra la struttura basale ancora intatta e chiaramente leggibile.
  • 5 Piramide di Lygourio (A nord di Lygourio, nei pressi di Epidauro. Poco prima della chiesa di Agia Marina.). Rispetto alla piramide di Hellenikon, questa si presenta più incompleta.


Cosa fare[modifica]


A tavola[modifica]


Sicurezza[modifica]


Altri progetti

  • Collabora a Wikipedia Wikipedia contiene una voce riguardante Peloponneso
  • Collabora a Commons Commons contiene immagini o altri file su Peloponneso
0-4 star.svg Va specificato il livello dell'articolo aggiungendo |livello= seguito da un valore compreso fra 1 e 4.