Scarica il file GPX di questo articolo

Da Wikivoyage.
Jump to navigation Jump to search

Elide
Restes del gimnàs, al fons la palestra, Olímpia.JPG
Localizzazione
Elide - Localizzazione
Stato
Regione
Capoluogo
Superficie
Abitanti
Sito istituzionale

Elide (Ηλιδα • Ilida o Ἦλις in greco antico) è una regione storico-geografica del Peloponneso occidentale lambita dal mar Ionio.

Da sapere[modifica]

L'Elide è una delle poche regioni del Peloponneso ad estendersi su un terreno in gran parte pianeggiante. Il suolo è molto fertile e favorisce un'agricoltura intensiva, soprattutto pomodori e patate. Come tutte le culture ancora legate alla terra, la popolazione dell'Elide presenta una mentalità conservatrice e rigida, diffidente nei confronti dello straniero, il che forse non ha giovato allo sviluppo turistico della regione. Dal 1997 in poi il numero dei visitatori stranieri è infatti diminuito e il calo è avvenuto nonostante la regione vanti il famoso sito archeologico di Olimpia e un litorale sul Mar Ionio di tutto rispetto. Nell'agosto del 2007 un incendio scoppiato nella regione ai confini tra Arcadia, Laconia e Messenia, si propagava rapidamente favorito dai forti venti e distruggendo il manto forestale del Peloponneso centro-meridionale. Il giorno 26 le fiamme raggiunsero il sito dell'antica Olimpia che fu evacuata. Nell'incendio che non risparmiò nemmeno i locali e le statue del museo archeologico, persero la vita 84 persone compresi alcuni vigili del fuoco


Territori e mete turistiche[modifica]

Centri urbani[modifica]

Le distanze in km, ove segnate, si intendono da Patrasso.

  • 37.796921.35151 Amaliada — (80 km) Borgo fondato nel 1830 in onore della regina Amalia, moglie del primo re di Grecia, Ottone I. Le sue spiagge Kouroutà e Palouki.
  • 37.906821.272 Andravida (Ανδραβίδα) — (65 km) Capitale del principato franco d'Acaia dal 1295 fino al 1460, conserva i ruderi di una chiesa del tempo dedicata alla Saggezza Divina (Agia Sofia). Oggi non è che un borgo di 4,500 abitanti con qualche fabbrica superstite di conserva di pomodoro che non è stata ancora annientata dalla concorrenza cinese.
  • 37.483521.90553 Andritsaina — Un villaggio che fiorì al tempo della dominazione franca sulla Morea tra il XII e XIII secolo d C. Oggi si ammirano le sue vecchie case che si affacciano su strade lastricate in pietra e tra platani secolari.
  • 37.644721.62534 Archea Olympia (Olimpia) — Città del famoso sito archeologico di Olimpia.
  • 37.742421.33075 Douneika
  • 37.851921.25526 Gastouni — (70 km) Con una chiesa bizantina del XII secolo, la "Panaya katholikià".
  • 37.936121.14637 Kyllini — Poco più che un molo sotto un sole impietoso, dove ci si imbarca alla volta delle isole "Cefalonia" e Zante.
  • 37.858921.11168 Loutrà Kyllinis — Ufficialmente un centro termale se non fosse che le "terme", se ancora aperte, versano in uno stato pietoso. Loutra Kyllinis è nota soprattutto per i suoi vasti arenili dorati.
  • 37.673721.43619 Pyrgos — (96 km) Capoluogo dell'Elide. Katakolo è Il porto del capoluogo, 12 km ad ovest.
  • 37.484121.648510 Zacharo — (126 km).


Come arrivare[modifica]


Come spostarsi[modifica]


Cosa vedere[modifica]

Castello di Chlemoutsi
Tempio di Apollo Epicurio
  • 37.43054121.8980481 Tempio di Apollo Epicurio. Tempio eretto fra il 450 e il 425 a.C. da Ictino, l'architetto cui si deve la costruzione del Partenone e del Tempio di Efesto di Atene. I tempio è inserito fra i Patrimoni dell'umanità dell'UNESCO. Bassae (Q464923) su Wikidata
  • 37.89027821.1419442 Chlemoutsi (Χλεμούτσι). Castello eretto dai veneziani in posizione dominante sul molo di Kyllini. Dai suoi spalti si gode un panorama sulla prospiciente isola di Zante e nei giorni limpidi fino a Cefalonia. D'estate il castello è usato sporadicamente per concerti e manifestazioni culturali. Chlemoutsi (Q913308) su Wikidata
  • 37.7006821.325863 Monastero di Scafidia (Μονή Σκαφιδιάς). Monastero di monache ortodosse con una biblioteca ove sono conservati manoscritti e libri stampati inerenti, fra l'altro, alla rivoluzione greca del 1821. Monastery of Skafidia (Q16329608) su Wikidata


Cosa fare[modifica]


A tavola[modifica]


Sicurezza[modifica]


Altri progetti

Regione nazionaleBozza: l'articolo rispetta il modello standard e ha almeno una sezione con informazioni utili (anche se di poche righe). Intestazione e piè pagina sono correttamente compilati.